Issuu on Google+

CENTRO ORTOPEDICO SANITARIO Via Valobra, 140 - Carmagnola SHOW ROOM Largo V. Veneto, 4 C C O S S

N° 113 - Anno XI - Novembre 2011

6.000 copie - Mensile di Carignano, frazioni e dintorni

Tel./Fax 011.9771301

corso Cesare Battisti, 60 a Carignano, tel. 011.9697525

Distribuito gratuitamente a Carignano e frazioni, Vinovo, La Loggia, Piobesi Torinese, Osasio

Pag. 9

Comune

Natale senza luci, soltanto l’albero in piazza

Pag. 11

Carignano Card

Le tessere sono arrivate a quota tremila

Pag. 12

Maltempo

Protezione civile e Polizia municipale hanno fronteggiato l’emergenza

Pag. 13

Aspettando Natale

Giornata di festa con Ucap Centro Città domenica 4 dicembre

Un bastimento carico di... vitamine dacarignano@hotmail.com

www.ucapcarignano.com


Taglie comode Per la DONNA GIOVANE, SPORTIVA... ELEGANTE Via S. Pellico, 98 A - CARIGNANO (TO) - Tel. 011.9699365

CARIGNANO Alloggio al piano rialzato di 96 mq., composto da: tinello con cucinino, due camere, ripostiglio e bagno. Cantina e box. € 152.000,00 CARIGNANO In zona tranquilla, ma comoda a tutti i servizi, villa di pregio di due piani, libera su 4 lati di 230 mq., cantine di 115 mq., terreno circostante di 800 mt. con magazzino. Trattative riservate CARIGNANO (Via IV Novembre) Box doppio di 24 mq. € 18.000,00 CARIGNANO (Via Padre Lanteri) Alloggio di 65 mq., al piano terreno composto da: tinello, cucinino, camera e bagno. € 95.000,00

SANTENA Fabbricato indipendente libero su 4 lati, composto da piano rialzato: ingresso, cucina e cucinino, tre camere, salone, ripostiglio e bagno. Piano seminterrato: locale di sgombero, cantina e box. Tettoia ed orto. € 260.000,00 CARIGNANO (Via Forneri) In pieno centro in piccola palazzina di recente costruzione, alloggio al 2 piano con ascensore di mq. 150, su due livelli, ottime finizioni, antifurto, portoncino blindato, videocitofono. Cantina. € 265.000,00 CARIGNANO (Corso Vinovo) Alloggio nuovo con possibilità di personalizzazione, di mq. 100 composto da: soggiorno, cucina abitabile, due camere e doppi servizi. Box doppio. € 235.000,00

CARIGNANO (Borgata Brassi) Porzione di villa bifamiliare nuova di mq. 240 abitativi, composta da: P.t. soggiorno, cucina e bagno. P.1° 3 camere e bagno. Interrato e mansarda. Box doppio. Giardino privato esclusivo. € 370.000,00 CARIGNANO (Corso Vinovo) Alloggio nuovo, possibilità di personalizzazione, mq. 117 composto da: piano terreno, soggiorno, cucinotta e bagno. Piano primo: tre camere e bagno. Giardino privato. Box doppio. € 240.000,00

Troverete altre selezionate proposte presso la nostra agenzia!


26 Novembre 2011

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani”

AVVISO

A.A.A. ANNUNCI

Non tutti gli annunci sono gratuiti. Invitiamo gli inserzionisti ad attenersi alle condizioni riportate qui a lato. Grazie.

Gli annunci (5 euro ogni singola offerta immobiliare; 10 euro attività commerciali, ricerche di personale, ecc.; gratuiti gli altri) devono essere consegnati entro il 5 del mese. L’eventuale ripetizione di un annuncio deve essere rinnovata di volta in volta. Recapiti: Redazione, corso C. Battisti 60; Pedigree, via Savoia 1; Cartolibreria Luigi, via Savoia 13; dacarignano@hotmail.com

LAVORO Signora carignanese con esperienza cerca lavoro come baby sitter o stiro. Tel. 338.1484082. Autista 35enne con patente C, E, CQC, con esperienza, cerca lavoro serio. Tel. 320.5558120. Signora 33enne cerca lavoro come sarta (con esperienza), stiratrice, baby sitter o qualsiasi lavoro purché serio. Tel. 329.5461502. Laureata in matematica impartisce lezioni private di matematica e fisica a studenti della scuola superiore. Disponibile anche come aiuto compiti per ragazzi della scuola elementare e media e per la preparazione di esami universitari di matematica. In zona anche a domicilio. Tel. 333.5281877.

PERSONALI personali Signore 56enne, serio, di sani principi, cerca donna per instaurare un rapporto di amicizia. Tel. 339.4264094.

VEICOLI

9

2

#

5

C

8

1

0

M

4 7

*

M+

MEN

U

6

3

OK

Vendesi BMW 120, diesel, maggio 2007, km 25000, unico proprietario, colore blu Monaco. Tel. 338.6034339. Fiat 500 anno 1997, in discrete condizioni, vendesi per inutilizzo a 700 euro. Tel. 339.2814572.

con cassettone e materasso ortopedico, due comodini e settimino vendo a 600 euro. Tel. 334.7501380. Cucina a legna (putagè), bianca, usata poco, come nuova, vendo. Tel. 328.2218601. Vendo condizionatore Haier Inverter come nuovo, a Piobesi Torinese, da smontare, a 250 euro. Tel. 334.7501380. Vasca per acquario a 40 euro ven-

desi. Tel. 339.2814572. Tavolo moderno in laminato e vetro, allungabile, con quattro sedie, vendo a 150 euro. Tel. 334.7501380. Tre porte in vetro satinato, misure 1,85 X 85, vendonsi a 200 euro ciascuna. Tel. 339.2814572. Vendesi mobile basso color legno Wengè con quattro cassettiere e vetrinetta a due ante, a 180 euro. Tel. 334.7501380.

Per le inserzioni pubblicitarie su

“da Carignano Ieri, Oggi, Domani” telefonate al 339.7292300

EMMEPI DECORAZIONI di Pinna Massimiliano

Cell. 338-96.73.623

IMMOBILI/ATTIVITA’

Via IV Novembre, 16 - Carignano (TO)

Affitto appartamento ammobiliato con cura, 40 mq, in Carignano centro, a 420 euro mensili, spese comprese. Solo referenziati: Tel. 333.4555597. Privato vende appartamento in basso condominio, a Carignano in via Speranza, al primo piano, composto da ingresso, tinello, cucinino, 3 camere, bagno, ampio balcone, cantina, box doppio. Tel. 011.9690068 - 348.6118966. Carignano via Silvio Pellico, affittasi ampio bilocale con servizi (volendo arredato) con box auto. Tel. 333.9476308. A Carignano affittasi in via Silvio Pellico laboratorio/magazzino mq 160, ufficio, servizi, tettoia, cortile privato recintato, passo carraio su statale. Tel. 333.9476308. Privato vende in Carignano casa di 100 mq con ampia cantina, cortile e garage. Tel. 389.6823566. Box auto nuovo vendesi a Carmagnola, in via Magone, 8,5 x 2,8 mt, prezzo da concordare. Tel. 338.6034339. Affittasi in Carignano alloggio al piano terra composto da soggiorno, due camere, bagno, cantina. Tel. 011.9693216 (ore pasti).

Tinteggiatura - Decorazioni Opere in cartongesso Lavaggio facciate Opere Edili

VARIE Camera da letto moderna, color legno Wengè, composta da letto

Massimiliano Pinna

maxpinna70@libero.it Mensile indipendente di informazione, attualità e cultura. Distribuito gratuitamente a Carignano, frazioni e dintorni. Reg. Tribunale di Torino n. 5537 del 7.8.2001

Direttore responsabile Cristina Cavaglià Direttore editoriale Massimo Bessone Collaborano Daniele Bosio, Luca Bruno, Gervasio Cambiano, Carlo Cavaglià, Marilena Cavallero, Roberto Dal Prete, Stefania Falcone, Matteo Grassedonio, Giuseppe Manescotto, Claudio Montemarano, Angela Pastore, Cristina Pejretti, Massimo Pejretti, Massimo Peretto, Daniela Previale, Daniela Tontini, Bruno Valinotti, Flavio Viotto Proprietà UCAP, Unione Commercianti Artigiani Professionisti di Carignano; via Frichieri 13, Carignano Grafica, impaginazione e stampa Nuova Grafica Carignanese s.n.c di Bordone e Scifo, via Salotto 15, Carignano Redazione: corso Cesare Battisti 60, tel. 011.9697525, Carignano e-mail: dacarignano@hotmail.com Pubblicità: 339.7292300 “Da Carignano - Ieri Oggi Domani” non beneficia di contributi p u b b l i c i m a s i f i n a n z i a e s c l u s i v a m e n t e c o n g l i i n t r o i t i d e r i v a nti dalle inserzioni pubblicitarie e dagli annunci a pagamento e con le eventuali offerte dei lettori.

24 ORE: FARMACIE DI TURNO N.B. Il servizio notturno funziona esclusivamente per le urgenze e le ricette mediche. Orario delle farmacie di guardia notturne e festive: dalle 8.30 alle 8.30 del giorno successivo.

Novembre

M 7 CARMAGNOLA (Don Bosco) G 8 VILLASTELLONE V 9 LOMBRIASCO S 10 CARMAGNOLA (Don Bosco) D 11 CARMAGNOLA (Comunale) L 12 PIOBESI M 13 PANCALIERI M 14 CARMAGNOLA (Appendino) G 15 CARIGNANO (Pozzati) V 16 VILLASTELLONE S 17 CARMAGNOLA (Amedei) D 18 CARMAGNOLA (Amedei) L 19 OSASIO M 20 PANCALIERI M 21 CARMAGNOLA (San Bernardo) G 22 CARIGNANO (Cossolo) V 23 LOMBRIASCO S 24 CARMAGNOLA (Comunale) D 25 CARMAGNOLA Dicembre (San Bernardo) G 1 VILLASTELLONE L 26 CARIGNANO (Cossolo) V 2 CARIGNANO (Cossolo) M 27 CASTAGNOLE S 3 CARMAGNOLA M 28 CARMAGNOLA (Borgo Vecchio) (Don Bosco) D 4 CARMAGNOLA G 29 PANCALIERI (Borgo Vecchio) V 30 PIOBESI L 5 OSASIO S 31 CARMAGNOLA M 6 CASTAGNOLE (Appendino) M 15 PANCALIERI M 16 CARMAGNOLA (Appendino) G 17 CARIGNANO (Pozzati) V 18 VILLASTELLONE S 19 CARMAGNOLA (San Bernardo) D 20 CARMAGNOLA (Don Bosco) L 21 OSASIO M 22 CASTAGNOLE M 23 CARMAGNOLA (Borgo Vecchio) G 24 PANCALIERI V 25 LOMBRIASCO S 26 CARMAGNOLA (Comunale) D 27 CARMAGNOLA (San Bernardo) L 28 PIOBESI M 29 CARIGNANO (Pozzati) M 30 CARMAGNOLA (Amedei)

DOVE TROVARLE. A Carignano: Cossolo, via Salotto 6 (tel. 011.9697160); Pozzati, piazza Carlo Alberto 1 (tel. 011.9697164). A Carmagnola: Amedei, via XX Settembre 1 (tel. 011.9723196); Appendino, via Valobra 149 (tel. 011.9723195); Comunale, via Ronco 49 (tel. 011.9770941); Don Bosco, via Chieri 2/A (tel. 011.9716668); Ferrari, via Fratelli Vercelli 1 (tel. 011.9715017); Salsasio, via Pascoli 8 (tel. 011.9771267); San Bernardo, via del Porto 171/a (tel. 011.9712300). A Castagnole: piazza Vittorio Emanuele 14 (tel. 011.986673). A Lombriasco: via San Giovanni 5 (tel. 011.9790330). A Moncalieri: Borgo Navile, via C.Colombo 2 (tel. 011.642578); Castelvecchio, str.Genova 192 (tel. 011.6471233); Ceriana, str. Carignano 13 (tel. 011.642143); De Grazia, str. Stupinigi 14 (tel. 011.6056355); Magnani, str. Genova 14 (tel. 011.642425); Maldini, P.za Vittorio E II (tel. 011.642529); Parizia, via Tenivelli 3/a (tel. 011.642722); Premi, str. Carignano 72 (tel. 011.646621); S.Maria, C.so Roma 24 (tel. 011.645589); S.Matteo, C.so Roma 73 (tel. 011.6067769); S.Monica, Str. Torino 71 (tel. 011.6610416); S.Pietro, via Sestriere 32 (tel. 011.6069830); Superga, C.so Roma 45/6 (tel. 011.6051684); Tosi, str. Genova 264 (tel. 011.6810281). A Nichelino: Comunale 1, via Moncenisio 38 (tel. 011.6809814); Comunale 2, P.za A.Moro 50 (tel. 011.6272448); Crocera, via Martiri 2 (tel. 011.6273092); Dallocchio, via Torino 137 (tel. 011.6809061); Debouchè, l. delle Alpi 16 (tel. 011.6890416); Della Stazione, via Torino 224 (tel. 011.621964); Erbetta, via Torino 106 (tel. 011.623829); Largo Giusti, L.Giusti 56 (tel. 011.6279560); Sangone cnc, via Torino 20 (tel. 011.6064866); Sant'Edoardo, via Buonarroti 1/c (tel. 011.6051471). A Osasio: via Torino 41 (tel. 011.9793303). A Pancalieri: via Principe Amedeo 22 (tel. 011.9734441). A Piobesi: corso Italia 13 (tel. 011.9657012). A Racconigi: Barberis, via Stefano Tempia 6; Maritano snc, via Francesco Morosini 12 (tel. 0172.85361); Quaglia, via Angelo Spada 20 (tel. 0172.85048). A Villastellone: piazza Libertà 26 (tel. 011.9696063). Orari di apertura: 8.30-12.30; 15.15-19.15.

Novembre 2011

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani”

Lettere al giornale Un sentito ringraziamento alla Croce Rossa di Carignano Forse non tutti se ne rendono conto, ma a Carignano abbiamo la grande fortuna di avere una sezione della Croce Rossa Italiana che funziona come meglio non si potrebbe sperare. Il giorno 14 ottobre - ore 19 circa - mia moglie, scivolando sul pavimento bagnato dell’ingresso, cadeva sbattendo violentemente la schiena ed il capo sul pavimento. I violenti dolori immediatamente insorti rendevano necessaria la richiesta di soccorso alla Cri. In pochi minuti giungeva a casa mia (terzo piano) l’eqipaggio di un’ambulanza che con lodevole preparazione di soccorso, grande velocità di intervento condita da una buona dose di

gentilezza ed umanità (cose rari di questi tempi!) mettevano in sicurezza il mio familiare e con grande sforzo fisico scendevano i tre piani di scale con l’infortunata imbragata sulla barella rigida. Le condizioni consigliavano il trasporto al C.T.O. dove gli esami effettuati accertavano una frattura vertebrale. Terminata la procedura di soccorso al C.T.O., un altro equipaggio, altrettanto preparato, gentile ed umano, veniva a recuperare l’infortunata e me la riportava a domicilio, riportando la barella rigida con il “passeggero” a bordo fino al terzo piano (vi lascio immaginare lo sforzo!). Dal profondo del cuore mi sento in dovere di segnalare la competenza, la celerità, la gentilezza e l’umanità dimostrata dagli equipaggi della Croce

Per le inserzioni pubblicitarie su

“da Carignano Ieri, Oggi, Domani” telefonate al 339.7292300

CARIGNANO

Rossa di Carignano durante lo svolgimento di uno dei tanti interventi di soccorso volontario. Grazie, ragazzi! Siete stati meravigliosi! Con affetto e riconoscenza, Silvano Garbarino

3

La redazione è aperta al pubblico La redazione di “Da Carignano - Ieri Oggi Domani” si trova in corso Cesare Battisti 60, sotto il viale. Apertura al pubblico una volta alla settimana: sabato mattina dalle ore 10 alle 12.

Quando l'odore dei rifiuti entra in casa Leggendo la rubrica sul numero di settembre che si riferisce ai rifiuti abbandonati nei cestini del Covar e che sicuramente non hanno un aspetto gradevole, mi viene in mente (anzi all'occhio!), una situazione che ci riporta a parlare di ritiro dell'immondizia porta a porta. Mi chiedo: i cittadini carignanesi (perché credo che lo siano anche loro) che abitano nei vicoli usufruiscono di un servizio che si può definire porta a porta o lo lo pagano semplicemente? Anche perché l'im-

mondizia depositata non viene ritirata nemmeno dopo i solleciti al telefono più volte al mese, quindi sono costretti a lasciare i loro rifiuti anche contro i muri degli altri abitanti del vicolo che così, si devono vedere lo spettacolo e, quando aprono la finestra al mattino per cambiare l'aria, sentono anche arrivare lo sgradevole odore dei rifiuti vicini, non per colpa loro ma perché la raccolta non viene effettuata correttamente. C.A.

Le lettere, complete di firma (che sarà omessa esclusivamente su esplicita indicazione) e di indirizzo del mittente, devono pervenire entro e non oltre il 5 del mese. Non vengono accettate le lettere anonime.

Volete sostenere il giornale sottoscrivendo un abbonamento annuale? Il giornale sarà inviato all’indirizzo che voi indicherete. Costo di 11 numeri: 30 euro per spese di spedizione fuori Carignano, 15 euro per il recapito a Carignano. Rivolgersi alla Tipografia: Nuova Grafica Carignanese - via Salotto 15 - tel. 011.96.97.872.

Grazie infinite a un donatore anonimo Da questo spazio desidero ringraziare la persona che ha lasciato nella mia buca il secondo volume degli “Appunti per una lettura della Città”, accompagnato da un biglietto, scritto in stampatello: “Per Marilena Cavallero - Le può interessare come ricerca”. Grazie infinite per l’attenzione, anonimo amico/a. Marilena Cavallero

segue a pag. 5

Consegne entro e non oltre il 5 del mese La redazione non garantisce la pubblicazione di comunicati, testi e qualsiasi materiale inviati oltre il 5 del mese. Si confida nella collaborazione.

Tel./Fax 011.9652721 - Cell. 330.542106 - 335.291618 www.traslochivitello.it - info@traslochivitello.it


Novembre 2011 25

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani”

Agenda - “Moda in Italia”. Dalò 1861 a oggi. Reggia di Venaria, Venaria Reale (piazza della Repubblica 4). Fino all'8 gennaio. - “Arte Povera International”. Castello di Rivoli, Rivoli (piazza Mafalda di Savoia). Fino al 19 febbraio. - “Meet Design”, Torino, Palazzo Bertalazone (via San Francesco d'Assisi 14). Fino al 25 gennaio. - “ S i m o n S t a r l i n g - T h e I n a cc e s s i b l e P o e m ” . Torino, Fondazione Merz (via Limone 24). Fino al 15 gennaio. - “The Urethra Postcard Art of Gilbert & George”. Torino, Pinacoteca Giovanni e

Marella Agnelli (via Nizza 230). Fino al 4 marzo. - “Incontrare Bagetti”. Torino, Pinacoteca Accademia Albertina (via Accademia Albertina 8). Fino all11 gennaio. - “Giuseppe Pietro Bagetti al servizio di Napoleone”. Torino, Galleria d'Arte Moderna - GAM (via Magenta 31). Fino all'11 dicembre. - “Una espressione geografica. Unità e identità dell'Italia attraverso l'arte contemporanea”. Torino, Fondazione Sandretto Re Rebaudengo (via Modane 16). Fino al 27 novembre. - “Sarà l'Italia. La ricostru-

Chef speciali al ristorante del “Bobbio” Alberghiero di Carignano: in cucina anche gli ex allievi Carignano. Quando gli ex allievi tornano sui banchi di scuola, ma forse in questo caso sarebbe meglio dire entrano di nuovo nelle cucine dell’Istituto Alberghiero “Norberto Bobbio” di Carignano (ingresso da via Porta Mercatoria 4/B), lo fanno per servire una deliziosa cena della tradizione piemontese, dai semplici e genuini sapori locali ma di gran classe. Lo scorso mercoledì 26 ottobre gli chef Andrea Berardo ed Alessandro Fissore, coadiuvati dal loro ex insegnante Claudio Thoux e dagli studenti di cucina, sono tornati al “Bobbio” e hanno fatto gustare i piatti tipici piemontesi: un aperitivo di fonduta con salciccia di Bra, un antipasto di gallina bianca di Saluzzo con piccole verdure autunnali in agrodolce, un uovo biologico cotto a bassa temperatura con fonduta di Raschera e porri de Cervere, i ravioli ai tre arrosti serviti, proprio come un a volta, sul tovagliolo, lo stinco di agnello brasato e per concludere le pere Martin Sec con ricotta seirass, il tutto innaffiato con gli ottimi Arneis, Dolcetto d'Alba e Barolo Lecinquevigne dell’Azienda Vinicola Damilano di Barolo. Dopo la cena, ad Andrea e Alessandro, ora chef rispettivamente dei ristoranti “La Valle” di Valle Suglio (Trofarello) e “Porta di Po” di Torino, è stato chiesto che effetto ha fatto risalire le scale dell’Istituto “Bobbio”: “Emozionante! Dopo cinque anni - ha confessato Andrea - ho sentito un piccolo tuffo al cuore... tanti ricordi, tante belle cose vissute”. “Io la sera prima della cena - ha aggiunto Alessandro - mi trovavo al ristorante dove lavoro ora, ho cucinato e mi sentivo tranquillo. Ma stamattina... beh! Ho avuto un po’ di tremarella alla gambe mentre entravo in cucina”. Dal Bobbio commentano: “E’ fuor di dubbio che questa cena è stato un avvenimento importante. Per noi, commensali e spettatori in sala, è stato bello assistere a un incontro di più generazioni: da un parte ex allievi insegnanti e il Dirigente Scolastico Franco Zanet che non senza emozione hanno ricordato alcuni momenti scolastici passati e dall’altra gli studenti delle quarte e quinte, futuri chef, ai quali sarà sicuramente passato nella mente il sogno di diventare un giorno grandi chef, proprio come i loro ex compagni”. Le cene al ristorante del “Bobbio”, ingresso da via Porta Mercatoria, sono un’opportunità importante perché fanno conoscere alla cittadinanza questa originale ed innovativa Scuola che si è imposta non solo per le prelibatezze che vi vengono preparate ma anche per i ragazzi che ci mettono tanto impegno e servono i commensali con impeccabile eleganza e destrezza. I prossimi appuntamenti: venerdì 25 novembre: “Chef per una sera”, con menù a base di pesce; a dicembre cena con lo chef Anna Tamasco di "Te.Ma Food" di Carmagnola. Per prenotazioni: dal lunedì al venerdì, tel. 011.9690607 (signora Paola). ◆

Argentero dedica una mostra a Pirlato Racconigi. Nel centenario della nascita di Nino Pirlato (19112011), il pittore carignanese Luigi Argentero, allievo del Maestro racconigese, gli dedica una mostra nella chiesa di San Giovanni Decollato a Racconigi. Accanto alle opere di Argentero sono esposte alcune opere di Pirlato. La mostra, inaugurata il 10 novembre, sarà visitabile fino a domenica 20. Orari: giovedì 17 10-12.30; sabato 19 e domenica 20 15-19.◆

zione del primo Senato”. Torino, Palazzo Madama (piazza castello). Fino all'8 dicembre. - “Terre preziose. Reali maioliche di Torino”. Torino, Museo di Arti Decorative Accorsi-Ometto (via Po 55). Fino all'8 gennaio. - “Fare gli Italiani. 150 anni di Storia nazionale”; “Il futuro nelle mani. Artieri domani”; “Stazione futuro”. Torino, Officine Grandi Riparazioni (via Castelfidardo 22). Fino al 20 novembre. - Museo Nazionale del Risorgimento - Palazzo Carignano. Torino (piazza Carlo Alberto 8). - Museo “Le Nuove”. Torino (via Paolo Borsellino 1). - Museo di antropologia criminale “Cesare Lombroso”. Torino (via P.Giuria 15).

Carignanese

Biblioteca civica, orari di apertura La biblioteca civica (secondo piano del Municipio, via Frichieri 13; tel. 011.9698481) osserva il seguente orario di apertura per il servizio di lettura e prestito: lunedì 14.30-18, martedì 14.30-18, mercoledì 14.30-18 e 20.30-23, giovedì 9-12 e 14.30-18, venerdì 14.30-18, sabato 9-12. Tel. 011.9698442-481-482. Museo civico “Giacomo Rodolfo” Il museo di storia, arte e archeologia locale (secondo piano del Municipio, via Frichieri 13) è aperto ogni terza domenica del mese, in occasione di manifestazioni cittadine e su prenotazione. Orario: 10-12, 15-18. Visite per le scuole su prenotazione (tel. 011.9698442). Sindacato Pensionati a Carignano A Carignano lo Spi (Sindacato Pensionati Italiani) C.G.I.L., Lega di Carmagnola (via Fossano 4), si trova in via Quaranta 4 (tel. 011.9697865). Orari di apertura per il pubblico: martedì, giovedì e venerdì dalle 9 alle 11.30. Patronato Inca: primo e terzo giovedì di tutti i mesi, dalle ore 15 alle 17. Caf Acli per le famiglie Quando la tua famiglia conta c’è il Caf Acli. Per 730, Unico, Isee e Red pensionati: conta su di noi! A Carignano (via Roma 18, presso il Campo Giochi): tutti i martedì dalle 9 alle 12. A Carmagnola (piazza IV Martiri 21): lunedì dalle 14 alle 17, mercoledì e venerdì dalle 9 alle 12. Donazioni del sangue I prelievi si effettuano nella sede di via San Remigio 46 (ex ospedale civile, piano terra, ingresso dal cortile). Le prossime date per donare il sangue sono le seguenti: - Adac: mercoledì 7 e domenica 11 dicembre; dalle ore 8.30 alle 11.30. - Fidas: venerdì 25 e lunedì 28 novembre; dalle ore 8 alle 11.

Leonardo da Vinci alla Reggia di Venaria L’Autoritratto e altri capolavori in una grande mostra fino a gennaio L'Autoritratto di Leonardo da Vinci è il protagonista di una grande mostra in cui il celebre disegno, conservato nel caveau della Biblioteca Reale di Torino, viene esposto insieme ad altri capolavori del Maestro e degli artisti che nei secoli si sono ispirati al suo genio. Nell'ambito degli eventi di Esperienza Italia per le celebrazioni del 150° Anniversario dell'Unità nazionale e con l'Alto Patronato del Presidente della Repubblica, la Scuderia Grande della Reggia di Venaria ospita, dal 17 novembre al 29 gennaio, la mostra “Leonardo. Il genio, il mito” dedicata al personaggio che meglio rappresenta l'esempio del più grande genio italiano di tutti i tempi. Intorno all'opera, nota in tutto il mondo per il suo valore artistico e per i tanti significati che le sono stati attribuiti, sono esposti il “Codice sul volo degli uccelli” ed una trentina di importanti disegni di Leonardo, provenienti da collezioni italiane ed europee, sul tema dell'anatomia umana e del volto, delle macchine, della natura nonché altri interessanti ritratti riferibili ad allievi per un confronto diretto ed inedito con lo stesso Autoritratto. La mostra si sviluppa con una significativa sezione rappresentativa delle opere di importanti artisti e personalità che nell'età moderna - come Vasari e Sodoma - e nell'età contempo-

ranea - come Duchamp; Warhol, Spoerri Nitsch; Recalcati e tanti altri - si sono ispirati al mito di Leonardo. Curata da autorevoli studiosi, la mostra è arricchita da una spettacolare scenografia ideata dal premio Oscar Dante Ferretti e

da prestigiosi contributi come l'originale video-inchiesta di Piero Angela sul mistero dell'Autoritratto. -“Leonardo, il genio, il mito”. Reggia di Venaria Reale, Scuderie Juvarriane. Dal 17 novembre al 29 gennaio. ◆

Le fotografie di Doisneau al Museo di Scienze “Les doigts pleins d’encre” dal 27 novembre al 15 gennaio Torino. Con un'esposizione dedicata all'autore del celeberrimo “Le baiser de l'Hôtel de Ville” chiude al Museo Regionale di Scienze Naturali di Torino il ciclo di incontri promosso dal Festival “Per sentieri e remiganti” sul tema ecologia del pensiero. La mostra “Robert Doisneau - Les doigts pleind d'encre” sarà inaugurata sabato 26 novembre, ore 18, dalla nipote del fotografo, la giornalista Clémentine Deroudille, con un incontro dedicato a “Lo sguardo gentile “di Robert Doisneau. Protagonisti delle foto esposte sono gli scolaretti parigini immortalati tra gli anni ‘40 e ‘50 del secolo scorso, soggetti cari al fotografo francese, che li ritrae con delicatezza attraverso un pensiero “pulito”: il rispetto per chi è piccolo. “Quello che cercavo di mostrare - ha scritto il fotografo scomparso nel 1994 - era un mondo dove mi sarei sentito bene, dove le persone sarebbero state gentili, dove avrei trovato la tenerezza che speravo di ricevere. Le mie foto erano come una prova che questo mondo può esistere”. Le foto che saranno esposte nelle sale del Museo di Scienze Naturali di Torino sono immagini semplici, in bianco e nero, che riprendono i bambini nella loro vita quotidiana. Immagini che non hanno bisogno di commenti. “Bisogna produrre fotografie così come si mettono dei fiori su un cappello - ha detto Doisneau a proposito del suo lavoro - e lasciare che siano i critici a scoprirne le intenzioni filosofiche. - Dal 27 novembre fino al 15 gennaio la mostra sarà aperta tutti i giorni (salvo il martedì) dalle 10 alle 19. Torino, Museo Regionale di Scienze Naturali (via Giolitti 36). Per informazioni Museo: tel. 011.432.6354. ◆


“Cosa chiederei oggi a Marchionne” Liberato Norcia racconta in un libro i suoi anni alla Fiat Vinovo. La Fiat, di ieri e di oggi, e non solo nelle memorie di Liberato Norcia. Lo scorso 26 ottobre, presso la Biblioteca Civica, nella sala conferenze del Castello della Rovere, Domenico Liberato Norcia ha presentato la propria biografia dal titolo “Quello che ho chiesto trenta anni fa all’onorevole Enrico Berlinguer e quello che chiederei oggi all’ingegner Sergio Marchionne” per la Legma Edizioni. Liberato Norcia è originario di Greci (Avellino) ma da quarant'anni abita a Vinovo e, dopo il successo di una precedente esperienza di memorie date alle stampe dal titolo “Io garantito, frammenti di vita e di pensieri di un operaio Fiat ” (1980), ha voluto riscrivere le proprie memorie di vita ma soprattutto di militanza sindacale alla Fiat Mirafiori negli storici anni 1968-86. La prima parte della narrazione riguarda proprio questi anni con le lotte operaie “viste dal di dentro”, da uno dei primi e principali protagonisti. La seconda parte è dedicata alle proprie origini, cioè a Greci, caratteristico paese dell’Irpinia sempre nel cuore dall’autore, alla famiglia con belle pagine dedicate ai genitori, agli anni giovanili, ed alla importante e deci-

siva esperienza di lavoro in Germania. Di Liberato Norcia va ancora detto che è davvero uomo di multiforme ingegno in quanto poeta, musicista e anche buon pittore di paesaggi e ritratti dal tratto sicuro e armonioso. La biografia presentata è un bel lavoro, scritto in modo godibile e discorsivo tutto da leggere e da apprezzare anche per la “ storia più grande di quegli anni a Torino” che affiora in molti passaggi della narrazione. ◆ Gervasio Cambiano

paesi

Donatori del sangue in festa L’Avis riunisce soci e amici domenica 27 novembre Vinovo. La sezione Avis di Vinovo ha organizzato la tradizionale riunione conviviale per i soci donatori, famigliari e per tutti i simpatizzanti che si terrà domenica 27 novembre. Alle ore 11 presso la chiesa parrocchiale di San Bartolonmeo sarà celebrata la Santa Messa con intenzione di memoria per i soci defunti dell’annata; alle 12,30 presso il ristorante Le Cascine di Stupinigi sisvolgerà il pranzo sociale. Inoltre viene rinnovata anche per il prossimo 2012 l’iniziativa “Befana Avis” e quindi i soci donatori potranno iniziare a prenotare i regali per i propri figli o nipoti di primo grado sotto i 12 anni, ogni venerdì sera presso la segreteria AvisS di piazza Rey. ◆

Inaugurato il nuovo viale della Rimembranza Al posto degli abeti, un filare di meno folti cipressi Vinovo. In occasione della festività del 1° novembre e dei Santi è stato inaugurato il viale della Rimembranza, rimesso a nuovo dall’Amministrazione Comunale con cipressini più radi e, si spera, meno alti dei precedenti abeti. E’ questa la quarta volta che il viale del cimitero viene ristrutturato. Venne inaugurato a metà degli anni '20 dello scorso secolo in via Chisola, a quel tempo quasi del tutto libera da edifici sia civili che industriali, che saranno costruiti molti anni dopo. Negli anni 1949-50, dovendo aggiungere la quindicina di nomi di militari e civili deceduti nel conflitto appena terminato, l’Amministrazione comunale di allora, guidata dal sindaco Pipino, ricostruì nuovamente il viale della Rimembranza, spostandolo di fianco alla cinta del cimitero, sul lato della porta del Monumento della Croce. Infine con il primo ampliamento moderno del cimitero (prima metà degli anni '80 dello scorso secolo) e conseguente spostamento della strada per Piobesi, nell'ottobre del 1984 il viale venne riposizionato lungo la via San Desiderio verso l’accesso principale del Cimitero, con nuove targhe dei defunti e piantumazione di decorativi ma un po’ troppo folti abeti. ◆ G. C.

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani”

Per informarsi sul fotovoltaico Serate di approfondimento a Piobesi, Candiolo, Pancalieri Per promuovere la diffusione e l’installazione di pannelli fotovoltaici anche sugli edifici del nostro territorio, la rete nazionale del G.A.F. - Gruppo Acquisto Fotovoltaico ha organizzato una serie di serate informative che si svolgono in queste settimane. L'iniziativa si rivolge a tutti coloro che sono interessati ad approfondire l'argomento e saperne di più anche per quanto riguarda costi e benefici. Tra gli appuntamenti in calendario: martedì 22 novembre a Piobesi Torinese, Sala Centro Incontri (via XXV aprile); giovedì 24 novembre a Candiolo, Sala consiliare (Municipio, via Foscolo 4); martedì 6 dicembre a Pancalieri, Sala Museo della Menta (via San Nicolao 18). Tutti gli incontri iniziano alle 19.30. Per ulteriori informazioni: www.soleinrete.it. ◆

“Essere italiani” fino a dicembre a Carmagnola Mostre, musica, poesia e teatro per i 150 anni dell’Unità Carmagnola. A conclusione delle celebrazioni per il 150° Anniversario dell'Unità d'Italia Carmagnola presenta “Essere italiani”, un programma di mostre, musica, poesia e teatro da venerdì 18 novembre a domenica 4 dicembre. La manifestazione è organizzata dall'Assessorato alla Cultura del Comune con la collaborazione dell'Associazione Ex Allievi Liceo Classico Baldessano, di Carmagnola Musei, di Carmagnola Centocinquanta, della Biblioteca Civica e di Palazzo Lomellini. Le mostre da visitare sono le seguenti: “Centocinquant'anni libri fa”, i libri letti in Carmagnola all'epoca del Risorgimento (Biblioteca Civica, via Valobra; aperta venerdì, sabato e domenica ore 15-18); “Essere italiani _ La scuola elementare e la costruzione dell'identità nazionale” (Palazzo Lomelllini, piazza Sant'AGostino primo piano; aperta venerdì, sabato e domenica ore 15-18); “Strisce di risorgimento”, Risorgimento e Unità d'Italia nei fumetti e e nella stampa per ragazzi ((Palazzo Lomelllini, piazza Sant'Agostino, secondo o piano; aperta venerdì, sabato e domenica ore 15-18). Per informazioni sul programma: Comune di Carmagnola, Ufficio Cultura tel. 011.9724238 - www.comune.carmagnola.to.it. ◆

CENTRO REVISIONI M.B.E.

di FERRERO Emilio

Nel 2011 • tutte le auto immatricolate nel 2007 sono da revisionare: • tutte quelle revisionate nel 2009 Via Galimberti, 43 - 10040 PIOBESI T.SE - Tel. 011.9650256 - Fax. 011.9650126 centrorevisioni.mbe@gmail.com

Compro Oro COMPRO e Orologi

ORO VECCHIO USATO E DA ROTTAMARE (ROTTO)

A’ T I V O N

COMPRO VECCHI OROLOGI

ALL’INTERNO VASTO ASSORTIMENTO DA POLSO E DA TASCA, DI OGGETTI IN ORO E OROLOGI D’EPOCA IN ACCIAIO, ARGENTO PER I TUOI ACQUISTI A PREZZI DA FAVOLA E IN ORO ANCHE ROTTI

REVISIONIAMO • AUTOVETTURE • AUTOCARRI SINO A 35 QL. • FURGONI CAMPER • TELONATI • FUORISTRADA • 4WD

NON RITIRIAMO OROLOGI AL QUARZO e DA DONNA ORARIO: Dal martedì al venerdì 9,30 - 12,30 / 15,00 - 18,00 Sabato mattina 9,30 - 12,30 Chiuso sabato pomeriggio e lunedì mattina

Valutazioni GRATUITE senza impegno

Pagamento immediato e in contanti

MASSIME VALUTAZIONI Via F.lli Vercelli, 106 • 10022 CARMAGNOLA (TO) - Tel. 011.9778552

Novembre 2011

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani”

Lettere al giornale segue da pag. 3 “Padus e Master Plan: voglia di fare, tra sogno e miopia” Voglia di fare, tra sogno e miopia Con piacere ho partecipato alla serata patrocinata dal Comune di Carignano presso la Società Canottieri Padus promossa e organizzata dal Presidente della medesima, il signor Andrea Gandiglio, in data 10 novembre. Un incontro che vedeva tra gli altri, in qualità di relatori, anche il Sindaco Cossolo, l’Assessore all’Ambiente Albertino, il Direttore del Parco del Po e promotore del Master Plan Ippolito Ostellino e Daniela Broglio responsabile dello Sviluppo Territoriale dell’Atl Turismo Torino. Il signor Gandiglio, partendo dalla sua carica di Presidente di un’Associazione che si trova sulle sponde del Po, ha offerto alla Città un’occasione (ha promesso: la prima di una serie, ci contiamo!) per iniziare a confrontarsi collettivamente, in merito a proposte, idee e progetti che potrebbero rilanciare il turismo nella nostra Città partendo proprio dal Po, invitandoci a guardarlo come risorsa reale da sfruttare al meglio e con intelligenza. La serata ha avuto nel suo corso interventi davvero interessanti, alcuni dei quali ci hanno fatto anche un po’ sognare in termini di prospettive possibili e si è conclusa con una ottima degustazione di vini e grappe. Vorrei condividere con i Cittadini della mia Città una serie di riflessioni e considerazioni.

1) E’ stato un vero piacere trovare a questo tavolo l’Atl Turismo Torino, unico interlocutore del settore serio e competente in merito alla possibilità di promuovere il turismo nella nostra Città perché Torino è la Porta naturale del nostro possibile Turismo. E’ per questo che il gruppo La città in Comune aveva nel suo progetto per Carignano il rientro immediato del nostro Comune all’interno di quel circuito per far sì che i 250 turisti annuali potessero aumentare invece che scomparire. L’Ammistrazione Cossolo, già nel precedente mandato ha scelto di far uscire Carignano dall’Atl Turismo Torino per inserirla (pagando di più!) nel circuito delle Terre dei Savoia. 2) E’ stato bello sentire parlare del nostro fiume, del verde che lo circonda, del valore che le aree attorno ad esso hanno per tutti noi che viviamo su questo territorio. Proprio perché siamo consapevoli di questo valore, a oggi stiamo, come gruppo in minoranza, cercando di capire a che titolo, con l’autorizzazione di chi e perché un privato cittadino stia coltivando a mais un terreno che è stato riqualificato area verde (ora di proprietà del Comune) con un progetto del Parco del Po, del Comune e delle cave e che dovrebbe avere un uso profondamente differente, come si può intuire. 3) Il discorso Turismo inevitabilmente ci ha portato nel corso della serata anche a parlare di strutture di ricezione e di servizi necessari perché il turista che arriva possa essere accolto in modo adeguato. Il Sindaco ha parlato dell’ex Municipio di Piazza San Giovanni pensato

come struttura alberghiera e punto ristorazione. Sono passati due anni e i due bandi per l’assegnazione di questo Palazzo sono andati deserti. Sappiamo che altre proposte, non così dissimili dall’idea di utilizzo che questa Amministrazione ha in merito all’edificio, sono state rifiutate. Intanto il tempo passa e il Palazzo peggiora nel suo stato e il recupero sarà sempre più impegnativo e oneroso per chiunque si farà avanti. 4) Fare Turismo, anche in una piccola realtà come la nostra, vuol dire anche e soprattutto fornire informazioni adeguate, competenti e precise, in buona sostanza offrire ad esempio un Ufficio Turismo presente sul territorio che accolga, indichi, suggerisca... A Carignano l’Uffcio Turismo è all’interno del Municipio che notoriamente è chiuso nei fine settimana. Stiamo forse puntando ad un turismo feriale? 5) Abbiamo davvero sognato ascoltando il Direttore del Parco del Po che ci ha illustrato come in Francia i fiumi siano vissuti dai cittadini in mille modi: dalle gite in barca, ai percorsi ciclabili, al bird watching, a percorsi sportivi, a zone pic nic o per camper... davvero bello! Il Master Plan si rifà sostanzialmente a questo modello. Il Po dei Laghi, la zona in cui Carignano è naturalmente inserita, sarà dimessa nel tempo dall’attività di escavazione e il territorio in questione passerà all’Amministrazione che lo dovrà gestire. Con quali risorse? E’ intuibile, come è stato esplicitato nella serata, che sarà necessario trovare privati che partecipino alla progettualità, al finanziariamente e alla gestione. Ci augu-

FRANCHISING IMMOBILIARE 3 LOCALI - 85 mq ca. Appartamento di nuova costruzione in centro paese, zona comoda ai servizi. Euro 205.000,00

Nuova costruzione in Borgata

Nel centro storico, al secondo ed ultimo piano con annesso sottotetto. Euro 95.000,00

Villa a schiera

Casa semidipendente

Di recente costruzione, 150 mq. di abitazione con giardino privato e box auto. Euro 300.000,00

Due appartamenti di 70 mq.cadauno con ingressi separati.Cortile privato di 100 mq. Euro 200.000,00

Villa a schiera. Nuova costruzione

Casa semidipendente

Casa semindipendente in Borgata 180 mq. di abitazione su due livelli, cortile privato di 400 mq. e magazzino di 70 mq. Euro 270.000,00

3 LOCALI - 70 mq ca. In zona residenziale, ristrutturato di recente. Box auto. Euro 160.000,00

Casa semindipendente Nel centro storico, su due livelli, possibilità di bifamiliare. Cortile e tettoie. Euro 285.000,00

In centro paese, appartamento ristrutturato di recente. Euro 158.000,00

Casa semindipendente in Borgata

In palazzina in paramano, doppia area, box auto. Euro 199.000,00

3 LOCALI - 70 mq ca. Ingresso, sala, cucinino, due camere e bagno. Doppia area. Euro 119.000,00

2 LOCALI - 40 mq ca. Riscaldamento autonomo, posto auto condominiale. Euro 63.000,00

Casa semindipendente 100 mq. su due livelli, cortile privato. Ristrutturata. Euro 195.000,00

2 LOCALI - 65 mq ca. In centro paese.Ristrutturato di recente.Euro 133.000,00

In centro paese, 150 mq. di abitazione con cortile privato. Euro 250.000,00

4 LOCALI - 85 mq ca.

280 mq. su due livelli, possibilità di bifamiliare. Cortile privato. Euro 295.000,00

3 LOCALI - 80 mq ca. In palazzina in paramano di soli due piani, in zona residenziale. Euro 112.000,00

Ristrutturato, riscaldamento autonomo. Euro 85.000,00 Palazzina di sei unità abitative in costruzione. Piano terra con giardino privato e piano primo con terrazzo. Box auto singolo. A partire da Euro 160.000,00

Il Consorzio Intercomunale Socio Assistenziale Cisa 31 ha aderito al progetto “Liberi di Essere, Liberi di Muoversi”, che consentirà di ottenere in comodato d’uso gratuito un autoveicolo nuovo ed attrezzato, che servirà per il trasporto di persone svantaggiate (anziani, disabili o soggetti che abbiano difficoltà motorie per ragioni fisiche, psichiche, sociali o familiari). L'operazione sarà finanziata attraverso l'inserzione di spazi pubblicitari a pagamento sulla parte esterna del veicolo; le aziende del territorio potranno infatti affittare tali spazi contribuendo ad un’azione di marketing sociale: dare alla propria pubblicità un valore aggiunto facendosi conoscere ma anche abbinando il proprio marchio ad una operazione concreta di solidarietà. La spesa sostenuta per l'inserzione è totalmente deducibile dalle tasse. Nei prossimi giorni sarà inviata alle aziende del territorio una lettera di presentazione dell’iniziativa. ◆

4 LOCALI - 110 mq ca. Di recente ristrutturazione. Panoramico. Euro 149.000,00

4 LOCALI - 140 mq ca.

2 LOCALI - 50 mq ca.

Marketing sociale con il Cisa

VALUTAZIONI GRATUITE

3 LOCALI - 80 mq ca.

Rustico in Borgata 180 mq. di abitazione, 330 mq. di tettoia e fienile, 1400 mq. di cortile e terreno privati. Possibilità di bifamiliare. Euro 330.000,00

In borgata, villa libera su due lati con cortile privato. Euro 255.000,00

riamo che i soggetti privati siano coinvolti quanto la gestione pubblica: davvero vorremmo scongiurare che le sponde del nostro fiume diventino un green per chi avrà la possibilità di permettersi l’eslcusività di un bene che è di tutti. Detto questo, la mia lettera è per ringraziare davvero di cuore il Sig. Andrea Gandiglio. Tra il sogno di un’idea possibile (forse! Mai visto un marketing così potente su un prodotto che ancora non esiste e che non è certo che esisterà), quella del Master Plan, e la miopia di un’Amministrazione che patrocina una serata come questa per poi compiere scelte che vanno in altre direzioni, il Sig. Gandiglio si è proposto in modo concreto, con un atteggiamento di apertura, dimostrando interesse e amore per la nostra Città, il nostro fiume e l’Associazione che rappresenta. Alcuni tra i relatori lo hanno definito “un uomo moderno”, capace di comprendere i cambiamenti e le evoluzioni e di cercare sinergia tra persone interessate. Sono d’accordo e credo che Carignano abbia bisogno di persone che, come il sig. Gandiglio, abbiano voglia di spendersi, di metterci “la faccia” di farsi promotori di possibilità e alternative per trovare le strade da percorrere insieme, in modo da cambiare la direzione che vede Carignano sempre più ripiegata su se stessa e fortemente a rischio. Ancora grazie e aspetto con fiducia gli altri incontri che ci ha promesso. Elisabetta Ghione Consigliere Comunale di Carignano per il gruppo La città in Comune

3 LOCALI - 70 mq ca. Rimodernizzato di recente. Euro 132.000,00

5

3 LOCALI - 70 mq ca. Nel centro del paese, ultimo piano panoramico, ristrutturato. Euro 109.000,00

3 LOCALI - 80 mq ca.

3 LOCALI - 80 mq ca.

Nel centro del paese, comodo a tutti i servizi. Doppia area, luminoso e panoramico. Euro 129.000,00

Nel centro storico, con termoautonomo. Ristrutturato. Euro 135.000,00

Casa semindipendente In zona riservata, comoda ai servizi con giardino privato. Euro 430.000,00

Casa semindipendente Nel centro storico, casa d’epoca con cortile e terrazzo privati. Euro 220.000,00

3 LOCALI - 70 mq ca. Mansarda di recente costruzione. Box auto. Arredato. Euro 205.000,00

3 LOCALI - 85 mq ca.

Nuova costruzione in centro paese

Appartamento ristrutturato di recente, piano terra con giardino privato di 100 mq. Euro 180.000,00

Appartamenti di varie metrature con giardino. A partire da Euro 120.000,00

AFFILIATO: STUDIO CARIGNANO sas • Via Silvio Pellico, 31 • CARIGNANO

TEL. 011.9699659 - E-mail: to2c2@tecnorete.it

Ogni agenzia ha un proprio titolare ed è autonoma

Altri

24 Novembre 2011


6

Novembre 2011

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani”

