Page 1

Napoli - Via Cinthia P.co S.Paolo is.10/13 Tel. 081/728.20.32 081.241.23.25 Fax. 081.715.97.36 www.pavrappresentanze.it e-mail: pavnapoli@tiscali.it


Prova Su Strada > Nuova Citroen C3

Con il Visiodrive punta al vertice del segmento B

Sul mercato, in prevendita, è già boom per la “bestseller” francese che sorprende per il parabrezza over-size, il più grande mai progettato, ma anche per maggior efficacia dinamica, consumi ridotti, e grande comfort

➠➠

Anno IX - numero 10 • novembre 2009

25


N

uova C3, ossia: come ti rinnovo un best seller. Per Citroen non era facile proporre qualcosa di nuovo, qualcosa che stupisse la clientela, qualcosa che facesse esclamare: “però!”. Eppure in Francia sono riusciti nell’operazione di preparare una grandissima sorpresa agli appassionati del Marchio del Double Chevron. E per la prima volta, grazie ai “numeri” di C3 in Italia, hanno scelto il nostro Paese per l’anteprima alla stampa: 2.000.000 di auto prodotte in sette anni, 400.000 vendute in Italia, che è il secondo mercato dopo la Francia, ben 6.000 esemplari immatricolati a settembre. Numeri che parlano da soli, con grande soddisfazione di Jean Philippe Imparato, direttore generale di Citroen Italia. Al primo contatto visivo restiamo meravigliati dal “Visiodrive”, il più grande parabrezza mai progettato, che si proietta fino ad oltre gli schienali dei sedili anteriori, regalando gran luce all’abitacolo: denominato Zenith, è un gioiello di tecnologia.

La nuova Citroen C3 è comunque disponibile, nella versione base anche con il parabrezza “normale”. Le linee sono profondamente diverse dalla versione Classic, che rimarrà in listino almeno fino a giugno 2010: più slanciata e con un muso più aggressivo, la nuova nata non rinnega però alcune caratteristiche estetiche della progenitrice che ne hanno decretato il successo. La versione da noi provata in anteprima è la 1,6 litri benzina da 120 cavalli, notevolmente migliorata nell’erogazione e con consumi medi, nel corso della nostra prova da Roma all’Argentario, di 5,8 litri ogni 100 km. Il comfort è totale e la nuova C3 offre spazio ancora maggiore a passeggeri e bagagli rispetto alla Classic, già al top del segmento. La nuova Citroen ha ricevuto 5 stelle in tutti i test EuroNCAP, compreso quello dei bambini a bordo e dei pedoni. Disponibile con motori a benzina da 1.1, 1.4 e 1,6 litri, e Diesel da 70, 90 e 110 cavalli FAP, la C3 arriverà sul mercato italiano il 27 novembre 2009, con un obiettivo ambizioso di almeno 50.000 pezzi nel corso del primo anno di vendite. Inoltre sarà subito disponibile una versione da 99 gr/km di emissioni ed i prezzi di listino partiranno dai 12.000 Euro della versione d’ingresso. Ma anche qui sono attese ulteriori sorprese. Ilio Ascione

26

Anno IX - numero 10 • novembre 2009


Novità Auto > Mercedes-Benz SLS AMG

La tecn T Pura emozione: la supersportiva tedesca ad “ali di gabbiano” interpreta in chiave moderna il fascino della mitica 300 SL, proponendosi come una nuova icona di design e potenza per le auto di domani

