Page 1

Euro 2,50

La rivista è disponibile anche su App Store per iPhone e iPad

7

Lignano 15 - 08 - 2011


SALUTO DEL SINDACO DI LIGNANO SABBIADORO

a citta` di Lignano Sabbiadoro e` legata alle Frecce Tricolori da un rapporto di stima e amicizia di lungo corso. Cio` ha permesso, negli anni, di portare avanti grandi progetti di collaborazione che contribuiscono a diffondere nel mondo i valori e leccellenza del made in Italy. Non solo: importanti interventi in favore delle categorie piu` deboli si sono resi possibili proprio grazie allimpegno in prima persona dei piloti della Pattuglia Acrobatica Nazionale, uomini straordinari sempre pronti a mettersi in gioco in campo professionale e personale. Ecco quindi che lappuntamento con lair show di agosto nei cieli di Lignano e` la sintesi perfetta di un lavoro di squadra e di un cuore che batte allunisono: quello della nostra citta` insieme a quello dei piloti delle Frecce Tricolori. Questanno, oltre allattesissima esibizione acrobatica, possiamo contare anche sullemozionante mostra fotografica Un tricolore

L

lungo 50 anni, realizzata in occasione dei festeggiamenti per i 150 anni dellUnita` dItalia e aperta fino al 21 agosto al Centro Congressi del Kursaal di Lignano Riviera. Unoccasione in piu` per apprezzare con orgoglio uno dei simboli piu` rappresentativi della nostra nazione nel mondo. Di foto in foto, di emozione in emozione questa mostra e` un prezioso omaggio allItalia e ai suoi valori piu` alti, una suggestiva selezione di immagini della PAN a partire dal 1961, anno della prima stagione acrobatica, per arrivare fino a oggi. Benvenute Frecce Tricolori, ancora una volta insieme nei cieli di Lignano, ancora piu` vicini nel cuore e nello spirito per progetti sempre piu` ambiziosi. Silvano Delzotto Il Sindaco di Lignano Sabbiadoro

1


SALUTO DELL’ASSESSORE REGIONALE AI TRASPORTI DEL FRIULI VENEZIA GIULIA

e Frecce Tricolori rappresentano da sempre un vanto per tutto il nostro Paese ma noi amiamo molto identificarle con il Friuli Venezia Giulia, che da 51 anni ha lonore di ospitarle nella propria base operativa di Rivolto. Sono uno dei nostri piu` prestigiosi biglietti da visita: con amore e passione ci riconosciamo nella loro attivita` di promozione delle eccellenze che lItalia puo` proporre al mondo. Ma e` lunga ed importante la storia dellaviazione in Friuli Venezia Giulia, spesso non del tutto conosciuta e che tocca tante aree della regione. E` infatti allaeroporto de La Comina, vicino a Pordenone, che nel 1910 si sviluppo` la prima Scuola italiana di volo civile, mentre gia` negli Anni 30 ad Udine, nella Regia Scuola Professionale Giovanni da Udine, nascevano i primi corsi per motoristi aeronautici: oggi listituto Arturo Malignani e` riconosciuto tra le migliori scuole tecniche italiane nel campo delle costruzioni aeronautiche e continua a formare piloti e esperti di alta qualificazione. Durante il primo conflitto mondiale fu Campoformido, alle porte di Udine, il piu` grande aeroporto dellItalia in guerra e dalle sue piste decollava laereo di Francesco

L

Baracca con il cavallino rampante sulla fusoliera cavallino simbolo dellasso dellaviazione italiana che nel 1924 venne donato ad un giovane pilota dauto, tale Enzo Ferrari. E nel 1926 dal porto di Trieste nello specchio dacqua antistante lattuale Capitaneria di Porto partiva il primo idrovolante del collegamento Trieste-Venezia-Milano-Torino, che di fatto inaugurava il servizio aereo civile in Italia. Gli idrovolanti impegnati erano costruiti ai Cantieri navali di Monfalcone, che sin dal 1921 aveva organizzato una scuola di volo per questo particolare tipo di velivoli. Una storia di ieri che trova conferma nel lavoro e nellimpegno odierno delle Frecce Tricolori e che si proietta nel futuro prossimo con la costruzione a Gorizia, allaeroporto Duca dAosta, dello stabilimento che realizzera` si spera gia` alla fine del prossimo anno o nel 2013 il primo velivolo quadriposto ad alimentazione ibrida costruito al mondo, creando 200 nuovi posti di lavoro.

