Page 1

Periodico di comunicazione aziendale

44

Spedizione in abbonamento postale 70% Regime Libero - Direzione Commerciale Business - Modena

n.

anno XII - n.1 Marzo 2014

E QUINDI USCIMMO A RIVEDER RAVENNA

Al via il progetto da 5 Milioni di Euro per la riqualificazione della Pubblica Illuminazione della città di Ravenna, famosa nel mondo per i mosaici, le chiese bizantine e la Tomba di Dante. I nuovi dispositivi a LED miglioreranno l’efficienza energetica e la sicurezza, riducendo l’inquinamento luminoso e le emissioni

L’AEROPORTO GALILEI DI PISA ”VOLA” CON LA TRIGENERAZIONE Coprirà il 70% del fabbisogno elettrico e fornirà un risparmio economico annuale superiore al 20% dei costi per consumi energetici IL PRESIDENTE DI SACE A CONCORDIA FRA LE AZIENDE CHE PUNTANO ALL’ESTERO L’ambasciatore Giovanni Castellaneta protagonista di “Incontro all’impresa”, per sostenere gli imprenditori con vocazione export


Finanziamenti quinquennali per oltre 40 Milioni di Euro per sostenere gli investimenti 2013-2015

Si tratta di due operazioni: la prima consiste in un finanziamento in pool capofilato da ICRREA Banca Impresa S.p.A., la seconda è una linea bilaterale concessa da UBI S.p.A., con l’utilizzo di fondi BEI Mentre questo numero di C-News va in

il processo di reperimento di linee di

stampa sono in corso di chiusura due

factoring pro soluto che rappresentano

finanziamenti che consentiranno a CPL

un’altra fonte finanziaria al servizio del

CONCORDIA di disporre, complessiva-

piano industriale 2013-2015: dal mese

mente di somme superiori ai 40 milioni di

di dicembre 2013 varie società hanno

euro, durata quinquennale, da destinare

messo a disposizione di CPL Concordia

alla parziale copertura del fabbisogno

plafond per un importo superiore ai 30

finanziario generato dagli investimenti

Milioni di euro.

previsti dal piano industriale 2013-2015.

Entrambe le fonti sono state reperite con

Il primo è un finanziamento in pool capo-

l’ausilio dell’Advisor “Mazars S.p.A.”. Nel

filato da ICRREA Banca Impresa S.p.A.,

prossimo numero avremo l’opportunità

mentre la seconda è una linea bilatera-

di fornire informazioni più dettagliate

le concessa da UBI S.p.A., con l’utiliz-

sulle operazioni qui brevemente enun-

zo di fondi BEI. I due contratti saranno

ciate.

sottoscritti nei primi giorni di aprile. Si

Pierluigi Capelli

avvicina, inoltre, alla conclusione anche

Direttore Finanziario

CPL CONCORDIA è associata a

Direttore Responsabile FRANCESCO MANICARDI

Periodico trimestrale di Comunicazione Aziendale di CPL CONCORDIA Group Anno XII - n. 1 Marzo 2014 Registrato al Tribunale di Modena il 26/05/2003 con il n° 1673 La tiratura di questo numero è stata di 5500 copie Chiuso in Redazione il 16 marzo 2014

Redazione GABRIELE BATTISTI SAURO CORSI MARCO DAL DOSSO MARIO GUARNIERI EMANUELE MALAVASI E-mail: redazione@cpl.it Grafica e impaginazione Gabriele Greco - Ufficio Comunicazione CPL CONCORDIA Marco Maini - KINA SNC Stampa TIPOLITO SALVIOLI - salvioli.it

CNews online - www.cpl.it/cnews

Attiva il lettore QRCode sul tuo smartphone e accedi alla pagina dedicata di CNews sul sito di CPL CONCORDIA.

Partner

Hanno collaborato a questo numero: FABIO BALBONI PAOLO BARBIERI GIUSEPPE BELLAGAMBA LUIGI BISASCHI DAVIDE BONFIETTI PIERLUIGI CAPELLI MASSIMO CONTINATI ANDREA GAMBUZZI CLAUDIO GARDOSI ANDREA MANTOVANI MAURO PASCUTTI RAFFAELE RAMMARO GIOVANNI ROCCATO GIUSEPPE SELLITTO NICOLA VERRINI

In copertina Un suggestivo scorcio notturno di Piazza del Popolo a Ravenna, comune che sarà oggetto della riqualificazione a LED degli impianti di Pubblica Illuminazione. (foto Angelo Rosa Archivio Ufficio Comunicazione ) Editore CPL CONCORDIA Soc. Coop. Via A. Grandi, 39 41033 Concordia s/Secchia (MO) Tel. 0535.616.111- Fax 0535.616.300 Indirizzo internet: www.cpl.it Mail: info@cpl.it


EDITORIALE

La forza di uno sviluppo sostenibile

L’”obbligo” di un’azienda a crescere induce ad un’attenta riflessione sull’approccio a mercati diversi, al bilanciamento fra gli investimenti e i ritorni del portafoglio, all’equilibrio tra risorse giovani immesse nei processi aziendali e persone esperte ad accompagnarle. L’esempio di Severo Barotto, per 24 anni Vicepresidente della cooperativa, è una pietra miliare di questa dedizione all’impresa

flessione offre lo spunto per parlare di concetti rilevanti quali la crescita, il lavoro e l’occupazione, il ruolo della finanza, l’innovazione e la competenza, la sostenibilità. La dimensione che CPL CONCORDIA ha raggiunto sul mercato nazionale ci obbliga a crescere, visto che le aree di business un tempo redditizie sono sempre più esposte e la competizione non si può vincere solo sul prezzo. Il rimedio è far evolvere l’azienda allargando la sua presenza in ambiti internazionali e concentrandosi sull’innovazione di prodotti e servizi. La crescita, però, deve essere virtuosa e creare valore per tutti i portatori d’interesse. Per essere sostenibile, deve creare ricchezza duratura non solo per se stessa e per i soci, ma anche per i dipendenti e per i territori su cui insiste. Per far questo dovremo cercare di bilanciare gli investimenti e i ritorni del nostro portafoglio di iniziative, ben sapendo che la Finanza – la quale deve ritornare al proprio compito di essere a servizio delle iniziative imprenditoriali - non è comunque illimitata, e consapevoli che mai come oggi vanno rispettati (a tutti livelli) determinati indici di Bilancio per continuare a godere di buoni livelli di rating. Occorre concentrarci su alcuni territori, sviluppando all’estero le attività praticate in Italia, dotandoci di un modello organizzativo con il quale affrontare le inevitabili diversità che i mercati stranieri ci impongono. Differenze di approccio, di metodo, di prodotto/servizio, di stile aziendale e anche di diversità delle persone che incontriamo sul nostro cammino. Serve la capacità di individuare e costruire una proposta di valore sostenibile, coniugando in maniera ottimale prestazio-

Mario Guarnieri (46 anni) - mguarnieri@cpl.it Vicepresidente di CPL CONCORDIA

“Se ho un sogno, per CPL, è che continui ad esistere e ad ampliarsi sempre di più, recuperando un valore fondamentale come il lavoro: anche perché sarà questa crisi mondiale a far sì che il “lavoro vero”, la produzione, torni ad essere il valore che conta, prima e più della finanza. Una cooperativa di produzione e lavoro ha un senso se può lavorare e dimostrare che se si lavora bene, si cresce e si ottengono dei profitti giusti.” Queste parole - tratte dal libro “Per chi verrà dopo di me”, pubblicato da Rubbettino in occasione dei 110 anni della cooperativa - descrivono nell’essenza temi di grande attualità e sono state pronunciate da Severo Barotto, vicepresidente di questa cooperativa per 24 anni recentemente scomparso. Questa ri-

3


CNews n. 44 - marzo duemilaquattordici

ni, costi e sistema di prezzi; dobbiamo disegnare e realizzare processi commerciali idonei a migliorare la copertura del mercato, la pressione commerciale e la valorizzazione delle risorse disponibili, costruendo aree geografiche gestite da persone preparate, con competenze tecniche, commerciali, con la conoscenza appropriata delle lingue, che studino i mercati e che si impegnino a svilupparli in un tempo determinato. In un momento in cui la disoccupazione giovanile ha raggiunto percentuali impressionanti, negli ultimi anni CPL CONCORDIA continua ad assumere diplomati e neolaureati. E così prevediamo anche nel 2014. È da forze giovani e motivate che possiamo aspettarci fantasia, creatività, voglia di realizzare idee, progetti e sogni che migliorino il loro avvenire e quello dell’azienda a cui appartengono. Di contro, agli attuali dirigenti è richiesta la capacità di trovare questi talenti, di non tenerli nascosti, dando loro la possibilità di crescere, sostenendoli con la propria esperienza, lasciando loro anche la possibilità di commettere errori. Solo in questo modo si possono creare i presupposti per la crescita e la continuità aziendale. Desidero riprendere a fine editoriale il senso di profondo vuoto che la scomparsa dell’ex vicepresidente Barotto ha creato all’interno della nostra Cooperativa. Fino all’ultimo, pur nel dolore e nelle difficoltà di una malattia affrontata con grande dignità, era sempre presente alle assemblee per far sentire la sua vicinanza, la sua partecipazione (concetto che troppe volte manca ai nostri giovani) a quella azienda che con tanto impegno ha contribuito a far crescere. I soci storici rammentano le sue lunghe giornate in ufficio, i sabati e

