Issuu on Google+

An n o V I I - n . 2 M ar z o /Ap r i l e 2 0 1 1 bimestrale Misericordie d’Italia reg. al tribunale di Firenze al n° 5395 del 4/2/05 CONFEDERAZIONE NAZIONALE MISERICORDIE Via dello steccuto, 38 50141 Firenze Tel. 055 32611 Poste Italiane spa - Spedizione in Abbonamento Postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n° 46) art. 1, comma 1, DCB Firenze 2 - Tiratura 5.000 copie - Distrbuzione gratuita

BRUNINI LASCIA

Carità, preghiera e silenzio Roberto Trucchi

Trucchi guiderà il Movimento alle elezioni

L

e voci ne parlavano ormai da tempo, ma dal 18 febbraio è diventato ufficiale: Gabriele Brunini ha accettato di candidarsi alle elezioni provinciali di Lucca, lasciando definitivamente l’incarico di Presidente affidatogli dall’Assemblea elettiva nell’ottobre del 2007. A guidare il Movimento fino alle prossime elezioni, che si svolgeranno tra settembre e ottobre a Roma, sarà il Vice Presidente e confratello della Misericordia di Albinia (Grosseto), Roberto Trucchi.



Dipartimento Protezione Civile

Medaglia d’oro alle Misericordie per l’impegno in Abruzzo

L

a cerimonia si è svolta lo scorso 8 febbraio, in occasione della riunione della Consulta delle Organizzazioni Nazionali di Protezione Civile. Il Capo del Dipartimento di Protezione Civile, Franco Gabrielli, ha consegnato personalmente all’Ugem e alle altre organizzazioni nazionali la pubblica benemerenza per l’impegno profuso in Abruzzo. Le medaglie d’oro sono state conferite anche a tutte le regioni e alle province autonome. A pagina 4

Alle pagine 2 e 3

Mezzi di soccorso

Telepass: ecco le nuove disposizioni

D

opo la sospensione del rilascio dei dispositivi da parte della Società Autostrade, la Confederazione invita nuovamente tutte le Misericordie ad utilizzare i dispositivi solo sui mezzi per i quali sono stati richiesti. Ogni singolo telepass, infatti, è legato alla targa del mezzo, che può essere esclusivamente un mezzo di soccorso attestabile dal libretto di circolazione.  A pagina 4

CONSIGLIO NAZIONALE

MOVIMENTO

MISERICORDIE-CAMILLIANI

IMMAGINE COORDINATA

Care consorelle, cari confratelli scrivo per la prima volta sulle pagine di questo giornale da Presidente facente funzioni, sostiene qualcuno, da Presidente a pieno titolo, qualche altro, da semplice confratello che presta un servizio al Movimento, sostengo io. Confratello che certo in questi pochi mesi che mancano alla scadenza del mandato cercherà di dare tutto se stesso, ma che certamente, per commettere meno errori possibili, avrà bisogno del sostegno, della vicinanza, della misericordia di ognuno di Voi. Ci conto e ci spero. Ci attende sicuramente un periodo impegnativo, sono tante le cose da fare, dobbiamo, con buona lena, impegnarci per provare a trovare soluzioni ai problemi. Nuovo statuto, finanziamento confederale, ma soprattutto l’unità del Movimento. Nel breve periodo successivo alle dimissioni di Gabriele Brunini ad oggi ho ricevuto molte sollecitazioni da parte di tanti di Voi in proposito. Questo argomento è per me al primo posto e non lascerò niente di intentato per cercare di ritrovare l’unità perduta. L’ultimo Consiglio Nazionale ha nominato una commissione composta dall’Avv. Toccafondi e dal Dott. Ragghianti, che sulla base del lavoro svolto dalla commissione Giovannelli provveda alla stesura di un nuovo statuto. Spetterà poi ai Governatori esaminarne i contenuti, dare contributi in proposito e, una volta trovata una stesura condivisa, proporla all’Assemblea. Siamo in Quaresima e tra le pratiche tipiche di questo tempo forte ci sono la Carità, la Preghiera e la Penitenza. La carità è tipica del nostro essere Misericordia, non stanchiamoci mai di esercitarla, ma davvero con cuore sincero, in maniera disinteressata, senza secondi fini. La Preghiera ci deve accompagnare ogni giorno, non solo in Quaresima, perché senza il Suo aiuto non andiamo da nessuna parte, il nostro impegno è vano e col tempo viene meno. Colgo l’occasione per invitare tutti i Correttori a esprimere in una Messa domenicale da qui alla S. Pasqua una intenzione particolare per le consorelle e i confratelli impegnati nel servizio e una preghiera per l’unità del Movimento, e invito in proposito i Governatori a farsi portatori di questa richiesta. Sarebbe bello se la domenica fosse la stessa per tutti. La Penitenza a cui vi invito, invece, è il silenzio. segue a pagina 11

Elezioni per il rinnovo degli organi: si vota a Roma tra settembre e ottobre 2

Giovani confratelli a Madrid alla Giornata Mondiale della Gioventù

Boom di richieste per il corso sulle emergenze internazionali 2

Sottoscritti nuovi contratti con ditte che garantiscano l’uniformità 4

4


2

Misericordie d’Italia - Marzo/Aprile 2011

PRIMO PIANO

Consiglio Nazionale

Rinnovo degli Organi: si vota a Roma tra settembre e ottobre Silvia Messeri

I

l 19 marzo 2011 si è riunito a Firenze il Consiglio Nazionale della Confederazione. In apertura di seduta, dopo la consueta preghiera, è stato approvato il verbale della precedente riunione e sono state ratificate le delibere adottate, con procedura d’urgenza, dal Consiglio di Presidenza, tra le quali quella che affida all’avv. Filippo Toccafondi e al dott. Stefano Ragghianti l’incarico per la stesura dell’articolato del nuovo statuto con la collaborazione dell’avv. Sanchini e del segretario generale Andrea Frosini. E’ stata inoltre decisa la composizione della commissione trattante al tavolo per il CCNL, composta dal Tesoriere Roberto Monciatti, dai consiglieri nazionali Francesco De Robertis e Stefano Ninci e dal Confratello Andrea Panelli. Il presidente Roberto Trucchi ha espresso la propria emozione nel ritrovarsi al Consiglio in una veste per lui insolita, e che mai avrebbe immaginato quando, all’inizio del mandato, accettò l’incarico di vicepresidente. Ha ribadito dunque la disponibilità e l’intenzione di portare avanti questo servizio con l’aiuto di tutti i consiglieri invitandoli a mantenere, pur nella diversità delle posizioni, uno spirito costruttivo e il rispetto delle persone e dei ruoli. Sono state poi affiliate

Nella seduta dello scorso 19 marzo è stato anche adottato il bilancio consuntivo 2010 e istituita una commissione con il compito di occuparsi del progetto Betlemme due nuove Misericordie: Belcastro (Cz) e Piana degli Albanesi (Pa). Il Consiglio nazionale ha poi istituito una commissione, composta dai confratelli Francesco De Robertis, Carlo Dini e Simone Torrini, con l’incarico di occuparsi del progetto Betlemme. A questo proposito il Consiglio rinnova l’invito a tutte le Misericordie ad aderire e finanziare il progetto secondo le modalità consultabili sul sito confederale. Si è poi passati alla relazione del Tesoriere Roberto Monciatti sul bilancio consuntivo che, dopo ampia discussione, è stato adottato dal Consiglio Nazionale. In merito alla convocazione dell’assemblea elettiva, il Consiglio ha deciso che si terrà a Roma e ha dato mandato alla Presidenza di indicare la data di convocazione, compatibilmente con l’organizzazione logistica e la capacità ricettiva, nel periodo compreso tra il 24 settembre e il 15 ottobre.

