Page 23

opinioni commenti lettere p roteste giudizi p roposte suggerimenti blog

dai circoli liberal

LETTERA DALLA STORIA

Fiori vecchi dal profumo leggermente certo Mio caro ragazzo, finora non ho ricevuto una parola da voi. Oggi si spera che giunga la posta; ma io vi scrivo ora, senza aspettarla. Mi passano per la testa tanti ricordi della mia giovinezza, ricordi dell’età che tuhai ora, in cui sbocciano lo spirito e i sentimenti. Sfogliavo poco fa la Storia di Ploetz e gettavo uno sguardo sulla variopinta e triste complessità del destino umano, e da ogni parte mi risovvenivano le disposizioni d’animo in cui la lessi un tempo e la divorai con sognante fantasia. Fiori vecchi dal profumo leggermente certo. Quest’epoca dello sviluppo dovrete anche voi passarla in tutto il su fascino. È questa la brama, che ora vi riempie. Sarete molto più poveri, nei vostri tardi anni, se ne verrete defraudati, e non dovete esserne defraudati. Tu sei abbastanza grande ora per potermi scrivere e svelare tutto il tuo cuore. E questo devi fare, proprio senza riserve, senza nascondermi la minima cosa.Tu entri ora nell’età in cui il ragazzo diventa uomo: nell’anima si levano nuove emozioni, che facilmente vengono sviate o possono sviarsi da sé. Abbi fede in me e in Sonia, non celare nulla a noi, non fare alcuna cosa che ti vergogneresti a confessarci. Noi comprendiamo tutto. Karl Liebknecht al figlio

ACCADDE OGGI

LAICITÀ E SOVRAESPOSIZIONE MEDIATICA CLERICALE L’etica laica è conculcata e quasi privata di voce in Italia, anche sui media. Risultano al contrario sovraesposti il Vaticano e il clero cattolico: predicano ed esternano sempre comandi morali. Prelati e cattolici usufruiscono di parrocchie e molte organizzazioni collaterali; inoltre beneficiano del diritto di voto: quindi i loro rappresentanti sono presenti nelle istituzioni pubbliche italiane. La loro sovraesposizione mediatica costituisce un doppione, aggravato dal sostanziale silenziatore su laici e atei. I cattolici impartiscono lezioni di vita; hanno intenti missionari: vogliono inculcare le loro idee agli altri; disistimano e condannano le opinioni e i comportamenti diversi dai loro diktat. Le religioni si fondano su postulati e dogmi. Noi poveri mortali razionali crediamo nella scienza e nelle sue verità provvisorie, soggette a: verifica, sperimentazione, perfezionamento, critica e confutazione. Alle certezze fideiste si contrappone il dubbio metodico del laico e del saggio. Il clero cattolico riduca il suo pontificare, le sue diuturne lezioni di vita, la supponenza camuffata da umiltà, il sostanziale sostegno all’immigrazione clandestina e le geremiadi sulla povertà. I cattolici italiani sono molto meno degli sbandierati. Si affermano la secolarizzazione e l’eclissi del sacro, nella moderna civiltà industriale. Quasi tutti gli italiani sono stati battezzati appena nati, a loro insaputa e per consuetudine, nel Belpaese sottomesso al Concordato. Tuttavia, tanti sono ora agno-

e di cronach di Ferdinando Adornato

Direttore Editoriale Ferdinando Adornato Direttore da Washington Michael Novak Consiglio di direzione Giuliano Cazzola, Francesco D’Onofrio, Gennaro Malgieri, Bruno Tabacci

Ufficio centrale Gloria Piccioni (direttore responsabile) Andrea Mancia, Errico Novi (vicedirettori) Nicola Fano (caporedattore esecutivo) Antonella Giuli (vicecaporedattore) Franco Insardà, Luisa Arezzo, Stefano Zaccagnini (grafica)

18 luglio 1944 Seconda guerra mondiale: Hideki Tojo si dimette da primo ministro dell’Impero giapponese 1947 Il presidente statunitense Harry S.Truman converte in legge il Presidential succession act, che pone il portavoce della Camera e il presidente pro tempore del Senato, nella linea di successione, subito dietro al vice presidente 1968 Guerra del Vietnam: inizia la conferenza di Honolulu tra il presidente americano Lyndon B. Johnson e quello sudvietnamita Nguyen Van Thieu 1969 Dopo un party a Chappaquiddick Island, il senatore Edward Kennedy esce di strada con la sua auto 1975 La Italcantieri, di proprietà di Berlusconi, diventa una Spa, con un aumento di capitale a 500 milioni di lire, pari a 1,8 milioni di euro del 2005 2008 A Roma, grandissimo concerto di Luciano Ligabue, in settantamila hanno acceso la notte romana con canti e cori per tutta la notte

