Issuu on Google+

1

Una serata speciale Numerosi sportivi bresciani si sono ritrovati per l'appuntamento organizzato dal Segretariato Oratori della Diocesi e dai Comitati CSI di Brescia e della Vallecamonica concluso con il saluto del Vescovo Una serata dal freddo pungente saluta la comitiva camuna in partenza per Brescia dove il Segretariato degli oratori della diocesi e i Comitati CSI di Brescia e della Vallecamonica hanno programmato il Natale degli sportivi bresciani. Un’iniziativa decollata lo scorso anno per merito dell’attivissimo don Marco Mori, responsabile degli oratori della provincia, e destinata a diventare un appuntamento impedibile nella fitta agenda delle società sportive. Peccato che l’accoglienza tra i gruppi sportivi del CSI camuno è stata piuttosto tiepida perché la serata è stata davvero indimenticabile. Con una trentina tra ragazzi ed animatori si è comunque fatto meglio dello scorso anno quando a contare i rappresentanti della Vallecamonica bastava una sola mano… La parte del leone l’ha fatta il Gruppo Sportivo dell’Oratorio Breno sceso in forze nel capoluogo per festeggiare la consegna del riconoscimento assegnato agli sportivi brenesi dalla Diocesi. Sul pullman speciale, allestito dal CSI camuno, si approfitta del viaggio per mettere a punto alcune iniziative in programma nei prossimi giorni, in particolare si definiscono i dettagli del Natale degli sportivi in calendario proprio a Breno. All’arrivo a Brescia la prima piacevole novità dell’iniziativa promossa dal Segretariato degli oratori, la scelta azzeccata di spostare la sede dell’evento dal Centro San Filippo, dove la pessima acustica aveva condizionato la serata dello scorso anno, al più accogliente e funzionale Palabrescia. All’entrata, nel palazzo del ghiaccio 17 gennaio 2008

della struttura, alcune abili pattinatrici bresciane si esibiscono in spettacolari evoluzioni per i partecipanti alla festa che si apprestano ad entrare nella sala. Le note del gruppo musicale “ Curiosarte band” fanno compagnia ai partecipanti, che piano piano stanno affollando il parterre, in attesa dell’inizio della manifestazione. Come nella passata stagione la serata prevede un parte dedicata allo spettacolo, una serie di interventi di sportivi bresciani e la riflessione del Vescovo. Oltre al fascino della musica e delle esperienze sportive raccontate in diretta tra i numerosi gruppi sportivi presenti c’è grande attesa per la conoscenza del nuovo vescovo bresciano, Monsignor Luciano Monari, alla sua prima uscita ufficiale di una certa importanza. Attese non certo tradite dallo spessore delle riflessioni di “don Luciano” come vuole essere chiamato il Vescovo con la semplicità che lo contraddistingue. Fin dalla sua entrata nel Palabrescia Monsignor Monari attira le simpatie di ragazzi ed adulti, senza tanto clamore il Vescovo arriva con largo anticipo e si accomoda in platea scambiando saluti ed impressioni con le tante persone che gli si avvicinano. Con un piccolo ritardo rispetto al programma la serata animata dai giornalisti sportivi bresciani Ciro Corradini e Cristiano Tognoli prende il via con il caloroso saluto ai gruppi sportivi presenti in sala; a rompere il ghiaccio, come lo scorso anno, sono le atlete della Ginnastica Leonessa che propongono applaudite evoluzioni sui brani del musical “Notre dame de Pa-


2 ris”. Sul palco sono poi saliti alcuni atleti bresciani per raccontare la loro esperienza sportiva intervistati dai due conduttori della serata; ad iniziare il giro di interventi è il rugbista neozelandese, con un nonno di origini italiane, Aaron Persico. L’atleta del Rugby Cammi Calvisano, dopo aver scherzato sull’origine del suo nome di battesimo, ha illustrato i valori morali promossi dal rugby, disciplina sportiva solo all’apparenza violenta. In particolare si è parlato di sostegno, fiducia nei propri compagni di squadra, rispetto degli avversari e delle regole soffermandosi in particolare sul cosiddetto terzo tempo, l’applauso dei vincitori alla squadra sconfitta a fine incontro, alla ribalta ora anche nel calcio. Su invito dei due giornalisti Persico ha poi rivolto una domanda al Vescovo chiedendo se ha fiducia nelle nuove generazioni; Monsignor Monari ha sottolineato che Dio è sceso a cercare l’uomo quindi non può mancare la fiducia soprattutto nei giovani. Ad Anna Zugno, iridata nella prova a cronometro della categoria Juniores, è toccato parlare dei valori del ciclismo dove sono importanti le relazioni di amicizia e di confronto con gli altri. Sul tema della compatibilità tra lo studio e l’esperienza sportiva di alto livello l’atleta bresciana, laureata in economia

e commercio, ha indicato nell’entusiasmo la spinta decisiva per la convivenza tra queste due esperienze. Un accenno al problema del doping che travaglia il mondo del ciclismo e quindi la domanda di Anna Zugno al Vescovo sul rapporto tra la fede e l’attività sportiva alla luce degli insegnamenti di un suo allenatore che, nei momenti di difficoltà, gli suggeriva di rafforzare il suo legame con Dio. Affidarsi nelle mani di Dio non solo nei momenti difficili è stata l’indicazione offerta dal Vescovo Luciano. I tre velisti bresciani invitati sul palco (Angelo Glisoni, Lorenzo Rizzardi e Sergio Pellegrini) hanno cercato di togliere da questa attività sportiva la patina di sport d’elite parlando, oltre che dell’esperienza in Coppa America di +39 Challenge lo scafo del Circolo vela di Gargnano, di alcune interessanti iniziative di solidarietà avviate dai circoli nautici della nostra provincia. Esaurito lo spazio riservato al dibattito si è aperta la riflessione del Vescovo Luciano che ha voluto augurare buon Natale a tutti gli sportivi della diocesi. “Stasera sono qui per imparare dall’esperienza di questi sportivi e per trarre degli spunti per il prossimo Natale. Ogni uomo scrive un romanzo, quello della sua vita: infanzia-vecchiaia, noiosoentusiasmante, veloce-lento è questo il diario che quotidianamente ognuno di noi scrive. Bisogna essere però consapevoli che nessuno parte da zero, ma che si ha un patrimonio di partenza: codice genetico, la famiglia, la società in cui vivo. Nella prima pagina di questo romanzo della nostra vita insieme al patrimonio di partenza c’è l’amore di Dio per noi: “Tu sei prezioso ai mie occhi, sei degno di stima e io ti amo.” Queste sono le parole di Dio per noi, parole che ci devono aiutare nei momenti difficili della vita e della pratica sportiva; quando non mi piaccio, quando faccio delle stupidaggini e tendo ad avvilirmi allora devo tornare alla prima pagina del mio diario e rileggerla. Il Natale è Dio che dichiara a ciascuno di noi quanto è prezioso ai suoi occhi.” Alla riflessione è seguita la consegna dei numerosi riconoscimenti assegnati alle società sportive e ad alcuni atleti della nostra provincia dalla diocesi, dai Comitati CSI di Brescia e della Vallecamonica e dall’assessorato allo sport della provincia di Brescia. Fra gli sportivi premiati dalla giuria Davide Boifava (ha ritirato il premio il figlio) “per l’attenzione dimostrata in lunghi anni di attività 17 gennaio 2008


3 agonistica e di direzione sportiva ai valori della correttezza e della lealtà sportiva. Un premio anche per il giovane calciatore del Brescia calcio Marco Zambelli, accompagnato dal presidente Corioni, per la costanza, l’impegno e la determinazione nel superare i numerosi infortuni fisici e, soprattutto, per la correttezza e la lealtà dimostrata sul terreno di gioco. Poi l’atteso momento per la consegna del riconoscimento del CSI di Vallecamonica al Gruppo Sportivo dell’Oratorio di Breno affidato dal Vescovo alle mani del Presidente Gigi Beretta salito sul palco con alcuni giovani atleti. Tra le società sportive segnalate dal nostro comitato la giuria del premio diocesano ha scelto la compagine di Breno “per l’attenzione alla realtà giovanile, per la promozione dei valori del CSI attraverso la pratica sportiva e per l’integrazione con le proprie proposte nella comunità cristiana”. Il galà dello sport bresciano è terminato con l’originale premiazione dell’Oratorio Sale di Gussago, vincitore della seconda edizione del concorso “Voce al calcio” la trasmissione radiofonica di Radio Voce che ha coinvolto gli oratori della diocesi con i loro giovani telecronisti sportivi. Uno dei due rappresentati dell’Oratorio di Gussago ha commentato in diretta lo spettacolare incontro di calciobalilla tra la formazioni composta da due giovani radiocronisti e quella formata da Gino Corioni e dal Vescovo Luciano. Al termine del confronto una stretta di mano tra i protagonisti e la consegna all’oratorio di Gussago del bigliardino teatro della sfida e premio del concorso di Radio Voce. Dopo i saluti i rappresentati del Gruppo

Sportivo Oratorio Breno sono corsi sul palco per farsi autografare dal Vescovo di Brescia i palloni offerti all’entrata ai partecipanti alla festa; un gesto spontaneo e semplice che ha dimostrato il fascino della semplicità dimostrata nella sua riflessione da “don Luciano”. Tutti in pullman per il ritorno in Valle con la sensazione di aver vissuto una serata davvero speciale, peccato per chi non è venuto con noi…