“Tutti uguali, tutti diversi” continua La seconda parte della mostra fotografica del Cisa dal 7 dicembre a Carmagnola Dopo i bambini, gli adulti: torna alla ribalta, con la seconda parte della mostra fotografica “Tutti uguali, tutti diversi”, il delicato tema dell’integrazione dei soggetti disabili. L’esposizione è organizzata dal Coordinamento Diversabilità del Consorzio Intercomunale Socio Assistenziale Cisa 31 nella chiesa di piazza sant’Agostino, a Carmagnola, da giovedì 8 a domenica 11 dicembre, con i seguenti orari: giovedì e venerdì 15.30 - 19; sabato e domenica 10-19 (ingresso gratuito) e si avvale del sostegno del Lions Club di Carmagnola e della Banca di Credito Cooperativo di Casalgrasso e Sant’Albano Stura. L’inaugurazione è prevista mercoledì 7 dicembre, alle ore 21. A settembre era stata presentata la prima parte della rassegna, dedicata ai minori, nella quale erano state esposte immagini scattate in una scuola materna, con bambini sia disabili sia non disabili in un contesto di integrazione. Nella rassegna di dicembre saranno di scena disabili adulti, presentati nelle loro attività di socializzazione e di accostamento ad ambiti lavorativi. In entrambi i casi si tratta di persone diversamente abili che interagiscono con persone non disabili, con un ben preciso messaggio: “Siamo tutti diversi ma al contempo siamo tutti uguali”. “Il tema della mostra è lo stesso spiega Giorgio Albertino, presi-

dente del Cisa 31 - cambiano i soggetti e lo scenario, non più la scuola ma l’ambiente di lavoro. Sono esposte, infatti, immagini di disabili adulti mentre svolgono attività all’esterno, in ditte, in laboratori, in negozi. Immutato anche l’obiettivo, quello di sensibilizzare la popolazione rispetto ad una tematica così importante, che deve entrare a far parte della cultura di tutti noi, una cultura di accettazione e valorizzazione delle diversità. Le attività nelle quali i soggetti sono ripresi vengono attivate sia a cura del Cisa 31 - Servizio inserimenti lavorativi le cui funzioni sono di avviare al lavoro i soggetti disabili o di effettuare interventi di socializzazione in ambiti lavorativi, che consentano loro di poter fruire di momenti e spazi di aggregazione e sia dal servizio centro diurno disabili appaltato alla Cooperativa Solidarietà Sei, dove si realizzano progetti finalizzati alla migliore integrazione sociale dei disabili. L’intento è di non mettere l’accento sul disabile ma sull’integrazione in atto, utilizzando immagini di soggetti disabili insieme ad altri colleghi di lavoro”. Verranno esposti una ventina di pannelli, composti da fotografie a colori con didascalie scattate dai fotografi del circolo fotografico La Fonte di Carmagnola, presieduto da Cosimo Desantis. “La prima parte, a settembre, ha riscosso un grande successo, ben

al di là delle nostre aspettative commenta Giovanni Cappello, responsabile del Coordinamento Diversabilità - i commenti positivi sono stati moltissimi e la rassegna è stata richiesta da numerose scuole dei Comuni limitrofi. Pensavamo venissero in prevalenza gli addetti ai lavori e invece è intervenuta molta gente, piacevolmente sorpresa dal modo con il quale abbiamo trattato il problema, utilizzando immagini anche molto belle da vedere. E anche in questo caso, dove sono protagonisti i disabili adulti, il pubblico rimarrà stupito di come siamo riusciti ad affrontare il tema della cultura dell’integrazione, in un modo tale da renderlo parte della vita quotidiana. Volutamente abbiamo trattato il problema in due momenti differenti, in maniera più gioiosa quella dedicata ai bambini, più seriosa, tra virgolette, quella dedicata agli adulti, cercando però in entrambi i casi di togliere drammaticità al problema pur riconoscendone l’esistenza. Lo scopo della mostra è quello di testimoniare la possibilità di vivere insieme, senza pregiudizi”. Anche la seconda parte della Mostra, alla pari della prima, non terminerà con l’esposizione di Carmagnola ma sarà itinerante e interesserà non solo gli altri sette Comuni del Cisa 31 ma anche tutti quelli che, pur al di fuori del Consorzio, vorranno ospitarla. ❚

Cucinare con gli avanzi per ridurre i rifiuti Iniziativa del Covar 14 in collaborazione con il “Bobbio” Carignano. Una ricetta per ridurre i rifiuti? Più di una, tutte raccolte in un volume che insegna a con gli avanzi. Nell’Unione Europea vengono gettate, secondo il recente dossier comunitario, ott5antanove milioni di tonnellate di cibo all’anno, il 42% dei quali prodotto dai cittadini nelle proprie attività quotidiane. Per questo il Consorzio Covar 14 ha deciso di partecipare, per il terzo anno consecutivo, alla Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti, (in programma dal 19 al 27 novembre, con il progetto “Cucina con gli avanzi”. L’iniziativa prevede il coinvolgimento di Banco Alimentare, Eataly e Slow Food, vere e proprie autorità nel campo della alimentazione sostenibile. Ma “Cucina con gli avanzi” vedrà come primo protagonista il territorio, visto che all’iniziativa parteciperanno numerosi ristoratori attivi nell’area del Covar 14, ognuno dei quali proporrà una ricetta che servirà a realizzare il ricettario della cucina con gli avanzi. L’opuscolo verrà consegnato a tutti i partecipanti nel corso dei laboratori che verranno organizzati durante la “Settimana”. Oltre ai cittadini, un ruolo di rilievo lo avrà anche l’Istituto Alberghiero “Norberto Bobbio”, che organizzerà il laboratorio di Carignano e contribuirà, con le ricette proposte dagli allievi, alla realizzazione del ricettario. Inoltre il Bobbio ospiterà la cena conclusiva dell’iniziativa nella serata di giovedì 24 novembre. “Siamo felici di partecipare per il terzo anno consecutivo alla Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti - ha osservato il presidente del Consorzio Covar 14, Leonardo Di Crescenzo -. Il progetto di adesione presentato quest’anno ci rende particolarmente orgogliosi perché, oltre a coinvolgere a più livelli il territorio, è incentrato su una tematica, quella della riduzione dei rifiuti da cibo, particolarmente delicata”. ◆

IMMOBILIARE DEL

BORGO VECCHIO CARIGNANO

P.za C. Alberto, 62 - Tel. 011.9693293 - 011.9690539 immoborgovecchio@libero.it Carignano - Via XXIV Maggio: Appartamento ultimo piano panoramico, cucina, tinello, soggiorno, ingresso, ripostiglio, 2 camere da letto, bagno, cantina, terrazzo e balcone. Riscaldamento centralizzato. Carignano Via del Platano: In contesto residenziale appartamento sito al piano secondo composto da: ingresso living su soggiorno con ampio angolo cottura, disimpegno, camera da letto e bagno, scala interna che collega al piano superiore con due camere, bagno e balcone, cantina e box auto. In buone condizioni, comoda ai servizi, termoautonomo. Euro 195.000,00 Carignano - Corso Cesare Battisti: Vendesi appartamento di ampia metratura sito al piano primo con ascensore composto da ingresso, cucina abitabile, soggiorno, due camere, bagno, ripostiglio, balconi. Al piano seminterrato cantina e box auto. Riscaldamento centralizzato, in buone condizioni, libero su due arie. Euro 180.000,00 Carignano - Via S. Remigio: Appartamento al piano rialzato recentemente ristrutturato composto da soggiorno con angolo cottura, due camere, ampio bagno, balcone e cantina. Euro 135.000,00

Carignano - Via Forneri: In zona residenziale e comoda ai servizi, appartamento di recente costruzione sito al piano terra composto da ingresso su soggiorno con angolo cottura, camera, bagno, giardino privato su due lati. Al piano seminterrato box auto e cantina. Termoautonomo, doppia esposizione, con ottime finiture. Euro 170.000,00 Carignano Via P. Lanteri: In piccolo condominio in posizione centrale e comoda ai servizi appartamento di nuova costruzione al piano terra composto da ingresso su soggiorno, cucina abitabile, due camere e bagno. Giardino pertinenziale su tre lati, box auto doppio e cantina. In ottime condizioni, tripla esposizione, termoautonomo. Carignano via S. Rocco: Vicino alle comodità del centro cittadino, vendesi casa indipendente composta al piano terra da ampio box auto, cantina e centrale termica; scala interna che collega al piano primo composto da cucinino, soggiorno, due camere, bagno e ampio balconi. Termoautonomo, libera su quattro lati, ottima esposizione. Euro 250.000,00 Carignano via Speranza: In contesto grazioso, vendesi alloggio di 85 mq commerciali sito al secondo ed ultimo piano in condominio in paramano composto da ingresso, soggiorno, cucina, due camere da letto, bagno, ampio ripostiglio, doppi balconi. Al piano seminterrato cantina attrezzata e box auto con soppalco. In buone condizioni, spese generali contenute. Euro 170.000,00 Carignano via Montegrappa: Appartamenti in piccolo condominio di nuova costruzione, materiali di prima scelta e finiture di pregio, soluzioni al piano terra con giardino o piano primo con mansarda, varie metrature e soluzioni, ottima esposizione, termoautonomo. A partire da Euro 160.000,00 Carignano via Nino Costa: In posizione comoda ai servizi

vendesi casa semindipendente composta al piano terra da ingresso, soggiorno, cucina, locale sgombero; scala interna che collega al piano primo con due camere, bagno e balcone. Al piano seminterrato ampia cantina/tavernetta, nella parte esterna giardino privato.Termoautonomo, ottima esposizione. Euro 180.000,00 Carignano - Corso Vinovo: In zona tranquilla ma comoda ai servizi, appartamento sito al piano secondo senza ascensore, composto da ingresso, tinello con cucina abitabile, due camere, bagno, balcone e terrazzo. Euro 80.000,00 Carignano - Tetti Bagnolo: Appartamento al piano terra in bifamiliare composto da ingresso su ampio soggiorno con cucina, tre camere da letto, bagno, ripostiglio, cantina, terreno di proprietà e due posti auto privati. Euro 240.000,00

Carignano - Strada Saluzzo: In prossimità del paese vendesi villetta indipendente composta al piano terra da ingresso su soggiorno, cucina abitabile, tre camere, doppi servizi, ripostiglio, scala interna che collega al piano superiore con sottotetto non abitabile, nel piano seminterrato ampio locale ad uso cantina. Nella parte esterna giardino privato, serra e box auto. Riscaldamento autonomo, in buone condizioni, libera su quattro arie. Euro 320.000,00 Carignano - Via Borgo Vecchio: Nel centro di Carignano, vendesi villa indipendente di ampia metratura con giardino su quattro lati, tavernetta e box auto doppio. In ottime condizioni. Per maggiori informazioni rivolgersi in ufficio. Carignano - Via Cadorna: Appartamento di recente costruzione al piano primo con ascensore composto da soggiorno con angolo cottura, camera, bagno, balconi, doppia esposizione, dotato di riscaldamento autonomo, box auto e cantina. Euro 165.000,00

Cronache dallo sport ATLETICA P.E.C.

Si svolgono valutazioni gratuite su immobili. Si ricerca per la nostra clientela appartamenti o ville in Carignano e dintorni. Definizioni rapide.

Carignano via S. Remigio: Appartamento ristrutturato recentemente sito al piano rialzato composto da ingresso, cucina abitabile, camera da letto, cameretta, bagno e balcone. Al piano terra cantina e ampio box auto. Riscaldamento centralizzato, dotato già di termovalvole. In ottime condizioni, con rifiniture di pregio. Euro 160.000,00

DA 19 ANNI AL VOSTRO SERVIZIO NEL SETTORE DELLE INTERMEDIAZIONI IMMOBILIARI

Carignano - Via Porello: Appartamento di recente costruzione sito al piano terra composto da ingresso living su soggiorno con angolo cottura, camera da letto, bagno e ripostiglio. Giardino su due lati, box auto e cantina.Termoautonomo, in buone condizioni. Euro 137.000,00

Carignano. Sabato 22 ottobre la squadra al completo ha partecipato all’ultima gara su pista prevista per la stagione. La prova si è svolta nella nuova e bellissima pista dello stadio di S. Cassiano ad Alba. Per molti atleti questa è stata l’ultima gara prima del passaggio, a fine anno, nella categoria successiva, dove per loro le difficoltà aumenteranno. La prima prova ha interessato la categoria Ragazzi, con un biathlon, che prevedeva per le femmine il salto in alto e i 600 m, mentre per i maschi i 60 e i 600 m piani. Buona la prestazione di Nadia Tomasetig nell’alto (1,18 m), un po’ meno quella nei 600 terminati in 2:06.08 min., ottima invece la prestazione nei 600 del nuovo acquisto, Giulia Piazza, che a fine anno andrà a rinforzare il già forte gruppo delle Cadette e che ha portato a termine la gara dei 600 m in 1:58.17 min., vincendo la propria batteria e piazzandosi al quinto posto assoluto, per quanto riguarda l’alto, pur essendo la sua prima esperienza è riuscita a saltare 1,10 m. Primato personale di Giacomo Bottero nei 60 m piani con 8.55 sec, che gli ha consentito di essere il primo nella sua batteria,

mentre nei 600, distanza a lui poco congeniale, ha concluso in 1:50.34 conquistando il decimo posto. Nella categoria Elena, Gaia e Beatrice Cadette, soddisfacente il debutto nei 200 m del peso ha effettuato una di Elena Oreglia, che si è misura di 8.85 m. piazzata quarta assoluta, Per non essere da meno con 28.28 sec., seguita al della sorella anche Mattia dodicesimo posto da Gaia Mirenzi è salito sul gradino Bechis con 30.56. Quarto più alto del podio, vincendo posto invece per Beatrice la gara del lancio del peso Campigotto, che nella di- con 14.35 m. stanza di 2000 m finiva in Buoni i risultati dei marciatori nella gara promozio7:55.31 min. Grande soddisfazione nel nale sui 1200 m, inserita per lancio del peso per Viviana la prima volta in questo Mirenzi, che ha vinto la meeting, terminata con la propria gara con un lancio medaglia di bronzo di Gioele Rosso, terzo assoluto di 8,95 m. Debutto nei 200 m anche con 6:20.93, nono posto per per Matteo Pejretti e Ste- Enrico Oreglia, con 7:01.72, fano Gennero, che nella ca- quindicesimo posto per tegoria Cadetti hanno finito Carlo Margaria con 7:28.68. rispettivamente dodice- Conclusa la stagione agonisimo con 27.76 sec e quin- stica 2011, per tutti il ritrovo sarà sabato 17 didicesimo con 30.17 sec. Nei 2000 m Fabio Mengozzi cembre, per il tradizionale ha tagliato il traguardo al- scambio di auguri presso la l’ottavo posto in 7:28.97, sede dell’Associazione Alevidenziando i migliora- pini di Carignano, che menti dopo la pausa estiva. come ogni anno gentilM.P. Medaglia d’argento per mente ci ospita. ◆ Ilaria Foco nei 200 m piani, che è salita sul podio con un tempo di 28.30 sec., sempre nella medesima distanza Eleonora De Stefanis Gara promozionale Carignano. Il Cral Gtt di Torino e la seguiva al quinto posto. Podio argentato anche per l’associazione Trame di CariLetizia Rolfo che nel lancio gnano invitano tutti i cittadini di

Stage per cinture nere e non solo

La Loggia - Via Pertini: Appartamento in piccolo condominio di recente costruzione sito al 1° piano senza ascensore composto da soggiorno, cucina, bagno, scala interna che collega al piano mansardato con tre locali più servizi.Cantina e box auto doppio al piano seminterrato, termoautonomo. Euro 240.000,00

Carignano - Borgata Brassi: In borgata vendesi cascinale indipendente di ampia metratura disposto su piu livelli con tettoia e terreno agricolo.

LOTTA GRECO-ROMANA

Ad Alba meeting di fine stagione

KARATE Carignano - Via Tappi: In contesto residenziale appartamento di recente costruzione sito al piano terra composto da ingresso living su soggiorno con angolo cottura, disimpegno, due camere da letto e bagno, giardino e cortile privato, cantina. Possibilità di scelta dei materiali per le rifiniture interne, termoautonomo, luminoso, ottima esposizione. Volendo box auto a parte. Euro 205.000,00

Novembre 2011 23

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani”

Domenica 30 ottobre al Palazzetto dello Sport Le Cupole di Torino, si è svolto il quarto Incontro Cinture nere della Fesik, che, per l’occasione, è stato esteso a tutti i praticanti. Il Centro Studi Do-shin di Carignano ha partecipato oltre che con i tecnici anche con i suoi piccoli atleti che hanno dato fondo a tutte le loro energie. Ottima opportunità di allenamento a buon prezzo, soprattutto in questo periodo di crisi, che si è ripetuta il 13 novembre, con gli stessi orari e le stesse modalità, in occasione dello stage monte ore obbligatorio per il conseguimento della cintura nera. ◆

Altri due bronzi a Ravenna, Fabio Macrì in azzurro Carignano. Ancora due belle medaglie di bronzo per i lottatori carignanesi impegnati a metà ottobre a Ravenna nella Coppa Fucci, seconda prova di Coppa Italia di lotta greco romana. Anche se la Poli sportiva Carignano era iscritta con la squadra rimaneggiata, per motivi vari, i quattro lottatori carignanesi presenti hanno onorato i colori della società. E così sono arrivate le medaglie per Mirko Della Monica nei kg 60 Over18 e del giovanissimo Mirco Frau nei kg 69 Fabio Macrì in azione al Trofeo Milone Under18 i quali, sconfitti in semifinale dai rispettivi avversari pugliesi si sono poi aggiudicati la medaglia di bronzo. Purtroppo niente da fare per Paolo Benso (ottavo nei kg 74) che questa volta non è riuscito a ripetere la bella prova di Rovereto, e per Pietro Cutropia, undicesiMirco Frau monei kg 84. Il diciottenne Fabio Macrì era assente perché convocato dalla nazionale maggiore per partecipare al Trofeo Milone, importante torneo internazionale per nazioni. Mirko Della Monica L'interessante gara ha avuto luogo a Ostia il 29 ottobre con la partecipazione della Russia, Bulgaria, Ucraina, Croazia, Albania, oltre all'Italia. Grande soddisfazione per Fabio il quale, per la prima volta, ha avuto l'onore di gareggiare con gli azzurri della prima squadra, dopo avere già partecipato a diverse convocazioni giovanili. Opposto al bulgaro Aleksandrov, Fabio, seppur sconfitto, ha tenuto testa con determinazione al forte avversario, mettendo in evidenza le sue doti fisiche e tecniche. ◆

Primo orienteering a Carignano Carignano e dintorni domenica 27 novembre ad una gara promozionale di orienteering nel Centro Storico della Città. Ma cos'è l'orienteering ? Lo spiega Massimo Ghirardi, istruttore di orienteering del Cral Gtt ed accompagnatore cicloturistico: “L'Orienteering consiste nel completare un percorso predefinito cercando una serie di punti di controllo (chiamati “lanterne”) con il solo uso di una bussola e di una speciale cartina topografica a scala ridotta riportante una serie di particolari del luogo che è solitamente un bosco, ma può essere anche un parco pubblico od un centro storico cittadino, nel minor tempo possibile”. Insomma, semplificando, praticare l’orienteering significa andar per boschi in competizione innanzitutto con se stessi, armati di pochi strumenti necessari. Certo, occorre allenarsi con la corsa se si vuole ambire a risultati importanti, ma allo stesso tempo l’orienteering è uno sport praticabile da chiunque e negli

nel centro storico domenica 27 novembre ultimi anni ha avuto una discreta diffusione nelle scuole, anche se il grande pubblico spesso ne ignora l'esistenza. L’orienteering impegna due aspetti fondamentali della persona: la dimensione fisica e quella mentale. Quindi non solo muscoli per praticarlo, ma anche, anzi soprattutto, cervello! All'interno dell'orienteering si riconoscono quattro discipline: corsa di orientamento, sci orientamento, mountain bike orientamento e orienteering di precisione. Sono diversi i gruppi sportivi che praticano l'orienteering in provincia: chi volesse saperne di più su questo sport può navigare sul sito della Federazione Italiana di Orienteering Fiso: http://www.fiso.it/. “Abbiamo ritenuto importante offrire ai cittadini carignanesi l’esperienza di questa disciplina sportiva, anche perché quando viene praticata nei centri storici delle città consente di ritrovare alcuni aspetti artistici e culturali che possono passare inosservati nella quotidianità – spiega la presidente di Trame Odilia Negro - La nostra associazione di

promozione sociale ha curato la parte relativa alla competizione turistico-culturale, sperando di accompagnare i cittadini di Carignano e tutti coloro che la vorranno visitare ad una passeggiata virtuale nell’arte e nella storia”. Il ritrovo è previsto per le ore 9.30 presso la sede dell’Associazione Trame in via Silvio Pellico 34/c: le partenze saranno scaglionate dalle 10.30 in avanti. Sono previste due tipologie di gara: una su un percorso a sequenza libera, di tipo più agonistico ma comunque alla portata di tutti, l’altra di carattere turistico-culturale, cioè con un percorso in cui saranno proposte domande sulla storia e la cultura locali. Il costo di iscrizione alla singola gara, comprensivo di assicurazione, è di 5 euro: chi volesse partecipare ad entrambe le competizioni pagherà 7 euro. Sono previsti premi al termine delle due gare ed un pacco-gara per ogni iscrizione. Per gli esordienti è previsto un percorso che potrà essere effettuato singolarmente, in coppia o piccolo gruppo ( famiglie o amici). ◆


22 Novembre 2011

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani”

I conti della sanità migliorano

Cronache dallo sport

L’assessore Monferino: “Cento milioni di risparmio entro l’anno”

TORNEO CALCIO A 6

CICLOCROSS

Carignano. Sabato 12 novembre al Circolo Anspi Campo Giochi si è tenuto il Torneo di calcio a 6 dedicato a Davide Albera, la cui scomparsa avvenuta nel mese di ottobre segna ancora la città. E' stata un'intera serata di calcio, sorrisi e consapevolezza, un evento voluto fortemente dai suoi più cari amici e al quale hanno partecipato sedici squadre e oltre centotrenta giocatori più o meno improvvisati, ma tutti con l’unico obiettivo di ricordare un amico, un esempio; e proprio secondo il suo esempio tutto si è svolto con la giusta allegria, con la competizione che è passata in secondo piano per lasciare spazio a momenti di ricordo e commozione e altri di divertimento, con una partecipazione forte e sentita nei nu-

Carignano. Spettacolo a Carignano in occasione del Ciclocross del Platano. Il tempo è autunnale, Torino e dintorni sono circondati da una fitta nebbia che non invita certo a mettersi in viaggio per disputare la sesta prova del Trofeo Michelin. Ma a Carignano pian piano la nebbia si dissolve e si intravede totalmente il percorso ricavato nel Parco del Platano, messo a disposizione dal Comune di Carignano. Cominciano ad arrivare i primi concorrenti e a sentirsi i primi positivi commenti. Rossi e Sesia, organizzatori della manifestazione, che hanno preparato il tracciato sistemando oltre duecento paletti e tremila metri di nastro. Si avvicina l'ora dell'inizio e si arriva a 88 iscritti, un numero da record. Prima partenza, categoria giovani con trentatré atleti: si sganciano dal gruppo Anghelanche, Malano, Grimaldi, Riva, Angaramo. L'arrivo vede vincitore il portacolori di Tessiore Anghelanche, secondo Riva, terzo Angaramo, quarto Grimaldi, quinto Malano; seguono Perino e Cusati, vittime di incidenti meccanici ma rientrati dopo un avvincente inseguimento. Alla seconda partenza c'è il meglio del ciclocross regionale: Santysiak che deve vedersela con Baroetto e Strobino; è lotta avvincente fin dalle prime pedalate, ci provano in tutti i modi a staccare l'atleta polacco ma resiste fino all'ultimo giro quando è proprio Satysiak a sferrare l'attacco finale; cala il sipario con Strobino e Baroetto che terminano nell'ordine, buon quarto posto per Acuto e Orla. Folta la partecipazione della categoria femminile. Nove presenze tra le quali Ilaria Zavanone, campionessa italiana di triathlon che prende subito il largo, ma un incidente meccanico la costringe al ritiro e la lotta per il primato si svolge tra la reginetta dei cross, Tiziana Actis, e la giovane portacolori del team Sesia Ilaria Pontonio; lotta incerta fino all'ultima curva quando Ilaria riesce a staccare di poco Tiziana; bene Gabiella Cannone che, nonostante una caduta, riesce a mantenere il terzo posto seguita da Sandra Peluso, Daniela Meia e Elisa Depolo. Conclusione nei locali della Polisportiva, con il rinfresco e le premiazioni per tutti. L'assessore allo sport Tonino Papa si è complimentato con gli organizzatori Rossi e Sesia per la riuscita della manifestazione dando appuntamento a novembre 2012 per la nona edizione del Trofeo Michelin. ◆

Il ricordo di Davide tra calcio e solidarietà

Gara spettacolare al Platano, record di iscritti

meri e non solo. Anche a fine serata, con il freddo e la nebbia le squadre e i ragazzi hanno continuato a tenersi compagnia giocando e scherzando accompagnati dal ricordo di “Balù”. Da sottolineare la partecipazione di ben quattro compagini interamente femminili e. per la cronaca, la finale conclusasi in parità tra Sonic e Barbo. Tra gli obiettivi più concreti, grazie alle quote di partecipazione, si è potuto acquistare un ricordo in onore di Davide ed è stata effettuata una donazione alla Croce Rossa Italiana. ◆ Daniele Bosio

CALCIO A 5 FEMMINILE Squadra di Pianotti imbattuta

Carignano. Con tre vittorie ed un pareggi è iniziata alla grande la stagione ufficiale della polisportiva calcio A5 femminile nel campionato Top Five. Dopo il ritiro estivo nella località montana di Sampeyre e una lunga preparazione pre-campionato arriva il primo trionfo al torneo Green Club di Nichelino dove hanno partecipavano le miglior compagini di Torino e provincia. La particolarità da segnalare è che tutte le ragazze del Carignano sono andate in gol, compreso il portiere, buon auspicio; dopo la passata stagione piuttosto sterile. Ora arriva il momento di raccogliere i primi frutti ed i primi risultati premiano il duro lavoro svolto finora. Le fanciulle di mister Pianotti debuttano il 18 ottobre con l’insidiosa trasferta a Torino in casa del Vaia F.C., da sempre sfida molto intensa e ricca di ostacoli. La formazione carignanese parte bene creando molto, ma subisce anche le ripartenze della squadra avversaria. La partita, caratterizzata da molto equilibrio tra i due team, premia la tenacia e l’ostinazione del Carignano che chiude vittoriosamente l’incontro con risultato di 2-3; ed ecco i primi tre punti in classifica. La seconda giornata vede il vero e proprio debutto del Carignano tra le mura di casa davanti ai propri sostenitori sempre più numerosi. Come sempre, la prima in casa regala forti emozioni e la voglia delle ragazze di vincere e far bene si intuisce già dai primi minuti. Formazione di casa che va subito in goal per essere poi raggiunta quasi subito. Partita caratterizzata da continui ribaltamenti di fronte, ottimi spunti offensivi e anche un po’ di sfortuna per le ragazze di mister Pianotti, che colpiscono in

tutta la partita, ben otto “legni”; un match combattuto sino all’ultimo minuto che la formazione di casa spunta alla grande con 3-2 , aggiungendo altre altri tre punti in classifica andando a punteggio pieno. Segue a queste prime due vittorie una breve battuta d’arresto al Poligru con un pareggio 2-2 sul campo del Sapore di Viaggi; rimediando subito, con una a dir poco strepitosa vittoria per 9-5 sul campo del Grugliasco. Vittoria che vale tantissimo perché ottenuta sotto una pioggia torrenziale e perché frutto di una partita molto combattuta, intensa e testarda, in cui la determinazione, la grinta e lo spirito di squadra sono state le protagoniste e le caratteristiche principali di un Carignano calcio A5 femminile desideroso di prendersi molte soddisfazioni. Note positive delle prime partite sono la grinta, la tenacia e la compattezza dimostrata dal team carignanese, qualità che si aggiungono all’ottima integrazione dei nuovi acquisti, andati anche in goal nelle prime partite. La stagione appena iniziata fa intuire che la squadra ha grandi possibilità di far bene, già al secondo posto in classifica con dieci punti; si prevede tuttavia che sarà un campionato combattuto e di livello molto superiore rispetto ai precedenti, grazie all’innesto nelle squadre di giocatrici di categorie superiori che partecipano in parallelo anche a campionati a 11. ◆

Novembre 2011

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani”

MARATONA Francesco Arone è l’uomo dei record Dopo nove mesi di preparazione, allenamenti intensi e tensione emotiva, per Francesco Arone, il maratoneta scalzo di Carignano, è arrivata la consacrazione con l’approvazione del Guinness World Record. A Seregno, in Brianza, infatti il podista carignanese ha ottenuto un risultato eccezionale riuscendo a portare a termine durante lo scorso aprile la gara che spinge gli atleti a percorrere ben 100km e nel caso di Arone tutti a piedi nudi. La competizione ancora una volta ha offerto l'occasione al corridore di incontrare amici e tifosi, come lui stesso conferma: “Ho incontrato altri atleti conosciuti attraverso gare precedenti, addirittura mi hanno offerto ospitalità nella serata pre-gara, c’è stato come sempre un clima di forte entusiasmo intorno a me e molte persone mi hanno riconosciuto e sostenuto come avviene ormai da anni e questo mi aiuta in ogni impresa”. Un’impresa che forse è stata davvero la più dura per Arone, anche a causa delle piccole pietre che per lunghi tratti si trovano sull’asfalto e portano il maratoneta a ferirsi continuamente i piedi e proseguire nel percorso gestendo la fatica e il dolore. Ma la soddisfazione è sta immensa, non solo per il risultato, ma anche per il calore della gente: “Fotografi e pubblico mi sostenevano – racconta Francesco - Non volevo nemmeno più che l’organizzazione mi si affiancasse per capire se ero in grado di proseguire, ho visualizzato l’obiettivo a piccoli step di cinque chilometri fino a giungere al traguardo quasi in volata tanta era l’esaltazione”. La gara è stata conclusa dal podista in 11 ore 42’ e 33’’, ottavo posto di categoria e, soprattutto, il conferimento del Guinness World Record per un'impresa importante, frutto di costanza e sacrifici. L'atleta carignanese è sempre più conosciuto a livello internazionale. ◆ D.B.

Segnali positivi: i conti, almeno quelli della sanità piemontese, migliorano, per la prima volta dopo anni. La Regione ha risparmiato 56 milioni di euro nei primi nove mesi del 2011 rispetto allo stesso periodo del 2010. La previsione è quella di arrivare, entro fine 2011, ad un risparmio tra gli 80 e i 100 milioni. Secondo i dati illustrati dall'assessore alla sanità Paolo Monferino, nel periodo gennaio - settembre 2010, il totale dei costi per la gestione ordinaria della sanità ammontava a 6 miliardi 496 milioni di euro. Per lo stesso periodo 2011, la spesa equivale a 6 miliardi 440 milioni di euro con un calo di 56 milioni. Qualche dato aggiuntivo: il costo della sanità nel primo trimestre 2010 ammontava a 2 miliardi 173 milioni di euro, nel primo trimestre del 2011 a 2 miliardi 155 milioni di euro, con una diminuzione di 28 milioni di euro. Nel progressivo di spesa, a giugno si registra un rallentamento del calo dei costi: 4 miliardi 335 milioni di euro a giugno 2010 contro i 4 miliardi 321 milioni di euro nel giugno 2011. “Di fatto - ha commentato l’assessore Monferino - se consideriamo i dati relativi al giugno 2010 e al giugno 2011, è come se avessimo perso una parte del vantaggio del primo trimestre. In realtà, subito dopo il mese di giugno, si è registrata un’accelerazione delle economie. Stiamo recuperando celermente, tanto che al mese di settembre, il risparmio dei costi della sanità piemontese risaliva a 56 milioni di euro”. E ha aggiunto: “Confermo che entro la fine dell’anno, arriveremo ad un risparmio attorno ai 100 milioni di euro”. “E' la prima volta in quindici anni - ha sottolineato il presidente della Regione Piemonte Roberto Cota - che i conti della sanità sono migliorati. Mi sembra un risultato importante, adesso spingiamo sull'acceleratore per realizzare la riforma così da avere un'organizzazione efficiente e moderna che garantisca i servizi senza riempirci di debiti”. ◆

Giunta regionale, nuove deleghe All’assessore Monferino vanno anche Famiglia e Sociale Passano dal presidente Roberto Cota a l'assessore Paolo Monferino le deleghe alle Politiche sociali e alle Politiche per la Famiglia. Cota ha firmato nei giorni scorsi il decreto La distribuzione delle deleghe tra i membri della Giunat della Regione Piemonte è ora la seguente. Roberto Cota: Coordinamento ed indirizzo delle politiche del Governo regionale; Conferenza Stato-Regioni; Rapporti con l'Unione Europea; Federalismo e Grandi Eventi; Coordinamento interassessorile delle politiche del volontariato. Ugo Cavallera, vicepresidente: Urbanistica e programmazione territoriale; Beni ambientali; Edilizia residenziale; Opere pubbliche; Legale e contenzioso. Barbara Bonino: Trasporti; Infrastrutture; Mobilità e logistica. William Casoni: Commercio e fiere; Parchi e aree protette. Alberto Cirio:. Istruzione; Sport; Turismo; Opere post-olimpiche. Michele Coppola: Cultura; Patrimonio linguistico; Museo regionale di Scienze naturali; Ecomusei; Politiche giovanili. Massimo Giordano: Sviluppo economico: industria, piccola e media impresa, artigianato; Ricerca; Innovazione; Energia; Tecnologia delle comunicazioni; Internazionalizzazione del Piemonte Elena Maccanti: Affari istituzionali; Rapporti con il Consiglio regionale; Controllo di gestione e trasparenza amministrativa; Promozione della sicurezza e Polizia locale; Enti locali; Rapporti con società a partecipazione regionale; Rapporti con l'Università; Semplificazione. Paolo Monferino: Tutela della Salute e Sanità; Edilizia sanitaria; A.r.e.s.s; Politiche sociali; Politiche per la famiglia. Claudia Porchietto: Lavoro e Formazione professionale. Giovanna Quaglia: Bilancio e Finanze; Programmazione economico-finanziaria; Statistica; Risorse umane e patrimonio; Pari opportunità. Roberto Ravello: Ambiente; Risorse idriche; Acque minerali e termali; Difesa del suolo; Attività estrattive; Economia montana; Protezione civile. Claudio Sacchetto: Agricoltura e foreste; Caccia e pesca.◆

7

Lotta all’evasione fiscale: Carignano aderisce al protocollo Il sindaco Cossolo: “Noi ce la mettiamo tutta, speriamo nell’effetto deterrente” Carignano. Nella lotta all'evasione fiscale, anche Carignano fa la propria parte. Il Comune ha infatti aderito al protocollo d’intesa siglato a livello nazionale dall’Agenzia delle Entrate, dall’Anci (Associazione nazionale dei Comuni italiani) e dall’Ifel (Istituto per la finanza e l’economia locale). Sono circa trecento i Comuni che hanno aderito alla convenzione, in gran parte del centro nord. In questo modo il Comune di Carignano parteciperà a pieno titolo al recupero dell’evasione. Il meccanismo è semplice: il Comune potrà fare delle “segnalazioni qualificate” all’Agenzia delle Entrate e, al termine dell’iter formale dell’accertamento, vedrà riconosciuta una per- Marco Cossolo centuale delle somme definitivamente incassate dall’Erario. “Potrebbe essere un modo, per gli enti locali di fare cassa, e con questi chiari di luna non sarebbe poi così male, poiché il 30% delle somme effettivamente riscosse andrebbe proprio ai Comuni”, sottolinea Marco Cossolo, sindaco di Carignano. “Non solo - sottolinea Cossolo Sarebbe anche una manovra di equità fiscale, perché ritengo sia sbagliato colpire in maniera indiscriminata tutti i cittadini di reddito alto o basso che sia, se prima non si combatte seriamente l’evasione fiscale. Premesso che questa lotta si fa in altri ambiti e non a livello decentrato, mi viene banalmente da dire sarebbe sufficiente eliminare il contante nelle transazioni, o comunque ridurlo ai minimi termini, favorendo la tracciabilità delle operazioni, invece di inventarsi le alchimie più strane, dal redditometro allo spesometro ed altro ancora. E così, siccome c’è una incapacità del Governo centrale di mettere mano all’evasione fiscale, dobbiamo essere suppletivi rispetto a questo tipo di problema, diventando delle vere e proprie “sentinelle” in un’attività di controllo sempre più diffusa sul

territorio. Noi abbiamo voluto, con la nostra adesione al protocollo d’intesa, fare la nostra parte, con senso civico da un lato e una dose di interesse dall’altro, contando anche sul fatto che tocca all’Anci provvedere alla formazione del personale degli Enti locali e all’Ifel fornire assistenza tecnica, utilizzando per la comunicazione delle notizie all’Agenzia delle Entrate il portale telematico Siatel”. Tramite Siatel, infatti, l'Agenzia delle Entrate mette a disposizione dei Comuni informazioni relative a dichiarazione dei redditi, registrazioni di atti, ristrutturazioni edilizie e utenze. Grazie all'incrocio di questi dati con quelli già in loro possesso e alla conoscenza del territorio, i Comuni possono intercettare posizioni fiscalmente anomale, predisporre e inviare telematicamente segnalazioni qualificate direttamente all'ufficio delle Entrate competente a svolgere l'accertamento. “Nel prossimo Consiglio comunale - prosegue il Sindaco - previsto il 24 novembre, provvede-

remo ad istituire il Consiglio tributario, del quale fanno parte i responsabili dei vari settori e i primi ad essere presi di mira saranno i contribuenti che presentano la dichiarazione Isee per ottenere tariffe agevolate sui servizi forniti dall’ente pubblico. Poi via via provvederemo alle altre segnalazioni. E’ chiaro che in questo modo c’è anche un effetto deterrente, perché il ‘furbetto del quartiere’ che ha frodato lo Stato per tanti anni magari non lo fa più, perché sa che la sua dichiarazione Isee viene spedita direttamente all’Agenzia delle Entrate”. Cossolo conclude, non nascondendo le sue perplessità: “A me sembra, però, un meccanismo molto farraginoso e poco snello per condurre un’efficace lotta contro l’evasione fiscale: lo Stato, però, sembra che non riesca a trovare strumenti meno arzigogolati per fare i controlli. Noi comunque metteremo in campo tutto quello che ci viene richiesto, con grande senso delle istituzioni e rispetto della normativa, ma ho il timore che il sistema non funzioni. Tutte le segnalazioni vanno a finire in un grande contenitore ma non si sa con quale criterio l’Agenzia delle Entrate attinga poi le informazioni”. ◆

Variazione di bilancio al consiglio comunale Carignano. E' convocato per giovedì 24 novembre nella sala consiliare al primo piano del Municipio (via Frichieri 13), alle ore 21, il consiglio comunale che vede, tra i punti all'ordine del giorno, l'introduzione del regolamento per l'istituzione e il funzionamento del consiglio tributario una variazione, la quarta di quest'anno, al bilancio di previsione 2011 con applicazione dell'avanzo 2010 e aggiornamento del programma triennale 2011-2013 dei lavori pubblici.. L'Amministrazione comunale guidata dal sindaco Marco Cossolo sottopone inoltre all'approvazione dell'assemblea consiliare i seguenti provvedimenti: detrazione abitazione principale per l'Ici anno 2012; schema di convenzione per l'affidamento del servizio di tesoreria anni 2012-2016; nuovo testo del regolamento comunale per l'istituzione e l'applicazione del canone per l'occupazione di spazi ed aree pubbliche con l'aumento delle tariffe per le occupazioni temporanee e permanenti; criteri comunali per l'insediamento delle attività di somministrazione di alimenti e bevande; regolamento della commissione consultiva sulle criticità sociali; convenzione tra il Cisa 31 e il Comitato dei Sindaci del Distretto di Carmagnola dell'Asl To5 per la gestione amministrativa dello stesso e per la costituzione sociale dei PePS nel triennio 2012-2014; integrazione alle norme tecniche di attuazione del piano regolatore cimiteriale; modificazione al regolamento comunale per l'uso di beni comunali. Si conclude con le interrogazioni. ◆

ONORANZE FUNEBRI di Hendrik Strumia e Dario Groppo

L.go Otto Martiri, 3 - Carignano (To) - Via Umberto I, 19 - Polonghera (Cn) P.zza C. Battisti, 14 - Sommariva del Bosco (Cn)

CORTESIA e PROFESSIONALITA’ PER UNA CERIMONIA DI ESTREMO SALUTO

24 ore su 24 ≈ Tel. 011.9697219 - 0172.54246 www.iltramonto.com E-mail: info@iltramonto.com baravalle@iltramonto.com SOLUZIONI DI PAGAMENTO PERSONALIZZATE


8

Novembre 2011

I governi condonano, la natura no Nel 1994 ad Asti sono sessanta, nel '96 tredici in Versilia e sei a Crotone, centosessanta a Sarno nel '98, nel 2000 tredici a Sovereto e trenta in Piemonte, nel 2008 quattro in Val Pellice e sei in Sardegna, nel 2009 trentasei a Giampilieri. Oggi dieci alle Cinque Terre e sei a Genova. Questi numeri sono gli ultimi morti “da maltempo”, non provo neanche a fare l'elenco delle alluvioni con “soli” danni materiali, quelli dei soliti servizi televisivi con la signora che piange davanti alla cucina infangata, l'artigiano che cerca di ripulire le attrezzature nel suo capannone, i soliti milioni di danni con il solito aumento delle accise sulla benzina, soldi che non arriveranno mai sui territori, perché quando la signora avrà ripulito la cucina e l'artigiano le sue macchine, le televisioni per farci dimenticare di loro saranno già piene dei plastici dell'ultimo delitto o di nuovi grandi fratelli (mentre altri dimenticheranno di togliere l'aumento sulla benzina). Piove “molto forte”, in “maniera che nessuno ricorda”. Fatalità casuale? No. Ormai lo sappiamo: anche se i senatori Pdl-Leghisti lo aboliscono per mozione, il riscaldamento climatico esiste e in questo paese dove abbiamo bande di governanti che gridano all'impossibilità del “fare” perché impediti da “lacci e lacciuoli”, qualcuno fa quello che gli pare: tombiamo i fiumi, cementifichiamo gli alvei per “proteggere le popolazioni” e così trasformiamo i nostri fiumi e torrenti in “bombe d'acqua”, costruiamo strade, case, alberghi, centri commerciali negli alvei, non ci chiediamo come sia il terreno su cui costruiamo, l'importante è ricoprire tutto di cemento ed asfalto. Alla fine i governi condonano, la natura no. Chi ha costruito le sue fortune sulla speculazione edilizia, senza neppure rispetto per chi è morto, oggi ci dice che si è costruito troppo. Alcuni sindaci chiamano tutto questo “sviluppo”,“lavoro”, in realtà sono solo oneri di urbanizzazione che non vanno più investiti neppure in quello che il loro nome indica, l'infrastrutturazione dei nuclei urbani, ma a coprire la spesa corrente. Continuiamo a costruire senza chiederci quanto di costruito può essere riutilizzato, sacrifichiamo campi per nuovi capannoni, quando abbiamo migliaia di metri quadri abbandonati: solo intorno a noi marciscono inutilizzate le aree delle fonderie a Carmagnola, della Stars e dell'Ages a Villastellone. Ci è voluta la resistenza del presidente della Provincia di Torino, coperto di insulti da autorità religiose e civili, per impedire che si cementificassero altri ettari di campagna per una nuova Ikea a La Loggia, prima che ci si orientasse ad indicare l'area della exViberti, capannoni vuoti da vent'anni, terreno già sacrificato, in qualche modo solo da rigenerare. “Io vi do ogni erba che produce seme e che è sulla terra, ed ogni albero in cui è il frutto... saranno il vostro cibo” sta scritto all'inizio della Genesi, rivelazione o sapiente pensiero di antichi, questo è quanto ci è stato dato, era ed è lo scopo della terra, un bene comune come l'acqua, l'aria, un bene finito, limitato, non riproducibile di cui siamo solo temporanei custodi, senza del quale non possiamo pensare di vivere. Prima di sacrificare un metro quadro di questo patrimonio dovremmo pensare se questo sacrificio è inevitabile e quali conseguenze avrà. Salvare la terra, quella che nella nostra società ci hanno indotti a non amare perché troppo bassa, calli alle mani, nero alle unghie, luogo per vermi, dimenticando di dirci che sono i vermi ad essere i primi vivificatori. Solo il 7% di chi lavora in agricoltura oggi ha meno di 35 anni, senza le persone non si può salvare la nostra terra; certo non possiamo salvare tutte le agricolture, non l'agricoltura industriale (un ossimoro evidente) che, anzi, dobbiamo aiutare ad uscire dalle pieghe perverse in cui l'hanno messa anni di vecchie politiche agricole comunitarie, non l'agricoltura che sottrae cibo per produrre energia, ma quella che può darci ancora i frutti e semi della Genesi, prodotti nei nostri campi, vari perché reimpariamo ad usare quelli giusti nelle dovute stagioni, che i nostri agricoltori debbono darci più sani perché possono avere un prezzo più equo passando solo dalle loro mani alle nostre, quell'agricoltura che da centinaia d'anni disegna il nostro paesaggio di canali, rive e fossi, governa il nostro territorio aiutandolo a preservarsi anche quando piove quanto nessuno tra i più anziani ricorda sia mai piovuto. Investire nella nostra agricoltura e nel nostro territorio vuol anche dire creazione di nuovi posti di lavoro, che a loro volta genereranno tasse per ripagare il debito, e se vi diranno che mancano i soldi per investire su queste cose, ricordate loro le decine di miliardi di euro pronti per l'inutile Tav e Ponti di Messina o delle centinaia immediatamente trovati ogni volta che da salvare non sono le nostre vite, ma le loro banche. ❚ Nanni Passerini

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani”

Scuole di Carignano sotto un’unica dirigenza Dal prossimo anno cambia l’assetto per Materna, Elementari e Medie Carignano. Il panorama scolastico della zona sta per cambiare e, dal prossimo anno, Materna, Elementari e Medie saranno riunite sotto un'unica dirigenza che comprenderà le scuole di Carignano, Osasio e Lombriasco. Nell’ambito di un nuovo Piano nazionale di dimensionamento scolastico, sono stati assegnati a Comuni e Province i compiti e le funzioni amministrative concernenti, tra l’altro, l’istituzione, l’aggregazione, la fusione e la soppressione di scuole, e la redazione dei piani di riorganizzazione. I Comuni avranno il compito di redigere un piano di revisione relativo alle scuole dell’infanzia, primarie Miranda Feraudo e secondarie di primo grado mentre le Province seguiranno l’istruzione secondaria superiore. L’Amministrazione comunale di Carignano, quindi, condividendo il principio di verticalizzazione quale strumento per un maggior coordinamento dell’attività scolastica tra i cicli della scuola dell’obbligo e una migliore ottimizzazione nell’utilizzo delle strutture scolastiche e dei servizi offerti, ha approvato questo piano di dimensionamai per difetto, perché la pomento, volto ad ottenere - a polazione scolastica è in conpartire dal prossimo anno scotinuo aumento, a causa dei lastico 2012/2013 - un Istituto nuovi arrivi di persone, anche comprensivo autonomo che extracomunitarie, che vengestisca in un’unica dirigenza gono ad abitare a Carignano. le scuole dell’infanzia, primaria e secondaria di primo grado dei Comuni di Carignano, Osasio e Lombriasco. “Da soli non avevamo il numero sufficiente di alunni per mantenere lo status quo spiega la vicesindaco Miranda Feraudo - perché per poter acquisire l’autonomia gli Istituti comprensivi devono essere costituiti da almeno 1.000 alunni, senza superare i 1.200. Se però consideriamo tutte le scuole di Carignano, dalla materna all’elementare alla media, unitamente a quelle di Osasio e Lombriasco, che già erano con noi nella precedente direzione didattica e continueranno ad essere con noi, tutte insieme riusciamo a formare il prossimo anno questo ‘polo verticale’”. Attualmente nel territorio comunale di Carignano gravitano 893 alunni, così suddivisi: 252 della scuola dell’infanzia, 400 di quella primaria e 241 della secondaria di primo grado; a questi si aggiungono i 150 alunni delle scuole di Osasio e Lombriasco, per un totale complessivo di 1.043. “Sono numeri in continua fluttuazione - conclude Miranda Feraudo - sempre per eccesso

Pensieri per Davide Laura Negro, farmacista per quarant’anni I canti salivano alti nella navata, fiori bianchi sulla bara. Per la famiglia una catena spezzata, fuori dall’ordine naturale delle cose la perdita di un figlio... per gli amici un vuoto improvviso. Eravamo in tanti, di ogni età, a salutarti per l’ultima volta, ma soprattutto giovani, giovanissimi, tuoi coetanei, con l’abbigliamento abituale, le collanine al collo e lo sguardo smarrito, gli occhi lucidi, gonfi di pianto. Persa, lontana, la spavalderia di ieri. Si stringono fra di loro, ragazzi e ragazze, in un abbraccio consolatorio che sa di protezione, da ricevere e dare, il capo appena appoggiato alla spalla del vicino, in abbandono. Prima nel Duomo, gremito, poi sul sagrato, senza più spazio, avvolto in un silenzio irreale, tutti uniti per rendere a Davide l’estremo saluto e ancora accompagnarlo, in corteo, a piedi, fino alla rotonda, mentre si diffondevano nell’aria i rintocchi delle campane. E siamo già ai ricordi: il sorriso aperto, gioioso che ti faceva brillare gli occhi sul viso che ancora recava i tratti di chi si è appena affacciato alla vita, sogni, progetti, un futuro finito prima di cominciare. Resterai così, per sempre, nel cuore di tutti noi e tu, ora, avrai le risposte che noi non conosciamo. Riposa in pace. Donaci la pace. ❚ Marilena Cavallero

Leva 1957 in festa La classe 1957 festeggia sabato 26 novembre all’Agriturismo “Antico Casale” in frazione Vallongo di Carmagnola (via Tetti Ratti 10) Ritrovo ore 19.30 in piazza del Monumento a Carignano. Quota di partecipazione euro 30 (da versare presso la cartoleria Rosa Favarin, in via Salotto 23). ❚

Sul nuovo dimensionamento è già stata fatta una delibera; nella prossima riunione a Torino comunicheremo che abbiamo i numeri per il nuovo assetto”. ◆

Novembre 2011 21

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani”

Giuseppe Barbero 1921-2011 La famiglia desidera ancora ringraziare tutti coloro che hanno partecipato al suo dolore e cita alcune frasi,tratte dai biglietti di condoglianze, che l’hanno particolarmente colpita:“Un amico sempre disponibile a fare 'quattro chiacchiere'. Con lui se ne va un pezzo di storia della Madonnina ma anche di Carignano. Ciao Pino”; Ciao nonno Barbero, ricorderò sempre la tua simpatia e la tua bravura; “Grazie per tutto il bene che ci hai voluto e ci hai dato”. Grazie a tutti. Franca e Silvana Barbero e famiglie

A quasi tre mesi dalla sua morte, desidero ringraziare personalmente tutti coloro che hanno ricordato nostra madre con pensieri e testimonianze di affetto, stima e soprattutto riconoscenza. Ho pensato, per questa ragione, di “fotografarla” (lei che non voleva mai essere fotografata!) attraverso queste righe, ringraziando tutti coloro che in esse a riconosceranno. Mi piacerebbe che nostra madre fosse ricordata per quello che era: Laura Negro, la Farmacista che per quarant'anni è stata dietro al banco al fianco di nostro padre. Una donna indipendente e volitiva, di forte carattere, educata su principi severi, rigidi (come sempre le dicevo: “prussiani”), ma anche aperta al nuovo, che aveva imparato a sciare da giovanissima, quando sugli sci di donne se ne vedevano poche; che amava viaggiare, leggere; curiosa di sapere di imparare. Dura, forse anche un po’ scontrosa e “tagliente”, forse non simpatica a tutti, che ci teneva ad essere chiamata Dottoressa, con un profondo orgoglio per la propria professione; che è stata Farmacista fino all’ultimo. Ma di grande umanità e sensibilità nell’aiutare gli altri con generosità non sbandierata. Una donna di fede sicuramente profonda ma essenziale, senza “fronzoli”. Pochi, pochissimi amici, con i quali aveva un rapporto altrettanto schietto. Generazioni di bambini allevati grazie ai suoi consigli pratici, concreti, personali. Un’attenzione per le difficoltà e le sofferenze degli altri, fatta di grande capacità di ascolto e di riservatezza (pur stando dietro un banco molto... pubblico!) che ha conquistato la fiducia di tantissime persone ed il rispetto per la sua professionalità e competenza. La capacità di accogliere le confidenze, le pene, le angosce dei suoi clienti, prima ancora di vendere loro delle medicine. Una vera passione per il proprio lavoro: non tanto quello di “vendere medicine”, appunto, ma quello di prepararle, di consigliarle, di trovare il rimedio giusto per la singola persona ed anche per gli animali: preparare pomate, sciroppi, unguenti era un aspetto della professione che svolgeva con molta soddisfazione, e che le consentiva di offrire ai clienti medicamenti personalizzati. Una vera vecchia farmacista, insomma, con un sapere fatto di formule, di chimica, di piante, di ricette, di conoscenze pratiche. L’incapacità di stare ferma, il lavoro come fondamento essenziale della vita, da mettere davanti a tutto anche nei momenti più difficili (le sue malattie, gli interventi chirurgici), al limite delle possibilità fisiche ma ostinatamente svolto sempre dietro il banco, al servizio dei clienti. La necessità di fare qualcosa con le mani, che l’ha accompagnata fino alla fine: occuparsi delle sue piante, degli animali, le centinaia di berretti realizzati a maglia per i detenuti di Don Piero sono stati il modo più semplice per continuare a sentirsi utile durante gli anni della pensione. Una severità con se stessa e con il mondo che solo negli ultimi mesi di vita, di fatica e sofferenza si è un poco allentata. Un grande amore nella sua vita, sempre dichiarato: suo padre. Un altro grande amore, fatto della condivisione di una vita di lavoro svolto insieme: suo marito. Che l’ha portata a vivere a Carignano, lei torinese molto legata alla sua Città. Un grande dolore: non aver potuto condividere con lui gli anni della vecchiaia. Due figli, molto diversi, molto desiderati e amati, con i quali ha avuto un rapporto fatto più di durezze che di dolcezze. Un genero, Enrico, che ha molto rispettato e di cui ha avuto una grande stima fatta di rigidità e freddezza, nel suo stile… Un amore tenerissimo per il nipote Filippo, che l’ha fatta sorridere di gioia fino ai suoi ultimi giorni. Il profondo senso di responsabilità, durato tutta la vita, per essere stata la prima di otto fratelli, e la zia più vecchia di una grande schiera di nipoti e pronipoti. Una grande passione per le montagne, per il freddo, per l’Alto Adige: una terra dura, rigida, severa com’era lei. Una terra che le ricordava la Grande Guerra che suo padre aveva combattuto proprio là. In cui sognava di passare più tempo insieme a suo marito, godendo dei suoi colori, dei fiori, dell’ordine e della bellezza ben organizzata del suo paesaggio e della sua gente. E infine la scelta di tornare nella terra, ordinatamente: la terra davvero come ventre della propria madre, semplicemente e serenamente, come per fortuna sua è riuscita a fare, spegnendosi e congedandosi dal mondo in un caldissimo giorno di agosto. Proprio a lei che amava il freddo... Grazie a tutti coloro che la ritroveranno in queste immagini, e che vorranno ricordarla così. ❚ Odilia Negro

2008-2011 Ada Ferraris ved. Messina Valeria e Renato Marengo con parenti e amici la ricordano con infinito affetto. La Santa Messa sarà celebrata a Carignano domenica 4 dicembre alle ore 10.30 in Duomo.

