Page 1


MENSILE DI INFORMAZIONE CURIOSITÀ, CULTURA INTRATTENIMENTO

N° 09 ANNO I DICEMBRE 2016

DISTRIBUZIONE GRATUITA

IN COPERTINA: RAFFAELLA DiCAPRIO

PH. RIMESSE FOTOGRAFICHE FOTO TRATTA DAL PROGETTO PUBBLICITARIO TECHMADE - CREATIVE MANAGER: FABRIZIO RIVELLI

DIRETTORE RESPONSABILE

GIGI MIRTO gi.mir@libero.it EDITORE

WD EDITORE srlsu

SEDE OPERATIVA E REDAZIONE

V. A. MORO, 25 • 73040 ARADEO (LE) TEL 0836 556004 - FAX 0836 1950334 e-mail: info@ditutto.it STAMPA MAXISTAMPE srlsu - GALATONE (LE) DISTRIBUZIONE ITALIAN SERVICE GROUP - LECCE

CONCESSIONARIA PER LA PUBBLICITÀ WD EDITORE srlsu TEL 0836 556004 FAX 0836 1950334 e-mail: wdeditore@ditutto.it

ISCRIZIONE AL ROC N° 25159 DEL 11/12/14

TESTATA REGISTRATA AL ROC AL N° 25159 LA

CHIUSO IN TIPOGRAFIA IL 30/11/2016

DIREZIONE DEL GIORNALE NON RISPONDE DEL CONTENUTO DEGLI ARTICOLI E

DELLE INSERZIONI E DECLINA OGNI RESPONSABILITÀ PER LE OPINIONI DEI SINGOLI

ARTICOLISTI E PER LE INSERZIONI TRASMESSE DA TERZI I QUALI SE NE ASSUMONO LE RESPONSABILITÀ DI FRONTE ALLA LEGGE. I DIRITTI DI PROPRIETÀ LETTERARIA E ARTI-

STICA SONO RISERVATI. NON È CONSENTITA LA RIPRODUZIONE, ANCHE SE PARZIALE, DI TESTI, DOCUMENTI E FOTOGRAFIE SENZA AUTORIZZAZIONE. LA COLLABORAZIONE

È APERTA A TUTTI, MA IN NESSUN CASO INSTAURA UN RAPPORTO DI LAVORO ED È

SEMPRE DA INTENDERSI A TITOLO GRATUITO E DI VOLONTARIATO.

6 dalla copertina \ Intervista a Raffaella DiCaprio, la nuova Star della fiction Tv. 9 musica \ Festival di Potenza, una miscellanea di emozini e suggestioni. 10 musica \ La scalata di Piffe Dj.

11 cultura \ Il Memorial “Mario Stasi” di calcio agli avvocati.

12 cultura \ Il premio “Fair Play 2016” a Lorenzo Ria e Maurizio Scardia.

13 cinema \ Nelle sale a Dicembre.

14 medicina naturale \ Oli di bellezza in farmacia. \ Serenoa repens e benessere della prostata.

15 teatro \ Borgomanero: successo per la stagione teatrale al “Nuovo”

16 report \ Scoperti nuovi rischi per la salute dall’uso di marijuna.

\ Prima febbre non si scorda mai, lascia impronta indelebile sul sistema immunitario.

\ Api italiane sono le “più produttive e meno aggressive”. 17 report \ Macachi paralizzati tornano a usare zampa paralizzata. \ Riscaldamento climatico: i fiori alpini a rischio estinzione.

18 cinema | recensioni \ La ragazzze del treno \ Non si ruba a casa dei ladri 19 superheroes \ Chi è Spiderman?

22 tradizioni \ La magia del Natale.

22 oroscopo \ L’oroscopo di Dicembre.


6

dalla copertina

L

intervista esclusiva

RAFFAELLA DiCAPRIO

a cover di DiTUTTO emagazine di questo mese è dedicata ad una nuova stella della fiction Tv e con un cognome blasonato. Parliamo di Raffaella DiCaprio, stupenda ragazza campana che abbiamo intervistato. Un sondaggio in rete ti elegge la più bella attrice emergente, che ne pensi? Quando l’ho saputo sono rimasta senza parole! È sicuramente un pia-

cere per me sapere che le persone pensino che sia bella, ma quando uscirà Furore voglio sentirmi dire soprattutto che sono anche brava! Raffaella quando e perchè hai deciso di fare l'attrice? L’ ho sempre saputo. Ma negli ultimi anni, dopo vari tentativi non andati a buon fine, e aver fatto qualche comparsata per un po' , ho accantonato questo grande sogno. Sapevo di meritare di più, e proprio per questo non ho mai mollato. Non potevo. Chi ti ha spinto e incoraggiata? Un bel giorno ho incontrato la persona giusta, quella che è riuscita a

spronarmi e a farmi credere che il mio sogno potesse diventare realtà: Rosario Porzio, ad oggi mio agente e mio “ padre artistico”. Ha creduto tanto in me sin dal nostro primo incontro. Colgo l’occasione per ringraziarlo sia professionalmente che umanamente! Non vorrei non citare però anche la mia famiglia, da sempre mia fan nella vita e nel lavoro. Sei sul set di Furore 2, mi racconti il tuo ruolo e come ti stai trovando sul set? Innanzitutto spero che la magia che mi ha rapita su questo set non

svanisca mai. Il mio personaggio è quello di Giovanna Minutillo, una ragazza napoletana, che per una serie di avvenimenti, lascia la sua città per “espatriare” al NORD. È un personaggio molto complesso, che ha però tante caratteristiche in comune con la vera me. Ho amato il mio personaggio sin dall’inizio e credo che lo custodirò nel mio cuore per sempre. Il tuo rapporto con Adua Del Vesco e Massimiliano Morra, gli altri protagonisti assoluti della fiction tv targata Ares film? Con Adua e Massimiliano è scattato un feeling da subito. Mi hanno fatta sentire a casa, e mi hanno aiutata quando ne avevo bisogno. Non


sono solo bravi, sono anche belle persone. Tutti siamo curiosi di sapere se veramente sei la cugina di Leonardo DiCaprio, quando lo hai scoperto? Quando ero piccola, mio nonno paterno mi parlava sempre di alcuni suoi parenti emigrati in America. Ma la curiosità di sapere chi fossero, è arrivata quando sono cresciuta. I bisnonni di Leonardo Di Caprio erano infatti originari di Trentola Ducenta, un paese limitrofo al mio e curiosando di qua e di la, tra foto e domande a mia nonna, ho scoperto la parentela. I miei bisnonni paterni e i suoi (emigrati in America dopo il matrimonio) erano cugini di secondo grado. Ti piacerebbe incontrarlo e lavorare con lui? E con quali altri attori vorresti lavorare? Io devo incontrarlo. Sarebbe un sogno lavorare con lui, ma mi accontenterei anche solo di conoscerlo meglio. Mi piacerebbe lavorare con De Niro, o con Margot Robbie, che a mio parere, diventerà per bravura e bellezza la nuova stella di Hollywood. Chissà se mai si realizzeranno questi progetti lavorativi, ma d’altronde sognar non costa nulla! Quali sono i tuoi hobby? Il mio lavoro è anche un mio hobby. Quando non sono impegnata sul set, passo le giornate a vedere film e a “rubare ed imparare” dai grandi attori. Anche il canto è una mia grande passione. A volte mi chiudo nella mia stanzetta e canto a squarciagola. Come ti descriveresti? Sono una ragazza semplicissima. Mi ritengo molto sveglia e intraprendente. A volte anche un po' pesante. Certo è che sono molto determinata. Se voglio una cosa cerco di ottenerla, lottando con tutte le mie forze. Sei fidanzata con Pietro, come ti ha conquistata? Ci siamo conosciuti in un locale. C’era una serata caraibica e quella sera mi ha invitata a ballare. Da lì è nato in me il desiderio di conoscerlo meglio. Sono passati quasi tre anni e stiamo ancora insieme. È un ragazzo d’oro, e la pensiamo allo stesso modo su molte cose.