Un Presidente speciale Sensazionale al Natale degli sportivi 2007: celebre Grande Atleta lascia lo sport giocato per sedersi dietro una scrivania! Da più di dieci anni don Luigi Guglielmoni - sacerdote attento a coniugare fede e vita sportiva - rincuora ogni atleta o alleducatore che desidera essere accompagnato nelle sue gesta da un giocatore di “categoria superiore” con il titolo di un suo testo: “Dio in campo”. Ora però sembra che questo Dio-atleta, appese le scarpette al chiodo, abbia “fatto carriera” nella sua 17 gennaio 2008

(e nostra) società sportiva divenendone il Presidentissimo che invia i propri allenatori (pardon, alleducatori) per scegliere, consigliare e preparare gli atleti da inserire in squadre ... “da Dio”. La sensazionale notizia, di cui non si è sentito parlare in nessun processo televisivo e che pare essere sfuggita finanche alla “Rosa”, è stata rivelata nel Duomo di Breno, Sabato 22 Dicembre 2007, dal


4 noto esponente dei “teo-sport”, don Franco Corbelli, nel corso di una S. Messa celebrata per il Natale degli Sportivi 2007 del CSI camuno, che ha visto la movimentata e festosa partecipazione di numerosi atleti, alleducatori e genitori in rappresentanza di diverse società e gruppi sportivi della nostra valle. Stando alle parole di don Franco, corroborate dalle agenzie di stampa del “cronista” Matteo Levi, il Presidentissimo si sarebbe subito distinto nella gestione della società sportiva scegliendo il celestiale alleducatore Angelo Del Signore per far modificare tattica, attraverso opportuni allenamenti notturni, al noto e giusto atleta Giuseppe Di Giacobbe, chiedendogli, con successo, di abbandonare la sua sofferta visione di gioco per accettare come immacolata compagna di reparto Maria Nazarena, detta Annunziata, (a sua volta neo Assunta e allenata dal paradisiaco mister Arcangelo Gabriele). Scopo ultimo della complessa operazione il creare uno spogliatoio unito e una squadra determinata per la crescita della stella della squadra dei pulcini, il Bambino Gesù, destinato da under 14 a surclassare i dottori del Tempio (altro che processo del Lunedì!) per poi vincere, da atleta nel pieno della maturità agonistica (e con quale agonia ...), il campionato universale della Salvezza. Sempre secondo don Franco l’ambiziosa strategia sarebbe riuscita e potrebbe continuare ad essere vincente solo a patto di essere disposti, come l’inizialmente dubbioso Giuseppe Di Giacobbe, a modificare il proprio progetto di vita, accogliendo

quello indicatoci degli angelici alleducatori che il Presidentissimo, magari a sorpresa, continua ad inviarci, per chiedere ad ognuno di noi di metterci a disposizione della squadra con generosità. La sorprendente rivelazione di don Franco Corbelli e di Matteo Levi ha suscitato un’eco ampia e immediata nei “CieSsinI” camuni che hanno voluto subito unire voci, cuori e portafoglio per prepararsi all’imminente Natale, per pregare per il bene dell’associazione e della chiesa intera, nonché per sostenere spiritualmente ed economicamente le popolazioni del Bangladesh colpite dal ciclone Sidr. Questo intento solidale si è realizzato soprattutto con la corsa (di pochi coraggiosi) e la fiaccolata (di molti più freddolosi) lungo un percorso che ha toccato luoghi suggestivi (dal rifugio antiaereo, attraverso vie e piazze illuminate, fino al sagrato del duomo addobbato con abeti e capanne in penombra a costituire un’atmosfera misticheggiante) del centro storico di una Breno che si accingeva ad inaugurare la sua prima festosa notte bianca. L’iscrizione alla corsa-fiaccolata, unitamente alle offerte raccolte durante la celebrazione eucaristica, ha permesso di destinare alla Caritas Bangladesh un’offerta sostanziosa. Il Natale degli Sportivi ha chiuso la sua fase cele17 gennaio 2008


5 brativa al Centro S. Siro con lo scambio d’auguri durante il rinfresco preparato dal locale Gruppo Sportivo Oratorio S. Valentino e dai volontari delle diverse commissioni del nostro comitato cui vanno i ringraziamenti di tutte le società sportive intervenute. Ma il vero Natale degli Sportivi non può che continuare nello spirito di disponibilità e generosità realizzato da Maria e Giuseppe accogliendo gli inviti inaspettati dei loro “angeli allenatori”, nelle occasioni ordinarie (allenamenti, campionati, feste, riunioni, formazione, ecc.) e straordinarie (soprattutto il rinnovo dei vertici associativi) della nostra realtà sportiva. Un buon 2008 di “attesi imprevisti” a tutti. Alfredo

Il Natale del CSI Gli atleti e gli animatori del CSI camuno illuminano Breno con il tradizionale appuntamento per gli auguri natalizi; la preghiera, una fiaccolata per il paese e il brindisi i momenti salienti della partecipata manifestazione L’atmosfera calda e famigliare del Natale è stata ricreata dal CSI di Vallecamonica nella festa organizzata a Breno con la preziosa collaborazione del Gruppo Sportivo dell’Oratorio e della parroc-

17 gennaio 2008

chia. Una festa semplice dove più del programma contava il ritrovarsi a riflettere sui valori di questa festa e, soprattutto, sull’impegno di tanti volontari nell’attività della nostra associazione lontani, per qualche ora, dalla frenesia del momento agonistico e contagiati dalla serenità del periodo natalizio. Oltre un centinaio di atleti e dirigenti del CSI camuno si sono uniti alla comunità parrocchiale di Breno per vivere nel duomo del paese la celebrazione eucaristica; non si è voluto preparare una messa “speciale” per questo Natale degli sportivi ma integrare il programma della festa con la vita religiosa quotidiana della comunità brenese nel segno di un’associazio-


6

ne integrata nel territorio sul quale opera da tanti anni. Ad accogliere il partecipanti il parroco don Franco Corbelli al quale si è aggiunto, nel corso della funzione, il consulente ecclesiastico del CSI camuno don Battista Dassa. Il vangelo ha offerto a don Franco lo spunto per una profonda riflessione sul ruolo della religione cristiana nella pratica sportiva; la riflessione nasce dalla rivalutazione della figura di Giuseppe piuttosto maltrattato anche dagli stessi cristiani. All’annuncio dell’Angelo che gli spiega il mistero della nascita Giuseppe, uomo giusto tormentato dai dubbi su come comportarsi, si affida completamente nelle mani di Dio. Giuseppe diventa così “un atleta di Dio”, come è stato definito da don Franco nella sua omelia, che si fida del suo “presidente”; allo stesso modo gli atleti del CSI si devono fidare dei loro allenatori, del loro presidente, degli arbitri, del CSI ma sopratutto di Dio anche nella pratica sportiva e non solo nei momenti di difficoltà. A questa riflessione il parroco di Breno ha aggiunto il ringraziamento agli animatori del Gruppo Sportivo dell’Oratorio per il riconoscimento ottenuto dalla Diocesi di Brescia. La festa del CSI si è poi trasferita nelle strade del paese per la seconda parte del programma previsto dagli organizzatori; l’appuntamento per tutti in piazza Sant’Antonio per la partenza della camminata di solidarietà. Un gruppetto di temerari podisti ha affrontato di corsa il tracciato che ha portato i partecipanti in alcuni

luoghi suggestivi del paese; in particolare di grande impatto emotivo la corsa all’interno del rifugio antiaereo scavato sotto il castello di Breno. Il tunnel prima è stato percorso di corsa da una decina di podisti quindi si è illuminato con le fiaccole dei circa 150 camminatori che hanno partecipato all’iniziativa del CSI camuno; suggestivo anche percorrere il corso principale del paese, sgombro dal solito traffico automobilistico, accompagnati dalle note di alcuni complessi musicali impegnati ad allietare la notte bianca organizzata dai commercianti di Breno. Una corsa che è servita anche ad alleviare le sofferenze di un popolo colpito da un grave disastro naturale; le offerte raccolte durante la Santa Messa e quelle versate dai partecipanti all’atto dell’iscrizione alla camminata sono stata infatti devolute alla Caritas per gli interventi di solidarietà in Bangladesh, nazione asiatica dilaniata da un tifone nell’estate scorsa. Offerte generose quelle raccolte dall’associazione e versate alla Caritas impegnata in Bangladesh a dare un tetto alle famiglie, rimediare alla carenza di acqua potabile, organizzare centri di raccolta e assistenza, distribuire beni di prima necessità e fornire assistenza sanitaria d’urgenza. I partecipanti alla camminata sono stati accolti in piazza Sant’Antonio da un the caldo distribuito dagli animatori del Gruppo Sportivo dell’Oratorio e dal ricordo preparato dal CSI per questa manifestazione. L’attesa del Natale per atleti ed allenatori di diverse società sportive del CSI si è poi trasferito nell’accogliente salone del Centro San Siro per il rinfresco e il tradizionale brindisi offerto dall’oratorio e dalla parrocchia di Breno. Tra una fetta di panettone e un bicchiere di spumante i partecipanti si sono scambiati gli auguri ma non solo, approfittando dell’occasione di è parlato dei prossimi appuntamenti sportivi e associativi, si sono ricordate le feste degli anni passati, si sono scambiati gli inviti alle iniziative natalizie dei gruppi sportivi. Un momento di serenità e di tranquillità che, a detta di molti, andrebbe riproposto più spesso nell’arco della stagione per ravvivare lo spirito associativo. Il tempo di realizzare al volo alcune interviste per lo speciale televisivo realizzato dalla troupe del CSI di Vallecamonica, scambiare gli ultimi saluti e poi gli efficienti animatori del Gruppo Sportivo dell’Oratorio di Breno hanno riportato l’ordine nel salone del Centro San Siro ed archiviato con successo la vigilia natalizia della nostra associazione. 17 gennaio 2008


