Issuu on Google+

La Voce del NordEst - Numero 67 Dicembre 2016

ARTE IN CUCINA

19

sibile e riguardante un settore in cui l’Italia può giocare un ruolo di leadership molto maggiore di quanto abbia fatto in passato. Non perdiamo l’occasione”. Dalla lettura di questo articolo si evincono le qualità non solo professionali ma anche umane dello chef modenese. Credo sia interessante delineare un ritratto a tutto tondo di Massimo Bottura. Per fare ciò mi avvalgo di articoli scritti da importanti giornalisti (Max Bergami, Fernanda Roggero, Luca Iaccarino, Paola Jacobbi, …) per prestigiose testate italiane e che di seguito ripropongo per stralci. Massimo Bottura nasce a Modena il 30 settembre 1962 da una famiglia benestante. Trascorre una serena infanzia e adolescenza. Terminata la scuola dell’obbligo e quella superiore, si iscrive alla facoltà di giurisprudenza che però abbandonerà nel 1986. Rileva quindi nel 1987 una trattoria a Campazzo vicino a Nonantola in provincia di Modena. Questa scelta segnerà per sempre la sua vita. È lo stesso Massimo Bottura che in una recente intervista rilasciata a Paola Jacobbi di ‘Vanity Fair’ rammenta: “… È la cucina che ha scelto me. Mi ha aperto una porta e io ci sono entrato. In quel momento sentivo l’urgenza di togliermi di dosso una tristezza che sembrava invincibile. Studiavo cose che non mi interessavano, lavoravo con mio padre e non mi piaceva. Un giorno mia madre mi ha detto che dovevo fare qualcosa per ritrovare un po’ di serenità. Mio fratello Paolo mi ha segnalato la trattoria in vendita di un elettrauto che voleva tornare a fare l’elettrauto. Era a Campazzo, un posto di due case sperdute in campagna. Lì ho conosciuto una delle donne più importanti della mia vita, Lidia Cristoni. Mi ha insegnato come si prepara la linea di un ristorante e tutti quei trucchi che, se non li sai, puoi anche cucinare le cose migliori del mondo, ma chiudi in dieci giorni …”. Nella medesima intervista Massimo Bottura svela anche alcuni piccoli segreti del suo speciale rapporto con la moglie e i due figli. “… La mia passione per l’arte contemporanea la debbo a lei. Io fino a quel momento mi fermavo

PISCInA DI PRIMIeRo Sport e Tempo Libero di Alessandro Ventimiglia da lunedì a venerdì 10 21 sab/dom 15 - 19 Info e ConTATTI Tel. 0439/62 885 www.sportetempolibero.it

all’impressionismo. Mia moglie mi ha aperto un mondo, un modo di vedere che io voglio riprodurre nei miei piatti ... Lara sa cucinare. Fa risotti buonissimi, un ottimo minestrone e un pollo al curry eccezionale che le ha insegnato un’amica angloindiana … Lara ed io abbiamo due figli. Con Alexa, che ha diciannove anni e studia scienze politiche a Washington, a volte sono troppo severo, pretendo molto da lei, anche se la adoro, è la mia bimba! Con Charlie, che ha quindici anni e un disturbo genetico, con qualche difficoltà di apprendimento, sono più buono, gliele do tutte vinte … abbiamo deciso di trattarlo in tutto e per tutto come un bambino normale, fargli frequentare le scuole con gli altri, incoraggiarlo a impegnarsi come e più degli altri …”. Massimo Bottura è una persona eclettica: ottimo cuoco, marito sensibile, padre premuroso, uomo colto, amante di automobili veloci (Maserati in primis) e pure ambasciatore di cultura nel mondo. “… Entro il 2016 – spiega Massimo Bottura a Fernanda Roggero de ‘Il Sole 24 Ore’ – i migliori chef italiani saranno in giro per il mondo a proporre nelle ambasciate il meglio del-

Lunedì - Venerdì 09.30 alle 12. Mercoledì e Venerdì anche pomeriggio dalle 16 alle 19. Su appuntamento: sabato e i restanti pomeriggi Via Fiume, 3 • Fiera di Primiero (TN)

Cell. 342 0207336 www.laparisienneviaggi.it

la nostra enogastronomia. Finalmente iniziamo a fare quel che altri paesi, la Francia, ma anche Australia, Messico e Perù, fanno convinti da tempo ... La cucina italiana sta cambiando. La parola chiave è cultura. Il cuoco del futuro deve avere cultura, perché la cultura genera conoscenza, che apre la coscienza. Il passo seguente è il senso di responsabilità …”. Massimo Bottura ribadisce gli stessi concetti anche nel libro pubblicato nel 2014 in Italia da ‘L’Ippocampo Edizioni’ e all’estero dall’editore ‘Phaidon’. ‘Vieni in Italia con me’, questo il titolo della versione italiana, non è il classico ricettario bensì un libro d’arte. “… La musica, l’arte e il cibo sono le mie grandi passioni – chiosa Massimo Bottura – e di queste ho riempito il libro. Spero che chi lo leggerà ne tragga ispirazione per esprimere se stesso. Il mio messaggio? Siate liberi, siate coraggiosi. Siate focalizzati sul vostro sogno e si realizzerà …”.

www.gianangelopistoia.eu

Bernardin Enea S E RV I Z I

Reperibilità 24/24h

348.5827270 - 347.9693680

Mezzano - Borgo Valsugana - Castello Tesino www.ofbernardin.it


La Voce del NordEst N°67 dicembre 2016