Page 1

Dieci giochi intorno al mondo per gli under La Supercoppa dello Iunaited Gli otto campioni di mezza del CSI A Bienno lo speed down chiude la stagione

1 Ottobre 2013


LE SOCIETÀ SPORTIVE SONO LUOGHI DI VERA ACCOGLIENZA

Per essere protagonisti di un “calciomercato al contrario”

D

on Lorenzo Milani diceva: «Se la scuola perde quelli lì (i difficili) non è più scuola. Diventa come un ospedale che cura solo la gente sana». La stessa cosa vale per le società sportive. Desiderare e accettare solo quelli “bravi, belli e buoni” è una tentazione reale. Un esempio. Francesco ha 15 anni, un’età importante e difficile. Ha la fortuna di avere fisico e talento, di essere uno di quelli che “sanno giocare alla grande”. Per lui trovare una società sportiva non è un problema, l’unica difficoltà è scegliere dove andare a giocare perché le società sportive del suo paese fanno a gara per contenderselo e per illuderlo che potrebbe diventare un campione. Claudio ha anche lui 15 anni. La stessa età importante e difficile. Solo che Claudio non è bravo a giocare ed è anche uno di quei ragazzi che rompono le scatole, che danno fastidio, che sono “maleducati”. È abituato a vedersi sbattere le porte in faccia e a sentirsi dire «no grazie, abbiamo la rosa al completo». Il problema è che cosa fare con Francesco e cosa fare con Claudio. La prevenzione è la forma più importante e significativa tanto nella sanità quanto nell’educazione. Eppure nel mondo esistono milioni di persone malate per mancanza di prevenzione, così come esistono milioni di ragazzi “non educati”. Bisogna pensare a società sportive che accolgono solo quelli “educati”, oppure a società capaci di accogliere davvero tutti, a partire da quelli che nessuno vuole?

Don Milani non avrebbe dubbi, come non li avrebbero San Filippo Neri e don Giovanni Bosco. Dubbi non li ha nemmeno il Centro Sportivo Italiano. Da sempre le sue società sportive sono luoghi di vera accoglienza, aperti a tutti. Nessuno, mettendo piede in una vera società del Csi, si sentirà dire «da noi non c’è posto» o «te ne devi andare». Sogniamo spesso che da noi vengano a giocare i ragazzi più difficili e complicati. Non perché siamo masochisti, ma perché con loro la sfida educativa diventa ancora più appassionante. Sono ragazzi che hanno la voglia di giocare di tutti gli altri, la stesso bisogno di avere qualcuno che gli voglia bene. Sono ragazzi che forse solo nello sport possono trovare la strada per seguire i veri valori della vita. Noi abbiamo la fortuna di avere allenatori e dirigenti competenti e preparati dal punto di vista tecnico e organizzativo, ma quasi sempre laureati in “traumatologia educativa”. È una laurea che non si prende in prestigiose università. È una laurea da marciapiede, da spogliatoio, conseguita con anni e anni passati a “volere bene” a ogni ragazzo, una laurea illuminata dal desiderio di seguire (nel nostro

2

piccolo) l’esempio di Gesù. Accade così che, all’inizio della stagione sportiva, tante nostre società sportive siano impegnate in una sorta di calciomercato al contrario.

Tutti cercano quelli bravi, quelli che ti cambiano una partita. Vincere piace anche a noi, e se arriva qualche ragazzo che se la cava bene siamo felicissimi. Però il colpo della stagione è andare a scovare quelli che nessuno vuole, che non giocherebbero da nessuna altra parte, che potrebbero creare un sacco di problemi e dirgli: «Dai, vieni a giocare da noi, abbiamo fiducia in te». Gli artigiani dell’educazione lavorano così. Un ragazzo alla volta, con fatica e impegno, per rendere più bella la sua vita. 1 OT TO B R E 2 0 1 3


