__MAIN_TEXT__
feature-image

Page 1

0


1


Editoriale

pag. 3

Affari interni Concorso letterario “scrivi una recensione”

pag. 5

Una rubrica di viaggi

pag. 6

I dimenticati del futuro

pag. 9

Attualità Consenso o libertà?

pag. 13

Il nuovo destino della Moldova

pag. 17

I danni del Covid19 al mondo dello sport

pag. 19

Convalescent plasma

pag. 23

Spreco alimentare

pag. 27

Pensieri Cappuccetto rosso 2.0

pag. 33

L’amore tra atopia, unità e divisione

pag. 37

Let’s have a “kiki” about drag

pag.36

120 anni dalla morte di Oscar Wilde

pag. 42

Roald Dahl

pag. 45

Recensioni Aaron Sorkin’s “The trial of Chicago 7”

pag. 53

“The queen’s gambit”

pag. 56

Cielo di dicembre

pag. 59

Behind zoom

pag. 61

Poesie

pag. 62

Le perle dei professori!

pag. 69

L’oroscopo della Maga Artemisia

pag. 71

Il cruciverba di Elena

pag. 73

La redazione di Agorà

pag. 66

2


“​driiin!​”: Agorà è tornato! Cari titoliviensi, qualche mese dopo questo strano inizio, la campana di Agorà è tornata a risuonare! Anche se non nei corridoi della scuola, cercheremo di portare la voce degli studenti che erano soliti abitarla – e che non vedono l’ora di tornare a farlo. Quest’anno si prospetta ricco di cambiamenti: innanzitutto, la professoressa Mozzi ha preso le redini della redazione, sostituendo la professoressa De Benedetti, che si sta godendo la meritata pensione e a cui rivolgiamo un caro saluto. Siamo entusiasti di questa cooperazione da cui speriamo di trarre nuovi contenuti e nuovi spunti da proporvi. Detto questo, di Agorà cambieranno anche le “sembianze”: oltre ad essere a colori, assenti nel formato cartaceo, troverete una nuova struttura grafica, grazie all’aiuto fornitoci dal laboratorio del professore Di Donato. Il contesto pandemico, come vedrete, ha cambiato anche l’economia del giornale: abbiamo cercato di tener conto della situazione in cui ci troviamo ma allo stesso tempo di portare articoli di attualità, le ​immancabili p ​ erle e disegni e tanto altro per

alleggerire la limitante quotidianità che viviamo dietro a uno schermo, tra problemi di connessione, corrieri che suonano mentre sei interrogato e bruciori agli occhi. Un’ulteriore novità riguarda la lingua in cui si presenteranno gli articoli, ebbene sì, vogliamo stupirvi: non solo i “consueti” articoli in lingua italiana, bensì in inglese; la redazione ha voluto mettersi in gioco provando ad innovarsi sotto ogni punto di vista e noi caporedattori ci teniamo particolarmente poiché questo anno essendo l’ultimo rappresenta la conclusione di un percorso indimenticabile. Vi ricordiamo di seguirci sulla nostra pagina instagram @agoratitolivio e vi invitiamo a scriverci per qualsiasi dubbio, critica o iniziativa. Agorà, ci teniamo a rimembrare, è una piazza aperta a chiunque, tra professori, studenti, ex studenti, esterni, fosse animato dal desiderio di diffondere una personale prospettiva della realtà in cui viviamo. Speriamo possiate ritrovarvi nelle nostre parole durante la lettura di questo primo numero e che sia un buon anno, nonostante tutto!

Beatrice, Emma, Giulia, Luca

Il “​nuovo​” Agorà Lo scorso anno scolastico è terminato, come tutti sanno, con una scuola a distanza e – per quanto concerne il giornalino Agorà – con il saluto della collega De Benedetti che ne è stata per vari anni la referente. Il giornalino è un progetto importante del nostro liceo che risale alla fine degli anni Ottanta: la prima riunione documentata è stata tenuta il 13 ottobre del 1989. Conserviamo a scuola il “librone” con tutti i verbali delle riunioni di redazione. Da quell’anno, nonostante vari tentativi di cambiare il nome, Agorà ci ha sempre accompagnato nei momenti migliori e nelle situazioni meno felici come quella odierna. Con grandissimo sforzo di tutti, docenti e studenti, personale

3


amministrativo e dirigente, è iniziato da qualche mese il nuovo anno scolastico 2020-2021 che ci ha visto fisicamente presenti in aula solo per alcune settimane. Anche se con mascherina, liquido igienizzante sempre a portata di mano e, noi professori, a volte anche con microfono e visiera, siamo ripartiti. La scuola sembrava avercela fatta. E con la scuola è ripartita anche la possibilità di svolgere alcuni progetti storici del nostro liceo. Purtroppo il Progetto del Teatro Antico – che mi ha visto per anni come referente e nella cui ripartenza confidavo – non si è potuto realizzare. Ma quello del Giornalino Agorà è passato con la piena approvazione del collegio docenti che ha accolto la mia proposta di referente di progetto. Al nuovo collega, il Professor Di Donato, a cui diamo il benvenuto, è stata riservata la parte grafica del progetto e con alcuni ragazzi della redazione ha impostato il nuovo formato digitale del giornalino. La redazione intera consta di circa 30 studentesse e studenti, appartenenti a classi sia del ginnasio sia del liceo: tutti hanno lavorato con buona lena da subito nei vari collegamenti da remoto nella piattaforma di zoom. Tutti coloro che ne fanno parte hanno fortemente voluto che il primo numero uscisse entro Natale. E così si sono superate le difficoltà del lavoro a distanza con la grande fatica data anche dal vedersi solo nel monitor del PC senza poter lavorare in presenza. L’entusiasmo è stato grande e gli articoli sono pervenuti alla mail di Agorà (agora@liceotitolivio.gov.it) in poco tempo e in grande quantità. La redazione ha lavorato e continua a lavorare proprio come in un vero quotidiano, suddividendosi ruoli e responsabilità, nel massimo rispetto dei più “giovani”, alla prima esperienza col giornalino. Il risultato a me pare molto originale, grazie alla nuova veste digitale colorata, arricchita dalle foto di alcuni studenti che seguono il corso di fotografia. Abbiamo mantenuto la maggior parte delle rubriche “storiche” compresi i giochi enigmistici, l’oroscopo, le “perle” dei professori. Abbiamo voluto inserire qualche articolo in lingua straniera (inglese), convinti che possa costituire un “quid” in più di qualità. Con i testi in inglese abbiamo pensato di coinvolgere anche studenti o lettori che di questa lingua si avvalgono perché è la loro lingua madre o perché la studiano come L2.Per questo ringraziamo anche le/i colleghe/i che hanno rivisto i testi. Attendiamo un feedback da parte di tutti sul nuovo formato, taglio e colore: saranno ben accetti suggerimenti e consigli e… pure eventuali critiche. Credo di interpretare il desiderio di molti nel dedicare questo numero a tutti gli studenti e a tutti i docenti del nostro istituto che stanno lavorando duramente per mantenere viva la scuola e, con essa, il sapere che i classici ci tramandano. Difficile poter inoltrare i tradizionali Auguri di Buon Natale in un periodo di così grande sofferenza. Non vogliamo però rinunciare a credere che il nuovo anno, il 2021, possa farci ritornare a vivere “come e meglio” di prima.

Prof.ssa Bruna Mozzi “Referente di Agorà”

4


Concorso letterario “​scrivi una recensione​” La Commissione Biblioteca, in collaborazione con Agorà, promuove anche per l'anno scolastico 2020-2021 il concorso letterario "Scrivi una recensione" aperto agli studenti di tutte le classi. L'oggetto della recensione potrà essere un romanzo, una raccolta di racconti, una raccolta di poesie, un saggio... un'opera, comunque, liberamente scelta dai partecipanti. Il concorso si articola in due sezioni: Sezione A:​ stesura di una recensione tradizionale per struttura ed estensione. Sezione B:​ stesura di una recensione breve, ossia racchiusa nello spazio dei 140 caratteri riservati a un tweet. Chi desideri partecipare deve inviare, entro il giorno 31 marzo 2021, la propria recensione, in un file in cui non siano riportati i suoi dati anagrafici, all'indirizzo email della Biblioteca: BibIioteca@liceotitolivio.gov.it In testa al proprio elaborato, redatto in word, il concorrente indicherà la sezione cui prende parte e l'opera di cui scrive. In un altro file, denominato Dati personali, riporterà invece il proprio nome e cognome, la data di nascita e la classe cui appartiene. La Commissione giudicatrice - formata da membri della Commissione Biblioteca, di cui fa parte la professoressa Bruna Mozzi, che coordina la redazione di «Agorà» - stabilirà per ogni sezione un primo e un secondo classificato; inoltre, vi sarà una menzione d'onore per entrambe le sezioni. La Commissione procederà ad aprire i file che riportano i dati personali dei concorrenti solo una volta stilata la graduatoria. Si indicano di seguito i criteri di valutazione. per la sezione A: pertinenza, qualità, efficacia e piacevolezza alla lettura dei giudizi formulati (positivi o negativi che siano), padronanza del linguaggio specialistico e pubblicabilità, nel senso anche di una strutturazione e di una sintesi funzionali a un'eventuale uscita su rivista; per la sezione B: pertinenza, qualità dei giudizi, capacità di sintesi everve funzionali alla comunicazione particolarmente rapida ed immediata propria del mezzo cui è destinata la recensione. I vincitori e i menzionati riceveranno premi consistenti in buoni-libro e vedranno il proprio pezzo pubblicato presso «Agorà». La commissione si riserva poi la facoltà di pubblicare anche recensioni, pur non premiate e menzionate, che siano parse pregevoli. Con l'auspicio che il concorso abbia numerosi partecipanti, la Commissione Biblioteca augura a tutti felicissime letture. Prof.ssa Francesca Favaro Responsabile della Funzione Strumentale Biblioteca

5


6


7


8


9


“Noi studenti esistiamo ancora, la Scuola forse non più”

I dimenticati del futuro Ormai da marzo, gli studenti delle superiori si trovano ad affrontare una situazione emergenziale, tamponata dalla DAD, che li getta in una condizione di incertezza e precarietà: esistono soluzioni a questo problema? Rapposelli Lucia, IIIF

l 17/11, Giornata Internazionale

stessi, non è solo fisica, è anche sociale. Il

dello Studente, in una trentina

concetto di classe scolastica non esiste

di

dal

più, la Scuola come spazio di condivisione

sindacato studentesco Rete degli Studenti

non esiste più. Ogni mattina noi studenti

Medi, ci siamo trovati a seguire le lezioni

ci riunivamo in un luogo altro, in cui

online davanti all'entrata del Liceo Fermi.

potersi sentire a casa, ma allo stesso

Seduti per terra, dove, come ci ha

tempo abbastanza estraneo all'ambiente

gentilmente

passante,

familiare da permetterci di svolgere il

"fanno pipì i cani",​ abbiamo tenuto le

nostro lavoro. Una vera e propria finestra

mascherine sul viso per ore e, nonostante

sul mondo, uno spaccato di realtà dove

costanti problemi di connessione, lo

poter

ricorderemo come uno dei giorni più belli

l'istruzione, ma anche e soprattutto

e significativi di questi ultimi mesi.

attraverso il confronto con gli altri. Non

Eravamo lì, e ci torneremo ancora, per

dobbiamo dimenticare che il ruolo della

ricordare ai cittadini, alle istituzioni e al

scuola non è solo quello di istruire,

Governo che esistiamo. Noi studenti

trasmettere

esistiamo ancora, la Scuola forse non più.

meccanicamente

Eravamo lì per ricordarlo anche a noi

primariamente quello di educare alla vita.