Riccardo Riccardi Assessore Regionale ai Trasporti del Friuli Venezia Giulia

3


Le

Frecce Tric prima del decollo 4


olori 5


nche se la parte piu` emozionante e spettacolare del programma della Pattuglia e` costituito dallincessante alternarsi delle figure disegnate nel cielo dalla formazione e dal solista, lesibizione delle Frecce Tricolori inizia gia` a terra, ancor prima che i piloti siano a bordo dei velivoli. E infatti nei minuti che precedono il decollo che si consuma il rituale dellavviamento del motore e del successivo rullaggio, procedure eseguite in perfetta sincronia e sotto la guida dal leader come del resto tutte le manovre eseguite in volo ma visibili solo agli occhi degli spettatori che sono

A

6

assiepati lungo la taxiway in prossimita` dellarea di parcheggio dei velivoli. Il tutto ha inizio con i piloti fermi sullattenti di fronte al proprio aereo in linea volo. Ad un cenno del leader, i membri della formazione si dirigono contemporaneamente agli MB.339 ed eseguono il consueto giro di controlli esterni della macchina. Terminato il walkaround, si posizionano di fianco allaereo, in compagnia del capo velivolo ed in attesa del successivo segnale da parte del numero 1, ottenuto il quale, entrano nellabitacolo. Con laiuto degli specialisti si legano al seggiolino eiettabile, mettono in moto il turbogetto e chiudono il cupolino. Dopodiche´ escono dal parcheggio in sequen-


za, ed eseguono il rullaggio in perfetta fila indiana. Quindi, ottenuta lautorizzazione dalla torre di controllo, entrano in pista, posizionandosi in due sezioni da cinque velivoli, ed eseguono la prova dellimpianto fumogeno e quella motore che precedono il decollo.

I piloti sono pronti, il pubblico anche, lemozione e` palpabile. Si parte. Testi di David Cenciotti tratti dal libro Frecce Tricolori Un volo lungo cinquantanni

7


8


9


Il Direttore della Manifestazione

Alberto Moretti

er ogni manifestazione aerea, in abbreviazione MAF lAero Club dItalia approva la nomina del Direttore della manifestazione. Tale figura e` responsabile di tutti gli aspetti inerenti la pianificazione e lo svolgimento in sicurezza della ma-

P

nifestazione unitamente al Presidente dellEnte organizzatore della manifestazione aerea. In particolare il suo incarico consiste nel coordinamento tra i vari enti istituzionali e organismi interessati alla manifestazione Prefettura, Questura, Comune, Capitaneria di Porto, Enac, ecc. al fine del rilascio di tutte le necessarie autorizzazioni. Compito importante e delicato e` anche quello di preparare in stretta collaborazione con lAmministrazione del Comune sede di manifestazione tutta la pianificazione della parte Volo della manifestazione; in particolare coordina e dirige gli aeromobili ad eccezione della Pattuglia Acrobatica che rimane sotto controllo del Comandante durante la esecuzione delle manovre acrobatiche in stretta aderenza a quelle che sono le normative di sicurezza. In ogni manifestazione il Direttore realizza un centro operativo di direzione, controllo e coordinamento della manifestazione, dove opera insieme ai responsabili della Questura, del 118, della Capitaneria di Porto, dei VV.FF, della Protezione Civile. Per la manifestazione di Viva Lignano Air Show 2011 il Direttore di MAF e`, come da molti anni, il Col. Alberto Moretti, gia` Leader e Comandante delle Frecce Tricolori, che da alcuni anni svolge il ruolo di coordinatore generale occupandosi dellorganizzazione di manifestazioni aeree per conto di aeroclubs e Comuni interessati. Alessio Piano Direttore Rivista Air Planes

