Page 1

FITRAM

RIVISTA UFFICIALE Associazione FITRAM

INFORMA ASS

LA

OCI

FIT

Aprile/Giugno 2013

Edizione n° 1

AZI

ONE SPE RAM Z IMP IA ROM ERI A A

FINALMENTE!!!!!! ARRIVA

INFORMAFITRAM ALL’INTERNO

SANREMO: FIORI, FESTIVAL E ... FILOBUS

I collegamenti dell'estremo ponente ligure sono sempre stati di una certa importanza. All'inizio del secolo si progettò e s’impostò, seppur parzialmente, una rete tramviaria che doveva collegare i centri più importanti della Riviera dei Fiori, come Sanremo, alla Costa Azzurra. Continua a pagina 7

SAN GIUSEPPE La ricorrenza di San Giuseppe è per l’Associazione FITRAM l’appuntamento più importante dell’anno, dove tutti i soci si incontrano per godersi ciò che è stato fatto durante le attività sociali dell’anno precedente. Continua a pagina 4

IL PRIMO NOLEGGIO DELLA SEZIONE ROMANA

“La ex stazione oggi è diventata un ristorante chiamato, appunto, "BAR DELLA STAZIONE", gestito dall'ex capostazione di Fiuggi, dove abbiamo pranzato tutti insieme.” Continua a pagina 6

infoFITRAM

www.assofritram.it


AGENDA SOCIALE!

PAGINA

La prima centrale elettrica della FITRAM (deposito del Canaletto)

Domenica 7 Aprile 2013 Partecipazione alla Manifestazione “Cercantico” presso Piazza del Mercato a La Spezia con il Fiat 308L Menarini del 1974 Domenica 21 Aprile 2013 Organizzazione del Gruppo di Roma di una Rievocazione Storica con l’utilizzo di un autobus modello INBUS S210.80. Domenica 5 Maggio 2013 Partecipazione alla Manifestazione “Cercantico” presso Piazza del Mercato a La Spezia con il Fiat 418AC Breda Pistoiesi del 1979 Domenica 12 Maggio 2013 Organizzazione di una Gita Sociale con Autobus Storico Fiat 308 Cameri del

2

Menarini 308 Cameri del 1973

1973 a Logarghena (MS) in occasione della Festa delle Giunchiglie Domenica 2 Giugno 2013 Partecipazione alla Manifestazione “Cercantico” presso Piazza del Mercato a La Spezia con il Fiat 308 Cameri del 1973 Da Venerdì 7 a Domenica 9 Giugno 2013 Partecipazione alla Manifestazione “ASI Transport Show” presso Lanciano Giugno 2013 (CH) con il Fiat 308L Menarini del 1974 Domenica 30 Giugno 2013 Organizzazione di una Gita Sociale a San Marino e la riviera romagnola con autobus Gran Turismo

infoFITRAM

Rivista trimestrale Numero 1 Aprile/Giugno 2013 Direttore responsabile: Alessandro LEOPARDI Direttore editoriale: Stefano D’IMPORZANO email: informafitram@gmail.com


REDAZIONE!

PAGINA

3

Pronti attenti via.....

Quante volte mi è stata posta la domanda: “Lo facciamo un giornalino?”. Il nostro Presidente me lo ripeteva spesso, ma già nella mia mente sog gior nava da qualche tempo una similare idea. Un giornale, un giornale che parli di noi, di chi come noi ama gli autobus storici e di quelle innumerevoli iniziative che associazioni come la nostra compie con sacrificio e passione una passione che ci lega….oltre che una forte amicizia. Una guida, quello che vuole essere questa rivista. Cercheremo, numero dopo numero, di migliorare di approfondire sempre più le notizie

che ci circondano…la rivista sarà di ambito nazionale…per cui parlerà di mezzi, associazioni, eventi a livello nazionale dove tutti potranno farne parte scrivendo alla redazione per pubblicare qualsiasi cosa inerente alla rivista, essa sarà diversa, coinvolgente, all’avanguardia, al passo con l’attualità ma senza dimenticare la storia e la tradizione. Mese dopo mese la redazione d’infor maFITRAM e i suoi c o l l a b o r a t o r i , f a r à q u e s t o, accompagnandovi a braccetto nel fantastico mondo dell’autobus storico e moderno senza trascurare ciò che accade attorno a noi ogni giorno.

