Page 1

Vita ventisei di secoli Vite distoria

ventisei secoli di storia twenty-six Life of a Grapevine centuries twenty-six centuries of history of history


Dimmi che prezzo ha il cielo Il mare La storia, la bellezza di una terra gloriosa d’alloro di mirto dipinta Un ricordo Un’emozione nascosta in un viaggio che si colora di rosso di bianco di rosa Di una Vita dedicata alla Vite

Tell me what price the sky has The sea The history, the beauty of a glorious earth of laurel of painted grapevine A memory An emotion hidden in a trip that turns red white rose Of a Life devoted to Grapevine A.R.

Nella foto, lascio, dietro di me, il mare, rivolgo lo sguardo verso il sole che brilla alto, sui monti della Sila. In the photo, I leave, behind me, the sea, I look toward the sun that shines, high on the Sila mountains.




Riempire con idea Riempireconidea




Nel gennaio 2003, insieme ai produttori e ai vignaioli, abbiamo voluto costituire il Consorzio di tutela e valorizzazione del vino DOC Cirò. A distanza di pochi anni, nel 2007, la tutela e la valorizzazione viene estesa anche al vino DOC Melissa, territorio contiguo alla DOC Cirò. Strumento di tutela, di tracciabilità e di concreto sostegno alle produzioni vitivinicole locali, il Consorzio opera con l’intento di tutelare e valorizzare un vino, la cui identità è legata alla storia, alla cultura di un territorio, da sempre definito “terra di vini”. Uno dei nostri principali impegni sarà quello di muoverci seguendo gli indirizzi e le direttive comunitarie, per garantire al consumatore una maggiore sicurezza sui metodi di produzione delle nostre uve e dei nostri vini. Il Consorzio svolge, infatti, attività di controllo ERGA OMNES, verso associati e non associati. I riconoscimenti raggiunti in molti mercati nazionali e internazionali e l’apprezzamento che gli operatori e gli esperti di settore riconoscono ai vini Cirò e Melissa, servono da incentivo a ben operare con il solo obiettivo di offrire ai consumatori un vino unico e inimitabile. La forza e la bellezza della nostra produzione, visibile anche nelle tante etichette, sta tutta in questo affascinante legame tra l’uomo, la terra e la sua storia. 

In January 2003, together with the producers and the wine-growers, we wanted to constitute the Consortium for Protection and Valorization of the DOC wine Cirò. After a few years, in 2007, the protection and valorization is also extended to the DOC wine Melissa, a territory adjacent to the DOC Cirò. Tool of protection, of traceability and of concrete support to the local wine productions, the Consortium operates with the purpose to protect and develop a wine, whose identity is linked to the history, to the culture of a territory, which has always been defined “country for wines”. One of our main commitments will be to move following the community guidelines and directives, in order to guarantee to the consumer a great safety on our grapes and our wines production methods. In fact, the Consortium carries out activity of control ERGA OMNES, towards members and non-members. The recognitions achieved in many national and international markets and the appreciation that both operators and sector experts recognize to the wines Cirò and Melissa, serve as incentive to work well with the sole objective to offer a unique and inimitable wine to the consumers. The strength and beauty of our production, also visible in many labels, is all present in this fascinating bond among man, the earth and his story. Gaetano Cianciaruso

Presidente Consorzio di Tutela e Valorizzazione dei vini D.O.C Cirò e Melissa President Consortium for Protection and Valorization of the D.O.C. (label meaning P.D.O. Protected Designation of Origin) wines Cirò and Melissa


Quando offriamo un vino nell’intimità della nostra casa o lo scegliamo in un ristorante, ogni volta che riempiamo un calice, ci inebriamo di un gusto, di un profumo, di un colore, di un’emozione. In realtà facciamo molto di più, iniziamo un viaggio; un viaggio dentro la cultura, l’arte, la passione e la storia di un popolo, alla scoperta delle sue radici, di tutte le ricchezze del suo territorio, di tutte quelle “atmosfere” che circondano un vino. Mai un vino ha racchiuso le tante anime di popoli che approdarono e s’incantarono in terra di Calabria come i vini prodotti in questa area della fascia ionica. Indissolubile il legame della terra con i suoi frutti la sua storia e il suo paesaggio un paesaggio fatto di dolci colline, calanchi argillosi, vigneti nascosti da secolari ulivi, ruderi di antiche masserie, torri merlate, casolari abbandonati, custodi del tempo e di segreti, fortini, torri e castelli che non difendono più dai nemici, come nei tempi passati, ma salvaguardano ora il “buon vivere”. Come in un album fotografico “emozionale”, il presente catalogo è esso stesso un’azione di marketing territoriale per la valorizzazione e promozione dell’offerta enologica dei vini Cirò e Melissa. Come un viaggio che racconta una storia, la storia della Vita di una Vite; una Vite che si coltiva da oltre ventisei secoli e che abbiamo“pensato” attraverso la poesia di immagini e parole. 