11


Francesco Fornabaio tleta professionista della Nazionale Italiana di acrobazia aerea. Campione Italiano nella categoria illimitata Freestyle. Laereo su cui vola, un Breitling Extra 300 L, e` realizzato in carbonio e monta un motore da 327 cv. Costruito appositamente per le evoluzioni richieste da questa categoria, e` stato adattato a lui e al suo stile di pilotaggio. Con questo aereo ha volato solitario, andata e ritorno, da Milano ad Al Ain, negli Emirati Arabi, per ben oltre 14.000 km, 4000 dei quali sul deserto e 4000 sul mare. Si tratta di un record assoluto per questo tipo di aereo. Francesco nel 2010 e` stato scelto come Pilota sportivo da Breitling per rappresentare, sia nelle competizioni che negli airshows internazionali, la nota casa di orologeria che dal 1884 lega il proprio nome al mondo dellaeronautica. Breitling, che realizza orologi di elevata efficienza ed affidabilita`, ha scelto di sostenere i migliori piloti acrobatici mettendo loro a disposizione il meglio della tecnologia: dal Navitimer al Chronomat, dal Superocean allAerospace, gli strumenti per professionisti creati da Breitling si distinguono non solo per le loro prestazioni, ma anche per il loro look possente e inconfondibile. Sono oggetti dotati di una forte personalita` e riconoscibili al primo sguardo.

A

Per esempio, il nuovo cronografo per piloti Chronospace, indossato dal nostro pilota, non fa eccezione a questa regola, identificando come nessun altro la forma con la funzione. Grazie alla sua inedita forma a stella, che la rende facile da maneggiare anche con le mani guantate, si puo` utilizzare in modo semplice e sicuro il regolo calcolatore circolare, con il quale e` possibile eseguire tutte le operazioni connesse con la navigazione aerea: un vantaggio decisivo in termini di ergonomia e funzionalita`. Francesco Fornabaio e` stato scelto anche da Corvus Aircraft, lazienda produttrice del phantom ULM. Con gli ingegneri ed i tecnici dellazienda costruttrice sta sviluppando il CORVUS RACER CA41, la concretizzazione, in sostanza, di una macchina perfettamente sintonizzata col pilota, che riduca al minimo il tempo di reazione meccanica allidea di manovra, che assecondi la creativita` con prestazioni eccellenti. 20 anni di esperienza, oltre 2000 ore di volo acrobatico, pilota di elicottero, Francesco fa della partecipazione del pubblico lanima del suo volo, portando ad ogni air show quelle interpretazioni straordinarie che perdono il nome di esibizione per divenire pura emozione. Le sue apprezzate performance nelle competizioni di freestyle lo eleggono tra i primi al mondo della categoria. Ha vinto molto e sicuramente continuera` a farlo‌

13


I Flying Donkeys

ascono grazie alla volonta` di alcuni piloti deIIAeroclub La Comina di Pordenone, i quali venivano chiamati per effettuare dei passaggi in formazione con velivoli ultraleggeri per ricorrenze o eventi particolari, finche´ durante una giornata uggiosa dinverno 6 piloti decisero di unirsi per dare vita ad un nuovo Team. Era esattamente il 10 novembre 2007. Dopo alcune discussioni fatte per decidere il nome del team ad un pilota venne in mente la frase: ‌.. chi ha dello che gli asini non volano? E da questo motto che nasce il nome Fliyng Donkeys, che significa Asini Volanti. Il team inizia la sua attivita` quasi per gioco, poi la cosa diventa sempre piu` coinvolgente per i piloti della formazione, portandoli a richiedere un addestramento piu` serio che li porti a presentare un programma piu` vario ma sempre in sicurezza. Grazie alla disponibilita` di Fidenzio Muzi, istruttore VDS e Gianluca Rossi, Safety Pilot VDS, iniziano i voli di addestramento per imparare le tecniche di volo in formazione, portando il team in soli 6 mesi a presentare un programma di volo degno di nota, dove si possono vedere dei cambi di formazione e incroci di tutto rispetto, sottolineati dalluso di impianti fumogeni. Il team ha la sua base presso laviosuperfi`cie La Comina sede dellaeroclub Pordenone. I velivoli adottati dal Team sono degli Ultraleggeri P300 dotati di impianti fumogeni, con delle velocita` di volo che

N

vanno dai 65 Kmh ai 300 Kmh. Il programma rappresentato dal Team non e` acrobatico, ma rappresenta un tipo di volo chiamato Voltige, che mette in risalto, attraverso cambi di formazione ed incroci, il volo in formazione. Testi tratti da sito www.flyingdonkeys.it

La formazione attuale composta dal Leader Donkey 1 Gianpietro Zentil; Donkey 2 Gregario Sinistro Andrea Dal Mas; Donkey 3 Gregario Destro Roberto Mior. Istruttore Gianluca Rossi Donkey O.

