Issuu on Google+

Ortodonzia

7. L’Hybrid System secondo Daniel Celli (Hsdc): un approccio innovativo ed efficiente allo Straight-Wire OBIETTIVI

ARGOMENTI

Il corso si propone di fornire una qualificazione post-universitaria per Laureati in Odontoiatria e Protesi Dentaria, Specialisti in Ortognatodonzia e Laureati in Medicina e Chirurgia abilitati all’esercizio dell’Odontoiatria.

Questo corso presenta la filosofia di trattamento ortodontico secondo la sistematica straight wire e descrive in dettaglio lo stato dell’arte della meccanica di scivolamento impiegando IL SISTEMA IBRIDO HSDC (Hybrid System Daniel Celli), tra i più innovativi ed efficienti nel panorama delle tecniche straight wire. Tale sistema impiega brackets convenzionali e di slot ridotto nei settori anteriori e brackets self-ligating passivi nei settori laterali e sistemi di legatura che esprimono un vincolo variabile all’interfaccia filo/slot. Esso risponde alla necessità di esercitare un controllo tridimensionale dei denti e contemporaneamente favorire movimenti dentali rapidi, efficienti e rispettosi dei tessuti parodontali. Viene proposto e sistematizzato un approccio ver-

DESTINATARI Odontoiatri

INFORMAZIONI GENERALI DATA E SEDE 26/27 settembre 2014 – ICDE Bologna QUOTA DI ISCRIZIONE 550,00 € + IVA | Bonifico da effettuare ad Ivoclar Vivadent Srl | Info a pag. 62 BREAK E CENA vengono offerti i break di mezzogiorno ed una cena di lavoro INFORMAZIONI ICDE Tel. 051.6113583 | Fax 051.6113585 ECM: evento non accreditato pag 14

PROGRAMMA satile al trattamento, estrattivo e non estrattivo, offrendo livelli di forza e frizione modulabili in base alle necessità terapeutiche. Vengono presentate apparecchiature preregolate IBRIDE A SLOT VARIABILE illustrando le fasi ed il corretto posizionamento degli attacchi. È dato risalto alla scelta della sequenza degli archi e della forma di arcata ottimale, alla luce delle innovazioni merceologiche raggiunte e della variabilità nelle forme d’arcata umana. Le fasi di trattamento vengono analizzate attraverso lo studio dei casi. Il corso ha un taglio pratico e molto orientato alla clinica per fornire informazioni di immediato impiego per l’ortodontista. Gli insegnamenti prevedono una parte teorica e una parte pratica, sotto forma di esercitazioni di laboratorio con la guida del docente del Corso. È previsto l’esame di casi clinici, sotto forma seminariale.

Il trattamento con apparecchiatura fissa: lo straight-wire HSDC (Hybrid System Daniel Celli) • Origini • Le sei chiavi dell’occlusione normale di Andrews • L’occlusione funzionale di Roth • Concetti di biomeccanica Straight-wire: Tip, Torque, In-Out • Caratteristiche • Filosofia di impiego • Vantaggi e Svantaggi • Prescrizioni di Andrews, Roth, Bennett-Mc Laughlin e loro significato clinico • Concetti di biomeccanica: frizione o non frizione? • Dal MBT System all’HSDC (Hybrid System Daniel Celli), un sistema ibrido dual slot • Le apparecchiature self ligating: possibilità, vantaggi e limiti

