Page 1


 La partenza dal duomo di Chivasso del pellegrinaggio a piedi verso la Sindone... un’esperienza vissuta da diversi betlemmiti, giovani e meno giovani;  la processione di chiusura del mese di maggio, in molti abbiamo camminato tra le nostre case seguendo la statua della Madonna;  un’immagine ricostruita della scritta che, ricorderete, è apparsa in primavera sull’asfalto proprio in mezzo al paese, una scritta che mi ha fatto molto riflettere e non solo sull’ortografia ;  Carlo, fra Alberto e Valeria, percorrendo un polveroso e assolato cammino francescano, incontrano dei nuovi amici... Vi chiederete: COS’ HANNO MAI IN COMUNE QUESTE FOTO!!!!????!!!! La strada, semplicemente la strada... quella asfaltata, sterrata, in salita, in discesa, che percorriamo a piedi, in bici, in auto oppure con il cuore... La strada che è il luogo dove incontriamo gli altri, dove possiamo guardarli negli occhi e fare un tratto insieme oppure vederli senza accorgerci di loro, senza neanche scambiare un sorriso, un saluto... la strada era il luogo dove più facilmente si poteva incontrare Gesù, il Vangelo ce lo descrive come uno che non aveva neanche un luogo dove posare il capo... La strada è il posto dove ancora oggi possiamo provare a seguirLo e a incontrarLo... Allora, questo Natale, proviamo a uscire un po’ dalle nostre case e da noi stessi, a condividere il nostro

cammino,per non essere soli, per non lasciare che nessuno rimanga solo... Fa freddo, ma se non siamo soli il freddo si sentirà meno... Ci sono tantissime occasioni e possibilità... Di alcune saprete già, altre potrete trovarle anche sul sito... << MA COS’E’ ‘STO SITO !!!!!!????!!!! >> Dalla scorsa primavera la nostra parrocchia si è dotata di un sito internet, che ha già registrato una notevole evoluzione, sia nell’aspetto, sia nei contenuti e nei servizi sempre più ricchi. Si tratta di un modo nuovo per essere informati delle iniziative, per trovare documenti e testi per l’ approfondimento, per riflettere, per mettere in comune idee e tanto altro ancora... Insomma, si tratta di

CONDIVIDERE IL CAMMINO, proprio come recita lo slogan che si trova sulla home page, cioè sulla pagina principale!

www.parrocchiamadonnaloreto.it Sul sito troverete anche un estratto del numero de “ La Fiaccola ” che state leggendo: questo vi permetterà di vederla a colori. Per problemi tecnici alla fotostampante, infatti, il giornale di carta è, questa volta, in bianco e nero. << MA COME FACCIAMO NOI CHE NON SAPPIAMO USARE IL COMPUTER? INTERNET, FACEBOOK E TUTTI ‘STI AFFARI IN INGLESE SONO ROBA PER I PIÙ GIOVANI...!!! >> Beh, sono sicura che avete qualche figlio, nipote o giovane amico disponibile ad “accompagnarvi” qualche volta a far visita al sito: non mancate, vedrete, sicuramente vi piacerà e sarà anche un’occasione di incontro tra generazioni!!!

Auguri, che sia un Natale davvero buono per tutti!

Chiara F.D.


Il Natale di Gesù e i pastori. Il testo di Luca (2,15-20) della nascita di Cristo mette in evidenza la chiamata degli ultimi: i pastori che “senza indugio andarono” (v.16) a vedere l’avvenimento, dopo essersi consultati “Andiamo dunque fino a Betlemme…” (v.15). La naturale curiosità suscitata dalla notizia ricevuta si trasforma in cammino di fede non solo di singoli solitari ma di una povera comunità che si muove per cercare insieme l’autenticità della lieta notizia ricevuta. Questi pastori di greggi, destinati dalla loro condizione di lavoro a trascurare le liturgie della sinagoga e gli appuntamenti al tempio di Gerusalemme, sono disponibili ad affrontare un percorso di fede personale e comunitario verso la direzione di Colui che li ha chiamati e li attende in una grotta per animali. Sono privilegiati da un Amore che li ha voluti i primi destinatari e testimoni del compiersi delle Profezie. Il Bambino che “giace in una mangiatoia” ci fa pensare al Suo corpo che “giace in una tomba” in attesa della Risurrezione di Pasqua. Betlemme, città del pane e la mangiatoia richiamano il mistero del Pane di Vita che sazierà la fame e la sete delle nostre insoddisfazioni umane.

“I pastori se ne tornarono glorificando e lodando Dio per tutto quello che avevano udito e visto, come era stato detto loro” (Lc 2, 20).