stessi. Per non rischiare di credere che sia

E come può educare attraverso un

questa la normalità, che sia questo il

monitor, mentre ognuno è rinchiuso nel

giusto modo di "fare scuola". Attraverso

proprio ambiente casalingo, qualche volta

uno schermo non può esserci vero

troppo stretto? Tanto più che spesso non

dialogo. La distanza che si crea con i

ci si può che collegare dalla propria

professori, ma anche tra gli studenti

stanza da letto che così smette di essere

ragazzi

ricordato

coordinati

una

10

crescere

attraverso

nozioni a

non

solo

da

imparare

memoria,

ma

è


un rifugio e un luogo di riposo privato,

criticità alcuni studenti preferiscono la

ma diventa allo stesso tempo anche il

DAD alla didattica in presenza. Tale

"luogo di lavoro" esposto in pubblico. Per

fenomeno, secondo me, è sintomo di una

non

di

grave ed evidente inefficienza del sistema

problemi pratici che la DAD porta con sé:

scolastico. La DAD non è una soluzione, è

la connessione talvolta poco stabile, le

una toppa con cui si cerca di supplire a

innumerevoli ore che siamo costretti a

una

trascorrere davanti a un computer, la

temporanea. Ma questo non significa

presenza dei familiari che vivono i nostri

automaticamente

stessi spazi, la ancora più evidente

tradizionale sia efficace. Da tempo gli

spersonalizzazione

percorso

studenti evidenziano i grossi problemi

la frontalità delle lezioni

che la Scuola italiana presenta, rinchiusa

parlare

scolastico,

della

serie

infinita

del

situazione

didattica

rischiano di provocare un grave impatto

semi-obsolescenza

sulla salute psicofisica dei ragazzi. Manca

autoreferenziale e sorda ai bisogni degli

il

contributo

studenti -non mi riferisco al lavoro dei

relazionale che la scuola ci forniva non

singoli professori che sono tenuti ad

era affatto indifferente. Siamo posti da

adottare tale sistema. Le carenze di cui

mesi in una condizione di costante

soffre la DAD, carenze ormai non più

incertezza e precarietà, non sappiamo

imputabili alla sua natura emergenziale e

quando potremo tornare nelle aule, non

provvisoria, e i suoi, purtroppo pochi,

sappiamo come dobbiamo porci rispetto

punti di forza, non hanno fatto altro che

all'alternanza

non

evidenziare i problemi più seri e gravi

sappiamo come sarà impostato l'esame di

dell'intero Sistema-Scuola. Ad esempio, è

maturità. In questo equilibrio precario

comprensibile che chi abita lontano dalla

sembra

qualsiasi

propria scuola sia contento di risparmiare

propensione alla progettualità. Il tasso di

sui trasporti e di poter dormire qualche

abbandono

cresciuto

ora in più. Ma si potrebbe risolvere con

esponenzialmente nell'ultimo periodo e

facilità questo disagio anche se si tornasse

certo non si può dire che questo tipo di

in

didattica a distanza appiani le disparità

iniziare le lezioni un'ora più tardi, come

economiche e sociali presenti, anzi al

in molti altri paesi europei, e stabilire il

contrario si può forse dire che le

costo degli abbonamenti in base al

accentua.

reddito di ciascuna famiglia. Alcuni

il

scuola-lavoro,

impossibile scolastico

Nonostante

una è

tutte

queste

11

presenza

di

la

nella

umano,

bolla

che

e

ecc...tutti questi fattori uniti insieme

contatto

sua

emergenziale

che

tradizione la

semplicemente

e

rende

facendo


ragazzi prediligono la DAD perché causa

ignorata e bistrattata si trovi in estrema

loro meno ansia e stress da prestazione

difficoltà. L'Italia è stata la prima a

rispetto alla didattica in presenza, per

chiudere le scuole, l'ultima a riaprire e la

ovviare a questo problema bisognerebbe

prima a richiuderle. La Scuola sono gli

innanzitutto rendere la scuola uno spazio

studenti e gli studenti sono il futuro. Il

umano e accogliente che sia in grado di

fatto che le problematiche legate a tale

seguire uno ad uno gli studenti. Un primo

istituzione non siano prioritarie per il

passo

nostro

per

conseguire

tale

obiettivo

Paese

è

indice

di

scarsa

potrebbe essere quello di ridurre il

lungimiranza. Le scuole non sono state i

numero di studenti per classe, così da

centri del contagio: erano tra gli ambienti

evitare il fenomeno delle cosiddette

più controllati, l'attenzione a igiene e

"classi pollaio" che rendono il corpo

distanziamento

studentesco

all'impegno

una

massa

confusa

e

indefinita. Giorno dopo giorno i ragazzi vengono propria

privati

massima

tutto

il

grazie

personale

scolastico. Dicono siano i trasporti il

della

individualità

di

era

problema; perché non si è

e

fatto nulla, nei 7 mesi in

sono costretti di fatto a

cui siamo rimasti a casa

uniformarsi a programmi

prima

pensati in un'ottica poco

settembre, per garantire un

collaborativa che genera

numero

del

rientro di

a

mezzi

una sterile competizione. Dunque, ci

sufficiente a sostenere l'esigenza degli

siamo trovati davanti al Liceo Fermi non

studenti?

per richiedere un rientro immediato. Se le

frequenza delle corse e aggiungere nuove

condizioni non ci sono non siamo certo

linee, il tempo per organizzarsi certo non

noi

mancava.

studenti

a

voler

rischiare

di

Era necessario aumentare la

alimentare il contagio. Ma abbiamo

Quello che chiediamo, trovandoci a fare

protestato, e continueremo a farlo, per

lezione fuori dai nostri istituti, è che si

esigere che il Governo si preoccupi e si

pensi davvero - e che lo si faccia in fretta -

occupi di noi, che la politica si preoccupi e

a una soluzione che ci permetta di tornare

si occupi del mondo della Scuola. In Italia

nelle aule al più presto, e in sicurezza.

da

tagli

Vogliamo ribadire, e non sarà certo

diretta

l'ultima occasione per farlo, che la Scuola

situazione

senza studenti non è Scuola. Ci sentiamo,

anni

vengono

all'istruzione

e

conseguenza

di

oggi,

effettuati come

questa

emergenziale, è ovvio che l'istituzione più

ancora una volta, dimenticati.

12


13


Il dibattito sulle leggi sull’aborto in Polonia

Consenso o libertà? Il 22 ottobre la Corte Costituzionale polacca ha dichiarato illegale l’aborto in caso di malformazioni del feto. Tale restrizione ha causato manifestazioni di protesta nel paese, da anni guidato da una politica conservatrice. Francesca Salviato, IIG

l 22 ottobre scorso la Corte

Berlino; iniziò qui, infatti, il rapido

Costituzionale

ha

processo che portò alla dissoluzione

dichiarato illegale l’aborto in

dell’unione sovietica e alla caduta dei

caso di gravi malformazioni del feto. La

regimi comunisti pro-sovietici nei Paesi

restrizione dell’accesso all’aborto, il quale

del Patto di Varsavia, tra i quali rientrava

è ora permesso solo allo scopo di

anche la Polonia. Il paese tenne le sue

preservare la vita della madre ed in caso

prime

di stupro, e che già precedentemente

decenni di oppressione da parte di regimi

spingeva

a

autoritari, prima quello nazista e poi

praticare l’aborto in maniera clandestina

quello comunista. La Polonia infatti si è

oppure andando all’estero, in paesi come

sempre dimostrata, nel corso della sua

la Germania e la Repubblica Ceca, ha

travagliata

causato ingenti proteste in tutto il paese, i

espansionistiche

cui manifestanti chiedono non solo una

particolare delle ambizioni di Russia,

ritira

Corte

Germania ed Austria, le tre potenze che

Costituzionale, ma anche una serie di

nel corso del XVIII secolo si divisero

cambiamenti nelle istituzioni polacche,

l’allora Confederazione polacco-lituana.

paese che da anni presenta una politica

La Polonia scomparse quindi come entità

nettamente conservatrice. Le motivazioni

politica per circa 120 anni, fino al 1918,

storiche

sta

anno nel quale dichiarò la propria

coinvolgendo la politica e la società

indipendenza a seguito della sconfitta

polacca oggi, è facilmente riscontrabile

degli Imperi Centrali nella Prima guerra

nel 1989, con la caduta del muro di

mondiale. La nuova repubblica polacca

molte

della

per

donne

sentenza

capire

polacca

polacche

della

quanto

14

elezioni

democratiche

dopo

storia, centro delle mire dei

suoi

vicini,

in


ebbe vita breve, poiché nel 1939 la

1999

Polonia fu invasa dalla Germania nazista

Europea nel 2004. Negli ultimi anni,

e fu spartita con l’Unione Sovietica

però, la Polonia, a seguito di diverse crisi

tramite il Patto Molotov-Ribbentrop.

come la crisi finanziaria del 2008, la crisi

Dopo la seconda guerra mondiale, la

del debito sovrano europeo del 2011 e la

Polonia si trovò sotto la sfera di influenza

crisi dei rifugiati del 2015, hanno fatto sì

sovietica e con una dittatura comunista

che in Polonia sia salito al potere il partito

filo-sovietica come negli altri paesi del

di estrema destra Diritto e Giustizia,

Patto di Varsavia, situazione che si

abbreviato in PiS dal suo nome polacco

protrasse fino al 1989. A causa, dunque,

“Prawo i Sprawiedliwość”, guidato da

della precaria e transitoria storia polacca

Jaroslaw Kaczynski. Durante gli anni di

come entità politica indipendente, il

potere, PiS ha infatti introdotto una serie

popolo polacco trovò nel tempo una forza

di riforme per ciò che concerne il sistema

unificante non nello stato, instabile e

della giustizia, andando ad inficiare

vittima di condizionamenti stranieri, ma

pesantemente

nella religione cattolica. Fu infatti la

sistema giudiziario, ponendolo sotto uno

chiesa cattolica che, nel corso della storia,

stretto controllo governativo, andando ad

andò a ricoprire un simbolo di unità e

invalidare in questo modo i giudici in

identità per tutti i polacchi come popolo e

opposizione al governo e alle sue riforme.

come nazione, anche quando la nazione

Questa riforma della giustizia ha da allora

non esisteva come entità politica. Un

messo alle strette il governo polacco

esempio è riscontrabile durante il regime

all’interno dell’UE, poiché i paesi membri

comunista, il quale ottenne sempre una

ritengono queste riforme una violazione

forte opposizione nel corso del suo

dei

governo, suscitata molto spesso dalla

dell’Unione, ma anche all’interno della

classe ecclesiastica. In conseguenza a

stessa

questo, oggi, circa il 93% dei polacchi si

affermazioni xenofobe, omofobe e sessiste

dichiara cattolico. Nel corso dei primi due

degli esponenti di PiS, idee spesso

decenni

regime

giustificate attraverso la religione ma che

comunista, la Polonia subì un rapido

vengono frequentemente condivise da

processo di modernizzazione e di sviluppo

parte della popolazione, in particolare

economico,

un

dalle frange ipercattoliche e conservatrici

processo di avvicinamento al blocco

del paese, hanno fatto sì che si sia creata

atlantico, entrando prima nella NATO nel

una situazione in cui molti polacchi

dalla

caduta

nonché

del

intraprese

15

e

successivamente

trattati Polonia

nell’Unione

all’indipendenza

in

vigore

poiché,

del

all’interno

insieme

alle


sentono necessità di un cambio di

preoccupata

per

gli

avvenimenti

direzione rispetto a quello intrapreso dal

all’interno del paese e dalle decisioni del

governo, sentendosi non rappresentati

governo centrale.