15


AGUSTA-SIKORSKY

HH-3F PELICAN 16


ellattivita` operativa dellAeronautica Militare, grande risalto hanno gli interventi a favore della collettivita`, impieghi che vanno dal concorso in occasione di pubbliche calamita` in coordinamento con la Protezione Civile allintera tipologia delle missioni SAR Search and Rescue, ricerca e soccorso. LAeronautica assicura questi interventi tutto lanno, ventiquattrore al giorno con equipaggi ed elicotteri pronti al decollo con brevissimo preavviso. Il personale di bordo ricopre ovviamente un ruolo fondamentale ed e` co-

N

Caratteristiche Tecniche: • • • • • • • • •

diametro rotore 18,90 m; lunghezza 22,25 m (con rotore in moto); altezza 5,52 m; peso massimo al decollo 10.000 kg; impianto propulsivo: due turbine General Electric T58-GE-5 da 1521 sHP; velocità massima 260 km/h; tangenza 3500 m; autonomia 750 km; equipaggio: 2 piloti, 2 specialisti polivalenti, 2 aerosoccorritori; armamento 2-3 mitragliatrici brandeggiabili cal. 5,56 mm

stituito, di norma, da sei persone, tra cui due piloti, due operatori di bordo che manovrano il verricello, strumento di cui si servono materialmente per compiere il salvataggio, un soccorritore e un infermiere; e` chiaro pero` che la composizione dellequipaggio puo` variare a seconda della singola esigenza. Lo schieramento e le caratteristiche ognitempo degli elicotteri biturbina HH-3F e AB-212 permettono di raggiungere qualsiasi parte del territorio nazionale o delle acque territoriali in un massimo di unora e mezza di volo. Insieme ai velivoli da trasporto, gli HH-3F del 15°

Stormo di Pratica di Mare sono anche tra le risorse piu` versatili a disposizione dellAeronautica Militare per limpiego in missioni fuori area. Lo dimostrano le oltre 4000 ore di volo effettuate dagli HH-3F rischierati dal giugno 2003 in Iraq. Da tempo i reparti HH-3F hanno anche sviluppato una capacita` Combat SAR, molto apprezzata in campo internazionale e alleato, che rende possibile condurre, anche in ambiente ostile, operazioni di soccorso e di evacuazione sanitaria, cosi` come missioni di trasporto o di supporto alle forze speciali, a cominciare dagli operatori del Reparto Incursori e dei Fucilieri dellAria, unita` di nuova costituzione dellAeronautica Militare. Gli HH-3F possono essere impiegati anche nel ruolo SMI Slow Mover Interceptor nellinconsueto ruolo di Difesa Aerea, di contrasto cioe` ad eventuali attacchi terroristici condotti con aeromobili lenti e non convenzionali.

17


In Friuli sta per arrivare l’emozionante evento aereo “Air Extreme�. Aeroporto di Campoformido - Pasian di Prato dal 7 al 9 ottobre 2011 rima Aviation in collaborazione con lAeroclub Friulano sta realizzando un evento spettacolare per tutti gli appassionati dellaria e delle forti emozioni intitolato Air Extreme. Quando lenergia prende il volo. Dal 7 al 9 ottobre sul cielo dello storico aeroporto di Campoformido vedremo volare aerei acrobatici, Aeomodelli, aquiloni, paracadutisti e molto altro. Saranno presenti i piu` valenti Piloti italiani e i migliori Teams.