Che ruolo ti piacerebbe interpretare? Non ce ne uno in particolare. Mi piacerebbe cimentarmi in ruoli che siano completamente diversi tra di loro, che mi diano la possibilità di imparare a conoscermi e di crescere umanamente e professionalmente. Raccontaci la tua esperienza a Miss Italia? Di Miss Italia ho un bel ricordo. Un concorso organizzato molto bene. Ho conosciuto ragazze provenienti da tutta Italia e ciò ha arricchito il mio bagaglio personale e culturale. Il mio quinto posto ha fatto sì che rafforzassi la mia personalità e credessi di più in me stessa. Prossimi progetti? Non posso svelare ancora nulla, ma so di aver trovato la mia strada. Quando sono sul set mi sento a casa e la macchina da presa diventa la mia migliore amica, a cui confidare i miei segreti, le mie emozioni , i miei amori. Cantante preferito e attore/attrice preferiti? Sono cresciuta ascoltando Eros Ramazzotti e Laura Pausini e tutt’oggi le loro canzoni mi emozionano, ma col tempo i miei gusti musicali sono cambiati. Da quando ho iniziato a seguire un corso di danze caraibiche, ho scoperto la musica latina di cui me ne sono subito innamorata. Ad oggi non ho ancora un riferimento attoriale, ma come ho ripetuto anche prima adoro Cate Blanchett, Margot Robbie e ovviamente Leonardo Di Caprio. A chi vuoi dire grazie con il cuore oggi? Alla mia grande e numerosa famiglia, sempre presente. Al mio ragazzo, ai miei amici, al mio agente ma soprattutto all’Ares Film, che mi dato questa grande opportunità. Spero di non averli delusi, e di non deludere il pubblico. Ho pianto, ho riso e mi sono divertita da morire! Furore 2 è un capolavoro da tutti i punti di vista, quindi non potrete non seguirlo DT LA FOTO È UN OMAGGIO DELLA ‘ARES FILM’ ED È TRATTA DALLA FICTION TV ‘FURORE 2’

7


9

musica

U

na miscellanea di emozioni e di suggestioni che solo la musica dal vivo e di qualità è in grado di offrire. La 16esima edizione del Festival di Potenza – sabato scorso al Conservatorio di musica presentata da Ertilia Giordano – ha questa impronta impressa dalle voci talentuosa di Riccardo Foresi, di grande personalità (J3S), di cultura etnico-popolare (Tribù Lucane), di novismo giovanile (Silvio Sacchi), di internazionalità (Andrea Andrei) e di “storia” Valerio Liboni che è un “pezzo” della storia della canzone italiana (Donna felicità, Ragazzina ragazzina sono tra le canzoni più cantate nel mondo). A completare il format televisivo del Festival per 80 emittenti di tutta Italia che tramite la Fox Production e Music lo riproporranno (in due puntate) nei loro palinsesti, l'irriverente comicità di Danilo Vizzini, quella di marchio napoletano di Antonio Fiorillo e l'illusionismo e la magia di Eugenio Bonacci e Angela. La formula che il direttore artisti-

co Mario Bellitti continua a sperimentare piace sopratutto perchè è costruita sullo spettacolo puro a 360 gradi in tutte le sue sfaccettature artistiche. E ad aprire la sperimentazione ci ha pensato lo stesso direttore artistico con una canzone – solo voce e chitarra, quella del cantautore Tullio Pizzorno – decisamente coraggiosa. Belitti ha anche proposto un inedito (Come alice) dedicato al tema delle difficoltà delle “donne in carriera”. Ma gli ingredienti anche per la nuova edizione non sono cambiati. Su tutti la contaminazione tra generi musicali diversi, la musica di autore e di sperimentazione dei linguaggi, quella etnico-popolare lucana (e meridionale), artisti già noti al grande pubblico sul palco insieme ad artisti meno noti come Leonardo Dattoli, Marilisa Salerno, Serena De Carlo, Alberto Giovinazzi a testimoniare che la “staffetta generazionale” nella musica è una sfida continua. E' anche questo un obiettivo del Festival: offrire un palcoscenico a giovani e a voci nuove o meno note come quella di Tony Riggi con il nuovo album carico di messaggi (Per vivere faccio il poliziotto). Spazio poi alla canzone partenopea con Pino Persico, alle orchestre spettacolo (La Fisarband) e per il “fenomeno delle tribute band” alla Fantastic Fly Pooh Tribute Band, nata nel 2011 da un’idea di Ermino Colazingari che già da anni era solito interpretare diversi brani dei Pooh. Tra le novità per una manifestazione cresciuta negli anni la partecipazione di Andrea Andrei considerato


uno dei rappresentanti più noti ed apprezzati non solo nella Repubblica Ceca ma anche in altri Paesi dell’Est Europa. La musica italiana – sottolinea Bellitti - é sempre stata apprezzata a Praga. Numerose sono le canzoni tradotte e ricantate in lingua ceca. Testimone della musica etnica è stato Graziano Accinni chitarrista, autore ,arrangiatore e Produttore conosciuto ai più per la sua lunghissima collaborazione come chitarrista di Mango, che si è esibito con Tribù Lucane, un progetto di unione e condivisione della cultura popolare lucana proveniente da tutti i territori della Regione e nasce da una costola di Elettrico Lucano, ultimo album del chitarrista. E per la “tradizione” tutta potentina della musica anni 60-70 Enzo D'Andrea, passando per la lirica del soprano Antonella Orofino accompagnata al pianoforte da Ida Ponzio. Al direttore artistico il riconoscimento di “maniacale impegno professionale” con il quale lavora al Festival per tutto l'anno, sancito dalla targa consegnata sul palco per conto dell'editore di DiTUTTO dal Presidente di Fox production Television Italia, Nicola Mauro Marino. Sono sopratutto gli operatori dello spettacolo, quanti si occupano di feste di piazza o di eventi minori, a riconoscere che il Festival ha una funzione importante per la programmazione del nuovo anno. Bellitti non nasconde però l'amarezza per la diserzione delle istituzioni, su

MUSICA

M

tutte il Comune di Potenza. “Ci ostiniamo da 16 anni a promuovere una manifestazione che la lega alla città ma – dice – non riscontriamo interesse, sia chiaro senza chiedere un euro perchè il Festival si realizza tutto con investimento diretto e qualche piccolo sponsor”. L'evento andrà in onda in Febbraio in due puntate tv presentate da Ertilia Giordano. Media partner dell'evento è stato DITUTTO. N.M.M PH.: VINCENZO GALANTE

DJ E LEDTRON IN TECHNO MUJSIC

attia Pifferi in arte Piffe nasce come cantante hip-hop, appena diciottenne inizia a produrre basi per sé stesso e per i suoi amici. Nel 2006 spinto dalla curiosità del mondo della notte, inizia a fare il dj di musica electrohouse in alcuni locali della provincia di Lodi e Milano come per esempio il Peter Pan, l’Old Fashion, l’Atlantic e il Black Hole, senza però dimenticare le sue origini hip-hop. Nel 2009 inizia a collaborare con un'agenzia di animazione, maturando così le sue conoscenze riguardanti le tecnologie per lo spettacolo e l'intrattenimento, che gli permetteranno di farsi conoscere nella costiera amalfitana anche a livello radiofonico con Radio Capri e Radio Kiss Kiss. Dopo questa esperienza si avvicina al mondo delle produzioni musicali creando i suoi primi remix - facendoli conoscere al pubblico tramite i vari social network - creandosi l'opportunità di entrare a far parte dello staff nei locali ClanCafè e Mediterraneo. La sua voglia di offrire qualcosa di nuovo al pubblico, che lo segue sempre più numeroso, lo porta ad avvicinarsi al mondo dei led, creando così il suo personag-

gio Ledtron un'artista del terzo millennio che unisce la grande abilità come dj ad uno show spettacolare di luci e un genere musicale innovativo chiamato EDM. Si esibisce per la prima volta in esclusiva al New Kristal Club e successivamente come ospite all'evento Cosmik (dove presenta la sua prima produzione musicale EDM col nome di Ledron ed il singolo Cosmik sotto etichetta discografica RDA Records, acquistabile sui portali di musica digitale) al KY di Modena e al 747 club Milano. Nell'estate 2014 inizia a lavorare presso il Mosquito Beach dove si esibisce insieme a dj nazionali ed internazionali, suonando anche nel privè di Belen Rodriguez. Al suo ritorno intraprende anche una carriera radiofonica per Radio Air International . Dopo questa esperienza inizia a collaborare con TIA - dj e producer milanese - creando un brano EDM dal titolo Still Drop sotto l'etichetta discografica OnlyTheBest Record. Il Miami Festival 2015, in concomitanza dell'Ultra Music Festival, sceglie una delle sue produzioni come colonna sonora. La traccia dal titolo FIRE disponibile su tutti i portali digitali. A breve è in uscita una nuova produzione Techno con un'etichetta molto importante della quale, per ora, non si può svelarne il nome. N.M.M.


