Page 1

News & Views — Luglio/Agosto 2013, numero 4

N

& s ew

s w e Vi

Notiziario a cura del CSB di Area Umanistica—Biblioteca “Giorgio Aprea”

Editoriale di Sebastiano Gentile Delegato rettorale alla Didattica abilitante di Ateneo

Sommario Editoriale a cura di Sebastiano Gentile

1

Novità in catalogo 1 Corpora e Thesauri della Sala Lettura

2

Novità in catalogo 2 Sezione Filosofia e Psicologia

3-5

Novità in catalogo 3 Collana Oxford (narrativa inglese)

6

La Biblioteca in evidenza La Sala Fondi Speciali

6-7

Gli utenti e la Biblioteca Il sito web istituzionale

7

Progetti Tirocinio in Biblioteca

8

Una finestra su … Biblioteca di Montecassino di Francesco Rosa

8

La parola a … Tamara Baris, studentessa di Lettere

9

Credits

10

1

Un tempo qualsiasi studio ci accingevamo a fare richiedeva per prima cosa una faticosissima ricerca bibliografica. Si partiva dalla consultazione di quei repertori che accumulavano titoli relativi ai vari argomenti, passando poi allo spoglio di libri e libri che spesso si rivelavano inutili per il nostro scopo immediato. Oggi questo genere di ricerca è preceduto, affiancato e spesso superato da una banalissima interrogazione su Google, o direttamente sull'utilissimo Google libri. Per non dire che oggi troviamo on-line, in numero crescente di giorno in giorno, manoscritti ed edizioni antiche, libri fuori copyright (ma anche talvolta molto recenti), che possiamo leggere, scaricare, interrogare. Se proprio abbiamo sfortuna, di un libro possiamo vedere comunque la copertina, magari un'anteprima, spesso corposa, o i cosiddetti “snipplets”. Queste conquiste certamente agevolano notevolmente la ricerca, ma allo stesso tempo insinuano il dubbio che le biblioteche siano inutili, o che lo saranno presto, per non dire della convinzione di molti che gli ebooks prenderanno il posto dei volumi e che il cartaceo sarà presto sostituito dal digitale. Non dobbiamo accettare questa idea. Non soltanto per il piacere tattile e visivo che procura il testo stampato. E neppure per la sensazione di partecipazione e condivisione che procura lo studio in biblioteca, per non dire dei tanti incontri e scambi di conoscenze che solo lì possono nascere. C'è un'altra questione, grave e delicata, che riguarda la conservazione del patrimonio librario: malgrado possibili incendi e alluvioni, questo è sempre più al sicuro in una biblioteca, in tante biblioteche possibilmente, piuttosto che su un server, per quanto possa essere corrazzato e dotato delle difese più evolute. Il problema è che oggi tutto deve essere digitale. Lo stesso Ministero, influenzato dalla moda, finanzia con troppa facilità le ricerche che hanno per obiettivo banche-dati. Se si propone invece la creazione di una collana di edizioni cartacee, per quanto alto possa esserne il livello scientifico, è probabile che si ottenga un rifiuto. Più in generale si tende a finanziare l'accumulo di dati digitali, non l'acquisto di libri, e di conseguenza le biblioteche possono comprare sempre meno volumi, con lacune sempre più vistose; per non dire dei tagli al personale, senza il quale una biblioteca non può funzionare. Sarà quindi opportuno che noi docenti di Lettere e Filosofia ci sforziamo di incrementare e salvaguardare con ogni mezzo in nostro possesso il patrimonio librario costituito dalla Biblioteca Giorgio Aprea, collaborando con il personale e con la direttrice, che con perizia e passione la governa, al fine di scongiurare che sia messa a rischio la sopravvivenza di questo nostro piccolo, agli occhi dei più, ma in realtà preziosissimo e insostituibile tesoro.

C.S.B. Area Umanistica Via Zamosch—Cassino (FR) Tel. 0776 2993871 email: bibliotecagiorgioaprea@unicas.it


