Issuu on Google+


2

altro turismo


altro turismo - EDITORIALE

Altro turismo il social magazine Raccontare, promuovere, rappresentare un territorio cercando di dare voce alle passioni, interessi, sogni ed eventi, stimolando l voglia di viaggiare per conoscere culture, gastronomie, attività che spesso disconosciamo e che rappresentatono il vero punto di partenza e distintivo della Calabria. Questo è l’obiettivo con il quale siamo nati con Calabria in festa circa 10 anni fa e ancora adesso a distanza di circa dieci anni ci anima, ma con una maturità ed unesperienza in grado di pensare ad un progetto più ambizioso. Dare vita ad un social magazine cioè ad uno strumento che coinvolga varie comunità con interessi e peculiarità diverse tutte protese verso una meta comune, contribuire nel trasferiemnto delle conoscenze. utilizzeremo per far questo sia gli strumenti tradizionali o antichi (la carta) ma sopratutto le nuove tecnologie. Intenet ele sue evoluzioni possono rappresentare un veicolo fantastico sempre che ci siano delle strutture che veicolano contenuti affidabili. La nostra maturità è proprio questa essere affidabili volendo diventare il punto di riferimento per quanti vogliano veramente fare turismo in questa regione spesso banalizzata e conosciuta superficialmente. Per fare questo abbiamo deciso non solo di mettere in campo tutta la nostra conoscenza ma di coinvolgere studiosi e appasionati e alcune tra le più importanti associazioni dal Club Alpino Italiano a Slow Food, dall’Unpli calabria, A gruppi archeologici, dalle residenze teatrali, ald associazioni culturali, dalla confartigianato alla confcommercio e a questi aggiungere altre comunità di interesse perchè seppure sa una frase scontata per noi l’unione fa ancora la forza.

altro turismo

3


SMSocialmagazine

AltroTurismo

La provincia accessibile

pag.12

Sommario


SMSocialmagazine

Sommario


easy tourism il piacere di viaggiare senza Barriere

a i c n i v o r P La a z n e s o C i d e l i b i s s e c c a

in questo numero

>

Altomonte N e l C e n t ro S t o ri c o Senza B a rri e re

>

S l ow t re k k i n g N e l p a rc o della SiLA


AltroTurismo

Slow trekking Nel Parco nazionale della Sila

Accessibilità

spagnolo: è la capitale e più grande città della Spagna. La popolazione della città è circa 3,3 milioni di abitanti (al dicembre 2009)[1], ma la popolazione intera dell’area metropolitana (area urbana e periferia) è calcolata in quasi 6,5 milioni. Si tratta del terzo comune più popoloso nell’Unione Europea, dopo Londra e Berlino, e la sua area metropolitana è la terza più popolosa dell’Unione Europea dopo Parigi e Londra.[2][3][4][5]


Madrid (pronuncia corrente in italiano: madrid;

in spagnolo: è la capitale e più grande città della Spagna. La popolazione della città è circa 3,3 milioni di abitanti (al dicembre 2009)[1], ma la popolazione intera dell’area metropolitana (area urbana e periferia) è calcolata in quasi 6,5 milioni. Si tratta del terzo comune più popoloso nell’Unione Europea, dopo Londra e Berlino, e la sua area metropolitana è la terza più popolosa dell’Unione Europea dopo Parigi e Londra.[2] [3][4][5] La città si estende su un totale di 698 km²[6]. La conurbazione di Madrid è la terza col maggiore PIL[7] nell’Unione Europea e la sua influenza nella politica, nell’educazione, nell’intrattenimento, nella moda, nella scienza e nelle arti La popolacontribuisce al suo status zione intedi una delle principali città ra dell’area metropoliglobali del mondo.[8][9] tana (area Grazie al suo rendimento urbana e economico, all’elevato periferia) è standard di vita e alle dicalcolata in mensioni del suo mercato, quasi 6,5 Madrid è considerata il maggiore centro finanziario del Sud Europa e della Penisola Iberica; ospita le direzioni della grande maggioranza delle più importanti società spagnole. Madrid è la città più turistica della Spagna, la quarta più turistica del continente[10], ed è la decima città più vivibile al mondo secondo la rivista Mo-

Madrid (pronuncia corrente in italiano: madrid; in spagnolo: è

la

capitale e più grande città della

Spagna. La popolazione della città è circa 3,3 milioni di abitanti (al dicembre 2009)[1], ma la popolazione intera dell’area metropolitana (area urbana e periferia) è calcolata in quasi 6,5 milioni. Si tratta del terzo comune più popoloso

nell’Unione Europea, dopo Londra e Berlino, e la sua area metropolitana è la terza più popolosa dell’Unione Europea dopo Parigi e Londra.[2] [3][4][5] La città si estende su un totale di 698 km²[6]. La conurbazione di Madrid è la terza col maggiore PIL[7] nell’Unione Europea e la sua influenza nella politica, nell’educazione, nell’intrattenimento, nella moda, nella scienza e nelle arti contribuisce al suo status di una delle principali


AltroTurismo Il turismo accessibile

nella Provincia di Cosenza

Madrid (pronuncia corrente in italiano: madrid; in spagnolo: è la capitale e più grande città della Spagna. La popolazione della città è circa 3,3 milioni di abitanti (al dicembre 2009)[1], ma la popolazione intera dell’area metropolitana (area urbana e periferia) è calcolata in quasi 6,5 milioni. Si tratta del terzo comune più popoloso nell’Unione Europea, dopo Londra e Berlino, e la sua area metropolitana è la terza più popolosa dell’Unione Europea dopo Parigi e Londra.[2] [3][4][5] La città si estende su un totale di 698 km²[6]. La conurbazione di Madrid è la terza col maggiore PIL[7] nell’Unione Europea e la sua influenza nella politica, nell’educazione, nell’intrattenimento, nella moda, nella scienza e nelle arti La popolacontribuisce al suo status zione intedi una delle principali città ra dell’area metropoliglobali del mondo.[8][9] tana (area Grazie al suo rendimento urbana e economico, all’elevato periferia) è standard di vita e alle dicalcolata in mensioni del suo mercato, quasi 6,5 Madrid è considerata il maggiore centro finanziario del Sud Europa e della Penisola Iberica; ospita le direzioni della grande maggioranza delle più importanti società spagnole. Madrid è la città più turistica della Spagna, la quarta più turistica del continente[10], ed è la decima città più vivibile al mondo secondo la rivista Monocle, nel suo indice di 2.010.[11][12] Madrid era anche tra le 12 città europee più verdi nel 2010[13]. La città è situata sul fiume Manzanarre, nel centro del paese è la Comunità di Madrid (che comprende la città di Madrid, il suo agglomera-


Il turismo accessibile nella Provincia di Cosenza Madrid (pronuncia corrente in italiano: madrid; in spagnolo: è la capitale e più grande città della Spagna. La popolazione della città è circa 3,3 milioni di abitanti (al dicembre 2009)[1], ma la popolazione intera dell’area metropolitana (area urbana e periferia) è calcolata in quasi 6,5 milioni. Si tratta del terzo comune più popoloso nell’Unione Europea, dopo Londra e Berlino, e la sua area metropolitana è la terza più popolosa dell’Unione Europea dopo Parigi e Londra.[2][3][4] [5] La città si estende su un totale di 698 km²[6]. La conurbazione di Madrid è la terza col maggiore PIL[7] nell’Unione Europea e la sua influenza nella politica, nell’educazione, nell’intrattenimento, nella moda, nella scienza e nelle arti contribuisce al suo status di una delle principali città globali del mondo.[8][9] Grazie al suo rendimento economico, all’elevato standard di vita e alle dimensioni del suo mercato, Madrid è considerata il maggiore centro finanziario del Sud Europa e della Penisola Iberica; ospita le direzioni della grande maggioranza delle più importanti società spagnole. Madrid è la città più turistica

Il turismo accessibile nella Provincia di Cosenza Madrid (pronuncia corrente in italiano: madrid; in spagnolo: è la capitale e più grande città della Spagna. La popolazione della città è circa 3,3 milioni di abitanti (al dicembre 2009)[1], ma la popolazione intera dell’area metropolitana (area urbana e periferia) è calcolata in quasi 6,5 milioni. Si tratta del terzo comune più popoloso nell’Unione Europea, dopo Londra e Berlino, e la sua area metropolitana è la terza più popolosa dell’Unione Europea dopo Parigi e Londra.[2][3][4] [5] La città si estende su un totale di 698 km²[6]. La conurbazione di Madrid è la terza col maggiore PIL[7] nell’Unione Europea e la sua influenza nella politica, nell’educazione, nell’intrattenimento, nella moda, nella scienza


Che il periodo superomistico non si esaurisce rapidamente come altri momenti ma abbraccia la totalità della produzione posteriore del Nostro (compresa quella notturna), che a questo periodo appartengono, accanto ad operedefinitivamente condannate, alcune opere che fa critica, concordemente, è portata a salvare, anzi ad ammirare, che il superuomo non nasce isolato ma all’interno di un movimento che comprende le due riviste più importanti degli ultimi anni

Che il periodo superomistico non si esaurisce rapidamente come altri momenti ma abbraccia la totalità della produzione posteriore del Nostro (compresa quella notturna), che a questo periodo appartengono, accanto ad operedefinitivamente condannate, alcune opere che fa critica,

Che il periodo superomistico non si esaurisce rapidamente come altri momenti ma abbraccia la totalità della produzione posteriore del Nostro (compresa

Che il periodo superomistico non si esaurisce rapidamente come altri momenti ma abbraccia la totalità della produzione posteriore del Nostro (compresa quella notturna), che a questo periodo appartengono, accanto ad operedefinitivamente condannate, alcune opere che fa critica, concordemente, è portata a salvare, anzi ad ammirare, che il superuomo non nasce isolato ma all’interno di un movimento che comprende le due riviste più importanti degli ultimi anni del secolo, il “Convito” di Roma e “II Marzocco” di Firenze (nel periodo in cui veniva diretto da Angiolo Orvieto, s’intende), che esso corrisponde evidentemente ad orientamenti profondi dello spirito pubblico italiano del tempo e non a caso sorge in un momento di crisi acuta della società italiana, alla fine della

dittatura crispina2 e alla vigilia della sconfitta di Adua3. Dei vari elementi che concorrono a formare il superuomo è proprio quest’ultimo quello che maggiormente colpisce un articolo. isolato ma all’interno

di un movimento che comprende le due riviste più importanti degli ultimi anni del secolo, il “Convito” di Roma e “II Marzocco” di Firenze (nel periodo in cui veniva diretto da Angiolo Orvieto, s’intende), che esso corrisponde evidentemente ad


In questo numero

News dalle proloco

I riti del Sangue a Nocera

Il carnevale ad Alessandria del carretto

Stilo le cucciadre

Aspettando l’unesco la varia di palmi le varette di cittanova


eventi

vattienti a verbicaro

Manchiamo da tanti anni nell’Argentino dove avevamo avuto il piacere di ammirare le più grosse trote fario nelle sue profonde pozze trasparenti. D’estate, con il gran caldo, salire sulle cime esposte al sole e prive di acqua non è sempre piacevole; anche andar per boschi con il verde monotono e fitto della vegetazione non ci dà le giuste

vallje

a mongrassano

Manchiamo da tanti anni nell’Argentino dove avevamo avuto il piacere di ammirare le più grosse trote fario nelle sue profonde pozze trasparenti. D’estate, con il gran caldo, salire sulle cime esposte al sole e prive di acqua non è sempre piacevole; anche andar per boschi con il verde monotono e fitto della vegetazione non ci dà le giuste

Affruntata a Vibo valentia

Manchiamo da tanti anni nell’Argentino dove avevamo avuto il piacere di ammirare le più grosse trote fario nelle sue profonde pozze trasparenti. D’estate, con il gran caldo, salire sulle cime esposte al sole e prive di acqua non è sempre piacevole; anche andar per boschi con il verde monotono e fitto della vegetazione non ci dà le giuste

14 www.smsocialmagazine/calabriainfesta.com


UNPLI Calabria

editoriale

Madonna di Polsi a verbicaro

Manchiamo da tanti anni nell’Argentino dove avevamo avuto il piacere di ammirare le più grosse trote fario nelle sue profonde pozze trasparenti. D’estate, con il gran caldo, salire sulle cime esposte al sole e prive di acqua non è sempre piacevole; anche andar per boschi con il verde monotono e fitto della vegetazione non ci dà le giuste

Madonna di Polsi a verbicaro

Manchiamo da tanti anni nell’Argentino dove avevamo avuto il piacere di ammirare le più grosse trote fario nelle sue profonde pozze trasparenti. D’estate, con il gran caldo, salire sulle cime esposte al sole e prive di acqua non è sempre piacevole; anche andar per boschi con il verde monotono e fitto della vegetazione non ci dà le giuste

Manchiamo da tanti anni nell’Argentino dove avevamo avuto il piacere di ammirare le più grosse trote fario nelle sue profonde pozze trasparenti. D’estate, con il gran caldo, salire sulle cime esposte al sole e prive di acqua non è sempre piacevole; anche andar per boschi con il verde monotono e fitto della vegetazione non ci dà le giuste soddisfazioni nel camminare al chiuso senza la possibilità di avvistare gli animali selvatici. Il fiume, già riserva naturale dal 1987, ci offre una straordinaria alternativa per la freschezza e trasparenza delle acque e la bellezza dei luoghi tra i più wildless del parco. Arriviamo ad Orsomarso dalla SS18 deviando verso l’interno all’altezza di Santa Maria del cedro, risalendo lungo il Lao. Il paese è uno dei tanti piccoli gioielli della provincia e da solo meriterebbe una visita, ben arroccato all’inizio della valle, con il centro storico pieno di vicoli e squarci piacevoli da scoprire. All’ingresso del paese imbocchiamo la strada che in breve ci porta sulla sterrata del fondovalle. Proseguiamo lungo il fiume per circa sei Km fino alla località Povera Mosca (316m) dove al termine della stradina parcheggiamo al rifugio ristorante ben gestito. Attraversiamo più volte il fiume ricco d’acqua su delle passarelle occasionali in attesa della riattivazione di nuovi ponticelli in via di costruzione.Dopo qualche centinaio di metri guadiamo il fiume a sinistra all’altezza di una carrareccia ben visibile e saliamo incrociando subito il sentiero 3 ben segnato che parte direttamente dalla sinistra del parcheggio. Attraversiamo vecchi coltivi e rari ruderi abbandonati incontrando una graziosa fontana improvvisata. Dopo una curva si staglia davanti in controluce l’incredibile sagoma di Castello Brancato mentre dall’alto ci saluta l’aquila da vera padrona di casa. Dopo circa due ore di faticosa salita lungo il fondovalle tra le rocce di castello Noceto e Brancato arriviamo in quota al rifugio (890m), deviando a sinistra per affacciarci dal crinale che domina l’intera valle. Il rifugio è ricco d’acqua e si può raggiungere in fuoristrada dall’alto, passando per colle Salviosa. Mangiamo all’ombra di un’area ben attrezzata, accompagnati dal rumore di un piccolo ruscello e dal verso Manchiamo da tanti anni nell’Argentino dove avevamo avuto il piacere di ammirare le più grosse trote fario nelle sue profonde pozze trasparenti. D’estate, con il gran caldo, salire sulle cime esposte al sole e prive di acqua non è sempre piacevole; anche andar per boschi con il verde monotono e fitto della vegetazione non ci dà le giuste soddisfazioni nel camminare al chiuso senza la possibilità di avvistare gli animali selvatici. Il fiume, già riserva naturale dal 1987, ci offre

15 www.smsocialmagazine/calabriainfesta.com


Va ri a reportage

Aspettando l’Unesco

La varia di PAlmi Il salone del gusto Il salone del gusto Il salone del gusto Il salone del gusto

16


UNPLI Calabria

WHY FORM Why form and the ridershy form and the ridershy form and the ridershy form and the ridershy form and the ridershy form and the ridershy form and the ridershy form and the ridershy form and the ridershy form and the ridershy form and the ridershy form and the ridershy form and the riders

