Issuu on Google+

&

copiagratuita Read&fly

read&fly

SETTIMANE MUSICALI DI STRESA la grande musica classica protagonista nella perla del Verbano

COSTA AZZURRA alla scoperta di una delle riviere più esclusive del mondo

I FRUTTI DEL SOLE tanti consigli per una corretta alimentazione estiva

Heineken Jammin’ Festival la manifestazione rock dell’estate quest’anno si terrà a Milano

1

Anno 1 - Luglio/Agosto 2012 Copia 5


Read&fly

gastronomia

La società si occupa della ricerca e della gestione di comparse, figuranti speciali, attori e attrici, da inserire all’interno dei cast di programmi televisivi, fiction, televendite, spot pubblicitari, rappresentazioni teatrali, ecc. Essa gestisce un elevato numero di figure professionali, selezionate accuratamente attraverso appositi casting, fondamentali nel mondo del cinema, della televisione e della pubblicità. Recentemente Pragma ha ampliato il proprio perimetro di attività offrendo servizi altamente specializzati di trucco, parrucco, sartoria e arredamento nel campo televisivo e cinematografico.

2

Pragma Services S.r.l. - Via Trieste 9, 20096 Pioltello (MI) T 02.89367085 - F 02.89367063 - info@pragmaitalia.tv


EDITORIALE

Read&fly

editoriale Vacanze, dolci vacanze. Luglio fu chiamato così

in onore di Giulio Cesare, nato il 13 di questo mese. Anteriormente, nel calendario di Romolo, era chiamato Quintile. Questo mese Read & Fly vi porta su uno dei palchi più famosi d’Italia, l’Heineken Jammin Festival, così importante nel panorama degli eventi musicali (e degli eventi in generale) in Italia, che fa uno strano effetto pensare che esiste da 14 anni. È una manifestazione che gli amanti della musica attendono per tutto l’anno. Se volete godervi il mare e atmosfere incantevoli vi suggeriamo un viaggio in Costa Azzurra. Qui il mare, di un azzurro intenso al di sopra della norma già dai primi metri a ridosso della riva, diventa un tratto distintivo del paesaggio a partire dal confine ligure sino a Toulon, sua estremità ad Ovest. Da visitare! E sulla spiaggia cosa vi portereste? Noi vi suggeriamo pesche, albicocche, susine, meloni, fichi e angurie, frutti che portano i colori dell’estate. Col fascino dei loro vividi colori, essi attraggono per il fresco gusto e sono tra i migliori alleati per combattere il caldo estivo. Un vecchio

slogan pubblicizzava alcuni alimenti con la frase ‘Come natura crea’ ed è vero: consumare un frutto fresco, magari locale, è soprattutto l’occasione per gustare qualcosa di veramente autentico. Anche questo mese vi suggeriamo due ricette molto estive a base di frutta: le “pesche al vino in crema di mascarpone” e gli “spaghetti con fichi e peperoni”. Per gli amanti della tecnologia, questo mese Read & Fly vi descrive in maniera accurata la differenza tra le varie offerte cloud, il modo innovativo di condividere dati, musica, testo e immagini solo grazie ad un browser. Al termine del numero una ricca sezione di news aeronautiche vi farà conoscere sia il nuovo modo di volare sui cieli europei grazie alla nuovissima certificazione europea LSA (diventeremo tutti piloti?), sia cosa sta accadendo nel mercato delle compagnie aeree di linea e low cost. Siete pronti? Il quinto numero di Read&Fly è pronto per soddisfare tutta la vostra voglia di sapere! Buona lettura… e buone vacanze!

redazione

&

Anno I - Numero 5 Iscritto al N. 01/2012 del registro periodici del Tribunale di Busto Arsizio, il 02/02/2012.

Progetto grafico, impaginazione: Sara Biunno

Editore: Read&fly s.r.l. - Via XXV Aprile 39, Bresso (MI)

Pubblicità: adv@readandfly.com

Direttore responsabile: Antonio Franco Responsabile di redazione: Gaetanocosimo Massari Art director: Davide Calabresi

Stampa: Roto 2000 s.p.a.

In questo numero hanno collaborato: Sabrina Barbante, Roselena Turo, Selena Norcini, Valentina Gorla, Shutterstock.com

Tutti i loghi riportati in questo numero appartengono ai rispettivi proprietari.

1


& Read&fly

gastronomia

Read&fly

Sei un agente di vendita di spazi pubblicitari? vuoi collaborare con noi? mandaci il tuo Curriculum! info@readandfly.com

Follow Us

www.readandfly.com


Read&fly

SOMMARIO luglio 2012

22 30 34 40 42 44 50 52 64

Heineken Jammin Festival 2012 Gli appuntamenti di Luglio

VIAGGI Costa Azzurra... e variopinta

A TAVOLA I frutti del sole

22

PHOTOTRIP

28 4

Lago Maggiore - Splendida gemma d’Italia Settimane Musicali di Stresa

©labrador33 / Shutterstock.com

10 16

DA NON PERDERE

HIGH TECH Vivere... fra le nuvole

CURIOSITA’ La felicità esiste. Paolo Zardi Serie TV: Girls Serie TV: Don’t trust the b*** in apt 23

OLTRE LA TERRA Viaggi interstellari: viaggeremo da una stella all’altra?

AIR NEWS

©pio3 / Shutterstock.com

4

10

COMPAGNIE AEREE Rivoluzione sui cieli d’Europa Brevi dal mondo delle compagnie aeree

AEROPORTI Aeroporti. Quando il nome inganna

TOURIST INFORMATION

50 16

TRAVEL TIPS Alpe Devero

3


Read&fly

da non perdere

Red Hot Chili Pepperes

Heineken Jammi E’ormai così importante nel panorama degli eventi

musicali (e degli eventi in generale) in Italia, che fa uno strano effetto pensare che l’Heineken Jamin Festival esiste solo da 14 anni. È una manifestazione che gli amanti della musica attendono per tutto l’anno, ma ancora di più è attesa da chi la musica la fa. Perché da anni gli organizzatori danno alle giovani band la possibilità, più unica che rara, di esibirsi su un palco di eccezione, anelato come l’Eldorado da chi vive a tempo di rock.

Quest’anno sono circa 2000 le band iscritte al concorso L’Heineken Jammin’ Festival Contest, giunto alla sua terza edizione sul web. Di queste band, solo sei avranno la possibilità di esibirsi sul palco più importante d’Italia, tra i più rinomati in Europa, precedendo di poche ore le esibizioni di stelle nel firmamento del rock italiano e internazionale. Deve essere come percorrere un pezzo di storia della musica assieme a chi la scrive da svariate decadi.

4

La selezione delle giovani band senza etichetta è passata attraverso l’ascolto degli oltre 20.000 brani caricati (che è possibile ascoltare grazie al nuovo tool di ascolto “Heineken Music Selection” ), da parte dei 140.000 supporter iscritti al sito. Proprio loro, i fan della buona musica, sono un elemento centrale in questa edizione, che ha visto un vulcanico flusso di visite nell’area Heineken Music del sito della nota marca di birra che promuove e dà i natali alla tre giorni. Anche sul piano della rilevanza grafica, sul sito www.heinekenmusic. it lo spazio per i supporter è centrale quanto quello delle band, riconoscendo al pubblico che segue la preparazione della tre giorni di maxi concerti, di essere un “giocatore” e carta in più indispensabile a rendere la manifestazione unica nel suo genere. Ovviamente le band esordienti daranno il benvenuto, come ogni anno, ai mostri sacri e agli astri nascenti già noti alla critica nel campo del rock. L’onore di tagliare il nastro della musica, quest’anno, giovedì 5 luglio, sempre a partire dalle 15.00, agli Enter Shikari, gruppo metal britannico che unisce ad un sound tipico del post-hardcore con influenze metalcore, gli elementi tipici della musica trance e house. Segue il rapper Armando Christian Pére, in arte Pitbull (o anche Lil’ Chico, Mr. 305, ma soprattutto Mr. Worldwide – sono questi i suoi vari soprannomi, che elenca all’inizio dei suoi pezzi), per dare poi spazio all’alternative rock scozzese degli Noel Gallagher’s

Il Cile


The Prodigy

da non perdere

The Cure

Read&fly

in’ Festival 2012 di s. barbante

Gorillaz

High Flying Birds. Protagonisti più attesi della prima serata, i Red Hot Chili Peppers, che colgono l’occasione per unire una tappa al loro fittissimo calendario europeo, iniziato in Irlanda a giugno e che si chiuderà il 26 agosto in Finlandia (ovviamente non si fermeranno e continueranno il tour negli USA). La serata del 6 luglio darà spazio in primis al post grunge sudafricano degli Seether, seguiti dall’ alternative metal gallese dei Lostprophets. Attesissimi anche gli Evanescence, pronti per partire, qualche giorno dopo la tappa milanese, alla volta del Carnival of Madness (nell’Illinois). Seguono a ruota il Chase and Status, duo inglese di musica elettronica che sta riscuotendo molto interesse nella critica. Attesissima l’esibizione dei Prodigy, gruppo Big Beat britannico che ha portato ai mass media la sottocultura giovanile dei raver agli anni Novanta in poi. La seconda sera ci sarà una delle principali novità del festival: la late night show. In questa nuova fase ancora più notturna dell’HJF, saranno i Gorillaz Sound System a farla da padroni, a partire da mezzanotte. Il famoso progetto musicale e visuale inglese, con la sua mistura di più generi e la rilevanza al suo interno sia di musicisti veri che virtuali, sono tra le principali innovazioni nel panorama rock post moderno, il gruppo forse più adatto ad accompagnare una novità alla festa del rock, come nel caso del late night show.

del celeberrimo gruppo post punk made in UK, The Cure, dei canadesi Crystal Castles e dei New Order. La partecipazione de Il Cile all’Heineken Jammin’ Festival arriva dopo il grande riscontro ottenuto dal suo primo singolo “Cemento armato”. Lorenzo Cilembrini, in arte Il Cile, 30 anni, autore che descrive le sue impressioni, ciò che sente e respira, entra nel vivo delle sue emozioni, le denuda, le osserva, le studia, le vive e le racconta. Sarà di sicuro una delle rivelazioni di questa edizione da non perdere.

A proposito di piacevoli novità, Il Cile si aggiunge alla ricca line up dell’Heineken Jammin’ Festival 2012: il cantautore aretino si esibirà sabato 7 luglio, prima

5


Read&fly

da non perdere

HJF: info utili e mappa Programma

Giovedi 5 Luglio 2012 - Red Hot Chili Peppers - Noel Gallagher’s High Flying Birds - Pitbull - Enter Shikari - guest vari Venerdi 6 Luglio 2012 - The Prodigy - Chase and Status - Evanescence - Lostprophets - late night show: Gorillaz Sound System Sabato 7 Luglio 2012 - The Cure - Crystal Castles - The Parlotones - Il Cile - late night show: Audrey Napoleon

Prezzi

- Biglietto per una giornata: 55 euro più diritti di prevendita - Biglietto “Pit Fronte Palco”: 65 euro più diritti di prevendita - Abbonamenti per le 3 giornate del Festival: 150 euro più diritti di prevendita I biglietti sono in vendita su TicketOne.it e presso tutti i punti vendita, rivenditori autorizzati e i sistemi di vendita di Ticket One, Charta, Nuovo Box Office Firenze, Circuito Green Ticket Orbis (Roma), Unicredit. Per maggiori informazioni LIVE NATION ITALIA (02.53006501 – www.livenation.it)

Come raggiungerci

- In Auto: A8/Tangenziale Ovest uscita “Fiera Milano” - In Treno/metro: Trenord linea S5 e S6, fermata “Rho Fieramilano”; metro Rossa, fermata “Rho Fieramilano”

6


da non perdere

Read&fly

Gli appuntamenti di luglio Latinoamericando Expo Calore e tradizione ad Assago Tutto nacque nel 1990, quando l’intraprendente italo peruviano Juan José Fabiani (recentemente scomparso) pensò di far conoscere il suo continente organizzando a Milano un piccolo festival di musica, arte, cucina e artigianato. Furono questi gli albori del Festival LatinoAmericando Expo, che giunge quest’anno alla sua ventiduesima edizione. La manifestazione, che ogni

rappresentati.

anno richiama milioni di visitatori provenienti da ogni parte d’Italia e del mondo è tra gli appuntamenti più importanti con l’America Latina non solo per il nostro Paese, ma per l’Europa.

Musica, danze, cibo, folclore, letteratura e antropologia saranno tutti aspetti contenuti nell’are di circa 36.000 metri quadrati; una piccola città a tema, in cui verranno anche inserite iniziative di solidarietà oltre che ottime occasioni di incontri per imprenditori e visitatori.

Da un paio di anni è diventato Expo ospitando al proprio interno veri e propri padiglioni ufficiali di molti dei 21 paesi

Per ben due mesi, la manifestazione consentirà al pubblico di approfondire o conoscere a 360 gradi il mondo latino-americano, trasportando in Italia la cultura e la storia millenaria che caratterizza quei Paesi e avvicinando due mondi geograficamente lontani, ma in parte così vicini.

Da non dimenticare la cucina ricca e

particolare, in cui si fondono abitudini alimentari e prodotti che provengono dalle civiltà precolombiane e si uniscono alle tradizioni africane e all’arte culinaria europea. L’offerta gastronomica del Festival è quanto di più autentico e genuino si possa trovare, con una grande serie di proposte rappresentative di molti differenti Paesi, che permettono di assaporare ricette a base di pregiate

crostacei e pesce, fagioli, mais, quinoa, manioca, patate, cacao e caffè, ingredienti a volte poco conosciuti e utilizzati sulle tavole italiane. (foto di Val Thoermer / Shutterstock.com)

Dove e quando

Assago (MI), 22° edizione - da giugno ad agosto 2012

7


Read&fly

da non perdere

Gli appuntamenti di luglio ©Thomas Owen Martin / Shutterstock.com

Blink 182

Quando val la pena attendere

The Beach Boys a Milano 50 anni e si vedono (per fortuna)!

