Issuu on Google+

‌ bianco solo (hybrids) Design Marta Sansoni


… bianco solo (hybrids)

… volumi casuali e proliferanti, frammenti compenetrati, misteriose metamorfosi, ibridi, aggregazioni spontanee come vegetazioni improvvise, tralci bagnati da piogge autunnali ormai evaporate, è un attimo, un istante in cui tutto si ferma, resta immobile, congelato, fiato trattenuto … bianco solo. Nell’attimo in cui la natura si blocca, scende il silenzio, un piccolo anfibio si ferma all’istante, una lucertola immobile su una radice, trattiene il respiro. Bianco perché voglio controllare tutto, bianco nel tentativo di cristallizzare queste forme dinamiche, selvatiche e sfuggenti, bianco perché gli oggetti diventano privi di gravità, inconsistenti. La monocromia plastica è densa, sorda, chiaroscurale, essenziale e potente … bianco solo. Oggetti come fiori spontanei dai nomi aulici che in lingua volgare, evocano antichi incantamenti e sembrano echeggiare, con lirica stravaganza, la bellezza stessa dei fiori: ombelico di Venere, fior d’Adone, botton d’oro, fiordaliso, campanellino, amor nascosto, lino delle fate. Sono oggetti nati casualmente, da un’idea appuntata, isolate presenze senza connessioni con altri oggetti, in un mare di altri progetti. … in rare occasioni due specie di fiori spontanei possono incrociarsi e dare vita a un ibrido, più resistente delle piante genitrici. Questa resistenza è la mia risposta, poetica ed estetica all’orrenda violenza del mondo.


… bianco solo (hybrids)

… randomly proliferating volumes, interpenetrating fragments, mysterious metamorphoses, hybrids, spontaneous aggregates in the form of sudden vegetation, shoots wet with autumnal rains that have since evaporated, it is just a moment, an instant in which everything is suspended, motionless, frozen, breathless … bianco solo. In that instant when nature stops, everything falls silent, a little amphibian halts suddenly, a lizard immobile on a root, holding its breath. White because I want to control everything, white in an attempt to crystallize these restless, wild, fleeting forms white as objects lose their gravity and substance. Plastic monochrome becomes dense, dull, light and shadow, essential and powerful … bianco solo. Objects like spontaneous flowers with high-sounding names, which in the common language evoke ancient enchantments and, with lyrical eccentricity, seem to echo the beauty of the blossoms: ombelico di Venere, fior d’Adone, botton d’oro, fiordaliso, campanellino, amor nascosto, lino delle fate. These objects are created by chance from a simply sketched idea: isolated presences unconnected with other things, in a sea of other projects. … in rare circumstances two species of spontaneous flowers can cross-fertilize and generate a hybrid hardier than their propagators. This greater strength is my response, poetic and esthetic, to the horrendous violence of our world.