News & Views — Luglio/Agosto, numero 4 Pagina 2

Novità in catalogo 1 Corpora d’iscrizioni antiche e Thesauri della Sala di Consultazione All'interno della Sala Lettura sono presenti alcune fra le più importanti fonti per gli studi classici: il Corpus Inscriptionum Latinarum, il Corpus Inscriptionum Etruscarum, le Inscriptiones Graecae e il Thesaurus Linguae Latinae. Pur rientrando nella sezione Dewey “400” (Classe del Linguaggio), queste monumentali opere sono state collocate tutte insieme in un'apposita zona della Sala – affianco alla sezione dei periodici – affinché gli studiosi possano averle a disposizione all'unisono. Segue per ognuna di esse una breve presentazione: Il Corpus Inscriptionum Latinarum [CIL] è una raccolta completa di iscrizioni latine di qualsiasi natura, incise per lo più su pietra, dalle origini alla tarda antichità. Il corpus raccoglie le iscrizioni di qualsiasi natura rinvenute per lo più su pietra e bronzo e cronologicamente collocate dall'Antichità sino alla caduta dell'Impero di Roma. L'opera, iniziata nel 1863 sotto la guida di Theodor Mommsen, è pubblicata dall’Accademia di Berlino; si compone di 17 volumi, contenenti più di 180.000 iscrizioni, ed è redatta in latino. La collocazione in Sala Lettura è “Sezione Corpora-Thesauri S.L. 471.1 CIL”. Il Thesaurus Linguae Latinae [ThLL] è un monumentale “vocabolario controllato” della lingua latina ed annovera tutti i termini ed i lemmi presenti nei testi dalle Origini al 600 d.C. Alla sua redazione cooperano numerose accademie e società scientifiche di tutto il mondo. L'Istituzione che coordina il lavoro è la Bayrische Akedemie der Wissenschaften. La pubblicazione di questa raccolta è iniziata nel 1894 ed è ancora in corso per i tipi dell’editore Walter De Gruyter di Lipsia. Dal 2000 il ThLL è disponibile su supporto elettronico in CD-Rom, mentre negli ultimi anni è possibile sottoscrivere un abbonamento online alla banca dati. I volumi cartacei in nostro possesso arrivano alla lettera P, ultimo volume posseduto è il f. 15 del tomo 10.2., f.15. (“Protego-Pubertas”), uscito nel 2006. La collocazione in Sala Lettura è “Sezione Corpora-Thesauri S.L. 473 Th. Lat.”

Il progetto editoriale delle Inscriptiones Graecae [IG] è quello di raccogliere e pubblicare tutte le iscrizioni conosciute della Grecia continentale e delle isole dell'Egeo. Curatrice dell'opera è l'Accademia di Berlino, sotto la direzione di Peter Funke. Le IG sono la continuazione del Corpus Inscriptionum Graecarum, pubblicato da August Bockh tra il 1825 e il 1860, nel quale erano state radunate tutte le iscrizioni greche della Grecia, delle isole, dell'Italia e della Sicilia. Il progetto editoriale delle IG, dopo una fase di stallo tra la fine della seconda guerra mondiale e la caduta del muro di Berlino, ha ottenuto nuovi finanziamenti ed è tornato ad essere pubblicato dall'editore Walter De Gruyter. La collocazione in Sala Lettura è “Sezione Corpora-Thesauri S.L. 481.7 IG”. Il Corpus Inscriptionum Etruscarum, edito dall'Istituto per l'archeologia etruscoitalica del Consiglio Nazionale delle Ricerche, raccoglie tutte le iscrizioni in lingua etrusca rinvenute nella penisola italiana. Il merito di questo lavoro è da attribuire a Karl Pauli, etruscologo tedesco, che, insieme ai suoi fedeli collaboratori, iniziò il progetto nel 1885 e lo diresse fino alla morte. La collocazione in Sala Lettura è “Sezione Corpora-Thesauri S.L. 499.94 CIE”.

2

C.S.B. Area Umanistica Via Zamosch—Cassino (FR) Tel. 0776 2993871 email: bibliotecagiorgioaprea@unicas.it


News & Views — Luglio/Agosto, numero 4 Pagina 3

Novità in catalogo 2 Sala Lettura: Sezione Filosofia e Psicologia (CDD “100”) In questo numero presentiamo le opere collocate nella sezione Dewey “100” della Sala Lettura, ovvero quelle che abbracciano gli studi filosofici e psicologici. La sezione si compone di 29 opere, tra vocabolari specialistici e raccolte in più volumi dal carattere antologico. La classe si apre con la corposa collana “I Classici della Filosofia”, edita dalla UTET e curata da Nicola Abbagnano, composta di 65 volumi, e si chiude con il noto Lexicon philosophicum Graecum, posseduto nella ristampa anastatica curata da Olms del 1980. Di seguito vengono elencati e brevemente presentati tutti i titoli della sezione. La tabella, proposta ai lettori, suddivide la notizia bibliografica in 5 colonne (Opera, Autore, Editore, Anno e Collocazione in Sala), intervallate da una’unica cella, nella quale viene sinteticamente fornita qualche notizia descrittiva dell’opera sopracitata. Opera

Autore

Collana: I Classici della Filosofia

Abbagnano, Nicola (curatore)

Editore UTET

Anno 1967-

Collocazione 102 UTET Aut. (abbreviazione tre lettere dell’autore)

Collana editoriale fondata da Nicola Abbagnano e diretta da Tullio Gregory, che raccoglie i testi, integrali ed in italiano, dei principali filosofi dall’Antichità all’epoca contemporanea e delle maggiori correnti filosofiche occidentali e non. La nostra raccolta è composta di 30 autori (tot. 65 vol.) Società francese di filosofia

Dizionario critico di Filosofia

IDESI

1975

103 DCF.Lal.

Dizionario rivisto dai membri e dai corrispondenti della Société Française de Philosophie e pubblicato con le loro correzioni e osservazioni da André Lalande. Dizionario di Filosofia

