Page 1

s w e n

N u m e ro 3 4 - G i u g n o 2 0 1 3

w w w. d i a n o v a . i t - n u m e ro ve rd e 8 0 0 . 0 1 2 7 2 9 - i n f o @ d i a n o v a . i t

Cari amici, siamo felici di annunciarvi che Dianova, a maggio, ha realizzato il suo 14° Bilancio Sociale, strumento di trasparenza e comunicazione verso i propri interlocutori. Dianova negli anni ha diversificato i suoi interventi per rispondere a bisogni vecchi e nuovi, interventi costruiti attorno al concetto di educazione nel significato più stretto del termine (e-ducere, tirar fuori ciò che sta dentro), interventi che aiutano a saper cogliere le opportunità ed insegnano a superare le difficoltà che devono affrontare sia le giovani generazioni sia gli adulti. Nel Bilancio di Dianova del 2012, per la prima volta, abbiamo presentato i servizi suddivisi in 3 aree di intervento (dipendenze, famiglie, giovani e adulti). L’attività principale di Dianova è legata ai servizi per persone con dipendenze. Le Comunità Dianova, nel 2012, hanno ospitato 376 utenti (89% maschi), alcuni dei quali nel corso dell’anno hanno usufruito di più servizi/programmi (482 prestazioni offerte). La provenienza regionale più elevata spetta alla Sardegna (31%); seguono la Lombardia (28%) e il Lazio (13%). Dei 376 utenti ospitati, il 30% ha concluso il proprio programma terapeutico. Nell’ambito dei servizi alle famiglie, a Cozzo, sono stati avviati i gruppi multifamiliari per alcol e polidipendenti e a Palombara vengono organizzati gruppi famiglia/utenti in programma con cadenza mensile. I Centri di Ascolto di Napoli e Roma hanno realizzato psicoterapie famigliari e di gruppo per circa 30 persone. Le attività e i sevizi rivolti ai minori, giovani, adolescenti e adulti sono diventanti negli ultimi anni un’importante area di intervento per Dianova che ha avviato numerosi progetti e programmi. Oltre alla pubblicazione del manuale sull’educazione “Insegniamo ai pesci a volare. Educare è la nuova sfida” e ai progetti di prevenzione sulle sostanze e sul fenomeno del bullismo, sono partite le attività del Social Camp, un parco educativo a Garbagnate Milanese (Mi), e nel 2013 è prevista, a Palombara (Rm), l’avvio di un nuovo e importante progetto: il Gruppo Appartamento "La Villa", una struttura residenziale per minori in difficoltà. In termini economici, grazie anche al sostegno di tutti i nostri donatori, sono stati raccolti fondi per un totale di 256.458 €, di cui 44.693 € finalizzati a progetti specifici: Social Camp, Gruppo Appartamento "La Villa" e Progetto Bread and Roses. I progetti di Dianova nascono dalle nostre idee, ma diventano reali grazie a tutti voi e alla fiducia che continuate a darci. GRAZIE! Ombretta Garavaglia

SOCIAL CAMP: iniziate le attività con i gruppi

Pag. 4

Speciale “LA VILLA”: sostieni il gruppo appartamento per minori

Pag. 6

DIANOVABYKE: laboratorio di ciclofficcina e bikesharing

Pag. 8

anno XI - Newsletter semestrale dell’Associazione Dianova Onlus - Spedizione in abbonamento postale Art.2 comma 20/C legge 662/96 Milano, copia gratuita


IN PRIMO PIANO Progetto PREVENZIONE sull’uso di SOSTANZE per ADULTI e GIOVANI La normalità e la precocizzazione d’uso di sostanze tra i giovani, unitamente ai fenomeni di abuso, sono campanelli di allarme che ci hanno indotto a costruire interventi di prevenzione mirati che coinvolgono i giovani (con più di 14 anni), ma anche genitori ed educatori/insegnanti nell’ottica di un processo di responsabilizzazione e crescita comune. Il progetto si basa su interventi di pre-indagine conoscitiva dei bisogni attraverso la somministrazione di un questionario, i cui dati vengono elaborati e restituiti al gruppo con l’ausilio di un educatore. Gli interventi di prevenzione riguardanti l’area adulti, invece, prevedono una serie di incontri con genitori ed educatori/insegnanti per valutare le loro conoscenze sul mondo delle sostanze e sensibilizzarli alle tematiche collegate al mondo giovanile. Al progetto, replicabile ed adattabile a più contesti, Le impressioni dei ragazzi raccolte nei biglietti hanno aderito ad oggi 4 scuole del territorio lombardo e alcuni oratori nel Lazio e in Lombardia. Chi volesse maggiori informazioni può Le impressioni dei visionare il sito www.dianova.it ragazzi del progetto prevenzione sostanze

“È stata una esperienza utile, ringrazio per queste due ore costruttive che avete passato con noi. Riporterò questi argomenti ai miei amici, così tutta la mia compagnia sarà informata sull’argomento.”