le domeniche passati a risolvere problemi, prendere decisioni, discutere, parlare con la gente. Sì, perché così era Barotto, uomo che con umiltà e grandi capacità passava dalle discussioni in Direzione a quelle con l’ultimo degli assunti, trattando tutti con il medesimo rispetto. La capacità e la passione nel lavorare in gruppo, nel condividere i problemi, ma anche la rapidità e l’assunzione di responsabilità nel prendere le decisioni erano sue doti. Il suo intento è sempre stato quello di mantenere unita e coesa l’azienda (e quindi le persone che ne facevano parte), perché sapeva che solo in questo modo la nave avrebbe potuto reggere i marosi del mercato o le crisi che inevitabilmente, in tanti anni di attività, avrebbero potuto sorgere. Ci è sempre riuscito, anche nei momenti più difficili, con correttezza e determinazione, anche a scapito di se stesso. Mi piace ricordare la sua capacità di comunicare in maniera semplice anche argomenti complessi, la disponibilità a dare consigli a chiunque glieli chiedesse, la porta sempre aperta del suo ufficio a qualsiasi ora, la sua concretezza nel fare le cose: sì, perché Barotto, nel farle, ci metteva sempre le sue mani, la sua faccia, la testa ma soprattutto il suo cuore. Lo ringrazio per tutti i momenti passati insieme, le giornate trascorse nel suo ufficio, il ricordo delle occasioni in cui, di fronte alle difficoltà del mio lavoro, si è comportato da padre rincuorandomi e cercando di indicarmi quella strada (che non vedevo) senza convenevoli, talvolta con severità e con gratuità.


CNews n. 44 Marzo duemilaquattordici

In questo numero

AREA BUSINESS 06

Ravenna si veste di luce a LED e risparmia

08

Dalla zona mare al centro: ecco come si rinnova Ravenna

10

All’Aeroporto di Pisa si “vola” con la trigenerazione

12

Energia al top per milioni di viaggiatori

13

Il Synfon sbarca in Sicilia

14

SPAZIO MARKETING 26

ASSICOOP presenta Coopgas ai suoi 100.000 associati

SUCCEDE IN AZIENDA 28

La SACE a Concordia per sostenere l’export modenese

Energia pulita nel settore degli ovoprodotti

30

Le proposte diversificate di SACE

16

Un contratto verde per l’ATER di Roma

31

18

Cooperazione per l’energia a basso impatto ambientale

CPL CONCORDIA apre il gas ai fondi di investimento

32

Il Gruppo CPL entra nella gestione di Tea Acque

20

Controllo totale sugli impianti

23

DIGAS, il nuovo software made in CPL per la distribuzione gas

24

Redengas agevola l’accesso al gas per le famiglie povere

25

CPL CONCORDIA cala il tris con la telefonia

RSI 34

5

Se la furia della natura si affronta con i Lego


Ravenna si veste di luce a LED e risparmia Avviato il progetto da 5 Milioni di Euro per la riqualificazione della Pubblica Illuminazione del Comune. 8500 nuovi dispositivi illuminanti miglioreranno efficienza e sicurezza, riducendo l’inquinamento luminoso e le emissioni CO2. L’amministrazione potrà inoltre scegliere di reinvestire la quota del 20% del risparmio economico conseguito nei prossimi anni


Il Comune di Ravenna sarà dotato di nuove luci a LED per l’illuminazione pubblica, le lanterne semaforiche e i dispositivi di flusso di traffico. La conferenza stampa di presentazione, presieduta dall’Assessore comunale ai Lavori Pubblici Andrea Corsini (primo a dx) I primi interventi di sostituzione lampioni obsoleti nella zona lungomare

Giuseppe Bellagamba (33 anni) Tecnico di Commessa

Raffaele Rammaro (36 anni) Progettista elettrico

gbellagamba@cpl.it

rrammaro@cpl.it

P

ubblica illuminazione più efficace e sicura nel Comune di Ravenna. È partito il progetto di riqualificazione che, da qui a tre anni, vedrà completata la riqualificazione e conversione a Led di oltre 8500 punti luce situati sulla rete viaria. Oltre a garantire una migliore qualità della illuminazione, gli interventi in programma riguarderanno la sicurezza e l’adeguamento alle norme degli impianti. Gli effetti positivi di questa operazione si tradurranno anche in risparmi sui consumi energetici e in una riduzione dell’inquinamento luminoso, in linea con la normativa regionale. L’Amministrazione ravennate ha infatti affidato a CPL CONCORDIA (capogruppo dell’ATI insieme al Consorzio Ciro Menotti e Gemmo Spa) la realizzazione di un progetto del valore complessivo di 5 milioni di Euro che si articola su due tipologie d’interventi di pari importo: riqualificazione energetica e sicurezza degli impianti. ”La riqualificazione energetica - ha spiegato il Responsabile d’Area di CPL CONCORDIA Luca Marchegiani – riguarda il rinnovo graduale dei corpi illuminanti andando a sostituire le attuali lampade ai vapori di mercurio con altrettanti Led che ne migliorano l’efficienza. La spesa sarà remunerata per circa 2,5 milioni di Euro dal Comune con un canone annuo fisso e invariabile per 19 anni. Per quanto riguarda invece la spesa per gli interventi volti alla sicurezza, con l’installazione di nuovi pali, al posto degli attuali, delle linee di alimentazione, dei quadri elettrici in cattive condizioni e non conformi alla normativa, sarà ammortizzata con i risparmi derivanti dai minori consumi energetici”. L’installazione di corpi illuminanti a Led (serie Italo della Aec) sarà l’intervento di maggiore importanza, ma è prevista anche l’installazione di sistemi di telecontrollo di tutti i quadri, la sostituzione di tutte le lanterne semaforiche - che ad oggi utilizzano lampade ad incandescenza - con altrettante a Led, così come, per quanto

riguarda gli impianti tecnologici, di tre nuovi sistemi per il controllo del passaggio con il rosso. A proposito dell’inizio delle opere di riqualificazione l’assessore ravennate ai lavori pubblici Andrea Corsini ha dichiarato: ”Si tratta della realizzazione di interventi stabiliti sulla base delle priorità indicate dal Pric (Piano regolatore illuminazione comunale) approvato dal Consiglio comunale che produrranno migliorie sul piano della sicurezza, della vivibilità e dell’immagine complessiva del nostro territorio”. Il contratto con l’ATI CPL – che avrà durata ventennale e contempla la cura di oltre 37 mila punti luce - prevede inoltre la gestione e manutenzione dei sistemi per il controllo dell’accesso a zone a traffico limitato, dei sistemi di indirizzamento ai parcheggi (Sirio) e di controllo dei flussi di traffico, dei sistemi di rilevazione delle condizioni di traffico e di informazione ai conducenti su strade a rischio, dei sistemi di videosorveglianza del Comune.

7


CNews n. 44 - marzo duemilaquattordici

150 mila Punti luce totali in Italia

Nella Pubblica Illuminazione CPL CONCORDIA attualmente svolge la gestione o manutenzione degli impianti in oltre 40 Comuni su tutto il territorio italiano. Oltre a Ravenna ricordiamo, fra gli altri, San Benedetto del Tronto (AP), Cattolica (RM), Suzzara (MN), Zola Predosa (BO), Este (PD), Correggio (RE), Montesilvano (PE), Isernia, Conegliano Veneto (TV), Lesina (FG), Monteparano (TA), per un totale di 150.000 punti luce.


FOCUS ON

Dalla zona mare al centro: ecco come si rinnova Ravenna La tempistica

L’operazione di conversione a Led è stata avviata a febbraio 2014 e riguarda circa 8500 punti luce fra città, forese e litorale, con un’ipotesi di ulteriori interventi di riqualificazione. Gli interventi saranno distribuiti su tutto il territorio comunale, partendo dalla zona mare (Punta Marina, Marina di Ravenna, Lido Adriano, ecc.). Saranno interessate anche vie limitrofe al Mausoleo di Galla Placidia, al Mausoleo di Teodorico, alla Rocca Brancaleone, alla Basilica di Sant’Apollinare Nuovo, alla Porta Gaza, alla Piazza del Popolo. Di concerto con l’Amministrazione Comunale CPL sta valutando di implementare il progetto originario con alcune proposte di illuminazione artistica, per dare ulteriore risalto ai pregevoli beni storico-architettonici del tessuto urbano della città.

I vantaggi: energetici, economici ed ecologici

Si ipotizza un risparmio energetico di circa 4.000.000 di kWh/ anno, pari a circa 2.200 tonnellate di emissioni di CO2 evitate e circa 850 TEP (Tonnellate Equivalenti di Petrolio) risparmiate. Per i successivi interventi, ulteriori a quelli iniziali che sono a carico dell’ATI, l’Amministrazione beneficerà di una quota pari al 20% del risparmio economico conseguito.

La sicurezza

I corpi illuminati adottati sono dotati di dispositivo di sezionamento che esclude l’alimentazione elettrica al momento dell’apertura degli stessi, mentre i corpi illuminanti esistenti privi di conduttore di protezione saranno sostituiti con altrettanti a doppio isolamento che rendono sicuro l’impianto di Illuminazione Pubblica in assenza del collegamento a terra. Tutti gli addetti sono stati formati all’utilizzo delle piattaforme elevatrici, ai lavori in quota o a quelli in presenza di tensione, e sono dotati di tutti i DPI (Dispositivi di Protezione Individuale) necessari quali indumenti con isolamento statico, imbragature, elmetti di protezione, scarpe antinfortunistiche. Gli interventi proposti hanno l’obiettivo prioritario della totale rispondenza alla normativa in materia.


