Issuu on Google+

RICAMOItaliano

luglio 2006

UNA VETRINA SPECIALE di pagina 48-51

Vi presentiamo alcune creazioni presentate all’importante mostra mercato del ricamo a mano e del tessuto di valtopina

stella 5 Spiegazioni e schemi per realizzare i lavori pubblicati su Ricamo Italiano n°21 Un aiuto in più Per le lettrici che avessero difficolta’ possono chiamare in redazione ai numeri: 030/9771138 oppure 030/9719319 Vi daremo le soluzioni volta per volta personalizzata; oppure inviando una mail dal nostro sito: www.ricamoitalianonline.it


RICAMOItaliano

Vi diamo alcuni elementi base per iniziare a creare lavori personalizzati strutturati sulle tecniche del merletto d’irlanda, punto pittura, punto assisi, pizzo orvieto, ars panicalensis...con un successo legato alla perfezione dei ricami, alla qualita’ dei tessuti e alla rarita’ delle opere. Iniziamo in queste pagine a svelarvi alcuni

luglio 2006

Centro rotondo con uva di pagina 48

Media difficoltà Occorrente Filo Ancora n. 100, uncinetto n. 0,4 mm.

Punti impiegati Catenella,punto basso, mezzo punto alto, punto alto,punto alto doppio e pippiolini.

Esecuzione Si inizia ad eseguire i motivi che formano il disegno propriamente detto ; questi motivi sono fatti su un grosso filo o cordoncino, disposto ora a linee diritte, ora a linee curve, permettendo di comporre varie forme. Terminati i motivi, si fissano, seguendo un dato disegno su un tessuto delimitato da una base con alcuni punti d’imbastitura, poi si forma il reticolato che deve collegare i vari motivi del disegno. Terminato il reticolato si toglie l’imbastitura e si rifinisce la base con un bordo dentellato. Bottoncino (chicco d’uva): Si avvolge tre volte il cordoncino sulla parte piatta dell’uncinetto, si sfila il piccolo anello che si è formato e si copre per intero con le maglie basse . Si chiude terminando con due catenelle e staccare il filo. Si gira il bottoncino così che il rovescio del lavoro diventi il dritto del lavoro.

Per un grappolo occorrono 12 bottoncini che verranno uniti con l’ago ( per semplificare il lavoro) da rovescio. Fondo a “ nebulosa” o fitti d’Orvieto: E’ formato da tanti esagoni uniti insieme con l’uncinetto ( o con l’ago). Avviare 6 catenelle e chiuderle a cerchio. Nel cerchietto lavorare 3 catenelle, una maglia bassa per 6 volte. Al giro successivo fare 3 catenelle una maglia bassa nel 1° archetto, 3 catenelle e una maglia bassa nello stesso archetto, 3 catenelle una maglia bassa nell’archetto successivo, 3 catenelle una maglia bassa nello stesso archetto, ripetere fino alla fine del giro. Ai giri successivi si ripete la stessa lavorazione in modo che vengano messi in evidenza 6 raggi del piccolo esagono, divisi da archetti semplici. Foglia: 1° giro : montare per il gambo 90 maglie basse sul cordoncino semplice. Chiudere a cerchio le ultime trenta. Girare il lavoro. 2° giro : 15 maglie basse sul cordoncino più due maglie basse per girarle.Tornare indietro ( con il cordone) con 15 maglie basse sul cerchio di 30 maglie basse.Voltare il lavoro. 3° giro : risalire con 5 maglie basse sulla prima voluta più 14 maglie basse sul solo cordone. 2 maglie basse per girare scendere con 19 maglie basse. Proseguire con 2 maglie basse sul cerchio centrale. Girare il lavoro. 4° giro : risalire con 7 maglie basse sulla seconda voluta, 14 maglie basse sul solo cordoncino più 2 maglie basse per girarle. Lasciare il cordoncino, scendere con una catenella, saltare una maglia bassa, una maglia alta, ripetere fino alla