“È stata una esperienza molto utile, perché ho scoperto un sacco di cose ma soprattutto ho avuto risposte che avevo bisogno da tempo.”

2

NESSUN DORMA: progetto Dianova sulla PREVENZIONE del BULLISMO e delle DIPENDENZE Il bullismo nelle scuole, ma anche nei luoghi della socialità infantile, è un fenomeno in continua crescita. Non esiste un unico fattore per descrivere il fenomeno del bullismo, ma una “multicausalità”: il genere, le caratteristiche personali, le relazioni familiari, le condizioni socio-ambientali e la dinamica della classe. Ed è cosi che il gruppo diviene sempre più spesso il veicolo principale per esternare tutte le tensioni negative, danneggiando gli altri ma anche sé stessi; inoltre, il rischio che con gli anni questo disagio possa sfociare in atteggiamenti ancora più gravi, come l’assunzione e la dipendenza da sostanze stupefacenti, è molto elevato. La sola scuola non basta per arginare questo problema: è attraverso la collaborazione tra insegnanti, operatori del settore e genitori che si può raggiungere un risultato positivo, sia per le vittime che per i prevaricatori. In continuità con il progetto sulla prevenzione delle sostanze realizzato nel 2011 sul territorio della Lomellina, nel 2012 è stato realizzato il progetto “Nessun Dorma” (prevenzione bullismo e dipendenze) nella scuola media “Josti Travelli” di Mortara; dopo l’elaborazione di un questionario somministrato ad oltre 170 studenti è partito un intervento costruito ad hoc in una classe nella quale sono emersi i maggiori elementi di criticità. In totale sono stato realizzati sei incontri, condotti da due psicologhe della Comunità di Cozzo. Il progetto si concluderà a settembre al Social Camp. Sul sito di Dianova, www.dianova.it, le attività svolte e l’elaborazione dei dati dei questionari. La scuola media Josti Travelli di Mortara


IN PRIMO PIANO Concluso il PRIMO CORSO per PANIFICATORI nella COMUNITÀ Dianova di COZZO Consegnati sabato 23 febbraio i primi diplomi ai partecipanti del corso per panificatori finalizzato al reinserimento lavorativo. Il primo corso per panificatori e pizzaioli, inserito nel progetto “Bread and Roses”, ha avuto una durata complessiva di 50 ore e ha coinvolto sei utenti del centro ed un operatore. Il corso, rivolto anche ai giovani del territorio, tenuto dal docente dell’Istituto Professionale Ciro Pollini di Mortara Antonio Danise, va ad ampliare l’offerta formativa a favore degli utenti e prevede un’opportunità di lavoro qualificato utile al reinserimento lavorativo per gli ospiti della struttura. Visto il buon esito dell’esperienza, il corso verrà replicato a settembre del 2013. Il progetto è stato realizzato grazie anche alle donazioni raccolte e alla Fondazione Banca del Monte di Lombardia.

I corsisti preparano il pane

Foto di gruppo

Grande SUCCESSO per Dianova ITALIA al 56° COMMITTEE ON DRUGS di Vienna Il 13 marzo, in occasione del 56° Committee on Drugs, Dianova Italia ha tenuto un intervento sull’approccio bio-psico-sociale che coinvolge gli utenti delle proprie strutture e di tutta la rete territoriale. Alla conferenza, tenutasi nel Palazzo delle UNODC, erano presenti circa 50 persone provenienti da vari paesi, tra cui Giuseppe Seàn Coppola, counselor dell’Ambasciata italiana a Vienna, le rappresentanti della comunità di San Patrignano, i rappresentati del progetto Hombre in Spagna e una delegazione di politici svedesi. L’intervento ha catalizzato l’attenzione dei presenti per circa Momento della presentazione di Dianova 50 minuti e successivamente è stato dato spazio alle domande del pubblico presente in sala che ha partecipato attivamente sollevando diversi quesiti sia sull’intervento proposto sia su questioni finanziarie/gestionali di Dianova Italia. Buona parte delle persone presenti alla conferenza si sono poi congratulate giudicando positivamente l’intervento, apparso chiaro e di facile comprensione.


IN PRIMO PIANO Al via le ATTIVITÀ del SOCIAL CAMP a Garbagnate Milanese Situato a Garbagnate Milanese, all’interno del Parco delle Groane, il Social Camp, attraverso numerose attività, offre ai partecipanti la possibilità di poter sviluppare il proprio potenziale creativo e cognitivo, attivando le proprie risorse per costruire un progetto di vita gratificante e concretamente realizzabile. Il Social Camp è rivolto a bambini, adolescenti, giovani e adulti anche con disabilità psico-fisiche (dai 6 ai 24 anni). Tutti i programmi sono progettati in base alle esigenze e agli obiettivi di ciascun gruppo e comprendono sia percorsi legati all’attività fisica, come il trekking e l’arrampicata, sia percorsi di natura più formativa, come il laboratorio di scrittura autobiografica e il corso di ortoterapia partecipata. A giugno sono iniziate le prime attività Al Social Camp le attività di un gruppo di adolescenti che coinvolgono gruppi di giovani e bambini. Attraverso la partecipazione di molti donatori, il Progetto Social Camp nel 2012 ha raccolto 21.602 €, mentre i fondi spesi sono stati 12.927 €; la differenza verrà utilizzata per spese previste nel 2013. Sul sito www.dianova.it, nell’area giovani, informazioni e aggiornamenti sulle attività del Social Camp.