cultura

Pagina a cura del Panathlon Lecce

I

l Panathlon Club Lecce ha avviato le celebrazioni per il 60° anniversario della sua nascita (26 maggio 1956) con l'8° Memorial 'Mario Stasi', triangolare di calcio, dedicato al suo fondatore e storico presidente del Club, svoltosi al Centro Sportivo 'F. Miccoli' di San Donato. Vi hanno preso parte le rappresentative degli avvocati, magistrati e giornalisti. Hanno vinto le 'toghe' leccesi che hanno battuto per 2 a 0 i giornalisti e per 1-0 i magistrati. Nella terza partita i magistrati si sono imposti sui giornalisti con un perentorio 6 a 0. Alla manifestazione hanno partecipato la delegata provinciale della Federazione Italiana Gioco Calcio Luana De Mitri, l'ex calciatore del Lecce Ruggero Cannito e un decano del giornalismo sportivo Umberto Verri. Ospite d'onore l'ing. Giovanni Stasi, figliolo del compianto Mario, che ha avuto parole di elogio per il Club ed i partecipanti al memorial. Virginia Panzera

11


12

cultura

C

ome da tradizione, alla terza settimana di novembre, il Panathlon ha assegnato il Premio 'Fair Play' a personaggi salentini che si sono distinti per la promozione e la carriera nello sport e per comportamenti di particolare valore etico nelle professioni. Per il 2016 il Consiglio Direttivo del club presieduto da Ludovico Malorgio ha scelto Lorenzo Ria, avvocato, già presidente della Provincia di Lecce e parlamentare della Repubblica e Maurizio Scardia, medico rianimatore, direttore del Servizio 118 dell'ASL di Lecce. La consegna del prestigioso riconoscimento è avvenuta venerdì 18 novembre nell' Auditorium dell'I.I.S.S. e Liceo Scientifico Sportivo 'F. Calasso' di Lecce alla presenza delle Autorità civili e sportive, di alcune classi della stessa scuola e di una rappresentanza di Operatori del 118. Il consigliere delegato Antonio Lamosa ha portato il saluto del sindaco di Lecce Paolo Perrone, il vice prefetto Claudio Sergi è intervenuto in rappresentanza del Prefetto di Claudio Palomba. Presenti il delegato provinciale del Coni Antonio Pascali e il Dirigente del Liceo Scientifico Sportivo 'Calasso' Mario Portaccio, che da alcuni anni ospita questa manifestazione. 'Testimonial' dell'evento l'olimpionico Daniele Greco, quarto alle Olimpiadi di Londra 2016 nel salto triplo. Un riconoscimento speciale per Luciana Romano Petrucci, 'Atleta Leccese dell'Anno 1963', prima donna panathleta d'Italia. Le motivazioni del premio assegnato a Lorenzo Ria e al Servizio 118 sono state brevemente illustrate dal presidente del Panathlon Ludovico Malorgio. << Lorenzo Ria, appassionato fondista ed ex arbitro di calcio da presidente della Provincia ha dotato il territorio salentio di importanti strutture sportive ( quattro piscine, a Calimera, Salve, Trepuzzi e Poggiardo, due campi di atletica Lecce e Taviano, il palazzetto dello sport di via Merine di Lecce. Ha promosso il nostro territorio con il Giro d'Italia e con la sponsorizzazione del Lecce con 'Salento d'amare'. Il dottor Maurizio Scardia, direttore del 118 ha reso questo servizio di emergenza sanitaria tra i primi in Italia. I suoi Operatori, impegnati nel soccorso come atleti in lotta contro il tempo e le distanze, sono quotidianamente in gara per la tutela della salute e della vita dei cittadini>>. V. P. PH. PIERO CARICATO

Pagina a cura del Panathlon Lecce


cinema news BABBO BASTARDO 2

GENERE: COMMEDIA DURATA: 87' REGIA: MARK WATERS CAST: BILLY BOB THORNTON, KATHY BATES, TONY COX, CHRISTINA HENDRICKS, BRETT KELLY, RYAN HANSEN, JEFF SKOWRON, JENNY ZIGRINO, CRISTINA ROSATO, NATHALY THIBAULT TRAMA: LA CELEBRE COPPIA DI LADRI, SPECIALIZZATA NEL RAPINARE CENTRI COMMERCIALI IL GIORNO DI NATALE, DECIDE DI METTERSI SULLA RETTA VIA. MA UN ANNO DOPO, LA SETTIMANA PRIMA DELLA VIGILIA, I DUE AMICI SI RITROVANO... RIUSCIRANNO A MANTENERE I LORO BUONI PROPOSITI?

FLORENCE

GENERE: DRAMMATICO DURATA: 110' REGIA: STEPHEN FREARS CAST: MERYL STREEP, HUGH GRANT, REBECCA FERGUSON, SIMON HELBERG, NEVE GACHEV, NINA ARIANDA, JOHN KAVANAGH, DILYANA BOUKLIEVA, MARK ARNOLD, DAVID HAIG, CHRISTIAN MCKAY, JOSH OCONNOR TRAMA: COME HA POTUTO FLORENCE FOSTER JENKINS, RICCA EREDITIERA ED ESPONENTE DELL'ALTA SOCIETÀ DELLA NEW YORK DEGLI ANNI ’40, REALIZZARE IL SOGNO DI DIVENTARE UN SOPRANO APPLAUDITO DA TUTTI NONOSTANTE LA SUA ASSOLUTA MANCANZA DI DOTI CANORE? SEMPLICE: È BASTATO AVERE QUALCUNO CHE LOTTASSE CON LEI E CHE, A SUA INSAPUTA, ORGANIZZASSE PLATEE E CRITICI, ACCENDENDO QUA E LÀ LE LUCI DELLA RIBALTA.

OCEANIA

GENERE: ANIMAZIONE DURATA: 103' REGIA: RON CLEMENTS, JOHN MUSKER CAST (VOCI): DWAYNE JOHNSON, ALAN TUDYK, AULI'I CRAVALHO, PHILLIPA SOO TRAMA: UNA VIVACE ADOLESCENTE DI NOME VAIANA S’IMBARCA IN UNA CORAGGIOSA MISSIONE PER SALVARE IL SUO POPOLO. DURANTE IL SUO VIAGGIO, S’IMBATTERÀ NEL SEMIDIO IN DISGRAZIA MAUI CHE LA GUIDERÀ NELLA SUA RICERCA PER DIVENTARE UNA GRANDE ESPLORATRICE. INSIEME, I DUE ATTRAVERSERANNO L’OCEANO IN UN VIAGGIO PIENO D’AZIONE CHE LI PORTERÀ AD AFFRONTARE ENORMI CREATURE FEROCI E OSTACOLI IMPOSSIBILI E, LUNGO IL PERCORSO, VAIANA PORTERÀ A COMPIMENTO L’ANTICA RICERCA DEI SUOI ANTENATI E TROVERÀ L’UNICA COSA CHE HA SEMPRE DESIDERATO: LA PROPRIA IDENTITÀ.

PATERSON

GENERE: DRAMMATICO DURATA: 113' REGIA: JIM JARMUSCH CAST: ADAM DRIVER, GOLSHIFTEH FARAHANI, KARA HAYWARD, STERLING JERINS, JARED GILMAN, LUIS DA SILVA JR, FRANK HARTS, RIZWAN MANJI, JORGE VEGA TRAMA: PATERSON È UN AUTISTA DI AUTOBUS NELLA CITTÀ DI PATERSON, NEW JERSEY. OGNI GIORNO, PATERSON PRATICA LA STESSA ROUTINE: GUIDA PER IL SUO PERCORSO QUOTIDIANO, OSSERVANDO LA CITTÀ E ASCOLTANDO FRAMMENTI DI CONVERSAZIONE CHE TURBINANO INTORNO A LUI; SCRIVE POESIE IN UN QUADERNO; PORTA A SPASSO IL SUO CANE; SI FERMA AL SOLITO BAR E BEVE SEMPRE UNA BIRRA. INFINE, TORNA A CASA DALLA MOGLIE, LAURA. AL CONTRARIO, IL MONDO DI LAURA È IN CONTINUA TRASFORMAZIONE, LEI HA NUOVI SOGNI E DESIDERI QUASI OGNI GIORNO. PATERSON AMA LAURA E LEI LO AMA. LUI SOSTIENE LE SUE AMBIZIONI E LEI LA SUA PASSIONE PER LA POESIA.