7

Sport per la vita Anche per il 2008 l’AIDO Artogne propone agli amici e sostenitori l’edizione del Calendario per il nuovo anno. I temi che scorrono lungo i 12 mesi sono momenti dell’attività sportiva di un gruppo di 150 atleti suddivisi in sei squadre di calcio, cinque di pallavolo e il folto gruppo dell’atletica; l’illustrazione delle varie manifestazioni di carattere sportivo e sociale che sono ormai patrimonio della nostra Associazione e alcuni messaggi volti a diffondere la cultura della donazione. L’abbiamo intitolato “Sport per la vita” perché è nell’educare e nell’allenare che si ha l’opportunità di far conoscere e diffondere la solidarietà sociale mediante stili di vita sana: principi promossi oltre che dal C.S.I., anche dall’Associazione Italiana Donazione Organi e Cellule. L’impegno della nostra Società è volto in particolar modo alla fascia giovanile e ai piccoli e piccolissimi atleti che vengono seguiti in questa loro prima esperienza sportiva da svolgere in collaborazione con i loro compagni – coetanei per imparare e divertirsi in uno sport sano e rispettoso: nel 2007 hanno iniziato nel mini volley e nella squadra di calcio dell’under 8 diciotto bambini e bambine. Un grazie al CSI Vallecamonica che dà la possibilità di giocare, di crescere e confrontarsi e rende tutte le competizioni molto importanti e di grande valenza per l’intera Valle. L’anno scorso in collaborazione con il CSI, oltre ai campionati di calcio, pallavolo e atletica abbiamo organizzato la camminata “Tre Campanili” portando ad Artogne circa 800 atleti che hanno dimostrato grande soddisfazione per la mattinata, e il “Cross dei broi” con 430 partecipanti (in maggioranza del Polisportivo) che, pioggia a

parte, hanno apprezzato la manifestazione. Con rammarico apprendiamo che quest’anno il Polisportivo non partecipa a questa manifestazione e di conseguenza, visto che il principale motivo era far cimentare i piccoli su un terreno un po’ scivoloso sì (e magari anche concimato!),ma utile per la crescita della passione atletica, la società AIDO non intende più organizzarla. Stiamo comunque già lavorando alla 30° edizione della “Tre Campanili” dove tutti,

grandi, piccoli, anziani, sportivi competitivi , famiglie e compagnie di tutti i tipi potranno divertirsi e socializzare in una piacevole camminata e alla fine, com’è tradizione, premi per tutti! Altre iniziative in programma per la primavera: una camminata o ciaspolata in località Piazze di Artogne; un corso di “Cartaterapia” per educatori, genitori e insegnanti per allenare la testa e le mani, che si svolgerà presso l’Istituto Comprensivo “F.lli Rosselli”di Artogne; il torneo di calcio in maschera per carnevale; un corso di ballo; la “Giornata della Donazione” a Scuola (Istituto “Rosselli” Artogne).Queste sono solo alcune delle iniziative programmate (date, orari,modalità e locandine verranno comunicate prossimamente) alle quali tutti sarete invitati a partecipare. La realizzazione di tutto ciò è possibile grazie alla disponibilità e al lavoro di un bel gruppo di volontari (allenatori, dirigenti, arbitri, segnalinee, refertisti, persone che nelle varie occasioni si rendono disponibili) e del gruppo dirigente; a loro va un grosso grazie e un augurio di un anno felice. Un ringraziamento particolare a Marino Andreoli per la disponibilità e l’impegno nel curare e produrre il calendario 2008 “Sport per la vita”. Angeli Domenico - Presidente AIDO – Artogne

17 gennaio 2008


8

Educalcio.it Aperto un nuovo sito per promuovere l'educazione attraverso lo sport Con la nostra pubblicazione settimanale cerchiamo sempre di essere attenti alle iniziative che promuovono l’educazione attraverso la pratica sportiva segnalando di volta in volta libri, articoli o manifestazioni che vanno in questo senso. In questa occasione intendiamo fare pubblicità ad un nuovo sito internet che fin dalla sua denominazione chiarisce quali sono gli intenti dei promotori di questa iniziativa. Il sito in questione, segnalato alla nostra redazione, è Educalcio.it che si presenta così ai navigatori del web: “Accade sempre più spesso che sui campi da gioco la mancanza di rispetto e il linguaggio gravemente scorretto rovinino il clima sportivo delle partite. Basta assistere ad un qualsiasi match per accorgersi di quanto il regolamento venga calpestato e di quanto sia assente il rispetto verso l’arbitro e l’avversario da parte di atleti, allenatori e accompagnatori delle categorie del settore giovanile, gia a partire dai Pulcini. Tutto ciò, probabilmente, è la conseguenza del Grande Calcio, quello di serie A e B: anche gli episodi degli ultimi giorni lo confermano. Il nostro motto vuole “provocatoriamente” unire due parole “educazione” e “calcio”: siamo convinti che “educare attraverso lo sport” non debba essere solo un bel motto. EduCalcio.it nasce con l’idea di raccogliere materiale utile a genitori, allenatori, dirigenti, società sportive, scuole calcio, educatori sportivi… ecc. Nel blog potrete trovare articoli, relazioni, spunti di riflessione, e commenti

sul complesso mondo del calcio giovanile. Se hai del materiale che ritieni interessante da condividere per riflettere insieme su questo importante tema, non esitare a contattarci all’indirizzo info@educalcio.it …e ricorda che puoi commentare qualsiasi articolo! Restiamo a disposizione per qualsiasi informazione, richiesta, critica e suggerimento.” Argomenti che condividiamo senza alcun dubbio e intendiamo promuovere. Nell’appello al sostegno dell’iniziativa oltre alla collaborazione e alla ricerca di fondi c’è anche la richiesta di diffondere il materiale pubblicato; CSI Insieme raccoglie questo invito e questa settimana pubblica un decalogo per il genitore tifoso prodotto da una scuola calcio che ha fatto discutere per un’iniziativa particolare dei propri ragazzi. Ve lo proponiamo sicuri che qualche spunto di riflessione anche per i genitori impegnati a seguire i nostri ragazzi può essere ricavato da questa lista. Il genitore-tifoso e le regole da ricordare La presenza degli adulti, e più specificatamente dei genitori, è una componente irrinunciabile delle partite di calcio giovanile. A volte, però, la loro partecipazione, travalica quelle che sono alcune regole importanti che sarebbe utile tenere sempre ben presenti: si ritiene opportuno riassumerle brevemente qui di seguito lasciando al buon senso di tutti (dirigenti e tecnici compresi) la loro applicazione. 1. Ricordare che l’attività è svolta da un bambino e

17 gennaio 2008


9 non da un adulto. 2. Non decidere troppo per lui. 3. Non interferire con l’allenatore nelle scelte tecniche, evitando anche di darne giudizi in pubblico (in caso di episodi ritenuti gravi, rivolgersi in società). 4. Non rimarcare troppo al bambino una partita mal giocata o quant’altro, evitando di generare in lui ansia da prestazione (non bisogna essere né ipercritici, né troppo accondiscendenti alle sue richieste, spesso solo capricci). 5. Incitare sempre il bambino a migliorarsi, facendogli capire che l’impegno in allenamento in futuro premierà (rendendolo gradatamente consapevole che, come a scuola, per fare bene occorre un impegno serio). 6. Abituare il bambino a farsi la doccia, legarsi le scarpe e portare la borsa da solo (rendendolo piano piano autosufficiente). 7. Non entrare nel recinto di gioco e nello spogliatoio.

8. Controllarsi durante le partite: un tifo eccessivo è diseducativo per i bambini e nuoce all’immagine della società. 9. Ascoltare il bambino e vedere se quando torna a casa da un allenamento o da una partita è felice. 10. Ricordare che sia i compagni che gli avversari del proprio bambino, sono bambini a loro volta e pertanto vanno rispettati quanto lui e non offesi. 11. Rispettare l’arbitro e non offenderlo: molto spesso gli arbitri sono dei dirigenti e anche loro genitori che stanno aiutando il calcio giovanile e tutti possono sbagliare. 12. Ricordarsi che non sempre l’erba del vicino è davvero più verde: pertanto, prima di criticare l’operato della società cercare di capire, chiedendo direttamente spiegazioni ai dirigenti responsabili di eventuali scelte ritenute ingiuste. Lelio Marchi Responsabile Scuola Calcio U.S.D. Pescia 1912