MESSAGGI in

bacheca

Spazio ai lettori

21 novembre 2011 Il tempo passa ma la grinta e la volontà rimangono. Non avevo dubbi. Gli auguri più ...più per il tuo 94° compleanno. Tuo figlio Marco

A Irma Sei speciale per tutti noi e oggi, come ogni anno, ti rinnoviamo i nostri auguri ringraziandoti per la cinquantunesima volta di essere nata. Buon compleanno. Giovanni, Jessica, Sergio, Claudia, Daniele e Giulia

Gli anni passano... il cuore è sempre giovane

La classe 1941 si è ritrovata domenica 23 ottobre per festeggiare i suoi 70 anni ed è stata una simpatica coincidenza che il numero dei partecipanti fosse proprio 41. Come da programma, appuntamento in piazza “del Monumento”, visita al cimitero a ricordare i compagni defunti, Messa alle ore 10.30 e successivo scatto del Professional Studio Bauducco sotto la bella bandiera. Trasferta in pullman, com’è consuetudine da tempo, per raggiungere il ristorante “Picchio Rosso” a Roata Chiusani, Centallo. A tavola, immancabili commenti,

In ricordo di Maria Rosa Mei Vanessa e Marcello ringraziano tutti coloro che hanno sostenuto la loro iniziativa benefica in ricordo di Maria Rosa Mei. Grazie a voi tutti abbiamo potuto versare 1.560 euro alla Fondazione Piemontese per la Ricerca sul Cancro, sperando che sempre più persone possano vincere la loro battaglia. Grazie. ❚

scambi di notizie su coloro che non sono presenti, vecchie fotografie, ricordi... I legami con chi abita “fuori” sono sempre continuati e questo è stato il momento per una telefonata, un passa parola: il gruppo è molto unito ed anche i coetanei arrivati “dopo” partecipano con entusiasmo. Ancora un appuntamento per la tradizionale consegna della foto: da anni si è scelto che venga corredata da un cartoncino che ha ripreso, di volta in volta, motivi diversi e quest’anno con la scritta “Le nostre radici... i nostri sogni” la copertina riprende alcuni scorci carignanesi, con la veste grafica della Nuova Grafica Carignanese. Una novità: a partire dal prossimo incontro, chi vorrà, sarà in compagnia di marito o moglie come democraticamente è stato votato (non per alzata di mano). Al commiato, abbracci, un po’ di commozione e arrivederci al 14 dicembre in biblioteca, alle ore 21. Sorpresa... ❚ M.C.


20 Novembre 2011

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani”

Omaggio ai nostri centenari e ultranovantenni Quando ci si appresta a narrare la vita di una persona che ha visto la luce nel secondo decennio del secolo scorso, si rivive un pezzo di storia importante, un periodo di grandi trasformazioni che l’hanno inevitabilmente coinvolta. Domenica Paolina, detta Paola, Petronio nasce a Torino il 21 novembre 1917, secondogenita di cinque figlie femmine nella mitica via Nizza, nei pressi di piazza Carducci. Il prato antistante il Po, dove verrà costruito il complesso ospedaliero delle Molinette, inaugurato nel 1935, è il luogo prediletto per giochi spensierati, insieme alle sorelle, incuranti del traffico, comunque poco. La bicicletta da uomo del lattaio esercitava una forte attrazione e appena giaceva, momentaneamente incustodita, diventava non solo un mezzo di trasporto ma un divertimento ed il gioco si sarebbe rivelato ben utile in futuro. La famiglia, modesta, viveva del lavoro del padre, “feramiù” (rottamatore) e la madre si improvvisava venditrice di fiori. Un piccolo aiuto economico veniva anche da Paola e dalle sorelle che cucivano ombrelli. Nelle vacanze estive salivano ad Oncino, in Valle Po (paese di origine della famiglia che l’aveva lasciato in cerca di fortuna). Lì ancora abitava la vecchia nonna ed il ritorno a Torino era sempre triste: Paola ancora oggi ha nostalgia di polenta e mirtilli come la cucinava la nonna. Il tempo corre veloce, le conoscenze si intrecciano e la simpatia tra com-

pagni di giochi si trasforma in amore per il ragazzino che abita nella stessa casa di ringhiera, originario anche lui di Oncino, Chiaffredo Peirasso. A Paola il lavoro di cucito piace molto, è assunta come apprendista in una nota sartoria di via Roma: a poco a poco dai lavori semplici passa a quelli importanti e diventa sarta per vestiti maschili e femminili, cuciti interamente a mano. Gli anni del Ventennio sono duri, ideologicamente ed economicamente: il lavoro è tanto ma i soldi bastano appena per pochi generi di prima necessità. Pur tra mille difficoltà, nel 1940, Paola e Chiaffredo si sposano e, dopo il viaggio di nozze ad Oncino, vivono in famiglia. In questo modo è possibile mettere da parte qualche soldino e coltivare sogni e speranze. Paola ricorda: “Siamo ormai in piena guerra: ci sono difficoltà di approvvigionamento alimentare e bombardamenti continui, con la corsa verso i rifugi antiaerei tra il suono delle sirene di allarme. Paura, tanta, sempre”. La casa, come anche il vicino ospedale, da poco costruito, viene colpita dai bombardamenti destinati alla Fiat Lingotto, alla RIV, alla linea ferroviaria. Fortunatamente tutti sono illesi ma sono costretti alla ricerca di un’altra abitazione, possibilmente fuori Torino,

Accademia Scacchistica

“ALFIERI DEL PO” A cura di Daniela Tontini

Chudinovskikh - Zhuravlev (URSS 1990)

Soluzione mese scorso

• 1. Tc8 TxT se 1... Rxb7 2. TxT, difendendo così la casa e1. • 2. Dxa7+! RxD • 3. bxT = C+!! e cade

Il bianco muove e dà matto in 4 mosse

la Donna!

Il mese prossimo la soluzione

La pedina A cura di Franco Benedetto Lo dicono le pedine: anche se siamo di legno, chi vuol trattare con noi, deve aguzzare l’ingegno. Errata corrige Nel problema di dama del mese di ottobre, la Dama nella casella 16 va spostata nella casella 15. Complimenti a chi si fosse accorto dell’errata posizione.

Il BIANCO muove e vince in 6 mosse 1

2 5

9

3 6

10 13

17

14 18

21 25

15

22

16

“da Carignano Ieri, Oggi, Domani”

20 23

27 30

8 12

19

26 29

7

Per le inserzioni pubblicitarie su

4

11

come i tanti sfollati di quegli anni. Grazie ad amici che abitano in una frazione di Carignano (Tetti Ruffini) trovano una momentanea sistemazione, ma lavorare ancora a Torino comporta difficoltà e molta fatica: per prendere il trenino per Torino e ritorno occorre compiere una lunga camminata, al buio, su stradine solitarie e dissestate. Si fa strada l’idea di una casa in Carignano e, nel 1948, si presenta l’occasione: si trasferiscono in via Fratelli Bona, civico numero 5, dove aprono una trattoria, “La Colomba”, gestita da Chiaffredo, dai suoi genitori e da Paola, nel tempo libero dal suo lavoro da sarta, che lascia però nel 1950 quando nasce Marco, l’unico figlio. La trattoria chiude nel 1953, a causa della malattia del suocero; poco dopo Paola subisce un intervento chirurgico presso l’ospedale di Carignano e viene a sapere dalle suore infermiere che c’è bisogno di personale. Rimane così come aiuto e nel 1963 consegue il diploma di infermiera insieme ad Angela Sclerandi. Prosegue “Ho fatto sempre la notte, fissa, in chirurgia, fino alla pensione. Ho conosciuto, quando erano alle prime armi, alcuni dei medici che ora esercitano nella nostra città”. Nelle ore libere prestava assistenza domiciliare ad anziani e malati ed anche dopo il pensionamento, vissuto a malincuore nel 1977, ha continuato in sella alla inseparabile bicicletta a rispondere a qualsiasi chiamata per iniezioni e medicazioni. Nel 2004 si è dovuta sottoporre alla sostituzione di una valvola aortica ma è ancora tornata ad Oncino (1280 metri) per quattro belle estati, nella accogliente baita, di recente ristrutturata. Il figlio Marco la segue con assoluta dedizione: i suoi orari non sono più scanditi come un tempo ma si appassiona tuttora a programmi televisivi, soprattutto di attualità, che la tengono sveglia fin dopo la mezzanotte ed al mattino si concede il riposo. Quando mi congedo non posso che augurarle, di tutto cuore, tanti compleanni ancora. ❚ Marilena Cavallero

24

al 339.7292300

28 31

telefonate

32

VIGILI SU CARIGNANO I pompieri: chi sono e cosa fanno Riscaldamento: canne fumarie e manutenzione Il ritorno della stagione fredda ci obbliga a rimettere in funzione caldaie, stufe e caminetti, ipianti di riscaldamento diversi tra loro ma tutti caratterizzati da un elemento fondamentale che non è il bruciatore bensì la canna fumaria, che non va vista come parte autonoma ma come parte integrante della macchina per produzione di calore. Addomesticare il fuoco ed impiegarlo in sicurezza significa conoscerne i potenziali rischi per l’uomo; non sempre il fuoco viene impiegato in sicurezza ed è per questo che molte attività umane, prima di essere intraprese, hanno la necessità di essere analizzate e valutate per il loro rischio incendio, eventualità troppo spesso trascurato ma capace di verificarsi in modo a volte devastante. L’uscita dei fumi dalla stufa o dal caminetto non può essere semplicemente risolta con un tubo che mette in comunicazione il braciere con l’esterno, e capire come funziona una canna fumaria aiuterà a comprendere l’importanza della sua funzione e la necessità di una manutenzione adeguata. Una canna fumaria ben progettata deve assolvere due funzioni: evacuare i fumi della combustione ad una altezza dal suolo sufficiente a favorirne la dispersione, cosi da renderli innocui per la salute e la sicurezza dell’uomo, e costituire il “motore” della combustione. Il camino è un motore statico, senza parti in movimento, il cui compito è di spingere l’aria comburente nella camera di combustione ed espellerne i fumi, rendendo cosi possibile la reazione di combustione stessa. Questo ciclo fisico è quello che comunemente definiamo “tiraggio”. Senza entrare in noiose spiegazioni di fisica, va però detto che il tiraggio, escludendo difetti costruttivi della canna fumaria, dipende da più aspetti ambientali quali la pressione atmosferica, il vento, la temperatura dell’aria esterna e la pulizia della canna fumaria. Mentre sulle prime tre componenti non abbiamo potere d’intervento, sulla quarta possiamo, e dobbiamo, fare quello che serve; è bene quindi pianificare un intervento annuale volto a verificarne l’integrità e sopratutto la pulizia interna dei condotti. Questo tipo di manutenzione è consigliabile a fine estate in modo da rimuovere eventuali ostruzioni che insetti o volatili possono aver creato durante la bella stagione, oltre alle incrostazioni che l’utilizzo nella precedente stagione fredda ha depositato sulle pareti della canna fumari. Quest’ultimo aspetto è molto meno evidente sugli impianti che utilizzano gas metano dove le particelle solide presenti nei fumi sono relativamente scarse. L’integrità del condotto invece interessa qualsiasi tipologia di combustibile impiegato. Si possono verosimilmente individuare quattro semplici possibili situazioni per cui il camino può divenire elemento iniziatore di innesco: l'emissione di scintille o di materiali incandescenti dal camino che provocano l'accensione di un tetto combustibile innescando l'incendio; l'emissione di scintille o di materiali incandescenti attraverso una fessura creatasi nel camino, o per un difetto dello stesso, provocano l'accensione delle travi in legno della struttura portante o dei solai dell'edificio, adiacenti alla canna fumaria; il surriscaldamento di materiali infiammabili posti in prossimità del camino o della canna fumaria; combustione delle incrostazioni presenti sulle pareti del camino con conseguente aumento delle temperature che si propagano alle parti lignee del tetto fino a causarne l’accensione spontanea. Considerazioni simili possono essere applicate ai condotti di scarico dei fumi di caldaie e scaldabagni, quando questi attraversano strutture in legno.

CURIOSITA’ ECOLOGICHE a cura di "Legambiente Il Platano" - Sui fatti di Genova, oltre ad associarci al dolore per chi è stato colpito, riportiamo quanto affermato dal presidente nazionale di Legambiente: “E’ incredibile che una forte perturbazione, valutata già pericolosa e per di più annunciata da giorni, abbia trovato una città così impreparata. Siamo in una situazione paradossale, da un lato l’elevate capacità tecnologiche del sistema di previsioni meteo e dall'altro una popolazione incapace o impossibilitata ad assumere i comportamenti adeguati. E' evidente che al fondo c'è una cultura, a partire dai responsabili del governo del territorio, di sottovalutazione del rischio. Dobbiamo convincerci che piogge così intense non sono più eccezionali ma stanno diventando, purtroppo ordinarie. Per questo è fondamentale che le persone siano in grado di affrontare la situazione di pericolo, così come avviene in Giappone per i terremoti o negli USA per gli uragani, evitando il panico e agendo con razionalità. Serve un cambiamento radicale nell’istruzione e nella comunicazione ai cittadini, servono esercitazioni e la preparazione di massa per mettere tutti nelle condizioni di saper affrontare questi nuovi rischi” . Ci chiediamo, Carignano ha da alcuni anni istituito un suo gruppo di Protezione Civile, ma qualcuno ha pensato ad istruire i cittadini ad affrontare una nuova piena del Lemina-Oitana o del fiume Po, per esempio in zona Garavella diventata di nuovo alluvionabile dopo il “buco” nell'argine costituito dalla tangenziale? - Come ogni anno Legambiente ha dedicato a “Puliamo il Mondo” una settimana di settembre. Quest’anno anziché realizzare un intervento spot, il circolo Legambiente “Il Platano” ha proposto alle scuole di Carmagnola, Carignano, Villastellone e Pancalieri un’iniziativa incentrata sulla denuncia degli abbandoni di rifiuti sul nostro territorio. Il successo dell’iniziativa - le adesioni sono state numerose - è indicativo della sensibilità della scuola al tema dell’ambiente e della vivibilità del territorio. L’attività si è svolta nei mesi di settembre e ottobre ed è consistita in una “caccia fotografica” dei rifiuti abbandonati sul territorio comunale. Il materiale fotografico insieme ai disegni e ai testi realizzati dai bambini e dai ragazzi confluisce in un blog creato ad hoc per l’iniziativa (cacciallabbandono.bolgspot.com) che è in costante ampliamento ad opera di alunni ed insegnanti e che vi invitiamo a visitare, ma soprattutto darà luogo ad una mostra pubblica per le vie delle cittadine, tra dicembre e gennaio. Questo modo di fare “Puliamo il Mondo” ci sembra particolarmente importante perché ci riporta alle motivazioni iniziali di questa iniziativa di Legambiente: la specificità del problema rifiuti e l’educazione al rispetto del territorio e alla convivenza civile attraverso una sorta di denigrazione del comportamento scorretto “dei più furbi” che parte dalla auto-educazione di ognuno, secondo, la rappresentazione di un punto di partenza per sviluppare il tema della gestione dei rifiuti in tutta la catena produttiva, dalla produzione allo smaltimento, in una cultura dove “produrre” spesso significa in primo luogo “produrre rifiuti”. - Il circolo Legambiente Il platano oggi è raggiungibile anche su Facebook Circolo Legambiente “Il Platano” Carignano-Carmagnola-Villastellone

Novembre 2011

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani”

Ultimi giorni per il censimento Consegna dei questionari entro domenica 20 novembre Scade domenica 20 novembre il tempo utile per la consegna dei questionari relativi al 15° Censimento generale della popolazione e delle abitazioni. A partire dal 21 novembre, la famiglia che non ha ancora consegnato il questionario verrà contattata dal rilevatore per il ritiro del questionario a domicilio. Si ricorda che giorno di riferimento di compilazione del questionario è il 9 ottobre 2011 e che è obbligatoria la compilazione e la restituzione secondo le modalità in atto. Sono previste sanzioni pecuniarie, nonché l’eventuale cancellazione dall’Anagrafe comunale, per chi non consegnerà il questionario compilato. L’Ufficio Censimento del Comune di Carignano, sito al piano terra del Municipio, è disponibile a dare informazioni agli utenti, oltre a fornire eventuale assistenza alla compilazione stessa, durante i seguenti orari: dal lunedì al giovedì, 8.30-18; venerdì e sabato, 8.30-13 Per ogni informazione, telefonare al numero 011,9698441 oppure consultare il sito istituzionale www.comune.carignano.to.it alla voce Censimento. ◆ DA ANNA E ANNA carmagnola, piazza sant’agostino, 16 MATRIMONIALI E AMICIZIE............... castana, occhi verdi, ama la musica, è una donna riflessiva, nubile, seria, 36enne, impiegata in ospedale, carattere dolce e riservato, cerca uomo con cui formare famiglia. 3479972155 coadiuvante nell'impresa agricola dei genitori, nubile, 40enne, è una donna semplice, ha un buon carattere, ama le passeggiate all'aria aperta, è in cerca del suo principe azzurro, con cui creare una famiglia unita. 3314737423 ha un grande sorriso comunicativo, sportiva, laureata, insegnante, 47enne, ha un aspetto distinto, bruna occhi scuri, libera da impegni sentimentali, conoscerebbe uomo per futuro insieme. 3420362328 sola da molto tempo, 54enne, ex agricoltrice, trascorre il suo tempo libero facendo volontariato presso la C.R.I., piemontese, disponibile a trasferirsi, incontrerebbe uomo affidabile con cui farsi buona compagnia. 3463941533 piemontese, vedova senza figli, pensionata, 61enne, aspetto giovanile, donna d'altri tempi, cura l'orto e lavora a maglia, conoscerebbe uomo semplice, onesto, per il resto della vita. 3391262291 comandante dei vigili del fuoco, 48enne, fisico atletico, nel tempo libero ama sciare, volontario pro-loco del suo paese, divorziato da tempo, non ha più voglia di relazioni inconcludenti, ora vorrebbe fermarsi insieme ad una donna da amare, coccolare e proteggere. 3313372632 stanco delle storie senza futuro, affascinante 58enne, alto, brizzolato, occhi chiari, vedovo, inguaribile romantico, giudice di pace, distinto, è alla ricerca dell'anima gemella. 3347773872 ha una grande azienda di apicoltura, è un uomo sereno e ottimista, 40enne, celibe, proviene da una famiglia cattolica, ha profondi valori morali, crede nel matrimonio, è un bell'uomo, molto alto, cerca una compagna con uguali aspirazioni. 3487154544

9

Natale senza luci, solo l’albero in piazza Mancano i fondi e il Comune quest’anno risparmia sugli addobbi Carignano. In un momento di crisi anche il Natale ne risente e non può che annunciarsi all'insegna della sobrietà. E del risparmio, almeno a Carignano. Va in questa direzione, a quanto pare obbligata, la scelta dell'Amministrazione comunale di rinunciare per quest'anno alle luci: il piatto piange, le casse sono vuote e quindi niente stelle, niente fiocchi di neve, ghirlande e sagome di alberi di Natale e di angeli a illuminare i giorni di festa. I chiari di luna impongono di sacrificare, ma appunto solo per quest'anno e in attesa di tempi migliori, le luci colorate con cui il Comune è solito addobbare le vie e le piazze del centro, un lusso che ora non ci si può permettere vista la mancanza di fondi. Si salva solo l'albero di Natale che, come di consueto, verrà allestito in piazza San Giovanni Bosco davanti al santuario di Nostra Signora delle Grazie, bisogna accontentarsi. La decisione è stata presa e, da Palazzo civico, invitano ad avere pazienza, le priorità sono altre. “Noi comprendiamo, ci mancherebbe commenta Massimo Bessone, presidente dell'Ucap, l'associazione dei commercianti, artigiani e professionisti carignanesi - La situazione è quella che è e far quadrare i bilanci è un'impresa per tutti, ovvio che anche per il Comune non sia affatto facile. Ma, proprio perché comprendiamo, ribadiamo che ci sembra che valesse la pena ragionarci su e fare uno sforzo tutti insieme per non lasciare Carignano proprio al buio. L'atmosfera è già deprimente, perché non cerchiamo di dare un segnale di fiducia e di ottimismo, per i nostri concittadini e per chi arriva da fuori?”. Bessone prosegue: “Eravamo a conoscenza del problema di trovare la copertura finanziaria, perciò avevamo chiesto all'Amministrazione comunale di trovare una soluzione che non fosse così drastica e penalizzante. Avevamo perciò suggerito di limitare al massimo le luci, risparmiando il più possibile, senza però eliminarle del tutto. Non solo, avevamo dato anche la nostra disponibilità a rinunciare al contributo che il Comune ha assegnato all'Ucap per l'organizzazione di Aspettando Natale, la manifestazione del 4 dicembre, perché fosse destinata alla sistemazione delle luci. Poca cosa, ma comunque sarebbe stata meglio che niente. Purtroppo la nostra offerta non è stata presa in considerazione, un vero peccato. Noi comunque terremo la somma disponibile anche per il prossimo anno, purché le luci ritornino”.

Dal Comune l'assessore al commercio Tonino Papa non nasconde il suo rammarico e spiega: “E' stata una decisione sofferta, siamo i primi

ad essere dispiaciuti. L'illuminazione natalizia è, da sempre, un'iniziativa in cui crediamo, tant'è vero che nel corso degli anni abbiamo dedicato risorse e l'abbiamo arricchita e ampliata, cercando di estenderla man mano anche nelle zone più scoperte ed eravamo riusciti ad arrivare ad un buon livello; avremmo proseguito su questa strada, ma poi è suc-

lancio, quella che porteremo in consiglio il 24 novembre; purtroppo non è stato possibile”. Diecimila euro circa, questa la cifra da trovare: è la spesa sostenuta negli anni precedenti, comprensiva di manodopera, forniture varie per sostituzioni e integrazioni e, soprattutto, dell'energia elettrica. Spiega Papa: “E' proprio la bolletta la voce di costo che incide di gran lunga di più; abbiamo provato a ragionare sul risparmio, provando a ipotizzare luci ridotte e nessuna sostituzione o acquisto, ma la cifra non si abbassava in modo significativo e nemmeno la generosa offerta dell'Ucap avrebbe cambiato le cose. Inoltre, proprio perché la nostra politica è sempre stata quella di estendere l'illuminazione per quanto possibile, non ci sembrava giusto privile-

“Giusto risparmiare, ma le feste saranno tristi” Carignano. La crisi si porta via anche le luci e la notizia a Carignano viene accolta, da alcuni operatori commerciali e artigiani interpellati, con sentimenti che oscillano tra la delusione e la rassegnazione. “Da un lato dispiace, dall’altra parte e visto il periodo penso che sia anche giusto dare delle priorità” commentano da via Salotto. E ancora: “Che tristezza, neanche più il Natale si salva. Per lo meno la via centrale… e l’albero, almeno quello, ci sarà?”. Un'artigiana richiama l'attenzione sulla situazione nazionale: “Non sono stupita e non siamo certo né gli unici né tanto meno i primi: altri Comuni in tutta Italia hanno già preso questa decisione; è una conseguenza abbastanza inevitabile, purtroppo, considerata la situazione economica generale e la necessità di tagliare su quello che non è indispensabile”. Del medesimo avviso un altro artigiano: “E' una scelta che può essere anche discutibile ma non sbagliata, però forse si sarebbe dovuto affrontare il problema prima”. Meno comprensivi alcuni commercianti in via Umberto I, in piazza Carlo Alberto e in via Salotto: “Altro che piazza Carlo Alberto salotto di Carignano, come piazza San Carlo a Torino: fatte le debite proporzioni, lì hanno le luci d'artista, noi nemmeno le luci. Secondo me non fa bella figura la città, proprio ora che dovremmo dare un po' di speranza e vita, un segnale in un momento di crisi e un modo per tirare su il morale. E' un vero peccato”. Parole amare quelle di un'altra commerciante del centro: “Trovo che sia una vergogna, penso che nessuno sarà contento di trascorrere il Natale così, senza illuminazione e addobbi che festa è? Mi sembra allucinante che non si siano trovati i soldi quando invece se ne sono spesi tanti sulla base di scelte non sempre condivisibili. Non è questo il modo di aiutare il commercio carignanese, sostenere queste iniziative significa in definitiva sostenere il lavoro; non che la cultura non sia importante, ma prima di tutto c'è bisogno di lavorare”. E da via Salotto sottolineano: “Dal tanto degli anni scorsi al niente di quest'anno è davvero un po' troppo; anche come cittadino trovo che l'effetto generale, pensando a Carignano completamente senza luci, sarà proprio deprimente. Come commerciante sono deluso, si sarebbe dovuto fare anche solo un piccolo sforzo, quel poco che bastava per non stare al buio, come era stato proposto al Comune”. ◆ cesso l'imprevisto a fine agosto del taglio alle entrate comunali, da cui è derivata la necessità di rimettere mano alla programmazione e rivedere il bilancio, comprese le risorse già destinate. Ma poiché ci tenevamo, e ci teniamo, abbiamo sperato fino all'ultimo di riuscire a trovare le risorse con l'ultima variazione di bi-

giare alcune zone a discapito delle altre”.Papa conclude: “Anche personalmente sono molto dispiaciuto, confidiamo però nella comprensione dei cittadini, anche se le critiche saranno inevitabili; rimedieremo senz'altro l'anno prossimo”. Quando il Natale, se lo augurano tutti, tornerà luminoso. ◆

IMPRESE FUNEBRI RIUNITE DAL 1979 Uno tra i più grandi gruppi di Imprese Funebri della Provincia Torinese

UFFICIO: SAN REMIGIO, Via Umberto I n. 39 - 011 9699487 - CARIGNANO LA LOGGIA, Via Bistolfi n. 9 LA LOGGIA LA PIOBESE, Corso Italia n. 5 PIOBESI T.SE VINOVESE, Via Marconi n. 70/a VINOVO LA CANDIOLESE, Via Roma n. 5 CANDIOLO OSASIO - Abitazione, tel. 333/9858968 SERVIDIO ANTONIO PACOTTO LUCIANO

VIOTTO FLAVIO ROLFO PAOLO

333/3211052 338/5248598

333/9858968 338/7080636

Funerali completi, scritta lapidi, arte funeraria, trasporti funebri in tutta Italia ed all’Estero


10 Novembre 2011

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani”

“Italiano amico” per gli stranieri Rinviato lo spettacolo Corso gratuito in Biblioteca, si comincia a dicembre di Mario Zucca Carignano. L’Amministrapersone, laddove pensiamo e Marina Thovez zione comunale di Carignano possano avere dei riferimenti, ha aderito a “Italiano Amico”, lprogetto per la realizzazione di un corso gratuito di lingua italiana per adulti stranieri da realizzare in città. La richiesta è stata avanzata dal Dirigente scolastico dell’Istituto comprensivo “Borgo San Pietro” di Moncalieri-Centro territoriale permanente per l’Istruzione e la Formazione in età adulta; il progetto è promosso dalla Regione Piemonte e dall’Ufficio scolastico regionale per il Piemonte ed è interamente finanziato dal Ministero per il Lavoro. Il primo incontro, con la presentazione del corso, è previsto lunedì 12 dicembre, alle ore 16, presso la Biblioteca civica (secondo piano del Municipio, via Frichieri 13). “Sono iniziative che abbiamo portato avanti già in anni passati - dice il vicesindaco Miranda Feraudo - con risultati alterni. Dipende dall’utenza. Noi facciamo una proposta sul territorio, se poi c’è il numero sufficiente di persone interessate mettiamo a disposizione i locali e gli insegnanti. Cerchiamo di raggiungere queste

dalla Caritas alle scuola; abbiamo anche affisso degli avvisi e preso contatto con gli stranieri che vengono qui abitualmente per vari motivi. Considerato che, oltre alla messa a disposizione dei locali, nessun onere sarà a carico di questa Amministrazione e che si tratta di corsi interamente gratuiti a favore di adulti stranieri che si trovano in difficoltà ad integrarsi nella società e cultura italiana a causa dell’incomprensione della lingua, abbiamo deliberato la realizzazione del corso, mettendo anche a disposizione, secondo orari e modalità che verranno concordati con gli uffici preposti, un locale della Biblioteca civica”. ◆

Carignano. Lo spettacolo “L’insostenibile leggerezza” di Mario Zucca e Marina Thovez, in programma presso il Teatro di Carignano “P. M. Cantoregi” sabato 12 novembre, alle ore 21, acausa indisponibilità dell’attrice, è stato rinviato a sabato 26 novembre, sempre alle ore 21. ◆

Per le inserzioni pubblicitarie su

“da Carignano Ieri, Oggi, Domani” telefonate al 339.7292300

Angoli da (ri)vedere Andare a spasso non è sempre uno spasso

Novembre 2011 19

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani”

Una giornata speciale con Fili, giovane sarto africano Re.Co.Sol e Circolo Didattico di Carignano per il Progetto Mali, a sostegno di Oualia Pieno della Scuola Elementare. Dopo il pranzo la presenza degli ospiti in cortile ha attirato la curiosità di tutti i bambini: specialmente Fili, con la sua pettinatura da “rasta”, giovane tra i giovani (qualcuno ha detto che sembrava un dj!), è stato attorniato dai ragazzini più grandi e subissato di domande. Il pomeriggio è stato intensissimo: dalle 14.10 alle 16.45 si sono alternate molte classi in tre turni di incontro con i nostri ospiti, con la proiezione del filmato girato da Walter a Oualia e

A piedi nudi nell’erba? Meglio di no Osservando questa foto, sorge spontanea una domanda: “In questo caso è più animale il cane o il suo padrone?”. Meno male che i proprietari di animali non sono tutti così e non si comportano in questa maniera così disdicevole. Ne sanno qualcosa i bambini che si avventurano nel verde o gli operai che curano periodicamente il taglio dell’erba...

SPURGO POZZI NERI FOGNATURE PIEMONTE SPURGHI

CARMAGNOLA - TEL. 011.9722198

Martedì 11 ottobre 2011 è stata una giornata speciale: è venuto a Carignano Fili, un giovane di Oualia che ha frequentato a Torino un corso di sartoria per perfezionarsi in questo mestiere. Con lui erano presenti Silvana Cavallo, la cooperante di Re.Co.Sol., e Walter Neirotti, un volontario che è già stato più volte a Oualia, il Comune del Mali, nell’Africa sub-sahariana, con il quale la nostra scuola ha un progetto attivo ormai da molti anni. Accolti dalla maestra Piera Zanchin, infaticabile referente del progetto di solidarietà, la delegazione ha fatto la prima tappa alla Scuola Elementare di Lombriasco e poi ad Osasio, scuole del Circolo Didattico di Carignano che hanno sempre partecipato al progetto di “Adozione a distanza” a favore delle scuole di Oualia, e che per la prima volta hanno potuto accogliere un cittadino di quel comune. A Lombriasco tutte le classi con i loro insegnanti hanno assistito alla proiezione dei filmati girati da Walter; Silvana ha spiegato alcuni aspetti della vita di quella che ormai è la sua seconda patria, avendo ella sposato un maliano che attualmente è il Sindaco di un altro Comune vicino

ad Oualia, Kassarò. Purtroppo Silvana ha dovuto scappare presto, perché ha avuto da pochi mesi il suo terzo bambino, che la aspettava a casa per… la pappa! Dopo i filmati i bambini hanno potuto porre agli ospiti alcune domande, mostrando molto interesse alle risposte soprattutto di Fili, giovane simpatico e disponibile. Salutati tutti, la delegazione si è spostata nella piccola scuola di Osasio, in cui era attesa con molta curiosità. Anche qui filmati, domande, grande attenzione da pare di tutti. E dopo, trasferimento a Carignano alla mensa del Tempo

Fili che ha risposto alle molte domande dei bambini. I ragazzi delle Quarte C e D avevano preparato domande molto mirate, per portare a termine i loro lavori scolastici sul tema della civiltà di Oualia (le abitudini di vita, la famiglia, il lavoro, il cibo, il lavoro, la religione e molto altro ancora) e sulle possibilità di istruzione in un Paese non occidentale molto diverso dal nostro.

A GNE E S CON MICILIO DO

ctáà|vvxÜ|t

ZxÄtàxÜ|t

PRODOTTI TIPICI di SARDEGNA CONFEZIONI REGALO - BOMBONIERE SEGNAPOSTI PER EVENTI

SU ORDINAZIONE pasticcini e salatini per matrimoni, battesimi e cerimonie in genere P.zza C. Alberto, 29 - CARIGNANO - Cell. 334.50.42.115

Alla fine della giornata i nostri ospiti erano esausti, e Fili ha commentato che preferisce fare il sarto che l’insegnante!! Vogliamo ringraziare ancora Walter e Fili per la loro disponibilità e pazienza: nei ragazzini di Carignano sono certamente rimaste impresse le immagini del mondo che loro ci hanno descritto, molto diverso da quello della nostra comunità. La loro presenza ha ancor più confermato l’importanza del nostro piccolo impegno a sostegno del progetto di cooperazione promosso da Re.Co.Sol., la Rete dei Comuni Solidali che ci segue da alcuni anni. Ed anche quest’anno la Dire-

zione Scolastica di Carignano Lombriasco e Osasio proseguirà nella raccolta dei fondi che verranno, come sempre, destinati al pagamento degli stipendi degli insegnanti delle scuole di Oualia. Un piccolo gesto, un piccolo contributo di ciascuno di noi per garantire ai nostri piccoli amici del Mali il diritto all’educazione ed all’istruzione. Per informazioni sul progetto di Adozione a distanza potete consultare il sito della Direzione Didattica o quello di Re.Co.Sol. (www.comunisolidali.org) Grazie a Silvana, Fili e Walter da tutti i bambini e dai loro insegnanti. ❚


18 Novembre 2011

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani”

Notizie dalla scuola

Articoli prodotti dagli alunni della Scuola Media Statale “Benedetto Alfieri” di Carignano

quanto sia importante il rispetto e la tutela dell’ambiente circostante e per denunciare situazioni di forte degrado. Muniti di macchina fotografica, penna e block notes, come apprendisti detective, siamo andati “a caccia” di ambienti inquinati nei quali persone, a dir poco incivili, hanno disseminato oggetti di ogni tipo. Siamo riusciti anche ad immortalare un individuo intento a

“C’era una volta...” in una splendida giornata di sole Tre prime in visita al Museo di Arti e Mestieri di Cisterna d’Asti

L'11 ottobre scorso, una splendida giornata di sole, le classi Prima A, Prima B e Prima D della Scuola Media si sono recate in visita a Cisterna d’ Asti. In alto, all’interno di un castello circondato e protetto da belle mura, c’è il “Museo di Arti e Mestieri” antichi. Organizzato dall’inizio degli anni ‘80, raccoglie molte testimonianze delle tradizioni rurali di una volta. Al castello si arriva percorrendo una salita pavimentata con le pietre. Oltrepassando un arco, si entra in un’ampia terrazza, da cui si apre uno splendido panorama a 360° sulle colline. Salendo poi a sinistra una ripida scala, si entra nelle sale che accolgono il museo, organizzato per stanze, ciascuna delle quali è dedicata ad un antico mestiere: ciabattino, sellaio, falegname, l’arrotino, lo stagnino, il materassaio, il costruttore di carri. Nel museo ci sono anche le ricostruzioni di alcune botteghe e noi abbiamo visitato in particolare quella del panettiere, quella del torronaio e la trattoria. a proposito, volete fare il torrone? Ecco gli ingredienti: albume d’uovo, zucchero, nocciole tostate, vaniglia, un goccio di miele. Nel corso della giornata abbiamo anche svolto due interessanti laboratori Il primo è stato “La Matematica di una volta”, condotto dalla Professoressa Gemma Gallino. All’ inizio la signora Gemma ci ha spiegato come gli antichi misuravano e abbiamo imparato che gli Egizi separavano i campi piantando nel terreno tanti paletti. Quando però il Nilo straripava, i paletti venivano sommersi e ogni volta bisognava rimisurare. Stanchi di questo sistema, si ingegnarono e adottarono una unità di misurazione che consideravano standard: il “cubito del Faraone“, cioè la parte del braccio che iniziava dal gomito e finiva al suo dito medio. Quella misura fu il riferimento per tutto il popolo egizio. La signora Gemma ci ha poi raccontato del greco Talete e del suo ingegno nel capire il sistema per misurare una piramide, ma anche dei Babilonesi, che inventarono la bilancia a due piatti. Nel pomeriggio abbiamo conosciuto un uomo davvero particolare, un certo ”Nonno Prezzemolo”: folto barbone grigio, larghi pantaloni di velluto, camicia scozzese e cappellaccio in testa. Egli ci ha mostrato alcuni giochi di una volta fatti con carta, legno, corda, chiodi e stoffa. Ci siamo incuriositi e stupiti nel vedere quante cose si possano costruire con materiali poverissimi ma tanta fantasia! La valutazione dell’esperienza è ottima: abbiamo imparato molto, divertendoci, abbiamo osservato panorami diversi dai nostri, abbiamo pranzato tutti insieme all’aria aperta e giocato con i nuovi ed i vecchi compagni, come se quel gruppo fosse una sola grande classe Prima. ❚ Per tutti... la Prima A

Borghi già al lavoro per Carnevale L’edizione 2012 si annuncia con cinque carri più uno

Puliamo il Mondo 2011 e “Cacciallabbandono” in un click Alcune classi della Scuola Media Statale “Benedetto Alfieri” di Carignano hanno aderito fin dal mese di settembre all’iniziativa di “caccia fotografica” promossa da Legambiente, volta a denunciare situazioni di abbandono rifiuti sul nostro territorio. Gli alunni sono stati coinvolti in attività di esplorazione e ricerca ed il lavoro è stato utile e significativo, per comprendere

Novembre 2011 11

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani”

buttare sacchi dell’immondizia nel canale attiguo alla casa di un nostro compagno e a documentare che nei pressi della Molinetta, la stazione di conferimento per la raccolta differenziata, è stata depositata immondizia di ogni genere, che poteva invece essere differenziata e consegnata senza spesa alcuna. Un nostro compagno di La Loggia ha potuto fotografare numerosi rifiuti sparsi nei campi nella frazione limitrofa di Belvedere. Via San Remigio - Matteo Calautti - Classe Prima C Le nostre immagini denunciano atteggiamenti del tutto riprovevoli, che a nostro avviso dovrebbero essere pesantemente sanzionati. Nel nostro Comune esiste un’efficiente raccolta differenziata “porta a porta”, quindi s a r e b b e Strada fuori La Gorra - Matteo Calautti - Classe Prima C molto più semplice e opportuno utilizzarla e non comportarsi in questo modo del tutto sconsiderato. Inoltre la rimozione di questi rifiuti aumenta in modo considerevole la spesa delle famiglie del Comune. Le fotografie migliori da noi prodotte saranno esposte in una mostra itinerante, che sarà allestita nei prossimi mesi da Legambiente. ❚ Matteo Pecoraro e la classe Terza C Tetti Faule - Letizia Mengozzi - Classe Prima B

Carignano. Sembra un traguardo lontano, invece è già tempo di pensare al prossimo Carnevale. Novembre è da sempre il mese dell’inizio dei veri lavori nei borghi che presenteranno i carri allegorici nell’edizione dell’anno successivo del Carnevale di Carignano, quindi in realtà il lavoro è già cominciato. Si imposta l'organizzazione, le idee comincia no a prendere forma. Per l’edizione 2012 sono attese molte conferme e alcune novità. Le conferme riguardano la rinascita, ormai in atto, della manifestazione così legata al territorio: dopo qualche anno di appannamento, è tornato ad aumentare il numero dei carri che sfileranno per le strade cittadine. Già lo scorso anno, grazie alla presenza dei nuovi Burg dei Giuo e del Borgo Fuori Mura, sono tornati dopo parecchi anni di sfilate a tre o quattro borghi, ad essere nuovamente cinque i gruppi in gara. Queste nuove realtà hanno garantito anche nuove forze lavoro e partecipazione alla sfilate di giovani e meno giovani in maschera che hanno arricchito, dando nuova linfa, al Carnevale. Alla prima riunione in Municipio, i due nuovi gruppi hanno confermato la loro presenza, insieme ai primi due classificati della scorsa edizione, cioè il Borgo dei Matti e il Borgo Piazza;qualche problema in più per i Ragazzi del Borgo Torre che, intenzionati a partecipare, stanno proprio in questi giorni cercando una nuova base per iniziare i lavori. Tra le novità più interessanti la presenza di un nuovo “carretto”: seppure non in gara il gruppo degli Amis del Carlevè ed’Carignan si presenterà per la prima volta ai carignanesi con Ratatuille. Può dunque considerarsi quasi confermata la formula con cinque carri allegorici in gara, più questa novità e gli immancabili vari gruppetti mascherati, oltre naturalmente alla banda musicale che aprirà il corteo. Per quanto riguarda i temi, in via ufficiosa si può anticipare la presenza dei piccoli “Puffi” blu della Piazza, delle colorate ambientazioni del pappagallo Rio per il Borgo dei Giovani, dei sibillini Tarocchi dei Fuori Mura e del classico cartone animatoromanzo Il Libro della Giungla per i Matti. Totale riserbo, invece, per quanto riguarda i nomi della Castellana e del Gran Siniscalco, mentre sono attese le conferme delle serate presso la Nuova Lucciola per la classica mangialonga, i giochi dei carri e il Veglione del sabato sera. Le sfilate inizieranno domenica 12 febbraio e proseguiranno nel lungo weekend successivo con la notturna di sabato 18 e le sfilate pomeridiane di domenica 19 e di martedì 21 febbraio. ◆ Daniele Bosio

RESTAURO MOBILI - PENDOLI PORTONI E SERRAMENTI IN LEGNO FINELLO ALESSANDRO CORSO C. BATTISTI, 24 CARIGNANO - 335 6056752 (INTERNO CORTILE LIDL A DESTRA)