PRIMA PAGINA

FESTA INIZIALE A GIANICO DOMENICA 29 SETTEMBRE

Dieci giochi per il giro del mondo con gli under

U

n giro del mondo in dieci giochi è il divertente viaggio proposto dal CSI di Vallecamonica a dirigenti, genitori e atleti per inaugurare la stagione dell’attività giovanile. Seguendo il filo conduttore del tema “Se sorride un bambino vuol dire che la pace c’è” scelto per la festa, le 78 squadre iscritte ai tornei di minivolley, pallavolo e calcio delle categorie under 8, 10 e 12 si ritroveranno domenica 6 ottobre a Gianico. “Tutte le squadre sono attese all’appuntamento per iniziare un avvincente ed impegnativo campionato in cui non ci sono solo «punti» da conquistare; la «vittoria» apparterrà a quanti sapranno fare il bene dei ragazzi proponendo loro un’esperienza sportiva ricca di valori educativi” sottolinea nella presentazione dell’evento il responsabile del settore giovanile Tomaso Bottichio. Il programma della festa, organizzata in collaborazione con la Polisportiva Gianico, l’Aido Artogne e

il G.S.Oratorio Darfo, prevede il ritrovo nel centro sportivo di Gianico alle ore 13.30, mezz’ora più tardi il via ai giochi polivalenti a squadre per concludere il pomeriggio dell’attività polisportiva con la merenda alle 17,30. Il gruppo-gioco sarà composto da un minimo di cinque ad un massimo di nove atleti con un adulto accompagnatore che prenderà parte attiva ai giochi. In palio per la classifica polisportiva ci sono da 0 a 5 punti asse-

gnati in funzione della sola partecipazione. In caso di maltempo la manifestazione potrebbe essere annullata e l’eventuale comunicazione sarà inviata ai dirigenti delle squadre tramite e-mail ed SMS e pubblicata sul sito internet entro e non oltre le ore 10 di domenica 6 ottobre. La festa è uno dei momenti più belli per chi ama la compagnia ed il divertimento, il CSI vallecamonica invita quindi tutti i partecipanti a fare in modo che l’appuntamento di Gianico rimanga a lungo nella memoria di tutti quale “marchio” di qualità dell’attività dell’anno sportivo che sta per iniziare. I tornei di calcio, pallavolo e minivolley prenderanno invece il via sabato 12 ottobre mentre la presentazione di tutti tornei polisportivi e la consegna dei calendari della prima parte della stagione saranno effettuate giovedì 3 ottobre a Breno alle ore 20.30 nella sala assemblee del BIM.

Cercasi arbitri per le categorie giovanili Hai appeso le scarpe al chiodo, giochi ancora a calcio ma hai voglia di dedicare qualche ora alla promozione del tuo sport preferito tra i giovani, vuoi provare ad arbitrare ma hai paura dell’aggressività degli adulti. Il CSI di Vallecamonica può avere una risposta alla tua voglia di impegnarti per gli altri. In questa stagione sportiva è nostra intenzione designare gli arbitri “ufficiali” per gli incontri delle categorie under 8, 10 e 12. Per centrare questo obiettivo ambizioso abbiamo pensato di creare un gruppo arbitri impegnati solamente in queste categorie giovanili. Se sei interessato a questa proposta lascia il tuo nominativo alla segreteria del CSI di Vallecamonica (0364466161 – 466376); ci troveremo nella sede di Plemo lunedì 16 settembre alle ore 20 per programmare il corso di formazione articolato in tre incontri. Il CSI fornirà gratuitamente agli aspiranti arbitri giovanili la divisa e il materiale occorrente e prevede un rimborso spese per ogni incontro arbitrato.

3


R

ipescati all’ultimo momento i ragazzi del Cividate Iunaited si aggiudicano il primo trofeo messo in palio dal settore calcio del CSI di Vallecamonica; la compagine di Cividate infatti è stata ammessa alla finale in seguito alla rinuncia della IMG Rogno vincitorice della Coppa Primavera 2013 e passato ora al campionato CSI bergamasco. Con estrema correttezza il Presidente del Centro Giovanile Rogno ha declinato

LA SUPERCOPPA 2013 DEL CALCIO

Il Cividate Iunaited è Super l’invito del CSI di sostituire questa squadra con un’altra formazione di Rogno permettendo così al Cividate Iunaited, battuto nella finale di Coppa, di contendere la Supercoppa 2013 al Mobili Bottanelli di Capodiponte, primo classificato nel campionato open a sette giocatori. Per la sfida che, oltre al trofeo, regalava l’iscrizione gratuita al campionato 2013/2014 è stato scelto l’impianto sportivo parrocchiale di Piamborno. Incon-

tro bello e combattuto giuocato sul filo dell’equilibrio che si è spezzato solo nei tempi supplementari. L’inizio è favorevole ai campioni in carica di Capodiponte che in dieci minuti si portano sul due a zero grazie ai gol di Ronni Angeli e Simone Bottanelli. Il doppio vantaggiosa calare la tensione agonistica nella compagine di Capodiponte permettendo la rimonta degli avversari; dopo aver ridotto le distanze al 13° Dario Le-

4

1 OT TO B R E 2 0 1 3


ATTIVITA’ SPORTIVA

andri, artista dei calci piazzati, nove minuti più tardi riporta in equilibrio il risultato. Nella seconda frazione di gioco il risultato di parità si modifica al 15° con il Cividate Iunaited in gol con Gabriele Ballerini; la parte finale dell’incontro è caratterizzato dall’assalto dei ragazzi di Capodiponte che si rimettono in corsa pareggiando al 20° ancora con Simone Bottanelli.