IL MAGO DI OZ

GENERE: FANTASTICO DURATA: 100' REGIA: VICTOR FLEMING CAST: JUDY GARLAND, FRANK MORGAN, RAY BOLGER, JACK HALEY, BERT LAHR, BILLIE BURKE TRAMA: DOPO UNA LITE CON LA VICINA, DOROTHY PRENDE IL SUO CANE TOTÒ E SCAPPA, MA UN FORTE TORNADO TRASPORTA LEI, IL SUO CANE E LA CASA IN CUI VIVE, NEL MONDO INCANTATO DI OZ. PER POTER TORNARE A CASA DOVRÀ CHIEDERE AIUTO AL "POTENTE" MAGO DI OZ.

13


14

medicina naturale

N

el periodo invernale (ma anche in piena estate) e’ importantissimo difendere la pelle del viso e del corpo. Grazie alla medicina naturale e’ possibile ottenere valido aiuto dai preziosissimi oli vegetali,spesso miracolosi per mantenere in buono stato l’incarnato,per prevenire macchie,rughe ed inestetismi di ogni tipo.Per le pelli secche ed avvizzite, provate dal freddo intenso o dalle esposizioni al sole e alle lampade,ma anche dalle cattive abitudini, quali stress eccessivo, fumo, alcol, alimentazione non corretta con forti carenze di frutta e verdura,vi presento un importante rimedio naturale per cercare di riportare salute, bellezza e luminosità alla pelle del viso e del corpo.Un metodo eccezionale per donne e uomini,per viso,glutei,pelle ed addome. I rimedi naturali sono molteplici, bere tanta acqua per idratare dall’interno tutti gli strati della pelle, l’uso costante di integratori antiossidanti (Vitamina C,Acido Lipoico ,Resveratrolo, Vitamina E ,Betacarotene, Te’ verde ,Mirtillo Nero e Rosso), soprattutto per chi si nutre di pochi vegetali. Ma ecco il mio consiglio piu’ importante:l’utilizzo degli oli da applicare sul viso e sul corpo.Parlo degli oli naturali piu’ importanti,l’olio di Germe di Grano,l’olio di Jojoba,l’olio di Mandorle Dolci,l’olio di Avocado,l’olio di Carota,l’olio di Baobab e l’olio di Rosa Mosqueta. Sono oli preziosissimi il cui uso costante donerà una pelle rinnovata, idratata, nutrita e luminosa. Da aggiungere,solo per il contorno occhi l’olio di Limone,specifico per la zona delicatissima perioculare. Nello specifico, l’olio di germe di grano è l’olio che si ottiene senza l’uso di solventi, a freddo, dal germe di grano. E’ un olio ricco di lecitina, di provitamina A, di vitamina D ed in altissima percentuale di vitamina E (tocoferoli naturali ad attività antiossidante ) e acido linoleico. Quest’olio è fortemente idratante e nutriente e va a ristabilire il mantello idrolipidico dell’epidermide quando si è indebolito. E’ un rigenerante cellulare eccezionale. Un cucchiaio al giorno poi può anche essere messo in

S

erenoa Repens è il nome di una palma che cresce sulla costa atlantica meridionale degli Stati Uniti ma anche nell’ Europa del sud e nell'Africa del nord. Questa palma non supera i 3 metri di altezza e produce bacche di colore rosso scuro, simili ad olive, che ne costituiscono la droga. La Serenoa repens è oggi utilizzata nel trattamento dell'ipertrofia prostatica benigna e dell'alopecia androgenica (caduta dei capelli dovuta ad alterazioni e disturbi endocrini, ormonali) ed e’ la pianta per eccellenza del benessere maschile. I suoi princIpi attivi principali sono trigliceridi, fitosteroli, derivati del sitosterolo, flavonoidi che hanno dimostrato un’attività antiandrogenica diretta, agendo principalmente sui recettori del diidrotestosterone (dht), ed indiretta, tramite l'inibizio-

CONSIGLI DEL DOTTOR

ROSARIO PORZIO

un’insalata o in una verdura cotta. E’ importante assumerlo per via orale insieme alle verdure. L'olio di Jojoba è prodotto dai semi di jojoba, (Simmondsia chinensis), un arbusto delle zone desertiche della Arizona meridionale, el Messico nord-occidentale, e della California meridionale. Non va mai ingerito ma essendo molto simile al sebo prodotto dagli essere umani è un eccellente ricostituente dell’epidermide stressata. L’olio di Mandorle Dolci e’ invece l'olio che si ricava dalla pressione a freddo delle mandorle dolci.Questo interessante olio e’ utilizzato in cosmesi per le sue proprietà emollienti, addolcenti, nutrienti e lenitive per l'epidermide.Puo’ essere ingerito ma ha effetto lassativo. L'olio di Avocado (Persea gratissima) e’ un prodotto eccezionale ricco di vitamine liposolubili ed acidi grassi polinsaturi e’ un fantastico rimedio per le pelli molto stanche ed invecchiate. L’olio di Carota grazie all’altissimo contenuto di betacarone (precursore della Vitamina A) migliora il colorito e la luminosità della pelle. L’olio di Baobab si ottiene dall’omonimo albero tropicale maestoso .Il Baobab cresce spontaneamente in Africa, Australia e Madagascar ed e’ considerato dagli indigeni l’Albero della vita..I frutti del Baobab una volta maturi si disidratano in maniera spontanea e la loro polpa secca, ricca di sostanze nutritive , viene direttamente mangiata o mescolata nel latte. L’olio di Baobab,ottenuto dai semi di quest’albero, è un olio pregiato eccellente come rimedio contro l’invecchiamento cutaneo in virtù delle sue proprietà antiossidanti, emollienti, leviganti ed elasticizzanti. Sono tante le applicazioni che possono essere fatte con l’olio di semi di Baobab per la bellezza e per la salute di pelle e capelli. La Rosa Mosqueta (Rosa Affinis Rubiginosa) è una pianta selvatica di origine orientale e cresce in clima freddo e piovoso. L’olio di questa pianta ( anche questo ottenuto a freddo) ha potentissime proprietà rigeneranti per la pelle. Utile come antirughe, così come per le macchie cutanee e le cicatrici, le smagliature e tutte le imperfezioni dell’epidermide. E’ un olio ricchissimo di acidi grassi polinsaturi (linoleico 41%, linolenico 39%). Agli acidi grassi essenziali si aggiunge la presenza di acido transretinoico, un isomero della vitamina A. La sua applicazione rende la pelle più fresca, liscia ed elastica. Un olio miracoloso.

ne dell'enzima 5-alfa-reduttasi. Il diidrotestosterone (DHT) è l'ormone androgeno più potente dell'organismo e la sua attività e’ fino a 5 volte superiore rispetto al testosterone da cui origina. Il diidrotestosterone viene sintetizzato grazie all'azione dell’enzima 5-alfa reduttasi. La serenoa ha anche attività antinfiammatoria e spasmolitica sulla muscolatura delle vie urinarie, poiché lo spasmo dei muscoli prostatici può determinare ostruzione dell'uretra, causa dei disturbi di minzione associati all'insufficienza prostatica benigna. Gli effetti collaterali associati all'utilizzo di serenoa sono rari e lievi (prurito, cefalea, ipertensione, disfunzione erettile, calo della libido e problemi gastrointestinali (nausea, vomito, diarrea, stitichezza).


teatro

Borgomanero (Novara)

SUCCESSO PER LA STAGIONE TEATRALE AL “NUOVO”

G

rande successo di pubblico alla prima serata della stagione teatrale 2016/2017 al Teatro Nuovo di Borgomanero dove, lo scorso 28 ottobre, è andato in scena “Il bagno” con Amanda e Stefania Sandrelli. Il prossimo spettacolo è fissato a Lunedi 19 dicembre, alle ore 21, con “Romeo e Giulietta”. La versione coreografica di Romeo e Giulietta prodotta quest'anno dal

Il giovane scenografo della Compagnia si è ispirato alla Città di Verona, alle sue atmosfere, ai suoi colori e alle sue architetture per proporre un’idea scenica stilisticamente verista. Lo sfavillante oro dei Capuleti brilla nella festa in cui si conoscono i due giovani amanti che si incontrano nuovamente sotto la dimora di Giulietta, elemento certamente più significativo della scenografia. Nella

Balletto di Milano ha debuttato lo scorso febbraio al Teatro di Milano per poi essere accolta con lo stesso entusiasmo a Marsiglia e al Theatre de Beaulieu di Losanna.Produzione internazionale dedicata a William Shakespeare nell’anno delle celebrazioni dai 400 anni dalla morte e attesa nella stagione 2016/17 nuovamente in Svizzera e Francia nonché in Spagna, Estonia e Cina.La vicenda degli infelici amanti di Verona si muove in una scena dominata da oro e argento. Questo sia nei costumi ideati da Veratti per le due famiglie rivali simboleggiate dai due colori, sia nelle scene di Marco Pesta.

coreografia di Federico Veratti la ricchezza di passi informa le danze d’assieme, mentre la ricerca di un’estetica personale si accentua nei passi a due che fondono virtuosismi classici con espressioni moderne. Nicola Mauro Marino FOTO: BALLETTO DI MILANO, ROMEO E GIULIETTA DI FEDERICO VERATTI, PH. CARLA MORO & AURELIO DESSÌ.

