Issuu on Google+

dm. ecodesign&architecture


daniele moretto selezione lavori 2005-2011

Nato a Torino il 9 maggio 1986, fin da piccolo mostro particolare interesse e abilità per le discipline tecniche ed artistiche, motivo per cui una volta conseguito il diploma di maturità scientifica mi iscrivo alla facoltà di Architettura presso il Politecnico di Torino

dove, nel dicembre 2008, vengo nominato dottore in Scienze dell'Architettura. L'attenzione e l'interesse verso la componente sostenibile, fortemente sentita ai giorni d'oggi, mi porta poi a frequentare successivamente il corso di laurea specialistica in Design del prodotto ecocompatibile dove ho la possibilità di integrare le conoscenze tecniche acquisite con capacità più creative ed un approccio multidisciplinare. Il percorso di studi mi ha consentito di definire una metodologia progettuale che, nel corso dei vari laboratori e workshop, mi ha portato a collaborare al meglio all'interno di gruppi di lavoro, in team molto spesso multietnici. Alcuni dei lavori svolti sono stati oggetto di articoli in riviste di settore (Targetti Lighting Academy, il portale della luce, 5 febbraio 2010) e materiale per mostre (Riflessi(oni) sull'acqua. Luci e forme d'architettura ai Murazzi).


architecture


Beiva store 2011


Beiva store 2011 Progetto di tesi per valorizzare il consumo dell’acqua da rete attraverso nuovi atteggiamenti di consumo. Locali per la degustazione dell’acqua, additivandola con aromi naturali ed essenze minerali, utilizzando un arredo che richiami il mondo dell’acquedotto portando a vista le tubature di distribuzione ed impiegando materiali idonei allo scopo. Il temporary shop vuole essere un primo modello di negozio leggero per l’acqua.


Installazione, lungo i Murazzi del Po a Torino, di una copertura pneumatica o per meglio dire di una tensostruttura leggera in Barrisol semitrasparente, una sorta di passerella che funge da direttrice ed incanalatura dei flussi pedonali, ciclabili e carrabili. L’idea metaforica della foglia permane fortemente grazie soprattutto al connubio tra architettura e luce.

Progetto di luce 2009


Progettazione tecnologica 2008

Come intervenire in un lotto dalle dimensioni contenute. Edificio residenziale nel centro di Como nel quale sono stati realizzati appartamenti duplex, simplex e locali destinati ad uso commerciale. Utilizzo di materiali innovativi e sostenibili.


Progettazione e restauro 2007 Intervento di recupero e riprogettazione di un isolato nel centro storico di Torino. Costruzione di un edificio residenziale con parcheggio sotterraneo, e ridispozione degli attuali locali commerciali.


product design


Beiva bottle 2011 Bottiglia in PMMA assemblabile, leggera e trasparente per il trasporto dell’acqua. Il filtro alla base consente l’addittivazione della bevanda attraverso un meccanismo rotazionale.

avvitamento

modo d’uso tappo inferiore svitabile e riempibile con le essenze per ottenere l’infusione. meccanismo di apertura e bloccaggio del filtro situato nel sotto tappo.

personalizzazione del contenitore


400

Riprogettazione di un porta punte da trapano

2011

R6

90

147

15

16

10

R7

Ø3

Ø4

Ø5

Ø 5.5

Ø6

Ø 6.5

Ø7

Ø8

Ø 10

R5

Rollbits è realizzato interamente in silicone atossico, questo conferisce all’oggetto un grande flessibilità e l’assenza di problemi se posto a contatto con la pelle; può essere applicato al braccio o alla gamba.


L’innovazione nel settore della mobilita’ : verso una progettazione sostenibile

2010

Bike TO Share

Struttura multifunzionale che integra al suo interno il maggior numero di servizi al fine di portare valore aggiunto ad un’ambito quale quello del bike sharing. Sistema leggero, flessibile e di facile ed immediata costruzione attraverso l’impiego di materiali di recupero come i tubi innocenti.