CNews n. 44 - marzo duemilaquattordici

All’Aeroporto di Pisa si “vola” con la trigenerazione Il nuovo sistema energetico consentirà di coprire il 70% del fabbisogno elettrico annuo, nonché una riduzione di costi di approvvigionamento energetico pari a 400.000 euro annui. L’opera, realizzata in soli 270 giorni grazie al coordinamento progettuale-esecutivo, è stata totalmente finanziata da risorse proprie della società SAT Spa che gestisce lo scalo toscano

Giuseppe Sellitto (48 anni) - gsellitto@cpl.it Sales Area Manager Toscana

L

’11 novembre 2013 si è tenuta presso la sala business dell’Aeroporto ”Galileo Galilei” di Pisa la conferenza stampa di presentazione dell’impianto di trigenerazione da 1,2 MW di potenza elettrica progettato, costruito e messo in esercizio da CPL CONCORDIA. Un impianto significativo in un contesto di rilievo come quello del più importante aeroporto toscano, il nono in Italia, che annovera annualmente circa 4.500.000 viaggiatori in transito serviti da 15 compagnie aeree. Questo progetto è stato fortemente voluto dalla committenza SAT (Società Aeroporto Toscano) Spa, da sempre attenta all’efficientamento energetico e alla riduzione dell’impatto ambientale. Altro aspetto interessante, e non usuale nel panorama pubblico italiano, il fatto che l’impianto sia stato interamente finanziato da risorse proprie di SAT, ricavate dai positivi risultati del bilancio di esercizio e opportunamente ridestinate ad investimenti. Nel corso della conferenza la Dott.ssa Gina Giani e l’Ing. Antonio Favara - rispettivamente Amministratore Delegato e Maintenance Service Manager di SAT SPA, società che gestisce l’aeroporto - hanno illustrato i focus del progetto, mettendo in evidenza tutti gli elementi che hanno spinto la società ad intraprendere questa scelta. L’impianto, infatti, permetterà di coprire il 70% del proprio fabbisogno energetico in termini di energia elettrica consumata annualmente, nonché un risparmio economico annuale superiore al 20% dei costi per consumi energetici. Per quanto riguarda l’impatto ambientale, l’im-

pianto consentirà di evitare il rilascio in atmosfera di emissioni di CO2 pari a circa 1.500 tonnellate annue, cioè l’anidride carbonica prodotta, ad esempio, da 300 automobili che percorrono ognuna 20.000 km all’anno. In un pianeta sempre più energivoro, ritengo sia indispensabile e lungimirante mettere in campo, ovunque sia possibile, tutte le misure atte a consumare meno energia e, di conseguenza, a limitare l’inquinamento atmosferico. L’impianto è stato realizzato in soli 270 giorni comprensivi dei tempi di progettazione: 90 giorni per la realizzazione della progettazione esecutiva e relativa approvazione da parte di ENAC, 150 per la costruzione dell’impianto e 30 giorni per commissioning e collaudi. Decisiva per la riuscita del progetto è stata la professionalità dello staff tecnico della committenza SAT che ha dimostrato, oltre ad una grande preparazione tecnica sul tema specifico dell’appalto, una capacità organizzativa e di confronto con noi appaltatori: pur nel rispetto dei rispettivi ruoli, ciò ha rappresentato un significativo esempio di come si possa lavorare efficacemente alla realizzazione di un’opera di interesse pubblico. Da SAT sono arrivati i complimenti per la professionalità dimostrata durante l’esecuzione del cantiere, a livello di accuratezza nello svolgimento dei lavori e nel rispetto dei termini di consegna. Un riconoscimento a CPL sia nelle figure dei tecnici che hanno sviluppato il progetto, sia al team composto dal Project Manager Gallorini e dai tecnici Leoni e Venzo che hanno operato ”sul campo” in un’area così particolare come l’Air Side di un aeroporto. Il contratto d’appalto, firmato nel febbraio 2013 a conclusione dell’iter di gara presentata a fine del 2012, prevede ora la gestione, conduzione e manutenzione dell’impianto per i prossimi 8 anni.


TRIPLA POTENZA DIFFUSA CON UNA RETE ENERGETICA

Nel cuore dell’impianto

Guarda il video del caso di successo dell’Aeroporto SAT di Pisa

L’impianto installato ha una potenza elettrica di 1190 KWe, una potenza termica di 1330 kWt e una potenza frigorifera pari a 500 kWf, con una rete di tubazioni che si sviluppa per 2,4 km.

11


FOCUS ON

Energia al top per milioni di viaggiatori L’impianto di trigenerazione realizzato per l’Aeroporto ”Galileo Galilei” di Pisa è composto da un cogeneratore alimentato a gas metano, che eroga una potenza elettrica utile al fabbisogno aeroportuale. La potenza termica recuperata dal cogeneratore viene trasportata, sotto forma di acqua calda (tramite le tubazioni di teleriscaldamento), in parte alla Centrale Termica, in parte all’assorbitore che sviluppa una potenza frigorifera ad ausilio della Centrale Frigorifera. L’intero impianto di trigenerazione è supervisionato da un sistema di telecontrollo perfettamente integrato con quello dell’aeroporto. Ecco i dettagli principali: Cogeneratore Jenbacher JMS 416 GS-N.L Potenza elettrica erogata 1190 kW Potenza Termica recuperata 1331 kW Assorbitore Tyfon CPL CONCORDIA Potenza frigorifera erogata 500 kW Potenza termica assorbita 704 kW Due cofanature insonorizzanti a servizio del cogeneratore e dell’assorbitore Basamento (22m x 12m) e Prefabbricato di circa 1.800mc. Struttura metallica portante in copertura edificio aeroportuale per posa assorbitore e torre evaporativa (14m x 6m – peso a vuoto 14 ton) Posati circa 250 mt di cavo FG7 sez. 240mmq da Cabina ENEL a Locale elettrico a servizio del cogeneratore Trasformatore MT 1.600 kVA Adeguamento cabina elettrica alla normativa CEI 0-16


Il Synfon sbarca in Sicilia All’Università di Castelvetrano-Selinunte grande interesse per la presentazione del pirogassificatore CPL a cippato di legna: un sistema in grado di produrre energia e al contempo valorizzare le attività dei 26.000 dipendenti forestali della regione siciliana

stali, tema toccato anche dal Dott. Antonio Parrinello, amministratore della società Sicilia e Ricerca, il quale ha condiviso l’utilizzo della pirogassificazione come possibile soluzione. A seguire sono intervenuti il Sindaco del Comune di Castelvetrano, Avv. Felice Errante, il presidente nazionale di UNIMPRESA Dott. Paolo Longobardi e l’Ing. Francesco Italia del Corpo dei Vigili del Fuoco. Per CPL CONCORDIA ha esordito il Presidente Roberto Casari, il quale ha raccontato la crescita della nostra cooperativa nei 115 anni della sua storia, sottolineando come l’impegno, la dedizione al lavoro e la voglia di rinnovarsi e reinterpretarsi possano creare soluzioni a quelli che apparentemente paiono ostacoli insormontabili. Parlando del nuovo prodotto tecnologico Synfon, l’Ing. Alfredo Lupi ha descritto il sistema di gassificazione del cippato e l’Ing. Daniele Raso ha approfondito gli aspetti tecnici, mentre chi vi scrive ha analizzato e illustrato il sistema incentivante legato a questo innovativo impianto di produzione energetica. Viste le reazioni positive al prodotto che CPL ha presentato, la sensazione è che i presenti abbiano colto, attraverso poche e semplici parole, il concetto che i risultati si possono raggiungere: basta volerlo davvero.

Giovanni Roccato (31 anni) - groccato@cpl.it Resp. Commerciale Fonti rinnovabili

N

ella mattinata di sabato 18 gennaio, presso il polo universitario siciliano di Castelvetrano-Selinunte, si è tenuto un convegno avente come focus l’efficientamento energetico tramite pirolisi e il protocollo d’intesa tra enti locali, imprese ed università. CPL CONCORDIA ha partecipato portando un contributo attivo all’evento tramite alcuni interventi che hanno illustrato, da un punto di vista tecnico ed economico, il sistema di gassificazione del cippato di legna ”Synfon”, il pirogassificatore sviluppato da CPL per la produzione combinata di energia elettrica e calore. È stato mostrato come, attraverso la conversione del legno in energia, sarebbe possibile sfruttare in modo innovativo il patrimonio forestale locale, valorizzando le attività dei 26.000 dipendenti forestali della regione Sicilia, che ad oggi mancano di una programmazione organica. Il convegno è stato aperto dall’intervento dell’Ing. Vito Abate, direttore del polo universitario, il quale ha sottolineato come la ricerca universitaria dia importanti strumenti e soluzioni tecniche alle imprese e agli enti pubblici per migliorare le attività produttive del territorio. Cenni storici sulla Sicilia sono stati introdotti dal sacerdote storico e scrittore Prof. Michele Crociata. Il direttore generale del Dipartimento Energia della Regione Sicilia, Maurizio Pirillo, nel suo intervento ha evidenziato le criticità nell’impiego degli operatori regionali fore-

13


SGUARDO COSTANTE ALLA SOSTENIBILITĂ€ AMBIENTALE Oltre al recente intervento di cogenerazione a metano ad Occhiobello, negli stabilimenti e allevamenti del Gruppo Eurovo sono stati installati quasi 4000 kW di impianti fotovoltaici.


