Issuu on Google+

Avanti noi

POSTE ITALIANE SPA ISI TARIFFA RIDOTTA L515/93

Alle famiglie

Avanti le Marche

Care Marchigiane, cari Marchigiani, è arrivato il tempo delle scelte. Prima di tutto il lavoro, la protezione dei lavoratori, delle loro famiglie e del loro reddito. Continueremo a farlo

nelle difficoltà che ancora ci attendono, sostenendo le imprese del nostro artigianato e dell’industria e quelle nuove che si svilupperanno nell’agricoltura, nel commercio, nell’ambiente, nella cultura e nel turismo. Perché ci sia più occupazione, più reddito, più libertà di scelta e crescita per ogni cittadino delle Marche. Con un ambiente curato e attento alla biodiversità, ai cambiamenti climatici, alla produzione di energia basata su fonti rinnovabili, come chiede l’Unione Europea. Per aggiungere vita agli anni di ogni marchigiano, reso più sicuro dalla nostra buona sanità e da interventi sociali che offrono protezione a ogni forma di fragilità. Investendo sulla Scuola e l’Università, perché i nostri figli siano migliori di noi. Cinque anni di buon governo hanno reso le Marche più forti. La nostra è una regione “resistente”, che è riuscita, anche di fronte ai drammi della crisi economica, a reggere l’impatto ed essere pronta ad agganciare un’eventuale ripresa. Merito della laboriosità e del coraggio di tutti i marchigiani. Siamo la regione con la più alta crescita del Pil in Italia (+18,2% in dieci anni, contro la media

Tel. 071 2073971 • www.partitodemocraticomarche.it • pdmarche@pdmarche.org

nazionale del 12,8%), la regione con la più alta qualità della vita. Sul versante della politica fiscale, ci siamo sempre ispirati ai principi di giustizia sociale ed equità, tanto che il 68% dei marchigiani, vale a dire due cittadini su tre, non hanno mai pagato l’addizionale Irpef. La pressione fiscale regionale si è ridotta del 47% dal 2004. La nostra sanità, dopo anni di deficit, oggi ha i conti in ordine e questo ha consentito una crescita qualitativa del servizio, grazie all’incremento degli investimenti. Quanto alle infrastrutture, stiamo recuperando un gap storico: oltre 5 miliardi di euro sono i lavori attualmente in corso ed abbiamo già incominciato a vedere la realizzazione di qualche nuovo chilometro di strade. Da qui vogliamo ripartire per continuare a percorrere un sentiero di crescita, per continuare a scrivere, tutti insieme, la storia del nostro futuro. Grazie per il Vostro voto nelle elezioni regionali del 28 e 29 marzo.

Gian Mario Spacca


Avanti noi,

Avanti le


I NOSTRI CANDIDATI Paolo Petrini Nato a Porto San Giorgio nel 1963, sposato, due figli. Laureato in Scienze politiche, è amministratore d’azienda. Dal 1997 al 2003 è stato Sindaco di Porto Sant’Elpidio, dove risiede. Nel 2005 è eletto Consigliere regionale nella lista Uniti nell’Ulivo, circoscrizione di Fermo e nell’VIII legislatura ha ricoperto l’incarico di Assessore all’Agricoltura, Sviluppo rurale, Agriturismo, Bonifica, Zootecnia, Forestazione, Industria agro-alimentare, Caccia e Pesca sportiva, Politiche Comunitarie, Organizzazione amministrativa e personale. Dal 2008 è anche Vice Presidente della Regione Marche. È impegnato in associazioni di volontariato su progetti culturali ed umanitari.

Marche Letizia Bellabarba

34 anni, vive a Montegiorgio con Massimo e la loro figlia Emma di 7 anni. Laureata in Scienze Politiche, lavora per un’Associazione Onlus, Noi Ragazzi del Mondo Marche, che si occupa di cooperazione internazionale ed educazione alla mondialità. A 24 anni è stata eletta Consigliere Comunale a Montappone dove ha poi ricoperto l’incarico di Segretaria dei DS. Dopo la fondazione del Partito Democratico, è stata eletta nell’Assemblea Provinciale e nominata Responsabile Regionale Scuola, Formazione, Istruzione, Università e Ricerca. Attualmente è nella Direzione Regionale del PD Marche. Ha fatto parte del comitato promotore del GAL Fermano Leader Scarl.