P

Tra gli eventi in programma si terra` la Finale del Campionato italiano di acrobazia Freestyle al termine della quale sara` assegnato il titolo di Campione italiano freestyle 2011. Levento viene sviluppato in collaborazione con lAeroclub di Milano che mettera` in palio il trofeo citta` di Milano Ci sara` spazio per alcuni convegni realizzati dallassociazione F.I.O.M.A. sul tema del volo e delle manifestazioni Non mancheranno infine punti di ristoro di alta qualita` e tutte le sera Hangar Party con musica e long drink insieme ai Piloti. I bambini potranno realizzare i loro aquiloni e aeroplanini grazie ad uno spazio a loro dedicato. A breve tutte le informazioni sul sito www.airextreme.it oppure contattare d.moretti@primaaviation.it

Aero Club Friulano - Aeroporto di Campoformido Via Nazionale, 144 Aeroporto di Campoformido 33037 Pasian di Prato UD Tel./Fax: +39 0432 69455 www.aeroclubfriulano.com info@aeroclubfriulano.com

18


DEVILS - ORUS TEAM “Semplici artisti che dipingono quadri nel blu del cielo, figure geometriche spettacolari che appaiono per un istante soltanto e poi svaniscono in altre figure in perenne movimento...�

lla fine degli anni Settanta alcuni ex piloti delle Frecce Tricolori fondarono la prima pattuglia acrobatica civile italiana denominata ALPI EAGLES, continuando cosi` la loro meravigliosa avventura su quattro biplani PITTS SPECIAL, un aeroplano che in quel periodo aveva vinto titoli in moltissime competizioni acrobatiche internazionali. Nel 1983, il biplano venne sostituito con litaliano SIAI-Marchetti SF260. Parallelamente allattivita` di manifestazioni aeree, sfruttando al meglio tutte le capacita` professionali dei propri componenti, viene avviata unattivita` di trasporto passeggeri con alcuni business jets, la quale nel corso degli anni venne poi trasformata in Compagnia di trasporto di Linea. Lultima esibizione ufficiale di questo team acrobatico si tenne sullaeroporto di Thiene il 14 ottobre 1990. A fine anni Novanta, la voglia di continuare ad essere ancora protagonisti nel mondo acrobatico da parte di al-

A

cune vecchie aquile e la passione per il volo di un imprenditore, fanno nascere lORUS Team, che subito si afferma come formazione di riferimento nel campo dellaviazione civile. La meravigliosa avventura di questi piloti, che come vuole la tradizione iniziata negli anni addietro sono tutti appartenuti alle Frecce Tricolori, continua inizialmente sui velivoli russi Sukhoi 29 e 31. Da allora ad oggi le collaborazioni dellORUS Team hanno visto affiancare la professionalita` e le capacita` dei propri componenti a grandi BRAND del settore aeronautico e sportivo in generale. Il Team e composto da piloti considerati tra i migliori nel campo dellacrobazia collettiva mondiale. Negli ultimi 10 anni hanno partecipato ad oltre 300 manifestazioni aeree di fronte a piu` di 30 milioni di persone, in Italia ed allestero. Testi tratti dal sito http://sites.google.com/site/orusteam/

19


PRIMA AVIATION L’agenzia che organizza i più importanti eventi aeronautici in Italia rima Aviation e` unagenzia che opera da anni nel campo aeronautico. Dalla nascita, nel 2005, ad oggi ha realizzato per conto di Comuni, Societa` e Associazioni piu` di quarantacinque eventi. I principali settori di attivita` sono: • Realizzazione chiavi in mano di eventi e spettacoli aviatori: • manifestazioni aeree • saloni aeronautici • fiere e raduni • Consulenze ad hoc • Corsi di formazione in collaborazione con agenzie e societa` del settore • Pubbliche relazioni per i propri eventi e per conto di altre organizzazioni aeronautiche Il principale collaboratore di Prima Aviation e` il Col. Alberto Moretti, gia` Leader e Comandante delle Frecce Tricolori, impegnato a tempo pieno per il successo dellagenzia. Altri valenti e titolati collaboratori vengono ricercati sulla base delle esigenze, tenendo conto della complessita` degli eventi da realizzare.