La nuova sede di Betlemme acquistata dalla Confederazione Nazionale

Attività istituzionale

Approvazione bilancio

Gli esiti del Consiglio di Presidenza di Cagliari

Assemblea a Montecatini Terme il 16 aprile

Andrea Frosini

I

l Consiglio di Presidenza della Confederazione si è riunito il giorno 25 marzo a Cagliari in occasione della convocazione della Conferenza regionale della Sardegna, alla quale è stato opportunamente abbinato un convegno sull’essere volontari all’interno del servizio di emergenza-urgenza peraltro molto partecipato sia dai confratelli delle Misericordie sarde che dalle massime autorità locali (servizio a pagina 8, ndr). Per quanto attiene ai lavori del Consiglio di Presidenza, dopo l’approvazione del verbale, i confratelli hanno verificato la situazione degli sbarchi a Lampedusa e valutata l’ordinanza del Governo che trasferisce tutti i poteri in materia di immigrazione al Prefetto di Palermo. Il Consiglio, dopo discussione, ha ritenuto di procedere ad una valutazione del provvedimento del Governo, ritenuto fortemente invasivo nei confronti degli attuali gestori dei centri attivi, nonché a verificare se vi siano gli estremi per impugnare tale provvedimento. Successivamente il presidente Trucchi ha dato notizia al Consiglio dell’incontro da lui avuto con il Vescovo di Firenze, Mons. Betori, e sulle concrete possibilità di ricompattare il movimento delle Misericordie. L’esecutivo si è poi interessato

I

l Consiglio Nazionale riunitosi a Firenze il 19 Marzo 2011 ha deliberato di svolgere l’Assemblea annuale per l’approvazione del bilancio a Montecatini Terme (Pistoia) il prossimo 16 Aprile, presso il Centro Congressi Pancioli – Viale Amendola 2. L’ordine del giorno prevede, oltre alla relazione del Presidente Confederale e del Presidente del Collegio dei Sindaci Revisori, l’approvazione dei bilanci consuntivo e preventivo. La convocazione è stata spedita per posta ordinaria unitamente al titolo di partecipazione all’Assemblea, come stabilito dall’Art.15 comma 5 dello Statuto Confederale. Per il pernottamento le Misericordie saranno alloggiate presso il Grand Hotel Tamerici & Principe – Viale IV Novembre, 2B 50016 Montecatini Terme (PT) Telefono: 0572/71041 - Fax 0572/72992 info@hoteltamerici.it - www.hoteltamerici.it. Il programma dell’incontro è scaricabile dal sito www.misericordie.org

Movimento giovanile

Il Tesoriere Roberto Monciatti durante i lavori del Consiglio

all’organizzazione della giornata mondiale dei giovani che si terrà a Madrid (servizio a fianco, ndr). Stabilito l’ordine del giorno del prossimo consiglio nazionale del 15 aprile prossimo e deliberate le spese, il Consiglio ha discusso in ordine al progetto Betlemme, soprattutto per quanto riguarda i lavori di ristrutturazione da effettuare nella porzione di stabile acquistato. Dopo un confronto, il Consiglio ha quindi deciso di fissare una visita in loco per un sopralluogo. Il Consiglio di Presidenza, infine, ha dato mandato all’Avv. Paolo Sanchini per due ricorsi in materia amministrativa al Tar Toscana ed ha stabilito la data di convocazione del Coordinamento Enna e Caltanissetta per il prossimo inizio di aprile.

A Madrid alla “Giornata Mondiale della Gioventù”

I

l gruppo “Giovani delle Misericordie d’Italia” parteciperà quest’anno alla XXVI Giornata Mondiale della Gioventù che si svolgerà a Madrid dal 16 al 21 agosto e il cui tema, quest’anno, sarà: «Radicati e fondati in Cristo, saldi nella fede». Il gruppo di confratelli, guidato dal Consigliere di Presidenza Maria Petrà e dal giovane Governatore della Misericordia di Montoro Inferiore (Av) e responsabile della pagina giovani del Movimento su Facebook, partirà alla volta della capitale spagnola da due punti di incontro, uno in Toscana per il centro nord, l’altro nel Lazio per il centro sud, ma tutti i particolari organizzativi sono ancora da definire. L’idea di partecipare a quest’incontro è nata lo scorso 5 dicembre, quando il gruppo,

Plaza Major a Madrid

appena nato, si è incontrato a Roma in occasione alla Giornata Mondiale del Volontariato. Tutti i particolari dell’organizzazione saranno comunicati sul nostro periodico e sul sito confederale www.misericordie.org.


Misericordie d’Italia - Marzo/Aprile 2011

PRIMO PIANO

3

Cambio di vertici

Brunini dà le dimissioni. Trucchi assume la carica di presidente Chiara Pietrella

C

ambio di fine legislatura ai vertici della Confederazione Nazionale. Lo scorso 18 febbraio, a pochi mesi dalle elezioni per il rinnovo delle cariche - che si svolgeranno a Roma tra settembre e ottobre Gabriele Brunini ha annunciato la sua candidatura a presidente della Provincia di Lucca ed ha rassegnato le proprie dimissioni da presidente confederale. Ha assunto la carica di presidente facente funzioni il confratello Roberto Trucchi, della Misericordie di Albinia. Il Consiglio di Presidenza, guidato per la prima volta dall’ex vice presidente, si è riunito a Isola Capo Rizzuto il 25 febbraio presso la sede della locale Misericordia. Fra gli altri argomenti ha ritenuto doveroso ringraziare il confratello Gabriele Brunini per l’impegno dimostrato nel periodo in cui ha ricoperto l’incarico “permettendo il realizzarsi di importanti iniziative”. Al contempo l’organo esecutivo della Confederazione ha porto i più sentiti auguri al confratello Roberto Trucchi per aver accettato l’incarico ed ha assicurato altresì la propria collaborazione per lo svolgimento di quanto programmato in questo scorcio di legislatura Confederale, formulando al confratello Gabriele Brunini auguri di ogni bene ed auspicando che Roberto Trucchi e lo stesso Consiglio possano proseguire nell’impegno di una fattiva collaborazione “per affrontare nel modo migliore le necessità del Movimento e di tutti coloro che ripongono grandi aspettative nel volontariato e soprattutto in quello cattolico”.

La notizia è stata data insieme all’ufficializzazione della candidatura alla presidenza della Provincia di Lucca, di cui si parlava ormai da tempo

A sinistra il Presidente dimissionario Gabriele Brunini. Sopra il presidente facente funzioni Roberto Trucchi

Il saluto del Vice Presidente Roberto Trucchi

L

a notizia delle dimissioni da Presidente della Confederazione Nazionale delle Misericordie d’Italia di Gabriele Brunini non ci ha colto di sorpresa, da giorni ormai il tam-tam di un suo disimpegno era nell’aria. Nessuno di noi ha il dovere di giudicare la scelta di Gabriele che è e rimane personale, piuttosto dobbiamo, lo faccio io sin d’ora a nome di tutti, ringraziarlo per quanto ha dato al Movimento prima come confratello, poi come consigliere Nazionale ed infine come Presidente. Il suo impegno è stato senza dubbio totale, disinteressato, responsabile in un momento di grande difficoltà per il Movimento. In questi tre anni e mezzo circa in cui ho avuto l’onore di essergli vicino, ne ho apprezzato le doti umane e le qualità morali e voglio ringraziarlo per la sua amicizia. La Confederazione comunque va avanti, le Misericordie continuano il loro importante e apprezzato servizio a prescindere dagli uomini e dalle loro qualità o dalle loro debolezze. Dal 20 febbraio lo statuto impone a me il dovere di guidare il Movimento, nessuno però da solo può portare avanti un compito così impegnativo e gravoso seppur per qualche

mese. In una famiglia o c’è coesione, unità d’intenti seppure nelle diversità, rispetto dei ruoli e dei compiti, insomma in una sola parola amore, o non si va da nessuna parte, anzi, la famiglia si sgretola e i danni finiscono per colpire tutti. Carissimi, il clima nel quale abbiamo vissuto nell’ultimo periodo è ben lontano dai principi che ho esposto, vi chiedo, quindi non per me ma nell’interesse delle Misericordie, di abbassare i toni, di fare un piccolo passo indietro tutti per ripartire con un po’ più di serenità, chiedo la collaborazione di tutti, dai consiglieri nazionali, ai governatori, ad ogni singolo confratello, ai dipendenti di Confederazione, per un confronto serio, un dialogo sereno, un lavoro nei mesi che rimangono alla fine della legislatura sui problemi che ci attanagliano da tempo e che ancora ci vedono impantanati. Una lunga “campagna elettorale “ nella divisione non gioverebbe a nessuno ed anzi acuirebbe ancora di più i problemi delle Misericordie e di questo saremmo tutti chiamati a rispondere. Un grazie di cuore Roberto Trucchi

Il comunicato del presidente Gabriele Brunini

C

arissimi, volendo rispettare, come avevo garantito, il pieno rispetto delle previsioni statutarie in tema di incompatibilità, pur non avendo ancora avuto una investitura ufficiale alla candidatura di presidente della provincia di Lucca, di cui ormai tutti parlano, ritengo opportuno evitare ogni ulteriore inutile polemica rassegnando le mie dimissioni dall’incarico di Presidente della Confederazione nazionale Misericordie d’Italia. E’ stata una decisione difficile e sofferta per uno che appartiene alle Misericordie dal 1966 come confratello e dal 1971 come governatore della piccola ma impegnata Misericordia di Borgo a Mozzano. Ho avuto tante opportunità in questo Movimento tra le quali quella di essere un collaboratore di presidenti come Alfredo Merlini, Giannelli e Gambelli; poi anche la soddisfazione di essere il Presidente Nazionale. In contemporanea mi sono state offerte possibilità significative, come servire da Sindaco la mia comunità e, oggi, quella di poter essere un candidato alla presidenza di una comunità più grande come la Provincia di Lucca. Di questo ringrazio Iddio, la mia famiglia e tutti quelli, come tanti di voi confratelli, che mi hanno aiutato e sostenuto. Con questo spirito e con la sicurezza di rimanere vicino al mio mondo delle Misericordie, comunico queste dimissioni che, per questioni organizzative e di passaggio consegne, saranno operative dal 20 febbraio 2011. Con affetto Gabriele Brunini