ratto distintivo: una sportività senza compromessi. In anteprima mondiale allo scorso Salone di Francoforte debutta la nuova Mercedes-Benz SLS AMG, supersportiva del marchio tedesco che reinterpreta le linee mozzafiato della Mercedes-Benz 300 SL, icona di design nella storia dell’auto e della Casa con la Stella. La SLS AMG trasmette pura emozione e non conquista unicamente per le sue esclusive porte ad ali di gabbiano e la purezza delle forme ma anche per i suoi raffinati contenuti tecnologici: il motore anteriore-centrale è un V8 AMG da 6,3 lt con potenza massima di 571 CV e coppia di 650 Nm. Denominato internamente M159, questo propulsore è stato completamente rielaborato rispetto al precedente M156 da cui deriva e vanta tutte le caratteristiche dei potenti motori per vetture da competizione. Il cambio è a sette marce con doppia frizione in configurazione “transaxle”. L’assetto sportivo della nuova SLS AMG mostra doppi bracci trasversali in alluminio mentre il peso a vuoto è di soli 1620 kg. La ripartizione ideale del peso ed il baricentro ribassato sottolineano la forte personalità di questa vettura e garantiscono un’eccellente dinamica di marcia. La “Ali di Gabbiano” accelera da 0 a 100 km/h in appena 3,8 sec raggiungendo una velocità massima di 317 km/h, limitata elettronicamente. Fra l’altro, il consumo di carburante, dichiarato dalla Casa in 13,2 lt per 100 km, nel ciclo combinato, collocherebbe la nuova SLS AMG al vertice del segmento di appartenenza. L’affascinante creatura tedesca eccelle anche in comfort, funzionalità nella guida quotidiana e sicurezza, proponendosi soprattutto come la perfetta sintesi dei valori Mercedes-Benz e AMG nonché come fonte di ispirazione per le future sportive del Marchio. Nella sua pura essenzialità, la nuova SLS AMG riunisce tutte le soluzioni estetiche più moderne riferite alla sua classe: il lunghissimo cofano, quasi 2 metri, l’ampio lunotto panoramico ed il posteriore corto con alettone estraibile. A ricordare la leggendaria 300 SL anche il disegno della griglia del radiatore, con l’inconfondibile Stella al centro, e le prese d’aria ad ala. Im-

28

Anno IX - numero 10 • novembre 2009


nica della seduzione Daimler AG e responsabile di Mercedes-Benz Cars, che ha poi aggiunto: “In questa vettura i nostri clienti apprezzeranno tutta la competenza Mercedes-AMG maturata in quarant’anni di esperienza nel Motorsport. Fra i nostri obiettivi la creazione di un nuovo classico per le automobili di domani, un’icona di design innovativo che, al pari di altri modelli Mercedes, quali CLS ed SL, contribuisca ad alimentare il mito che ha reso unico il nostro Marchio”. La nuova SLS sarà disponibile sul mercato dal prossimo anno. Il prezzo, in Germania, è di circa 177.000 euro. Marina Federico

Ed infine i robusti passaruota che accolgono cerchi in lega leggera da 19’, anteriori, e 20’ posteriori. Possenti i freni in materiale composito ad elevate prestazioni AMG. “La nuova SLS AMG farà battere il cuore degli appassionati” ha dichiarato il dottor Dieter Zetsche, presidente del consiglio direttivo di

ponenti i gruppi ottici verticali, composti da proiettori centrali bixeno con elementi metallici tra due lampeggiatori a LED in alto e due luci di marcia diurna sempre a LED in basso. La compattezza dell’abitacolo, che richiama il mondo dell’aeronautica, rende poi la vettura ancor più accattivante, con la sua alta linea di cintura, il profilo basso dei cristalli laterali ed il parabrezza spiovente. Anno IX - numero 10 • novembre 2009

29


Automobili nuove di tutte le marche. Automobili usate da sempre garantite Nero su Bianco fino a 24 mesi senza limiti di chilometraggio. Carnet di garanzia, traino, vettura sostitutiva e spese di albergo. Automobili a km zero. Assicurazioni in sede.

SAN VITALIANO (NA) Via Nazionale,7/bis. Km 49,300 Tel. 081.5198530 Fax 081.5196925 MARIGLIANO (NA) assistenza, noleggio breve e lungo termine Corso Umberto I, 400 Tel. 081.8851082 Fax 081.8853539

Centro Installazione Satellitari Cobra.

MERCOGLIANO (AV) Uscita Casello Autostrada Avellino Ovest Tel. 0825.680024 Fax 0825.1910038

Noleggio a breve termine Hertz.

www.autoshopping.it

Assistenza e manutenzione Dekra.

