Page 15

Cult 1:Layout 1 17/03/2010 11.31 Pagina 15

duti da un leader; le situazioni difficili e gli ostacoli vengono superati solo dalla determinazione e dalla convinzione in se stessi e nel proprio progetto. Come Hillary Clinton ha più volte dimostrato: il ritiro dalla campagna

elettorale

contro l’attuale presidente americano e la decisione di rimanere affianco al marito Bill durante la burrasca del sexygate. Il leader agisce affrontando i problemi e cercando la soluzione migliore; è una persona di testa e passione che catalizza l’attenzione anche attraverso entusiasmo e capacità, e mette in condizione di operare le persone vicine, come un perfetto MacGyver:

al-

truista, positivo, non fuma e non fa uso di alcolici, è dotato di un certo humour e sa sacrificarsi per gli amici, ai quali cerca sempre di dare il buon esempio, e in ultimo detesta le armi. Oltre all’azione c’è il sentimento e il coinvolgimento. Il leader crede e sogna, partecipa e vive tra le persone di cui si fa portavoce. Un Che Guevara o un Harvey Milk nelle due americhe, che hanno trainato con loro milioni di persone in una lotta intima

e

totale.

Il

leader inoltre si riconosce

perché

è

bello, anzi è cosi capace che diventa affascinante e attraente o molto molto simpatico, come Topolino.

Cultumedia magazine numero 0  

Cultumedia magazine

Advertisement