dall’attuale partito in carica. Non giunge quindi inaspettata l’ultima decisione della corte costituzionale di abolire l’aborto in caso di gravi malformazioni del feto, aumentando

considerevolmente

le

limitazioni di una delle giurisdizioni più restrittive in Europa per ciò che riguarda l’interruzione di gravidanza, sia stata causa di manifestazioni così ad ampio raggio

organizzate

non

solo

dai

-Le richieste dei manifestanti in Polonia –

movimenti femministi, ma anche da

Ciò che sta succedendo in Polonia è una

studenti, organizzazioni per i diritti

situazione molto complessa che, per

LGBT+, agricoltori, tassisti, conducenti di

quanto evidente risultato della politica e

mezzi

della

della mentalità di un paese storicamente

cosiddetta società civile, i quali ormai non

problematico e incline ad una religiosità

chiedono più solamente la revoca della

che

sentenza della Corte Costituzionale, ma

estremista e fanatica, è anche una

reclamano sempre più diritti. Queste

violazione dei diritti umani, violazione

manifestazioni hanno messo all’angolo il

che è da tempo attuata e che ha trovato

governo

nell'ultima

pubblici

e

polacco,

gran

parte

ponendolo in una

può

essere

considerata

sentenza

della

come

Corte

posizione in cui deve decidere se cedere

costituzionale un punto di rottura tra il

alle domande dei manifestanti, causando

popolo polacco stesso. Per questo tali

in questo modo una grande perdita di

avvenimenti

consensi tra i cattolici ultraconservatori

guardati

che sono alla base dell’elettorato del

mettendo da parte visioni politiche e

partito e che sono una parte importante

religiose, esse riguardano un argomento

degli elettori, o quello di restare saldo alle

più ampio di quello che appare, e che se

proprie

i

passasse inosservato potrebbe essere un

a

pericoloso precedente non solo nella

parte

storia polacca, ma anche in quella

decisioni,

manifestanti possibili dell’Unione

e

inimicandosi

andando

ripercussioni Europea,

incontro da da

europea.

tempo

16

non

con

dovrebbero indifferenza

essere poiché,


17


Unione Europea VS ex stati sovietici

Il nuovo destino della Moldova La Moldavia, ex stato sovietico, intraprende una nuovo percorso scegliendo per la prima volta nella storia una donna filo-europea come presidente. Beatrice Mitrofan, IIIC

a Moldova, terreno novale e

Eppure l’influenza e il potere di Putin non

inesperto, ex stato sovietico con

sembrano essere bastati; la diaspora, così

un’indipendenza

conseguita

come i centri più abitati e le fasce di

solo nel ‘91, per anni è stata vittima di

elettori più giovani, hanno votato in

un’immobilità amministrativa che ne ha

massa la prima. La Moldova sembra

precluso lo sviluppo. La causa si può

credere a questa ondata di cambiamento

tradurre

che prevede, da una parte, di rispettare la

in

corruzione,

due

fenomeni, furto e

sostenuti

da

una classe

“vecchia

alleanza”

con

la

Russia,

politica che attualmente si “destreggia”

dall’altra, di creare nuovi ponti con

tra libertà vigilate, arresti domiciliari e

l’Europa. Non ritiene che questo si possa

carceri: basti a pensare all’estorsione di

verificare Dodon che, durante il dibattito

un miliardo di dollari avvenuto nel 2015.

elettorale, ha evidenziato la scarsità di

Un passato infelice da cui afferma di

deputati a sostegno della rivale -10 per

volersi discostare la neo presidente, Maia

l’esattezza- che rendono, dal canto suo, la

Sandu,

messa in atto delle sue proposte di legge

eletta

lo

scorso

quindici

novembre, dopo aver battuto il suo

impossibile

collega Igor Dodon, il quale contribuì alla

Un’altra polemica che ha sollevato il

sfiducia di quest’ultima quand’ancora

leader socialista è l’assenza della Sandu a

rivestiva la carica di premier. Dunque una

uno

rivalità sentita, due programmi politici

personaggio del genere non ho nulla di

del tutto divergenti e incompatibili. Da

cui discutere” ha esordito, d’altronde, lei.

una parte la Sandu che propone una

La vittoria della Sandu potrà essere

riforma

economica,

definita tale solo se sarà in grado di

dall’altra Dodon, che basa la sua politica

rispettare il suo programma politico,

socialista sui rapporti con la Russia, la

conseguenza che, al giorno d’oggi, non

Turchia e tutti gli ex stati sovietici.

può più essere considerata ovvia.

giudiziaria

ed

18

o,

scontro

quantomeno,

televisivo.

difficile.

“Con

un


19


Il mondo dello sport soffre sempre di più, penalizzato spesso dalla noncuranza delle amministrazioni.

I danni economici del Covid19 al mondo dello sport Il mondo dello sport è uno dei più duramente colpiti dalla catastrofe mondiale in atto in questo momento, chiamata coronavirus. Il danno riguarda soprattutto il lato economico dietro ad ogni attività sportiva, sia di livello professionistico che dilettantistico. Matteo Danieli, IIIC

artendo da uno degli sport più

campionato di calcio italiano, ma anche

seguiti al mondo, il conto,

perché il calcio è il motore di una

salato, presentato dal covid-19

industria che da lavoro a centinaia di

all’ecosistema

calcio

ammonta a 12

migliaia di persone". Infatti, il vero

miliardi di euro, una cifra enorme,

problema non sono le grandi squadre in

causata per la maggior parte dalla

sé, né tantomeno i calciatori pagati

riduzione di entrate nelle casse dei club,

milioni di euro all’anno, ma tutti quelli

data dalla chiusura degli stadi e dalla

che lavorano attorno al “football”: gli

riduzione delle sponsorizzazioni. In Italia,

steward, i magazzinieri, gli impiegati nei

le stime fino ad ora fatte non sono delle

negozi degli stadi, ecc., che da un giorno

più rosee, per essere eufemistici, e se la

all’altro si son ritrovati licenziati e senza

situazione non dovesse cambiare c'è un

una fonte di sostentamento per la loro

rischio serio che si verifichi un collasso. È

famiglia, essendo stati i primi ad essere

quanto

“sacrificati”

sostiene

Luigi

De

Siervo,

dalle

avvenimento

A, intervenendo ai microfoni di Rai Radio

discutere

1: "A oggi il danno per la Serie A è

licenziamento di Jerry Quy, dipendente

superiore a 500 mln euro che è una cifra

dell’Arsenal, club militante nella massima

monstre

serie

solo

per

il

massimo

20

sui

inglese,

aveva

Un

amministratore delegato della Lega Serie

non

che

società.

social

che

fatto molto

era

stato

il

impersonava


“Gunnersaurus”,

la

mascotte

della

Uniti,

l’NBA

è riuscita a ripartire,

squadra; la mobilitazione mediatica dei

concludere la stagione 2019/2020 e

tifosi e l’offerta di Mesut Özil, giocatore

preparare quella successiva, che inizierà il

del club inglese, di pagargli di tasca

22 dicembre, grazie ad una serrata

propria lo stipendio, hanno convinto la

organizzazione

società a reintegrarlo. Questo è solo un

investimento nel breve periodo: la lega ha

esempio di una storia con un lieto fine, a

infatti raggruppato le squadre che si sono

differenza della maggior parte di quelli

guadagnate l’accesso ai playoff in un

che hanno perso il loro lavoro. Non poche

unico luogo, la soprannominata “Bolla di

difficoltà hanno attraversato anche i

Orlando (Florida)”, vietando, nei limiti

giocatori delle leghe inferiori, costretti a

del possibile, i contatti con l’esterno e

drastici tagli ai loro stipendi, molto

azzerando i contagi. Molti team di vertice

lontani dall’essere milionari. Nell’estate

della

di quest’anno, dopo lo stop dovuto al

femminile,

lockdown le massime serie, ad eccezione

altrettanti tornei di tennis sono stati

di Belgio, Olanda e Francia, sono riuscite

cancellati, con la chiusura totale di

a ripartire e concludere la stagione

cinema e teatri si profila uno scenario

2019-2020; quelle inferiori hanno in gran

drammatico per l’intero settore dello

parte chiuso in anticipo o cancellato il

spettacolo, in particolare per quello della

campionato, per iniziare però con tutti i

danza, e tanti altri sport hanno accusato il

mezzi

contraccolpo

possibili quello successivo. A

e

pallavolo

ad

un

italiana,

rischiano

della

di

crisi

cospicuo

maschile

e

scomparire,

economica

differenza del calcio, molte squadre di

causata dal coronavirus. Chiudo questo

basket in Europa e in Italia sono ancora

articolo con la sentita speranza che i

oggi ferme e sempre più partite vengono

Governi dei Paesi più colpiti dal virus,

rimandate. I danni economici derivati dal

attuino le giuste misure e diano sufficienti

Covid-19 per la sola Lega Basket Serie A si

aiuti finanziari per risollevare un mondo,

aggirano intorno ai 40 milioni di euro. Il

quello dello sport, di cui il mondo ha

75% dei ricavi dei club cestististici italiani

estremamente bisogno.

proviene dalle sponsorizzazioni ma con la crisi finanziaria si rischia che molte aziende

che

sostenevano

le

società

troveranno molte difficoltà nell’investire nuovamente,

con

una

conseguente

interruzione della partnership. Negli Stati

21


22


23


Coronavirus: a global health crisis with limited treatment options

Convalescent plasma Among the various treatment proposals for COVID-19 infection passive immunotherapy using plasma from recovering patients could be a promising option in the treatment of SARS-CoV-2 infections. Riccardo Cecchinato, IIIC

2019

can also be artificial (vaccine). Passive

the

antibody therapy involves transfusing the

novel coronavirus, remains a

acellular portion of blood (plasma) from

global health crisis with limited treatment

individuals who have recovered from an

options. Among the various treatment

infection to persons who are infected.

proposals for COVID-19 infection (as the

Plasma donors are presumed to have

use

Remdesivir),

developed an effective antibody response

passive immunotherapy using plasma

to the offending pathogen; the conferred

from recovering patients- “​convalescent

immunity

of

oronavirus

disease

(COVID-19),

caused

antiviral

agent

by

is

short

term.

plasma​” (CP)- could be

immunotherapy

a promising option in

prevent

the

development

treatment

of

the

Passive can clinical of

the

SARS-CoV-2 infections,

infection or reduce the

waiting

severity of the infection

SARS-Cov-2

vaccine to be tested and safely deployed.

in those subjects recently exposed to

What

various pathogens.

active

and

passive

im-

munotherapy mean. ​Immunotherapy

(1) La risposta immunitaria si divide in umorale (humoral immunity) e cellulare (cell-mediated

modes can be divided into two types:

immunity). Quella umorale è mediata dai

passive and active. The active type strengthens

the

immune

linfociti B che, legati ad un antigene di una

system’s

cellula estranea al corpo, danno il via alla

response to various pathogenic attacks by

creazione delle plasmacellule (che creeranno gli

activating both humoral immunity and

anticorpi che si legano alla superficie di antigeni)

cell-mediated immunity ​(1)​, using the

e delle cellule della memoria. Quella cellulare è diretta contro qualsiasi fattore che alteri una

adaptive response; active immunotherapy

24


cellula normale (riconosciuta per gli antigeni

mortality; it’s important to note that the

esposti grazie alle proteine HLA), e viene messa

EAP​(3) is not a clinical trial. In the USA,

in atto dai linfociti T; questa risposta è

the Food and Drug Administration (FDA)

fondamentale, per esempio, nel riconoscimento delle cellule tumorali.

has

History. ​Since the early 20th century

compassionate use ​(3) in the treatment of

convalescent blood products and their

patients

antibody derivatives have been used for

infection. The risks are very low: blood

the

of

has been used to treat many other

infectious diseases; for example in 1918

conditions and it’s very safe. Candidates

H1N1 influenza pandemic​(2) found a

for hyperimmune plasma donation are

significant

individuals

treatment

and

prevention

reduction

in

mortality

approved with

the a

use

of

critical

with

CP

for

COVID-19

documented

associated with CP use. Last time that

SARS-CoV-2 infection who voluntarily

plasma was employed was during Ebola

adhere to plasma apheresis donation.

virus epidemic in 2015; previously it was

They must meet the following eligibility

also

used

criteria:

during

-age between 18 and 60

Sars-CoV-1 in 2002. (2)

​H1N1

pandemic=

years old

influenza

pandemia

-weight not -50 kg

di

influenza spagnola che tra il

-people

1918 e 1920 uccise decine di

positive

milioni di persone

that

tested to

nasopharyngeal

Use of cp during covid. ​According to

swab

and now are negative to COVID-19

the World Health Organization, the use of

-people that showed symptoms (fever,

plasma therapy is permitted when faced

cold, anosmia, pneumonia)

with «serious diseases for which there are

(3)

no effective pharmacological treatments».

