Page 1

2.0


“OBIETTIVI

2.0”

Rassegna di Fotografia A cura della Associazione ManSourcing

Dal 30 Gennaio al 17 Giugno 2014

KOROVA

cocktail concept

Viale Principessa Maria Josè, 97 Caltagirone


“OBIETTIVI

2.0�

Rassegna di Fotografia

Ideazione e Cura Associazione ManSourcing Demetrio Di Grado Impaginazione e Grafica Demetrio Di Grado Fotografie Archivi personali degli Artisti Testi e biografie Gli Artisti Gli Artisti Elisabetta Ferrera Palmira Pepi Irene Fittipaldi Concetta Marino Massimiliano Marchese Nicolo' Barreca Giulia Micalizio Brian Cartone Bruna La Rosa Finito di Stampare Gennaio 2014


Dal sodalizio dell’Associazione ManSourcing e del KOROVA di Caltagirone, continua Obiettivi, una rassegna di fotografia di 10 personali all’interno dello cocktail concept. Nuova edizione Obiettivi 2.0

9 Autori, 9 Artisti, ognuno con la sua visione del mondo che lo circonda, ognuno con il suo obiettivo. Obiettivo in mano e pronti a fermare quel momento, registrando l’attimo in cui lo vivono per restituirlo al fruitore. Obiettivo da perseguire per la propria ricerca stilistica personale.

Elisabetta, Palmira, Irene, Concetta, Massimiliano, Brian, Giulia, Nicolò e Bruna, in alcuni dei loro scatti con i loro obiettivi ci raccontano il viaggio, i luoghi, la bellezza, il mistero, la fantasia e l’essenza dell’individuo.

Demetrio Di Grado


Obiettivi

2.0


ELISABETTA FERRERA Catania 1981. Si laurea in Scienze Geologiche a Catania, indirizzo Geofisico, con la tesi “Monitoraggio della faglia Provenzana attraverso le emissioni di radon dal suolo (Etna, Italia)”. Nel 2002 si iscrive al Club Alpino di Pedara (CT) e, per sei anni, fa parte del Consiglio Direttivo in qualità di segretaria. Nel 2008 entra nel Coordinamento Guide Ambientali del Gruppo Ricerca Ecologica, sezione di Catania, assumendo la qualifica di accompagnatore naturalistico e di escursionismo ambientale.

:Mons Gebel: il monte dei monti Dal 30/01 al 11/02

Nel 2009 partecipa al progetto formativo e di orientamento nel settore di attività “Geochimica e geofisica applicata alla prospezione di gas dal suolo e al monitoraggio strutturale” presso l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia di Catania, in collaborazione con l’Università di Catania. Questo progetto le ha permesso di pubblicare un articolo sulla rivista scientifica internazionale “Journal of environmental radioactivity” e di partecipare a diversi Convegni Internazionali mediante la presentazione di posters. In lei, lavoro e passione si fondono in un unico oggetto: il vulcano. Il trekking, praticato per divertimento, diventa fondamentale per i suoi studi, il fascino della natura si mescola alla curiosità per la scienza e alla passione per la fotografia. I suoi scatti, prima utilizzati dal sito dell’INGV di Catania, vengono scoperti dalla rivista francese “Lave” che le chiede autorizzazione per pubblicarne numerosi. I suoi occhi, posati per ore su una fontana di lava dell’Etna, su una colonna di cenere o su una colata lavica, diventano di tutti, e le sue foto, scattate spesso in alta quota, in condizioni meteorologiche proibitive, sono rare testimonianze di una terra, la nostra, in continua evoluzione, che riesce sempre a sorprenderci con struggente bellezza.


Elisabetta Ferrera - Mons Gebel #1


Elisabetta Ferrera - Mons Gebel #2


Elisabetta Ferrera Mons Gebel #3


Elisabetta Ferrera - Mons Gebel #4


Palmira Pepi Niscemi (Cl) 1983. Sin dai tempi del liceo si dedica alla sua più grande passione: la Fotografia. Si serve dell’obiettivo della macchina fotografica per raccontare e raccontarsi. Oggi la sua ricerca stilistica è filtrata dal reportage dei suoi viaggi, dalla street photo al landscape, passando dal macro al nature. Vive e lavora a Cesena.