Sono trasformati da quell’incontro che ha segnato la loro vita. Quel Bambino camminerà sulla terra con loro, con le loro famiglie, ed insegnerà ai loro figli la dignità di creature umane anche se ultime nella scala sociale, perché hanno incontrato Cristo Gesù, nato tra loro e per loro.

Santo Natale! Vostro parroco, Padre Bruno

In copertina : Domenico Ghirlandaio - L’adorazione dei pastori - 1485 Chiesa di Santa Trinita, Cappella Sassetti, Firenze


Domenica 18 aprile il piccolo Gioele

Guadagnin ha ricevuto il Battesimo, nella foto lo vediamo con papà Sante e mamma Orietta.

Lorenzo Reffo, figlio di Gianluca e di mamma Laura Albertone è stato battezzato presso il santuario di Gesù Bambino domenica 23 maggio.

... ed eccoli ancora in prima fila, con il saio della prima Comunione, insieme ai priori della festa patronale di S.Margherita. Quest’anno hanno portato avanti questa tradizione Paolo

Bulgari con la moglie Rosanna Allocchio: li vediamo Durante la S.Messa festiva del 16 maggio fra’ Alberto ha presentato alla comunità Matteo Masino e Stefano

Gentile,che la

domenica precedente,

Carlotta Ubezio ed Emanuele Pellegrini e con tanti altri

insieme

a

loro coetanei, hanno ricevuto

prima volta Gesù Eucarestia...

per la

nella foto, con il figlio Alberto,con i priori per il 2011, Sara Borgaro con il marito Mario Albertone e i loro figli, infine con Carlo e Damiano Debernardi, che hanno svolto il ruolo di “aiuti” alabardiere”. Il termine “priore” deriva dal latino prior che significa “chi sta prima, avanti”, indica quindi il capo, la guida di un gruppo di persone. Nel Medioevo in alcuni comuni i priori erano i componenti dell'organismo di governo della città. Comunemente si definisce priore il capo di una comunità religiosa, ma può indicare anche il responsabile, laico, di una confraternita, di una associazione di fedeli, che di solito persegue finalità di carità o culto.


Gli sposi Alessandra Giacomazzi e Luca Ponziani, che si sono uniti in matrimonio l’11 settembre presso la chiesetta della Madonna del Misobolo (S.Giorgio Canavese), desiderano ringraziare la cantoria di Betlemme che, offrendo il servizio del canto, ha voluto partecipare alla loro gioia.

Riportiamo un altro ringraziamento particolare:

Lo scorso 19 settembre abbiamo voluto ricordare il nostro 25° anniversario di matrimonio (25-08-‘85) durante la S.Messa domenicale celebrata da padre ALBERTO che, in modo particolare nell'omelia, ha parlato del valore della famiglia, dell’importanza del rimanere uniti e dell'educare i figli secondo i valori cristiani. La famiglia come riferimento di stabilità, soprattutto durante i periodi di crisi. Nel corso della celebrazione sono stati benedetti gli sposi ed i loro figli, il tutto allietato dagli innumerevoli canti, che la cantoria betlemmita con spirito di dedizione e di gioia, sa trasmettere in queste occasioni. Un ringraziamento a Padre ALBERTO, alle persone della cantoria e a tutta la comunità di BETLEMME, che il 19 settembre si sono uniti a noi in modo spontaneo e ricco d'affetto. Con sincera amicizia ed infinita gratitudine

FILOMENA e CLAUDIO CASTELLO

Ed ecco ancora una bella coppia di sposi,

Anna Novo e Aldo Cena,che domenica 26 settembre hanno voluto condividere con tutta la comunità la loro gioia per i 40 anni di matrimonio raggiunti. Tutti e due avevano un sorriso a dir poco solare!!! ... si può fare!!!

Erano più di trenta i giovani e giovanissimi che sabato 9 ottobre nella chiesa parrocchiale della Madonna di Loreto hanno ricevuto il sacramento della Cresima dal vescovo di Ivrea mons. Arrigo Miglio, fra loro anche alcuni ragazzi di Betlemme: Maria Pia Brignoglio,

Damiano Debernardi, Giulia Fogliero e Nicolas Inca Leon.