Presentato il nuovo MANUALE DIANOVA: nei comuni di RIPATRANSONE (AP) e SARDARA (VS) Presentato al pubblico nelle Marche e in Sardegna il nuovo manuale sull’educazione di Dianova “Insegniamo ai pesci volare. Educare è la nuova sfida”. Il primo evento si è tenuto sabato 17 febbraio a Ripatransone ed è stato organizzato dalla Comunità di Montefiore in collaborazione con l’Amministrazione Comunale, che ha già richiesto di replicare l’iniziativa proponendo un incontro con i giovani del territorio. Presenti all’evento circa 70 persone (genitori, insegnanti, amministratori pubblici e anche giovani coppie) che hanno partecipato attivamente al dibattito conclusivo sui temi trattati nel manuale. Sabato 2 marzo il manuale sull’educazione è stato presentato anche a Sardara. L’evento, organizzato dalla Comunità di Ortacesus e dall’Amministrazione Comunale, è stato incentrato sulle dipendenze ed affrontato dal punto di vista educativo e sociale. In conclusione si è sviluppato un dibattito con il pubblico presente, formato per lo più da genitori, che ha rivolto domande riguardanti la preoccupazione per la crescente presenza di sostanze illecite nella società odierna. Per approfondimenti e acquisto del manuale www.dianova.it - 800012729

4

La presentazione del manuale a Ripatransone (AP)

La presentazione del manuale a Sardara (VS)


VITA ASSOCIATIVA Laboratorio di SCRITTURA CREATIVA nella COMUNITÀ Dianova di MONTEFIORE Iniziato il 25 gennaio, nella Comunità Dianova di Montefiore (AP), il laboratorio di scrittura creativa “Leggere, scrivere, fotografare, creare” si è concluso il 4 giugno. Il laboratorio è stato gestito dalla Coop. L’Officina, che da oltre 3 anni realizza questo progetto nelle carceri e in alcune scuole del territorio marchigiano; vi hanno preso parte tutte le persone in programma (circa 20 utenti) e lo psicologo dell’equipe terapeutica della struttura. L’obiettivo del laboratorio è stato quello di fornire strumenti (in questo caso scrittura e fotografia) per ricostruire e riconquistare la propria identità, aprendo la Foto di gruppo strada ad una relazione intima e introspettiva verso sé stessi. Il tema principale è stato “L’altro”, nel suo significato più ampio: nelle relazioni, nelle diverse culture e nel rapporto di coppia, suggerendo anche un altro modo di vedere la realtà attraverso il confronto e l’ascolto. È prevista una presentazione finale del progetto con la realizzazione di un evento nella Comunità di Montefiore per l’estate 2013, in cui sarà allestita una mostra fotografica e presentato l’elaborato finale che raccoglierà quanto emerso attraverso il laboratorio stesso.

Festa delle FAMIGLIE nelle COMUNITÀ Dianova di PALOMBARA e COZZO Si è svolta il 9 dicembre nella Comunità di Palombara la festa delle famiglie degli ospiti. Dopo l’incontro tra l’equipe della struttura e i famigliari, i ragazzi si sono uniti con i loro parenti, dando vita a un momento importante di confronto attraverso un momento di gruppo mediato dall’equipe della Comunità. È stata una giornata fantastica e piena di emozioni per le famiglie, per i ragazzi e per l’equipe; questi momenti ci permettono di capire come si possa fare un buon lavoro coinvolgendo le famiglie e i ragazzi stessi. Il 20 maggio si è svolta la festa delle famiglie e dei reinseriti della Comunità di Cozzo. I famigliari hanno visitato la struttura e hanno ricevuto informazioni sullo svolgimento dei percorsi terapeutici e sull’attività dei laboratori. Durante la giornata un “cast” misto di educatori e ospiti ha inscenato una rappresentazione teatrale che ha rallegrato gli animi di tutti i presenti. I 114 ospiti, compresa la famiglia di Victor, utente di nazionalità svedese, ed altre famiglie provenienti da Sardegna e Campania, hanno trascorso momenti sereni e spensierati con i loro famigliari e con le persone conosciute nel corso della loro permanenza.