Energia pulita nel settore degli ovoprodotti Il Gruppo Eurovo, leader mondiale nella produzione e trattamento delle uova, ha scelto di dotarsi di un nuovo impianto di cogenerazione a metano, nel solco di un’efficienza produttiva attenta alla tipologia energetica sostenibile, come testimoniato dai 4 MW di fotovoltaico presenti sugli stabilimenti

Il Gruppo Eurovo è sempre stato sensibile nell’ambito del sociale e della sostenibilità ambientale, con particolare attenzione al tema delle energie rinnovabili. Basti dire che nello stabilimento di Occhiobello è presente un impianto fotovoltaico da 1600 kW: se consideriamo anche gli altri 7 impianti fotovoltaici installati in altrettanti stabilimenti o allevamenti del gruppo, si arrivano a sfiorare complessivamente i 4.000 kW. La tematica del risparmio energetico ha sicuramente guidato Eurovo quando si è trattato di valutare l’installazione di altri sistemi di autoproduzione di energia, basati anche su fonti primarie diverse dal sole. Dopo svariate proposte economiche, e un’elaborata trattativa condotta dalla committenza con i responsabili produttivi, commerciali e tecnici di CPL, nel maggio 2013 la nostra cooperativa si è aggiudicata l’appalto per l’installazione di un gruppo di cogenerazione di potenza elettrica di 1500 kW alimentato a gas metano. Oltre alla produzione elettrica, il cogeneratore è in grado di produrre anche 600 kg/h di vapore saturo alla pressione di 16 bar (utilizzato per l’essiccazione delle uova) nonché 650 kW termici sotto forma di acqua calda a 90°C impiegati nei processi produttivi, nel riscaldamento e nella climatizzazione dei luoghi di lavoro. La realizzazione dell’impianto, iniziata verso la fine del 2013 subito dopo aver ottenuto l’autorizzazione regionale alla costruzione e all’esercizio, si è conclusa a febbraio 2014. L’impianto, avviato nei primi giorni di marzo, lavora già a servizio della produzione. CPL CONCORDIA, grazie al proprio Service di manutenzione, seguirà da vicino l’impianto e sarà impegnata per almeno altri 8 anni nella gestione del sistema energetico e di tutte le attività necessarie affinché l’impianto continui a produrre energia pulita, assecondando e soddisfacendo i fabbisogni dello stabilimento.

Mauro Pascutti (37 anni) - mpascutti@cpl.it Resp. commessa Area Nord Est

A

d Occhiobello, comune situato al confine tra Veneto ed Emilia Romagna, CPL CONCORDIA ha di recente realizzato un nuovo impianto di cogenerazione a gas metano a servizio di Eurovo, storica azienda che opera nel settore alimentare e, più precisamente, della produzione e del trattamento delle uova. Per comprendere l’importanza di Eurovo, un’autentica storia imprenditoriale italiana, bisogna fare un passo indietro nel tempo e tornare alla metà del secolo scorso quando, in un paese della provincia di Padova, una coppia di coniugi veneti, Anita e Rainieri Lionello, ebbero la geniale intuizione di aprire una piccola attività per la sgusciatura manuale delle uova. Da questa prima idea, l’azienda si è sviluppata sempre più, passando gradualmente da artigianale ad industriale, e ampliando i propri confini non solo in senso geografico: gradualmente, passo dopo passo, da quel piccolo laboratorio si è arrivati ad una realtà che oggi, sotto la guida dei due figli Ireno e Siro, è annoverata tra i leader mondiali nel settore degli ovoprodotti, con 17 stabilimenti produttivi in Italia e all’estero. Nonostante le nuove dimensioni dell’azienda e un campo di attività ampliato a tutta la filiera delle uova (dalla gestione degli allevamenti fino alla distribuzione finale, con qualche centinaio di mezzi di proprietà), la sensazione è che la gestione sia ancora di matrice familiare, per l’attenzione particolare ai rapporti umani, allo sviluppo, agli investimenti e con un occhio sempre attento alla qualità, non solo del prodotto finito, ma anche in tutti gli anelli e in tutte le fasi intermedie della produzione.

15


Un contratto verde per l’ATER di Roma Siglato l’accordo per la gestione energetica degli immobili dell’Azienda Territoriale per l’Edilizia Residenziale del Comune di Roma: entro il 2015 contabilizzazione individuale del calore e telelettura raggiungeranno la copertura totale degli alloggi, arrivando a quasi 100.000 contatori. Insieme ai risparmi in bolletta e all’efficienza energetica saranno evitate 2000 tonnellate di emissioni inquinanti ogni anno


Uno dei grandi edifici del patrimonio Residenziale del Comune di Roma, che comprende 25.000 alloggi e ospita circa 100.000 persone nelle diverse tipologie abitative Un tecnico alle prese con la manutenzione degli impianti termici degli immobili ATER

Nicola Verrini (42 anni) - nverrini@cpl.it Sales Area Manager Area Tirrenica

R

isparmio energetico, riduzione delle emissioni inquinanti, equità delle bollette. Sono questi gli obiettivi essenziali che caratterizzano il nuovo contratto di appalto per la gestione e l’efficientamento energetico del patrimonio immobiliare dell’ATER (Azienda Territoriale per l’Edilizia Residenziale) del Comune di Roma. Il contratto, di durata quinquennale per un importo di 80 Milioni di Euro, è stato firmato dal Direttore generale dell’Ater del Comune di Roma Claudio Rosi con CPL CONCORDIA, capogruppo mandataria dell’Associazione Temporanea d’Imprese. Il contratto ha un marchio ‘verde’ attribuito dalla legislazione nazionale ed internazionale poiché contribuirà al raggiungimento sia degli obiettivi nazionali sia di quelli sanciti dal protocollo di Kyoto. In sintesi, il progetto tecnico offerto da CPL prevede, oltre alla completa fornitura del servizio di riscaldamento, l’esecuzione di un piano di adeguamento normativo e riqualificazione energetica del valore complessivo di circa 18 milioni di Euro, per un risparmio complessivo annuo, a regime, di circa 2.000 tonnellate di CO2 in termini di emissioni inquinanti evitate. Cuore del progetto è una rete wireless che permette la telelettura dei contatori installati sui singoli radiatori. Entro l’avvio della prossima stagione invernale 2014/2015 tutti gli alloggi di proprietà o in gestione all’ATER saranno dotati di questi sistemi di regolazione e contabilizzazione individuale del calore. Il progetto prevede infatti di arrivare all’installazione di quasi centomila contatori. Nel 2003 infatti erano stati realizzati i primi impianti campione per la verifica dei risultati preventivati; nel 2008, visti i consistenti risparmi nell’ordine medio del 15%, ATER ha rilanciato il progetto che con questo contratto giungerà alla copertura totale degli alloggi. Un’ulteriore novità è costituita dall’introduzione formale dei Certificati Bianchi, noti anche come ”Titoli di Efficienza Energetica” (TEE), ovvero titoli negoziabili che certificano il conseguimento di risparmi energetici negli usi finali di energia attraverso interventi e progetti di incremento di

efficienza energetica. L’ATER comparteciperà ai proventi della vendita di questi titoli nella misura che va da un minimo del 50% ad un massimo dell’80%. Anche grazie a questo tipo di incentivo potranno essere messi in atto tutti gli investimenti previsti per il miglioramento della qualità energetica di edifici e impianti. Il progetto comprende, inoltre, un’ampia campagna informativa e una serie di iniziative mirate ad una crescente sensibilizzazione dell’inquilinato. L’esperienza mostra infatti che le sole soluzioni tecnologiche non sono sufficienti per l’ottenimento del risparmio, ma necessitano delle pratiche quotidiane concrete delle persone. Quando queste piccole ma costanti azioni individuali si traducono in modo rapido e trasparente in risparmi, danno vita a quel circolo virtuoso necessario al raggiungimento degli obiettivi attesi. In quest’ottica i nuovi sistemi informativi offerti da CPL CONCORDIA saranno di ausilio all’Azienda per una più rapida, trasparente ed equa ripartizione delle spese per il servizio di riscaldamento. ”Con l’avvio di questo contratto” ha dichiarato il Direttore generale Claudio Rosi ”intendiamo dare un segno tangibile di un rinnovato impegno nella gestione del nostro patrimonio immobiliare coniugando interventi di efficientamento energetico, tutela ambientale ed effettiva equità dei pagamenti da parte degli inquilini per i servizi ricevuti. Siamo convinti che, attraverso le tecnologie e l’informazione promosse da questo progetto, le buone pratiche quotidiane per ridurre sprechi e inquinamento alleggeriranno anche le spese delle famiglie”.