Il presidente di Fitram Stefano D’Imporzano insieme al Direttore di La Spezia Alessandro Leopardi

infoFITRAM

Nel chiudere questo mio breve editoriale ringrazio tutti voi appassionati che da oggi in poi darete una mano a crescere e accompagnare informaFITRAM a diventare un punto fermo e un sostegno a tutti gli appassionati, ma soprattutto un doveroso grazie a chi ha creduto in me e in questo progetto. Il coraggio, lo slancio e l’appoggio sono stati il loro regalo per dar vita e forma a questo progetto. Buona lettura! Il direttore Alessandro LEOPARDI

Il Vice Presidente Francesco CANEPA


SEDE NAZIONALE!

PAGINA

San Giuseppe, il compleanno, la storia, il raduno di FITRAM La ricorrenza di San Giuseppe è per l’Associazione FITRAM l’appuntamento più importante dell’anno, dove tutti i soci si incontrano per godersi ciò che è stato fatto durante le attività sociali dell’anno precedente. La prima edizione dell’Evento di San Giuseppe fu organizzata nel 2006 quando i ragazzi della FITRAM trainarono, con l’aiuto del Carro Soccorso dell’Azienda Trasporti Locale, in Corso Cavour il Filobus del 1963 Alfa Mille Tubocar con equipaggiamento elettrico CGE. L’esemplare conservato dall’ATC è il numero sociale 238. L’ubicazione dello stand dell’Associazione sarà per alcuni anni sempre lo stesso: Corso Cavour angolo via Chiodo, proprio ai margini della tradizionale Fiera del Santo Patrono. L’anno seguente, il 2007, stesso programma ma con protagonista diverso. Infatti il posto presso lo stand sociale fu occupato da un altro Filobus spezzino, il Fiat 668 Viberti del 1951 n° 203. Questo Filobus ha subito una trasformazione sul finire degli anni 70, assieme ad altri esemplari dello stesso gruppo (209 e 214) ed alcuni dello stesso modello ma acquistati dall’AMT di Genova (241-244) furono ricarozzati dalla Mauri di Milano in lega leggera. Nel 2008 l’Associazione espone in Piazza Mentana i primi due autobus sociali: un Fiat 308 Cameri del 1973 e un Fiat 418AC Breda Pistoiesi del 1979 acquistati rispettivamente dal Comune di Bagnone (MS) e dall’ACTT di Treviso. Il 2009 fu ancora una volta dedicato ai veicoli sociali, infatti in Corso Cavour fu allestito uno stand con un bellissimo Fiat 416 Cansa del 1967, mentre in Piazza Mentana prese posto un Fiat 418AC Portesi comprato dalla TPM di Monza assieme al Fiat 416. L’anno successivo, il Consiglio Direttivo decise di ripetere la manifestazione storica dedicata ai Filobus spezzini portando in Piazza Mentana il “Cornetto” un piccolo autobus (OM Tigrotto n° 251) trasformato dalle maestranze aziendali in mezzo adibito alla lubrificazione della filovia.

In Piazza Chiodo trovarono posto ben tre Filobus: L’alfa Mille 238, il Fiat 668 n° 203 e il “moderno” Breda 4001L n° 801, mentre in Corso Cavour fu allestito lo stand informativo. Nel 2010 i mezzi sociali cominciarono a “muoversi” anche per il pubblico! Grazie ad una collaborazione con il Museo Nazionale dei Trasporti, che per l’occasione aprì al pubblico i loro spazi dedicati alle collezioni ferroviarie di Fossitermi e Santo Stefano, due autobus d’epoca della FITRAM collegarono per tutto il periodo della manifestazione i due siti museali con la fiera. San Giuseppe 2012 Il 2011 era la ricorrenza della costruzione del Fiat 418 e la FITRAM non si fece scappare l’occasione per festeggiare. E con una grande manifestazione ricordo il lontano 1971 con l’inaugurazione del primo restauro che coincise proprio con il restauro di un Fiat 418 giovane, ma raro! Il VS880 Portesi acquistato a Genova dalla locale AMT nel 2007. Il veicolo coperto interamente da una bandiera italiana e sotto le note dell’Ino Nazionale venne inaugurato alle ore 17 di domenica 21 Marzo tra gli applausi dei partecipanti. L’anno scorso, l’impronta della manifestazione è cambiata, dando spazio anche ad altri Club di collezionisti. La piazza protagonista ovviamente fu decisamente più capiente poiché dovette ospitare autocarri, mezzi militari, automobili, trattori, motocicli e vespe, oltre ai nostri autobus. Il grande raduno venne sviluppato in Piazza Europa dove tantissime persone poterono visitare questi veicoli d’altri tempi. Nel 2013 si ripeterà questa impostazione della manifestazione, anche perché la Piazza sarà poi interessata ad alcuni lavori di riqualificazione urbana. Stefano D’IMPORZANO infoFITRAM

