Issuu on Google+


Intro Salve a tutti oh fidati lettori! Bentornati tra le pagine della miglior fanzine disponibile sul mercato (e la più gratuita in assoluto)! Come state? Passato bene gli scorsi due mesi? Avete messo piace alla pagina Facebook e condiviso il primo episodio di “Fabulae” vero? Vero??? VERO????? Ehm... scusate. Stavo dicendo: i più attenti si saranno accorti dell’esistenza di una pagina chiamata “Dice Productions” sul noto social network. Ebbene, in quella pagina, potrete trovare settimanalmente aggiornamenti dedicati ai lavori in corso sulla rivista, schizzi, gag, presentazioni degli autori e chi più ne ha più ne metta. Insomma, è un modo per rimanere sempre aggiornati sugli sviluppi, ma anche per mantenerci in contatto con voi. Voi che, ricordiamo, siete il vero fulcro di questa fanzine. E ora, siete pronti a tuffarvi in nuove ed entusiasmanti avventure? Quelle che avete letto nello scorso numero erano solo l’antipasto! Preparatevi a un dose di primi che neanche vostra nonna a Natale vi somministrerebbe. Prima di salutarvi e di darvi appuntamento a fondo albo vi annuncio che, nella pagina di presentazione di ogni storia, da questo numero potrete trovare un’età consigliata per la lettura di ogni racconto. Il motivo? Riuscire a creare una rivista che possa piacere a tutti e mettendo subito in chiaro il target di riferimento per ogni storia. Dopo quest’ultima comunicazione di servizio non vi faccio perdere altro tempo e non aggiungo altro se non “Buona Lettura!”. 3

INDICE -IL RUGGITO DEL CONIGLIO di Laura Fongaro

-WINDIGO

4

10

16

di Matteo Tasca

-BESTIE

di Paola Andreatta

-HOMO HOMINI LUPUS

23

-LA BESTIA CHE È IN NOI

31

di Martina Dacome

“testo di chiusura”


Presentazione Laura Fongaro:

“Sarei una 24enne, ma conservo la mia sindrome di Peter Pan! Sarei una ragazza semplice semplice, ma sono pure un’instancabile curiosa in cerca di novità e piena di immaginazione! Sarei una persona equilibrata, ma pure parecchio lunatica! E... sarei anche una dolce per bene signorina, ma sotto ogni ragazza vi si troverà sempre un bel scaricatore di porto!”

Presentazione Luca Mazzocco:

Il Luca è quell’animale mitologico a metà tra un nerd ed uno sceneggiatore, ma con la testa di Ca***. Ama aggirarsi di notte nei pub di periferia per addestrarsi nell’arte della danza country, mentre di giorno giace nella sua grotta circondato da fumetti e videogame, cibandosi di personaggi Marvel e dormendo avvolto nel piumotto di Iron Man. La sua mente in continua espansione pare abbia spinto il Luca a riversare i suoi pensieri sotto forma di sceneggiature che, se lette al contrario in una giornata di pioggia mentre si ascolta la colonna sonora de “Il Signore degli Anelli”, potranno dare una domanda alla risposta fondamentale: 42. Dall’animo tranquillo, pare che questa creatura sia stata vista solamente poche volte in modalità berserk (con ATK+3 e danno da fuoco), ma si narra che, in quei casi, la bestia cambi colore e ripeta solamente una cosa: LUCA SPACCA!

Luca Mazzocco Storia Laura Fongaro Disegni Laura Fongaro Colori

INTRO “RUGGITO DEL CONIGLIO” Come avrete letto sulla copertina, il tema di questo primo numero è “La bestia dentro di noi”. In questa storia, caratterizzata dagli straordinari disegni di Laura Fongaro che avete imparato ad amare, scopriremo che in ognuno di noi è presente un lato animale. Quale sia questo lato sta a noi scoprirlo, ma sappiate che non ci è stato dato quando siamo nati, ma siamo noi a crearcelo. Noi, con le nostre scelte e con le nostre azioni di tutti i giorni. E voi? Che animale siete?