Redazione Mario Accongiagioco, Massimo Colonna, Francesco Capozza, Giancristiano Desiderio, Vincenzo Faccioli Pintozzi, Francesco Pacifico, Riccardo Paradisi, Clara Pezzullo (segreteria)

stici, miscredenti e atei; credono nella morale laica, ma non a: miracoli, angeli, resurrezione della carne, inferno, satana. Alcuni non credenti possono essere attratti da calvinismo e puritanesimo: non abbisognano dell’intermediazione clericale; spronano all’attività indefessa e non alla mera contemplazione; hanno favorito il progresso economico e la liberazione dalla miseria.

Antonio Padova

LAGNA SU SOFFERENZE UMANE Nell’eterna lotta con la natura, l’essere umano non è pienamente vincitore. L’agricoltore deve penare per contrastare le malerbe, alcune delle quali si propagano per più vie riproduttive. L’umanità nel suo complesso prolifera troppo: non riesce a regolare al meglio la spinta naturale erotico-riproduttiva per la perpetuazione. Dalla coppia Adamo ed Eva, la popolazione terrestre ha superato ora 6,7 miliardi, cresce di circa 80 milioni all’anno e raggiungerà 9,5 miliardi nel 2050. Qualcuno considera l’esplosione demografica mondiale “la madre di tutte le tragedie contemporanee”. Vige il tabù su sessualità, contraccezione e crescente sovrappopolazione mondiale. Le “infallibili” religioni cattolica e islamica continuano ad avversare gli anticoncezionali e lo stesso preservativo, utile per prevenire gravidanze indesiderate e malattie trasmissibili sessualmente, come il flagello dell’aids. Si insiste sul solito tasto: redistribuzione, solidarietà e carità ai poveri. Non basta.

PRIMI SEGNALI DI RIPRESA NEL 2010, UN’OPPORTUNITÀ DA COGLIERE Nonostante i primi dati del 2009 confermino che l’economia mondiale sta vivendo la più grave crisi del dopoguerra, fonti autorevoli evidenziano i primi segnali di ripresa. La Banca centrale europea rileva come di recente la velocità di rallentamento sembra essersi moderata. Il Fondo monetario internazionale, pur stimando per quest’anno, in riferimento al Pil mondiale un calo compreso tra lo 0,5 e l’1,5% (la più forte contrazione dal dopoguerra), prevede una ripresa graduale tra l’1 e il 2% per il 2010. Per quanto riguarda il nostro Paese si evidenzia un miglioramento delle valutazioni di prospettiva sul proprio contesto operativo, dopo il brusco scivolone della fine del 2008. La Bce ha abbassato ancora il costo del denaro. Una scelta cui non corrispondono particolari segnali di criticità dal punto di vista dell’inflazione, si prevede anzi che l’andamento dei prezzi al consumo debba moderarsi ulteriormente nei mesi a venire. Nel contempo la Bce continua a richiamare i governi alle loro responsabilità nell’assicurare la solidità delle finanze pubbliche, invocando ulteriori misure di risanamento credibili per il 2010. Tali misure sono richieste anche dal Fondo monetario internazionale secondo il quale i paesi del G20 dovrebbero adottare azioni immediate per contenere l’ulteriore deterioramento del settore bancario e ridurre l’ancor troppo elevata incertezza relativa alla solvibilità delle banche, grande ostacolo al ripristino della fiducia nei mercati. Tornando al nostro Paese, una questione aperta è quella dell’occupazione perché in realtà chi sta pagando questa crisi sono in particolar modo i lavoratori con contratto a termine. Quindi soprattutto i giovani, che in questa particolare fase guardano con ancora maggiore timore a questi continui passaggi da un lavoro all’altro; la difficoltà di trovare lavoro, la precarietà, unita alla difficoltà di accesso al credito rende la situazione ancor più pesante, il futuro sempre più incerto. Al di là delle cifre, siamo di fronte all’evidenza, a livello globale e ancor più a livello italiano, di un sistema superato che per sopravvivere deve inevitabilmente innovarsi, nel sistema produttivo, nel sistema finanziario, e nella gestione del mercato del lavoro. Sotto questo punto di vista questa crisi può essere letta come un’opportunità e questi seppur minimi spiragli di miglioramento sono una sfida da cogliere. Roberto Giuliani LIBERAL GIOVANI NAPOLI

