Page 1

evento promosso da

dal SISTEMA

DESIGN

al

dei SISTEMI

Dal Sistema Design al Design dei Sistemi | design per le imprese | Passioni e saperi tra produttore e fruitore | 21.09.2011 | ore 15.00 > 19.30 | MACRO Testaccio LA PELANDA | Abstract convegno Saperi e Passioni distribuite nel territorio possono qualificarsi in un progetto comune che si avvale delle inter-relazioni tra produttore e fruitore.

SISTEMA come... Design per la rete territoriale Esaltare la capacità sinergica del distretto territoriale o della rete di imprese presenti sul medesimo territorio di produrre innovazione nei termini di bene comune attraverso una progettualità che vede proprio nella prassi del design dei sistemi lo strumento di management per la gestione efficace di tale complessità come condivisione dei processi e dei risultati tra tutti gli attori. Esempi di tale operatività sono i progetti del Centro Ricerche ISIDE sul Design dei Sistemi, tra i quali: VENERANDA CARRINO, MASSIMO CIAFREI,

Project Manager ISIDE Research Lab Project Manager ISIDE Research Lab

e gli interventi dei relatori: AVRIL ACCOLLA, FRANCO ALLERUZZO, MASSIMO ARLECHINO, LUISA BARTORELLI, MARINA MAGGINI,

Designer, vice presidente EIDD Design for All Europa Presidente coordinamento provinciale LEGACOOP Presidente Fondazione Valore Italia Presidente Fondazione Alzheimer Uniti Onlus Centro Nazionale di Epidemiologia ISS, responsabile progetto IGEA

SISTEMA come... Design management per l’impresa Esaltare la cultura materiale del prodotto per la costruzione di un sistema di beni correlati: dal catalogo prodotti come varianti tipologiche all’estensione del core-bussiness verso mercati adiacenti con declinazione di nuove famiglie, attraverso una progettualità che vede proprio nella prassi del design dei sistemi lo strumento di management per la gestione efficace di tale complessità come condivisione dei processi e dei risultati tra tutti gli attori. Esempi di tale operatività sono i progetti del Centro Ricerche ISIDE sul Design dei Sistemi, tra i quali: MAURO PALATUCCI, ALESSANDRO SPALLETTA,

Project Manager ISIDE Research Lab Project Manager ISIDE Research Lab

e gli interventi dei relatori: MAURO ANGELINI, UMBERTO CROPPI, MARGHERITA GUCCIONE, ANDREA MERLONI, GUIDO RAZZANO,

Direttore commerciale SPES, Presidente LEGACOOP Marche Direttore Generale Fondazione Valore Italia Direttore MAXXI ARCHITETTURA e del servizio ARCHITETTURA DARC Presidente INDESIT, presidente Home Lab Responsabile relazioni esterne Fondazione Valore Italia

con il patrocinio di

11 | 12


evento promosso da

dal SISTEMA

DESIGN

al

dei SISTEMI

Dal Sistema Design al Design dei Sistemi | design per le imprese | Passioni e saperi tra produttore e fruitore | 21.09.2011 | ore 15.00 > 19.30 | MACRO Testaccio LA PELANDA | Premessa: il progetto nello scenario di cultura bottom - up Nell’ambito delle merci che sono state evoluzione di competenze artigianali (vestizione, arredo, ebanisteria, vetreria, ceramica, metallurgia e per estensione anche lavorazioni di alcune materie plastiche ad esse associabili e di componentistica elettronica) emerge un recupero di “ART&CRAFT” come neoDIY distribuito nei destinatari (vedi ecommerce ETSY) che porta ad un saper fare (SAPERI) come “bricoler” in comunità creative (grazie anche ai vari tutorials degli stessi autori su youtube o in siti quali “instructables”), e che si evolve ulteriormente in sistema ove i materiali siano di riuso o di fine ciclo o di scarto e i prodotti risultanti in dono o scambio e quindi attivanti servizi legati a questo tipo di economia legata alla condivisione. La dimensione unificante dei social network (web 2.0) e quella culturale mediatica dei “talent show” sullo sfondo di un canale di rapporto diretto di e-commerce sempre più “easy” ha visto e vede confondersi i ruoli tra designer produttore e consumatore nella dimensione del “prosumer in reti autoriali”, che portano ad un “design on demand” (PASSIONI) in comunità elettive (vedi evento “YOUplay del Moma-Ny e You Tube). Le reti autoriali e la cultura blog con i raffinati sistemi di autovalutazione (vedi il caso delle applicazioni per l’ipad e le regole di filtraggio nei forum da epinions in poi) come interaction design hanno favorito la diffusione del soggetto “prosumer” (consum-autore) anche in quelle famiglie di beni ad alta complessità tecnologica e di progettazione manifatturiera di design industriale ovvero favorito una cultura di condivisione a “sistema aperto con indici di auto-regolazione dello stesso” dove il progetto nasce tra la collaborazione di più attori destinanti designer imprenditore e destinatari fruitori e dove lo “sguardo critico” fa emergere una responsabilità verso il bene comune.

con il patrocinio di

12 | 12

ABSTRACT CONVEGNO  

scenari di economia sociale: Sistema come... Design per la rete territoriale e del Sistema come... Design management per l'impresa

Advertisement