Festeggiano cinquant’anni i ragazzi della spiaggia! I Beach boys arrivano con le loro camice hawayane e improbabili giacche a righe, direttamente sulle tavole da surf, anche a Milano. Dovremmo dire che questo mezzo secolo non lo dimostrano? Non lo faremo! Cinquant’anni di amicizia e progetti condivisi, di pop scanzonato e leggero ma anche di capacità di approfondimento musicale e innovazione, mezzo secolo di viaggi in giro per il mondo si vedono e sentono tutti, nella capacità di reggere interi tour con un’energia ignota persino a band molto più giovani. Con loro si respirano gli Stati Uniti del sogno americano, quello in cui si può ancora pensare che il mondo sia una lunghissima vacanza in cui, prima o poi, qualcosa di buono verrà fuori. Hanno anche un po’ contribuito alla creazione di uno stereotipo, e questo lo possono fare solo i grandi maestri. Lo stereotipo della California fatta solo di spiagge, bikini, bibite in ghiaccio e gelati al sole (ditelo ai più giovani che questa immagine deliziosamente finta tanto da volerla lasciare così nelle nostre menti europee, non nasce né con Beverly Hills né con Baywatch!). Ma se i Baech Boys sono stati definiti persino una delle band più influenti della storia del rock pop, di certo non è dovuto solo a questo. La loro musica si è evoluta con la loro età anagrafica, dimostrando una grandissima capacità di permettere alla musica di maturare con loro. Ad esempio, una delle principali svolte si ebbe con l’album The Beach Boys Today!, del 1965, che univa le solite canzoni gioiose a ballate più oscure. Anche Summer Days (And Summer Nights!!), che conteneva la celeberrima California Girls, e The Little Girl I Once Knew proponeva arrangiamenti complessi e poco commerciali. Il tour del cinquantesimo anniversario è un evento importante e probabilmente unico, dal momento che è il primo dal 1965 che rivede la presenza di Brian Wilson. Ovviamente a tutto ciò si unisce l’uscita di un nuovo album dal titolo That’s Why God Made the Radio, costituito da 12 inediti. Il primo singolo estratto, omonimo all’album, è già stato pubblicato in formato digital delivery il 25 aprile e sarà in rotazione radiofonica dal 4 maggio 2012. Dove e quando: Milano, Arena Civica, venerdì 27 luglio 2012

8

Si sono fatti attendere, Tom DeLonge, Mark Hoppus e Scott Raynor, conosciuti in un unico humus musicale col nome di Blink 182, prima di arrivare in Italia. Per più di un anno! I fan della band pop punk made in USA hanno superato la delusione del concerto annullato nel giugno 2011 e la totale riprogrammazione delle tappe del loro tour prima di vederli finalmente di insieme a luglio al Forum di Assago. Evento nell’evento, che spinge i fun ad attendere come Penelope con Ulisse, il tour è legato al primo album uscito dopo la loro riunione, avvenuta nel 2009, dopo lo scioglimento nel 2005. L’album è Neighborhoods e lo stesso nome del lavoro è sintesi di una delle riflessioni venute dopo (o che ha ricondotto a) un ritorno a lavorare assieme. I tre musicisti californiani sono caratterialmente molto diversi, fin troppo persino per potersi definire complementari. Eppure, ha dichiarato Hoppus, insieme sono come una piccola città, o un grande quartiere, in inglese Neighborhoods, appunto. Il risultato di questo album-quartiere sono dieci tracce che fondano diversi stili, dal rock al pop, dal punk allo skate. Per essere un gruppo formato da ragazzotti di circa quarant’anni ne hanno fatta di strada, dettando nuove regole nel panorama pop rock, addirittura creando nuove tendenze anche in campo di abbigliamento, con la linea Atticus creata proprio da Hoppus, con tanto di logo (l’ombra di un uccello morto a pancia in su, citazione del libro To Kill a Mockingbird by , di Harper Lee). L’ironia politicamente scorretta è una caratteristica che non li ha mai abbandonati, in qualunque manifestazione del loro estro artistico (e imprenditoriale). Sul versante squisitamente musicale, hanno alle spalle 6 album studio, una raccolta, un album live e 21 singoli. Oltre 20 milioni i dischi venduti. Siamo sicuri che, come per Penelope con Ulisse, sia valsa la pena dell’attesa. Dove e quando: Assago, Mediolanum Forum, martedì 3 luglio 2012 ©Featureflash / Shutterstock.com


Read&fly

La società si occupa della ricerca e della gestione di comparse, figuranti speciali, attori e attrici, da inserire all’interno dei cast di programmi televisivi, fiction, televendite, spot pubblicitari, rappresentazioni teatrali, ecc. Essa gestisce un elevato numero di figure professionali, selezionate accuratamente attraverso appositi casting, fondamentali nel mondo del cinema, della televisione e della pubblicità. Recentemente Pragma ha ampliato il proprio perimetro di attività offrendo servizi altamente specializzati di trucco, parrucco, sartoria e arredamento nel campo televisivo e cinematografico. Pragma Services S.r.l. - Via Trieste 9, 20096 Pioltello (MI) T 02.89367085 - F 02.89367063 - info@pragmaitalia.tv

9


Read&fly

viaggi

Costa Azzurra... e variopinta di S. BARBANTE

Scorcio di Antibes

10


viaggi

Read&fly

Non è possibile capire davvero il motivo per cui

la Costa Azzurra ha questo nome sinché non la si va a vedere. L’atto di osservarla e ri-battezzarla è quanto accadde nel 1887 a Stéphen Liégeard, che inventò il termine Côte d’Azur nell’omonimo libro. Il mare, di un azzurro intenso al di sopra della norma già dai primi metri a ridosso della riva, diventa un tratto distintivo del paesaggio a partire dal confine ligure sino a Toulon, sua estremità ad Ovest. Il motivo sta nel fondale, nei ciottoli che sostituiscono le comuni spiagge e che danno un riflesso di lucentezza cristallina sconosciuti altrove. Una commistione splendida tra montagna e mare rende questi luoghi incantevoli. La regione è da sempre votata ad attirare gente che viene da lontano. Sino alla prima metà del ‘900, località quali Hyère, Cannes, Mentone e Nizza erano scenario di lunghi soggiorni invernali da parte del’aristocrazia europea. La stessa Nizza è rimasta anche adesso luogo in cui professionisti in pensione di ogni parte del mondo decidono di “svernare” e acquistare casa. Ovviamente dopo la Seconda Guerra Mondiale e soprattutto dopo il boom economico degli anni Settanta e Ottanta, tutto il concetto di turismo è cambiato e anche la Costa Azzurra è diventata traguardo di week end e vacane estive (principalmente, per via del mare e del clima) anche per giovani e famiglie. Non è il caso di farsi intimorire dalla nomea di posto di lusso (nel senso di molto caro) affibbiatole dalla presenza di porti e porticcioli su cui sono ormeggiato yacht di lusso, tanto meno dal fatto che celebrità di ogni parte del mondo, tra cui Madonna, hanno su queste coste una delle loro tante dimore. Città come Nizza e Antibes possono essere anche adattissime a budget da studenti sia grazie alla presenza di B&B e ostelli ben attrezzati, che grazie a locali per giovani che le rendono persino molto più economiche di tante atre località della Francia. Ma cerchiamo di andare oltre l’ovvio, in questo breve viaggio di carta. La costa Azzurra non è solo azzurra, ma piena di colori che fanno il miglior sfoggio di sé nei suoi mercatini settimanali. Che cosa hanno di speciale? Le voci, gli odori, le tonalità fortissime che sanno di mediterraneo e che riescono a dare alla nostra passeggiata giornaliera un fortissimo tocco di calore del sud. Proviamo quindi a descrivere le principali località della Costa Azzurra seguendo i colori accesi dei suoi mercati.

11


Read&fly

viaggi Ad Antibes ci sono diversi mercati interessanti. Il Marché Provençal, sorta di ricco mercato coperto, si svolge dal martedì alla domenica mattina da settembre a maggio, mentre in alta stagione da giugno ad agosto è aperto tutte le mattine. Esperienza turistica consigliata, perché fa amabilmente sentire di esser parte di quell’accesa comunità mattutina, è quella di spiluccare frutta fresca appena acquistata al Cours Messena, proprio di fronte al municipio.

Mercatini di Antibes: dove e quando? • • •

Prima tappa, Antibes, antica città comunemente denominata Antibes - Juan-les-Pins. La parte di Juan-lesPins è una località balneare famosa per la sua vita notturna e si affaccia in una zona di spiagge, boutique, night club. Situata all’estremità opposta della Baia degli Angeli (Baie des Anges) rispetto alla più nota Nizza, Antibes è vivace e curata, e non vive esclusivamente di turismo. È ad esempio un importante centro di floricoltura con prodotti esportati in tutto il mondo. Le sontuose ville e baie private della sua costa non devono trarre in inganno: ci sono molte aree libere. Una tra queste, la deliziosa baye de la Gravette, alla fine dei bastioni che costeggiano Rue de Grasse.

12

martedì e sabato mattina (Place Amiral Barmaud) giovedì mattina (Place Nationale Viel Antibes) venerdì (La Fontone)

Anche Beaulieu-Sur-Mer è un luogo privilegiato e interessante da vedere, situato tra Nizza e Monaco. La costa, delimitata da palme e da una vegetazione lussureggiante fanno della città una delle più belle di tutta la Costa Azzurra. Non a caso è stata scelta dalle più celebri teste coronate durante la Belle Epoque come luogo di visita e soggiorno. Ha due porti tra i più importanti della regione, di cui uno è da diporto ed è conosciuto in tutta Europa mentre il secondo è più contenuto ed è situato sulla “Baie des Fourmis”. Oltre al mercatino in cui è possibile trovare ogni tipo di primizie, le sue spiagge e le stradine tipiche del centro storico meritano attenzione, almeno quanto i suoi lussureggianti e colorati giardini.

Mercatini a Beaulieu-Sur-Mer: dove e quando? •

lunedì, martedì e sabato mattina (Place du G.al de Gaulle)

Particolarmente importante come appuntamento locale è il mercato di Biot, scenario di scambi e di convivialità, paladino della tradizione di forte attitudine del Sud della Francia alla condivisione, il mercato rappresenta uno spazio sociale importante nella vita di questo comune. Il


viaggi

mercato si trova in pieno centro storico di Biot. Dalla rue Saint Sébastien alla Place aux Arcades, prodotti tradizionali come anche verdura o frutta sono esposti insieme a stuzzicanti prodotti provenzali e francesi. Bancarelle di abbigliamento, gioielli e cosmetici completano lo scenario di profumi e atmosfere provenzali.

Mercatini a Biot: dove e quando? •

venerdi mattina (Place de Gaulle)

Arcinota per il suo festival internazionale di cinema, Cannes merita attenzione anche per i suoi percorsi cittadini e, ad essi legati, i suoi deliziosi mercatini. A partire da Marchè Forville, il mercato più rinomato di tutta Cannes, che mette in contatto curiosi assaggiatori di gusti autentici e venditori, spesso anche produttori. Questo mercato è situato nel famoso Le Suquet, tra il municipio e la stazione ferroviaria, su Rue Fèlix Faure. Il mercato è aperto da martedì a domenica, essendo lunedì prenotato per il cosiddetto Marchè Brocante, o mercato delle pulci. Chiuso il lunedì anche il mercato di Place Gambetta, il quale non pone l’attenzione solo sull’esclusivo commercio di generi alimentari e fiori, ma anche abiti e una quantità di altri prodotti vari. Come in tutto il territorio, anche qui non manca il mercato dei fiori (marché des Allée), aperto tutti i giorni.

Read&fly

del cliente ci sono alcuni vassoi di metallo. Il cliente sceglie le zucchine più belle, le cipolle più grandi o le carote delle quali si è innamorato per qualche motivo, le ripone nel vassoio che riconsegna al rivenditore, il quale pesa e comunica il prezzo. L’interazione con chi vende è importante qui quasi quanto in Medio Oriente. Ma non per contrattare quanto per chiedere qual è il modo migliore per usare tale spezia con tal’altro piatto di verdure o come miscelare un tipo particolare verdura con una spezia locale per un cous cous o un tabulé da urlo.

Mercatini a Nizza: dove e quando? • •

tutte le mattine salvo il lunedì (mercato dei fiori e mercato provenzale, Cours Saleya e Place du Ray) lunedì mattina (mercato delle pulci, Cours Saleya)

Fine della corsa nei mercati, ma c’è ancora tanto da vedere in questi splendido angolo d’Europa. Se ormai il portafogli è vuoto (ma è difficile, dal momento che i mercatini della Franca del sud sono belli quanto economici), almeno avrete lo spirito adatto a continuare a godere di un patrimonio paesaggistico ineguagliabile. Anche avere gli occhi e l’anima per goderne è lusso.

Mercatini a Cannes: dove e quando? • • •

dal martedì alla domenica (Rue Fèlix Faure) dal martedì alla domenica (Place Gambetta) tutti i giorni (marché des Allée)

Dulcis in fundo, non è possibile non chiudere con i mercati di Nizza. Il Marchè aux Fleurs è una delle cose più caratteristiche della città. Il lunedì il mercato lascia posto ai brocanteurs ed al loro mercatino dell’antiquariato. Ma sono le bancarelle del mercato alimentare che attraggono di più per i loro colori e un senso ordinato dell’estetica che non abbandona mai questi banchi, anche nei giorni di maggiore affollamento. C’è veramente di tutto: dalla frutta esotica, alle arance gigantesche della Spagna, ai funghi (in stagione) presentati in splendidi panieri. A disposizione

13


Read&fly

viaggi

Côte d’Azur …and colorful You really cannot understand why the French

Riviera has this name as long as you go to see it. Stephen Liegeard in 1887 observed and re-baptized it, inventing the term Côte d’Azur (literally “blue cost”) in his eponymous book. The sea, with its intense blue above the norm of the shore, becomes one of the distinctive features of the landscape from ligurian border up to Toulon. The reason is the seabed; the pebbles that replacing the common sand of the beaches gives a reflection of crystalline brilliance unknown elsewhere. A splendid mix between the mountains and the sea makes these places enchanting. The region has always been a voted place to attract people from all over the world. Until the first half of 1900, locations such as Hyeres, Cannes, Menton, and Nice were places where the European aristocracy stayed. Obviously after the Second World War and especially since the economic boom of the 70’s and 80’s, the tourism concept has changed, and even the French Riviera become target of weekends and summer visits (mainly for the sea and the climate) also for young people and families. There is no need to be intimidated by the reputation of luxury place due to the presence of maritime harbors and small ports where are docked luxury yachts have one of their many homes on these coasts. Cities such as Nice and Antibes can also be perfect for students’ budget both for the presence of B&B, nice hostels and clubs for young people that make them even much cheaper than many places in France.

The French Riviera is not just blue, but full of colors that make their best show in the weekly markets. Why are they so special? The voices, the smells, the intense Mediterranean colors are able to a very

14

strong touch of south warmth to our daily walk. We try to describe the main towns of the French Riviera following the bright colors of their markets. The first place to go is Antibes, ancient town commonly called Antibes-Juan-les-Pins. The part of Juan-les-Pins is a seaside village famous for its nightlife and overlooks an area of beaches, boutiques and night clubs. Located at the opposite end of the Angel’s Bay (Baie des Anges) compared to the more note Nice, Antibes is lively and well-groomed and does not live exclusively on tourism. For example, it is an important center of floriculture with products exported all over the world. The sumptuous villas and private beaches have not to mislead: there are many public areas. One of these is the delicious baye de la Gravette, at the end of the bastions that surround Rue de Grasse. In Antibes there are Varsaw, several Pizza interesting markets. Mercato The Marché Provençal, a sort of rich covered market, which takes place from Tuesday to Sunday morning from September to May, while during the high season from June to August opens every morning. Markets in Antibes: where and when? - Tuesday and Saturday mornings (Place Amiral Barmaud) - Thursday mornings (Place Nationale Viel Antibes) - Friday (The Fontone) Also Beaulieu-Sur -Mer is a privileged and interesting place to see, located between Nice and Monaco. The coast, bordered by palms and lush vegetation makes the city one of the most beautiful of whole French Riviera. Not by chance it was chosen by the most famous monarchs during the Belle Epoque as a place to visit and stay. It has two of


viaggi

the most important ports in the region, one of those is known through Europe, while the second is smaller and it is located on the “Baie des Fourmis”. In addition to the market where you can find every kind of first fruits, its beaches and typical streets of the old town deserve attention, at least as its lush and colorful gardens. Markets in Beaulieu-Sur-Mer: where and when? -Monday, Tuesday and Saturday mornings (Place du G.al de Gaulle) Particularly important is the Biot market, place of exchanges and conviviality. The market is located in the heart of Biot old town. From the rue Saint Sebastien to the Place aux Arcades, traditional products, such as vegetables or fruits, are exposed together with Provencal and French appetizing products. Stalls of clothing, jewelry and cosmetics complete the scenery of perfumes and Provencal atmospheres. Markets in Biot: where and when? -Friday morning (Place de Gaulle) Very famous for its international film festival, Cannes deserves attention also for its city route and its delicious small markets. From Marche Forville, the market most renowned of Cannes, that connects curious tasters of authentic flavors with sellers, often also producers. This market is located in the famous Le Suquet, between the City Hall and the railway station, on the Rue Felix Faure. The market is open from Tuesday to Sunday, on Monday is reserved for the so-called Marche Secondhand trade, or flea market. The market of Place Gambetta is also closed on Monday, it is not only focused on the exclusive sale of food and flowers, but also on clothes and on many various other products. As in all French Riviera, even here the flower market (marche des Allee) is present and daily open.

