Page 54

Cult 1:Layout 1 17/03/2010 11.31 Pagina 54

Cult Reportage __ Ottobre ‘09

l’acceleratore della sua motocicletta, i clown che raffinano il trucco del proprio volto, un ammaestratore che mena colpi di frustino all’aria. Vedo molti artisti fare riscaldamento fisico prima dello spettacolo. Non si può tralasciare la preparazione atletica, oltre che artistica. In cosa differisce lo spettacolo circense da quello sportivo? “Al circo ci sono atleti preparatissimi, veri e propri professionisti, ma qui c’è una disciplina, un ordine, un lavoro artistico che non c’entrano appunto nulla con lo sport, credimi. Molti numeri non andrebbero in scena senza la preparazione fisica e le capacità atletiche delle quali necessitano, è vero. Magari per fare certi numeri ci vuole praticamente una forma fisica a livelli olimpici, ma il circo è una forma di spettacolo totalmente diversa”. Salutiamo il dottor Marino Alberti, la sua guida artistica è stata di gentilissima compagnia. Si sistema il cappotto sulle spalle, manda sorrisi ed indicazioni agli ultimi artisti che corrono verso il palco. Vedo un bambino seduto sugli spalti nei pressi della galleria d’ingresso, la madre gli sistema il berretto, lui agita le gambe facendo sbattere le ginocchia. Lo spettacolo sta per iniziare, usciamo passando per il piazzale antistante l’ingresso, dove nel frattempo si sono svegliati carretti per gelati e piadine con la nutella, chioschetti a strisce bianche e rosse e caroselli con zebre ed orsetti da cavalcare. Il circo Medrano ha accolto tra le sue braccia alla città che lo ospita, da fuori adesso è un’enorme grossa luce colorata, la cittadina ha aperto i battenti e resterà in vita in attesa della notte, quando anche le stelle potranno guardare la magia dello spettacolo circense.

Cultumedia magazine numero 0  

Cultumedia magazine