La modularità della struttura ne consente un adattamento al contesto in cui verrà ad essere inserita garantendo la possibilità di venire ampliata attraverso l’aggregazione di altri moduli.


Caratteristiche meccaniche dei materiali : realizzazione di una scrivania-libreria

2010

ingombro minimo

piani di lavoro continuativi

piani di lavoro a 90°

La scrivania, integrata alla relativa libreria, è composta da due piani di lavoro, uno fisso e l’altro girevole, e da tre mensole, due fisse e una mobile: tali elementi consentono un ampio ventaglio di posizioni dei piani durante la fase di impiego e, nello stesso tempo, un minore ingombro durante la fase di non utilizzo.

Elix

CONCEPT Rotazione mensole e piano di lavoro attorno ad un asse centrale

acciaio verniciato

BLU

acciaio

ACIDATO


16

SCOCCA in Pla av cas c vit tr ato o c ch e a on 15 12 tta tra / fi d m t to ia gn ite 1 A 2 os /s tic cre w a to /D 15 ia w gn ith os A ti

c

14

11

gn

ia

14 b

rm in al

te

(d

13

12

A 10

4

2

3

B

4

C 5

8 7

F G 9 A

11 6b

D

14 a 13

14 b

15

16

B

tio n

m

FACILE

MEDIO

DIFFICILE

MANI

PINZE

CACCIAVITE

BRUGOLA

ROTTURA

RAFFREDDAMENTO

SOSTEGNO

bo ard

(2 x)

co ok in g

to p

INTERFACCIA

Pia c a Sc co olle co vvit str lle ga he lle ato 3 a ga to da ga a 8 a to a to 5 in Pr m 7 a 6b a tra d in av colla ofi in Co 5 6b 11 tr 6a m Ve ad ca vit to la a du , 6 ite str nv tra am ato av Va n to a re Sc c vvit og c b B s o vit m ite zio c vvit a on in olle ato tola tra / co d’a (c ite c ato so li ca ga a 16 1 co olle ato he n m sc 2 ir ne io E, onn str to 5 da 5, ato lle ga a ite re a /F tra / glu p F, ett cu 1 4, o a tr po ga to 5 in Bo 7 in m e r m w to / In a ,9 co 6 am co pr G ore iti) c e 6a to a , 9 ite d ors n in Pia gg n b tr it lla rdo /s d / fi , 6 lam ote du a 4 tr tra irc co A to 1 ett 5 w 8 a eA to /M cre 7, a m t to ’a io b, uit /s lla no cti / fi m / di ie i e ith r co ttiv 10 mit ite it 7 w to cre ia t s a o 5, m i/ n co B to e c cre tra ra p in n ,1 e D to co co w 1 7, eta /A nn o 8 on w co zin m C 4b mo / s bo 11 tt n / g rote to 9 ite ett ne to /p ir 2,3 u il llic ard tra rse cre ircu lu w 16 c r (4 c o tt it B zio 5 ed ro re on ore w m tti w h /g a , D ata o w x) te (c ite e to it b E, in to ith ith ve lu ne /M oa cti /s irc / ed 1 F, co con 5, ve A A yo cre G ve rd uit G e nn n 9 m to a tr r ta lv w ) ett ett wit film eta 2,3 o ls a to ce ori ore h D ec llic 4, niz ra tio 6a ed m o n ,6 m ic /M ba b, eta a r (2 eta 7 /P ls w lp ith x) yro h ro B, ee ce t te D ra c