Manchiamo da tanti anni nell’Argentino dove avevamo avuto il piacere di ammirare le più grosse trote fario nelle sue profonde pozze trasparenti. D’estate, con il gran caldo, salire sulle cime esposte al sole e prive di acqua non è sempre piacevole; anche andar per boschi con il verde monotono e fitto della vegetazione non ci dà le giuste soddisfazioni nel camminare al chiuso senza la possibilità di avvistare gli animali selvatici. Il fiume, già riserva naturale dal 1987, ci offre una straordinaria alternativa per la freschezza e trasparenza delle acque e la bellezza dei luoghi tra i più wildless del parco. Arriviamo ad Orsomarso dalla SS18 deviando verso l’interno all’altezza di Santa Maria del cedro, risalendo lungo il Lao. Il paese è uno dei tanti piccoli gioielli della provincia e da solo meriterebbe una visita, ben arroccato all’inizio della valle, con il centro storico pieno di vicoli e squarci piacevoli da scoprire. All’ingresso del paese imbocchiamo la strada che in breve ci porta sulla sterrata del fondovalle. Proseguiamo lungo il fiume per circa sei Km fino alla località Povera Mosca (316m) dove al termine della stradina parcheggiamo al rifugio ristorante ben gestito. Attraversiamo più volte il fiume ricco d’acqua su delle passarelle occasionali in attesa della riattivazione di nuovi ponticelli in via di costruzione. Dopo qualche centinaio di metri guadiamo il fiume a sinistra all’altezza di una carrareccia ben visibile e saliamo incrociando subito il sentiero 3 ben segnato che parte direttamente dalla sinistra del parcheggio. Attraversiamo vecchi coltivi e rari ruderi abbandonati incontrando una graziosa fontana improvvisata. Dopo una curva si

17


reportage

Puli cine l l e di Alessandria del Carretto

Aspettando l’Unesco

La varia di PAlmi Il salone del gusto Il salone del gusto Il salone del gusto Il salone del gusto

18


UNPLI Calabria

WHY FORM Why form and the ridershy form and the ridershy form and the ridershy form and the ridershy form and the ridershy form and the ridershy form and the ridershy form and the ridershy form and the ridershy form and the ridershy form and the ridershy form and the ridershy form and the riders

Manchiamo da tanti anni nell’Argentino dove avevamo avuto il piacere di ammirare le più grosse trote fario nelle sue profonde pozze trasparenti. D’estate, con il gran caldo, salire sulle cime esposte al sole e prive di acqua non è sempre piacevole; anche andar per boschi con il verde monotono e fitto della vegetazione non ci dà le giuste soddisfazioni nel camminare al chiuso senza la possibilità di avvistare gli animali selvatici. Il fiume, già riserva naturale dal 1987, ci offre una straordinaria alternativa per la freschezza e trasparenza delle acque e la bellezza dei luoghi tra i più wildless del parco. Arriviamo ad Orsomarso dalla SS18 deviando verso l’interno all’altezza di Santa Maria del cedro, risalendo lungo il Lao. Il paese è uno dei tanti piccoli gioielli della provincia e da solo meriterebbe una visita, ben arroccato all’inizio della valle, con il centro storico pieno di vicoli e squarci piacevoli da scoprire. All’ingresso del paese imbocchiamo la strada che in breve ci porta sulla sterrata del fondovalle. Proseguiamo lungo il fiume per circa sei Km fino alla località Povera Mosca (316m) dove al termine della stradina parcheggiamo al rifugio ristorante ben gestito. Attraversiamo più volte il fiume ricco d’acqua su delle passarelle occasionali in attesa della riattivazione di nuovi ponticelli in via di costruzione. Dopo qualche centinaio di metri guadiamo il fiume a sinistra all’altezza di una carrareccia ben visibile e saliamo incrociando subito il sentiero 3 ben segnato che parte direttamente dalla sinistra del parcheggio. Attraversiamo vecchi coltivi e rari ruderi abbandonati incontrando una graziosa fontana improvvisata. Dopo una curva si

19


reportage

bat tie nti di Verbicaro

La varia di PAlmi Il salone del gusto Il salone del gusto Il salone del gusto Il salone del gusto


WHY FORM Why form and the ridershy form and the ridershy form and the ridershy form and the ridershy form and the ridershy form and the ridershy form and the ridershy form and the ridershy form and the ridershy form and the ridershy form and the ridershy form and the ridershy form and the riders

Manchiamo da tanti anni nell’Argentino dove avevamo avuto il piacere di ammirare le più grosse trote fario nelle sue profonde pozze trasparenti. D’estate, con il gran caldo, salire sulle cime esposte al sole e prive di acqua non è sempre piacevole; anche andar per boschi con il verde monotono e fitto della vegetazione non ci dà le giuste soddisfazioni nel camminare al chiuso senza la possibilità di avvistare gli animali selvatici. Il fiume, già riserva naturale dal 1987, ci offre una straordinaria alternativa per la freschezza e trasparenza delle acque e la bellezza dei luoghi tra i più wildless del parco. Arriviamo ad Orsomarso dalla SS18 deviando verso l’interno all’altezza di Santa Maria del cedro, risalendo lungo il Lao. Il paese è uno dei tanti piccoli gioielli della provincia e da solo meriterebbe una visita, ben arroccato all’inizio della valle, con il centro storico pieno di vicoli e squarci piacevoli da scoprire. All’ingresso del paese imbocchiamo la strada che in breve ci porta sulla sterrata del fondovalle. Proseguiamo lungo il fiume per circa sei Km fino alla località Povera Mosca (316m) dove al termine della stradina parcheggiamo al rifugio ristorante ben gestito. Attraversiamo più volte il fiume ricco d’acqua su delle passarelle occasionali in attesa della riattivazione di nuovi ponticelli in via di costruzione. Dopo qualche centinaio di metri guadiamo il fiume a sinistra all’altezza di una carrareccia ben visibile e saliamo incrociando subito il sentiero 3 ben segnato che parte direttamente dalla sinistra del parcheggio. Attraversiamo vecchi coltivi e rari ruderi abbandonati incontrando una graziosa fontana improvvisata. Dopo una curva si


news dalle pro loco

italiano madrid spagnolo: è la capitale

e più grande città della Spagna. La popolazione della città è circa 3,3 milioni di abitanti (al dicembre 2009)[1], ma la popolazione intera dell’area metropolitana (area urbana e periferia) è calcolata in quasi 6,5 milioni. Si tratta del terzo comune più popoloso nell’Unione Europea, dopo Londra e Berlino, e la sua area metropolitana è la terza più popolosa dell’Unione Europea dopo Parigi e Londra.[2] [3][4][5] La città si estende su un totale di 698 km²[6]. La conurbazione di Madrid è la terza col maggiore PIL[7] nell’Unione Europea e la sua influenza nella politica, nell’educazione, nell’intrattenimento, nella moda, nella scienza e nelle arti contribuisce al suo status di una delle principali città globali del mondo.[8][9] Grazie al suo rendimento economico, all’elevato standard di vita e alle dimensioni del suo mercato, Madrid è considerata il maggiore centro finanziario del Sud Europa e della Penisola Iberica; ospita le direzioni della grande maggioranza delle più importanti società spagnole. Madrid è la città più turistica della Spagna, la quarta più turistica del continente[10], ed è la decima città più vivibile al mondo secondo la rivista Monocle, nel suo indice di 2.010.[11][12] Madrid era anche tra le 12 città europee più verdi nel 2010[13]. La città è situata sul fiume Manzanarre, nel centro del paese è

italiano madrid Madrid (pronuncia

italiano madrid Madrid (pronuncia

corrente in italiano: madrid; in spagnolo: è la capitale e più grande città della Spagna. La popolazione della città è circa 3,3 milioni di abitanti (al dicembre 2009)[1], ma la popolazione intera dell’area metropolitana (area urbana e perife

corrente in italiano: madrid; in spagnolo: è la capitale e più grande città della Spagna. La popolazione della città è circa 3,3 milioni di abitanti (al dicembre 2009)[1], ma la popolazione intera dell’area metropolitana (area urbana e perife

terzo comune più popoloso

terzo comune più popoloso

italiano madrid Si tratta del

Madrid (pronuncia corrente in italiai/) è la capitale e più grande città della Spagna Madrid (pronuncia corrente in italiano: madrid; in spagnolo: è la capitale e più grande città della Spagna. La popolazione della città è circa 3,3 milioni di abitanti (al dicembre 2009)[1], ma la popolazione intera dell’area metropolitana (area urbana e periferia) è calcolata in quasi 6,5 milioni. Si tratta del terzo comune più popoloso nell’Unione Europea, dopo Londra e Berlino, e la sua area metropolitana è la terza più popolosa dell’Unione Europea dopo Parigi e Londra.[2][3][4][5] La città si estende su

italiano madrid Si tratta del


do

in collaborazione con Slow Food Condotta Cosenza e Sila

mangiare buono pulito e giusto non è peccato...

direttore vicedirettore eccetera direttore vicedirettore eccetera direttore vicedirettore eccetera direttore vicedirettore eccetera direttore vicedirettore eccetera direttore vicedirettore eccetera direttore vicedirettore eccetera direttore vicedirettore eccetera direttore vicedirettore eccetera direttore vicedirettore eccetera direttore vicedirettore eccetera


DOC

di origine Calabrese

sommario

in questo numero

Comunicare e agire pag.4

Comunicare e agire pag.4

Comunicare e agire pag.4

Comunicare e agire pag.4

Comunicare e agire pag.4

Comunicare e agire pag.4


news & eventi

Slow Food

Calabria e Sila

Buono giusto e pulito ma molto meglio se è Di Origine Calabrese “DOC”

nsjjd dididioo dididioo jsjuiod pèè nsjjd dididioo jsjuiodpè è nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsj dididioo jsjuiodpèè nsjjd did jd idioo jsjuiod ididioo jsjuiod pèè nsjjd dididioo jsjuiodpè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsj è jd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd did dioo jsjuiodpèè nsjjd dididi ioo jsjuiodpèè nsjjd oo jsju iodpèè nsjjd dididioo jsjuiod nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsj pèè jd dididioo jsjuiodpèè nsjjd did idioo jsjuiodpèè nsjjd dididi jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsju oo io dpèè nsjjd dididioo jsju iodpèè nsjjd dididioo jsjuiod nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsj pèè jd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjui odpèè nsjjd dioo jsjui o dpèè nsjjd didid didiioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsju dpèè nsjjd dididioo jsjui od iopèè nsjjd dididioo jsjuiodpè è nsjj d dididioo jsjuiodpèè dididioo jsjuiodpèè nsjjd did nsjjd idioo jsjuiodp èè nsjjd jsjuiod dpèè nsjjd dididioo jsjuiodpè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsj è jd dididioo jsjuiodpèè nsjjd did idioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididi oo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsju dpèè nsjjd did idioo jsjuiod iopèèpèè nsjjd dididioo jsjuiod pèè nsjjd dididioo jsjuiodpè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsj è jd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd did jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsju idi oo iodpèè nsjjd dididioo jsjuiod pèè nsjjd dididioo jsjuiodpè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsj è jd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd did jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsju idi oo iodpèè nsjjd dididioo jsjuiod pèè nsjjd dididioo jsju iodpè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsj è jd dididioo jsjuiodpèè

editoriale


DOC

di origine Calabrese

news & eventi

Il presidio della lenticchia

L

a serie dei volumetti “Viaggio attraverso le ricette del Buon Ricordo” (cm. 10,5 x 14,5 -

pagine 264) prosegue anche nel 2011 con il tema dei primi piatti. Per ogni ristorante del Buon Ricordo viene descritta una ricetta di un primo piatto tipico del locale. Ricetta che non è la specialità del piatto del Buon Ricordo. Insieme alla preparazione della ricetta viene illustrata anche la tipicità degli ingredienti, la storia e la tradizione. Per ciascun ristorante è stata poi personalizzata una sopracopertina,

NEWSEVENTI

con all’interno una sommaria descri-

26 altro turismo

zione del locale.

E

’ disponibile presso i ristoranti del Buon Ricordo la guida 2011 che viene riproposta

nelle medesimi dimensioni dell’anno precedente, ma più corposa (96 pagine) e più completa nei contenuti. I ristoranti aderenti sono esposti 2 per pagina, si può notare il gradito ritorno delle foto descrittive dei locali e, in apertura di ogni regione, una vera cartina geografica con la loro localizza-

slow day a Catanzaro

zione. Ritorna anche una breve descrizione della specialità del Buon Ricordo ed è ovviamente sempre presente la foto del piatto che la descrive.


Slow Food

Calabria e Sila

NEWSEVENTI

news & eventi

INFORMAZIONI

Codice della Strada, l’uso del lampeggiante blu, è consentito ai conducenti degli autoveicoli adibiti a servizi di soccorso, di polizia, antincendio o di

Il salone del gusto e terra madre

L

e etichette del Vino della Pace

te ai Ristoranti del Buon Ricordo con

dal 1985 sono dipinte dai prota-

due pagine introduttive dedicate alla

gonisti dell’arte contemporanea.

presentazione del Buon Ricordo, la

Questo straordinario patrimonio icono-

sua nascita, i suoi obiettivi e la sua

grafico è raccolto in un magnifico libro:

evoluzione, a firma di uno dei tre

“Il Vino della Pace” - Edizioni Cantina

autori del libro, Alessandro Molinari

Produttori Cormòns - 2008, realizzato

Pradelli, autore di varie pubblicazioni

da Luciano Caprile, Alessandro Molinari

di enogastronomia. In queste pagine

Pradelli e Paolo Menon.

sono presenti tutti i Ristoranti del Buon

Il volume è di grande dimensioni

Ricordo 2009, due per pagina, con

e di forte impatto comunicativo ed è

delle bellissime immagini dei piatti che

composto da 320 pagine tutte a colori.

descrivono le relative specialità.

Ma non è tutto: il libro ha un intero

Insomma il meglio della viticoltura e

capitolo di ben 65 pagine dedica-

della gastronomia italiana unito in un

altro turismo

27


DOC

di origine Calabrese

borghi & luoghi slow in Calabria

Canna nell’Alto Jonio tradizione, passione, genuinità

di Fausta Comite

P

er il Basso Ferrarese, e per Comacchio in particolare, l’anguilla non è solo un prelibato primo attore in cucina ma è soprattutto un importante fattore economico e sociale, perché è proprio in questo paesaggio di ampi specchi vallivi, oggi ridotti dagli imponenti inter-

venti di bonifica, che l’anguilla trova da secoli il suo rifugio. In questo ambiente umido, un tempo ostile alle genti che vi abitano, l’anguilla è divenuta la principale fonte di sostentamento, capace di creare sviluppo economico e ricchezze. A lungo contesa da vallanti e fiocinini, difesa dai profondi cambiamen-

A lungo contesa da vallanti e fiocinini, difesa dai profondi cambiamenti ambientali, l’anguilla continua ad essere pescata seguendo tecniche antiche che sfruttano le maree autunnali e il naturale

ti ambientali, l’anguilla continua ad essere pescata seguendo tecniche antiche che sfruttano le maree autunnali e il naturale richiamo ch’esse esercitano sulle anguille mature. Puntando verso il mare, a centinaia esse finiscono chiuse nei “lavorieri”, sistemi di cattura un tempo di canne e oggi perfezionati con nuo-


borghi & luoghi slow in Calabria

vi materiali da cui sono prelevate per essere selezionate e conservate dapprima vive in vasche o in grossi cesti immersi (le bòlaghe), quindi tagliate, arrostite e immerse in salamoia di aceto e sale per essere confezionate e commercializzate. Da una lavorazione artigianale con lunghi spiedi di anguille messi ad arrostire di fronte ad enormi camini, si è passati oggi ad un livello industriale con tecniche più consone alle esigenze dell’ampio mercato a cui il pesce viene destinato. L’anguilla resta comunque una

specialità tipica comacchiese, da gustare in innumerevoli modi, soprattutto durante le festività natalizie: dal delicato risotto al brodetto d’anguilla a bec d’asan (a becco d’asino) accompagnato da polenta abbrustolita. Tra i 48 differenti piatti di anguilla, codificati nella rdi sostentamento, capace di creare sviluppo economico e ricchezze. A lungo contesa da vallanti e fiocinini, difesa dai profondi cambiamenti ambientali, l’anguilla continua ad essere pescata seguendo tecniche antiche che sfruttano le maree au-

