Page 1

Canto un mondo libero POESIA-CANZONE PER LA LIBERTÀ

progetto ideato e curato da Marco Fazzini con musica dal vivo a cura di Ettore Martin, sassofono - Danilo Memoli, pianoforte Data di pubblicazione in volume: novembre 2012 Casa editrice: ETS di Pisa (collana Diagosfera) La nostra contemporaneità è caratterizzata da un grave malessere che, come dice Giorgio Gaber in più d’una intervista e canzone, può essere chiamato genericamente Volgarità. Il termine ha vari significati, e nasconde le debolezze della nostra esistenza: violenza, aggressività, individualismo sfrenato, superficialità e cattiveria dell’informazione e della pubblicità, noncuranza verso l’Altro, passione e interesse per le guerre, terrorismo, dis-rispetto in generale per la vita. Per secoli gli intellettuali, e soprattutto i poeti da vari paesi, hanno combattuto questa Volgarità; eppure, è soprattutto nella contemporaneità che questa battaglia è stata sostenuta da una serie di esponenti del sapere e dell’integrità civile e morale, includendo in questa nicchia non solo i poeti ma coloro che con le parole hanno saputo aprirsi anche a un pubblico più vasto, proponendo i loro versi in forma cantata o performativa. Il presente progetto si propone di sondare due problematiche legate alla denuncia di questo malessere. Da una parte, l’analisi dell’opera e dei risultati poetico-musicali di diverse personalità da vari continenti, soprattutto di quelli che hanno combattuto direttamente per la vita e la democrazia, contro regimi dittatoriali e violenze private e di stato, anche mettendo a repentaglio o sacrificando la loro vita; dall’altra, l’indagine di quale sia il confine tra poesia pura e liriche scritte per essere cantate o rappresentate su un palco di una sala da concerto o d’un teatro attraverso l’ausilio della musica.


I CONTENUTI Gli esempi di “eroi” del nostro tempo, che siano al tempo stesso poeti e autori di canzoni, sarebbero molti; per questo spettacolo e questo libro se ne sono scelti alcuni eccezionali che fanno da canovaccio per una storia composta da più storie messe in sequenza: lo sterminio dei boscimani in Africa meridionale quale esemplificazione dello sterminio di varie popolazioni nel mondo ad opera delle potenze coloniali; l’assassinio e la storia di Victor Jara in Cile, che solo di recente è stato riconosciuto come uno dei simboli della lotta per la democrazia nel suo paese; lo sciopero della fame e la conseguente morte di Bobby Sands in Irlanda per ottenere condizioni carcerarie eque per tutti i prigionieri “politici”; la rivoluzione della canzone d’autore per i diritti civili ad opera di Bob Dylan in USA negli anni Sessanta; la lotta pacifista di John Lennon negli anni Settanta; le opere-denuncia sotto forma di blues a firma di G. Elliott Clarke in Canada; le denunce del protagonista della dub music Linton Kwesi Johnson in Gran Bretagna, quale erede d’un tradizione caraibica di cui il poeta Walcott ne sa tracciare le origini; infine, l’impatto della poesia-canzone d’autore di Woody Guthrie, Pete Seeger, e Terry Callier in USA dagli anni Quaranta, ma anche di Manuel Alegre durante la dittatura di Salazar in Portogallo, di Leonard Cohen in Canada, e di altri vari interpreti di poesia orale per la giustizia e la libertà nel mondo.

Canto un mondo libero  

Marco FAZZINI (readings) con Ettore MARTIN & Danilo MEMOLI (music)

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you