Abbagnano, Nicola

UTET

1971

103 DF.Abb. (1971)

Al Dizionario di Abbagnano non servono presentazioni: è ormai un classico che non può mancare nelle sale di consultazione di ogni biblioteca umanistica. Si tratta di uno strumento utile e ricco, che alle sue spalle ha una storia più che quarantennale e, anche grazie agli apporti delle successive edizioni, è lungi dall'essere obsoleto. Dizionario di Filosofia

Abbagnano, Nicola

UTET

1998

103 DF.Abb. (1998)

L'apporto di Giovanni Fornero per questa edizione aggiornata è stato essenziale per il coordinamento dei contributi di oltre quaranta eminenti studiosi - tra i quali Antiseri, Berti, Bodei, Cacciari, D'Agostini, Eco, Ferraris, Galimberti, Givone, Restaino, Vattimo, Volpi. Enciclopedia della Filosofia e delle Scienze Umane

Garin, Eugenio

De Agostini

1996

103 Enc.fil.DeA.

L’Enciclopedia, edita dalla De Agostini, raccoglie autori, dottrine e scuole filosofiche di tutta la storia del pensiero. Enciclopedia Filosofia Sansoni

AA.VV.

Sansoni

1967-1969

103 Enc.fil.San.

Enciclopedia in 6 volumi curata dal Centro studi filosofici di Gallarate. Routledge encyclopedia of philosophy

Edward Craig (cur.)

Routlege

1998

103 REP.Cra.

La REP è un enciclopedia filosofica curata da Edward Craig in 10 volumi stampati, accompagnati dalla versione in CD-Rom. Del 2002 il REP è disponibile on-line con sottoscrizione all’abbonamento. La versione on-line, regolarmente aggiornata, si avvale di 1300 collaboratori. Vocabulaire européen des Philosophies

Cassin, Barbara

Edi. du Seuil 2004

103 VEPh.Cas.

Questo dizionario contiene le voci che corrispondono a parole di lingue diverse: tedesco, inglese, arabo, spagnolo, francese, greco, ebraico, italiano, latino e russo. Vi si trovano anche un paio di voci di parole prese in prestito dalle seguenti lingue: basco, catalano, danese, finlandese, ungherese, olandese, polacco, rumeno, svedese e ucraino.

3

C.S.B. Area Umanistica Via Zamosch—Cassino (FR) Tel. 0776 2993871 email: bibliotecagiorgioaprea@unicas.it


News & Views — Luglio/Agosto, numero 4 Pagina 4

Opera Historisches Worterbuch der Philosophie

Autore Ritter, Joachim (herausg.)

Editore Schwabe & Co

Anno 1971

Collocazione 103.31 HWPh

Questo dizionario storico della filosofia in 12 volumi è il progetto editoriale più riuscito della filosofia accademica tedesca. È uno dei principali strumenti di ricerca per le scienze filosofiche e umanistiche. Il progetto editoriale dell’HWPH fu pensato come revisione del dizionario filosofico di Rudolf Eisler, seguendo l’approccio metodologico di Joachim Ritter. L’HWPH conta sulla partecipazione di più di 1500 studiosi qualificati. Dictionnaire des Philosophes

Huismann, Denis (cur.)

PUF

1984

103.41 Dic.Phi.PUF

Prezioso strumento di lavoro, che consente di acquisire familiarità con le principali opere ed i principali autori del pensiero universale. Grande Antologia Filosofica

AA.VV.

Marzorati

1968-1978

109 GAF.Mar.

Monumentale opera in 35 volumi diretta da Umberto Antonio Padovani e coordinata da Andrea Mario Moschetti, nata con l’intendo di offrire agli studenti universitari un’antologia, dove il pensiero filosofico, dall’Antichità ad oggi, fosse presentato da specialisti mediante le pagine più significative dei classici e corredato da notizie culturali e bibliografiche. Questioni di storiografia filosofica

Mathieu - Bausola

La Scuola

1975-1978

109 QSF.LaS.

L’opera (6 volumi) curata da Vittorio Mathieu propone la storia della filosofia presentata attraverso i suoi interpreti. Storia del pensiero filosofico e scientifico Geymonat, Ludovico

Garzanti

1973-1996

109 SPF.Gey.

Dall’Avvertenza di Ludovico Geymonat: “La scelta che informa la presente trattazione è intesa a sottolineare l’importanza primaria del problema della conoscenza, nell’esplicito presupposto che l’uomo non possa venire seriamente compreso se non viene studiato nei suoi rapporti attivi e passivi col mondo che lo circonda”. Storia del pensiero occidentale

AA.VV.