17


Cooperazione per l’energia a basso impatto ambientale Un innovativo impianto di trigenerazione realizzato da CPL CONCORDIA fornisce elettricità e raffrescamento per il funzionamento ottimale delle rotative dell’azienda grafica cooperativa modenese, che detiene la rotativa ad alta foliazione più grande d’Italia


Il Presidente di COPTIP Giancarlo Panini illustra le ragioni economiche ed ambientali che hanno condotto alla scelta della trigenerazione per ottimizzare il processi produttivi aziendali Il taglio del nastro dell’impianto alla presenza dell’Assessore comunale all’Ambiente Simona Arletti e dei responsabili di CPL CONCORDIA

Claudio Gardosi (31 anni) cgardosi@cpl.it Responsabile di commessa

C

OPTIP Industrie Grafiche, cooperativa grafica leader nel mercato nazionale, ha scelto l’autonomia energetica a basso impatto ambientale. Il 28 febbraio scorso è stata presentata la nuovissima centrale di trigenerazione in grado di soddisfare le complesse esigenze energetiche legate alle rotative e ai processi di stampa; tra i presenti l’Assessore di Modena all’Ambiente Simona Arletti e diverse aziende interessate all’efficientamento energetico nei processi produttivi. ”Da anni COPTIP persegue una strategia di investimenti finalizzati all’ottimizzazione dei consumi energetici e a politiche di rispetto ambientale”, ha raccontato il Presidente di COPTIP Giancarlo Panini. ”L’impianto di trigenerazione realizzato da CPL CONCORDIA ci permette di produrre energia elettrica con fonti a basso impatto ambientale, ridurre i costi e rendere l’azienda più autonoma nel reperimento di energia”. Secondo il Presidente Panini la scelta di collaborare con il Gruppo cooperativo di Concordia è derivato dalla volontà di sviluppare processi innovativi tra le aziende cooperative, e questo obiettivo è stato ancor più favorito dal fatto che CPL rappresenta una realtà particolarmente qualificata nel settore energetico. L’impianto, già avviato alla produzione, è costituito da un cogeneratore in grado di sviluppare una potenza elettrica di 245 kW e una potenza termica di 344 kW. Tenendo in particolare considerazione gli aspetti visivo ed acustico dell’ambiente di lavoro, il cogeneratore è stato installato all’interno di una cofanatura insonorizzante, del tipo movibile, costruita in prossimità della centrale frigorifera esistente, dentro alla quale è stato posizionato un nuovo gruppo frigorifero ad assorbimento Tyfon CPL da 244 kW, profilato su misura per COPTIP dai progettisti CPL. L’energia frigorifera prodotta dall’assorbitore viene impiegata nel raffreddamento delle macchine a stampa, mentre l’energia elettrica viene interamente utilizzata sul posto nei processi produttivi favorendo l’autonomia energetica dell’azienda. Un plauso convinto alla nuova dotazione energetica eco-soste-

nibile è venuto dall’Assessore Comunale all’Ambiente Simona Arletti, in rappresentanza del Sindaco di Modena Giorgio Pighi: ”L’attenzione agli aspetti ambientali nei processi produttivi, come testimonia il caso dell’impianto energetico inaugurato oggi, rappresenta una best practice per tutti gli imprenditori attenti all’economia e al territorio”. Nell’azienda grafica modenese lavorano oltre 100 persone e sono installate 4 rotative di stampa di alta foliazione, fra le quali la rotativa più grande per dimensioni installata in Italia. Già detentrice delle certificazioni SA 8000 (Responsabilità Sociale), UNI EN ISO 14001 (Gestione Ambientale) e FSC e PEFC (sulla catena di custodia delle foreste in quanto importanti utilizzatori di carta), con le nuove dotazioni energetiche COPTIP conferma nei fatti la scelta aziendale di operare sul mercato in modo innovativo e attento all’ambiente. ”Con l’impianto eseguito per COPTIP salgono a 500 i sistemi di cogenerazione e trigenerazione realizzati da CPL CONCORDIA in Italia e all’estero”, ha sottolineato Roberto Casari, Presidente di CPL CONCORDIA, che ha ricordato l’avvio di impianti di cogenerazione a metano in Polonia per la multinazionale EDF e in Thailandia per Honda Automobile. ”Dopo lo start up delle macchine, come è nel nostro stile di cura del cliente, per i prossimi 8 anni seguiremo le dinamiche di produzione dell’impianto tramite il nostro settore Post Vendita e service manutenzione, in modo da garantire a COPTIP il raggiungimento e - come a volte succede - il superamento delle performances attese”.

19


Controllo totale sugli impianti Inaugurati il nuovo Contact Center h24 e la Control Room interni all’azienda per la gestione delle segnalazioni e la supervisione di centinaia di impianti: dalla cogenerazione ai global service, dalla pubblica illuminazione al fotovoltaico

Emanuele Malavasi (39 anni) Resp. Commessa ICT

F

emalavasi@cpl.it

inalmente, ad un anno e mezzo dal terremoto dell’Emilia, con il ritorno a Concordia sulla Secchia di tutto il Settore ICT (parliamo di 110 persone), CPL CONCORDIA ha ”inaugurato” due importanti uffici: il Contact Center e la Control Room. La nostra azienda già dal 2002 si è dotata di un servizio di Contact Center tecnico per la gestione delle segnalazioni da global service, gestione calore, pubblica illuminazione, impianti di cogenerazione, cabine gas, gestione segnalazioni di pronto intervento per multiutility (gas, elettrico, acqua); gestione contatti e solleciti per aziende di vendita (gas, elettrico, acqua); indagini commerciali e di soddisfazione dei clienti. Nel 2013 il servizio Contact ha gestito circa 175.000 contatti (come si può rilevare consultando il portale www.ictcenter.it). Per tale servizio CPL ha ottenuto nel Giugno 2009 la certificazione UNI EN ISO 9001:2008 con il rispetto dei principali indicatori di servizio delibere e normative:


CNews n. 44 - marzo duemilaquattordici

• • • •

UNI 11200:2010 (a tutela dei cittadini e dei consumatori) ARG/gas 120/08 e la successiva 574/2013/R/gas in materia di Pronto Intervento Gas ARG/elt 198/11 in materia di Pronto Intervento Elettrico ARG/com 164/08 in materia di qualità dei servizi telefonici commerciali

Anche in condizioni eccezionali come quelle sperimentate durante il sisma 2012, la continuità del servizio è sempre stata assicurata. Dopo aver gestito tutte le segnalazioni in container appositamente attrezzati (dato che gli uffici degli operatori non erano più fruibili), ecco pronto a disposizione il nuovo ambiente: spazioso, attrezzato con pareti insonorizzate, pc e telefoni di ultima generazione, Wall Board per il costante controllo dei livelli di servizio (stato degli operatori, visualizzazione code, SLA, ecc.). Inoltre, nell’ottica del miglioramento continuo e della volontà di fornire sempre più servizi a valore aggiunto ai nostri clienti, abbiamo inaugurato la nuova Control Room, con queste caratteristiche: 12 monitor 55” LED con controller BARCO e 6 postazioni operatore dotate ciascuna di 2 monitor 23” touchscreen. I servizi offerti dalla Control Room sono i seguenti: • Supervisione, impostazione orari, gestione del primo intervento e ottimizzazione per tutti gli impianti termici, di condizionamento ed elettrici dotati di apparecchiature di telecontrollo; • Supervisione impianti di cogenerazione, trigenerazione, biogas;

• • • •

Supervisione e controllo produzione impianti fotovoltaici; Supervisione impianti per il monitoraggio consumi energetici; Supervisione impianti speciali (rilevazione fumi, controllo accessi, videosorveglianza); Gestione allarmi e supervisione di qualsiasi impianto telecontrollato (pubblica illuminazione, cabine gas, impianti di depurazione, ecc.).

L’obiettivo dell’azienda a breve termine è la fornitura di un servizio interno h24/365 per entrambi servizi (Contact Center e Control Room) con back-up esterno (la sicurezza è d’obbligo), contribuendo ad ampliare ulteriormente i servizi offerti.


DIGAS, il nuovo software made in CPL per la distribuzione gas Sviluppato internamente dal Settore ITC in collaborazione con partner Microsoft, associa l’utilizzo di una moderna piattaforma ERP ad una verticalizzazione dedicata a gestire le attività amministrative della distribuzione gas metano Andrea Mantovani (44 anni) Sales manager Settore ICT

zati sulla piattaforma Dynamics NAV: questa sinergia consente di mantenere tutti i vantaggi che il mondo Microsoft offre - ad esempio, la perfetta integrazione con gli strumenti OFFICE e, in particolare, la facilità di importare o esportare dati nei diversi formati e tracciati possibili (es. EXCEL, XML, CSV) - oltre a poter gestire all’interno dell’area di lavoro le comunicazioni via EMAIL. Digas è completato da un portale web funzionale per la gestione delle comunicazioni con le società di vendita gas metano, secondo i dettami dell’AEEG: Standard Nazionale di Comunicazione, Booking On Line, gestione pratiche e altro ancora. L’attività di migrazione dei dati e l’avviamento del nuovo software sono stati curati direttamente dal personale del Settore ICT di CPL, in particolare dalle persone degli uffici Distribuzione e Consulenza Normativa. Gli addetti delle società interessate al cambio di software sono stati accompagnati in questa fase di transizione al nuovo sistema mediante sessioni di formazione dedicate, prima nella sede centrale di CPL a Concordia (Modena) e, in seconda fase, direttamente presso i singoli uffici sui diversi territori (nel caso di CPL Distribuzione, in Campania, Calabria e Sicilia).