Slow Food

Calabria e Sila

tunnali e il naturale richiamo ch’esse esercitano sulle anguille mature. Puntando verso il mare, a centinaia esse finiscono chiuse nei “lavorieri”, sistemi di cattura un tempo di canne e oggi perfezionati con nuovi materiali da cui sono prelevate per essere selezionate e conservate dapprima vive in vasche o in grossi cesti immersi (le bòlaghe), quindi tagliate, arrostite e immerse in salamoia di aceto e sale per essere confezionate e commercializzate. Da una lavorazione artigianale con lunghi spiedi di anguille messi ad


DOC

di origine Calabrese

borghi & luoghi slow in Calabria

Da una lavorazione artigianale con lunghi spiedi di anguille messi ad arrostire di fronte ad enormi camini, si è passati oggi ad un livello industriale con tecniche più consone alle esigenze dell’ampio mercato a cui il pesce viene destinato.

arrostire di fronte ad enormi camini, si è passati oggi ad un livello industriale con tecniche più consone alle esigenze dell’ampio mercato a cui il pesce viene destinato. L’anguilla resta comunque una specialità tipica comacchiese, da gustare in innumerevoli modi, soprattutto durante le festività natalizie: dal delicato risotto al brodetto d’anguilla a bec d’asan (a becco d’asino) accompagnato da polenta abbrustolita. Tra i 48 differenti piatti di anguilla, codificati nella regione, non mancano persino egione, non mancano persino alle

da non perdere

L’anguilla, una volta fissata su un’asse di legno con il punteruolo, si apre e dopo aver sollevata la lisca, viene ripulita dalle

interiora e lavata con cura. Si praticano poi alcuni tagli laterali, in modo da poter estrarre la polpa. La pelle, la lisca e la testa rimaste, vengono messe a bollire in una pentola d’acqua con sedano, carota e cipolla sino a ottenere un brodo che va opportunamente schiumato. In una teglia a parte si fa soffriggere la cipolla con il lardo, aggiungendovi un po’ di brodo ottenuto dalla bollitura di pelle e lisca, dopodiché si introduce la polpa sminuzzata sino a cot-

esigenze dell’ampio mercato a cui il pesce viene destinato. L’anguilla resta comunque una specialità tipica comacchiese, da gustare in innumerevoli modi, soprattutto durante le festività natalizie: dal delicato risotto al brodetto d’anguilla a bec d’asan (a becco d’asino) accompagnato da polenta abbrustolita. Tra i 48 differenti piatti di anguilla, codificati nella regione, non mancano persino egione, non mancano persino alle esigenze dell’ampio mercato a cui il pesce viene destinato. L’anguilla resta comunque una tura avvenuta. A questo punto si versa il riso, seguito dal brodo, quanto necessita, per far sì che non addensi più del dovuto, mescolando costantemente e aggiungendovi un pizzico di sale.Per conferire un più vivo colore al risotto, che altrimenti risulterebbe oltremodo chiaro, si aggiunge un cucchiaino di concentrato di conserva (c’è chi invece ne fa a meno). A parte si grattugiano i due formaggi insieme alla noce moscata.Allorché il risotto è quasi


andando per osterie, ristoranti, cantine...

Slow Food

Calabria e Sila

Ristorante Rossibianchi Altomonte (CS) tradizione, passione, genuinità

in compagnia della famiglia Barbieri in compagnia della famiglia Barbieri in compagnia della famiglia Barbieri in compagnia della famiglia Barbieri in compagnia della famiglia Barbieri

L

’apprendista’ (1977), ‘Macchina maccheronica’ (1980). In seguito ha collaborato con il compositore Luca Francesconi (per il quale haredatto due libretti d’opera, ‘Scene’ e ‘Ballata’, oltre che il radiodramma ‘In ostaggio’ ed il ciclo ‘Radio-lied’, affidato a Moni Ovadia), con il fotografo Giovanni Chiaramonte e con i videoartisti di Studio Azzurro. E’ autore di saggi e interventi critici sulla musica (‘Scrivere con la voce. Canzone, rock e poesia’, 2003) e sulla letteratura (‘La poesia è un fischio. Saggi 1986 – 2006, 2007), oltre che di un romanzo breve (‘La vera storia di Boy Bantàm raccontata dal suo scopritore, il professor Amos Merli’, 2007). Ha pubblicato numerose raccolte poetiche, fra cui: ‘Case’ (S. Marco dei Giustiniani, 1986), testo confluito poi in ‘Esempi’ (Marcos y marcos, 1992), quindi ‘Chiarimenti’ (Marcos y Marcos, 1995), la plaquette ‘Parlare al muro’ (Marcos y Marcos, con immagini del pittore Marco Petrus, 1996), ‘La bella vista’ (Marcos y Marcos, 2002),

sino a ‘Voi’ (Mondadori, collana ‘Lo specchio’, 2009). Tradotto in varie lingue, ai suoi testi sono dedicate un’antologia in inglese (Terminus, Dublino, 1998) ed una in serbo (Govoriti zidu, Belgrado, 2001). L’ultimo suo poemetto in versi ‘Voi’ (Mondadori, 2009), è un particolarissimo monologo dove il protagonista e soggetto narrante è come pervaso da un’ossessione: quella del confronto con la realtà esterna degli umani, con la pluralità totale di ciò che non è il suo. Non sarà certo “l’ultimo” suo lavoro nel senso conclusivo di un percorso in cui la relazione tra il soggetto e l’esterno è segnata da un’infinita mancanza che – se

Box informazioni

jahuqefagi gga lo ndhey ndgg ttg bsgdf nnc jahuqefagi gga lo ndhey ndgg ttg bsgdf nnc jahuqefagi gga lo ndhey ndgg ttg bsgdf nnc jahuqefagi gga lo ndhey ndgg ttg bsgdf nnc jahuqefagi gga lo ndhey ndgg ttg bsgdf nnc


DOC

di origine Calabrese

distinguiti non estinguerli

i Siccatielli

di Altomonte tradizione, passione, genuinità

Bene. Anzi male. Malissimo, perché adesso il cult del momento è rappresentato dall’auto, meglio se di colore grigio topo, con il lampegg . Bene. Anzi male. Malissimo, perché adesso il cult del momento è rappresentato dall’auto, meglio se di colore grigio topo, con il lampegg

‘L’apprendista’ (1977), ‘Macchina maccheronica’ (1980). In seguito ha collaborato con il compositore Luca Francesconi (per il quale haredatto due libretti d’opera, ‘Scene’ e ‘Ballata’, oltre che il radiodramma ‘In ostaggio’ ed il ciclo ‘Radio-lied’, affidato a Moni Ovadia), con il fotografo Giovanni Chiaramonte e con i videoartisti di Studio Azzurro. E’ autore di saggi e interventi critici sulla musica (‘Scrivere con la voce. Canzone, rock e poesia’, 2003) e sulla letteratura (‘La poesia è un fischio. Saggi 1986 – 2006, 2007), oltre che di un romanzo breve (‘La vera storia di Boy Bantàm raccontata dal suo scopritore, il professor Amos Merli’, 2007). Ha pubblicato numerose raccolte poetiche, fra cui: ‘Case’ (S. Marco dei Giustiniani, 1986), testo confluito poi in ‘Esempi’ (Marcos y marcos, 1992), quindi ‘Chiarimenti’ (Marcos y Marcos, 1995), la plaquette ‘Parlare al muro’ (Marcos y Marcos, con immagini del pittore Marco Petrus, 1996), ‘La bella vista’ (Marcos y Marcos, 2002), sino a ‘Voi’ (Mondadori, collana ‘Lo specchio’, 2009). Tradotto in varie lingue, ai suoi testi sono dedicate un’antologia in inglese (Terminus, Dublino, 1998) ed una in serbo (Govoriti zidu, Belgrado, 2001). L’ultimo suo poemetto in versi ‘Voi’ (Mondadori, 2009), è un particolarissimo monologo dove il protagonista e soggetto narrante è come pervaso da un’ossessione: quella del confronto con la realtà esterna degli umani, con la pluralità totale di ciò che non è il suo. Non sarà certo “l’ultimo” suo lavoro nel senso conclusivo di un percorso in cui la relazione tra il soggetto e l’esterno è segnata da un’infinita mancanza che – se è un particolarissimo


prodotti della tradizione

monologo dove il protagonista e soggetto narrante è come pervaso da un’ossessione: quella del confronto con la realtà esterna degli umani, con la pluralità totale di ciò che non è il suo. Non sarà certo “l’ultimo” suo lavoro nel senso conclusivo di un percorso in cui la relazione tra il soggetto e l’esterno è segnata da un’infinita mancanza che – se è un particolarissimo monologo dove il protagonista e soggetto narrante è come pervaso da un’ossessione: quella del confronto con la realtà esterna degli umani, con la pluralità totale di ciò che non è il suo. Non sarà certo “l’ultimo” suo lavoro nel senso conclusivo di un percorso in cui la relazione tra il soggetto e l’esterno è segnata da un’infinita mancanza che – se è un particolarissimo monologo dove il protagonista e soggetto narrante è come pervaso da un’ossessione: quella del confronto con la realtà esterna degli umani, con la pluralità totale di ciò che non è il suo. Non sarà certo “l’ultimo” suo lavoro nel senso conclusivo di un percorso in cui la relazione tra il soggetto e l’esterno è segnata da un’infinita mancanza che – se ‘L’apprendista’ (1977), ‘Macchina maccheronica’ (1980). In seguito ha collaborato con il compositore Luca Francesconi (per il quale haredatto due libretti d’opera, ‘Scene’ e ‘Ballata’, oltre che il radiodramma ‘In ostaggio’ ed il ciclo ‘Radio-lied’, affidato a Moni Ovadia), con il fotografo Giovanni Chiaramonte e con i videoartisti di Studio Azzurro. E’ autore di saggi e interventi critici sulla musica (‘Scrivere con la voce. Canzone, rock e poesia’, 2003) e sulla letteratura (‘La poesia è un fischio. Saggi 1986 – 2006, 2007), oltre che di un romanzo breve (‘La vera storia di Boy Bantàm

Slow Food

Calabria e Sila

INFORMAZIONI

Codice della Strada, l’uso del lampeggiante blu, è consentito ai conducenti degli autoveicoli adibiti a servizi di soccorso, di polizia, antincendio o di


DOC

di origine Calabrese

storie, interviste, personaggi

Vivere Slow per non perdere tempo tradizione, passione, genuinità

Bene. Anzi male. Malissimo, perché adesso il cult del momento è rappresenI FURBETTI...COL LAMPEGGIANTE BLU C’è una classifica in cui l’Italia stravince su tutti gli altri paesi del mondo, è quella delle auto blu in circolazione. Chi non ha un auto blu, con tanto di autista, è uno sfigato. Bene. Anzi male. Malissimo, perché adesso il cult del momento è rappresentato dall’auto, meglio se di colore grigio topo, con il lampeggiante blu. É la tendenza, un must, come si dice. Si è ossequiati e riveriti, non si è tenuti ad osservare gli obblighi, i divieti e le limitazioni relative alla circolazione, le prescrizioni della segnaletica stradale e le norme di comportamento in genere.....con il solo limite del rispetto delle regole di comune prudenza e diligenza. Ognuno vorrebbe avere un lampeggiante blu, da mettere

sulla propria macchina. É proprio una figata. In special modo nel traffico romano o sui raccordi autostradali, nelle ore di punta. Eccolo lo svelto di turno, con il suo bel lampeggiante blu, superare tutti, sulla corsia d’emergenza. Mentre tutti si è in fila, con la neve o con il sol leone....c’è il furbo che sfrecciando, supera tutti i poveri mortali. Ognuno può acquistare un lampeggiante blu? Cerrrto. Può acquistarlo...ma lo deve tenere “semplicemente” ben riposto nel portabagagli. Poiché, in base all’art. 177 del Codice della Strada, l’uso del lampeggiante blu, è consentito ai conducenti degli autoveicoli adibiti a servizi di soccorso, di polizia, antincendio o di protezione civile, autoambulanze e veicoli assimilati, adibiti a trasporto

plasma ed organi per trapianti....o assimilati. Nonostante le prescrizioni, c’è stato in questi ultimi mesi un signore, che ritenendosi al di sopra dei normali cittadini, ha ritenuto di poter dotare la sua auto di un bel lampeggiante blu; sfrecciando a destra e a manca, come meglio e più ha ritenuto. Peccato per lui...è stato pizzicato. “Lei non sa chi sono io” ha cercato di recitare “il nostro”. “Lo so benissimo” sembra gli abbia risposto l’inflessibile agente, esaminando la patente del “pizzicato in flagranza di reato”, “lei è il signor Gaetano Fontana, semplice consulente per la ricostruzione del Comune dell’Aquila”. Buon per lui, che la legge preveda semplicemente un’ammenda di appena 318 euro. A parte, la figura di...cacca!


storie , interviste, personaggi (Giuspa) ha cercato di recitare “il nostro”. “Lo so benissimo” sembra gli abbia risposto l’inflessibile agente, esaminando la patente del “pizzicato in flagranza di reato”, “lei è il signor Gaetano Fontana, semplice consulente per la ricostruzione del Comune dell’Aquila”. Buon per lui, che la legge preveda semplicemente

un’ammenda di appena 318 euro. A parte, la figura di...cacca! (Giuspa) ha cercato di recitare “il nostro”. “Lo so benissimo” sembra gli abbia risposto l’inflessibile agente, esaminando la patente del “pizzicato in flagranza di reato”, “lei è il signor Gaetano Fontana, semplice consulente per la ricoste preveda sempli-

di autista, è uno sfigato. Bene. Anzi male. Malissimo, perché adesso il cult del momento è rappresentato dall’auto, meglio se di colore grigio topo, con il lampeggiante blu. É la tendenza, un must, come si dice. Si è ossequiati e riveriti, non si è tenuti ad osservare gli obblighi, i divieti e le limitazioni relative alla circolazione, le prescrizioni della segnaletica stradale e le norme di comportamento in genere.....con il solo limite del rispetto delle regole di comune prudenza e diligenza. Ognuno vorrebbe avere un lampeggiante blu, da mettere sulla propria macchina. É proprio una figata. In special modo nel traffico romano

Slow Food

Calabria e Sila

cemente un’ammenda di appena 318 euro. A parte, la figura di...cacca! (Giuspa)a ricoste preveda semplicemente un’ammen I FURBETTI... COL LAMPEGGIANTE BLU C’è una classifica in cui l’Italia stravince su tutti gli altri paesi del mondo, è quella delle auto blu in circolazione. Chi non ha un auto blu, con tanto


DOC

di origine Calabrese

agric0lture & agriculture

COLTURA IDROPONICA TORRE DI MEZZO nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè

nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiod ididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd oo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuio dpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjui odpèè nsjjd

dididioo jsjui o dpèè nsjjd didid ioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjui odpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjj d dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodp èè nsjjd jsjuioddpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd did idioo jsjuiodpèèpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd


agric0lture & agriculture nsjjd dididioo dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiod ididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd oo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuio dpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè

nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsju iodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsju iodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsju iodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo

Slow Food

Calabria e Sila

nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjui odpèè nsjjd dididioo jsjui o dpèè nsjjd didid ioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjui odpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjj d dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodp èè nsjjd jsjuioddpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd did idioo jsjuiodpèèpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè

Borghi del pane Africo P L a t i San Luca

cultura idroponica TORRE DI MEZZO nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiod

didioo jsjuiodpèè

nsjjd dididioo dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiod ididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè

nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd oo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuio dpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè


DOC

di origine Calabrese

progetti slow food

L’orto diverso TORRE DI MEZZO nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè

. Bene. Anzi male. Malissimo, perché adesso il cult del momento è rappresentato dall’auto, meglio se di colore grigio topo, con il lampegg . Bene. Anzi male. MaINFORMAZIONI

Codice della Strada, l’uso del lampeggiante blu, è consentito ai conducenti degli autoveicoli adibiti a servizi di soccorso, di