Circonvallazione - Chiara Beltramino - Classe Terza A

Garavella - Vanessa Brino e Irene Formia - Classe Terza C

Le Carignano Card sono già tremila Vantaggi e sconti per i clienti: l’iniziativa dell’Ucap parte bene Carignano. Oltre tremila Cariganno Card sono già nei portafogli dei clienti dei trentacinque negozi che hanno aderito all'iniziativa dell'Ucap Centro Città. Con grande soddisfazione dell'Ucap Unione Commercianti, Artigiani e Professionisti carignanesi, come conferma il presidente Massimo Bessone: “Il progetto, che rientra nel Piano di Qualificazione Urbana, sta dimostrando la sua validità: funziona, le Fdelity Card sono state accolte bene e i clienti stanno apprezzando, apprezzeranno sempre di più man mano che accumuleranno sconti e i vantaggi si faranno concreti; il bilancio di questo primo mese è decisamente positivo, siamo tutti molto contenti”. Da un mese, quindi, i consumatori stanno accumulando sconti. Infatti, con la Carignano Card per ogni acquisto di almeno 2 euro si ha diritto ad uno sconto in euro calcolato in percentuale sull'importo speso, il quale sarà automaticamente registrato e accantonato sulla carta. In qualsiasi momento a partire da un minimo di 5 euro di sconto accumulato, il titolare della Card potrà decidere di utilizzare, del tutto o in parte, il credito maturato e spenderlo come se fosse denaro contante presso un qualsiasi negozio convenzionato legato al circuito della Carignano Card. La Card viene offerta in omaggio dagli esercizi commerciali, gli artigiani e i professionisti associati per dare vantaggi di sconto a tutti i clienti; al momento della consegna la Fidelity diventa immediatamente attiva; gli sconti accumulati possono essere utilizzati per l'acquisto di qualsiasi prodotto servizio in vendita presso gli esercizi convenzionati. Per controllare il proprio credito ci sono due modi: leggendo le informazioni riportate su ogni scontrino ricevuto in seguito ad un acquisto con la Card; collegandosi al portale internet www.ucapcargnano.com nello spazio riservato ai titolari della Fidelity Card. La Carignano Card viene rilasciata da negozi di abbigliamento, agenzie di viaggi, alimentari, enoteche, macellerie, panetterie, pizzerie da asporto, negozi di articoli per animali, bar, gelaterie, cartolerie, edicole, librerie, negozi di giocattoli e di casalinghi, centri estetici, punti vendita di cicli, copisterie, farmacie, fotografi, negozi di materiali elettrici, onoranze funebri, professionisti, negozi di telefonia, tendaggi e tessuti, tipografie. Spiega Massimo Bessone, presidente dell'Ucap: “Il meccanismo di funzio-

namento è quello delle ormai diffusissime fidelity card, cioè tessere dotate di microchip che permettono la raccolta di punti ad ogni acquisto, con l'automatica applicazione di sconti, offerte varie e promozioni; con una differenza rilevante e cioè che il nostro sistema ti permette di spendere lo sconto accumulato indifferentemente in qualsiasi attività affiliata.”. La Carignano Card viene distribuita dalle seguenti attività. ABBIGLIAMENTO - CALZATURE: Abbigliamento Bimbi Borotalco; Abbigliamento Bimbi Zero in Condotta; Abbigliamento Donna Eventi; Abbigliamento Intimo Savoia 11; Calzature Sagittario. AGENZIE VIAGGI : Kalika. ALIMENTARI - ENOTECHE MACELLERIE - PANETTERIE - PIZZERIE DA ASPORTO: Alimentari Capello; Alimentari Sponga; Enoteca Mondo di Vino; Macelleria Bonella; Panetteria F.lli Carena; Panetteria

Fornaio Pasticcere; Panetteria Rodondi; Pizzeria Pizza & Focaccia. ARTICOLI PER ANIMALI: Pedigree. ARTICOLI REGALO - CASA - LISTE NOZZE: Giacobina. BAR - GELATERIE: Bar I Portic. CARTOLERIE EDICOLE LIBRERIE - GIOCATTOLI: Cartoleria Luigi; Edicola Rosas; Libreria E Qui Libri. CENTRI ESTETICI PROFUMERIE - SOLARIUM: Centro Estetico Profumeria Solarium Carmen, Laura & Daniela; Centro Estetico Profumeria Solarium Pelletteria Butterfly; Centro Estetico Solarium Ricostruzione Unghie L’Obelisco. CICLI: Groppo. COPISTERIE: TTR. FARMACIE: Eredi Cossolo; Pozzati. FOTOGRAFI: Studio Fotografico Bauducco. MATERIALI ELETTRICI: Elettroforniture Valinotti. ONORANZE FUNEBRI: Baravalle & Strumia; Imprese Funebri Riunite. PROFESSIONISTI: Consulente del Lavoro Sona. TELEFONIA: Conn@ctiv. TENDAGGI - TESSUTI: Ago, Filo & C. TIPOGRAFIE: Nuova

Arriva il contributo dalla Regione Finalmente sbloccato il finanziamento da 40.000 euro Carignano. Una boccata di ossigeno per le casse dell'Ucap e un respiro di sollievo per i promotori della Carignano Card: arrivano i sospirati fondi dalla Regione Piemonte, quelli che erano stati destinati al progetto nell'ambito del Piano di Qualificazione Urbana del Comune di Carignano ma che, di fatto, l'Ucap Centro Città non aveva ancora ricevuto. Si tratta di circa 40mila euro, pari al 50 per cento del finanziamento totale: “L'ultimo incontro, avvenuto pochi giorni fa, con i funzionari della Regione ha avuto esito positivo spiega il presidente dell'Ucap Massimo Bessone - Finalmente abbiamo portato a casa il risultato per cui ci siamo tanto battuti; in questi mesi abbiamo tenuto duro e insistito, sollecitando il Comune di Carignano e dialogando direttamente con la Regione, insistendo per ottenere il contributo che ci era stato assegnato dalla Regione ma che restava bloccato perché, in teoria, per ottenerlo avremmo dovuto presentare una rendicontazione completa delle spese, cosa impossibile perché il progetto è partito in ritardo proprio in conseguenza dei ritardi della Regione”. Va così a completarsi, per Carignano, l'assegnazione dei contributi ottenuti per la realizzazione del Programma di Qualificazione Urbana, un piano predisposto dall'Assessorato al commercio della Regione Piemonte e finalizzato a dare ai Comuni la possibilità di rinnovare il contesto urbanistico e commerciale della città, attraverso opportuni finanziamenti. Per Carignano gli interventi riguardano il centro storico, in particolare le piazze, e sono articolati in tre parti: due prevedono il rilancio del commercio urbano, una punta sulla riqualificazione del centro storico a partire da piazza Liberazione e aree adiacenti, da via Umberto I, al tratto di via Palazzo Civico che arriva in piazza san Giovanni, a via Trento, collegamento con piazza Carlo Alberto. L'assessore al commercio Tonino Papa commenta: “E' davvero un grande risultato quello che abbiamo ottenuto. Ora il piano è approvato nella sua interezza, sia per quanto riguarda gli interventi di iniziativa pubblica che quelli di iniziativa privata e dell'associazione Ucap Siamo molto soddisfatti e desidero complimentarmi per il lavoro svolto in questi anni dall'Ucap e ringraziare chi ci ha messo tanto impegno, dimostrando di credere fortemente nel progetto, il ringraziamento va anche all'Assessorato regionale e ai suoi funzionari; noi da parte nostra siamo stati a fianco dell'Ucap fin dall'inizio ed era importante che all'incontro in Regione dei giorni scorsi ci fosse anche il Comune, a conclusione di un percorso fatto lavorando tutti insieme, un impegno congiunto che ha portato a questo successo”. ◆

ONORANZE FUNEBRI S. BARTOLOMEO Cellulari: Annamaria 348.9304299 • Domenica 349.8326659 Svolgiamo funerali completi dalla vestizione della salma alla fotoceramica. Disponiamo di auto funebre di ultima generazione, di un locale per l’esposizione di feretri. Offriamo la nostra professionalità per il disbrigo di tutte le pratiche

Siamo reperibili 24 ore su 24 al numero: Zona Po Morto - Andrea Demichelis - Classe Prima C

011.9623936


“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani”

Emergenza maltempo, nessun danno Informazioni e consigli Protezione civile e Polizia municipale hanno fronteggiato l’emergenza Carignano. Il maltempo che ha flagellato l’intera Penisola e ha provocato morti ed allagamenti in Liguria ha risparmiato Torino e provincia: la temuta piena del fiume Po non si è verificata e a Carignano non ci sono stati danni alle persone e alle cose. Una dozzina di volontari della Protezione civile, coordinati da Daniela Tontini, hanno fatto i turni, giorno e notte - a partire dalla sera di venerdì 4 novembre, fino al mattino di martedì 8 - per monitorare continuamente, 24 ore su 24, il livello del fiume Po, del torrente Oitana e di tutte le bealere e corsi d’acqua, garantendo una sorveglianza tale che, in caso di necessità, si sarebbe immediatamente intervenuto sulla base della gravità del fenomeno. Al loro fianco, a formare una vera e propria “unità di crisi”, sempre organizzati in turni e squadre di intervento, gli agenti di Polizia municipale, guidati dal comandante Doriano Reburdo e due addetti dell’Ufficio tecnico del Comune di Carignano. Nella giornata di domenica 6 novembre sono state emesse ordinanze di chiusura per le scuole di ogni ordine e grado e sono state bloccate sia la strada a destra del ponte sul Po denominata strada dell’Asino, sia il vicolo san Lazzaro; inoltre è stata vietata la navigazione sul fiume Po e su tutti corsi d’acqua potenzialmente navigabili. C’era un continuo e costante collegamento con Moncalieri al quale venivano segnalati tutti provvedimenti adottati. “In questi momenti di criticità - dice Doriano Reburdo - la prima domanda che si presenta è: “Cosa si può e si deve fare?”. Si può fare molto, in base alle varie situazioni si interviene e si cerca di porre in atto tutto ciò che è possibile per evitare problemi e garantire l’incolumità ai cittadini. In tali occasioni non si tiene conto di orari, di impegni e di quanto altro possa interessare il singolo, si lavora comunque per la nostra città e per i cittadini. Certamente ogni occasione ed ogni esperienza serve per migliorare e imparare e per mettere a frutto quanto già in possesso come bagaglio di esperienza”. “Grazie al continuo monitoraggio della situazione, nessun danno alle persone e alle cose. Soltanto due strade chiuse, e nessun intervento da parte dei Vigili del fuoco e della Croce rossa, se non di normale routine. Lunedì, il fiume Po è tornato negli argini e martedì la situazione di allerta è rientrata - spiega l’assessore Mario Nelini - La settimana prima c’era già stato un accurato controllo di tutti i corsi d’acqua, in particolare del rio Oitana, quello a maggior rischio di esondazione. Un intervento preventivo, eseguito congiuntamente con gli addetti dell’Ufficio tecnico: laddove si sapeva dove fossero i punti critici, lì si è intervenuti. Abbiamo pulito rii e bealere, abbiamo liberato il rio Vuotasacco, togliendo foglie ed erbacce. Anche le paratoie dei corsi d’acqua sono state tenute ad una certa altezza in modo da far defluire l’acqua“. E’ stato un impegno non indifferente per tutti, dai volontari della Protezione civile con la coordinatrice, Daniela Tontini, alla Polizia municipale (il vice-commissario Lo Giudice, insieme agli agenti Marengo, Calastri e Filippini),ai due addetti dell’Ufficio tecnico del Comune. “A tutti loro - dicono Doriano Reburdo e Mario Nelini - esprimiamo un sincero grazie per aver saputo come sempre impegnarsi con tanta professionalità, tanta disponibilità e tanto senso del dovere”. ◆

dalla Polizia Municipale Via Frichieri 13, tel. 011.9698431, pm@comune.carignano.to.it A cura del comandante Doriano Reburdo

L’educazione stradale nella Scuola Media Al termine degli incontri, alle classi Seconde delle Medie vengono restituiti i libri-quiz corretti. Agli allievi delle classi Terze viene rilasciato un attestato di competenza in circolazione stradale (fac-simile di patentino), consci che d’ora in poi non sarà sufficiente informare delle proprie mancanze i genitori; eventuali incidenti e/o problemi inerenti la circolazione stradale dovranno essere affrontati personalmente poiché ciascuno, nel caso di inosservanza delle regole del Codice Stradale, potrà rispondere sotto i due aspetti: amministrativo e anche penale. Di notevole importanza, secondo il mio personale parere, il momento conclusivo per dare agli allievi quella sensazione che l’Agente della Polizia Municipale non ha come obiettivo principale fare esclusivamente le multe, ma desidera invece comunicare esperienze personali createsi negli anni di servizio, offrire la vicinanza tra i banchi di scuola per aumentare sempre il rispetto e la collaborazione reciproca. E' importante che i ragazzi crescano con un punto fermo ossia vedano la Polizia municipale e tutti gli altri Corpi e Forze di Polizia in genere come coloro che li aiutano e li consigliano e, quando vengono sanzionati, riescano a comprenderne le motivazione evitando modi e toni di pura arroganza che in questi ultimi periodi diventano sempre più frequenti, specialmente nei confronti di chi per professione è chiamato a svolgere una funzione di tutore della Legge o dell’Ordine Pubblico. E' inoltre opportuno fornire un compito da svolgere a casa, con il preciso impegno di riconsegnarlo eseguito. E’ indispensabile avere obiettivi chiari. Non deludersi se le risposte che il gruppo o i singoli

danno si discostano molto dalle nostre aspettative. Bisogna essere sempre pronti ad intervenire usando non l’autorità ma l’autorevolezza: in questo modo i ragazzi non avranno necessità di essere ripresi frequentemente. Quando l’attenzione viene meno è indispensabile cambiare l’argomento, raccontare qualche fatto attinente la lezione per ridestare il senso di torpore creatosi. Si deve comunicare con estrema chiarezza spiegando attraverso esempi pratici che, oltre ad essere facilmente comprensibili, destano l’attenzione perché tutti desiderano conoscere la conclusione. Bisogna essere coerenti su cosa e come comunichiamo e occorre dedicare tempo non solo per affermare, ma anche e soprattutto per chiedere, ad esempio “...cosa pensate di questa situazione? ...Volete spiegarla con parole vostre?”. E' importante saper ascoltare, far capire l’interesse anche con l'atteggiamento fisico, guardando chi sta parlando, facendo segni e cenni con il capo. Ritengo indispensabile l’uso della lavagna, infatti è uno strumento fondamentale perché consente di visualizzare lo schema di lavoro, è memoria di gruppo, facilita la concentrazione ed obbliga tutti a scrivere delle sintesi. Ormai da oltre ventisette anni svolgiamo programmi di Educazione Stradale nelle scuole Elementari e Medie. Certamente i risultati non sono immediati, ancora molto lavoro deve essere fatto per sensibilizzare parte del personale docente in questa materia prevalentemente delegata alla Polizia Locale e a pochi altri soggetti. L'obiettivo da raggiungere è che ragazzi e giovani, quando salgono a bordo di un veicolo condotto personalmente oppure in veste di trasportati, siano in grado di conoscere la

segnaletica e i comportamenti principali per evitare danni fisici e materiali. E' soddisfacente quando i ragazzi stessi indicano ai genitori come comportarsi in particolari situazioni oppure quali sistemi adottare anche attraverso esempi imparati nei corsi di Educazione Stradale. Ancora molto lavoro deve essere eseguito tuttavia la strada intrapresa è quella giusta e senza dubbio porterà risultati apprezzabili riducendo gli incidenti che oggi sono ancora numerosi. Più che portare in classe il Codice della Strada, è utile stimolare dibattiti e riflessioni che puntino alla conoscenza e alla percezione del rischio stradale, condotti con linguaggio e con strumenti e strategie differenti, a seconda dell’età degli alunni. E' opportuno entrare in classe muniti di basilari nozioni sociologiche, pedagogiche, psicologiche e comunicative, consapevoli del fatto che può essere ugualmente difficile far capire ad un bambino dell’asilo le regole della strada come a un ragazzo delle Scuole Medie Superiori. Come recita il Devoto Oli, la comunicazione è lo strumento per “conseguire l’approvazione o la fiducia attraverso un’opera o un motivo personale di convinzione relativamente a dati o fatti generali o particolari”, oltre che per mettere in comune e rendere partecipi di una conoscenza di cui siamo portatori. Continuando sul camminodella comunicazione, della realizzazione di interventi capillari e mirati, rivolti alla popolazione più giovane, insegnando le regole o correggendo i più diffusi comportamenti scorretti, si riuscirà effettivamente a ridurre il tragico numero di persone che ogni anno perdono la vita in incidenti stradali. Parte seconda - fine.

Mondo Di Vino Prosecco e altri

’ A T I NOV vini veneti sfusi P.zza Carlo Alberto, 16 10041 Carignano (TO) Tel. 011/9690144 chiuso mercoledì pomeriggio

SPEDIZIONE VINI e LIQUORI in TUTTA ITALIA

Confezioni natalizie PERSONALIZZATE con specialità artigianali piemontesi

Sommelier in sede per consigli specializzati

Novembre 2011 17

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani”

Commerci e Botteghe Dopo gli alberghi con stallaggio l’evoluzione dei tempi mi porta inevitabilmente alle pompe di benzina. Mi rivolgo così al signor Giovanni Tinivella che già avevo contattato per la rubrica “Case da amare”, quando avevo presentato la sua casa in piazza Carlo Alberto. Ripartiamo dallo zio, “Parin”, Tommaso Cavallo (1897-1963) che già nel 1921 poteva contare su un contratto con la Pirelli per la fornitura di gomme, comprese quelle per le biciclette, che si protrasse negli anni, ancora durante la seconda guerra mondiale, quando erano richiestissime ed introvabili. Fin dall’inizio si occupò della vendita, a Foto 1 peso, di lubrificanti per i mezzi agricoli e di olio e benzina per le pochissime automobili (tre?) allora in circolazione a Carignano i cui proprietari facevano rifornimento a mezzo di bidoncini. Anche i fortunati che disponevano di una moto si limitavano comunque all’acquisto di un solo litro di carburante che veniva servito in apposita bottiglia di vetro, timbrata da quello che poi diventò l’Ufficio Metrico. Cavallo (Cavalòt), dopo l’esperienza presso il laboratorio di Gusto Manna ed una breve parentesi lavorativa come operaio in Fiat, aveva avviato l’attività nei locali in Casa Gili, in via Umberto I, verso l’attuale piazza Liberazione, verso piazza Liberazione, dove sua madre aveva gestito un negozio di commestibili, poi ceduto e trasferito in Borgovecchio. Su una fotografia d’epoca, gelosamente custodita dal nipote Tinivella, sono stati ripresi sull’ingresso del negozio Tommaso Cavallo con la moglie Antonietta Bosio e sono visibili le targhe laterali sulle quali si leggono le scritte pubblicitarie degli articoli in vendita. Su un’altra fotografia, pubblicata a pagina 63 del volume “Cartoline che passione” compaiono anche le insegne “Mobiloil” per olii e lubrificanti e “Lampo” per la benzina; quest’ultima in ferro smaltato rosso con scritta bianca, tenuta per anni da Giovanni Tinivella nel suo magazzino, è stata ceduta ad un collezionista. Cavalòt fu anche presente alla Fiera del Littorio (anni 1933-34), come da foto numero 3: il bimbo ritratto è il nipote Giovanni, vestito da “balilla” nello stand allestito a ridosso di Casa Cuchetti, poi demolita (occupava una parte dello spazio degli attuali giardinetti in piazza Liberazione). Da notare ,ai lati dello stand, i fasci, emblema di quel periodo, la foto del pugile Carnera che pubblicizzava il marchio Necchi (macchine da cucire) e l’immagine, a grandezza naturale, del ciclista Giuseppe Martano, campione del mondo dilettanti, nel 1931. Successivamente Tommaso Cavallo acquista la casa su piazza Albertina e l’8 dicembre 1934 subentra nell’esercizio di Agostino Manna, per tutti Gusto. C’è già la pompa di benzina Agip (Azienda Generale Italiana Petroli) non ancora rappresentata dal cane a sei zampe, logo ideato nel 1952 da Enrico Mattei (1906-1962). Le pompe furono poi due, azionate a mano, per benzina e super, successivamente soppiantate da quelle elettriche e, negli anni, se ne aggiunse un’altra con miscela per vespe e lambrette. Le cisterne da cui si attingeva venivano rifornite ogni mese ed erano interrate, come quella, obbliga-

nel tempo toria, per l’olio della miscela: furono in servizio fino al 1960 quando Cavallo dovette procedere al totale smantellamento per via dei lavori di rifacimento della pavimentazione della piazza e la posa degli attuali cubetti di porfido. L’attività, oltre alle pompe di benzina ed alla fabbricazione delle biciclette, comprendeva anche le macchine da cucire. Giovanni Tinivella conserva una fattura del 1924 con il prezzo di 890 lire, una del 1927 di 1.175 lire ed un’altra del 1929 di sole 1.000 lire (stesso modello a pedale con tavolino e coperchio “15K26” ma la re c e s s i o n e aveva fatto Foto 2 scendere la cifra). Il contratto con la Singer (già di Manna) prevedeva la consegna delle macchine in deposito per la vendita e quando, nel 1962, Giovanni Tinivella subentra allo zio, occorreva ancora garantire un quantitativo minimo come agente: solo in seguito furono rivenditori e, come tali, non più vincolati al quantitativo. Per incentivare in tante case l’uso della macchina da cucire, fin dai tempi di Agostino Manna, era stata istituita una scuola di cucito della durata di un mese. I corsi erano seguitissimi con impegno di frequenza al mattino, pomeriggio e sera (a scelta):

A cura di Marilena Cavallero (1895-1969), per l’operaio Giuseppe Meinardi (più alto della media statura di allora) che aprì poi bottega in via Bastioni . Quando ancora Cavallo stava in Casa Gili, ebbe come aiutanti Quinto Vaschetti e Tommaso (Tomasin) Tamagnone (1911-1977), che si mise in proprio nel cortile a sinistra, in fondo a Vicolo Ojtana (ora Vicolo San Giacomo) trasferendosi poi in via Salotto, ancora in Casa Gili, nei locali occupati in seguito dall’Autonoleggio Nota. Porta ancora impresso il nome “Tamagnone” sul telaio la bicicletta che Gilberto Fumero ha ereditato dalla zia Teresa. Biciclette anche nella foto pubblicata su “Cartoline che passione” (pagina 114) davanti all’allora Regio Ospizio, che attorniano un giovane Riccardo Manna. Il padre, Agostino (18851955) lasciato l’esercizio in piazza Albertina, nel 1933 apre analoga attività in Casa Chicco (attuale sede Unicredit), con l’aiuto della moglie Maria Suozzi (1889-1956) e del figlio Riccardo (1912-1982). Gli altri due figli Stefanino (Nino, 1909-1994) ed Enrico (Rico, 1918-1978) si indirizzarono verso occupazioni diverse. Storico il servizio di noleggio pubblico di Gusto Manna. E’ rimasta nella memoria, tramandata dai protagonisti di allora, la trasferta al teatro di Vigone, in occasione del Carnevale 1937. Parteciparono amici carignanesi, buontemponi e benestanti, con

spazio

12 Novembre 2011

UCAP

UNIONE COMMERCIANTI ARTIGIANI PROFESSIONISTI ED ESERCENTI ATTIVITÀ IN CARIGNANO

Testo Unico sulla Sicurezza del Lavoro Incontro informativo in Municipio mercoledì 30 novembre Si svolgerà mercoledì 30 novembre nella sala consiliare del Comune (primo piano del Municipio, via Frichieri 13), alle ore 20.30, un incontro informativo sulla salute e sicurezza nei luoghi di lavoro. Sarà una preziosa occasione di confronto per sensibilizzare le Attività produttive, artigianali ed industriali, commerciali, agricole e professionali e per diffondere la cultura della sicurezza e conoscerne i nuovi sviluppi nei luoghi di lavoro. Il Testo Unico sulla Sicurezza del Lavoro (D.Lgs. 81/2008 e s.m.i.) impone al titolare di un'attività una serie di obblighi finalizzati alla tutela della salute e per la sicurezza dei lavoratori. Chi opera in tale contesto deve ottemperare al Titolo I del Testo Unico sulla Sicurezza del Lavoro che impone una serie di adempimenti obbligatori finalizzati alla prevenzione e protezione del rischio presente o presunto attraverso la valutazione del medesimo ed all’individuazione di una serie di figure previste dalla Legge. E' sufficiente aprire un'azienda ed avere anche un solo rapporto di lavoro subordinato per necessitare di quanto sopra sinteticamente citato. Per informare i propri associati l’Ucap aderisce all’iniziativa e invita a partecipare alla serata, patrocinata dal Comune di Carignano e realizzata in collaborazione con il Comune di Villastellone. La partecipazione è gratuita. Per motivi organizzativi si prega di confermare telefonando, entro il 25 novembre, al numero 340.6883750.

Tra Me collabora con il GAF Gruppo Acquisto Fotovoltaico: informazione e promonozione

Foto 3

ben tredici auto, tra le quali la mitica “Nave” (Fiat 21) di Manna, e ricevettero un premio quale gruppo più numeroso a conclusione dei festeggiamenti per il carro, satirico nei confronti del regime, dal titolo “E’ arrivato l’ambasciatore a cavallo di un cammello” (e sul cammello era salito “Pataluc”, macchietta del tempo, sempliciotto). Le pompe per benzina normale, super e gasolio portavano il marchio Petrolcaltex, le biciclette erano Bianchi e Benotto, le macchine da cucire Necchi. Negli ultimi anni nell’officina si aggiunse l’aiuto di Giovanni Foto 4 (classe 1941), figlio di Riccardo, che rile maestre percepivano uno sticorda la commercializzazione della pendio dalla casa produttrice Singer Lambretta. Nel 1958 l’attività viene ed il loro soggiorno era a carico del geceduta a Teresio Gasverde, poi rilestore. Giovanni Tinivella ricorda in vata da Teresio Peretti e suo padre fino particolare le maestre Olial 1971, quando, solo per il divero, Bilotta, Rossi (vedi foto stributore, subentrano Giunumero 4) e, osservando i seppina (Pina) Avataneo ed il tecnici presenti con attenmarito Emanuele Foco, coazione, aveva appreso tanti diuvante, qualche anno accorgimenti, utili per didopo. In quegli anni la benventare abile negli interzina, super, normale e miventi di ogni genere ed anscela per motorini, porta il cora mette a frutto l’espemarchio Chevron. Gli orari rienza acquisita in tanti sono estenuanti, estate ed inanni. L’ultimo corso risale verno dalle 7.30 alle 19.30, alla fine degli anni ’60; a To- Ai tempi di Manna tutti i giorni, con il freddo, la rino nel 1951 neve, la pioggia ed il con una gran solleone, quasi senza festa si erano riparo (vedi foto del celebrati i cento 1983). Solo in seguito anni della ci saranno turni per la Singer. domenica, estesi inNon veniva cofine anche al sabato munque trapomeriggio. Nel scurato il ser1985, a causa del divizio biciclette vieto di tenere ancora (in vendita le Emanuele Foco con il nipotino questo servizio nei Frejus) ed ancentri abitati, avviene cora oggi Giovanni Tinivella utilizza il la chiusura ma l’impianto sarà smanbanco da lavoro costruito a suo tellato solamente alcuni anni dopo, tempo dal falegname G.B. Caula alla scadenza della licenza.

Carignano. L'associazione di promozione sociale Tra Me (via Silvio Pellico 34/c) ha iniziato a collaborare con il G.A.F.- Gruppo di Acquisto Fotovoltaico e diventa punto informativo permanente di Carignano e dei Comuni limitrofi, per promuovere la diffusione e l’installazione di pannelli fotovoltaici sugli edifici del nostro territorio. E' un' iniziativa per tutti coloro che hanno interesse ad approfondire la questione del fotovoltaico e che magari stanno pensando di installare i pannelli sulla propria casa, per la produzione di energia elettrica, ma non ne sanno abbastanza; o vorrebbero sapere quanto costa davvero questa scelta, quali sono i benefici; o si chiedono come investire i propri risparmi in un momento particolarmente diffi-

cile e rischioso per le tasche”di tutti noi (invece di lasciarli divorare dalle banche, mettiamoceli sul tetto!). Sono in programma numerosi incontri informativi, ai quali potranno partecipare anche i cittadini di altri Comuni. Saranno sempre presenti tecnici ed operatori dell’organizzazione che segue il GAF e inoltre sarà l'occasione per incontrare altre persone che già hanno fatto la scelta del fotovoltaico, per capire, confrontarsi, decidere anche in base alle esperienze di altri Primo incontro a Carignano martedì 15 novembre, ore 21, presso la sala del Consiglio Comunale in Municipio (via Frichieri 13). Per ulteriori chiarimenti rivolgersi direttamente a Tra Me: tramecarignano@libero.it; tel. 334 .76 71104. ◆

Carabinieri: tesseramento 2012 iniziato Festa della Sezione “Manescotto” domenica 27 novembre Carignano. E’ iniziata, e proseguirà fino agli ultimi giorni di gennaio, la campagna per il tesseramento all’Associazione Nazionale Carabinieri di Carignano - Sezione “Manescotto” per l’anno 2012. Il bollino può essere ritirato presso la sede sociale (piazza Savoia 1) il primo e terzo mercoledi del mese oppure la domenica mattina dalle ore 10 alle 12. Chi non fosse disponibile nei suddetti giorni può inviare una email all’indirizzo info@anccarignano.it oppure telefonare al numero 335.177.82.60 e lasciane un messaggio segreteria telefonica. Il presidente della Sezione, Massimiliano Giacjhetti, ricorda inoltre a tutti i soci che domenica 27 novembre 2011 si svolgerà la festa della Sezione in concomitanza con la ricorrenza della Virgo Fidelis, patrona dell'Arma dei Carabinieri; dopo la celebrazione della funzione religiosa, pranzo conviviale aperto a tutti famigliari e amici. ◆


Porte aperte all’Istituto scolastico “Bobbio” Liceo e Professionale Alberghiero: tanti indirizzi tra cui scegliere Carignano. Porte aperte al “Norberto Bobbio” di Carignano : venerdì 18 novembre gli studenti dell'ultimo anno della scuola media hanno la possibilità di visitare il Liceo (via Valdocco 23; tel.011.9692329) e il Professionale Alberghiero (via Porta Mercatoria 4/B; tel. 011.9690670. I ragazzi e le ragazze che si iscrivono all'Istittuto di Istruzione Superiore di Carignano possono scegliere tra vari indirizzi di studio. - Il Liceo Linguistico, mira all'apprendimento di tre lingue straniere che, essendo caratterizzanti l’esame di Stato, fanno di questo liceo un vero linguistico. Le altre discipline costituiscono la base per una preparazione equilibrata, nella consapevolezza del valore veicolare delle lingue. Rilascia il Diploma di Liceo Linguistico. Le attività e i progetti sono molto interessanti. Infatti, oltre alle certificazioni internazionali (aperti a tutti gli studenti dell’istituto), gli studenti partecipano a scambi con il Lycée du Sacrée Coeur di Mons (Belgio) e con l’Adam - Kraft - Gymnasium di Schwabach (Norimberga); a soggiorni linguistici: in Irlanda (Moate), Francia (Cap d’Ail) e Madrid. Sono anche previste le partecipazioni al Festival del primo Romanzo che prevede uno scambio con Chambéry dove si tiene la stessa manifestazione (Festival du Premier Roman) alle Olimpiadi di lingue, matematica e scienze. Gli studenti assisteranno anche a rappresentazioni teatrali in lingua in cartellone presso i teatri di Torino e a visite guidate a musei, mostre ed esposizioni artistiche. Infine, l’istituto ospita anche il progetto di Intercultura (frequenza del quarto anno di studi all’estero). - Il Liceo Scientifico fornisce una solida preparazione culturale sia in ambito matematico-scientifico che in ambito umanistico, con integrazioni e trasversalità mirate ad approfondire ed ampliare la sfera del sapere senza tralasciare un’ottima conoscenza della lingua inglese. Rilascia il Diploma di Liceo Scientifico. Le attività ed i progetti sono numerosi: viaggi d’istruzione comprendenti mete di interesse scientifico/naturalistico (laboratori, musei e siti) - città della scienza Napoli, aree vulcanologiche Eolie, riserve naturali - e artistico; visite a laboratori scientifici (Facoltà scientifiche dell’Università di Torino), osservatori e parchi astronomici di Pino Torinese e Saint Barthlémy (Nus - Aosta); partecipazione a progetti e a conferenze a carattere scientifico-ambientale, alle Olimpiadi di matematica, informatica, fisica e scienze; visite a musei, mostre e mete in ambito artistico; orientamento formativo del Politecnico di Torino; progetto lauree scientifiche del Politecnico di Torino (Mate Musica – Mate Biologia) e Stages di fisica e matematica per valorizzare le eccellenze delle classi terminali e partecipazione a laboratori nell’ambito del progetto Tre Mattine all'Università (Università di fisica di Torino) per valorizzare le eccellenze delle classi terze e quarte. Infine, anche per le classi seconde dello Scientifico è previsto il soggiorno linguistico in Irlanda. - Il Liceo Scientifico ad indirizzo Sportivo: prevede il potenziamento delle ore di Educazione motoria tenute da esperti esterni e l’acquisizione di brevetti e patentini. E' destinato ad atleti che vogliano conciliare gli impegni scolastici e quelli sportivi senza rinunciare ad una preparazione culturale completa. Rilascia il Diploma di Liceo Scientifico. Attività e progetti in ambito sportivo vivacizzano questo indirizzo: corsi in piscina per il conseguimento del brevetto per assistente bagnante; a stages sportivi presso centri qualificati per attività quali sci e sport invernali, tennis, golf, equitazione, canottaggio. Non si tralascia, però, la formazione scientifica: visita all’osservatorio e al parco astronomico di Pino Torinese e partecipazione alle Olimpiadi di matematica, informatica, fisica e scienze. Infine, gli studenti partecipano al progetto di orientamento formativo del Politecnico di Torino. - L’Istituto Professionale Statale per i Servizi Alberghieri e della Ristorazione, prevede il conseguimento del Diploma di Qualifica in Operatore di Cucina, di Sala Bar e dei servizi di Ricevimento e al quinto anno il conseguimento del Diploma di Tecnico dei Servizi della Ristorazione e Tecnico dei Servizi Turistici. IDue percorsi di specializzazione: Enologia e Gelateria. Dall’anno scolastico 2010-2011 il settore professionale si converte a Servizi per l’Enogastronomia e per i servizi di ospitalità alberghiera. L’open restaurant, che offre la possibilità di gustare piatti preparati dagli studenti sotto la guida di chef, costituisce per gli studenti un’ occasione di apprendimento e di pratica laboratoriale. Infatti, oltre alla sala ristorante, la sede possiede una reception, un bar e soprattutto nuovi spazi di simulazione nella gestione di servizi di hôtellerie destinati alla messa in pratica delle competenze che si devono acquisire in campo alberghiero. I laboratori e le strutture di cui l'Istituto è dotato: una biblioteca; un laboratorio di musica; tre di informatica, uno di chimica-fisica; due sale video; due laboratori didattici; due sale bar; tre cucine; una palestra con tribune; una piastra polivalente (calcetto, pallavolo, tennis) e pista di atletica; una piscina convenzionata e una palestra coperta in tensostruttura. Il Dirigente scolastico, Franco Zanet, presenterà il piano dell'offerta formativa presso la Sala Consigliare Comunale (primo piano del Municipio, via Frichieri 13) nelle seguenti date: 25 novembre ore 17.30-21; 17 dicembre ore 9.30-16.30; 14 gennaio ore 9.30-16.30. Per maggiori informazioni: www.iisbobbio.it. ❚

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani”

Pier Giorgio Frassati a Carignano Una mostra dell’Azione Cattolica e un libro dedicati al Beato torinese L’Azione Cattolica di Carignano zione? organizza dal 1º dicembre una Il postulatore è incaricato di semostra sul beato Pier Giorgio guire l’avanzamento della causa Frassati (Casa Parrocchiale, via nei suoi diversi passaggi e di Frichieri 13): un appuntamento farla procedere nel migliore dei speciale in prossimità della Festa modi. Il vice postulatore gli dà dell’Adesione all’associazione. una mano; nel mio caso, sopratInfatti, l’8 dicembre - giorno in tutto impegnandomi nel far cocui la Chiesa celebra la solennità noscere la figura del beato Frasdell’Immacolata Concezione - i sati. ragazzi, giovani e adulti di AC, Come sei diventato vice postusulle orme di santi e beati che li latore? hanno preceduti, ribadiscono la Io mi occupo di Pier Giorgio Frasloro appartenenza all’associasati da più di venticinque anni; zione, alla quale aderiscono per ho scritto il primo libro su di lui vivere in forma comunitaria, da nel 1985, quando avevo 22 anni, laici e all’interno della vita quoe da allora ho pubblicato molte tidiana e dell’attività pastorale cose, preparato e organizzato della diocesi e della parrocchia mostre, fatto decine di confedi provenienza, la persorenze. Quando lo nale vocazione alla sanscorso anno l’Azione tità. Cattolica, che è proL’autore della mostra sul motrice della causa di beato, realizzata dalla Frassati, ha dovuto noPresidenza nazionale minare un nuovo team dell’Azione Cattolica, è il per la postulazione mi carignanese Roberto Falha proposto questo ciola, autore anche del Roberto Falciola ruolo e ho accettato recente libro + DVD “Pier volentieri. La postulaGiorgio Frassati. «Non vivactrice è avvocato presso la Conchiare ma vivere»”, che verrà gregazione delle Cause dei presentato a Carignano giovedì Santi, si chiama Silvia Correale, 1º dicembre alle 21 presso il proviene dall’Azione Cattolica Teatro Alfieri di piazza Savoia. dell’Argentina ed è una cara Falciola è anche da alcuni mesi amica da parecchi anni. vice postulatore della causa di Perché la figura di Pier Giorgio canonizzazione del beato FrasFrassati è importante per i giosati. Gli abbiamo fatto qualche vani di oggi? domanda su questo ruolo partiPier Giorgio è oggi il beato itacolare. liano - e il giovane torinese - più Cos’è una causa di canonizzaconosciuto nel mondo, amatiszione? simo in tutte le latitudini; contiE' il percorso fatto, all’interno nuamente nascono nel suo della Chiesa cattolica, per arrinome le iniziative più varie, vare a riconoscere ufficialmente dagli USA all’Australia passando la santità di una persona. Se il riper l’America Latina e l’Europa. sultato è positivo, alla fine del Il motivo credo stia nella moderpercorso il papa proclama quella nità della sua figura, e nel suo persona santa e degna di veneessere giovane cristiano in un razione per tutti i credenti. modo che non mortifica per Cosa vuol dire essere vice postuniente l’umanità della persona latore di una causa di canonizzama invece la fa quasi esplodere

in una vitalità travolgente, donata agli altri nella carità e nel sacrificio. Cose apparentemente non tanto di moda, ma che in realtà appassionano tantissimo i giovani, oggi come cento anni fa. Come sono fatti la mostra e il libro che presenteremo a Carignano? La mostra si chiama Conosci Pier Giorgio Frassati ed è composta da undici roll-up autoportanti a doppia faccia, per un totale di ventidue pannelli alti due metri, ricchi di immagini e di brevi testi che riassumono la personalità di Pier Giorgio. Anche il libro è ricco di fotografie, è agile, a colori, e per la prima volta sul mercato italiano contiene un DVD con filmati dedicati a Frassati. La mostra sarà allestita nel portico coperto della Casa parrocchiale Gesù Maestro per renderla visitabile ai ragazzi del catechismo, alle loro famiglie e a tutti gli interessati; ovviamente l’ingresso è libero, come anche alla serata del 1º dicembre, durante la quale verrà proiettato un filmato contenuto nel DVD.❚ Alice Agrillo Presidente Azione Cattolica Carignano

Vecchie immagini che ritornano Una fotografia della Fiera del Littorio, scattata a Carignano nel 1933 E’ curioso come le immagini dei tempi passati, seguendo chissà quali percorsi, ritornino al punto dal quale erano partite. Ricevo infatti dall’amico Gervasio Cambiano di Vinovo una copia di una fotografia di proprietà di Massimiliano Brunetto, anche lui di Vinovo, che l’ha trovata in uno dei tanti mercatini che si tengono periodicamente nella nostra provincia (mi pare di ricordare a Carmagnola). Nella fotografia compare il nome del proprietario del negativo A. Menini, fotografo operante a Carignano fino oltre gli anni Cinquanta del dopoguerra nel cortile del fabbricato di via Roma ora Scuola Elementare. Una bella immagine di un gruppo di carignanesi in bella mostra davanti ad un padiglione espositivo per la III Fiera del Littorio tenutasi il 30 marzo nell’anno 1933 (da notare la specifica necessaria in quegli anni: A. XI, a significare anno undicesimo dell’era fascista). Ora la domanda del donatore è stata: chi sono i personaggi e dove è stata fatta la fotografia? Risposta non facile, le facciate delle case di Carignano sono cambiate e dopo quasi ottanta anni non sempre è agevole riconoscere le persone. Dopo una passeggiata con Stefano Annone ci è parso di identificare il luogo della fotografia in quell’angolo di piazza Liberazione che dà su via

Novembre 2011 13

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani”

Festa della biblioteca al via Letture animate, libri e spettacoli fino a dicembre

Carignano. Come è tradizione, anche quest’anno l’Assessorato alla Cultura organizza la Festa della Biblioteca presso i locali della Biblioteca civica e la Sala del Consiglio comunale (in Municipio, via Frichieri 13). Si inizia mercoledì 23 novembre, alle ore 21, presso la Sala Mostre della Biblioteca Civica (secondo piano del Municipio), con la presentazione del libro di Nadia Bosio, dal titolo “Quel giorno di sole”: l’autrice è nata a Carignano e lavora come infermiera professionale presso l’Ospedale di Carmagnola. Nel 2010 ha pubblicato il suo primo romanzo, “Tendimi le mani”; quest’ultimo è dedicato ai giovani, alla loro forza, al coraggio di vivere, amare e costruire un futuro anche nella diversità. La festa proseguirà fino a dicembre, con una serie di iniziative per alunni delle scuola materne ed elementari. “Si tratta di spettacoli teatrali e di letture animate con argomenti diversi a seconda delle classi (dove si sottolinea l’importanza del libro e delle parole), che vengono proposte in parte anche dallo SBAM, il Sistema Bibliotecario Area Metropolitana al quale siamo legati e che ha come riferimento Moncalieri - racconta il vicesindaco Miranda Feraudo - Noi ne abbiamo scelte alcune, poi le abbiamo inoltrate alle insegnanti delle scuole materne ed elementari”. Una parte degli incontri, dal 22 novembre al 20 dicembre, è curata dall’associazione culturale Stregatocacolor di Carmagnola: i bambini assisteranno alla rappresentazione drammatizzata di fiabe e racconti, animati attraverso la recitazione di attori che narrano e interpretano i personaggi della storia e l’utilizzo di burattini, musiche e canzoni. Letture animate, verranno invece proposte, nei due interventi di martedì 14 dicembre, da Lidia Portella, dell’associazione Rufus Teatro di Rivoli: l’iniziativa ha per titolo “LibrinDO’, nati per cantare”. Feraudo conclude: “ La traccia della festa, comunque, è più o meno quella di tutti gli anni, visto che questi spettacoli, gli anni scorsi, sono stati apprezzati; da qui la decisione di procedere su questa falsariga. Tutti i bambini avranno così la possibilità di intervenire nella Sala del Consiglio comunale e nella Sala Mostre della Biblioteca civica per partecipare a questi giochi ed incontri. I nostri utenti privilegiati, infatti, sono gli alunni in età scolare; la festa, però, tutti gli anni coinvolge anche altre tipologie di persone, in modo particolare gli amanti della lettura, potenziali frequentatori della Biblioteca, poiché speriamo di aumentare l’interesse nei confronti della nostra struttura, che è molto ricca”. ◆

Il pittore Assunto Isoardi in mostra “Colori, poesia e fantasia” fino a domenica 20 novembre

Trieste (ora occupato da una gelateria) ma naturalmente è solo una supposizione che può essere smentita da chi eventualmente ne sa di più. Per quanto riguarda i personaggi in primo piano, oltre al titolare dell’azienda pubblicizzata Filippo Picco operante in Carignano fino a tempi relativamente recenti, alcuni amici hanno riconosciuto il signor Tua, titolare di una impresa edile e che abitava all’inizio del viale, ed il signor Fasano “‘l marmorin” . Ai lettori di qualche anno in più che avranno la pazienza e la curiosità di guardare attentamente la foto, il compito di completare o correggere le poche notizie raccolte. ❚ P.L. Becchio

Carignano. Prosegue fino a domenica 20 novembre la mostra “Colori, poesia e fantasia” dell’artista Assunto Isoardi presso la Sala Mostre della Biblioteca civica(secondo piano del Municipio, ivia Frichieri 13). Gli orari di apertura sono i seguenti: lunedì, martedì, mercoledì, venerdì, 15-18; giovedì, sabato, domenica, 10-12/15-18. Ingresso libero. ◆

di GENERO DAVIDE

“Aspettando Natale” nel centro storico Artigianato, musica, intrattenimenti e negozi aperti domenica 4 dicembre Carignano. Sarà una giornata di festa per grandi e piccini, da dedicare allo shopping natalizio e per regalarsi qualche ora di svago e divertimento. A Carignano il Natale è davvero già dietro l'angolo: l'appuntamento è per domenica 4 dicembre quando il centro storico accoglierà “Aspettando Natale”, ore 9-19, quinta edizione della manifestazione organizzata dal Comune-Assessorati al Commercio e alle Manifestazioni e a cura dell'Ucap Centro Città Unione Commercianti, Artigiani e Professionisti di Carignano. Ricco il programma, per un'iniziativa che prevede negozi aperti, musica e degustazioni e che, con le sue bancarelle, si snoderà lungo via Umberto I, in via Salotto, in via Silvio Pellico e nelle piazze Liberazione, Carlo Alberto e San Giovanni Bosco.

Come negli anni passati, le proposte commerciali puntano soprattutto sull'artigianato: il mercatino degli artigiani e degli hobbisti si svilupperà lungo via Umberto I, via Silvio

Pellico, via Salotto e piazza Carlo Alberto; specialità alimentari e manufatti vari saranno il piatto forte, varietà e qualità dei prodotti offriranno molteplici occasioni per acquisti e regali. Ma “Aspettando Natale” sarà anche spettacolo e divertimento: in via Salotto angolo via Principe si svolgerà il primo Torneo Ucap Centro Città di bocce quadre, la vera novità di quest'anno (sono ancora aperte le iscrizioni; telefonare al 339.7292300); sempre in via Salotto per i bambini ci saranno castelli gonfiabili e musica; in piazza Liberazione si svolgerà il primo Torneo di Calciobalilla e i bambini potranno divertirsi su una giostra;

Dieci anni con “Da Carignano - Ieri Oggi Domani” Un brindisi in piazza Carlo Alberto per ringraziare i lettori Per festeggiare il traguardo dei dieci anni di attività e ringraziare i lettori, il mensile dell'Ucap “Da Carignano - Ieri Oggi Domani” invita tutti a brindare insieme. La Redazione e l’associazione Ucap attendono i cittadini all'aperitivo organizzato per questo importante anniversario. L’appuntamento è per la tarda mattinata di domenica 4 dicembre, nell'area ristoro in piazza Carlo Alberto; si inizia alle ore 11. ◆

Tendaggi e Tessuti d’arredo Confezione e posa in opera Tende da sole Tappeti e moquettes Rifacimento divani Biancheria per la casa

Via Silvio Pellico, 28/A - 10041 CARIGNANO (TO) - Tel. e Fax 011/9697738 - 335.5416408

Esclusivista

16 Novembre 2011

in piazza Carlo Alberto troveranno spazio l'Isola del Dolce con dolci tipici (caritun, zest, ecc.), un'area ristoro con prelibatezze varie e sarà inoltre allestita una mostra di disegni degli alunni della scuola dell’obbligo; in piazza San Giovanni Bosco Babbo Natale raccoglierà le letterine e gli Alpini Sezione di Carignano offriranno il vin brulé; in via Silvio Pellico (zona Istituto Frichieri) i bambini avranno a disposizione giochi e castelli gonfiabili; in piazza Donatori di Sangue si potrà assistere ad una esibizione cronometrata di macchine radiocomandate. Musica dal vivo, infine, per allietare la giornata, degustazioni, intrattenimenti itineranti e altro ancora in tutto il centro. I negozi resteranno aperti e a disposizione di visitatori e clienti per idee e consigli sugli acquisti di Natale. Per gli artisti, artigiani e commercianti carignanesi interessati a proporre la propria attività nell'ambito della manifestazione sono ancora disponibili alcuni spazi; telefonare, entro il 30 novembre, al 339.7292300. ◆

MISSONI


CITTA’ DI CARIGNANO ASSESSORATO AL COMMERCIO e ALLE MANIFESTAZIONI

a t n t d o e N p s a tale A 1 0 2 1

w w w. u c a p c a r i g n a n o. c o m

UCAP CENTRO CITTA’

A CURA DI

Domenica 4 dicembre

w w w. u c a p c a r i g n a n o. c o m

Giornata di festa per grandi e piccini con shopping natalizio PROGRAMMA

Dal 1° DICEMBRE Vi aspettiamo nella NUOVA SEDE di CARIGNANO in Piazza San Giovanni 14

NEGOZI APERTI

Via Salotto - Castelli gonfiabili e musica per bambini - 1° Torneo “Ucap Centro Città” di bocce quadre Piazza Liberazione - 1° Torneo di calcio balilla - Giostra per bambini Piazza Carlo Alberto - Isola del dolce con dolci tipici (Caritun, Zest, ecc...) - Area Ristoro - Mostra disegni alunni scuola dell’obbligo e intrattenimenti vari Piazza San Giovanni Bosco - Babbo Natale raccoglie le letterine - Vin Brulè a cura dell’ ANA, Associazione Nazionale Alpini sezione di Carignano Via Silvio Pellico Zona Istituto Frichieri - Castelli gonfiabili - Giochi e musica per Bambini Piazza Donatori di Sangue - Esibizione cronometrata di macchinine radiocomandate Intrattenimenti itineranti Via Umberto I - P.zza C. Alberto - Via S. Pellico - Via Salotto

MERCATINO DEGLI ARTIGIANI e degli hobbisti

... sempre più vicini alle Vostre esigenze!