INCROCI DI SGUARDI dal 13/02 al 25/02


Palmira Pepi – Senza Titolo


Palmira Pepi – Senza Titolo


Palmira Pepi – Senza Titolo


Palmira Pepi – Senza Titolo


Irene Fittipaldi ROMA

Amo l'arte e la sua espressione in tutte le sue forme, ma quella che mi ha catturato magicamente e di cui non posso farne a meno, è spiare il mondo e le sue cose, la sua realtà e la sua apparenza, attraverso "l'occhio di vetro" della macchina fotografica. Mescolo l'amore per la fotografi a l'amore per la musica, il Rock in particolare. Solitamente è dal "sottopalco" dei concerti dal vivo che scatto le mie foto, da dove "penetro" nella "dimensione" dello spettacolo per "fotografare la musica", per "colloquiare " con il musicista e la sua musicalità, per coglierne, attraverso l'obiettivo, la sua "dimensione artistica privata": il tutto in un attimo di "visione creativa", in uno scatto.

The naked tree Dal 27/02 al 11/03


Irene Fittipaldi – The naked tree #1


Irene Fittipaldi – The naked tree #2


Irene Fittipaldi – willpower #1


Irene Fittipaldi – willpower #2


Concetta Marino Nata a Caltagirone il 21/09/1979. Ho svolto studi universitari in lettere e filosofia con indirizzo cinema e immagine elettronica a Pisa. Ho avuto sempre la passione per l’immagine in generale e per la fotografia in particolare. Nel 2007 con la mia prima fotocamera ho iniziato a sperimentare e poi realizzare i primi progetti (Simmetrie, Ghost, Riflessi). Attualmente vivo e studio a Catania dove sono iscritta all’Accademia di Belle Arti con indirizzo Arti tecnologiche.

:Simmetrie: Inside composition Dal 13/03 al 25/03


Concetta Marino – Senza titolo


Concetta Marino – Senza titolo


Concetta Marino – Senza titolo


Concetta Marino – Senza titolo


Massimiliano Marchese Vive a Scordia - Catania - il fotografo che insegue il riflesso. Le sue immagini sono per lo più poesie simmetriche in bianco e nero. Per i fotoreporter, il bianco e nero è una scelta che incrementa il senso drammatico, si concentra sulle passioni sfruttando i chiaro scuri. In un bombardamento continuo d’immagini a colori una bella foto in bianco e nero spicca differenziandosi. Tornando a Massimiliano, ho sempre avuto l'impressione che andasse cercando tutti quegli elementi, naturali o architettoniciche gli potessero fare da spalla. Per far rientrare nell'atto creativo l'intenzione, al lui oltre che la luce, servono cose che la elevino all'ennesima potenza e ne facciano insieme attrice protagonista di ogni suo frame. Nelle sue riflessioni in bianco e nero, trova il tempo per sfondare una folla per esaltare il momento di un bacio, sfumare l'umanità con un movimento brusco e far sì che si dissolva in una scia di nuvole - onde come di pittura su una tela lucida.Di Marchese ho sempre ammirato la sua straordinaria intelligenza, la sua acuta sensibilità, la verità dei suoi personaggi.

:STREET: dal 27/03 al 08/04

Critico, fotograficamente polemico e altezzoso – apparentemente- ha in realtà sviluppato una concezione della fotografia molto intima, esplorando i sentimenti e le relazioni umane, i suoi e quelli della gente “comune” dove la rappresentazione deve essere avvincente e fascinosa e il fascino per lui sta nel elitario bianco e nero, amante segreto della luce. Aggiungo che foto come le sue si realizzano con il talento senza abbandonare mai l'umiltà e la modestia - forse quella di un ragazzino cresciuto camminando per strada con lo sguardo altrove. Quella capacità di vedere in bianco e nero anche la più colorata delle situazioni. Fa niente se tutto è saturo - Massimiliano vede oltre. E quell'oltre è quello che più merita gli applausi. Barbara Marin


Massimiliano Marchese – Senza Titolo


Massimiliano Marchese – Senza Titolo


Massimiliano Marchese – Senza Titolo


Massimiliano Marchese – Senza Titolo


Nicolò Barreca nasce in Sicilia (SR) nel 1985, fin da bambino prova curiosità per quel giocattolo di metallo che era la macchina fotografica del padre che nel 1995 gli regalò un modesto apparecchio con formato negativo 35mm oggi preistoria. Negli anni 2000 si avvicina al mondo della fotografia digitale, grazie all’acquisto della prima compatta SONY 3.2 MegaPixel, ma dopo qualche anno spinto dalla voglia di creare immagini migliori ed andare oltre le possibilità di una compatta acquista la sua prima reflex Canon. Con il passare degli anni si avvicina alla fotografia paesaggistica, macro e ritrattistica. Mosso dalla curiosità e dal fascino della fotografia analogica acquista una vecchia reflex Canon 35mm e una biottica 120mm. Si avvicina alla camera oscura, imparando le tecniche dello sviluppo e della stampa in bianco e nero. I suoi viaggi ed il suo impegno, costantemente motivati dal desiderio di un significativo miglioramento professionale, sono tesi a fornire un contributo, sia pur minimo, a rendere più completo e coerente il ciclo di ideazione-produzione e divulgazione, vitale ed indispensabile alla comunicazione e alla conoscenza. .