Marzorati

1973-1975

109 SPC.Mar

Opera in 6 volumi che racconta il pensiero filosofico occidentale dalle Origini, passando per la chiusura dalla scuola di Atene, il Cristianesimo, la Controriforma, il Romanticismo ed il Positivismo, fino all’età contemporanea. Storia della Filosofia

Abbagnano, Nicola

UTET

1969

109 Sto.fil.Abb.

Questa Storia della filosofia intende mostrare l’essenziale umanità dei filosofi. Perdura ancora oggi il pregiudizio che la filosofia si affatichi intorno a problemi che non hanno il minimo rapporto con l’esistenza umana e rimanga chiusa in una sfera lontana e inaccessibile dove non giungano le aspirazioni e i bisogni degli uomini (Prefazione di Nicola Abbagnano, Torino 1946). Storia della Filosofia

Restaino, Nicola

UTET

2003

109 Sto.fil.Res.

Questa Storia della filosofia è stata scritta con l’intento di elaborare una “guida”, una “mappa”, che consenta a chi è curiosa/o di avere una veduta panoramica della disciplina, una della vedute possibili a detta del suo curatore (Franco Restaino) Dictionnaire de la langue philosophique

Foulquié, Paul

PUF

1992

109.3 DLPh.Fou.

Raccolta di oltre 1000 termini propri del linguaggio filosofico ma anche del linguaggio comune. È anche un antologia di citazioni filosofiche. Vocabulaire technique et critique de la philosophie

Lalande, André

PUF

1988

109.3 VTC.Lal.

Dizionario critico della filosofia curato André Lalande con l’intendo di contribuire alla definizione di un comune linguaggio filosofico. Nuove questioni di Psicologia

Ancona, Leonardo

La Scuola

1972

150 NQP.Anc.

Edizione aggiornata ed arricchita del precedente Questioni di psicologia (1962). Si tratta di un vero e proprio corpus filosofico non tanto rispondente ai fini contingenti di una preparazione scolastica, quanto all’elaborazione di un pensiero unitario nel campo della psicologia scientifica. Trattato di psicologia analitica

Carotenuto, Aldo

UTET

1992

150.19 TPA.Car.

Dalla Premessa di Aldo Carotenuto: “Prima che l’idea [del Trattato] prendesse forma in maniera concreta, germinava in tutti noi la consapevolezza della necessità di un’opera che tentasse di offrire al lettore un quadro, quanto più esauriente possibile, del modello junghiano”.

4

C.S.B. Area Umanistica Via Zamosch—Cassino (FR) Tel. 0776 2993871 email: bibliotecagiorgioaprea@unicas.it


News & Views — Luglio/Agosto, numero 4 Pagina 5

Opera Dizionario di Psicologia

Autore Galimberti, Umberto

Editore UTET

Anno 1992, 2006

Collocazione 150.3 Diz.Gal. (1992) 150.3 Diz.Gal. (2006)

Il Dizionario contiene le principali voci relative a tre ambiti disciplinari: la psicologia propriamente detta, la psicologia del profondo e la psichiatria. È un dizionario di vasto respiro, con un duplice scopo: trattare e organizzare settori ampi della conoscenza ed al contempo consentire al lettore di percorrere le oscillazioni di significato che la stessa parola assume nei vari territori del sapere psicologico. Enciclopedia di Psicologia

Galimberti, Umberto

Garzanti

1999 (rist. 2003)

150.3 Enc.Gal.

L'enciclopedia si caratterizza per il taglio interdisciplinare: alla psicologia propriamente detta, illustrata nella molteplicità dei suoi orientamenti teorici e clinici, si affiancano la psicoanalisi, la psichiatria, le scienze umane. Un'attenzione particolare è rivolta a discipline di punta come le neuroscienze e la psichiatria genetica. Altra peculiarità dell'opera è il costante ricorso, nelle singole voci, a brani originali della letteratura psicologica, assicurando così fedeltà alla storia e alla problematicità della disciplina e consentendo un contatto diretto con i testi originali. Enciclopedia della Psicologia (7 volumi)

Huisman, Denis (dir., cur.)

Trento Procaccianti

1973-1977

150.3 Enc.Psi.Hui.

Collana diretta da Denis Huisman e suddivisa in sette volumi: 1. Psicologia dell'età evolutiva; 2. Psicologia della vita familiare; 3. Psicologia e pedagogia; 4. Psicologia generale; 5. Psicologia, parapsicologia; 6. Psicologia, psicoanalisi e psicologia medica; 7. Psicologia sociale. Psicologia: dizionario enciclopedico

Harré - Lamb Mecacci

Laterza

1986

150 PDE.Har.

Frutto della collaborazione di circa trecento specialisti europei e americani, il dizionario informa in maniera esauriente su ogni settore della psicologia contemporanea, dalla psicologia cognitiva alla psicologia evolutiva, dalla psicologia sociale alla psicologia animale, dalla psicologia clinica alle neuroscienze. Sono incluse anche voci specifiche sulle psicologie alternative e non ufficiali, soprattutto relative al campo della psicologia clinica e della psicoterapia. Bioetica

Romano, Carlo

UTET

1995

174 Bio.Rom.

Il volume è una raccolta di saggi di diversi autori sul rapporto medico-malato, sul significato di bioetica, su bioetica e istituzioni, su esercizio della medicina ed etica medica, su formazione ed insegnamento della bioetica, su comitati etici, su filosofia, teologia e bioetica ….. Il sapere greco: dizionario critico