amantovani@cpl.it

D

IGAS è il nuovo software sviluppato e utilizzato da CPL CONCORDIA per gestire le attività specifiche delle aziende di distribuzione del gas metano in Italia e all’estero. Il passaggio completo al software DIGAS sancisce una svolta fondamentale per il gruppo energetico emiliano; i benefici derivanti dall’adozione di questo prodotto ad alta innovazione tecnologica permetteranno una sinergia delle attività legate alla distribuzione del gas metano sia per le aziende del Gruppo CPL sia per le società clienti che hanno analoghe necessità. Nell’arco di cinque anni il software DIGAS è stato adottato da più di trenta società, fra cui le aziende del Gruppo CPL che operano nel settore distribuzione. I benefici derivanti da questa scelta sono stati immediatamente evidenti: tutto il personale del Gruppo CPL che segue la distribuzione del gas metano usa la stessa piattaforma informatica, con evidenti vantaggi dal punto di vista formativo e di supporto. DIGAS è un software dinamico, basato su piattaforma Microsoft Dynamics Nav, che associa quindi la possibilità di usare una moderna piattaforma ERP (Enterprise Resource Planning) ad una verticalizzazione (add-on) dedicata a gestire le attività amministrative della distribuzione gas metano secondo le normative dettate dall’Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas (AEEG). Il nuovo software è stato sviluppato all’interno del Settore ICT di CPL in collaborazione con alcuni partner Microsoft specializ-

23


CNews n. 44 - marzo duemilaquattordici

Redengas agevola l’accesso al gas per le famiglie povere In Argentina il neonato Consorzio di Responsabilità Sociale della Provincia di Entre Rios crea un fondo per finanziare l’accesso al servizio gas a seicento pensionati e famiglie con particolari problemi economici, riducendo sensibilmente i costi energetici tradizionali nelle abitazioni

Luigi Bisaschi (64 anni) Presidente di Redengas

lbisaschi@cpl.it

A

Paranà, nella Sede del Governo della Provincia argentina di Entre Rios, il 28 novembre 2013 si è costituito il Consorzio di Responsabilità Sociale, primo nella storia della Provincia di Entre Rios. Il Consorzio, con una dotazione di capitale iniziale di 4 milioni di pesos, apportati per il 50% dal Ministero dello Sviluppo Sociale, per il 25% dalla segreteria dell’Energia e per il rimanente 25% da Redengas (gestore del servizio gas nella citta di Paranà), ha per oggetto la creazione di un fondo per realizzare un piano di finanziamento che, nella sua prima fase, consentirà a seicento pensionati e famiglie con particolari problemi economici di accedere al servizio gas, riducendo sensibilmente i costi energetici tradizionali nelle proprie abitazioni. I prestiti praticati avranno un importo massimo di 10mila pesos a famiglia, da restituire in 24 mesi senza interessi (il mercato bancario locale applica attualmente un tasso di interesse pari al 38% annuo) a partire dalla prima bolletta di consumo del gas. Questi prestiti consentiranno ai soggetti in precarie condizioni economiche la connessione alla rete gas, la realizzazione dell’impianto interno e l’acquisto degli apparecchi utilizzatori, alleviando notevolmente l’attuale carico economico derivato dall’utilizzo del GPL e/o dell’energia elettrica nelle abitazioni. Presenti alla firma dello storico accordo il Governatore della Provincia dott. Sergio Urribbarri, il Primo Ministro, il Ministro dello Sviluppo sociale, il Segretario dell’energia, il presidente del Centro Pensionati, i re-

sponsabili della società Redengas, guidati dal Presidente Alberto Gutierrez, e Roberto Casari, Presidente di CPL CONCORDIA. Il Gruppo CPL CONCORDIA è presente dal 1998 a Paranà attraverso la controllata Redengas SA che gestisce la distribuzione e vendita del metano a oltre 60mila clienti civili e industriali per complessivi 130 milioni di metri cubi di gas venduti ogni anno. La società ha recentemente ampliato la propria attività nel settore delle costruzioni d’infrastrutture (metanodotti, acquedotti e posa fibre ottiche) con l’acquisizione di contratti per complessivi 15 Milioni di pesos. A breve, inoltre, entrerà in produzione a Paranà il nuovo stabilimento per la produzione di pannelli fotovoltaici, a servizio degli impianti ad energia rinnovabile in tutto il Sud America: si tratta infatti della prima fabbrica per la produzione interna di pannelli solari in Argentina. Nel prossimo anno l’occupazione passerà dagli attuali 35 ad oltre 80 addetti.


CPL CONCORDIA cala il tris con la telefonia Il Gruppo cooperativo, già attivo nella vendita gas ed energia elettrica, si prepara alla vendita dei servizi di telefonia fissa e Internet ai clienti domestici, ampliando il proprio portafoglio di attività ed investendo nel mercato delle telecomunicazioni

sendo. Basti pensare a come il termine smart sia entrato nel vocabolario comune come identificativo di una tecnologia capace di comunicare e interagire online, offrendo all’utente le potenzialità della rete in un mondo sempre più social. Un esempio su tutti viene dalle televisioni: diventate di colpo strumenti che, grazie ad una semplice connessione Wi-Fi, hanno accesso a film e contenuti finora prerogativa solo dei pc, ora competono con i colossi della trasmissione satellitare nel mondo dell’intrattenimento. Nonostante la telefonia mobile abbia compiuto passi ragguardevoli, in genere nelle case difficilmente si rinuncia alla potenza del segnale offerta dal router domestico per l’utilizzo di tutte le devices, come console di gioco e tablet, come non è paragonabile la disponibilità della linea telefonica di casa a confronto con le intermittenti comunicazioni del cellulare, spesso singhiozzanti tra le mura domestiche. Attraverso il marchio COOPTEL e le competenze tecniche di TECNOSERVIZI, CPL CONCORDIA intende offrire al cliente un’esperienza che punti sull’utilizzo di apparati tecnologicamente avanzati, aggiungendo così un altro importante segmento al ventaglio di servizi non soggetti a monopolio offerti dalla multiutility di Concordia. Il gruppo CPL infatti già vanta le forniture di gas ed energia elettrica attraverso la società controllata COOPGAS, in un’ottica sempre più integrata e orientata ai fabbisogni del cliente domestico. Proporrà quindi la vendita del servizio di telefonia fissa e Internet, e il punto di partenza sarà sempre la nostra mission: qualità, risparmio e convenienza con la massima trasparenza. È con questo spirito e convinzione che speriamo di poter condividere con i soci, i dipendenti e tutti gli stakeholders i frutti di questa nuova e lungimirante sfida chiamata COOPTEL.

Paolo Barbieri (29 anni) pbarbieri@cpl.it Energy Procurement Manager

Andrea Gambuzzi (27 anni) agambuzzi@cpl.it Tecnico di Specializzazione Gest. Calore e Servizio Energia

È

in dirittura d’arrivo l’acquisizione da parte di CPL CONCORDIA del 50% della società TECNOSERVIZI con sede a Rovereto sulla Secchia (MO). TECNOSERVIZI S.a.s. nasce nel 1996 con l’obiettivo di operare nel settore I.C.T., specializzandosi nella progettazione, fornitura e gestione di sistemi convergenti voce e dati su protocollo TCP/IP. Operando principalmente nella provincia di Modena e occupando un segmento di mercato composto da PMI ed enti pubblici, TECNOSERVIZI si è presto trovata a lavorare come fornitore di CPL a Concordia. Agli inizi del 2013 le competenze, il know how e le autorizzazioni detenute dall’azienda di Rovereto hanno incontrato l’interesse di CPL, intenzionata ad ampliare il proprio portafoglio di attività ed investire in un nuovo mercato: quello delle telecomunicazioni. Nei mesi scorsi si è svolto un inteso lavoro per strutturare e programmare le attività che hanno portato, ad oggi, al lancio dei servizi di telefonia fissa ed Internet per clienti domestici che saranno identificati dal marchio COOPTEL. ll settore, nonostante sia caratterizzato da una forte dinamicità e popolato da players affermati e di grandi dimensioni, offre possibilità di business interessanti, in particolar modo considerando la crescente importanza che i servizi web based stanno acqui-

25


CNews n. 44 - marzo duemilaquattordici

Assicoop presenta Coopgas ai suoi 100.000 associati Intervista al Dott. Milo Pacchioni, Presidente di Assicoop Modena e Ferrara Spa, Agente UNIPOLSAI per le Province di Modena e Ferrara, sul tema della collaborazione per tagliare i costi di gas e luce Francesco Manicardi (43 anni) - fmanicardi@cpl.it Responsabile Ufficio Stampa CPL