Read&fly

Markets in Cannes: Where and when? -from Tuesday to Sunday (Rue Félix Faure) - Tuesday to Sunday (Place Gambetta) - All day (Allée des marché) Last but not least, the Nice markets. The Marché aux Fleurs is one of the most featured things of the city. On Monday the market leaves place to brocanteurs and their antique markets. But the stalls of the food market are the things that attract more for their colors and an ordered sense of the aesthetics that never leaves these stands and even in the most crowding days. There is really everything: from exotic fruits, the giant Spain oranges, the mushrooms (in season) presented in beautiful baskets. At the customer’s disposal there are some metal trays. The customer chooses the most beautiful courgette, the largest onions or the carrots of which he has fallen in love with for some reason, he puts them in the tray that returned to the seller, which weighs and communicates the price. Here the interaction with the seller is important almost as much as in the Middle East. But not to negotiate price but to ask what is the best way to use this spice with the vegetables. Markets in Nice: where and when? - Every morning except Monday (Provencal market and flower market, and the Place du Cours Saleya Ray) - Monday morning (flea market, Saleya) We have finished our tour for the markets, but there is still much to see in this beautiful corner of Europe. If your wallet is empty now… (but it is difficult, since the Southern France markets are nice as cheap), at least you will have the right spirit to continue to enjoy a unique landscape heritage. And it’s pure luxury also having the eyes and the soul to enjoy it.

15


Read&fly

A TAVOLA

I Frutti

del SOLE di R. Turo

P

esche, albicocche, susine, meloni, fichi e angurie sono i frutti che portano in tavola i colori dell’estate. Col fascino dei loro vividi colori, essi attraggono per il fresco gusto e sono tra i migliori alleati per combattere il caldo estivo. Un vecchio slogan pubblicizzava alcuni alimenti con la frase ‘Come natura crea’ ed è vero: consumare un frutto fresco, magari locale, è soprattutto l’occasione per gustare qualcosa di veramente autentico. Generalmente la frutta biologica contiene più minerali, è più ricca di vitamina e ha livelli di antiossidanti superiori al 30% rispetto a quella non bio. Infatti quando alla pianta non vengono somministrati pesticidi, essa è in grado di offrirci una maggiore risposta immunitaria, che frena l’invecchiamento dell’organismo.

16

Ma la cosa principale è che la frutta, elemento non trascurabile della nostra alimentazione, fornisce al nostro organismo sali di riserva, vitamine, zuccheri e liquidi biologici che sono dissetanti, diuretici e disintossicanti. Ideali per la stagione estiva sono le macedonie fresche da preparare con qualche ora di anticipo e da insaporire con qualche cucchiaio di vino bianco. Per sperimentare inediti gusti ed esaltare il sapore della frutta si può aggiungere un pizzico di cannella, di cardamomo e del pepe oppure del peperoncino rosso. E per non rimpiangere nemmeno il più goloso dei dessert come tocco finale basterà aggiungere dei gherigli di noce oppure qualche pinolo. Fiammeggiata, cotta nel vino, in crema, in gelato, in frullati, in gelatine, in drink, in mousse o come charlottes, crostate, bavaresi e torte, la frutta si accompagna facilmente ad una grande varietà di cibi anche salati.


A TAVOLA

Pesche I frutti migliori presentano al tatto una consistenza uniforme e soda e devono avere la buccia vellutata e di colore brillante. La conservazione in frigo è per solo 3-4 giorni. La varietà a polpa gialla è ideale per marmellate e crostate, mentre quella a polpa bianca, più dolce, ben si presta per macedonie, dessert e budini. Buonissime le pesche al cartoccio cotte in un doppio strato di fogli di alluminio a 15 centimetri di distanza dalla brace del barbecue: il loro sapore originario sarà accentuato. Da provare anche saltate al burro con lo zucchero o, come proposte nella nostra ricetta, come fresco e delizioso dessert tutto da scoprire nelle sere d’estate.

Albicocca Delizioso frutto, leggero e fresco, è noto per il suo sapore aromatico. Il più alto valore nutritivo è contenuto nei frutti dalla polpa succosa ma non molle. Al momento dell’acquisto devono essere intensamente profumate e poiché molto deperibili, vanno consumate entro pochissimi giorni. Tra le varietà ricordiamo le dolcissime Palummella e Portici della Campania, la più aromatica Emani e la greca Tyrinthos leggermente acidula. Molto utilizzata in pasticceria è la gelatina di albicocca per spennellare le torte, inoltre il gusto lievemente acidulo delle albicocche le rende adatte anche ad accostamenti salati, come salse di accompagnamento per le carni rosse.

Melone Molto leggero e rinfrescante è una vera goduria dopo un pasto. Questo frutto si accompagna

Read&fly

ai salumi più saporiti per la preparazione di freschi antipasti estivi. Il melone più diffuso è il retato dalla polpa particolarmente zuccherina. Per essere sicuri che il nostro melone sia veramente buono è consigliabile accertarsi che non emetta nessun suono percuotendolo con le nocche. Fino a sette giorni si mantiene in frigo. Per uno spuntino estivo o per un delicato dopocena consigliamo la crema ottenuta mischiando la polpa con lo yogurt, lo zucchero e un po’ di limoncello, da servire dopo qualche ora.

Il segreto dei fichi Il fico non è altro che un fiore carnoso, di colore variabile dal verde al violaceo, all’interno della quale sono racchiusi i veri frutti, molto piccoli. Le varietà di fico esistenti sono varie e si distinguono prevalentemente per il colore della buccia e per il tipo di consumo del frutto, fresco o da essiccare. Sono frutti molto dolci dal medio contenuto calorico. L’unica precauzione è per i soggetti con predisposizione allergica, infatti il latte contenuto all’interno del frutto, soprattutto se non ben maturo, può essere irritante. Si può utilizzare al naturale come contorno a prosciutto, a formaggi piccanti e saporiti oppure tostato e guarnito con noci e mandorle. Da provare come ottima salsa di contorno della carne cotto con le pere, lo zucchero, la cannella e il vino rosso. La nostra ricetta di questo mese li vede protagonisti in un insolito e delizioso abbinamento con i peperoni, assolutamente da provare!

Anguria Detto anche cocomero, l’anguria è il frutto estivo per eccellenza. Per una gustosa merenda estiva, tagliare la sua rossa polpa a cubetti e condirla con yogurt, zucchero di canna, pistacchi e cannella. Quando si acquista, la buccia deve essere di colore verde intenso, tesa, lucida e turgida e, picchiettato con le nocche, deve produrre un rumore sordo.

17


Read&fly

A TAVOLA

SPAGHETTI CON FICHI E PEPERONI Ingredienti:

A

IN CREM O IN V L A PESCHE PONE DI MASCAR Ingrediedni tpesi: che gialle

• 1 kg vino rosso • ½ lt di di zucchero • 200 gr scorza • 1 limone cannella a di • 1 stecc garofano di • 1 chiodo stellato • 1 anice e di mascarpon • 250 g i • 2 album i menta fresca ti d et • 2 ram • sale.

cchetti. : Preparauczcioiarenele pesche e poi taglia, unrleirealatocannella,

18

i zucchero Lavare, sb orza del con 150 gr d no vi il re a fano e la sc che e ld ro a g Sca i d o ire le pes to, il chiod uti e quindi un l’anice stella in m 5 volta er p e uocer oco dolce. Una i. fu a i ut in limone, fare c m ut cottura per 15 iare riposare per 5 min proseguire la sc o la e nd a re o, copri amalgam ol spento il fuoc la crema di mascarpone, a neve ben re rare Intanto prepa zucchero (50gr). Monta porarli poi incor nte con il rimane con un pizzico di sale e il tutto con umi amalgamando rso l’alto. ferma gli alb e, on rp a sc a al m sso ve delicatamente gno con movimenti dal ba coppe di le i d sul fondo di ne io un cucchiaio z ra a p e della pre minuti. Versare part tore per 15 o a el g on c l ne nice e il chiod ole vetro, ponend a del limone, la cannella, l’a omposta di orz lla c Eliminare la sc o il liquido in eccesso da sultare una tt tu e ev d e ri di garofano olatela), che ma sc o ri sa es c ndo quest’ulti pesche (se ne ni soda e non liquida. Qua al re la crema etto crema a pezz mente raffreddata, ricopri parte della leta con si sarà comp posizionata nei bicchieri di menta ià g g e lche fo liolina esche. a qu mascarpon e he c alle pes rato di p preparazione mascarpone e poi altro st a di servire. prim ltro tritata, poi a o circa 3 ore er if or ig fr in are più golosi, con Lasciare ripos lioline di menta e, per i fog Guarnire con le. cio c no mandorle o

• • • • • • • • •

350 gr di spaghetti 1 costa di sedano 1 scalogno 2 peperoni gialli ½ peperone rosso 10 fichi (rossi o verdi) peperoncino Olio extra vergine di oliva q.b. Sale q.b.

Preparazione:

Fare rosolare lo scalogno e il sedano in olio extravergine di oliva. Aggiungere i peperoni , lavati, privarti dei semi e tagliati a striscioline e lasciare cuocere per circa 20 minuti, aggiungendo acqua all’occorrenza in modo che non si brucino. Quando cotti, aggiungere i fichi a pezzetti e rosolarli fino a farli appassire, schiacciandoli con una forchetta. Intanto lessare la pasta in acqua bollente e salata. Far cuocere il condimento fino a quando avrà una consistenza cremosa ed omogenea e aggiungere il sale e il peperoncino. Quando ancora sul fuoco, aggiungere gli spaghetti scolati molto al dente e amalgamateli al sugo unendo un po’ di acqua di cottura. Servire caldi e, se di gradimento, accompagnare da una leggera spolverata di pecorino grattugiato. Questa ricetta molto insolita è davvero gustosa per il sapore dolce dei fichi smorzato da quello del sedano, del peperoncino e del peperone. Il formato della pasta è a proprio gradimento: questo condimento si abbina bene infatti con i conchiglioni, le penne, i tortiglioni, le linguine e ben sia accosta anche con la pasta integrale.


Read&fly

19


Read&fly

A FRUTT a l l e n è E T U L A di R. Turo La S

A TAVOLA

L

e pesche possono avere polpa bianca o gialla con buccia vellutata o liscia e sono queste ultime le più energetiche. Con oltre il 90% di acqua la pesca è tra i frutti più dissetanti ma con basso valore energetico. Contiene zuccheri di pronta assimilazione con buona quantità di fibre, vitamina A e di potassio. Blandamente diuretica e lassativa, la pesca depura e regola l’acidità del sangue favorendo inoltre la digestione: svolge, infatti, una leggera azione diuretica stimolando la produzione di succhi gastrici. E’ solo controindicato per chi soffre di diabete e di ulcera gastroduodenale. Grazie alle sue proprietà idratanti viene impiegata per la preparazione di cosmetici naturali perché purifica la pelle e il succo fresco è anche un ottimo tonico per la pelle. Il melone è il frutto succoso più ricco di potassio; contiene una buona quota di vitamina A e B e tanta vitamina C quanto i mandarini. Antianemica, diuretica e rinfrescante, contiene gli antiossidanti nemici dei radicali liberi e l’adenosina, sostanza che ostacola l’aggregazione delle piastrine, fluidificando il sangue e diminuendo il rischio di ictus e infarto. Grazie alla presenza di vitamina B è anche utile contrastare la depressione e per il calcio e fosforo svolge un’azione preventiva contro l’osteoporosi. Rinfrescante e decongestionante se messo a fette sulla pelle del viso. L’albicocca, poco calorica, è un frutto ricchissimo di betacarotene (360 mcg per 3 albicocche) , contiene lo stesso quantitativo di potassio delle banana, con benefici effetti sul controllo della pressione. Ed è il betacarotene che stimola la produzione della melanina, capace di difendere la pelle dai raggi UV e di regalare la famosa tintarella. Inoltre il betacarotene viene trasformato dal nostro organismo in vitamina A, importantissima per la salute degli occhi e delle mucose. E’ un ottimo alimento per la prevenzione dei tumori e, oltre al ferro e al potassio, contiene il cobalto e il rame oligoelementi che rendono questo frutto ideale per combattere l’anemia. Se consumata fresca, l’albicocca ha proprietà astringenti ed è consigliata in caso di dissenteria; mangiata secca invece ha proprietà lassative, grazie alla presenza di un particolare zucchero, il sorbitolo. Per le sue proprietà antinvecchiamento, nella cosmesi naturale il suo succo viene usato per dare tonicità alla pelle, come emolliente e per creare maschere antirughe che facilitino il mantenimento dell’abbronzatura. I fichi sono un’importante fonte di energia, privi di grassi e colesterolo, ma tanto ricchi di fibra solubile e mucillagini che gli donano un ottimo potere lassativo. Il fico è un cibo amico del cuore per il contenuto di Polifenoli, antiossidanti naturali, e possiede

20

elevate proprietà nutritive per la presenza di potassio, ferro e calcio, quindi utile per le ossa e i denti, per mantenere efficiente la vista e proteggere la pelle. I suoi enzimi inoltre facilitano l’assimilazione di vitamine e sali minerali. Ma non finisce qui… ha proprietà antinfiammatorie se impiegato come cataplasma su ascessi, infiammazioni, su foruncoli e se cotto, il suo liquido aiuta le infiammazioni urinarie e polmonari, nonché la tosse, la febbre e la colite. Secondo la medicina popolare l’irritante latte dei frutti ancora non maturi aiuta a eliminare calli e verruche proprio per l’azione caustica dell’amilasi e proteasi in esso contenuti. L’anguria è costituita per il 95% di acqua, possiede alcune vitamine come la vitamina A (in particolare betacarotene), la vitamina B1 e B6. Possiede anche ferro, calcio, potassio, magnesio e quindi è particolarmente dissetante e utile per alleviare lo spossamento tipico di questo periodo. Il cocomero è inoltre ricco di licopene, che gli dona quel caratteristico colore rosso, questo è un antiossidante che contrasta i radicali liberi e l’invecchiamento della pelle, ha capacità protettive della vista, è un antitumorale e rafforza il sistema immunitario. Ultime ricerche hanno dimostrato inoltre che questa polpa rossa contiene un’elevata quantità di L-Citrullina, sostanza in grado di curare la disfunzione erettile. E’ un depurativo e protettivo del fegato e un decongestionante delle vie respiratorie Questo frutto permette di regolare la diuresi ed essendo ipocalorico è indicato per chi ha problemi di linea. Si consiglia però di non mangiarlo dopo i pasti perché diluisce i succhi gastrici, rallentando la digestione. I semi hanno un effetto purgante, è preferibile non mangiarli. E qual è il segreto per avere un’abbronzatura perfetta? Una corretta esposizione solare con adeguata protezione e mangiare frutta rossa, arancione e gialla in abbondanza! Per preparare la pelle a meglio ricevere i raggi del sole, per evitare scottature e per mantenere più luminosa e a lungo l’abbronzatura nell’alimentazione quotidiana di questo periodo devono essere inserite due o tre porzioni di frutta di stagione, privilegiando albicocche, pesche, melone e anguria. E poi tanti freschi centrifugati, frappè, smoothies e frullati, come quello proposto nella pagina precedente, ricco di antiossidanti, sali minerali, carotenoidi, vitamina E e acidi grassi essenziali. Abbronzatura da bere: 2 fette di melone, 4 albicocche, 2 carote, 1 pesca, 8 mandorle, 1 cucchiaio scarso di semi di girasole, un goccio di latte, 2-3 foglie menta e, se graditi, 2 cucchiaini zucchero di canna e poi manca l’ultimo ingrediente: il sole!