4

Misericordie d’Italia - Marzo/Aprile 2011

CONFEDERAZIONE

Convenzioni

Telepass: l’utilizzo è consentito solo sui mezzi di soccorso Dopo la sospensione del rilascio da parte della Società Autostrade, la Confederazione invita nuovamente le Misericordie ad utilizzare i dispositivi solo sui mezzi per i quali sono stati richiesti Immagine coordinata

Divise: sottoscritti altri contratti con ditte che garantiscano l’uniformità

D

L

o scorso autunno la Società Autostrade aveva momentaneamente sospeso il rilascio di nuovi telepass per i mezzi di soccorso, in conseguenza di diverse infrazioni riscontrate nella gestione degli apparecchi, anche da parte delle Misericordie. Durante il mese di febbraio e marzo la Confederazione ha incontrato la società per chiarire le modalità di utilizzo degli apparecchi, durante il quale il Movimento è stato invitato ad un maggior controllo sull’uso dei dispositivi. La Confederazione ricorda pertanto che ogni singolo telepass è strettamente legato alla targa del mezzo, che

può essere esclusivamente un mezzo di soccorso attestabile dal libretto di circolazione, e che non può essere spostato su altri mezzi, anche se appartenenti all’associazione stessa, come mezzi per il trasporto sociale o altro. Spostare il dispositivo su altri mezzi di soccorso è invece possibile, ma solo previa comunicazione scritta alla Confederazione, che si occuperà di istituire un’apposita pratica presso la Società Autostrade. La Confederazione invita inoltre tutte le Misericordie ad utilizzare la nuova modulistica per la gestione del telepass scaricabile dal sito istituzionale www.misericordie.org.

Collaborazione Misericordie-Camilliani

Boom di richieste per il corso di formazione sulle emergenze internazionali

A

seguito della collaborazione tra Misericordie e Camilliani, collaudata durante le emergenze di Haiti e del Cile, e successivamente siglata in un protocolo d’intesa, la Confederazione delle Misericordie e la Camillian Task Force hanno deciso di organizzare un corso di formazione sul tema delle emergenze internazionali, con l’obiettivo di creare un gruppo di volontari, adeguatamente preparati, per comporre i gruppi di intervento nei futuri scenari che potrebbero vedere impegnati i due Movimenti. Le Misericordie hanno risposto con entusiasmo e le richieste di partecipazione sono sta-

te quasi il doppio rispetto ai posti disponibili. Da qui la decisione di programmare, nei prossimi mesi, una seconda edizione del corso per dare la possibilità ai tanti fratelli interessati di vivere un’esperienza non comune al termine della quale è previsto uno stage di circa 20 giorni in un reale scenario di emergenza con i Padri Camilliani. Per la prima edizione del corso, iniziata il 9 e 10 aprile e che proseguirà il 14 e 15 maggio, la partecipazione è stata limitata a due confratelli per ciascuna Misericordia, in modo da creare conoscenza e affiatamento in un gruppo che potrebbe essere chiamato ad operare in contesti difficili.

Le Misericordie selezionate per il corso

ando esito alle decisioni assunte dal Consiglio Nazionale lo scorso anno, relativamente alla “Uniformità di immagine”, la Confederazione continua a sottoscrivere i contratti con i fornitori che si impegneranno a produrre divise a norma secondo il capitolato approvato dal Consiglio stesso. La sottoscrizione del capitolato non comporta alcun onere per le aziende produttrici e quindi nessun “ricarico” sul prezzo di commercializzazione dei capi di abbigliamento. La firma del contratto, inoltre, dà alle ditte la possibilità di usare i nuovi simboli registrati dalla Confederazione che ne è l’unica titolare. A tal proposito la Confederazione precisa che ogni Misericordia è ovviamente libera di scegliere il proprio fornitore. Se questo però non è autorizzato non può applicare sulle divise il marchio e il nome “Misericordie”. Nel corso del tempo, infatti, alle precise indicazioni confederali si erano aggiunte, ed in qualche caso sovrapposte, iniziative commerciali private che, con le più diverse giustificazioni, proponevano capi difformi, per foggia e colori, da quelli stabiliti in sede nazionale. Ne è nato un fenomeno, reso più evidente durante le grandi occasioni di mobilitazione nazionale, che ha prodotto

una immagine “arlecchino” del Movimento certamente inappropriata. Per porvi rimedio lo scorso anno il Consiglio Nazionale ha approvato una nuova serie di “Marchi di Azione” e di “distintivi” registrandoli sotto la forma del “marchio aziendale” che offre maggiori garanzie contro ogni contraffazione (possono essere prodotti e riprodotti solo dalla Confederazione che li fornisce direttamente ai fornitori autorizzati). Contestualmente ha comunicato le proprie decisioni alle aziende che commercializzano le divise ammonendole sull’uso dei “marchi” su capi di abbigliamento non autorizzati. Ciò che viene richiesto alle aziende per acquisire il titolo di “Fornitore Autorizzato” (e l’accesso ai marchi) è la sottoscrizione dell’impegno a commercializzare sotto il nome “Misericordia” soltanto capi, oggettistica, ecc. preventivamente autorizzati e depositati in Confederazione.

Ecco i fornitori autorizzati Labens

tel. 328 3416691 - mail: smtessitura@tiscali.it

via del Redolone 76/b  51034 Casalguidi

LD srl

(Pistoia) tel. 0573-527557  fax 0573 928316

Strada Vecchia della Madonna 8  65125

e-mail: info@labens.it

Pescara   tel. e fax 085-4171286 - mail: info@

Emersystem

ldsrl.net

Via L. Capuana 40 95029 Trecastagni (CT)

Andrea Creazioni S.R.L.

tel. 095-6140991 Fax 095 2937704

Via Pietramarina, 141  50059 Sovigliana - Vinci

mail:  info@emersystem.it

(FI) tel. 0571/509856  fax 0571/501290

Cerbul SpA

mail: info@andreadivise.com

Via Marconi 105 31020 Revine Lago (TV)

Delta Wear srl

tel. 0438-929258 - mail: rescueforce@cerbul.it

Via Marano Quarto 4  80016 Marano (Na)

Galaxi srl

tel. 081-5862055  fax 081-7427923 

Antignano (Li)

Pisa

Corso Garibaldi 146/d  13045 Gattinara (Vc)  tel.

mail:  deltawearsrl@yahoo.it

Arese (Mi)

Pontedera (Pi)

0163-834122  fax 0163-826349

C.S. Emergenza

Ascoli Piceno

Prato

mail:  francesco@galaxisnc.it

Via Alento snc  65024 Manoppello Scalo (PE)

Caserta

Quarrata (Pt)

Aipa srl

tel. 085-8562043  fax  085-8561355

Impruneta (Fi)

Racale (Le)

Via Giotto 23  20032 Cormano (Mi)  tel. 02-

mail: selena@csemergenza.it

Isola Capo Rizzuto (Kr)

San Mauro a Signa (Fi)

6151595  fax 02-66302042

G&G srl

Livorno

Solopaca (Bn)

mail:  informazioni@aipa-srl.it

Via Padre Donzelli 250/f  51015 Monsummano

Milano

Venezia

SM Tessitura di Simone Montagnani

Terme   cell. 329 5879497  fax 0572-050295

Monsummano Terme (Pt)

Vicopisano (Pi)

Via Volpaia 19  56042  Crespina (Pi)

mail: geg-srl@alice.it

Patti (Me)


Misericordie d’Italia - Marzo/Aprile 2011

CONFEDERAZIONE

5

Protezione civile

All’Ugem una medaglia d’oro per l’impegno in Abruzzo

D

urante la riunione della Consulta delle Organizzazioni Nazionali di Protezione Civile, l’8 febbraio il Capo Dipartimento Franco Gabrielli ha consegnato alle Organizzazioni Nazionali la pubblica benemerenza di prima classe per l’impegno profuso nell’emergenza a L’Aquila. Le medaglie d’oro sono state conferite anche a tutte le regioni e alle province autonome come riconoscimento dell’impegno profuso in Abruzzo durante il terremoto del 2009, come stabilito dal decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri dell’11 ottobre 2010. Il decreto stabilisce, infatti, la “concessione dell’attestato di pubblica benemerenza di prima classe del Dipartimento della Protezione Civile alle componenti del Servizio Nazionale di Protezione Civile per le operazioni di soccorso alla popolazione colpita dal sisma del 6 aprile 2009, in ragione dello straordinario contributo reso con l’impiego di risorse umane e strumentali per il superamento dell’emergenza”.