A Betlemme tutti conosciamo Franco Actis: lo abbiamo visto tante volte fare da guida nella recita del rosario, ma anche fare un po’ il sacrestano, a volte il campanaro, l’abbiamo visto portare con la sua auto la statua della Madonna in processione... ma da un po’ di tempo svolge un servizio nuovo... Franco è un volto noto non solo a chi frequenta il santuario di Gesù Bambino a Betlemme, ma anche ai “Cappuccini”, dove spesso partecipa alla messa dei giorni feriali e non manca mai, con la moglie, agli incontri di catechesi per adulti del venerdì sera. Franco è nato a Chivasso nel 1952, è cresciuto a Betlemme con un fratello e una sorella, figli di Giovanni, muratore, e di Lina, casalinga. Vive tuttora a Betlemme dove, con la moglie Maria Grazia, ha “messo su” una allegra famiglia con ben sette figli! Ci puoi spiegare che cosa vuol dire esattamente essere “ministri straordinari” dell’Eucarestia? Da giugno di quest’anno ho ricevuto il mandato di ministro dell’Eucarestia, lo considero un vero e proprio regalo che mi ha fatto il vescovo... è stata un’idea di padre Bruno, che come parroco ha rilevato la necessità che qualcuno si impegnasse in questo servizio a Betlemme. E’ lui che mi ha ritenuto adatto e mi ha indicato a don Tonino, che mi ha consegnato il tesserino da parte del vescovo... (fa vedere il tesserino di “ministro straordinario”) Come c’è scritto qui, questo incarico dura per un anno, è rinnovabile e vale solo per la diocesi di Ivrea, prevede il servizio di portare la Comunione ai malati che non possono partecipare alla Messa e di distribuire la Comunione durante le celebrazioni quando il sacerdote che presiede lo ritiene opportuno. Prima ancora che ministro dell’Eucarestia,sagrestano, collaboratore in parrocchia, sei marito e padre: che parte ha ed ha avuto la fede cristiana nelle scelte tue e di tua moglie, della vostra famiglia? Io cerco di dare l’esempio, di dire le preghiere tutti giorni assieme, il rosario. Però i più grandi ormai non partecipano più, tutte le sere dopo cena diciamo il rosario, ma siamo solo più io, mia moglie e Michela, la più piccola (che ha 13 anni n.d.r.). Qual è il ricordo più bello della tua vita? Senz’altro la prima Comunione, perché è stata una grande festa! Non come adesso che spesso diamo troppa importanza all’esteriorità, vestiti, regali,


pranzi... ricordo l’attesa, il desiderio che arrivasse quel giorno, facevo forse seconda elementare e ricevetti la Prima Comunione e la Cresima nello stesso giorno a Chivasso nel duomo, che allora mi è sembrato davvero grande! Il momento più difficile che hai vissuto in questi anni, invece? Più che un momento difficile, direi una difficoltà : l’educazione dei figli... anche se condivido i problemi dei figli con mia moglie e mi sento comunque parte di una comunità, questo non mi aiuta molto nel compito che rimane davvero difficile di educarli... mi rimane solo la possibilità di pregare per loro, anche di ringraziare per loro... Tu ora sei in pensione, ma hai lavorato tanti anni alla Lancia: quale spazio aveva la fede, quando eri impegnato tutto il giorno con il lavoro e con la famiglia? Ho lavorato alla Lancia fino al 2003... sì, anche al lavoro cercavo di dare l’esempio ai compagni, ma ero quasi sempre da solo, perché mi occupavo dei robot, della loro manutenzione, perciò facevo il turno di notte... Anche quando lavoravo, come faccio ora, partecipavo alla Messa tutti i giorni, solo che allora ci andavo al mattino presto, alle 7 o alle 7,30, al ritorno dal lavoro. Hai mai avuto dei momenti di “buio”, di lontananza dal Signore, o anche solo di difficoltà e, se sì, come li hai affrontati e superati? Mah... le difficoltà sì, capita di sentire qualche cosa che non va... ma lontananza no, mai, neanche da giovane, per esempio anche quando ero a militare andavo a messa tutti i giorni e ho sempre mantenuto le mie idee, pur confrontandomi con i compagni, che a volte mi prendevano in giro. In cosa pensi sia diversa la vita di chi è credente, rispetto a quella di chi non lo è e soprattutto come spiegheresti a un giovane che vale la pena di impegnarsi a vivere il Vangelo, o almeno di provarci? Questa è la domanda più difficile... ci provo...ieri c’era il brano di Vangelo in cui Gesù guarisce i dieci lebbrosi, ma solo uno torna indietro a ringraziarlo... ecco, direi di convertirsi, di tornare indietro, incontro a Gesù, di non perdere tempo per altre strade... per me Gesù è tutto, è come il sole che illumina, dà la vita, scalda l’anima... quindi a un giovane che ancora ha dei dubbi, che ancora non ha fatto scelte, direi che mi dispiace per lui...che vale la pena seguire Gesù, che la fede aiuta anche nelle difficoltà della vita, ma, soprattutto, che rende felici! c.f.d.