Read&fly

La Stage System srl nasce nel 1995 con l’obiettivo di creare un punto di riferimento per tutti coloro che hanno necessità di allestire tecnicamente e scenograficamente eventi di piccole e grandi dimensioni. Propone la propria esperienza al servizio di manifestazioni ed eventi a carattere di spettacolo e/o culturale fornendo palcoscenici coperti e scoperti di varie forme e metrature sempre corredati di tutto quanto necessario all’evento come torri per impianti audio e luci, transenne, tribune, ponteggi, tensostrutture, teatri e molto altro. Progetta, realizza e noleggia strutture versatili e veloci per allestimenti di sfilate di moda, conventions, spettacoli televisivi in studio e/o in esterna, eventi musicali, sportivi e culturali; dotando il cliente finale di tutta la documentazione necessaria per legge ai sensi delle norme di sicurezza vigenti per quanto riguarda idoneità dei materiali e del personale addetto. Via Longarone 31, 20080 Zibido S.Giacomo (MI) TEL. +39 02 900 052 01 - FAX +39 02 900 038 - www.stagesystem.com


Read&fly

phototrip

Lago Maggiore splendida gemma d’italia

22


phototrip

Read&fly

Suggestivi e luminosi sono i paesaggi del lago maggiore

e, come se gli incanti naturali non bastassero, l’uomo su queste rive ha aggiunto ciò che poteva rendere il soggiorno più confortevole: lussuosi alberghi circondati da magnifici giardini, strade panoramiche, parchi, ville e servizi di ogni genere. Ma qual è l’origine e la storia di questo magnifico lago italiano? Il Lago Maggiore è di origine glaciale, riceve le acque di numerosi fiumi e torrenti, ma il più grande immissario ed emissario è il Ticino. La sponda ovest appartiene al Piemonte (Novara), quella est alla Lombardia (Varese), mentre l’estremità nord si addentra per 45 kmq nel territorio svizzero. Lungo 65 Km, largo dai 2 ai 4 km, profondo 372 mt, il Lago Maggiore è detto anche Verbano. E’ questo un termine derivato dalla lingua dei celti: “Ver” sta per grande, “ban” sta per recipiente. Altri però affermano che il nome sta ad indicare le erbe verbene o verbane che crescono lungo le rive del lago. Infatti qui il clima mite sia d’estate che d’inverno favorisce la vegetazione, di tipo mediterraneo con ulivi, cedri e aranci. Poichè riparata dai venti, la sponda occidentale è la più animata e ridente e qui ci sono le più note stazioni climatiche: le svizzere Locarno e Ascona a nord, Cannobbio e Cannero Ruviera più a sud, fino a giungere nel bacino borromeo con Verbania, Stresa e più a sud Arona.

di R.TURO

23


ReRead ad&fl& y fly

gastronomia phototrip

ARONA Anticamente Alona, pare abbia trasformato con il dialetto milanese la l in r, origine confermata dal fatto che il suo stemma è rappresentato da due ali stese nel volo. Bei viali alberati, grandi alberghi, ville, palazzi, giardini e bei negozi fanno di Arona uno dei maggiori centri del Verbano e piacevole destinazione turistica. Il suo centro storico è pieno di affascinanti vicoli ed eleganti negozi. E’ da non perdere una passeggiata al famoso ‘budello’, piccolo viale che divide in due la vecchia città e la storica Piazza del Popolo con il Broletto. Mentre percorrendo il suo lungolago si può ammirare lo splendido panorama della costa lombarda.

Si pensa che la città risalga al XV sec. a.c., ipotesi avvalorata dai reperti archeologici rinvenuti sulla Rocca che domina la città. La Rocca Borromea a nord della città risale a milioni di anni fa, quando il mare si ritirò lasciando sul terreno graniti, porfidi e calcari dolomitici. Trasformato in forte con un triplice giro di mura, questa sporgenza montuosa fu usata dai longobardi nel VI sec. d.c. La Rocca Borromea di Arona insieme a Rocca Angera, sull’altra sponda del lago, erano come sentinelle che nell’antichità controllavano passaggi di truppe e persone. La Rocca di Angera, segno della signoria temporale della famiglia Borromeo, guarda la statua di San Carlo, sull’altra costa segno della signoria spirituale.

A 2 km e mezzo da Arona, cinta dal Palazzo del Seminario (1.643)e dalla chiesa di San Carlo (1.614), sorge la colossale statua di San Carlo, cardinale e arcivescovo di Milano, nato ad Arona. Alta 23 mt e mezzo più circa 12 mt di piedistallo, la statua risale al 1.697 ed è in lamiera di rame, tranne la testa e le mani. E’ chiamata da tutti affettuosamente ‘San Carlone’ e rappresenta l’imponenza della santità.

24


phototrip

Read&fly

STRESA Regina del Lago Maggiore è Stresa, un’elegante stazione climatica di antica fama internazionale situata sotto le pendici verdi del Mottarone. Probabilmente il suo nome proviene dal longobardo Strixia, cioè piccola striscia di terra. Inizialmente villaggio di pescatori, divenne poi feudo della famiglia Visconti e poi della famiglia Borromeo. Legata ai farsi della bella epoque, fu anche meta di numerosi intellettuali tra cui Stendhal e Dickens. La cittadina è molto varia: all’interno assomiglia a un borgo medioevale con piccole stradine piene di negozi tipici e ampie piazze dove fermarsi a mangiare qualcosa, mentre come cornice ha maestosi alberghi, spesso sedi di principesche abitazioni nel passato.

Particolare dell’Isola Bella: statua del Licorno

Le facciate dei suoi palazzi guardano verso le vedute migliori del lago e il suo magnifico lungolago, illuminato di sera da lampioni di stile parigino, si allarga nella movimentata piazza Marconi, dove si trova l’imbarcadero e la neoclassica parrocchia di Sant’Ambrogio. Nelle vicinanze si trova Villa Ducale, risalente al ‘700 e sede del Centro studi Rosminiani, dedicata al filosofo roveretano che qui morì nel 1.855. Poco lontano da qui, ricordiamo il moderno Palazzo dei Congressi che ospita le ‘Settimane musicali’, festival internazionale, che accoglie artisti di fama mondiale. Questa località, frequentata in massima parte da stranieri, ha un bellissimo e fiorito lungolago dal quale la vista spazia proprio verso il lago Maggiore e le ridenti isole Borromee, offrendo uno spettacolo sempre cangiante.

ISOLA BELLA

Sopra: veduta da Stresa dell’ISOLA BELLA. Sotto: particolare dell’ISOLA DEI PESCATORI

La più celebre delle isole Borromee è l’Isola Bella, occupata in gran parte dal grandioso palazzo Borromeo del XVI sec. Di grande impatto spettacolare l’isola è definita il vascello del Lago Maggiore, dove il palazzo rappresenta la prua e i giardini la poppa. Questi giardini, all’italiana, hanno forma piramidale e ricordano i giardini di Babilonia. Domina il complesso la statua di Licorno, cavalcato da Amore, simbolo della famiglia Borromeo. Nell’interno le sale del palazzo sono arredate riccamente con marmi e stucchi neoclassici.

ISOLA MADRE L’isola madre è la più grande delle isole Borromee ed è caratteristica per la sua atmosfera raccolta. L’isola ha un giardino botanico ricco di piante rare, fiori esotici, pavoni e pappagalli che vivono in libertà.

ISOLA DEI PESCATORI O ISOLA SUPERIORE Tipico villaggio di pescatori fatto di viuzze strette e di case candide. Immutato nello scorrere del tempo , questo luogo deve il suo nome alla peculiare attività dei suoi abitanti.

25


Read&fly

phototrip gastronomia

BAVENO Foto del Battistero e parte della chiesa parrocchiale dei Ss. Gervasio e Protasio nel centro storico di Baveno, cittadina che si trova a nord di Stresa. La chiesa ha origini romaniche nella facciata e nel presbiterio, presumibilmente di epoca anteriore è invece l’imponente campanile a sei piani. Accanto a quest’ultimo sorge il piccolo Battistero, a pianta esterna quadrata e interna ottagonale, con la sua cupola adornata da affreschi risalenti al periodo rinascimentale. Consigliamo di visitare la chiesa durante le ore serali quando il riflesso sole illumina suggestivamente la facciata evidenziandone tutta la spiritualità. Questa cittadina è anche rinomato soggiorno per i suoi grandiosi alberghi e ville, tra cui la maestosa villa Branca.

VERBANIA Pallanza, centro turistico di fama mondiale, con la vicina industriosa cittadina di Intra, sono separate dal promontorio della Castagnola, ma formano insieme il comune di Verbania. Terrazzo naturale sul golfo borromeo, è particolarmente gradevole a attrattiva anche per i suoi giardini e parchi. Tra i due nuclei Pallanza è quello più ricco di monumenti, ma anche di famosi giardini come Villa Taranto e bellissime ville Liberty. Mentre Intra deve il suo nome al fatto che è sorta tra due torrenti.

26

Chiesa dei Ss San Gervasio e Protasio


phototrip

Read&fly

CANNOBIO Cannobio, tranquilla e pittoresca cittadina allo sbocco della Val Cannobina, è centro commerciale e località climatica. Gode di una spettacolare vista sulle sponde del Lago Maggiore: quella svizzera, quella lombarda e piemontese. Da Cannobio la strada prosegue lungo l’incantevole riviera e raggiunge la Svizzera.

Nell’ambito del turismo religioso, non distante da Laveno, sul lato orientale del Lago Maggiore, si trova l’ex monastero di Santa Caterina del Sasso. Situato su un costone di roccia a strapiombo, questo posto offre uno degli scenari più suggestivi del lago. Secondo la leggenda su questa roccia si trovò dopo un naufragio un ricco mercante del posto, miracolosamente sopravvissuto per intervento di Santa Caterina. Fu proprio in questo luogo mistico che lui decise di costruire una cappella dedicata alla Santa e qui passò la vita come eremita. Il monastero attualmente è della proprietà della Provincia di Varese, che ne ha finanziato il restauro dei diversi edifici sorti nei secoli, ed è oggi gestito da una comunità di oblati benedettini. L’Eremo di Santa Caterina è un oasi di pace che emoziona sempre qualunque visitatore per il suo spettacolare panorama e affascina per la sua calma e tranquillità.

27


Read&fly

phototrip gastronomia

Settimane musicali

ŠMCales / Shutterstock.com

di S.BARBANTE

28

di Stresa


phototrip

Read&fly

Perla tra le manifestazioni musicali in Italia, il Festival di Stresa compie a luglio 51 anni e festeggia senza deludere le aspettative. L’appuntamento con la musica classica delle Settimane Musicali di Stresa e del Lago Maggiore , tornerà a partire dal weekend del 27 del mese, e offrirà l’opportunità di ascoltare, nelle scenografiche sedi del Festival, celebri solisti internazionali ma anche grandi promesse del concertismo mondiale. È un onore per il Festival poter inoltre ripresentare nell’edizione 2012 alcuni giovani che si sono distinti negli anni passati, nei corsi dell’Accademia Musicale di Stresa così come nel Concorso Internazionale di Composizione “Settimane Musicali di Stresa”, e che nel frattempo hanno intrapreso un valido percorso nel mondo della musica a livello internazionale. Dal 27 luglio al 3 agosto l’incontro tra musica classica e meditazione si avrà grazie alle performance del violoncellista Miklós Perényi , del duo soprano Vera Milani e arganista Lorenzo Ghielmi, del quartetto di pianoforte, clarinetto, violino e violoncello di Roberto Prosseda, Fabrizio Meloni, Gabriele Pieranunzi e Christophe Coin, del violoncellista Federico Ferri e del Trio Medieval. Come sempre i concerti delle Meditazioni in Musica danno molto spazio alle Suite per violoncello solo di J.S. Bach. Da sabato 25 agosto, per i super appassionati che avranno la possibilità di seguire la rassegna sino a settembre, si proseguirà con il corpo centrale del Festival, sottotitolato “Guardando avanti”.

Il programma 2012 delle Settimane Musicali di Stresa affianca al programma all’insegna della tradizione una nuova e interessante sfida. Prima tra queste, riguarda la creazione di una minirassegna jazz che verrà proposta al pubblico nel weekend del 20, 21 e 22 luglio. I tre Midsummer Jazz Concerts, con altrettanti gruppi molto noti a livello internazionale, si terranno all’aperto sul Lungolago. La Palazzola di Stresa, con le Isole Borromeo a fare da splendida cornice. L’approccio al jazz permetterà allo Stresa Festival di raggiungere anche quest’anno un pubblico diverso da quello che frequenta le serate di musica classica, con gusti differenti, tendenzialmente più giovane, disposto a spostarsi per seguire i propri beniamini. Per questo la scelta di una stagione, quella estiva, in cui le rassegne di musica jazz sono dislocate sull’intero territorio nazionale (e non solo) e molto seguite.

Vengono incontro ai giovani anche le location (quasi tutti i concerti jazz sono all’aperto) e i prezzi. I costi per ascoltare i virtuosismi del pianista Abdullah Ibrahim, dei norvegesi Jan Garbarek Group e degli statunitensi Brad Mehldau Trio è di 25 euro, praticamente la metà di buona parte dei concerti di musica classica (a molti dei quali si può comunque accedere con soli 20 euro). Per non parlare degli sconti per i ragazzi sotto i 26 anni, che possono avere accesso ai concerti a prezzi che scendono anche sino a 5 euro. Sconti e agevolazioni anche per chi possiede tessera Feltrinelli, FAI, Touring Club e per membri di diverse associazioni musicali. Maggiori info su www.stresafestival.eu

Dove e quando Stresa, dal 20 luglio all’8 Settembre 2012 Per info sulle location dei concerti è possibile scaricare il programma completo e le mappe dal sito del Festival.

29


Read&fly

high tech

Vivere… fra le nuvole E’ finita l’era dell’hard disk: d’ora in poi tutto viaggerà… nell’etere.

di G.Massari

Qualche anno fa Steve Jobs lanciava iCloud,

rivoluzionario servizio made in Apple in grado di far accedere tutti gli utenti della mela ai propri archivi musicali, alle foto e ai documenti direttamente dall’iPhone, dall’iPad e dall’iPod, ovunque e sempre, solo grazie ad una connessione internet.

Di cosa si tratta? Cloud è un termine inglese che sta per “nuvola”, ossia utilizzare qualsiasi documento senza dover ricorrere a strumenti fisici quali chiavette Usb o DVD per lo scambio dei dati, ma soltanto uno spazio virtuale presente su internet in un posto non ben definito. I file vengono “depositati” sulla rete, decentrati su vari server, veri e propri archivi digitali (questa volta fisici) a cui l’utente può accedere grazie ad un normalissimo browser o ad una applicazione dedicata.

Vantaggi? Tantissimi! In primis si può raggiungere un file ovunque e con qualunque piattaforma (ad esempio un file di scrittura lo si può aprire dal cellulare, dal pc di casa o da quello dell’ufficio senza muoverlo fisicamente). Inoltre, lavorando proprio sul file presente sulla nuvola, siamo sicuri che abbiamo a disposizione sempre l’ultimissima versione editata.

E i contro? Serve sempre e comunque la connessione ad internet. L’assenza della stessa comporta il mancato accesso al file e quindi all’editazione dello stesso.

30

Vediamo di seguito i servizi offerti dalle diverse aziende. Partiamo da iCloud, promotore di questa tecnologia. Il servizio è molto comodo per chi utilizza i prodotti Mac per lo scambio dei dati. Poco dinamico nello scambio dei dati con piattaforma Windows o Android. Da poco Amazon ha introdotto il cloud. Il suo servizio si chiama Cloud Drive ed offre 5 GB di spazio gratuito con la possibilità di espandere questo spazio a un dollaro l’anno per ogni GB che si intende acquistare. Quindi, per


high tech

100 GB di spazio saranno necessari 100$.

Anche Google, gigante delle ricerche su internet, ha introdotto la sua nuvola. Si chiama Google Drive e, come per i concorrenti, offre 5 GB di spazio gratuito. Interssanti invece le tariffe per avere 100 GB a disposizione: in questo caso il costo è pari a 4,99€ al mese, circa 60€ l’anno. A differenza di Amazon, disporrà presto di una applicazione per iOS. Molto interessante l’offerta di Dropbox. Il pacchetto gratuito offre solo 2 GB di spazio ma questo è estendibile fino a 18 GB semplicemente invitando i propri

amici ad utilizzare il servizio. Al momento le offerte a pagamento sono poco convenienti: si paga 99$ l’anno per il pacchetto da 50 GB e 199$ per quello da 100 GB.