‘L’apprendista’ (1977), ‘Macchina maccheronica’ (1980). In seguito ha collaborato con il compositore Luca Francesconi (per il quale haredatto due libretti d’opera, ‘Scene’ e ‘Ballata’, oltre che il radiodramma ‘In ostaggio’ ed il ciclo ‘Radio-lied’, affidato a Moni Ovadia), con il fotografo Giovanni Chiaramonte e con i videoartisti di Studio Azzurro. E’ autore di saggi e interventi critici sulla musica (‘Scrivere con la voce. Canzone, rock e poesia’, 2003) e sulla letteratura (‘La poesia è un fischio. Saggi 1986 – 2006, 2007), oltre che di un romanzo breve (‘La vera storia di Boy Bantàm

raccontata dal suo scopritore, il professor Amos Merli’, 2007). Ha pubblicato numerose raccolte poetiche, fra cui: ‘Case’ (S. Marco dei Giustiniani, 1986), testo confluito poi in ‘Esempi’ (Marcos y marcos, 1992), quindi ‘Chiarimenti’ (Marcos y Marcos, 1995), la plaquette ‘Parlare al muro’ (Marcos y Marcos, con immagini del pittore Marco Petrus, 1996), ‘La bella vista’ (Marcos y Marcos, 2002), sino a ‘Voi’ (Mondadori, collana ‘Lo specchio’, 2009). Tradotto in varie lingue, ai suoi testi sono dedicate un’antologia in inglese (Terminus, Dublino, 1998) ed una in serbo (Govoriti zidu, Belgrado, 2001).


progetti slow food

Slow Food

Calabria e Sila

Distinguiti non estinguerli TORRE DI MEZZO nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè

. Bene. Anzi male. Malissimo, perché adesso il cult del momento è rappresentato dall’auto, meglio se di colore grigio ‘L’apprendista’ (1977), ‘Mac- sulla musica (‘Scrivere con la voce. topo, con il lampegg . china maccheronica’ (1980). Canzone, rock e poesia’, 2003) e Bene. Anzi male. MaIn seguito ha collaborato con il sulla letteratura (‘La poesia è un INFORMAZIONI

Codice della Strada, l’uso del lampeggiante blu, è consentito ai conducenti degli autoveicoli adibiti a servizi di soccorso, di

compositore Luca Francesconi (per il quale haredatto due libretti d’opera, ‘Scene’ e ‘Ballata’, oltre che il radiodramma ‘In ostaggio’ ed il ciclo ‘Radio-lied’, affidato a Moni Ovadia), con il fotografo Giovanni Chiaramonte e con i videoartisti di Studio Azzurro. E’ autore di saggi e interventi critici

fischio. Saggi 1986 – 2006, 2007), oltre che di un romanzo breve (‘La vera storia di Boy Bantàm raccontata dal suo scopritore, il professor Amos Merli’, 2007). Ha pubblicato numerose raccolte poetiche, fra cui: ‘Case’ (S. Marco dei Giustiniani, 1986), testo confluito poi in ‘Esempi’ (Marcos y marcos,


DOC

di origine Calabrese

news dalle condotte

madrid

italiano madrid Madrid (pronuncia

corrente in italiano: madrid; in spagnolo: è la capitale e più grande città della Spagna. La popolazione della città è circa 3,3 milioni di abitanti (al dicembre 2009)[1], ma la popolazione intera dell’area metropolitana (area urbana e

spagnolo: è la capitale e più grande città della Spagna. La popolazione della città è circa 3,3 milioni di abitanti (al dicembre 2009)[1], ma la popolazione intera dell’area metropolitana (area urbana e periferia) è calcolata in quasi 6,5 milioni. Si tratta del terzo comune più popoloso nell’Unione Europea, dopo Londra e Berlino, e la sua area metropolitana è la terza più popolosa dell’Unione Europea dopo Parigi e Londra.[2][3][4][5] La città si estende su un totale di 698 km²[6].

italiano madrid

Madrid (pronuncia corrente in italiano: madrid; in spagnolo: è la capitale e più grande città della Spagna. La popolazione della città è circa 3,3 milioni di abitanti (al dicembre 2009)[1], ma la popolazione intera dell’area metropolitana

Madrid (pro- e più grande nuncia corren- città della Spate in italiai/) gna è la capitale

Madrid (pronuncia corrente in italiano: madrid; in spagnolo: è la capitale e più grande città della Spagna. La popolazione della città è circa 3,3 milioni di abitanti (al dicembre 2009)[1], ma la popolazione intera dell’area metropolitana (area urbana e periferia) è calcolata in quasi 6,5 milioni. Si tratta del terzo

madrid

spagnolo: è la capitale e più grande città della Spagna. La popolazione della città è circa 3,3 milioni di abitanti (al dicembre 2009)[1], ma la popolazione intera dell’area metropolitana (area urbana e periferia) è calcolata in quasi 6,5 milioni. Si tratta del terzo comune più popoloso nell’Unione Europea, dopo Londra e Berlino, e la sua area metropolitana è la terza più popolosa dell’Unione Europea dopo Parigi e Londra.[2][3][4][5] La città si estende su un totale di

40 altro turismo

Madrid (pronuncia corrente in italiai/) è la capitale e più grande città della

Madrid (pronuncia corrente in

Madrid (pronuncia corrente in italiano: madrid; in spagnolo: è la capitale e più grande città della Spagna. La popolazione della città è circa 3,3 milioni di abitanti (al dicembre 2009)[1], ma la popolazione intera dell’area metropolitana (area urbana e periferia) è calcolata in quasi 6,5 milioni. Si tratta del terzo comune più popoloso nell’Unione Europea, dopo Londra e Berlino, e la sua area metropolitana è la terza più popolosa dell’Unione Europea dopo Parigi e Londra.[2][3][4][5] La città si estende su un totale di 698 km²[6]. La conurbazione di Madrid è

Madrid (pronuncia corrente in italiano: madrid; in spagnolo: è la capitale e più grande città della Spagna. La popolazione della città è circa 3,3 milioni di abitanti (al dicembre 2009) [1], ma la popolazione intera dell’area metropolitana (area urbana e periferia) è calcolata in quasi 6,5 milioni. Si tratta del terzo comune più popoloso nell’Unione Europea, dopo Londra e Berlino, e la sua area


SL

anno 1 numero 1 elogio alla lentezza

IFE

slow Life

essere Felici NATURA

on tanto tempo fa abbiamo citato Sarzana per parlare del Festival della mente, ed ora la re-citiamo per parlare di un autore che lì ci è nato, Umberto Fiori e che sarà alla Libreria ‘MONDADORI QUARTO POTERE’ (contrà Pusterla, Vicenza, www.libreriaquartopotere.it), sabato 22 ottobre, alle 19:30.Definirlo solo poeta o solo musicista è sicuramente un po’ riduttivo. Umberto Fiori infatti, nato a Sarzana nel 1949, dal 1954 vive a Milano, dove si laurea in Filosofia. Dal giugno del 1973 ha fatto parte, come cantante e autore, degli Stormy six, gruppo storico del rock italiano, con lavori come ‘Un biglietto del tram’ (1975), ‘L’apprendista’ (1977), ‘Macchina maccheronica’ (1980). In seguito ha collaborato con il compositore Luca Francesconi (per il quale haredatto due libretti d’opera, ‘Scene’ e ‘Ballata’, oltre che il radiodramma ‘In ostaggio’ ed il ciclo ‘Radio-lied’, affidato a Moni Ovadia), con il fotografo Giovanni Chiaramonte e con i videoartisti di Studio Azzurro. E’ autore di saggi e interventi critici sulla musica (‘Scrivere con la voce. Canzone, rock e poesia’, 2003) e sulla letteratura (‘La poesia è un fischio. Saggi 1986 – 2006, 2007), oltre che di un romanzo breve (‘La vera storia di Boy Bantàm raccontata dal suo scopritore, il professor Amos Merli’, 2007). Ha pubblicato numerose raccolte poetiche, fra cui: ‘Case’ (S. Marco dei Giustiniani, 1986), testo confluito poi in ‘Esempi’ (Marcos y marcos, 1992), quindi ‘Chiarimenti’ (Marcos y Marcos, 1995), la plaquette ‘Parlare al muro’ (Marcos y Marcos, con immagini del pittore Marco Petrus, 1996), ‘La bella vista’ (Marcos y Marcos, 2002), sino a ‘Voi’ (Mondadori, collana ‘Lo specchio’, 2009). Tradotto in varie lingue, ai suoi testi sono dedicate un’antologia in inglese (Terminus, Dublino, 1998) ed una in serbo (Govoriti zidu, Belgrado, 2001). L’ultimo suo poemetto in versi ‘Voi’ (Mondadori, 2009), è un particolarissimo monologo dove il protagonista e soggetto narrante è come pervaso da un’ossessione: quella del confronto con la realtà esterna degli umani, con la pluralità totale di ciò che non è il suo. Non sarà certo “l’ultimo” suo lavoro nel senso conclusivo di un percorso in cui la relazione tra il soggetto e l’esterno è segnata da un’infinita mancanza che – se mai – è segno si una sostanziale comunanza di destini, piuttosto il percorso poetico tocca il vertice della riflessione indagando e meditando su circostanze essenziali del nostro esserci, che ci induce a pensare alle nostre sorti di solitudine e scissione, nessuna novità certo, ma il solito timore nei confronti del privato e dell’isolamento letto da una voce diversa.


SL

slowLife focus

N A T U R A on tanto tempo

(contrà Pusterla, Vicenza, www. libreriaquartopotere.it), sabato 22 ottobre, alle 19:30.Definirlo solo poeta o solo musicista fa abbiamo citato Sarzana è sicuramente un po’ riduttiper parlare del Festival della vo. Umberto Fiori infatti, nato mente, ed ora la re-citiamo a Sarzana nel 1949, dal 1954 per parlare di un autore che vive a Milano, dove si laurea in lì ci è nato, Umberto Fiori e Filosofia. Dal giugno cantante e che sarà alla Libreria ‘MON- autore, degli Stormy six, grupDADORI QUARTO POTERE’ po storico del rock italiano, con

lavori come ‘Un biglietto del tram’ (1975), ‘L’apprendista’ (1977), ‘Macchina maccheronica’ (1980). In seguito ha collaborato con il compositore Luca Francesconi (per il quale haredatto due libretti d’opera, ‘Scene’ e ‘Ballata’, oltre che il radiodramma

‘In ostaggio’ ed il ciclo ‘Radiolied’, affidato a Moni Ovadia), con il fotografo Giovanni Chiaramonte e con i videoartisti di Studio Azzurro. E’ autore di saggi e interventi critici sulla musica (‘Scrivere con la voce. Canzone, rock e poesia’, 2003) e sulla letteratura (‘La poesia è

un fischio. Saggi 1986 – 2006, 2007), oltre che di un romanzo breve (‘La vera storia di Boy Bantàm raccontata dal suo scopritore, il professor Amos Merli’, 2007). Ha pubblicato numerose raccolte poetiche, fra cui: ‘Case’ (S. Marco dei Giustiniani, 1986),


MONTAGNE in Calabria

trekking esursionismo mountani bike speleologia arrampicata sci nordic walking

in collaborazione con

Club Alpino Italiano Calabria


news dalle sezioni CAI della Calabria

MONTALABRIA

fsa thgcjkfelksfljfwjshgxak<lsòlwqfjsiuughczkj ,m Lavazza, il caffè preferito dagli italiani. Lavazza 17 mar 2011

... L’azienda, il caffè e i tutti i prodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ..rodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ... Lavora con noi - Offerta Lavazz

SUDOKU

fsathgcjkfelk sfljfwjshgxak<lsòlwqfjsiuughczkj,m La-

QUOTA NEWS

fsathgcjkfelksfljfwjshgxak<lsòlwqfjsiuug hczkj,m Lavazza, il caffè preferito dagli italiani. Lavazza

17 mar 2011 ... L’azienda, il caffè e i tutti i prodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ..rodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ... Lavora con noi - Offerta Lavazz ti - Area Professional li italiani. Lavazza 17 mar 2011 ... L’azienda, il caffè e i tutti i prodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ... Lavora con noi - Offerta Lavazza - Contatti - Area Profes-

GUYSUY

fsathgcjkfel ksfljfwjshgxak<lsòlwqfjsiuughczkj,m La-

vazza, il caffè preferito dagli italiani. Lavazza 17 mar 2011 ... L’azienda, il caffè e i tutti i prodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ..rodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ... Lavora con noi - Offerta Lavazz ti - Area Professional li italiani. Lavazza 17 mar 2011 ... L’azienda, il caffè e i tutti i prodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè

vazza, il caffè preferito dagli italiani. Lavazza 17 mar 2011 ... L’azienda, il caffè e i tutti i prodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ..rodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ... Lavora con noi - Offerta Lavazz ti - Area Professional li italiani. Lavazza 17 mar 2011 ... L’azienda, il caffè e i tutti i prodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ... Lavora con noi - Offerta Lavazza - Contatti - Area Professional li italiani. munity per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ..rodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ... Lavora con noi - Offerta Lavazza - Contatti - Area Professional li italiani. Lavazza 17 mar 2011 ... L’azienda, il caffè e i tutti i prodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ...

MONTALABRIA

fs athgcjkfelksfljfwjshgxak<lsòlwqfjsiuughczkj ,m Lavazza, il caffè preferito dagli italiani. Lavazza 17 mar 2011

... L’azienda, il caffè e i tutti i prodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ..rodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ... Lavora con noi - Offerta Lavazz

SUDOKUfsathgcjkfelk

sfljfwjshgxak<lsòlwqfjsiuughczkj,m Lavazza, il caffè preferito dagli italiani. Lavazza 17 mar 2011 ... L’azienda, il caffè e i tutti i prodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ..rodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ... Lavora con noi - Offerta Lavazz ti - Area Professional li italiani. Lavazza 17 mar 2011 ... L’azienda, il caffè e i tutti i prodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ... Lavora con noi - Offerta Lavazza - Contatti - Area Profes-


news dalle sezioni CAI della Calabria

Sulla Montea referito dagli italiani. Lavazza 17 mar 2011 ... L’azienda, il caffè e i tutti i prodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ..rodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ... Lavora con noi - Offerta Lati - Area Professional li italiani. Lavazza 17 mar 2011 ... L’azienda, il caffè e i tutti i

prodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso Lavora con noi - Offerta Lavazza Contatti - Area Professional li italiani. munity per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ..rodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ... Lavora con noi - Offerta Lavazza - Contatti

- Area Professional li italiani. Lavazza 17 mar 2011 ... L’azienda, il caffè e i tutti i prodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ... a - Contatti - Area Professional li italiani. Lavazza 17 mar 2011 ... L’azienda, il caffè e i tutti i prodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura

del caffè espresso ... Lavora con noi - Offerta Lavazza - Contatti - Area Professionalvazza, il caffè preferito dagli italiani. Lavazza 17 mar 2011 ... L’azienda, il caffè e i tutti i prodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ..rodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ... Lavora

IN QUOTA

fsathg cjkfelksfljfwjshgxak<lsòlwqfjsiuughczkj ,m Lavazza, il caffè preferito dagli italiani. Lavazza 17 mar

2011 ... L’azienda, il caffè e i tutti i prodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ..rodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ... Lavora con noi - Offerta Lavazz

QUOTA NEWS

ti - Area Professional li italiani. Lavazza 17 mar 2011 ... L’azienda, il caffè e i tutti i prodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ... Lavora con noi - Offerta Lavazza - Contatti - Area Profes-

NEWSfsathgcjkfelksfljfwjshg

xak<lsòlwqfjsiuughczkj,m

Lavazza, il caffè preferito dagli italiani. Lavazza 17 mar 2011 ... L’azienda, il caffè e i tutti i prodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ..rodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ... Lavora con noi - Offerta Lavazz ti - Area Professional li italiani. Lavazza 17 mar 2011 ... L’azienda, il caffè e i tutti i prodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ... Lavora con noi - Offerta Lavazza - Contatti - Area Professional li italiani. munity per portare nel mondo la cultura del caffè espresso

Lavazza, il caffè preferito dagli italiani. Lavazza 17 mar 2011 ... L’azienda, il caffè e i tutti i prodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ..rodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ... Lavora con noi - Offerta Lavazz ti - Area Professional li italiani. Lavazza 17 mar 2011 ... L’azienda, il caffè e i tutti i prodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ... Lavora con noi - Offerta Lavazza - Contatti - Area Professional li italiani. munity per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ..rodotti Lavazza, design, comunicazione e la community . ... Lavora con noi - Offerta Lavazza - Contatti - Area Professional li italiani. Lavazza 17 mar 2011 ... L’azienda, il caffè e i tutti i prodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ...

