Issuu on Google+

RICAMOItalian

o

gennaio 2012

ORNATI RAFFINATI E SONTUOSI di pagina 40-43

1

la precisione nell’esecuzione, la scelta raffinata e tradizionale dei decori per l’ornato fanno del merletto d’orvieto un pizzo sempre adatto a soluzioni di particolare eleganza

stella 2 Spiegazioni e schemi per realizzare i lavori pubblicati su Ricamo Italiano n° 87


o

RICAMOItalian Cuscino con fiori in merletto di Orvieto di pagina 42 Difficile

Occorrente cm 40x40 di velluto bordeaux; Filato Mercer Crochet n. 100 Anchor Coats Cucirini; cotone Anchor Perla n. 8 Coats Cucirini per il cordone di sostegno; uncinetto n. 0,5 Punti impiegati maglia bassa, maglia alta, catenella Esecuzione Fiore: fare un acino e, senza tagliare il cordone ed il filo sottile, proseguire con i petali: lavorare 12 m. b., tornare indietro ed all’11° maglia girare con una m.

gennaio 2012 bss. Procedere in righe di andata e ritorno fino a riempire la superficie del petalo ed ogni volta che si arriva all’altezza del cordone portarselo dietro. Alla fine portare il cordone all’altezza dell’acino ed iniziare il secondo petalo. Procedere in questo modo per 5 petali e chiudere. Buchino (per il contorno): 1° giro: avv. una cat. di maglie volanti per il contorno del sottopiatto. 2° giro:lav. 5 cat., 1 m. a. nella ottava cat. , * 1 m. volante, saltare una maglia di base, 1 m.a. *; ripetere da * a * fino alla fine della catenella.

Fondo girato o sbagliato: serve per unire l’ ornato al buchino di rifinitura. Gioca sull’alternanza di 3 cat. 1 m. b. – 2 cat. 1 m. a. e questo per evitare che il lavoro “righi”, cioè che si creino delle righe di lavorazione. Il fondo girato è decisamente irregolare.Viene lavorato sul tessuto di base, dopo aver imbastito le varie parti (ornatobuchino) e si lavora tenendo il tessuto sempre piegato, quasi come si lavorasse la puntina intorno ad un fazzolettino, cambiando continuamente la direzione del lavoro. Il fondo, come l’ornato, va lavorato sempre da destra verso sinistra.

Stiratura: lavare a mano il merletto con acqua calda e sapone di Marsiglia. Sciacquare bene e tamponare con un panno asciutto. Immergere il merletto in una soluzione di acqua calda e amido naturale. Asciugarlo (a rovescio) con il ferro da stiro (non a vapore), dopo averlo coperto con un panno di cotone. Togliere il panno e finire di asciugare. Una volta che il merletto sarà asciutto poggiarlo sopra ad un mollettone ( un maglione piegato, una coperta sempre piegata ), in modo da creare uno spessore morbido. Mettere il ferretto a scaldare su fiamma; dopo averlo raffreddato un po’ in acqua fredda controllare su un panno bianco se brucia il tessuto e, una volta pronto, premere sulle parti da rialzare.

2

Ingrandire al 200 %


o

RICAMOItalian

gennaio 2012

3

Dettagli lavorazione


o

RICAMOItalian Cuscino con grifone in merletto di Orvieto di pagina 42 Difficile

Occorrente cm 40x40 di velluto bordeaux; Filato Mercer Crochet n. 100 Anchor Coats Cucirini; cotone Anchor Perla n. 8 Coats Cucirini per il cordone di sostegno; uncinetto n. 0,5 Punti impiegati maglia bassa, maglia alta, catenella Esecuzione Acino. L’acino serve per formare i grappoli d’uva nell’ornato, ma si usa anche per realizzare i pallini nel fondo girato. Avvolgere il cordone sull’indice sinistro e prendere con la mano destra il cappio che si è formato tra pollice ed indice. Con il filo sottile lavorare nel cerchio 13 m.basse. Tenendo il cappio con il pollice e l’indice della mano sinistra, tirare la

gennaio 2012 parte più lunga del cordone fino a che l’inizio e la fine delle m.basse si tocchino. Chiudere il giro con 1 m.bassissima sulla prima m.bassa ed eseguire un 2° giro prendendo sempre il cordone a cavallo puntando sulle maglie sottostanti (come una chiocciola). Fare degli aumenti, in modo che l’acino risulti piatto. Finito il 2° giro lasciare il cordone ed eseguire 1 m.bassa, 1 m.bassissima ed 1 cat. Fermare il filo sottile e tagliarlo. Tagliare anche i due capi del cordone a filo della lavorazione . Per la lavorazione dei rami seguire la descrizione di quelli del sottopiatto, seguendo il disegno della ventola. Fiore. Fare un acino e, senza tagliare il cordone ed il filo sottile, proseguire con i petali: lavo-

rare 12 m.basse, tornare indietro ed all’11° maglia girare con una m.bassissima. Procedere in righe di andata e ritorno fino a riempire la superficie del petalo ed ogni volta che si arriva all’altezza del cordone portarselo dietro. Alla fine portare il cordone all’altezza dell’acino ed iniziare il secondo petalo. Procedere in questo modo per 5 petali e chiudere. Grifone. Si compone di più parti lavorate separatamente, poi unite a piccoli punti sul rovescio: 1. Testa, corpo, zampa e coda 2. zampa 3. Ali centrali 4. Altre ali centrali 5. Ali superiori. Buchino (per il contorno) e fondo girato o sbagliato: vedere la spiegazione del cuscino con fiore Tondino o Esagono. Aw. una

cat. di 6 m. vol., chiudere a cerchio con 1 mezza m. bassa e lav.: 1° giro: * 3 m. vol., 1 m. bassa puntando nel cerchio*, per 6 volte; 2° giro: su ogni archetto lav: * 3 m. vol., 1 m. bassa*, per 2 volte; 3° giro: * sul 1 ° archetto lav. **3 m. vol., 1 m. bassa **, per 2 volte, sul 2° archetto: 3 cat., 1 m. bassa *, rip: da * a *; 4° giro: pros. incolonnando gli aum. (2 archetti sullo stesso archetto) in modo da formare dei piccoli esagoni con 6 aumenti in tutto. Negli ultimi 2 giri si lavorano gli archetti come si presentano. Posizionare gli esagoni a cornice come da foto. Fondo a stanghe: eseguire archetti di 5 e 6 cat. fermati con una m.bassa, completare così la parte centrale del disegno. Nel percorso di ritorno coprire gli archetti con”2-3 m.basse , 1 pippiolino di 3 cat, 2-3 m.basse”. Rip. da “ a “ per tutti gli archetti. Stiratura: vedere la spiegazione del cuscino con fiori. 4

Ingrandire al 200 %


o

RICAMOItalian

gennaio 2012

Pronto ricamo casa editrice edizioni dessein s.r.l. pubblicazione mensile direttore responsabile elio michelotti

direzione,redazione,amministrazione 25020 dello Brescia via martin luther king, 13 telefono e fax : 030 97.71.138 E-mail: info@edizionidessein.it

5

per le lettrici che avessero difficoltĂ  telefonare 030 97.19.319 030 97.71.138 info@edizionidessein.it


Ornati raffinati e sontuosi