Tra tutti i servizi spicca SkyDrive, servizio cloud di Microsoft che, oltre ai canonici 5GB di spazio gratuito, offre 37€ l’anno per 100 GB di spazio aggiuntivo e 8€ per 20 GB, davvero concorrenziale.

E in Italia? Cosa offrono le nostre aziende? Libero Infostrada ha da poco lanciato Libero Cloud, un’offerta cloud pensata per ospitare

Read&fly

applicazioni pubbliche e private che vanno dal semplice sito web, al sito di e-commerce, fino alla più complessa applicazione aziendale. In questo caso l’offerta parte da 44 euro al mese e si basa unicamente sull’utilizzo della memoria. Vodafone offre invece un servizio multi-piattaforma destinato agli utenti che desiderano, come avviene per dropbox, un archivio online per caricare, scaricare e condividere foto, video, musica, documenti di lavoro o i contatti della rubrica. Vodafone Cloud, disponibile su smartphone, tablet e PC, garantisce 1000 GB per accedere al proprio archivio tramite browser, oppure tramite il

31


Read&fly

high tech

client dedicato per PC (presto anche per Mac). Inoltre, come avviene per Dropbox, anche Vodafone rilascerà un’applicazione pensata esclusivamente per Smartphone e Tablet. Le offerte dedicate sono due:

• Vodafone Cloud Unlimited, con uno spazio di archiviazione di 1000GB al costo di 5 euro al mese;

• Vodafone Cloud 5GB, con 5GB per archiviare i propri dati al costo di 2 euro al mese.

Infine TIM ha lanciato TIM Cloud, un servizio molto simile ad iCloud di Apple, che permette di usufruire di un giga di spazio per organizzare le foto del telefonino, ascoltare le playlist musicali e i video condividendo con la cerchia di amici.

L’attivazione del servizio TIM Cloud è gratuita e si ha a disposizione 1 GB per salvare e condividere i contenuti sulla propria nuvola.

Qual è allora il servizio migliore da utilizzare? Al momento Vodafone si attesta come il servizio più economico presente sul mercato. È quindi la soluzione migliore per chi cerca molto spazio senza dover spendere molto. Per chi cerca invece l’offerta gratuita non bisogna perder d’occhio Dropbox dato che è l’unico servizio che permette di raggiungere i 18 GB senza spendere un centesimo.

Ognuno è comunque libero di scegliere il servizio cloud più adatto alle proprie esigente. Bisogna però tenere in mente una cosa: l’integrazione con le applicazioni e le piattaforme. A cosa serve avere tanto spazio se alla fine non ci si può accedere? Necessario quindi un servizio che offra molta memoria ma anche delle applicazioni multipiattaforma per lo scambio dei dati.

32


high tech

Read&fly

LIVING IN THE CLOUD Few years ago Steve Jobs launched iCloud, a revolutionary service in which all Apple users could share their music libraries, photos and documents directly from the iPhone, iPad and iPod anytime, anywhere only thanks to an Internet connection. Thanx to the Cloud is it possible to share any document just using a virtual space present on the internet in a place not well defined. The files are “deposited” on the network, decentralized on various servers, accessible through a standard browser or a dedicated application. Benefits? Lots! First is it possible to catch a file from anywhere and with any platform (example… open a writing file from the phone, from home PC or from the office without moving the same file physically). Above all, working on their file on the cloud, we are sure that we have always the latest edited version. Bad points? An internet connection is compulsory. Have a look to different cloud services. First of all iCloud. The service is very convenient for those people that use Mac products to exchange data. Difficult to exchange data with Windows or Android. Amazon has recently introduced the cloud. His service is called Cloud Drive and offers 5 GB of free storage with the ability to expand this space to one dollar per year for each GB that you intend to buy. Also Google, the Internet search giant, has introduced its cloud. It’s called Google Drive, and like its competitors, offers 5 GB of free storage. For 100 GB the cost is equal to 4.99 € per month, about 60 € a year. Very interesting Dropbox offer. The package offers only 2 GB of free space, but this is expandable to 18 GB simply by inviting your friends to use the service. The pay cloud is not so convenient: $99 a year for the package of 50 GB and $199 for the 100 GB. What about the italian companies? Libero Infostrada has recently launched Free Cloud, cloud computing designed to accommodate public and private applications ranging from simple web site and e-commerce site, to the most complex business application. In this case the range starts from 44 euros per month. Vodafone provides a multi-platform for users who want, like Dropbox, an online space to upload, download and share photos, videos, music, work documents or contacts. Vodafone Cloud, available on smartphones, tablet and PCs, provides access to 1000 GB for your records using your browser, or through dedicated client PC (soon also for Mac). There are two offers: • Cloud Vodafone Unlimited, with a storage space of 1000GB at 5 euros per month; • Vodafone 5GB Cloud, with 5GB to store at 2 euros per month. Finally TIM has launched TIM Cloud, a service similar to Apple’s icloud, allowing you to enjoy a space to organize your photos in the phone, listen the music playlists and videos and share with the circle of friends. The activation of TIM Cloud is free and you get 1 GB for storing and sharing content. What to choose? At the moment Vodafone is the most economical service in the market. Dropbox is the only service that allows you to reach 18 GB without spending an euro. Everyone is free to choose the cloud service that best suits his demand. But we must keep in mind one thing: the integration with existing applications and platforms. What is the benefit to have much space but could not access to it?

33


y Read&fly

CURIOSITà

La Felicità esiste. Paolo Zardi

Chiediamo qualcosa a Paolo Zardi sul libro, sulla vita e sulla felicità. Paolo, partiamo con le domande banali e facili. La felicità esiste? In realtà questa è la madre di tutte le domande – la più difficile, e la meno banale. Non mi considero un esperto di felicità: posso solo dire di aver conosciuto, nella mia vita, diversi momenti felici, e conto di viverne molti altri, ma non saprei dire se si tratta di fortuna, di una qualche forma di predisposizione, o semplicemente di un modo fondamentalmente ottimista di vedere il mondo.

P remessa e avviso per i lettori. La felicità esiste di Paolo Zardi (Alet) è un libro che impone un percorso simile a quello che porta ad affermare (se lo si può affermare) quanto dice il titolo del libro: un percorso fatto di pugni e chiodate di cinismo, freddezza, amarezze. Se siete donne (ma anche uomini) che affrontano un periodo sentimentalmente negativo e tendono a farsi attraversare dalle parole dei libri scritti bene (e questo, decisamente, è uno di questi), lasciate perdere, per adesso. Mettete il libro lì, sul comodino, e affrontatelo in tempi migliori, perché le prime 100 pagine trafiggeranno quella parte della vostra psiche sentimentale ancora rimasta in piedi. Se invece cercate un percorso espiatorio e redentivo, anche per affrontare la realtà dei sentimenti umani, questo è il momento. Aprite e preparatevi a capire se anche voi potete salvarvi dalla piccolezza della vita e portarla ad essere infinitamente grande. Sublime, insomma, come dicevano i romantici. 34

Il titolo del libro è una dichiarazione talmente coraggiosa da suonare quasi provocatoria: la speranza è che il lettore percepisca questo titolo come una sfida. Nel libro descrivi lo statuario cinismo di un uomo, scavato e analizzato attraverso una sensibilità quasi femminile. Hai poca fiducia negli uomini o molta fiducia nelle donne? Mi viene in mente una frase che avevo letto in un libro di John Updike, “Villaggi”: Gli uomini capivano gli uomini, meccanismi dalle pochissime leve – qualche appetito molto concreto, un orgoglio di guerriero e uno stoicismo atavico. Le donne sono luminose creature lunari, che ci feriscono quando si negano e, di nuovo, quando non si negano. Updike ha ragione: gli uomini sono meccanismi dalle pochissime leve. Il personaggio principale del libro assomiglia a una macchina molto elementare, che continua a ripetere sempre le stesse azioni, in modo del tutto inconsapevole. Le donne, invece – nella vita e nel libro – sembrano possedere un’interiorità molto superiore, più articolata, e per certi versi misteriosa. Nabokov, ne “Il dono”, diceva che lo scrittore è un africano che vede in sogno la neve. Le donne, e il loro universo, sono la neve che io amo sognare.


curiosità

Read&fly

di S.barbante

Come è capitato ad un “ingegnere suo malgrado” (come indicato nella quarta di copertina) di diventare anche scrittore? Per caso. Da ragazzo amavo scrivere. Ma dopo aver concluso il Liceo Classico ho scelto un percorso di studi universitari che mi ha portato a svolgere una professione di tipo prettamente tecnico (attualmente lavoro come consulente di grandi aziende nel settore dell’informatica). Ho però continuato a leggere sempre con grande passione, e con un certo metodo. Nel gennaio del 2006 ho aperto un blog – era un periodo in cui tutti lo facevano – e ho iniziato a scrivere per gioco. Sono passato alla scrittura di fiction. Devo ammettere che ogni volta che ho la possibilità di scrivere, ogni volta che mi metto le cuffiette, apro Open Office, e inizio a mettere in fila le parole, sento che questa particolare attività è ciò che mi definisce come persona. Un libro che consiglieresti, e perché.. Mi considero un lettore di autori, più che un lettore di libri: è raro che mi appassioni a un singolo romanzo, mentre, tipicamente, quando scopro uno scrittore che mi piace lo leggo in tutte le sue opere. I miei autori preferiti, che costituiscono il mio personale Olimpo, sono Nabokov, Philip Roth, David Foster Wallace, Flaubert, Martin Amis, Kafka e Le Carrè (un autore

ingiustamente sottovalutato). Dovendo comunque fare una scelta, direi “Madame Bovary”, di Flaubert: è forse l’opera d’arte più perfetta con la quale io mi sia mai confrontato. Un aggettivo frequente con cui i lettori hanno definito “la felicità esiste”? I commenti sono stati tutti diversi, ma quasi tutti hanno messo in luce un aspetto sul quale ho lavorato parecchio, e che mi stava particolarmente a cuore: per quanto il personaggio principale sia mediocre, squallido, cinico e fallito, si finisce per sperare in una sua redenzione. L’umanità, e l’empatia che ne deriva prevalgono su qualsiasi considerazione morale. E questo aspetto è ciò che io considero la caratteristica fondamentale del romanzo occidentale.

Paolo Zard i, padovan o, quarant ’a nni. Ingeg n e re suo malgrado , feliceme nte sposa ha due fig to, li. Ha esor dito con un suo rac con Giovani Co to nell’antologia sm successiva etici (Sartori), e mente pub bli una racco lta di sedic cato i racconti, Antropom etria (Neo ). La felicità esiste è il suo primo romanzo. Il suo blog : http://gra femi.word press.com about /

35


Read&fly

curiosità gastronomia

serie tv:

Girls

V.G i .G orloarla idV d

o: e genio creativ m è un precoc in to ta ci re e o tto, prodott re di l ha ni ne an to , gira a soli 24 , Tiny Furniture te en nd pe o di im in ridottiss un film a con un budget nza critica, suo loft a Tribec ie gl co ’ottima ac un o ni, ut av ha e e ch o. Ora, a 25 an ento di pubblic ta im es ad qu gr e di i le em pr rice principa att e e ic tr au è creatrice, vede come HBO, Girls, che nuova comedy Apatow. produttore Judd scesse, è il r chi non lo cono stare in pe , w to pa A dd Ju , per re aks and Geeks tità di film creatore di Fre a enorme quan un di e e, al ri Years Old ambito se perbad, The 40 Su , ds ai m es id la carriera quali Br i che ha lanciato co, Jason lu co hé nc no , Virgin mes Fran Seth Rogen, Ja di gente come Starr. Segel e Martin lot di questa o dei migliori pi un è ls ir G di il riempitivo Quello ione di mezzo, ag st (la on as midse e). Ottima simo settembr os pr l de a es in att ma regia: ci a recitazione, otti e convince m otti a, ur tt ri sc o ch nti a un prodott troviamo dava di descrivere o nt te in o nell’ subito, riuscend

om Shutterstock.c ©s_bukley /

©Helga Esteb

/ Shutterstock

Lena Dhunam

.com

L ena Dunha

n poche gi principali co ag on rs pe i te perfettamen ’idea della creare subito un pennellate, e di rtata avanti. à po storia che verr ’aspirante Dunham) è un ce a Hannah (Lena tribuita che ries re n no ta is ag st supporto scrittrice, rk solo grazie al Yo ew N a i rs Girls prende mantene tori. La storia di ni ge i de o ic di Hannah, econom in cui i genitori to en e om m l ne avvio dono di tagliarl re la figlia, deci ne di te po an ca m o di su stufi re al endola a chiede richiesta che i fondi, costring io, nd pe sti con uno venire assunta . to en enziam porta al suo lic arnie (Allison nah troviamo M po’ rigida, an H ad o rn to In ilina posata e un Willams), coinqu oppo gentile, da cui sta to tr con un fidanza ima Kirke, erarsi; Jessa (Jem già vista lib di cercando e m ia della Dunha amica di infanz l’amica sempre in viaggio re), in bizzarre in Tiny Furnitu mpre coinvolta se e e do on m il per r), il ragazzo ch m (Adam Drive da to A sa e; es ur er nt nt ve si av te di nta, chiaramen stesso; e Hannah freque se di i or fu sa al di a qualunque co

36

Judd Apatov


Read&fly

gina ia Mamet), la cu Shoshanna (Zos ente ingenua e con am di Jessa, estrem per la cugina. e on zi ra ne una ve sta tutta nei La forza di Girls h in primis, na personaggi, Han ibili e reali. ed cr te en am estrem alla New York nti Non siamo dava la che realmente quel patinata, ma a co una giovane po re ve potrebbe vi n co e es pr ne, alle più che venten a vita vera e non lla de i problem dirne r pe , ati itu ab nno quelli cui ci ha le o l di Gossip Gir una, i ventenni . Sex and the City quarantenni di ente Girls è decisam L’umorismo di o on ng ve ci te lmen amaro, e diffici ce es re risate, ma ri strappate sono alla pubblico grazie a convincere il le n patizzare co possibilità di em reali. loro situazioni le ragazze e con

on (the fillert of this midseas lo pi st be e th writing, great Girls is one of ember). Great pt at Se xt ne e th ith a product th season until e are dealing w aracters w : ch e on th cti e re rib di t sc der to de or acting, grea in ng di will ee y cc or ​​the st ectly su impresses: perf mediate idea of im an g ho tin w ea rn inte kes, cr g writer, unpaid with a few stro rin pi as pport an su is h al anna e financi be continued. H ly thanks to th on rk nah Yo an H ew of N in rents manages to stay ns when the pa gi be r s he irl G ve of gi y to stor boss of parents. The her to ask her g in ith rc w fo es s, liv nd h fu na the s dismissal. Han decided to cut that leads to hi d kind, and has an o m to de nd a , rie ry yf bo a a sala ith w e, orld and ise roommat traveling the w s ay w Marnie, a prec al nd ie Jessa: the ‘fr is the boy who a friend named ventures; Adam ad e ng ra e of himself; st in anything outsid in always involved ed st re te in rgin. The clearly un ely naive and vi em dates Hannah, tr ex , in us first place, Jessa’s co Hannah in the s, irl and Shoshanna, G e ar rs te glossy and the charac in front of the t strength of all no e ar e W . a young and real ally could lead re very believable at th e on t bu ms of real York, ling with proble gg glamorous New ru st rty s, tie en early tw e, twenty or fo people in their ve used, for on ha e w is ch s hi irl G w in those nse of humour life and not to the City. The se d the ability to an x ith Se w irl ic G bl p of Gossi ince the pu nv co to es ag man ons. very bitter, but r real-life situati e girls and thei th ith w e iz th empa