Noleggio a lungo termine Locat Rent.


NISSAN CITY CARS GPL. PER UNA GUIDA SENZA RINUNCE. SOLO A NOVEMBRE FINO A € 5.000* DI VANTAGGI.

*OFFERTA RIFERITA A NISSAN MICRA ECO EASY 1.3 3P CON IMPIANTO GPL DI SERIE, CLIMATIZZATORE E RADIO CD/MP3 INCLUSI NEL PREZZO A € 8.800, IPT ESCLUSA. NEL PREZZO SONO INCLUSI GLI AL D.L. 10/02/2009 N5, PARI A € 1.500 IN CASO DI ROTTAMAZIONE DI VEICOLI EURO 0,1,2, IMMATRICOLATI ENTRO IL 31/12/1999 E AD € 1.500 PER ACQUISTO IMPIANTO GPL DI SERIE, € 2.000 RICONO CON LA RETE DEI CONCESSIONARI. ES. DI FINANZIAMENTO: ANTICIPO 0, IMPORTO FINANZIATO € 8.800, 36 RATE DA € 251,48. LIFE INCLUSA. TAN 0%, TAEG 2,65%. SPESE DI GESTIONE PRATICA € 250 + IMPOSTA DI BOLLO. SA OFFERTA VALIDA FINO AL 30/11/2009. FOGLI INFORMATIVI PRESSO I PUNTI VENDITA DELLA RETE NISSAN E SUL SITO WWW.NISSANFINANZIARIA.IT. IL MODELLO È INSERITO A TITOLO DI ESEMPIO. MESSAGGIO PUBBLI

EMISSIONI CO2 (G/KM) RIFERITE A MICRA GPL: VERSIONE GPL 126; VERSIONE BENZINA 139. CONSUMI CICLO COMBINATO (L/100KM): VERSIONE GPL 7,8; VERSIONE BENZINA 5,9. EMISSIONI CO2 (G/KM) RIFERITE A NOTE GPL: VERSIONE GPL 135; VERSIONE BENZINA 139. CONSUMI CICLO COMBINATO (L/100KM): VERSIONE GPL 8,3; VERSIONE BENZINA 5,9. EMISSIONI CO2 (G/KM) RIFERITE A PIXO GPL: VERSIONE GPL 95; VERSIONE BENZINA 122. CONSUMI CICLO COMBINATO (L/100KM): VERSIONE GPL 5,9; VERSIONE BENZINA 5,2.


Prova Su Strada > Renault New Scenic 1.4 Tce 130

“Tranquillamente”

sportiva

La nuova monovolume francese eccelle per tecnica telaistica, motore potente ed equilibrato, aerodinamica e stabilità di marcia, non disdegnando di sedurre con un design davvero gradevole

➠➠ Anno IX - numero 10 • novembre 2009

33


C

he il passo avanti fosse notevole ce ne eravamo già accorti guidando la versione berlina della nuova Megane che finalmente gode di un telaio all’altezza del Marchio e della lunga tradizione della Renault. La Nuova Scenic conferma quanto di buono provato con la sorella, regalando al guidatore sensazioni che il precedente modello non riusciva nemmeno a far immaginare. Tralasciamo il discorso estetico, come nostro costume: troppo soggettivo ed ininfluente nel giudizio di una vettura, ma buttiamoci dentro quello che è la tecnica, piuttosto ricercata, usata per mettere in strada la nuova Renault Scenic. Il posto di guida ci calza a pennello, con la seduta piuttosto bassa per un monovolume che però gradiamo particolarmente perché ci regala la sensazione del massimo controllo della Scenic. Per noi un passo in avanti notevole rispetto al passato. La strumentazione è completa e ben leggibile, con alcune peculiarità ereditate dalle sorelle di classe superiore. Ottimo l’impianto stereo, l’ergonomia e la semplicità di tutti i comandi. Gli interni si distinguono per spaziosità e ricchezza di vani portaoggetti, oltre che per i 7 posti che equipaggiano, per ora, la monovolume francese. La linea è decisamente avanzata: la Nuova Scenic somiglia ad un coupé familiare, con il padiglione posteriore che tende a scendere, con un effetto gradevole. La versione della nostra prova su strada è la 1.4 Turbo Benzina da 130 cavalli su cui la Regié punta molto per il futuro. Il motore risulta potente ed equilibrato alla vettura: la coppia massima è di 190 Nm già a 2250 giri, con il turbo che spinge forte anche a regimi inferiori. Questa caratteristica regala sensazioni forti alla guida della nuova Scenic rendendo il “benzina” molto simile al Diesel nell’uso normale. Infatti, come l’unità a gasolio, non gradisce la ricerca di regimi elevati e da il meglio di se nel range d’uso dai 2000 ai 4500 giri, spingendo la monovolume in avanti con una progressione impressionate. Le prestazioni rilevate sono da 0 a 100 in 10,9 secondi, mentre per la velocità massima ci affidiamo a quanto dichiarato dalla Casa: 190 Km/h. La frenata risulta potente in ogni con-