Offerte Pro Santuario Pervenute nei mesi di marzo, aprile, maggio, giugno, luglio, agosto, settembre, ottobre e novembre

Offerte Ottavario dei Morti : tot. 200 € Offerte Ammalati marzo 15 €, aprile 20 €, maggio 30 €, giugno 5 €, luglio 35 €, settembre 25 €, ottobre 20 €, novembre 20 €.

Offerte in ricordo dei nostri morti In suffragio di Savino Felice: - Careggio Rina, Cena Aldo e Anna, Alberto Gina, Giovannini Mariuccia, Gerra Pierangelo, Bizzotto Santina, Bizzotto Agostino, Bizzotto Luciano, Demaria Santino, Giovannini Franco e Stella, Borgaro Cesare, Savino Gina, Comitato S. Margherita, Borgaro Pierangelo, Bizzotto Rina, Borgaro Emilietta, Martini Michele e Raffaele, Borra Renata, Foresto Marino, Cena Giovanni e Irene, Minetto Silvio - Gedda Lauretta -

cognato Beltrami Pietro

In suffragio di Rossi Giulio: - le sorelle - Demaria Santino, Borgaro Cesare, Minetto Silvio, Fiore Alfredo e Rosalina, Giovannini Gianfranco

€ 10

€ 20 € 25 € 200 € 10

In suffragio di Borgaro Irma:

- Foresto Pierangela e Sergio, Minetto Silvio, Borgaro Pierangelo e fam, Bizzotto Santina, Bizzotto Francesca, Bizzotto Carla, Borgaro Emilietta

€ 10

In suffragio di Barengo Domenica: - i famigliari

€ 50

- Giovannini Enedina, Foresto Pierangela e Sergio, Careggio Palmina, Torre Renata e Gemma, Luison Massimo, Cena Aldo e Anna, Gerra Pierangelo e Luigi, Giovannini Gianfranco, Minetto Silvio, Borgaro Emilietta

€ 10

In suffragio di Cosentino Teresa: i famigliari

€ 50

- Albertone Severino, Giovannini Mariuccia, Chiolerio Davide, Giovannini Gianfranco e Rosalina, Giovannini Enedina, Chiorazzo e Parrotta, Foresto Pierangela e Sergio, Minetto Silvio, Borgaro Cesare, savino Franco e Grazia, Torre Giulio, Alberto Romano, Debernardi Fabrizio e Chiara - amici di Franco e Stella

€ 65

In suffragio di Savino Remo: - i famigliari

€ 40

- Borgaro Pierangelo e Piercarla, coscritta Gedda Lauretta - Milanesio Clemente - Savino Gina, Giovannini Mariuccia, Savino Angelo, Albertone Rosanna, Giovannini Gianfranco, Actis Bruna e Giovanni, Alberto Gina, Zanini Claudio, Bizzotto Rina, coscritto Demaria Santino

€ 20 € 15

€ 10

€ 10

In suffragio di Giovannini Franco: - Careggio Palmina, Giovannini Enedina, Alberto Romano, Foresto Ivo, Lucia e Marco, Minetto Silvio, Turco Antonio, Lusso Emanuela, Borgaro Emilietta, Savino Franco e Grazia, Giovannini Mariuccia, Giovannini Gianfranco, Cena Aldo, Torre Giulio, Alberto Romano e Doriano, Borgaro Cesare, Bizzotto Santina, Cena Giovanni, Bizzotto Agostino, Albertone Roberto - Borgaro Pierangelo, Gerra Pierangelo e Luigi - fam. Piacenza Paolo

- i famigliari

€ 10

€ 20 € 15 € 60


Offerte per il Santuario Albertone Tina Fornaresio Lina, Albertone Michele e Anna Maria, Parisi Pina, Sussetto Maria Rosa, Martini Michele e Raffaele, Cambursano Angiolina, in suffragio di Chiavassa Luigi e Lucia la figlia Irene Savino Franco e Grazia, Savino Elso, Giovannini Mariuccia, Savino Gina, Cena Giovanni e Irene, in suffragio di Actis Giovanni e Bo Maria Albertone Rosanna, fam. Giacomazzi per il matrimonio della figlia Alessandra Cena Bruno, per la Prima Comunione di Masino Matteo i nonni Marisa e Luciano, per i 40 anni di matrimonio Cena Aldo e Anna, P.P. P.P., per il battesimo di Reffo Lorenzo i genitori e nonni

€5 € 10 € 20 € 30 € 50 € 100

Offerte Pro Fiaccola Tessuto Rosina, Cena Aldo e Anna Rodondi Dario, Savino Franco e Grazia, Alberto Carlo, Borgaro Cesare, Alberto Albina, Alberto Gina, Cena Giovanni e Irene Albertone Gianfranco

€ 20 € 10 €5

Hanno offerto fiori,piante o denaro per il loro acquisto Bizzotto Santina, Bizzotto Carla, Bizzotto Rina, Zanini Claudio, Luison Gabriella, Actis Bruna, P.P. , Giovannini Mariuccia, Giovannini Lidia, Dezzutto Olga, Cena Rita, Albertone Annamaria, Santi Giacomazzi Maria, Alberto Albina, Cena Giovanni e Irene.