D

ott. Pacchioni, perché Assicoop ha promosso l’accordo con i servizi energetici gas e luce di Coopgas? Assicoop Modena & Ferrara S.p.A., nel dare continuità ad un modello di impresa che oltre a quelli assicurativi e bancari integri anche altri servizi indispensabili, ha colto l’opportunità di collaborazione con Coopgas Srl, un’azienda fornitrice di gas naturale ed energia elettrica che condivide con Assicoop il medesimo impegno etico ad operare secondo i principi di correttezza e trasparenza. Cosa si possono aspettare i clienti e le famiglie con l’offerta Assicoop-Coopgas? Abbiamo presenti le necessità di risparmio e chiarezza dei nostri assicurati, soprattutto in un momento di attenzione ai bilanci familiari in conseguenza della crisi economica. Considerando che per le famiglie l’Autorità per l’Energia elettrica e il Gas prevede di solito una tariffa standard, abbiamo constatato che Coopgas è in grado di offrire condizioni economiche più vantaggiose e a prezzi inferiori. Anche alla piccola media impresa Coopgas garantisce flessibilità nel praticare condizioni personalizzate, in funzione del settore di attività e del profilo di consumo, sempre privilegiando il risparmio e la qualità del servizio. Presidente Pacchioni, quando è partita l’operazione ”Assicoop-Coopgas” e quali i primi riscontri? Da alcune settimane la struttura Assicoop ha predisposto un’area-test che ha coinvolto due nostre agenzie nella città di Modena: la prima all’interno dell’Ipermercato di Coop Estense ”I Portali” e l’altra presso la Direzione centrale Assicoop di Via Carlo Zucchi. Grazie anche alla distribuzione di materiale informativo dedicato

e chiaro, sono stati avviati i primi contratti sia tra i clienti privati sia nel settore aziende. Per i dipendenti e collaboratori Assicoop è stato approntato un ulteriore plafond di sconti tariffari. Chi desidera informarsi sull’offerta Assicoop-Coopgas, oltre agli uffici modenesi, può utilizzare un altro canale telematico o web? Per conoscere nel dettaglio le promozioni e le condizioni di offerta è possibile visionare i siti www.assicoop.com o www.coopgas. it, oppure chiamare il numero verde dedicato 800.917.917. L’impegno di Assicoop nell’offrire nuove opportunità di risparmio ai nostri clienti ha fatto un ulteriore scatto in avanti: ora spetta alle persone e alle aziende cogliere questa occasione di tagliare la propria bolletta energetica. A PROPOSITO DI COOPGAS COOPGAS è la società di approvvigionamento, intermediazione e vendita di gas naturale ed energia elettrica del gruppo CPL CONCORDIA. Opera in tutto il territorio nazionale con numerosi uffici, uno sportello online e un Call Center a disposizione delle esigenze dei suoi Clienti.


FOCUS ON

Scopri le nuove offerte!

Sempre vantaggiose le tariffe COOPGAS grazie alle nuove offerte

GAS VANTAGGIO | GAS FLAT | LUCE FLAT Scoprile sul sito www.coopgas.it


La SACE a Concordia per sostenere l’export modenese Invitato da CPL CONCORDIA e WAM Group, il Presidente Giovanni Castellaneta ha presentato a imprenditori, artigiani e banche del territorio le soluzioni offerte per accompagnare le aziende modenesi nei loro percorsi di internazionalizzazione


Il Presidente di CPL CONCORDIA Roberto Casari illustra all’Ambasciatore Castellaneta alcune strutture aziendali in ricostruzione. L’assemblea di imprenditori, artigiani e istituti di credito convenuti al meeting “Incontro all’Impresa” organizzato nella Sala Bighi di Concordia (MO).

Francesco Manicardi (43 anni) fmanicardi@cpl.it Responsabile Ufficio Stampa

C

PL CONCORDIA, da tempo impegnata nello sviluppo all’estero, ha ospitato il 25 febbraio un importante appuntamento sull’internazionalizzazione dedicato alle imprese modenesi interessate a rafforzare la loro presenza sui mercati esteri. Protagonista del convegno, dal titolo “Incontro all’Impresa”, è stato il Presidente di SACE Giovanni Castellaneta, già ambasciatore a Washington e Teheran, intervenuto all’evento organizzato da CPL in collaborazione con WAM Group, multinazionale di Cavezzo (MO). All’incontro hanno preso parte numerose realtà produttive della Bassa Modenese, compresi imprenditori, artigiani, istituti di Credito e rappresentanti delle istituzioni locali interessati a scoprire le opportunità di sostegno offerte da SACE per l’internazionalizzazione. “In un momento così delicato, a poca distanza dalle drammatiche vicende del terremoto e delle alluvioni, la presenza del Presidente Castellaneta, rappresenta un forte segnale di vicinanza da parte di SACE alle aziende del territorio della bassa modenese, storicamente a forte vocazione export” - ha sottolineato Roberto Casari, Presidente di CPL CONCORDIA. “Anche per una realtà come CPL, che in questi ultimi 5 anni di crisi ha raddoppiato fatturato e dipendenti, la crescita oltre

i confini nazionali richiede un mix di ingredienti per nulla scontati, fra i quali una solida leva finanziaria e conoscenza delle dinamiche economiche dei vari paesi”. Vainer Marchesini, imprenditore a capo di WAM Group, multinazionale manifatturiera di Cavezzo (MO), distinguendo opportunamente fra internazionalizzazione e globalizzazione, attività di export e produzione all’estero, ha ripercorso il cammino faticoso compiuto “nel lontano 1984 per far nascere il primo stabilimento produttivo negli Stati Uniti: lo Stato non era presente, non ci ha aiutato”. Il Presidente Castellaneta ha esordito spiegando il ruolo di SACE, che offre prodotti assicurativi e finanziari finalizzati a promuovere l’internazionalizzazione delle imprese attraverso la copertura dei rischi di carattere politico e commerciale ai quali sono esposti gli operatori nazionali (imprese e banche) nelle loro attività con l’estero. “L’export è stato la chiave di successo per le 25.000 aziende italiane, soprattutto Pmi, che si sono affidate a SACE in questi anni. Sono orgoglioso di poter incontrare di persona le imprese dell’Emilia Romagna, regione dal carattere straordinario, che hanno saputo reagire con forza alle difficoltà di questi anni e

29

che in SACE, presente a Modena con un proprio ufficio, possono trovare il partner ideale per cogliere le opportunità offerte dai mercati esteri”. Coadiuvato dalla Dott.ssa Simonetta Acri, Direttore Rete domestica di SACE Spa, Castellaneta ha passato in rassegna i servizi con i quali “più che aiutare intendiamo accompagnare le aziende nel loro percorso di crescita”. SACE, società del Gruppo Cassa Depositi e Prestiti, offre servizi di export credit, assicurazione del credito, protezione degli investimenti, garanzie finanziarie, cauzioni, protezione dai rischi della costruzione e factoring. Con 70 miliardi di Euro di operazioni assicurate in 189 paesi, il gruppo SACE sostiene la competitività delle imprese in Italia e all’estero, garantendo flussi di cassa più stabili e trasformando i rischi d’insolvenza delle imprese in opportunità di sviluppo. Prima dell’incontro la delegazione di SACE ha potuto visitare le strutture produttive di CPL ricostruite dopo il sisma, fra le quali la nuovissima Control Room inaugurata da poche settimane.


CNews n. 44 - marzo duemilaquattordici

Le proposte diversificate di SACE FOCUS ON

Dalle soluzioni assicurativo-finanziarie per la gestione crediti all’ottenimento di finanziamenti, alla riduzione dei rischi di mancato pagamento: sedi, sportelli on line e un’iniziativa ad hoc per le PMI

S

ACE aiuta le imprese a internazionalizzarsi e a rafforzare la propria competitività. Lo fa offrendo soluzioni assicurativofinanziarie per gestire al meglio i crediti, ottenere più facilmente finanziamenti, ridurre i rischi di mancato pagamento e muoversi in sicurezza verso nuovi mercati. Ovunque si trovi un’impresa il modo più semplice per entrare in contatto con SACE è il sito www.sace.it. C’è poi la rete di sedi territoriali che gestisce, in autonomia rispetto alla sede centrale di Roma, operazioni fino a 20 milioni di euro, e assiste le imprese nell’identificazione dei prodotti più adatti alle loro esigenze: dall’assicurazione del credito alle garanzie per facilitare l’accesso ai finanziamenti, dalla protezione degli investimenti al factoring, dalle cauzioni alle polizze per coprire i rischi della costruzione. SACE inoltre ha sviluppato l’interfaccia online www.exportplus.it, che consente alle imprese di assicurare le vendite e gli investimenti all’estero e ottenere garanzie finanziarie e/o cauzioni in convenzione con il sistema bancario. PMI NO STOP è l’ultima iniziativa del Gruppo – con il sito dedicato www.pminostop.it - rivolta esclusivamente alle imprese di piccola e media dimensione, un one stop shop per rispondere alle sfide poste dalla congiuntura avversa: ottenere più facilmente finanziamenti, gestire al meglio i crediti, ridurre i rischi di mancato pagamento e muoversi in si-

curezza verso nuovi mercati. Le imprese con fatturato inferiore a 50 milioni di Euro e con meno di 250 dipendenti potranno sostenere i propri piani di crescita contando su sei linee di prodotto, condizioni commerciali particolarmente vantaggiose (pareri preliminari gratuiti, nessuna spesa di istruttoria, sconti sui premi applicati), servizi di assistenza dedicati e una rete di uffici in Italia e all’estero a misura di Pmi. Il Factoring è un altro servizio cruciale per le Pmi. Uno dei modi per

eliminare l’incertezza sui tempi di pagamento è far sì che la liquidazione dei fornitori sia operata da una società specializzata, che garantisca i pagamenti ai fornitori nei tempi previsti. La società di factoring SACE Fct, con i suoi servizi, rafforza la capacità di sostenere le imprese sul fronte della liquidità.