La festa delle famiglie a Palombara

La festa delle famiglie e dei reinseriti a Cozzo


SPECIALE PROGETTO MINORI AIUTACI A REALIZZARE il Gruppo Appartamento “LA VILLA”: un PROGETTO per MINORI in DIFFICOLTÀ Si parla molto dei giovani, soprattutto nei fatti di cronaca. Da questi si evince quanto siano enormi le difficoltà perché possano costruirsi una prospettiva di vita piena e gratificante. Il forte aumento delle denunce penali nei confronti di adolescenti e le sempre più numerose sollecitazioni cui rispondono i servizi sociali locali con interventi mirati e programmatici, evidenziano l’attuale drammaticità delle condizioni del rischio di devianza e dell’evoluzione di comportamenti “diversi e/o trasgressivi” in condotte delinquenziali. Il percorso adolescenziale è caratterizzato da frequenti momenti critici. L'adolescente vive come un equilibrista sulla corda tesa fra devianza e normalità, e un semplice sbandamento può farlo cascare dalla parte sbagliata; tende a risolvere il conflitto affrontandolo non all'interno della propria mente, ma nella vita reale. L'esperienza deviante, la tendenza a compiere gesti trasgressivi nei confronti dell'autorità e dell'ambiente, rappresentano una realtà con cui l'adolescente si confronta continuamente durante la crescita. Negli anni, grazie all’esperienza maturata e al suo innovativo approccio educativo, Dianova ha sviluppato programmi di prevenzione e di coesione sociale, in collaborazione con i servizi pubblici, le reti del terzo settore e la rete di Dianova International. È da queste esperienze che nasce la volontà di impegnarsi concretamente nell’educazione degli adolescenti e dei giovani con un metodo proattivo basato sulla metodologia esperienziale. Partono da questi presupposti le attività a Palombara Sabina (Roma) del Gruppo appartamento LA VILLA”, una struttura che può ospitare contemporaneamente fino a 8 ragazzi italiani e stranieri, dai 14 ai 21 anni, provenienti dal Tribunale per i Minorenni o tramite richiesta dei servizi sociali. L’apertura del Gruppo Appartamento “LA VILLA” è prevista entro la fine del 2013.

La struttura RESIDENZIALE “LA VILLA”

6

“LA VILLA” è una struttura residenziale aperta 24 ore al giorno tutto l’anno e garantisce l’assistenza tutelare diurna e notturna. È situata nella zona collinare della Sabina, ai piedi del Parco dei Monti Lucretili e precisamente nel Comune di Palombara Sabina, sito 30 Km. da Roma e a 50 Km da Rieti. Il totale edificato della struttura è di circa 400mq e la zona residenziale è composta da: • 4 camere da letto • 3 servizi igienici • 1 zona pranzo soggiorno • 1 cucina • 1 salone con camino • 1 terrazza coperta • 1 ufficio operatori • 1 spogliatoio per operatori La struttura residenziale “LA VILLA”


SPECIALE PROGETTO MINORI I BENEFICI e le ATTIVITÀ del Gruppo Appartamento “LA VILLA” per minori I gruppi-appartamento sono strutture a carattere comunitario caratterizzate dalla flessibilità organizzativa e dalla partecipazione degli ospiti alla gestione del servizio al fine di instaurare un clima di interrelazioni che stimoli l'acquisizione di comportamenti autonomi e differenziati. La nostra metodologia di intervento educativo in-segue questa impostazione: proporre uno spazio di creatività dove l’adolescente possa costruire esperienze per manifestare tutte le sue potenzialità. La nostra proposta educativa, basata sulla metodologia esperienziale, favorisce l’acquisizione di competenze e abilità. Le attività che proponiamo, interne ed esterne alla struttura, “allenano” i ragazzi/e ad affrontare esperienze a vari livelli di complessità mettendo in gioco elementi importanti quali la creatività, il dialogo, l’azione, la negoziazione, l’analisi, la valutazione e la progettualità. L’efficacia della metodologia è garantita: - dalla personalizzazione del Programma Educativo che declina le tappe e gli obiettivi del processo a partire da un’attenta analisi e valutazione delle risorse individuali, sociali e familiari del ragazzo/a; - da un equipe di professionisti che formano team capaci di insegnare e imparare costantemente, in cui si fondono teoria, pratica ed esperienza personale allo scopo di offrire totale appoggio al/la giovane; - da un modello di intervento aperto e flessibile, i cui cambiamenti, miglioramenti ed evoluzioni in una direzione o nell’altra dipendono direttamente dalle necessità del minore. Gli interventi hanno come obiettivo principale quello di accompagnare gli/le ospiti verso un processo di responsabilizzazione e piena reintegrazione sociale e familiare.

COME PUOI AIUTARCI Per avviare la struttura servono 79.838,00 €. Sostieni anche tu il progetto che prevede: costi per il personale impiegato 68.238,00 €, costi per corsi di formazione 2.400,00 €, costi per attività ludiche 3.000,00 €, acquisto veicolo 5.000,00 € e costi per laboratori 1.200,00 €. Ogni contributo è importante: 20, 50, 100 € o qualsiasi somma deciderai di donare dimostrerà la tua fiducia nell’attività di Dianova e ci permetterà di avviare il Gruppo Appartamento “LA VILLA”. Grazie. Per fare una donazione puoi utilizzare il bollettino allegato.Oppure: Dona tramite bonifico Intestato a Dianova Banca Prossima SPA - filiale di Milano IBAN IT 57L0335901600100000008274 Causale Progetto Minori “LA VILLA”