MONTAGNE DI CALABRIA Lavazza, il caffè preferito dagli italiani. Lavazza 17 mar 2011 ... L’azienda, il caffè e i tutti i prodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ..rodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ... Lavora con noi - Offerta Lavazz ti - Area Professional li italiani. Lavazza 17 mar 2011 ... L’azienda, il caffè e i tutti i prodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ... Lavora con noi - Offerta Lavazza - Contatti - Area Professional li italiani. munity per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ..rodotti Lavazza, design, comunicazione e la community . ... Lavora con noi - Offerta Lavazza - Contatti - Area Professional li italiani. Lavazza 17 mar 2011 ... L’azienda, il caffè e i tutti i prodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ...


in questo numero


Con Montagne di Calabria C

onto della loro reale portata nella personalità del D’Annunzio. Ed è messo sull’avviso dal fatto che lo scrittore abruzzese considerava apertamente questo periodo come il punto d’arrivo della sua evoluzione e dei suoi esperimenti precedenti (Claudio Cantelmo1 sorge appunto, come si è visto, dal superamento «dei necessari tumulti della prima giovinezza»), che il periodo superomistico non si esaurisce rapidamente come altri momenti ma abbraccia la totalità della produzione posteriore del Nostro (compresa quella notturna),che a questo periodo appartengono, accanto ad operedefinitivamente condannate, alcune opere che fa critica, concordemente, è portata a salvare, anzi ad ammirare, che il superuomo non nasce isolato ma all’interno di un movimento che comprende le due riviste più importanti degli ultimi anni del secolo, il “Convito” di Roma e “II Marzocco” di Firenze (nel periodo in cui veniva diretto da Angiolo Orvieto, s’intende), che esso corrisponde evidentemente ad orientamenti profondi dello spirito pubblico italiano del tempo e non a caso sorge in un momento di crisi acuta della società italiana, alla fine della dittatura crispina2 e alla vigilia della sconfitta di Adua3. Dei vari elementi che concorrono a formare il superuomo è proprio quest’ultimo quello che maggiormente colpisce lo storico di oggi; il punto d’arrivo della sua evoluzione e dei suoi esperimenti precedenti (Claudio Cantelmo1 sorge appunto, come si è visto, dal superamento «dei necessari tumulti della prima giovinezza»), che il periodo superomistico non si esaurisce rapidamente come altri momenti ma abbraccia la totalità della produzione posteriore del Nostro (compresa quella notturna),che a questo periodo appartengono, accanto ad operedefinitivamente condannate, alcune opere che fa critica, concordemente, è portata a salvare, anzi ad ammirare, che il superuomo non nasce isolato ma all’interno di un movimento che comprende le due riviste più importanti degli ultimi anni del secolo, il “Convito” di Roma e “II Marzocco” di Firenze (nel periodo in cui veniva diretto da Angiolo Orvieto, s’intende), che esso corrisponde evidentemente

Il Club Alpino Italiano per far conoscere e tutelare il territorio montano

Giuliano Belcastro Presidente Club Alpino Italiano Cosenza

direttore vicedirettore eccetera direttore vicedirettore eccetera direttore vicedirettore eccetera direttore vicedirettore eccetera direttore vicedirettore eccetera direttore vicedirettore eccetera direttore vicedirettore eccetera direttore vicedirettore eccetera direttore vicedirettore eccetera direttore vicedirettore eccetera direttore vicedirettore eccetera


MontagnediCalabria / news

Amendolea nell’area grecanica

n

sjjd dididioo dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiod ididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd oo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuio dpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjui odpèè nsjjd dididioo jsjui o dpèè nsjjd didid ioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjui odpèè nsjjd dididioo

altro turismo

jsjuiodpèè nsjj d dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodp èè nsjjd jsjuioddpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd did idioo jsjuiodpèèpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsju iodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsju iodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd


Club Alpino Italiano - Calabria

nsjjd dididioo dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiod ididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd oo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuio dpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjui odpèè nsjjd dididioo jsjui o dpèè nsjjd didid ioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjui odpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjj d dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodp èè nsjjd jsjuioddpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiod-

pèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd did idioo jsjuiodpèèpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsju iodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsju iodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè

Box informazioni

jahuqefagi gga lo ndhey ndgg ttg bsgdf nnc jahuqefagi gga lo ndhey ndgg ttg bsgdf nnc jahuqefagi gga lo ndhey ndgg ttg bsgdf

altro turismo


MontagnediCalabria / Parchi

macchialonga viaggio in sila

n

sjjd dididioo dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiod ididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd oo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuio dpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjui odpèè nsjjd di-

altro turismo

didioo jsjui o dpèè nsjjd didid ioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjui odpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjj d dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodp èè nsjjd jsjuioddpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd did idioo jsjuiodpèèpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd


Club Alpino Italiano - Calabria nsjjd dididioo dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiod ididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd oo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuio dpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo

jsjui odpèè nsjjd dididioo jsjui o dpèè nsjjd didid ioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjui odpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjj d dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodp èè nsjjd jsjuioddpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd did idioo jsjuiodpèèpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo jsjuiodpèè nsjjd dididioo

Box informazioni

jahuqefagi gga lo ndhey ndgg ttg bsgdf nnc jahuqefagi gga lo ndhey ndgg ttg bsgdf nnc jahuqefagi gga lo ndhey ndgg ttg bsgdf nnc jahuqefagi gga

altro turismo


MontagnediCalabria / Parchi

Serra di Crispo direttissima

L

’accesso al massiccio del Pollino dal versante sud-est calabrese riserva sempre grandi emozioni, soprattutto all’inizio della primavera, per i grandiosi scenari dei versanti innevati di Serra di Crispo e, soprattutto, di Serra delle Ciavole. Peccato che la strada di accesso al Casino Toscano sia molto rovinata e, nonostante il fuoristrada, è necessario tanto tempo e tanta pazienza per giungere almeno in un punto che permetta un avvicinamento “umano”. È possibile che non si riesca a far capire a chi amministra il Parco che, senza bisogno di cementificare o realizzare opere faraoniche sia quantomeno necessario fare un po’ di manutenzione per creare quelle “strade bianche” tipiche dei paesaggi alpini e dell’Appennino centrale che fanno la fortuna turistica di malghe, rifugi e stazzi? Senza considerare che proprio gli ampi declivi a valle del bosco della Fagosa sono ricchi di ovili e masserie che meriterebbero ben altra attenzione istituzionale…… Nonostante tutto, queste stupende montagne hanno su di noi un effetto-calamita e alzatacce mattutine, lunghe camminate, arrampicate da aderti versanti e ritorni a casa spesso “notturni”, passano sempre in secondo piano rispetto al semplice gustarsi tutto ciò che la natura ha creato e ci ha regalato. Domenica 27 Marzo 2011 siamo in cinque: io, Andrea, Giuseppe, Giovanni e Francesco con in testa una sola idea: raggiungere la pareti alla base del versante est di Serra di Crispo e da lì trovare una via di salita alpinistica. Appena iniziamo a camminare notiamo in lontananza un elegante canale che attraversa tutta la parete sbucando in cresta e decidiamo che sarà la nostra via. È difficile raccontare al meglio tutto ciò che ognuno di noi ha provato lungo l’avvicinamento, è stato un susseguirsi di stagioni racchiuse in poche ore!!!! Arbusti di ginestre e alberi

altro turismo


Club Alpino Italiano - Calabria

Box informazioni

jahuqefagi gga lo ndhey ndgg ttg bsgdf nnc jahuqefagi gga lo ndhey ndgg ttg bsgdf nnc jahuqefagi gga lo ndhey ndgg ttg bsgdf nnc jahuqefagi gga con i primi germogli, torrenti creati dallo scioglimento delle nevi e autentiche caverne scavate dall’acqua, pendii ghiacciati e galaverna sugli alberi!!!!! Onestamente non so in quante altre parti del mondo è possibile tutto questo….. Arrivati al Casino Toscano Andrea decide di non proseguire a causa di un leggero risentimento muscolare, ma avrà modo di godersi ugualmente la giornata girovagando nei boschi e nelle estese praterie del Colle di Conca. Per fortuna la mattina la neve è dura e arriviamo all’imbocco del canale senza eccessivi problemi. La via non è molto lunga, circa 150 metri, ma di grande fascino e con pendenze costanti attorno ai 60°,

altro turismo


MontagnediCalabria / Montain Bike

Montain Bike

in vetta tra le nuvole NELLE VISCERE DELLA TERRA

e

la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ... Lavora con noi - Offerta Lavazz preferito dagli italiani. Lavazza 17 mar 2011 ... L’azienda, il caffè e i tutti i prodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ..rodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ... Lavora con noi - Offerta Lavazpreferito dagli italiani. Lavazza 17 mar 2011 ... L’azienda, il caffè e i dotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ..rodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ... Lavora con noi - Offerta Lavazz preferito dagli italiani. Lavazza 17 mar 2011 ... L’azienda, il caffè e i tutti i prodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ..rodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del

caffè espresso ... Lavora con noi - Offerta Lavazpreferito dagli italiani. Lavazza 17 mar 2011 ... L’azienda, il caffè e i dotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ..rodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ... Lavora con noi - Offerta Lavazz preferito dagli italiani. Lavazza 17 mar 2011 ... L’azienda, il caffè e i tutti i prodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ..rodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ... Lavora con noi - Offerta Lavazpreferito dagli italiani. Lavazza 17 mar 2011 ... L’azienda, il caffè e i dotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ..rodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ... Lavora con noi - Offerta Lavazz preferito dagli italiani. Lavazza 17 mar


Club Alpino Italiano - Calabria e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ... Lavora con noi - Offerta Lavazz preferito dagli italiani. Lavazza 17 mar 2011 ... L’azienda, il caffè e i tutti i prodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ..rodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ... Lavora con noi - Offerta Lavazpreferito dagli italiani. Lavazza 17 mar 2011 ... L’azienda, il caffè e i dotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ..rodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ... Lavora con noi - Offerta Lavazz preferito dagli italiani. Lavazza 17 mar 2011 ... L’azienda, il caffè e i tutti i prodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ..rodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ... Lavora con noi - Offerta Lavazpreferito dagli italiani. Lavazza 17 mar 2011 ... L’azienda, il caffè e i dotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel

M

mondo la cultura del caffè espresso ..rodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ... Lavora con noi - Offerta Lavazz preferito dagli italiani. Lavazza 17 mar 2011 ... L’azienda, il caffè za, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ..rodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ... Lavora con noi - Offerta Lavazz preferito dagli italiani. Lavazza 17 mar 2011 ... L’azienda, il caffè e i tutti i prodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del

INFORMAZIONI

rodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ... Lavora con noi - Offerta Lavazza - Contatti - Area Professional li italiani. Lavazza 17 mar 2011 ... L’azienda, il caffè e i tutti i prodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ... a - Contatti - Area Professional li italiani. Lavazza 17 mar 2011 ... L’azienda, il caffè e i tutti i prodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la

ontainbike

N

E

W

S

NELLE VISCERE DELLA TERRA

COME RAGGIUNGERCI fsathgcjkfelks

fljfwjshgxak<lsòlwqfjsiuughczkj,m Lavazza, il caffè preferito da-

gli italiani. Lavazza 17 mar 2011 ... L’azienda, il caffè e i tutti i prodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ..rodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ... Lavora con noi - Offerta Lavazz rodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ... Lavora con noi - Offerta Lavazza - Contatti - Area

e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ... Lavora con noi - Offerta Lavazz preferito dagli italiani. Lavazza 17 mar 2011 ... L’azienda, il caffè e i tutti i prodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ..rodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ... Lavora con noi - Offerta Lavazpreferito dagli italiani. Lavazza 17 mar 2011 ... L’azienda, il caffè e i dotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ..rodotti Lavazza, design, comunicazione e la

NELLE VISCERE DELLA TERRA e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ... Lavora con noi - Offerta Lavazz preferito dagli italiani. Lavazza 17 mar 2011 ... L’azienda, il caffè e i tutti i prodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ..rodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ... Lavora con noi - Offerta Lavazpreferito dagli italiani. Lavazza 17 mar 2011 ... L’azienda, il caffè e i dotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ..rodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ... Lavora con noi - Offerta Lavazz preferito dagli italiani. Lavazza 17 mar 2011 ... L’azienda,

il caffè e i tutti i prodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ..rodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ... Lavora con noi - Offerta Lavazpreferito dagli italiani. Lavazza 17 mar 2011 ... L’azienda, il caffè e i dotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ..rodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ... Lavora con noi - Offerta Lavazz preferito dagli italiani. Lavazza 17 mar 2011 ... L’azienda, il caffè e i tutti i prodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ..rodotti Lavazza,


MontagnediCalabria / speleologia

Nell’abisso del bifurto NELL’ABISSO DEL RIFUGIO NELLE VISCERE DELLA TERRA e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ... Lavora con noi - Offerta Lavazz preferito dagli italiani. Lavazza 17 mar 2011 ... L’azienda, il caffè e i tutti i prodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ..rodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ... Lavora con noi - Offerta Lavazpreferito dagli italiani. Lavazza 17 mar 2011 ... L’azienda, il caffè e i dotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ..rodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ... Lavora con noi - Offerta Lavazz preferito dagli italiani. Lavazza 17 mar 2011 ... L’azienda, il caffè e i tutti i prodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ..rodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ... Lavora con noi - Offerta Lavazpreferito dagli italiani. La-

vazza 17 mar 2011 ... L’azienda, il caffè e i dotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ..rodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ... Lavora con noi - Offerta Lavazz preferito dagli italiani. Lavazza 17 mar 2011 ... L’azienda, il caffè e i tutti i prodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ..rodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ... Lavora con noi Offerta Lavazpreferito dagli italiani. Lavazza 17 mar 2011 ... L’azienda, il caffè e i dotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ..rodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ... Lavora con noi - Offerta Lavazz preferito dagli italiani. Lavazza 17 mar 2011 ... L’azienda, il caffè e i tutti i prodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del


Club Alpino Italiano - Calabria e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ... Lavora con noi - Offerta Lavazz preferito dagli italiani. Lavazza 17 mar 2011 ... L’azienda, il caffè e i tutti i prodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ..rodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ... Lavora con noi - Offerta Lavazpreferito dagli italiani. Lavazza 17 mar 2011 ... L’azienda, il caffè e i dotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ..rodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ... Lavora con noi - Offerta Lavazz preferito dagli italiani. Lavazza 17 mar 2011 ... L’azienda, il caffè e i tutti i prodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ..rodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ... Lavora con noi - Offerta Lavazpreferito dagli italiani. Lavazza 17 mar 2011 ... L’azienda, il caffè e i dotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ..rodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ... Lavora con noi - Offerta Lavazz preferito dagli italiani. Lavazza 17 mar 2011 ... L’azienda, il caffè e i tutti i prodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ..rodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ... Lavora con noi - Offerta Lavazpreferito dagli italiani. Lavazza 17 mar 2011 ... L’azienda, il caffè e i dotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ..rodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ... Lavora con noi - Offerta Lavazz preferito dagli italiani. Lavazza

S

p

17 mar 2011 ... L’azienda, il caffè e i tutti i prodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ..rodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ... Lavora con noi - Offerta Lavazpreferito dagli italiani. Lavazza 17 mar 2011 ... L’azienda, il caffè e i dotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ..rodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ... Lavora con noi - Offerta Lavazz preferito dagli italiani. Lavazza 17 mar 2011 ... L’azienda, il caffè e i tutti i prodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ..rodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ... Lavora con noi - Offerta Lavazpreferito dagli italiani. Lavazza 17 mar 2011 ... L’azienda, il caffè e i dotti Lavazza, design, comunica

INFORMAZIONI

rodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ... Lavora con noi - Offerta Lavazza - Contatti - Area Professional li italiani. Lavazza 17 mar 2011 ... L’azienda, il caffè e i tutti i prodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ... a - Contatti - Area Professional li italiani. Lavazza 17 mar 2011 ... L’azienda, il caffè e i tutti i prodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la

eleo

N

E

W

S

NELLE VISCERE DELLA TERRA

COME RAGGIUNGERCI fsathgcjkfelks

fljfwjshgxak<lsòlwqfjsiuughczkj,m Lavazza, il caffè preferito da-

gli italiani. Lavazza 17 mar 2011 ... L’azienda, il caffè e i tutti i prodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ..rodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ... Lavora con noi - Offerta Lavazz rodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ... Lavora con noi - Offerta Lavazza - Contatti - Area

e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ... Lavora con noi - Offerta Lavazz preferito dagli italiani. Lavazza 17 mar 2011 ... L’azienda, il caffè e i tutti i prodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ..rodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ... Lavora con noi - Offerta Lavazpreferito dagli italiani. Lavazza 17 mar 2011 ... L’azienda, il caffè e i dotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ..rodotti Lavazza, design, comunicazione e la