L’assegnazione del Trofeo è quindi rinviata ai tempi supplementari che si mantengono sulla stessa falsariga dei due tempi regolamentari; una migliore condizione fisica permette al Cividate di riportarsi avanti al 6° minuto, la rete del vantaggio è di Emilio Gabossi. Sulle ali dell’entusiasmo lo Iunaited accelera nel secondo tempo e mette al sicuro il risultato con la

5

quinta rete messa a segno da Stefano Bosio. Allo scadere dell’incontro una mischia in area è risolta da Ronni Angeli che rende meno amara la sconfitta della Mobili Bottanelli. I ragazzi di Cividate possono così festeggiare con il pensiero rivolto a Diego, il loro numero due, ricordato con un minuto di silenzio all’inizio della partita. ocietà sportive.


L’APPUNTAMENTO PODISTICO NELL’ARCHEOPARK DI BOARIO

Il CSI Vallecamonica di corsa nella preistoria con la Kinetik

L

a mezza maratona era un sogno cullato a lungo dalla commissione atletica del CSI di Vallecamonica che finalmente, grazie alla disponibilità della Corrintime, si realizza domenica 29 settembre. Gli atleti del CSI si giocheranno i tioli di campione camuno di maratonina nella Breno-Darfo, campionato italiano interbancario e assicurativo e prova

valida per il campionato provinciale Fidal di società. “Io 21zero97” è la particolare denominazione della corsa scelta dagli organizzatori per ricordare la distanza da percorrere e, soprattutto, Ettore Mapelli, appassionato runner scomparso nel 2011. La maratonina inizia a Breno alle ore 9.30 e percorre la Valle Camonica seguendo in prevalenza il corso del

fiume Oglio con un tracciato in linea lungo la pista ciclabile che termina nello stadio di Darfo Boario Terme. Il CSI di Vallecamonica premierà, con le maglie di campioni camuni, i primi classificati delle categorie seniores, amatori A e B e veterani maschili e femminili. Il prologo alla prova unica di mezza maratona è stata la “Kinetik Running”, seconda gara stagionale della Coppa Camunia organizzata dal Centro Kinetik. All’interno dell’Archeopark di Boario Terme si sono dati appuntamento 200 atleti per le diverse gare in programma. Impegnate sul tracciato ricavato all’interno del villaggio preistorico le categorie giovanili confermano in gran parte i risultati della prova d’esordio a Ossimo. Doppietta della Polisportiva Oratorio Piancamuno nella categoria polispor-

6

1 OT TO B R E 2 0 1 3


ATTIVITA’ SPORTIVA tivo maschile con Elia Salvetti che precede Pietro Salvetti e Matteo Federici (Atletica Eden 77); in campo femminile ennesimo successo di Alessandra Nolaschi (Podistica Valle adamè) davanti a Elena Poiatti (Polisportiva Oratorio Piancamuno) e Annamaria Pedretti (G.S. Ceto Nadro). La prova dei ragazzi è dominata dal portacolori del G.S. Ceto Nadro Pietro Macri, seconda piazza per Mosè Guerini (Atletica Eden 77) e terzo il compagno di società Pietro Pancrazio; è la

darfense Anna Tottoli ad aggiudicarsi la categoria ragazze precedendo Federica Scolari (G.S. Ceto Nadro) e Andrara Bereschi (Aido Artogne). Il classico tracciato del Monticolo è stato invece lo scenario delle prove riservate agli adulti; nella gara maschile un terzetto in testa fin dalla partenza con Marcello Marroccoli (G.S. O. Darfo Corna) che, all’ultimo chilometro, piazza l’allungo decisivo staccando Emilio Mognetti (C.G. Pisogne) e Massimo Bertoni (Atletica Eden 77). Nelle altre categorie maschili in evidenza Francesco Nezosi (Atletica Paratico), Lorenzo Macri (G.S. Ceto Nadro) e Ago-