Rosalba Ortenzi Eletta per la prima volta in Consiglio regionale nel 2005, è stata Presidente della Commissione ambiente e territorio e componente di quella attività produttive e problemi del lavoro. Coniugata, ha una figlia e due amatissimi nipoti, Ivan e Riccardo. Per molto tempo insegnante di scuola elementare e con un significativo impegno nell’attività delle associazioni di volontariato. Una lunga militanza politica l’ha portata ad essere più volte eletta a Fermo (è stata Assessore alla Casa, Scuola e Servizi Sociali), dove ha anche ricoperto la carica di Presidente dell’Istituto Autonomo Case Popolari.

Riccardo Treggiari Nato in Amandola nel 1952, coniugato, ha due figli: Andrea e Francesco. Dopo la maturità tecnica all’ITI Montani di Fermo, ha frequentato l’Accademia Aeronautica di Pozzuoli dove ha conseguito il brevetto di pilota d’aeroplano. Laureatosi ad Ancona in Ingegneria Civile Edile, ha esercitato la libera professione come titolare dello Studio Ziggurat. Oggi è Dirigente del Servizio Tecnico del Consorzio di Bonifica Aso Tenna Tronto. Fondatore del Comitato “Città dei Sibillini”, è stato Sindaco di Amandola dal 2004 al 2009 e componente del Direttivo COSIF. Attualmente è nell’Assemblea Regionale del PD e capogruppo nel Consiglio Comunale di Amandola.

Marcello Vallorani 45 anni, sposato, un figlio di nome Vittorio, vive a Monte Rinaldo. Laureato in Scienze Politiche all’Università di Macerata, dal 2000 è iscritto all’Albo Promotori Finanziari e dal 2003 è anche Broker Intermediario Assicurativo. Specializzato in problematiche assicurative degli Enti Pubblici e delle Società a Capitale Pubblico. Tra i fondatori di “Volere Volare”, associazione di volontariato nata per dare supporto alle famiglie con disabili, è stato iscritto al Partito La Margherita Democrazia e Libertà, partecipando alla costituzione del Partito Democratico. Dal 2004 è Sindaco del Comune di Monterinaldo.

Fermo, Piazzale Azzolini, 18 - 63023 Fermo - Tel. 0734 224525 - www.pdfermo.it - info@pdfermo.it


La regione dell’alta qualità della vita: il Progetto del Pd

siamo ormai a pochi giorni dal voto del 28-29 marzo per l’elezione del Presidente e del Consiglio regionale delle Marche. Ho pensato di rivolgermi a Te nell’ambito di una campagna elettorale intensa, che il Pd ha svolto a contatto con le persone, parlando dei problemi dei cittadini, delle realtà locali e delle nostre amate Marche.

Senza insulti verso l’avversario, abbiamo voluto più concretamente parlare dei problemi dei marchigiani: • del lavoro, di come difenderlo e di come creane di nuovo; • della sanità, che offre servizi di qualità, ma che vogliamo rendere ancora migliore; • dell’ambiente, di come tutelarlo, ma anche di come farne un’occasione di sviluppo; • della scuola e dell’università, di come impedire che i tagli del governo tolgano il futuro ai nostri giovani. In questi anni le Marche sono cresciute, raggiungendo posizioni d’eccellenza in molti campi. È stato sicuramente merito di ciascuno di noi, di noi marchigiani che siamo gente laboriosa e di poche parole, ma pensiamo che anche la buona politica, quella che è a servizio dei cittadini e che il Pd ha cercato d’interpretare, sia stata essenziale per centrare gli obiettivi raggiunti. Onestà, trasparenza, attenzione ai problemi delle comunità e dei territori sono state le caratteristiche di una classe dirigente regionale che merita la riconferma, a partire dal presidente Gian Mario Spacca, che ha contribuito più di altri alla crescita della nostra regione. Oggi, tuttavia, non possiamo sentirci appagati, perché la crisi economica continua a mordere nella carne viva di molte persone, delle famiglie e delle imprese. Il governo nazionale è tutto

