Page 1

CORRIERE

di SAVIGLIANO e dintorni

1,20 euro

Redazione: Via Torre de Cavalli, 9 - Savigliano - Telefono (0172) 71.17.31 - Telefax (0172) 71.17.58 - Poste Italiane s.p.a. - Spedizione in abb. postale. DL 353/2003 (Conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art. 1 comma 1 DCB-CN - Abbonamento 42 euro; semestrale 30 euro; c/c. 12021127; una copia € 1,20 arretrati il doppio. Registr. Tribunale di Saluzzo n. 117, del 5-3-1990 Dir. resp. Giampaolo Testa - Editrice Multimedia srl - Dir. editoriale Corrado Galletto - Fotocomp. e stampa Tip. Saviglianese - Via Torre de Cavalli 9, Savigliano SETTIMANALE

Giovedì 26 gennaio 2012

Società

Il buon esempio di Corrado Galletto Tocca proprio a questa generazione di quarantenni e cinquantenni che adesso hanno in mano le responsabilità della politica, dell’economia, delle aziende, della cultura e dell’insegnamento; tocca alla generazione figlia della “contestazione globale”, quella che ha avuto i padri vissuti nell’epoca del terrorismo urbano delle “brigate rosse”, della violenza verbale, e non solo, nei rapporti di lavoro e tra le persone; tocca proprio a questa generazione provare a rivalutare e dare nuovamente importanza agli insegnamenti e ai valori che si credevano sorpassati e dimenticati. È una sensazione che in queste settimane stanno avvertendo gli osservatori della politica e, più in generale, dell’intera società. Le persone non sono cambiate e i problemi si sono ancora aggravati, ma si respira un’altra aria nonostante i soldi che mancano o il lavoro che non c’è; un’aria di maggiore fiducia e benevolenza verso quello che ci aspetta e verso le decisioni che vengono prese nei posti del potere. E questo rende meno incattivita e pesante la vita di tutti. Stiamo toccando con mano che un valore antico e anche disprezzato come quello del “buon esempio”, che ci insegnavano da piccoli al catechismo nelle parrocchie, serve per calmare gli animi e farci andare più d’accordo. È bastato passare da un governo dove facevano a gara, tra maggioranza e opposizione, ad insultarsi e a lanciarsi le accuse più infamanti, ad un altro che da un lato ha ancora maggiore decisione e determinazione, ma usa un atteggiamento di sobrietà e concretezza, che sembra cambiare il clima anche tra di noi, tra la gente comune. Non urlano nemmeno più nelle trasmissioni televisive dove si scannavano a vicenda e Bossi che continua ad inveire non ha più seguito ed è destinato al declino. Facessero altrettanto i governi delle regioni, delle province e dei comuni; prendessero questo buon esempio le aziende, le associazioni e tutti quanti hanno in mano le sorti delle comunità. Non si eliminerebbero tutti i contrasti e non si risolverebbero tutti i problemi, ma tutto diventerebbe più sopportabile e meno pesante. E forse si potrebbero affrontare le difficoltà senza troppa rabbia e malumore. Come ci dicevano da piccoli i nostri vecchi: quando in una famiglia ci si vuole un po’ di bene non c’è sofferenza anche se si mangia solo pane e cipolle.

ASSOCIATO ALLA FIPEG

-

Abbonamento Posta

-

12038 SAVIGLIANO (Italy)

SITO per scriverci: redazione@corrieresavigliano.it INTERNET per leggerci: www.corrieresavigliano.it

ANNO XXIII - N. 4

Si aggiudica l’appalto la ditta Bongiasca di Sampeyre Da lunedì gli operai occupano la fabbrica a Racconigi

Mellea, ora si parte Chiude la Novaplast

Ma da Cavallermaggiore si levano timori In 69 rischiano di restare senza lavoro SAVIGLIANO – Ad aggiudicarsi, seppur in via provvisoria, l’appalto per il primo lotto di lavori sul torrente Mellea è la ditta “Bongiasca Costruzioni” di Sampeyre, che ha presentato un’offerta con un ribasso d’asta di quasi il 72%. Se non ci saranno intoppi burocratici, ovvero se nessuno presenterà ricorso, la firma sul contratto potrebbe esserci già a fine febbraio: ad inizio marzo, le ruspe dovrebbero entrare finalmente nel letto del fiume. Ma se l’intervento tranquillizza Savigliano, nella vicina Cavallermaggiore gli amministratori temono che l’imbrigliatura del torrente possa avere conseguenze negative sul territorio del loro Comune, soprattutto nella zona di via Bra. «Ho manifestato queste mie preoccupazioni a Soave e soprattutto all’Aipo – affer-

