Page 17

Cult 1:Layout 1 17/03/2010 11.31 Pagina 17

Ottobre ‘09 __ Cult Speciale

dell’uomo, altrettanto lo è la pace e la lotta

una pacata portatrice del messaggio cattolico

per il suo raggiungimento/mantenimento.

che ha speso la sua vita all’insegna dell’altrui-

La storia della pace è una storia solitamente ri-

smo e dell’impegno umanitario. Teresa, il suo

tenuta noiosa, poco interessante, nessun colpo

volto gentile e la sua fisicità quasi etera, è nota

di scena, nessuna esplosione spettacolare. In

al mondo ed al grande pubblico grazie al suo

questo caso più che gli studi storiografici sono

lavoro tra i poveri di Calcutta, città tra le più

i media, sicuramente attratti più dai fatti di san-

degradate dell’India occidentale.

gue che dalla tregua, a mettere in moto una

Praticamente ignorata per anni, diviene fa-

macchina rappresentativa che lascia poco

mosa in seguito a Qualcosa di bello per Dio,

spazio ai “ personaggi del bene”, o meglio, a

servizio televisivo realizzato da Malcom Mugge-

tutte quelle persone che hanno caratterizzato

ridge per la BBC divenuto pietra miliare del-

la loro esperienza per l’impegno pacifista.

l’enorme attenzione mediatica assegnata da quel momento in

All’interno dei rari, piccoli

poi

contenitori lasciati alla descrizione

all’impe-

gno

delle

di

personalità posi-

Madre Te-

tive, la narra-

resa.

zione

della

Premio

pace

diventa,

Nobel per la

sotto lo sguardo telecamere,

Pace,

proclamata

deformante delle

beata

rac-

da

Papa Giovanni

conto dello sforzo,

Paolo II, Teresa

della battaglia, della

fonda l’Ordine delle

sofferenza che si è patita

Missionarie della Carità,

per la conquista dell’ago-

organismo missionario che in

gnata tranquillità. Ed ecco che

pochi anni, grazie all’appoggio

di nuovo la pace si fa guerra e la sto-

del Papa, si espande a livello internazio-

ria si fa Mito; Da un lato la Guerra-Male ed i suoi protagonisti-Demoni, dall’altro

nale (Africa, Asia, Stati Uniti, Europa) facendo

la Pace-Bene ed i suoi emissari-An-

contare alla fine degli anni ‘90 più di quattro-

geli. Angeli che però dalla loro

mila unità con cinquanta case sparse in tutti i

hanno un immenso potere argomentativo che la fun-

continenti. Il Nemico di Madre Teresa è la Povertà, la

dei

Fame, ma non solo. La rappresentazione me-

media amplifica a dismi-

diatica della donna è caratterizzata dalla rifles-

zione-megafono

sione sull’indifferente opulenza dell’Occidente;

sura. Analizzando alcuni casi

Teresa è l’agnus dei qui tolit peccata mundi, la

della storia recente

mano dell’uomo che ci rassicura. Non siamo

possiamo notare me-

tanto cattivi, possiamo stare un po’ meglio,

glio la costruzione me-

qualcuno, uno di noi, cura le ferite dei mori-

diatica

buoni

bondi mentre noi ci ingozziamo e ci divertiamo

dei

attraverso il raffronto an-

con gli amici. La Grande Madre cura i suoi figli

titetico con la figura del

disperati ma contemporaneamente rassicura

nemico e la forza disar-

anche gli altri, quelli sani, quelli belli, lenisce il

mante della loro comunicazione. Il primo mito è quello

senso di colpa. Teresa di Calcutta si spegne, e con lei l’atten-

Buona.

zione dei network internazionali, il 5 Settembre

Madre Teresa, la missionaria di Cal-

del 1997, in concomitanza con una breaking

cutta, al secolo Agnes Gonxha Bojaxhiu è

news che oscura quasi totalmente la sua dipar-

della

Grande

Madre

Cultumedia magazine numero 0  

Cultumedia magazine

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you