CPL CONCORDIA apre il gas ai fondi di investimento

20 milioni di euro il valore dell’operazione con i fondi infrastrutturali gestiti da Fondaco SGR e Orizzonte SGR. L’accordo consentirà a CPL di ampliare gli investimenti nelle attività di gestione, vendita gas e nell’acquisizione di nuove concessioni

Pierluigi Capelli (44 anni) pcapelli@cpl.it Direttore Finanziario Massimo Continati (52 anni) mcontinati@cpl.it Direttore Amministrazione e Sistemi Informativi

I

l Gruppo CPL CONCORDIA apre ai fondi nazionali la partecipazione alle proprie attività nel settore gas. A fine novembre 2013 si è perfezionato l’atto di cessione del 49% delle quote di European Gas Network - EGN srl, di cui CPL CONCORDIA era unico azionista, a due importanti fondi infrastrutturali nazionali: il Fondo Sistema Infrastrutture, fondo infrastrutturale delle Camere di Commercio Italiane gestito da Orizzonte SGR, e il Fondo PPP Italia, primo fondo infrastrutturale italiano per anno di costituzione, gestito da Fondaco SGR con Equiter SpA del Gruppo Intesa Sanpaolo come advisor per gli investimenti. EGN è la sub-holding del Gruppo CPL CONCORDIA cui sono state recentemente conferite le sue principali società di

distribuzione di gas metano e GPL in Italia e, in un caso, anche all’estero in Romania, ovvero CPL Distribuzione, Marigliano Gas, Ischia Gas, Fontenergia, CPL Filiala di Cluj (Romania). EGN distribuisce gas a più di 75.000 utenze con oltre 2700 km di rete in concessione (per la maggior parte realizzata proprio da CPL); ha più di 100 milioni di Euro di capitale investito e un patrimonio netto superiore a 40 milioni di Euro. Il controvalore della cessione, organizzata e seguita da DREAM Capital Partners SpA in qualità di advisor del Gruppo CPL CONCORDIA, ammonta a circa 20 milioni di Euro. In una situazione di grande tensione dei mercati finanziari, con questa operazione il Gruppo CPL CONCORDIA ha inteso dif-

31

ferenziare le proprie fonti finanziarie. Grazie all’apertura ai fondi infrastrutturali saranno disponibili ulteriori risorse per sostenere sia gli investimenti legati all’attività caratteristica delle società gas sia quelli che si renderanno necessari nelle gare d’ambito per l’acquisizione di nuove concessioni gas. Al termine di questo percorso, durato quasi due anni, CPL non esclude che ci possano essere ulteriori spazi per ampliare in futuro questa operazione, per finanziare nuovi investimenti nel settore con buone prospettive di redditività.


Il Gruppo CPL entra nella gestione di Tea Acque Mantova

A febbraio l’ingresso del nuovo socio Acque della Concordia con il 40% delle quote: l’obiettivo è mettere a servizio di Tea Acque il know how consolidato nell’efficientamento energetico dei sistemi idrici e nel pronto intervento sulle reti


Una struttura idrica di Tea Acque, la società del Gruppo Tea che gestisce il servizio idrico per oltre 250mila abitanti L’atto delle firme: (da sx) Roberto Casari, Presidente CPL CONCORDIA, Raffaella Roncaia (Presidente Tea Acque), Luigi Gualerzi (Presidente Gruppo Tea Spa), Davide Bonfietti, Presidente Acque della Concordia

Davide Bonfietti (35 anni) dbonfietti@cpl.it Presidente Acque della Concordia

D

al 7 febbraio Acque della Concordia, società controllata del Gruppo CPL CONCORDIA, è divenuta socio industriale di Tea Acque, la società del Gruppo Tea che gestisce il servizio idrico per oltre 250mila abitanti della provincia di Mantova. Acque della Concordia s.r.l. è costituita da CPL CONCORDIA Soc. Coop. e S.T.A. s.r.l., le due imprese che in ATI si sono aggiudicate, nell’ottobre 2013, la gara indetta nel dicembre 2010 da Tea s.p.a. per la selezione del socio privato di Tea Acque s.r.l. L’Assemblea di Tea Acque ha pertanto provveduto all’aumento del capitale sociale riservato all’aggiudicatario, che entra con il 40%. È stato inoltre sottoscritto dai partner il contratto di acquisto della partecipazione e di esecuzione dei compiti operativi previsti. ”Riteniamo che fra pubblico e privato la scelta giusta sia la cooperazione: il servizio idrico deve essere sempre disponibile, di qualità e al più basso prezzo possibile. Nel servizio idrico comprendiamo anche la depurazione e il sistema fognario, secondo standard qualitativi europei che competono ad una comunità come quella della provincia di Mantova che merita grande considerazione”, ha dichiarato Roberto Casari, Presidente del Gruppo CPL CONCORDIA.

“Acque della Concordia si avvale dell’esperienza di CPL, che da 60 anni ha costruito e gestito reti idriche nel nord e centro Italia: da Arezzo a Monghidoro, da Belgioioso a Valmontone, fin dal 1957 le Amministrazioni e i cittadini

“Riteniamo che fra pubblico e privato la scelta giusta sia la cooperazione: il servizio idrico deve essere sempre disponibile, di qualità e al più basso prezzo possibile” hanno espresso soddisfazione per le opere e attività compiute dalla nostra cooperativa. Metteremo a servizio di Tea Acque il nostro know how consolidato nell’efficientamento energetico dei si-

33

stemi idrici e nel pronto intervento sulle reti.” Il presidente del Gruppo Tea Luigi Gualerzi ha ribadito l’impegno assunto a suo tempo con i Comuni soci: ”Il mantenimento di una partecipazione pubblica maggioritaria, con compiti di governo e di indirizzo anche sugli investimenti, e il rigidissimo capitolato di gara, consentono di salvaguardare l’affidamento del servizio idrico insieme al controllo pubblico della società. L’esperienza del nuovo socio garantisce cittadini ed enti locali sulla qualità degli interventi che saranno realizzati”. Il nuovo CdA di Tea Acque è formato da Raffaella Roncaia (presidente), Nunzio Belluzzi (vice presidente), dal dirigente di Tea Piero Falsina (amministratore delegato) e dai consiglieri Paolo Bonesi ed Enrico Moschini in rappresentanza di Acque della Concordia.


CNews n. 44 - marzo duemilaquattordici

Se la furia della natura si affronta con i Lego Gli studenti dell’Istituto Superiore Galilei di Mirandola protagonisti nel Campionato del mondo di Scienza e Robotica ”First Lego League” con una tavola vibrante realizzata con mattoncini Lego che simula gli effetti sismici sugli edifici

Fabio Balboni fabiobalboni@libero.it Docente di automazione ISS ”Galilei” di Mirandola (MO)

U

na squadra di 8 studenti delle classi terze dell’Istituto Superiore Statale “Galilei” di Mirandola (MO) ha partecipato a Udine alla fase interregionale Italia nord-est della First Lego League (FLL), un campionato mondiale di scienza e robotica tra squadre di ragazzi che progettano, costruiscono e programmano robot autonomi. FLL nasce dalla collaborazione tra LEGO e FIRST (l’Associazione americana For Inspiration and Recognition of Science and Technology, ovvero ‘Per l’ispirazione e la valorizzazione di Scienza e Tecnologia’) e coinvolge 61 nazioni distribuite sui 5 continenti. Il tema della sfida di quest’anno, a livello internazionale, era proporre metodi da adottare contro la furia della natura (“Nature’s fury”). Mettendo a frutto l’esperienza vissuta da vicino nel terremoto 2012, gli studenti hanno proposto la realizzazione di un laboratorio mobile di didattica sismica, costruendo una tavola vibrante portatile realizzata con componenti Lego e controllata mediante l’unità Lego NXT. Con la tavola è possibile

studiare la risposta di vari modelli di costruzioni (edifici fino a tre piani, una casa bassa e un fungo dell’acquedotto, sempre realizzati con componenti Lego) sollecitati con vibrazioni a frequenza variabile che simulano un terremoto. Per acquisire le conoscenze necessarie, i docenti Balboni e Cilloni hanno proposto ai ragazzi una visita a Bologna presso l’Istituto Aldini Valeriani - Sirani dove ha sede la sezione Bolognese della mostra permanente realizzata dalla ONLUS “Io non tremo” di Rimini con un laboratorio di educazione sismica. A Udine la gara si è sviluppata su diverse prove (progetto scientifico, relazione sulle scelte costruttive dei robot, stile di lavoro e collaborazione di squadra): il Galilei si è piazzato al primo posto per la relazione scientifica e complessivamente al nono posto su 24 squadre partecipanti, aggiudicandosi così la possibilità di partecipare alla finale nazionale a Rovereto di Trento. Gli organizzatori del torneo hanno inoltre ritenuto il progetto particolarmente importante ed innovativo tanto da suggerire al Galilei

di partecipare al prestigioso concorso internazionale Global Innovation Award legato a FLL. Fra gli studenti e i docenti sì è creato un buon spirito di gruppo, gli studenti si sono messi alla prova in prima persona: sono chiamati a trovare soluzioni che diano il massimo risultato, devono confrontarsi con altri nel rispetto di regole certe competendo in modo cortese. In questo caso la scuola dimostra di riuscire a stimolare motivazione, interesse, capacità e competenze negli studenti. CPL CONCORDIA, che ha offerto il contributo per coprire le spese di partecipazione alla gara, guarda con estremo interesse a questo sviluppo di competenze degli studenti di oggi, tecnici e ingegneri di domani.


CRESCITA ESPONENZIALE PER LA FIRST LEGO LEAGUE Dal 1998 al 2012 la manifestazione è cresciuta in maniera esponenziale: si è passati dalle 210 squadre del progetto pilota a 19.800 squadre, con la partecipazione di 198.000 ragazzi in tutto il mondo.

35


PASSA A COOPGAS SCOPRI LA COMODITÀ DEL GAS IN RETE E LA CONVENIENZA DELLE OFFERTE LUCE E GAS

COOPGAS è dalla parte del consumatore. Scopri le nuove offerte GAS e LUCE, del mercato libero, pensate per offrirti comodità e risparmio

Cnews 44  
Cnews 44