Artigianato ed opere dell’ingegno di propria realizzazione

In tutto il paese, musica, degustazioni e altro ... e Buon Natale dall’UCAP Sei un artista, artigiano, commerciante carignanese? Ti interessa proporre la tua attività nell’ambito di “Aspettando Natale”? Abbiamo ancora uno spazio per te! Chiama il n. 339.7292300 entro il 30 novembre 2011


CITTA’ DI CARIGNANO ASSESSORATO AL COMMERCIO e ALLE MANIFESTAZIONI

a t n t d o e N p s a tale A 1 0 2 1

w w w. u c a p c a r i g n a n o. c o m

UCAP CENTRO CITTA’

A CURA DI

Domenica 4 dicembre

w w w. u c a p c a r i g n a n o. c o m

Giornata di festa per grandi e piccini con shopping natalizio PROGRAMMA

Dal 1° DICEMBRE Vi aspettiamo nella NUOVA SEDE di CARIGNANO in Piazza San Giovanni 14

NEGOZI APERTI

Via Salotto - Castelli gonfiabili e musica per bambini - 1° Torneo “Ucap Centro Città” di bocce quadre Piazza Liberazione - 1° Torneo di calcio balilla - Giostra per bambini Piazza Carlo Alberto - Isola del dolce con dolci tipici (Caritun, Zest, ecc...) - Area Ristoro - Mostra disegni alunni scuola dell’obbligo e intrattenimenti vari Piazza San Giovanni Bosco - Babbo Natale raccoglie le letterine - Vin Brulè a cura dell’ ANA, Associazione Nazionale Alpini sezione di Carignano Via Silvio Pellico Zona Istituto Frichieri - Castelli gonfiabili - Giochi e musica per Bambini Piazza Donatori di Sangue - Esibizione cronometrata di macchinine radiocomandate Intrattenimenti itineranti Via Umberto I - P.zza C. Alberto - Via S. Pellico - Via Salotto

MERCATINO DEGLI ARTIGIANI e degli hobbisti

... sempre più vicini alle Vostre esigenze!

Artigianato ed opere dell’ingegno di propria realizzazione

In tutto il paese, musica, degustazioni e altro ... e Buon Natale dall’UCAP Sei un artista, artigiano, commerciante carignanese? Ti interessa proporre la tua attività nell’ambito di “Aspettando Natale”? Abbiamo ancora uno spazio per te! Chiama il n. 339.7292300 entro il 30 novembre 2011


Porte aperte all’Istituto scolastico “Bobbio” Liceo e Professionale Alberghiero: tanti indirizzi tra cui scegliere Carignano. Porte aperte al “Norberto Bobbio” di Carignano : venerdì 18 novembre gli studenti dell'ultimo anno della scuola media hanno la possibilità di visitare il Liceo (via Valdocco 23; tel.011.9692329) e il Professionale Alberghiero (via Porta Mercatoria 4/B; tel. 011.9690670. I ragazzi e le ragazze che si iscrivono all'Istittuto di Istruzione Superiore di Carignano possono scegliere tra vari indirizzi di studio. - Il Liceo Linguistico, mira all'apprendimento di tre lingue straniere che, essendo caratterizzanti l’esame di Stato, fanno di questo liceo un vero linguistico. Le altre discipline costituiscono la base per una preparazione equilibrata, nella consapevolezza del valore veicolare delle lingue. Rilascia il Diploma di Liceo Linguistico. Le attività e i progetti sono molto interessanti. Infatti, oltre alle certificazioni internazionali (aperti a tutti gli studenti dell’istituto), gli studenti partecipano a scambi con il Lycée du Sacrée Coeur di Mons (Belgio) e con l’Adam - Kraft - Gymnasium di Schwabach (Norimberga); a soggiorni linguistici: in Irlanda (Moate), Francia (Cap d’Ail) e Madrid. Sono anche previste le partecipazioni al Festival del primo Romanzo che prevede uno scambio con Chambéry dove si tiene la stessa manifestazione (Festival du Premier Roman) alle Olimpiadi di lingue, matematica e scienze. Gli studenti assisteranno anche a rappresentazioni teatrali in lingua in cartellone presso i teatri di Torino e a visite guidate a musei, mostre ed esposizioni artistiche. Infine, l’istituto ospita anche il progetto di Intercultura (frequenza del quarto anno di studi all’estero). - Il Liceo Scientifico fornisce una solida preparazione culturale sia in ambito matematico-scientifico che in ambito umanistico, con integrazioni e trasversalità mirate ad approfondire ed ampliare la sfera del sapere senza tralasciare un’ottima conoscenza della lingua inglese. Rilascia il Diploma di Liceo Scientifico. Le attività ed i progetti sono numerosi: viaggi d’istruzione comprendenti mete di interesse scientifico/naturalistico (laboratori, musei e siti) - città della scienza Napoli, aree vulcanologiche Eolie, riserve naturali - e artistico; visite a laboratori scientifici (Facoltà scientifiche dell’Università di Torino), osservatori e parchi astronomici di Pino Torinese e Saint Barthlémy (Nus - Aosta); partecipazione a progetti e a conferenze a carattere scientifico-ambientale, alle Olimpiadi di matematica, informatica, fisica e scienze; visite a musei, mostre e mete in ambito artistico; orientamento formativo del Politecnico di Torino; progetto lauree scientifiche del Politecnico di Torino (Mate Musica – Mate Biologia) e Stages di fisica e matematica per valorizzare le eccellenze delle classi terminali e partecipazione a laboratori nell’ambito del progetto Tre Mattine all'Università (Università di fisica di Torino) per valorizzare le eccellenze delle classi terze e quarte. Infine, anche per le classi seconde dello Scientifico è previsto il soggiorno linguistico in Irlanda. - Il Liceo Scientifico ad indirizzo Sportivo: prevede il potenziamento delle ore di Educazione motoria tenute da esperti esterni e l’acquisizione di brevetti e patentini. E' destinato ad atleti che vogliano conciliare gli impegni scolastici e quelli sportivi senza rinunciare ad una preparazione culturale completa. Rilascia il Diploma di Liceo Scientifico. Attività e progetti in ambito sportivo vivacizzano questo indirizzo: corsi in piscina per il conseguimento del brevetto per assistente bagnante; a stages sportivi presso centri qualificati per attività quali sci e sport invernali, tennis, golf, equitazione, canottaggio. Non si tralascia, però, la formazione scientifica: visita all’osservatorio e al parco astronomico di Pino Torinese e partecipazione alle Olimpiadi di matematica, informatica, fisica e scienze. Infine, gli studenti partecipano al progetto di orientamento formativo del Politecnico di Torino. - L’Istituto Professionale Statale per i Servizi Alberghieri e della Ristorazione, prevede il conseguimento del Diploma di Qualifica in Operatore di Cucina, di Sala Bar e dei servizi di Ricevimento e al quinto anno il conseguimento del Diploma di Tecnico dei Servizi della Ristorazione e Tecnico dei Servizi Turistici. IDue percorsi di specializzazione: Enologia e Gelateria. Dall’anno scolastico 2010-2011 il settore professionale si converte a Servizi per l’Enogastronomia e per i servizi di ospitalità alberghiera. L’open restaurant, che offre la possibilità di gustare piatti preparati dagli studenti sotto la guida di chef, costituisce per gli studenti un’ occasione di apprendimento e di pratica laboratoriale. Infatti, oltre alla sala ristorante, la sede possiede una reception, un bar e soprattutto nuovi spazi di simulazione nella gestione di servizi di hôtellerie destinati alla messa in pratica delle competenze che si devono acquisire in campo alberghiero. I laboratori e le strutture di cui l'Istituto è dotato: una biblioteca; un laboratorio di musica; tre di informatica, uno di chimica-fisica; due sale video; due laboratori didattici; due sale bar; tre cucine; una palestra con tribune; una piastra polivalente (calcetto, pallavolo, tennis) e pista di atletica; una piscina convenzionata e una palestra coperta in tensostruttura. Il Dirigente scolastico, Franco Zanet, presenterà il piano dell'offerta formativa presso la Sala Consigliare Comunale (primo piano del Municipio, via Frichieri 13) nelle seguenti date: 25 novembre ore 17.30-21; 17 dicembre ore 9.30-16.30; 14 gennaio ore 9.30-16.30. Per maggiori informazioni: www.iisbobbio.it. ❚

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani”

Pier Giorgio Frassati a Carignano Una mostra dell’Azione Cattolica e un libro dedicati al Beato torinese L’Azione Cattolica di Carignano zione? organizza dal 1º dicembre una Il postulatore è incaricato di semostra sul beato Pier Giorgio guire l’avanzamento della causa Frassati (Casa Parrocchiale, via nei suoi diversi passaggi e di Frichieri 13): un appuntamento farla procedere nel migliore dei speciale in prossimità della Festa modi. Il vice postulatore gli dà dell’Adesione all’associazione. una mano; nel mio caso, sopratInfatti, l’8 dicembre - giorno in tutto impegnandomi nel far cocui la Chiesa celebra la solennità noscere la figura del beato Frasdell’Immacolata Concezione - i sati. ragazzi, giovani e adulti di AC, Come sei diventato vice postusulle orme di santi e beati che li latore? hanno preceduti, ribadiscono la Io mi occupo di Pier Giorgio Frasloro appartenenza all’associasati da più di venticinque anni; zione, alla quale aderiscono per ho scritto il primo libro su di lui vivere in forma comunitaria, da nel 1985, quando avevo 22 anni, laici e all’interno della vita quoe da allora ho pubblicato molte tidiana e dell’attività pastorale cose, preparato e organizzato della diocesi e della parrocchia mostre, fatto decine di confedi provenienza, la persorenze. Quando lo nale vocazione alla sanscorso anno l’Azione tità. Cattolica, che è proL’autore della mostra sul motrice della causa di beato, realizzata dalla Frassati, ha dovuto noPresidenza nazionale minare un nuovo team dell’Azione Cattolica, è il per la postulazione mi carignanese Roberto Falha proposto questo ciola, autore anche del Roberto Falciola ruolo e ho accettato recente libro + DVD “Pier volentieri. La postulaGiorgio Frassati. «Non vivactrice è avvocato presso la Conchiare ma vivere»”, che verrà gregazione delle Cause dei presentato a Carignano giovedì Santi, si chiama Silvia Correale, 1º dicembre alle 21 presso il proviene dall’Azione Cattolica Teatro Alfieri di piazza Savoia. dell’Argentina ed è una cara Falciola è anche da alcuni mesi amica da parecchi anni. vice postulatore della causa di Perché la figura di Pier Giorgio canonizzazione del beato FrasFrassati è importante per i giosati. Gli abbiamo fatto qualche vani di oggi? domanda su questo ruolo partiPier Giorgio è oggi il beato itacolare. liano - e il giovane torinese - più Cos’è una causa di canonizzaconosciuto nel mondo, amatiszione? simo in tutte le latitudini; contiE' il percorso fatto, all’interno nuamente nascono nel suo della Chiesa cattolica, per arrinome le iniziative più varie, vare a riconoscere ufficialmente dagli USA all’Australia passando la santità di una persona. Se il riper l’America Latina e l’Europa. sultato è positivo, alla fine del Il motivo credo stia nella moderpercorso il papa proclama quella nità della sua figura, e nel suo persona santa e degna di veneessere giovane cristiano in un razione per tutti i credenti. modo che non mortifica per Cosa vuol dire essere vice postuniente l’umanità della persona latore di una causa di canonizzama invece la fa quasi esplodere

in una vitalità travolgente, donata agli altri nella carità e nel sacrificio. Cose apparentemente non tanto di moda, ma che in realtà appassionano tantissimo i giovani, oggi come cento anni fa. Come sono fatti la mostra e il libro che presenteremo a Carignano? La mostra si chiama Conosci Pier Giorgio Frassati ed è composta da undici roll-up autoportanti a doppia faccia, per un totale di ventidue pannelli alti due metri, ricchi di immagini e di brevi testi che riassumono la personalità di Pier Giorgio. Anche il libro è ricco di fotografie, è agile, a colori, e per la prima volta sul mercato italiano contiene un DVD con filmati dedicati a Frassati. La mostra sarà allestita nel portico coperto della Casa parrocchiale Gesù Maestro per renderla visitabile ai ragazzi del catechismo, alle loro famiglie e a tutti gli interessati; ovviamente l’ingresso è libero, come anche alla serata del 1º dicembre, durante la quale verrà proiettato un filmato contenuto nel DVD.❚ Alice Agrillo Presidente Azione Cattolica Carignano

Vecchie immagini che ritornano Una fotografia della Fiera del Littorio, scattata a Carignano nel 1933 E’ curioso come le immagini dei tempi passati, seguendo chissà quali percorsi, ritornino al punto dal quale erano partite. Ricevo infatti dall’amico Gervasio Cambiano di Vinovo una copia di una fotografia di proprietà di Massimiliano Brunetto, anche lui di Vinovo, che l’ha trovata in uno dei tanti mercatini che si tengono periodicamente nella nostra provincia (mi pare di ricordare a Carmagnola). Nella fotografia compare il nome del proprietario del negativo A. Menini, fotografo operante a Carignano fino oltre gli anni Cinquanta del dopoguerra nel cortile del fabbricato di via Roma ora Scuola Elementare. Una bella immagine di un gruppo di carignanesi in bella mostra davanti ad un padiglione espositivo per la III Fiera del Littorio tenutasi il 30 marzo nell’anno 1933 (da notare la specifica necessaria in quegli anni: A. XI, a significare anno undicesimo dell’era fascista). Ora la domanda del donatore è stata: chi sono i personaggi e dove è stata fatta la fotografia? Risposta non facile, le facciate delle case di Carignano sono cambiate e dopo quasi ottanta anni non sempre è agevole riconoscere le persone. Dopo una passeggiata con Stefano Annone ci è parso di identificare il luogo della fotografia in quell’angolo di piazza Liberazione che dà su via

Novembre 2011 13

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani”

Festa della biblioteca al via Letture animate, libri e spettacoli fino a dicembre

Carignano. Come è tradizione, anche quest’anno l’Assessorato alla Cultura organizza la Festa della Biblioteca presso i locali della Biblioteca civica e la Sala del Consiglio comunale (in Municipio, via Frichieri 13). Si inizia mercoledì 23 novembre, alle ore 21, presso la Sala Mostre della Biblioteca Civica (secondo piano del Municipio), con la presentazione del libro di Nadia Bosio, dal titolo “Quel giorno di sole”: l’autrice è nata a Carignano e lavora come infermiera professionale presso l’Ospedale di Carmagnola. Nel 2010 ha pubblicato il suo primo romanzo, “Tendimi le mani”; quest’ultimo è dedicato ai giovani, alla loro forza, al coraggio di vivere, amare e costruire un futuro anche nella diversità. La festa proseguirà fino a dicembre, con una serie di iniziative per alunni delle scuola materne ed elementari. “Si tratta di spettacoli teatrali e di letture animate con argomenti diversi a seconda delle classi (dove si sottolinea l’importanza del libro e delle parole), che vengono proposte in parte anche dallo SBAM, il Sistema Bibliotecario Area Metropolitana al quale siamo legati e che ha come riferimento Moncalieri - racconta il vicesindaco Miranda Feraudo - Noi ne abbiamo scelte alcune, poi le abbiamo inoltrate alle insegnanti delle scuole materne ed elementari”. Una parte degli incontri, dal 22 novembre al 20 dicembre, è curata dall’associazione culturale Stregatocacolor di Carmagnola: i bambini assisteranno alla rappresentazione drammatizzata di fiabe e racconti, animati attraverso la recitazione di attori che narrano e interpretano i personaggi della storia e l’utilizzo di burattini, musiche e canzoni. Letture animate, verranno invece proposte, nei due interventi di martedì 14 dicembre, da Lidia Portella, dell’associazione Rufus Teatro di Rivoli: l’iniziativa ha per titolo “LibrinDO’, nati per cantare”. Feraudo conclude: “ La traccia della festa, comunque, è più o meno quella di tutti gli anni, visto che questi spettacoli, gli anni scorsi, sono stati apprezzati; da qui la decisione di procedere su questa falsariga. Tutti i bambini avranno così la possibilità di intervenire nella Sala del Consiglio comunale e nella Sala Mostre della Biblioteca civica per partecipare a questi giochi ed incontri. I nostri utenti privilegiati, infatti, sono gli alunni in età scolare; la festa, però, tutti gli anni coinvolge anche altre tipologie di persone, in modo particolare gli amanti della lettura, potenziali frequentatori della Biblioteca, poiché speriamo di aumentare l’interesse nei confronti della nostra struttura, che è molto ricca”. ◆

Il pittore Assunto Isoardi in mostra “Colori, poesia e fantasia” fino a domenica 20 novembre

Trieste (ora occupato da una gelateria) ma naturalmente è solo una supposizione che può essere smentita da chi eventualmente ne sa di più. Per quanto riguarda i personaggi in primo piano, oltre al titolare dell’azienda pubblicizzata Filippo Picco operante in Carignano fino a tempi relativamente recenti, alcuni amici hanno riconosciuto il signor Tua, titolare di una impresa edile e che abitava all’inizio del viale, ed il signor Fasano “‘l marmorin” . Ai lettori di qualche anno in più che avranno la pazienza e la curiosità di guardare attentamente la foto, il compito di completare o correggere le poche notizie raccolte. ❚ P.L. Becchio

Carignano. Prosegue fino a domenica 20 novembre la mostra “Colori, poesia e fantasia” dell’artista Assunto Isoardi presso la Sala Mostre della Biblioteca civica(secondo piano del Municipio, ivia Frichieri 13). Gli orari di apertura sono i seguenti: lunedì, martedì, mercoledì, venerdì, 15-18; giovedì, sabato, domenica, 10-12/15-18. Ingresso libero. ◆

di GENERO DAVIDE

“Aspettando Natale” nel centro storico Artigianato, musica, intrattenimenti e negozi aperti domenica 4 dicembre Carignano. Sarà una giornata di festa per grandi e piccini, da dedicare allo shopping natalizio e per regalarsi qualche ora di svago e divertimento. A Carignano il Natale è davvero già dietro l'angolo: l'appuntamento è per domenica 4 dicembre quando il centro storico accoglierà “Aspettando Natale”, ore 9-19, quinta edizione della manifestazione organizzata dal Comune-Assessorati al Commercio e alle Manifestazioni e a cura dell'Ucap Centro Città Unione Commercianti, Artigiani e Professionisti di Carignano. Ricco il programma, per un'iniziativa che prevede negozi aperti, musica e degustazioni e che, con le sue bancarelle, si snoderà lungo via Umberto I, in via Salotto, in via Silvio Pellico e nelle piazze Liberazione, Carlo Alberto e San Giovanni Bosco.

Come negli anni passati, le proposte commerciali puntano soprattutto sull'artigianato: il mercatino degli artigiani e degli hobbisti si svilupperà lungo via Umberto I, via Silvio

Pellico, via Salotto e piazza Carlo Alberto; specialità alimentari e manufatti vari saranno il piatto forte, varietà e qualità dei prodotti offriranno molteplici occasioni per acquisti e regali. Ma “Aspettando Natale” sarà anche spettacolo e divertimento: in via Salotto angolo via Principe si svolgerà il primo Torneo Ucap Centro Città di bocce quadre, la vera novità di quest'anno (sono ancora aperte le iscrizioni; telefonare al 339.7292300); sempre in via Salotto per i bambini ci saranno castelli gonfiabili e musica; in piazza Liberazione si svolgerà il primo Torneo di Calciobalilla e i bambini potranno divertirsi su una giostra;

Dieci anni con “Da Carignano - Ieri Oggi Domani” Un brindisi in piazza Carlo Alberto per ringraziare i lettori Per festeggiare il traguardo dei dieci anni di attività e ringraziare i lettori, il mensile dell'Ucap “Da Carignano - Ieri Oggi Domani” invita tutti a brindare insieme. La Redazione e l’associazione Ucap attendono i cittadini all'aperitivo organizzato per questo importante anniversario. L’appuntamento è per la tarda mattinata di domenica 4 dicembre, nell'area ristoro in piazza Carlo Alberto; si inizia alle ore 11. ◆

Tendaggi e Tessuti d’arredo Confezione e posa in opera Tende da sole Tappeti e moquettes Rifacimento divani Biancheria per la casa

Via Silvio Pellico, 28/A - 10041 CARIGNANO (TO) - Tel. e Fax 011/9697738 - 335.5416408

Esclusivista

16 Novembre 2011

in piazza Carlo Alberto troveranno spazio l'Isola del Dolce con dolci tipici (caritun, zest, ecc.), un'area ristoro con prelibatezze varie e sarà inoltre allestita una mostra di disegni degli alunni della scuola dell’obbligo; in piazza San Giovanni Bosco Babbo Natale raccoglierà le letterine e gli Alpini Sezione di Carignano offriranno il vin brulé; in via Silvio Pellico (zona Istituto Frichieri) i bambini avranno a disposizione giochi e castelli gonfiabili; in piazza Donatori di Sangue si potrà assistere ad una esibizione cronometrata di macchine radiocomandate. Musica dal vivo, infine, per allietare la giornata, degustazioni, intrattenimenti itineranti e altro ancora in tutto il centro. I negozi resteranno aperti e a disposizione di visitatori e clienti per idee e consigli sugli acquisti di Natale. Per gli artisti, artigiani e commercianti carignanesi interessati a proporre la propria attività nell'ambito della manifestazione sono ancora disponibili alcuni spazi; telefonare, entro il 30 novembre, al 339.7292300. ◆

MISSONI


“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani”

Emergenza maltempo, nessun danno Informazioni e consigli Protezione civile e Polizia municipale hanno fronteggiato l’emergenza Carignano. Il maltempo che ha flagellato l’intera Penisola e ha provocato morti ed allagamenti in Liguria ha risparmiato Torino e provincia: la temuta piena del fiume Po non si è verificata e a Carignano non ci sono stati danni alle persone e alle cose. Una dozzina di volontari della Protezione civile, coordinati da Daniela Tontini, hanno fatto i turni, giorno e notte - a partire dalla sera di venerdì 4 novembre, fino al mattino di martedì 8 - per monitorare continuamente, 24 ore su 24, il livello del fiume Po, del torrente Oitana e di tutte le bealere e corsi d’acqua, garantendo una sorveglianza tale che, in caso di necessità, si sarebbe immediatamente intervenuto sulla base della gravità del fenomeno. Al loro fianco, a formare una vera e propria “unità di crisi”, sempre organizzati in turni e squadre di intervento, gli agenti di Polizia municipale, guidati dal comandante Doriano Reburdo e due addetti dell’Ufficio tecnico del Comune di Carignano. Nella giornata di domenica 6 novembre sono state emesse ordinanze di chiusura per le scuole di ogni ordine e grado e sono state bloccate sia la strada a destra del ponte sul Po denominata strada dell’Asino, sia il vicolo san Lazzaro; inoltre è stata vietata la navigazione sul fiume Po e su tutti corsi d’acqua potenzialmente navigabili. C’era un continuo e costante collegamento con Moncalieri al quale venivano segnalati tutti provvedimenti adottati. “In questi momenti di criticità - dice Doriano Reburdo - la prima domanda che si presenta è: “Cosa si può e si deve fare?”. Si può fare molto, in base alle varie situazioni si interviene e si cerca di porre in atto tutto ciò che è possibile per evitare problemi e garantire l’incolumità ai cittadini. In tali occasioni non si tiene conto di orari, di impegni e di quanto altro possa interessare il singolo, si lavora comunque per la nostra città e per i cittadini. Certamente ogni occasione ed ogni esperienza serve per migliorare e imparare e per mettere a frutto quanto già in possesso come bagaglio di esperienza”. “Grazie al continuo monitoraggio della situazione, nessun danno alle persone e alle cose. Soltanto due strade chiuse, e nessun intervento da parte dei Vigili del fuoco e della Croce rossa, se non di normale routine. Lunedì, il fiume Po è tornato negli argini e martedì la situazione di allerta è rientrata - spiega l’assessore Mario Nelini - La settimana prima c’era già stato un accurato controllo di tutti i corsi d’acqua, in particolare del rio Oitana, quello a maggior rischio di esondazione. Un intervento preventivo, eseguito congiuntamente con gli addetti dell’Ufficio tecnico: laddove si sapeva dove fossero i punti critici, lì si è intervenuti. Abbiamo pulito rii e bealere, abbiamo liberato il rio Vuotasacco, togliendo foglie ed erbacce. Anche le paratoie dei corsi d’acqua sono state tenute ad una certa altezza in modo da far defluire l’acqua“. E’ stato un impegno non indifferente per tutti, dai volontari della Protezione civile con la coordinatrice, Daniela Tontini, alla Polizia municipale (il vice-commissario Lo Giudice, insieme agli agenti Marengo, Calastri e Filippini),ai due addetti dell’Ufficio tecnico del Comune. “A tutti loro - dicono Doriano Reburdo e Mario Nelini - esprimiamo un sincero grazie per aver saputo come sempre impegnarsi con tanta professionalità, tanta disponibilità e tanto senso del dovere”. ◆

dalla Polizia Municipale Via Frichieri 13, tel. 011.9698431, pm@comune.carignano.to.it A cura del comandante Doriano Reburdo

L’educazione stradale nella Scuola Media Al termine degli incontri, alle classi Seconde delle Medie vengono restituiti i libri-quiz corretti. Agli allievi delle classi Terze viene rilasciato un attestato di competenza in circolazione stradale (fac-simile di patentino), consci che d’ora in poi non sarà sufficiente informare delle proprie mancanze i genitori; eventuali incidenti e/o problemi inerenti la circolazione stradale dovranno essere affrontati personalmente poiché ciascuno, nel caso di inosservanza delle regole del Codice Stradale, potrà rispondere sotto i due aspetti: amministrativo e anche penale. Di notevole importanza, secondo il mio personale parere, il momento conclusivo per dare agli allievi quella sensazione che l’Agente della Polizia Municipale non ha come obiettivo principale fare esclusivamente le multe, ma desidera invece comunicare esperienze personali createsi negli anni di servizio, offrire la vicinanza tra i banchi di scuola per aumentare sempre il rispetto e la collaborazione reciproca. E' importante che i ragazzi crescano con un punto fermo ossia vedano la Polizia municipale e tutti gli altri Corpi e Forze di Polizia in genere come coloro che li aiutano e li consigliano e, quando vengono sanzionati, riescano a comprenderne le motivazione evitando modi e toni di pura arroganza che in questi ultimi periodi diventano sempre più frequenti, specialmente nei confronti di chi per professione è chiamato a svolgere una funzione di tutore della Legge o dell’Ordine Pubblico. E' inoltre opportuno fornire un compito da svolgere a casa, con il preciso impegno di riconsegnarlo eseguito. E’ indispensabile avere obiettivi chiari. Non deludersi se le risposte che il gruppo o i singoli

danno si discostano molto dalle nostre aspettative. Bisogna essere sempre pronti ad intervenire usando non l’autorità ma l’autorevolezza: in questo modo i ragazzi non avranno necessità di essere ripresi frequentemente. Quando l’attenzione viene meno è indispensabile cambiare l’argomento, raccontare qualche fatto attinente la lezione per ridestare il senso di torpore creatosi. Si deve comunicare con estrema chiarezza spiegando attraverso esempi pratici che, oltre ad essere facilmente comprensibili, destano l’attenzione perché tutti desiderano conoscere la conclusione. Bisogna essere coerenti su cosa e come comunichiamo e occorre dedicare tempo non solo per affermare, ma anche e soprattutto per chiedere, ad esempio “...cosa pensate di questa situazione? ...Volete spiegarla con parole vostre?”. E' importante saper ascoltare, far capire l’interesse anche con l'atteggiamento fisico, guardando chi sta parlando, facendo segni e cenni con il capo. Ritengo indispensabile l’uso della lavagna, infatti è uno strumento fondamentale perché consente di visualizzare lo schema di lavoro, è memoria di gruppo, facilita la concentrazione ed obbliga tutti a scrivere delle sintesi. Ormai da oltre ventisette anni svolgiamo programmi di Educazione Stradale nelle scuole Elementari e Medie. Certamente i risultati non sono immediati, ancora molto lavoro deve essere fatto per sensibilizzare parte del personale docente in questa materia prevalentemente delegata alla Polizia Locale e a pochi altri soggetti. L'obiettivo da raggiungere è che ragazzi e giovani, quando salgono a bordo di un veicolo condotto personalmente oppure in veste di trasportati, siano in grado di conoscere la

segnaletica e i comportamenti principali per evitare danni fisici e materiali. E' soddisfacente quando i ragazzi stessi indicano ai genitori come comportarsi in particolari situazioni oppure quali sistemi adottare anche attraverso esempi imparati nei corsi di Educazione Stradale. Ancora molto lavoro deve essere eseguito tuttavia la strada intrapresa è quella giusta e senza dubbio porterà risultati apprezzabili riducendo gli incidenti che oggi sono ancora numerosi. Più che portare in classe il Codice della Strada, è utile stimolare dibattiti e riflessioni che puntino alla conoscenza e alla percezione del rischio stradale, condotti con linguaggio e con strumenti e strategie differenti, a seconda dell’età degli alunni. E' opportuno entrare in classe muniti di basilari nozioni sociologiche, pedagogiche, psicologiche e comunicative, consapevoli del fatto che può essere ugualmente difficile far capire ad un bambino dell’asilo le regole della strada come a un ragazzo delle Scuole Medie Superiori. Come recita il Devoto Oli, la comunicazione è lo strumento per “conseguire l’approvazione o la fiducia attraverso un’opera o un motivo personale di convinzione relativamente a dati o fatti generali o particolari”, oltre che per mettere in comune e rendere partecipi di una conoscenza di cui siamo portatori. Continuando sul camminodella comunicazione, della realizzazione di interventi capillari e mirati, rivolti alla popolazione più giovane, insegnando le regole o correggendo i più diffusi comportamenti scorretti, si riuscirà effettivamente a ridurre il tragico numero di persone che ogni anno perdono la vita in incidenti stradali. Parte seconda - fine.

Mondo Di Vino Prosecco e altri

’ A T I NOV vini veneti sfusi P.zza Carlo Alberto, 16 10041 Carignano (TO) Tel. 011/9690144 chiuso mercoledì pomeriggio

SPEDIZIONE VINI e LIQUORI in TUTTA ITALIA

Confezioni natalizie PERSONALIZZATE con specialità artigianali piemontesi

Sommelier in sede per consigli specializzati

Novembre 2011 17

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani”

Commerci e Botteghe Dopo gli alberghi con stallaggio l’evoluzione dei tempi mi porta inevitabilmente alle pompe di benzina. Mi rivolgo così al signor Giovanni Tinivella che già avevo contattato per la rubrica “Case da amare”, quando avevo presentato la sua casa in piazza Carlo Alberto. Ripartiamo dallo zio, “Parin”, Tommaso Cavallo (1897-1963) che già nel 1921 poteva contare su un contratto con la Pirelli per la fornitura di gomme, comprese quelle per le biciclette, che si protrasse negli anni, ancora durante la seconda guerra mondiale, quando erano richiestissime ed introvabili. Fin dall’inizio si occupò della vendita, a Foto 1 peso, di lubrificanti per i mezzi agricoli e di olio e benzina per le pochissime automobili (tre?) allora in circolazione a Carignano i cui proprietari facevano rifornimento a mezzo di bidoncini. Anche i fortunati che disponevano di una moto si limitavano comunque all’acquisto di un solo litro di carburante che veniva servito in apposita bottiglia di vetro, timbrata da quello che poi diventò l’Ufficio Metrico. Cavallo (Cavalòt), dopo l’esperienza presso il laboratorio di Gusto Manna ed una breve parentesi lavorativa come operaio in Fiat, aveva avviato l’attività nei locali in Casa Gili, in via Umberto I, verso l’attuale piazza Liberazione, verso piazza Liberazione, dove sua madre aveva gestito un negozio di commestibili, poi ceduto e trasferito in Borgovecchio. Su una fotografia d’epoca, gelosamente custodita dal nipote Tinivella, sono stati ripresi sull’ingresso del negozio Tommaso Cavallo con la moglie Antonietta Bosio e sono visibili le targhe laterali sulle quali si leggono le scritte pubblicitarie degli articoli in vendita. Su un’altra fotografia, pubblicata a pagina 63 del volume “Cartoline che passione” compaiono anche le insegne “Mobiloil” per olii e lubrificanti e “Lampo” per la benzina; quest’ultima in ferro smaltato rosso con scritta bianca, tenuta per anni da Giovanni Tinivella nel suo magazzino, è stata ceduta ad un collezionista. Cavalòt fu anche presente alla Fiera del Littorio (anni 1933-34), come da foto numero 3: il bimbo ritratto è il nipote Giovanni, vestito da “balilla” nello stand allestito a ridosso di Casa Cuchetti, poi demolita (occupava una parte dello spazio degli attuali giardinetti in piazza Liberazione). Da notare ,ai lati dello stand, i fasci, emblema di quel periodo, la foto del pugile Carnera che pubblicizzava il marchio Necchi (macchine da cucire) e l’immagine, a grandezza naturale, del ciclista Giuseppe Martano, campione del mondo dilettanti, nel 1931. Successivamente Tommaso Cavallo acquista la casa su piazza Albertina e l’8 dicembre 1934 subentra nell’esercizio di Agostino Manna, per tutti Gusto. C’è già la pompa di benzina Agip (Azienda Generale Italiana Petroli) non ancora rappresentata dal cane a sei zampe, logo ideato nel 1952 da Enrico Mattei (1906-1962). Le pompe furono poi due, azionate a mano, per benzina e super, successivamente soppiantate da quelle elettriche e, negli anni, se ne aggiunse un’altra con miscela per vespe e lambrette. Le cisterne da cui si attingeva venivano rifornite ogni mese ed erano interrate, come quella, obbliga-

nel tempo toria, per l’olio della miscela: furono in servizio fino al 1960 quando Cavallo dovette procedere al totale smantellamento per via dei lavori di rifacimento della pavimentazione della piazza e la posa degli attuali cubetti di porfido. L’attività, oltre alle pompe di benzina ed alla fabbricazione delle biciclette, comprendeva anche le macchine da cucire. Giovanni Tinivella conserva una fattura del 1924 con il prezzo di 890 lire, una del 1927 di 1.175 lire ed un’altra del 1929 di sole 1.000 lire (stesso modello a pedale con tavolino e coperchio “15K26” ma la re c e s s i o n e aveva fatto Foto 2 scendere la cifra). Il contratto con la Singer (già di Manna) prevedeva la consegna delle macchine in deposito per la vendita e quando, nel 1962, Giovanni Tinivella subentra allo zio, occorreva ancora garantire un quantitativo minimo come agente: solo in seguito furono rivenditori e, come tali, non più vincolati al quantitativo. Per incentivare in tante case l’uso della macchina da cucire, fin dai tempi di Agostino Manna, era stata istituita una scuola di cucito della durata di un mese. I corsi erano seguitissimi con impegno di frequenza al mattino, pomeriggio e sera (a scelta):

A cura di Marilena Cavallero (1895-1969), per l’operaio Giuseppe Meinardi (più alto della media statura di allora) che aprì poi bottega in via Bastioni . Quando ancora Cavallo stava in Casa Gili, ebbe come aiutanti Quinto Vaschetti e Tommaso (Tomasin) Tamagnone (1911-1977), che si mise in proprio nel cortile a sinistra, in fondo a Vicolo Ojtana (ora Vicolo San Giacomo) trasferendosi poi in via Salotto, ancora in Casa Gili, nei locali occupati in seguito dall’Autonoleggio Nota. Porta ancora impresso il nome “Tamagnone” sul telaio la bicicletta che Gilberto Fumero ha ereditato dalla zia Teresa. Biciclette anche nella foto pubblicata su “Cartoline che passione” (pagina 114) davanti all’allora Regio Ospizio, che attorniano un giovane Riccardo Manna. Il padre, Agostino (18851955) lasciato l’esercizio in piazza Albertina, nel 1933 apre analoga attività in Casa Chicco (attuale sede Unicredit), con l’aiuto della moglie Maria Suozzi (1889-1956) e del figlio Riccardo (1912-1982). Gli altri due figli Stefanino (Nino, 1909-1994) ed Enrico (Rico, 1918-1978) si indirizzarono verso occupazioni diverse. Storico il servizio di noleggio pubblico di Gusto Manna. E’ rimasta nella memoria, tramandata dai protagonisti di allora, la trasferta al teatro di Vigone, in occasione del Carnevale 1937. Parteciparono amici carignanesi, buontemponi e benestanti, con

spazio

12 Novembre 2011

UCAP

UNIONE COMMERCIANTI ARTIGIANI PROFESSIONISTI ED ESERCENTI ATTIVITÀ IN CARIGNANO

Testo Unico sulla Sicurezza del Lavoro Incontro informativo in Municipio mercoledì 30 novembre Si svolgerà mercoledì 30 novembre nella sala consiliare del Comune (primo piano del Municipio, via Frichieri 13), alle ore 20.30, un incontro informativo sulla salute e sicurezza nei luoghi di lavoro. Sarà una preziosa occasione di confronto per sensibilizzare le Attività produttive, artigianali ed industriali, commerciali, agricole e professionali e per diffondere la cultura della sicurezza e conoscerne i nuovi sviluppi nei luoghi di lavoro. Il Testo Unico sulla Sicurezza del Lavoro (D.Lgs. 81/2008 e s.m.i.) impone al titolare di un'attività una serie di obblighi finalizzati alla tutela della salute e per la sicurezza dei lavoratori. Chi opera in tale contesto deve ottemperare al Titolo I del Testo Unico sulla Sicurezza del Lavoro che impone una serie di adempimenti obbligatori finalizzati alla prevenzione e protezione del rischio presente o presunto attraverso la valutazione del medesimo ed all’individuazione di una serie di figure previste dalla Legge. E' sufficiente aprire un'azienda ed avere anche un solo rapporto di lavoro subordinato per necessitare di quanto sopra sinteticamente citato. Per informare i propri associati l’Ucap aderisce all’iniziativa e invita a partecipare alla serata, patrocinata dal Comune di Carignano e realizzata in collaborazione con il Comune di Villastellone. La partecipazione è gratuita. Per motivi organizzativi si prega di confermare telefonando, entro il 25 novembre, al numero 340.6883750.

Tra Me collabora con il GAF Gruppo Acquisto Fotovoltaico: informazione e promonozione

Foto 3

ben tredici auto, tra le quali la mitica “Nave” (Fiat 21) di Manna, e ricevettero un premio quale gruppo più numeroso a conclusione dei festeggiamenti per il carro, satirico nei confronti del regime, dal titolo “E’ arrivato l’ambasciatore a cavallo di un cammello” (e sul cammello era salito “Pataluc”, macchietta del tempo, sempliciotto). Le pompe per benzina normale, super e gasolio portavano il marchio Petrolcaltex, le biciclette erano Bianchi e Benotto, le macchine da cucire Necchi. Negli ultimi anni nell’officina si aggiunse l’aiuto di Giovanni Foto 4 (classe 1941), figlio di Riccardo, che rile maestre percepivano uno sticorda la commercializzazione della pendio dalla casa produttrice Singer Lambretta. Nel 1958 l’attività viene ed il loro soggiorno era a carico del geceduta a Teresio Gasverde, poi rilestore. Giovanni Tinivella ricorda in vata da Teresio Peretti e suo padre fino particolare le maestre Olial 1971, quando, solo per il divero, Bilotta, Rossi (vedi foto stributore, subentrano Giunumero 4) e, osservando i seppina (Pina) Avataneo ed il tecnici presenti con attenmarito Emanuele Foco, coazione, aveva appreso tanti diuvante, qualche anno accorgimenti, utili per didopo. In quegli anni la benventare abile negli interzina, super, normale e miventi di ogni genere ed anscela per motorini, porta il cora mette a frutto l’espemarchio Chevron. Gli orari rienza acquisita in tanti sono estenuanti, estate ed inanni. L’ultimo corso risale verno dalle 7.30 alle 19.30, alla fine degli anni ’60; a To- Ai tempi di Manna tutti i giorni, con il freddo, la rino nel 1951 neve, la pioggia ed il con una gran solleone, quasi senza festa si erano riparo (vedi foto del celebrati i cento 1983). Solo in seguito anni della ci saranno turni per la Singer. domenica, estesi inNon veniva cofine anche al sabato munque trapomeriggio. Nel scurato il ser1985, a causa del divizio biciclette vieto di tenere ancora (in vendita le Emanuele Foco con il nipotino questo servizio nei Frejus) ed ancentri abitati, avviene cora oggi Giovanni Tinivella utilizza il la chiusura ma l’impianto sarà smanbanco da lavoro costruito a suo tellato solamente alcuni anni dopo, tempo dal falegname G.B. Caula alla scadenza della licenza.

Carignano. L'associazione di promozione sociale Tra Me (via Silvio Pellico 34/c) ha iniziato a collaborare con il G.A.F.- Gruppo di Acquisto Fotovoltaico e diventa punto informativo permanente di Carignano e dei Comuni limitrofi, per promuovere la diffusione e l’installazione di pannelli fotovoltaici sugli edifici del nostro territorio. E' un' iniziativa per tutti coloro che hanno interesse ad approfondire la questione del fotovoltaico e che magari stanno pensando di installare i pannelli sulla propria casa, per la produzione di energia elettrica, ma non ne sanno abbastanza; o vorrebbero sapere quanto costa davvero questa scelta, quali sono i benefici; o si chiedono come investire i propri risparmi in un momento particolarmente diffi-

cile e rischioso per le tasche”di tutti noi (invece di lasciarli divorare dalle banche, mettiamoceli sul tetto!). Sono in programma numerosi incontri informativi, ai quali potranno partecipare anche i cittadini di altri Comuni. Saranno sempre presenti tecnici ed operatori dell’organizzazione che segue il GAF e inoltre sarà l'occasione per incontrare altre persone che già hanno fatto la scelta del fotovoltaico, per capire, confrontarsi, decidere anche in base alle esperienze di altri Primo incontro a Carignano martedì 15 novembre, ore 21, presso la sala del Consiglio Comunale in Municipio (via Frichieri 13). Per ulteriori chiarimenti rivolgersi direttamente a Tra Me: tramecarignano@libero.it; tel. 334 .76 71104. ◆

Carabinieri: tesseramento 2012 iniziato Festa della Sezione “Manescotto” domenica 27 novembre Carignano. E’ iniziata, e proseguirà fino agli ultimi giorni di gennaio, la campagna per il tesseramento all’Associazione Nazionale Carabinieri di Carignano - Sezione “Manescotto” per l’anno 2012. Il bollino può essere ritirato presso la sede sociale (piazza Savoia 1) il primo e terzo mercoledi del mese oppure la domenica mattina dalle ore 10 alle 12. Chi non fosse disponibile nei suddetti giorni può inviare una email all’indirizzo info@anccarignano.it oppure telefonare al numero 335.177.82.60 e lasciane un messaggio segreteria telefonica. Il presidente della Sezione, Massimiliano Giacjhetti, ricorda inoltre a tutti i soci che domenica 27 novembre 2011 si svolgerà la festa della Sezione in concomitanza con la ricorrenza della Virgo Fidelis, patrona dell'Arma dei Carabinieri; dopo la celebrazione della funzione religiosa, pranzo conviviale aperto a tutti famigliari e amici. ◆


18 Novembre 2011

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani”

Notizie dalla scuola

Articoli prodotti dagli alunni della Scuola Media Statale “Benedetto Alfieri” di Carignano

quanto sia importante il rispetto e la tutela dell’ambiente circostante e per denunciare situazioni di forte degrado. Muniti di macchina fotografica, penna e block notes, come apprendisti detective, siamo andati “a caccia” di ambienti inquinati nei quali persone, a dir poco incivili, hanno disseminato oggetti di ogni tipo. Siamo riusciti anche ad immortalare un individuo intento a

“C’era una volta...” in una splendida giornata di sole Tre prime in visita al Museo di Arti e Mestieri di Cisterna d’Asti

L'11 ottobre scorso, una splendida giornata di sole, le classi Prima A, Prima B e Prima D della Scuola Media si sono recate in visita a Cisterna d’ Asti. In alto, all’interno di un castello circondato e protetto da belle mura, c’è il “Museo di Arti e Mestieri” antichi. Organizzato dall’inizio degli anni ‘80, raccoglie molte testimonianze delle tradizioni rurali di una volta. Al castello si arriva percorrendo una salita pavimentata con le pietre. Oltrepassando un arco, si entra in un’ampia terrazza, da cui si apre uno splendido panorama a 360° sulle colline. Salendo poi a sinistra una ripida scala, si entra nelle sale che accolgono il museo, organizzato per stanze, ciascuna delle quali è dedicata ad un antico mestiere: ciabattino, sellaio, falegname, l’arrotino, lo stagnino, il materassaio, il costruttore di carri. Nel museo ci sono anche le ricostruzioni di alcune botteghe e noi abbiamo visitato in particolare quella del panettiere, quella del torronaio e la trattoria. a proposito, volete fare il torrone? Ecco gli ingredienti: albume d’uovo, zucchero, nocciole tostate, vaniglia, un goccio di miele. Nel corso della giornata abbiamo anche svolto due interessanti laboratori Il primo è stato “La Matematica di una volta”, condotto dalla Professoressa Gemma Gallino. All’ inizio la signora Gemma ci ha spiegato come gli antichi misuravano e abbiamo imparato che gli Egizi separavano i campi piantando nel terreno tanti paletti. Quando però il Nilo straripava, i paletti venivano sommersi e ogni volta bisognava rimisurare. Stanchi di questo sistema, si ingegnarono e adottarono una unità di misurazione che consideravano standard: il “cubito del Faraone“, cioè la parte del braccio che iniziava dal gomito e finiva al suo dito medio. Quella misura fu il riferimento per tutto il popolo egizio. La signora Gemma ci ha poi raccontato del greco Talete e del suo ingegno nel capire il sistema per misurare una piramide, ma anche dei Babilonesi, che inventarono la bilancia a due piatti. Nel pomeriggio abbiamo conosciuto un uomo davvero particolare, un certo ”Nonno Prezzemolo”: folto barbone grigio, larghi pantaloni di velluto, camicia scozzese e cappellaccio in testa. Egli ci ha mostrato alcuni giochi di una volta fatti con carta, legno, corda, chiodi e stoffa. Ci siamo incuriositi e stupiti nel vedere quante cose si possano costruire con materiali poverissimi ma tanta fantasia! La valutazione dell’esperienza è ottima: abbiamo imparato molto, divertendoci, abbiamo osservato panorami diversi dai nostri, abbiamo pranzato tutti insieme all’aria aperta e giocato con i nuovi ed i vecchi compagni, come se quel gruppo fosse una sola grande classe Prima. ❚ Per tutti... la Prima A

Borghi già al lavoro per Carnevale L’edizione 2012 si annuncia con cinque carri più uno

Puliamo il Mondo 2011 e “Cacciallabbandono” in un click Alcune classi della Scuola Media Statale “Benedetto Alfieri” di Carignano hanno aderito fin dal mese di settembre all’iniziativa di “caccia fotografica” promossa da Legambiente, volta a denunciare situazioni di abbandono rifiuti sul nostro territorio. Gli alunni sono stati coinvolti in attività di esplorazione e ricerca ed il lavoro è stato utile e significativo, per comprendere

Novembre 2011 11

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani”

buttare sacchi dell’immondizia nel canale attiguo alla casa di un nostro compagno e a documentare che nei pressi della Molinetta, la stazione di conferimento per la raccolta differenziata, è stata depositata immondizia di ogni genere, che poteva invece essere differenziata e consegnata senza spesa alcuna. Un nostro compagno di La Loggia ha potuto fotografare numerosi rifiuti sparsi nei campi nella frazione limitrofa di Belvedere. Via San Remigio - Matteo Calautti - Classe Prima C Le nostre immagini denunciano atteggiamenti del tutto riprovevoli, che a nostro avviso dovrebbero essere pesantemente sanzionati. Nel nostro Comune esiste un’efficiente raccolta differenziata “porta a porta”, quindi s a r e b b e Strada fuori La Gorra - Matteo Calautti - Classe Prima C molto più semplice e opportuno utilizzarla e non comportarsi in questo modo del tutto sconsiderato. Inoltre la rimozione di questi rifiuti aumenta in modo considerevole la spesa delle famiglie del Comune. Le fotografie migliori da noi prodotte saranno esposte in una mostra itinerante, che sarà allestita nei prossimi mesi da Legambiente. ❚ Matteo Pecoraro e la classe Terza C Tetti Faule - Letizia Mengozzi - Classe Prima B