Dona online www.dianova.it

Dona tramite bollettino postale Intestato a Dianova CCP n.13546239 Causale Progetto Minori “LA VILLA”

Per informazioni contattare Ombretta Garavaglia – ombretta.garavaglia@dianova.it – 0161.240950


VITA ASSOCIATIVA Riprendono le ATTIVITÀ dI MONTAGNATERAPIA della COMUNITÀ Dianova di GARBAGNATE Riparte anche nel 2013, grazie ai risultati e alla valutazione positiva di utenti ed educatori, il progetto Dianova l’”Appiglio” della Comunità di Garbagnate. La montagnaterapia, attraverso attività come escursionismo e arrampicata, è in grado di coinvolgere tutte le componenti della persona, consentendo ai partecipanti di relazionarsi con il gruppo e con l’ambiente. In particolare, l’attività diventa un momento educativo per aumentare la comprensione di sé, la conoscenza della realtà fisica sulla quale si agisce e l’assunzione di responsabilità per quanto si sta facendo “in gruppo”; favorendo tra i partecipanti rispetto, lealtà ed empatia. Alle attività di montagnaterapia parteciperanno gli La vetta del Monte Generoso utenti della Comunità di Garbagnate, accompagnati ad ogni uscita da operatori esperti di alpinismo. Ecco il programma del 2013: • 23 e 31 maggio: Monte Generoso (mt 1701), Prealpi Lombarde, Gruppo del Generoso Le impressioni dei • 7 giugno: Monte Strutto – Quincinetto (arrampicata) ragazzi del gruppo di • 10/11 giugno: Grignone (mt 2410), Rifugio Bogani (mt 1816), Prealpi Lombarde Cozzo (Gruppo Grigne Residenziale – 2 giorni) • 17/18 giugno: Rifugio Cristina (Alpe Prabello Residenziale – 2 giorni) “... E’ stato bello • 20/21 giugno: Colle della Rossa (mt 3193), Rifugio Sella (mt 2584) (Valle d’Aosta Residenziale – 2 giorni) unirci al gruppo Nel 2013, ad alcune uscite, parteciperà anche un gruppo di utenti della Comunità di l’Appiglio dell’alCozzo accompagnati da un operatore.

tra sede di Garbagnate M.se, fare conoscenza ed unire le nostre forze per raggiungere un obiettivo comune….. la vetta! La fatica è stata tanta, me ben ripagata; in vetta abbiamo condiviso la soddisfazione ed un senso di tranquillità suscitato dallo spettacolo della natura che ci circondava”.

8

DIANOVABYKE: BIKESHARING e LABORATORIO di CICLOFFICINA nella COMUNITÀ di Garbagnate Da agosto 2012 è attivo nella Comunità Dianova di Garbagnate il laboratorio di ciclofficina “Dianovabyke”, finanziato in parte dalla Fondazione Comunitaria Nord Milano. Il laboratorio interno è stato avviato in gennaio, e ad integrazione della parte pratica sono iniziati gli incontri di formazione tenuti da un educatore della Comunità esperto in ciclofficina. Ad aprile, inoltre, i ragazzi della comunità impegnati nel progetto hanno concluso i lavori del garage in legno in cui vengono riposte: 28 bici per adulto, 4 per bambini e 1 carrello appendice per trasporto bambini. Il progetto si pone anche l’obiettivo di creare eventi di aggregazione legati all’utilizzo delle due ruote; ad aprile, infatti, DianovaByke, con la sua ciclofficina itinerante, ha partecipato alla manifestazione SuperMilano riparando guasti e fornendo assistenza ai partecipanti. Garage e biciclette Con le sue attività, Dianovabyke è diventato un punto di bikesharing all’interno del Parco delle Groane dove è possibile cimentarsi in percorsi ciclabili per tutte le età e accessibili ogni giorno. Per informazioni sulle attività e le iniziative del progetto 02.99026311


VITA ASSOCIATIVA A dicembre la RACCOLTA delle OLIVE nella COMUNITÀ Dianova di PALOMBARA La comunità Dianova di Palombara Sabina in provincia di Roma si estende su un ampio territorio con più di un ettaro di uliveto. Annualmente si svolge la raccolta delle olive che vengono pulite e portate al frantoio dove vengono prima pesate e poi messe nelle apposite macchine per la molitura; dopo la spremitura avviene l’imbottigliamento. Se ne ricava un ottimo e pregiato olio di oliva extravergine, molto rinomato; la raccolta del 2012 ha prodotto 700 lt di olio. Questa attività coinvolge tutti gli ospiti della struttura che sono accompagnati da due operatori. È un momento importante di aggregazione e di condivisione attraverso il contatto con la natura e con le tradizioni tipiche del territorio della Sabina. Il nostro olio può essere assaggiato effettuando una piccola donazione, per informazioni e approfondimenti: www.dianova.it - 800012729

