Issuu on Google+

Arezzo 11/04/2014 Al Sindaco avv. Giuseppe Fanfani INTERROGAZIONE URGENTE, in merito alle recente note del Ministero Infrastrutture e Trasporti sulle sanzioni nei parcheggi soggetti a tariffa oraria PREMESSO CHE

nella nostra città vi sono numerose aree di sosta a raso con durata illimitata e pagamento a tariffa oraria (le c.d. “strisce blu”);

che una recente nota del Ministero dei Trasporti, in risposta ad una interrogazione parlamentare, ha specificato che è stato “ripetutamente espresso nel tempo il parere che, nel caso di sosta illimitata tariffata, il pagamento in misura insufficiente non costituisca violazione di una norma di comportamento, ma configuri unicamente una ‘inadempienza contrattuale’. Pertanto nei casi di pagamenti in misura insufficiente, l’inadempienza implica il saldo della tariffa non corrisposta”;

che successivamente è stato specificato che il tema della sosta è una competenza dei Comuni, che regolano le modalità e le sanzioni sulla base di propri atti deliberativi. CONSIDERATO CHE

gli introiti dovuti alle tariffe per tali aree di sosta sono interamente versati nelle casse della municipalizzata “Atam Spa”;

sono da aspettarsi numerosi ricorsi in merito alle sanzioni elevate per la sosta oltre l’orario pagato in mancanza

di

una

esplicita

regolamentazione

dell’Amministrazione

Comunale;

SI CHIEDE ALL’AMMINISTRAZIONE

se si è dotata di una specifica delibera di giunta che renda legittima la sanzione comminata all’automobilista così come recita la comunicazione ministeriale (“si è convenuto che la regolamentazione della sosta è competenza dei Comuni che ne definiscono le modalità con proprio atto deliberativo”);

se è intenzionata a confermare un sistema sanzionatorio forfettario, particolarmente iniquo, perché prescinde dall’entità dello sforamento dell’orario di sosta;

se non ritiene opportuno introdurre una tolleranza di 30 minuti dalla scadenza del ticket prima di elevare la sanzione;

Daniele Farsetti – MoVimento 5 stelle Arezzo


Interrogaz strisce blu