Brunschwig - Lloyd Einaudi Chiesara

2005

180 SGDC.Bru.

Grazie a oltre 60 saggi, a cura dei più prestigiosi specialisti del settore, di varia nazionalità, Il sapere greco guida il lettore attraverso la specificità e l'attualità dei Greci antichi. La culla della nostra civiltà è studiata secondo una prospettiva precisa, che si concentra sull'invenzione della filosofia, sulla conoscenza scientifica e la pratica della politica. Dictionnaire des philosophes antiques

Goulet, Richard (cur.) CNRS

1994-2005

180.03 DPhA

Il DPhA è un'opera unica al mondo in quanto comprende voci relative a tutti i filosofi dell'antica Grecia e di Roma, dai più noti ai meno conosciuti. In lemmi comprendono notizie biografiche, elenco delle opere, riportano eventuali testimonianze epigrafiche e - se è il caso - la sopravvivenza delle loro opere filosofiche nella letteratura di Bisanzio e nell'Islam. Questo dizionario completo, pubblicato in francese, non ha un equivalente in altre lingue; ne è stato ideatore Richard Goulet, il quale coordina il lavoro dei migliori specialisti di filosofia antica. La Filosofia

Rossi, Paolo

UTET

1995

190 Fil.Ros.

Opera in 4 volumi: 1. Le filosofie speciali; 2. La filosofia e le scienze; 3. Le discipline filosofiche; 4. Stili e modelli teorici del 900. Lexicon Philosophicum quo tanquam clave Philosophiae fores aperiuntur : Lexicon Philosophicum Graecum

Goclenius, Rodolphus

Olms

1980

193 LPhG

Rudolph Goclenius pubblicò il Lexicon philosophicum Graecum due anni dopo il più noto Lexicon philosophicum (Frankfurt, 1613). Questa ristampa anastatica dell’editore Olms (1980) raccoglie le due opere in un unico volume. Le entrate del Lexicon philosophicum Graecum sono in greco, mentre il testo delle voci è in latino. L’opera, oltre alle voci, è corredata da due appendici: una ampia dedicata al Lexicon philosophicum del 1613 ed una breve appendice relativa al Lexicon philosophicum Graecum.

5

C.S.B. Area Umanistica Via Zamosch—Cassino (FR) Tel. 0776 2993871 email: bibliotecagiorgioaprea@unicas.it


News & Views — Luglio/Agosto, numero 4 Pagina 6

Novità in catalogo 3 Collana OXFORD—Narrativa inglese In questo ultimo periodo la nostra attenzione si è rivolta alla catalogazione in SBN dei classici della letteratura inglese in prosa e in versi (in particolare William Wordsworth e Jonathan Swift) editi tra gli anni '50 e '70 dalla Clarendon e dalla Blackwell (Oxford). William Wordsworth (17701850) è ritenuto il fondatore del Romanticismo e del Naturalismo inglesi, mentre Jonathan Swift (1667–1745) è considerato il più grande scrittore di lingua inglese del suo tempo ed uno dei più grandi autori satirici mai esistiti. Le opere della Clarendon in nostro possesso sono tutte in ottimo stato di conservazione. Non erano di facile reperibilità, poiché non risultavano ancora inseriti nel catalogo informatizzato. Segnaliamo, a titolo esemplificativo, alcune monografie e la loro segnatura di collocazione: The poetical Works of William Wordsworth edited from the Manuscripts with textual and critical notes by E. de Selincourt [l'opera si compone di 5 volumi appartenenti e appartengono una seconda edizione, Coll. MAG 10/1854.1-5]; Bickerstaff Papers and Pamphlets on the Church [by] Jonathan Swift; edited by Herbert Davis [Coll. MAG 8/1044.2]