P

Il saluto della titolare

Vivo ogni gior no dell'anno la preparazione per una stagione che si presenta sempre più intensa della precedente. Le manifestazioni aeree sono un momento di grande livello sportivo che generano for tissime emozioni. Questo mondo è vivo di moltissime persone che realizzano il proprio sogno. Lavorare nel mondo aeronautico a 360 gradi mi permette di capire quanti professionisti ruotano attorno a questo mondo affascinante. Tutti noi siamo fortunati, ma la nostra fortuna maggiore è che ci sia un pubblico sempre più vasto che ama il mondo aeronautico e che fa si che ogni anno questi eventi raggiungano un livello sempre maggiore di consenso. Per questo motivo quest'anno desidero ringraziare coloro che giungono da tutte le parti d’Italia per assistere agli eventi che realizziamo e che hanno come finalità la diffusione della cultura aeronautica e lo sviluppo di una sana passione per il volo. . Daniela Moretti

20


l Paramotore e` il mezzo piu` semplice ed economico per volare. E` costituito da un ala da parapendio e da un motore ad elica che si indossa come uno zaino e che rende possibile il decollo dalla pianura. E` lunico velivolo al mondo che permetta di staccarsi da terra con le proprie gambe. Per le sue caratteristiche, il Paramotore consente di volare lentamente tra gli alberi, trasmettendo armonia ed un impagabile senso di incanto. Tra tutti i mezzi volanti e` quello che probabilmente offre il punto di vista piu` simile che si possa immaginare a quello degli uccelli. A promuovere questo meraviglioso sport, ce` da alcuni anni il Team dei Paramotoristi Audaci, composto da otto piloti non professionisti e da una coordinatrice di terra.

I

Sono piloti legati da profonda amicizia e da grande passione per il volo, che ad ogni occasione cercano di trasmettere ai molti che ne rimangono affascinati. Il loro programma sottolinea gli aspetti romantici di questa disciplina, con figure lente ed armoniose accompagnate da un sottofondo musicale. Hanno iniziato per gioco a realizzare coreografie, fino a quando, nel 2008, sono stati scoperti dal Col. Pil. Alberto Moretti, gia` comandante delle Frecce Tricolori, che li ha proposti all Air Show di Trieste. Il loro nome e` nato in quella occasione, quando latterraggio era previsto proprio sul celebre Molo Audace. Da diversi anni partecipano ad importanti raduni e spettacoli dellaria che vedono, tra le altre, la presenza della Pattuglia Acrobatica Nazionale. Testi e foto presi dal sito www.paramotoristiaudaci.it

23


Promozione € 25,00

Promozione € 25,00

prossima uscita € 22,00

Acquista i volumi su

w w w. a v i a t o r z o n e . c o m


David Cenciotti

Italian Call 2011 26


NH-90 dell'Esercito durante una delle fasi dell'esercitazione Italian Call 2011

27


CH-47 Chinook dell'Aviazione dell'Esercito.

iu` di 600 ore di volo; 450.000 litri di combustibile Avio e quasi 20.000 litri di carburante per autotrazione; 32 elicotteri, veicoli tattici Lince, mortai pesanti da 120 mm e piu` di 350 unita` tra equipaggi e staff: sono questi i numeri di Italian Call 2011, lesercitazione che si e` svolta a Viterbo dal 23 maggio al 9 giugno scorsi e che ha visto la presenza di uomini e mezzi provenienti da Austria, Belgio, Repubblica Ceca, Germania e Slovenia con osservatori di Grecia e Lituania. Cifre che da sole rendono lidea dellimportanza di un evento addestrativo organizzato

P 28

e condotto sotto la responsabilita` dal generale Enzo Stefanini, comandante dellAviazione dellEsercito, con lo scopo di sviluppare il concetto di interoperabilita` degli equipaggi di elicottero delle nazioni partecipanti. Varie le tipologie di elicotteri impegnati complessivamente per una media di 50 sortite giornaliere, pianificate e condotte in maniera congiunta, suddivise in tre classi: una categoria pesante rappresentata dagli elicotteri CH-47 e CH53 con payload superiore alle 10 tonnellate; una classe media, rappresentata dagli elicotteri NH-


90, EH-101 e Mi-17 carico utile nel range 5  10 tonnellate; e una leggera, costituita dagli elicotteri A-129 Mangusta e AB212 e da tutti i mezzi con payload inferiore alle 5 tonnellate. Altrettanto varia la tipologia di missioni condotte: dalle MEDEVAC Medical Evacuation  sgombero sanitario, al trasporto di truppa, alla scorta e allesplorazione, allattivita` di tiro a fuoco in presenza di TIC Troops In Contact  truppe a contatto, oltre a Special Operations, sortite SAR Search And Rescue, e operazioni di logistica di aderenza. Diretta dal generale Luigi Francavilla, lesercitazione ha permesso agli equipaggi coinvolti di addestrarsi in un contesto joint e combined nel-