L’olio extravergine di Palombara

AVVIATO il CORSO di ORTOTERAPIA nella COMUNITÀ Dianova di COZZO Coltivare la terra per coltivare se stessi. È stato avviato a febbraio nella Comunità di Cozzo il primo Corso di Ortoterapia. Il progetto, realizzato insieme alla Dott.ssa Laura Fusani, agronomo presso l’Istituto Professionale Ciro Pollini di Mortara, ha coinvolto sei utenti e due educatori della struttura, impegnati in un percorso con attività a cadenza settimanale conclusosi a maggio. L’ortoterapia è capace di migliorare lo stato di salute delle persone, sia da un punto di vista fisico che psicologico, favorendo la socializzazione e il lavoro di gruppo. Questo corso, attraverso l’apprendimento delle tecniche di coltivazione della terra, offre agli utenti competenze professionali utili per il proprio percorso di reinserimento sociale. A livello pratico, gli utenti si sono occupati della sistemazione della serra, della preparazione dei semenzai di orticole e fiori, della preparazione della zona ad orto, dei trapianti in vaso e in piena terra di orticole e fiori e, infine, della manutenzione dell’orto e del giardino. La parte pratica del Corso di Ortoterapia è sempre stata preceduta da una spiegazione teorica al fine di fornire le nozioni base necessarie ad un corretto svolgimento delle operazioni.

La parte teorica del corso di ortoterapia

La parte pratica del corso di ortoterapia


UN UTENTE RACCONTA ... Un pensiero letto da Stefano durante la sua festa a Cozzo, che, dopo un lungo ed impegnativo programma, si è finalmente reinserito nella società… “C’era una volta una persona come tante altre, alla perenne ricerca della felicità, perché era solo e si sentiva sempre triste. Un giorno, non sapendo a cosa andava incontro, diede ascolto alla sua arroganza e da lì incominciarono i guai. All’inizio sembrava tutto facile e bello perché “le polveri magiche” gli regalavano la felicità, ma quando i soldi finirono si ritrovò nel buio totale. La fortuna però non tardò ad arrivare perché un buon e vero amico gli insegnò la strada per arrivare in un piccolo paese che si chiamava “attraverso il nuovo”. Quando arrivò gli sembrò subito un paese molto Un momento della festa di reinserimento strano, i suoi abitanti vivevano con abitudini e regole molto diverse dalle sue; pensate: ci si svegliava presto e la prima cosa che facevano era il letto; lui non capiva il perché ma scoprì molto presto che se andavi al bar del paese senza aver sistemato il letto, il barista non ti dava il caffè neanche cercando di corromperlo. Altra cosa strana, tutti giravano perfettamente sbarbati e capì il perché: ovunque si andasse c’erano gli impiegati comunali che controllavano la cura della tua persona. Il sindaca poi si aggirava per i vicoli chiedendo a tutti, a destra e a sinistra, come si sentivano e se erano disponibili ad aiutare il vicino di casa; altra regola molto strana: al bar del paese, dopo colazione, si riunivano tutti in assemblea chiedendosi “Come stai?. Tutte le mattine al risveglio sentivo le risate dei vicini di casa e lui, che da poco aveva cominciato la ricerca della felicità, si chiedeva: “Ma che cosa hanno da ridere questi?”. Era ancora troppo infelice e troppo preso dai suoi guai per capire cosa stesse succedendo dentro di lui. Altra cosa strana del paese “Attraverso il nuovo” è che alla sera, invece di gironzolare ognuno per i cavoli suoi, si ritrovavano tutti per giocare attraverso delle animazioni; nel tempo fu eletto caposquadra, fu un vero e proprio calvario, adesso era lui a doversi occupare di creare dei nuovi giochi; lui che non sapeva divertirsi. A questa persona piaceva pescare, ma in questo paese non si poteva fare e quindi, nel tempo libero, si ritrovò a correre dietro ad un pallone con un gruppo di squinternati come lui. Il tempo passò, tanto tempo e tanti cambiamenti avvennero; si rese finalmente conto che la felicità non era nelle “polveri magiche”, non era il paese in cui si trovava, ne in quello che stava facendo insieme ad altri. La felicità risiede dentro di noi, bisogna solo lasciarla uscire. Quindi riprese il suo zaino e ci mise dentro, le regole, i giochi, gli amici, il ricordo del sindaco e degli impiegati comunali e ripartì con la consapevolezza che in tutto quello che può succedere nella vita, LA DIFFERENZA POSSIAMO FARLA SOLO NOI STESSI.” Un sincero abbraccio a tutti, con affetto Stefano

V come valori Da “Non oltrepassiamo la linea gialla”: V come Valori

10

Per crescere ragazzi positivi per se stessi e per la collettività bisogna trasmettere valori forti e positivi, non indottrinare. Né avallare comportamenti di facciata, soprattutto se siano senza coerenza e senza principi. Intendiamo valori laici e universali. Molti valori sono semplicemente comportamenti radicati che facilitano la convivenza civile. Ad esempio, “se sono comprensivo e generoso con i deboli, forse non diventerò ricco e famoso ma sarò utile a qualcuno e mi sentirò intimamente contento di me”. Noi adulti dobbiamo essere di aiuto e supporto ai giovani nel diventare più umanamente "produttivi", produttivi di comportamenti collettivi che facciano progredire la nostra specie. Educare i nostri figli significa cioè farli diventare mentalmente e moralmente più evoluti di noi.