Per informazioni si puo contattare Il Contato del Canavese al numero 0125/64.11.61 o scrivere a biglietteria@ilcontato.it


REPORT RUBRICA A CURA DI GIOVANNI D’AGATA DELLO SPORTELLO DEI DIRITTI

16

S

SCOPERTI NUOVI RISCHI PER LA SALUTE DALL'USO DI MARIJUANA: PUÒ PROVOCARE SERI DISTURBI CARDIACI

L'uso di marijuana è stato collegato da uno studio a complicazioni cardiovascolari.

i sente parlare sempre più della legalizzazione della marijuana in alcuni Paesi e dell’uso terapeutico o del THC suo principale principio attivo. Per questo presupposto i ricercatori hanno condotto diversi studi per comprendere meglio come agisca sull’organismo e quali effetti possano avere l’uso dei cannabinoidi anche e soprattutto al di fuori dell’ambito terapeutico. Secondo un nuovo studio dell'Università San Lucas di Bethlehem in Pennsylvania, presentata nella sessione scientifica 2016 dalla "Associazione americana del cuore", si è scoperto che l’uso di marijuana può raddoppiare il rischio di cardiomiopatia da stress oltre a poter causare gravi complicazioni cardiache e cardiovascolari. Queste complicanze possono anche essere causa di morte sia tra i giovani che gli adulti o le persone di mezza età. L'uso attivo della marijuana è stato identificato dalle informazioni fornite dal paziente nella anamnesi medica o da un marcatore nelle urine del paziente. "Gli effetti della marijuana, specialmente nel sistema cardiovascolare, non sono ancora ben noti. Con la crescente disponibilità e legalizzazione in alcuni Stati, la gente ha bisogno di sapere che la marijuana può essere dannosa per il cuore e per i vasi sanguigni in alcune persone", ha spiegato Amitoj Singh, coautore dello studio e capo del reparto di cardiologia presso l'Università San Lucas. La cardiomiopatia da stress è improvvisa, solitamente produce un temporaneo indebolimento del muscolo cardiaco che riduce la capacità del cuore di pompare sangue, causando dolore al torace, respiro corto, vertigini e, occasionalmente, svenimento. Questa scoperta inattesa meritava di essere ulteriormente analizzata, soprattutto in considerazione che l’uso medico della marijuana è diventato più prevalente e alcuni governi stanno legalizzando il suo utilizzo. I ricercatori hanno analizzato le gravi complicanze cardiovascolari emerse a seguito dell’uso di marijuana che sono state segnalate tra il 2003 e il 2011. L’analisi dei dati ha permesso di identificare alcune condizioni cardiovascolari e vascolari legati a cuore. Nello specifico, i dati stimati riguardano 33,343 pazienti ospedalizzati con cardiomiopatia da stress, di questi, 210 (meno dell'uno per cento) sono stati identificati come consumatori di marijuana. Confrontando i dati, i ricercatori hanno trovato che tra i pazienti, i consumatori di marijuana erano di sesso maschile, con un’età media di 34,3 anni, con meno fattori di rischio cardiovascolari, meno pressione sanguigna alta, diabete e colesterolo alto. Tuttavia, pur essendo più giovani e di avere meno fattori di rischio cardiovascolari rispetto ai non consumatori, durante la cardiomiopatia da stress, avevano significativamente più probabilità di andare incontro ad un arresto cardiaco (2,4 per cento contro 0,8 per cento) richiedendo l'ausilio di un defibrillatore per rilevare e correggere i ritmi pericolosamente anormali del cuore (2,4 per cento rispetto a 0,6 per cento). La percentuale delle segnalazioni di complicanze cardiovascolari è più che triplicata tra il 2003 e il 2011. E diversi pazienti sono morti. I ricercatori sottolineano che l’uso di marijuana e le eventuali complicazioni di salute risultanti sono probabilmente sottostimate, visto che i consumatori di queste sostanze sono milioni e spesso fanno parte di un sottobosco non facilmente identificabile. Le persone pensano che la marijuana sia innocua, ma questo nuovo studio ha scoperto i potenziali pericoli per la salute dal consumo di marijuana che devono essere diffusi tra il pubblico, i responsabili politici e gli operatori sanitari. Ci sono ora prove convincenti sul crescente rischio di effetti

avversi cardiovascolari associati alla marijuana, soprattutto nei giovani. E’ quindi importante che i medici, tra cui i cardiologi, siano consapevoli di questo, e considerino l’uso di marijuana come una delle possibili cause nei pazienti con disturbi cardiovascolari..

'PRIMA FEBBRE NON SI SCORDA MAI', LASCIA IMPRONTA INDELEBILE SUL SISTEMA IMMUNITARIO

U

Lo rivela uno studio

no studio su 18 diversi ceppi del virus dell'influenza condotto presso la University of Arizona a Tucson e la University of California, Los Angeles e pubblicato sulla rivista Science ha spiegato che la ''prima febbre non si scorda mai''. Secondo l'analisis fatta dal team di ricercatori, la prima febbre lascia un'impronta indelebile sul sistema immunitario che determina la nostra capacità di reagire a altre influenze per tutta la vita. Per gli esperti i virus dell'influenza sono tutti diversi tra di loro ma hanno una cosa in comune, la proteina emoagglutinina (HA), una molecola molto conservata esposta sulla capsula che racchiude il virus che somiglia a un 'lecca lecca'. Questa molecola ha una funzione importante nella formazione delle difese immunitarie contro l'influenza, perché è su di essa che prendono forma gli anticorpi prodotti dall'organismo. Gli scienziati hanno visto che nei diversi ceppi di influenza esaminati ricorrono sempre le stesse due forme di HA, HA blu e HA arancione. Osservando campioni di soggetti di diverse età gli esperti hanno notato che tutti coloro che sono nati prima del 1968 hanno difese immunitarie contro i ceppi influenzali contrassegnati da HA blu, in quanto da piccoli sono subito venuti in contatto con i virus che presentavano questa molecola (gruppi virali H1 or H2 e H5 aviaria). Invece i nati dopo quella data sono immunizzati contro i virus che espongono HA color arancio perché da piccoli hanno incontrato per primi ceppi influenzali contraddistinti da questa molecola (gruppi virali H3 e H7 aviaria). Lo stesso schema è dunque in grado di spiegare perché certe influenzesono più aggressive con gli anziani e altre con i giovani e potrebbe quindi spiegare perché certe pandemie, come la spagnola, hanno colpito maggiormente i giovani.