La forza dei giovani: credere nei sogni Nel lontano 1941, che pure non era un tempo di grandi comodità, Carlo Carretto, parlando del metodo con cui educare i figli, ammoniva a non togliere interamente il dolore dalla strada dei ragazzi, perché si toglierebbe il “meglio”. Gli uomini che hanno raggiunto un certo benessere – diceva - credono di educare bene i loro figli evitando loro quelle prove che essi stessi hanno dovuto sostenere: pensano in fondo che quelle prove, quei sacrifici li abbiano sminuiti, mentre in realtà erano la loro grandezza; così convinti rendono i loro figli deboli, impreparati alla vita, proprio perché tolgono dalla loro vita lo sforzo, la lotta, il sacrificio. Quanta attualità si nasconde in questo pensiero di Carretto! Quanti danni irreparabili si compiono oggi nell’educare i figli con troppa morbidezza, e quanti danni si continuano a fare riempiendo di cose la loro vita! Alleviamo ragazzi ricchi di cose e poveri di cuore. C’è in loro un disagio evidente, che non cogliamo solo perché ci ostiniamo a chiudere gli occhi. Galleggiano in un benessere materiale che non esaurisce il loro desiderio di umanità, che non riempie la loro vita, che non dà risposta alle loro domande esistenziali. Giovinezza è partire alla ricerca del significato del mondo, per costruirvi sopra il proprio modo di 17 gennaio 2008

essere. È una ricerca morale, alla quale oggi si contrappone però un mondo degli adulti che non crede più nella moralità, che è pieno di “scandali”, che fa abuso della retorica per interpretare il bisogno di etica pubblica dei giovani come bisogno di rigore. E se il desiderio di etica e di verità dei ragazzi rimane inascoltato o represso, si genera in loro scontento e sfiducia nell’avvenire. Bisognerebbe invece coltivare, indirizzare, allenare quel desiderio di ricerca, quella forza misteriosa che spinge i ragazzi a sognare il modo di cambiare il mondo. Anche lo sport può essere un ottimo strumento per riuscirci. Lo sport non allena solo i muscoli, allena il desiderio ad essere migliori, allena il cuore a sperare di raggiungere la meta, allena la fatica, il sacrificio, l’ostinazione a ricominciare mille volte daccapo per vincere. Lo sport educativo è questo. Come ogni azione educativa, anch’esso richiede un’assunzione di responsabilità, una corresponsabilità collettiva; chiede adulti che sappiano farsi compagni di strada di ogni ragazzo, perché ogni giovane ha bisogno di un adulto che gli dica: «Vai avanti, lotta, dai il meglio di te stesso, non aver paura. Io sono con te». Edio Costantini - Presidente Nazionale CSI


10

Elezioni? Sì, no, forse Incertezza sulla data dell'Assemblea elettiva programmata per domenica 2 marzo in attesa delle decisioni del Consiglio Nazionale del CSI Doveva essere la riunione del Consiglio di comitato decisiva per chiarire le candidature ed il cammino verso l’assemblea elettiva della prossima primavera ma alla fine dell’incontro, più che le certezze, sono cresciute in maniera esponenziale i dubbi e le incertezze. Il futuro incerto dell’assemblea elettiva non è certo responsabilità del CSI di Vallecamonica ma di dubbie interpretazioni regolamentari sfociate nell’ultima riunione del Consiglio nazionale in una proposta di modifica sostanziale dell’iter elettivo. Il tutto nasce dall’interpretazione controversa dell’articolo 5 dello statuto dell’associazione ed in particolare sulla partecipazione o meno alla votazione delle società affiliate al CSI ma non ancora riconosciute dal Coni. Il problema, sollevato da alcuni comitati regionali per evitare l’eventuale invalidamento dei congressi elettivi, ha portato il Consiglio Nazionale alla proposta di convocare per il prossimo 5 aprile l’Assemblea nazionale dei presidenti di società per votare una modifica dell’articolo 5 dello statuto che permetta alle società affiliate di partecipare al voto e ritenga il riconoscimento del Coni un qualcosa in più dal punto di vista fiscale e giuridico per i gruppi sportivi. L’iter progettato dal Consiglio nazionale prevede, dopo questa riunione, lo svolgimento dell’Assemblea Nazionale elettiva, il 14 e 15 giugno, per rinnovare i vertici nazionali dell’associazione quindi il rinvio al periodo ottobre 2008 - gennaio 2009 delle assemblee elettive territoriali. La novità di rilievo è quindi lo spostamento delle elezioni dei Comitati regionali e provinciali dalla prossima primavera, come era programmato da tempo, all’autunno e, soprattutto, dopo l’elezione degli organismi nazionali inver-

tendo il cammino tradizionale. Ma anche questa proposta non è ancora definitiva perché alcuni consiglieri nazionali hanno avanzato una richiesta alternativa che sarà discussa nella riunione della Presidenza Nazionale in programma il 16 gennaio. Queste incertezze nazionali si ripercuotono inevitabilmente sulle decisioni del nostro Comitato che aveva già fissato per domenica 2 marzo l’assemblea elettiva, appuntamento che ora rischia di essere dedicato solamente all’approvazione del bilancio consuntivo mentre le società sportive dovranno attendere fino al prossimo autunno per eleggere presidente e consiglio del CSI di Vallecamonica. Un rinvio che provoca anche alcuni problemi organizzativi con il Consiglio in carica impegnato a programmare la prossima stagione sportiva che, già in pieno svolgimento, sarà poi gestita dai nuovi organismi direttivi. Per il momento, in attesa di novità dalle strutture nazionali, il CSI di Vallecamonica ha confermato l’Assemblea del prossimo 2 marzo a Breno, per approvare il conto consuntivo 2007 e svolgere le consuete verifiche dell’attività in corso, salvo diverse indicazioni che saranno rese note tempestivamente alle società sportive. L’incontro del Consiglio di Comitato, nonostante questo futuro ancora nebuloso, è stato utile per avere un quadro più preciso delle disponibilità degli attuali consiglieri a proseguire nel proprio impegno anche nel quadriennio 20082011. Rispetto al velato pessimismo degli incontri precedenti si intravede la voglia di impegnarsi per proseguire nella strada intrapresa dal Comitato camuno negli ultimi anni. Ad alcune dolorose e sofferte rinunce a proseguire nell’impegno all’interno 17 gennaio 2008


11 dell’associazione per svariati motivi si affiancano una serie di conferme ed alcune nuove adesioni al progetto del prossimo CSI. Anche chi non se la sente di ripresentare la propria candidatura o chi vede ridotto il tempo a disposizione del CSI ha garantito comunque, in forme differenti, la partecipazione alla vita associativa. Se l’Assemblea elettiva, come sembra probabile, sarà rinviata all’autunno ci sarà modo per approfondire ulteriormente queste disponibilità e, soprattutto, cercare nuove adesioni. A questo proposito è stato confermata la riunione della Consulta dei Presidenti, in programma nel pomeriggio di sabato 2 febbraio, per discutere delle novità nazionali ma, soprattutto, per parlare ancora una volta del futuro del CSI camuno. È compito dell’Associazione chiarire in questi mesi le candi-

dature alla carica di presidente e di direzione delle principali aree di attività per dare consistenza alle disponibilità dei singoli.

Il calcio rassegnato allo "spezzatino" tv Lo chiamano “calcio spezzatino” ed è la pietanza che la Lega di serie A e B sta pensando di servire alle famiglie italiane per l’intero fine settimana, dalla merenda del sabato alla cena della domenica. Si tratterebbe, in pratica, di sfalsare ulteriormente gli orari della partite, scaglionandole una dopo l’altra, dagli anticipi del sabato, pomeriggio e sera, al tourbillon della domenica, con fischio di inizio alle 13, alle 15, alle 17.30 e alle 21. Il fine è chiaro: fare in modo che il tifoso si possa abbrutire davanti alla pay-tv seguendo quattro o cinque partite di fila, anche quelle che non sono della sua squadra del cuore, facendo incassare più soldi alle emittenti e quindi più diritti al calcio. «Il calcio spezzatino dicono gli strateghi del pallone - è l’unica soluzione per mantenere inalterate certe risorse finanziarie». Risorse, possiamo scommetterci, indispensabili per continuare ad impinguare i conti correnti di giocatori, procuratori e mediatori. Che possa esistere un’altra strada, ovvero riportare il mondo del calcio con i piedi per terra, razionalizzando le spese, adeguando le uscite alle entrate, accorciando la distanza che ormai separa l’Italia reale dall’Italia del pallone, tutto questo neanche 17 gennaio 2008

passa per la mente. Pochi giorni fa, ricevendo in udienza la serie D, Benedetto XVI ha chiesto: «Possa il gioco del calcio essere sempre più veicolo di educazione ai valori dell’onestà, della solidarietà e della fraternità, specialmente tra le giovani generazioni». La voglia di “spezzatino” procede in direzione davvero opposta, asservendo la voglia di sport attivo a quella di sport passivo, accentuando la commercializzazione e la spettacolarizzazione che sono all’origine della rinuncia ai valori, e soprattutto tentando di occupare con invadente e totalizzante arroganza il tempo della festa, «rubandola» ai giovani e alle famiglie. Se, infatti, la festa è svuotata del suo oggetto primario, la gioia di vivere la creaturalità e la relazione, se è derubata della sua ragione d’essere, se perde la sua identità di festa, se non è più spazio di gratuità e di riflessione, se tradisce infine la sua dimensione di spiritualità e si appiattisce su caratteristiche di consumo, analogamente al tempo feriale, non esaudisce il suo fine nel complessivo desiderio umano. Edio Costantini – Presidente Nazionale CSI


12

I giochi polisportivi di Breno e Borno La terza giornata di calendario per la nostra categoria ha previsto per domenica 16/12 lo svolgimento di giochi polivalenti in alternativa alla classica partitella. Certo è che i bimbi, già dimezzati dall’influenza che ha colpito “alla pari” le due squadre (4 su 10 per il Breno e 4 su 11 per il Borno) non si sono lasciati scoraggiare dalle novità dei giochi peraltro provati una sola volta e solo da alcuni di loro. Si è passati da una “palla che scotta” (e quanto scottava!), a “prendi la palla”, per poi farsi acchiappare da una “palla tocco” ed infine a cercare di “arraffare” quanti più oggetti era possibile. Che dire: certamente tanto divertimento, una sana competizione (che non guasta) e soprattutto tanta voglia di stare insieme, tant’è che per l’ultimo gioco la scelta delle allenatrici di “mischiare” le squadre ha trovato una completa approvazione tra le piccole. Risultato raggiunto!