34

Anno IX - numero 10 • novembre 2009

dizione con spazi d’arresto da 100 a 0 abbondantemente sotto i 36 metri e non dubitiamo dunque dei valori dichiarati dalla Renault, di 32 metri. Su una cosa dissertiamo dalla Casa madre: i consumi. Nel corso del nostro long run abbiamo registrato una media di 10,2 chilometri ogni litro di benzina, stando ben attenti a non superare mai i limiti di velocità e adottando una guida lineare. Le medie migliori le abbiamo registrate sotto i 110 Km/h ma ben lontane da quanto dichiarato nei test Renault. Per il resto nulla da obiettare: grande stabilità, inserimenti veloci e precisi e scarsa sensibilità al vento laterale, grazie alla perfetta aerodinamica sfoggiata dalla Nuova Renault Scenic. E per finire i prezzi: la Renault New Scenic Tce 130 Dinamique della nostra prova, al top di gamma come accessori, parte dai 23.000 Euro. Ilio Ascione


Rispettoso de C

on il Nuovo Sedici, la gamma Fiat acquisisce consistenza e attualità, grazie al design ora più coerente con gli altri modelli. La fisionomia del nuovo modello comprende una serie di dettagli che rinviano immediatamente ai crossover moderni ma con un’originale soluzione stilistica resistente alle mode e destinata a durare nel tempo. Il nuovo paraurti, che ricorda le sembianze di robuste “bull bars”, contribuisce a dare carattere e forza alla vettura, mentre la cornice metallizzata dei fari fendinebbia ne sottolinea lo stile pratico ed elegante, perfettamente a proprio agio anche nel più prestigioso centro cittadino. Ed è proprio questo il tratto distintivo del Nuovo Sedici, che può passare in maniera disinvolta dal caotico traffico urbano ai più impegnativi percorsi outdoor, su terreni accidentati o con scarsa aderenza.

36

Anno IX - numero 10 • novembre 2009

Erede di un modello vincente – dal lancio ad oggi ha fatto registrare 80.000 immatricolazioni (delle quali circa 47.000 in Italia, dove il Fiat Sedici 4x4 rappresenta il fuoristrada più venduto in assoluto) – il nuovo SUV di Fiat è stato pensato e realizzato per quanti desiderano distinguersi anche attraverso un’automobile raffinata, grazie ad una linea elegante. Al tempo stesso, il Nuovo Sedici è la risposta ideale per coloro che sono alla ricerca di una vettura compatta, maneggevole e sicura per districarsi con agilità nel traffico urbano: infatti, misura 411 centimetri di lunghezza, 176 di larghezza, 162 di altezza (160,5 cm il 4x2), con un passo di 250 cm. In più, il nuovo modello consente ai clienti di vivere il proprio tempo libero, in particolare a quanti amano la natura e vogliono appagare il proprio gusto


