Page 67

Cult 1:Layout 1 17/03/2010 11.32 Pagina 67

Ottobre ‘09 __ Cult Rubriche

per esser dirottati freschi ed appagati direttamente al lunedì mattina. L’importante d’altronde è stare in compagnia. Ma anche il cibo ha la sua parte. E su questo versante ce n’è per tutti i gusti e le esigenze. Pronto consegna, può esser a base libanese, giapponese, turca, con carni fredde, dessert e zuppe nella variante parigina. Tutto a portata di drunch! A casa o al ristorante c’è una ragione in più per riunire gli amici. Nel primo caso sbizzarrendosi sulle pietanze da preparare e in questo i siti internet forniscono un’ampia gamma, nel secondo gustandosi le bellezze che offre la città. Come a Parigi, in cui hotel di lusso e ristoranti si sono adeguati alla nuova tendenza, offrendo combinazioni convenienti. Mai esser da meno, e anche i francesi sono transitati dal “cocktail dinatoire” alla nuova pratica alimentare. Ma quali sono le modalità del drunch-party? Per rendere il rito più leggero e poco faticoso per tutti, è bene che ognuno dei convenuti al banchetto porti qualcosa, dal dolce al salato poco conta, purché l’invitato contribuisca ad arricchire il buffet. Piatti caldi, freddi, bevande, stuzzichini, dolci, tutto quanto possa deliziare i nostri sensi. Un po’ meno la linea. Dicono che sia una buona abitudine alimentare, sana e leggera. Ma i nutrizionisti sono dello stesso avviso? Siamo certi che, come già con l’happy hour, davanti a pietanze di ogni genere non ci si faccia trascinare nelle “danze alimentari” mangiando di tutto in maniera disordinata e poco salutare? Lungi dal voler fare un’analisi dietologica, si è qui dato conto di un nuovo fenomeno che, ancora allo stadio embrionale, potrebbe dilagare nel prossimo futuro anche in Italia. Cambia il life-style e con esso tradizioni ed usanze e coloro che non se ne fanno scappare una non possono sottrarsi alla legge del drunch. Non sarebbero fashion. Soprattutto in una società come la nostra, in cui i consumi, anche culinari, Dunque cos’ha il drunch che il brunch non ha?

collocano gli individui socialmente rafforzando

In cosa quest’ultimo lascia a desiderare? Sicu-

la loro identità e il loro modo di rappresentarsi

ramente l’ora più comoda. Il brunch si svolge

a se stessi e agli altri. La moda col suo fare fre-

dalle 11 alle 16, tra colazione e pranzo, mono-

netico e cangiante detta legge e mantenere

polizzando o quasi il pomeriggio destinabile ad

il passo non è cosa semplice, ma per chi ha vo-

altre attività. E poi il drunch offre la possibilità di

glia di sperimentare e rinnovarsi anche a ta-

stare con gli amici, “drunchare” con calma

vola, il drunch rappresenta senza dubbio

fino alle 21, senza l’incombenza della cena,

un’ottima occasione.

Cultumedia magazine numero 0  

Cultumedia magazine

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you