Ricordiamo i nostri morti: Borgaro Irma

Rossi Giulio

22/3/10

26/3/10

Barengo Domenica

3/4/10

Cosentino Teresa † 25/4/10

Girolami Paolo

23/10/10

Savino Remo † 27/6/10 Giovannini Franco

22/9/10

Cambursano Angiolina † 2/12/10

Riceviamo e pubblichiamo:

Cambursano Angiolina ved. Albertone Cosentino Teresa ved. Addario

M.llo M.M. Girolami Paolo 21/07/32 – 23/10/10

06/12/1920 – 02/12/10


26/6/11

PER LA PULIZIA Natale ’10 9/1/11 23/1/11 6/2/11 20/2/11 6/3/11 20/3/11 3/4/11 17/4/11 1/5/11 15/5/11 29/5/11 12/6/11

un invito alle donne di buona volontà Borgaro Rita e Dezzutto Rita Torre Adriana e Giovannini Laura Addario Stella e Giacomazzi Maria Cena Anna e Albertone Anna Albertone Piera e Teresina Giovannini Lidia e Mariuccia Savino Grazia e Nadia Cena Caterina e Fiore Pierangela Bizzotto Francesca e Carla Luison Gabriella e Albertone Michelle Torre Adriana e Giovannini Laura Addario Stella e Giacomazzi Maria

♫♪♪ ORGANISTI ♫♪♪ Gennaio

Claudia Borgaro

Febbraio

Elena Bizzotto

Marzo

Cinzia Addario

Aprile

Sara Martini

Maggio

Eleonora Brignolio

Giugno

Claudia Borgaro

10/7/11 24/7/11

Cena Caterina e Fiore Pierangela Giovannini Lidia e Mariuccia Savino Grazia e Nadia

28/8/11

Albertone Piera e Teresina 11/9/11 Bizzotto Francesca e Carla 25/9/11 Cena Anna e Albertone Anna 9/10/11 Addario Stella e Giacomazzi Maria 23/10/11 Dezzutto Rita e Borgaro Rita 6/11/11 Giovannini Lidia e Mariuccia 20/11/11 Luison Gabriella e Albertone Michelle 4/12/11 Bizzotto Francesca e Carla 18/12/11 Cena Caterina e Fiore Pierangela

Luglio/Agosto

TUTTI

Settembre

Cinzia Addario

Ottobre

Elena Bizzotto

Novembre

Sara Martini – Eleonora Brignolio

Dicembre

TUTTI

Organista delle solennità: Daniele Masino


Celebrazione della NOVENA del S. NATALE da giovedì 16 a giovedì 23 dicembre ore 20,30

VENERDI’ 24 DICEMBRE CELEBRAZIONE SOLENNE S.MESSA DELLA NOTTE SANTA IN CONCOMITANZA CON LA BASILICA DELLA NATIVITA’ DI BETLEMME di PALESTINA

ORE 23 parteciperanno i personaggi della Natività e gli “angioletti”

alle 22,30 i “Pueri Cantores” offriranno alcuni canti a Gesù Bambino

SABATO 25 DICEMBRE SOLENNITA’ DEL S.NATALE S. MESSA ore 16

DOMENICA 26 DICEMBRE S. STEFANO S.MESSA ore 10,45

SABATO 1° GENNAIO 2011 S.MESSA ore 16 DOMENICA 2 GENNAIO 2011 S.MESSA ore 10,45

GIOVEDI’ 6 GENNAIO 2011 EPIFANIA ORE 11 S.MESSA presieduta dal Vescovo s.e. mons. ARRIGO MIGLIO al termine benedizione dei bambini parteciperanno i Re Magi e i personaggi della S. Famiglia Circ. interna fotocop. in prop. per Santuario G.Bambino fraz. Betlemme - Chivasso

La Fiaccola del Santuario di Gesù Bambino  

Bollettino del Santuario di Gesù Bambino Parrocchia Madonna di Loreto, frazione Betlemme

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you