4


5


6


7


8


9


Presentazione Matteo Tasca:

Salve lettori! Il mio nome è Matteo e vivo a Murano (VE), un’isola dispersa e lontana dal mondo civilizzato. Isola che, effettivamente, ha un grandissimo vantaggio: la totale assenza di automobili mi permette di riuscire a disegnare in tutta tranquillità senza il minimo disturbo sonoro. “Disegnare cosa?” vi state chiedendo?! Come potete notare dalle mie tavole, non mi faccio problemi a disegnare qualsiasi cosa, senza nascondere, ovviamente, il fatto di avere ancora molta strada da fare. Spero vogliate percorrere questa strada assieme a me. Beh, che altro aggiungere se non: Buona lettura!!

Presentazione Stefano Berno: Ciao a tutti! Mi chiamo Stefano Berno, ho 22 anni e vivo a Cittadella (PD). Ho frequentato il corso di Fumetto presso la “Scuola Internazionale di Comics” di Padova e ora sto frequentando un Master in Grafica Editoriale. Nonostante ciò sono ancora, purtroppo, disoccupato. I fumetti sono, ovviamente, la mia passione; in particolare adoro leggere i comics americani (Spider-Man e Deadpool in primis), ma mi piacciono in eguale maniera anche alcuni celebri manga come Naruto e Bleach.

Luca Mazzocco Storia Matteo Tasca Disegni Matteo Tasca Chine Martina Dacome Colori

INTRO “WINDIGO” Cambiamo totalmente genere e passiamo, dalla colorata storia di prima, ad un racconto cupo e misterioso. Secondo i nativi americani, i Windigo sono creature maligne mangiatrici di uomini e, come il Big Foot e lo Yeti, appartengono a quella serie di mostri che alcune persone dicono di aver visto, ma delle quali non esistono prove. Cosa accadrebbe se queste bestie, che pare siano in grado di mimetizzarsi tra gli esseri umani, esistessero davvero? Ce lo racconta il bravo Matteo Tasca in una storia horror caratterizzata dai colori dell’instancabile Martina Dacome!

10


11


12


13


14


15


Presentazione Paola Andreatta:

Mi chiamo Paola e sono l’illustratrice del gruppo. Vi chiederete: “Che ci fa un’illustratrice in un gruppo di fumettari? Beh, segretamente imparentata col Dr. Jakyll, confesso di possedere anche io due personalità. Non è da molti, però, conoscere il mio lato debole. Infatti la sfiduciata e insicura Paola lascia spesso il posto a una determinata e entusiasta me che si avventura sempre nelle sfide più strane e nuove. E’ altalenando tra i miei due umori che ho spaziato dalla grafica, all’illustrazione, ai fumetti. Insomma chi più ne ha più ne metta! E questo è anche il perché sono finita in queste pagine! Sempre alla ricerca di qualcosa di speciale che quieti la mia maledizione. E voi che dite? Pensate possa trovarlo qui?!

Luca Mazzocco Storia Paola Andreatta Disegni Paola Andreatta Colori

INTRO “BESTIE” Rimaniamo nell’ambito dei nativi americani, ma cambiando totalmente stile e genere. Avere una “bestia in noi” non significa per forza avere un tratto animale o essere posseduti da una creatura maligna, ma può anche rappresentare uno stato d’animo che tutti, almeno una volta nella vita, abbiamo provato. Una rabbia incontrollata che non riusciamo a trattenere e che dobbiamo esternare per non esplodere. Ma così facendo non rischieremmo di abbandonare la nostra umanità e trasformarci in bestie? La bravissima illustratrice Paola Andreatta abbandona il suo lavoro di tutti i giorni per passare al “lato oscuro” del fumetto e regalarci una storia carica di emozioni per tutte le età. Imperdibile!

