Issuu on Google+

CORRIERE

di SAVIGLIANO e dintorni

1,30 euro

Redazione: Via Torre de Cavalli, 9 - Savigliano - Telefono (0172) 71.17.31 - Telefax (0172) 71.17.58 - Poste Italiane s.p.a. - Spedizione in abb. postale. DL 353/2003 (Conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art. 1 comma 1 DCB-CN - Abbonamento 44 euro; semestrale 33 euro; c/c. 12021127; una copia € 1,30 arretrati il doppio. Registr. Tribunale di Saluzzo n. 117, del 5-3-1990 Dir. resp. Giampaolo Testa - Editrice Multimedia srl - Dir. editoriale Corrado Galletto - Fotocomp. e stampa Tip. Saviglianese - Via Torre de Cavalli 9, Savigliano

Giovedì 16 gennaio 2014

ASSOCIATO ALLA FIPEG

-

Abbonamento Posta

-

12038 SAVIGLIANO (Italy)

SITO per scriverci: redazione@corrieresavigliano.it INTERNET per leggerci: www.corrieresavigliano.it

Il Tar ha annullato le regionali 2010. In Piemonte si prospetta un voto anticipato in primavera

Cronaca

Sarà sfida Chiamparino-Crosetto?

Perizia psichiatrica per il prof. di Saluzzo

L’ex sindaco di Marene vuole tentare di riunire tutte le forze moderate

Valter Giordano, l’insegnante accusato di violenza sessuale nei confronti di due sue allieve

a pag. 2

Savigliano

Furto al Zanzibar

SETTIMANALE

a pag. 2

Se tra una quarantina di giorni il Consiglio di Stato confermerà la sentenza del Tar (Tribunale Amministrativo Regionale), che ha annullato le elezioni regionali dell’aprile 2010, il Piemonte tornerà alle urne con un anno di anticipo rispetto alla normale scadenza della legislatura. Palazzo Lascaris è nella bufera. Stanno per arrivare i rinvii a giudizio a una quarantina di consiglieri regionali accusati di peculato per il caso “Rimborsopoli” e a dare il colpo di grazia si aggiunge ora la giustizia amministrativa, che, con la sentenza di giovedì scorso, ha stabilito che l’ultima consultazione era viziata dalle firme false raccolte a supporto della lista “Pensionati per Giovine”. Ci sarebbe da eccepire sui tempi della giustizia e qualche considerazione critica verrebbe da muovere al fatto che tutte le liste, prima del voto,

Sergio Chiamparino

Guido Crosetto

erano già passate al vaglio delle commissioni elettorali a ciò preposte, ma tant’è. Il Piemonte diventa un caso nazionale. Cota, e con lui la Lega, gridano al “golpe”. Il presidente in carica e la sua maggioranza non accettano il verdetto del Tar e annunciano che ricorreranno al Consiglio di Stato.

I partiti del centrosinistra, Pd in primis, affilano le armi e sperano di poter riconquistare una regione che da sempre (a torto o a ragione) viene etichettata come “rossa”. La voglia di riscossa viene affidata all’ex sindaco di Torino Sergio Chiamparino, disposto a rinunciare alla comoda poltrona di presiden-

te della Compagnia San Paolo per accettare una sfida dagli esiti non affatto scontati. Nel centrodestra Guido Crosetto, leader di Fratelli d’Italia, scalda i muscoli e si dichiara pronto alla battaglia, chiamando a raccolta tutti i moderati. Forza Italia e Nuovocentrodestra abbozzano. La Lega non si pronuncia e prende tempo, mentre le

truppe pentastellate sono certe che la vittoria sarà loro. Le elezioni, comunque, non sono dietro l’angolo. Finchè l’ultimo grado della giustizia amministrativa non si sarà pronunciato qualsiasi ipotesi rischia di rivelarsi infondata. g.t.

ANNO XXV - N. 2

Savigliano

Portera probabile “sindaco” dei 5 Stelle

Antonello Portera

a pag. 3

Cavallermaggiore

Entro il 24 va pagata la mini Imu

a pag. 3

a pag. 16

Progetto “Emergenza Casa” per aiutare chi, in difficoltà, rischia lo sfratto Il Pd forza la mano al sindaco e decide che devono essere fatte

Assicurare un tetto per tutti Primarie senza Soave?