DR. Daniel Celli Laureato con lode in Medicina e Chirurgia presso l'Università di Chieti. Specializzato con lode in Odontostomatologia presso l'Università di Chieti. Specializzato con lode in Orto-gnatodonzia presso l'Università Cattolica Sacro Cuore di Roma. Perfezionato in "Tecnica linguale" presso l'Università di Cagliari. Dottore di Ricerca in Discipline Odonto-stomatologiche presso l'Univ. La Sapienza di Roma. Professore a contratto presso l'Università di Chieti in diversi anni accademici. Attualmente professore a contratto presso l'Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma-Scuola di Specializzazione in Ortognato-donzia. Perfezionamento in Italia e negli USA con i prof. T.T. Tanaka (USC), J. Okeson (Univ. of Kentucky), F. Dolwick (Univ. of Florida), R. McLaughlin (USC), negli anni 1995/96. Docente a corsi di aggiornamento professionale. Relatore a numerosi congressi in Italia e all'estero. Socio della W.F.O. (World Federation of Orthodontics), A.A.O. (American Association of Orthodontics), E.O.S. (European Orthodontic Society), I.A.P.D. (International Association of Paediatric Dentistry). Socio ordinario S.I.D.O. dal 1995. Certificazione di eccellenza in ortodonzia presso l'Italian Board of Orthodontics nel 1999. Certificazione di eccellenza in ortodonzia presso l'European Board of Orthodontists nel 2003. Socio fondatore della S.I.A.D. (Società Italiana di Arco Diritto). PastPresidente del Cenacolo Odontostomatologico dell'Adriaticonel biennio 2008-2009. Referente nazionale C.O.I.-A.I.O.G. e membro Comitato Scientifico Nazionale 2007/2008. Membro della commissione esaminatrice Model Display SIDO anni 2000,2001,2004 e 2005. Membro del Comitato Scientifico dell’Accademia Italiana di Ortodonzia a partire dall’anno 2010. Vincitore del secondo premio Nazionale SIDO in Ortodonzia Clinica al XVIII Convegno Internazionale del 15-18 Novembre 2006, Firenze. Riconoscimento per terza migliore comunicazione in TMD dal titolo: Low Friction Orthodontic finishing in TMD patients. Part.1, presso il XX SIDO International Congress, Napoli 24-27 ottobre 2007. Vincitore per ‘’the Best Case for zero Miles medicine: Multi Treatment Option’’ al 44° SIDO International Congress ‘’New Therapeutic Tools in Orthodontics‘’, November 7-9, Rome Italy. Ideatore della tecnica ibrida dual slot HSDC (Hybrid System Daniel Celli), commercializzato dalla Leone Spa (marchio registrato n. 1553454 del 31/07/13) Autore di due testi di ortodonzia: “Guida alla documentazione del caso ortodontico: acquisizione, archiviazione, pre-sentazione” Edizioni Martina. “Low friction e successo clinico in ortodonzia” - Istituto Studi Odontoiatrici. Autore di numerose pubblicazioni scientifiche su riviste nazionali ed internazionali. Libero professionista, esercita dal 1988 esclusivamente l'ortodonzia e la gnatologia nel suo studio di Pescara, dove tiene corsi teorico-pratico-clinici di ortodonzia.


ORTODONZIA

• Chiusura degli spazi - Biomeccaniche - Ostacoli - Gestione degli ancoraggi - Effetti indesiderati • Finitura e dettagliamento

La tecnica straight-wire con apparecchiature ibride dual slot hsdc: le fasi del trattamento • Controllo dell’ancoraggio - Mezzi di controllo dell’ancoraggio - Perdita e guadagno di ancoraggio - Controllo dei canini inferiori durante l’allineamento e il livellamento - Funzione del lace-back • Livellamento e allineamento - Principi guida

Esercitazione pratica: livellamento, allineamento, controllo morso, chiusura degli spazi, finitura e dettagliamento con apparecchiature HSDC. Trattamento estrattivo vs trattamento non estrattivo • La controversia estrazione-non estrazione • Considerazioni storiche • Considerazioni estetiche • Considerazioni biomeccaniche

• Trattamenti non estrattivi • Metodiche di recupero dello spazio • Casi clinici • Trattamenti estrattivi • Opzioni estrattive in classe I • Estrazione dei primi premolari • Estrazioni dei primi molari • Casi clinici

Trattamenti estrattivi nelle classi II • Strategie operative in rapporto alla diagnosi differenziale • Trattamenti non estrattivi nelle classi II • Considerazioni sulla dimensione sagittale • Rassegna sui sistemi distalizzanti • La sistematica per la distalizzazione rapida: la Smart Distalization Technique con l’HSDC • Casi clinici

ODONTOIATRI

• Perché proporre un nuovo sistema Straight Wire? • La ‘’questione Torque‘’ nelle sliding mechanics • HSDC: componenti di base, sequenza degli archi e della forma d’arcata ottimale • Significato clinico della nuova sequenza di archi • Selezione dei casi per HSDC ed esperienza clinica

Il trattamento non estrattivo nelle classi III • Casi clinici Il trattamento estrattivo nelle classi III • Casi clinici Il trattamento dei casi con asimmetrie

In collaborazione con:

• Controllo dell’overbite - Eziologia del morso profondo - Terapia del morso profondo - Eziologia del morso aperto - Terapia del morso aperto • Controllo dell’overjet - Metodi principali di correzione - Controllo del torque degli incisivi nella riduzione dell’overjet - Come ottenere un risultato stabile - Esempi pratici

pag 15


Leobologna 26:27 bologna