16


17


18


19


20


21


22


Presentazione Martina Dacome:

Martina “Sushee” Dacome, classe ‘91, disegna e scribacchia dalla veneranda età di tre mesi. Si iscrive alla Scuola Internazionale di Comics dopo aver appurato che il liceo linguistico – e in particolare l’aspetto di dover comunicare verbalmente con le persone - non le garba, e preferisce conversare con personaggi di finzione disegnando i suoi fumetti. Mette un pezzo di se stessa in ogni cosa che fa, anche quando non vorrebbe. Non è mai soddisfatta. Le piace scrivere storie di lesbiche, i war movie, Tori Amos e ruolare in deprecabili GDR online ispirati a Final Fantasy. Le malelingue dicono che non sappia disegnare le tette, ma sono tutte fandonie.

Presentazione Stefano Boriero:

Thiene...1988... poteva essere una sera come tante ma no! Lo Stefano decise di venire al mondo proprio quel giorno. Perché? Chi lo spinse a farlo? Qualcuno potrebbe dire la madre, ma la risposta sarebbe troppo ovvia. Nonostante sembri che le sue origini siano legate strettamente agli Illuminati, potremmo dire che la sua vita arrivò alla svolta definitiva quando incontrò un capelluto professore di Cambridge, o di Padova dipende dalle fonti, che lo istruì nell’arte dell’inchiostrazione. Così ora, imbracciando la sua fida brush-pen, con la bandoliera carica di boccette e pennini e masticando una cancellina lo Stefano prosegue indefesso (poco inde e molto fesso) la sua missione: riuscire a inchiostrare tutte le pagine del mondo! Tremate disegnatori..lo Stefano è arrivato!

INTRO “HOMO HOMINI LUPUS” Siete pronti, ora, per una storia carica di tensione?! Spero per voi di si perché Martina Dacome da vita, con il suo tratto urbano e moderno, ad un thriller che ci proietterà nei peggiori vicoli americani alla ricerca delle vittime di un serial killer molto particolare. Un serial killer più bestia che uomo e con una visione degli esseri umani tutta particolare. Ma non vi annoio oltre e vi lascio alla, coinvolgente, lettura!

23

Luca Mazzocco Storia Martina Dacome Disegni Stefano Boriero Chine


24


25


26


27


28


29


30


LA BESTIA CHE E’ IN NOI Come per il numero zero, anche questa volta eccoci qui a fare quattro chiacchiere sul tema di questa “puntata”. Questa volta è toccato a “la bestia che è in noi” e siamo stati molto felici di essere riusciti a trattare il tema sotto differenti punti di vista, a partire da quello psicologico (Bestie) sino a quello prettamente fisico (Windigo). Il paragone tra uomo e bestia è sempre stato analizzato ed è possibile trovare un’infinità di libri, film e fumetti all’interno dei quali viene studiato questo connubio. Basti pensare a “Lo strano caso del dottor Jekyll e del signor Hyde” dove troviamo un uomo teso tra le due realtà e assistiamo alla sua lotta interiore affinché l’uomo non venga sopraffatto dalla bestia. Persino nei fumetti possiamo trovare personaggi che si basano totalmente su questo dilemma. Sto parlando, ovviamente, di Hulk, celebre personaggio Marvel che fa del dilemma tra l’uomo e il mostro il suo punto di forza. Insomma, abbiamo provato anche noi a dare una nostra personale versione di questo argomento e il risultato lo avete potuto leggere nelle quattro storie di questo volume. Speriamo di esserci riusciti ad appassionarvi dall’inizio alla fine e di avervi trasmesso, ancora una volta, la nostra passione per quel magnifico linguaggio che è il fumetto. Ringraziandovi ancora per il vostro supporto, non possiamo fare altro che salutarvi e darvi appuntamento al prossimo numero! Non dimenticate, però, di mettere “mi piace” alla pagina Facebook di “Dice Productions” per rimanere sempre aggiornati e per assistere alla creazione di un numero di “Fabulae” dalle sue origini sino alla pubblicazione. Nel frattempo provate ad indovinare il tema del prossimo volume. In palio un disegno a colori da parte del vostro autore preferito! Alla prossima puntata! Bye!

31



Fabulae n°1