pan di biscia


trecce di dama


bucaneve


botton d’oro


carice palustre


tralcio muto


non ti scordar di me


fior d’Adone


ombelico di Venere


giunco fiorito


amor nascosto


campanellino


lingua d’acqua


fiordaliso


lino delle fate


morso di rana


lucciola campestre


soldino di palude


pan di biscia

trecce di dama

LEGNO LACCATO LACQUERED WOOD 65 × 35 × H57 CM

LEGNO LACCATO E CORIAN LACQUERED WOOD AND CORIAN 89,5 × 29 × H62,5 CM

bucaneve

botton d’oro

LEGNO LACCATO E RESINA LACQUERED WOOD AND RESIN Ø25 × H27 CM

LEGNO LACCATO LACQUERED WOOD 66 × 38 × H47,5 CM

carice palustre

tralcio muto

LEGNO LACCATO E RESINA LACQUERED WOOD AND RESIN Ø40 × H52 CM

LEGNO LACCATO LACQUERED WOOD 64 × 47 × H56 CM


non ti scordar di me

fior d’adone

lingua d’acqua

fiordaliso

LEGNO LACCATO E RESINA LACQUERED WOOD AND RESIN Ø31 × H50 CM

LEGNO LACCATO E RESINA LACQUERED WOOD AND RESIN Ø30 × H3 CM

LEGNO LACCATO E RESINA LACQUERED WOOD AND RESIN 40,5 × 29 × H6 CM

LEGNO LACCATO E RESINA LACQUERED WOOD AND RESIN 53 × 44 × H63,5 CM

ombelico di venere

giunco fiorito

lino delle fate

morso di rana

LEGNO LACCATO E RESINA LACQUERED WOOD AND RESIN Ø31 × H46 CM

LEGNO LACCATO E RESINA LACQUERED WOOD AND RESIN Ø38,5 × H25 CM

LEGNO LACCATO, CORIAN E RESINA LACQUERED WOOD, CORIAN AND RESIN 60 × 33 × H46 CM

LEGNO LACCATO E RESINA LACQUERED WOOD AND RESIN 25 × 25 × H3 CM

omaggio a Remo

campanellino

lucciola campestre

soldino di palude

LEGNO LACCATO LACQUERED WOOD 59,5 × 41,5 × H43 CM

LEGNO LACCATO LACQUERED WOOD 55 × 34 × H63,5 CM

LEGNO LACCATO LACQUERED WOOD 61 × 40 × H68 CM

LEGNO LACCATO E RESINA LACQUERED WOOD AND RESIN Ø25 × H3 CM

amor nascosto


Marta Sansoni, architetto e designer, fiorentina. Progettista prevalentemente d’interni, sia per abitazioni private che per locali pubblici, lavora in Italia e all’estero. Ha partecipato a numerose esposizioni e concorsi nazionali ed internazionali. Il suo progetto intitolato Un edificio per il culto viene pubblicato dalla Facoltà di Architettura dell’Università di Firenze; selezionato nel 1991 dal Dipartimento di Progettazione per il Salon International de l’Architecture di Parigi, il progetto è esposto nello stesso anno anche al Salone dell’Architettura di Milano e, nel 1992, alla Triennale di Milano. Come cultore della materia ha coordinato seminari presso la Facoltà di Architettura dell’Università di Firenze nell’ambito del corso di Arredamento e Architettura degli Interni tra il 1990 al 1996. Nel 1990 risulta tra i vincitori al concorso “Memory Containers” di Alessi, diventando designer per il brand in modo continuativo. Alcuni degli oggetti che ha progettato per la linea “Cactus!” sono presenti nei design store di musei come il MoMA di New York, il Museum of Contemporary Art (MCA) di Chicago, il Milwaukee Art Museum (MAM). L’edizione 1999 dell’«International Design Yearbook» include nei progetti selezionati per quell’anno il suo “Folpo” per Alessi. Dal 2007 è membro del Consiglio Italiano del Design (CID), organo consultivo del Ministero per i Beni e le Attività Culturali.

Tra le pubblicazioni e le segnalazioni: [Fratelli Alessi], Alessi: the Design Factory, 2a ed., London, Academy, 1998; Fay Sweet, Alessi: Art and Poetry, New York, Watson-Guptill Publications, 1998; Alberto Alessi, La fabbrica dei sogni. Alessi dal 1921, Milano, Electa, 1998; Designing the 21st Century, a cura di Charlotte Fiell e Peter Fiell, [testo inglese-francese-tedesco], Köln, Taschen, 2002; Animal house: quando gli oggetti hanno forme e nomi di animali, catalogo della mostra (Milano, Galleria della Triennale, 2002), a cura di Silvana Annicchiarico, Milano, Charta, 2002; «Marie Claire. Maison», I, 2003, 2 (novembre); Case d’autore 2: interni italiani 1995-2002, a cura di Nicola Flora, Milano, Motta, 2003; Bagni, a cura di Ado Franchini, Milano, Motta, 2004; Negozi, a cura di Simone Micheli, Milano, Motta, 2004; Blobjects & Beyond: the New Fluidity in Design, catalogo della mostra (San Jose, San Jose Museum of Art, 2005), a cura di Steven Skov Holt e Mara Holt Skov, San Francisco (Calif.), Chronicle Books, 2005; Interni d’autore, [a cura di Alessandra Coppa], Milano, Motta architettura, 2007; La Casa, 16 voll., Roma, Gruppo Editoriale L’Espresso, 2007, 15. Case d’autore; D come design: la mano, la mente il cuore. Dizionario delle designer, imprenditrici e donne della comunicazione 1902-2008, catalogo della mostra (Torino, Museo Regionale di Scienze Naturali, 2008), a cura di Anty Pansera, [testo italiano-inglese], Biella, Eventi & Progetti, 2008; Quali cose siamo, catalogo della mostra (Milano, Triennale Design Museum, 2010-2011), a cura di Alessandro Mendini, [testo italiano-inglese], Milano, Electa, 2010; «Paper magazine», n. 31, marzo 2011 [in greco].