Comunicazione

Circolari confederali solo via email

S

i ricorda che dal 1 marzo 2011 la corrispondenza della Confederazione è inviata esclusivamente attraverso la posta elettronica. Questo permette un servizio informativo rapido ed un ingente risparmio in termini di costi. Si invitano nuovamente le Misericordie ad attivare la casella di posta confederale e a mantenerla efficiente secondo le modalità già fornite a suo tempo o diversamente facendone richiesta scritta agli uffici confederali: segreteria@misericordie.org mail@misericordie.org - fax 055 3261261

Sviluppo

Servizio Civile: presentati i progetti 2011

I

l 28 marzo sono stati consegnati all’Ufficio Nazionale Servizio Civile i progetti di servizio civile nazionale da realizzarsi in Italia per l’anno 2011. 135 i progetti presentati, 306 le sedi interessate con un totale di 2.151 volontari richiesti. Per avere notizie in merito alla determina e quindi all’esito dei progetti approvati occorreranno circa tre mesi. La determina sarà pubblicata sul sito dell’U.N.S.C. www.serviziocivile.it

La pubblica benemerenza è stata consegnata a febbraio dal Capo Dipartimento Franco Gabrielli durante la riunione della Consulta delle Organizzazioni Nazionali di Protezione Civile Il Direttore dell’Ufficio Gestione Emergenze di Massa Paolo Diani riceve la medaglia da parte del Capo della Protezione Civile Franco Gabrielli. A sinistra la medaglia d’oro

Agenzie delle entrate

Cinque per mille: le domande entro il 7 maggio

C

on la circolare n. 9 del 3 marzo 2011, l’Agenzia delle Entrate ricapitola la disciplina relativa al beneficio del cinque per mille dell’Irpef per l’esercizio finanziario 2011. Le associazioni di volontariato dovranno presentare domanda di iscrizione, a pena di decadenza, esclusivamente in via telematica, entro il 7 maggio 2011, direttamente o tramite gli intermediari abilitati. Sul sito dell’Agenzia delle Entrate è disponibile il software per la compilazione della richiesta di iscrizione. Gli elenchi provvisori dei soggetti ammessi al beneficio saranno pubblicati sul sito internet dell’Agenzia delle Entrate entro il 14 maggio 2011, mentre quelli definitivi saranno disponibili solo dal 25 maggio 2011, a seguito della correzione di eventuali errori segnalati a cura degli enti stessi. Entro il 30 giugno 2011 dovrà essere inviata, a pena di decadenza dal beneficio, con raccomandata A/R alla DRE la dichiarazione sostitutiva di notorietà, allegata alla domanda di iscrizione negli elenchi, attestante la persistenza dei requisiti previsti dalla legge ai fini dell’iscrizione. Anche per l’esercizio finanziario 2011 permane l’obbligo di rendicontazione delle somme attribuite, da redigere su apposita documentazione entro un anno dalla ricezione delle somme. Nel frattempo, lo scorso 1 marzo, sono stati pubblicati gli elenchi relativi al cinque per mille esercizio finanziario 2009. La scelta, così come per gli scorsi esercizi, premia Onlus e Volontariato. La somma complessiva attribuita quest’anno con le dichiarazioni dei redditi ammonta a 420 milioni. Di questi, oltre 412 milioni sono stati ripartiti mentre la parte rimanente, circa 8 milioni, risulta non assegnabile per errori procedurali nelle dichiarazione o enti non idonei a beneficiarne. Tutti gli enti del volontariato ammessi al beneficio del cinque per mille per i vari esercizi finanziari possono comunicare le proprie coordinate bancarie necessarie per l’emissione dei mandati di pagamento mediante accredito su conto corrente bancario o postale. Le coordinate bancarie vanno comunicate dai legali rappresentati degli enti nei seguenti modi: - accedendo ai servizi telematici (richiedendo il pin code) e utilizzando l’apposita procedura; - consegnando presso un ufficio dell’Agenzia il modello per la richiesta di accreditamento su conto corrente bancario o postale di rimborsi fiscali e di altre forma di erogazione riservato a soggetti diversi dalle persone fisiche; Coloro che già in precedenza hanno provveduto a comunicare i propri dati IBAN non sono tenuti ad ulteriori adempimenti, salvo che non siano intervenute modifiche del conto corrente di riferimento.

Eventuali variazioni vanno comunicate all’Agenzia con le medesime modalità sopra illustrate. In presenza di più coordinate per uno stesso soggetto, si terrà conto di quelle comunicate per ultime. Gli enti che non comunicheranno le proprie coordinate, ovvero che non dispongono di un conto corrente verranno pagati con modalità alternative dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali. Si ricorda che è obbligatoria la rendicontazione dell’utilizzo delle somme percepite. Devono inviare la rendicontazione al ministero (quindi redazione e invio) solo le associazioni che hanno ricevuto importi che superano i 15.000 euro per l’anno 2008 e che hanno ricevuto importi che superano i 20.000 euro per gli anni successivi. Per le altre è sufficiente la sola redazione e conservazione presso l’associazione. Il rendiconto deve essere redatto entro un anno dall’effettiva percezione dell’importo spettante. Gli uffici della Confederazione sono a disposizione per eventuali chiarimenti via mail alla casella di posta: fiscale@misericordie.org


6

Misericordie d’Italia - Marzo/Aprile 2011

MISERICORDIE

Disastro alla Confaternita toscana

Pistoia: ancora aperta la raccolta fondi per la ricostruzione post incendio

E

ra lo scorso 4 febbraio: un pomeriggio tranquillo come tanti altri pomeriggi invernali nella pacifica cittadina di Pistoia. Nessuno si sarebbe mai immaginato che dì a poco un enorme incendio sarebbe divampato nella sede della Misericordia. Un incendio devastante, per fortuna senza vittime o feriti, che in poche ore si è portato via ambulanze, mezzi di protezione civile e strumenti di servizio alla popolazione. “Oggi quel giorno è ormai lontano, sono passati quasi due mesi” dicono i confrelli “ma ogni giorno che veniamo alla Misericordia ci troviamo davanti il nostro capannone tutto bruciato e vediamo le carcasse dei mezzi della Protezione Civile che ci ricordano la tragedia. Una tragedia che è dura da dimenticare, una devastazione dura

Potete inviare il vostro contributo utilizzando uno dei seguenti conti correnti: • conto corrente postale n. 12589511 - IBAN IT48 0076 0113 8000 0001 2589 511 • Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia spa - IBAN IT15 S062 6013 8000 0032 4184 C00 • BCC Banca di Pistoia - IBAN IT19 E084 8613 8000 0000 0036 378 • Vi-Banca - IBAN IT04 G088 2970 5000 0000 0300 130 Intestati a: Ven. Arc. Misericordia di Pistoia via Can Bianco 35 - 51100 Pistoia Causale: Ricostruisci la tua Misericordia

Tante le inziative per dimostrare solidarietà e vicinanza alla Misericordia in questo difficile momento da recuperare”. Molti sono stati gli attestati di solidarietà da parte di innumerevoli Misericordie d’Italia e in particolare della Toscana, delle Istituzioni locali, provinciali e regionali. Moltissimi anche i privati che hanno voluto dimostrare la propria vicinanza alla Confraternita, ma ad oggi i fondi raccolti ammontano appena a 30mila euro. Una cifra che vuol dire molto in quanto quasi totalmente raccolta dalle donazioni dei privati, ma che è ben lontana dalla stima dei danni che ammonta intorno a 100mila euro. Molte le iniziative ancora in corso, tra le quali la possibilità di devolvere il resto della spesa o i punti della Collection nei supermercati Conad di tutta la Provincia di Pistoia. Ci sarà poi uno spettacolo presso il Teatro Manzoni di Pistoia il giorno 19 Aprile alle ore 21.30, con la partecipazione di personaggi dello spettacolo molto noti tra cui probabilmente ci sarà l’inviata Rai Serena Magnanensi, il comico David Pratelli, molto conosciuto per le sue imitazioni di Lippi e Ibraimovich e molte altre sorprese. Tutto il ricavato dello spettacolo al quale vi invitiamo a partecipate (info 0573.505202 amministrazione Misericordia) sarà devoluto alla Protezione Civile della Misericordia di Pistoia.

Il fumo sprigionato dall’incendio e una desolante immagine di ciò che rimane dei mezzi della Misericordia di Pistoia una volta domate le fiamme

“Tutti noi - continuano i confratelli di Pistoia - ci stiamo impegnando affinchè il parco macchine della Protezione Civile possa tornare presto ad essere quello di due mesi fa, ma ancora la strada è molto lunga e c’è veramente bisogno di tutti. Un ringraziamento particolare per l’affetto e la vicinanza mostrata va alla

Misericordia di Montegiorgio, i cui confratelli ci sono venuti a trovare portando il frutto di una importante raccolta fondi che la Confraternita ha voluto promuovere. A presto, diciamo a tutti, con i nuovi mezzi della Misericordia. E’ ancora una speranza, ma speriamo che diventi presto una realtà”.

ABBIGLIAMENTO TECNICO E ATTREZZATURE PER L’ EMERGENZA SANITARIA E LA PROTEZIONE CIVILE

COMPLETO GIUBBINO+PANTALONE

€ 69,00

iva esclusa

CONDIZIONI DISPONIBILI SUL SITO WEB.