L’edificio di corso Nazario Sauro in cui verranno ricavati alloggi per l’emergenza abitativa

SAVIGLIANO – Ogni settimana, una famiglia rischia di restare senza un tetto sopra la testa: lo scorso anno sono stati eseguiti cinquantadue sfratti, mentre in questi giorni di gennaio sono già tre i provvedimenti intrapresi. Da lunedì è attivo il progetto “Emergenza Casa 3”, finanziato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo: un contributo fino a 1.500 euro a favore dei proprietari di appartamenti che decidono di sottoscrivere un

ATTENZIONE

L’ABBONAMENTO 2013 È SCADUTO Affrettatevi a rinnovarlo per non perdere alcun numero

Via Pascheretto

A Racconigi proteste per i divieti di sosta imposti sulla piazza

Commercianti in rivolta

RACCONIGI – Sono intervenuti i carabinieri, chiamati dai commercianti, dopo che martedì pomeriggio i vigili urbani avevano piazzato delle transenne, in piazza Carlo Alberto, che impedivano non solo l’accesso alla tabaccheria ed agli altri negozi, ma addirittura l’ingresso e l’uscita dai cortili dei residenti. «Abbiamo chiamato le forze dell’ordine – spiegano i negozianti – perché a quanto ci risulta non c’era nessuna ordinanza che disponesse la chiusura». Dopo lunghe discussioni le transenne sono state rimosse, ma il problema è rimasto, in quanto a breve verranno installati dei dissuasori fissi. «C’è stata una chiusura totale di tre mesi mentre venivano eseguiti i lavori e non abbiamo mai protestato – continuano i tabaccai, i baristi ed i gestori degli altri negozi – Abbiamo organizzato a spese nostre una giornata, la domenica prima di

I negozianti hanno richiesto l’intervento dei carabinieri

Natale, per vivacizzare un po’ la piazza completamente dimenticata, abbiamo sempre cercato di collaborare con il Comune, per non creare ritardi e fare in modo che si tornasse alla normalità». La decisione di eliminare totalmente non solo i parcheggi, ma anche la sosta per pochi minuti, ha colto tutti di sorpresa. Martedì sera una delegazione è stata ricevuta dal sindaco e ci sono state vivaci proteste. «Ne abbiamo parla-

to in Giunta dopo l’incontro – dice Brunetti – senza per il momento assumere decisioni; giovedì incontreremo nuovamente i commercianti. Le modifiche di oggi ci sono state imposte dal sovrintendente Luca Rinaldi, subentrato alla Frugoni». I commercianti sperano che prevalga il buon senso: «Se non sarà consentita alcuna sosta – dicono – ci toccherà chiudere!». a.m.

contratto di solidarietà nei confronti degli inquilini in difficoltà con il pagamento dell’affitto. Il Comune si aspetta centinaia di richieste (nel 2013 sono state presentate 63 domande), mentre la Caritas prosegue nel suo lavoro di sistemazione dei locali di corso Nazario Sauro, dove saranno recuperate tre stanze da destinare alle famiglie che si trovano in mezzo a una strada. a pag. 5

Sergio Soave

SAVIGLIANO – Il Pd rompe gli indugi e decide che le primarie per individuare il candidato sindaco devono essere fatte. Sembra un primo round a favore di Ambroggio, il consigliere provinciale che più di altri le aveva invocate, anche se lo stesso assessore Piola, suo rivale, si era dichiarato non contrario. In realtà si tratta di una scelta alla quale il partito non poteva sottrarsi. Nonostante la decisione non lo entusiasmi, Soave non si scompone. «Non è in mio potere accettare o negare le primarie. Il

Pd – dice – ha diritto ad indicare un candidato sindaco. Nel farlo deve però pensare anche alla coalizione, dal momento che il suo massimo è intorno al 30% e gli alleati sono fondamentali se si vuole raggiungere il 51% necessario a vincere». Una considerazione, che – letta tra le righe – nasconde il fatto che difficilmente lui accetterà di scendere in una mischia che vedrà protagonisti, oltre ad Ambroggio, gli assessori Piola e Cussa, Folco (forse) e probabilmente qualche altra “quota rosa”. a pag. 3

Marene

Caramagna

“6000 Campanili”: lo Stato con una mano dà e con l’altra prende. Il “patto di stabilità” frena le opere

Nonna Mena festeggia i 104 anni

a pag. 18

Come eravamo Quando le cascine erano dietro piazza del Popolo SAVIGLIANO – Pietro Destefanis, 80 anni, ricorda la sua vita di ragazzino in tempo di guerra, i pericoli rappresentati dalle bombe inesplose, il lavoro nella coltivazione degli ortaggi e lo stallaggio del padre nel “ciabot” dietro piazza del Popolo, la visita del Duce e il borgo Macra, detto delle “3 m”, il lavoro da meccanico, i divertimenti al “Diana” di via Saluzzo. Un quadro della Savigliano che molti ricordano con nostalgia perché era il tempo della loro gioventù. a pag. 9

Filomena Osella

a pag. 12

TRATTORIA

CUCINA TIPICA PIEMONTESE PIZZERIA

Fraz. S. Rosalia, 12 - SAVIGLIANO - Tel. 0172 31153 MENÙ ALLA CARTA SPECIALITÀ BOLLITI MISTI da 3 a 6 TAGLI fino a marzo PIZZA CON FORNO A LEGNA (solo alla sera, da venerdì a domenica) BANCHETTI ED EVENTI

APERTO TUTTO GENNAIO Il nuovo staff vi aspetta! PRENOTAZIONI PER SAN VALENTINO

ORARIO APERTURA: mar 19-23; da mer a dom 12-14,30/19-23. Chiuso il lunedì tutto il giorno e martedì mattina



16 gennaio 2014