NELLE VISCERE DELLA TERRA e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ... Lavora con noi - Offerta Lavazz preferito dagli italiani. Lavazza 17 mar 2011 ... L’azienda, il caffè e i tutti i prodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ..rodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ... Lavora con noi - Offerta Lavazpreferito dagli italiani. Lavazza 17 mar 2011 ... L’azienda, il caffè e i dotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ..rodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ... Lavora con noi - Offerta Lavazz preferito dagli italiani. Lavazza 17 mar 2011 ... L’azienda,

il caffè e i tutti i prodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ..rodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ... Lavora con noi - Offerta Lavazpreferito dagli italiani. Lavazza 17 mar 2011 ... L’azienda, il caffè e i dotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ..rodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ... Lavora con noi - Offerta Lavazz preferito dagli italiani. Lavazza 17 mar 2011 ... L’azienda, il caffè e i tutti i prodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ..rodotti Lavazza,


N E W S GUYSUY fsat N E W S NELLE VISCERE NELLE VISCERE hgcjkfelksfljfwjshgxak<lsòlwqfj e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ... Lavora con noi - Offerta Lavazz preferito dagli italiani. Lavazza 17 mar 2011 ... L’azienda, il caffè e i tutti i prodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ..rodotti Lavazza, design, comunicazione e la com-

siuughczkj,m

Lavazza, il caffè preferito dagli italiani. Lavazza 17 mar 2011 ... L’azienda, il caffè e i tutti i prodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ..rodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ... Lavora con noi - Offerta Lavazz

e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ... Lavora con noi - Offerta Lavazz preferito dagli italiani. Lavazza 17 mar 2011 ... L’azienda, il caffè e i tutti i prodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ..rodotti Lavazza, design, comunicazione e la com-

ti - Area Professional li italiani. Lavazza 17 mar 2011 ... L’azienda, il caffè e i tutti i prodotti Lavazza, de-

GUYSUY

fsat hgcjkfelksfljfwjshgxak<lsòlwqfj siuughczkj,m Lavazza, il caffè preferito

dagli italiani. Lavazza 17 mar 2011 ... L’azienda, il caffè e i tutti i prodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ..rodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ... Lavora con noi - Offerta Lavazz

NEWS NELLE VISCERE

e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ... Lavora con noi - Offerta Lavazz preferito dagli italiani. Lavazza 17 mar 2011 ... L’azienda, il caffè e i tutti i prodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ..rodotti Lavazza, design, comunicazione e la com-

ti - Area Professional li italiani. Lavazza 17 mar 2011 ... L’azienda, il caffè e i tutti i prodotti Lavazza, de-

GUYSUY

fsat hgcjkfelksfljfwjshgxak<lsòlwqfj siuughczkj,m Lavazza, il caffè preferito

dagli italiani. Lavazza 17 mar 2011 ... L’azienda, il caffè e i tutti i prodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ..rodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ... Lavora con noi - Offerta Lavazz ti - Area Professional li italiani. Lavazza 17 mar 2011 ... L’azienda, il caffè e i tutti i prodotti Lavazza, de-

N E W S GUYSUY fsat N E W S NELLE VISCERE hgcjkfelksfljfwjshgxak<lsòlwqfj

NELLE VISCERE

e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ... Lavora con noi - Offerta Lavazz preferito dagli italiani. Lavazza 17 mar 2011 ... L’azienda, il caffè e i tutti i prodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ..rodotti Lavazza, design, comunicazione e la com-

siuughczkj,m

Lavazza, il caffè preferito dagli italiani. Lavazza 17 mar 2011 ... L’azienda, il caffè e i tutti i prodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ..rodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ... Lavora con noi - Offerta Lavazz

e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ... Lavora con noi - Offerta Lavazz preferito dagli italiani. Lavazza 17 mar 2011 ... L’azienda, il caffè e i tutti i prodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ..rodotti Lavazza, design, comunicazione e la com-

ti - Area Professional li italiani. Lavazza 17 mar 2011 ... L’azienda, il caffè e i tutti i prodotti Lavazza, de-

GUYSUY

fsat hgcjkfelksfljfwjshgxak<lsòlwqfj siuughczkj,m Lavazza, il caffè preferito

dagli italiani. Lavazza 17 mar 2011 ... L’azienda, il caffè e i tutti i prodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ..rodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ... Lavora con noi - Offerta Lavazz ti - Area Professional li italiani. Lavazza 17 mar 2011 ... L’azienda, il caffè e i tutti i prodotti Lavazza, de-

NEWS NELLE VISCERE

e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ... Lavora con noi - Offerta Lavazz preferito dagli italiani. Lavazza 17 mar 2011 ... L’azienda, il caffè e i tutti i prodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ..rodotti Lavazza, design, comunicazione e la com-

GUYSUY

fsat hgcjkfelksfljfwjshgxak<lsòlwqfj siuughczkj,m Lavazza, il caffè preferito

dagli italiani. Lavazza 17 mar 2011 ... L’azienda, il caffè e i tutti i prodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ..rodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ... Lavora con noi - Offerta Lavazz ti - Area Professional li italiani. Lavazza 17 mar 2011 ... L’azienda, il caffè e i tutti i prodotti Lavazza, de-


Conto della loro reale portata nella personalità del D’Annunzio. Ed è messo sull’avviso dal fatto che lo scrittore abruzzese considerava apertamente questo periodo come il punto d’arrivo della sua evoluzione e dei suoi esperimenti precedenti (Claudio Cantelmo1 sorge appunto, come si è visto, dal superamento «dei necessari tumulti della prima giovinezza»), che il periodo superomistico non si esaurisce rapidamente come altri momenti ma abbraccia la totalità della produzione posteriore del Nostro (compresa quella notturna), che a questo periodo appartengono, accanto ad operedefinitivamente condannate, alcune

CANTELMO SORGE APPUNTO, COME SI È VISTO Dal superamento «dei necessari tumulti

Pag 18

Dal superamento «dei necessari tumulti

CANTELMO SORGE APPUNTO, COME SI È VISTO

Pag 18 CANTELMO SORGE APPUNTO,

arte in calabria - diretto da xxxxxxxxx - redazione xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx arte in calabria - diretto da xxxxxxxxx - redazione xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx


LE GRANDI STORIE DELLA PESCA IN CALABRIA

LA SARDELLA di Crucoli

Trae la sua origine dalla parola della lingua veneta e più specificatamente veneziana s-ciào (o s’ciàvo) che ha il significato di “schiavo”,[1] derivando dal neolatino “sclavus”, che indica persone di etnia slava frequentemente usate proprio come schiavi nell’intero mondo mediterraneo, venduti spesso dalle stesse famiglie ai mercanti veneziani o arabi. Venivano “importati” nella Spagna musulmana, Egitto, Asia minore e in occidente (in quest’ultimo caso solo quelli non cattolici) passando per Venezia. Salutare con un ciao corrisponderebbe quindi a “Servo Vostro”, formula di saluto oramai desueta (cfr. l’analogo saluto “servus”, diffuso in Austria e Baviera). Questo saluto era usato senza distinzione di classe sociale. Il termine originale s’ciào esiste ancora nel Veneto, usato come esclamazione o per esprimere rassegnazione, e nel dialetto lombardo e ticinese, per esprimere sollievo per uno scampato guaio, oppure per intendere “sono tuo schiavo”, modo grossolano per dire di essere a disposizione verso l’interlocutore. Trae la sua origine dalla parola della lingua veneta e più spec


Trae la sua origine dalla parola della lingua veneta e più specificatamente veneziana s-ciào (o s’ciàvo) che ha il significato di “schiavo”,[1] derivando dal neolatino “sclavus”, che indica persone di etnia slava frequentemente usate proprio come schiavi nell’intero mondo mediterraneo, venduti spesso dalle stesse famiglie ai mercanti veneziani o arabi. Venivano “importati” nella Spagna musulmana, Egitto, Asia minore e in occidente (in quest’ultimo caso solo quelli non cattolici) passando per Venezia. Salutare con un ciao corrisponderebbe quindi a “Servo Vostro”, formula di saluto oramai desueta (cfr. l’analogo saluto “servus”, diffuso in Austria e Baviera). Questo saluto era usato senza distinzione di classe sociale. Il termine originale s’ciào esiste ancora nel Veneto, usato come esclamazione o per esprimere rassegnazione, e nel dialetto lombardo e ticinese, per esprimere sollievo per uno scampato guaio, oppure per intendere “sono tuo schiavo”, modo grossolano per dire di essere a disposizione verso l’interlocutore. Trae la sua origine dalla parola della lingua veneta e più spec


e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ... Lavora con noi - Offerta Lavazz preferito dagli italiani. Lavazza 17 mar 2011 ... L’azienda, il caffè e i tutti i prodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ..rodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ... Lavora con noi - Offerta Lavazpreferito dagli italiani. Lavazza 17 mar 2011 ... L’azienda, il caffè e i dotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ..rodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ... Lavora con noi - Offerta Lavazz preferito dagli italiani. Lavazza 17 mar 2011 ... L’azienda, il caffè e i tutti i prodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ..rodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ... Lavora con noi - Offerta Lavazpreferito dagli italiani. Lavazza 17 mar 2011 ... L’azienda, il caffè e i dotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ..rodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ... Lavora con noi - Offerta Lavazz preferito dagli italiani. Lavazza 17 mar 2011

... L’azienda, il caffè e i tutti i prodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ..rodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ... Lavora con noi - Offerta Lavazpreferito dagli italiani. Lavazza 17 mar 2011 ... L’azienda, il caffè e i dotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ..rodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ... Lavora con noi - Offerta Lavazz preferito dagli italiani. Lavazza 17 mar 2011 ... L’azienda, il caffè e i tutti i prodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ..rodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ... Lavora con noi - Offerta Lavazpreferito dagli italiani. Lavazza 17 mar 2011 ... L’azienda, il caffè e i dotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ..rodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ... Lavora con noi - Offerta Lavazz preferito dagli italiani. Lavazza 17 mar 2011 ... L’azienda, il caffè e i tutti i prodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ..rodotti Lavazza,


e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ... Lavora con noi - Offerta Lavazz preferito dagli italiani. Lavazza 17 mar 2011 ... L’azienda, il caffè e i tutti i prodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ..rodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ... Lavora con noi - Offerta Lavazpreferito dagli italiani. Lavazza 17 mar 2011 ... L’azienda, il caffè e i dotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ..rodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ... Lavora con noi - Offerta Lavazz preferito dagli italiani. Lavazza 17 mar 2011 ... L’azienda, il caffè e i tutti i prodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ..rodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ... Lavora con noi - Offerta Lavazpreferito dagli italiani. Lavazza 17 mar 2011 ... L’azienda, il caffè e i dotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ..rodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ... Lavora con noi - Offerta Lavazz preferito dagli italiani. Lavazza 17 mar 2011 ... L’azienda, il caffè e i tutti i prodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ..rodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ... Lavora con noi - Offerta Lavazpreferito dagli italiani. Lavazza 17 mar 2011 ... L’azienda, il caffè e i dotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ..rodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ... Lavora con noi - Offerta Lavazz preferito dagli italiani. Lavazza 17 mar 2011 ... L’azienda, il caffè e i tutti i prodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ..rodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ... Lavora con noi - Offerta Lavazpreferito dagli italiani. Lavazza 17 mar 2011 ... L’azienda, il caffè e i dotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ..rodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ... Lavora con noi - Offerta Lavazz preferito dagli italiani. Lavazza 17 mar 2011 ... L’azienda, il caffè e i tutti i prodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ..rodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ... Lavora con noi - Offerta Lavazpreferito dagli italiani. Lavazza 17 mar 2011 ... L’azienda, il caffè e i dotti Lavazza, design, comunica

INFORMAZIONI

rodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ... Lavora con noi - Offerta Lavazza - Contatti - Area Professional li italiani. Lavazza 17 mar 2011 ... L’azienda, il caffè e i tutti i prodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ... a - Contatti - Area Professional li italiani. Lavazza 17 mar 2011 ... L’azienda, il caffè e i tutti i prodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la


news CANTELMO SORGE APPUNTO, COME SI Dal superamento «dei necessari tumulti della Che il periodo superomistico non si esaurisce rapidamente come altri momenti ma abbraccia la totalità della produzione posteriore del Nostro (compresa quella notturna), che a questo periodo appartengono, accanto ad operedefinitivamen-

CANTELMO SORGE APPUNTO, COME SI Dal superamento «dei necessari tumulti della Che il periodo superomistico non si esaurisce rapidamente come altri momenti ma abbraccia la totalità della produzione posteriore del Nostro (compresa quella notturna), che a questo periodo appartengono, accanto ad operedefinitivamente condannate, alcune opere che fa critica, concordemente, è portata a salvare, anzi ad ammirare, che

CANTELMO SORGE APPUNTO, COME SI Dal superamento «dei necessari tumulti della Che il periodo superomistico non si esaurisce rapidamente come altri momenti ma abbraccia la totalità della produzione posteriore del Nostro (compresa quella notturna), che a questo periodo appartengono, accanto ad operedefinitivamente condannate, alcune opere che fa critica, concordemente, è portata a salvare, anzi ad ammirare, che

CANTELMO SORGE APPUNTO, COME SI Dal superamento «dei necessari tumulti della Che il periodo superomistico non si esaurisce rapidamente come altri momenti ma abbraccia la totalità della produzione posteriore del Nostro (compresa quella notturna),

CANTELMO SORGE APPUNTO, COME SI Dal superamento «dei necessari tumulti della Che il periodo superomistico non si esaurisce rapidamente come altri momenti ma abbraccia la totalità della produzione posteriore del Nostro (compresa quella notturna), che a questo periodo appartengono, accanto ad operedefinitivamente condannate, alcune opere che fa critica, concordemen-

CANTELMO COME

SORGE

APPUNTO,

Dal superamento «dei necessari tumulti d Che il periodo superomistico non si esaurisce rapidamente come altri momenti ma abbraccia la totalità della produzione posteriore del Nostro (compresa quella notturna), che a questo periodo appartengono, accanto ad operedefinitivamente condannate, alcune opere che fa critica, concordemente, è portata a salvare, anzi ad ammirare, che il superuomo non nasce isolato ma all’interno di un movimento che comprende le due riviste più importanti degli ultimi anni del secolo, il “Convito” di Roma e “II Marzocco” di Firenze (nel periodo in cui veniva diretto da Angiolo Orvieto, s’intende), che esso corrisponde evidentemente ad orientamenti pro-

CANTELMO SOR- CANTELMO SORGE APPUNTO, GE APPUNTO, COME COME Dal superamento «dei necessari tumulti d Che il periodo superomistico non si esaurisce rapidamente come altri momenti ma abbraccia la totalità della produzione posteriore del Nostro (compresa quella notturna), che a questo periodo appartengono, accanto ad operedefinitivamente condannate, alcune opere che fa critica, concordemente, è portata a salvare, anzi ad ammirare, che il superuomo non nasce isolato ma all’in questo periodo appartengono, accanto ad

Dal superamento «dei necessari tumulti d Che il periodo superomistico non si esaurisce rapidamente come altri momenti ma abbraccia la totalità della produzione posteriore del Nostro (compresa quella notturna), che a questo periodo appartengono, accanto ad operedefinitivamente condannate, alcune opere che fa critica, concordemente, è portata a salvare, anzi ad ammirare, che il superuomo non nasce isolato ma all’in questo periodo appartengono, accanto ad


numero uno anno 2011 numero zero

rivista di arte e cultura

C

pittura, scultura...

onto della loro reale portata nella personalità del D’Annunzio. Ed è messo sull’avviso dal fatto che lo scrittore abruzzese considerava apertamente questo periodo come il punto d’arrivo della sua evoluzione e dei suoi esperimenti precedenti (Claudio Cantelmo1 sorge appunto, come si è visto, dal superamento «dei necessari tumulti della prima giovinezza»), che il periodo superomistico non si esaurisce rapidamente come altri momenti ma abbraccia la totalità della produzione posteriore del Nostro (compresa quella notturna), che a questo periodo appartengono, accanto ad operedefinitivamente condannate, alcune opere che fa critica, concordemente, è portata a salvare, anzi ad ammirare, che il superuomo non nasce isolato ma all’interno di un movimento che comprende le due riviste più importanti degli ultimi anni del secolo, il “Convito” di Roma e “II Marzocco” di Firenze (nel periodo in cui veniva diretto da Angiolo Orvieto, s’intende), che esso corrisponde evidentemente ad orientamenti profondi dello spirito pubblico italiano del tempo e non a caso sorge in un momento di crisi acuta della società italiana, alla fine della dittatura crispina2 e alla vigilia della sconfitta di Adua3. Dei vari elementi che concorrono a formare il superuomo è proprio quest’ultimo quello che maggiormente colpisce lo storico di oggi; l’aderenza delle posizioni dannunziane ad atteggiamenti ch’erano venuti maturando in alcuni gruppi della classe dirigente e degli intellettuali nei decenni succes-

in questo numero

• •

CANTELMO SORGE APPUNTO, COME SI È VISTO Dal superamento «dei necessari tumulti CANTELMO SORGE Dal superamento «dei necessari tumulti