assorbito nel tentare di risolvere i problemi del presidente del Consiglio, mentre il paese reale vive gli effetti della crisi e il ristagno dell’economia. Così non va! Il voto è sempre anche il momento in cui si manda un chiaro segnale a chi ci governa ed oggi più che mai questo è necessario. Dobbiamo sapere raccogliere nuove sfide e darci nuovi obiettivi. Il Partito Democratico, con i suoi candidati, è in campo per disegnare le Marche del futuro. È un compito difficile che vogliamo assolvere con il vostro fondamentale contributo, senza coltivare l’idea che le scorciatoie o la forzature delle regole ci possano in qualche modo aiutare. Senza cavalcare facili paure o proporre soluzioni aggressive, che celano odio ed egoismo sociale. Le Marche governate da chi ha questa idea della politica non sarebbero più le stesse. Noi pensiamo, invece, che all’Italia e alle Marche servano la disponibilità all’impegno e all’ascolto, la volontà di confrontarsi e di condividere, la capacità di decidere in tempi giusti e ispirati dall’interesse generale. La nostra è una Regione di qualità, rappresenta un grande presente, facciamo in modo che abbia un grande futuro. Dipende da ciascuno di noi, per questo ti chiedo di votare il Partito democratico. Un saluto caloroso. Sen. Palmiro Ucchielli

Le elezioni regionali del 27 e 28 marzo rappresentano un momento fondamentale nel percorso politico intrapreso dal Partito Democratico. In una continua fase di costruzione e di radicamento nel territorio, ripresa con entusiasmo e vigore, si va delineando in maniera sempre più chiara la ferma volontà di diventare il maggior partito di riferimento nella definizione di uno schieramento politico in grado di presentarsi come la reale e seria alternativa. Vincere queste elezioni vuol dire dare corpo

e concretezza ad un progetto di governo che possa consentirci di guardare al futuro con rinnovata fiducia. Nessuno di noi, infatti, può più tacere di fronte alle scelte del governo nazionale che hanno ferito il tessuto economico e sociale di questo paese, colpendo i “luoghi” in cui una società moderna e democratica ha il dovere di garantire la formazione delle generazioni future, come la scuola e la famiglia, entrambe sfinite e dilaniate da un’insostenibile battaglia quotidiana. Negli ultimi cinque anni la Regione Marche ha adottato numerosi provvedimenti mirati principalmente a garantire, a tutti i cittadini marchigiani, gli strumenti necessari per superare la crisi economica, per dare ossigeno alle imprese, sicurezza ai nostri operai e alle nostre famiglie, speranza e serenità a giovani ed anziani. Occorre, però, fare ancora di più. La definizione di una nuova coalizione che vede la presenza dell’UDC, pur scontando inevitabili difficoltà nel rapporto con i partiti che si collocano a sinistra del PD, impone al nostro candidato presidente Gian Mario Spacca di perseguire un programma vincente e un continuo dialogo tra la nuova coalizione e le forze che ne vorranno far parte. Con coraggio e determinazione dovremo tutti noi impegnarci affinché la regione Marche sia davvero protagonista di un

nuovo modello di sviluppo. Nella scelta dei candidati al consiglio regionale per il collegio fermano abbiamo messo in campo nuove energie e capacità, come Letizia Bellabarba, Riccardo Treggiari e Marcello Vallorani, che, unitamente all’impegno e ai risultati raggiunti in questi anni da color che hanno rappresentato il nostro territorio come assessore regionale e vice presidente, Paolo Petrini, e come consigliere e presidente di commissione, Rosalba Ortenzi, rendono il Partito Democratico la forza politica più credibile ed affidabile per le istanze della nostra comunità. Perché vogliamo che siano prioritari nell’azione politica e amministrativa i concetti di democrazia ed uguaglianza e che, ripartendo dal buon governo della Regione Marche, siano messe in campo nuove sfide che puntino a valorizzare le nostre eccellenze, a dare sostegno alla nostra economia, ad incoraggiare nuove forme di imprenditorialità e a promuovere la visione di un territorio aperto, solidale nel quale siano garantiti il confronto, la sicurezza e la legalità. Per questo, abbiamo bisogno del Tuo sostegno. Scegli Partito Democratico.

Cara elettrice, caro elettore,

Committente responsabile Roberto Piccinini

Concretezza, per guardare al futuro con fiducia

Tel. 071 2073971 • www.partitodemocraticomarche.it • pdmarche@pdmarche.org

La Segretaria della Federazione Provinciale del PD Cinzia De Santis


DEF-fermo