La Biblioteca in evidenza La Sala Fondi Speciali All'interno della Biblioteca Giorgio Aprea è collocata la Sala Fondi Speciali. Si tratta di una sala, aperta al pubblico da circa un anno, che offre 4 postazioni di studio. Ospita al proprio interno le donazioni Francesco Arnaldi, Francesco Agostini e Stelio Ritti, per tanto è stata denominata “Sala Fondi Speciali”. Le opere sono collocate a scaffale aperto e facilmente fruibili poiché per ciascuna delle tre donazioni sono stati predisposti degli schemi di collocazione, di immediata comprensione, suddivisi per disciplina. La prima raccolta, collocata a scaffale con la segnatura “DFA”, accolta nella Sala è la biblioteca privata di Francesco Arnaldi (1897–1980), noto accademico latinista presso la Scuola Normale Superiore di Pisa (1923-1933) e successivamente presso l'Università di Napoli Federico II. La donazione libraria, avvenuta nel 1996, da parte degli eredi a favore della nostra biblioteca consta di più di 3000 volumi e di oltre 2000 estratti e 11 periodici; essa si caratterizza per la presenza di opere di filologia classica e di letterature antiche. Lo schema di collocazione, utilizzato per le monografie, è basato su sezioni disciplinari: dalla lettera “A” (nella quale sono raccolte tutte le monografie del mondo latino e la paleografia) alla lettera “N” (dedicata all'arte ed all'architettura). Particolarmente nutrite sono le sezioni “B” (classici latini – edizioni critiche), “C” (classici latini - commenti e traduzioni), “E” (classici greci – edizioni critiche) ed “F” (classici greci – commenti e traduzioni). La sezione dei periodici ospita due pregevoli riviste: “Vichiana: rassegna di studi classici” (posseduta dal 1964 al 1972), diretta a partire dal 1967 dallo stesso Francesco Arnaldi e il “Bollettino del Comitato per la preparazione della edizione nazionale dei classici greci e latini” (posseduto dal 1940 al 1979). Una ulteriore sezione ospita le dieci collane collocate secondo la segnatura DFA COLL. etc. Gli estratti, raccolti in faldoni e ordinati alfabeticamente per autore, sono stati schedati su un apposito documento excell, disponibile sulle pagine del nostro sito web. Il secondo Fondo librario della Sala, appartenuto a Stelio Ritti e donato nel 2004 dalle figlie Tullia e Claudia, si compone di circa 600 volumi. La raccolta dello studioso spazia dall’archeologia classica alla storia di Roma capitale, dalla storia delle opere d’arte italiane alla biografia come genere storiografico. Stelio Ritti (Roma, 1914-1996), chimico di professione, ma profondo amatore e studioso dell'antichità classica e medievale, accumulò nel corso della sua vita una pregevole biblioteca personale, che ben serviva alla sue esigenze di ricerca. Il fondo (siglato DSR) abbraccia gli studi filosofici, gli studi sociopolitici, l'urbanistica e l'architettura, l'arte, la musica e il teatro, la critica letteraria, la letteratura e la linguistica, la geografia, l'archeologia, la storia antica e moderna. 6

C.S.B. Area Umanistica Via Zamosch—Cassino (FR) Tel. 0776 2993871 email: bibliotecagiorgioaprea@unicas.it


News & Views — Luglio/Agosto, numero 4 Pagina 7

Di particolare pregio sono alcune opere, quali la “Storia dei papi dalla fine del medio evo” di Ludwig von Pastor nell’edizione italiana in 16 volumi, i “Fondamenti di una scienza della origine del linguaggio e sua storia remota” di Paolo Ettore Santangelo in 26 volumi e la “Storia della città di Roma nel Medioevo” di Ferdinand Gregorovius in 16 volumi. La terza donazione presente nella sala è una parte della biblioteca personale di Francesco Agostini, docente presso il Dipartimento di Linguistica dell’Università degli studi di Roma Tor Vergata e membro della Società Linguistica Italiana. Il Fondo è stato acquisito dalla biblioteca nel 2010. La raccolta, sebbene di modesta entità (circa 400 volumi), si compone di monografie di notevole interesse scientifico, alcune delle quali pubblicate nel XIX secolo (ad es. i vocabolari in lingua tedesca). Le discipline che caratterizzano la biblioteca di Agostini sono la filologia romanza, la grammatica, la fonetica, la linguistica, la storia della lingua e della letteratura. È proprio in quest’ordine che sono state collocate a scaffale le opere, precedute dalla dicitura DFAG. A queste si aggiunge un piccolo nucleo di periodici e una sezione che custodisce vocabolari e lessici, molti dei quali antichi.

Gli utenti e la Biblioteca Il sito web istituzionale La Biblioteca Giorgio Aprea ha un sito istituzionale, accessibile dal seguente link: http://www.sba.unicas.it/CSB-Area-Umanistica. L’homepage del sito è strutturata su tre frame: nel superiore vengono inseriti i link che rimandano al sito generale dell’Ateneo, nel frame laterale sinistro è collocato il menu delle pagine, mentre in quello centrale sono disposte le notizie “In evidenza” (come propone l’immagine). Il sito, ricco di contenuti, permette all’utente di muoversi agevolmente tra le pagine che lo compongono, attraverso lo scorrimento delle voci del menu. La categorie del menu sono: Biblioteca; Consulta catalogo d’Ateneo; Servizi; Risorse; Informazioni; Bollettino del CSB ed, infine, News. Le categorie “Biblioteca”, Bollettino” e “News” rimandano a pagine di contenuti, mentre le restanti sono a loro volta suddivise in sotto-categorie. Dalla sezione “Consulta catalogo d’Ateneo” è possibile accedere a ben quattro modalità di ricerca: la ricerca bibliografica da effettuare sull’OPAC locale, quella mirata al catalogo dei periodici ed infine quella da realizzare sui due principali DB bibliografici di analisi bibliometrica, ossia Web of Sciences e Scopus. Sotto la voce “Servizi” si snodano ben otto pagine dedicate a: Sedi e servizi di base; il pubblico destinatario degli stessi; i servizi spiegati nel dettaglio (Consultazione e Prestito locale, ILL e DD, Assistenza bibliografica, Sale di consultazione e Scambi librari). In ogni pagina vengono anche forniti i referenti dei servizi, i loro contatti ed anche la possibilità di scaricare in PDF la modulistica relativa alle richieste, da compilare comodamente a casa e consegnare poi al personale in servizio. La voce “Risorse” raccoglie tutte le informazioni relative, appunto, alle risorse informative della Biblioteca: vengono nuovamente forniti: il link di accesso alla consultazione del catalogo, nonché informazioni sugli abbonamenti ai periodici (con possibilità di scaricare in PDF gli elenchi dei titoli) e pagine dedicate alla risorse Open Access e ad una sitografia consigliata nell’ambito delle scienze umane. Corredano la sezione la pagina dalla quale è possibile scaricare in PDF utile documentazione per la consultazione bibliografica e tutte le notizie relative ai nostri fondi speciali. L’ultima voce complessa è quella delle “Informazioni”, attraverso la quale si accede a tutte le informazioni relative agli orari delle sedi della Biblioteca, al personale (mansioni e contatti), a tutta la modulistica scaricabile, alla relazioni consuntive annuali (pubblicate in full-text) e ad i progetti avviati dal CSB umanistico, come ad esempio quello del Tirocinio in biblioteca, del quale si parlerà nella seguente rubrica “Progetti”.