When we offer a wine in the intimacy of our house or we choose it in a restaurant, every time we fill a glass of wine, we exalt a taste, a perfume, a color, an emotion. We actually do a lot more, we begin a trip; a trip inside the culture, the art, the passion and the story of a people, discovering its roots, all the resources of its territory, all the “atmospheres” that surround a wine. A wine has never contained so many souls of peoples that landed and were enchanted in Calabrian ground as the wines produced in this area of the ionic band. There is an indissoluble link between the earth and its fruits, its history and its landscape: a landscape made of sweet hills, clayey calanques, vineyards hidden by secular olive trees, ruins of ancient farms, embattled towers, abandoned cottages, custodians of time and secrets, forts, towers and castles that, as in the past times, do not defend against enemies anymore but now preserve the “good way of living”. As in a photographic “emotional” album, the present catalog is itself an action of territorial marketing for the development and promotion of the wines Cirò and Melissa oenological offer. As a trip that tells a story, the story of a Grapevine Life; a Grapevine which has been cultivated for over twenty-six centuries and that we have “thought” through the poetry of images and words. Francesco Carvelli

Presidente Commissione promozione e valorizzazione President promotion and valorization Committee


Nella località punta Alice o capo dell’Alice, forse per l’abbondanza del pesce dell’alice, (impiegato, tra l’altro, per una specialità della gastronomia locale, la “sardella” e in molti altri piatti tipici), vengono ritrovati nel 1924, da Paolo Orsi, i resti di un tempio, risalente al V sec. a.C., dedicato al culto di Apollo Aleo. La località dista solo 1 km da Cirò, luogo di nascita del rinomato vino Cirò. Cirò, detta anticamente Crimisa, è la città che leggenda vuole fondata da Filottete, l’uccisore di Paride. Crimisa o Kremissa, era anche il nome del vino dato ai vincitori delle Olimpiadi. Il grande e valoroso crotoniate Milone, vincitore di ben sei Olimpiadi, pare fosse un grande estimatore di questo vino. Ancora oggi i vini Cirò e Melissa, hanno estimatori in tutto il mondo. 

In the location punta Alice or capo dell’Alice, maybe because of the abundance of anchovy, (besides, used for a local gastronomy specialty, the “sardella” and in many other typical dishes), the remains of a temple, dating from the V century B.C., devoted to the cult of Apollo Aleo were discovered in 1924 by Paul Orsi. The locality is only 1 km far from Cirò, place of birth of the famous wine Cirò. Cirò, anciently known as Crimisa, is the city whose legend tells that it was Philoctetes, Paris’s killer who founded it. Crimisa or Kremissa was also the wine’s name given to the Olympic winners. The great and brave crotonese Milone, winner of six Olympic Games, seems to be a great connoisseur of this wine. Up to now, the wines Cirò and Melissa, have connoisseurs all over the world.

Nella foto, i resti del tempio. Punta Alice: rinomato sito turistico, per il suo limpido mare, riceve nel 2009 la nona bandiera blu. Nel 1914 nell’area di Crimisa vengono ritrovati dall’Orsi, i reperti (del IV sec a.C.) riferiti al culto di Persefone, Dea delle Messe. In the photo, the remains of the temple. Punta Alice is a famous tourist site, for its clear sea; it received the ninth blue flag in 2009. In 1914 in Crimisa area, Orsi discovered the finds (IVth century B.C.) referred to the cult of Persephone, Goddess of the Corn.


o punta alice e tempio opuntaaliceetempio




Vita di “Vite” Vigneti Vitigni e Vini

Life of a “Grapevine” Vineyards Vines and Wines

Le Terre delle DOC, Cirò e Melissa, nella provincia di Crotone, sono da sempre, da quando si hanno le prime testimonianze, scritte e tramandate dalla tradizione, terre di Vitigni, Vigneti e Vini. L’antico e profondo legame fra queste terre e la Viticoltura, si evince da continui scavi archeologici che portano alla luce resti fossilizzati di foglie di vite preistoriche e di antichi Palmenti. Dalle tavole di Eraclea, apprendiamo che per i Greci, una terra coltivata a vigneto valeva sei volte un campo di cereali. Le terre del Cirò e del Melissa sono un distretto vitivinicolo che affonda le sue radici nell’antichità, quando Crotone detta anticamente Kroton era città egemone della Magna Grecia. I primi coloni greci che approdarono in queste terre s’incantarono per il clima e la bellezza dei luoghi. Le coste ioniche della Calabria apparvero così propizie e amene agli occhi degli antichi “viaggiatori” da indurli a risiedere in queste terre e chiamarle “Magna Grecia”. 14