Carignano. Sembra un traguardo lontano, invece è già tempo di pensare al prossimo Carnevale. Novembre è da sempre il mese dell’inizio dei veri lavori nei borghi che presenteranno i carri allegorici nell’edizione dell’anno successivo del Carnevale di Carignano, quindi in realtà il lavoro è già cominciato. Si imposta l'organizzazione, le idee comincia no a prendere forma. Per l’edizione 2012 sono attese molte conferme e alcune novità. Le conferme riguardano la rinascita, ormai in atto, della manifestazione così legata al territorio: dopo qualche anno di appannamento, è tornato ad aumentare il numero dei carri che sfileranno per le strade cittadine. Già lo scorso anno, grazie alla presenza dei nuovi Burg dei Giuo e del Borgo Fuori Mura, sono tornati dopo parecchi anni di sfilate a tre o quattro borghi, ad essere nuovamente cinque i gruppi in gara. Queste nuove realtà hanno garantito anche nuove forze lavoro e partecipazione alla sfilate di giovani e meno giovani in maschera che hanno arricchito, dando nuova linfa, al Carnevale. Alla prima riunione in Municipio, i due nuovi gruppi hanno confermato la loro presenza, insieme ai primi due classificati della scorsa edizione, cioè il Borgo dei Matti e il Borgo Piazza;qualche problema in più per i Ragazzi del Borgo Torre che, intenzionati a partecipare, stanno proprio in questi giorni cercando una nuova base per iniziare i lavori. Tra le novità più interessanti la presenza di un nuovo “carretto”: seppure non in gara il gruppo degli Amis del Carlevè ed’Carignan si presenterà per la prima volta ai carignanesi con Ratatuille. Può dunque considerarsi quasi confermata la formula con cinque carri allegorici in gara, più questa novità e gli immancabili vari gruppetti mascherati, oltre naturalmente alla banda musicale che aprirà il corteo. Per quanto riguarda i temi, in via ufficiosa si può anticipare la presenza dei piccoli “Puffi” blu della Piazza, delle colorate ambientazioni del pappagallo Rio per il Borgo dei Giovani, dei sibillini Tarocchi dei Fuori Mura e del classico cartone animatoromanzo Il Libro della Giungla per i Matti. Totale riserbo, invece, per quanto riguarda i nomi della Castellana e del Gran Siniscalco, mentre sono attese le conferme delle serate presso la Nuova Lucciola per la classica mangialonga, i giochi dei carri e il Veglione del sabato sera. Le sfilate inizieranno domenica 12 febbraio e proseguiranno nel lungo weekend successivo con la notturna di sabato 18 e le sfilate pomeridiane di domenica 19 e di martedì 21 febbraio. ◆ Daniele Bosio

RESTAURO MOBILI - PENDOLI PORTONI E SERRAMENTI IN LEGNO FINELLO ALESSANDRO CORSO C. BATTISTI, 24 CARIGNANO - 335 6056752 (INTERNO CORTILE LIDL A DESTRA)

Circonvallazione - Chiara Beltramino - Classe Terza A

Garavella - Vanessa Brino e Irene Formia - Classe Terza C

Le Carignano Card sono già tremila Vantaggi e sconti per i clienti: l’iniziativa dell’Ucap parte bene Carignano. Oltre tremila Cariganno Card sono già nei portafogli dei clienti dei trentacinque negozi che hanno aderito all'iniziativa dell'Ucap Centro Città. Con grande soddisfazione dell'Ucap Unione Commercianti, Artigiani e Professionisti carignanesi, come conferma il presidente Massimo Bessone: “Il progetto, che rientra nel Piano di Qualificazione Urbana, sta dimostrando la sua validità: funziona, le Fdelity Card sono state accolte bene e i clienti stanno apprezzando, apprezzeranno sempre di più man mano che accumuleranno sconti e i vantaggi si faranno concreti; il bilancio di questo primo mese è decisamente positivo, siamo tutti molto contenti”. Da un mese, quindi, i consumatori stanno accumulando sconti. Infatti, con la Carignano Card per ogni acquisto di almeno 2 euro si ha diritto ad uno sconto in euro calcolato in percentuale sull'importo speso, il quale sarà automaticamente registrato e accantonato sulla carta. In qualsiasi momento a partire da un minimo di 5 euro di sconto accumulato, il titolare della Card potrà decidere di utilizzare, del tutto o in parte, il credito maturato e spenderlo come se fosse denaro contante presso un qualsiasi negozio convenzionato legato al circuito della Carignano Card. La Card viene offerta in omaggio dagli esercizi commerciali, gli artigiani e i professionisti associati per dare vantaggi di sconto a tutti i clienti; al momento della consegna la Fidelity diventa immediatamente attiva; gli sconti accumulati possono essere utilizzati per l'acquisto di qualsiasi prodotto servizio in vendita presso gli esercizi convenzionati. Per controllare il proprio credito ci sono due modi: leggendo le informazioni riportate su ogni scontrino ricevuto in seguito ad un acquisto con la Card; collegandosi al portale internet www.ucapcargnano.com nello spazio riservato ai titolari della Fidelity Card. La Carignano Card viene rilasciata da negozi di abbigliamento, agenzie di viaggi, alimentari, enoteche, macellerie, panetterie, pizzerie da asporto, negozi di articoli per animali, bar, gelaterie, cartolerie, edicole, librerie, negozi di giocattoli e di casalinghi, centri estetici, punti vendita di cicli, copisterie, farmacie, fotografi, negozi di materiali elettrici, onoranze funebri, professionisti, negozi di telefonia, tendaggi e tessuti, tipografie. Spiega Massimo Bessone, presidente dell'Ucap: “Il meccanismo di funzio-

namento è quello delle ormai diffusissime fidelity card, cioè tessere dotate di microchip che permettono la raccolta di punti ad ogni acquisto, con l'automatica applicazione di sconti, offerte varie e promozioni; con una differenza rilevante e cioè che il nostro sistema ti permette di spendere lo sconto accumulato indifferentemente in qualsiasi attività affiliata.”. La Carignano Card viene distribuita dalle seguenti attività. ABBIGLIAMENTO - CALZATURE: Abbigliamento Bimbi Borotalco; Abbigliamento Bimbi Zero in Condotta; Abbigliamento Donna Eventi; Abbigliamento Intimo Savoia 11; Calzature Sagittario. AGENZIE VIAGGI : Kalika. ALIMENTARI - ENOTECHE MACELLERIE - PANETTERIE - PIZZERIE DA ASPORTO: Alimentari Capello; Alimentari Sponga; Enoteca Mondo di Vino; Macelleria Bonella; Panetteria F.lli Carena; Panetteria

Fornaio Pasticcere; Panetteria Rodondi; Pizzeria Pizza & Focaccia. ARTICOLI PER ANIMALI: Pedigree. ARTICOLI REGALO - CASA - LISTE NOZZE: Giacobina. BAR - GELATERIE: Bar I Portic. CARTOLERIE EDICOLE LIBRERIE - GIOCATTOLI: Cartoleria Luigi; Edicola Rosas; Libreria E Qui Libri. CENTRI ESTETICI PROFUMERIE - SOLARIUM: Centro Estetico Profumeria Solarium Carmen, Laura & Daniela; Centro Estetico Profumeria Solarium Pelletteria Butterfly; Centro Estetico Solarium Ricostruzione Unghie L’Obelisco. CICLI: Groppo. COPISTERIE: TTR. FARMACIE: Eredi Cossolo; Pozzati. FOTOGRAFI: Studio Fotografico Bauducco. MATERIALI ELETTRICI: Elettroforniture Valinotti. ONORANZE FUNEBRI: Baravalle & Strumia; Imprese Funebri Riunite. PROFESSIONISTI: Consulente del Lavoro Sona. TELEFONIA: Conn@ctiv. TENDAGGI - TESSUTI: Ago, Filo & C. TIPOGRAFIE: Nuova

Arriva il contributo dalla Regione Finalmente sbloccato il finanziamento da 40.000 euro Carignano. Una boccata di ossigeno per le casse dell'Ucap e un respiro di sollievo per i promotori della Carignano Card: arrivano i sospirati fondi dalla Regione Piemonte, quelli che erano stati destinati al progetto nell'ambito del Piano di Qualificazione Urbana del Comune di Carignano ma che, di fatto, l'Ucap Centro Città non aveva ancora ricevuto. Si tratta di circa 40mila euro, pari al 50 per cento del finanziamento totale: “L'ultimo incontro, avvenuto pochi giorni fa, con i funzionari della Regione ha avuto esito positivo spiega il presidente dell'Ucap Massimo Bessone - Finalmente abbiamo portato a casa il risultato per cui ci siamo tanto battuti; in questi mesi abbiamo tenuto duro e insistito, sollecitando il Comune di Carignano e dialogando direttamente con la Regione, insistendo per ottenere il contributo che ci era stato assegnato dalla Regione ma che restava bloccato perché, in teoria, per ottenerlo avremmo dovuto presentare una rendicontazione completa delle spese, cosa impossibile perché il progetto è partito in ritardo proprio in conseguenza dei ritardi della Regione”. Va così a completarsi, per Carignano, l'assegnazione dei contributi ottenuti per la realizzazione del Programma di Qualificazione Urbana, un piano predisposto dall'Assessorato al commercio della Regione Piemonte e finalizzato a dare ai Comuni la possibilità di rinnovare il contesto urbanistico e commerciale della città, attraverso opportuni finanziamenti. Per Carignano gli interventi riguardano il centro storico, in particolare le piazze, e sono articolati in tre parti: due prevedono il rilancio del commercio urbano, una punta sulla riqualificazione del centro storico a partire da piazza Liberazione e aree adiacenti, da via Umberto I, al tratto di via Palazzo Civico che arriva in piazza san Giovanni, a via Trento, collegamento con piazza Carlo Alberto. L'assessore al commercio Tonino Papa commenta: “E' davvero un grande risultato quello che abbiamo ottenuto. Ora il piano è approvato nella sua interezza, sia per quanto riguarda gli interventi di iniziativa pubblica che quelli di iniziativa privata e dell'associazione Ucap Siamo molto soddisfatti e desidero complimentarmi per il lavoro svolto in questi anni dall'Ucap e ringraziare chi ci ha messo tanto impegno, dimostrando di credere fortemente nel progetto, il ringraziamento va anche all'Assessorato regionale e ai suoi funzionari; noi da parte nostra siamo stati a fianco dell'Ucap fin dall'inizio ed era importante che all'incontro in Regione dei giorni scorsi ci fosse anche il Comune, a conclusione di un percorso fatto lavorando tutti insieme, un impegno congiunto che ha portato a questo successo”. ◆

ONORANZE FUNEBRI S. BARTOLOMEO Cellulari: Annamaria 348.9304299 • Domenica 349.8326659 Svolgiamo funerali completi dalla vestizione della salma alla fotoceramica. Disponiamo di auto funebre di ultima generazione, di un locale per l’esposizione di feretri. Offriamo la nostra professionalità per il disbrigo di tutte le pratiche

Siamo reperibili 24 ore su 24 al numero: Zona Po Morto - Andrea Demichelis - Classe Prima C

011.9623936


10 Novembre 2011

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani”

“Italiano amico” per gli stranieri Rinviato lo spettacolo Corso gratuito in Biblioteca, si comincia a dicembre di Mario Zucca Carignano. L’Amministrapersone, laddove pensiamo e Marina Thovez zione comunale di Carignano possano avere dei riferimenti, ha aderito a “Italiano Amico”, lprogetto per la realizzazione di un corso gratuito di lingua italiana per adulti stranieri da realizzare in città. La richiesta è stata avanzata dal Dirigente scolastico dell’Istituto comprensivo “Borgo San Pietro” di Moncalieri-Centro territoriale permanente per l’Istruzione e la Formazione in età adulta; il progetto è promosso dalla Regione Piemonte e dall’Ufficio scolastico regionale per il Piemonte ed è interamente finanziato dal Ministero per il Lavoro. Il primo incontro, con la presentazione del corso, è previsto lunedì 12 dicembre, alle ore 16, presso la Biblioteca civica (secondo piano del Municipio, via Frichieri 13). “Sono iniziative che abbiamo portato avanti già in anni passati - dice il vicesindaco Miranda Feraudo - con risultati alterni. Dipende dall’utenza. Noi facciamo una proposta sul territorio, se poi c’è il numero sufficiente di persone interessate mettiamo a disposizione i locali e gli insegnanti. Cerchiamo di raggiungere queste

dalla Caritas alle scuola; abbiamo anche affisso degli avvisi e preso contatto con gli stranieri che vengono qui abitualmente per vari motivi. Considerato che, oltre alla messa a disposizione dei locali, nessun onere sarà a carico di questa Amministrazione e che si tratta di corsi interamente gratuiti a favore di adulti stranieri che si trovano in difficoltà ad integrarsi nella società e cultura italiana a causa dell’incomprensione della lingua, abbiamo deliberato la realizzazione del corso, mettendo anche a disposizione, secondo orari e modalità che verranno concordati con gli uffici preposti, un locale della Biblioteca civica”. ◆

Carignano. Lo spettacolo “L’insostenibile leggerezza” di Mario Zucca e Marina Thovez, in programma presso il Teatro di Carignano “P. M. Cantoregi” sabato 12 novembre, alle ore 21, acausa indisponibilità dell’attrice, è stato rinviato a sabato 26 novembre, sempre alle ore 21. ◆

Per le inserzioni pubblicitarie su

“da Carignano Ieri, Oggi, Domani” telefonate al 339.7292300

Angoli da (ri)vedere Andare a spasso non è sempre uno spasso

Novembre 2011 19

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani”

Una giornata speciale con Fili, giovane sarto africano Re.Co.Sol e Circolo Didattico di Carignano per il Progetto Mali, a sostegno di Oualia Pieno della Scuola Elementare. Dopo il pranzo la presenza degli ospiti in cortile ha attirato la curiosità di tutti i bambini: specialmente Fili, con la sua pettinatura da “rasta”, giovane tra i giovani (qualcuno ha detto che sembrava un dj!), è stato attorniato dai ragazzini più grandi e subissato di domande. Il pomeriggio è stato intensissimo: dalle 14.10 alle 16.45 si sono alternate molte classi in tre turni di incontro con i nostri ospiti, con la proiezione del filmato girato da Walter a Oualia e

A piedi nudi nell’erba? Meglio di no Osservando questa foto, sorge spontanea una domanda: “In questo caso è più animale il cane o il suo padrone?”. Meno male che i proprietari di animali non sono tutti così e non si comportano in questa maniera così disdicevole. Ne sanno qualcosa i bambini che si avventurano nel verde o gli operai che curano periodicamente il taglio dell’erba...

SPURGO POZZI NERI FOGNATURE PIEMONTE SPURGHI

CARMAGNOLA - TEL. 011.9722198

Martedì 11 ottobre 2011 è stata una giornata speciale: è venuto a Carignano Fili, un giovane di Oualia che ha frequentato a Torino un corso di sartoria per perfezionarsi in questo mestiere. Con lui erano presenti Silvana Cavallo, la cooperante di Re.Co.Sol., e Walter Neirotti, un volontario che è già stato più volte a Oualia, il Comune del Mali, nell’Africa sub-sahariana, con il quale la nostra scuola ha un progetto attivo ormai da molti anni. Accolti dalla maestra Piera Zanchin, infaticabile referente del progetto di solidarietà, la delegazione ha fatto la prima tappa alla Scuola Elementare di Lombriasco e poi ad Osasio, scuole del Circolo Didattico di Carignano che hanno sempre partecipato al progetto di “Adozione a distanza” a favore delle scuole di Oualia, e che per la prima volta hanno potuto accogliere un cittadino di quel comune. A Lombriasco tutte le classi con i loro insegnanti hanno assistito alla proiezione dei filmati girati da Walter; Silvana ha spiegato alcuni aspetti della vita di quella che ormai è la sua seconda patria, avendo ella sposato un maliano che attualmente è il Sindaco di un altro Comune vicino

ad Oualia, Kassarò. Purtroppo Silvana ha dovuto scappare presto, perché ha avuto da pochi mesi il suo terzo bambino, che la aspettava a casa per… la pappa! Dopo i filmati i bambini hanno potuto porre agli ospiti alcune domande, mostrando molto interesse alle risposte soprattutto di Fili, giovane simpatico e disponibile. Salutati tutti, la delegazione si è spostata nella piccola scuola di Osasio, in cui era attesa con molta curiosità. Anche qui filmati, domande, grande attenzione da pare di tutti. E dopo, trasferimento a Carignano alla mensa del Tempo

Fili che ha risposto alle molte domande dei bambini. I ragazzi delle Quarte C e D avevano preparato domande molto mirate, per portare a termine i loro lavori scolastici sul tema della civiltà di Oualia (le abitudini di vita, la famiglia, il lavoro, il cibo, il lavoro, la religione e molto altro ancora) e sulle possibilità di istruzione in un Paese non occidentale molto diverso dal nostro.

A GNE E S CON MICILIO DO

ctáà|vvxÜ|t

ZxÄtàxÜ|t

PRODOTTI TIPICI di SARDEGNA CONFEZIONI REGALO - BOMBONIERE SEGNAPOSTI PER EVENTI

SU ORDINAZIONE pasticcini e salatini per matrimoni, battesimi e cerimonie in genere P.zza C. Alberto, 29 - CARIGNANO - Cell. 334.50.42.115

Alla fine della giornata i nostri ospiti erano esausti, e Fili ha commentato che preferisce fare il sarto che l’insegnante!! Vogliamo ringraziare ancora Walter e Fili per la loro disponibilità e pazienza: nei ragazzini di Carignano sono certamente rimaste impresse le immagini del mondo che loro ci hanno descritto, molto diverso da quello della nostra comunità. La loro presenza ha ancor più confermato l’importanza del nostro piccolo impegno a sostegno del progetto di cooperazione promosso da Re.Co.Sol., la Rete dei Comuni Solidali che ci segue da alcuni anni. Ed anche quest’anno la Dire-

zione Scolastica di Carignano Lombriasco e Osasio proseguirà nella raccolta dei fondi che verranno, come sempre, destinati al pagamento degli stipendi degli insegnanti delle scuole di Oualia. Un piccolo gesto, un piccolo contributo di ciascuno di noi per garantire ai nostri piccoli amici del Mali il diritto all’educazione ed all’istruzione. Per informazioni sul progetto di Adozione a distanza potete consultare il sito della Direzione Didattica o quello di Re.Co.Sol. (www.comunisolidali.org) Grazie a Silvana, Fili e Walter da tutti i bambini e dai loro insegnanti. ❚


20 Novembre 2011

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani”

Omaggio ai nostri centenari e ultranovantenni Quando ci si appresta a narrare la vita di una persona che ha visto la luce nel secondo decennio del secolo scorso, si rivive un pezzo di storia importante, un periodo di grandi trasformazioni che l’hanno inevitabilmente coinvolta. Domenica Paolina, detta Paola, Petronio nasce a Torino il 21 novembre 1917, secondogenita di cinque figlie femmine nella mitica via Nizza, nei pressi di piazza Carducci. Il prato antistante il Po, dove verrà costruito il complesso ospedaliero delle Molinette, inaugurato nel 1935, è il luogo prediletto per giochi spensierati, insieme alle sorelle, incuranti del traffico, comunque poco. La bicicletta da uomo del lattaio esercitava una forte attrazione e appena giaceva, momentaneamente incustodita, diventava non solo un mezzo di trasporto ma un divertimento ed il gioco si sarebbe rivelato ben utile in futuro. La famiglia, modesta, viveva del lavoro del padre, “feramiù” (rottamatore) e la madre si improvvisava venditrice di fiori. Un piccolo aiuto economico veniva anche da Paola e dalle sorelle che cucivano ombrelli. Nelle vacanze estive salivano ad Oncino, in Valle Po (paese di origine della famiglia che l’aveva lasciato in cerca di fortuna). Lì ancora abitava la vecchia nonna ed il ritorno a Torino era sempre triste: Paola ancora oggi ha nostalgia di polenta e mirtilli come la cucinava la nonna. Il tempo corre veloce, le conoscenze si intrecciano e la simpatia tra com-

pagni di giochi si trasforma in amore per il ragazzino che abita nella stessa casa di ringhiera, originario anche lui di Oncino, Chiaffredo Peirasso. A Paola il lavoro di cucito piace molto, è assunta come apprendista in una nota sartoria di via Roma: a poco a poco dai lavori semplici passa a quelli importanti e diventa sarta per vestiti maschili e femminili, cuciti interamente a mano. Gli anni del Ventennio sono duri, ideologicamente ed economicamente: il lavoro è tanto ma i soldi bastano appena per pochi generi di prima necessità. Pur tra mille difficoltà, nel 1940, Paola e Chiaffredo si sposano e, dopo il viaggio di nozze ad Oncino, vivono in famiglia. In questo modo è possibile mettere da parte qualche soldino e coltivare sogni e speranze. Paola ricorda: “Siamo ormai in piena guerra: ci sono difficoltà di approvvigionamento alimentare e bombardamenti continui, con la corsa verso i rifugi antiaerei tra il suono delle sirene di allarme. Paura, tanta, sempre”. La casa, come anche il vicino ospedale, da poco costruito, viene colpita dai bombardamenti destinati alla Fiat Lingotto, alla RIV, alla linea ferroviaria. Fortunatamente tutti sono illesi ma sono costretti alla ricerca di un’altra abitazione, possibilmente fuori Torino,

Accademia Scacchistica

“ALFIERI DEL PO” A cura di Daniela Tontini

Chudinovskikh - Zhuravlev (URSS 1990)

Soluzione mese scorso

• 1. Tc8 TxT se 1... Rxb7 2. TxT, difendendo così la casa e1. • 2. Dxa7+! RxD • 3. bxT = C+!! e cade

Il bianco muove e dà matto in 4 mosse

la Donna!

Il mese prossimo la soluzione

La pedina A cura di Franco Benedetto Lo dicono le pedine: anche se siamo di legno, chi vuol trattare con noi, deve aguzzare l’ingegno. Errata corrige Nel problema di dama del mese di ottobre, la Dama nella casella 16 va spostata nella casella 15. Complimenti a chi si fosse accorto dell’errata posizione.

Il BIANCO muove e vince in 6 mosse 1

2 5

9

3 6

10 13

17

14 18

21 25

15

22

16

“da Carignano Ieri, Oggi, Domani”

20 23

27 30

8 12

19

26 29

7

Per le inserzioni pubblicitarie su

4

11

come i tanti sfollati di quegli anni. Grazie ad amici che abitano in una frazione di Carignano (Tetti Ruffini) trovano una momentanea sistemazione, ma lavorare ancora a Torino comporta difficoltà e molta fatica: per prendere il trenino per Torino e ritorno occorre compiere una lunga camminata, al buio, su stradine solitarie e dissestate. Si fa strada l’idea di una casa in Carignano e, nel 1948, si presenta l’occasione: si trasferiscono in via Fratelli Bona, civico numero 5, dove aprono una trattoria, “La Colomba”, gestita da Chiaffredo, dai suoi genitori e da Paola, nel tempo libero dal suo lavoro da sarta, che lascia però nel 1950 quando nasce Marco, l’unico figlio. La trattoria chiude nel 1953, a causa della malattia del suocero; poco dopo Paola subisce un intervento chirurgico presso l’ospedale di Carignano e viene a sapere dalle suore infermiere che c’è bisogno di personale. Rimane così come aiuto e nel 1963 consegue il diploma di infermiera insieme ad Angela Sclerandi. Prosegue “Ho fatto sempre la notte, fissa, in chirurgia, fino alla pensione. Ho conosciuto, quando erano alle prime armi, alcuni dei medici che ora esercitano nella nostra città”. Nelle ore libere prestava assistenza domiciliare ad anziani e malati ed anche dopo il pensionamento, vissuto a malincuore nel 1977, ha continuato in sella alla inseparabile bicicletta a rispondere a qualsiasi chiamata per iniezioni e medicazioni. Nel 2004 si è dovuta sottoporre alla sostituzione di una valvola aortica ma è ancora tornata ad Oncino (1280 metri) per quattro belle estati, nella accogliente baita, di recente ristrutturata. Il figlio Marco la segue con assoluta dedizione: i suoi orari non sono più scanditi come un tempo ma si appassiona tuttora a programmi televisivi, soprattutto di attualità, che la tengono sveglia fin dopo la mezzanotte ed al mattino si concede il riposo. Quando mi congedo non posso che augurarle, di tutto cuore, tanti compleanni ancora. ❚ Marilena Cavallero

24

al 339.7292300

28 31

telefonate

32

VIGILI SU CARIGNANO I pompieri: chi sono e cosa fanno Riscaldamento: canne fumarie e manutenzione Il ritorno della stagione fredda ci obbliga a rimettere in funzione caldaie, stufe e caminetti, ipianti di riscaldamento diversi tra loro ma tutti caratterizzati da un elemento fondamentale che non è il bruciatore bensì la canna fumaria, che non va vista come parte autonoma ma come parte integrante della macchina per produzione di calore. Addomesticare il fuoco ed impiegarlo in sicurezza significa conoscerne i potenziali rischi per l’uomo; non sempre il fuoco viene impiegato in sicurezza ed è per questo che molte attività umane, prima di essere intraprese, hanno la necessità di essere analizzate e valutate per il loro rischio incendio, eventualità troppo spesso trascurato ma capace di verificarsi in modo a volte devastante. L’uscita dei fumi dalla stufa o dal caminetto non può essere semplicemente risolta con un tubo che mette in comunicazione il braciere con l’esterno, e capire come funziona una canna fumaria aiuterà a comprendere l’importanza della sua funzione e la necessità di una manutenzione adeguata. Una canna fumaria ben progettata deve assolvere due funzioni: evacuare i fumi della combustione ad una altezza dal suolo sufficiente a favorirne la dispersione, cosi da renderli innocui per la salute e la sicurezza dell’uomo, e costituire il “motore” della combustione. Il camino è un motore statico, senza parti in movimento, il cui compito è di spingere l’aria comburente nella camera di combustione ed espellerne i fumi, rendendo cosi possibile la reazione di combustione stessa. Questo ciclo fisico è quello che comunemente definiamo “tiraggio”. Senza entrare in noiose spiegazioni di fisica, va però detto che il tiraggio, escludendo difetti costruttivi della canna fumaria, dipende da più aspetti ambientali quali la pressione atmosferica, il vento, la temperatura dell’aria esterna e la pulizia della canna fumaria. Mentre sulle prime tre componenti non abbiamo potere d’intervento, sulla quarta possiamo, e dobbiamo, fare quello che serve; è bene quindi pianificare un intervento annuale volto a verificarne l’integrità e sopratutto la pulizia interna dei condotti. Questo tipo di manutenzione è consigliabile a fine estate in modo da rimuovere eventuali ostruzioni che insetti o volatili possono aver creato durante la bella stagione, oltre alle incrostazioni che l’utilizzo nella precedente stagione fredda ha depositato sulle pareti della canna fumari. Quest’ultimo aspetto è molto meno evidente sugli impianti che utilizzano gas metano dove le particelle solide presenti nei fumi sono relativamente scarse. L’integrità del condotto invece interessa qualsiasi tipologia di combustibile impiegato. Si possono verosimilmente individuare quattro semplici possibili situazioni per cui il camino può divenire elemento iniziatore di innesco: l'emissione di scintille o di materiali incandescenti dal camino che provocano l'accensione di un tetto combustibile innescando l'incendio; l'emissione di scintille o di materiali incandescenti attraverso una fessura creatasi nel camino, o per un difetto dello stesso, provocano l'accensione delle travi in legno della struttura portante o dei solai dell'edificio, adiacenti alla canna fumaria; il surriscaldamento di materiali infiammabili posti in prossimità del camino o della canna fumaria; combustione delle incrostazioni presenti sulle pareti del camino con conseguente aumento delle temperature che si propagano alle parti lignee del tetto fino a causarne l’accensione spontanea. Considerazioni simili possono essere applicate ai condotti di scarico dei fumi di caldaie e scaldabagni, quando questi attraversano strutture in legno.

CURIOSITA’ ECOLOGICHE a cura di "Legambiente Il Platano" - Sui fatti di Genova, oltre ad associarci al dolore per chi è stato colpito, riportiamo quanto affermato dal presidente nazionale di Legambiente: “E’ incredibile che una forte perturbazione, valutata già pericolosa e per di più annunciata da giorni, abbia trovato una città così impreparata. Siamo in una situazione paradossale, da un lato l’elevate capacità tecnologiche del sistema di previsioni meteo e dall'altro una popolazione incapace o impossibilitata ad assumere i comportamenti adeguati. E' evidente che al fondo c'è una cultura, a partire dai responsabili del governo del territorio, di sottovalutazione del rischio. Dobbiamo convincerci che piogge così intense non sono più eccezionali ma stanno diventando, purtroppo ordinarie. Per questo è fondamentale che le persone siano in grado di affrontare la situazione di pericolo, così come avviene in Giappone per i terremoti o negli USA per gli uragani, evitando il panico e agendo con razionalità. Serve un cambiamento radicale nell’istruzione e nella comunicazione ai cittadini, servono esercitazioni e la preparazione di massa per mettere tutti nelle condizioni di saper affrontare questi nuovi rischi” . Ci chiediamo, Carignano ha da alcuni anni istituito un suo gruppo di Protezione Civile, ma qualcuno ha pensato ad istruire i cittadini ad affrontare una nuova piena del Lemina-Oitana o del fiume Po, per esempio in zona Garavella diventata di nuovo alluvionabile dopo il “buco” nell'argine costituito dalla tangenziale? - Come ogni anno Legambiente ha dedicato a “Puliamo il Mondo” una settimana di settembre. Quest’anno anziché realizzare un intervento spot, il circolo Legambiente “Il Platano” ha proposto alle scuole di Carmagnola, Carignano, Villastellone e Pancalieri un’iniziativa incentrata sulla denuncia degli abbandoni di rifiuti sul nostro territorio. Il successo dell’iniziativa - le adesioni sono state numerose - è indicativo della sensibilità della scuola al tema dell’ambiente e della vivibilità del territorio. L’attività si è svolta nei mesi di settembre e ottobre ed è consistita in una “caccia fotografica” dei rifiuti abbandonati sul territorio comunale. Il materiale fotografico insieme ai disegni e ai testi realizzati dai bambini e dai ragazzi confluisce in un blog creato ad hoc per l’iniziativa (cacciallabbandono.bolgspot.com) che è in costante ampliamento ad opera di alunni ed insegnanti e che vi invitiamo a visitare, ma soprattutto darà luogo ad una mostra pubblica per le vie delle cittadine, tra dicembre e gennaio. Questo modo di fare “Puliamo il Mondo” ci sembra particolarmente importante perché ci riporta alle motivazioni iniziali di questa iniziativa di Legambiente: la specificità del problema rifiuti e l’educazione al rispetto del territorio e alla convivenza civile attraverso una sorta di denigrazione del comportamento scorretto “dei più furbi” che parte dalla auto-educazione di ognuno, secondo, la rappresentazione di un punto di partenza per sviluppare il tema della gestione dei rifiuti in tutta la catena produttiva, dalla produzione allo smaltimento, in una cultura dove “produrre” spesso significa in primo luogo “produrre rifiuti”. - Il circolo Legambiente Il platano oggi è raggiungibile anche su Facebook Circolo Legambiente “Il Platano” Carignano-Carmagnola-Villastellone

Novembre 2011

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani”

Ultimi giorni per il censimento Consegna dei questionari entro domenica 20 novembre Scade domenica 20 novembre il tempo utile per la consegna dei questionari relativi al 15° Censimento generale della popolazione e delle abitazioni. A partire dal 21 novembre, la famiglia che non ha ancora consegnato il questionario verrà contattata dal rilevatore per il ritiro del questionario a domicilio. Si ricorda che giorno di riferimento di compilazione del questionario è il 9 ottobre 2011 e che è obbligatoria la compilazione e la restituzione secondo le modalità in atto. Sono previste sanzioni pecuniarie, nonché l’eventuale cancellazione dall’Anagrafe comunale, per chi non consegnerà il questionario compilato. L’Ufficio Censimento del Comune di Carignano, sito al piano terra del Municipio, è disponibile a dare informazioni agli utenti, oltre a fornire eventuale assistenza alla compilazione stessa, durante i seguenti orari: dal lunedì al giovedì, 8.30-18; venerdì e sabato, 8.30-13 Per ogni informazione, telefonare al numero 011,9698441 oppure consultare il sito istituzionale www.comune.carignano.to.it alla voce Censimento. ◆ DA ANNA E ANNA carmagnola, piazza sant’agostino, 16 MATRIMONIALI E AMICIZIE............... castana, occhi verdi, ama la musica, è una donna riflessiva, nubile, seria, 36enne, impiegata in ospedale, carattere dolce e riservato, cerca uomo con cui formare famiglia. 3479972155 coadiuvante nell'impresa agricola dei genitori, nubile, 40enne, è una donna semplice, ha un buon carattere, ama le passeggiate all'aria aperta, è in cerca del suo principe azzurro, con cui creare una famiglia unita. 3314737423 ha un grande sorriso comunicativo, sportiva, laureata, insegnante, 47enne, ha un aspetto distinto, bruna occhi scuri, libera da impegni sentimentali, conoscerebbe uomo per futuro insieme. 3420362328 sola da molto tempo, 54enne, ex agricoltrice, trascorre il suo tempo libero facendo volontariato presso la C.R.I., piemontese, disponibile a trasferirsi, incontrerebbe uomo affidabile con cui farsi buona compagnia. 3463941533 piemontese, vedova senza figli, pensionata, 61enne, aspetto giovanile, donna d'altri tempi, cura l'orto e lavora a maglia, conoscerebbe uomo semplice, onesto, per il resto della vita. 3391262291 comandante dei vigili del fuoco, 48enne, fisico atletico, nel tempo libero ama sciare, volontario pro-loco del suo paese, divorziato da tempo, non ha più voglia di relazioni inconcludenti, ora vorrebbe fermarsi insieme ad una donna da amare, coccolare e proteggere. 3313372632 stanco delle storie senza futuro, affascinante 58enne, alto, brizzolato, occhi chiari, vedovo, inguaribile romantico, giudice di pace, distinto, è alla ricerca dell'anima gemella. 3347773872 ha una grande azienda di apicoltura, è un uomo sereno e ottimista, 40enne, celibe, proviene da una famiglia cattolica, ha profondi valori morali, crede nel matrimonio, è un bell'uomo, molto alto, cerca una compagna con uguali aspirazioni. 3487154544

9

Natale senza luci, solo l’albero in piazza Mancano i fondi e il Comune quest’anno risparmia sugli addobbi Carignano. In un momento di crisi anche il Natale ne risente e non può che annunciarsi all'insegna della sobrietà. E del risparmio, almeno a Carignano. Va in questa direzione, a quanto pare obbligata, la scelta dell'Amministrazione comunale di rinunciare per quest'anno alle luci: il piatto piange, le casse sono vuote e quindi niente stelle, niente fiocchi di neve, ghirlande e sagome di alberi di Natale e di angeli a illuminare i giorni di festa. I chiari di luna impongono di sacrificare, ma appunto solo per quest'anno e in attesa di tempi migliori, le luci colorate con cui il Comune è solito addobbare le vie e le piazze del centro, un lusso che ora non ci si può permettere vista la mancanza di fondi. Si salva solo l'albero di Natale che, come di consueto, verrà allestito in piazza San Giovanni Bosco davanti al santuario di Nostra Signora delle Grazie, bisogna accontentarsi. La decisione è stata presa e, da Palazzo civico, invitano ad avere pazienza, le priorità sono altre. “Noi comprendiamo, ci mancherebbe commenta Massimo Bessone, presidente dell'Ucap, l'associazione dei commercianti, artigiani e professionisti carignanesi - La situazione è quella che è e far quadrare i bilanci è un'impresa per tutti, ovvio che anche per il Comune non sia affatto facile. Ma, proprio perché comprendiamo, ribadiamo che ci sembra che valesse la pena ragionarci su e fare uno sforzo tutti insieme per non lasciare Carignano proprio al buio. L'atmosfera è già deprimente, perché non cerchiamo di dare un segnale di fiducia e di ottimismo, per i nostri concittadini e per chi arriva da fuori?”. Bessone prosegue: “Eravamo a conoscenza del problema di trovare la copertura finanziaria, perciò avevamo chiesto all'Amministrazione comunale di trovare una soluzione che non fosse così drastica e penalizzante. Avevamo perciò suggerito di limitare al massimo le luci, risparmiando il più possibile, senza però eliminarle del tutto. Non solo, avevamo dato anche la nostra disponibilità a rinunciare al contributo che il Comune ha assegnato all'Ucap per l'organizzazione di Aspettando Natale, la manifestazione del 4 dicembre, perché fosse destinata alla sistemazione delle luci. Poca cosa, ma comunque sarebbe stata meglio che niente. Purtroppo la nostra offerta non è stata presa in considerazione, un vero peccato. Noi comunque terremo la somma disponibile anche per il prossimo anno, purché le luci ritornino”.

Dal Comune l'assessore al commercio Tonino Papa non nasconde il suo rammarico e spiega: “E' stata una decisione sofferta, siamo i primi

ad essere dispiaciuti. L'illuminazione natalizia è, da sempre, un'iniziativa in cui crediamo, tant'è vero che nel corso degli anni abbiamo dedicato risorse e l'abbiamo arricchita e ampliata, cercando di estenderla man mano anche nelle zone più scoperte ed eravamo riusciti ad arrivare ad un buon livello; avremmo proseguito su questa strada, ma poi è suc-

lancio, quella che porteremo in consiglio il 24 novembre; purtroppo non è stato possibile”. Diecimila euro circa, questa la cifra da trovare: è la spesa sostenuta negli anni precedenti, comprensiva di manodopera, forniture varie per sostituzioni e integrazioni e, soprattutto, dell'energia elettrica. Spiega Papa: “E' proprio la bolletta la voce di costo che incide di gran lunga di più; abbiamo provato a ragionare sul risparmio, provando a ipotizzare luci ridotte e nessuna sostituzione o acquisto, ma la cifra non si abbassava in modo significativo e nemmeno la generosa offerta dell'Ucap avrebbe cambiato le cose. Inoltre, proprio perché la nostra politica è sempre stata quella di estendere l'illuminazione per quanto possibile, non ci sembrava giusto privile-

“Giusto risparmiare, ma le feste saranno tristi” Carignano. La crisi si porta via anche le luci e la notizia a Carignano viene accolta, da alcuni operatori commerciali e artigiani interpellati, con sentimenti che oscillano tra la delusione e la rassegnazione. “Da un lato dispiace, dall’altra parte e visto il periodo penso che sia anche giusto dare delle priorità” commentano da via Salotto. E ancora: “Che tristezza, neanche più il Natale si salva. Per lo meno la via centrale… e l’albero, almeno quello, ci sarà?”. Un'artigiana richiama l'attenzione sulla situazione nazionale: “Non sono stupita e non siamo certo né gli unici né tanto meno i primi: altri Comuni in tutta Italia hanno già preso questa decisione; è una conseguenza abbastanza inevitabile, purtroppo, considerata la situazione economica generale e la necessità di tagliare su quello che non è indispensabile”. Del medesimo avviso un altro artigiano: “E' una scelta che può essere anche discutibile ma non sbagliata, però forse si sarebbe dovuto affrontare il problema prima”. Meno comprensivi alcuni commercianti in via Umberto I, in piazza Carlo Alberto e in via Salotto: “Altro che piazza Carlo Alberto salotto di Carignano, come piazza San Carlo a Torino: fatte le debite proporzioni, lì hanno le luci d'artista, noi nemmeno le luci. Secondo me non fa bella figura la città, proprio ora che dovremmo dare un po' di speranza e vita, un segnale in un momento di crisi e un modo per tirare su il morale. E' un vero peccato”. Parole amare quelle di un'altra commerciante del centro: “Trovo che sia una vergogna, penso che nessuno sarà contento di trascorrere il Natale così, senza illuminazione e addobbi che festa è? Mi sembra allucinante che non si siano trovati i soldi quando invece se ne sono spesi tanti sulla base di scelte non sempre condivisibili. Non è questo il modo di aiutare il commercio carignanese, sostenere queste iniziative significa in definitiva sostenere il lavoro; non che la cultura non sia importante, ma prima di tutto c'è bisogno di lavorare”. E da via Salotto sottolineano: “Dal tanto degli anni scorsi al niente di quest'anno è davvero un po' troppo; anche come cittadino trovo che l'effetto generale, pensando a Carignano completamente senza luci, sarà proprio deprimente. Come commerciante sono deluso, si sarebbe dovuto fare anche solo un piccolo sforzo, quel poco che bastava per non stare al buio, come era stato proposto al Comune”. ◆ cesso l'imprevisto a fine agosto del taglio alle entrate comunali, da cui è derivata la necessità di rimettere mano alla programmazione e rivedere il bilancio, comprese le risorse già destinate. Ma poiché ci tenevamo, e ci teniamo, abbiamo sperato fino all'ultimo di riuscire a trovare le risorse con l'ultima variazione di bi-

giare alcune zone a discapito delle altre”.Papa conclude: “Anche personalmente sono molto dispiaciuto, confidiamo però nella comprensione dei cittadini, anche se le critiche saranno inevitabili; rimedieremo senz'altro l'anno prossimo”. Quando il Natale, se lo augurano tutti, tornerà luminoso. ◆

IMPRESE FUNEBRI RIUNITE DAL 1979 Uno tra i più grandi gruppi di Imprese Funebri della Provincia Torinese

UFFICIO: SAN REMIGIO, Via Umberto I n. 39 - 011 9699487 - CARIGNANO LA LOGGIA, Via Bistolfi n. 9 LA LOGGIA LA PIOBESE, Corso Italia n. 5 PIOBESI T.SE VINOVESE, Via Marconi n. 70/a VINOVO LA CANDIOLESE, Via Roma n. 5 CANDIOLO OSASIO - Abitazione, tel. 333/9858968 SERVIDIO ANTONIO PACOTTO LUCIANO

VIOTTO FLAVIO ROLFO PAOLO

333/3211052 338/5248598

333/9858968 338/7080636

Funerali completi, scritta lapidi, arte funeraria, trasporti funebri in tutta Italia ed all’Estero


8

Novembre 2011

I governi condonano, la natura no Nel 1994 ad Asti sono sessanta, nel '96 tredici in Versilia e sei a Crotone, centosessanta a Sarno nel '98, nel 2000 tredici a Sovereto e trenta in Piemonte, nel 2008 quattro in Val Pellice e sei in Sardegna, nel 2009 trentasei a Giampilieri. Oggi dieci alle Cinque Terre e sei a Genova. Questi numeri sono gli ultimi morti “da maltempo”, non provo neanche a fare l'elenco delle alluvioni con “soli” danni materiali, quelli dei soliti servizi televisivi con la signora che piange davanti alla cucina infangata, l'artigiano che cerca di ripulire le attrezzature nel suo capannone, i soliti milioni di danni con il solito aumento delle accise sulla benzina, soldi che non arriveranno mai sui territori, perché quando la signora avrà ripulito la cucina e l'artigiano le sue macchine, le televisioni per farci dimenticare di loro saranno già piene dei plastici dell'ultimo delitto o di nuovi grandi fratelli (mentre altri dimenticheranno di togliere l'aumento sulla benzina). Piove “molto forte”, in “maniera che nessuno ricorda”. Fatalità casuale? No. Ormai lo sappiamo: anche se i senatori Pdl-Leghisti lo aboliscono per mozione, il riscaldamento climatico esiste e in questo paese dove abbiamo bande di governanti che gridano all'impossibilità del “fare” perché impediti da “lacci e lacciuoli”, qualcuno fa quello che gli pare: tombiamo i fiumi, cementifichiamo gli alvei per “proteggere le popolazioni” e così trasformiamo i nostri fiumi e torrenti in “bombe d'acqua”, costruiamo strade, case, alberghi, centri commerciali negli alvei, non ci chiediamo come sia il terreno su cui costruiamo, l'importante è ricoprire tutto di cemento ed asfalto. Alla fine i governi condonano, la natura no. Chi ha costruito le sue fortune sulla speculazione edilizia, senza neppure rispetto per chi è morto, oggi ci dice che si è costruito troppo. Alcuni sindaci chiamano tutto questo “sviluppo”,“lavoro”, in realtà sono solo oneri di urbanizzazione che non vanno più investiti neppure in quello che il loro nome indica, l'infrastrutturazione dei nuclei urbani, ma a coprire la spesa corrente. Continuiamo a costruire senza chiederci quanto di costruito può essere riutilizzato, sacrifichiamo campi per nuovi capannoni, quando abbiamo migliaia di metri quadri abbandonati: solo intorno a noi marciscono inutilizzate le aree delle fonderie a Carmagnola, della Stars e dell'Ages a Villastellone. Ci è voluta la resistenza del presidente della Provincia di Torino, coperto di insulti da autorità religiose e civili, per impedire che si cementificassero altri ettari di campagna per una nuova Ikea a La Loggia, prima che ci si orientasse ad indicare l'area della exViberti, capannoni vuoti da vent'anni, terreno già sacrificato, in qualche modo solo da rigenerare. “Io vi do ogni erba che produce seme e che è sulla terra, ed ogni albero in cui è il frutto... saranno il vostro cibo” sta scritto all'inizio della Genesi, rivelazione o sapiente pensiero di antichi, questo è quanto ci è stato dato, era ed è lo scopo della terra, un bene comune come l'acqua, l'aria, un bene finito, limitato, non riproducibile di cui siamo solo temporanei custodi, senza del quale non possiamo pensare di vivere. Prima di sacrificare un metro quadro di questo patrimonio dovremmo pensare se questo sacrificio è inevitabile e quali conseguenze avrà. Salvare la terra, quella che nella nostra società ci hanno indotti a non amare perché troppo bassa, calli alle mani, nero alle unghie, luogo per vermi, dimenticando di dirci che sono i vermi ad essere i primi vivificatori. Solo il 7% di chi lavora in agricoltura oggi ha meno di 35 anni, senza le persone non si può salvare la nostra terra; certo non possiamo salvare tutte le agricolture, non l'agricoltura industriale (un ossimoro evidente) che, anzi, dobbiamo aiutare ad uscire dalle pieghe perverse in cui l'hanno messa anni di vecchie politiche agricole comunitarie, non l'agricoltura che sottrae cibo per produrre energia, ma quella che può darci ancora i frutti e semi della Genesi, prodotti nei nostri campi, vari perché reimpariamo ad usare quelli giusti nelle dovute stagioni, che i nostri agricoltori debbono darci più sani perché possono avere un prezzo più equo passando solo dalle loro mani alle nostre, quell'agricoltura che da centinaia d'anni disegna il nostro paesaggio di canali, rive e fossi, governa il nostro territorio aiutandolo a preservarsi anche quando piove quanto nessuno tra i più anziani ricorda sia mai piovuto. Investire nella nostra agricoltura e nel nostro territorio vuol anche dire creazione di nuovi posti di lavoro, che a loro volta genereranno tasse per ripagare il debito, e se vi diranno che mancano i soldi per investire su queste cose, ricordate loro le decine di miliardi di euro pronti per l'inutile Tav e Ponti di Messina o delle centinaia immediatamente trovati ogni volta che da salvare non sono le nostre vite, ma le loro banche. ❚ Nanni Passerini

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani”

Scuole di Carignano sotto un’unica dirigenza Dal prossimo anno cambia l’assetto per Materna, Elementari e Medie Carignano. Il panorama scolastico della zona sta per cambiare e, dal prossimo anno, Materna, Elementari e Medie saranno riunite sotto un'unica dirigenza che comprenderà le scuole di Carignano, Osasio e Lombriasco. Nell’ambito di un nuovo Piano nazionale di dimensionamento scolastico, sono stati assegnati a Comuni e Province i compiti e le funzioni amministrative concernenti, tra l’altro, l’istituzione, l’aggregazione, la fusione e la soppressione di scuole, e la redazione dei piani di riorganizzazione. I Comuni avranno il compito di redigere un piano di revisione relativo alle scuole dell’infanzia, primarie Miranda Feraudo e secondarie di primo grado mentre le Province seguiranno l’istruzione secondaria superiore. L’Amministrazione comunale di Carignano, quindi, condividendo il principio di verticalizzazione quale strumento per un maggior coordinamento dell’attività scolastica tra i cicli della scuola dell’obbligo e una migliore ottimizzazione nell’utilizzo delle strutture scolastiche e dei servizi offerti, ha approvato questo piano di dimensionamai per difetto, perché la pomento, volto ad ottenere - a polazione scolastica è in conpartire dal prossimo anno scotinuo aumento, a causa dei lastico 2012/2013 - un Istituto nuovi arrivi di persone, anche comprensivo autonomo che extracomunitarie, che vengestisca in un’unica dirigenza gono ad abitare a Carignano. le scuole dell’infanzia, primaria e secondaria di primo grado dei Comuni di Carignano, Osasio e Lombriasco. “Da soli non avevamo il numero sufficiente di alunni per mantenere lo status quo spiega la vicesindaco Miranda Feraudo - perché per poter acquisire l’autonomia gli Istituti comprensivi devono essere costituiti da almeno 1.000 alunni, senza superare i 1.200. Se però consideriamo tutte le scuole di Carignano, dalla materna all’elementare alla media, unitamente a quelle di Osasio e Lombriasco, che già erano con noi nella precedente direzione didattica e continueranno ad essere con noi, tutte insieme riusciamo a formare il prossimo anno questo ‘polo verticale’”. Attualmente nel territorio comunale di Carignano gravitano 893 alunni, così suddivisi: 252 della scuola dell’infanzia, 400 di quella primaria e 241 della secondaria di primo grado; a questi si aggiungono i 150 alunni delle scuole di Osasio e Lombriasco, per un totale complessivo di 1.043. “Sono numeri in continua fluttuazione - conclude Miranda Feraudo - sempre per eccesso

Pensieri per Davide Laura Negro, farmacista per quarant’anni I canti salivano alti nella navata, fiori bianchi sulla bara. Per la famiglia una catena spezzata, fuori dall’ordine naturale delle cose la perdita di un figlio... per gli amici un vuoto improvviso. Eravamo in tanti, di ogni età, a salutarti per l’ultima volta, ma soprattutto giovani, giovanissimi, tuoi coetanei, con l’abbigliamento abituale, le collanine al collo e lo sguardo smarrito, gli occhi lucidi, gonfi di pianto. Persa, lontana, la spavalderia di ieri. Si stringono fra di loro, ragazzi e ragazze, in un abbraccio consolatorio che sa di protezione, da ricevere e dare, il capo appena appoggiato alla spalla del vicino, in abbandono. Prima nel Duomo, gremito, poi sul sagrato, senza più spazio, avvolto in un silenzio irreale, tutti uniti per rendere a Davide l’estremo saluto e ancora accompagnarlo, in corteo, a piedi, fino alla rotonda, mentre si diffondevano nell’aria i rintocchi delle campane. E siamo già ai ricordi: il sorriso aperto, gioioso che ti faceva brillare gli occhi sul viso che ancora recava i tratti di chi si è appena affacciato alla vita, sogni, progetti, un futuro finito prima di cominciare. Resterai così, per sempre, nel cuore di tutti noi e tu, ora, avrai le risposte che noi non conosciamo. Riposa in pace. Donaci la pace. ❚ Marilena Cavallero

Leva 1957 in festa La classe 1957 festeggia sabato 26 novembre all’Agriturismo “Antico Casale” in frazione Vallongo di Carmagnola (via Tetti Ratti 10) Ritrovo ore 19.30 in piazza del Monumento a Carignano. Quota di partecipazione euro 30 (da versare presso la cartoleria Rosa Favarin, in via Salotto 23). ❚

Sul nuovo dimensionamento è già stata fatta una delibera; nella prossima riunione a Torino comunicheremo che abbiamo i numeri per il nuovo assetto”. ◆

Novembre 2011 21

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani”

Giuseppe Barbero 1921-2011 La famiglia desidera ancora ringraziare tutti coloro che hanno partecipato al suo dolore e cita alcune frasi,tratte dai biglietti di condoglianze, che l’hanno particolarmente colpita:“Un amico sempre disponibile a fare 'quattro chiacchiere'. Con lui se ne va un pezzo di storia della Madonnina ma anche di Carignano. Ciao Pino”; Ciao nonno Barbero, ricorderò sempre la tua simpatia e la tua bravura; “Grazie per tutto il bene che ci hai voluto e ci hai dato”. Grazie a tutti. Franca e Silvana Barbero e famiglie

A quasi tre mesi dalla sua morte, desidero ringraziare personalmente tutti coloro che hanno ricordato nostra madre con pensieri e testimonianze di affetto, stima e soprattutto riconoscenza. Ho pensato, per questa ragione, di “fotografarla” (lei che non voleva mai essere fotografata!) attraverso queste righe, ringraziando tutti coloro che in esse a riconosceranno. Mi piacerebbe che nostra madre fosse ricordata per quello che era: Laura Negro, la Farmacista che per quarant'anni è stata dietro al banco al fianco di nostro padre. Una donna indipendente e volitiva, di forte carattere, educata su principi severi, rigidi (come sempre le dicevo: “prussiani”), ma anche aperta al nuovo, che aveva imparato a sciare da giovanissima, quando sugli sci di donne se ne vedevano poche; che amava viaggiare, leggere; curiosa di sapere di imparare. Dura, forse anche un po’ scontrosa e “tagliente”, forse non simpatica a tutti, che ci teneva ad essere chiamata Dottoressa, con un profondo orgoglio per la propria professione; che è stata Farmacista fino all’ultimo. Ma di grande umanità e sensibilità nell’aiutare gli altri con generosità non sbandierata. Una donna di fede sicuramente profonda ma essenziale, senza “fronzoli”. Pochi, pochissimi amici, con i quali aveva un rapporto altrettanto schietto. Generazioni di bambini allevati grazie ai suoi consigli pratici, concreti, personali. Un’attenzione per le difficoltà e le sofferenze degli altri, fatta di grande capacità di ascolto e di riservatezza (pur stando dietro un banco molto... pubblico!) che ha conquistato la fiducia di tantissime persone ed il rispetto per la sua professionalità e competenza. La capacità di accogliere le confidenze, le pene, le angosce dei suoi clienti, prima ancora di vendere loro delle medicine. Una vera passione per il proprio lavoro: non tanto quello di “vendere medicine”, appunto, ma quello di prepararle, di consigliarle, di trovare il rimedio giusto per la singola persona ed anche per gli animali: preparare pomate, sciroppi, unguenti era un aspetto della professione che svolgeva con molta soddisfazione, e che le consentiva di offrire ai clienti medicamenti personalizzati. Una vera vecchia farmacista, insomma, con un sapere fatto di formule, di chimica, di piante, di ricette, di conoscenze pratiche. L’incapacità di stare ferma, il lavoro come fondamento essenziale della vita, da mettere davanti a tutto anche nei momenti più difficili (le sue malattie, gli interventi chirurgici), al limite delle possibilità fisiche ma ostinatamente svolto sempre dietro il banco, al servizio dei clienti. La necessità di fare qualcosa con le mani, che l’ha accompagnata fino alla fine: occuparsi delle sue piante, degli animali, le centinaia di berretti realizzati a maglia per i detenuti di Don Piero sono stati il modo più semplice per continuare a sentirsi utile durante gli anni della pensione. Una severità con se stessa e con il mondo che solo negli ultimi mesi di vita, di fatica e sofferenza si è un poco allentata. Un grande amore nella sua vita, sempre dichiarato: suo padre. Un altro grande amore, fatto della condivisione di una vita di lavoro svolto insieme: suo marito. Che l’ha portata a vivere a Carignano, lei torinese molto legata alla sua Città. Un grande dolore: non aver potuto condividere con lui gli anni della vecchiaia. Due figli, molto diversi, molto desiderati e amati, con i quali ha avuto un rapporto fatto più di durezze che di dolcezze. Un genero, Enrico, che ha molto rispettato e di cui ha avuto una grande stima fatta di rigidità e freddezza, nel suo stile… Un amore tenerissimo per il nipote Filippo, che l’ha fatta sorridere di gioia fino ai suoi ultimi giorni. Il profondo senso di responsabilità, durato tutta la vita, per essere stata la prima di otto fratelli, e la zia più vecchia di una grande schiera di nipoti e pronipoti. Una grande passione per le montagne, per il freddo, per l’Alto Adige: una terra dura, rigida, severa com’era lei. Una terra che le ricordava la Grande Guerra che suo padre aveva combattuto proprio là. In cui sognava di passare più tempo insieme a suo marito, godendo dei suoi colori, dei fiori, dell’ordine e della bellezza ben organizzata del suo paesaggio e della sua gente. E infine la scelta di tornare nella terra, ordinatamente: la terra davvero come ventre della propria madre, semplicemente e serenamente, come per fortuna sua è riuscita a fare, spegnendosi e congedandosi dal mondo in un caldissimo giorno di agosto. Proprio a lei che amava il freddo... Grazie a tutti coloro che la ritroveranno in queste immagini, e che vorranno ricordarla così. ❚ Odilia Negro

2008-2011 Ada Ferraris ved. Messina Valeria e Renato Marengo con parenti e amici la ricordano con infinito affetto. La Santa Messa sarà celebrata a Carignano domenica 4 dicembre alle ore 10.30 in Duomo.