Nuovo Fiat Sedici

ell’ambiente dell’avventura: merito del suo look “allterrain” e della particolare trasmissione integrale adattabile e “on-demand” che lascia al guidatore la libertà di passare da una trazione 4x2 ad una 4x4, favorendo così consumi ridotti rispetto agli off-road di questa categoria. Fiat rinnova il modello Sedici in termini di stile e motorizzazioni: da oggi infatti è ancora più rispettoso dell’ambiente grazie a due nuovi motori omologati Euro 5 (benzina 1.6 16v da 120 CV e diesel 2.0 16v Multijet da 135 CV) che lo qualificano come SUV “best in class” in termini di emissioni di CO2. Il cliente può scegliere fra tre allestimenti (Dynamic, Emotion ed Experience), due trazioni (4x2 e 4x4), 8 colori di carrozzeria e due nuovi motori, entrambi con-

formi alla normativa Euro5, il 1.6 16v a benzina da 120 CV e il 2.0 16v Multijet da 135 CV, quest’ultimo equipaggiato di serie con il DPF (filtro antiparticolato). Rispetto ai motori della gamma precedente, i due nuovi propulsori vantano una maggiore potenza - a fronte di una notevole riduzione di emissioni di CO2 - e sono abbinati a cambi a cinque o sei marce (in alcuni mercati, come per esempio la Germania, anche a un cambio automatico a 4 marce, solo su 1.6 Benzina 4x2). In Italia, i prezzi chiavi in mano, per la versione 1.6 16v benzina da 120 CV partono da 18.350 euro per il 4x2 e da 20.350 euro per la 4x4, mentre per la motorizzazione 2.0 Multijet da 135 CV partono da 21.350 euro per la versione 4x2 e da 23.350 euro per quella 4x4.

Anno IX - numero 10 • novembre 2009

37


Prova su Strada > Nuova Ford Ka 1.3 TDCi

Il piacere di guida è servito

Restyling indovinato per la fortunata citycar americana che mostra linee simpatiche e moderne, rivelando soprattutto un’ottima tenuta di strada. Suoi punti di forza anche i consumi, ridotti all’osso, ed il prezzo, decisamente accessibile

➠➠ Anno IX - numero 10 • novembre 2009

39


Il piacere di guida è servito: la nuova Ford Ka si è dimostrata una vettura ben al di sopra delle aspettative. Una citycar che non rinnega le sue origini, quelle del simpatico “budino”, come era scherzosamente appellata la progenitrice, che regalava una tenuta di strada ben al di sopra della concorrenza. Anche la nuova Ka si distingue in questo, anche se della Ford porta il marchio ed un certo family feeling delle linee. Sotto la pelle c’è il pianale della Fiat Cinquecento, da cui eredita anche il brillante Diesel con cui era equipaggiata la vettura della nostra prova. Il colore ci è risultato alquanto simpatico: indefinibile ma “azzeccatissimo” per una vettura di piccole dimensioni. All’interno apprezziamo il gioco bicromatico delle plastiche ed il design della plancia ben distinto dalla cugina italiana. Lo spazio è discreto per quattro persone ed i sedili tengono abbastanza ben ancorato il pilota. Il bagagliaio è naturalmente piccolo, ma ben sfruttabile in ogni suo angolo. Il propulsore gira tondo e regala 75 cavalli di potenza e 145 Nm a soli 1500 giri. Questa caratteristica permette ottime riprese dai bassi regimi in qualsiasi marcia e consumi veramente ridotti all’osso: con un litro di gasolio abbiamo percorso mediamente 18 chilometri, anche se i migliori risultati li abbiamo ottenuti nei percorsi urbani. Su strada bisogna tenere sotto controllo la velocità: oltre i centoventi Km/h si va facilmente verso la soglia dei 15 al litro. Il cambio

40

Anno IX - numero 10 • novembre 2009

ed i freni sono da “piccola”, ma non pretendiamo certo innesti veloci o staccate da pista per questa utilitaria. In compenso regaliamo una lode alla tenuta di strada: la piccola Ka non fa rimpiangere il vecchio modello (eccezionale sotto molti aspetti) e permette inserimenti in curva velocissimi e precisi oltre a dei cambi di direzione senza esitazioni, nonostante l’assetto abbastanza morbido. Questa peculiarità ci ha permesso di mettere in crisi anche vetture ben più performanti della piccola Ford su percorsi molto guidati. In autostrada non è certo il massimo: la rumorosità dell’abitacolo è comunque sopportabile anche se sarebbe bastato una minima attenzione in più per renderla più confortevole.

