Page 69

Cult 1:Layout 1 17/03/2010 11.32 Pagina 69

Ottobre ‘09 __ Cult Rubriche

Tutto torna normale, il cerchio si chiude, l’or-

dinarie per altri sei mesi.

dine è ristabilito.

Ma per chi ancora non lo avesse capito, tutto

Tavole colme di leccornie di ogni genere, fami-

questo corrisponde ad un preciso esercizio lo-

glie gaudenti sotto l’albero, il film evento della

gico che le dirigenze televisive mettono in atto

stagione e una carrellata infinita di violenza do-

soltanto per allenare il telespettatore e ren-

mestica. La domanda sorge spontanea: di

derlo sempre più flessibile rafforzando le sue

quale paese stanno parlando? O forse sa-

abilità di lettura critica della realtà; quando nel

rebbe meglio dire: in quale preoccupante

caos informativo la televisione dice qualcosa,

stato confusionale imperversa il giornalismo te-

è chiaro, bisogna prepararsi all’ascolto parte-

levisivo nostrano per far si che l’Italia venga

cipativo ed interpretare a piacimento il conte-

rappresentata quotidianamente come un

nuto edulcorato dei tg.

goffo ricettacolo di violenza e paciocconi ?

Furio Colombo, ex direttore

Gli studi più avanzati hanno mo-

dell’Unità, prova ad interpre-

strato come questa sorta di

tare questo fenomeno

deficit cognitivo provenga

non come mancanza di

dall’assenza della parte in-

informazione ma come

feriore del corpo. Il corpo dei giornalisti televisivi infatti inizia dalla testa e finisce alla cintola, motivo per il quale la circolazione sanguigna, non potendo defluire nelle gambe, causa una forte pressione proprio all’interno del cervello pro-

paura

...notizie futili per riempire quei 30 minuti che Marco Travaglio chiama armi di distrazione di massa...

di

servirsene

avendo ben presenti i rischi che si corrono. “ Fiumi di innovazione non hanno neppure scalfito la vecchia e incrostata appartenenza al potere che ha segnato redazioni, testate, direttori e carriere.

vocando visioni e forti alte-

Semmai ha aperto nuovi

razioni dello spazio esteriore.

spazi […] Non manca la li-

La scrivania, è ora di dirlo, è

bertà Manca

solo una finzione scenica ed

di la

informazione. volontà

di

il termine “ mezzi busti” non è un

farne uso, sapendo che si cor-

neologismo giornalistico ma una

rono alcuni rischi, soprattutto

cinica definizione che irride ad una triste con-

personali e privati.”.

dizione di fatto. Il sangue pulsa nelle sinapsi a

Non notizie false ma omissioni, non palesi bugie

causa della pressione e Napoli, dopo l’inter-

ma notizie futili per riempire i 30 minuti di quelle

vento del Deus ex machina, diventa il luogo

che Marco Travaglio chiama “ armi di distra-

più lindo della terra; i globuli rossi spingono fre-

zione di massa”.

neticamente ed i pezzi di nera diventano cor-

Ma più del trash, più delle cosiddette notizie

tometraggi noir con retrogusto splatter; le vene

bruciate, prosegue Colombo “ciò che, nel

quasi scoppiano e la crisi economica diventa

flusso delle notizie, ci affligge è il disordine. I frui-

opulenza, l’intolleranza semplici tafferugli, il raz-

tori di telegiornali pubblici e privati si saranno

zismo storielle strappalacrime.

accorti che la composizione e sequenza delle

Mentre sugli autobus ed i mezzi pubblici di

notizie sembra sempre avvenuto in qualche

Roma la violenza si vive ogni giorno, noi vi-

stanza percorsa da venti furiosi in cui vengono

viamo stati d’ansia sempre più acuti per la pre-

afferrati a caso pezzi di notizie che volano via.

senza dell’alga killer; nei laboratori siciliani di

E così accade che un matrimonio di “celebri-

Farmacia i ricercatori muoiono di tumore per le

ties” sia montato prima delle notizie di morte in

infime condizioni igieniche ma noi dormiamo

Iraq, che un pettegolezzo locale abbia la pre-

sonni tranquilli perché i nostri ragazzi veglie-

cedenza su un allarmante dichiarazione di

ranno salvifici su di noi affiancando le forze or-

Putin, che un secondario evento politico caro

Cultumedia magazine numero 0  

Cultumedia magazine

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you