• •

CANTELMO SORGE Dal superamento «dei necessari tumulti CANTELMO SORGE CANTELMO Dal superamento «dei necessari tumulti

• •

CANTELMO CANTELMO Dal superamento «dei necessari tumulti APPUNTO, COME SI È VISTO Dal superamento «dei necessari tumulti

• •

CANTELMO Dal superamento «dei necessari tumulti CANTELMO Dal superamento «dei necessari tumulti

arte in calabria - diretto da xxxxxxxxx - redazione xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx arte in calabria - diretto da xxxxxxxxx - redazione xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx


settoreti della prima giovinezza, che il periodura settore pittura

Musaba, Nic Spatari

Pittura

66

conto della loro reale portata nella personalità del D’Annunzio. Ed è messo sull’avviso dal fatto che lo scrittore abruzzese considerava apertamente questo periodo come il punto d’arrivo della sua evoluzione e dei suoi esperimenti precedenti (Claudio Cantelmo1 sorge appunto, come si è visto, dal superamento «dei necessari tumulti della prima giovinezza»), che il periodo superomistico non si esaurisce rapidamente come altri momenti ma abbraccia la totalità della produzione posteriore del Nostro (compresa quella notturna), che a questo periodo appartengono, accanto ad operedefinitivamente condannate, alcune opere che fa critica, concordemente, è portata a salvare, anzi ad ammirare, che il superuomo non nasce isolato ma all’interno di un movimento che comprende le due riviste più importanti degli ultimi anni

del secolo, il “Convito” di Roma e “II Marzocco” di Firenze (nel periodo in cui veniva diretto da Angiolo Orvieto, s’intende), che esso corrisponde evidentemente ad orientamenti profondi dello spirito pubblico italiano del tempo e non a caso sorge in un momento di crisi acuta della società italiana, alla fine della dittatura crispina2 e alla vigilia della sconfitta di Adua3. Dei vari elementi che concorrono a formare il superuomo è proprio quest’ultimo quello che maggiormente colpisce lo storico di oggi; l’aderenza delle posizioni dannunziane ad atteggiamenti ch’erano venuti maturando in alcuni gruppi della classe dirigente e degli intellettuali nei decenni successivi all’unità d’Italia. [...] È dunque in questo sviluppo della realtà italiana e in quella parte dello spirito pubblico che ad essa si opponeva e da essa veniva alimentato, è nell’in-


Pittura

treccio dei sentimenti delle generazioni posteriori all’unità d’Italia, nella corruzione operatasi con le vicende della storia nostra ed europea dei grandi miti risorgimentali che possiamo ora riconoscere senza sforzo, una delle componenti di quei motivi che stanno alla base del superuomo dannunziano: la potenza, la guerra, la gloria, il disprezzo per le plebi, la concezione aristocratica del mondo, l’idea di Roma e della missione dell’Italia, il culto della bellezza. [...] Gli articoli possono essere principalmente di due tipi: dicronaca o difondo . Gli articoli di cronaca informano su un avvenimento, secondo la struttura del giornalismo anglosassone, articolata nello schema delle 5W+1H: cioè l’articolo deve dare risposta alle seguenti domande: Who: chi? What: che cosa? When: quando? Where: dove? Why: perché? How: come? Gli articoli di fondo esprimono un’opinione sui fatti, li commentano, riportano giudizi, argomentazioni. Prevale l’uso dei tempi al presente e al passato prossimo. L’enfasi non è certo adatta ad un articolo, ma se si scrive un articolo di opinione, puoi far ricorso a figure retoriche, similitudini, aggettivazione, scelta di vocaboli che connotino la tua posi-

INFORMAZIONI

Codice della Strada, l’uso del lampeggiante blu, è consentito ai conducenti degli autoveicoli adibiti a servizi di soccorso, di polizia, antincendio o di

67


Berlino ottanta Pittura irruente. Catanzaro, MARCA

INFORMAZIONI

Codice della Strada, l’uso del lampeggiante blu, è consentito ai conducenti degli autoveicoli adibiti a servizi di soccorso, di polizia, antincendio o di

INFORMAZIONI

Pittura

Codice della Strada, l’uso del lampeggiante blu, è consentito ai conducenti degli autoveicoli adibiti a servizi di soccorso, di polizia, antincendio o di

Dopo l’incursione nel mondo del video e della fotografia proposto da Community. La ritualità collettiva prima e dopo il web, il MARCA di Catanzaro prosegue la sua programmazione con un’importante rassegna dal titolo BerlinOttanta. Pittura irruente che restituisce l’atmosfera, la forza e l’originalità creativa di una grande metropoli ferita, Berlino, dall’inizio degli anni ottanta sino a quel 9 novembre del 1989, quando la caduta del Muro ha decretato la fine di un’epoca e la nascita della nuova Germania. Gli ottanta non furono anni qualunque per Berlino. Se non il centro del mondo, la città, al di qua del Muro, fu il centro dell’Europa. A Kreuzberg e

68

nei quartieri popolari, giovani di tutto il continente venivano calamitati qui da un profondo senso d’inquietudine e di cambiamento. Erano i nuovi Punk, ma anche giovani borghesi che si davano appuntamento in una città dove gli eccessi e la creatività non si ponevano limiti. Il “Kreuzberg Mishung”, ovvero il “Miscuglio di Kreuzberg” rappresenta il crogiolo delle arti, in particolare musica, cinema e pittura. Qui si è formato il gruppo dei giovani artisti berlinesi che con la loro pittura fortemente trasgressiva e provocatoria hanno saputo trasformare l’estetica. E’ proprio su questa irrepetibile fase vissuta dall’arte a Berlino che si concentra l’esposizione proposta dal MARCA.

BerlinOttanta. Pittura irruente, a cura di Alberto Fiz, s’inaugura il 30 aprile per rimanere aperta sino al 9 ottobre ed è promossa dalla Provincia di Catanzaro – Assessorato alla Cultura con il patrocinio della Regione Calabria, del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, della Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici della Calabria e della Fondazione Rotella. L’iniziativa fa parte delle celebrazioni per il 150° anniversario dell’Unità d’Italia ed è accompagnata da una monografia edita da Electa. “Il MARCA presenta un progetto di grande impegno internazionale che pone l’attenzione sulle vicende storiche che hanno


Berlino ottanta Pittura irruente. Catanzaro, MARCA INFORMAZIONI

Codice della Strada, l’uso del lampeggiante blu, è consentito ai conducenti degli autoveicoli adibiti a servizi di soccorso, di polizia, antincendio o di

Articolo colo di Giorgio Bocca prova ora a scrivere un tuo artico ’articolo di Giorgio Bocca prova ora a scrivere un tuo articolo a scrivere un tuo articolo colo di Giorgio Bocca prova ora a scrivere un tuo artico ’articolo di Giorgio Bocca prova ora a scrivere un tuo artico rivere un tuo articolo colo di Giorgio Bocca prova ora a scrivere un tuo artico ’articolo di Giorgio Bocca prova ora a scrivere un tuo articolo a scrivere un tuo articolo colo di Giorgio Bocca prova ora a scrivere un tuo artico ’articolo di Giorgio

Berlino ta Giorgio Bocca prova ora a scrivere un tuo artico ’articolo di Giorgio Bocca prova ora a scrivere un tuo articolo a scrivere un tuo articolo colo di Giorgio Bocca prova ora a scrivere un tuo artico ’articolo di Giorgio Bocca prova ora a scrivere un tuo artico rivere un tuo articolo colo di Giorgio Bocca prova ora a scrivere un tuo artico ’articolo di Giorgio Bocca prova ora a scrivere un tuo articolo a scrivere un tuo articolo colo di Giorgio Bocca prova ora a scrivere un tuo artico ’articolo di Giorgio Bocca. tuo articolo colo di Giorgio Bocca prova ora a scrivere un tuo artico ’articolo di Giorgio Bocca prova

ora a scrivere un tuo articolo a scrivere un tuo articolo colo di Giorgio Bocca prova ora a scrivere un tuo artico ’articolo di Giorgio Bocca tico ’articolo di Giorgio Bocca prova ora a scrivere un tuo articolo a scrivere un Giorgio Bocca prova ora a scrivere un tuo artico ’articolo di Giorgio Bocca prova ora a scrivere un tuo articolo a scrivere un tuo articolo colo di Giorgio Bocca prova ora a scrivere un tuo artico ’articolo di Giorgio Bocca prova ora a scrivere un tuo artico rivere un tuo articolo colo di Giorgio Bocca prova ora a scrivere un tuo artico ’articolo di Giorgio Bocca prova ora a scrivere un tuo

Pittura

Pittura irruente. Catanzaro, MARCA INFORMAZIONI

Codice della Strada, l’uso del lampeggiante blu, è consentito ai conducenti degli autoveicoli adibiti a servizi di soccorso, di polizia, antincendio o di Codice della Strada, l’uso del lampeggiante blu, è consentito ai conducenti degli autoveicoli adibiti a servizi di soccorso, di polizia, antincendio o di

69


CANTELMO SORGE APPUNTO, COME SI È VISTO Dal superamento «dei necessari tumulti della prim Che il periodo superomistico non si esaurisce rapidamente come altri momenti ma abbraccia la totalità della produzione posteriore del Nostro (compresa quella notturna), che a questo periodo appartengono, accanto ad operedefinitivamente condannate, alcune opere che fa critica, concordemente, è portata a salvare, anzi ad ammi-

INFORMAZIONI

Codice della Strada, l’uso del lampeggiante blu, è consentito ai conducenti degli autoveicoli adibiti a servizi di soccorso, di polizia, CANTELMO SORGE APPUNTO, COME SI È VISTO Dal superamento «dei necessari tumulti della prim

news

Che il periodo superomistico non si esaurisce rapidamente come altri momenti ma abbraccia la totalità della produzione posteriore del Nostro (compresa quella notturna), che a questo periodo appartengono, accanto ad operedefinitivamente condannate, alcune opere che fa critica, concordemente, è portata a salvare, anzi ad ammirare, che il superuomo non nasce isolato ma all’interno di un movimento che comprende le due riviste più importanti degli ultimi anni del secolo, il “Convito” di Roma e “II Marzocco” di Firenze (nel periodo in cui veniva diretto rare, che il superuomo non nasce isolato ma all’interno di un movimento che comprende le due riviste più importanti degli ultimi anni del secolo, il “Convito” di

INFORMAZIONI

Codice della Strada, l’uso del lampeggiante blu, è consentito ai conducenti degli autoveicoli adibiti a servizi di soccorso, di polizia,

70

da Angiolo Orvieto, s’intende), che esso corrisponde evidentemente ad orientamenti profondi dello spirito pubblico italiano del tempo e non a caso sorge in un momento di crisi acuta della società italiana, alla fine della dittatura crispina2 e alla vigilia della sconfitta di Adua3. Dei vari ele-

CANTELMO SORGE APPUNTO, COME SI È VISTO Dal superamento «dei necessari tumulti della prim Che il periodo superomistico non si esaurisce rapidamente come altri momenti ma abbraccia la totalità della produzione posteriore del Nostro (compresa quella notturna), che a questo periodo apparten-

INFORMAZIONI

Codice della Strada, l’uso del lampeggiante blu, è consentito ai conducenti degli autoveicoli adibiti a servizi di soccorso, di polizia, CANTELMO SORGE APPUNTO, COME SI È VISTO Dal superamento «dei necessari tumulti della prim Che il periodo superomistico non si esaurisce rapidamente

come altri momenti ma abbraccia la totalità della produzione posteriore del Nostro (compresa quella notturna), che a questo periodo appartengono, accanto ad operedefinitivamente condannate, alcune opere che fa critica, concordemente, è portata a salvare, anzi ad ammirare, che il superuomo non nasce isolato ma all’interno di un movimento che comprende le due riviste più importanti degli ultimi anni del secolo, il “Convito” di


parole e visione parole e visione parole e visione parole e visione parole e visione parole e visione parole

parole e visione parole e visione parole e visione parole e visione parole e visione parole e visione parole

favoriamo il trasferimento delle emozioni

in questo numero

12

Portfolio un giorno di festa di Antonio Sollazzo,

24

Racconta il tuo viaggio Nella Valle dell’Argentino di Bartolomeo Caruso

27

Immagini vaganti Il festival del fotoreportage approda a Cosenza

32

Vincenzo Guerini, ai microfoni di violachannel, fa il punto sulla situazione della Fiorentina. “C’è delusione dopo la Lazio, ma il risultato ci penalizza. Nei tifosi c’era grande attesa, ma ci rifaremo. Abbiamo sbagliato degli episodi e la Lazio no, ma non passiamo dalle stelle alle stalle. Per il gioco espresso, dal punto di vista sportivo non siamo soddisfatti, perché meritavamo di più. Non voglio parlare dei singoli, si vince e si perde tutti assieme. Lazio e Udinese ci hanno messo in difficoltà perché stavano meglio, la fatica delle coppe a questa età non si sente. Sono rammaricato perché domenica ho visto entusiasmo e non siamo riusciti a trascinare il pubblico. Montolivo è un caso chiuso, la Fiorentina ha fatto valere le proprie ragioni. Ora c’è la sosta, Vincenzo Guerini, ai microfoni di violachannel, fa il

Limoni e Poesia A Rocca Imperiale continua il successo della manifestazione che lega i limoni alla poesia

In redazione: Antonio Blandi, Fausta Comite, vicenzo de girolamo, Antonio Blandi, Fausta Comite, vicenzo de girolamo, Antonio Blandi, Fausta Comite, vicenzo de girolamo, Antonio Blandi, Fausta Comite, vicenzo de girolamo, Antonio Blandi, Fausta Comite, vicenzo de girolamo, Antonio Blandi, Fausta Comite, vicenzo de girolamo,


parole e visioni


portfolio

Un giorno di festa

di Antonio Sollazzo


parole e visioni

Nella valle dell’Argentino Il fiume, già riserva naturale dal 1987 è un contesto tra i più wildless del parco Vincenzo Guerini, ai microfoni di violachannel, fa il punto sulla situazione della Fiorentina. “C’è delusione dopo la Lazio, ma il risultato ci penalizza. Nei tifosi c’era grande attesa, ma ci rifaremo. Abbiamo sbagliato degli episodi e la Lazio no, ma non passiamo dalle stelle alle stalle. Per il gioco espresso, dal punto di vista sportivo non siamo soddisfatti, perché meritavamo di più. Non voglio parlare dei singoli, si vince e si perde tutti assieme. Lazio e Udinese ci hanno messo in difficoltà perché stavano meglio, la fatica

delle coppe a questa età non si sente. Sono rammaricato perché domenica ho visto entusiasmo e non siamo riusciti a trascinare il pubblico. Montolivo è un caso chiuso, la Fiorentina ha fatto valere le proprie ragioni. Ora c’è la sosta, Vincenzo Guerini, ai microfoni di violachannel, fa il punto sulla situazione della Fiorentina. “C’è delusione dopo la Lazio, ma il risultato ci penalizza. Nei tifosi c’era grande attesa, ma ci rifaremo. di e la Lazio no, ma non passiamo dalle stelle alle stalle. Per il gioco espresso, dal punto di vista sportivo non siamo soddisfatti,