The Grounds of the DOC wines, Cirò and Melissa, in the province of Crotone, have always been written and handed down by tradition, grounds of Vines, Vineyards and Wines since the first testimonies. The ancient and deep bond between these grounds and Viticulture, is shown by continuous archaeological excavations that bring to the light fossilized finds of prehistoric grapevine leaves and of ancient Millstones. Thanks to Heracles Tables, we learn that for the Greek, a cultivated land with vineyard was worth six times a field of grains. The soils of Cirò and Melissa are a wine-growing area that has its roots in ancient times, when Crotone anciently called Kroton was a leading city of Magna Grecia. The first Greek farmers who arrived in these lands were enchanted for the climate and the beauty of the places. The Ionian coasts of Calabria appeared so propitious and pleasant to the eyes of the ancient “travelers” that it induced them to reside in these lands and to call them “ Magna Grecia” (Great Greece).

Nella foto, il sito di un antico palmento nel Comune di Casabona. In the photo, the site of an ancient millstone in the Municipality of Casabona.


Antichi siti per la vendemmia risalenti al periodo ………

15


Vigneti Vineyards La maggior parte dei vigneti della DOC Cirò ricade nei Comuni di Cirò, Cirò Marina, parte di Crucoli e Melissa; quelli della DOC Melissa nei comuni di Melissa, Belvedere Spinello, Carfizzi, San Nicola dell’Alto, Umbriatico ed in parte nei comuni di Casabona, Castel Silano, Crotone, Pallagorio, Rocca di Neto, Scandale, San Mauro Marchesato e Strongoli. I Vigneti si estendono in zone pianeggianti e media collina; caratteristica la vicinanza ai monti della Sila e al mare. Gli impianti più diffusi sono il cordone speronato e l’alberello. 16

Most vineyards of the DOC wine Cirò belong to the Municipalities of Cirò, Cirò Marina, part of Crucoli and Melissa; those of the DOC wine Melissa belong to the Municipalities of Melissa, Belvedere Spinello, Carfizzi, San Nicola dell’Alto, Umbriatico and partly to the Municipalities of Casabona, Castel Silano, Crotone, Pallagorio, Rocca di Neto, Scandale, San Mauro Marchesato and Strongoli. The Vineyards are extended in flat zones and middle hill; the proximity to the Sila mountains and the sea is characteristic. The most common plants are “cordone speronato” (codon vine) and “alberello” (little tree).

Nella foto, i vigneti accanto agli uliveti. L’olio d’oliva extra vergine biologico ha in queste terre aromi e profumi unici. In the photo, the vineyards close to the olive trees. The biological extra virgin olive oil has unique aromas and perfumes in these lands.


17


Vitigni Vines

I viticoltori della DOC Cirò e Melissa hanno sempre mirato alla valorizzazione delle varietà autoctone, recuperando gli antichi vitigni, figli del territorio. Spesso abbiamo vitigni con sesti d’impianto molto fitti dove la resa è inferiore ma la qualità superiore. Il legame tra il vitigno e il territorio è così stretto che i due elementi sembrano vivere uno stretto legame; la loro identità ed immagine sono l’una dall’altra imprescindibile, come il gaglioppo, il greco nero, il greco bianco dalle terre del Cirò e del Melissa. Gaglioppo Vitigno a bacca nera, il suo nome significa “bellissimo piede”, è la varietà più diffusa in Calabria. Probabilmente arrivò sulle coste con i primi coloni Greci o forse già esistente in loco. Con le sue uve si produce il DOC Cirò rosso e rosato e il Melissa rosso. Il grappolo compatto dal colore blu intenso, matura nelle prime due settimane di ottobre. Greco bianco Vitigno a bacca bianca, discende dalle viti Aminee. Il grappolo grande e spargolo di colore giallo paglierino, matura nelle ultime due settimane di settembre. Greco nero Vitigno a bacca nera, fa parte della famiglia dei Greci, grappolo spargolo dal colore viola intenso, matura nello stesso periodo del gaglioppo.