37


Read&fly

CURIOSITA’ curiosità

3 2 t p a n i * * * B e h t t s u r t ’t n o D serie tv: di V.Gorla

edy si Alcune comr po l tempo, i migliorare co aprono con un

pilot

vengono disastroso pe no disastrose e go an m ri ce ve alcune in invece si epurate. Altre decenza. semplicemente lo e sul livel della ntata di pr m se o on ng mante prima pu è raro che dalla enamente la Riassumendo, pi ire tu in riesca ad una comedy si rie. qualità della se ent 23 è tutto *** in Apartm B* e   th st ru  T ’t Don ente, lasciando rte splendidam à pa o: ri ra nt co il quello che potr e chiarissima di te divertente.  on si es pr ’im un en ed è dannatam essere la serie, re oco: cast stella sono tutte in gi à lit ia ni nz ili te qu po in Le i co eterno gioco de no tutt ’altro e ben sfruttato, to un n co rescato a New York rinf di alla cultura milioni di riman tto questo che sognante, mondo web. Tu al e a an ic er a puntata pop am ndensato in un co o at st è le ia mater

38

te, ben fatta. e, semplicemen pilota intrigante è nuova ed le protagoniste a tr a ic m na di La po nell’incipit: voce fuori cam a un da a st po es ngenua, dolce scoprire che l’i daria veniamo così a di Chloe, leggen e ire sp lle ne ita June è fin e vero terror partamento 23  tto: Chloe “bitch” dell’ap de perché è presto ogna, ladra, del vicinato. Il rg ve nza morale e è una donna se odo disinibita em tr atrice, ol ol ip an m , da ar bugi ce di fare la na donna capa U o. tr al o nt ta e , aprire il frigo nuda in cucina sua comparsa avevi appena yoghurt su cui e mangiarsi lo ella finzione il tuo nome. N nziona finito di scrivere ne to del ge re fu en em el un va televisi a Krysten rpretato da un benissimo, inte olo. Suo contraltare, la l ru Ritter calata ne e passa a di periferia, ch lavoro, nu ge  in na di on bi un nata dall’avere in una sola matti uratole oc pr o gn to da so un appartamen


Read&fly

krsten Rytte

James Van Der

om Shutterstock.c ©s_bukley /

om Shutterstock.c ©s_bukley /

ritrovarsi in dall’azienda al con l’arredo a una caffetteria seguito. rta: James Van Ciliegina sulla to terpreta James Der Beek che in ata non del Trov Van Der Beek. ma aspettate e, al in tutto orig vastante di scoprire il de ia di flanella mic effetto della ca awson’s Creek e dell’intro di D icamente, Iron per giudicare. Beek è er James Van D perfetto per il te en assolutam so e di miglior ruolo di sé stes ene etero di amico gay sebb Dawson ha Chloe. Persino mpleto, fatto un giro co lefilm te passando dai o a questo fin li adolescenzia namita incluso. ruolo, spot viet

y, perfect comed tment 23 is the ar Ap l in na er ** et ** d, B Don’t Trust the cast, well-settle in play: all-star l ne that al to is a al in nti d te he the po York refres ew N ican pop in es at rences to Amer fe re game of roomm of t lo a y, material but dream n funny. All this m da paints anything ’s it d an , mply well web world t episode and si lo pi culture and the us rio cu a new and ensed into n characters is ai has been cond m e th n ee the naive, mic betw we find out that t: done. The dyna pi ci in e th in ndary “bitch” iceover Chloe, the lege exposed by a vo of es ch ut cl e rhood. The d in th of the neighbou sweet June ende or rr te al re d t 23 an als and shame, in the apartmen an without mor om w a is e lo s: Ch d more. A reason is obviou y uninhibited an el en em tr ex , ve ipulati the kitchen, op thief, liar, man ance naked in ar pe ap d he its is e fin ak st nm hich you had ju woman who ca e yoghurt on w th ence it works t id ea ev d ch an su ge the frid l television na tio fic le. Its a In he e. m clined in r ro writing your na er perfectly de tt Ri in a n te g, in ys ss Kr s, pa great, played by from the suburb de on my bl ea e ïv dr a na e ng a job, counterpart, th came true: havi be e shop m ffe ea co a dr a in being left to , morning, from ny pa m co James Van ed by the g on the cake: in apartment offer ic e Th lt. su ely original, re as a re Found not entir it. s with the furnitu ay pl ek Be el shirt Van Der ect of the flann eff Der Beek James ng ati st va de over the ly, James Van judge. Ironical but wait to disc to k ee Cr s n’ lf and even Dawso e role of himse and the intro of th r fo t ec rf pe lutely n has come Der Beek is abso e. Even Dawso lo Ch nd ie fr st y be role, including heterosexual ga ow up for this sh e ag en te g from full circle, goin ot. sp e es Vietnam

Beek

39


Read&fly

gastronomia OLTRE LA TERRA

Viaggi interstellari:

viaggeremo da una stella all’altra? di G.Massari

40


Read&fly

Ad inizio del 1900 andare sulla Luna sembrava qualcosa di magico ed incredibile. Allora il genere umano si chiedeva se raggiungere ed esplorare il nostro satellite fosse mai stato possibile. Oggi la Luna è a portata di mano e l’uomo, spinto dalla sete di conoscenza, vuol spingersi oltre, verso mete lontane, verso nuove stelle e galassie. Ma sarà poi possibile? Al momento parlare di viaggi interstellari equivale a parlare di fantascienza… almeno per ora. Infatti secondo gli scienziati e i ricercatori della British Interplanetary Society di Londra, nel futuro i viaggi interstellari saranno alla portata di tutti. Il progetto si chiama Dedalus ed utilizza razzi a fusione nucleare per ottenere una velocità massima di 1/20 della velocità della luce. A queste condizioni il viaggio interstellare permetterebbe di raggiungere le stelle vicine entro poche decine di anni (si coprirebbe un anno luce in soli 20 anni di viaggio). Una navicella del genere sarebbe in grado di raggiungere la stella di Barnard, a 6 anni luce dalla Terra, in una vita umana. Ma di cosa si tratta? Dedalus è un’astronave che utilizza bombe H come propellente. Riscaldando elio-3 e deuterio, genera una serie di esplosioni, in grado di spingere l’astronave ad una velocità pari ad 1/20 della velocità della luce. Realizzare un oggetto in grado di viaggiare per 50 anni in completa autonomia non è cosa facile: il motore deve essere super efficiente, non ci devono essere rotture di sorta, la sonda deve essere totalmente indipendente e rispondere ad eventuali problemi in maniera totalmente autonoma. Il secondo problema è il propellente: sulla Terra l’elio-3 è molto raro, ve ne è in abbondanza sulla Luna e nell’atmosfera di Giove (o di Urano). Dove andare? Seppur la stella di Barnard sembra un ottimo traguardo, anche Epsilon Eridani, a 10.7 anni luce da noi, sembra un ottimo candidato da esplorare, soprattutto per la supposta presenza di un sistema planetario. Uno degli obiettivi a cui servirebbero i viaggi interstellari sarebbe infatti quello di risolvere il quesito più grande della storia dell’umanità: “siamo soli nell’universo?”. Una prima missione non porterebbe l’uomo a bordo, ma servirebbe solo ad indagare cose c’è a pochi anni luce da noi. Un altro possibile target sarebbe la stella GJ 674 a 14,8 anni luce dalla Terra, altro sistema stellare candidato ad ospitare pianeti. Sono solo sogni o discorsi senza fine? Anni fa nessuno avrebbe scommesso che l’uomo potesse guardare la Terra dalla Luna o utilizzare le navicelle come un normale turista. Forse per i nostri nipoti viaggiare tra un pianeta e l’altro sarà qualcosa all’ordine del giorno e forse, magari, avere amici di altri pianeti non sarà qualcosa di irreale.

41 41


Read&fly

gastronomia

44 47 50

42

RIVOLUZIONE SUI CIELI D’EUROPA BREVI DAL MONDO DELLE COMPAGNIE AEREE AEROPORTI. QUANDO IL NOME INGANNA

ai rnews


Read&fly

43


Read fly Read&fl y

compagnie aeree

Rivoluzione sui cieli europei. L’EASA approva la categoria LSA! di G.MASSARI

L’

EASA, l’European Aviation Safety Agency, ha certificato tre aeromobili in una categoria appena creata analoga a quella degli aeromobili sportivi leggeri (LSA, light sport aircraft, letteralmente “aerei sportivi leggeri”) usata negli Stati Uniti. Con questa mossa si apre una vera e propria rivoluzione che porterà migliaia di persone a volare sui cieli europei con aeromobili certificati di peso non superiore ai 600 chilogrammi. I primi velivoli con tali caratteristiche sono lo Sport Cruiser PS-28, il Flight Design CTLELA, e l’Evektor SportStar RTC. A breve, anche grazie all’enorme snellimento dei regolamenti che sta compiendo l’EASA, altri aerei con le stesse caratteristiche potranno volare sui nostri cieli. Come mai fin ora tali velivoli potevano volare solo in territorio americano? La differenza fondamentale è che mentre negli Stati Uniti i produttori sono in grado di condurre test in volo ed effettuare le procedure di validazione senza la supervisione diretta da parte di un ente regolatore, in Europa i nuovi standard per la certificazione dei velivoli LSA prevedono, per ora, la partecipazione attiva da parte dei regolatori in ogni fase della certificazione. In parole povere mentre negli USA il costruttore pensa a tutto e si assume la responsabilità di quello che sta facendo (nei rispetti della

44

normativa), in Europa il costruttore, per immettere sul mercato un modello, deve farsi seguire da un controllore esterno in ogni fase di realizzazione del velivolo (progettazione, test in volo, test a terra…). E’ comunque una rivoluzione importante La General Aviation Manufacturers Association (Associazione Costruttori Aviazione Generale - GAMA) accoglie infatti con favore la certificazione dei primi aerei sportivi leggeri (LSA) da parte della European Aviation Safety Agency (EASA). “La certificazione dei primi aeromobili LSA in Europa è un chiaro segnale che l’EASA è realmente impegnata ad inve-


compagnie aeree

Read Read&fly

Sportstar RTC Dimensioni Lunghezza Altezza Apertura Alare Volume Bagagli

5.98 m 2.48 m 8.65 m 285 l

Pesi Peso Massimo al decollo 600 kg Peso massimo bagagli 25 kg Capacità serbatoio 120 l

Performance Motore Rotax 912 ULS 100 HP Never exceed speed 270 km/h Maximum level speed 214 km/h Velocità crociera al 75% engine power 204 km/h Velocità Stallo 74 km/h Quota tangenza 4 720 m Corsa al decollo 190 m Spazio di atterraggio 180 m Range 1 300 km

Flight Design CTL-ELA Dimensioni Lunghezza Altezza Apertura Alare Volume Bagagli

6.60 m 2.34 m 8.59 m 130 l

Pesi Peso Massimo al decollo Capacità serbatoio

600 kg 130 l

Performance Motore Rotax 912 Never exceed speed Maximum level speed Corsa al decollo Range

stire risorse che contribuiscono a rivitalizzare il segmento dell’aviazione generale”, ha detto il presidente del GAMA Presidente, Pete Bunce. “Queste nuove specifiche di certificazione si tradurranno in una maggiore sicurezza e ridurranno inutili oneri amministrativi”. La riscrittura delle regole creerà un progressivo sistema in cui gli aerei più piccoli e più leggeri saranno progettati e certificati in base alle norme più appropriate per la loro complessità. Portare questi nuovi prodotti sul mercato diventerà più efficiente e più economico. La partecipazione di organismi di certificazione di tutto il mondo è fondamentale per garantire che gli standard di questi velivoli siano coerenti e accettati in tutto il mondo.

100 HP 300 km/h 240 km/h 250 m 1800 km

Cos’è il GAMA GAMA è una associazione internazionale che rappresenta oltre il 75 dei principali produttori mondiali di velivoli dell’aviazione generale e di elicotteri, motori, avionica, componenti e servizi correlati. GAMA promuove e fa avanzare il benessere, la sicurezza e gli interessi del settore dell’aviazione generale, lavorando con i governi e con l’industria per promuovere una migliore comprensione del ruolo importante dell’aviazione generale a livello mondiale per la crescita economica e lo sviluppo. GAMA ha sede a Washington DC e a Bruxelles, in Belgio.

45


Gli specialisti della fotografia aeronautica Read&fly

46

gastronomia


compagnie aeree

Read Read&fly

BREVI DAL MONDO DELLE COMPAGNIE AEREE di G.MASSARI

Etihad Airways sceglie gli Sharklets Etihad Airways, compagnia di bandiera degli Emirati Arabi Uniti, ha siglato un accordo con Airbus per l’installazione dei nuovi Sharklets su 17 dei propri A320 ordinati. Con i nuovi dispositivi di estremità alare, sarà possibile ridurre i consumi di carburante in maniera particolare sulle lunghe tratte. I primi aeromobili con Sharklets saranno consegnati dal terzo trimestre 2013.

A Dubai Emirates amplia l’impianto per il docking multi-aereo La compagnia aerea Emirates ha firmato un contratto con Excel (azienda degli emirati arabi) per sviluppare un sistema di docking multi-aereo presso l’impianto ingegneristico di Dubai. Questa nuova operazione si aggiungerà ai sistemi già attivi. Questo nuovo tipo di impianto è l’ultima trovata di Emirates atti allo sviluppo e all’innovazione ingegneristica. Emirates è già attiva in questo campo. Già dall’inizio 2012 la compagnia aerea finanzia la costruzione di un Engine Shop all’avanguardia, che completa l’attuale TYest Cell Facility a Dubai.

Con Jet2.com si vola da Roma a Newcastle Il collegamento per Newcastle di Jet2.com, compagnia che in Inghilterra opera su 40 destinazioni, va ad aggiungersi ai voli che il vettore già assicura dallo scalo romano per Manchester, Leeds e, da marzo, Glasgow. ”Con un milione e ottocentomila passeggeri trasportati nel 2011 da Fiumicino, il Regno Unito è un mercato importante per l’Italia – ha spiegato a Fiumicino Sergio Berlenghi, Responsabile commerciale Aviation di Aeroporti di Roma,

nel corso della presentazione del volo – segno di un ulteriore trend di crescita di questo segmento è l’incremento del traffico passeggeri del 14 per cento, rispetto all’anno precedente e che, peraltro, sta proseguendo anche nel 2012. Questo nuovo collegamento con il nord dell’isola – conclude Berlenghi – non può che rappresentare un ulteriore opportunità di crescita”. ”Grazie a questa e alla rotta Roma Glasgow, gli abitanti della Scozia e del nord est dell’Inghilterra ora potranno raggiungere Roma con un volo diretto – sostiene a sua volta Ian Doubtfire, Managing Director di Jet2.com – Inoltre, queste rotte offrono ai romani la possibilità di visitare le vivaci città di Newcastle e Glasgow.”. Quasi al confine con la Scozia, Newcastle, infatti, è considerata una delle città più vivaci del Regno Unito. Il centro di Newcastle, storicamente sede delle attività principali, si e recentemente popolato di pub, locali, hotel e negozi alla moda, oltre ai numerosi teatri, cinema, sale da concerto, gallerie d’arte, musei, stadi di calcio. Via: Comunicato Aeroporto di Roma

Air Moldova: al via il collegamento con Bologna Dal 5 giugno Air Moldova attiva un nuovo collegamento diretto tra Bologna e Chisinau, capitale della Moldova. I voli sono effettuati con i nuovi Airbus A320 ( 168 posti in economy e 6 in business) oppure con gli Embraer 190 (106 posti in economy e 8 in business). Per il lancio delle nuove rotte, Air Moldova offre delle tariffe promozionali estremamente competitive a partire da EUR 190 andata e ritorno (tasse aeroportuali incluse). Le tariffe promozionali includono la possibilità per i passeggeri di portare con sé gratuitamente due bagagli per un totale di 46 KG per tutta la stagione estiva 2012!

