Issuu on Google+

PROGETTO FORMATIVO 2010/2013 Presentazione all’assemblea nazionale 7/9 Maggio Gualdo Tadino


13/05/2010

Progetto formativo 2010/2013 GI.FRA. D'ITALIA

2


RICOMINCIO DA Tre IO

13/05/2010

TU

Progetto formativo 2010/2013 GI.FRA. D'ITALIA

NOI

3


LOCANDINA DEL PROGETTO

13/05/2010

Progetto formativo 2010/2013 GI.FRA. D'ITALIA

4


OBIETTIVO DEL PROGETTO In comunione con la Chiesa Cattolica, la Gioventù Francescana d’Italia sceglie di accettare la sfida educativa che essa lancia e vuole affrontarla attraverso un percorso formativo triennale che abbia nell’educazione il suo fondamento.

13/05/2010

Progetto formativo 2010/2013 GI.FRA. D'ITALIA

5


STRUTTURA DEL PROGETTO Il processo educativo si sviluppa in maniera logica a partire dalla persona, passando attraverso la relazione con l’altro per esprimersi anche in maniera corale; per questo si è pensato di sviluppare nei tre anni queste tre dimensioni: 13/05/2010

Progetto formativo 2010/2013 GI.FRA. D'ITALIA

6


IO Cerchiamo di prendere consapevolezza di quello che ci circonda con l’obiettivo di ritornare all’essenzialità perché il pluralismo nel quale siamo ormai immersi non ci permette più di distinguere l’importante dall’essenziale. “Volevamo che il nostro io fosse in primo luogo autonomo e libero e invece brancoliamo nel buio, fatichiamo sempre di più a dare senso alla nostra libertà, mentre la società sembra muoversi per proprio conto, come se gli uomini non esistessero.” 13/05/2010

Progetto formativo 2010/2013 GI.FRA. D'ITALIA

7


TU La solitudine non è uno spazio educativo, l’uomo ha bisogno di relazioni per crescere. In un contesto ambientale in cui tutto viene messo sullo stesso piano e spinto all’oggettività, anche le relazioni sono estremizzate e limitate nelle loro forme. “ Il rapporto educativo è anzitutto l’incontro di due libertà e l’educazione ben riuscita è formazione al retto uso della libertà.” (Benedetto XVI) La sfera dell’affettività e l’ambito della famiglia saranno pilastri della riflessione di quest’anno. 13/05/2010

Progetto formativo 2010/2013 GI.FRA. D'ITALIA

8


NOI L’educazione è un tema troppo importante per essere lasciato nelle mani di poche persone soprattutto perché la migliore forma di espressione dell’educazione è quella corale in cui ognuno ha un peso ma solo“coinvolgendo il maggior numero possibile di interlocutori, nei diversi luoghi in cui sappiamo che l’istanza educativa è cruciale”, possiamo promuovere una sorta di “alleanza per l’educazione”. 13/05/2010

Progetto formativo 2010/2013 GI.FRA. D'ITALIA

9


Il viaggio in ciascuna di queste tre dimensioni sarà affrontato attraverso 4 “percorsi” che rappresentano le sfaccettature principali di ogni dimensione ma nello stesso tempo comuni a tutte e tre:

13/05/2010

Progetto formativo 2010/2013 GI.FRA. D'ITALIA

10


z

LIBERTA’:come requisito basilare per ex-ducere, condurre verso, favorendo una ricerca sempre nuova con l’impegno di suscitare altra libertà e nuova responsabilità.

z

FIDUCIA:di chi è consapevole di non avere tutte le risposte e sente quindi la necessità di fidarsi e di affidarsi, una sorta di canale di comunicazione attraverso cui prende forma l’essenza dell’educazione.

z

RESPONSABILITA’:di chi comprende di essere chiamato, nel rispetto dei ruoli, ad avere cura di se stesso e di altri per divenire credibili, coerenti e autorevoli.

z

SPERANZA:intesa come possibilità di fare la differenza contrapponendosi al contesto di neutralità che vede tutto ugualmente possibile.

13/05/2010

Progetto formativo 2010/2013 GI.FRA. D'ITALIA

11


STRUTTURA “FISICA” DEL SUSSIDIO Sarà composto da due libri: Il primo avrà come destinatari tutti i gifrini promessi. Il secondo avrà come destinatari gli animatori 13/05/2010

Progetto formativo 2010/2013 GI.FRA. D'ITALIA

12


PRIMO LIBRO Avrà una PREMESSA, Una INTRODUZIONE generale. Sarà poi diviso nelle 4 unità sopra citate e ogni unità avrà la seguente struttura: -Introduzione -fascia antropologica -fascia francescana -fascia biblica -fascia ecclesiale -impegno attivo -preghiera 13/05/2010

Progetto formativo 2010/2013 GI.FRA. D'ITALIA

13


SECONDO LIBRO Anch’esso sarà diviso secondo le 4 unità ma fornirà schede interattive,divise secondo le fasce d’età.

13/05/2010

Progetto formativo 2010/2013 GI.FRA. D'ITALIA

14


SUSSIDIO 2010/2011

A proposito D’IO

13/05/2010

Progetto formativo 2010/2013 GI.FRA. D'ITALIA

15


OBIETTIVO SUSSIDIO 2010/2011 Ripartire dall’uomo e soprattutto da sé stessi è il primo passo,nonché quello essenziale a far si che l’educazione abbia senso e prenda una forma. Partendo da noi stessi e attraverso la libertà,la fiducia,la responsabilità e la speranza vogliamo aiutare l’IO a riscoprirsi e riscoprire ciò che lo circonda. 13/05/2010

Progetto formativo 2010/2013 GI.FRA. D'ITALIA

16


OBIETTIVO DELLE UNITA’ LIBERTA’:il giovane francescano viene condotto dalla libertà che crede di avere,secondo il suo concetto,alla lettura della propria storia alla luce della relazione con Dio che conduce alle libertà di affidarsi a Lui. FIDUCIA:il giovane francescano viene guidato a comprendere il significato della parola fiducia,ad affermare e confermare la fiducia in sé stesso e l’autostima. RESPONSABILITA’:il giovane francescano comincia a guardare avanti e sentire l’esigenza di dare una risposta attraverso scelte coraggiose di vita. SPERANZA:il giovane francescano completa l’io umano puntando verso l’alto,verso l’io di Cristo,acquista e trasmette la capacità di sperare e di fare la differenza. 13/05/2010

Progetto formativo 2010/2013 GI.FRA. D'ITALIA

17


PLANING

13/05/2010

Progetto formativo 2010/2013 GI.FRA. D'ITALIA

18


ANCORA… -

Materiale on-line Pastorale per fidanzati Distribuzione nelle librerie Ogni sussidio si chiuderà con un’esperienza estiva Consegna ad ottobre

13/05/2010

Progetto formativo 2010/2013 GI.FRA. D'ITALIA

19


BUON CAMMINO!

13/05/2010

Progetto formativo 2010/2013 GI.FRA. D'ITALIA

20


Ricomincio da tre