7

C.S.B. Area Umanistica Via Zamosch— Cassino (FR) Tel. 0776 2993871 email: bibliotecagiorgioaprea@unicas.it


News & Views — Luglio/Agosto, numero 4 Pagina 8

Progetti Il Tirocinio in Biblioteca Dal 2010 il CSB umanistico, in accordo con la Segreteria didattica della ex Facoltà di Lettere e Filosofia, offre agli studenti che stanno per conseguire la laurea triennale la possibilità di svolgere le ore di tirocinio formativo, previsto dal Curriculum studiorum, presso la nostra struttura. Per gli studenti iscritti ai corsi di Laurea in Lettere le ore da certificare sono 100, per quelli dei corsi di Filosofia sono 50. La Segreteria di competenza ed i manager preposti alla didattica forniscono agli studenti interessati tutta la modulistica necessaria (in doppia copia); essi debbono, quindi, recarsi presso la Direzione della Biblioteca per compilare la domanda e scegliere i progetti di tirocinio ai quali partecipare. Il CSB umanistico, difatti, propone un’iniziale formazione teorica generale al “Sistema Biblioteca” ed un successivo approccio pratico attraverso un ampio ventaglio di progetti. Oltre una decina sono le scelte possibili, fra le quali — a titolo esemplificativo — segnaliamo:

TIROCINIO Svecchiamento catalogo cartaceo Donazione Francesco Arnaldi

Riordino periodici italiani e stranieri

MANSIONI OPERATIVE Eliminazione delle schede cartacee corrispondenti a record già inseriti nel sistema informatizzato. Schedatura degli Estratti della Donazione su apposito foglio elettronico e successivo ordinamento e collocazione del materiale in fascicoli, ubicati nella Sala Fondi Speciali. Riordino cronologico della sezione periodici ed aggiornamento degli elenchi delle riviste, da stampare e collocare nelle zone di consultazione (prestito e Sala lettura).

Una Finestra su ... Biblioteca di Montecassino : Primo appuntamento (a cura di Francesco Rosa) La Biblioteca Monumento Nazionale di Montecassino ha origine dall’antica biblioteca monastica fondata insieme all’Abbazia da san Benedetto da Norcia nel VI sec. Che essa esistesse dai primi tempi non ci può essere dubbio: la Regola stessa la nomina: “ognuno riceva un libro dalla biblioteca” (cap. 48). Nel secolo VIII - con la restaurazione del monastero a seguito della distruzione longobarda (580) – e in quello seguente, crebbe il numero dei codici con acquisti e donazioni, ma molti di essi uscirono dallo scriptorium stesso del monastero. Proprio della metà del VIII secolo è il codex casinensis 753, il più antico in scrittura beneventana, detta anche longobardo-cassinese, poiché Montecassino ne fu l’origine e il centro di maggiore produzione. Ancor più notevole fu l’accrescimento della Biblioteca dopo il ritorno dei monaci a Montecassino (949) e dopo la seconda distruzione dell’Abbazia ad opera dei Saraceni. L’incremento doveva ancora intensificarsi nei secoli seguenti e raggiungere il punto più alto al tempo dell’abate Desiderio (1058-1087), che a causa del numero sempre crescente dei codici e dei documenti, destinava alla Biblioteca un nuovo locale. Dal secolo XII al XIV, pur diminuendo l’attività scrittoria dei monaci, si pensò di arricchire la Biblioteca con nuovi acquisti. Alla fine del secolo XVIII, una nuova sciagura si abbatté sulla Biblioteca e sull’Archivio: il saccheggio del 1799 da parte delle truppe di Napoleone, che lasciò segni profondi ma non interruppe l’attività culturale dei monaci. Con la soppressione del 1866 l’Abbazia diveniva Monumento Nazionale e anche la Biblioteca diventava proprietà dello Stato, affidata comunque ai monaci che ne furono dichiarati custodi. L’ultima distruzione di Montecassino, avvenuta a seguito di un bombardamento nel corso della seconda guerra mondiale, provocò danni incalcolabili al patrimonio della biblioteca, del quale solo una piccola parte poté essere messa in salvo. Prima della distruzione la Biblioteca poteva contare su 120.000 volumi, nel 1955 se ne potevano contare appena 20.000.