47


Read&fly

compagnie aeree gastronomia

Antonello Bonolis, Direttore Sviluppo Traffico e Comunicazione Esterna dell’Aeroporto di Bologna, afferma: “I cittadini moldavi residenti in Emilia Romagna sono quasi 30.000 e rappresentano circa il 20% del totale dell’intera comunità nazionale in Italia. E’ molto importante assicurare un collegamento regolare con la capitale, Chisinau. Con questo collegamento salgono a 22 le capitali europee collegate direttamente da Bologna: uno sforzo per dare continuità all’integrazione ed al miglioramento delle relazioni economiche con tutti i Paesi d’Europa”.

Tra gennaio e novembre 2011, TAP ha trasportato un totale di 764.000 passeggeri tra il Portogallo e l’Italia che ha rappresentato una crescita del 12,8% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

Vueling Pass: una carta per il massimo comfort in volo

Cellulare in aereo: l’86% ha detto NO

Vueling ha lanciato Vueling Pass, una carta esclusiva che riserva numerosi servizi Premium e garantisce il massimo confort in viaggio. Tra i servizi riservati ai possessori della carta (del costo di 250€ annui), 10 accessi (con possibilità di estensione) alle VIP Lounge negli aeroporti di Barcellona, Madrid, Alicante, Malaga, Amsterdam, Palma di Maiorca, Bruxelles, Roma, Lisbona e Milano. Inoltre i titolari potranno usufruire di illimitati imbarchi prioritari, bagaglio a mano a bordo garantito, Fast Track e accumulare punti del programma fedeltà Punto. Per i passeggeri business si segnala l’opzione Duo che garantisce l’imbarco prioritario, un posto in prima fila senza nessuno accanto, spazio garantito per il bagaglio a mano, imbarco prioritario e snack e bevande a bordo. Maggiori informazioni su www.vueling.com

TAP: da Torino si vola a Lisbona TAP dal 3 giugno opera quattro voli alla settimana tra Lisbona e Torino. Con il lancio della nuova rotta, TAP opererà un totale di 93 voli settimanali tra il Portogallo e l’Italia, che offrono voli diretti per cinque città del paese. Attualmente i velivoli TAP volano tra Lisbona e Roma (28 voli settimanali), Milano (26 voli a settimana), Venezia e Bologna (7 voli a settimana). TAP opera anche voli per l’Italia da Porto con un volo giornaliero per Roma e due voli giornalieri per Milano.

48

L’annuncio del nuovo volo per Torino segue da vicino l’annuncio che TAP inaugurerà voli diretti a Berlino nell’estate del 2012. Queste due nuove destinazioni rafforzeranno ulteriormente la rete europea TAP, che nel 2010 rappresentava il 58 per cento del numero di passeggeri totali della compagnia aerea.

Secondo uno studio condotto da Skyscanner, l’86% delle persone preferirebbe che non fosse consentito l’uso del telefono cellulare sugli aerei in quanto “è fastidioso ascoltare le conversazioni altrui”. Molti apprezzano che ormai ci si può connettere quasi ovunque nel mondo ma, secondo quando afferma lo studio, sembra che vi sia un atteggiamento diverso quando si tratta di conversazioni telefoniche in spazi ristretti. Nel dettaglio, se l’uso del cellulare fosse disponibile in aereo, il 48% invierebbe messaggi di testo, il 35% navigherebbe sul web, il 10% manderebbe email e soltanto il 6% userebbe il telefono per parlare.

Liquidi a bordo: si torna al passato Dal 29 aprile 2013 i liquidi potranno di nuovo essere portati a bordo della cabina degli aerei, ma solo dopo essere stati sottoposti a controlli attraverso macchinari specializzati. In un incontro tra la Direzione Security dell’ENAC e i rappresentanti di Assoaeroporti, Assaereo e IBAR, sono stati individuati i punti nodali delle procedure da adottare per rendere funzionali le operazioni di controllo, senza compromettere operatività aeroportuali, e giungere quindi preparati alla scadenza indicata. Dalla riunione è emersa la necessità di adottare dei percorsi sperimentali in modo da testare sia l’efficacia delle procedure, sia le tecnologie da impiegare.


Sei uno spotter? Appassionato d’aviazione? Read&fly

Ami la fotografia?

www.malpensa-spotters.it

Il Malpensa Spotters Group (MSG) è un gruppo informale di amici accomunati da una passione comue: gli aerei, e più in particolare, la fotografia aeronautica... PER SAPERNE DI PIU’: www.malpensa-spotters.it

49


Read&fly

aeroporti

Aeroporti. Quando il nome inganna Dove vi aspettate di atterrare se vi sentite dire aeroporto di Parigi-Vatry Disney? L’immaginario che si lega solo alla toponomastica farebbe pensare i più ad uno scalo relativamente vicino a Parigi e al famoso parco giochi Euro Disney. Così è, se nel raggio concettuale del “relativamente vicino” si intende 150 km dalla capitale francese e più di 110 dalla seconda meta del turismo locale. Praticamente, come voler arrivare a Milano e atterrare a Verona. Sempre per arrivare a Parigi atterrando però a Parigi – Beauvais, bisognerà percorrere 88 chilometri prima di poter bere un calice di vino a Montmartre. Ma non è solo Parigi la capitale degli aeroporti un po’

50

di S. BARBANTE ambigui. Questi sono infatti in buona compagnia nel girone degli scali dai nomi ingannevoli. Secondo quanto si evince dal sito di comparazione voli Skyscanner.it la lista delle destinazioni il cui nome trae non casualmente in inganno è molto lunga. Ad esempio, l’aeroporto di Memmingen - Monaco Ovest dista 112km dal centro di Monaco, mentre Oslo Torp pone ben 110 chilometri di terre norvegesi dal centro della capitale. Stessa distanza tra Francoforte – Hahn e la città tedesca; la nuova base di easyJet, Londra Southend, è a più di 60 chilometri dal centro della città,


praticamente la stessa distanza che divide la città di William e Kate da Londra Stansted e Londra Southend. Se prenotate un ostello, hotel o B&B a Stoccolma, prima di dare delle coordinate sul vostro orario di arrivo, considerate che atterrando all’aeroporto di Stockholm – Skavsta dovrete percorrere, in auto a noleggio o in pulman, circa 95 km, e la stessa cosa vale per Barcellona – Girona e Barcellona – Reus. Un po’ più vicini alle destinazioni effettive dei turisti sono proprio gli aeroporti italiani scali delle principali compagnie low cost. Già di per sé è interessante il nome dell’Aeroporto di Verona – Brescia, in cui non sono solo i 53 chilometri che la dividono dalla città di Romeo e Giulietta a ricordare ai viaggiatori che l’aeroporto si trova addirittura in un’altra regione. Per Milano Orio al Serio è più semplice non far intuire che Orio è in provincia di Bergamo e che tra questa località e capoluogo lombardo ci sono ben 52 chilometri di distanza. Stessi chilometri e stesso discorso per Milano – Malpensa (località in provincia di Varese). Il principale scalo della capitale d’Italia, Roma – Fiumicino, dista da Roma 36 perdonabilissimi chilometri. Migliore la situazione riguardo alla vicinanza per città come Pisa, la quale è praticamente raggiungibile facendo due passi se proprio non si vuole usufruire dei bus urbani che la collegano al centro. Non sono per nulla distanti dal centro anche l’aeroporto di Bologna (solo 7km), Linate e Ciampino, rispettivamente 10 e 14 chilometri.

Certo, questi sono scali prettamente di compagnie low cost, per cui la distanza e maggiori tempi di raggiungimento delle principali destinazioni vengono giustificate dal risparmio sui voli. Basta fare attenzione a non spendere in taxi, auto noleggio o bus una cifra che andrebbe a pareggiare, sommata al costo del volo, quanto si pagherebbe atterrando in un aeroporto più vicino con una compagnia di linea. Tuttavia questi scali hanno, negli anni, presentato il grosso vantaggio di incentivare non solo l’industria redditizia del turismo a basso costo, ma anche una maggiore propensione a visitare, e quindi a far crescere, anche città “secondarie”, o meglio, meno note nel panorama del turismo di massa. Se si va a Milano, ad esempio, è un peccato non vedere anche Bergamo, piccolo gioiellino lombardo, laddove se ne avesse la possibilità. Stesso discorso vale, all’estero, con Girona, che è diventata addirittura meta principale di molti turisti che ci sono passati di sfuggita una volta per andare nella città di Gaudì. Questi aeroporti, se visti in quest’ottica, oltre che funzionali soluzioni economiche, sarebbero anche una delle tante occasioni della vita in cui si cerca qualcosa e se ne scopre un’altra, altrettanto valida e bella.

Read&fly

©pio3 / Shutterstock.com

aeroporti

51


Read&fly

52

gastronomia

touristinf o


Read&fly

54 56 60 62 63

SITI D’INTERESSE IN LOMBARDIA MAPPA DEL CENTRO DI MILANO CON SITI D’INTERESSE RETE METROPOLITANA E TRATTE FERROVIARIE URBANE MAPPA DEI COLLEGAMENTI FERROVIARI ALL’AEROPORTO DI MILANO MALPENSA MAPPA DEI COLLEGAMENTI STRADALI ED AUTOSTRADALI AGLI AEREOPORTI DI MILANO MALPENSA E LINATE

53


Tourist

information

gastronomia

Read&fly

Siti d’interesse in Lombardia - Sites of interest in Lombardy

3 Sondrio

7

8

Varese

12

2

Como

Lecco

1 Bergamo

Monza

MXP

Brescia MILANO

10

4

LIN

11 Lodi

Pavia

LOMBARDIA Stato: Italia Capoluogo: Milano Istituzione: 1970 Superficie: 23 860,62 km² Abitanti: 9 967 485 Densità: 417,74 ab./km² Province: 12 Comuni: 1.544 PIL (PPA): 248.119,8 mln € PIL procapite (PPA): 33.500 € LOMBARDY / Country: Italy /Capital: Milan / Constitution: 1970 / Area: 23 860,62 km² / Population: 9 967 485 / Density: 417,74 ab./km² / Provinces: 12 Cities: 1.544 / GDP nominal: 248.119,8 mln € / GDP procapita: 33.500 €

54

9

Cremona

6

Mantova

5

TN

MXP

AO

MI

VE LIN

TO GE

BO

FI

PG


Tourist

1. Bergamo - Piazza Duomo in città alta. E’ indubbiamente il luogo principale della città. Nella piazza sono concentrati tutti i monumenti più importanti tra cui il Duomo, Santa Maria Maggiore, la Cappella Colleoni e il Battistero a pianta ottagonale. - Piazza Duomo is the main place of the town. In the square there are all the most important monuments including the Duomo, Santa Maria Maggiore, the Colleoni Chapel and the octagonal Baptistery. 2. Como - Il duomo. Situato sull’area dell’antica Basilica romanica di Santa Maria Maggiore la costruzione ebbe inizio nel 1396 e fu terminata nel 1740. La chiesa è sormontata da una cupola del 1740 e presenta una facciata in stile tardo gotico. - Located on the site of the Romanesque Basilica of St. Mary Major, the construction began in 1396 and was completed in 1740. The church is surmounted by a dome of the 1740. 3. Parco Nazionale dello Stelvio. Il Parco offre un’atmosfera rilassante in un ambiente ricco di odori e emozioni sensoriali. Passeggiando nel parco non è raro imbattersi in caprioli, camosci e stambecchi. - The park offers a relaxing atmosphere in an environment rich in flavours and emotions. In the park is not uncommon to find deer, chamois and ibex. 4. Pavia - Ponte Coperto. La struttura è stata inaugurata nel 1951 dal Presidente della Repubblica Luigi Einaudi ed è la ricostruzione di un preesistente ponte medievale gravemente danneggiato durante la seconda guerra mondiale. - The structure was inaugurated in 1951 by the President Luigi Einaudi and it is the reconstruction of an earlier medieval bridge badly damaged during the Second World War. 5. Mantova - Palazzo del Podestà. Nell’edificio ebbe sede il governo comunale di Mantova. Sul lato principale si trova una nicchia con una statua del poeta Virgilio in cattedra. - The building was the seat of the municipal government of Mantua. On the primary side there’s a statue of the poet Virgilio. 6. Cremona - Battistero. La costruzione ebbe inizio nel 1167 e rappresenta il numero otto, ossia l’ottavo giorno di resurrezione. La costruzione originale fu modificata nel XVI secolo con rivestimenti marmorei ai lati dell’edificio. - The construction began in 1167 and represents the number eight, which is the eighth day of resurrection. The original building was modified in the sixteenth century with marble facing on both sides of the building. 7. Varese - Sacro Monte. Il Sacro Monte, luogo di devozione del Seicento, è situato a 8 km dal centro di Varese. Il luogo è costituito da quattordici cappelle che corrispondono ai misteri del Rosario. - The Sacro Monte, a place of worship of the seventeenth century, is located 8 km from the center of Varese. The site consists of fourteen chapels, which correspond to the mysteries of the Rosary.

information

1

2

3

4

5

6

7

8

9

10

11

12

Read&fly

8. Angera - Rocca. Si tratta di una costruzione fortificata affacciata sul lago Maggiore, dalla quale si gode di un meraviglioso panorama. - It’s a fortified castle over the Maggiore lake, from which you can admire an amazing landscape. 9. Sirmione - Grotte di Catullo. E’ la piu importante villa romana del nord Italia, situata all’interno della bellissima cittadina lacustre di Sirmione. - It’s the most important roman private edifice of northern Italy, it’s located into Sirmione, a beautiful lake town. 10. Vigevano - Piazza Ducale. Una delle più belle piazze d´Italia fu ideata dal Bramante e fatta costruire dal duca Ludovico il Moro. La piazza è circondata da portici ad arcate sorretti da 84 colonne tutti differenti fra loro. - One of the most beautiful squares of Italy was designed by Bramante and built by Duke Ludovico il Moro. The square is surrounded by arcades supported by 84 columns, all different each other. TS

11. Lodi - Duomo. Il Duomo di stile romanico si affaccia su Piazza Maggiore, cuore della città. All’interno sono conservate opere dei secoli XV e XVII tra cui un affresco tardo gotico che raffigura il Giudizio Universale. - The Romanesque Cathedral overlooking Piazza Maggiore, the heart of the city. Inside there are works of the fifteenth and seventeenth centuries, including a late Gothic fresco regarding the Last Judgement. 12. Lecco - Itinerari Manzioniani. Per gli amanti dei “Promessi Sposi”. Nell’itinerario si possono ammirare la casa di Lucia e la chiesa di Don Abbondio; sul colle dello Zucco si trova il castello di Don Rodrigo mentre più sopra Chiuso si trova quello dell’Innominato. - For who likes “The Betrothed”. In the itinerary people can admire Lucy’s house and the church of Don Abbondio; on the Zucco hill there is the castle of Don Rodrigo.

AN

55


Tourist

information

gastronomia

Read&fly

ia vez

e El Vial

P.zza Mappa del centro di Milano con siti d’interesse - Milan city Sempione center map with sites of interest

Parco Sempione

Lanza

8

Cadorna

zo

P.zza Conciliazione

P.ta Ve rcellin a

L.go Cairoli

Via Boccaccio

Vi a

5

enta

10

.Vitt ore

P.zza Affari Co

P.zza S.Ambrogio

Vi a

S.M

Vi a

in

pa Fop a i V

Parco Solari

S.Agostino

ian

56

S Via

o

Am

ici

o so C.

lari

de

i ent r r Co Via

G

s

a ov n e

12

e

Vi al

11

.so di P.ta Tic.s

Vi a

Ol on a

S.Ambrogio

eP ap

D

C.so Mag

Via S

Viale d i

Via C im

P.zza Castello

Cadorna

Via d’Ar ez

arosa

Pagano

3

Stazione FNM Cadorna

Via Ar io

Vi

sto

no

a ag P a

au

P.zza S.Giorgio

Via S

.Vi

Via M o

to

lino

Parco delle Basiliche


Ba

la Mo

s Read&fly

P.ta Venezia

sti

scova

information

on

oB ue no

Via de l

Tourist

C.s

Repubblica

Moscova

id

iP .ta

Ve n

n Via Solferi

ez

ia

Turati

P.ta Venezia

Giardini I.Montanelli

o an M Vi a

in

o

P.zza Diaz

a

ne odro

Largo Augusto

C.so di Pt.a Vittoria

P.zza Missori Missori

Underground Line 1

Giardino Guastalla

Metropolitana Linea 2 Ma

Underground Line 2

Reg ina

za

Metropolitana Linea 3

Via S

fo r

Underground Line 3

o de

P.zza S.Eufemia

lle ar

mi

Linea Ferroviaria Railway

a Sofi

a armor

.