Vista ravvicinata di un Mi-17 ceco

Due A-129 Mangusta

lambito di uno scenario che si ispirava al teatro di operazioni di ISAF, la forza multinazionale di stabilizzazione in Afghanistan. In particolare, si ipotizzava lesigenza di rischierare in Area of Operations AOO un Aviation Battalion italiano come forza di manovra alle dipendenze di un Comando Multinazionale per lo svolgimento di una CRO Crisis Response Operation a supporto di truppe nellambito di un teatro di intensita` medio-alta caratterizzato dalla presenza di clan di insurgents locali e terroristi, e quindi di attacchi ai convogli per mezzo di Improvised Explosive Devices IED, Small

Arms Fire SAFIRE e Rockets and Mortars RAM. In conclusione, Italian Call 2011 ha consentito agli equipaggi e al personale coinvolto di svolgere un addestramento congiunto, che ha favorito lintegrazione e linteroperabilita` funzionale nellottica della standardizzazione delle procedure in ambito CRO. Inoltre, lesercitazione ha riaffermato le potenzialita` dellaeroporto di Viterbo quale polo deccellenza internazionale per laddestramento degli elicotteri in operazioni complesse. Le foto di questo articolo sono di Giovanni Maduli.

29


o tedesc CH-53

a in volo epubblica Cec Mi-17 della R o an om R Monte nel poligono di

Cougar sloven o rischierato a Viterbo

30


Mi-24 ceco ru lla prima del decollo per una missi one

ilitare arina M della M 2 1 .2 AB

31


Periodico di Aeronautica e Spazio iscritto al n. 47/2007 del registro della stampa presso il tribunale di Roma Editore: Associazione IDEAE - Direttore Responsabile: Alessio Piano - Vicedirettore: David Cenciotti Via Gianfilippo Usellini, 434 - 00125 Roma - tel. +39 06.52440791- fax +39 06.892.804.66 www.airplanesmagazine.it - e-mail: info@airplanesmagazine.it - Cod.Fisc. e Part. Iva: 09339321003 Testi e Redazionali: Aeronautica Militare, Brochure PAN, Alessio Piano, David Cenciotti Foto: Frecce Tricolori, Troupe Azzurra, David Cenciotti, Giovanni Maduli Progetto grafico e Videoimpaginazione: Paolo Lazzari Anno 5° - numero 7 - agosto 2011 Finito di stampare nel mese di giugno 2011 presso gli stabilimenti dellazienda tipografica LITOGRAFTODI srl Zona Industriale Pian di Porto, 148 - 06059 TODI PG - Tel. 075.898041 - Fax. 075.8987110 www.litograftodi.it

Come ricevere in Abbonamento la rivista “Airplanes” Visitando il sito www.airplanesmagazine.it o www.aviatorzone.com oppure invia una mail di richiesta a: info@airplanesmagazine.it o scrivi a: Edizioni Aviator - Via G. Usellini, 434 - 00125 - Roma Informazioni Utili Abbonamento: La rivista Airplanes “The Italian Aviation Magazine” ha una cadenza bimestrale (gennaio/febbraiomarzo/aprile-novembre/dicembre). Durante gli Air Show, dove partecipano le Frecce Tricolori Italiane (da maggio a settembre/ottobre), seguirà nelle varie città, con un minimo di 8/10 uscite, le loro esibizioni. È possibile sottoscrivere l’abbonamento: Classic € 40,00 Abbonamento Annuale. Si ricevono tutte le uscite via posta. Se desideri sottoscrivere l'abbonamento annuale alla rivista Airplanes, puoi utilizzare le seguenti modalità: • Internet: compila ed invia via mail, unitamente alla documentazione relativa all'avvenuto pagamento, l'apposito coupon, presente sul sito www.airplanesmagazine.it per la rapida attivazione. • Fax: compila in ogni sua parte il coupon di abbonamento, stampalo ed invialo al numero 06.892.804.66, unitamente alla documentazione relativa all'avvenuto pagamento.


AirPlanes 7-11  

Euro 2,50 Lignano 15 - 08 - 2011 La rivista è disponibile anche su App Store per iPhone e iPad Silvano Delzotto Il Sindaco di Lignano Sabbia...