4


INFORMAFITRAMSPEZIA!

Gita a Campo Cecina 2012

GITA SOCIALE A MODENA

Domenica 3 Marzo 2013 si è svolta la gita sociale con pullman GT della società ATC di La Spezia a Castelvetro Modenese e Maranello. Il gruppo è partito da La Spezia alle ore 07:30 e dopo aver toccato Ceparana e Aulla, per consentire ai partecipanti di salire a bordo del bus, si è partiti alla volta d e l l ’ a z i e n d a a g r i c o l a S a n Po l o d i Castelvetro Modenese. L’azenda agricola San Polo fa parte di un borgo rurale sviluppatosi attorno ad un ex convento settecentesco. Durante la visita si è potuto apprezzare la cantina vinicola dove vengono lavorate, tra le altre, anche uve che daranno un ottimo lambrusco. L’azienda produce anche il tipico aceto balsamico modenese. La pausa pranzo è stata fatta presso un locale, la cascina dei cacciatori, tipico casolare al culmine di una collina da dove si godeva un bellissimo paesaggio sulle campagne e montagne modenesi. Pranzo a base di polenta e cinghiale. Nel pomeriggio, prima di provare il brivido della Ferrari, il gruppo ha fatto meta a Vignola per la visita al castello e all’originale “scala a chiocciola” del palazzo Boncompagni. La scala a chiocciola progettata dall'architetto Jacopo Barozzi detto il Vignola merita sicuramente una

PAGINA

Un particolare del Fiat 418 AC

visita. La scala si svolge in una spirale armoniosa, architettonicamente studiata in maniera tale che i quattro pianerottoli non interrompano visivamente il soffitto elicoidale della rampa che segue l’andamento continuo della spirale; inoltre la sezione trasversale del soffitto, inclinata, aumenta l’effetto vorticoso dello sviluppo elicoidale della scala nello spazio. Infine la tanto attesa visita al museo della Ferrari con le prove di guida delle vetture costruite dalla casa del “cavallino rosso” di Maranello. GITA SOCIALE A LOGARGHENA

Domenica 12 Maggio 2013 l’Associazione FITRAM organizza una gita sociale a Logarghena in occasione della Festa delle Giunchiglie. La partenza è prevista da La Spezia con un autobus storico del 1973 alle ore 08:00, sono previsti passaggi a Ceparana e Aulla. Il rientro è previsto in serata. Si consiglia a chi intende partecipare di usare un abbigliamento da treking; il pranzo è libero e si può decidere di mangiare al sacco tra i prati dell’altopiano oppure nel tipico ristorante locale. La spesa per la partecipazione è di € 15,00 a persona.

infoFITRAM

5


INFORMAFITRAMROMA!

PAGINA

Foto di gruppo alla stazione di Fiuggi

6

Un particolare del 370

BRAVI RAGAZZI!