10 m

E

Fil

)

tic

ia gn os

SISTEMA PIASTRE

A

LEGENDA SMONTAGGIO

a A c vvit Sc a in olle ato lim co vvit oc co cas ga a en lle ato lle tro to 5 ca ga a ta ga c a 6 tra to 3 /B to on tr mit to a ,1 5 6 all 14 am e A re od tra tra a a / ite / /P y re fi c sc m m sh ow ite ite te t to on re ell ele 1 ne w A B e /s /s ttri 4a ttore to 5 r cre cre ca w w w ith tr to to A am 5 3, ite w 1 ith 6 ca A wit vo h B

tic

os

c Sc 9 co olle Pr lle ga he a da ga to o in vvit to a ca ato fila m a 10 str 12 tr a o a 6 ti / 12 co a tra am dr Pro e n ,6 c m ite Te 8 b (d ite E in olle / fi tra file ia ca ga rm co , F, t to m s str to gn nn G in it 8 eD o a ett / o co 11 ale ore sc /s n re sti d cre 16 tra c w ia a to w / fi mite to 11 ) / t to c gn M 6a os w 16 onn a it ,6 in h ti ett b E, bo ore ca w F, ith ard /d G D

6a

a Sc c vvit co olle ato he da lle ga a ga to 5 c to a , 9 a 4 tr tra irc 14 a m uit a mit ite i/ tra e D m m / ite ors sc Cir co ett rew cuit nn i e to ett c 5 bo ori on , 9 ard ne w tto it re h D

SISTEMA ELETTRONICO

6a

15

a c A in olle ca ga lim str to en o a co 6 ta n tra 14 m to r b ite / fi c e / t to on P 14 nett ow b ore er

r

ve

co

ALIMENTAZIONE

1

Piano cottura a induzione 2010

Smontaggio, catalogazione dei componenti, disegni tecnici e render di un piano cottura ad induzione Scholtès. Scopo del tutto è stato comprendere quali elementi si trovassero all’interno di un oggetto dal design apparentemente semplice e comprenderne il funzionamento e le relazioni dalle quali scaturiscono le scelte che ne influenzano l’aspetto esteriore.


Sviluppo di un nuovo prodotto con l’applicazione dei metodi della qualita’ nelle industrie : lampada da tavolo

Irfida

Misure dell’apparecchio Altezza: 50 cm Diametro paralume: 10 cm

Materiali Corpo della lampada: PC,PP Base: Acciaio laccato, carter PP Colore Nero,grigio,arancione Dati tecnici Attacco sorgente: E 14 Potenza massima sorgente 25W

2009


graphic design


Logotipo Beiva 2011

pantone 644 C CMYK 50,5,0,35 RGB 98,149,175

a b a

c

b

d

b

b

e b

Logo realizzato per la tesi di laurea specialistica in Design del prodotto ecocompatibile dal titolo: Beiva. Progetto di identitĂ  per un consumo locale.

localmente acqua Aa

Georgia Italic kerming 5 pt


Beiva plus+ 2011

linea “healthy”

linea “eat”

linea “weal”

Packaging in carta biodegradabile. Compresse solubili per aromatizzare l’acqua.


Logotipo TObudapest 2011

to

Budapest

08/2011

Logo realizzato per un gruppo di ragazzi in viaggio da Torino a Budapest verso il Festival musicale Szieget sulle due ruote.


Logotipo Coworking 2011 Logo realizzato per un sito di condivisione lavoro.

orking work in real time with others


Simulazione sito web per la condivisione del lavoro 2011 Al fine di migliorare la gestione di file, documenti digitali e l’organizzazione del lavoro in team si è simulata la progettazione grafica di un sito open source che garantisca questo tipo di servizio, andando a migliorare quelle che secondo il gruppo di studio sono le lacune emerse da siti che attualmente sul web offrono tali offerte. Si è prodotta una presentazione PowerPoint che simulasse il funzionamento di tale sito evidenziandone le potenzialità e tutte le impostazioni.


Logotipo e packaging Rollbits 2011

Logo realizzato per la riprogettazione di un portapunte da trapano. Ideazione di un packaging in cartone sagomato per la vendita del prodotto.


Serie di loghi realizzati per concorsi di idee, consulenze ed elaborati scolastici.

nerosubianco

Logotipi 2010-2011

a cinque

Alumni Polito “Associazione Ingegneri e Architetti ex allievi del Politecnico di Torino�

hand

design


Locandine 2011 Offerte pubblicitarie realizzate per azienda specializzata nella vendita di prodotti per la pulizia industriale.


Daniele Moretto Portfolio