Dimenticavo tutto è stato completato da una lauta merenda “fatta in casa”… Credo che basti per il mio primo articolo! Grazie a tutti.

Daniela - G.S.O. Breno

Un partita particolare La simpatica sfida delle giovani pallavoliste di Edolo alle loro mamme Era una sera di dicembre, il 21 per l’esattezza. Ad un certo punto nella palestra di Edolo successe

l’incredibile… Tu non ti impegni abbastanza! Oggi non hai giocato bene! Devi ascoltare quello che ti dico! L’allenatore non ti fa giocare abbastanza! Quante frasi di questo tipo abbiamo rivolto ai nostri figli trasportati dal troppo entusiasmo ma in questo freddo venerdì di dicembre le figlie hanno lanciato il guanto di sfida alle mamme: “Adesso basta! Provate anche voi a giocare a pallavolo e così vedrete che non è facile come sembra”. Fu così che il 21 dicembre 2007 si presentarono in 17 gennaio 2008


13 campo le seguenti formazioni: Mamme – Antonella, Stefania, Chiara, Mirella, Luciana e Federica; Figlie (Under 14 Tre Più Costruzioni) – Cinzia, Alice, Pamela, Ilenia, Brunella, Chiara, Chiara, Elisa, Giulia, Annalisa; Arbitro – Sig. Paolo di Edolo. Fin dalle prime battute si era capito che per le povere mamme, mancando di una adeguata preparazione tecnica, non ci sarebbe stato niente da fare, infatti il

primo set terminava con un poco onorevole 25:7 per le figlie. Nel secondo set intervenivano in aiuto delle mamme alcuni papà e, forse intimorite da questo, le figlie perdevano il set per 25:23. Nel terzo set le figlie prendevano le misure anche ai papà e vincevano per 25:18. A conclusione della serata le mamme si sono riscattate offrendo un lauto rinfresco a tutti i presenti. Speriamo in futuro ad assistere ad altre iniziative come questa e, perché no, organizzare un torneo delle mamme al termine del campionato!

Grazie per l'accoglienza Il ringraziamento della Polisportiva Gratacasolo a tutte le società e responsabili delle squadre del campionato juniores di calcio Tutti i responsabile delle squadre calcio Juniores a sette, ricorderanno che all’inizio del campionato era stato chiesto a loro di poterci accettare nonostante la nostra squadra per vicissitudini che non sto a ricordare, si fosse iscritta al campionato con notevole ritardo. Voglio precisare che ho avuto da parte loro la massima disponibilità ad accettare la nostra squadra e di conseguenza anche gli spostamenti del calendario che questa nostra partecipazione ha portato. Grazie davvero da parte di tutta la Polisportiva di Gratacasolo, questo Vostro gesto, ci ha permesso di poter far fare attività ad una decina di Ragazzi che altrimenti non avrebbero avuto modo di svolgere.

E’ finito il girone di andata, abbiamo racimolato sei punti in classifica ma, come sanno tutti quelli che conoscono la nostra associazione, questo per noi non è importante, per noi è fondamentale avere un gruppo di ragazzi che si è consolidato e va avanti a praticare lo sport rispettando i valori del CSI che la nostra associazione ha fatto suoi. Infine voglio far presente che fin dall’inizio campionato, abbiamo davvero riscontrato da parte di tutte le squadre uno spirito davvero costruttivo e sportivo. Un grazie a tutti ma ad esempio, potrei ringraziare in particolar modo il Gruppo sportivo della Sacca, oppure il gruppo sportivo di Erbanno che si sono resi disponibili per far si che la partita di calcio fosse un puro divertimento per tutti. Concludo queste due righe augurando da parte della Polisportiva Gratacasolo un sereno Natale a tutti e un anno nuovo che porti entusiasmo e felicità a tutti. Il Responsabile della Polisportiva Gratacasolo

Il Consiglio di Comitato la commissione calcio il gruppo arbitri di calcio porgono le loro condoglianze a Bortolo Menolfi per la morte della madre

17 gennaio 2008


14

Sport in festa 2008 Scadono il 26 gennaio le adesioni di massima al meeting regionale polisportivo in programma a Sirmione dal 24 al 26 aprile per le categorie Under 10 e Ragazzi di calcio, pallavolo, pallacanestro e atletica La Presidenza Regionale del CSI e la Commissione Regionale Meeting Sportivi, Fres-Sport, Polisportivo hanno definito il programma di massima dello Sport In Festa 2008, Meeting Polisportivo Giovanile in programma a Sirmione e dintorni dal 24 al 26 aprile 2008. All’appuntamento partecipano le formazioni maschili e femminili di calcio, pallavolo e pallacanestro delle categorie Under 10 (atleti nati negli anni 1997/98/99) e Ragazzi (atleti nati negli anni 1994/95/96). A questi si aggiungono, ed è la novità dell’edizione 2008, le società giovanili di atletica delle categorie Promozionale (1999/200), Esordienti (1997/98), Ragazzi (1995/96) e Cadetti (1993/94). Sulla partecipazione degli atleti non è stato fissato un limite massimo e minimo per la categoria Under 10 mentre le altre categorie potranno portare al massimo 12 atleti. Le squadre che intendono partecipare al Meeting regionale devono rivolgersi al Comitato CSI di Vallecamonica e trasmettere l’apposito modulo dell’adesione di massima entro il 26 gennaio 2008. L’adesione di massima dovrà essere accompagnata da un deposito cauzionale di euro 100 per ogni squadra. La conferma della partecipazione sarà comunicata dopo l’esame delle pre-iscrizioni tenendo conto di eventuali criteri selettivi. Le iscri-

zioni definitive dovranno essere accompagnate da un anticipo pari al 50% della quota di partecipazione degli atleti e accompagnatori iscritti da versare alla Presidenza regionale attraverso il Comitato del CSI di Vallecamonica. Il termine per l’iscrizione definitiva è stato fissato nel 29 febbraio 2008. Per eventuali chiarimenti potete contattare Diego Cell 3202529092 dopo le 19.00/19.30 oppure via e-mail eventi@csi. lombardia.it.

Teatro a Malegno "Alteriamo" la manifestazione promossa da Casa Giona prosegue sabato 19 gennaio Dopo lo spettacolo teatrale sulla drammatica storia delle madri di Plaza de Mayo dei desaparecidos argentini “Por Algo Serà”, messo in scena la scorsa settimana dal teatro del Giuntolo, l’iniziativa “Alteriamo, aspettando abbracciamolo 2008” prosegue con un’altra proposta teatrale. La manifestazione organizzata dal Centro Casa Giona di Breno, in collaborazione con la Commissione politiche giovanili del comune di Malegno, ha in programma, sabato 19 gennaio l’atto unico “Campo santo”. Il monologo dell’attore Davide Pini Carenzi è liberamente ispirato

al libro “Un mondo a parte” di Gustaw Herling, racconto dell’esperienza dell’autore in un lager sovietico. “Quattro uomini e una donna raccontano cosa sono costretti a fare nell’inferno di un lager sovietico; sono persone che cercano una via di scampo, che si abituano alla legge del più forte, che desiderano la vita tanto quanto la morte. Sono persone già morte, una sola esce dall’inferno e può raccontare tutta la verità”. Lo spettacolo, in programma alle ore 21 e con ingresso libero, è ospitato nel Museo le Fudine di Malegno. 17 gennaio 2008


15

Il Fantathlon della pace Una settantina di bambini e tanti genitori per la festa degli under 8 ospitata dell'Oratorio di Angolo Terme e dedicata al tema della pace vissuta in famiglia Festa Fantathlon carica di significati quella organizzata da Angolo Terme dal CSI di Vallecamonica in collaborazione con l’Unione Sportiva Oratorio Angolo; innanzitutto è stato uno degli appuntamenti previsti nel calendario della categoria under 8 e programmati nella sosta degli incontri di calcio e minivolley. La festa del CSI è stata poi l’occasione per l’Oratorio di Angolo di festeggiare il beato Giuseppe Tovini al quale è intitolata la struttura parrocchiale del paese. Per i bambini di Angolo di prima e seconda elementare l’appuntamento del CSI è stato inserito nel nuovo cammino di iniziazione cristiana; la festa vissuta all’oratorio insieme ai propri genitori è una delle novità proposte dal nuovo modo di proporre il catechismo nella nostra diocesi. Infine il nel pomeriggio di giochi si è ricordato il tema della pace vissuta in famiglia e la presenza di tanti genitori è stata una buona occasione per promuovere questo argomento di riflessione proposto dalla Chiesa cattolica. Con

17 gennaio 2008

contenuti così importanti la festa doveva essere all’altezza e così è stato; forse un qualcosa in più ci si aspettava nella partecipazione delle società iscritte all’attività polisportiva dell’Under 8. A rispondere all’invito del CSI per la festa fantathlon sono state le formazioni dell’U.S. Malegno, della Polisportiva Gratacasolo e del G.S.O. Breno, a questi atleti del CSI si sono aggiunti una quarantina di bambini di Angolo Terme per il loro “speciale” incontro di catechismo. Ad accoglierli nella palestra comunale di Angolo Terme nel primo pomeriggio una decina di animatori del paese e il mini staff Fantathlon del CSI


