Page 54

da pag.51 a 64 18-01-2008 8:36 Pagina 54

I Volti della Vita dalle calze rosse, la sua vecchia compagna con il fazzoletto in testa, le pastorelle e le lavandaie, le contadine che tagliano il fieno o mangiano, sono tutti piccoli capolavori" (J.-K. Huysmans, L'Art moderne, 1883). Pissarro ha idee anarchiche e un vivo senso della libertà e dignità del lavoro. Il microcosmo della società rurale, scandito da ritmi che seguono tempo e stagioni e caratterizzato da un'economia ancora precapitalistica, gli è particolarmente congeniale. Le attività dei mercati

riconosce dal taglio dell'immagine: l'orizzonte alto, l'inquadratura stretta e la semplicità dei gesti compiuti dai personaggi, prevalentemente femminili, sebbene in Pissarro non ci sia il senso dello sforzo e la pena talora presente nelle stanze di Degas. Le sue donne sono ritratte all'aria aperta, in momenti di riposo o durante il lavoro dei campi: Contadina con cappello di paglia e La pastorella, entrambi del 1881, sono fra gli esempi più noti di que54 OTTOCENTO

sto genere. Un estremo senso di calma emana da queste figure di giovinette ben lontane dalla mondanità tanto spesso dipinta da altri Impressionisti: la natura le avvolge totalmente, quasi naturale prosecuzione del loro essere. Tale interesse per la figura ha il suo culmine nel 1882, quando Pissarro espone alla settima mostra impressionista più di trenta dipinti, la maggior parte dei quali dedicati al ritratto. "Le deliziose ragazze

Ottocento n. 15  

http://www.ottocentoromantico.it/ http://deltaeditrice.it/ http://corradobarbieri.it/

Advertisement