Page 113

INTRODUZIONE La crisi economico-finanziaria internazionale, partita nel 2008, ha comportato un brusco cambiamento nei tempi e nelle modalità di trasformazione della realtà urbana, rispetto ai modelli consolidatisi in passato. La situazione di stallo ha comportato una riflessione approfondita sull’attualità delle strategie di riqualificazione e valorizzazione, alle diverse scale d’intervento. L’uso temporaneo si inserisce a pieno titolo come strumento capace di contribuire alla riattivazione del patrimonio esistente non utilizzato, di grandi e piccole dimensioni, come fattore di innesco per processi di riqualificazione e valorizzazione, investendo aspetti non solo di natura economica, ma anche di convivenza civile. STRATEGIE ED OBIETTIVI Le riqualificazioni urbane attuate nelle città di Barcellona, Berlino e Parigi rappresentano i più alti modelli, ed esempi di una pratica ante-crisi, caratterizzati da una condizione di crescita economica, disponibilità e stabilità finanziaria unito ad una elevata mobilità internazionale di beni , risorse, servizi e persone. Tali condizioni sono però, negli ultimi anni, radicalmente mutati, spingendo le nuove pratiche di riqualificazione ad un diverso approccio che tenga conto del più generale ciclo di vita della città, caratterizzato da strutturali fluttuazioni, che sappia richiamare una pluralità di attori di campi differenti al perseguimento di un comune obiettivo, ovvero la garanzia del mantenimento del benessere generale. L’innesco quindi di un processo che facilti meccanismi virtuosi di natura economica, sociale e culturale accorrendo ad ampie pratiche di partecipazione. I campi di applicazione possono essere moltleplici, investendo spazi urbani pubblici e privati, che non trovano, a seguito della situazione economica, un utilizzo a breve termine e rispondendo così a problematiche legate a sicurezza o al moltiplicarsi di fenomeni di fragilità urbane. L’uso temporaneo, qualora strumento di facile e veloce attuabilità, per la propria implicita transitorietà ( ovvero “non definitezza”) può rappresentare quel carattere dinamico di riequilibrio delle spinte di trasformazione urbana, sociale ed economica di difficile controllo e programmazione nel medio e lungo periodo. Se assorbito interamente, ed in modo professionale ed imprenditoriale dalla PA, potrebbe porsi come importante strumento attuativo di precise politiche di investimento : • Economico: innescando il processo di riqualificazione, inteso come manutenzione del bene in deperimento, possibile copertura economica, attrattore di possibili investitori con conseguente valorizzazione • Sociale: attivando pratiche di riqualificazione dello spazio urbano, e di partecipazione cittadina, coinvolgendo differenti realtà associative e istituzionali • Culturale: recuperando spazi e beni di interesse pubblico, culturale e identitario e promuovendo nuove volontà, interessi e aspettative 107

Profile for Pietro Cesari

STILL-LIFE_Appendice  

Appendix volume regarding the five main topics of the STILL-LIFE project: 1. Monastery building system 2. Media news 3. Existing situation...

STILL-LIFE_Appendice  

Appendix volume regarding the five main topics of the STILL-LIFE project: 1. Monastery building system 2. Media news 3. Existing situation...

Profile for csrptr
Advertisement