Il primo noleggio della sezione romana SULLE ORME DELLE VICINALI DELLA ROMAFIUGGI CON L'IVECO 370 DALLA VIA

Nella giornata di domenica 7 ottobre, la neonata sezione di Roma dell'Assofitram fondata lo scorso 5 luglio ha avuto il piacere d i i n a u g u r a re l ' av ve n t u r a ro m a n a mostrandosi al pubblico con un'iniziativa del tutto originale per la Capitale: un noleggio a tema a bordo di una corriera extraurbana rievocando la storica linea dismessa Roma-Fiuggi (a scartamento ridotto) oggi ancora operativa nel solo tratto urbano Roma Laziali (Termini FS)Giardinetti. L'autobus scelto, un Iveco 370.12.L25 DallaVia datato 1984 della Schiaffini Roma (matricola 269) ex ATVO San Donà di Piave (VE) 136, è partito in mattinata da Roma Anagnina la mattina alle 9 ed è arrivato a Fiuggi per l'ora di pranzo. Presso il ristorante della Stazione il gruppo ha

effettuato la pausa pranzo, ripartendo nel p o m e r i g g i o e t o r n a n d o a Ro m a percorrendo l'autostrada da Anagni fino a Roma sud. Il percorso dell'andata ha ricalcato quasi completamente la vecchia linea ferroviaria dismessa Roma-Fiuggi con sosta presso il museo ferroviario di Colonna (RM) sito presso la ex stazione dove, per la prima volta, un autobus è entrato dentro il medesimo con le proprie ruote. Altre soste di rilievo sono state la futura fer mata Monte Compatri/Pantano, capolinea della "Metro C" (la nuova metropolitana automatica, caratterizzata dal colore verde, che dovrebbe essere aperta entro il 2013) e presso l'ex stazione di Genazzano dove ci è stato possibile entrare nel locale deposito COTRAL. Alessandro ZANOTTI

infoFITRAM

“La ex stazione oggi è diventata un ristorante chiamato, appunto, "BAR DELLA STAZIONE", gestito dall'ex capostazione di Fiuggi, dove abbiamo pranzato tutti insieme.”


INFORMAFITRAMIMPERIA!

PAGINA

7

SANREMO: FIORI, FESTIVAL E ... FILOBUS I collegamenti dell'estremo ponente ligure sono sempre stati di una certa importanza. All'inizio del secolo si p ro g e t t ò e s ’ i m p o s t ò , s e p p u r parzialmente, una rete tramviaria che doveva colleg are i centri più importanti della Riviera dei Fiori, come Sanremo, alla Costa Azzurra. Ta l e c o l l e g a m e n t o r i m a s e purtroppo allo stato di progetto; in Francia si realizzò la tram via Mentone - Cannes, che non ebbe lunga vita, mentre in Italia fu messa i n f u n z i o n e l a Ve n t i m i g l i a Bordighera, di km. 5 circa. Detta struttura era a binario unico, elettrificata, con incrocio, deposito e officina a Vallecrosia, e sopravvivrà sino al 1936. L’8 ottobre 1914 fu aperta all'esercizio la tramvia Ospedaletti Sanremo - Taggia, di km 17, realizzata su idea di Vincenzo Marsaglia che ne era stato il principale promotore sin dal lontano 1904. Sedi di deposito erano Sanremo, in zona Foce, e Taggia. - La gestione di tal esercizio fu assunta dalla Società Tramvie Elettriche Liguri, più nota come STEL. La capacità produttiva di entrambe le tramvie furono presto insufficienti, stante l'elevato numero di passeggeri sempre in aumento. Era inoltre necessario collegare tra loro le città di Ospedaletti e Bordighera e questo, a causa della tormentata struttura viaria, non era

facile dal punto di vista tecnico per via della complessità degli impianti fissi che tale realizzazione avrebbe richiesto, e dalle limitate caratteristiche delle vetture esistenti all'epoca. Per queste motivazioni si preferì cambiare la regola di trasporto, scegliendo un vettore che, seppur elettrico, garantisse elevate prestazioni e una buona velocità commerciale. A tutti gli effetti, il filobus fu la soluzione migliore per il tipo di servizio da svolgere, essendo stato nel frattempo realizzato anche il collegamento Ospedaletti Bordighera. Le bianche motrici tramviarie coprirono l'intera tratta Ospedaletti Sanremo - Taggia fino al 21 aprile 1942, allorché vennero sostituite, limitatamente alla tratta Ospedaletti Sanremo, dai primi mezzi filoviari. La denominazione della società esercente mutò quindi da " Società Tramvie Elettriche Liguri " a “Società Trasporti Elettrici Liguri", mantenendo l'originaria sigla STEL. Tu t t o l ' e s e r c i z i o d i v e r r à appannaggio dei filobus dall’1 febbraio 1948. Nell'occasione la rete già esistente fu presto prolungata sino a Ventimiglia, assumendo la forma pressoché attuale. Il vecchio tram, all'atto della sua scomparsa, fu ricordato dagli utenti rivieraschi con una poesia della maestra Moraglia intitolata: " Addio al tramvay", e addirittura con una