​compassionate

use=

possibilità

di

somministrare a pazienti in condizioni critiche, a

Several clinical trials are underway to test

fini terapeutici, medicinali o terapie per i quali

the effectiveness of hyperimmune plasma

non

at various stages of SARS-CoV2; for

sperimentazione.

example at the University Hospital of

Conclusions. ​Convalescent plasma is a

è

stata

completata

la

fase

di

Grenoble, or at Mantova’s Hospital.

possible weapon against Sars-Cov-2, in

Moreover

a

fact different clinical trials suggest that it

preprint that reports that the timing of

may lessen the severity or shorten the

plasma transfusions in a cohort of 35,322

duration of COVID-19. Further thorough

patients was associated with much lower

studies are needed to test its safety and

Mayo

Clinic

published

25


efficacy to make the best use on an

[https://www.medrxiv.org/content/10.11

appropriate patient target.

01/2020.08.12.20169359v1]

How can i donate convalescent

4. Dalla spagnola al coronavirus: storia

plasma in Padua. ​If you are in favour

della cura con il plasma iperimmune,

of convalescent plasma donation and you

Intervista al Professor di Storia della

want to have some explanation,

Medicina Zampieri dell’Università di

please call the blood center which is

Padova

closest to your house from the following

[https://www.dctv.unipd.it/dalla-spagnol

in the province of Padua​(4).

a-al-coronavirus-storia-della-

(4) ​I centri di raccolta della provincia di Padova

cura-con-il-plasma-iperimmune]

sono •

Ospedale

di

5. Anti-SARS-CoV-2 hyperimmune

Schiavonia-Monselice:

plasma workflow, Elsevier

tel.0429/715333-5336 dalle 8.00 alle 13.30

[​https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/arti

• Ospedale di Piove di Sacco: tel.049/9718342

cles/PMC7283061/#sec0075title​]

dalle 8.00 alle 13.30 • Ospedale di Camposampiero: tel.049/9324852 dalle ore 10 alle ore 15 • Ospedale di Cittadella: tel. 049/9424877 dalle ore 10 alle ore 15 • Centro Raccolta Sangue Padova - via dei Colli: tel. 3386598918 dalle ore 9 alle 14

References 1. Towards characterized convalescent plasma for COVID-19, The Lancet [https://www.thelancet.com/action/show Pdf?pii=S2589-5370%2820%2930289-3] 2. Vaccines, convalescent plasma, and monoclonal antibodies for covid-19, BMJ, British Medical Journal [https://www.bmj.com/content/370/bmj .m272] 3. Effect of Convalescent Plasma on Mortality among Hospitalized Patients with COVID-19: Initial Three-Month Experience, Mayo Clinic

26


27


Un fenomeno evitabile e da evitare

Spreco alimentare Il problema dello spreco alimentare non è una cosa a sé, ma purtroppo dà vita a molte altre problematiche che sommate potrebbero esseri difficili da sostenere. Grazie alle parole dello chef Peppe Zullo, cercheremo insieme di conoscere dei piccoli accorgimenti per fare la nostra parte all'interno del mondo alimentare. Sara Menetto, V E

sullo

numeri dello spreco di cibo nel

capite per un valore di 3, 75 euro pro

nostro paese sfiorano ad oggi

capite settimanali. Ma perché gli italiani

cifre impressionanti: i dati 2019

sprecano così tanto cibo? I motivi sono

spreco

denunciano

alimentare

che

questo

in

Italia

equivale

tra i più banali: cibo scaduto (per il 63%)

a

ed

eccessivo

acquisto

di

prodotti

15.034.347.348 € (quasi 1 punto del PIL

alimentari (per il 58%). A fronte di questo

nazionale): 12 miliardi del cibo già

mea culpa,​ 6 italiani su 10 confidano

prodotto e gettato, più gli oltre 3 miliardi

nella

capacità

della

scuola

di

per lo spreco di filiera e distribuzione. Il

sensibilizzare i giovani. (I dati forniti

cibo buttato pesa 700,7 grammi pro

fanno

28

parte

della

campagna

di


sensibilizzazione “​Spreco ​Zero​” lanciata

anche grazie al movimento Fridays For

nel 2010). Un’infografica tratta dal report

Future e alla leader svedese Greta

Waste

un

Thunberg, gli italiani stanno iniziando a

cibo.

prendere coscienza dell’enorme quantità

Un’infografica tratta dal report Waste

di cibo che viene gettata nella spazzatura

Watcher: da un sondaggio, le possibili

ogni settimana.

soluzioni allo spreco di cibo proposte

Dei consigli che posso dare?

dalle persone coinvolte.

• preparare una lista della spesa prima di

Sì perché fare notizia, parlarne, non è

andare al supermercato;

abbastanza: le persone sono molto più

• congelare i cibi che non si mangeranno a

sensibili, però non si riesce a far cambiare

breve;

i comportamenti. Anche se gli italiani che

• prestare più attenzione a non cucinare

cercano di evitare lo spreco, non solo

più del necessario;

inventando nuove ricette per utilizzare

• tenere sotto controllo le scadenze,

scarti e avanzi, ma anche congelando gli

sistemando in maniera più efficace gli

alimenti e acquistando solo quello che

alimenti in frigo e nella dispensa;

serve davvero sono molti, queste buone

• riutilizzare avanzi e scarti dei pasti.

abitudini non bastano. In questo modo,

Una maggiore organizzazione, dunque,

almeno finora, non ha infatti portato a

può fare la differenza, ma fortunatamente

risparmi significativi. Proprio nell’anno in

la tecnologia viene in soccorso. Ho da

cui la consapevolezza della fragilità del

poco scoperto un’applicazione che si pone

pianeta è diventata un fenomeno globale,

l’obiettivo di ridurre lo spreco alimentare:

Watcher:

sondaggio

sullo

il

risultato spreco

di

di

29


Too Good To Go. L’utente che si registra,

su 4 diventano i suoi clienti abituali! Io

seleziona il ristorante e acquista la

stessa l’ho provata e devo dire che

“​Magic Box​”. Al suo interno, trova ciò che

funziona molto bene, anche localmente.

non è stato venduto quel giorno, ad un

Ora torniamo però all’ultimo punto della

prezzo circa tre volte inferiore. Poi oltre

lista dei consigli: il riutilizzo di avanzi e

allo spreco di cibo, si riduce anche lo

scarti dei pasti. A proposito di spreco del

spreco di anidride carbonica. Infatti,

cibo nella ristorazione, un esempio di

secondo i calcoli di Too Good To Go sulla

ristorante virtuoso è sicuramente quello

base

States

di Peppe Zullo, in Daunia, in provincia di

Environmental Protection Agency, ogni

Foggia in Puglia. Lo conoscete? Vale il

Magix Box acquistata risparmia il pianeta

viaggio! Secondo Carlo Petrini, fondatore

dall’emissione di 2,5 kg di CO2.

di Slow Food, è un “​cuoco-contadino che

Ci sono oltre 7500 negozi che combattono

ha saputo restituire alla sua terra

insieme gli sprechi alimentari, salvando

l’orgoglio che merita​”. La sua è una

dei

dati

EPA

United

oltre 1.300.000 pasti! È stato inoltre

cucina - ne sono io stessa testimone - che

calcolato che dal momento in cui un

riesce

ristorante aderisce a questa iniziativa,

mediterranea e il cibo come elemento

aumenta la sua visibilità, essendo oltre

della

2.000.000 gli utenti in Italia. In media, 3

ambasciatore

30

a

valorizzare

felicità,

un della

la

vero

tradizione e

cultura

proprio della


gastronomia

pugliese,

con

la

sua

fabbrica del paesaggio”, riservato ai

approfondita conoscenza del mestiere, del

luoghi

territorio e delle materie prime. Così ho

attenzione

avuto

energia a basso impatto ambientale e

l’occasione

è

la

fortuna

di

intervistarlo.

in

cui

c’è

una

all’ambiente,

particolare un

uso

di

così via. Il discorso nostro è legato fondamentalmente

alla

Lei da chef, cosa ne pensa di questo

enogastronomica

tema dello spreco alimentare nella

comprendente l’orto di circa 20.000 mq,

ristorazione? Come lo affronta nella

in cui coltivo di tutto e di più, il bosco, la

sua azienda?

frutta, ma soprattutto gli animali. Oche,

​Noi su questo tema ci lavoriamo già da

a

filiera

chilometro zero,

faraone, galline, conigli, pecore e il

anni, non per niente abbiamo anche

maiale nero della Daunia, diamo agli

ricevuto un premio Unesco. Siamo stati

animali

premiati con questo riconoscimento per

nutrizione e anche gli scarti della cucina,

la

al fine di evitare di buttare via il cibo

nostra

attenzione

allo

spreco

alimenti

sani

per

la loro

alimentare e non solo. Ogni anno con il

destinato al cassonetto. In tal

club Unesco di Foligno e della valle di

questi animali, che sono un grande

Clitugno partecipiamo a un progetto, “La

equilibrio della natura, mangiano bene,

31

modo


stanno bene e… noi stiamo meglio di loro! Il mio scopo è principalmente quello di far capire che è possibile una filiera completa, il che è una cosa molto importante. Al fine di ridurre lo spreco alimentare,

che

inevitabilmente

purtroppo la ristorazione porta, il lavoro che noi facciamo normalmente è quello di raccogliere inoltre tutto il cibo edule commestibile, il cosiddetto umido che molte volte viene buttato, e usarlo per fare dei compost, che ci servono poi per fare il concime organico. In più di norma nel limite del possibile diamo gli avanzi alle persone bisognose. Infatti c’è questa idea di sostenibilità, di portare il cibo nei conventi, nelle carceri e così via, ma noi avendo

la

campagna,

avendo

gli

animali, evitiamo lo spreco non buttando il cibo edule commestibile, bensì dandolo agli animali in modo che si alimentino bene.​ ” Come

avete

potuto

osservare,

è

importante che ognuno di noi metta in atto qualche piccolo accorgimento, anche minimo, che però può fare la differenza! E voi, che consigli mi dareste?