MESSAGGI in

bacheca

Spazio ai lettori

21 novembre 2011 Il tempo passa ma la grinta e la volontà rimangono. Non avevo dubbi. Gli auguri più ...più per il tuo 94° compleanno. Tuo figlio Marco

A Irma Sei speciale per tutti noi e oggi, come ogni anno, ti rinnoviamo i nostri auguri ringraziandoti per la cinquantunesima volta di essere nata. Buon compleanno. Giovanni, Jessica, Sergio, Claudia, Daniele e Giulia

Gli anni passano... il cuore è sempre giovane

La classe 1941 si è ritrovata domenica 23 ottobre per festeggiare i suoi 70 anni ed è stata una simpatica coincidenza che il numero dei partecipanti fosse proprio 41. Come da programma, appuntamento in piazza “del Monumento”, visita al cimitero a ricordare i compagni defunti, Messa alle ore 10.30 e successivo scatto del Professional Studio Bauducco sotto la bella bandiera. Trasferta in pullman, com’è consuetudine da tempo, per raggiungere il ristorante “Picchio Rosso” a Roata Chiusani, Centallo. A tavola, immancabili commenti,

In ricordo di Maria Rosa Mei Vanessa e Marcello ringraziano tutti coloro che hanno sostenuto la loro iniziativa benefica in ricordo di Maria Rosa Mei. Grazie a voi tutti abbiamo potuto versare 1.560 euro alla Fondazione Piemontese per la Ricerca sul Cancro, sperando che sempre più persone possano vincere la loro battaglia. Grazie. ❚

scambi di notizie su coloro che non sono presenti, vecchie fotografie, ricordi... I legami con chi abita “fuori” sono sempre continuati e questo è stato il momento per una telefonata, un passa parola: il gruppo è molto unito ed anche i coetanei arrivati “dopo” partecipano con entusiasmo. Ancora un appuntamento per la tradizionale consegna della foto: da anni si è scelto che venga corredata da un cartoncino che ha ripreso, di volta in volta, motivi diversi e quest’anno con la scritta “Le nostre radici... i nostri sogni” la copertina riprende alcuni scorci carignanesi, con la veste grafica della Nuova Grafica Carignanese. Una novità: a partire dal prossimo incontro, chi vorrà, sarà in compagnia di marito o moglie come democraticamente è stato votato (non per alzata di mano). Al commiato, abbracci, un po’ di commozione e arrivederci al 14 dicembre in biblioteca, alle ore 21. Sorpresa... ❚ M.C.


22 Novembre 2011

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani”

I conti della sanità migliorano

Cronache dallo sport

L’assessore Monferino: “Cento milioni di risparmio entro l’anno”

TORNEO CALCIO A 6

CICLOCROSS

Carignano. Sabato 12 novembre al Circolo Anspi Campo Giochi si è tenuto il Torneo di calcio a 6 dedicato a Davide Albera, la cui scomparsa avvenuta nel mese di ottobre segna ancora la città. E' stata un'intera serata di calcio, sorrisi e consapevolezza, un evento voluto fortemente dai suoi più cari amici e al quale hanno partecipato sedici squadre e oltre centotrenta giocatori più o meno improvvisati, ma tutti con l’unico obiettivo di ricordare un amico, un esempio; e proprio secondo il suo esempio tutto si è svolto con la giusta allegria, con la competizione che è passata in secondo piano per lasciare spazio a momenti di ricordo e commozione e altri di divertimento, con una partecipazione forte e sentita nei nu-

Carignano. Spettacolo a Carignano in occasione del Ciclocross del Platano. Il tempo è autunnale, Torino e dintorni sono circondati da una fitta nebbia che non invita certo a mettersi in viaggio per disputare la sesta prova del Trofeo Michelin. Ma a Carignano pian piano la nebbia si dissolve e si intravede totalmente il percorso ricavato nel Parco del Platano, messo a disposizione dal Comune di Carignano. Cominciano ad arrivare i primi concorrenti e a sentirsi i primi positivi commenti. Rossi e Sesia, organizzatori della manifestazione, che hanno preparato il tracciato sistemando oltre duecento paletti e tremila metri di nastro. Si avvicina l'ora dell'inizio e si arriva a 88 iscritti, un numero da record. Prima partenza, categoria giovani con trentatré atleti: si sganciano dal gruppo Anghelanche, Malano, Grimaldi, Riva, Angaramo. L'arrivo vede vincitore il portacolori di Tessiore Anghelanche, secondo Riva, terzo Angaramo, quarto Grimaldi, quinto Malano; seguono Perino e Cusati, vittime di incidenti meccanici ma rientrati dopo un avvincente inseguimento. Alla seconda partenza c'è il meglio del ciclocross regionale: Santysiak che deve vedersela con Baroetto e Strobino; è lotta avvincente fin dalle prime pedalate, ci provano in tutti i modi a staccare l'atleta polacco ma resiste fino all'ultimo giro quando è proprio Satysiak a sferrare l'attacco finale; cala il sipario con Strobino e Baroetto che terminano nell'ordine, buon quarto posto per Acuto e Orla. Folta la partecipazione della categoria femminile. Nove presenze tra le quali Ilaria Zavanone, campionessa italiana di triathlon che prende subito il largo, ma un incidente meccanico la costringe al ritiro e la lotta per il primato si svolge tra la reginetta dei cross, Tiziana Actis, e la giovane portacolori del team Sesia Ilaria Pontonio; lotta incerta fino all'ultima curva quando Ilaria riesce a staccare di poco Tiziana; bene Gabiella Cannone che, nonostante una caduta, riesce a mantenere il terzo posto seguita da Sandra Peluso, Daniela Meia e Elisa Depolo. Conclusione nei locali della Polisportiva, con il rinfresco e le premiazioni per tutti. L'assessore allo sport Tonino Papa si è complimentato con gli organizzatori Rossi e Sesia per la riuscita della manifestazione dando appuntamento a novembre 2012 per la nona edizione del Trofeo Michelin. ◆

Il ricordo di Davide tra calcio e solidarietà

Gara spettacolare al Platano, record di iscritti

meri e non solo. Anche a fine serata, con il freddo e la nebbia le squadre e i ragazzi hanno continuato a tenersi compagnia giocando e scherzando accompagnati dal ricordo di “Balù”. Da sottolineare la partecipazione di ben quattro compagini interamente femminili e. per la cronaca, la finale conclusasi in parità tra Sonic e Barbo. Tra gli obiettivi più concreti, grazie alle quote di partecipazione, si è potuto acquistare un ricordo in onore di Davide ed è stata effettuata una donazione alla Croce Rossa Italiana. ◆ Daniele Bosio

CALCIO A 5 FEMMINILE Squadra di Pianotti imbattuta

Carignano. Con tre vittorie ed un pareggi è iniziata alla grande la stagione ufficiale della polisportiva calcio A5 femminile nel campionato Top Five. Dopo il ritiro estivo nella località montana di Sampeyre e una lunga preparazione pre-campionato arriva il primo trionfo al torneo Green Club di Nichelino dove hanno partecipavano le miglior compagini di Torino e provincia. La particolarità da segnalare è che tutte le ragazze del Carignano sono andate in gol, compreso il portiere, buon auspicio; dopo la passata stagione piuttosto sterile. Ora arriva il momento di raccogliere i primi frutti ed i primi risultati premiano il duro lavoro svolto finora. Le fanciulle di mister Pianotti debuttano il 18 ottobre con l’insidiosa trasferta a Torino in casa del Vaia F.C., da sempre sfida molto intensa e ricca di ostacoli. La formazione carignanese parte bene creando molto, ma subisce anche le ripartenze della squadra avversaria. La partita, caratterizzata da molto equilibrio tra i due team, premia la tenacia e l’ostinazione del Carignano che chiude vittoriosamente l’incontro con risultato di 2-3; ed ecco i primi tre punti in classifica. La seconda giornata vede il vero e proprio debutto del Carignano tra le mura di casa davanti ai propri sostenitori sempre più numerosi. Come sempre, la prima in casa regala forti emozioni e la voglia delle ragazze di vincere e far bene si intuisce già dai primi minuti. Formazione di casa che va subito in goal per essere poi raggiunta quasi subito. Partita caratterizzata da continui ribaltamenti di fronte, ottimi spunti offensivi e anche un po’ di sfortuna per le ragazze di mister Pianotti, che colpiscono in

tutta la partita, ben otto “legni”; un match combattuto sino all’ultimo minuto che la formazione di casa spunta alla grande con 3-2 , aggiungendo altre altri tre punti in classifica andando a punteggio pieno. Segue a queste prime due vittorie una breve battuta d’arresto al Poligru con un pareggio 2-2 sul campo del Sapore di Viaggi; rimediando subito, con una a dir poco strepitosa vittoria per 9-5 sul campo del Grugliasco. Vittoria che vale tantissimo perché ottenuta sotto una pioggia torrenziale e perché frutto di una partita molto combattuta, intensa e testarda, in cui la determinazione, la grinta e lo spirito di squadra sono state le protagoniste e le caratteristiche principali di un Carignano calcio A5 femminile desideroso di prendersi molte soddisfazioni. Note positive delle prime partite sono la grinta, la tenacia e la compattezza dimostrata dal team carignanese, qualità che si aggiungono all’ottima integrazione dei nuovi acquisti, andati anche in goal nelle prime partite. La stagione appena iniziata fa intuire che la squadra ha grandi possibilità di far bene, già al secondo posto in classifica con dieci punti; si prevede tuttavia che sarà un campionato combattuto e di livello molto superiore rispetto ai precedenti, grazie all’innesto nelle squadre di giocatrici di categorie superiori che partecipano in parallelo anche a campionati a 11. ◆

Novembre 2011

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani”

MARATONA Francesco Arone è l’uomo dei record Dopo nove mesi di preparazione, allenamenti intensi e tensione emotiva, per Francesco Arone, il maratoneta scalzo di Carignano, è arrivata la consacrazione con l’approvazione del Guinness World Record. A Seregno, in Brianza, infatti il podista carignanese ha ottenuto un risultato eccezionale riuscendo a portare a termine durante lo scorso aprile la gara che spinge gli atleti a percorrere ben 100km e nel caso di Arone tutti a piedi nudi. La competizione ancora una volta ha offerto l'occasione al corridore di incontrare amici e tifosi, come lui stesso conferma: “Ho incontrato altri atleti conosciuti attraverso gare precedenti, addirittura mi hanno offerto ospitalità nella serata pre-gara, c’è stato come sempre un clima di forte entusiasmo intorno a me e molte persone mi hanno riconosciuto e sostenuto come avviene ormai da anni e questo mi aiuta in ogni impresa”. Un’impresa che forse è stata davvero la più dura per Arone, anche a causa delle piccole pietre che per lunghi tratti si trovano sull’asfalto e portano il maratoneta a ferirsi continuamente i piedi e proseguire nel percorso gestendo la fatica e il dolore. Ma la soddisfazione è sta immensa, non solo per il risultato, ma anche per il calore della gente: “Fotografi e pubblico mi sostenevano – racconta Francesco - Non volevo nemmeno più che l’organizzazione mi si affiancasse per capire se ero in grado di proseguire, ho visualizzato l’obiettivo a piccoli step di cinque chilometri fino a giungere al traguardo quasi in volata tanta era l’esaltazione”. La gara è stata conclusa dal podista in 11 ore 42’ e 33’’, ottavo posto di categoria e, soprattutto, il conferimento del Guinness World Record per un'impresa importante, frutto di costanza e sacrifici. L'atleta carignanese è sempre più conosciuto a livello internazionale. ◆ D.B.

Segnali positivi: i conti, almeno quelli della sanità piemontese, migliorano, per la prima volta dopo anni. La Regione ha risparmiato 56 milioni di euro nei primi nove mesi del 2011 rispetto allo stesso periodo del 2010. La previsione è quella di arrivare, entro fine 2011, ad un risparmio tra gli 80 e i 100 milioni. Secondo i dati illustrati dall'assessore alla sanità Paolo Monferino, nel periodo gennaio - settembre 2010, il totale dei costi per la gestione ordinaria della sanità ammontava a 6 miliardi 496 milioni di euro. Per lo stesso periodo 2011, la spesa equivale a 6 miliardi 440 milioni di euro con un calo di 56 milioni. Qualche dato aggiuntivo: il costo della sanità nel primo trimestre 2010 ammontava a 2 miliardi 173 milioni di euro, nel primo trimestre del 2011 a 2 miliardi 155 milioni di euro, con una diminuzione di 28 milioni di euro. Nel progressivo di spesa, a giugno si registra un rallentamento del calo dei costi: 4 miliardi 335 milioni di euro a giugno 2010 contro i 4 miliardi 321 milioni di euro nel giugno 2011. “Di fatto - ha commentato l’assessore Monferino - se consideriamo i dati relativi al giugno 2010 e al giugno 2011, è come se avessimo perso una parte del vantaggio del primo trimestre. In realtà, subito dopo il mese di giugno, si è registrata un’accelerazione delle economie. Stiamo recuperando celermente, tanto che al mese di settembre, il risparmio dei costi della sanità piemontese risaliva a 56 milioni di euro”. E ha aggiunto: “Confermo che entro la fine dell’anno, arriveremo ad un risparmio attorno ai 100 milioni di euro”. “E' la prima volta in quindici anni - ha sottolineato il presidente della Regione Piemonte Roberto Cota - che i conti della sanità sono migliorati. Mi sembra un risultato importante, adesso spingiamo sull'acceleratore per realizzare la riforma così da avere un'organizzazione efficiente e moderna che garantisca i servizi senza riempirci di debiti”. ◆

Giunta regionale, nuove deleghe All’assessore Monferino vanno anche Famiglia e Sociale Passano dal presidente Roberto Cota a l'assessore Paolo Monferino le deleghe alle Politiche sociali e alle Politiche per la Famiglia. Cota ha firmato nei giorni scorsi il decreto La distribuzione delle deleghe tra i membri della Giunat della Regione Piemonte è ora la seguente. Roberto Cota: Coordinamento ed indirizzo delle politiche del Governo regionale; Conferenza Stato-Regioni; Rapporti con l'Unione Europea; Federalismo e Grandi Eventi; Coordinamento interassessorile delle politiche del volontariato. Ugo Cavallera, vicepresidente: Urbanistica e programmazione territoriale; Beni ambientali; Edilizia residenziale; Opere pubbliche; Legale e contenzioso. Barbara Bonino: Trasporti; Infrastrutture; Mobilità e logistica. William Casoni: Commercio e fiere; Parchi e aree protette. Alberto Cirio:. Istruzione; Sport; Turismo; Opere post-olimpiche. Michele Coppola: Cultura; Patrimonio linguistico; Museo regionale di Scienze naturali; Ecomusei; Politiche giovanili. Massimo Giordano: Sviluppo economico: industria, piccola e media impresa, artigianato; Ricerca; Innovazione; Energia; Tecnologia delle comunicazioni; Internazionalizzazione del Piemonte Elena Maccanti: Affari istituzionali; Rapporti con il Consiglio regionale; Controllo di gestione e trasparenza amministrativa; Promozione della sicurezza e Polizia locale; Enti locali; Rapporti con società a partecipazione regionale; Rapporti con l'Università; Semplificazione. Paolo Monferino: Tutela della Salute e Sanità; Edilizia sanitaria; A.r.e.s.s; Politiche sociali; Politiche per la famiglia. Claudia Porchietto: Lavoro e Formazione professionale. Giovanna Quaglia: Bilancio e Finanze; Programmazione economico-finanziaria; Statistica; Risorse umane e patrimonio; Pari opportunità. Roberto Ravello: Ambiente; Risorse idriche; Acque minerali e termali; Difesa del suolo; Attività estrattive; Economia montana; Protezione civile. Claudio Sacchetto: Agricoltura e foreste; Caccia e pesca.◆

7

Lotta all’evasione fiscale: Carignano aderisce al protocollo Il sindaco Cossolo: “Noi ce la mettiamo tutta, speriamo nell’effetto deterrente” Carignano. Nella lotta all'evasione fiscale, anche Carignano fa la propria parte. Il Comune ha infatti aderito al protocollo d’intesa siglato a livello nazionale dall’Agenzia delle Entrate, dall’Anci (Associazione nazionale dei Comuni italiani) e dall’Ifel (Istituto per la finanza e l’economia locale). Sono circa trecento i Comuni che hanno aderito alla convenzione, in gran parte del centro nord. In questo modo il Comune di Carignano parteciperà a pieno titolo al recupero dell’evasione. Il meccanismo è semplice: il Comune potrà fare delle “segnalazioni qualificate” all’Agenzia delle Entrate e, al termine dell’iter formale dell’accertamento, vedrà riconosciuta una per- Marco Cossolo centuale delle somme definitivamente incassate dall’Erario. “Potrebbe essere un modo, per gli enti locali di fare cassa, e con questi chiari di luna non sarebbe poi così male, poiché il 30% delle somme effettivamente riscosse andrebbe proprio ai Comuni”, sottolinea Marco Cossolo, sindaco di Carignano. “Non solo - sottolinea Cossolo Sarebbe anche una manovra di equità fiscale, perché ritengo sia sbagliato colpire in maniera indiscriminata tutti i cittadini di reddito alto o basso che sia, se prima non si combatte seriamente l’evasione fiscale. Premesso che questa lotta si fa in altri ambiti e non a livello decentrato, mi viene banalmente da dire sarebbe sufficiente eliminare il contante nelle transazioni, o comunque ridurlo ai minimi termini, favorendo la tracciabilità delle operazioni, invece di inventarsi le alchimie più strane, dal redditometro allo spesometro ed altro ancora. E così, siccome c’è una incapacità del Governo centrale di mettere mano all’evasione fiscale, dobbiamo essere suppletivi rispetto a questo tipo di problema, diventando delle vere e proprie “sentinelle” in un’attività di controllo sempre più diffusa sul

territorio. Noi abbiamo voluto, con la nostra adesione al protocollo d’intesa, fare la nostra parte, con senso civico da un lato e una dose di interesse dall’altro, contando anche sul fatto che tocca all’Anci provvedere alla formazione del personale degli Enti locali e all’Ifel fornire assistenza tecnica, utilizzando per la comunicazione delle notizie all’Agenzia delle Entrate il portale telematico Siatel”. Tramite Siatel, infatti, l'Agenzia delle Entrate mette a disposizione dei Comuni informazioni relative a dichiarazione dei redditi, registrazioni di atti, ristrutturazioni edilizie e utenze. Grazie all'incrocio di questi dati con quelli già in loro possesso e alla conoscenza del territorio, i Comuni possono intercettare posizioni fiscalmente anomale, predisporre e inviare telematicamente segnalazioni qualificate direttamente all'ufficio delle Entrate competente a svolgere l'accertamento. “Nel prossimo Consiglio comunale - prosegue il Sindaco - previsto il 24 novembre, provvede-

remo ad istituire il Consiglio tributario, del quale fanno parte i responsabili dei vari settori e i primi ad essere presi di mira saranno i contribuenti che presentano la dichiarazione Isee per ottenere tariffe agevolate sui servizi forniti dall’ente pubblico. Poi via via provvederemo alle altre segnalazioni. E’ chiaro che in questo modo c’è anche un effetto deterrente, perché il ‘furbetto del quartiere’ che ha frodato lo Stato per tanti anni magari non lo fa più, perché sa che la sua dichiarazione Isee viene spedita direttamente all’Agenzia delle Entrate”. Cossolo conclude, non nascondendo le sue perplessità: “A me sembra, però, un meccanismo molto farraginoso e poco snello per condurre un’efficace lotta contro l’evasione fiscale: lo Stato, però, sembra che non riesca a trovare strumenti meno arzigogolati per fare i controlli. Noi comunque metteremo in campo tutto quello che ci viene richiesto, con grande senso delle istituzioni e rispetto della normativa, ma ho il timore che il sistema non funzioni. Tutte le segnalazioni vanno a finire in un grande contenitore ma non si sa con quale criterio l’Agenzia delle Entrate attinga poi le informazioni”. ◆

Variazione di bilancio al consiglio comunale Carignano. E' convocato per giovedì 24 novembre nella sala consiliare al primo piano del Municipio (via Frichieri 13), alle ore 21, il consiglio comunale che vede, tra i punti all'ordine del giorno, l'introduzione del regolamento per l'istituzione e il funzionamento del consiglio tributario una variazione, la quarta di quest'anno, al bilancio di previsione 2011 con applicazione dell'avanzo 2010 e aggiornamento del programma triennale 2011-2013 dei lavori pubblici.. L'Amministrazione comunale guidata dal sindaco Marco Cossolo sottopone inoltre all'approvazione dell'assemblea consiliare i seguenti provvedimenti: detrazione abitazione principale per l'Ici anno 2012; schema di convenzione per l'affidamento del servizio di tesoreria anni 2012-2016; nuovo testo del regolamento comunale per l'istituzione e l'applicazione del canone per l'occupazione di spazi ed aree pubbliche con l'aumento delle tariffe per le occupazioni temporanee e permanenti; criteri comunali per l'insediamento delle attività di somministrazione di alimenti e bevande; regolamento della commissione consultiva sulle criticità sociali; convenzione tra il Cisa 31 e il Comitato dei Sindaci del Distretto di Carmagnola dell'Asl To5 per la gestione amministrativa dello stesso e per la costituzione sociale dei PePS nel triennio 2012-2014; integrazione alle norme tecniche di attuazione del piano regolatore cimiteriale; modificazione al regolamento comunale per l'uso di beni comunali. Si conclude con le interrogazioni. ◆

ONORANZE FUNEBRI di Hendrik Strumia e Dario Groppo

L.go Otto Martiri, 3 - Carignano (To) - Via Umberto I, 19 - Polonghera (Cn) P.zza C. Battisti, 14 - Sommariva del Bosco (Cn)

CORTESIA e PROFESSIONALITA’ PER UNA CERIMONIA DI ESTREMO SALUTO

24 ore su 24 ≈ Tel. 011.9697219 - 0172.54246 www.iltramonto.com E-mail: info@iltramonto.com baravalle@iltramonto.com SOLUZIONI DI PAGAMENTO PERSONALIZZATE


6

Novembre 2011

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani”

“Tutti uguali, tutti diversi” continua La seconda parte della mostra fotografica del Cisa dal 7 dicembre a Carmagnola Dopo i bambini, gli adulti: torna alla ribalta, con la seconda parte della mostra fotografica “Tutti uguali, tutti diversi”, il delicato tema dell’integrazione dei soggetti disabili. L’esposizione è organizzata dal Coordinamento Diversabilità del Consorzio Intercomunale Socio Assistenziale Cisa 31 nella chiesa di piazza sant’Agostino, a Carmagnola, da giovedì 8 a domenica 11 dicembre, con i seguenti orari: giovedì e venerdì 15.30 - 19; sabato e domenica 10-19 (ingresso gratuito) e si avvale del sostegno del Lions Club di Carmagnola e della Banca di Credito Cooperativo di Casalgrasso e Sant’Albano Stura. L’inaugurazione è prevista mercoledì 7 dicembre, alle ore 21. A settembre era stata presentata la prima parte della rassegna, dedicata ai minori, nella quale erano state esposte immagini scattate in una scuola materna, con bambini sia disabili sia non disabili in un contesto di integrazione. Nella rassegna di dicembre saranno di scena disabili adulti, presentati nelle loro attività di socializzazione e di accostamento ad ambiti lavorativi. In entrambi i casi si tratta di persone diversamente abili che interagiscono con persone non disabili, con un ben preciso messaggio: “Siamo tutti diversi ma al contempo siamo tutti uguali”. “Il tema della mostra è lo stesso spiega Giorgio Albertino, presi-

dente del Cisa 31 - cambiano i soggetti e lo scenario, non più la scuola ma l’ambiente di lavoro. Sono esposte, infatti, immagini di disabili adulti mentre svolgono attività all’esterno, in ditte, in laboratori, in negozi. Immutato anche l’obiettivo, quello di sensibilizzare la popolazione rispetto ad una tematica così importante, che deve entrare a far parte della cultura di tutti noi, una cultura di accettazione e valorizzazione delle diversità. Le attività nelle quali i soggetti sono ripresi vengono attivate sia a cura del Cisa 31 - Servizio inserimenti lavorativi le cui funzioni sono di avviare al lavoro i soggetti disabili o di effettuare interventi di socializzazione in ambiti lavorativi, che consentano loro di poter fruire di momenti e spazi di aggregazione e sia dal servizio centro diurno disabili appaltato alla Cooperativa Solidarietà Sei, dove si realizzano progetti finalizzati alla migliore integrazione sociale dei disabili. L’intento è di non mettere l’accento sul disabile ma sull’integrazione in atto, utilizzando immagini di soggetti disabili insieme ad altri colleghi di lavoro”. Verranno esposti una ventina di pannelli, composti da fotografie a colori con didascalie scattate dai fotografi del circolo fotografico La Fonte di Carmagnola, presieduto da Cosimo Desantis. “La prima parte, a settembre, ha riscosso un grande successo, ben

al di là delle nostre aspettative commenta Giovanni Cappello, responsabile del Coordinamento Diversabilità - i commenti positivi sono stati moltissimi e la rassegna è stata richiesta da numerose scuole dei Comuni limitrofi. Pensavamo venissero in prevalenza gli addetti ai lavori e invece è intervenuta molta gente, piacevolmente sorpresa dal modo con il quale abbiamo trattato il problema, utilizzando immagini anche molto belle da vedere. E anche in questo caso, dove sono protagonisti i disabili adulti, il pubblico rimarrà stupito di come siamo riusciti ad affrontare il tema della cultura dell’integrazione, in un modo tale da renderlo parte della vita quotidiana. Volutamente abbiamo trattato il problema in due momenti differenti, in maniera più gioiosa quella dedicata ai bambini, più seriosa, tra virgolette, quella dedicata agli adulti, cercando però in entrambi i casi di togliere drammaticità al problema pur riconoscendone l’esistenza. Lo scopo della mostra è quello di testimoniare la possibilità di vivere insieme, senza pregiudizi”. Anche la seconda parte della Mostra, alla pari della prima, non terminerà con l’esposizione di Carmagnola ma sarà itinerante e interesserà non solo gli altri sette Comuni del Cisa 31 ma anche tutti quelli che, pur al di fuori del Consorzio, vorranno ospitarla. ❚

Cucinare con gli avanzi per ridurre i rifiuti Iniziativa del Covar 14 in collaborazione con il “Bobbio” Carignano. Una ricetta per ridurre i rifiuti? Più di una, tutte raccolte in un volume che insegna a con gli avanzi. Nell’Unione Europea vengono gettate, secondo il recente dossier comunitario, ott5antanove milioni di tonnellate di cibo all’anno, il 42% dei quali prodotto dai cittadini nelle proprie attività quotidiane. Per questo il Consorzio Covar 14 ha deciso di partecipare, per il terzo anno consecutivo, alla Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti, (in programma dal 19 al 27 novembre, con il progetto “Cucina con gli avanzi”. L’iniziativa prevede il coinvolgimento di Banco Alimentare, Eataly e Slow Food, vere e proprie autorità nel campo della alimentazione sostenibile. Ma “Cucina con gli avanzi” vedrà come primo protagonista il territorio, visto che all’iniziativa parteciperanno numerosi ristoratori attivi nell’area del Covar 14, ognuno dei quali proporrà una ricetta che servirà a realizzare il ricettario della cucina con gli avanzi. L’opuscolo verrà consegnato a tutti i partecipanti nel corso dei laboratori che verranno organizzati durante la “Settimana”. Oltre ai cittadini, un ruolo di rilievo lo avrà anche l’Istituto Alberghiero “Norberto Bobbio”, che organizzerà il laboratorio di Carignano e contribuirà, con le ricette proposte dagli allievi, alla realizzazione del ricettario. Inoltre il Bobbio ospiterà la cena conclusiva dell’iniziativa nella serata di giovedì 24 novembre. “Siamo felici di partecipare per il terzo anno consecutivo alla Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti - ha osservato il presidente del Consorzio Covar 14, Leonardo Di Crescenzo -. Il progetto di adesione presentato quest’anno ci rende particolarmente orgogliosi perché, oltre a coinvolgere a più livelli il territorio, è incentrato su una tematica, quella della riduzione dei rifiuti da cibo, particolarmente delicata”. ◆

IMMOBILIARE DEL

BORGO VECCHIO CARIGNANO

P.za C. Alberto, 62 - Tel. 011.9693293 - 011.9690539 immoborgovecchio@libero.it Carignano - Via XXIV Maggio: Appartamento ultimo piano panoramico, cucina, tinello, soggiorno, ingresso, ripostiglio, 2 camere da letto, bagno, cantina, terrazzo e balcone. Riscaldamento centralizzato. Carignano Via del Platano: In contesto residenziale appartamento sito al piano secondo composto da: ingresso living su soggiorno con ampio angolo cottura, disimpegno, camera da letto e bagno, scala interna che collega al piano superiore con due camere, bagno e balcone, cantina e box auto. In buone condizioni, comoda ai servizi, termoautonomo. Euro 195.000,00 Carignano - Corso Cesare Battisti: Vendesi appartamento di ampia metratura sito al piano primo con ascensore composto da ingresso, cucina abitabile, soggiorno, due camere, bagno, ripostiglio, balconi. Al piano seminterrato cantina e box auto. Riscaldamento centralizzato, in buone condizioni, libero su due arie. Euro 180.000,00 Carignano - Via S. Remigio: Appartamento al piano rialzato recentemente ristrutturato composto da soggiorno con angolo cottura, due camere, ampio bagno, balcone e cantina. Euro 135.000,00

Carignano - Via Forneri: In zona residenziale e comoda ai servizi, appartamento di recente costruzione sito al piano terra composto da ingresso su soggiorno con angolo cottura, camera, bagno, giardino privato su due lati. Al piano seminterrato box auto e cantina. Termoautonomo, doppia esposizione, con ottime finiture. Euro 170.000,00 Carignano Via P. Lanteri: In piccolo condominio in posizione centrale e comoda ai servizi appartamento di nuova costruzione al piano terra composto da ingresso su soggiorno, cucina abitabile, due camere e bagno. Giardino pertinenziale su tre lati, box auto doppio e cantina. In ottime condizioni, tripla esposizione, termoautonomo. Carignano via S. Rocco: Vicino alle comodità del centro cittadino, vendesi casa indipendente composta al piano terra da ampio box auto, cantina e centrale termica; scala interna che collega al piano primo composto da cucinino, soggiorno, due camere, bagno e ampio balconi. Termoautonomo, libera su quattro lati, ottima esposizione. Euro 250.000,00 Carignano via Speranza: In contesto grazioso, vendesi alloggio di 85 mq commerciali sito al secondo ed ultimo piano in condominio in paramano composto da ingresso, soggiorno, cucina, due camere da letto, bagno, ampio ripostiglio, doppi balconi. Al piano seminterrato cantina attrezzata e box auto con soppalco. In buone condizioni, spese generali contenute. Euro 170.000,00 Carignano via Montegrappa: Appartamenti in piccolo condominio di nuova costruzione, materiali di prima scelta e finiture di pregio, soluzioni al piano terra con giardino o piano primo con mansarda, varie metrature e soluzioni, ottima esposizione, termoautonomo. A partire da Euro 160.000,00 Carignano via Nino Costa: In posizione comoda ai servizi

vendesi casa semindipendente composta al piano terra da ingresso, soggiorno, cucina, locale sgombero; scala interna che collega al piano primo con due camere, bagno e balcone. Al piano seminterrato ampia cantina/tavernetta, nella parte esterna giardino privato.Termoautonomo, ottima esposizione. Euro 180.000,00 Carignano - Corso Vinovo: In zona tranquilla ma comoda ai servizi, appartamento sito al piano secondo senza ascensore, composto da ingresso, tinello con cucina abitabile, due camere, bagno, balcone e terrazzo. Euro 80.000,00 Carignano - Tetti Bagnolo: Appartamento al piano terra in bifamiliare composto da ingresso su ampio soggiorno con cucina, tre camere da letto, bagno, ripostiglio, cantina, terreno di proprietà e due posti auto privati. Euro 240.000,00

Carignano - Strada Saluzzo: In prossimità del paese vendesi villetta indipendente composta al piano terra da ingresso su soggiorno, cucina abitabile, tre camere, doppi servizi, ripostiglio, scala interna che collega al piano superiore con sottotetto non abitabile, nel piano seminterrato ampio locale ad uso cantina. Nella parte esterna giardino privato, serra e box auto. Riscaldamento autonomo, in buone condizioni, libera su quattro arie. Euro 320.000,00 Carignano - Via Borgo Vecchio: Nel centro di Carignano, vendesi villa indipendente di ampia metratura con giardino su quattro lati, tavernetta e box auto doppio. In ottime condizioni. Per maggiori informazioni rivolgersi in ufficio. Carignano - Via Cadorna: Appartamento di recente costruzione al piano primo con ascensore composto da soggiorno con angolo cottura, camera, bagno, balconi, doppia esposizione, dotato di riscaldamento autonomo, box auto e cantina. Euro 165.000,00

Cronache dallo sport ATLETICA P.E.C.

Si svolgono valutazioni gratuite su immobili. Si ricerca per la nostra clientela appartamenti o ville in Carignano e dintorni. Definizioni rapide.

Carignano via S. Remigio: Appartamento ristrutturato recentemente sito al piano rialzato composto da ingresso, cucina abitabile, camera da letto, cameretta, bagno e balcone. Al piano terra cantina e ampio box auto. Riscaldamento centralizzato, dotato già di termovalvole. In ottime condizioni, con rifiniture di pregio. Euro 160.000,00

DA 19 ANNI AL VOSTRO SERVIZIO NEL SETTORE DELLE INTERMEDIAZIONI IMMOBILIARI

Carignano - Via Porello: Appartamento di recente costruzione sito al piano terra composto da ingresso living su soggiorno con angolo cottura, camera da letto, bagno e ripostiglio. Giardino su due lati, box auto e cantina.Termoautonomo, in buone condizioni. Euro 137.000,00

Carignano. Sabato 22 ottobre la squadra al completo ha partecipato all’ultima gara su pista prevista per la stagione. La prova si è svolta nella nuova e bellissima pista dello stadio di S. Cassiano ad Alba. Per molti atleti questa è stata l’ultima gara prima del passaggio, a fine anno, nella categoria successiva, dove per loro le difficoltà aumenteranno. La prima prova ha interessato la categoria Ragazzi, con un biathlon, che prevedeva per le femmine il salto in alto e i 600 m, mentre per i maschi i 60 e i 600 m piani. Buona la prestazione di Nadia Tomasetig nell’alto (1,18 m), un po’ meno quella nei 600 terminati in 2:06.08 min., ottima invece la prestazione nei 600 del nuovo acquisto, Giulia Piazza, che a fine anno andrà a rinforzare il già forte gruppo delle Cadette e che ha portato a termine la gara dei 600 m in 1:58.17 min., vincendo la propria batteria e piazzandosi al quinto posto assoluto, per quanto riguarda l’alto, pur essendo la sua prima esperienza è riuscita a saltare 1,10 m. Primato personale di Giacomo Bottero nei 60 m piani con 8.55 sec, che gli ha consentito di essere il primo nella sua batteria,

mentre nei 600, distanza a lui poco congeniale, ha concluso in 1:50.34 conquistando il decimo posto. Nella categoria Elena, Gaia e Beatrice Cadette, soddisfacente il debutto nei 200 m del peso ha effettuato una di Elena Oreglia, che si è misura di 8.85 m. piazzata quarta assoluta, Per non essere da meno con 28.28 sec., seguita al della sorella anche Mattia dodicesimo posto da Gaia Mirenzi è salito sul gradino Bechis con 30.56. Quarto più alto del podio, vincendo posto invece per Beatrice la gara del lancio del peso Campigotto, che nella di- con 14.35 m. stanza di 2000 m finiva in Buoni i risultati dei marciatori nella gara promozio7:55.31 min. Grande soddisfazione nel nale sui 1200 m, inserita per lancio del peso per Viviana la prima volta in questo Mirenzi, che ha vinto la meeting, terminata con la propria gara con un lancio medaglia di bronzo di Gioele Rosso, terzo assoluto di 8,95 m. Debutto nei 200 m anche con 6:20.93, nono posto per per Matteo Pejretti e Ste- Enrico Oreglia, con 7:01.72, fano Gennero, che nella ca- quindicesimo posto per tegoria Cadetti hanno finito Carlo Margaria con 7:28.68. rispettivamente dodice- Conclusa la stagione agonisimo con 27.76 sec e quin- stica 2011, per tutti il ritrovo sarà sabato 17 didicesimo con 30.17 sec. Nei 2000 m Fabio Mengozzi cembre, per il tradizionale ha tagliato il traguardo al- scambio di auguri presso la l’ottavo posto in 7:28.97, sede dell’Associazione Alevidenziando i migliora- pini di Carignano, che menti dopo la pausa estiva. come ogni anno gentilM.P. Medaglia d’argento per mente ci ospita. ◆ Ilaria Foco nei 200 m piani, che è salita sul podio con un tempo di 28.30 sec., sempre nella medesima distanza Eleonora De Stefanis Gara promozionale Carignano. Il Cral Gtt di Torino e la seguiva al quinto posto. Podio argentato anche per l’associazione Trame di CariLetizia Rolfo che nel lancio gnano invitano tutti i cittadini di

Stage per cinture nere e non solo

La Loggia - Via Pertini: Appartamento in piccolo condominio di recente costruzione sito al 1° piano senza ascensore composto da soggiorno, cucina, bagno, scala interna che collega al piano mansardato con tre locali più servizi.Cantina e box auto doppio al piano seminterrato, termoautonomo. Euro 240.000,00

Carignano - Borgata Brassi: In borgata vendesi cascinale indipendente di ampia metratura disposto su piu livelli con tettoia e terreno agricolo.

LOTTA GRECO-ROMANA

Ad Alba meeting di fine stagione

KARATE Carignano - Via Tappi: In contesto residenziale appartamento di recente costruzione sito al piano terra composto da ingresso living su soggiorno con angolo cottura, disimpegno, due camere da letto e bagno, giardino e cortile privato, cantina. Possibilità di scelta dei materiali per le rifiniture interne, termoautonomo, luminoso, ottima esposizione. Volendo box auto a parte. Euro 205.000,00

Novembre 2011 23

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani”

Domenica 30 ottobre al Palazzetto dello Sport Le Cupole di Torino, si è svolto il quarto Incontro Cinture nere della Fesik, che, per l’occasione, è stato esteso a tutti i praticanti. Il Centro Studi Do-shin di Carignano ha partecipato oltre che con i tecnici anche con i suoi piccoli atleti che hanno dato fondo a tutte le loro energie. Ottima opportunità di allenamento a buon prezzo, soprattutto in questo periodo di crisi, che si è ripetuta il 13 novembre, con gli stessi orari e le stesse modalità, in occasione dello stage monte ore obbligatorio per il conseguimento della cintura nera. ◆

Altri due bronzi a Ravenna, Fabio Macrì in azzurro Carignano. Ancora due belle medaglie di bronzo per i lottatori carignanesi impegnati a metà ottobre a Ravenna nella Coppa Fucci, seconda prova di Coppa Italia di lotta greco romana. Anche se la Poli sportiva Carignano era iscritta con la squadra rimaneggiata, per motivi vari, i quattro lottatori carignanesi presenti hanno onorato i colori della società. E così sono arrivate le medaglie per Mirko Della Monica nei kg 60 Over18 e del giovanissimo Mirco Frau nei kg 69 Fabio Macrì in azione al Trofeo Milone Under18 i quali, sconfitti in semifinale dai rispettivi avversari pugliesi si sono poi aggiudicati la medaglia di bronzo. Purtroppo niente da fare per Paolo Benso (ottavo nei kg 74) che questa volta non è riuscito a ripetere la bella prova di Rovereto, e per Pietro Cutropia, undicesiMirco Frau monei kg 84. Il diciottenne Fabio Macrì era assente perché convocato dalla nazionale maggiore per partecipare al Trofeo Milone, importante torneo internazionale per nazioni. Mirko Della Monica L'interessante gara ha avuto luogo a Ostia il 29 ottobre con la partecipazione della Russia, Bulgaria, Ucraina, Croazia, Albania, oltre all'Italia. Grande soddisfazione per Fabio il quale, per la prima volta, ha avuto l'onore di gareggiare con gli azzurri della prima squadra, dopo avere già partecipato a diverse convocazioni giovanili. Opposto al bulgaro Aleksandrov, Fabio, seppur sconfitto, ha tenuto testa con determinazione al forte avversario, mettendo in evidenza le sue doti fisiche e tecniche. ◆

Primo orienteering a Carignano Carignano e dintorni domenica 27 novembre ad una gara promozionale di orienteering nel Centro Storico della Città. Ma cos'è l'orienteering ? Lo spiega Massimo Ghirardi, istruttore di orienteering del Cral Gtt ed accompagnatore cicloturistico: “L'Orienteering consiste nel completare un percorso predefinito cercando una serie di punti di controllo (chiamati “lanterne”) con il solo uso di una bussola e di una speciale cartina topografica a scala ridotta riportante una serie di particolari del luogo che è solitamente un bosco, ma può essere anche un parco pubblico od un centro storico cittadino, nel minor tempo possibile”. Insomma, semplificando, praticare l’orienteering significa andar per boschi in competizione innanzitutto con se stessi, armati di pochi strumenti necessari. Certo, occorre allenarsi con la corsa se si vuole ambire a risultati importanti, ma allo stesso tempo l’orienteering è uno sport praticabile da chiunque e negli

nel centro storico domenica 27 novembre ultimi anni ha avuto una discreta diffusione nelle scuole, anche se il grande pubblico spesso ne ignora l'esistenza. L’orienteering impegna due aspetti fondamentali della persona: la dimensione fisica e quella mentale. Quindi non solo muscoli per praticarlo, ma anche, anzi soprattutto, cervello! All'interno dell'orienteering si riconoscono quattro discipline: corsa di orientamento, sci orientamento, mountain bike orientamento e orienteering di precisione. Sono diversi i gruppi sportivi che praticano l'orienteering in provincia: chi volesse saperne di più su questo sport può navigare sul sito della Federazione Italiana di Orienteering Fiso: http://www.fiso.it/. “Abbiamo ritenuto importante offrire ai cittadini carignanesi l’esperienza di questa disciplina sportiva, anche perché quando viene praticata nei centri storici delle città consente di ritrovare alcuni aspetti artistici e culturali che possono passare inosservati nella quotidianità – spiega la presidente di Trame Odilia Negro - La nostra associazione di

promozione sociale ha curato la parte relativa alla competizione turistico-culturale, sperando di accompagnare i cittadini di Carignano e tutti coloro che la vorranno visitare ad una passeggiata virtuale nell’arte e nella storia”. Il ritrovo è previsto per le ore 9.30 presso la sede dell’Associazione Trame in via Silvio Pellico 34/c: le partenze saranno scaglionate dalle 10.30 in avanti. Sono previste due tipologie di gara: una su un percorso a sequenza libera, di tipo più agonistico ma comunque alla portata di tutti, l’altra di carattere turistico-culturale, cioè con un percorso in cui saranno proposte domande sulla storia e la cultura locali. Il costo di iscrizione alla singola gara, comprensivo di assicurazione, è di 5 euro: chi volesse partecipare ad entrambe le competizioni pagherà 7 euro. Sono previsti premi al termine delle due gare ed un pacco-gara per ogni iscrizione. Per gli esordienti è previsto un percorso che potrà essere effettuato singolarmente, in coppia o piccolo gruppo ( famiglie o amici). ◆


“Cosa chiederei oggi a Marchionne” Liberato Norcia racconta in un libro i suoi anni alla Fiat Vinovo. La Fiat, di ieri e di oggi, e non solo nelle memorie di Liberato Norcia. Lo scorso 26 ottobre, presso la Biblioteca Civica, nella sala conferenze del Castello della Rovere, Domenico Liberato Norcia ha presentato la propria biografia dal titolo “Quello che ho chiesto trenta anni fa all’onorevole Enrico Berlinguer e quello che chiederei oggi all’ingegner Sergio Marchionne” per la Legma Edizioni. Liberato Norcia è originario di Greci (Avellino) ma da quarant'anni abita a Vinovo e, dopo il successo di una precedente esperienza di memorie date alle stampe dal titolo “Io garantito, frammenti di vita e di pensieri di un operaio Fiat ” (1980), ha voluto riscrivere le proprie memorie di vita ma soprattutto di militanza sindacale alla Fiat Mirafiori negli storici anni 1968-86. La prima parte della narrazione riguarda proprio questi anni con le lotte operaie “viste dal di dentro”, da uno dei primi e principali protagonisti. La seconda parte è dedicata alle proprie origini, cioè a Greci, caratteristico paese dell’Irpinia sempre nel cuore dall’autore, alla famiglia con belle pagine dedicate ai genitori, agli anni giovanili, ed alla importante e deci-

siva esperienza di lavoro in Germania. Di Liberato Norcia va ancora detto che è davvero uomo di multiforme ingegno in quanto poeta, musicista e anche buon pittore di paesaggi e ritratti dal tratto sicuro e armonioso. La biografia presentata è un bel lavoro, scritto in modo godibile e discorsivo tutto da leggere e da apprezzare anche per la “ storia più grande di quegli anni a Torino” che affiora in molti passaggi della narrazione. ◆ Gervasio Cambiano

paesi

Donatori del sangue in festa L’Avis riunisce soci e amici domenica 27 novembre Vinovo. La sezione Avis di Vinovo ha organizzato la tradizionale riunione conviviale per i soci donatori, famigliari e per tutti i simpatizzanti che si terrà domenica 27 novembre. Alle ore 11 presso la chiesa parrocchiale di San Bartolonmeo sarà celebrata la Santa Messa con intenzione di memoria per i soci defunti dell’annata; alle 12,30 presso il ristorante Le Cascine di Stupinigi sisvolgerà il pranzo sociale. Inoltre viene rinnovata anche per il prossimo 2012 l’iniziativa “Befana Avis” e quindi i soci donatori potranno iniziare a prenotare i regali per i propri figli o nipoti di primo grado sotto i 12 anni, ogni venerdì sera presso la segreteria AvisS di piazza Rey. ◆

Inaugurato il nuovo viale della Rimembranza Al posto degli abeti, un filare di meno folti cipressi Vinovo. In occasione della festività del 1° novembre e dei Santi è stato inaugurato il viale della Rimembranza, rimesso a nuovo dall’Amministrazione Comunale con cipressini più radi e, si spera, meno alti dei precedenti abeti. E’ questa la quarta volta che il viale del cimitero viene ristrutturato. Venne inaugurato a metà degli anni '20 dello scorso secolo in via Chisola, a quel tempo quasi del tutto libera da edifici sia civili che industriali, che saranno costruiti molti anni dopo. Negli anni 1949-50, dovendo aggiungere la quindicina di nomi di militari e civili deceduti nel conflitto appena terminato, l’Amministrazione comunale di allora, guidata dal sindaco Pipino, ricostruì nuovamente il viale della Rimembranza, spostandolo di fianco alla cinta del cimitero, sul lato della porta del Monumento della Croce. Infine con il primo ampliamento moderno del cimitero (prima metà degli anni '80 dello scorso secolo) e conseguente spostamento della strada per Piobesi, nell'ottobre del 1984 il viale venne riposizionato lungo la via San Desiderio verso l’accesso principale del Cimitero, con nuove targhe dei defunti e piantumazione di decorativi ma un po’ troppo folti abeti. ◆ G. C.