API ITALIANE SONO LE "PIÙ PRODUTTIVE E MENO AGGRESSIVE" E POSSONO SOPRAVVIVERE AD ALTA QUOTA

I

A dirlo una nuova ricerca sviluppata sull’Himalaya

l miele, uno degli alimenti più antichi del mondo, di cui oggi l’Italia è leader, fa parlare di se anche per originali iniziative come quella che potrebbe rivelarsi una ricerca innovativa sulle api, che sono allevate da tribù dei villaggi negli stati himalayani per sostenerne le riserve di zuccheri ed energia durante il lungo e arido periodo invernale himalayano oltre per integrare il loro reddito. Ma d’altra parte, per il miele e per le api, sentinelle dell’ambiente e fondamentali per la vita umana con il lavoro di impollinazione che svolgono in agricoltura, sono abituate a trovarsi in posti quanto meno insoliti. Un team di ricercatori del Dipartimento dell'agricoltura indiana con base ad Almora, ha scoperto che le api italiane, che producono tre volte di più il miele delle api indiane e sono meno aggressive, possono sopravvivere ad alta quota a temperature basse. Si sa che il miele prodotto dalle api italiane è congenito al clima più caldo dell'Italia continentale


tanto che sino ad oggi si pensava che non fossero in grado di produrlo con climi più rigidi. Johnson Stanley, uno scienziato associato al Dipartimento indiano per l'agricoltura di Vivekanand Parvatiya Krishi Anusandhan Sansthan (VPKAS), coautore della ricerca nella regione himalayana del nord-ovest, ha spiegato: "Il nostro obiettivo era quello di trovare dei modi per rendere l'apicoltura più orientata al profitto. La nostra ricerca ha cancellato il mito che le api italiane non possono sopravvivere al di là di un'altezza di 1000 metri. Gli esperimenti che abbiamo condotto presso l'Azienda Sperimentale Hawalbagh di Almora, ad un'altitudine di 1250 metri sopra il livello del mare, hanno dimostrato che le api italiane sono in grado di sopravvivere a questa altitudine. In realtà, erano sopravvisute nella fattoria sperimentale negli ultimi otto anni. " La ricerca è stata effettuata su una colonia costituita da oltre 30.000 api. Mentre le api indiane possono produrre da 2 a 3 kg per colonia, le api italiane possono produrre da 8 a 10 kg di miele per colonia. "Api italiane sono molto più produttive, ma sino ad oggi gli apicoltori indiani delle colline avevano evitato di allevarle a causa della presunta inidoneità ai climi più rigidi. L'unico problema con queste api è che hanno bisogno di cure extra che le api indiani non richiedono ", ha inoltre spiegato Stanley. Il Prof. Dibakar Mahanta, altro scienziato associato alla ricerca, ha aggiunto: "Quando la stagione dei fiori è finita, le api dipendono per il cibo proprio dal miele. Le api italiane sono più grandi in termini di dimensioni e terminano il loro miele più velocemente. La loro dieta deve essere pertanto integrata con cibi alternativi come lo zucchero e nettari di fiori. Allo stesso tempo, poichè sono meno aggressive, devono essere protette dai predatori come le vespe. Queste sono solo alcune precauzioni che devono essere prese per proteggerle, ma il rendimento ottenuto grazie a loro sono molteplici come grandi quantità di miele prodotto che a lungo termine può garantire una fonte economica per integrare il reddito degli agricoltori delle colline ". Dopo gli alveari posizionati sui tetti della London Stock Exchange, sede della borsa inglese, a Londra, o sui quelli del Waldorf-Astoria, uno degli hotel più famosi ed esclusivi di New York, o ancora, in rue du Pont Neuf, nel cuore di Parigi, sui tetti della boutique Louis Vuitton, per citare solo i casi più celebri anche le "Api Italiane" contribuiranno a sostenere economicamente le tribù nepalesi, da secoli impegnate nella raccolta del miele sull'Himalaya. Sia perchè il miele è altamente richiesto dalla farmacia tradizionale orientale cinese, giapponese e coreana, per trattare infezioni e lesioni da una parte, sia per le sempre maggiori attività di trekking che si stanno sviluppando nella zona, dall'altra. Tendenze e richieste che hanno portato ad una privatizzazione delle rocce in cui risiedono le api e alla spettacolarizzazione delle attività di raccolta. Assistervi per un turista può arrivare a costare tra i 250 e 1.500$. Con tutte le conseguenze che derivano da una forte antropizzazione e attività di turismo di massa in una regione dove la presenza dell'uomo è sempre stata limitata.

MACACHI PARALIZZATI TORNANO A USARE ZAMPA PARALIZZATA

Speranze da una nuova riabilitazione mediante neurotecnologie sviluppate anche al Politecnico federale di Losanna

Alcuni macachi paralizzati da gravi lesioni, hanno recuperato l'uso della zampa grazie a una innovativa tecnica di riabilitazione combinata mediante neurotecnologie, sviluppate dai ricercatori svizzeri del Politecnico federale di Losanna, che la illustrano sulla rivista Nature.

Nello specifico, si tratta del seguito di ricerche in questo settore che l'EPFL svolge sui ratti da decine di anni, anche se in questa fase della ricerca, gli studiosi sono riusciti a ristabilire la connessione tra cervello e midollo spinale nelle scimmie. Il sistema, senza fili, rileva le intenzioni motorie dell'animale, comunicandole ad elettrodi piazzati attorno alla zona lesionata. Successivamente a una stimolazione elettrica di qualche volt, il macaco può immediatamente riprendere a camminare. I ricercatori si dicono ottimisti riguardo alle future possibili applicazioni per la salute umana, poichè lo studio mostra che il sistema concepito all'EPFL agisce in maniera istantanea nelle lesioni parziali. La bella notizia è che i ricercatori ritengono che il funzionamento sia assicurato anche per quelle più gravi, al punto che Jocelyne Bloch, la neuroscienziata del CHUV che ha piazzato gli impianti su cervello e midollo spinale delle scimmie, si è dichiarata entusiasta. Verosimilmente però, in questi casi, sarà necessario affiancare a questa terapia l'utilizzo di farmaci.

RISCALDAMENTO CLIMATICO: I FIORI ALPINI A RISCHIO ESTINZIONE

I concorrenti della pianura potrebbero soppiantare le piante alpine

I cambiamenti climatici, aumento della temperatura e scioglimento dei ghiacci, e l’opera dell’uomo stanno mettendo a serio repentaglio moltissime specie anche vegetali come le piante alpine. Se il clima dovesse diventare più caldo e con proliferare di parassiti e agenti patogeni, queste piante si troverebbero in una situazione di pericolo. Allo scopo di studiare il futuro delle genziane e delle stelle alpine, ricercatori dell’Istituto federale per la foresta, la neve e il paesaggio (WSL) guidati da Loïc Pellissier hanno trapiantato dieci tonnellate di tappeto erboso alpino da 2100 a 1400 m d’altezza. Per l’esperimento in collaborazione con il Politecnico federale (ETH) di Zurigo, i ricercatori hanno trasferito complessivamente 80 zolle di prato misto a radici settecento metri più in basso grazie a 20 voli di elicottero. Da analisi preliminari emerge l’ipotesi che l’avvenire delle piante alpine si prospetta difficile. Nel 2012, colleghi di Pellissier all’ETH avevano fatto un esperimento simile, mettendo in luce come le piante alpine prosperano a stento a temperature inferiori.Un’inversione della tipicità della flora è già stata rilevata: infatti sono in aumento determinate specie di piante sulle montagne del nord e del centro d’Europa, mentre sono in via di estinzione e di declino le specie delle regioni montuose del Mediterraneo. I fiori alpini che crescono soltanto sulle vette europee sono in serio pericolo di estinzione anche se l’adattamento ai cambiamenti climatici ha fatto sviluppare una migrazione delle piante di montagna europee verso altitudini maggiori. La regione mediterranea, dunque, è destinata ad affrontare, nei prossimi decenni, una maggiore scarsità di acqua e aridità del suolo.

17


cinema|recensioni

Rubrica a cura di e-management

L

a ragazza del treno ('The Girl on the Train') tratto dal romanzo omonimo best-seller di Paula Hawkins è un film fluido ed intrigante, con uno script importante (dell'ottima Erin Cressidra Wilson) e soprattutto un cast straordinariamente ispirato e perfettamente in parte. La storia è un erotic-thriller dai toni psicologici molto interessanti e drammatici. La protagonista, un eccellente e lunare Emily Blunt nel ruolo di Rachel Watson, incarna la donna separata ,disturbata, alcolizzata e psicolabile incapace di trovare se stessa, se non attraverso un continuo percorrere in treno le vie della propria esistenza frammentata e proiettata ad un voyeurismo che in realtà è assolutamente introspettivo. Rachel guarda 'il mondo fuori' ma scava lentamente dentro se stessa, osserva una bellissima coppia andare alla deriva (coppia interpretata dall'affascinante

e magnetica Haley Bennet,che ha una vaga somiglianza con la megastar Jennifer

V

izi (tanti) e virtù (pochissime) del Belpaese, descritti con adeguata conoscenza da un bravo mestierante come Carlo Vanzina. Sceneggiatura fluida, ritmo abbastanza incalzante, performance attoriali giuste (Ghini e Salemme sono perfettamente in parte, ma è brava anche la Rocca), l'Italia di 'Mafia Capitale' e dintorni è la radice del plot di 'Non si ruba a casa dei ladri' che ci è apparso un film godibile, nonostante tutti i limiti e le imprecisioni di questo tipo di 'cinema spicciolo'. Lo script è più scorrevole e meno volgare del solito e da un peso più importante ai toni acidi della 'commedia all'italiana' di questi ultimi anni, fatta per lo più per incassare. Lo scambio di ruoli, volontario ed involontario, che coinvolge tutti i protagonisti e i co-protagonisti di questo lungometraggio mette in realtà alla berlina

l'anima degli 'italiani', un'anima che è sempre in chiaroscuro in fatto di onestà e che,

