Page 117

Alberto Magnaghi (a cura di) La regola e il progetto. Un approccio bioregionalista alla pianificazione territoriale ISBN 978-88-6655-621-3 (online) 978-88-6655-624-4 (print) © 2014 Firenze University Press

Pianificazione paesaggistica e bioregione: dalle regole statutarie alle norme figurate Daniela Poli

Premessa

L’ingresso della partecipazione e della percezione sociale nel processo di costruzione di elementi cardine di governo del territorio (obiettivi di qualità, statuto del territorio, invarianti strutturali, ecc.), accompagnato dell’estensione tipologica del dominio della tutela e della valorizzazione paesaggistica, ha prodotto un rinnovamento repentino degli strumenti di conoscenza e di progetto del territorio. La disciplina stessa ha allargato il suo dominio arricchendosi di procedure, di metodi e di strumenti che hanno inaugurato una nuova forma di democrazia, sempre più aperta (almeno nelle intenzioni) alla partecipazione sociale e alla salvaguardia dei caratteri costitutivi dei luoghi. La Convenzione europea del Paesaggio, la modifica del titolo V della Costituzione, la Legge 5/1995 sul governo del territorio e la Legge 69/2007 sulla partecipazione (attualmente ambedue in via di revisione) della Regione Toscana, possono essere considerati degli ‘indizi’ di questa trasformazione. Queste innovazioni hanno portato alla necessità di rivedere gli strumenti della disciplina orientandoli sempre più verso modelli che includessero la dimensione interattiva, facendo scaturire obiettivi e azioni da un processo sociale e non solo da un prodotto tecnicamente redatto. Gli stessi strumenti operativi si sono volti alla qualità, attenta alle morfologie, all’estetica, all’efficacia d’uso e non solo alle quantità; all’integrazione: le problematiche dell’abitare sono sempre complesse e non settoriali e tengono assieme più orizzonti, (economici, urbani, rurali ambientali, ecc.); alla comunicazione cercando di offrire indicazioni normative chiare e facilmente comprensibili da tutti. Le nuove procedure sono riuscite a penetrare anche nel regno della normativa, dominio esclusivo del sapere tecnico. Nel testo che segue darò conto delle trasformazioni

Le regole e il progetto  

Territori - 21 -