8

C.S.B. Area Umanistica Via Zamosch—Cassino (FR) Tel. 0776 2993871 email: bibliotecagiorgioaprea@unicas.it


News & Views — Luglio/Agosto, numero 4 Pagina 9

La parola a… Tamara Baris, studentessa di Lettere Moderne Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale Bibliotèca s. f. [dal lat. bibliotheca, gr. βιβλιο- ϑήκη, comp. di βιβλίον «libro» e ϑήκη «deposito»]. «Tardegardo seguita a non alzarsi dal suo tavolo se non per il desinare, ed anche allor che n’è lungi si capisce che la sua mente rimase in biblioteca, e che tutto il suo spirto smania di ritornarvi. E studia con un tal trasporto, che quasi mi fa paura». Oggi sono stato tutto il giorno in biblioteca … Hai studiato tantissimo, allora? No, non ho combinato niente: sono stato su Facebook. «Un eterno vento verbale soffia invisibile ovunque; non ci sono autori, e dunque non età; come potrebbe lo ‘scrittore’ non essere ignaro di sé? Guardate: solo libri anonimi affollano le biblioteche del mondo». Ma come funziona ‘sta biblioteca? Cioè, tutti questi libri: io, il mio, come lo trovo? «La lettura di un libro può avere a che fare con un destino, o non può avervi a che fare in alcun modo: queste sono le cose che né la scuola né il giornalista ‘colto’ possono sapere. Producete, producete cultura: è il vostro mestiere, e soprattutto è il contrario della letteratura». Devo leggere ‘sto libro per l’esame, vedi? Ah, bellissimo! Ahé! Bellissimo? «Una civiltà letteraria non è fatta di letture, è fatta di riletture; forse semplicemente una civiltà». Sì, ma che lo rileggo a fare? Io l’ho letto alle medie, eh! Che poi: di chi è? Italo, chi? «Chiunque legga si trova di fronte alla inesauribilità della parola; la parola gli viene incontro come suono, come significato immediato, come allusione, come parentela con altre parole; una parola è chiara e insieme criptica». Ma quindi per l’esame io mi devo studiare tutti ‘sti numeri e lettere qua sotto? Ma poi me li chiede? In che senso, scusa? Questa roba, dico. Perle sentite in biblioteca, mentre aspettavo volumi da prendere in prestito, e citazioni da libri che non presterei mai a nessuno. «La migliore definizione di patria è: biblioteca».

Elias Canetti, Auto da fé. CSB Area Umanistica – Biblioteca Giorgio Aprea

9

C.S.B. Area Umanistica Via Zamosch—Cassino (FR) Tel. 0776 2993871 email: bibliotecagiorgioaprea@unicas.it


News & Views — Luglio/Agosto, numero 4

CSB Area Umanistica ORARIO Sede Centrale

Biblioteca “Giorgio Aprea” Via Zamosch, 43

Lunedì - Giovedì

8:45-17:15

Venerdì

8:45-13:15

03043 Cassino (FR) Tel 0776 2993871

Sede di Frosinone — Sala Lettura

Fax 0776 2993831

Lunedì - Giovedì

9:30-13:00

E-mail: bibliotecagiorgioaprea@unicas.it

Venerdì

14:30-16:30

Biblioteca “Patrizia Cerqua” - Sede di Sora

Notiziario bimestrale a cura di:

Martedì - Giovedì

10:00-13:00

Venerdì

8:00-14:00

Sofia Arciero Manuela Scaramuzzino

Personale e Servizi:

Manuela Scaramuzzino

Direzione

0776 2993871

m.scaramuzzino@unicas.it

Sofia Arciero

Catalogazione e Reference

0776 2993541

s.arciero@unicas.it

Marisa Carlino

Prestito locale Assistenza bibliografica

0776 2993804

prestitocsb_uma@unicas.it

Anna Mentella

Prestito locale Assistenza bibliografica

0776 2993804

a.mentella@unicas.it

Giovanni Romanelli

Prestito interbibliotecario e Document Delivery

0776 2993803

ill_ddcsbuma@unicas.it

Cinzia Valente

Ufficio Amministrativo e Gestione Periodici

0776 2993864

c.valente@unicas.it

10

C.S.B. Area Umanistica Via Zamosch Cassino (FR) Tel. 0776 2993871 email: bibliotecagiorgioaprea@unicas.it

Notiziario informativo del CSB umanistico (UNICLAM) n. 4/2013  
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you