7

stino Ferrari (C.G. Pisogne). Reduce dalla convocazione nella nazionale italiana di corsa in montagna per la Coppa del mondo Simona Pelamatti dimostra di attraversare un buon momento di forma aggiudicandosi la “Kinetik running”, alle spalle della portacolori del C.G. Pisogne si piazzano Stefania Cotti Cottini (Aido Artogne) e Nadia Franzini. Salgono sul gradino più alto del podio nelle restanti categorie femminili Valentina Gelmi (Aido Artogne), Annarosa Carboniero (Polisportiva Ossimo) e Maria Grazia Boesi (Aido Artogne). Prova sontuosa di Giovanni Filippi (Podistica Valle Adamè), primo nella categoria allievi, che infligge un minuto di distacco a Gianluca Gheza (Atletica Eden 77), terza piazza per Massimo Zucchi (Podistica Valle Adamè), nelle allieve tripletta dell’Aido Artogne con Anna Spandre, Giulia Cesari e Arianna Colajori. La mezza maratona di domenica 29 settembre non assegna i punti per la Coppa camunia che ritorna a Piancamuno domenica 13 ottobre in occasione della “Mulatere de Pià” dove saranno impegnate solo le categorie giovanili.


OTTIMO ESORDIO DELLA MARATONINA BRENO-DARFO

Mezza maratona d’oro per otto atleti del CSI Vallecamonica

O

ttimo esordio della BrenoDarfo, maratonina valida come campionato italiano di assicurativi e bancari e prova di campionato provinciale; al via della manifestazione, organizzata dalla Corrintime, si sono presentati circa 900 atleti, a questi si aggiungono altri 400 podisti che si sono misurati nella dieci chilometri. Anche il meteo ha voluto partecipare alla festa dell’atletica camuna regalando un’insperata mattinata grigia ma senza pioggia dopo un temporale che ha preceduto la par-

tenza dal centro di Breno. Coinvolto nella ventun chilometri anche il CSI di Vallecamonica che, in questa occasione, ha assegnato i titoli di campione camuno della mezza maratona. Buona la partecipazione quindi degli atleti del CSI che non si sono voluti lasciar sfuggire la possibilità di correre sul proprio territorio la classica distanza diversi anni dopo la Maratonina della Vallecamonica organizzata dall’Atletica Eden 77 negli anni novanta. In gran parte rispecchiati i valori del campionato di podismo del

CSI con i migliori atleti della categoria che si aggiudicano la maglia di campione camuno. A partire da Giuseppe Antonini (A.S. Cimbergo), recente campione mondiale master di corsa in montagna, primo nella ca-

8

1 OT TO B R E 2 0 1 3


ATTIVITA’ SPORTIVA tegoria Amatori A. Dietro di lui bene anche Alessandro Gelmi (Polisportiva Edolese) primo tra i seniores mentre a vincere negli Amatori B è stato il portacolori del G.S. Ceto Nadro Lorenzo Macri. In campo maschile l’ultimo titolo è quello di Angelo Taboni (Podistica Valle Adamè) che si

niores. Non falliscono l’appuntamento con il primo posto nelle Amatori A Lucia Delvecchio (Polisportiva Edolese) e nelle Veterane Maria Grazia Boesi (Aido Artogne). La Breno-Darfo premia anche Annarosa Carboniero (Polisportiva Ossimo) prima nella prova riservata alla categoria Amatori B. Per gli atleti del CSI Vallecamonica una soddisfazione viene anche dalla dieci chilometri, gara con partenza ed arrivo dallo stadio comunale darfense. Ad imporsi nel settore femminile è infatti Stefania Cotti Cottini con una prestazione di ottimo livello e un piazzamento nelle prime venti posizioni

impone tra i veterani. Ottima la gara di Simona Pelamatti (C.G. Pisogne), nazionale italiana di corsa in montagna ai recenti mondiali, che oltre al titolo provinciale veste la maglia di campione CSI nella categoria Se-

9

assolute. Di ottimo livello anche l’organizzazione curata nei minimi particolari da Walter Bassi supportato da un’importante squadra di volontari di diverse associazioni. L’atletica del CSI di Vallecamonica si prende una settimana di riposo per tornare domenica 13 ottobre a Piancamuno dove, in occasione della “Mulatere de Pià”, saranno di scena le categorie giovanili. Da segnalare anche lo spostamento della gara in programma a Gratacasolo; il memorial Domenico Bonetti, organizzato dal Gruppo sportivo oratorio Gratacasolo, si svolgerà infatti domenica 27 ottobre con partenza dall’oratorio alle ore 9,00.


CONCLUSO A BIENNO IL CAMPIONATO PROVINCIALE 2013

Team Missili Malegno mattatore nello speed down del CSI

C

hiusura in tono minore per il circuito provinciale di speed down organizzato dal CSI di Vallecamonica; alla sesta ed ultima prova disputata a Bienno hanno infatti partecipato una quarantina di piloti, numero decisamente inferiore rispetto ai precedenti appuntamenti. Un vero peccato perché gli animatori del Team Missili Malegno hanno allestito una gara di ottimo livello tecnico ed organizzativo. Tempo coperto ma senza pioggia e umidità che con il trascorrere delle ore si è abbassata permettendo di disputare già in mattinata tutte e quattro le prove in programma; dopo la pausa pranzo quindi non è restato altro che effettuare le premiazioni della gara di Bienno e del campionato provinciale.

A dominare la manifestazione è stato il Team Missili di Malegno che si è imposto in quattro categorie sulle

10

sette previste per questa manifestazione. La scuderia di Malegno vince la prova riservata ai folk con Graziano Pezzoni, secondo posto per Roberto Crescini (Team Nelly Lumezzane) e nella Caisse a savon con Andrea Marietti, seconda piazza di Karlheinz Meraner (Team Speeddown Bolzano). Diego Damioli mette in fila Davide Cognolatto (Team Dameiana Verona) e Max Zanardelli (Team Nelly Lumezzane) nelle discese riservate ai kart tradizionali mentre l’altro pilota di Malegno Daniele Serravalli vince la gara dei minikart precedendo il compagno di scuderia Luca Damioli e Elia Giorgi (Dream Team Ossimo). La formazione di Ossimo riesce ad aggiudicarsi la prova dei kart grazie a Oscar Bettineschi, seconda

1 OT TO B R E 2 0 1 3


ATTIVITA’ SPORTIVA piazza per Stefano Maccarinelli (Scuderia Franzoni) e terzo gradino del podio per il compagno di società Massimiliano Elleri. Nelle discese dei mezzi con i cuscinetti domina la Scuderia Franzoni; nel singolo vince Gianpietro Zanini davanti a Claudio Serioli (Tema Missili Malegno) e al compagno di scuderia Marino Franzoni mentre nei cuscinetti tradizionali Fabio Zambelli precede Giorgio Franzoni (Team Missili Malegno). Al termine della manifestazione il Presidente del CSI Vallecamonica, Claudio Ceccon, ha premiato anche i campioni bresciani 2013. Posizioni praticamente già decise prima dell’ultima prova di campionato con il Team Missili Malegno che raccoglie il maggior numero di titoli. Al primo posto di An-

drea Marietti nelle Caisse a savon la scuderia di Malegno aggiunge il successo di Graziano Pezzoni nei Folk e quello di un sempre più convincente Luca Damioli nella categoria Minikart.

11

Di misura, solo quattro punti di vantaggio, il successo di Tiziano Zendra (Ruote Libere Brescia) nei cuscinetti singoli davanti a Gianpietro Zanini (Scuderia Franzoni) e Claudio Serioli (Team Missili Malegno). La Scuderia Franzoni fa doppietta nella categoria Cuscinetti tradizionali con Fulvio Di Donato e Fabio Zambelli, terzo posto per Stefano Bignotti (Team Missili Malegno). Ad aggiudicarsi il titolo ne Kart è Oscar Bettineschi (Dream Team Ossimo) che precede Spartaco Targhetti (Team Missili Malegno) e Stefano Maccarinelli (Scuderia Franzoni). C’è anche un successo “straniero” è quello ottenuto dal portacolori del Team Dameiana Verona che si aggiudica il titolo di campione provinciale nei kart tradizionali. Conclusi gli impegni agonistici il prossimo appuntamento per gli appassionati dello speed down è fissato per fine novembre davanti ad una tavolata imbandita per discutere sul futuro e lasciare alle spalle alcuni screzi.


L’ADDIO ALL’ALLENATRICE DEL CAVOUR VOLLEY MALEGNO

L’energia di Elena indimenticabile per le sue ragazze

“Q

uando iniziate gli allenamenti?!” Era solo martedì quando ce lo chiedevi perché ben sapevi che senza i tuoi richiami avremmo continuato a rimandare. La pallavolo è sempre stata nei tuoi pensieri e questa passione ce l’hai trasmessa sin dal primo allenamento (anche a suon di cazziate e addominali!). Avevi altro per la testa eppure non l’hai mai dato a vedere, anzi la tua energia ci ha insegnato ad essere il gruppo che siamo e ci ha portato a vincere il campionato... la nostra soddisfazione più grande è stata vederti gioire ed essere orgogliosa di noi, della TUA squadra. Ingenuamente non te l’abbiamo mai detto, ma anche noi siamo sempre state fiere di te. Anche oggi la TUA squadra è qui, unita come tu le hai insegnato ad essere, forte come lo sei sempre stata tu, unita nell’affrontare questo momento di dolore.L’appuntamento è per martedì sera, stesso posto, stessa ora... sappiamo che tu sarai lì... Ciao Mister

12

1 OT TO B R E 2 0 1 3


ATTIVITA’ SPORTIVA

I

I GSO Breno 2000 under 14 pallavolo a Lignano Sabbiadoro. Si è conclusa lo scorso 30 giugno l’esperienza della nostra squadra di pallavolo alle finali nazionali CSI a Lignano Sabbiadoro dal 26 al 30/06. Esperienza che abbiamo condiviso anche con la squadra 1° classificata nel campionato locale, ARDOR COGNO, e che ringrazio per i momenti trascorsi insieme. La decisione di partecipare a questa manifestazione nazionale è maturata allo scopo di gratificare le ragazze che nel corso dell’anno sportivo appena trascorso si sono dedicate instancabilmente a questo sport ed anche per condividere dei momenti al di fuori della quotidianità della nostra valle. Mi spiace per i due maschietti della nostra squadra, Giovanni e Giancarlo, che non hanno potuto partecipare in quanto il torneo era esclusivamente femminile. Consapevoli delle nostre capacità abbiamo comunque partecipato proprio per capire sino in fondo quale fosse il vero senso dell’impegno sportivo e la reale capacità di saper condividere per cinque giorni l’amore per lo sport e la voglia di sentirsi in libertà in quanto finalmente in vacanza. Il risultato a mio avviso, e di questo ringrazio le mie ragazze, è stato notevole. In considerazione della loro età (erano le più piccole) il ri-

sultato tecnico non è stato eclatante ma di certo la squadra ha vinto, tra le sedici squadre provenienti da tutta Italia iscritte al Campionato, il premio che di questi tempi è il più importante: il premio “FAIR PLAY” oltre a quello per “Uno Sport per la Vita”. Premi che hanno un valore sociale altissimo. Di questo ringrazio: Alessandra, Chiara, Cristiana, Francesca, Giada , Maria, Sofia S. e Sofia G, per l’educazio-

ne e la correttezza dimostrate sia in campo verso le compagne di gioco e i dirigenti di gara sia al di fuori del momento sportivo. Ringrazio altresì i genitori che mi hanno dato fiducia e Sonia che ci ha accompagnato in questa esperienza e il CSI che è sempre attento alle esigenze dei giovani sportivi. Certo è che un po’ di cresta ci è cresciuta. Daniela Maffezzoli

BRENO UNDER 14 A ALLA FESTA DI LIGNANO

Oratorio Breno da fair play nazionale

13


LA FESTA INIZIALE OSPITATA NEL PALAZZETTO DI BRENO

F

Il patto dei capitani per la stagione degli Under 14

esta indoor per le squadre under 14 del CSI di Vallecamonica che domenica hanno dato il via alla stagione 2013/2014. Le previsioni meteo pessime della vigilia han-

no infatti imposto agli organizzatori lo spostamento, messo in preventivo, della manifestazione dallo stadio comunale di Cividate Camuno al Palazzetto dello sport del liceo di Breno. La pioggia poi è caduta nella prima mattinata lasciando spazio ad un pomeriggio grigio ma senza precipitazioni ma è impossibile all’ultimo momento improvvisare quando i numeri dei partecipanti sono elevati. Così l’atletica dell’attività giovanile ha subito l’ennesimo spostamento; sembra una maledizione quella che perseguita la festa dedicata all’atletica, il maltempo infatti ha imposto rinvii ed annullamenti a ripetizione nelle ultime stagioni. In questa occasione però gli under

14

14, al riparo della funzionale struttura sportiva, hanno potuto svolgere alcuni giochi propedeutici al gesto atletico. I ragazzi del calcio e le ragazze della pallavolo si sono misurati nel salto triplo a piedi pari, nel lancio della palla medica e in uno sprint ridotto sui 25 metri. Centosettanta gli atleti presenti in rappresentanza di diciannove formazioni, numeri buoni ma con qualche assenza di troppo; sono infatti 31 le squadre iscritte complessivamente ai tornei di calcio e pallavolo. Il pomeriggio di giochi si è aperto con l’impegno di atleti e dirigenti, alla presenza anche di don Cristian curato di Breno, a rispettare nella 1 OT TO B R E 2 0 1 3


ATTIVITA’ SPORTIVA pratica dell’attività sportiva i valori educativi del CSI. È stato quindi letto il decalogo del capitano che impegna i ragazzi “leader” delle squadre ad essere un vero capitano CSI: un capitano sul campo, ma soprattutto il capitano nella vita. I ragazzi del CSI

per cercare di migliorare. L’impegno è anche a conoscere il regolamento di gioco ed a rispettarlo, consapevoli che le regole aiutano a giocare e rendono più liberi e creativi. I capitani hanno preso l’impegno di collaborare con gli arbitri, di aiutar-

si sono impegnati nell’attività sportiva a ricordarsi che lo sport è prima di tutto un gioco e che senza il divertimento lo sport perde l’anima. Ad essere esempio di dedizione negli allenamenti, perché è nel sacrificio quotidiano che si costruiscono le vittorie più importanti. A dare sempre il meglio di loro e a puntare alla vittoria, consapevoli che anche la sconfitta fa parte del gioco; a riconoscere le sconfitte e ad imparare da chi è più forte, rialzandosi ogni volta

15

li, rispettando il loro servizio senza il quale il gioco non sarebbe così bello. “Mi impegno a collaborare con il mio allenatore affinché la squadra applichi al meglio le sue indicazioni, perché la fiducia tra allenatore e giocatori passa anche dal mio ruolo di capitano; a rispettare per primo gli avversari, che non sono nemici da abbattere, ma persone con cui confrontarmi e misurarmi sportivamente; a vivere cristianamente lo sport, certo che la pratica sportiva non sia solo una semplice attività fisica, ma un’esperienza che dia senso alla vita di ciascuno.” L’ultimo impegno è quello riservato al rispetto del proprio corpo, ad accettarnei limiti, rifiutando scorciatoie, integratori inutili, medicinali e “aiutini” che somigliano più al doping che al talento sportivo. Come segno del patto stretto tra CSI, allenatori e atleti, il CSI di Vallecamonica ha quindi regalato a ciascun capitano la fascia colorata da portare nel corso degli incontri. Ed ora via alle competizioni con le prime partite in programma nel fine settimana.


I risultati della festa inaugurale Sprint Maschile

Cognome Nome 1 Suardini Daniele 2 Rossini Cristian 2 Rizzi Matteo 2 Romagnoli Davide 5 Troletti Giorgio 5 Poiatti Umberto 5 Gelfi Claudio 5 Giacomini Simone 5 Ducoli Matteo

Lancio palla medica Maschile

Tempo Squadra 4,0 Sial Camuna Volley 4,2 Slingofer Vezza 4,2 Slingofer Vezza 4,2 M. C. Olimpyc 4,3 M. C. Olimpyc 4,3 Polisportiva Gianico 4,3 M. C. Olimpyc 4,3 Polisp. Gratacasolo 4,3 GSO Darfo Riparauto

Cognome Nome 1 Massoli Roberto 1 Rossini Cristian 1 Poiatti Umberto 4 Priuli Simone 4 Gelfi Claudio 4 Giacomini Simone 4 Moscardi Mauro 4 Domenighini Nicola 4 Singh Pralbyot 4 Grola Damiano

Sprint Femminile

Cognome Nome 1 Dassa Francesca 2 Grazioli Giulia 3 Bianchetti Alice 3 Bondioni Michela 3 Canevali Alessandra 6 Girardin Sara 6 Damioli Jessica 6 Gosio Sara 6 Gheza Emma 6 Giacomelli Amanda 6 Calzoni Francesca Cognome 1 Massoli 1 Rossini 1 Priuli 1 Pezzotti 1 Troletti 1 Rizzi Cognome 1 Girardin 2 Grazioli 2 Dulcescu 2 Morosini 2 Damioli 2 Fedriga 2 Dassa

Misura Squadra 6 Polisportiva Gianico 6 Slingofer Vezza 6 Polisportiva Gianico 5 Slingofer Vezza 5 M. C. Olimpyc 5 Polisp. Gratacasolo 5 M. C. Olimpyc 5 M. C. Olimpyc 5 Polisportiva Gianico 5 C. Moto C. Sellero

Lancio palla medica Femminile

Tempo Squadra 4,0 GSO Piamborno 4,2 C. Moto C. Sellero 4,3 Barbara Acc. Niardo 4,3 Barbara Acc. Niardo 4,3 GSO Breno 2000 4,4 CG Rogno 4,4 Sial Camuna Volley 4,4 Sial Camuna Volley 4,4 GSO Piamborno 4,4 GSO Piamborno 4,4 C. Moto C. Sellero

Cognome Nome 1 Grazioli Giulia 1 Giacomelli Amanda 3 Zonti Gaia 3 Girardin Sara 3 Gosio Sara 3 Dulcescu Andra 3 Maffessoli Sara 3 Rizza Sharon 3 Sabrina Chianese

Misura Squadra 7 C. Moto C. Sellero 7 GSO Piamborno 6 CG Rogno 6 CG Rogno 6 Sial Camuna Volley 6 Sial Camuna Volley 6 Rist. Pizzeria la Pieve 6 Rist. Pizzeria la Pieve 6 Orat. Bienno 2000 e 1

Balzo triplo Maschile Nome Roberto Cristian Simone Andrea Giorgio Matteo

Misura Squadra 11 Polisportiva Gianico 11 Slingofer Vezza 11 Slingofer Vezza 11 GSO Darfo Riparauto 11 M. C. Olimpyc 11 Slingofer Vezza

Balzo triplo Femminile Nome Sara Giulia Andra Alessia Jessica Lucrezia Francesca

Misura Squadra 11 CG Rogno 10 C. Moto Camuno Sellero 10 Sial Camuna Volley 10 Barbara Acc. Niardo 10 Sial Camuna Volley 10 GSO Piamborno 10 GSO Piamborno

16

1 OT TO B R E 2 0 1 3


ATTIVITA’ SPORTIVA

LUNEDI’ 14 OTTOBRE LA SCADENZA DELLE ICSRIZIONI

Il bigliardino stabilisce regole e date del campionato 2014

A

nche il bigliardino ha programmato la stagione sportiva; nell’incontro ospitato nella sede di Plemo i rappresentanti delle società sportive interessate a questa attività sportiva hanno dettato i tempi e le regole del campionato 2013/2014. I responsabili delle squadre hanno innanzitutto costituito la Commissione Tecnica che ogni settimana si occuperà dei comunicati; in commissione ogni lunedì sera lavoreranno il responsabile del settore bigliardino Giuseppe Moscardi, il suo collaboratore storico Pier Gheza e il nuovo entrato Massimiliano Scarsi. Naturalmente il lavoro della commissione tecnica sarà tempestivo e preciso solo grazie alla collaborazione delle società sportive. La novità di questa stagione è rappresentata dalla costituzione di una commissione Disciplinare, decisione presa in seguito ad alcune controverse interpretazioni del regolamento nella passata stagione che avevano portato ad un confronto vivace tra le squadre iscritte. La Commissione è composta da sette rappresentanti di altrettante squadre e

avrà il compito di riunirsi ogni qualvolta ci siano dei problemi in merito al rispetto del regolamento o decidere provvedimenti disciplinari. Le società sportive avranno tempo fino a Lunedì 14 ottobre per iscrivere le formazioni al campionato. Il torneo 2014 di bigliardino è aperto alle società iscritte al CSI per l’anno sportivo in corso con i giocatori regolarmente tesserati e maggiori di quattordici anni. Una società può iscrivere più formazioni al campionato e ogni squadra iscritta deve essere composta da un

17

minimo di tre ed un massimo di sei giocatori, per ogni giornata di campionato; il numero totale dei giocatori tesserati per squadra è illimitato. Il costo dell’iscrizione è di trentacinque euro per ogni squadra e al momento dell’iscrizione deve essere indicato il nominativo di un responsabile, il suo recapito telefonico, il luogo dove si disputano le gare interne, il giorno e l’ ora di gioco. Il tesseramento degli atleti deve essere effettuato almeno il giorno prima dell’ inizio del campionato; è possibile poi tesserare nuovi atleti fino al giorno prima dell’ inizio


Trent’anni di sport di qualità

IN COLLABORAZIONE CON


Csi insieme N°1 - 2014  

Titoli: Dieci giochi intorno al mondo per gli under - La Supercoppa del Cividate Iunaited - Gli otto campioni di mezza maratona del CSI Va...

Advertisement
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you