Completo Giubbino e Pantalone. Tessuto 60% pol 40% cot. Colore Giallo / Ciano. Bande rifrangenti Reflexite GP340. Giubbino con maniche staccabili, due tasche laterali, un taschino pettorale e sistema porta radio/cellulare. Taschino alle maniche. Pantalone chiuso al fondo con sistema elastico/cerniera, imbottitura alle ginocchia, tasconi laterali, due tasche anteriori ed una posteriore. COMPLETO CERTIFICATO UNI EN 340:2008 (rispondenza taglie) Via Alento -65025 Manoppello Scalo (PE) Tel. 085.8562043 Fax 085.8561355 info@csemergenza.it - www.csemergenza.it


Misericordie d’Italia - Marzo/Aprile 2011

MISERICORDIE

“Tornare al più presto operativi”

I

n pochi minuti la notizia fa il giro della città. Con la stessa rapidità il fuoco si “mangia” un pezzo importante del nostro servizio alla popolazione ed al territorio. I volontari, i dipendenti e tanti semplici cittadini assistono in silenzio al rogo che consuma tutti gli automezzi della Protezione Civile, furgoni e jeep attrezzate, tende ospedale pneumatiche, idrovore, attrezzature sanitarie, scorte alimentari: tutto in fumo. La nostra istituzione ha investito molto negli anni per raggiungere alti livelli di professionalità, addestrando costantemente i volontari e dotandoli dei mezzi e delle apparecchiature necessarie, ben consapevoli delle responsabilità di cui ci facciamo carico, garantendo rapidità ed efficienza nei nostri interventi. Tanti sono stati i riconoscimenti ricevuti per gli interventi nelle più importanti calamità nazionali, come ad esempio il terremoto in Abruzzo del 2009. Ma anche sul nostro territorio siamo intervenuti nelle piccole e grandi emergenze: le alluvioni della piana pistoiese e di Migliarino sono fra i più significativi. Recentemente, l’esercitazione internazionale di Protezione Civile EU TEREX ci ha visti impegnati nella gestione di uno dei campi operativi, allestito presso la nostra sede, suggellando così la nostra professionalità. Vogliamo tornare al più presto “operativi”, vogliamo che la comunità pistoiese possa ancora, da subito, sentirsi più sicura grazie alla nostra organizzazione. In questi giorni

7

“In fumo anni di sacrificio”

A

Il Presidente della Misericordia di Pistoia Aligi Bruni durante le operazioni di spegnimento dell’incendio

abbiamo avuto la conferma che la Misericordia è davvero sentita da tutti come un tesoro della città, una risorsa su cui contare, sempre. Tanti, tantissimi attestati di solidarietà dalle autorità pubbliche, dagli imprenditori, dai cittadini; molti ci hanno chiesto di poter contribuire economicamente. Per questo abbiamo deciso di chiedere la solidarietà ed il contributo di tutti, con l’impegno che la nostra Misericordia cercherà, ancor più di prima, di sostenere il suo territorio di riferimento, e di portare aiuto anche lontano, a tutti quelli che vivono disagio e sofferenza. Ringrazio di cuore per la sensibilità e la generosità che vorrete dimostrare e invio il tradizionale saluto della Misericordia: che Iddio ve ne renda merito! Aligi Bruni Presidente della Misericordia di Pistoia

nni di sacrifici andati in fumo per chi, come Dario Parrini Responsabile del Gruppo Protezione Civile, e tutti i volontari, ogni sera si ritrovavano per sistemare i mezzi per essere sempre pronti a partire. Sempre pronti perché le calamità, le maxiemergenze, le piccole calamità locali, non danno mai un preavviso. Nell’incendio della vecchia Serra Martino Bianchi sono andati distrutti tutti i mezzi operativi della Protezione Civile, quattro carri funebri, due auto del servizio infermi e tantissimo materiale di utilizzo comune per le ambulanze. Il primo ringraziamento è per i volontari che subito, fin dai primi minuti, si sono dati da fare salvando le ambulanze e le macchine parcheggiate in prossimità dell’incendio e nei giorni successivi si sono attivati affinchè niente si fermasse. Anche le cose più semplici come una lavatrice, come un telo, come il materiale per le pulizie che erano andati in fumo, sono tornati subito disponibili e così il servizio quotidiano di sanificazione delle ambulanze, approvvigionamento dei mezzi per i servizi di emergenza, la normale gestione di pulizia della sede è tornato subito alla normalità. La Misericordia di Pistoia è una grande comunità e grazie a tutte le persone che ne fanno parte ci stiamo rimboccando le maniche affinchè l’incidente

che ci è successo sia il meno doloroso possibile. D’altro canto, però, ci troviamo una realtà che deve fare a meno di tutti i mezzi della Protezione Civile e dei carri funebri. Il patrimonio perduto supera il 1.000.000 di Euro e per poter ricostruire tutto abbiamo inevitabilmente bisogno del tuo aiuto, anche piccolo, ma sicuramente significativo per aiutare l’Arciconfraternita che da oltre 510 anni non si ferma mai nell’aiuto agli altri, che garantisce il servizio notturno in pronta partenza con quattro ambulanze a disposizione, un gruppo di Protezione Civile sempre in pronta partenza, un gruppo di persone giovani e meno giovani che ogni giorno offrono il proprio tempo libero al servizio del bene comune. Riccardo Fantacci Direttore Servizio Infermi Misericordia di Pistoia

Andrea Creazioni Produzione, anche su misura, di divise, giacche a vento, pantaloni, giubbotti, gilet, pile, maglie per sanitario e Protezione Civile.

Indumenti approvati dalla Confederazione delle Misericordie

Per visione indumenti visitare il nostro sito www.andreadivise.com

Via Pietramarina, 141 Sovigliana VINCI (FIRENZE) Tel. 0571 509856 Fax 0571 501290 info@andreadivise.com www.andreadivise.com


8

Misericordie d’Italia - Marzo/Aprile 2011

MISERICORDIE

Silvia Messeri

L

a città di Cagliari ha ospitato, per tutta la giornata di sabato 26 marzo, le Misericordie della Sardegna con volontari e mezzi in occasione del loro primo convegno regionale. La giornata è iniziata alle 9,00 nella Basilica di Bonaria, dove mons. Giuseppe Mani, arcivescovo di Cagliari, ha officiato la S. Messa concelebrata dal coordinatore regionale dei correttori, don Roberto Atzori, e da altri correttori. Al termine della funzione mons. Mani ha benedetto la nuova ambulanza della Misericordia di Senorbì e una grande tenda autogonfiabile, dono della Confederazione Nazionale al Coordinamento regionale della Sardegna, da utilizzare per eventuali emergenze e calamità. Il convegno, dal titolo “Il ruolo delle Misericordie nella realtà sarda”, ha avuto luogo nella sala convegni dell’Hotel Mediterraneo. Dopo i saluti del sindaco di Cagliari, Emilio Floris, del Presidente della Regione Ugo Cappellacci, del Direttore della C.O.118 - ASL 8, Giuseppe Iasiello, sono iniziati i lavori coordinati da Giampiero Farru, presidente del CSV Sardegna Solidale. Gianni Melis, vice presidente Conferenza regionale sarda, ha illustrato la realtà delle Misericordie della Sardegna riferendo per ognuna, tra l’altro, l’anno di nascita e i mezzi in dotazione, mentre Giuseppe De Stefano, consigliere nazionale e presidente del CSV di

Regioni

Sardegna, primo convegno regionale delle Misericordie

A sinistra i confratelli sardi al loro primo incontro regionale. Sopra la tenda pneumatica donata dalla Confederazione Nazionale

Napoli, ha descritto il panorama delle Misericordie in Italia e la loro storia. Il Presidente nazionale, Roberto Trucchi, infine, ha esortato tutti a proseguire nell’impegno volontario e gratuito che caratterizza la più antica forma associativa volontaria presente in Italia.

Molto ricco il dibattito e le testimonianze: da quella di Mario Sari, presidente della Misericordia di Alghero la Misericordia nata in Sardegna ai presidenti e volontari, oltre trecento, delle tante Misericordie presenti. Nel pomeriggio il Piazzale dei Centomila ha ospitato le esercitazioni di primo soccorso e

Viareggio

Corso per “addetto all’assistenza di base”

R

iparte il corso di formazione professionale, promosso dall’Agenzia Formativa della Misericordia di Viareggio per diventare “Addetto all’assistenza di base”. Il corso si svolgerà a partire dal mese di Aprile fino a Dicembre 2011 per un totale di 600 ore, di cui 280 di stage. Le lezioni, che si svolgeranno nei locali della Misericordia, in via Cavallotti 78, accoglieranno da un minimo di 15 fino a un massimo di 25 allievi. L’Addetto all’assistenza di base è una professionalità che opera prevalentemente nel settore della sanità e assistenza sociale. Si occupa di assistenza diretta, specie in situazioni

di bisogno particolari, e di cura dell’ambiente di vita, sia a domicilio dell’utente che nelle strutture di cura residenziali. Opera in collegamento con i servizi e le risorse sociali. Tra i contenuti al centro del corso: diritto all’assistenza nella costituzione della Repubblica Italiana; bisogni degli utenti; elementi di igiene e profilassi; nozioni di puericultura,riabilitazione,geria tria e psichiatria; elementi di assistenza infermieristica; igiene del lavoro, prevenzione e pronto soccorso; aspetti e problemi dello sviluppo della persona; analisi dei bisogni e delle situazioni di rischio; igiene e prevenzione incidenti domestici; cura della salute.

di protezione civile inscenate dalle centinaia di volontari presenti e da una squadra dei Vigili del fuoco della sede centrale di Cagliari, che si è prestata con del personale anche fuori dal servizio ordinario per la simulazione di un intervento per incidente stradale con più veicoli e persone coinvolte.