32


33


Una fiaba per combattere stereotipi dannosi

Cappuccetto Rosso 2.0 Gli stereotipi possono essere abbattuti in molteplici modi: una maestra di Firenze, ad esempio, ha proposto ai suoi bambini una fiaba di Cappuccetto Rosso “rivista”, destando non poche critiche. Anna Agnello e Gloria De Gasperi, VG

Va presa a bastonate"; "Da

L'iniziativa

ergastolo"​. Questi sono solo

particolare, aveva come scopo quello di

alcuni dei commenti scritti a

di

questa

maestra,

in

far prendere coscienza ai bambini degli

proposito di una maestra elementare, la

stereotipi

quale aveva sottoposto i suoi alunni a un

superarli. Ma la bufera si scatenò solo in

curioso laboratorio. La vicenda si è svolta

seguito a un articolo pubblicato su La

a Firenze a metà di questo novembre; il

Nazione, “Ai maschi i ruoli femminili”​, ed

fatto è diventato notizia qualche giorno

di

genere

e

imparare

a

diventò una questione politica. Una

dopo. L’insegnante in questione, dopo

madre si era esplicitamente dichiarata

aver ricevuto il consenso dei genitori,

contro il progetto e aveva esonerato la

procedette con l’illustrare ai suoi alunni

figlia dalla partecipazione alla lezione.

un

davvero particolare. Si

Poiché la notizia si era diffusa anche su

trattava, infatti, di una fiaba, in questo

Internet, molti utenti ebbero l’occasione

caso quella di Cappuccetto Rosso, alla

per dire la propria: ci furono coloro che,

quale era stata apportata un’insolita

come riportato sopra, espressero il loro

modifica: lo scambio di ruoli tra i

parere

personaggi maschili e quelli femminili.

minacciando la maestra e dichiarando che

Dunque la misero in scena: alle bambine

l’idea da lei promossa non doveva essere

venne affidato il ruolo del lupo, e ai

sottoposta all’attenzione di bambini così

bambini quello della protagonista. Questo

piccoli. Definirono inoltre la lezione della

laboratorio era uno dei tanti progetti de

maestra un modo per mettere confusione

Le Chiavi Della Città, associazione di

nella testa dei bambini, i quali ​“vedono

racconto

Firenze

che

educazione

propone civica

per

attività le

di

contrario

alla

docente,

distrutta la loro identità sessuale” come

scuole.

dice il senatore Simone Pillon. Alessandra

34


Nardini, assessora alla scuola, formazione

evidenzia quanto sia difficile nella nostra

e politiche di genere, dichiara: ​“E’ una

società accettare i cambiamenti e quanto

vicenda che dimostra quanto sia difficile

ci sia ancora da lavorare per sradicare

superare gli stereotipi e quanto il

dalla credenza popolare ruoli predefiniti

lavorare per questo susciti ancora paure

tra i sessi, che hanno accompagnato il

e pregiudizi. Credo, invece, che sia

genere umano per moltissimo tempo. Ciò

assolutamente necessario continuare e

che si può fare per evitare che la

potenziare l'impegno culturale in tale

disinformazione sopravvenga è imparare

direzione, un impegno che parta proprio

a vivere in una società basata sul rispetto

dalle

affinché

del diverso e del nuovo, talvolta anche

possano

con l’aiuto di una fiaba un po’ diversa dal

giovani

possano

generazioni

essere

educate

e

impegnarsi a realizzare una effettiva

solito!

parità tra donne e uomini, la cui mancanza si traduce in disuguaglianze, discriminazioni,

se

non

addirittura

violenze. Per questo voglio esprimere la mia

vicinanza

e

il

mio

sostegno

all'insegnante”.​ Prosegue poi dicendo che

è confortante il fatto che la netta maggioranza

delle

famiglie

si

sia

esplicitamente schierata dalla parte della maestra.

Inoltre,

afferma

che

è

importante il contributo che la scuola può dare per educare al rispetto reciproco e al combattere stereotipi culturali dannosi, che colpiscono negativamente moltissime vite, limitandone i diritti e la dignità. Questo è ciò che pensano gli adulti. Ma i bambini? Non ci è dato saperlo, ma siamo abbastanza sicure che abbiano preso l’attività dell’insegnante come è giusto che sia svolta, cioè come un gioco. I bambini sono sicuramente gli ultimi che si

fanno

problemi.

Questa

vicenda

35


36


37


“Amare significa dare quel che non si ha”

L’amore tra atopia, unità e divisione Parlare d’amore è sempre un azzardo, soprattutto in questo periodo. Fin dai tempi di Socrate, questo sentimento è stato oggetto di dibattito da parte di filosofi e letterati: ma voi lo sapete cosa vuol dire “atopia”? Alberto Penzo Doria, ex studente

sempre

più

difficile parlare

quanto l’amore incrina, mette in crisi il

d’amore, e come dice Roland

nostro “Io”. Quando siamo innamorati

Barthes, il discorso amoroso è

siamo fuori dal luogo della ragione, anzi,

oggi ​“d’una estrema solitudine”:​ parlato

da ogni luogo. Sempre nel Simposio,

da molti ma sostenuto da nessuno.

Platone parte dalla genesi stessa di Eros

L’atopia, la “malattia di Socrate”, è uno

per rintracciare il suo fondamento. Si

dei temi di cui parla Umberto Galimberti,

narra,

filosofo,

tradizionale,

psicoanalista

e

accademico

a

differenza

della

mitologia

che sia figlio di Penìa

italiano, traendo spunto dal Simposio di

(povertà) e di Pòros (via, passaggio,

Platone. In cammino con Aristodemo

mezzo per passare), la cui combinazione,

verso il convito di Agatone, Socrate,

a detta di Galimberti, è il farsi strada della

sentendosi dominare da una strana forza

mancanza. Eros è per metà Dio e per

che lo pervade, si mette in disparte e

metà uomo, è un demone che si fa

rimane per un po’ in piedi immobile.

interprete tra la ragione dell’uomo e lo

Platone non ci dice precisamente che cosa

scenario folle degli Dei, è quindi una

faccia Socrate, la chiama atopia e si limita

connessione

a descriverla solamente come una sua

Parlando

abitudine.

Cos’è

La

conoscono il mito dell’Androgino, che

potremmo

tradurre

termine

troviamo nel discorso di Aristofane. In un

questa con

“dis-locazione”(​ à-topos).

atopia? il

di

e

Platone,

divino. tutti

primo tempo sarebbero esistiti esseri

relazione con l’amore? Ebbene, secondo

androgini, che possedevano entrambi i

Galimberti,

sessi. La loro arroganza li spinse a sfidare

entrare

nelle

è

sempre

umano

la

per

Qual

tra

cose

d’amore vi è una dislocazione del nostro

la

“Io” dalla ragione e da sé stesso, in

intervenne tagliando in due ciascuno di

38

potenza

degli

Dei,

perciò

Zeus


loro;

le

metà

separate

soffrivano,

andando alla ricerca della parte perduta. Tuttavia

l’antiplatonico

Philip

Roth

sostiene che l’amore sfugga radicalmente a

questo

scenario,

in

quanto esso

esaspera la divisione, ti spezza: è il contrario di una unione, anzi, una spaccatura. ​“L’amore ti spezza,​ - dice Roth - tu sei intero, e poi ti apri in due”.

Un’ultima interpretazione dell’atopia ce la dà Roland Barth nel bellissimo libro “Frammenti di un discorso amoroso”. Per Barthes l’atopos è l’amato: “L’altro che io amo e che mi affascina è atopos. Io non posso

classificarlo

poiché

egli

è

precisamente l’Unico”. Citando questa frase, mi viene in mente Massimo Recalcati, psicoanalista italiano, quando dice che l’amore non è amore di una sola parte, di una qualità, di una parte del corpo, ma di tutto dell’altro, soprattutto dei dettagli, delle imperfezioni. Vorrei coronare queste riflessioni con una delle

più

belle

paradossale,

che

definizioni, Jacques

quasi

Lacan

dell’amore: ​“Amare significa dare quello che non si ha”.

39


40


41


Drag history: a worldwide phenomenon

Let’s have a “kiki” about drag Nowadays Drag culture has become a worldwide phenomenon: it is necessary to understand its history, from the actors that used to dress as women to play female roles in Shakespeare’s plays, to the famous personality that is RuPaul. Ludovica Agostini, IIIF

et’s talk about the worldwide

drag their female dresses on the stage

phenomenon of Drag. A drag

while acting. Probably, the art of Drag

queen is not only a man in a

became

an

independent

of

wig, it is something amazing and it’s a

entertainment

tradition with a long evolution starting

impersonators

from common theatre performances to

centrepiece of a new type of American

the most hilarious and sensational shows

show called "vaudeville", a French word

on stage. In the XVII century, in

that refers to a type of theatre in the

Shakespeare’s plays at the Globe Theatre

1800s and early 1900s which included

in London, only men were allowed to take

music, dancing, burlesque and jokes.

part in the performances, so they used to

Thanks to vaudeville we know the name

dress as women to play female roles. In

of the first professional Drag queen,

fact, probably the term “drag” was coined

Julian Eltinge. He had such a big success

in this context because the actors used to

that he became the most-paid actor in the

42

when

form

started

female to

be

the


world at that time. Around the 1930s the

At their beginning, performers consisted

history of drag entwined with gay culture,

mainly of white men putting on drag

a strong bond that still links them. This

fashion

connection started in America during the

participated, and when they did, they

Prohibition era (alcohol production and

were expected to lighten their skin. Fed

consumption were abolished) when the

up with this racist

people of the gay community used

black ball community established their

underground clubs as hidden places to

own underground ball culture in the

express and enjoy themselves. These

1960s.

where spaces in which gay men felt free to

RuPaul Andre Charles was born on 17th

be themselves and dress as drag queens if

November 1960. If you don’t know his

they wanted to. There was a drag queen

name you must be aware that he was, and

shows.

Black

queens rarely

culture, the queer

still is, the turning point in the history of modern drag. Well-known as RuPaul, in 2017 he entered the list of the 100 Most Influential People written by the Time Magazine. This amazing artist appeared in

the

highest

desired

covers

of

magazines, such as VOGUE, Vanity Fair named Flawless Sabrina

who was

arrested various times for appearing in drag in public. She is also the founder of the first drag queen’s beauty pageant. In the meantime in the early 70s the LGBTQ community started the drag "ball" culture. In reality, ball culture emerged in the 1920s in New York City. and Cosmopolitan. Starting from 2009, RuPaul started a reality show, RuPaul’s Drag Race, in which emerging drag queens compete for the title of “America's Next

Drag

Queen”.

This

program,

broadcast by VH1, has been a launching pad for famous female impersonators

43


such as Trixie Mattel, Bianca Del Rio,

T: Is it tea? Is it tee? There’s no official

Alyssa Edwards , Latrice Royale, Bob the

agreement but there’s no argument over

Drag Queen and Aquaria. If you want to

the definition; ‘T’ is truth, it’s the talk.

be a real fan of this culture you must

Basically, it’s the gossip. So if you’re

know some of the drag slang taken from

serving up some quality T over lunch (or

RuPaul's Drag Race Dictionary:

even tea), be sure it will be lapped up by

Shade​: An insult, either spoken or

the people who are present.

expressed through body language. To

Kiki: term used for gossip, small talk,

‘throw’ shade is to openly disparage

chatting.

someone, whether or not they are in your

I hope you enjoyed this little chat about

presence.

the beautiful word of Drag. This article is

Sickening​: Get your catwalk look just

an invitation to love yourself and to

right and you’ll be one sickening queen.

embrace your differences because that’s

Basically, you’re just so fabulous, your

what makes you special. I’m leaving you

fellow queens are sick with envy after just

with a hymn to self love pronounced by

one look at you. Remember, it’s good to

RuPaul: ​“If you don't love yourself, how

be sickening.

in the hell you gonna love somebody else?