In sostanza, con un occhio al mercato ed un altro alla tasca, la Ford è riuscita a rinnovare la sua Citycar offrendo un buon prodotto dalle linee simpatiche e moderne, ad un prezzo accessibile: la nuova Ka 1.3 TDCi ha prezzi di listino intorno agli 11.000 euro, già con una buona dotazione di serie. Ilio Ascione


Modello

Colore

Km.

Anno

Prezzo

ALFA ROMEO Sportwagon 159 1.9 MJT DISTINCTIVE NAVI

Beige met.

28.000 12/2006

17.500,00

AUDI Q7 3.0 TDI DPF TIPTRONIC

Argento met.

69.000 07/2007

48.900,00

AUDI A6 AVANT 3.0 TDI S-LINE QUATTRO

Titanio met.

59.000 11/2007

32.500

BMW 320 d TOURING

Avion met.

67.000 06/2003

9.900,00

FERRARI 612 SCAGLIETTI

Beige met.

0

� 210.000,00

FIAT Multipla multijet DINAMIQUE

Grigio met.

65.000 04/2006

12.900,00

LANCIA MUSA multijet ORO

Marrone met.

16.000 05/2007

11.900,00

LAND ROVER Range Rover Sport 2.7 tdi HSE

Blu met.

48.000 10/2006

39.900,00

MERCEDES-BENZ E 280 AVANTGARDE

Titanio met.

97.000 05/2004

14.900,00

NISSAN Note 1.4 16 VALVOLE ACENTA

Grigio met.

28.000 02/2007

9.800,00

RENAULT Clio 1.2 16 V RIP CURL

Argento met.

26.000 04/2008

9.500,00

RENAULT Kangoo 1.5 DCI COMBI DINAMYQUE

Grigio met.

23.000 05/2008

12.900,00

SKODA Superb 2.0 tdi AMBITION ULTIMO TIPO!!!

Grigio Fumo met.

19.000 09/2008

21.400,00

SKODA Octavia 2.0 tdi RS 170cv

Grigio met.

69.000 02/2008

15.900

SKODA Fabia AMBIENTE PLUS - CONDIZIONI PERFETTE

Grigio Fumo met.

55.000 04/2006

7.900,00

SKODA Fabia Classic con ecoincentivo

Rosso pastello

0

6.950,00

SKODA Fabia STYLE-GPL ecoincentivo

Grigio Fumo met.

0

9.200,00

SKODA Octavia TDI-AMBITION FAP NUOVO MODELLO!!!

Grigio met.

0

18.350,00

SKODA Fabia Tdi-STYLE ecoincentivo

Grigio met.

0

11.650,00

SKODA Octavia TDI WAGON ELEGANCE-FAP NUOVO MODELLO!!!

Beige met.

0

20.350,00

SKODA Octavia WAGON AMBITION-FAP NUOVO NODELLO!!!

Grigio Fumo met.

0

19.150,00

06/2006

www.scandisud.com info@scandisud.com

Via Nazionale delle Puglie, 245 - Casoria (NA) Tel. 081.759.98.81 - Fax 081.584.32.92


FINANZIARIA S.p.A.


Porte aperte 14 e 15 novembre Terios a partire da 17.760 euro. 4 buoni motivi per visitare il Concessionario. Ma solo per 2 giorni.

Montaggio escluso

Esempio di finanziamento Terios 1.3 SHO. Listino 19.760 � (IPT esclusa), prezzo d’acquisto 17.760 � (IPT esclusa) anticipo 4.350 �, prima rata dopo 90 giorni, 82 rate da 234 �, TAN 5,51% TAEG 6,35%. Spese d’istruttoria 350 �. Copertura Protezione Persona inclusa nelle rate per l’intera durata del finanziamento. Polizza Incendio&Furto inclusa nelle rate per i primi 3 anni. Importo totale coperture 2.054 � (Esempio calcolato sulla provincia di Milano). Fogli informativi in concessionaria. Salvo approvazione DaihatsuFin. Offerta valida fino al 31/12/09 per le auto disponibili in rete.