16

che, in mattinata, ha predisposto i tre giochi previsti per la prima parte della festa. I settanta bambini partecipanti, suddivisi in sei squadre contrassegnate dalla bandiera di altrettante nazioni europee, si sono cimentati nei giochi con il solito entusiasmo dei fan-

sui campi di calcio e nelle palestre nel corso della stagione. Colorati, addobbati e scritti con fantasia i vessilli di pace le squadre, con un sostanzioso seguito di genitori, hanno lasciato la palestra per raggiungere l’oratorio e quindi la seconda parte della festa. Il trasferimento passando per le vie del centro storico di Angolo è stata probabilmente la parte più coinvolgente della manifestazione con le squadre che, animate dai propri accompagnatori, hanno riempito l’aria di simpatici slogan e canti. Un dolcetto all’ingresso dell’oratorio, come segno di benvenuto, poi di corsa nei due laboratori predisposti dagli organizzatori. Una parte dei bambini è salita nel salone parrocchiale per giocare con le bravissime animatrici dell’Associazione “La fabbrica dei suoni” che hanno allestito un laboratorio musicale davvero divertente e coinvolgente. Usando strumenti musicali improvvisati (mestoli in legno, coperchi, scatole,..) testati per la prima volta dai bambini del CSI, le due animatrici hanno fatto giocare i bambini proponendo una serie di capitoli per far scoprire ai fantatleti la bellezza della musica. Grande divertimento per i partecipanti ma altrettanta soddisfazione per le componenti della “Fabbrica dei suoni” che hanno trovato bambini coinvolti nel laboratorio e, soprattutto, con un senso del ritmo

tatleti di questa età. Seguendo il tema della pace le squadre hanno affrontato il gioco “Accordiamoci”, un tortuoso percorso a passando passerelle precarie, scavalcando ostacoli e tappeti, scalando spalliere, il tutto rigorosamente allacciati in un’allegra cordata. Nella “Famiglia ABC” obbiettivo dei partecipanti è raccogliere delle lettere per formare una frase sul tema della pace; raccolta, naturalmente, resa difficoltosa da vari ostacoli disseminati lungo il percorso e soprattutto da un tiro al bersaglio per raccogliere le lettere indispensabili alla formulazione della frase finale. Superate queste due prove i bambini si sono recati nell’improvvisato laboratorio allestito sulle gradinate della palestra per creare la bandiera della pace da usare nella sfilata prevista dagli organizzatori e, per i partecipanti all’attività del CSI, da portare poi 17 gennaio 2008


17 rium è stata affidata al parroco don Fausto Gregori che ha ringraziato i bambini e, soprattutto, i genitori per aver animato un pomeriggio così bello. Il parroco ha poi ricordato il tema della festa leggendo le frasi elaborate dalle squadre invitando tutti ad alzarsi in piedi per scambiarsi un abbraccio di pace. La merenda offerta dall’Unione Sportiva e i saluti hanno messo la parola fine alla festa Fantathlon e dato appuntamento, per gli atleti del CSI, al prossimo appuntamento nella piscina di Darfo dove domenica 20 gennaio sono in

inaspettato. Mentre all’ultimo piano dell’oratorio si suona e si balla in un’altra stanza la giovane artista di Angolo Nadia Gozzi era all’opera insieme ai fantatleti per produrre i quadretti della pace nel laboratorio della creta. Seguendo il tema della giornata i bambini, dopo una breve introduzione dell’animatrice, hanno

manipolato la creta per creare un quadrato illuminato dai colori dell’arcobaleno, scelto come simbolo della pace. Con grande disponibilità Nadia, già impegnata nei laboratori allestiti all’interno dell’expo “Il paese dei balocchi”, ha fatto cuocere nel proprio forno le opere d’arte prodotte nella festa fantathlon per dare così ai partecipanti un ricordo duraturo del pomeriggi trascorso all’oratorio di Angolo. Anche per lei l’esperienza, nonostante i tempi ristretti e il numero consistente di partecipanti, è stata coinvolgente con la scoperta piacevole del tipo di attività proposta per più piccoli dal CSI. La chiusura dell’appuntamento di Angolo, sforato di una mezz’oretta oltre l’orario previsto, con tutti i partecipanti raccolti nell’audito17 gennaio 2008


18

Sci debutto rinviato Una fitta nevicata e la troppa neve sulla pista sono le cause del rinvio della prima prova del campionato di sci alpino 2008; per lo sci di fondo invece si parte da Ponte di Legno domenica 3 febbraio Se lo scorso anno la mancanza di neve aveva tormentato il campionato di sci organizzato dal CSI di Vallecamonica la stagione 2008 si apre con un rinvio per il motivo diametralmente opposto. Al Passo del Tonale infatti la troppa neve caduta, e i disagi al traffico causati da una fitta nevicata, hanno infatti costretto gli animatori dello Sci Cai Edolo ad annullare la prima gara del circuito di sci alpino del CSI in programma sulla pista Serodine. Il consistente manto nevoso e il maltempo mettevano in pericolo la sicurezza degli atleti e quindi la commissione tecnica ha rinviato l’inizio del campionato a domenica 20 gennaio con lo slalom gigante organizzato dallo sci Club Pisogne. L’appuntamento per gli sciatori del CSI è sulla pista Col de Serf a Borno dove si disputerà la prima edizione del Memorial Domenica Casari; il programma della manifestazione prevede l’apertura degli impianti alle ore 7,30, un orario che permette ai concorrenti una ricognizione del tracciato, quindi la consegna dai pettorali presso l’Hotel Valle d’Oro dalle ore 7,45 alle ore 8,30 mentre il via alla gara sarà dato alle ore 9,30. Lo slalom gigante, lungo 1420 metri, parte da quota 1580 per arrivare a quota 1290 dove è situato lo striscione d’arrivo; gli organizzatori dello Sci Club Pisogne hanno messo in palio numerosi premi per le categorie giovanili, per le prime tre società classificate e un gadget per tutti i partecipanti. La Commissione tecnica sci, sperando di poter dare il via alla stagione dello sci alpino domenica 20 gennaio, ripropone l’esperienza dello sci nordico avvalendosi della preziosa collaborazione dello Sci Club Darfo e della Polisportiva disabili Valcamonica. Come nella passata stagione, che ha segnato il ritorno dello sci di fondo tra le attività del CSI camuno

dopo un’assenza durata alcuni decenni, l’attività dello sci nordico ha proposto come introduzione il corso organizzato sulla pista nazionale di Schilpario dallo Sci club Darfo. Un’esperienza che ha raccolto parecchie adesioni ed è stata possibile realizzare grazie alla disponibilità dell’impianto della Valle di Scalve già nel mese di dicembre. Per il campionato 2008 la commissione raddoppia gli appuntamenti programmando due prove; la gara d’esordio è in calendario domenica 3 febbraio sulla pista di S. Apollonia a Pontedilegno con partenza alle ore 9,30. La seconda gara della stagione si svolgerà invece sabato 16 febbraio alle ore 15 sulla pista di Schilpario. L’iscrizione alle gare è gratuita salvo l’obbligo del tesseramento al CSI (costo della tessera € 8,00), con copertura assicurativa compresa; le iscrizioni e il tesseramento al CSI potranno essere effettuati anche prima delle due prove in calendario. Per ulteriori informazioni e iscrizioni ci si può rivolgere alla segreteria del CSI di Vallecamonica, allo Sci Club Darfo Boario (tel. 333/6713245) oppure alla Polisportiva disabili Valcamonica (tel. 0364/533791)

17 gennaio 2008


19

Incontri per Arbitri e Presidenti Due iniziative del CSI di Vallecamonica all'inizio di Febbraio per discutere con arbitri e Presidenti di società il futuro dell'associazione ARBITRI DI CALCIO – UN APPELLO… Prima della ripresa dei campionati di calcio gli arbitri sono chiamati ad un incontro di verifica ed aggiornamento che si terrà venerdì 1 febbraio alle ore 20.30 presso la sede del CSI a Plemo di Esine. Come noto l’attività calcistica del CSI Vallecamonica sta patendo un preoccupante carenza di arbitri che ci obbligherà ad affidare ai dirigenti la direzione di una parte degli oltre 100 incontri settimanali in programma alla prossima ripresa dei campionati. Si tratta di un’emergenza che da qualche anno si sta cercando di fronteggiare con la formazione di nuove leve e con una migliore la distribuzione degli impegni. Anche la scelta di affidare il compito di direzione degli incontri ai dirigenti non ha al momento prodotto i frutti aspettati, ovvero lo stimolo per alcuni volontari a qualificarsi per questo importante ruolo associativo. Il corso di formazione avviato da qualche settimana vede solo una mezza dozzina di candidati (chi fosse interessato è comunque ancora in tempo ad iscriversi - ndr). Per affrontare al meglio la seconda parte dei campionati è necessario che tutti gli arbitri in attività (o che desiderano riprenderla) si incontrino e confrontino sia sul piano organizzativo che tecnico/regolamentare. Venerdì 1 febbraio sarà anche l’occasione per ritirare la nuova divisa arbitrale. Non mancate! PROGRAMMA: Venerdì 1 febbraio 2008 – Sede del CSI a Plemo di Esine (via San Martino, 44) Dalle 20.30 alle 21.00:Arbitri per passione: confronto sul ruolo associativo del direttore di gara Dalle 21.00 alle 22.00: In campo: l’importanza dell’organizzazione e della preparazione tecnica Al termine dell’incontro verranno consegnate le nuove divise di gioco C.S.INCONTRO La storpiatura della sigla C.S.I. del titolo è un ulteriore tentativo di richiamare l’attenzione su un importante incontro a cui sono invitati tutti dirigenti sportivi delle associazioni affiliate al Centro Sportivo Italiano di Vallecamonica che si terrà nel pomeriggio 17 gennaio 2008