Il torrente Mellea durante l’ultima piena ma il sindaco di Cavallermaggiore, Antonio Parodi – e ho ricevuto assicurazioni che un intervento di ripristino degli argini verrà quanto prima effettuato in località Santa Rosalia. Certo, si tratta di un rattoppo, mentre la soluzione per noi risolutiva è legata alla realizzazione della variante Sud-Est, che ci consentireb-

be, oltre che di avere l’agognata circonvallazione per Bra, anche di mettere in sicurezza il Mellea. I 7 milioni di euro necessari ci sono. Siamo in ansiosa attesa, così come i nostri colleghi di Savigliano – conclude Parodi – di poter avviare i cantieri quanto prima». a pag. 3

RACCONIGI – Lunedì mattina, alla ripresa dell’attività, i 69 dipendenti della Novaplast hanno ricevuto il “benservito” da parte dell’amministratore delegato Gianmatteo Allocco, che ha consegnato loro una lettera di avvio della procedura di liquidazione dell’azienda. Le segreterie provinciali Filctem-Cgil e Uilcem-Uil, ed i rappresentanti delle Rsu, hanno deciso l’occupazione della fabbrica, nella quale è stato istituito un presidio che rimarrà attivo 24 ore su 24. La Novaplast, produttrice di materie plastiche che fa parte del gruppo Abet di Bra, era da tempo in passivo. L’eventualità di una chiusura era nell’aria, ma nessuno si aspettava una decisione così drastica ed improvvisa. Nel pomeriggio una delegazione di lavoratori è stata ricevuta in municipio. L’amministrazione comunale ha già contattato l’assessore provinciale al Lavoro, Pietro

ATTENZIONE

Questo è l’ultimo numero che viene inviato a chi non ha ancora rinnovato l’abbonamento per il 2012 a pag. 5

AFFRETTATEVI!!!

Murello

Miniotti senza rivali alle prossime comunali? Il municipio di Murello

a pag. 25

Sport

Nicholas è campione

Nicholas Sabena

Tv

a pag. 9

Saviglianesi a Canale 5

Paola Manissero e Marco Supertino con Gerry Scotti

a pag. 31

a pag. 24

Lavoratrici davanti alla Novaplast Blengino, ed i Comuni dove risiedono alcuni dei lavoratori. Il sindaco Tosello, nel manifestare la massima solidarietà ai lavoratori, ha dichiarato, con l’appoggio di maggioranza ed opposizione, che nel piano regolatore non verranno effettuate modifiche all’utilizzo dell’area occupata dalla Novaplast, a meno che, da parte della proprietà, non dovesse esser-

ci una concreta volontà di trovare una soluzione per tutti. «L’obiettivo principale è che nessuno dei 69 dipendenti perda il lavoro – dichiarano Alberto Dotta della Uil e Gaspare Palermo della Cgil – Mercoledì 1 febbraio abbiamo ottenuto un incontro con la proprietà presso l’Unione Industriale di Cuneo». a pag. 26

Parto difficile a Cavallermaggiore

Pro loco ai giovani di simonetta monsello CAVALLERMAGGIORE – Dopo un parto parecchio travagliato, con dimissioni e sedute aggiornate, martedì sera si è finalmente trovata la quadra per eleggere il presidente della Pro loco di Cavallermaggiore. A guidare l’associazione turistica per il prossimo triennio sarà il venticinquenne Marco Martini. Accanto a lui come vice Mauro Rosso e Roberto Gonella e come segretario Gian Paolo Allasia. A completare il quadro del nuovo direttivo i consiglieri: Federico Donalisio, Ivan Boglione, Livio Longo, Francesco Camisassi e Alessandro Persia. Revisore dei conti: Alessandro Abrate, Giuseppe Toselli e Michele Milanesio. Probiviri: Michelangelo Rosso, Danilo Alasia e Pier

Marco Martini, nuovo presidente della Pro loco di Cavallermaggiore Mario Pairona. Una vera e propria rivoluzione: sia ai posti di comando, sia nell’organico, infatti, tutti volti nuovi. Unico neo: l’assenza di una rappresentanza femminile. a pag. 21


26 gennaio 2012  

Le principali notizie dal saviglianese

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you