Lawrence,vista recentemente nel film di Antoine Fuqua 'I Magnifici 7' e Luke Evans, l'aitante attore protagonista di 'Dracula Untold' e 'Fast and Furious') ed incrocia costantemente il suo ex-marito, dolce e comprensivo nei suoi ricordi, ma spietato nella realtà (magnetico e perfido al punto giusto Justin Theroux,marito della diva Jennifer Aniston) e la sua nuova glaciale moglie (la bella attrice svedese Rebecca Ferguson che vedremo con Tom Cruise e Jeremy Renner in 'Mission Impossible 6') fino a ritrovarsi in un omicidio efferato e apparentemente riconducibile a lei. Intrigante la presenza a tratti inquietante del sexy psicologo interpretato dalla star venezuelana Edgar Ramirez, lanciatissimo in tanti ruoli da macho latino ed action-star (il remake di 'Point Break'). Agile e giusta la regia di Tate Taylor. Un buon film.

come vedrete, è alquanto bizzarra e fantasiosa (in quanto a 'malaffare') anche quando si hanno 80 anni ed un'apparenza dimessa ed abbastanza angelica. Il film, bisogna scriverlo, è illuminato dalla splendida avvenenza di una delle attrici più sexy (e qui più che mai giusta nel suo ruolo) del nostro Cinema, l'incantevole 'maggiorata' Manuela Arcuri, che, se il nostro Cinema fosse quello del dopoguerra e degli anni 50 e 60, competerebbe brillantemente con attrici iconiche come la Loren o la Mangano. Manuela è esplosiva, morbida, giunonica, sensuale e ad altissimo tasso erotico, l'unica attrice italiana dotata di una fisicità che potrebbe essere esportata come e più di quella della Bellucci (che a nostro avviso seppur bellissima è meno dotata come attrice). Andate a vedere il film, c'è da divertirsi.


superheroes

C

La rubrica per gli appassionati di Comics e Comics Movie

Chi è Spiderman?

i sono certi uomini che hanno un talento naturale, un istinto formidabile, e anche la fortuna di trovare l'ambiente e il momento giusto per esprimerlo. Stan Lee fa parte di questi. Quando il suo editore gli chiede supereroi, perché sembra che stiano andando forte, lui non si mette al tavolino a pensare troppo, la sua creatività vive di intuizioni gioiose, di complicità con i suoi coautori e lettori. Il rinnovamento che propone rivoluziona il fumetto americano. Spiderman, ne è un esempio. Lee vuole la realtà dietro il suo personaggio e lo vuole ragazzo, non adulto. Non ci sarà un Robin al suo fianco: l'Uomo Ragno ha già l'età di Robin. Il costume sarà integrale con visibili solo gli occhi, così che tutti possano identificarvisi. Peter Parker è mingherlino e non ha una forte personalità, abita in una casa normale, tipica di un ragazzo della classe media, e ci vive con gli zii (perché l'amore per gli zii è più consapevole, e meno ovvio di quello per i genitori). Poi, la frase che ha reso popolare Spiderman: “Da grandi poteri derivano grandi responsabilità”. Altro che fumetto popolare: questo è un monito che dovrebbe essere affisso in tutti gli uffici e i ministeri del mondo. Ma c'è anche la stravaganza, la spudoratezza, l'inventiva dei suoi straordinari rivali, senza i quali un supereroe non serve a niente. E l'ironia dei titoli, delle didascalie, che evidenziano le presenza degli autori dietro le storie, sottolineata da vistosi e articolati crediti iniziali. Il gioco è

chiaro; avvincente e scoperto. E in questo gioco Stan Lee va ancora un po' più a fondo, entrando, con il suo talento istrionico di comunicatore, nei sentieri della psicoanalisi. In Spiderman si usa spesso e volentieri il fumetto con le bolle, che rivela ciò che i personaggi non vogliono comunicare apertamente. Nella quarta tavola de Il Vero Volto di Goblin, la segretaria del Dr. Bromwell, guardando Peter immerso in enormi preoccupazioni dice: “... è meraviglioso avere quell'età. Niente guai. Niente responsabilità... Nessuna delle preoccupazioni degli adulti”. L'autore ci suggerisce, che sia lui che noi, sappiamo che questo non è affatto vero; e la sua maestria sta nel riproporre di sovente la tipica situazione dolorosa della vita di un adolescente: quella senza una via d'uscita. Si può tradurre così: un cattivo sta minacciando New York, mentre Spiderman deve portare la medicina alla zia. Se salva la città, la zia rischia la vita, se salva la zia, rischia la città intera. Non c'è soluzione. È un indovinello Zen, un nodo come quelli dello psichiatra R.D. Laing. Ne consegue una sensazione di formidabile forza narrativa: il senso di colpa. Altro che nessuna preoccupazione: gli adolescenti si nutrono del (o sono nutriti dal) senso di colpa. Posto quindi di fronte ai suoi dilemmi, Peter trova uno sfogo (non una soluzione) nelle nuove meraviglie che i suoi superpoteri offrono al suo corpo. E giunge alla memoria il lungometraggio di Sam Raimi (Spiderman, 2002), straordinario nelle

scene in cui Spiderman collauda i poteri appena scoperti, saltando e arrampicandosi di palazzo in palazzo, in una libertà di sensazioni e in un crescendo inebriante di consapevolezza: del corpo, delle emozioni, delle responsabilità, del gioco gravoso della vita. ILLUSTRAZIONE CHRISTIAN IMBRIANI

Christian Imbriani


20

Tradizioni

I

LA MAGIA DEL NATALE

n un mondo di violenza, brutture, tristezza, in un mondo dove la natura sta sparendo per opera di noi uomini, e dove tutto sembra talmente caduco, in un mondo dove i sentimenti sembrano essere assopiti, e aver lasciato spazio all’indifferenza e all’interesse, in questo mondo dove l’amore è messo spesso da parte da sentimenti di risentimento e di odio, accade che il Natale, volenti o nolenti, ci avvicina con la parte migliore di noi. A Natale tutti ritorniamo bambini, tutti vogliamo di nuovo sognare, ricordare i tempi in cui sperare che qualcosa di bello accadesse, e che le sorprese arrivassero, era normale, non solo giusto. Ecco il Natale ha in sé il miracolo più grande, ridarci in parte la nostra purezza, e farci credere nei buoni sentimenti, con promesse di gioia, di felicità e di amore, insomma la magia di Walt Disney e del suo

“se puoi sognarlo, puoi farlo”, prende forma nella maggior parte delle persone. Noi in Italia possiamo solo sognare, aspettando con frenesia e con gioia, che arrivi Babbo Natale, ma c’è un posto nel mondo, dove la magia del Natale esiste tutti i giorni, ed è il posto dove Babbo Natale ha scelto di trasferirsi a vivere. Sto parlando di Rovaniemi in Lapponia. Il posto in cui non solo finisce il mondo, ma soprattutto spariscono le tensioni, lo stress, le ansie e si torna a vivere a contatto con la natura e i sogni. Gli elfi, che si fanno vedere solo quando vogliono, e le renne, portano in giro i visitatori 365 giorni l’anno, tutto il giorno, e si può dormire accanto al villaggio di Babbo Natale o in spettacolari Igloo aspettando di vedere le bellissime aurore boreali durante la notte polare o il sole a mezzanotte nelle sere estive. Se arrivate in Lapponia potete visitare il bellissimo santapark (www.santapark.com), dove troverete caverne sotterranee, passaggi segreti, slitte e animali che gireranno intorno a voi. In effetti Rovaniemi è il posto in cui andare

con i propri bimbi per far vivere loro un sogno, ma perché non vivere anche noi adul-

“A Natale tutti ritorniamo bambini, tutti vogliamo di nuovo sognare, ricordare i tempi in cui sperare che qualcosa di bello accadesse.... ,,

ti la magia del Natale, dal luogo dove tutto ha avuto inizio? Sono riuscita a carpire un segreto dalla Lapponia, se volete scrivere a Babbo Natale, potete farlo, e lui risponderà a tutti voi grandi e piccini. L’indirizzo? Eccolo qui: Joulupukki, Joulupukin Paaposti , FI 96930 Napapiiri Finlandiaò. E che la magia del Natale abbia inizio…Ricordatevi che noi siamo quello che pensiamo… Buone Feste a tutti. Francesca Barbato