AMSTERDAM Dal 10/04 al 22/04


Nicolò Barreca – Senza Titolo


Nicolò Barreca – Senza Titolo


Nicolò Barreca – Senza Titolo


Nicolò Barreca – Senza Titolo


Giulia Micalizio nasce a Siracusa il 21 novembre 1990. Si appassiona d'arte da bambina, incanalando la sua enorme energia nella danza. Studia Scienze politiche all'Università “La Sapienza” di Roma ed in quegli anni scopre la passione per la fotografia. Abbandonati gli studi, si ritrasferisce nella sua città natale per iniziare un percorso, prima da autodidatta e successivamente sotto la guida di Alessandro Castelli e Simone Sapienza. Durante questo percorso si appassiona di ritratto e reportage acquisendo la competenza di trasmettere emozioni attraverso la gestualità del corpo e del viso.

TRASHDOLL Dal 24/04 al 06/05


Giulia Micalizio – Senza Titolo


Giulia Micalizio – Senza Titolo


Giulia Micalizio – Senza Titolo


Giulia Micalizio – Senza Titolo


Brian Cartone Nato a Palermo il 12/02/1990, ha iniziato ad avvicinarsi alla fotografia all’età di 17 anni. Aveva iniziato come modello ma capì che gli sarebbe piaciuto stare dal lato opposto. Subito dopo prese “l’olympus om10″ di suo padre ed iniziò a fare i primi esperimenti fotografici. Dopo quasi un anno comprò la sua prima digitale e alcuni testi fotografici su cui apprendere e iniziare i suoi studi da autodidatta, ma pur sempre chiedendo consigli tecnici a persone già competenti. Questa sua passione cresce nel tempo e capisce di volersi dedicare ai reportage di disagio sociale e di guerra, così nel 2010 intraprende la carriera militare per avvicinarsi al settore, dove riesce ad inserirsi subito ricevendo molti meriti e incarichi interessanti, ottenendo pubblicazioni in magazine militari, siti e calendari dell’esercito italiano.

Non sto ferma dal 08/05 al 20/05

Dopo qualche anno le sue passioni cambiano e alla fine del 2012 decide di avvicinarsi alla fotografia di moda dove capisce di sentirsi più libero e creativo.


Brian Cartone – Senza Titolo


Brian Cartone – Senza Titolo


Brian Cartone – Senza Titolo


Brian Cartone – Senza Titolo


Bruna La Rosa Catania 1982 Nel 2001 si diploma all’ Istituto Statale d’Arte di Catania (grafica pubblicitaria e fotografia) e successivamente si iscrive All’Accademia di Belle Arti della stessa città, conseguendo nel 2008 la laurea triennale in Discipline Pittoriche con il massimo dei voti. L'estro creativo si manifesta inaspettatamente, influenzato dai mille stimoli che ho di fronte ogni giorno. La mente è il bagaglio più grande per le mia mani, ciò che non bisogna fossilizzare o inaridire chiudendosi in percorsi sicuri e dai facili consensi. Ho cominciato a disegnare, dipingere e fotografare oggetti, osservati da sempre diversi punti di vista, cercando di trovare una via che sia per me la migliore, che esprima me stessa e ciò che sono nel presente.

SEVENTEEN Dal 22/05 al 03/06

Con il passare degli anni il mio discorso si è incentrato maggiormente sui legami tra le cose, la libera associazione ed il gioco, per il suo significato fortemente simbolico.


Bruna La Rosa – Senza Titolo


Bruna La Rosa – Senza Titolo


Bruna La Rosa – Senza Titolo


Bruna La Rosa – Senza Titolo


Profile for Demetrio Di Grado

Catalogo obiettivi 2  

La rassegna OBIETTIVI 2.0 è organizzata dalla Associazione Mansourcing in sodalizio con il KOROVA eprevede una serie di 10 mostre personali...

Catalogo obiettivi 2  

La rassegna OBIETTIVI 2.0 è organizzata dalla Associazione Mansourcing in sodalizio con il KOROVA eprevede una serie di 10 mostre personali...

Advertisement