Borgo a Mozzano

Riaperta la sede storica

Capannori

E’ nata la Confraternita di Santa Gemma Galgani

è

nata la Confraternita di Misericordia Santa Gemma Galgani. La nuova Associazione di volontariato, ha preso vita da un progetto partecipato tra i gruppi Donatori di Sangue Fratres e dalle Comunità Parrocchiali dei paesi dell’area nord-est di Capannori (Lucca). Dopo diversi mesi di cammino condiviso, fatto di piena e stretta collaborazione, di un lavoro costante dei volontari, si è giunti alla data di fondazione vera e propria, che si è svolta giovedì 18 novembre scorso, presso Villa S. Maria, l’atto di fondazione alla presenza del notaio e di 103 soci fondatori, provenienti dalle diverse frazioni del territorio. Da allora è stato un crescendo di attività per la neonata Associazione. Inoltre, grazie alla piena disponibilità della Congregazione Missionaria delle Sorelle di S. Gemma, l’Associazione ha potuto disporre di una sede propria, che è il cuore operativo della Confraternita: l’ex casa

famiglia di Camigliano in località Borgonuovo. La nuova Confraternita di Misericordia Santa Gemma è stata inaugurata ufficialmente sabato 19 marzo 2011, nel corso di una cerimonia che ha visto la partecipazione del direttore dell’UGEM, di diversi consiglieri nazionali e di numerose autorità civili e religiose, con la benedizione dell’Arcivescovo di Lucca Italo Castellani insieme ai parroci delle frazioni interessate da questo progetto. Significativa e di buon augurio la donazione di un’automobile per i servizi sociali. Hanno partecipato il presidente della Provincia di Lucca Stefano Baccelli, il direttore dell’Azienda Sanitaria di Lucca Oreste Tavanti, il sindaco di Capannori Giorgio Del Ghingaro, oltre ai rappresentati delle Confraternite di Misericordia della zona e altre personalità locali. Durante la giornata hanno suonato le Filarmoniche di Segromigno in Monte e di San Gennaro.

La Merciful Band della Misericordia di Borgo a Mozzano

L

unedì 14 marzo 2011, la Misericordia di Borgo a Mozzano ha celebrato il 114° anniversario della sua fondazione. In questa occasione è stata riaperta, dopo l’esecuzione di alcuni lavori di ristrutturazione la vecchia sede della Misericordia non più operativa dall’ottobre del 2009 quando tutte le attività furono trasferite nella nuova Casa della Misericordia. La sede storica, inaugurata il 6 agosto 1911, aveva subito negli anni numerose trasformazioni dovute alle necessità di renderla operativa alle esigenze e alle nuove tipologie di servizi che la Misericordia si trovava a svolgere.

Nei locali sarà realizzato il museo della Misericordia e nella restaurata sala del Magistrato avrà la sua sede la Merciful Band, la banda dei Misericordiosi, formata da ventidue giovani volontari dell’Associazione. La serata di inaugurazione è cominciata alle ore 20.30 nella chiesa del SS. Crocifisso con la S. Messa celebrata da don Francesco Maccari, Correttore della Misericordia. Al termine c’è stata la consegna delle Stelle al merito della Carità per finire con l’inaugurazione e la benedizione della vecchia sede della Misericordia restaurata. La serata si è conclusa con il concerto della Merciful Band.


Misericordie d’Italia - Marzo/Aprile 2011

MISERICORDIE

9

Centro Richiedenti Asilo

Casini a Crotone: “L’opera della Misericordia è insostituibile”

L’

onorevole Pier Ferdinando Casini, ex Presidente della Camera dei Deputati e leader dell’UDC, ha fatto una rapida visita al Centro per richiedenti asilo di S. Anna di Crotone, gestito dalla Misericordia di Isola Capo Rizzuto. Con lui, oltre al candidato a Sindaco di Crotone On. Dorina Bianchi, un nutrito numero di cariche politiche importanti dell’Udc tra cui gli onorevoli Mario Tassone e Gino Trematerra, il Presidente del Consiglio Regionale Francesco Talarico, il Capo gruppo al Consiglio Regionale Alfonso Dattolo, gli assessori regionali Francesco Antonio Stillitano e Michele Trematerra, e la responsabile nazionale per le pari opportunità del partito dott. sa Marisa Fagà. A ricevere l’Onorevole Casini, c’erano il Prefetto Vincenzo Panico, il Questore Giuseppe Gammino il Sindaco di Isola di Capo Rizzuto Carolina Girasole, il Governatore della Misericordia di Isola Capo Rizzuto, nonché responsabile per l’immigrazione per la Confederazionw Nazionale delle Misericordie d’Italia, Leonardo Sacco, il Correttore spirituale della Fraternita don Edoardo

L’On. Pierferdinando Casini insieme al Governatore della Misericordia di Isola Capo Rizzuto Leonardo Sacco durante la visita al Centro

Scordio e il Cappellano del Centro don Giuseppe Santoro. Dopo aver visionato parte delle strutture del Centro, Sacco e la Direttrice Liberata Parisi hanno risposto alle numerose domande

poste dal parlamentare relative particolarmente alla situazione di emergenza dell’ultimo mese, all’affollamento del campo, alla nazionalità dei richiedenti asilo. Prima di lasciare il Centro si è complimentato per l’or-

ganizzazione e l’umanità che lo caratterizza “per far fronte all’emergenza –ha dichiarato- occorre tutto l’esercito dei volontari che come le Misericordie svolgono, soprattutto a Crotone un’opera insostituibile”.

Isola Capo Rizzuto

Presentato il dossier sulla legalità e la lotta alla ‘ndrangheta

I

l 26 febbraio scorso presso il centro culturale “Antonio Rosmini” di Isola Capo Rizzuto è stato presentato il Dossier sulla legalità e la lotta alla ‘ndrangheta, terreno in cui sono impegnate da anni la parrocchia e la Misericordia di Isola Capo Rizzuto. Il dossier ripercorre infatti l’eccezionale esperienza di don Edoardo Scordio e Leonardo Sacco, governatore della Misericordia, che con il loro esempio e la loro determinazione sono riusciti a coinvolgere moltissimi giovani che hanno scelto così la strada dell’impegno sociale e civile. Scelta coraggiosa e difficile in una terra preda di illegalità diffusa come risulta dalle parole del procuratore Vigna che ha curato la prefazione del dossier e concluso i lavori di presentazione: ‘’Alla fine di un’esperienza come la mia, c’e’ da chiedersi non tanto se sono riuscito a combattere l’illegalita’, ma se sono riuscito a far nascere la voglia della legalità: qui a Isola Capo Rizzuto, posso dire di aver trovato la massima espressione di questo mio sentimento’’. ‘’Andando al centro d’accoglienza S.Anna - ha proseguito l’ex procuratore nazionale antimafia - mi sono reso conto di come il sentimento della legalita’ sia stato accoppiato a quello dell’umanita’ e dell’esemplarita’. Due concetti che rinvigoriscono il rispetto delle regole grazie alla pratica del volontariato’’. ‘’La mancanza di lavoro per i giovani - ha detto ancora Vigna - e’ una tentazione per i giovani ad avvicinarsi al malaffare. A questo proposito mi rivolgo proprio a loro, per esortarli ad avvi-

cinarsi, invece, al mondo del volontariato, che forse non porta soldi, ma crea opportunità di crescita e sviluppo per se stessi e per l’intero territorio. In questo la Misericordia è un grande esempio’’ Alla presentazione del dossier erano presenti tutte le autorità del territorio, dall’arcivescovo di Crotone e Santa Severina Domenico Graziani al prefetto Vincenzo Panico, dal procuratore della Repubblica Raffaele Mazzotta ai parlamentari Dorina Bianchi e Nicodemo Oliverio, dal vicepresidente della Regione Calabria Antonella Stasi al presidente del Consiglio Regionale Francesco Talarico, dal presidente della Provincia Stanislao Zurlo ai sindaci di Isola Capo Rizzuto e Crotone Carolina Girasole e Peppino Vallone, tutti i componenti calabresi della commissione parlamentare antimafia: Luigi De Sena, che ne è vicepresidente, Luigi Li Gotti, Angela Napoli, Mario Tassone. Sono inoltre intervenuti Gaetano Pecorella, presidente della commissione bicamerale d’inchiesta sui rifiuti, Roberto Tortoli, deputato e vicepresidente della commissione ambiente, territorio e lavori pubblici, Salvatore Magarò, presidente della commissione regionale contro il fenomeno della mafia in Calabria, e Renato Cortese, capo della squadra mobile di Reggio Calabria. La presentazione del Dossier è stata, inoltre, accompagnata da una mostra di fotografie, documenti e articoli di giornali a testimonianza di questi 30 anni di impegno sociale e civile dei ragazzi della Parrocchia e della Misericordia di Isola Capo Rizzuto nella propria amata terra.