base. Risalire facendo 2 maglie basse sopra ogni catenella, riprendere il cordoncino e tornare nuovamente alla base, proseguire con 2 maglie basse. Girare il lavoro. 5 ° giro : risalire di 7 maglie basse sulla voluta precedente, 12 maglie basse sul solo cordone più due maglie per girarle, scendere con 19 maglie basse più due maglie basse nel cerchio centrale. Girare il lavoro. 6° 5 maglie basse sulla voluta precedente proseguire sul solo cordone con 10 maglie basse più due maglie basse per girare. Scendere con 15 maglie basse più due maglie basse sul cerchio centrale. La prima sezione della foglia è conclusa. Ripetere altre due 2 volte da * a *.Terminata la prima foglia si lavora sul solo cordoncino 30 maglie basse, voltare il lavoro. Chiuderle a cerchio fissandole all’attaccatura del gambo (1° tratto ). Proseguire per atre 30 maglie basse e iniziare la seconda foglia. 2° foglia: 60 maglie basse sul cordone, chiudere a cerchio le ultime 30 maglie basse.Voltare il lavoro e ripetere da*a*. Scendere fino alla base. Fermare il lavoro con 2 maglie catenella. Fissare con l’ago al grappolo d’uva. Bordi: Bordino di larghezza uniforme che delimita il bordo esterno del lavoro, è formato da una catena di maglie volanti sopra alla quale si lavora: * una maglia alta, una catenella di base, una maglia alta * . Ripetere da* a * fino alla fine della base. Bordi dentellati: Vari tipi di rifiniture su cordoncino o semplici , fatte sulla base una volta sbastito il lavoro dal tessuto. Bordura con motivo a trifoglio : fare sul cordoncino semplice


RICAMOItaliano

una maglia bassa * piegare il cordoncino a guida di circolo e coprirlo con 15 maglie basse, continuare con una maglia bassa sul cordoncino semplice; ricominciare due volte da *. Reticolati: Una volta fissati i motivi sul tessuto, lo spazio vuoto che rimane fra i motivi e l’ornamento del margine viene colmato da un reticolato ad uncinetto, fatto andando e tornando, con maglie alte, maglie basse, catenelle, che si unirà ai motivi del disegno ogni volta che vi si arriverà vicino.

luglio 2006

erba e le foglie a punto raso, con i colori non sfumati, ma disposti a zone. I colori usati sono: verde 500, 501, 3346, 3345; viola 33, 3746, 340; lilla 3609, 3608, 3607, 915.

1 3

Tovaglia con Violette di pagina 48

Media difficoltà Occorrente Tela di lino bianca. Cotone mouliné DMC.

Punti impiegati Punto erba; punto raso.

Esecuzione Riportare sul tessuto il disegno del ricamo. Ricamare dapprima il nastro a punto raso sfumando bene i colori come da foto, per dare la sensazione del serpeggiare del nastro alternando il chiaro e lo scuro. Anche i fiori sono sfumai con il colore più chiaro verso il centro e lo scuro sulla punta dei petali; il cuore è formato da poche passate a punto pieno. I gambi sono a punto

2 A grandezza naturale da unire lungo il tratteggio dove mostrano le frecce, nella pagina seguente trovate la parte finale delle violette


RICAMOItaliano

luglio 2006

3

1

Esecuzione

Asciugamano con bordo Merletto d’Irlanda Di pagina 48

Media difficoltà Occorrente Tessuto di puro lino Olanda F.lli Graziano, Filo Ancora n. 100 colore ecrù, uncinetto n 0,4 mm.

Punti impiegati Catenella,Maglia bassa,Maglia alta.

Merletto con rosa d’Irlanda:. Il centro è formato dalla rosa d’Irlanda ad otto petali, il reticolato che la circonda si fa in tre giri. Rosa d’Irlanda: cominciare con 8 maglie volanti e chiudere il circolo con 1 piccola maglia bassa nella prima maglia volante. 1° giro : 6 maglie volanti; ripetere sette volte : 1 maglia alta nel circolo e 3 maglie volanti; una piccola maglia bassa nella 3^ delle 6 maglie volanti. 11° giro : eseguire su ciascuna treccia di 3 maglie volanti : 1 maglia bassa, 6 maglie alte, 1 maglia bassa. 111° giro : 1 maglia bassa nella piccola maglia bassa del primo giro, 4 maglie volanti ; ripetere sette volte: 1 maglia bassa nella maglia alta seguente del primo giro e 4 maglie volanti; una piccola maglia bassa nella prima maglia bassa. 1V° giro : fare su ogni treccia di 4 maglie volanti : 1 maglia bassa, 7 maglie alte , 1 maglia bassa.