Da Dicembre

B

“C'era una volta la nuova cucina” Appuntamento gastronomico

Media Partner DiTUTTO e Fox Production Television Italia

orgomanero (Novara). Saranno lo chef Giancarlo Rebuscini e il critico gastronomico Jacopo Fontaneto ad allietare le serate gastronomiche che hanno, come minimo comune denominatore, la volontà di unire il territorio alla piacevolezza del gusto, e alla voglia di sperimentazione. Nulla di già visto: rispetto al passato, questa nuova rassegna spinge l'acceleratore sulla creatività e inventa nuove forme di contatto con la cucina, anche visivo, attraverso la formula degli show-cooking che porteranno lo chef direttamente in sala. Le serate, che si svolgeranno presso il Ristorante Bocciofila di viale don Minzoni 40, avranno inizio alle ore 20.00 in punto. Il primo appuntamento sarà per Mercoledì 7 dicembre con la serata gastronomica dal titolo “TRA PIEMONTE E LOMBARDIA, con il vino in pentola”; tre variazioni sulla carne eseguito in showcooking dallo chef Rebuscini che proporrà la Tapulonata d'asino a crudo con spuma di patate e riduzione di Ghemme; Battuta di cavallo pennellata a vitello tonnato, Tartare all'albese con bagna di acciughe e uva nera. Si passerà,quindi, ai Tortelli di zucca al bevr'in vin (secondo la ricetta della tradizione culinaria mantovana); Risotto sfumato alla grappa di Moscato con crema Taleggio e clorofilla di basilico. Seguirà Tapulone 2.0 al Nebiolo e cacao amaro e si finirà con Crostata all'uva con frolla all'olio di noci; caffè. I vini scelti per l'occasione saranno il Barbera di Vinchio e il Vaglio Serra. IL garan finale sarà per Venerdì 9 Giugno 2017 con “Nord-Sud andata e ritorno” (in collaborazione con la rassegna gastronomica “Sapori sulla Costa del Mitò di Marina di Camnerota Ssalerno). Le altre date: • Venerdì 20 gennaio 2017 con “Il bollito, tutto fa brodo (dall'Italia all'Europa”); • Venerdi 17 Marzo 2017 con “Tutt'intorno al Re Carciofo”; • Venerdi 12 Maggio 2017 con “Variazioni creative sugli asparagi”. • Venerdì 9 Giugno 2017 Gran finale con “Nord-Sud andata e ritorno” (in collaborazione con la rassegna gastronomica “Sapori sulla Costa del Mitò di Marina di Camerota (Salerno). Media partner dell'evento saranno Fox production Television Italia e DITUTTO che, ogni mese, realizzeranno un reportage fotografico sulle serate passate e quelle future. “Autentico ingrediente di ogni serata – spiegano Rebuscini e Fontaneto – sarà il dialogo con il pubblico presente in sala: dalle nozioni sulla cottura, sulle tecniche e sulla storia di ogni prodotto alla possibilità di osservare dal vivo la realizzazione di un piatto”. Parola d'ordine, quindi: generare emozioni. “Noi – affermano gli organizzatori – ce la metteremo tutta, e cucineremo bene” DT PER

0322/82293 O (NELLA FOTO LO CHEF GIANCARLO REBUSCINI)

PARTECIPARE ALLE SERATE GASTRONOMICHE SI PUÒ CONTATTARE IL NUMERO

SCRIVERE UNA E-MAIL A: RISTBOCCIOFILA@GMAIL.COM


L’OROSCOPO DICEMBRE

22

Sabato 10 Dicembre

a cura di OROSCOPOFREE.COM

ARIETE AGIRETE CON INGEGNO DINANZI ALLE NUOVE OPPORTUNITÀ. IN AMBITO AFFETTIVO,

DOVRETE VEDERVELA CON UNA PARTNER ARROGANTE ED IN GRADO DI METTERVI IN DIFFICOLTÀ

L

ecce. Sabato 10 Dicembre Fashion Holidays, il format internazionale firmato da DiTUTTO, arriva a LecceArredo per uno shooting fotografico “live” diretto dal fotografo Gigi Samueli. Una formula, quella di Fashion Holidays a LecceArredo, che aveva già riscontrato un notevole successo nelle due precedenti edizioni (2014 e 2015) e che quest’anno si preannuncia particolarmente emozionante grazie alla speciale collaborazione con la Falcon Farm, azienda italiana leader nel Bird Control e Falconeria Professionale, che permetterà di affiancare alle models alcuni stupendi esemplari di falchi. Lo shooting, realizzato dallo staff di Fashion Holidays in collaborazione con la White Fashion, trasformerà LecceArredo in un grande set fotografico, coinvolgendo direttamente dieci stand della manifestazione e tramutando, di fatto, i visitatori in spettatori.

TORO NON DARETE TREGUA A CHI SI INTROMETTERÀ NELLE VOSTRE FACCENDE PRIVATE. NEL LAVORO, AVRETE MODO DI FARE PULIZIA DELLE PERSONE NEGATIVE CHE VI CIRCONDANO. GEMELLI FARETE DELLE POLEMICHE PER OGNI SUGGERIMENTO CHE RICEVERETE, FATE ATTENZIONE QUINDI A NON ESAGERARE. IN AMBITO LAVORATIVO, SARETE UN PO' INQUIETI ED INSODDISFATTI.

CANCRO AVRETE MODO DI ORGANIZZARE DELLE SERATE PIACEVOLI INSIEME A PERSONE CARE. IN AMORE, AVRETE UN ATTEGGIAMENTO NOSTALGICO E PENSERETE AD UNA VECCHIA FIAMMA. LEONE NULLA RIUSCIRÀ

A CONTENERVI, SARETE SIMPATICI E SARÀ PIACEVOLE STARE IN VOSTRA COMPAGNIA. NEL LAVORO, AGUZZERETE L'INGEGNO E FARETE DEGLI AFFARI IMPORTANTI.

VERGINE VI ORGANIZZERETE CON GRANDE MAESTRIA ED IN PIÙ LA FORTUNA SARÀ DALLA VOSTRA PARTE. IN AMBITO LAVORATIVO, SARETE MOLTO PROFESSIONALI E SEGUIRETE LA LINEA AZIENDALE. BILANCIA SARETE MOLTO

TENACI E LE VOSTRE SCELTE SARANNO VINCENTI. NEL LAVORO, APPORTERETE DEI CAMBIAMENTI AL VOSTRO MODO DI GESTIRVI CHE PORTERANNO RICONOSCIMENTI.

SCORPIONE AVVERTIRETE UNA GRANDE VOGLIA DI FARE, DOVRETE PERÒ FOCALIZZARE UN SOLO PERCORSO DA PRENDERE E TUTTO PROCEDERÀ BENE. IN AMORE, GLI ASTRI SUGGERISCONO COMPRENSIONE.

SAGITARIO RISENTIRETE DI UN ABBASSAMENTO DI TONO, MA SAPRETE ANDARE AVANTI UGUALMENTE MALGRADO LA STANCHEZZA. IN AMORE, ASSUMERETE UN ATTEGGIAMENTO ALTEZZOSO VERSO IL PARTNER. CAPRICORNO SARETE APPREZZATI PER LA VOSTRA VIVACITÀ E PER L'INTELLIGENZA E CHI VI CIRCONDA DARÀ OTTIMI GIUDIZI SU DI VOI. IN AMORE, LE STELLE SUGGERISCONO MODERAZIONE. ACQUARIO QUESTA VOSTRA FASE RISULTA ESSERE MOLTO INSTABILE, MA UN PIZZICO DI FORTUNA VI VERRÀ IN AIUTO DINANZI AI VARI OSTACOLI. NEL LAVORO, AGIRETE CON IMPULSIVITÀ.

PESCI QUESTA FASE RISULTA ESSERE MOLTO FELICE E PARECCHIE NOTE LIETE SI SUSSEGUIRANNO. NEL LAVORO, SARETE MOLTO PROFONDI E RIUSCIRETE A CAPTARE AL VOLO LE ESIGENZE. Il tuo oroscopo gratis tutti i giorni in e-mail


DITUTTO E-MAGAZINE DICEMBRE 2016  

Rivista mensile Free Press di Informazione, Curiosità, Cultura e Intrattenimento. Sito ufficiale: www.ditutto.it

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you