44


45


Si spense il 30 novembre 1900

120 Anni dalla morte di Oscar Wilde “Godete la più splendida gioventù, e la gioventù è l’unica cosa al mondo che valga la pena ad essere posseduta” Elisabetta Contin, IV E

i spense il 30 novembre 1900

sulla bocca di tutti. Dopo il matrimonio

Oscar

più

infatti, Oscar Wilde venne a contatto con

della

il giovane figlio di un marchese, Lord

sicuramente

Alfred Douglas, con il quale intraprese

capitato a tutti di imbattersi in qualche

vari viaggi: sostò spesso in Italia e lo

sua citazione… per la strada, nei locali, sui

ospitò nelle proprie case di campagna. I

social, o magari di aver scelto per lo stato

pettegolezzi sui due amanti crebbero,

di Whatsapp uno tra gli innumerevoli

tanto che il padre di Douglas lasciò un

Wilde,

importanti tradizione

inglese.

uno autori

Sarà

dei

aforismi, che tuttora ci

bigliettino

affascinano per la sottile

Wilde, accusandolo di

ironia. Non nego che

praticare atti

proprio per uno dei

osceni.

Wilde

suoi scritti sono venuta

avanzò

una

incontro

per

a

una

ad

Oscar

allora

denuncia

diffamazione.

meravigliosa amicizia. L’intelligenza e la

Purtroppo però si dimostrò la fondatezza

raffinata schiettezza di Wilde (nato a

del bigliettino del marchese, che fu

Dublino nel 1864), autore di due rilevanti

rilasciato, e il nostro autore venne

opere quali ‘’Il ritratto di Dorian Gray’’ e

arrestato come omosessuale. Morì poi in

‘’L’importanza di chiamarsi Ernesto’’, lo

un hotel a Parigi per otite. L’occlusa

portarono all’apice della società del suo

mente bigotta del tempo però, non

tempo. Scrisse per un’importante rivista

impedì che la grandezza e la bravura

di moda e mise in scena alcune tragedie.

dell’autore venissero offuscate, e ancora

Fu anche oggetto di svariate caricature

oggi ammiriamo l’ingegnosità dei suoi

per il forte temperamento e protagonista

testi. ​“Godete la più splendida gioventù, e

di tale scandalo che portò lo scrittore

la gioventù è l’unica cosa al mondo che

46


valga la pena ad essere posseduta. No, non ve ne accorgete ora. Un giorno, quando sarete vecchio e rugoso, e brutto, quando la meditazione avrà scavato i suoi solchi sulla vostra fronte, e la passione avrà corrotto le vostre labbra con il suo tremendo ardore, lo sentirete spaventosamente.

Ora,

dovunque

andiate, riempite di gioia chi vi vede. Avete un viso meraviglioso. (…) Vivete! Vivete la meravigliosa vita che è in voi! L’onda di gioia che pulsa in noi a vent'anni, si fa tarda. Le membra non ci obbediscono più, i sensi si consumano. Non c’è nulla al mondo che valga la giovinezza!”​ [​Il ritratto di Dorian Gray​]

Oscar Wilde ci sprona, anche in questo periodo di semi-reclusione, a godere pienamente

ogni

momento,

ogni

meraviglioso istante che regalano questi anni. Non siamo esclusi dal mondo, né dalla vita, e se vi è qualcosa di davvero importante adesso, è avere premura di noi stessi, e degli altri, per riuscire a tornare poi alla nostra fanciullezza. Sono fiera

di

ricordare

un

autore tanto

eccezionale e a me così caro!

47


48


49


Scrittore di successo capace di creare mondi meravigliosi per tutte le età

Roald Dahl Il 23 novembre di trent'anni fa è stato un giorno noto per la sua tristezza, perché ci ha lasciati uno scrittore famoso per il suo cuore da bambino, Roald Dahl. Claudia Crivellaro, IE

l 23 novembre di trenta anni fa è

un atterraggio di fortuna che gli procura,

stato un giorno noto per la sua

mesi di cecità e fratture craniche che non

tristezza, perché ci ha lasciati

gli permetteranno più di volare. Dopo un

uno scrittore famoso per il suo cuore da

periodo di convalescenza viene mandato

bambino, Roald Dahl.

all’ambasciata britannica a Washington

Vita. Nato il 13 settembre del 1916, a

con il grado di Wing Commander, dove

Llandaff, in Galles, da genitori norvegesi,

lavorerà

è stato scrittore, sceneggiatore, aviatore

propagandatore e spia. Qui inseguito

britannico e co-inventore della valvola

incontra Cecil Scott Forester e sposa nel

in

segreto

nel

ruolo

di

WDT. Prende parte alla

1953 l’attrice Patricia

Seconda guerra mondiale

Nell, con la quale ha

come tenente pilota della

cinque

Royal Air Force, dopo aver

Tessa, Theo, Ophelia e

lavorato presso la Shell

Lucy.

Petroleum

e

però il figlio neonato nel

aver volato per quattro

1960 a causa di un

anni

Company

nell’Africa

orientale

britannica

incidente

figli:

Olivia,

Tragicamente

automobilistico

sviluppa

(prevalentemente nelle colonie del Kenya

l’idrocefalia (in seguito curata grazie

e della Tanzania), compie missioni dal

all'invenzione della già citata valvola

Kenya alla Libia e alla Grecia, contro il

WDT, la cui invenzione sarà di grande

governo di Vichy in Siria e in Libano.

importanza nell'ambito della neurologia e

Malauguratamente

prima

per la quale i co-inventori decideranno di

missione sul confine libico precipita con

non ricavarne un guadagno). La figlia

nella

sua

50


Tessa muore a sette anni di morbillo che

quale lui stesso è sceneggiatore) e “La

le causò l’encefalite, la moglie è costretta

fabbrica di cioccolato” (con Johnny Depp

alla riabilitazione in seguito ad un ictus e

nei panni di Wonka e Tim Burton alla

la figlia della seconda moglie Felicity (con

regia) del 2005, e del lungometraggio

la quale si sposa nel 1983), Lorina, muore

“Tom e Jerry”: la fabbrica di cioccolato.

di tumore al cervello poco prima di lui.

In seguito scrive sia “L’ascensore di

Dahl muore di leucemia nel 1990 a 74

cristallo” nel 1972, che “Il GGG” negli

anni nella sua Gipsy House, attorniato

anni Ottanta (con il titolo originale di

dalla seconda moglie Liccy, dai figli e dai

“BFG”)

nipoti e viene seppellito in seguito nel

streghe” nel 1983 e “Matilde” nel 1988;

cimitero della chiesa di St. Peter and Paul

tutti e tre divenuti in seguito films. Altri

di Great Missenden.

titoli di libri per ragazzi sono: “Gli

precisamente

nel 1982; “Le

Carriera da scrittore e

sporcelli”

sceneggiatore. ​Scrittore

gremlins” (1943) e del

tardiva

quale è sceneggiatore del

Roald Dahl, incomincia a

film omonimo del 1984,

scrivere solo nel 1942,

“Danny il campione del

ispirato

mondo”

dalla

carriera

dall’incontro

anche con

(1980),

(1975),

“I

“La

Cecil

magica medicina” (1981),

Scott Forester (scrittore di

“Il dito magico” (1966),

nautica militare), il suo primo libro “Shot

Furbo il signor volpe (1970),” Agura Trat”

Down Over Libya” (tradotto in italiano

(1990), “Il vicario, cari voi” (1991),

con il titolo “In solitario”) tratto dalle sue

“Minidin” (1991) e “Boy”( sulla sua

esperienze relative alla Seconda guerra

infanzia, scritto nel 1984). Scrive due

mondiale. Raggiunge il successo con i

romanzi: “Sometimes never, a fable for

libri per bambini “Jimmy e la pesca

Superman” (1948) e “My uncle Osvald”

gigante”, pubblicato nel 1961 è divenuto

(1979): collezioni di brevi racconti delle

un film nel 1996. Scrive in seguito¸

quali i titoli più famosi sono: “Over to you

ritornato in Gran Bretagna, nel 1964 un

: Ten stories of flyers and flying “ del

altro libro destinato a diventare uno dei

1946, “Someone like you” del 1953, “Kiss

suoi scritti più celebri “La fabbrica di

Kiss” del 1960, “Twenty- Nine kisses from

cioccolato” che porterà alla creazione di

Roald Dahl” del 1969. Compone tre libri

due film: “Willie Wonka”, “la fabbrica di

di

cioccolato” di Mel Stuart del 1971 (del

“Sporche Bestie” (1984), “Ryme Stew”

51

poesie:

“Versi

perversi”

(1982),


(1989). In fine scrive un’opera teatrale intitolata “The Honeys” del 1955 e la sceneggiatura dei film: “Agente 007 (Si vive solo due volte 1967), “The Might Digger” (1971), “36 Hours” (1965) e della commedia musicale “Citty Citty Bang Bang” (1968). Commento a Dahl. ​La sua scrittura influenzata dagli avvenimenti turbolenti

della Seconda guerra mondiale e la sua immaginazione

splendidamente

fanciullesca portano Dahl, ad essere uno scrittore dal grande successo e dalla grande sensibilità. Per questo non si non può vedere questo grande autore come un adulto- bambino, che nonostante il dolore provato nella sua vita è stato capace di creare mondi meravigliosi e incantati per tutte le età.

52


53


An intense film involving themes that are awfully relevant today: injustice, racism and police brutality.

Aaron Sorkin’s “The trial of the Chicago 7” It’s a Netflix original production, released on September 25 of this year, written and directed by Aaron Sorkin. A legal drama, with remarkably witty dialogue and full of flashbacks, that tells a powerful story of an intense trial. Maria Zamberlan, IIG

hile it’s understandable that in

Convention in 1968. This led to them

this semi-lockdown we’d want

being accused of conspiracy to incite

to watch carefree content, I

violence and then to be tried by a federal

urge you to check out a movie which is a

jury and a biased judge. Not to spoil

bit more serious. With a

anything,

running time of just

(which

over 2 hours, “The trial

called “the court”) is

of the Chicago 7” is an

obviously not objective

intense film involving

from the first scenes.

themes that are awfully

Don’t be fooled by the name

police

defendants were actually eight:

I’m

referring

to

7”,

can

relevant today: injustice, racism and brutality.

“Chicago

the

judge

also

because

be

the

something that I think most of us already

Tom Hayden and Rennie Davis

know about: the Black Lives Matter

which were part of theSDS (Students for a

movement and what happened in the US

Democratic Society);

this past year. This movie was inspired by

Abbie Hoffman and Jerry Rubin​,

real events. It’s about a group of

from the Youth International Party,

anti-Vietnam war protesters who were

commonly known as the Yippies;

involved in a riot with the police on the

Bobby Seale, co-founder of the Black

occasion of the Democratic National

Panther Party in 1966;

54


David Dellinger, moderate activist for

leave for the protests, another way to

peace since the 1950s and founder of the

underline

National Mobilization Committee to End

different ideologies within the anti-war

the War in Vietnam (MOBE)

wave. Then, most of the screen time is

Lee Weiner and John Froines, who

sensibly balanced between the courtroom

were little-known community activists.

and flashbacks of the actual riots. Keep in

Now, I can’t tell you why the title doesn’t

mind though that Sorkin's style of writing

include all of them, you’ll find it out by

is idealistic so there may be a few

watching. This movie can also count on a

historical inaccuracies here and there.

that

they

represent

very

strong cast which includes

However, they are minor

Micheal Keaton (Batman),

and

Eddie

(The

entertainment purposes.

Redmayne

only

serve

Theory

of

everything),

It was written to have an

Yahya

Abdul-MateenII

impact on its audience

(Aquaman),

Joseph

and, at least for me, it

Gordon-Levitt (500 days of summer) and

worked.

John Carroll Lynch (American Horror

“Give me a moment, would you, friend?