infoFITRAM

canzone "U tram lumassa " del musicista Cebrelli. Scartata l'idea di un’unica linea Taggia - Ventimiglia di lunghezza eccessiva e di difficile gestibilità, si preferì articolare il servizio su tre linee: T: Sanremo - Taggia di km 11; U: Intensificazione urbana della città di Sanremo; V: Sanremo - Ventimiglia di km 16. La lunghezza totale della rete risulta, ancor oggi, di km 33 circa, con dieci tra città e frazioni servite e si sviluppa per gran parte del suo percorso sulla S.S. n° 1 Aurelia, da Ventimiglia ad Arma Di Taggia, distaccandosi da quest'ultima località p e r p e rc o r re re g l i u l t i m i t re chilometri verso l'entroterra sino a raggiungere Taggia. Il bifilare è alimentato a 600 V. cc tramite cinque sotto stazioni elettriche. Oggi i filobus che percorrono questa rete non sono più bianchi e blu, e dal 1984 la STEL, dopo settanta anni esatti, ha passato il testimone della gestione del servizio alla Riviera Trasporti S.p.A. la quale, con i moderni mezzi che la tecnologia ha messo oggi a disposizione, continua la tradizione del servizio filoviario nell'estremo Ponente ligure. Enrico NIGRELLI , Stefano ALFANO


BACHECA!

PAGINA

8

LA PASSIONE CI GUIDA Quando eravamo bambini tante volte, ci fermavamo a guardare i bus attratti dal rumore del motore oppure dalle aste attaccate ai fili quasi stupiti dal loro incidere maestoso e sognavamo.................... Quando diventi adulto la vita tante volte, ti riserva delle magnifiche sorprese e improvvisamente, quando tutti i ricordi sono offuscati dalle problematiche della vita, incontri un gruppo di amici con lo stesso obiettivo con la medesima passione con gli stessi progetti. E allora inizi a parlare, a incontrarti a scambiare idee e ti accorgi che si può fare che sei in grado di iniziare un cammino. E' così che nasce ASSOFITRAM e se oggi siamo arrivati a questo, si deve a tutti anche a chi oggi non c’è più ma che ha

contribuito alla crescita di quest’associazione. Oggi che sono Vicepresidente (orgogliosamente) non voglio fare bilanci del lavoro svolto ma voglio parlare di futuro. Siamo in un m o m e n t o fo c a l e d e l l a n o s t r a associazione, mi piace dire che siamo su una rampa di lancio perché quel gruppo di amici che sempre si divertiva oggi, è cresciuto in maniera esponenziale ed ha coinvolto sempre più persone allargando al di fuori anche della nostra provincia. Perché questa passione ha radici lontane ed interpreti variegati che noi vogliamo mettere tutti insieme. Vogliamo raccogliere in unico contenitore la storia del trasporto pubblico locale e direi che l’apertura dei gruppi ne è la dimostrazione, vogliamo il recupero di tutti i mezzi

San Giuseppe 2011

che rappresentano la storia delle nostre città, vogliamo tramandare alle generazioni future tutto questo anche attraverso il recupero dei cimeli legati al tpl. Per fare tutto questo la strada da percorrere è ancora lunga, anche se mi sento di dire che “la squadra c'è”. La suddivisione dei compiti ci ha consentito di fare un salto importante e ognuno dei soci con le competenze col cuore e con grande spirito di sacrificio ha contribuito a mettere dei mattoni importanti alla costituzione di un Museo. Mi sento quindi di ringraziare tutti per l'attività fin qui svolta e spero che molti giovani possano avvicinarsi alla nostra bellissima associazione. Francesco CANEPA

San Giuseppe 2011

infoFITRAM

Informafitram n°1 (1)  
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you