Consumo misto (l/100 km) da 7,4 a 7,7 benzina e 10,7 GPL; Emissioni CO2 (g/km) da 173 a 181 benzina e 173 GPL.


Cinema

Twilight Saga: New Moon Diretto da Chris Weitz e sceneggiato da Melissa Rosenberg è in uscita a fine novembre l’adattamento cinematografico dell’omonimo romanzo del 2006 di Stephenie Meyer e sequel di Twilight, film campione d’incassi nel 2008

Li

avevamo lasciati stretti in un romantico ballo, sguardo intenso l’uno negli occhi dell’altro e la sfida ad un morso che avrebbe reso eterno il loro amore.

Così si spegnevano i riflettori sul primo capitolo della saga Twilight. L’autrice del fortunato libro da cui prendono vita le storie cinematografiche dei nuovi beniamini del popolo dei teenagers non può che essere soddisfatta dell’esplosivo successo della saga. Stephanie Meyer ha creato una favola noir che strizza l’occhio alla “La bella e la bestia” solo che qui si promette un finale diverso, è la bella a voler diventare bestia, e non sarà un bacio a realizzare questo desiderio, ma due denti infilzati nella morbida pelle del suo bianchissimo collo! E’ un finale annunciato ma l’attesa si riempie di ricche suspense lasciando ancora una volta incerta la trasformazione di Bella in vampira. In “New Moon” le circostanze spingono l’intera famiglia Cullen a lasciare l’umida cittadina di Forks. Si teme una vendetta da parte dei vampiri carnivori per la morte di James. Ma vi è anche la presa di coscienza del reale pericolo che Bella corre nel frequentare Edward.

➠➠

Anno IX - numero 10 • novembre 2009

45


Si teme una vendetta da parte dei vampiri carnivori per la morte di James. Ma vi è anche la presa di coscienza del reale pericolo che Bella corre nel frequentare Edward. La decisione viene presa in seguito alla violenta rezione di Jasper, ultimo arrivato in casa Cullen, che non riesce a controllare la sua sete di sangue quando Bella maldestramente si taglia con la carta regalo del suo diciottesimo compleanno. Edward protegge Bella evitando il peggio ma, per il suo bene, decide di lasciarla. Dopo mesi di depressione, l’intrepida ragazza cerca di reagire frequentando l’amico di infanzia Jacob Black di origine indiana. Tra i due nasce una tenera complicità che farà innamorare Jacob. La situazione però si complica quando il giovane indiano subisce la trasformazione in licantropo, gene che accomuna i ragazzi adolescenti della sua tribù. Intanto a causa di una serie di malintesi e la sbagliata interpretazione di una visione di Alice Cullen, Edward si convince che Bella si sia tolta la vita. Sconvolto dal dolore decide di recarsi in Italia per trovare la morte per mano dei Volturi. Il finale vedrà l’intervento di Bella che, grazie all’aiuto di Alice, salverà Edward e il riproporsi del delicato dilemma di se trasformare o meno la dolce umana in una tenebrosa vampira. Per finire qualche curiosità. Le scene che prevedevano come location l’Italia non si sono svolte, come nel libro, a Volterra, residenza dei Volturi (i misteriosi vampiri Italiani), ma a Montepulciano. La famosa scena di Volterra doveva essere girata nella reale Piazza dei Priori, sita nella cittadina in provincia di Pisa, e poi “in interno” a Cinecittà. Tuttavia la produzione, per motivi logistici e di organizzazione ha optato per la provincia di Siena considerata più adatta per le riprese. La colonna sonora è stata affidata al musicista francese Alexandre Desplat, già autore di colonne sonore di film come Syriana (2005), Il curioso caso di Benjamin Button (2008), Mr. Magorium e la bottega delle meraviglie (2008). Una scelta che conferma il fortunato sodalizio con il regista Chris Weitz felicemente sperimentato nel film “La bussola d’oro” del 2007. Infine la casa di produzione ha annunciato che a dirigere il sequel di New Moon intitolato Eclipse e tratto dall’omonimo romanzo, sarà David Slade (già regista del film dell’orrore 30 giorni di buio del 2007), e l’uscita è prevista il 30 giugno 2010. Nell’attesa non resta che occupare la comoda poltrona di una sala cinematografica e godersi il secondo capitolo della fortunata saga. Buona visione. Roberto Errante

