Page 113

Il progetto del territorio agrourbano

93

più maturo e strutturato all’estero, per esempio negli Stati Uniti dove non solo sono state sviluppate numerose esperienze in tale direzione ma sono stati elaborati anche manuali e linee guida metodologiche sia per la strutturazione di sistemi agro alimentari locali che per configurare la pianificazione della produzione e fornitura di cibo come componente fondamentale della stessa pianificazione fisica16. 5. Sottolineature conclusive

Le problematiche di equità e sostenibilità dello sviluppo pongono al centro dell’attenzione la necessità del recupero di un rapporto coevolutivo e di “ri-localizzazione” della città rispetto ad una dimensione regionale. Nel contributo si è cercato di evidenziare come questa domanda di un nuovo approccio trovi nel modello della bioregione urbana un paradigma rilevante, paradigma rispetto al quale, proprio le aree agrourbane di interfaccia fra dominio urbano ed agricolo risultano di importanza strategica per un durevole progetto di territorio. Tale tipo di approccio richiede peraltro un significativo e non banale rinnovamento nelle routine che riguardano la costruzione di politiche e piani, nonché progetti, per il territorio. Da questo punto di vista, in conclusione, vale la pena sottolineare in particolare alcuni aspetti. • Approccio di scenario strategico/statutario e a livello di bacino o subbacino. Il tema del progetto d territorio alla scala locale, e dei suoi criteri di autosostenibilità, non può essere affrontato senza un adeguato inquadramento a livello di bioregione, intesa, prevalentemente, a partire dai principi e regole di evoluzione rappresentabili alla scala di bacino e sub-bacino idrografico. Ciò non significa recuperare un inefficace, alla prova dei fatti, approccio razional-comprensivo e ‘topdown’, ma selezionare piuttosto gli elementi, statutari e fondativi la cui permanenza garantisce circa la resilienza del territorio ma anche rispetto alla sua abitabilità e vivibilità , intesa anche in senso economico. L’approccio statutario/strategico, permette inoltre di articolare nel tempo e nello spazio la visione d’insieme di lunga durata, attraverso azioni di medio e breve periodo per l’implementazione dello scenario stesso. numero di mense scolastiche strutturare i propri ‘menù’ attraverso un generalizzato ricorso a forniture derivante da produzioni agricole a ‘km 0’ o ‘food miles’. 16   Si veda, fra gli altri riferimenti, Raja et Al. 2008.

Le regole e il progetto  

Territori - 21 -