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani”

Per informarsi sul fotovoltaico Serate di approfondimento a Piobesi, Candiolo, Pancalieri Per promuovere la diffusione e l’installazione di pannelli fotovoltaici anche sugli edifici del nostro territorio, la rete nazionale del G.A.F. - Gruppo Acquisto Fotovoltaico ha organizzato una serie di serate informative che si svolgono in queste settimane. L'iniziativa si rivolge a tutti coloro che sono interessati ad approfondire l'argomento e saperne di più anche per quanto riguarda costi e benefici. Tra gli appuntamenti in calendario: martedì 22 novembre a Piobesi Torinese, Sala Centro Incontri (via XXV aprile); giovedì 24 novembre a Candiolo, Sala consiliare (Municipio, via Foscolo 4); martedì 6 dicembre a Pancalieri, Sala Museo della Menta (via San Nicolao 18). Tutti gli incontri iniziano alle 19.30. Per ulteriori informazioni: www.soleinrete.it. ◆

“Essere italiani” fino a dicembre a Carmagnola Mostre, musica, poesia e teatro per i 150 anni dell’Unità Carmagnola. A conclusione delle celebrazioni per il 150° Anniversario dell'Unità d'Italia Carmagnola presenta “Essere italiani”, un programma di mostre, musica, poesia e teatro da venerdì 18 novembre a domenica 4 dicembre. La manifestazione è organizzata dall'Assessorato alla Cultura del Comune con la collaborazione dell'Associazione Ex Allievi Liceo Classico Baldessano, di Carmagnola Musei, di Carmagnola Centocinquanta, della Biblioteca Civica e di Palazzo Lomellini. Le mostre da visitare sono le seguenti: “Centocinquant'anni libri fa”, i libri letti in Carmagnola all'epoca del Risorgimento (Biblioteca Civica, via Valobra; aperta venerdì, sabato e domenica ore 15-18); “Essere italiani _ La scuola elementare e la costruzione dell'identità nazionale” (Palazzo Lomelllini, piazza Sant'AGostino primo piano; aperta venerdì, sabato e domenica ore 15-18); “Strisce di risorgimento”, Risorgimento e Unità d'Italia nei fumetti e e nella stampa per ragazzi ((Palazzo Lomelllini, piazza Sant'Agostino, secondo o piano; aperta venerdì, sabato e domenica ore 15-18). Per informazioni sul programma: Comune di Carmagnola, Ufficio Cultura tel. 011.9724238 - www.comune.carmagnola.to.it. ◆

CENTRO REVISIONI M.B.E.

di FERRERO Emilio

Nel 2011 • tutte le auto immatricolate nel 2007 sono da revisionare: • tutte quelle revisionate nel 2009 Via Galimberti, 43 - 10040 PIOBESI T.SE - Tel. 011.9650256 - Fax. 011.9650126 centrorevisioni.mbe@gmail.com

Compro Oro COMPRO e Orologi

ORO VECCHIO USATO E DA ROTTAMARE (ROTTO)

A’ T I V O N

COMPRO VECCHI OROLOGI

ALL’INTERNO VASTO ASSORTIMENTO DA POLSO E DA TASCA, DI OGGETTI IN ORO E OROLOGI D’EPOCA IN ACCIAIO, ARGENTO PER I TUOI ACQUISTI A PREZZI DA FAVOLA E IN ORO ANCHE ROTTI

REVISIONIAMO • AUTOVETTURE • AUTOCARRI SINO A 35 QL. • FURGONI CAMPER • TELONATI • FUORISTRADA • 4WD

NON RITIRIAMO OROLOGI AL QUARZO e DA DONNA ORARIO: Dal martedì al venerdì 9,30 - 12,30 / 15,00 - 18,00 Sabato mattina 9,30 - 12,30 Chiuso sabato pomeriggio e lunedì mattina

Valutazioni GRATUITE senza impegno

Pagamento immediato e in contanti

MASSIME VALUTAZIONI Via F.lli Vercelli, 106 • 10022 CARMAGNOLA (TO) - Tel. 011.9778552

Novembre 2011

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani”

Lettere al giornale segue da pag. 3 “Padus e Master Plan: voglia di fare, tra sogno e miopia” Voglia di fare, tra sogno e miopia Con piacere ho partecipato alla serata patrocinata dal Comune di Carignano presso la Società Canottieri Padus promossa e organizzata dal Presidente della medesima, il signor Andrea Gandiglio, in data 10 novembre. Un incontro che vedeva tra gli altri, in qualità di relatori, anche il Sindaco Cossolo, l’Assessore all’Ambiente Albertino, il Direttore del Parco del Po e promotore del Master Plan Ippolito Ostellino e Daniela Broglio responsabile dello Sviluppo Territoriale dell’Atl Turismo Torino. Il signor Gandiglio, partendo dalla sua carica di Presidente di un’Associazione che si trova sulle sponde del Po, ha offerto alla Città un’occasione (ha promesso: la prima di una serie, ci contiamo!) per iniziare a confrontarsi collettivamente, in merito a proposte, idee e progetti che potrebbero rilanciare il turismo nella nostra Città partendo proprio dal Po, invitandoci a guardarlo come risorsa reale da sfruttare al meglio e con intelligenza. La serata ha avuto nel suo corso interventi davvero interessanti, alcuni dei quali ci hanno fatto anche un po’ sognare in termini di prospettive possibili e si è conclusa con una ottima degustazione di vini e grappe. Vorrei condividere con i Cittadini della mia Città una serie di riflessioni e considerazioni.

1) E’ stato un vero piacere trovare a questo tavolo l’Atl Turismo Torino, unico interlocutore del settore serio e competente in merito alla possibilità di promuovere il turismo nella nostra Città perché Torino è la Porta naturale del nostro possibile Turismo. E’ per questo che il gruppo La città in Comune aveva nel suo progetto per Carignano il rientro immediato del nostro Comune all’interno di quel circuito per far sì che i 250 turisti annuali potessero aumentare invece che scomparire. L’Ammistrazione Cossolo, già nel precedente mandato ha scelto di far uscire Carignano dall’Atl Turismo Torino per inserirla (pagando di più!) nel circuito delle Terre dei Savoia. 2) E’ stato bello sentire parlare del nostro fiume, del verde che lo circonda, del valore che le aree attorno ad esso hanno per tutti noi che viviamo su questo territorio. Proprio perché siamo consapevoli di questo valore, a oggi stiamo, come gruppo in minoranza, cercando di capire a che titolo, con l’autorizzazione di chi e perché un privato cittadino stia coltivando a mais un terreno che è stato riqualificato area verde (ora di proprietà del Comune) con un progetto del Parco del Po, del Comune e delle cave e che dovrebbe avere un uso profondamente differente, come si può intuire. 3) Il discorso Turismo inevitabilmente ci ha portato nel corso della serata anche a parlare di strutture di ricezione e di servizi necessari perché il turista che arriva possa essere accolto in modo adeguato. Il Sindaco ha parlato dell’ex Municipio di Piazza San Giovanni pensato

come struttura alberghiera e punto ristorazione. Sono passati due anni e i due bandi per l’assegnazione di questo Palazzo sono andati deserti. Sappiamo che altre proposte, non così dissimili dall’idea di utilizzo che questa Amministrazione ha in merito all’edificio, sono state rifiutate. Intanto il tempo passa e il Palazzo peggiora nel suo stato e il recupero sarà sempre più impegnativo e oneroso per chiunque si farà avanti. 4) Fare Turismo, anche in una piccola realtà come la nostra, vuol dire anche e soprattutto fornire informazioni adeguate, competenti e precise, in buona sostanza offrire ad esempio un Ufficio Turismo presente sul territorio che accolga, indichi, suggerisca... A Carignano l’Uffcio Turismo è all’interno del Municipio che notoriamente è chiuso nei fine settimana. Stiamo forse puntando ad un turismo feriale? 5) Abbiamo davvero sognato ascoltando il Direttore del Parco del Po che ci ha illustrato come in Francia i fiumi siano vissuti dai cittadini in mille modi: dalle gite in barca, ai percorsi ciclabili, al bird watching, a percorsi sportivi, a zone pic nic o per camper... davvero bello! Il Master Plan si rifà sostanzialmente a questo modello. Il Po dei Laghi, la zona in cui Carignano è naturalmente inserita, sarà dimessa nel tempo dall’attività di escavazione e il territorio in questione passerà all’Amministrazione che lo dovrà gestire. Con quali risorse? E’ intuibile, come è stato esplicitato nella serata, che sarà necessario trovare privati che partecipino alla progettualità, al finanziariamente e alla gestione. Ci augu-

FRANCHISING IMMOBILIARE 3 LOCALI - 85 mq ca. Appartamento di nuova costruzione in centro paese, zona comoda ai servizi. Euro 205.000,00

Nuova costruzione in Borgata

Nel centro storico, al secondo ed ultimo piano con annesso sottotetto. Euro 95.000,00

Villa a schiera

Casa semidipendente

Di recente costruzione, 150 mq. di abitazione con giardino privato e box auto. Euro 300.000,00

Due appartamenti di 70 mq.cadauno con ingressi separati.Cortile privato di 100 mq. Euro 200.000,00

Villa a schiera. Nuova costruzione

Casa semidipendente

Casa semindipendente in Borgata 180 mq. di abitazione su due livelli, cortile privato di 400 mq. e magazzino di 70 mq. Euro 270.000,00

3 LOCALI - 70 mq ca. In zona residenziale, ristrutturato di recente. Box auto. Euro 160.000,00

Casa semindipendente Nel centro storico, su due livelli, possibilità di bifamiliare. Cortile e tettoie. Euro 285.000,00

In centro paese, appartamento ristrutturato di recente. Euro 158.000,00

Casa semindipendente in Borgata

In palazzina in paramano, doppia area, box auto. Euro 199.000,00

3 LOCALI - 70 mq ca. Ingresso, sala, cucinino, due camere e bagno. Doppia area. Euro 119.000,00

2 LOCALI - 40 mq ca. Riscaldamento autonomo, posto auto condominiale. Euro 63.000,00

Casa semindipendente 100 mq. su due livelli, cortile privato. Ristrutturata. Euro 195.000,00

2 LOCALI - 65 mq ca. In centro paese.Ristrutturato di recente.Euro 133.000,00

In centro paese, 150 mq. di abitazione con cortile privato. Euro 250.000,00

4 LOCALI - 85 mq ca.

280 mq. su due livelli, possibilità di bifamiliare. Cortile privato. Euro 295.000,00

3 LOCALI - 80 mq ca. In palazzina in paramano di soli due piani, in zona residenziale. Euro 112.000,00

Ristrutturato, riscaldamento autonomo. Euro 85.000,00 Palazzina di sei unità abitative in costruzione. Piano terra con giardino privato e piano primo con terrazzo. Box auto singolo. A partire da Euro 160.000,00

Il Consorzio Intercomunale Socio Assistenziale Cisa 31 ha aderito al progetto “Liberi di Essere, Liberi di Muoversi”, che consentirà di ottenere in comodato d’uso gratuito un autoveicolo nuovo ed attrezzato, che servirà per il trasporto di persone svantaggiate (anziani, disabili o soggetti che abbiano difficoltà motorie per ragioni fisiche, psichiche, sociali o familiari). L'operazione sarà finanziata attraverso l'inserzione di spazi pubblicitari a pagamento sulla parte esterna del veicolo; le aziende del territorio potranno infatti affittare tali spazi contribuendo ad un’azione di marketing sociale: dare alla propria pubblicità un valore aggiunto facendosi conoscere ma anche abbinando il proprio marchio ad una operazione concreta di solidarietà. La spesa sostenuta per l'inserzione è totalmente deducibile dalle tasse. Nei prossimi giorni sarà inviata alle aziende del territorio una lettera di presentazione dell’iniziativa. ◆

4 LOCALI - 110 mq ca. Di recente ristrutturazione. Panoramico. Euro 149.000,00

4 LOCALI - 140 mq ca.

2 LOCALI - 50 mq ca.

Marketing sociale con il Cisa

VALUTAZIONI GRATUITE

3 LOCALI - 80 mq ca.

Rustico in Borgata 180 mq. di abitazione, 330 mq. di tettoia e fienile, 1400 mq. di cortile e terreno privati. Possibilità di bifamiliare. Euro 330.000,00

In borgata, villa libera su due lati con cortile privato. Euro 255.000,00

riamo che i soggetti privati siano coinvolti quanto la gestione pubblica: davvero vorremmo scongiurare che le sponde del nostro fiume diventino un green per chi avrà la possibilità di permettersi l’eslcusività di un bene che è di tutti. Detto questo, la mia lettera è per ringraziare davvero di cuore il Sig. Andrea Gandiglio. Tra il sogno di un’idea possibile (forse! Mai visto un marketing così potente su un prodotto che ancora non esiste e che non è certo che esisterà), quella del Master Plan, e la miopia di un’Amministrazione che patrocina una serata come questa per poi compiere scelte che vanno in altre direzioni, il Sig. Gandiglio si è proposto in modo concreto, con un atteggiamento di apertura, dimostrando interesse e amore per la nostra Città, il nostro fiume e l’Associazione che rappresenta. Alcuni tra i relatori lo hanno definito “un uomo moderno”, capace di comprendere i cambiamenti e le evoluzioni e di cercare sinergia tra persone interessate. Sono d’accordo e credo che Carignano abbia bisogno di persone che, come il sig. Gandiglio, abbiano voglia di spendersi, di metterci “la faccia” di farsi promotori di possibilità e alternative per trovare le strade da percorrere insieme, in modo da cambiare la direzione che vede Carignano sempre più ripiegata su se stessa e fortemente a rischio. Ancora grazie e aspetto con fiducia gli altri incontri che ci ha promesso. Elisabetta Ghione Consigliere Comunale di Carignano per il gruppo La città in Comune

3 LOCALI - 70 mq ca. Rimodernizzato di recente. Euro 132.000,00

5

3 LOCALI - 70 mq ca. Nel centro del paese, ultimo piano panoramico, ristrutturato. Euro 109.000,00

3 LOCALI - 80 mq ca.

3 LOCALI - 80 mq ca.

Nel centro del paese, comodo a tutti i servizi. Doppia area, luminoso e panoramico. Euro 129.000,00

Nel centro storico, con termoautonomo. Ristrutturato. Euro 135.000,00

Casa semindipendente In zona riservata, comoda ai servizi con giardino privato. Euro 430.000,00

Casa semindipendente Nel centro storico, casa d’epoca con cortile e terrazzo privati. Euro 220.000,00

3 LOCALI - 70 mq ca. Mansarda di recente costruzione. Box auto. Arredato. Euro 205.000,00

3 LOCALI - 85 mq ca.

Nuova costruzione in centro paese

Appartamento ristrutturato di recente, piano terra con giardino privato di 100 mq. Euro 180.000,00

Appartamenti di varie metrature con giardino. A partire da Euro 120.000,00

AFFILIATO: STUDIO CARIGNANO sas • Via Silvio Pellico, 31 • CARIGNANO

TEL. 011.9699659 - E-mail: to2c2@tecnorete.it

Ogni agenzia ha un proprio titolare ed è autonoma

Altri

24 Novembre 2011


Novembre 2011 25

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani”

Agenda - “Moda in Italia”. Dalò 1861 a oggi. Reggia di Venaria, Venaria Reale (piazza della Repubblica 4). Fino all'8 gennaio. - “Arte Povera International”. Castello di Rivoli, Rivoli (piazza Mafalda di Savoia). Fino al 19 febbraio. - “Meet Design”, Torino, Palazzo Bertalazone (via San Francesco d'Assisi 14). Fino al 25 gennaio. - “ S i m o n S t a r l i n g - T h e I n a cc e s s i b l e P o e m ” . Torino, Fondazione Merz (via Limone 24). Fino al 15 gennaio. - “The Urethra Postcard Art of Gilbert & George”. Torino, Pinacoteca Giovanni e

Marella Agnelli (via Nizza 230). Fino al 4 marzo. - “Incontrare Bagetti”. Torino, Pinacoteca Accademia Albertina (via Accademia Albertina 8). Fino all11 gennaio. - “Giuseppe Pietro Bagetti al servizio di Napoleone”. Torino, Galleria d'Arte Moderna - GAM (via Magenta 31). Fino all'11 dicembre. - “Una espressione geografica. Unità e identità dell'Italia attraverso l'arte contemporanea”. Torino, Fondazione Sandretto Re Rebaudengo (via Modane 16). Fino al 27 novembre. - “Sarà l'Italia. La ricostru-

Chef speciali al ristorante del “Bobbio” Alberghiero di Carignano: in cucina anche gli ex allievi Carignano. Quando gli ex allievi tornano sui banchi di scuola, ma forse in questo caso sarebbe meglio dire entrano di nuovo nelle cucine dell’Istituto Alberghiero “Norberto Bobbio” di Carignano (ingresso da via Porta Mercatoria 4/B), lo fanno per servire una deliziosa cena della tradizione piemontese, dai semplici e genuini sapori locali ma di gran classe. Lo scorso mercoledì 26 ottobre gli chef Andrea Berardo ed Alessandro Fissore, coadiuvati dal loro ex insegnante Claudio Thoux e dagli studenti di cucina, sono tornati al “Bobbio” e hanno fatto gustare i piatti tipici piemontesi: un aperitivo di fonduta con salciccia di Bra, un antipasto di gallina bianca di Saluzzo con piccole verdure autunnali in agrodolce, un uovo biologico cotto a bassa temperatura con fonduta di Raschera e porri de Cervere, i ravioli ai tre arrosti serviti, proprio come un a volta, sul tovagliolo, lo stinco di agnello brasato e per concludere le pere Martin Sec con ricotta seirass, il tutto innaffiato con gli ottimi Arneis, Dolcetto d'Alba e Barolo Lecinquevigne dell’Azienda Vinicola Damilano di Barolo. Dopo la cena, ad Andrea e Alessandro, ora chef rispettivamente dei ristoranti “La Valle” di Valle Suglio (Trofarello) e “Porta di Po” di Torino, è stato chiesto che effetto ha fatto risalire le scale dell’Istituto “Bobbio”: “Emozionante! Dopo cinque anni - ha confessato Andrea - ho sentito un piccolo tuffo al cuore... tanti ricordi, tante belle cose vissute”. “Io la sera prima della cena - ha aggiunto Alessandro - mi trovavo al ristorante dove lavoro ora, ho cucinato e mi sentivo tranquillo. Ma stamattina... beh! Ho avuto un po’ di tremarella alla gambe mentre entravo in cucina”. Dal Bobbio commentano: “E’ fuor di dubbio che questa cena è stato un avvenimento importante. Per noi, commensali e spettatori in sala, è stato bello assistere a un incontro di più generazioni: da un parte ex allievi insegnanti e il Dirigente Scolastico Franco Zanet che non senza emozione hanno ricordato alcuni momenti scolastici passati e dall’altra gli studenti delle quarte e quinte, futuri chef, ai quali sarà sicuramente passato nella mente il sogno di diventare un giorno grandi chef, proprio come i loro ex compagni”. Le cene al ristorante del “Bobbio”, ingresso da via Porta Mercatoria, sono un’opportunità importante perché fanno conoscere alla cittadinanza questa originale ed innovativa Scuola che si è imposta non solo per le prelibatezze che vi vengono preparate ma anche per i ragazzi che ci mettono tanto impegno e servono i commensali con impeccabile eleganza e destrezza. I prossimi appuntamenti: venerdì 25 novembre: “Chef per una sera”, con menù a base di pesce; a dicembre cena con lo chef Anna Tamasco di "Te.Ma Food" di Carmagnola. Per prenotazioni: dal lunedì al venerdì, tel. 011.9690607 (signora Paola). ◆

Argentero dedica una mostra a Pirlato Racconigi. Nel centenario della nascita di Nino Pirlato (19112011), il pittore carignanese Luigi Argentero, allievo del Maestro racconigese, gli dedica una mostra nella chiesa di San Giovanni Decollato a Racconigi. Accanto alle opere di Argentero sono esposte alcune opere di Pirlato. La mostra, inaugurata il 10 novembre, sarà visitabile fino a domenica 20. Orari: giovedì 17 10-12.30; sabato 19 e domenica 20 15-19.◆

zione del primo Senato”. Torino, Palazzo Madama (piazza castello). Fino all'8 dicembre. - “Terre preziose. Reali maioliche di Torino”. Torino, Museo di Arti Decorative Accorsi-Ometto (via Po 55). Fino all'8 gennaio. - “Fare gli Italiani. 150 anni di Storia nazionale”; “Il futuro nelle mani. Artieri domani”; “Stazione futuro”. Torino, Officine Grandi Riparazioni (via Castelfidardo 22). Fino al 20 novembre. - Museo Nazionale del Risorgimento - Palazzo Carignano. Torino (piazza Carlo Alberto 8). - Museo “Le Nuove”. Torino (via Paolo Borsellino 1). - Museo di antropologia criminale “Cesare Lombroso”. Torino (via P.Giuria 15).

Carignanese

Biblioteca civica, orari di apertura La biblioteca civica (secondo piano del Municipio, via Frichieri 13; tel. 011.9698481) osserva il seguente orario di apertura per il servizio di lettura e prestito: lunedì 14.30-18, martedì 14.30-18, mercoledì 14.30-18 e 20.30-23, giovedì 9-12 e 14.30-18, venerdì 14.30-18, sabato 9-12. Tel. 011.9698442-481-482. Museo civico “Giacomo Rodolfo” Il museo di storia, arte e archeologia locale (secondo piano del Municipio, via Frichieri 13) è aperto ogni terza domenica del mese, in occasione di manifestazioni cittadine e su prenotazione. Orario: 10-12, 15-18. Visite per le scuole su prenotazione (tel. 011.9698442). Sindacato Pensionati a Carignano A Carignano lo Spi (Sindacato Pensionati Italiani) C.G.I.L., Lega di Carmagnola (via Fossano 4), si trova in via Quaranta 4 (tel. 011.9697865). Orari di apertura per il pubblico: martedì, giovedì e venerdì dalle 9 alle 11.30. Patronato Inca: primo e terzo giovedì di tutti i mesi, dalle ore 15 alle 17. Caf Acli per le famiglie Quando la tua famiglia conta c’è il Caf Acli. Per 730, Unico, Isee e Red pensionati: conta su di noi! A Carignano (via Roma 18, presso il Campo Giochi): tutti i martedì dalle 9 alle 12. A Carmagnola (piazza IV Martiri 21): lunedì dalle 14 alle 17, mercoledì e venerdì dalle 9 alle 12. Donazioni del sangue I prelievi si effettuano nella sede di via San Remigio 46 (ex ospedale civile, piano terra, ingresso dal cortile). Le prossime date per donare il sangue sono le seguenti: - Adac: mercoledì 7 e domenica 11 dicembre; dalle ore 8.30 alle 11.30. - Fidas: venerdì 25 e lunedì 28 novembre; dalle ore 8 alle 11.

Leonardo da Vinci alla Reggia di Venaria L’Autoritratto e altri capolavori in una grande mostra fino a gennaio L'Autoritratto di Leonardo da Vinci è il protagonista di una grande mostra in cui il celebre disegno, conservato nel caveau della Biblioteca Reale di Torino, viene esposto insieme ad altri capolavori del Maestro e degli artisti che nei secoli si sono ispirati al suo genio. Nell'ambito degli eventi di Esperienza Italia per le celebrazioni del 150° Anniversario dell'Unità nazionale e con l'Alto Patronato del Presidente della Repubblica, la Scuderia Grande della Reggia di Venaria ospita, dal 17 novembre al 29 gennaio, la mostra “Leonardo. Il genio, il mito” dedicata al personaggio che meglio rappresenta l'esempio del più grande genio italiano di tutti i tempi. Intorno all'opera, nota in tutto il mondo per il suo valore artistico e per i tanti significati che le sono stati attribuiti, sono esposti il “Codice sul volo degli uccelli” ed una trentina di importanti disegni di Leonardo, provenienti da collezioni italiane ed europee, sul tema dell'anatomia umana e del volto, delle macchine, della natura nonché altri interessanti ritratti riferibili ad allievi per un confronto diretto ed inedito con lo stesso Autoritratto. La mostra si sviluppa con una significativa sezione rappresentativa delle opere di importanti artisti e personalità che nell'età moderna - come Vasari e Sodoma - e nell'età contempo-

ranea - come Duchamp; Warhol, Spoerri Nitsch; Recalcati e tanti altri - si sono ispirati al mito di Leonardo. Curata da autorevoli studiosi, la mostra è arricchita da una spettacolare scenografia ideata dal premio Oscar Dante Ferretti e

da prestigiosi contributi come l'originale video-inchiesta di Piero Angela sul mistero dell'Autoritratto. -“Leonardo, il genio, il mito”. Reggia di Venaria Reale, Scuderie Juvarriane. Dal 17 novembre al 29 gennaio. ◆

Le fotografie di Doisneau al Museo di Scienze “Les doigts pleins d’encre” dal 27 novembre al 15 gennaio Torino. Con un'esposizione dedicata all'autore del celeberrimo “Le baiser de l'Hôtel de Ville” chiude al Museo Regionale di Scienze Naturali di Torino il ciclo di incontri promosso dal Festival “Per sentieri e remiganti” sul tema ecologia del pensiero. La mostra “Robert Doisneau - Les doigts pleind d'encre” sarà inaugurata sabato 26 novembre, ore 18, dalla nipote del fotografo, la giornalista Clémentine Deroudille, con un incontro dedicato a “Lo sguardo gentile “di Robert Doisneau. Protagonisti delle foto esposte sono gli scolaretti parigini immortalati tra gli anni ‘40 e ‘50 del secolo scorso, soggetti cari al fotografo francese, che li ritrae con delicatezza attraverso un pensiero “pulito”: il rispetto per chi è piccolo. “Quello che cercavo di mostrare - ha scritto il fotografo scomparso nel 1994 - era un mondo dove mi sarei sentito bene, dove le persone sarebbero state gentili, dove avrei trovato la tenerezza che speravo di ricevere. Le mie foto erano come una prova che questo mondo può esistere”. Le foto che saranno esposte nelle sale del Museo di Scienze Naturali di Torino sono immagini semplici, in bianco e nero, che riprendono i bambini nella loro vita quotidiana. Immagini che non hanno bisogno di commenti. “Bisogna produrre fotografie così come si mettono dei fiori su un cappello - ha detto Doisneau a proposito del suo lavoro - e lasciare che siano i critici a scoprirne le intenzioni filosofiche. - Dal 27 novembre fino al 15 gennaio la mostra sarà aperta tutti i giorni (salvo il martedì) dalle 10 alle 19. Torino, Museo Regionale di Scienze Naturali (via Giolitti 36). Per informazioni Museo: tel. 011.432.6354. ◆


26 Novembre 2011

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani”

AVVISO

A.A.A. ANNUNCI

Non tutti gli annunci sono gratuiti. Invitiamo gli inserzionisti ad attenersi alle condizioni riportate qui a lato. Grazie.

Gli annunci (5 euro ogni singola offerta immobiliare; 10 euro attività commerciali, ricerche di personale, ecc.; gratuiti gli altri) devono essere consegnati entro il 5 del mese. L’eventuale ripetizione di un annuncio deve essere rinnovata di volta in volta. Recapiti: Redazione, corso C. Battisti 60; Pedigree, via Savoia 1; Cartolibreria Luigi, via Savoia 13; dacarignano@hotmail.com

LAVORO Signora carignanese con esperienza cerca lavoro come baby sitter o stiro. Tel. 338.1484082. Autista 35enne con patente C, E, CQC, con esperienza, cerca lavoro serio. Tel. 320.5558120. Signora 33enne cerca lavoro come sarta (con esperienza), stiratrice, baby sitter o qualsiasi lavoro purché serio. Tel. 329.5461502. Laureata in matematica impartisce lezioni private di matematica e fisica a studenti della scuola superiore. Disponibile anche come aiuto compiti per ragazzi della scuola elementare e media e per la preparazione di esami universitari di matematica. In zona anche a domicilio. Tel. 333.5281877.

PERSONALI personali Signore 56enne, serio, di sani principi, cerca donna per instaurare un rapporto di amicizia. Tel. 339.4264094.

VEICOLI

9

2

#

5

C

8

1

0

M

4 7

*

M+

MEN

U

6

3

OK

Vendesi BMW 120, diesel, maggio 2007, km 25000, unico proprietario, colore blu Monaco. Tel. 338.6034339. Fiat 500 anno 1997, in discrete condizioni, vendesi per inutilizzo a 700 euro. Tel. 339.2814572.

con cassettone e materasso ortopedico, due comodini e settimino vendo a 600 euro. Tel. 334.7501380. Cucina a legna (putagè), bianca, usata poco, come nuova, vendo. Tel. 328.2218601. Vendo condizionatore Haier Inverter come nuovo, a Piobesi Torinese, da smontare, a 250 euro. Tel. 334.7501380. Vasca per acquario a 40 euro ven-

desi. Tel. 339.2814572. Tavolo moderno in laminato e vetro, allungabile, con quattro sedie, vendo a 150 euro. Tel. 334.7501380. Tre porte in vetro satinato, misure 1,85 X 85, vendonsi a 200 euro ciascuna. Tel. 339.2814572. Vendesi mobile basso color legno Wengè con quattro cassettiere e vetrinetta a due ante, a 180 euro. Tel. 334.7501380.

Per le inserzioni pubblicitarie su

“da Carignano Ieri, Oggi, Domani” telefonate al 339.7292300

EMMEPI DECORAZIONI di Pinna Massimiliano

Cell. 338-96.73.623

IMMOBILI/ATTIVITA’

Via IV Novembre, 16 - Carignano (TO)

Affitto appartamento ammobiliato con cura, 40 mq, in Carignano centro, a 420 euro mensili, spese comprese. Solo referenziati: Tel. 333.4555597. Privato vende appartamento in basso condominio, a Carignano in via Speranza, al primo piano, composto da ingresso, tinello, cucinino, 3 camere, bagno, ampio balcone, cantina, box doppio. Tel. 011.9690068 - 348.6118966. Carignano via Silvio Pellico, affittasi ampio bilocale con servizi (volendo arredato) con box auto. Tel. 333.9476308. A Carignano affittasi in via Silvio Pellico laboratorio/magazzino mq 160, ufficio, servizi, tettoia, cortile privato recintato, passo carraio su statale. Tel. 333.9476308. Privato vende in Carignano casa di 100 mq con ampia cantina, cortile e garage. Tel. 389.6823566. Box auto nuovo vendesi a Carmagnola, in via Magone, 8,5 x 2,8 mt, prezzo da concordare. Tel. 338.6034339. Affittasi in Carignano alloggio al piano terra composto da soggiorno, due camere, bagno, cantina. Tel. 011.9693216 (ore pasti).

Tinteggiatura - Decorazioni Opere in cartongesso Lavaggio facciate Opere Edili

VARIE Camera da letto moderna, color legno Wengè, composta da letto

Massimiliano Pinna

maxpinna70@libero.it Mensile indipendente di informazione, attualità e cultura. Distribuito gratuitamente a Carignano, frazioni e dintorni. Reg. Tribunale di Torino n. 5537 del 7.8.2001

Direttore responsabile Cristina Cavaglià Direttore editoriale Massimo Bessone Collaborano Daniele Bosio, Luca Bruno, Gervasio Cambiano, Carlo Cavaglià, Marilena Cavallero, Roberto Dal Prete, Stefania Falcone, Matteo Grassedonio, Giuseppe Manescotto, Claudio Montemarano, Angela Pastore, Cristina Pejretti, Massimo Pejretti, Massimo Peretto, Daniela Previale, Daniela Tontini, Bruno Valinotti, Flavio Viotto Proprietà UCAP, Unione Commercianti Artigiani Professionisti di Carignano; via Frichieri 13, Carignano Grafica, impaginazione e stampa Nuova Grafica Carignanese s.n.c di Bordone e Scifo, via Salotto 15, Carignano Redazione: corso Cesare Battisti 60, tel. 011.9697525, Carignano e-mail: dacarignano@hotmail.com Pubblicità: 339.7292300 “Da Carignano - Ieri Oggi Domani” non beneficia di contributi p u b b l i c i m a s i f i n a n z i a e s c l u s i v a m e n t e c o n g l i i n t r o i t i d e r i v a nti dalle inserzioni pubblicitarie e dagli annunci a pagamento e con le eventuali offerte dei lettori.

24 ORE: FARMACIE DI TURNO N.B. Il servizio notturno funziona esclusivamente per le urgenze e le ricette mediche. Orario delle farmacie di guardia notturne e festive: dalle 8.30 alle 8.30 del giorno successivo.

Novembre

M 7 CARMAGNOLA (Don Bosco) G 8 VILLASTELLONE V 9 LOMBRIASCO S 10 CARMAGNOLA (Don Bosco) D 11 CARMAGNOLA (Comunale) L 12 PIOBESI M 13 PANCALIERI M 14 CARMAGNOLA (Appendino) G 15 CARIGNANO (Pozzati) V 16 VILLASTELLONE S 17 CARMAGNOLA (Amedei) D 18 CARMAGNOLA (Amedei) L 19 OSASIO M 20 PANCALIERI M 21 CARMAGNOLA (San Bernardo) G 22 CARIGNANO (Cossolo) V 23 LOMBRIASCO S 24 CARMAGNOLA (Comunale) D 25 CARMAGNOLA Dicembre (San Bernardo) G 1 VILLASTELLONE L 26 CARIGNANO (Cossolo) V 2 CARIGNANO (Cossolo) M 27 CASTAGNOLE S 3 CARMAGNOLA M 28 CARMAGNOLA (Borgo Vecchio) (Don Bosco) D 4 CARMAGNOLA G 29 PANCALIERI (Borgo Vecchio) V 30 PIOBESI L 5 OSASIO S 31 CARMAGNOLA M 6 CASTAGNOLE (Appendino) M 15 PANCALIERI M 16 CARMAGNOLA (Appendino) G 17 CARIGNANO (Pozzati) V 18 VILLASTELLONE S 19 CARMAGNOLA (San Bernardo) D 20 CARMAGNOLA (Don Bosco) L 21 OSASIO M 22 CASTAGNOLE M 23 CARMAGNOLA (Borgo Vecchio) G 24 PANCALIERI V 25 LOMBRIASCO S 26 CARMAGNOLA (Comunale) D 27 CARMAGNOLA (San Bernardo) L 28 PIOBESI M 29 CARIGNANO (Pozzati) M 30 CARMAGNOLA (Amedei)

DOVE TROVARLE. A Carignano: Cossolo, via Salotto 6 (tel. 011.9697160); Pozzati, piazza Carlo Alberto 1 (tel. 011.9697164). A Carmagnola: Amedei, via XX Settembre 1 (tel. 011.9723196); Appendino, via Valobra 149 (tel. 011.9723195); Comunale, via Ronco 49 (tel. 011.9770941); Don Bosco, via Chieri 2/A (tel. 011.9716668); Ferrari, via Fratelli Vercelli 1 (tel. 011.9715017); Salsasio, via Pascoli 8 (tel. 011.9771267); San Bernardo, via del Porto 171/a (tel. 011.9712300). A Castagnole: piazza Vittorio Emanuele 14 (tel. 011.986673). A Lombriasco: via San Giovanni 5 (tel. 011.9790330). A Moncalieri: Borgo Navile, via C.Colombo 2 (tel. 011.642578); Castelvecchio, str.Genova 192 (tel. 011.6471233); Ceriana, str. Carignano 13 (tel. 011.642143); De Grazia, str. Stupinigi 14 (tel. 011.6056355); Magnani, str. Genova 14 (tel. 011.642425); Maldini, P.za Vittorio E II (tel. 011.642529); Parizia, via Tenivelli 3/a (tel. 011.642722); Premi, str. Carignano 72 (tel. 011.646621); S.Maria, C.so Roma 24 (tel. 011.645589); S.Matteo, C.so Roma 73 (tel. 011.6067769); S.Monica, Str. Torino 71 (tel. 011.6610416); S.Pietro, via Sestriere 32 (tel. 011.6069830); Superga, C.so Roma 45/6 (tel. 011.6051684); Tosi, str. Genova 264 (tel. 011.6810281). A Nichelino: Comunale 1, via Moncenisio 38 (tel. 011.6809814); Comunale 2, P.za A.Moro 50 (tel. 011.6272448); Crocera, via Martiri 2 (tel. 011.6273092); Dallocchio, via Torino 137 (tel. 011.6809061); Debouchè, l. delle Alpi 16 (tel. 011.6890416); Della Stazione, via Torino 224 (tel. 011.621964); Erbetta, via Torino 106 (tel. 011.623829); Largo Giusti, L.Giusti 56 (tel. 011.6279560); Sangone cnc, via Torino 20 (tel. 011.6064866); Sant'Edoardo, via Buonarroti 1/c (tel. 011.6051471). A Osasio: via Torino 41 (tel. 011.9793303). A Pancalieri: via Principe Amedeo 22 (tel. 011.9734441). A Piobesi: corso Italia 13 (tel. 011.9657012). A Racconigi: Barberis, via Stefano Tempia 6; Maritano snc, via Francesco Morosini 12 (tel. 0172.85361); Quaglia, via Angelo Spada 20 (tel. 0172.85048). A Villastellone: piazza Libertà 26 (tel. 011.9696063). Orari di apertura: 8.30-12.30; 15.15-19.15.

Novembre 2011

“da Carignano - Ieri, Oggi, Domani”

Lettere al giornale Un sentito ringraziamento alla Croce Rossa di Carignano Forse non tutti se ne rendono conto, ma a Carignano abbiamo la grande fortuna di avere una sezione della Croce Rossa Italiana che funziona come meglio non si potrebbe sperare. Il giorno 14 ottobre - ore 19 circa - mia moglie, scivolando sul pavimento bagnato dell’ingresso, cadeva sbattendo violentemente la schiena ed il capo sul pavimento. I violenti dolori immediatamente insorti rendevano necessaria la richiesta di soccorso alla Cri. In pochi minuti giungeva a casa mia (terzo piano) l’eqipaggio di un’ambulanza che con lodevole preparazione di soccorso, grande velocità di intervento condita da una buona dose di

gentilezza ed umanità (cose rari di questi tempi!) mettevano in sicurezza il mio familiare e con grande sforzo fisico scendevano i tre piani di scale con l’infortunata imbragata sulla barella rigida. Le condizioni consigliavano il trasporto al C.T.O. dove gli esami effettuati accertavano una frattura vertebrale. Terminata la procedura di soccorso al C.T.O., un altro equipaggio, altrettanto preparato, gentile ed umano, veniva a recuperare l’infortunata e me la riportava a domicilio, riportando la barella rigida con il “passeggero” a bordo fino al terzo piano (vi lascio immaginare lo sforzo!). Dal profondo del cuore mi sento in dovere di segnalare la competenza, la celerità, la gentilezza e l’umanità dimostrata dagli equipaggi della Croce

Per le inserzioni pubblicitarie su

“da Carignano Ieri, Oggi, Domani” telefonate al 339.7292300

CARIGNANO

Rossa di Carignano durante lo svolgimento di uno dei tanti interventi di soccorso volontario. Grazie, ragazzi! Siete stati meravigliosi! Con affetto e riconoscenza, Silvano Garbarino

3

La redazione è aperta al pubblico La redazione di “Da Carignano - Ieri Oggi Domani” si trova in corso Cesare Battisti 60, sotto il viale. Apertura al pubblico una volta alla settimana: sabato mattina dalle ore 10 alle 12.

Quando l'odore dei rifiuti entra in casa Leggendo la rubrica sul numero di settembre che si riferisce ai rifiuti abbandonati nei cestini del Covar e che sicuramente non hanno un aspetto gradevole, mi viene in mente (anzi all'occhio!), una situazione che ci riporta a parlare di ritiro dell'immondizia porta a porta. Mi chiedo: i cittadini carignanesi (perché credo che lo siano anche loro) che abitano nei vicoli usufruiscono di un servizio che si può definire porta a porta o lo lo pagano semplicemente? Anche perché l'im-

mondizia depositata non viene ritirata nemmeno dopo i solleciti al telefono più volte al mese, quindi sono costretti a lasciare i loro rifiuti anche contro i muri degli altri abitanti del vicolo che così, si devono vedere lo spettacolo e, quando aprono la finestra al mattino per cambiare l'aria, sentono anche arrivare lo sgradevole odore dei rifiuti vicini, non per colpa loro ma perché la raccolta non viene effettuata correttamente. C.A.

Le lettere, complete di firma (che sarà omessa esclusivamente su esplicita indicazione) e di indirizzo del mittente, devono pervenire entro e non oltre il 5 del mese. Non vengono accettate le lettere anonime.

Volete sostenere il giornale sottoscrivendo un abbonamento annuale? Il giornale sarà inviato all’indirizzo che voi indicherete. Costo di 11 numeri: 30 euro per spese di spedizione fuori Carignano, 15 euro per il recapito a Carignano. Rivolgersi alla Tipografia: Nuova Grafica Carignanese - via Salotto 15 - tel. 011.96.97.872.

Grazie infinite a un donatore anonimo Da questo spazio desidero ringraziare la persona che ha lasciato nella mia buca il secondo volume degli “Appunti per una lettura della Città”, accompagnato da un biglietto, scritto in stampatello: “Per Marilena Cavallero - Le può interessare come ricerca”. Grazie infinite per l’attenzione, anonimo amico/a. Marilena Cavallero

segue a pag. 5

Consegne entro e non oltre il 5 del mese La redazione non garantisce la pubblicazione di comunicati, testi e qualsiasi materiale inviati oltre il 5 del mese. Si confida nella collaborazione.

Tel./Fax 011.9652721 - Cell. 330.542106 - 335.291618 www.traslochivitello.it - info@traslochivitello.it


Taglie comode Per la DONNA GIOVANE, SPORTIVA... ELEGANTE Via S. Pellico, 98 A - CARIGNANO (TO) - Tel. 011.9699365

CARIGNANO Alloggio al piano rialzato di 96 mq., composto da: tinello con cucinino, due camere, ripostiglio e bagno. Cantina e box. € 152.000,00 CARIGNANO In zona tranquilla, ma comoda a tutti i servizi, villa di pregio di due piani, libera su 4 lati di 230 mq., cantine di 115 mq., terreno circostante di 800 mt. con magazzino. Trattative riservate CARIGNANO (Via IV Novembre) Box doppio di 24 mq. € 18.000,00 CARIGNANO (Via Padre Lanteri) Alloggio di 65 mq., al piano terreno composto da: tinello, cucinino, camera e bagno. € 95.000,00

SANTENA Fabbricato indipendente libero su 4 lati, composto da piano rialzato: ingresso, cucina e cucinino, tre camere, salone, ripostiglio e bagno. Piano seminterrato: locale di sgombero, cantina e box. Tettoia ed orto. € 260.000,00 CARIGNANO (Via Forneri) In pieno centro in piccola palazzina di recente costruzione, alloggio al 2 piano con ascensore di mq. 150, su due livelli, ottime finizioni, antifurto, portoncino blindato, videocitofono. Cantina. € 265.000,00 CARIGNANO (Corso Vinovo) Alloggio nuovo con possibilità di personalizzazione, di mq. 100 composto da: soggiorno, cucina abitabile, due camere e doppi servizi. Box doppio. € 235.000,00

CARIGNANO (Borgata Brassi) Porzione di villa bifamiliare nuova di mq. 240 abitativi, composta da: P.t. soggiorno, cucina e bagno. P.1° 3 camere e bagno. Interrato e mansarda. Box doppio. Giardino privato esclusivo. € 370.000,00 CARIGNANO (Corso Vinovo) Alloggio nuovo, possibilità di personalizzazione, mq. 117 composto da: piano terreno, soggiorno, cucinotta e bagno. Piano primo: tre camere e bagno. Giardino privato. Box doppio. € 240.000,00

Troverete altre selezionate proposte presso la nostra agenzia!


CENTRO ORTOPEDICO SANITARIO Via Valobra, 140 - Carmagnola SHOW ROOM Largo V. Veneto, 4 C C O S S

N° 113 - Anno XI - Novembre 2011

6.000 copie - Mensile di Carignano, frazioni e dintorni

Tel./Fax 011.9771301

corso Cesare Battisti, 60 a Carignano, tel. 011.9697525

Distribuito gratuitamente a Carignano e frazioni, Vinovo, La Loggia, Piobesi Torinese, Osasio

Pag. 9

Comune

Natale senza luci, soltanto l’albero in piazza

Pag. 11

Carignano Card

Le tessere sono arrivate a quota tremila

Pag. 12

Maltempo

Protezione civile e Polizia municipale hanno fronteggiato l’emergenza

Pag. 13

Aspettando Natale

Giornata di festa con Ucap Centro Città domenica 4 dicembre

Un bastimento carico di... vitamine dacarignano@hotmail.com

www.ucapcarignano.com


novembre_11