S Via

m Via La

1

Via le

P.zza Velasca

rgh e

Metropolitana Linea 1

Numero corrispondente ad un sito d’interesse, descritto nella pagina successiva

Interest site’s number, explained in the next page

talia

Crocetta

C.

so

di

P.t a

Cald ara .Ne ro

o

rita

Vi a

To r

V. di M

P.zza Fontana

Via U .

P.zza Duomo

V.

II

aria

2

C.so

ele

nu Ema

Viale Premuda

1 Duomo 13

ur

P.zza S.Babila

S.Babila

M Viale Bianca

9 ordusio

oV en

ne

eo

ol

nt e

illo

C.s

zo n

i

o at

ap

.N

M

4

Da

Palestro

Viale Piave

en

7

a Vi

o Via Dell’Ors

Viale Maino

aS Vi

Montenapoleone

ezi

6

P.zza S.Marco

Via le

Laz 57 io


Read&fly

Tourist

information

gastronomia

1

6

2

3

4

5

7

8

ŠSimone Simone/Shutterstock.com

11

13

58

Špruciatti/Shutterstock.com

9

12

10


Tourist

information

Read&fly

1. Galleria Vittorio Emanuele. E’ indubbiamente il luogo principale della città. Nella piazza sono concentrati tutti i monumenti più importanti tra cui il Duomo, Santa Maria Maggiore, la Cappella Colleoni e il Battistero a pianta ottagonale. - Piazza Duomo is the main place of the town. In the square there are all the most important monuments including the Duomo, Santa Maria Maggiore, the Colleoni Chapel and the octagonal Baptistery. Fermata Metro/Subway Stop: M1, M3 Duomo 2. Duomo. Con una superficie di 11.500 mq. (largo 93 metri e lungo 158), è il simbolo della città di Milano, edificio gotico interamente rivestito di marmo bianco rosato. All’esterno sono presenti circa 3400 statue, mentre all’interno 52 pilastri costituiscono l’ossatura portante dell’edificio. Numerose guglie sormontano l’edificio; la più elevata, su cui si erge la Madonnina, è alta 109 metri. - With an area of 11,500 square meters. (93 meters long and 158 large), The Dome of Milan is the symbol of the town. Outside there are about 3400 statues, while 52 pillars inside constitute the main structure of the building. Numerous pinnacles surmount the building; the highest, on which stands the Madonna, is 109 meters high. Fermata Metro/Subway Stop: M1, M3 Duomo 3. Castello Sforzesco. Situato al di fuori delle mura medievali, il Castello Sforzesco fu fondato dai Visconti nel 1300. La facciata è dominata dalla torre del Filarete. All’interno vi è Piazza d’Armi, custode dei resti di antiche costruzioni ormai non più presenti. Sullo sfondo si erge la torre di Bona di Savoia, a sinistra la Rocchetta, luogo di salvezza per i castellani in pericolo. - Located outside the medieval walls, the Sforza Castle was founded by the Viscontis’ in the 1300. The facade is dominated by the tower of Philaret. Inside there is the Piazza d’Armi, in the background the tower of Bona of Savoy, on the left the Rocchetta. In the Rocchetta there’s the treasure room and the famous “Argus” of Bramante. Fermata Metro/Subway Stop: M1 Cairoli 4. Teatro “La Scala”. La Scala è considerato uno dei teatri migliori nel mondo. Può contenere 2,200 persone incluso 678 membri di orchestra, 409 posti a sedere nelle prime e seconde gallerie, ed altri 155 disposti su quattro livelli. - La Scala is one of the best theaters in the world. It can hold 2.200 people including 678 members of the orchestra, 409 seats in the first and second galleries, and other 155 arranged on four levels. Fermata Metro/Subway Stop: M1, M3 Duomo 5. Cenacolo vinciano. Uno dei più grandi capolavori di Leonardo da Vinci è conservato nel refettorio della chiesa di Santa Maria delle Grazie. Dipinto tra il 1494 ed il 1497, rappresenta l’Ultima Cena di Gesù Cristo, dove Gesù annuncia il tradimento di Giuda. - One of the greatest masterpieces of Leonardo da Vinci is preserved in the refectory of the church of Santa Maria delle Grazie. Painted between 1494 and 1497, represents the Last Supper of Jesus Christ, where Jesus announces the betrayal of Judas. Fermata Metro/Subway Stop: M1 Conciliazione 6. Pinacoteca di Brera. La Pinacoteca è una delle Gallerie di arte antica e moderna più famosa al mondo, locata in Via Brera 28. Nel museo vi è una delle più celebri raccolte di pittura, specialmente veneta e lombarda. Grazie alle donazioni di privati cittadini la pinacoteca offre un percorso espositivo che spazia dalla preistoria all’arte contemporanea. - It’s one of the most famous Art Gallery (antique and modern) in the world, located at Via Brera 28. The museum is one of the most famous collections of paintings, especially from Veneto and Lombardy. Thanks to donations from private citizens, the art museum offers an exhibition from prehistory to the contemporary art. Fermata Metro/Subway Stop: M2 Lanza 7. Via Montenapoleone. E’ una delle vie più eleganti e costose di Milano. E’ la strada più importante del quartiere milanese della moda, meglio note come il Quadrilatero della moda, dove molti famosi stilisti hanno le loro boutique d’alta moda e dove sono presenti i maggiori negozi di design di tutte le marche di fama mondiale. - Is one of the most elegant and expensive streets of Milan. It is the most important street of Milan’s fashion district, the “Quadrilatero della Moda”, where many famous designers have their boutiques, and where there are many important design shops. Fermata Metro/Subway Stop: M3 Montenapoleone 8. Triennale Design Museum. Nato nel 2007, il Triennale Design Museum è il primo museo dedicato esclusivamente al design italiano. È un museo dinamico, mai uguale a se stesso. Il leit-motiv della Triennale è infatti il rinnovamento continuo, l’offrire continuamente al visitatore nuovi punti di vista, nuove atmosfere, nuove emozioni. - Born in 2007, the Triennale Design Museum is the first museum dedicated exclusively to the Italian design. It is a dynamic museum, never equal to itself. The leitmotif of the Triennale is in fact the ongoing renovation, the always beandnew perspectives, atmospheres and emotions. Fermata Metro/Subway Stop: M1, M2 Cadorna 9. Piazza Mercanti. E’ una piazza centrale della città, cuore della Milano medioevale. Si trova tra Piazza del Duomo e Piazza Cordusio. E’ nota come “Piazza del Broletto”, nomignolo nato dopo la costruzione del “Broletto Nuovo”, luogo in cui si svolgevano le assemblee cittadine e l’amministrazione della giustizia. - It is a central square in the centre of the town, the heart of medieval Milan. It is located between Piazza del Duomo and Piazza Cordusio. It is called also “Square Broletto”, nickname given after the construction of the “New Broletto”, place where there was the administrative headquarters of the city. Fermata Metro/Subway Stop: M1, M3 Duomo 10. Basilica di S.Ambrogio. Una delle chiese più antiche di Milano, costruita da S. Ambrogio nel periodo tra il 379 e il 386, in una zona dove numerosi martiri delle persecuzioni romane erano stati sepolti. Proprio per questo il primo nome della chiesa era appunto Basilica dei Martiri. One of the most ancient churches in Milan, it was built by St. Ambrose in the period between the 379-386, in an area where numerous martyrs of the Roman persecutions were killed. The first name of the church was in fact Basilica Martyrum. Fermata Metro/Subway Stop: M2 S.Ambrogio 11. Basilica di S.Lorenzo. La sua costruzione risale all’Editto di Costantino e risente ancora dello stile romano, con sale per le terme e aule e spazi per la preghiera e la celebrazione. Compongono la Basilica anche il matroneo, la cappella ottagonale di S. Ippolito, la cappella di S. Aquilino e quella di S. Sisto, ultimata agli inizi del VI secolo. - It was built during the Edict of Constantine. The Basilica is “full” of Roman style, with rooms for the spa and spaces for prayers and celebrations. The Basilica is made also by the also make the “matroneo”, the octagonal chapel of S. Hippolytus, the chapel of St. Aquilino and S. Sisto, completed in the early sixth century. Fermata Metro/Subway Stop: M2 S.Ambrogio 12. Naviglio Grande. Fu costruito dal 1177 al 1257 e sorge dal Ticino. Lungo circa 50 km, serviva come sistema di trasporto fluviale dal Lago Maggiore e dalla Svizzera e fu essenziale per trasportare i marmi utilizzati per la costruzione del Duomo. Il Naviglio Grande è uno dei luoghi di ritrovo più famosi della movida milanese. - It was built from 1177 to 1257 and rises from Ticino. About 50 km long, was used as a system of river transport from Lake Maggiore and from Switzerland and it was essential to transport the marble used for the construction of the Cathedral. The Naviglio Grande is one of the most famous place of Milan nightlife. Fermata Metro/Subway Stop: M2 Porta Genova 13. Palazzo Reale. Sede del governo della città per molti secoli, oggi è un importante centro culturale, sede di esposizioni e mostre. Il palazzo si trova alla destra della facciata del Duomo nella posizione opposta rispetto alla Galleria Vittorio Emanuele II. - The place of city government for many centuries, today it is an important cultural center for exhibitions. The building is located to the right of the facade of the Duomo in the opposite position of the Galleria Vittorio Emanuele II. Fermata Metro/Subway Stop: M1, M3 Duomo

59


Read&fly

60

Tourist

information

gastronomia


Tourist

Read&Fly ringrazia ATM S.p.a. per la gentile concessione dello schema metro di Milano.

information

Read&fly

61


O

SS

A8

T

VES

VES

EO

IAL

NZ

GE

TAN EO

IAL

NZ

GE

TAN

T

MILANO MILANO

MILANO CADORNA MILANO CADORNA

SP14 MILANO P.GARIBALDI MILANO P.GARIBALDI

MILANO CENTRALE MILANO CENTRALE

AEROPORT AEROPORTO LINATE LINATE

SP14

DZIALE NORD LE NOERN ZIA TANGENZIA TANG NEZIA A4 VENE A 4 VE

Più Info - More info: www.trenitalia.it; www.trenord.it; www.malpensaexpress.it; www.sbb.ch

MILANO BOVISA MILANO BOVISA

A9 COMO-CHIASSO

SS11

A8

SARONNO

A9 COMO-CHIASSO

SS11

33 SARONNO

TILO S30 Bellinzona-Malpensa TILO S30 Bellinzona-Malpensa

Malpensa Express Malpensa Express Malpensa Express Malpensa Express

33

SS

O ORIN A4 TORIN A4 T

AEROPORTO AEROPORTO T1/T2 MALPENSAMALPENSA T1/T2

SS336

GALLARATE

A8 A8 VA VBUSTO AR ARSIZIOBUSTO RE ARSIZIO FNM FNM 6 3 SE 3 E SS SE

GALLARATE

Mappa dei collegamenti ferroviari all’aeroporto di Milano Malpensa - Railway links to Milan Malpensa Airport

A7

BESNATE

VA

BESNATE

A7

BELLINZONA

LE EST

TANGENZIA

BELLINZONA

VA

Tourist information information Tourist

GEN O

gastronomia

GEN O

LE EST

62 TANGENZIA

Read&fly

A

A1 B

A1

N OG L O A

B N OG L O


Legnano

33

SS

Magenta

33

SS

SS11

A8 Rho

A9 COMO-CHIASSO

A8

TAN

LE

ORozzano VES T

Monza

SP14 AEROPORTO LINATE AEROPO LINATE

S.Giuliano M.se

S.Donato M.se S.Giuliano M.se

S.Donato M.se

SP14

A1

Rozzano

Sesto S.Giovanni

Sesto S.Giovanni

Monza IA VENEZ 4 A D LE NOR TANGENZIA NEZIA A4 VE

ORD GENZIALE N

MILANO MILANO IAL TEAN OV GEEST NZ IA

NZ

GE

TAN

Trezzano sul Naviglio

Trezzano sul Naviglio

Rho

Saronno

A9 COMO-CHIASSO

SS11

Saronno Legnano

information

Strada Provinciale

Autostrada Strada Statale/Superstrada Autostrada Strada Provinciale Strada Statale/Superstrada

INO A4 TORMagenta

A4 TORIN

O

MALPENSA T1/T2

E SS336 Busto Arsizio SE AEROPORTO Busto Arsizio MALPENSA T1/T2 AEROPORTO

Pi첫 Info - More info: www.autostrade.it; www.milanomalpensa1.eu

A

ESEA8 VA R

OVA

VA R

7G EN

SS336

A

A8

LE EST TANGENZIA

Gallarate

OVA

LE EST TANGENZIA

Gallarate

Mappa dei collegamenti stradali ed autostradali agli aeroporti di Milano Malpensa e Linate - Motorway system map to Milan Malpensa and Linate airports

7G EN

Tourist Read&fly

A

A1 B GN O OL

A

B GN O OL

63


Read&fly

ips

gastronomia

ravel

Alpe Devero - Val d’Ossola (VB) “Rari ed incontaminati scenari alpini, ideali per escursioni estive, a meno di due ore da Malpensa” 64 64

Sopra: uno dei tanti specchi d’acqua presenti nella conca della valle del Devero


Read&fly

MoviGroup è un consorzio di società che operano nel settore dei servizi. Il suo principale e specifico impegno si concretizza nell’attività di promozione e sviluppo dei servizi offerti dalle consorziate MoviCoop e MoviTechno. La nostra forza è quella di lavorare nella consapevolezza di mettere a disposizione dei clienti il know-how acquisito e costantemente innovato dalla ricerca di nuovi metodi e tecnologie, per garantire la gestione ottimale di ogni singolo servizio.

L’esperienza acquisita nell’erogazione di servizi ai maggiori network televisivi e la flessibilità operativa overtime, attribuiscono a MoviCoop un ruolo competitivo nel settore specialistico della movimentazione, montaggio e smontaggio di scenografie ed allestimento palchi. MoviCoop è anche specializzata nella logistica e nella gestione di magazzini conto proprio e conto terzi, trasporti nazionali ed internazionali, trasporti speciali, traslochi in ogni settore. Il parco veicoli, i mezzi speciali e il personale altamente specializzato assicurano un servizio in grado di coprire tutte le esigenze del cliente.

MoviTechno è la società che fornisce interventi nel settore tecnico audio, luci e video, avvalendosi della collaborazione dei più preparati professionisti. Tramite l’operato della propria struttura, noleggia e gestisce impianti illuminotecnici, gruppi elettrogeni per i set interni ed esterni delle produzioni televisive e cinematografiche. MoviTechno ha propri laboratori per la realizzazione di scenografie per il settore televisivo e teatrale, ambientazioni per eventi (moda e spettacolo), stand fieristici, allestimenti, ecc.

65 MoviGroup S.r.l. - Via Achille Grandi 14, 20096 Pioltello (MI) - T 02.92160467 - F 02.9269755 - info@ movigroup.it


Read&fly

66

gastronomia


Read&Fly - Copia 5 - Luglio/Agosto 2012