DALLA RETE DIANOVA Dianova PORTOGALLO: MOCKTAIL iniziativa di PREVENZIONE DROGHE e ALCOL Annualmente, Dianova Portogallo, organizza l’iniziativa “Mocktail”. Il 3 e 4 maggio Dianova Portogallo ha organizzato la quinta edizione dell’iniziativa “Mocktail”. L’evento, dedicato alla prevenzione delle dipendenze e alla promozione del divertimento sano e consapevole, è stata organizzato con la collaborazione di 35 enti regionali e nazionali. L’edizione del 2013 si è conclusa a Torre Vedras, dove ha sede la Comunità Terapeutica di Dianova Portogallo, con un concerto di solidarietà di uno dei più famosi musicisti portoghesi, Pedro Abrunhosa & Comité Caviar. L'iniziativa “Mocktail” ha come obiettivo la sensibilizzazione dei giovani sulle conseguenze del consumo di droga e dell'abuso di alcol, soprattutto quando si è alla guida. Nelle precedenti edizioni dell’evento, gli operatori e i volontari di Dianova Portogallo sono riusciti a coinvolgere più di 13.000 persone; dato che è stato oggetto di una presentazione alla La locandina dell’evento 55a sessione della Commissione delle Nazioni Unite sugli stupefacenti, svoltasi a Vienna. La quinta edizione dell'iniziativa “Mocktail” è stata avviata a fine aprile con interventi di prevenzione nelle scuole condotti dall’équipe terapeutica di Dianova Portogallo. Venerdì 3 maggio si è tenuta un’altra iniziativa di prevenzione nella citta di Torres Vedras, mentre sabato Sabato 4 maggio il famoso artista portoghese Pedro Abrunhosa & Comité Caviar si è esibito in un concerto di solidarietà per promuovere i progetti educativi di Dianova Portogallo a favore del territorio. I volontari che hanno collaborato all’evento

LE NOSTRE SEDI Sede Legale e Amministrativa Viale Forlanini, 121 - 20024 Garbagnate Milanese (Mi) Tel. 02.99022033 - Fax 02.99022452 - contabile@dianova.it

Comunità Terapeutiche Comunità di Cozzo Cascina la Cascinazza - 27030 Cozzo (Pv) Tel. 0384.74737 - Fax 0384.74747 - cozzo@dianova.it

Ufficio comunicazione Villa Teresina snc - 13034 Desana (Vc) Tel. 0161.240950 - info@dianova.it

Comunità di Garbagnate Milanese Viale Forlanini, 121 - 20024 Garbagnate Milanese (Mi) Tel. 02.99026314 - Fax 02.99592101 - garbagnate@dianova.it

Accreditata presso la Regione Lombardia DGR VIII/N° 010159 del 16.09.2009

Accreditata presso la Regione Lombardia DGR N° 1993 del 13.07.2011

Centri di Ascolto Centro di Ascolto Pier Francesco Aretusa Via Pietro Calvi, 29 - 20129 Milano Tel/fax 02.39523102 - info@dianova.it

Comunità di Montefiore dell’Aso Contrada Mennocchia, 149 - 63062 Montefiore dell’Aso (Ap) Tel./fax 0734.938450 - montefioredellaso@dianova.it Accreditata presso la Regione Marche DGR N° 205 del 09.10.2003

Comunità di Ortacesus Loc. Gutturu Turri - 09040 Ortacesus (Ca) Tel./fax 070.9804080 - ortacesus@dianova.it Accreditata presso la Regione Sardegna con determina N° 198 del 27.02.2012

Centro di Ascolto di Napoli Tel./fax 081.8040785 - centroascolto.pozzuoli@dianova.it

Comunità di Palombara Sabina Località Salvia - 00018 Palombara Sabina (Rm) Tel./fax 0774.66809 - palombara@dianova.it Accreditamento provv. Regione Lazio con determina N° 2409 del 04.08.2006


CHI SIAMO Dianova è un’associazione Onlus, nata in Italia nel 1984, sviluppa programmi e progetti innovativi negli ambiti della prevenzione e del trattamento delle tossicodipendenze, dell’educazione, della gioventù e nelle aree di sviluppo socio-comunitario. Dianova Italia aderisce a Dianova International, un network presente in 11 paesi del mondo, "membro consulente speciale" per l’ONU in materia di educazione, giovani e tossicodipendenze e con "Statuto Consultivo" dell’UNESCO.” “Dianova basa la sua azione nella convinzione che, con l'aiuto adeguato, ogni persona può trovare in se stessa le risorse necessarie per il proprio sviluppo personale e l'integrazione sociale”

