Page 151

accessibilità e vivibilità urbana

149

Il riferimento ad una minoranza rende infatti all’apparenza plausibili scelte secondarie, subordinate, seppure non giustificabili sul piano etico. All’opposto, l’investimento del progetto in relazione all’intera tipologia di individui che formano la collettività ha due conseguenze positive: facilita la soluzione del problema progettuale per gli effetti prestazionali dell’integrazione spaziale; favorisce l’inclusione a partire dall’accessibilità, attraverso l’esperienza, in relazione ad un fattore che in mancanza di congrue visioni ed azioni genera invece separazione ed esclusione. Nel merito proprio delle scelte progettuali, emerge poi un’altra domanda chiave: – ‘Benessere motorio: come?’. Essa richiede di considerare le variabili che condizionano in modo prevalente il benessere delle persone che si muovono e stazionano negli spazi aperti collettivi senza ausili di mezzi motorizzati e con tutti i benefici complessivi che ciò comporta. Su questo piano, tre categorie di qualità risultano particolarmente influenti e riprendono la duplicità di scala propria dell’interazione dei luoghi con i paesaggi a cui appartengono. Si tratta della connessione di luoghi notevoli, della forma e delle dimensioni delle sezioni dei corridoi di movimento, delle pendenze delle loro superfici. Mentre le due ultime variabili sono vincolate alla scala del luogo, la prima si riferisce all’intero paesaggio urbano a cui esso appartiene. Che il progetto metta in atto congrue attenzioni e soluzioni per generare condizioni inclusive di accessibilità, può infatti valere in termini di benefici di prossimità, alla scala del luogo stesso o comunque a quella delle relazioni di vicinato in un raggio spaziale contenuto. Come ho accennato in principio, però, tali proprietà non emergono a livello sistemico nelle parti

Profile for DIDA

Progettare trasformazioni dei paesaggi nel mondo che cambia - Gabriele Paolinelli  

La ricerca della sostenibilità può essere considerata un’astratta ‘utopia della fuga’ mentre in realtà è interessante la sua concretezza com...

Progettare trasformazioni dei paesaggi nel mondo che cambia - Gabriele Paolinelli  

La ricerca della sostenibilità può essere considerata un’astratta ‘utopia della fuga’ mentre in realtà è interessante la sua concretezza com...