LEGGOSCRIVO.COM - VIAGGIATORI NARRANTI


racconta il tuo viaggio perché meritavamo di più. Non voglio parlare dei singoli, si vince e si perde tutti assieme. Lazio e Udinese ci hanno messo in difficoltà perché stavano meglio, la fatica delle coppe a questa età non si sente. Sono rammaricato perché domenica ho visto entusiasmo e non siamo riusciti a trascinare il pubblico. Montolivo è un caso chiuso, la Fiorentina ha fatto valere le proprie ragioni. Ora c’è la sosta, Vincenzo Guerini, ai microfoni di violachannel, fa il punto sulla situazione della Fiorentina. “C’è delusione dopo la Lazio, ma il risultato ci penalizza. Nei tifosi c’era grande attesa, ma ci rifaremo. Abbiamo sbagliato degli episodi e la Lazio no, ma non passiamo dalle stelle alle stalle. Per il gioco espresso, dal punto di vista sportivo non siamo soddisfatti, perché meritavamo di più. Non voglio parlare dei singoli, si vince e si perde tutti assieme. Lazio e Udinese ci hanno messo in difficoltà perché stavano meglio, la fatica delle coppe a questa età non si sente. Sono rammaricato perché domenica ho visto entusiasmo e non siamo riusciti a trascinare il pubblico. Montolivo è un caso chiuso, la Fiorentina ha fatto valere le proprie ragioni. Ora c’è la sosta, Vincenzo Guerini, ai

microfoni di violachannel, fa il punto sulla situazione della Fiorentina. “C’è delusione dopo la Lazio, ma il risultato ci penalizza. Nei tifosi c’era grande attesa, ma ci rifaremo. Abbiamo sbagliato degli episodi e la Lazio no, ma non passiamo dalle stelle alle stalle. Per il gioco espresso, dal punto di vista sportivo non siamo soddisfatti, perché meritavamo di più. Non voglio parlare dei singoli, si vince e si perde tutti assieme. Lazio e Udinese ci hanno messo in difficoltà perché stavano meglio, la fatica delle coppe a questa età non si sente. Sono rammaricato perché domenica ho visto entusiasmo e non siamo riusciti a trascinare il pubblico. Montolivo è un caso chiuso, la Fiorentina ha fatto valere le proprie ragioni. Ora c’è la sosta, Vincenzo Guerini, ai microfoni di violachannel, fa il punto sulla situazione della Fiorentina. “C’è delusione dopo la Lazio, ma il risultato ci penalizza. Nei tifosi c’era grande attesa, ma ci rifaremo. Abbiamo sbagliato degli episodi e la Lazio no, ma non passiamo dalle stelle alle stalle. Per il gioco espresso, dal punto di vista sportivo non siamo soddisfatti, perché meritavamo di più. Non voglio parlare dei singoli, si vince e si perde

tutti assieme. Lazio e Udinese ci hanno messo in difficoltà perché stavano meglio, la fatica delle coppe a questa età non si sente. Sono rammaricato perché domenica ho visto entusiasmo e non siamo riusciti a trascinare il pubblico. Montolivo è un caso chiuso, la Fiorentina ha fatto valere le proprie ragioni. Ora c’è la sosta, Vincenzo Guerini, ai microfoni di violachannel, fa il punto sulla situazione della Fiorentina. “C’è delusione dopo la Lazio, ma il risultato ci penalizza. Nei tifosi c’era grande attesa, ma ci rifaremo. di e la Lazio no, ma non passiamo dalle stelle alle stalle. Per il gioco espresso, dal punto di vista sportivo non siamo soddisfatti, perché meritavamo di più. Non voglio parlare dei singoli, si vince e si perde tutti assieme. Lazio e Udinese ci hanno messo in difficoltà perché stavano meglio, la fatica delle coppe a questa età non si sente. Sono rammaricato perché domenica ho visto entusiasmo e non siamo riusciti a trascinare il pubblico. Montolivo è un caso chiuso, la Fiorentina ha fatto valere le proprie ragioni. Ora c’è la sosta, Vincenzo Guerini, ai microfoni di violachannel, fa il punto sulla situazione della Fiorentina. “C’è delusione dopo la Lazio, ma il risultato ci penalizza. Nei ti-


parole e visioni

IL CASO TERRA NEL REGNO DELLE MONTAGNE SILENTI e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ... Lavora con noi - Offerta Lavazz preferito dagli italiani. Lavazza 17 mar 2011 ... L’azienda, il caffè e i tutti i prodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso.

ASIMOV

LE GRANDI STORIE DELLA FANTASCIENZA e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ... Lavora con noi - Offerta Lavazz preferito dagli italiani. Lavazza 17 mar 2011 ... L’azienda, il caffè e i tutti i prodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso.

STAR TREK

LE GRANDI STORIE DELLA FANTASCIENZA e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ... Lavora con noi - Offerta Lavazz preferito dagli italiani. Lavazza 17 mar 2011 ... L’azienda, il caffè e i tutti i prodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso.

ISAAC ASIMOV

LE GRANDI STORIE DELLA FANTASCIENZA e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ... Lavora con noi - Offerta Lavazz preferito dagli italiani. Lavazza 17 mar 2011 ... L’azienda, il caffè e i tutti i prodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso.

ASIMOV

LE GRANDI STORIE DELLA FANTASCIENZA e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ... Lavora con noi - Offerta Lavazz preferito dagli italiani. Lavazza 17 mar 2011 ... L’azienda, il caffè e i tutti i prodotti Lavazza, design, comunicazione e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso.

ASIMOV

LE GRANDI STORIE DELLA FANTASCIENZA e la community per portare nel mondo la cultura del caffè espresso ... Lavora con noi - Offerta Lavazz preferito dagli italiani. Lavazza 17 mar 2011.


Archeologica la rivista del tempo antico

C

onto della loro reale portata nella personalità del D’Annunzio. Ed è messo sull’avviso dal fatto che lo scrittore abruzzese considerava apertamente questo periodo come il punto d’arrivo della sua evoluzione e dei suoi esperimenti precedenti (Claudio Cantelmo1 sorge appunto, come si è visto, dal superamento «dei necessari tumulti della prima giovinezza»), che il periodo superomistico non si esaurisce rapidamente come altri momenti ma abbraccia la totalità della produzione posteriore del Nostro (compresa quella notturna), che a questo periodo appartengono, accanto ad operedefinitivamente condannate, alcune opere che fa critica, concordemente, è portata a salvare, anzi ad ammirare, che il superuomo non nasce isolato ma all’interno di un movimento che comprende le due riviste più importanti degli ultimi anni del secolo, il “Convito” di Roma e “II Marzocco” di Firenze (nel periodo in cui veniva diretto da Angiolo Orvieto, s’intende), che esso corrisponde eviden-

in questo numero CANTELMO SORGE APPUNTO, COME SI È VISTO Dal superamento «dei necessari tumulti

Pag 18 CANTELMO SORGE APPUNTO,

COME SI È VISTO Dal superamento «dei necessari tumulti

Pag 18 CANTELMO SORGE APPUNTO, COME SI È VISTO Dal superamento «dei necessari

tumulti

Pag 18 CANTELMO SORGE APPUNTO, COME SI È VISTO Dal superamento «dei necessari tumulti

Pag 18

arte in calabria - diretto da xxxxxxxxx - redazione xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx arte in calabria - diretto da xxxxxxxxx - redazione xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx


arcHeologIca 1 a tappa di un Viaggio tra

Dolmen e megaliti in Calabria

“Incavallicata” a Campana (CS) Che il periodo superomistico non si esaurisce rapidamente come altri momenti ma abbraccia la totalità della produzione posteriore del Nostro (compresa quella notturna), che a questo periodo appartengono, accanto ad operedefinitivamente condannate, alcune opere che fa critica, concordemente, è portata a salvare, anzi ad ammirare, che il superuomo non nasce isolato ma all’interno di un movimento che comprende le due riviste più importanti degli ultimi anni del secolo, il “Convito” di Roma e “II Marzocco” di Firenze (nel periodo in cui veniva diretto da Angiolo Orvieto, s’intende), che esso corrisponde evidentemente ad orientamenti profondi dello spirito pubblico italiano del tempo e non a caso sorge in un momento di crisi acuta della società italiana, alla fine della dittatura crispina2 e alla vigilia

della sconfitta di Adua3. Dei vari elementi che concorrono a formare il superuomo è proprio quest’ultimo quello che maggiormente colpisce un articolo. isolato ma all’interno di un movimento

che comprende le due riviste più importanti degli ultimi anni del secolo, il “Convito” di Roma e “II Marzocco” di Firenze (nel periodo in cui veniva diretto da Angiolo Orvieto, s’intende), che esso corrisponde evidentemente ad orientamenti profondi dello spirito pubblico italiano del tempo e non a caso sorge in un momento di crisi acuta della società italiana, alla fine della dittatura crispina2 e alla vigilia


videntemente ad orientamenti profondi dello spirito pubblico italian

che a questo periodo appartengono, accanto ad operedefinitivamente condannate, alcune opere che fa critica, concordemente, è portata a salvare, anzi ad ammirare, che il superuomo non nasce isolato ma all’interno di un movimento che comprende le due riviste più importanti degli ultimi anni del secolo, il “Convito” di Roma e “II Marzocco” di Firenze (nel periodo in cui veniva diretto da Angiolo Orvieto, s’intende), che esso corrisponde evidentemente ad orientamenti profondi dello spirito pubblico italiano del tempo e non a caso sorge in un momento di crisi acuta della società italiana, alla fine della dittatura crispina2

e alla vigilia della sconfitta di Adua3. Dei vari elementi che concorrono a formare il superuomo è proprio quest’ultimo quello che maggiormente colpisce un articolo. isolato ma all’interno di un movimen-

to che comprende le due riviste più importanti degli ultimi anni del secolo, il “Convito” di Roma e “II Marzocco” di Firenze (nel periodo in cui veniva diretto da Angiolo Orvieto, s’intende), che esso corrisponde evidentemente ad orientamenti profondi dello spirito pubblico italiano del tempo e non a caso sorge in un momento di crisi acuta della società italiana, alla fine della dittatura crispina2

e alla vigilia della sconfitta di Adua3. Dei vari elemen CANTELMO SORGE CANTELMO SORGE CANTELMO SORGE CANTELMO SORGE CANTELMO SORGE CANTELMO SORGE CANTELMO SORGE CANTELMO SORGE


arcHeologIca

news CANTELMO SORGE

Dal superamento «dei necessari tumulti del

Che il periodo superomistico non si esaurisce rapidamente come altri momenti ma abbraccia la totalità della produzione posteriore del Nostro (compresa quella notturna), che a questo periodo appar-

CANTELMO SORGE APPUNTO, COME SI È VISTO Dal superamento «dei necessari tumulti della prim

Che il periodo superomistico non si esaurisce rapidamente come altri momenti ma abbraccia la totalità della produzione posteriore del Nostro (compresa quella notturna), che a questo periodo appartengono, accanto ad operedefinitivamente condannate, alcune opere che

CANTELMO CANTELMO SORGE APPUNTO, COME SI È VISTO Dal superamento «dei necessari tumulti della prim

Che il periodo superomistico non si esaurisce rapidamente come altri momenti ma abbraccia la totalità della produzione posteriore del Nostro (compresa quella notturna), che a questo periodo appartengono, accanto ad operedefinitivamente condannate, alcune opere che fa critica, concorde-


Comunicare e agire pag.4 Valore all’artigianato pag 6 Piano triennale

delle attività produttive pag.8 Aggregazione innovazione mercato pag10 Buon Compleanno

Co.Se.RCalabria pag.14 Progetto Internazionale APQ Marocco pag.16 Le radici arabe in Calabria

pag.18 L’Innovazione testimonianza del tempo pag.20 Artigianato e competitività

arte in calabria - diretto da xxxxxxxxx - redazione xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx arte in calabria - diretto da xxxxxxxxx - redazione xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx


le ceramiche di Seminara

82


ARTIGIANATO E LUOGHI

storia leggendaria,cultura, arte, e artigianato di qualità

L

a Costa Viola geograficamente si identifica con la fascia costiera che inizia dal comune di Villa San Giovanni e termina col territorio del comune di Palmi, in provincia di Reggio Calabria. Altri, invece, indicano il comune di Reggio Calabria come punto d’inizio, lato sud, della costiera. Il termine ebbe origine da Platone che, navigando intorno alle coste della Calabria sarebbe rimasto colpito dalle varie tonalità del colore violaceo di questo paesaggio al tramonto. Ben quattro comuni si affacciano sulla Costa Viola: Villa S.Giovanni con le sue frazioni di Pezzo, Cannitello, Porticello; Scilla; Bagnara Calabra con le frazioni di Marinella e Porelli; Palmi con la frazione di Taureana. Questo tratto di mare possiede: alcune tra le più belle coste della regione ricche di scogli anfratti e grotte con spiagge, incastonate come gioielli nelle montagne che in alcuni tratti scendono ripide sul mare, mentre in altri i costoni aspromontani indietreggiano rispetto alla battigia un panorama ineguagliabile con l’imbocco nord dello Stretto di Messina tra Capo Peloro, la punta più a nord della Sicilia e la mitica rocca di Scilla. Nei giorni limpidi si possono vedere in lontananza le sagome delle Isole Eolie. Su questo tratto di costa, nel corso dei secoli sono sorte numerosi miti, leggende e racconti alcuni dei quali risalgono alla notte dei tempi formazione delle tipiche spiagge della Costa Viola; un fondale marino con un ecosistema ancora intatto che rappresenta un patrimonio naturalistico inestimabile. a Costa Viola geograficamente si identifica con la fascia costiera che inizia dal comune di Villa San Giovanni e termina col territorio del comune di Palmi, in provincia di Reggio Calabria. Altri, invece, indicano il comune di Reggio Calabria come punto d’inizio, lato sud, della costiera. Il termine ebbe origine da Platone che, navigando intorno alle coste della Calabria sarebbe rimasto colpito dalle varie tonalità del colore violaceo di questo paesaggio al tramonto. Ben quattro comuni si affacciano sulla Costa Viola: Villa S.Giovanni con le sue frazioni di Pezzo, Cannitello, Porticello; Scilla; Bagnara Calabra con le frazioni di Marinella e Porelli; Palmi con la frazione di Taureana. Questo tratto di mare possiede: alcune tra le più belle coste della regione ricche di scogli anfratti e grotte con spiagge, incastonate come gioielli nelle montagne che in alcuni tratti scendono ripide sul mare, mentre in altri i costoni aspromontani indietreggiano rispetto alla battigia un panorama ineguagliabile con l’imbocco nord dello Stretto di Messina tra Capo Peloro, la punta più a nord della Sicilia e la mitica rocca di Scilla. Nei giorni limpidi si possono vedere in lontananza le sagome delle Isole Eolie. Su questo tratto di costa, nel corso dei secoli sono sorte numerosi miti, leggende e racconti alcuni dei quali risalgono alla notte dei tempi formazione delle tipiche spiagge della Costa Viola; un fondale marino con un ecosistema ancora intatto che rappresenta un patrimonio naturalistico inestimabile.

L

83


di Fausta Comite

IL DESIGN CELEBRA IL 150° DELL’UNITÀ D’ITALIA Frigorifero

Smeg

I

l frigorifero tricolore di Smeg dalla linea inconfondibile in stile anni ’50. All’interno, ha tre ripiani in cristallo, un ripiano copriverduriera, un ripiano griglia per bottiglie e un cassetto frutta/verdura. Nella controporta, invece, vi sono due balconcini portaoggetti, un balconcino portabottiglie, un balconcino con coperchio sdoppiato e un portauova.

Moka

L

Bialetti

a Bialetti con la Elettrika 500 moka brandizzata con fascetta tricolore e pomello su cui è presente il logo FIAT. Disponibile anche nelle versioni colore bianco e nero.

Poltrona

L

Natuzzi

a Sound di Natuzzi, la poltrona con sistema audio integrato in total white con cuscinetto poggiatesta rigorosamente nei tre colori della bandiera italiana, disponibile solo su richiesta.


News

Forchetta e Rotella

I

Guzzini

l set forchetta e rotella ideato da Iacchetti e Ragni per Guzzini fa parte della collezione Art&Pizza una serie dedicata alla pizza che comprende anche due piatti piani e tovagliette coordinate.

Tazzina

Lavazza

U

na tazzina tricolore in limited edition è l’iniziativa di Lavazza. Omaggio alla nazione e a un’abitudine quotidiana che unisce il Paese da nord a sud, isole incluse: il rituale del caffè. Il set è composto da tazzina e piattino e confezionato in un esclusivo box tricolore

Carrozzina

I

Inglesina

nglesina rende omaggio ai 150 anni dell’Unità d’Italia tingendo di bianco rosso e verde la sua carrozzina Classica dalla linea retrò sempre attuale che esibisce il tricolore quale vero e proprio abito da cerimonia.



Altro turismo