18

The wine-growers of the DOC wines Cirò and Melissa have always aimed at the development of the autochthonous varieties, using the descendants of the ancient vines, children of the territory. We often have vines with very dense planting distance where the yield is inferior but the quality superior. The link between vine and territory is so narrow that the two elements identity and image are essential to each other, as the gaglioppo, the Greco nero, the Greco bianco from the soils of the Cirò and the Melissa. Gaglioppo Black berry vine, its name means “beautiful foot”: it is the most common variety in Calabria. It probably arrived on the coasts with the first Greek farmers or it was perhaps already existent on the spot. With its grapes, we produce the red and rosé DOC Cirò and the red Melissa. The compact cluster with its intense blue color, ripens in the first two weeks of October. Greco bianco White berry vine, it descends from the Aminea grapevines. The big and straggly cluster of pale straw yellow color, ripens in the last two weeks of September. Greco nero Black berry vine, it belongs to the Greek family; cthis straggly cluster with an intense violet color, ripens in the same period as the gaglioppo. Molti degli uomini che si dedicano alla coltura della “vite” lo fanno da una vita. Many of the men who devote themselves to the “grapevine” cultivation do it for a lifetime.


Spirito Spirit

Spirito della mia vite Spirit of my grapevine

L’unicità dei vini Cirò e Melissa è strettamente legata al territorio ed ai suoi vitigni autoctoni. Ed è proprio l’insieme di: suolo, clima, vitigno, conoscenze contadine, tecniche agronomiche ed enologiche sottoposti a un lungo e lento processo evolutivo, a differenziare un vino, rendendolo irripetibile. I vignaioli operano nel pieno rispetto della tradizione e dell’ambiente. I vigneti, posati su dolci colline a ridosso del mare Ionio, esposti ai venti di scirocco e tramontana, beneficano di un clima secco e ventilato. I terreni del Cirotano, sabbiosi e profondi permettono di ottenere un vino di grande struttura e eleganza. Procedendo verso sud, nel territorio del Melissa, i terreni diventano freschi e argillosi e danno vita a vini più delicati ed aromatici. La collocazione tra mare e montagne della Sila crea escursioni termiche tra il giorno e la notte. Questo fa si che i grappoli maturino lentamente, raggiungendo in tal modo il pieno sviluppo degli aromi e del gusto. 38

The uniqueness of the Cirò and Melissa wines is tightly linked to the territory and to its autochthonous vines. And it is exactly all the ground, climate, vine, country knowledge, agronomic and oenological techniques submitted to a long and slow evolutionary process, that differentiates a wine, making it unrepeatable. The wine-growers operate in the full respect of tradition and environment. The vineyards, located on sweet hills behind the Ionian sea, exposed to the sirocco and north wind, benefit from a dry and ventilated climate. The Cirò soils, sandy and deep allow to get a wine of great structure and elegance. Continuing towards south, in the Melissa territory, the soils become fresh and clayey and give life to more delicate and aromatic wines. The position between the sea and the Sila mountains creates thermal excursions between day and night. This allows the clusters to ripen slowly, achieving this way the full development of the aromas and taste.


ITALIA

Calabria

Come raggiungerci How to reach us SS106

Crotone

Crucoli Le zone di produzione dei vini DOC Cirò e Melissa si trovano nella provincia di Crotone, in Calabria. Per raggiungere l’area in automobile da nord percorrere l’autostrada A3 in direzione Reggio Calabria e uscire a Sibari. Quindi prendere la SS 534 seguendo le indicazioni per Cassano Jonio, Sibari, Taranto e Saracena e prendere la SS 106 in direzione Crotone. In alternativa uscire dall’A3 a Cosenza e imboccare la SS 107 in direzione Crotone. In aereo: Aeroporto di Crotone, a 15 km dal centro città (www.aeroporto.kr.it) e aeroporto di Lamezia Terme a circa 2 ore di distanza da Crotone (www.sacal.it). Production areas of the DOC wines Ciro and Melissa are in the province of Crotone, in Calabria. To reach the area by car from the north, take the motorway A3 direction Reggio Calabria and exit at Sibari. Then take the SS 534 following the signs to Cassano Jonio, Sibari, Taranto and Saracena and take the SS 106 towards Crotone. Alternatively, leave the motorway A3 in Cosenza and take the SS 107 towards Crotone. By plane: Crotone Airport, 15 km far from downtown (www.aeroporto.kr.it) and Lamezia Terme airport about 2 hours away from Crotone (www.sacal.it).

SS107

Cirò Umbriatico Pallagorio Carfizzi Melissa

SS492 Castelsilano

Cirò Marina

San Nicola dell’Alto Strongoli Casabona Belvedere di Spinello Rocca SP16 di Neto SS107 SS107b SS109

San Mauro Marchesato

SS106

Scandale

SS107 b

Crotone

Consorzio Vini Cirò e Melissa  

Consorzio Vini Cirò e Melissa

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you