Carlo Ricci

Aldo Forbice, Antonio Funiciello, Giancarlo Galli, Pietro Gallina, Riccardo Gefter Woondrich, Roberto Genovesi, Arturo Gismondi, Raphael Glucksmann, Aldo G. Ricci, Giorgio Israel, Robert Kagan,

Supplemento MOBYDICK (Gloria Piccioni)

Filippo La Porta, Maria Maggiore,

Collaboratori Francesco Alberoni, Maria Pia Ammirati, Mario Arpino, Bruno Babando, Giuseppe Baiocchi, Giuseppe Bedeschi, Sergio Belardinelli, Stefano Bianchi, John R. Bolton, Mauro Canali, Franco Cardini, Carlo G. Cereti, Enrico Cisnetto, Claudia Conforti, Angelo Crespi, Renato Cristin, Francesco D’Agostino, Reginald Dale, Massimo De Angelis, Anselma Dell’Olio, Roberto De Mattei, Alex Di Gregorio

Andrea Margelletti, Adriano Mazzoletti,

Paolo Malagodi, Marzia Marandola, Gabriella Mecucci, Assuntina Morresi, Roberto Mussapi, Francesco Napoli, Ernst Nolte, Giovanni Orsina, Emanuele Ottolenghi, Jacopo Pellegrini, Adriano Petrucci, Leone Piccioni, Francesca Pierantozzi, Daniel Pipes, Marina Pinzuti Ansolini, Gianfranco Polillo,

Società Editrice Edizioni de L’Indipendente s.r.l. via della Panetteria, 10 • 00187 Roma

Distributore esclusivo per l’Italia Parrini & C - Via di Santa Cornelia, 9 00060 Formello (Rm) - Tel. 06.90778.1

Amministratore Unico Ferdinando Adornato

Diffusione Ufficio centrale: Luigi D’Ulizia 06.69920542 • fax 06.69922118

Concessionaria di pubblicità e Iniziative speciali OCCIDENTE SPA Presidente: Emilio Bruno Lagrotta Amministratore delegato: Raffaele Izzo Consiglio di amministrazione: Ferdinando Adornato,Vincenzo Inverso, Domenico Kappler, Gennaro Moccia, Angelo Maria Sanza Amministrazione: Letizia Selli, Maria Pia Franco Ufficio pubblicità: 0669924747

Gianfranco De Turris, Rossella Fabiani,

Emilio Spedicato, Davide Urso,

Tipografia: edizioni teletrasmesse Editrice Telestampa Sud s.r.l. Vitulano (Benevento) Editorial s.r.l. Medicina (Bologna)

Pier Mario Fasanotti, Marco Ferrari,

Marco Vallora, Sergio Valzania

Agenzia fotografica “LaPresse S.p.a.”

Loretto Rafanelli, Carlo Ripa di Meana, Roselina Salemi, Katrin Schirner,

Abbonamenti

06.69924088 • fax 06.69921938 Semestrale 65 euro - Annuale 130 euro Sostenitore 200 euro c/c n° 54226618 intestato a “Edizioni de L’Indipendente srl” Copie arretrate 2,50 euro

Registrazione Tribunale di Salerno n. 919 del 9-05-95 - ISSN 1827-8817 La testata beneficia di contributi diretti di cui alla legge n. 250/90 e successive modifiche e integrazioni. Giornale di riferimento dell’Udc

e di cronach

via della Panetteria 10 • 00187 Roma Tel. 0 6 . 6 9 9 2 4 0 8 8 - 0 6 . 6 9 9 0 0 8 3 Fax. 0 6 . 6 9 92 1 9 3 8 email: redazione@liberal.it - Web: www.liberal.it

Questo numero è stato chiuso in redazione alle ore 19.30

2009_07_18  

L’ipotesi l’ha lanciata Stefano Folli sul “Sole”. Moderati del Pdl, riformisti del Pd, centristi di Casini: c’è un fronte trasversale che so...

2009_07_18  

L’ipotesi l’ha lanciata Stefano Folli sul “Sole”. Moderati del Pdl, riformisti del Pd, centristi di Casini: c’è un fronte trasversale che so...

Advertisement