V° giro : 1 maglia bassa nella piccola maglia bassa del terzo giro, 5 maglie volanti; ripetere sette volte : 1 maglia bassa nella maglia bassa seguente del terzo giro e 5 maglie volanti ; 1 piccola maglia bassa nella prima maglia bassa. V1° giro : eseguire su ciascuna treccia di 5 maglie volanti : 1 maglia bassa, 8 maglie alte, 1 maglia bassa. V11° giro : 1 maglia bassa nella piccola maglia bassa del quinto giro, 6 maglie volanti, ripetere sette volte : 1 maglia bassa nella maglia bassa seguente del quinto giro e 6 maglie volanti; una piccola maglia bassa nella prima maglia bassa. V111° giro : fare s ciascuna treccia 6 maglie volanti : 1maglia bassa, 9 maglie alte, 1 maglia bassa. Reticolato : 1° giro : 4 piccole maglie basse nelle prime 4 maglie della prima foglia della rosa, * 12 maglie volanti, tornando a lavorare 1 maglia bassa nella sesta maglia volante, 6 maglie volanti, 1 maglia bassa nella prima maglia volante, 6 maglie volanti, 1 maglia bassa nella

prima maglia volante e una maglia bassa nella maglia volante che precede i 3 pippiolini, 6 maglie volanti, 3 pippiolini riuniti, 6 maglie volanti, una maglia bassa nella settimana del petalo seguente; 6 maglie volanti, 3 pippiolini riuniti, 6 maglie volanti, una maglia bassa nella quarta del petalo seguente : ricominciare tre volte da* ; 4 maglie basse sulle prime sei volanti. 11° giro : una maglia volante, una maglia bassa, messa dietro i pippiolini. **6 maglie volanti, 4 3 pippiolini riuniti, 6 maglie volanti, una maglia bassa, dietro il secondo e il terzo pippiolino, una maglia volante, voltare il lavoro, fare sulle 10 maglie volanti 12 maglie basse, una maglia volante,voltare il lavoro,eseguire 12 maglie basse sopra le maglie basse inferiori, voltare il lavoro, lavorare su ciascuna treccia di maglie volanti : una maglia bassa, maglie alte, una maglia bassa; eseguire 4 piccole maglie basse discendendo sino ai tre pippiolini riuniti, 6 maglie volanti, una maglia bassa dietro il secondo pippiolino, riprendere tre volte da **. Fermare il filo. Variante per il bordo a cinque punte: Si aggiunge da un solo lato, dopo il secondo giro una quinta figura a tre festoni. Una maglia volante, una maglia bassa sulla quarta maglia alta del primo festone, 6 maglie volanti, pippiolini riuniti, 6 maglie volanti, una maglia bassa dietro il pippiolino seguente, una maglia volante, una maglia bassa dietro il pip-


RICAMOItaliano

piolino successivo, una maglia volante, voltare il lavoro. Ripetere tre volte: 6 maglie volanti, una malia bassa sulla quarta maglia bassa, voltare il lavoro, lavorare su ciascuna treccina di maglie volanti : Una maglia bassa, 8 maglie alte, una maglia bassa, scendere con 4 maglie basse fino al pippiolino triplo, 6 maglie volanti , 3 pippiolini riuniti, 6 maglie volanti, una maglia bassa nella quarta maglia alta del primo festone, 6 maglie volanti, un pippiolino triplo, 6 maglie volanti , una maglia bassa tra il primo e il secondo festone, 6 maglie volanti, un pippiolino triplo, 6 maglie volanti. 111° giro : il terzo giro è composto da 26 treccine con pippiolini. Una maglia volante, ***1 maglia bassa dietro il secondo pippiolino, 6 maglie volanti, 3 pippiolini riuniti, 6 maglie volanti, una maglia bassa nella quinta maglia del primo festone della figura in angolo, 6 maglie volanti, 3 pippiolini riuniti, 6 maglie volanti, una maglia bassa nella prima del secondo festone, 6 maglie volanti, 3 pippiolini riuniti,6 maglie volanti, una bassa nella decima del secondo festone, 6 maglie volanti, 3 pippiolini riuniti, 6 maglie volanti, una maglia bassa nel secondo pippiolino, 6 maglie volanti; riprendere tre volte da *** e terminare con una piccola maglia bassa. Fermare il filo. Per riunire più motivi, si sopprimono da un lato tutti i pippiolini nei punti di congiunzione. Rifinitura: Base 1° giro: una maglia bassa nel pippiolino del centro, 10