46

Anno IX - numero 10 • novembre 2009


L’Urban Si

arricchisce la famiglia Dacia in Italia con l’arrivo della Sandero Stepway, l’Urban SUV della Casa rumena che è già un gran successo: infatti nei mercati in cui è già commercializzata, la “Stepway” ha raggiunto il 25% del mix di Sandero. La Dacia si sta dimostrando un vero spauracchio per le grandi Case grazie ai suoi prezzi competitivi e alla qualità essenziale dei suoi prodotti. La crescita in Italia è esponenziale, come dimostrano i primi 9 mesi dell’anno con 12.950 vetture immatricolate ed un incremento del 165% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. La Stepway contribuirà a far crescere ancora il marchio controllato dalla Renault, grazie al suo look on-off road, adatto a muoversi in città ma anche su strade bianche: muscoloso, ma equilibrato ed elegante, ha una spiccata personalità, aumentata da alcuni particolari ricercati come i cerchi in lega, le minigonne, le barre sul tetto ed il terminale di scarico cromato.

48

Anno IX - numero 10 • novembre 2009

Un look grintoso, ma elegante, ricche dotazioni di serie, buona guidabilità e consumi parchi: la nuova versione dello Sport Utility rumeno è già molto richiesta sul mercato grazie, naturalmente, anche ai prezzi competitivi


Novità Auto> Dacia Sandero Stepway

SUV low cost

zina) e di 5,3 litri ogni 100 chilometri per la versione Diesel, che è anche quella con il minor numero di emissioni di CO2, ferme a 140 grammi a chilometro in ciclo misto. Ricchissima la dotazione di serie della Dacia Sandero Stepway che la rendono particolarmente appetibile per i clienti: da segnalare rarità per la classe di vettura come il volante in cuoio, specchietti, maniglie, mascherina e quadro strumenti cromati, luce nel bagagliaio, vernice metallizzata e attacchi Isofix per i sedili dei bambini. A richiesta, con 850 euro di sovrapprezzo, rimane solo il climatizzatore manuale.

Tre le motorizzazioni disponibili: 1.6 a benzina da 90 cavalli, 1.5 dCi da 70 cavalli e, dal primo dicembre 1.6 GPL che, con gli incentivi statali, costerà quanto la versione a benzina. Per la prima, le prestazioni dichiarate sono di 163 Km/h di velocità massima con accelerazioni da 0 a 100 in 12,4 secondi; la versione GPL risulta leggermente più lenta nello scatto (da 0 a 100 in 13,7 secondi) ma ha la stessa velocità; la Diesel tocca i 150 Km/h e raggiunge i 100 in 16,7 secondi.

I prezzi della Sandero Stepway vanno dai 10.150 della versione Benzina o, fino al 31 dicembre, per la versione GPL, fino agli 11.450 Euro della 1.5 dCi 70 cavalli. Ilio Ascione

La leggerezza complessiva della vettura (dai 1.095 Kg della 1.6 benzina ai 1.141 Kg della 1.6 GPL con serbatoio da 42 litri) aiuta non poco nella guidabilità e nel risparmio di carburante. Infatti i consumi dichiarati sono di 7,6 litri ogni 100 chilometri per la benzina, di 10,1 litri ogni 100 chilometri per la GPL (ma il gas costa meno della metà di un litro di ben-

Anno IX - numero 10 • novembre 2009

49

prova MEMO  

prova MEMO

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you