Campi Bisenzio

Da un tappo di plastica... alla sedia rotelle

L

a Confraternita della Misericordia di Campi Bisenzio, con l’aiuto della popolazione, è riuscita in un meritevole progetto. A volte, grazie ad un semplice gesto che non costa nulla, infatti, si può alleviare un problema grave per chi è stato meno fortunato. Nel 2010, grazie alla raccolta dei tappi di plastica usati, la Confraternita è riuscita ad acquistare ed assegnare ad un disabile una sedia a rotelle del valore di 500 euro. Ogni sacco nero (di quelli per l’immondizia) colmo di tappi vale infatti 5 euro e l’invito alla raccolta è ancora aperto: basta conservare in casa i tappi e portarli alla sede della Misericordia in via Saffi (di fronte a Villa il Palagio) dove ci sono i contenitori per la raccolta.

Castelnuovo Garfagnana

Presentazione del centro diurno Alzheimer

L

a Misericordia di Castelnuovo Garfagnana, durante il mese di marzo, ha presentato ai medici di medicina generale e alla popolazione l’importante iniziativa assistenziale rappresentata dal centro diurno Alzheimer. La struttura, avviata nel corso del 2008, ha garantito e garantisce una risposta adeguata ai pazienti affetti da questa grave patologia e da demenze senili gravi, dando sollievo anche alle famiglie che si trovano a dover gestire situazioni molto complesse. Alla presentazione hanno partecipato per l’Azienda USL 2 la responsabile di zona distretto della Valle del Serchio Romana Lombardi, il direttore del Sociale Antonio Elmi, il responsabile dell’Unità valutativa multidimensionale (UVM) Federico Romani, la responsabile della COAD Valle del Serchio Lia Pierami. Hanno portato i saluti del Comune di Castelnuovo il sindaco Gaddo Gaddi e l’assessore alla sanità Franco Bianchini. La presentazione è stata coordinata dal presidente della Misericordia Franco Taddei e dal segretario Mauro Giannotti.


Misericordie d’Italia - Marzo/Aprile 2011

misericordie

10

Calci

Una casa alle famiglie in difficoltà

L

a Misericordia di Calci (Pisa) ha messo a disposizione di alcune famiglie in difficoltà il proprio stabile nella zona di Castello. Durante il mese di marzo le famiglie individuate vi si sono trasferite e hanno potuto finalmente dire di avere una casa in cui poter vivere. “Detto così può sembrare banale – dicono i confratelli - ma questo ci ha riempito veramente di gioia, perché è stato veramente il momento più intenso e forse più bello da quando è iniziato il progetto di ristrutturazione. E questo, oltre che momento di grande gioia per noi, è sinonimo di nuovo inizio per loro, che potranno contare sulla tranquillità di avere una nuova abitazione e soprattutto su un sostegno da parte della nostra associazione dal punto di vista relazionale”. “Ma ancor più gioia – continuano a Calci l’abbiamo avuta quando sono entrati nel terzo appartamento anche gli inquilini dello stabile utilizzato per il progetto “Mano nella Mano”, utilizzato per famiglie che vengono da altri territori o città al di fuori di Pisa, che devono affrontare in primis visite, terapie o dialisi, ma che non possono permettersi di pagare affitti o costi per camere di albergo. Ci siamo resi conto che alle volte non possono neppure forse permettersi la

Corsagna

“Le mani in pasta” approda al catering

“L

e mani in pasta”, il bar-osteria-pizzeria gestito dalla Misericordia di Corsagna continua ad espandere le proprie attività. Fortemente voluto dalla Misericordia, il progetto iniziato anni fa, voleva offrire concrete possibilità di inserimento lavorativo alle persone diversamente abili. Puntando su quanto offerto dal territorio dal punto di vista enogastronomico, “Le mani in pasta” propone ai propri clienti, ormai numerosi, cibi locali tipici, pizza, vini speciali, marmellate e dolci. Alcuni ragazzi diversamente abili lavorano come chef, caposala, barman, pizzaioli e camerieri. Altri lavorano al “Centro del gusto”, dove vengono preparati biscotti e confetture utilizzando prodotti tipici locali, mentre altri ancora hanno trovato impiego al “Poderino”, progetto di inserimento lavorativo in agricoltura sociale con coltivazione dell’uva e produzione di vino. Il catering adesso è la nuova scommessa dei ragazzi de “Le mani in pasta”, che si stanno specializzando in questa attività in occasione di feste, manifestazioni e convegni effettuati anche fuori provincia.

cena. E, mai come in questo caso, potremmo dire che da cosa nasce cosa. E ci dà ancor più gioia sapere che tutto è stato realizzato solo attraverso l’opera del volontariato puro, soprattutto perché mai come in questo caso ci si rende conto effettivamente del risultato raggiunto. Un risultato che è sinonimo di rinascita per queste persone, e soprattutto di speranza in un futuro migliore. Tutto questo grazie al volontariato”.

Porto Azzurro

Artigianato e minerali in carcere, ecco un altro progetto a favore dei detenuti

C

ontinua il rapporto di collaborazione, instaurato ormai da anni, tra la Misericordia e il carcere di Porto Azzurro. Dopo varie iniziative, tra le quali l’organizzazione di corsi di primo soccorso a favore della popolazione ristretta e degli operatori penitenziari, adesso è la volta di un interessante progetto finanziato dal Cesvot dal nome “Porto l’Azzurro dentro:

Brindisi

carcere, minerali e territorio” . Circa dodici detenuti avranno la possibilità di seguire un corso teorico-pratico per la durata di 250 ore al fine di realizzare all’interno della cittadella carceraria un laboratorio artigianale per trasformare minerali (la maggior parte dei quali rinvenuti nelle miniere dell’isola) in souvenir o bigiotteria da esporre o vendere nei negozi autorizzati. Partendo dalle peculiarità del territorio il progetto tende a recuperare un’attività artigianale tipica e tradizionale offrendo al tempo stesso un’opportunità di lavoro agli stessi detenuti. La realtà penitenziaria a Porto Azzurro è ricca di potenzialità e professionalità che possono essere riconosciute e sostenute creando percorsi formativi al fine di favorire il ritorno in società di chi ha scontato la pena definitiva. Soddisfazione viene espressa dalla direzione del carcere che, visto il difficile momento vissuto dagli istituti di pena italiani, riconosce particolare rilevanza all’iniziativa della Misericordia di Porto Azzurro.

Il duomo di Brindisi

Pietrasanta

Nuovo Governatore per la Misericordia

D

opo undici anni, la Misericordia di Brindisi cambia Governatore. A seguito delle dimissioni volontarie per problemi di salute del Governatore Vasco Nozzoli, in carica dal 2000 al 2011, il testimone della Presidenza dell’associazione è passato a Giordano Gruber. “Esprimiamo il massimo riconoscimento, stima ed affetto al Confratello Nozzoli per la sua volontà e sacrificio di far nascere e crescere l’associazione esercitando tutte quelle opere di umana e cristiana carità, riconoscendo la sua genero-

sità, dedizione verso i bisognosi e al prossimo, sempre pronto a tendere una mano ed aiutare chiunque” affermano i confratelli dell’associazione. Sarà un impegno notevole per il nuovo Governatore gestire e condurre le attività dell’associazione, ma sarà supportato dalla professionalità e dallo spirito di sacrificio di tutti i volontari. La Misericordia di Brindisi opera dall’anno 2000 nel settore “Socio-Sanitario” e “Protezione Civile” con le proprie ambulanze e volontari in ambito Provinciale, Regionale e Nazionale.

Acquistato un nuovo defibrillatore

E’

stato portato a termine dalla Misericordia di Pietrasanta il progetto iniziato nel 2010 “Misecardio, col cuore non si scherza!” che prevedeva l’acquisto di un Defibrillatore sia Manuale che Semiautomatico AED di ultima generazione da mettere a disposizione della comunità Versiliese. L’associazione desidera ringraziare tutti i volontari che hanno contribuito al progetto e la Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca che ha notevolmente contribuito all’acquisto del suddetto apparecchio. Che Dio ve ne renda merito.