Story). They are fundamentally important

I’ve never been on trial for my thoughts

in the portrayal of the big differences

before.” -​ Abbie Hoffman

between the activists. It’s a Netflix original

production,

released

With this line, the Yippie representative

on

sums up the point of the movie: the trial

September 25 of this year, written and

for the Chicago 7 was orchestrated to

directed by Aaron Sorkin. Usually you

incriminate their beliefs and not their

might think that the script is not that

actions.

important, but I can assure you that here,

condemned because of real crimes but

it makes all the difference. I know a legal

because they had the courage to protest

drama sounds boring but that’s why I

for their ideas

consider this writer to be so competent. He is remarkably witty in his dialogue. The motion picture opens with real footage from the sixties, used to explain the historical context of the story. The second scene is a brilliant puzzle of the defendants while they are preparing to

55

They

wouldn’t

have

been


Una storia di passione, ardore e interminabile tensione

The Queen’s Gambit La serie Netflix, creata da Scott Frank e Allan Scott, racconta la vita di Elizabeth Harmon, interpretata da un’impeccabile Anya Taylor-Joy, dall’infanzia in orfanotrofio alla realizzazione come campionessa di scacchi. Franchetti Luca, IIIA

o scorso 24 ottobre è stata

di spettatori e le lodi di sia critica che

rilasciata

serie

pubblico. L’insolita vicenda di Beth si

originali netflix più popolari, che in

sviluppa all’interno di un solido contesto

neanche un mese ha ottenuto 62 milioni

storico, gli anni ‘50 in America, che

una

delle

56


potrebbe inizialmente farla credere una

momenti di tangibile tensione che lo

storia vera, ma purtroppo la nostra regina

show dà il meglio di sé: la capacità della

degli scacchi non è mai realmente esistita.

regia

Come lei, è frutto di una fantasiosa

spettatore

immaginazione

inquadratura

anche

lo

strano

di

coinvolgere con

totalmente

rapidi

dalla

cambi

scacchiera

lo di allo

orfanotrofio dove è costretta a crescere in

sguardo di Elizabeth è impressionante,

seguito al tragico incidente stradale che le

così come la destrezza nel trasmettere

portò via la madre. Qui vive gli anni più

ogni singola emozione senza la presenza

importanti della sua formazione, stringe

di alcun dialogo. Indubitabile è la perfetta

le sue prime amicizie e impara a giocare a

presenza scenica di Anya in tutte le

scacchi. Dopo qualche anno, nonostante

puntate, anche in quelle più deludenti. In

la ferita dell’abbandono

effetti,

dei

avvincente

propri

genitori,

se

la

trama e

le

rimasta aperta, le causi

travolgenti battaglie tra

gravi traumi e dipendenze

pedoni tentano di tenere

che la accompagneranno

il pubblico costantemente

per tutta la vita, grazie

coinvolto,

all’adozione da parte di

stilistiche fanno, invero,

Alma Wheatley riesce a

storcere il naso. Prima fra

provare forse per la prima

tutte la contraddizione

volta un campione di

evidente tra il contesto

libertà.

Beth

storico e il personaggio di

inizia ad assaporare le

Elizabeth: il contrasto tra

amare

lo spiccato realismo del

E

come

sfumature della

altre

scelte

vita vera fuori dalle opprimenti mura

primo e l’incoerenza nel trattare il

dell’orfanotrofio, puntualmente, arrivano

secondo ha provocato una serie di critiche

le prime difficoltà. Precipitatasi subito nel

spesso anche indignate. Beth appare

mondo

per

come un tentativo fallito di dare una

professionisti, pur dotata di un talento

svolta innovativa al genere già troppo

naturale e un intuito letale, Elizabeth non

dissanguato del genio incompreso e

è ancora abituata e rischia pesanti

tormentato, una moderna “Mary Sue”,

disfatte, cosa che finisce col tormentarla

personaggio di una parodia di Star Trek

ogni giorno di più in virtù del suo spirito

del 1973, diventato topico come aggettivo

dei

perfezionista.

tornei

​É

di

proprio

scacchi

in

questi

per descrivere protagonisti senza macchia

57


e senza paura, senza alcun difetto, che

lasciatevi travolgere dalla intensa forza

sembrano non poter essere mai sconfitti,

espressiva di questo grande successo

risultando inverosimili e insipidi. La

televisivo.

stessa scelta dei creatori di inventare un personaggio di pura fantasia invece che rielaborare e romanzare la vicenda di una donna realmente esistita, può spiegare il tipo di lavoro davanti a cui ci si trova, che si mostra in svariati punti non solo insensibile al procedimento di crescita personale della protagonista, ma anche incapace di darle spessore storico o psicologico.

l’evoluzione

di

Beth

è

sicuramente amputata rispetto a quella degli altri personaggi la cui intensa caratterizzazione li rende apprezzabili da tutti, che siano nemici diventati amici o vecchi amici che ritornano; più fortunata di altri è la figura della madre, Alma, personaggio patetico,

di

fortissimo

capace

di

spessore

divertire

e

commuovere. Beth, invece, mantiene le sue tipicità senza che esse vengano mai sfumate in caratteri al di fuori del convenzionale e rimane altalenante tra momenti positivi e negativi, che però non sembrano

avere

nessun

legame

di

conseguenza, come se le difficoltà da lei affrontate

non

avessero

il

minimo

impatto. Tutto sommato, La Regina degli Scacchi, si dimostra un prodotto valido e di facile fruizione, adatto a trascorrere il tempo libero che ci rimane. Dunque, che siate appassionati di scacchi o meno,

58


59


Cielo di dicembre Alice Bonaiti, IIA

Dicembre 2020 unque il coronavirus è tornato ancora una volta, fregandosene delle false speranze riposte nell’estate e nel tempo che scorreva; ora è nuovamente nostro accompagnatore assillante, giornata dopo giornata, una uguale all’altra. Ognuno si trova quindi a rifare i conti con la propria realtà ma soprattutto con sé stesso. E non credo di essere l’unica a sentire le pareti di camera mia che mi soffocano qualche volta. Alcune sere sono proprio stanca, stanca di tutto, della scuola, delle preoccupazioni, del disordine, di me stessa… solo una cosa riesce a tenermi a galla in quei momenti: apro la porta di casa, o solo la finestra, e alzo lo sguardo. Stelle. Tantissime, a migliaia, che mi salutano accoglienti, brillando fioche. Con lo sguardo percorro le linee immaginarie che le collegano una all’altra, vedendone scaturire figure che in realtà non ci sono, risultato di storie e favolosi miti antichi di millenni. Certamente ci vuole una bella fantasia per immaginare animali o oggetti là dove sono le rispettive costellazioni, ma si tratta di un tentativo per avvicinare la nostra mente limitata alla grandiosità di quelle sfere incandescenti, lontane millemila anni luce da noi. Perché quei lumini infiniti nascondono una potenza devastante, inimmaginabile per noi che osserviamo estasiati quegli astri, così lontani e piccoli eppure così incantevoli e aggraziati. Perdersi a osservare il firmamento è un momento sospeso nel nulla, le stelle ci pongono di fronte a noi stessi e forse è solo allora che riusciamo a capire davvero i filosofi e le loro strane domande: da dove veniamo? dove andremo a finire poi? cosa c’è là fuori, dopo la nostra bolla sicura? Domande che spaventano alcuni per la loro vastità, ma non è forse incredibile lasciare la mente a briglia sciolta, libera di galleggiare nell’immensità celeste o di vagare nelle profondità del nostro essere? Le stelle poi permettono di scappare un po' da tutto, anche da noi stessi quando ne abbiamo bisogno: basta alzare lo sguardo e perdersi nell’universo infinito, certamente più grande di una camera che sa di stretto. Ma solo per poco, solo per qualche piccolo, prezioso istante: bisogna tornare sulla Terra. Le stelle però sono sempre là, sopra le nostre teste indaffarate e un po’ sognatrici, e ci osservano. Come madreperle cangianti.

60


61


POESIE Ascolta, respira, parla, Metti un paio di cuffie, trattieni il respiro, stai zitto. Cerca le parole giuste, consolati e impara a non voltarti indietro, perchè tanto le cose, non rimangono mai come le hai lasciate. Lascia che succeda e che ti prenda e che ti rompa, senza paura. Lascia andare, non soffrire per lacrime vane. Soffia la candela, non devi essere fuoco per nessuno se non luce per te stesso Emma Destro, IIIA

Cerca una persona che ti riesca ad ispirare, che ti faccia scavare dentro te stesso e ti aiuti a tirare fuori il meglio. Una persona che guardi negli occhi e dentro ci vedi il mondo, una pozzo di conoscenza e sentimenti. Ti guardo e non vedo un umano, vedo la parte meno fisica e più irrazionale di ognuno di noi, vedo poesia. Emma Destro, IIIA

62


PRINCIPIO DI UNA POESIA

COMPIANTO DI

NOTTURNA

UN’AMICIZIA COMPIUTA

Zampillano le lucciole

Sola è la fune provata dalle aride

Nel pelago cinereo si perdono

onde

Nel fluttuante buio volteggiano

perpetue e si sfronda lemme.

In centinaia di oziose giravolte

Minuto tarlo che pasteggia nel

Sprizzano come scintille d’incudine

vetusto mobilio.

E poi si attirano come falene

Un monte che si sbriciola nel peso

E mutano in sensazioni

di leggere frane vibranti.

E mutano in pensiero E mutano in un cantico

Traduzione amara nell’anima mia

D’ugual sembianza

Un presagio che non si professa

Della pece lor generatrice.

‘ché il sussurro Verace ne scaturisce il principio E a te, mai sospiri parrebber più vacui

Anna Gentilini, III C

63


distrarsi e se prima che il mondo finisca ci fosse un posto soltanto per noi mi piacerebbe che i nostri sguardi si ricorressero lividi soli neri d’inchiostro fino a toccarsi sfiorarsi avvinghiati e arrendersi alla nuda dolcezza di due corpi distratti appesi ad un filo di perché e scuse accennate. Giulia Baretta, III A

64


APOCALISSE L’unico vero disastro è che tutto sia venuto alla luce in maniera così clamorosa e paradigmatica. -F. Dürrenmat Intervento esterno di Francesco Tolio, studente di chimica presso l’Università di Padova I.

L’ultimo poeta Nella speranza che il libro s’aprisse

Intoniamo l’infausto canto

E venisse fatto il suo nome.

In ricordo di chi è stato;

(Ma cadde la scure sul capo di Anna)

Per la quinta tromba squillante Per il fuoco, le locuste

Facemmo una partita a carte

Per il veleno, per la tortura

E leggemmo Auden In attesa che la luce tornasse

Il suono della quinta tromba

Con la vita promessa alle calcagna

E la stella che cadde

E chiari ricordi passati

E l’orrido abisso

Chiusi nelle nostre cucine A pranzare con carne in scatola e fagiolini

Non fummo mai tanto attaccati alla vita Se fosse dritta avanti a noi la strada —Kyrie eleison, Christe eleison, Kyrie

Avremo di che vivere

eleison—

Ma battiamo strade nuove Strade sterrate

Giorno d'ira, quel giorno il mondo perirà

Senza orme di passi

nel fuoco

Senza piante.

Come dicono Davide e Sybilla—

Se solo ci fosse vita lungo la strada

—Kyrie eleison, Christe eleison, Kyrie

E non sterili cadaveri,

eleison—

Cuori pulsanti E canti di sirene…

Chiuse le riottose porte del cuore Incapace di camminare

Ma regna il silenzio lungo la strada

Incapace di vedere

Il vento ha smesso di suonare

Incapace di udire

L’erba secca di prato.

65


Dall’abisso una nuova fumata

Arrivarono con il pianto,

L’Acheronte era in piena

Dal deserto degli sterili, Delle creature del cielo

Cosa abbiamo dato?

Pregavano il Tuo nome

II.