di sabato 2 febbraio a Plemo di Esine. Sono molti i temi affrontati in questi incontri per cercare di rispondere alle variegate esigenze che una pratica sportiva attenta ai bisogni delle persone pone in essere. Più volte abbiamo rilevato la dispersione dei valori fondamentali che dovrebbero contraddistinguere le nostre proposte sportive e convenuto sulla necessità di recuperarli al più pesto interrogandoci sulle possibili cause ed azioni correttive da intraprendere. C’è però un presupposto per rendere significativa una qualsiasi iniziativa volta a risolvere anche la più “semplice” delle esigenze ed è la partecipazione. Intervenire personalmente nelle gestione delle attività del CSI anche a “livello di comitato” è un dovere per chiunque intenda svolgere responsabilmente e fino in fondo il proprio compito di operatore/promotore sportivo. Dedicheremo la prima parte dell’incontro di sabato 2 febbraio alla valutazione del ruolo delle Associazioni Sportive Dilettantistiche nel sistema sportivo italiano considerando gli adempimenti, le opportunità e le aspettative dell’operare nel complesso contesto sociale che stiamo vivendo. Vedremo in pratica anche le procedure per il riconoscimento delle ASD da parte del CONI e dello stato (Registro Nazionale delle Associazioni di promozione sociale).Nella seconda parte del pomeriggio valuteremo invece alcune delle problematiche riscontrate nel svolgere le attività


20 promosse dal CSI cercando di delineare le opportune azioni da intraprendere per risolverle; azioni che necessiteranno della disponibilità di persone disposte ad assumersi incarichi dirigenziali ed operativi anche negli organismi associativi della struttura territoriale (comitato). L’incontro si concluderà con un momento conviviale in pizzeria. PROGRAMMA: C.S.Incontro – Sabato 2 febbraio 2008 – Sede del CSI a Plemo di Esine (via San Martino, 44) Dalle 14.30 alle 15.30: Il ruolo delle Associazioni Sportive Dilettantistiche nel sistema sportivo italiano: adempimenti, opportunità ed aspettative - Descrizione delle procedure per ottenere il riconoscimento del CONI e dello Stato. Dalle 15.30 alle 18.30: Le attività proposte dal Centro

Sportivo Italiano: contenuti, organizzazione e risultati. Il rinnovo degli organismi Associativi: prospettive e disponibilità Ore 19.00: Pizza in compagnia.

Gratacasolo medaglia di bronzo Per i pongisti camuni inizia con un terzo posto di società e quattro vittorie individuali il circuito regionale di tennistavolo del CSI Lombardia Parte con il piede giusto il Trofeo Lombardia di tennistavolo organizzato dal CSI regionale; la prima prova del circuito in programma a Ripalta Cremasca ha infatti registrato la partecipazione di diciotto società sportive e di oltre 240 atleti. Tra questi corposa il gruppo di pongisti del CSI di Vallecamonica; oltre 50 gli atleti camuni iscritti in rappresentanza delle società sportive di Gratacasolo, Ossimo, Piancamuno, Artogne e Breno. Il numero consistente di iscritti ha costretto gli organizzatori a modificare il programma della manifestazione riducendo da tre a cinque i set negli incontri di qualificazione per cercare di guadagnare tempo e rispettare il programma della gara. Dalla trasferta a Ripalta Cremasca le società sportive del CSI camuno ritornano con quattro vittorie individuali e il terzo posto finale tra i gruppi sportivi ottenuto dalla Polisportiva Gratacasolo; i successi di giornata sono tutti femminili ed ottenuti dalle pongiste di Gratacasolo. Doppietta nella categoria allieve con Chiara Castellanelli e Elisa Milesi, quarto posto per Giada Ramazzini (Piancamuno), e nella prova riservata alle senior grazie a Barbara Poiatti ed Elisa Zigliani. Gli altri due primi posti ottenuti dalla formazione diretta da Silvano Castellanelli sono arrivati nella categoria Juniores, dove si è imposta Alice Catotti con la compagna di squadra Alessia

Castellanelli in quarta posizione, e nella prova della categoria Fitet femminile grazie a Sabrina Bontempi. Tra gli altri piazzamenti ottenuti dagli atleti del CSI di Vallecamonica da segnalare il 5° e 6° posto di Davide Tonsi (Gratacasolo) e Andrea Di Gaetano (Piancamuno) negli Juniores, il 3° e 4° posto delle Giovanissime di Gratacasolo Marzia Spatti e Lisa Rinaldi, l’ottava e nona posizione dei pongisti di Artogne Daniele Ravelli e Alessandro Domenighini nella prova della categoria seniores, il sesto e settimo posto rispettivamente di Massimo Ravelli (Ossimo) e Pietro Romele (Gratacasolo) nelle categorie Fitet A e B. Nella graduatoria di società non è sfuggito il primo posto ai padroni di casa del G.S. Ripalta Cremasca che hanno preceduto la formazione mantovano dello Sterilgarda Castel Goffredo e, sul gradino più basso del podio, la Polisportiva Gratacasolo. Le alra compagini camune hanno ottenuto nella prova d’esordio regionale la sesta piazza con la Polisportiva Piancamuno, seguita dai Tulipani Caricati (13° posto), G.S.O. Breno (14°) e Polisportiva Ossimo (15°). Il circuito regionale riservato alla zona B del Trofeo Lombardia di tennistavolo prosegue con la seconda prova in programma a Montichiari presso il Palageorge domenica 20 gennaio. 17 gennaio 2008


21

Commissione Tecnica Pallavolo Comunicato n° 7 del 14 gennaio 2008 ALLIEVE

JUNIORES

GIRONE UNICO

GIRONE UNICO

Risultati 7ª Giornata

Falegnameria Bontempi CG Rogno DU.ECO Pol. Ossimo Volley Vallecamonica G.S.O. Breno

L’aquilone Bienno BECA Malegno AIDO YOUNG L’aquilone Bienno A Arcobaleno Blu

3 0 0 0 3

-

0 3 3 3 1

G 7 6 6 6 7 7 6 7 6 6 6

V 7 4 5 4 4 3 3 2 2 1 0

P 0 2 1 2 3 4 3 5 4 5 6

N 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0

F 21 14 15 13 15 13 11 11 9 3 1

S 0 7 9 9 13 14 12 15 13 16 18

PR 525 475 504 491 578 571 514 470 437 291 238

PS 272 387 491 432 571 548 482 526 455 462 468

SPOSTAMENTI GARA: Si autorizza lo spostamento della gara tra Volley Vallecamonica - G S Breno del 20/01/2008 al 17/01/2008 alle ore 20,30 a Breno. Si comunica lo spostamento della gara n 1841 tra Aquilone Bienno - Capo di Ponte del 27/01/2008 a Berzo al 27/01/2008 a Capo di Ponte alle ore 17,30.

ATTENZIONE Da lunedì 21 gennaio sono in pagamento, presso la segreteria, i rimborsi degli arbitri di pallavolo della prima parte del campionato

17 gennaio 2008

La Piadina Cogno Nostrani Trasporti AIDO Gso San Zenone GS Darfo RI-NUOVA

US Sellero Novelle Autofficina Troletti Tre Più Costruzioni ESEA 2 G Cividate C. Oratorio Malegno

1 3 1 3 3

-

3 1 3 1 1

CLASSIFICA

CLASSIFICA Squadra P.ti BECA Malegno 21 L’aquilone Bienno A 13 Faleg. Bontempi 13 Asc Capo di Ponte 11 Arcobaleno Blu 11 Volley Vallecamonica 10 G.S.O. Breno 8 AIDO YOUNG 8 CG Rogno Du.Eco 7 Pol. Ossimo 3 L’aquilone Bienno 0

Risultati 7ª Giornata

Squadra P.ti US Sellero Novelle 18 Oratorio Malegno 16 Tre Più Costruzioni 14 Nostrani Trasporti 12 GS Darfo 10 Esea 2 G Cividate C. 9 Ristorante al Ponte 8 RI-NUOVA 7 Gso San Zenone 6 La Piadina Cogno 5 Autofficina Troletti 0

G 6 7 6 7 6 7 6 6 6 7 6

V 6 6 5 4 4 3 2 2 2 1 0

P 0 1 1 3 2 4 4 4 4 6 6

N 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0

F 18 19 17 15 14 11 11 10 11 9 3

S 4 9 8 13 11 15 14 13 15 18 18

PR 534 631 554 585 550 548 524 487 566 543 439

PS 407 577 487 605 525 599 539 519 580 620 503

SPOSTAMENTI GARA: Si autorizza lo spostamento della gara n 1755 tra US Sellero - San Zenone del 19/01/2008 a Sellero al 16/01/2008 a Sellero alle ore 19,00.


