Page 29

ramificata, diversificata, disomogenea, fa di questo lavoro un reale tentativo di costruire un realistico panorama di divergenze concettuali e peculiarità dei processi creativi del continente.

Proprio questa volontà di non autoghettizzarsi fa si che il lavoro giochi sulla “diversità” del video latinoamericano rispetto a quello occidentale. Di fatto, le storie narrate da Rodrigo Alonso, Graciela Taquini, Lucas Bambozzi, Raul Moarquech Ferrera Balanquet, Fernando Llanos, José Calros Marategui e compagnia mostrano proprio che l’unicità latina sta nel suo legame con l’Europa e con gli Stati uniti, nella storia coloniale, nella sua storia postcoloniale segnata dalla violenza sfruttamento e dittature militari imposte da potenze politiche esterne.

Del resto pensare di poter costruire una sinossi che riveli uno spirito unico “latino” è una candida utopia di noi occidentali, che spesso pensiamo di poter fare la stessa cosa con i continenti un po’ esotici, come anche l’Africa o l’Asia. Del resto, non è altrettanto naif cercare di dare una definizione che accomuni tutte le diverse storie e culture dell’Europa?

27

Profile for Digicult Editions

DIGIMAG 36 - LUGLIO / AGOSTO 2008  

Digimag è stato uno die più importanti magazine internazionali focalizzato sull'impatto delle media technologies su arte, design e cultura c...

DIGIMAG 36 - LUGLIO / AGOSTO 2008  

Digimag è stato uno die più importanti magazine internazionali focalizzato sull'impatto delle media technologies su arte, design e cultura c...

Advertisement