Marta Sansoni, Florentine architect and designer. An interior designer of homes as well as public spaces, she works in Italy and abroad. She has participated in several national and international design exhibitions and competitions. Sansoni’s project “A building for worship” was published by the School of Architecture at the University of Florence and was selected to represent the Department of Architectural Design at the 1991 ‘Salon International de l’Architecture’ in Paris. From 1990 to 1996, in an official capacity she held ongoing seminars and lectures for the Interior Architectural Design programme at the University of Florence. In 1990 she was one of the winners of Alessi’s ‘Memory Containers’ competition, becoming a regular designer for the company based in Crusinallo, in northern Italy. Some of the objects she created for Alessi’s Cactus! collection can be found in the design stores of museums such as New York’s MoMA, the Museum of Contemporary Art (MCA) in Chicago, and the Milwaukee Art Museum (MAM). Since 2007 she has been a member of the CID (Italian Design Council) established by the Italian Ministry of Arts and Culture.

Noteworthy publications and mentions include: [Fratelli Alessi], Alessi: the Design Factory, 2nd ed., London, Academy, 1998; Fay Sweet, Alessi: Art and Poetry, New York, Watson/Guptill Publications, 1998; Alberto Alessi, La fabbrica dei sogni. Alessi dal 1921, Milan, Electa, 1998; Designing the 21st Century, edited by Charlotte Fiell and Peter Fiell, [English–French–German text], Cologne, Taschen, 2002; Animal House: quando gli oggetti hanno forme e nomi di animali, exhibition catalogue (Milan, Galleria della Triennale, 2002), edited by Silvana Annicchiarico, Milan, Charta, 2002; Marie Claire. Maison, I, 2003, 2 (november); Case d’autore 2: interni italiani 1995– 2002, edited by Nicola Flora, Milan, Motta, 2003; Bagni, edited by Ado Franchini, Milan, Motta, 2004; Negozi, edited by Simone Micheli, Milan, Motta, 2004; Blobjects & Beyond: the New Fluidity in Design, exhibition catalogue (San Jose, San Jose Museum of Art, 2005), edited by Steven Skov Holt and Mara Holt Skov, San Francisco, Chronicle Books, 2005; Interni d’autore, [edited by Alessandra Coppa], Milan, Motta architettura, 2007; La Casa, 16 vols., Rome, Gruppo Editoriale L’Espresso, 2007, 15. Case d’autore; D come design: la mano, la mente il cuore. Dizionario delle designer, imprenditrici e donne della comunicazione 1902– 2008, exhibition catalogue (Turin, Museo Regionale di Scienze Naturali, 2008), edited by Anty Pansera, [Italian–English text], Biella, Eventi & Progetti, 2008; Quali cose siamo, exhibition catalogue (Milan, Triennale Design Museum, 20102011), edited by Alessandro Mendini, [Italian– English text], Milan, Electa, 2010; Paper magazine, no. 31, March 2011 [Greek text].

Golden View Open Bar, “must” della ristorazione e con una cantina d’eccellenza dal design minimalista, è posto nel cuore di Firenze. Negli ultimi anni ha contribuito a sviluppare notevolmente la sensibilità nei confronti di tutte le forme di arte contemporanea, diventando luogo d’incontro di un innovativo movimento culturale che contamina la pittura, la fotografia, il design, la video-installazione e l’arte del cibo. Il luogo diventa così Golden View Cultural Space, dal 2008 a sostegno del Progetto Art Charity della V.A. Misericordia di Firenze. The Golden View Open Bar is located in the heart of Florence. An icon of the restaurant industry, it is famed for its outstanding wine cellar boasting a minimalist design. In recent years it has contributed to the significant development of sensitivity towards all contemporary art forms, serving as the rendezvous for an innovative cultural movement marked by the convergence of painting, photography, design, video installation and culinary art. The venue thus became the Golden View Cultural Space that has supported the Art Charity Project of the Venerable Archconfraternity of the Misericordia in Florence since 2008.


… bianco solo (hybrids) Firenze, Agora|z Palazzo Strozzi 20-29 maggio 2011 20–29 May 2011 Edizione di 6 pezzi numerati e firmati, più 1 prova d’artista Limited edition of 6 signed pieces and artist’s proof Design Marta Sansoni

Arredi, forniture Furniture

Sponsor Sponsors

RGL di L. Giovannetti, Prato Fotografie, illustrazioni e testo Photos, sketches and text

Marta Sansoni Traduzione inglese English translation

CULTURAL SPACE www.goldenviewopenbar.com

Niccolò Marchionni Catherine Bolton

www.4nero.it

Stampato in Italia da Printed in Italy by Lito Terrazzi, Firenze © 2011 Alias Mandragora s.r.l. piazza del Duomo 9, 50122 Firenze www.mandragora.it isbn 978-88-96532-26-3

Si ringrazia per l’illuminotecnica Lighting design by

www.e-lumen.it


...bianco solo (hybrids)