DIANOVA RINGRAZIA Padre Marino (Convento Fontecolombo Rieti), Don Vito (Fonte Nuova), Padre Orante (Santuario S. Giuseppe Rieti), Mons. Ivano Valagussa (Gallarate), Don Luciano (Paderno Dugnano), Madre Annalisa (Monza), Madre Giovanna (Erba), Don Francesco (Limbiate), Suor Maria (Castellanza), Don Mario (Capodolicino), Don Giacomo (Paderno Dugnano), Madre Angela (Vertemate con Minoprio), Don Claudio (Garbagnate Mil.se), Paolo Vintani (Federfarma Lombardia), Andrea Calvi (Caronno Pertusella), Rotary Brughiera, Mons. Piero Cresseri (Sesto S. Giovanni), FOM (Caritas Milano), Liceo Donatelli Pascal (Milano), Istituto Banfi (Vimercate), Istituto Salesiani (Milano), Oratorio S. Martino (Bollate), Istituto Sacro Monte (Varese), Zapi spa, Cargill srl, Nutrition Animal, Garlando spa, Biolchim spa, Miele Italia srl, Beta Utensili spa, Siggi Group spa, Duravit Italia srl, Pizzolotto spa, Tirsi srl, Mapei spa, Index spa, Kellogg Italia spa, Rodolfi Mansueto spa, Performance Lighting spa, Castaldi Lighting srl, Parrocchia San Pancrazio (Roma), Diocesi di Fermo, Diocesi di Ancona, Diocesi Poggio Mirteto, Parrocchia Santa Maria Assunta (Otricoli), Parrocchia Santa Maria Assunta (Scandriglia), Suore Apostolato Cattolico (Roma), Istituto Maestre Pie Venerine (Viterbo), Monastero Santa Chiara (Osimo)

SEGUICI SUI SOCIAL

ABBIAMO BISOGNO DEL TUO AIUTO! Per portare avanti le nostre attività abbiamo bisogno anche della generosità di privati e di aziende. Ci sono diversi modi per aiutarci, puoi: • effettuare una donazione in denaro libera o finalizzata ad un progetto, tramite: - c/c postale, utilizzando il bollettino allegato al notiziario (ccp n. 13546239) - c/c Bancario - Banca Prossima SPA - fil. Milano IBAN IT 57L0335901600100000008274 • promuovere l’attività di prevenzione e sensibilizzazione parlandone ai tuoi amici e presentandoci persone interessate a diventare sostenitori • ospitarci nell’ambito di Sante Messe, eventi e incontri con i giovani per offrire la nostra esperienza Ogni donazione a favore di Dianova Onlus gode di benefici fiscali in base all’art. 13 del D.Lgs. 460/97 e alla L.80/05. Per questo è necessario conservare la ricevuta di versamento. Per avere maggiori informazioni sui progetti e sui relativi costi è possibile contattare l’ufficio comunicazione allo 0161.240950 o alla e-mail: info@dianova.it

RICHIEDI I NOSTRI MANUALI! Puoi richiedere i nostri manuali con una donazione di € 10/15 (più € 6 di spese postali). Informazioni per ordinarlo sul nostro sito www.dianova.it o inviandoci una e-mail a: info@dianova.it

IL TUO 5x1000 A FAVORE DEI

GIOVANI C.F. 97033640158

FACEBOOK

TWITTER

YOUTUBE

Newsletter semestrale dell’Associazione Dianova Onlus Redazione e coordinamento editoriale: Viale Forlanini, 121 - 20024 Garbagnate Mil.se (Mi) e-mail: info@dianova.it Direttore responsabile MAURO LUCCARDINI Comitato Redazione OMBRETTA GARAVAGLIA, VLADIMIRO TORRESANI Foto ARCHIVIO DIANOVA Stampa e fotolito A.G.BELLAVITE SRL Via I Maggio, 41 Missaglia (LC) Tel.: 039.9200686.3 Fax: 039.9200688 Registrazione Tribunale di Milano al n° 693 del 19 ottobre 1998. Dianova News viene pubblicata esclusivamente per l’informazione sulla tossicodipendenza, l’Aids e le relative problematiche sociali, e per divulgare le iniziative dell’Associazione Dianova Onlus. Si evidenzia in maniera esplicita che trattasi di EDIZIONE FUORI COMMMERCIO di cui è VIETATA LA VENDITA. Informativa ai sensi del D. Lgs 196/03. Impegno di riservatezza. Dianova, titolare del trattamento, informa che i dati forniti saranno trattati manualmente ed elettronicamente, nel rispetto della massima riservatezza, per l’invio della presente pubblicazione semestrale nonché per promuovere e far conoscere le iniziative di Dianova. I dati forniti non saranno né comunicati né diffusi. Ai sensi del D. Lgs 196/03 è possibile esercitare i relativi diritti fra cui consultare, modificare e cancellare i dati scrivendo al responsabile dati - Dianova - Villa Teresina- S. S. per Trino, s/nc - 13034 - Desana (Vc).

Dianova news è stampata su carta riciclata al 100% prodotta senza sbiancanti e senza coloranti; per realizzarla non è stato necessario abbattere nessun albero.

Dianews 34  
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you