Pregavano il Tuo nome Nei volti al macero, piaghe aperte,

Quando le fiamme inghiottirono le case

Piene di occhi;

Il cielo spalancato innanzi a noi

Gridavano il Tuo nome

Cacciava tuoni e pioggia d’aceto Eravamo solo tre —Non appena il giudice sarà seduto,

Per il volere che tutti oscura.

apparirà ciò che è nascosto, nulla resterà ingiudicato—

In Aeternum Cantum Libera, libera, libera, nos a malo!

TROPPO TARDI L’UOMO SI RAVVEDE DALL’ERRORE

—Giorno di pianto

E’ GIUNTO IL SUO TEMPO DI MORTE

risorgerà tra le faville il colpevole, e sarà giudicato—

Al suono della sesta tromba Nascosti tra i monti

Avanziamo lente

Udimmo venire di lontano

In eterno moto

Lo spettro

Confutate maledette

Venire di vicino

Condannate alle fiamme ardenti.

Pieno di dannazione “Vivere o morire—Vivere o morire”

Eravamo solo tre

Questo ripeteva.

Per il volere che tutti oscura Eravamo solo tre

Monica suonava la settima Mazurka;

Dalla città di amianto

Eravamo legati ad una brace

Eravamo solo tre e nessun altro

Inalando fumi di zolfo

In un sussurro esausto

Perdemmo l’uso delle mani

Tra le fronde rinsecchite di un pioppo

La fame ci accecò

Nell’esoscheletro di un calabrone.

“Vivere o morire—Vivere o morire” Questo ripetevamo.

66


III.

Quanto era stato promesso ai nostri padri Lo viviamo ora, lo viviamo adesso.

Intono l’infausto canto In ricordo di chi è stato.

Non c’è cura (ma non si muore di questo)

Livellando le mie angosce con tenera pomice

Denn alles Flesich, es ist wie Gras

Attendo tra i cocci polverosi

Und alle Herrlichkeit des Menschen wie

L’arrivo dell’afa—

des Grasses Blumen

Involta in cera d’api,

Das Gras ist verdarret und die Blume

posata ben distante,

dagefallen.

sopra una pietra anonima, In una cornice silente,

La carne è come erba

Ascolto i merli migrare a Nord.

E la gloria dell’uomo è come fiore . L’erba si secca, il fiore appassisce.

Già sento il boato della tromba Agitare il lago amorfo Carico di sale, gonfio di odori Mentre varco dell’inumano la frontiera Consapevole e dolente. Vengo dalla città infernale Dalla città caduta, Dalla città di amianto. Unico grido Ultimo fiato Nube oscura si posa sui miei occhi Anime brave, anime sole, anime addolorate Che vi riversate nell’abisso sconosciuto Se gli dei vi fossero stati benigni Sareste morte in età più giovane. Non ci si lagna né si gioisce Della vita nella voragine

67


Caduta Anonimo

Credevo di averla superata, quella fase in cui ti apri al mondo e che cerchi di capirlo, ma non è stato così, non per me ci sono finita intrappolata un’altra volta, vorrei fosse un sogno uno di quegli incubi dai quali ti svegli sudato, ansimante, ma almeno sai che non è successo quella non eri tu e quello non era lui. Quando le cose capitano davvero allora diventa un problema, i pensieri e le paranoie iniziano a farsi strada per renderti più confusa che mai. Non può capitare di nuovo a me, non può.

68


Della serie...SANTINI

“Era una battuta, sapete, quelle battute che fanno gli insegnanti e a cui non ride nessuno?” (ad alunno che sbaglia a tradurre) “Tu stai avendo una crisi ipoglicemica, non hai fatto l’intervallo?”

“​F è​ il Signor Rossi delle funzioni, usiamolo!” “Calcolare questa somma è come cercare di fare un matrimonio tra Napoleone e la Pivetti” “Come imprimi energia cinetica su un passeggino? ​Te ghe dè un bel peadon… ​ed ecco spiegato il teorema dell’energia meccanica.” “Questa risposta poteva segnarla uno che si era fatto una canna” “Ne disegno poche di cariche, perché la vita è breve e non ci resta molto” “Il campo elettrico non è mica un serpente che si muove” (alle prese con la lavagna su zoom) “Mi spiegate perché la gomma cancella?” P:​ “G., con chi stai parlando?” A:​ “Scusi prof, è passata un attimo mia mamma” P:​ “Finché è la mamma o il gatto, va bene”

Della serie...SANDON “Mi sento mia nonna a dire queste massime da gallina saggia” (dal corridoio si sente un urlo) “Non so, sembra che sia arrivato l’orso dal Trentino qui al Tito Livio” “Da questo momento del Paradiso in poi, dobbiamo metterci gli occhiali da sole… Vi prego, non la mettete nel giornalino questa” “Bene ragazzi, oggi facciamo i Sepolcri. Se il buongiorno si vede dal mattino…” A:​ “Prof con la mascherina non riesco a capire se stia sorridendo o no” P:​ “Tranquilla quando sarò arrabbiata lo vedrai”

Della serie...BENETOLLO “L’anno scorso vi avevo promesso una verifica di Orazio… e io le promesse le mantengo!” “Parliamo in Menandro di eroi positivi… No, non ne parliamo, in questo periodo non mi piace per niente” “Non arrampicatevi sugli specchi, perché con la sottoscritta scivolate miseramente” “​Ah ben ciò… ​direbbe un veneto, e io sono veneta doc, quindi posso dirlo!” “Che cos’è ​fusi?​ Tu dovresti saperlo bene…”

Della serie… ROSSI “Della deduzione trascendentale di Kant ci sono due versioni, una lunga e una ristretta, un po’ come il caffè” “Con ‘sto covid non so cosa fare… mi chiudo in una teca come i bonsai”

69


Della serie...ZAGO

Varie ed eventuali

“Sì, insomma, per Dante Beatrice è un po’ l’ascensore mistico”

SORIO

“Beh ragazzi, per i più intimi Gaspara Stampa è ​via”​

“Se voglio uccidere qualcuno lo ammazzo perché è mio interesse farlo?” GIOVANNELLI

Della serie...ATTARDO

“Parla a coloro che avevano i sensi un pochino obnubilati… a chi si fa una canna, volevo dire!”

A: ​“Prof, ho sentito che un paio di anni fa l’Accademia della Crusca ha inserito *termine puramente dialettale* nel vocabolario italiano.” P:​ “Sì, ma i cervelli dell’Accademia della Crusca stanno andando in segatura”

POSSAMAI “La mia pronuncia inglese è perfetta per i pakistani”

(poco prima della ricreazione) “Bene, vi lascio al vostro paninozzo con mortadella, qualche funghetto se lo avete, formaggio, maionese, cetriolini, porchetta… no, quella sta bene solo con un bicchiere di vino e vista l’ora non mi sembra il caso”

PELIZZA P: “Qual è la principale fonte di anidride carbonica?” A: “L’ossigeno?” RIPARELLI R: “A Padova abbiamo una cattedrale?” A: “No” R: “Ah, non sapevo l’avessero bruciata!”

Della serie...BAGARELLO “Sapete a cosa ci si riferisce con l’espressione ​laudatio temporis acti?​ Quando i vostri parenti, al pranzo di Natale, introducono il discorso con “AH, ai miei tempi era tutto diverso”… ecco, è un chiaro simbolo di vecchiaia”

GUELLA “Avete domande? Delucidazioni? Volete sapere come si fanno i bambini?” SANTI “+infinito +infinito -4… beh, infinito al -4 gli fa bau!”

P:​ “Quindi, chi si offre ora è un coraggioso o un temerario?” A:​ “è un pazzo masochista”

ANTONA

P:​ “Questa verifica potrebbe trasformarsi in una M.O.C., ovvero: merav…” A:​ “Micidiale Orrenda Catastrofe?” P:​ “Pensavo a: Meravigliosa Opportunità di Crescita, ma anche questa mi piace”

“E’ meglio sparare, che poi al massimo rimettiamo la cartuccia in canna!”

70


Oroscopo della maga ​Artemisia

Ariete

Toro

Cari Arieti, mi rendo conto che il periodo sia difficile e che certo non vi

Siete sempre stati gli eroi omerici della situazione, ma attenti a non peccare di

aspettavate di dover tornare alla DAD… abbiate più autocontrollo però, almeno spegnete la telecamera se dovete

hybris, il vostro prof di greco potrebbe non apprezzare...

sbadigliare o dormire!!

Gemelli

Cancro

Gemellini, avete trascorso un’estate

Novembre è stato un mese di relax per

favolosa, ora però iniziate a studiare

voi, ma ricordate che è dicembre il

grazie.

mese preferito dai prof!! Sta a voi decidere se stare nella lista dei buoni o dei cattivi...

Leone

Vergine

Ti si è spettinata la criniera leoncino? Basta con quest’atteggiamento polemico e orgoglioso, non puoi

Non fidatevi sempre di tutti. Alcune persone potrebbero rivelarsi false come Bruto, e a rimetterci sareste

permetterti di perdere altre persone...altrimenti anche questo

sicuramente voi, quindi state bene attenti alle persone di cui vi circondate,

capodanno lo passerai da solo!

soprattutto in questo periodo!

71


Bilancia

Scorpione Puntate verso il vostro obiettivo e cercate

Perseguite il giusto equilibrio nella vostra vita, ma aiutate anche quei

di pungerlo...Giove e Saturno

poveri e disgraziati compagni che sono presi di mira dai prof e che subiscono più interrogatori di quelli dei parenti a

sono dalla vostra parte, credo in voi!!

Natale!

Sagittario

Capricorno

È il vostro mese cari Sagittari! Siate fieri

Smetti di provarci, le materie scientifiche

di voi stessi e determinati in

non fanno per te! Per quanto

tutto ciò che fate, godetevi questo periodo

puoi essere determinato, se qualcosa non

natalizio e bevete tanta cioccolata calda

ti piace proprio non ti riesce. Spero solo

che riscalda gli animi!

che la tua prof segua quel buon vecchio detto “vivi e lascia vivere”.

Acquario

Pesci

Affogare nella tua stessa acqua è

Avete toccato proprio il fondo, ora la

proprio il tuo forte! Ricordati che chi

via per tornare a galla sarà tortuosa e

semina

piena di squali. Anche Nettuno è deluso

aria raccoglie vento. Il karma gira!

dal vostro comportamento, quindi mettetevi al lavoro per rimediare.

72


Il cruciverba di Elena

73


74


La redazione di AGORÀ

Articoli e Poesie Alessia Degan, Lucia Rapposelli, Francesca Salviato, Beatrice Mitrofan, Matteo Danieli, Riccardo Cecchinato, Sara Menetto, Anna Agnello, Gloria De Gasperi, Alberto Penzo Doria, Ludovica Agostini, Elisabetta Contin, Claudia Crivellaro, Maria Zamberlan, Luca Franchetti, Alice Bonaiti, Emma Destro, Giulia Baretta, Giuriati Elena, Anna Gentilini, Francesco Tolio

Grafica

Fotografia

Aurora Zaramella, Eleonora Bugno,

Eleonora Bugno, Caterina Calzavara, Zoe

Emma Destro, Francesca Zara, Giulia

Cecchinato, Ginevra Costiniti, Luigi

Baretta, Gloria Zamprogna, Iana Otgon,

Giacomelli, Alessandro Poggi, Rachele

Luca Franchetti

Rossato, Carolina Zanon, Pietro Zelco

Copertina

Retrocopertina

Mariavittoria Tesser

Ludovica Agostini

Caporedattori Beatrice Mitrofan, Emma Destro, Giulia Baretta, Luca Franchetti

Professori Bruna Mozzi, Arcangelo Di Donato

​ Soluzioni 75


76


77

Profile for Arcangelo Didonato

Agorà - inverno 2020  

Advertisement
Advertisement
Advertisement

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded