Issuu on Google+

1.2012 P E R I O D I C O D E L C S I P I E M O N T E P E R L A P U B B L I C A A M M I N I S T R A Z I O N E E I C I T TA D I N I

VERSO LA SMART REGION STEFANO DE CAPITANI Direttore generale CSI Piemonte

Abbonamento Postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) MP-NO/TORINO - art. 1, comma 1, Anno 2012 n. 1

È un 2012 che si apre all’insegna di una sempre più intensa collaborazione con gli enti consorziati del CSI Piemonte. In questi primi mesi dell’anno sono, infatti, state molte le iniziative e le attività che hanno visto, insieme, enti pubblici piemontesi e Consorzio. Al centro dell’attenzione, il portale “Piemonte Facile” che riunisce, in un unico punto di riferimento, molti servizi on line. Grazie a questa iniziativa, navigando sui siti dei Comuni che hanno già aderito al progetto, è possibile trovare non soltanto i servizi dell’ente locale di riferimento, ma molti altri, dalle prenotazioni delle visite sanitarie al pagamento dei ticket, dagli orari dei trasporti ai circuiti di scoperta delle eccellenze enogastronomiche della Regione Piemonte. È un passo notevole verso la semplificazione dei rapporti tra PA e cittadini ed è un altro concreto esempio di come la tecnologia possa essere al servizio degli utenti, sia cittadini che imprese. Dal Comune di Torino - che ha anche installato i primi totem interattivi per permettere un accesso diretto e senza code a molti servizi comunali - alla Provincia di Novara, con i servizi per le aziende, arrivando a Pinerolo, Borgomanero e Mondovì che hanno presentato sui propri siti il portale “Piemonte Facile”. Ecco che il ‘fare rete’ e il ‘mettere a sistema’ quello che si sta realizzando in Piemonte - in termini informatici - si sta traducendo in realtà. Il Consorzio svolge quindi il ruolo di centro servizi rivolto anche ai Comuni e alle loro forme associative per estendere i servizi digitali all’intera Regione, per renderla sempre più una “smart region”.

All’interno: APP Gallery

I nuovi servizi del CSI

Torinofacile Il primo totem interattivo

On line per le aziende La Provincia di Novara

IN-FORMABANDO

Corsi per le attività produttive

IL CSI CAPOFILA DEL PROGETTO EUROPEO Si chiama Open-DAI (Opening Data Architectures and Infrastructures of European Public Administrations) ed è un progetto europeo che ha l’obiettivo di rendere disponibili dati e piattaforme per i servizi pubblici digitali su infrastrutture di cloud computing. Il progetto permette, ad esempio, di partire dagli open data per creare nuove applicazioni e servizi per pubbliche amministrazioni, imprese e cittadini oppure di prevedere un canale di ritorno delle informazioni verso la Pubblica

Amministrazione. Finanziato dalla Commissione Europea nell’ambito dell’“ICT Policy Support Programme” - Call 2011 del “Competitiveness and Innovation Framework Programme” (CIP), il progetto ha una durata di 32 mesi (febbraio 2012 settembre 2014), un valore di oltre 3.200.000 euro e coinvolge 11 partner tra cui il CSI Piemonte, che coordina l’iniziativa. Tutti i dettagli a pagina 4

»


nuovistrumenti COME PARTECIPARE AI BANDI PUBBLICI? UN CORSO PER LE IMPRESE Il CSI Piemonte è tra i protagonisti di “IN-FORMABANDO”, un’iniziativa organizzata e finanziata dalla Provincia di Torino, in collaborazione con la Fondazione Torino Wireless. Si tratta di un percorso formativo gratuito, dedicato alle piccole, medie e micro imprese ICT di Torino e provincia. Obiettivo: migliorare le competenze necessarie a partecipare a bandi di ricerca e gare pubbliche del settore tecnologico. In particolare, vengono messi a disposizione momenti formativi che illustrano le modalità di partecipazione a bandi della Pubblica Amministrazione. Per il CSI il corso rientra nella più ampia strategia a sostegno del comparto ICT piemontese: collaborare alla realizzazione del Piano regionale per l’ICT, aiutare le imprese del IN - FORMABANDO territorio nella partecipazione giornate di formazione a gare d’appalto nazionali e aziende partecipanti internazionali e coinvolgerle nei progetti di diversi corsi nel 2012 riuso, nei progetti internazionali e in iniziative promozionali. IN - FORMABANDO si articola in giornate di formazione, a cadenza bisettimanale, presso la sede della Provincia di Torino di corso Inghilterra 7, e prevede attività teorica in aula e un servizio di tutoring. Le edizioni in programma nel 2012 sono quattro, di cui potranno beneficiare circa cinquanta aziende. In particolare, durante il corso verranno affrontati argomenti quali: come valutare rischi e opportunità di partecipazione a una gara; la composizione delle RTI; gli spazi aperti dal riuso nella Pubblica Amministrazione; i vincoli procedurali e amministrativi; indicazioni per la predisposizione e presentazione della documentazione; la strutturazione del progetto tecnico e la valorizzazione dell’offerta economica. Per iscrizioni all’edizione di maggio-giugno www.torinowireless.it

24 50 4

ATTIVITÀ PRODUTTIVE DELLA PROVINCIA DI NOVARA: RAPPORTI PIÙ FACILI E DIRETTI CON LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Da sinistra Diego Sozzani, Presidente della Provincia di Novara, Massimo Giordano, Assessore allo Sviluppo economico, Ricerca e Innovazione della Regione Piemonte, Roberto Moriondo, Presidente del CSI Piemonte

www.provincia.novara.it

Le nuove applicazioni per smartphone e tablet

Quando i servizi viaggiano sulle APP

IL

CSI Piemonte ha creato numerose APP, ovvero applicazioni per smartphone e tablet, scaricabili in modo del tutto gratuito dal sito www.csipiemonte.it. Una vera e propria “app gallery” che mette a disposizione servizi utili ed interessanti, Si tratta di una delle azioni, avviate dal CSI, per offrire a cittadini, turisti e imprese servizi e strumenti semplici e intuitivi, per conoscere il proprio territorio e ricercare informazioni. Sono tante e differenziate le APP disponibili, da quella dedicata ai trasporti, “Movibyte”, a quella per sapere dove trovare l’artigano eccellente più vicino alla propria posizione. E poi ancora le applicazioni che riguardano le ricchezze architettoniche, come ad esempio “Architettura PiemonteItalia” che permette, grazie alla suddivisione per categorie tematiche e per collocazione sul territorio, di cercare i palazzi, le chiese e i monumenti più importanti oppure scoprire cosa è possibile visitare nel raggio di pochi chilometri. Altre applicazioni sono finalizzate, invece, a far conoscere il patrimonio delle biblioteche della regione, infatti con “Librinlinea” si può interrogare il catalogo delle biblioteche per cercare libri, periodici, manoscritti disponibili in Piemonte, attraverso il titolo, l’autore o il codice ISBN. Non potevano mancare inoltre le App sulle eccellenze agroalimentari del Piemonte, come l’applicazione sul “Museo del Gusto” di Frossasco o “Piemonte Agri”, che offre la possibilità di seguire uno dei numerosi itinerari proposti, alla ricerca di prodotti tipici, enoteche, strade del vino, parchi naturali, castelli, borghi medievali. Le APP permettono, dunque, di avere a disposizione tanti utili servizi, tutti in un click. Per scoprire tutte le app: www.csipiemonte.it

Servizi on line per le aziende novaresi Venerdì 10 febbraio è stato firmato il protocollo di intesa tra Regione Piemonte, Provincia di Novara e CSI Piemonte per la realizzazione di nuovi servizi informatici rivolti alle imprese novaresi. L’obiettivo è quello di agevolare una maggiore razionalizzazione della spesa e sburocratizzare l’attività economica del territorio grazie alla creazione di applicazioni web facilmente accessibili alle imprese, ai cittadini e a enti della Pubblica Amministrazione. In particolare sono state messe a disposizione applicazioni che permetteranno, ad esempio, di inoltrare alla Pubblica Amministrazione, in maniera più semplice, le pratiche edilizie e controllare il loro avanzamento, con il MUDE - Modello Unico Digitale per l’Edilizia. Per richiedere invece finanziamenti pubblici comunitari, nazionali o regionali erogati alle imprese da Regione Piemonte, è

disponibile la Piattaforma Bandi, che permetterà di gestire le pratiche amministrative del finanziamento, dal momento della presentazione della domanda all’ammissione al finanziamento, all’erogazione del contributo e a quanto altro sia reso necessario dalla normativa di riferimento. Per semplificare invece le comunicazioni che le aziende sono tenute ad inoltrare al Ministero del Lavoro, all’INPS e ai Centri per l’Impiego per l’assunzione, la modifica, la cessazione del rapporto di lavoro, secondo quanto stabilito dalla normativa in vigore, è on line il servizio telematico che semplifica la trasmissione delle informazioni tra Enti, snellisce le procedure burocratiche, garantendo la trasparenza amministrativa. E questi sono soltanto alcuni dei tanti servizi informatici creati grazie alla collaborazione tra la Provincia di Novara e il CSI Piemonte. Servizi nati con l’obiettivo di anticipare le nuove esigenze ed essere al fianco della Pubblica Amministrazione con servizi accessibili per tutti, facili da usare, sempre disponibili, capaci di modernizzare la società e avvicinare le istituzioni ai cittadini.


1.2012 Certificati anagrafici senza code? Sempre più facile con i totem del CSI

Inaugurato il primo totem interattivo a Torino

LA

Città di Torino e il CSI Piemonte hanno inaugurato il primo totem interattivo a disposizione di tutti i cittadini, per risparmiare tempo e accedere in modo semplice e veloce ai servizi anagrafici comunali. Installato presso gli uffici di via della Consolata 23, a Torino, il totem permetterà di accedere a questi servizi anche alle persone che non possiedono un computer o non hanno grande dimestichezza con la tecnologia. La postazione si configura, infatti, come un vero e proprio ufficio operativo, che permette di registrarsi a “Torinofacile”, scegliere il servizio, scoprire che cosa offre, accedervi e parlare direttamente con un operatore in collegamento video che guida il cittadino passo passo nelle procedure, accompagnandolo nella soluzione di ogni eventuale problema. Grazie alla collaborazione con il CSI, altri totem saranno installati nel corso del 2012, secondo un piano di

diffusione su tutto il territorio cittadino. Sarà così molto più semplice potersi collegare a “Torinofacile”, il sito internet della Città, realizzato dal CSI Piemonte, che offre ai cittadini un mondo di servizi on line. Il sito consente, tra la altre cose, di richiedere e stampare certificati anagrafici e di stato civile, di presentare la pratica di cambio di indirizzo all’interno del Comune di Torino e ottenere via e-mail le ricevute di presentazione e di esito dell’operazione. Sul sito “Torinofacile” è attivo anche il servizio Sportellofacile, che permette di prenotare un appuntamento presso alcuni sportelli comunali abilitati, come quelli della Divisione Urbanistica ed Edilizia Privata ed è anche possibile consultare le multe a proprio carico emesse dalla Polizia Municipale di Torino e pagarle con carta di credito. Grazie al Totem Interattivo a Torino è sempre più facile ed immediato dialogare con la Pubblica Amministrazione.

Da questo numero prende il via uno spazio dedicato alla scoperta di quelli che sono i servizi messi a disposizione dei comuni e in particolare degli enti consorziati. Infatti il CSI Piemonte è da sempre impegnato a semplificare la vita di cittadini e imprese e rendere più facile e veloce il loro rapporto con le Amministrazioni attraverso servizi pubblici innovativi e facili da usare. È con questa filosofia che ha ideato un nuovo strumento che permetterà di far risparmiare tempo e risorse, rendendo facilmente accessibili numerosi servizi, sia a casa che dall’ufficio, senza carta e senza code. Si tratta di “Piemonte Facile: i servizi a portata di click”, che ha già coinvolto alcuni comuni e presto ne interesserà

Da sinistra Piero Fassino, Sindaco Città di Torino, Stefano Gallo, Assessore Comunale ai Sistemi Informativi, Stefano De Capitani, Direttore CSI-Piemonte

altri. È un servizio nato per permettere ai cittadini di avere accesso a servizi comunali (quali certificati, pagamenti, informazioni e molto altro), ma anche di altri settori, quali l’ambito sanitario (ad esempio prenotazioni, pagamento ticket, ecc.) semplicemente dal sito del comune che aderisce a “Piemonte Facile”. Per imprese e professionisti, invece, il nuovo strumento consentirà un dialogo sempre più efficiente con il Comune: si potrà infatti disporre di un unico punto di accesso per la presentazione di istanze alla Pubblica Amministrazione, avviare procedure semplificate e omogenee o ancora prenotare appuntamenti presso gli sportelli comunali, il tutto grazie a un semplice “click”. Da oggi, dunque, si apre un altro nuovo capitolo che si arricchirà di giorno in giorno, per rendere un servizio sempre più completo e innovativo ai cittadini e alle aziende.

A Pinerolo, Borgomanero e Mondovì

www.comune.pinerolo.to.it

www.comune.borgomanero.no.it

I primi comuni a inserire sul sito della loro Città questa nuova sezione dedicata alla comunicazione, semplice e diretta, con la Pubblica Amministrazione, sono i Comuni di Pinerolo. Borgomanero e Mondovì. La collaborazione avviata ormai da tempo tra il CSI Piemonte e questi Enti, ha permesso ai cittadini e ai professionisti di poter usufruire di questi servizi digitali, pensati proprio per render loro la vita più facile, senza lunghe attese agli sportelli, sempre e dovunque. La sfida di oggi è quella di saper utilizzare al meglio le opportunità che l’informatica e le nuove tecnologie ci mettono a disposizione per garantire ai cittadini e alle aziende una Pubblica Amministrazione sempre più efficiente. Questa iniziativa che il CSI Piemonte porta avanti, collaborando con i Comuni, è un altro passo nella direzione della semplificazione e della messa in rete di servizi, anche di enti pubblici diversi.

www.comune.mondovi.cn.it


www.nuovistrumenti.it CONTINUATE A SEGUIRCI SUL WEB

Dalla nuvola e dagli open data nuovi servizi

O

pen-DAI, progetto europeo coordinato dal CSI Piemonte, si propone la realizzazione di una piattaforma per l’esposizione di dati pubblici mediante l’utilizzo di architetture “service oriented”, che renderanno più semplice e flessibile lo scarico e l’utilizzo delle informazioni. Sarà così possibile realizzare nuove applicazioni e servizi a valore aggiunto, sia da parte della pubblica amministrazione che da parte di imprese, associazioni o privati cittadini. I nuovi servizi saranno anche orientati all’uso su dispositivi mobili e smartphone (“App”), e riguarderanno un’ampia gamma di settori: dai trasporti e infomobilità alla qualità ambientale, dai servizi di localizzazione all’informazione per il turismo e a nuove modalità di dialogo tra i cittadini e la Pubblica Amministrazione. Saranno sperimentati con diverse modalità nei quattro paesi coinvolti nel progetto: Italia, Spagna, Svezia e Turchia. La piattaforma, inoltre, potrà essere utilizzata anche da partner privati, che potranno contribuire ad arricchire l’offerta pubblica, proponendo servizi al cittadino e aprendosi così nuovi sbocchi di mercato.

nuovistrumenti Periodico del CSI Piemonte per la Pubblica Amministrazione e i cittadini CSI Piemonte Corso Unione Sovietica 216 10134 Torino www.csipiemonte.it PRESIDENTE

Roberto Moriondo DIRETTORE GENERALE

Stefano De Capitani DIRETTORE RESPONSABILE

Irene Bongiovanni REDAZIONE

Maurizio Gomboli Tel 011 316 9029 redazione.nuovistrumenti@csi.it IMPAGINAZIONE

CSI Piemonte STAMPA

Ages Arti Grafiche - Torino Registrazione presso il tribunale di Torino n. 3069 del 18/06/81 Sped. in abb. post. - Pubbl. 50% n. 1/2012 Torino MARZO 2012 Chiuso in redazione 5/3/2012

I PARTNER DI PROGETTO CSI Piemonte (Italia) Regione Piemonte (Italia) Politecnico di Torino (Italia) DIGITPA (Italia) Barcelona Digital Technology Centre (Spagna) NetPort Karlshamn (Svezia) Sampas Information and Communication Systems (Turchia) Institut Municipal d’Informàtica de Barcelona (Spagna) Ayuntamiento de Lleida (Spagna) Karlshamn kommun (Svezia) Ordu Municipality (Turchia)

MERCATO DEL LAVORO: NUOVO SISTEMA INFORMATIVO E STATISTICO Comprendere le dinamiche e l’evoluzione del mercato del lavoro per supportare i diversi livelli decisionali nella definizione delle politiche occupazionali e nella programmazione di corsi di formazione professionale. È questo il principale obiettivo del Sistema Informativo Statistico del Mercato del Lavoro, presentato il 9 febbraio nel corso di una conferenza stampa, implementato dal CSI Piemonte per la Regione Piemonte in collaborazione con il CRISP, centro di ricerca interuniversitario per i servizi di pubblica utilità. Il nuovo strumento mette a disposizione informazioni omogenee, affidabili e tempestive risposte utili sia all’analisi della situazione contingente sia alla pianificazione degli interventi futuri. Il sistema, partendo dalle Comunicazioni Obbligatorie, raccolte attraverso il servizio Comunicazioni on line nel quale sono registrati avviamenti, cessazioni e proroghe, riesce ad elaborare le dinamiche occupazionali offrendone una fotografia territoriale con mappe georeferenziate. È possibile così analizzare il mercato del lavoro nei minimi dettagli e fare approfondimenti anche sulle singole professioni e sulle diverse tipologie di contratto. Il Piemonte è la prima Regione in Italia a dotarsi di uno strumento previsionale per individuare il comportamento delle tipologie di contratto permanente e flessibile ed offrire un trend evolutivo di sintesi a livello regionale e provinciale utile a supportare le decisioni degli amministratori pubblici nella programmazione delle politiche del lavoro oltre a fornire indicatori utili anche alle parti sociali per riflessioni sull’occupazione.

LA CONTABILITÀ PER LE PA La Facoltà di Economia dell’Università di Torino, in collaborazione con Ordine dei Commercialisti, ANCI Piemonte e CSI Piemonte, ha organizzato il convegno “L’armonizzazione della contabilità e del bilancio delle aziende pubbliche: il Decreto Legislativo 118/2011”. Con questa normativa la Pubblica Amministrazione italiana è chiamata ad adottare schemi contabili condivisi, per facilitare il controllo della spesa pubblica e per renderne più trasparenti i bilanci. Questo dunque l’obiettivo della collaborazione di partner qualificati quali l’Ordine dei Dottori Commercialisti, che dovrà certificare i nuovi bilanci, il CSI Piemonte, che gestisce l’informatica dei sistemi contabili degli Enti piemontesi, e l’ANCI Piemonte.

Approfondimenti su

www.nuovistrumenti.it


/NS_012012