22 CLASSIFICA

MISTA AMATORI GIRONE UNICO

Risultati 3ª Giornata Polisp. Gratacasolo

EURO Bar Cedegolo

Bar Gelat. Roby e Raffy Publidecor Cedegolo R.G. 76 ACI Soardi-Sloppy Giori Pol. Cividatese

EUROCALOR Pisogne 3 - 0 EURO Bar Cedegolo 2 - 3 Agroalim. Pasini Sub Judice Pastic.Rota Ponte di Legno 3 - 0 Polisp. Gratacasolo 3 - 2

Risultati 7ª Giornata

1 - 3

CLASSIFICA Squadra P.ti Euro Bar Cedegolo 20 Agroalim. Pasini 16 Publidecor Cedegolo 14 R.G. 76 13 Bar Roby e Raffy 12 Pol. Cividatese 11 Polisp. Gratacasolo 8 Aci Soardi-Sloppy 3 Past.Rota Ponte di L. 3 Eurocalor Pisogne 2

G 7 6 7 6 7 7 7 7 7 7

V 7 6 4 4 4 4 2 1 1 1

P 0 0 3 2 3 3 5 6 6 6

N 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0

F 21 18 16 15 13 15 14 5 5 6

S 5 6 10 8 10 13 18 18 20 20

PR 629 552 559 523 520 567 674 402 436 480

PS 469 423 514 451 477 588 695 528 587 610

OPEN FEMMINILE

Squadra P.ti Autoscuola Christian 19 FD Costruzioni Ed. 19 Ferrari Serramenti 19 GSO Piamborno 17 Acconciature Luigi 13 Concess. Olivetti 13 Piali Comm Rottami 10 Berzo Sellero 7 CG Rogno D&D 2000 7 Pol. Gratacasolo 7 GS Darfo 7 Tre Più Costruzioni 7 Bar Merice Malonno 6 Tinteg. RC Cimbergo 6 Polisportiva Gianico 5 Archeopark Boario 3

CG Rogno D&D 2000 Berzo Sellero Polisportiva Gianico Concess. Olivetti Ferrari Serramenti Corna F.LLI Piali Comm Rottami Autoscuola Christian GSO Piamborno

Bar Merice Malonno Acconciature Luigi Archeopark Boario T. Pol. Gratacasolo GS Darfo FD Costruzioni Edili Tre Più Costruzioni Tinteg. RC Cimbergo

3 0 3 3 3 0 3 3

-

2 3 2 2 1 3 0 0

V 7 7 6 6 4 4 3 2 2 2 2 3 2 2 2 1

P 0 0 1 1 2 3 4 5 5 5 5 4 5 5 5 5

N 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0

F 21 21 20 20 15 17 11 11 12 11 11 10 10 9 7 9

S 4 7 8 7 6 14 14 16 18 18 18 17 17 17 17 17

PR 593 645 654 596 492 688 508 595 643 580 615 504 515 533 428 514

PS 413 532 557 467 430 661 538 597 666 633 625 596 605 591 581 611

SPOSTAMENTI GARA: Si autorizza lo spostamento della gara n 1491 tra Berzo Sellero - Cimbergo del 14/02/2008 a Sellero al 12/02/2008 a Sellero alle ore 20,30. Si autorizza lo spostamento della gara n 1468 tra Pol. Gratacasolo - Tinteggiature RC Cimbergo del 27/01/2008 al 23/01/2008 a Gratacasolo alle ore 21,00. Si autorizza lo spostamento della gara n 1489 tra Pol. Gratacasolo - Berzo Sellero del 10/02/2008 a Gratacasolo a data da destinarsi.

GIRONE UNICO

Risultati 7ª Giornata

G 7 7 7 7 6 7 7 7 7 7 7 7 7 7 7 6

OPEN MISTA GIRONE UNICO

Risultati 7ª Giornata Gelatando Niardo Volley U.S. Malonno

Polisportiva Gianico GSO Piamborno Punto Sport

3 - 2 3 - 1 1 - 3

CLASSIFICA Squadra P.ti Punto Sport 17 Gelatando 17 Er. Bellini Stefano 14 Niardo Volley 11 Gastronomia Sedani 10 U.S. Malonno 8 Polisportiva Gianico 3 GSO Piamborno 1

G 7 7 6 7 6 7 7 7

V 6 6 5 3 3 3 1 0

P 1 1 1 4 3 4 6 7

N 0 0 0 0 0 0 0 0

F 20 20 15 15 14 12 7 6

S 8 10 8 14 12 16 20 21

PR 638 669 530 587 545 566 495 535

PS 560 571 424 601 536 630 631 612

SPOSTAMENTI GARA: Si autorizza lo spostamento della gara n 1295 tra Gastronomia Sedani - Eredi Bellini Stefano del 13/01/2008 a data da destinarsi. 17 gennaio 2008


23

Commissione Tecnica Bocce Comunicato n° 6 del 14 gennaio Trofeo Orologeria - Ottica Nodari Piamborno

I risultati Partita Seg.Demarie Cimbergo B – Casa Scarpa Edolo Martinazzoli Macc. Esine A – Gratacasolo C Pizz. Astra Edolo – Auto Mores. Malonno S. Giulia – Martinazzoli Macchine Esine B Gratacasolo B – U.I.S.P. Valgrigna A Seg.Demarie Cimbergo A – Pizzeria Alpi Edolo Bar alla Fonte Cogno – U.I.S.P. Valgrigna B Gratacasolo A – A.S.D. Orat. Gorzone

Classifica 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16

Segheria De Marie Cimbergo B Auto Moreschi Malonno Bar alla fonte Cogno Pizzeria Alpi Edolo Pizzeria Astra Edolo Martinazzoli Macchine B Gratacasolo A A.S.D Oratorio D. Bosco S. Giulia Segheria De Marie Cimbergo A Casa della scarpa Edolo Martinazzoli Macchine A Gratacasolo C U.I.S.P. Valgrigna B U.I.S.P. Valgrigna A Gratacasolo B

206 202 192 195 182 184 182 170 171 158 150 155 135 135 131 128

Comunicato La giornata di campionato del 3 febbraio si giocherà il 27 gennaio perché in questa domenica è in programma la gara di Carnevale presso il bocciodromo di Rogno; le iscrizioni per la gara di Rogno del 3 febbraio devono pervenire entro il 31 gennaio. 17 gennaio 2008

Terna 12-03 12-02 07-12 12-00 12-08 04-12 12-10 12-06

Coppia 12-11 12-04 12-09 12-07 12-07 12-09 12-09 09-12

Singolo 12-06 12-02 08-12 12-03 12-05 06-12 12-02 10-12

Totale 36-20 36-08 27-33 36-10 36-20 22-33 36-21 31-30


24

Agenda CSI Giochi in piscina I giochi in piscina per le società sportive delle categorie under 8,10, 12 sono in programma presso la piscina comunale di Darfo domenica 20 gennaio 2008; la manifestazione prevede giochi in mattinata, con inizio alle ore 9.30, e nel pomeriggio con inizio alle ore 14. Tennistavolo A Rogno sabato 19 gennaio, con inizio alle ore 17.30, è in programma la seconda prova del campionato individuale di tennistavolo. La seconda prova del Trofeo Regionale di Tennis Tavolo della zona B si svolgerà presso il palazzetto dello sport di Montichiari domenica 20 gennaio 2008 anziché domenica 27 gennaio come indicato nel regolamento regionale. Sci La prima prova del campionato di sci del CSI è in calendario per domenica 20 gennaio 2008 a Borno; lo slalom gigante è organizzato dallo Sci Club Pisogne con inizio alle ore 9,30.

Direttore Responsabile: Marco Filippi Pioppi Comitato di redazione:

Giuliano Ganassi Tomaso Bottichio

Hanno collaborato: Mirko Cominini,Daniela Alfredo, Aido Artogne, Polisportiva Edolese, Polisportiva Gratacasolo. Impaginazione: Stampa:

e-mail:

Giuliano Ganassi Tipografia Camuna Breno

info@csivallecamonica.it

sito Internet: www.csivallecamonica.it

Mountain bike Venerdì 25 gennaio presso la sede di Plemo alle ore 20.30 è convocata la riunione della commissione tecnica per esaminare il calendario dei principali appuntamenti riservati agli appassionati della mountain bike in programma nella nostra zona nel 2008. Meeting polisportivo regionale Le squadre che intendono partecipare al Meeting regionale devono rivolgersi al Comitato CSI di Vallecamonica e trasmettere l’apposito modulo dell’adesione di massima entro il 26 gennaio 2008. Corsi regionali Sabato 19 gennaio con inizio alle ore 14 a Brescia, Centro Paolo VI, è in programma il corso regionale di formazione per allenatori di calcio, pallavolo e pallacanestro. Consulta dei Presidenti La riunione della Consulta dei Presidenti di società sportiva è convocata per sabato 2 febbraio alle ore 14,30 presso la sede di Plemo.

Sede di Lunedì Giovedì Venerdì Sabato

ORARI DI SEGRETERIA Gennaio Plemo dalle 20.00 alle 22.00 dalle 17.00 alle 20.00 dalle 20.00 alle 22.00 dalle 15.00 alle 18.00

Sede di Edolo Lunedì dalle 20.00

alle 21.00

CSI Vallecamonica, Via San Martino, 44 25040 Plemo di Esine (BS) Tel. 0364.466161 - 0364.466376 Fax 0364.360500 sede di Edolo c/o Oratorio, 25048 Edolo (BS) Tel. 0364.71379 17 gennaio 2008


CSI Insieme N° 14 del 17/01/2008