luglio 2006

maglie volanti. 11° giro : 5 maglie volanti , *saltare due catenelle, una maglia alta, 2 maglie volanti, ripetere da *. Bordo dentellato Sopra il 11° giro della base eseguire con il cordoncino semplice : 1 maglia bassa nella prima maglia alta ** 2 maglia volanti, una maglia bassa nella maglia alta. Seguente, un pippiolino. Ripetere 4 volte: 2 maglie basse sulle due maglie volanti, una maglia bassa nella maglia alta, una maglia alta sulle due maglie volanti seguenti.Voltare il lavoro. 4 maglie volanti, saltare 4maglie basse, 2 maglie, separate da 4 maglie volanti, nella quinta maglia, 4 maglie volanti. Unirle alla 4 maglia bassa. Voltare il lavoro. In ciascuna treccina di maglie volanti. Lavorare: * 3 maglie basse, un pippiolino, 3 maglie basse, una maglia bassa nella maglia volante, una maglia bassa nella maglia alta. Ricominciare da *.

le in majolica di Deruta per le nappe.

Punti impiegati Punto erba e punto piatto; rifinito con orlino a punto quadro, punto raso, punto filza e punto festone

Esecuzione Riportare il disegno su tessuto e ricamare i motivi a punt’erba, piatto, raso, filza e festone, mentre l’orlino a punto quadro.

Centrino in tulle di pagina 51

Difficile Occorrente Cm 40x28 di Tulle écru in seta o cotone con maglie sottili e morbide, con fori regolari con diametro non superiore a mm 0,5; Cotone Mouliné DMC n°25 Freccia carta da lucido o carta robusta leggermente colorata (carta da pacco); ago con punta arrotondata.

Punti impiegati Centrotavola con motivi floreali di pagina 50

Media difficoltà Occorrente Tessuto in puro lino bianco dei fratelli Graziano, filato di cotone moulinè 1003 color arancio della DMC e fuseruo-

Punto festone; retini di fondo; punto nodini; punto filza; punti lanciati; punto erba; punto inglese.

Esecuzione Riportare sulla carta oleata il disegno. Imbastire sul tulle il doppio supporto formato dalla carta oleata e la carta da pacchi in modo che risulti ben teso e senza grinze. Contornare tutti i disegni a

punto filza ripassato per segnare i contorni delle varie superfici che andranno poi riempite con i vari punti. Ogni elemento va imbastito;Riempire il riquasro centrale con rete grande ripassata con nodino centrale. I riccioli che contornano gli ovali sono fatti a due; sui lati lunghi dell’ovale abbiamo una lavorazione a stelline, mentre ai lati corti una rete a esagoni doppi. Le foglioline piu’ grandi sono a uno e le piccole sono a due. Ai lati lunghi, i ramoscelli hanno dei trifogli lavorati a punto indietro. I fiori sono realizzati con lavorazione a righine, con piccoli rombini e sopramano. Le foglie a uno o a due, i fiorellini piccoli e quelli che fanno da bordura, sono 5 fatti a due alternati al punto smerlo. Le rifiniture realizzate a cordoncino o “birello”. . Terminato il ricamo togliere l’imbastitura, la carta oleatae quella da pacchi e tagliare con forbici molto affilate il tulle in eccedenza facendo attenzione a non intaccare la costina del punto festone. Stirare il tulle dal rovescio. Nelle pagine seguenti troverete il disegno.

Le spiegazioni della centrino su tulle sono tratte dal libro: Ars Panicalensis del comune di Panicale con la collaborazione di Paola Matteucci , un importante manuale per la lavorazione del tulle: per richiederlo telefonare in redazione al n°0309719319


RICAMOItaliano

luglio 2006

Sotto, il disegno a grandezza

dimensioni reali

naturale per realizzare la striscia con disegni de Ruta di pagina 50. Il disegno è speculare

meta’

6


RICAMOItaliano

luglio 2006

Esecuzione

Tovaglietta da thè a punto Assisi di pagina 49

Media difficoltà Occorrente 120 x 120 cm di puro lino Assisi a trama regolare, filo in cotone da ricamo n. 25 DMC oppure Moulinè a due fili e filato nero n.310.

