Page 58

56

gabriele paolinelli

nell’introduzione. L’esito complessivo confligge con la complessità della realtà; ne produce semplificazioni inadeguate ad una sua efficace interpretazione. Le reazioni dei sistemi naturali alle pressioni antropiche e quelle dei sistemi antropici alle dinamiche naturali costituiscono di fatto un insieme complesso e dinamico di variabili. Il progetto paesaggistico non può però fermarsi alla loro considerazione analitica separata, sottraendosi a quella sintetica congiunta. Da questa dipendono infatti la sua efficacia e le possibilità della sua coerente attuazione. È in questo contesto interpretativo ed operativo che la conservazione e la trasformazione divengono effettive attraverso il reciproco sostegno: una richiede anche interventi di cambiamento e l’altra non deve prescindere da esigenze di salvaguardia. Il grande funambolo franco-statunitense Philippe Petit ha sostenuto che è meraviglioso collegare le cose e attraverso di esse le persone. Per farlo occorre sempre rigore nella preparazione e creatività nella visione. Questa immagine offre una doppia metafora del senso profondo del progetto paesaggistico. Come sostiene Jordi Bellmunt (2006), la concezione progettuale si fonda sul rigore della conoscenza e dei valori culturali di riferimento. Questa è una base necessaria dalla quale partire per distaccarsi dai limiti dell’attuale, per cambiarlo dov’è utile farlo, vedendolo anche da punti di vista talvolta non accessibili per le vie più convenzionali. L’essenza del pensare e del fare, nella progettazione come nel funambolismo, sta prima nel leggere per comprendere e poi nel collegare, nel porre in relazione significativa le cose e le persone, stabilendo legami vitali e rendendone percepibili le espressioni.

Profile for DIDA

Progettare trasformazioni dei paesaggi nel mondo che cambia - Gabriele Paolinelli  

La ricerca della sostenibilità può essere considerata un’astratta ‘utopia della fuga’ mentre in realtà è interessante la sua concretezza com...

Progettare trasformazioni dei paesaggi nel mondo che cambia - Gabriele Paolinelli  

La ricerca della sostenibilità può essere considerata un’astratta ‘utopia della fuga’ mentre in realtà è interessante la sua concretezza com...