Castiglione della Pescaia e Punta Ala

Vacanze di servizio in compagnia dei confratelli

L

a Misericordia di Castiglione della Pescaia e Punta Ala nel periodo che va dal 1 giugno 2011 al 30 settembre 2011, organizza il progetto “Estate con la Misericordia 2011”. Castiglione della Pescaia e Punta Ala situate nel cuore della Maremma Toscana, per la qualità del mare e delle spiagge, la cura ambientale e le attrezzature, sono considerate un esclusiva meta turistica. A fronte del notevole aumento di presenze nel periodo estivo, la misericordia è chiamata a rispondere all’incremento dei servizi. Per tale motivo, il progetto ha lo scopo di ricevere un valido aiuto per soddisfare le richieste, nonchè di costruire nuove amicizie. Ai volontari che aderiscano all’iniziativa sarà garantito vitto e alloggio in cambio di un turno giornaliero di 6 ore. I volontari dovranno avere la maggiore età ed essere in possesso di attestato di 1° o 2° livello.

Il mare di Punta Ala

Le adesioni dovranno pervenire agl’indirizzi indicati in calce riempiendo l’apposito modulo. Tel / Fax 0564/939099 ufficio amministrativo e-mail misericordia.castiglione@gmail.com Per maggiori informazioni contattare l’ufficio amministrativo o il coordinatore Francesco Bai al 339/5462223 - 339/5462223.


Misericordie d’Italia - Marzo/Aprile 2011

MISERICORDIE

Misericordie d’Italia

Umbria

Periodico della Confederazione Nazionale

Nasce il Raggruppamento di Protezione Civile delle Misericordie

Presidenza Roberto Trucchi, Roberto Monciatti, Ugo Bellini, Leonardo Sacco, Maria Petrà, Giuseppe Tresca, Luigi Cardini, Giovanni Vanni Direttore Responsabile Chiara Pietrella Coordinamento editoriale Silvia Messeri Società editrice NTE srl. , Via Bruno Buozzi, 24 - Campi Bisenzio Segreteria di redazione 055/32611 - redazione@misericordie.org Comitato di redazione Roberto Trucchi, Roberto Monciatti, Chiara Pietrella, Silvia Messeri Hanno collaborato a questo numero Roberto Trucchi, Andrea Frosini, Chiara Pietrella, Silvia Messeri, Maria Petrà, Antonio Teodosio, Paolo Diani, Mario Di Bella, Aligi Bruni, Riccardo Fantacci Progetto grafico Cristiano Pancani NTE Impaginazione NTE

L’

intervento e il coordinamento in ambito locale, nazionale e internazionale nell’opera di soccorso alle popolazioni colpite dalle calamità e il servizio di prevenzione previsto per gli interventi di Protezione civile: sono gli obiettivi del Raggruppamento di Protezione civile - Misericordie Regione dell’Umbria. Il Consiglio del coordinamento zona 16 Misericordie Umbria ne ha deliberata la costituzione lunedì 7 marzo. “Tra le nostre finalità c’è l’ottimizzazione delle risorse delle varie Misericordie componenti il raggruppamento, al fine d’intervenire in modo efficace ed efficiente” spiega il coordinatore zona 16 Misericordie - Umbria, Ivo Massinelli. Il coordinatore sottolinea l’importanza del coinvolgimento dei giovani nelle attività svolte dalla confraternita: “Siamo particolarmente impegnati in una serie d’iniziative tendenti alla formazione e alla partecipazione dei gio-

11

vani alle attività di volontariato; in particolare a quelle di Protezione civile, alla salvaguardia dell’ambiente e alle iniziative sociali della comunità”. Sono dieci le Misericordie che hanno fondato il raggruppamento, quelle di: Assisi, Castiglione del Lago, Magione, Fossato di Vico, Montegabbione, Perugia - Olmo, Collazzone, San Venanzo, Marciano, Città della Pieve.

Misericordie d’Italia è la voce istituzionale del Movimento delle Misericordie. Esce con 10 numeri l’anno e viene distribuito gratuitamente in 5.000 copie. Oltre che alle Confraternite (in triplice copia) il giornale viene inviato anche: alle Asl italiane, alle centrali operative 118, ai centri per le forniture sanitarie, ai vescovi, alle diocesi e alle parrocchie di riferimento delle Misericordie, ai Prefetti italiani, ai presidenti delle Regioni e agli assessori alla salute, alle politiche sociali e alla protezione civile, ai presidenti delle Province e agli assessori alla salute, alle politiche sociali e alla protezione civile, ai Sindaci e agli assessori regionali alla salute, alle politiche sociali e alla protezione civile, ai Ministeri, a Camera e Senato, alle associazioni sindacali e datoriali, alle fondazioni bancarie, ai presidenti delle Casse di Risparmio, alle altre associazioni di volontariato e alle onlus italiane. Misericordie d’Italia è anche scaricabile in pdf dal sito www.misericordie.org alla sezione “Editoria e comunicazione”.

Grottammare

Torremaggiore

Dal Rotary, nuove importanti attrezzature mediche

Corso di “teatro sociale” per operatori socio sanitari

D

Uno scorcio di Grattammare

L

o scorso 4 marzo, presso l’Hotel Parco dei Principi di Grottammare (Ascoli Piceno) il Rotary Club di S. Benedetto del Tronto Nord ha organizzato un service in favore della Misericordia di Grottammare, regalando ai Confratelli una pompa ad infusione a siringa per la nuova ambulanza medicalizzata della Misericordia, apparecchio elettromedicale che consente l’infusione endovenosa in un paziente di farmaci, a volte combinati, dosati e controllati elettronicamente. Il Presidente del Rotary Club di S. Benedetto del Tronto Nord, Alceo Spinozzi, ha consegnato personalmente ai Confratelli della Misericordia questa importante e necessaria apparecchiatura ed ha presentato ai soci rotariani l’ospite della serata, Israel De Vito, in rappresentanza della Confederazione delle Misericordie d’Italia, che ha intrattenuto la platea con una relazione su “I Giovani nel Volontariato e nelle Misericordie”. La sintesi della relazione consisteva nel ruolo fondamentale e insostituibile dei Giovani nel Volontariato, come vivaio di nuove energie, entusiasmo, valori e spirito umanitario.

Era presente anche una delegazione di Confratelli Giovani della Misericordia di Grottammare, che hanno regalato alla platea dei rotariani un breve momento di educazione al primo soccorso con una simulazione B.L.S.D. su un paziente in arresto cardiorespiratorio, attuando le manovre rianimatorie previste dal 118 per i soccorritori volontari. Grazie alla presenza e alla cortese disponibilità del Dott. Francesco Novelli, Responsabile della Potes 118 di S. Benedetto del Tronto, i Confratelli della Misericordia hanno svolto il soccorso simulato, mentre il medico illustrava le manovre agli intervenuti. Hanno partecipato alla serata e portato i propri saluti al Rotary e alla Misericordia Piero Celani, Presidente della Provincia di Ascoli, Daniele Mariani, Assessore alle Politiche Sociali di Grottammare, Alessandro Speca, Governatore della Misericordia di Grottammare e Referente delle Misericordie delle Marche e Bruno Lucciarini, Presidente dell’Associazione Nazionale Carabinieri in congedo di Grottammare e Vice Governatore della Misericordia di Grottammare.

al 1 aprile la Confraternita della Misericordia di Torremaggiore ha dato inizio al Corso di formazione per conduttori di teatro sociale (handicapscuola), diretto da Corrado Sorbara, che si svolgerà presso “Le Botteghe dei Bollenti Spiriti”. Il Teatro Sociale nasce come risposta ad una domanda di cambiamento e miglioramento che emerge nel settore della riabilitazione, integrazione, educazione e sviluppo della persona, e si rivolge al suo benessere psicofisico e culturale attraverso pratiche espressive, formative, relazionali e culturali. Il corso si rivolge agli operatori socio-sanitari, educatori, insegnanti, insegnanti di sostegno, attori,

studenti e diplomati in ambito sociale, psicologico, sanitario, umanistico e artistico, ed a tutti coloro che intendono acquisire abilità, sensibilità e competenze nell’ambito dell’arteterapia, finalizzate alla conduzione di Laboratorio di Teatro Sociale (handicap e scuola).

SEGUE dalla prima

Carità, preghiera e silenzio Troppo spesso negli ultimi tempi il confronto interno è diventato, sia nei consessi istituzionali che nei siti, un continuo insulto, una continua denigrazione, una delegittimazione continua dell’altro. Questa non è Misericordia, è altro che non fa parte dei nostri principi e della nostra storia. Su questo vi chiedo silenzio, non per imbavagliare qualcuno, ma perché credo che le persone intelligenti possano esprimere le proprie opinioni senza ricorrere all’invettiva e alle offese continue. Se non ritroviamo questo spirito è inutile parlare di unità, di statuto, di bei progetti e altro. Diventerebbero solo parole vuote, o forse piene, ma solo di ipocrisia. Il prossimo 16 aprile ci ritroveremo per l’Assemblea nazionale a Montecatini Terme, vi invito, cari Governatori, a non mancare. E’ un momento importante e ognuno deve sentirsi partecipe e portare il proprio contributo, non solo sul bilancio, ma anche e soprattutto sui tanti temi che ci sono a cuore. Che Dio ve ne renda merito.  Roberto Trucchi



MIsericordie d'Italia