Page 45

Problema 1) Individuare il luogo giusto. Quello che state cercando è un appezzamento boschivo di 60.000 metri quadri che si confonde con migliaia e migliaia di altri metri quadri di bosco intorno. Non troverete nessun cartello, nessuna targa che ricorda l'iniziativa, neanche un foglio scritto a mano. E quando chiederete agli abitanti della zona quasi tutti vi guarderanno straniti non capendo quello di cui state parlando. Voi non demordete. Problema 2) Trovare piccole lapidi nel fitto del bosco. Una volta che avrete scavalcato la rete di recinzione scordatevi indicazioni o percorsi prestabiliti: sta a voi scovare le lapidi commemorative, e state certi che non le troverete tutte. Ce n'è per ogni gusto: Dorian Gray, Anna Karenina, Obi Wan Kenobi, Il'ja Il'ic Oblomov, Massimo Ruoppolo il postino di Troisi, la Marinella di De André e tanti altri. In fondo a una piccola scarpata, troverete anche una vecchia Fiat Uno semicoperta di terra e foglie, con un mattone sull'acceleratore,: vi state chiedendo perché? Gia, anche noi. Problema 3) I racconti agli amici. Immaginate la situazione: siete tornati a casa, siete al bar e dovete spiegare agli amici i motivi che vi hanno spinto a guidare fino alla provincia di Cuneo, per vedere delle lapidi di persone mai nate né morte, nascoste in un bosco recintato che avete trovato solo dopo ore di ricerche. Sarà complicato. Sarà complicato comunicare quell'atmosfera surreale. Sarà

complicato descrivere il fascino della vostra assurda ricerca in mezzo al fruscio delle foglie e l'assurda euforia che vi ha invaso quando avete trovato la prima lapide seminascosta dalla vegetazione. Sarà davvero complicato. Eppure qualcuno dei vostri amici capirà alla perfezione: prenderà la macchina, guiderà fino a Pocapaglia e inizierà le sue ricerche.

Lapide di Giovanni Pisano †

Un consiglio per pochi: visitate il cimitero virtuale dopo una nevicata. Gli inconvenienti logistici aumenteranno considerevolmente, ma che fascino la lapide di Anna Karenina che spunta dal manto nevoso! Un consiglio per tutti: quando cala il sole cercare lapidi nel bosco può rivelarsi un’idea incauta. Meglio fermarsi a mangiare qualcosa a Cherasco, cittadina carica di storia a una decina di chilometri da Pocapaglia. Concedetevi anche un buon bicchiere di Nebbiolo.

A cura di Nicola Fennino

CTRL magazine #29  
CTRL magazine #29  

Siamo tornati !

Advertisement