Punti impiegati Punto Assisi, punto scritto, punto croce e punto quadro

Tecnica di esecuzione del punto assisi: La tecnica precisa vuole che si contino scrupolosamente i fili della tela, che devono essere tre per ogni punto esatto, se si vuole un lavoro eseguito secondo la tradizione. Prima di tutto si ricama il contorno del disegno scelto, poi si ricama lo sfondo sul quale il disegno deve spiccare. Il contorno si esegue in due riprese. Prima una filza, secondo le linee del disegno, che va poi ripassata. Se il disegno è stato ben eseguito, deve risultare eguale sia al diritto che al rovescio. Questa tecnica è chiamata Punto scritto. Eseguito il contorno, si passa poi allo sfondo su cui deve spiccare il disegno, a punto croce,

perfettamente aderente al disegno, senza lasciare spazi in bianco. Questi lavori devono poi essere rifiniti con il punto quadro e con l’orlino frullato, ossia simile ad un cordoncino, rotondo e resistente. Generalmente il contorno si fa con il filo di colore nero, mentre lo sfondo può essere roosso-fuoco, ruggine, marrone, blu medio, chiaro o scuro.

Schema a simboli per l’angolo, il motivo centrale e il motivo per i tovaglioli della tovaglia a punto assisi di pagina 49

7


RICAMOItaliano

Centro Merletto d’Orvieto Di pagina 49

Difficile Punti Impiegati Catenella,Maglia bassa,Maglia alta.

luglio 2006 2 o 3 maglie volanti eseguite girando continuamente il lavoro. Tondino avviare 6 catenelle e chiuderle in cerchio con una maglia bassissima.1° giro: nel cerchio fare 3 catenelle 1m.b. per sei volte si formano così 6 archetti; 2° giro: in ogni archetto fare 3 catenelle 1m.b. 3 cat. 1m.b. Poi si passa all’archetto successivo; 3° giro: si continuano a fare 3 catenelle e una maglia bassa nell’archetto doppio in maniera che si delimitano in 6 raggi dell’esa-

gono. Si prosegue così fino al sesto giro poi si eseguono 2 giri con tutti archetti(senza aumenti) e si chiude.

Sotto, meta’ disegno a grandezza naturale per realizzare la striscia il centro in merletto d’Orvieto di pagina 49

Occorrente Filo di cotone colore ecrù n.50 CCC, uncinetto 0,60 ,cotone n.8 (cordone di sostegno).

Esecuzione Fare il disegno su carta e riportarlo su una tela di cotone. I vari elementi che compongono il lavoro sono, l’ornato(fiori ..ecc.) ,il fondo, tondini. Il fondo è girato, a stanghe e a tulle tra gli esagoni. Ornato: le parti piene cioè l’ornato sono giri di andata e di ritorno di maglia bassa, il cordone da grossezza e sostegno ai contorni e nelle curve tirarlo leggermente per adattarlo all’inclinazione dei disegni, mentre si lavora confrontare sempre le misure sul disegno, il lavoro richiede fantasia e capacità di adeguarsi al modello per cui diventa quasi impossibile spiegare ogni passaggio, seguire il disegno soprattutto per quello che riguarda l’andamento sinuoso della direzione del lavoro. Fondo Girato: lo spazio rimasto vuoto tra i motivi e il bordo di finizione viene colmato da una rete ad uncinetto fatta andando e tornando che si unirà ai motivi con una maglia bassa ogni volta che vi si giunge vicino la rete è lavorata a giri irregolari di maglie basse e maglie alte con

8

meta’

dimensioni reali


RICAMOItaliano

luglio 2006 meta’

dimensioni reali

9

Meta’ disegno a grandezza naturale per realizzare il centrino su tulle di pagina 51


RICAMOItaliano

luglio 2006

Pronto ricamo Casa Editrice Edizioni Dessein s.r.l. Pubblicazione mensile Direttore responsabile Elio Michelotti

Direzione,Redazione,Amministrazione 25020 Dello Brescia Via Don Guindani 47/D Telefono e fax : 030 97.19.319 E-mail: info@edizionidessein.it

Per le lettrici, che hanno difficolta’ telefonare 030 97.19.319 030 97.71.138 info@edizionidessein.it


stella5_21