Issuu on Google+

CORRIERE

di SAVIGLIANO e dintorni

1,20 euro

Redazione: Via Torre de Cavalli, 9 - Savigliano - Telefono (0172) 71.17.31 - Telefax (0172) 71.17.58 - Poste Italiane s.p.a. - Spedizione in abb. postale. DL 353/2003 (Conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art. 1 comma 1 DCB-CN - Abbonamento 44 euro; semestrale 33 euro; c/c. 12021127; una copia € 1,20 arretrati il doppio. Registr. Tribunale di Saluzzo n. 117, del 5-3-1990 Dir. resp. Giampaolo Testa - Editrice Multimedia srl - Dir. editoriale Corrado Galletto - Fotocomp. e stampa Tip. Saviglianese - Via Torre de Cavalli 9, Savigliano

Giovedì 14 novembre 2013

SETTIMANALE

ASSOCIATO ALLA FIPEG

-

Abbonamento Posta

-

SITO per scriverci: redazione@corrieresavigliano.it INTERNET per leggerci: www.corrieresavigliano.it

12038 SAVIGLIANO (Italy)

Savigliano è la città più a rischio del cuneese, seconda in Piemonte soltanto a Casale Monferrato

Sanità

Ancora troppe morti per amianto

Ospedale: convegno sul futuro

Qui l’incidenza del tumore pleurico è maggiore rispetto al resto della provincia

a pag. 10

Donne

Iniziative per dire no alla violenza

a pag. 2

SAVIGLIANO – Di amianto si continua a morire. Duecentonovanta decessi all’anno per malattie asbestocorrelate, cinquantacinque nella nostra provincia. Il saviglianese è l’area cuneese più a rischio: i dati del IV rapporto del Registro nazionale dei mesoteliomi parlano di Savigliano come del territorio in cui l’incidenza del tumore pleurico è maggiore rispetto alle altre città della provincia, seconda in Piemonte soltanto a Casale Monferrato (Alessandria), Comune noto alle cronache per le drammatiche vicende dell’Eternit. Le cifre sono chiare. Nel corso degli anni, sono in aumento i casi di cittadini che si sono ammalati per via delle fibre d’amianto, senza aver mai avuto contatti professionali con il materiale pericoloso: dal 12% al 30%. «La giustizia sta facendo il suo corso – ha dichiarato

Il tema amianto, nei suoi molteplici aspetti, affrontato sabato in un convegno nazionale a Savigliano Armando Vanotto, presidente dell’Associazione Italiana Esposti Amianto (Aiea), durante il convegno nazionale di sabato scorso – ma il problema dell’esposizione all’amianto resta. A spaventare è il numero di ammalati di meso-

telioma pleurico che non ha lavorato a contatto con il materiale. Esiste una contaminazione ambientale, prodotta dalle fabbriche, che ha compromesso la salubrità d’intere aree. Si pensi ai Comuni vicini a Casale Monferrato».

Ma anche il saviglianese non è immune. Fino a qualche decennio fa, la lavorazione dell’amianto era pratica diffusa all’interno della Fiat Ferroviaria (oggi Alstom, ndr): nella fabbrica dei treni, i lavoratori entravano in

contatto con il materiale pericoloso sia nella fase di ferrolastratura, quando le lamiere venivano raffreddate in una soluzione liquida composta da acqua e amianto, sia durante le operazioni di verniciatura e assemblaggio delle carrozze. «Esisteva una squadra d’addetti che s’occupava di spazzare il reparto, alzando un pulviscolo d’amianto: ma nessuno di quei lavoratori è ancora in vita per raccontarlo», ha detto Barbara Tibaldi, segretaria provinciale della Fiom Cgil. Il problema riguarda anche le coperture d’amianto ancora presenti in edifici pubblici e privati: il loro corretto smaltimento è spesso troppo oneroso per il singolo cittadino. «Per smaltire 5 metri quadri di lastre d’eternit bisogna sborsare fino a duemila euro», ha aggiunto Vanotto. Così, aumentano i casi di discariche abusive. E il problema si ripresenta. a pag. 5

ANNO XXIV - N. 42

Politica

Portera “sindaco” 5 Stelle? «Ci sto riflettendo»

Antonello Portera a pag. 3

***

Pdl, Toselli in bilico tra “falchi” e “colombe” a pag. 3

Pensionata muore dopo essere stata travolta da un’auto Sui nove in funzione solo due raggiungono a malapena la sufficienza

Investita in via Alba Wc pubblici, così non va!

SAVIGLIANO – Si sono svolti sabato mattina, nella chiesa parrocchiale di San Giovanni, i funerali di Caterina Costamagna, 76 anni, travolta da un’auto mercoledì pomeriggio mentre attraversava sulle strisce pedonali in via Alba, a pochi metri dalla caserma dei carabinieri. Soccorsa e trasportata d’urgenza al Pronto Soccorso, ha cessato di vivere poche ore dopo.

a pag. 2

Il luogo dell’incidente e, nel riquadro, la vittima, Caterina Costamagna

Cavallermaggiore

É polemica sulle multe agli agricoltori alle pagg. 16 e 22

SAVIGLIANO – Se Savigliano conquista medaglie d’argento in giro per il mondo per le sue fioriture, non si può dire altrettanto per le sue toilette pubbliche. Dei nove servizi igienici del centro storico e della prima periferia, soltanto due possono essere considerati “degni” di Savigliano: i wc sono rotti, sporchi e puzzolenti. Durante i giorni di mercato, come spiegano dall’Ufficio tecnico del Comune, i gabinetti delle piazze centrali dovrebbero essere sanificati due volte al giorno: ma alle dieci della mat-

tina la situazione è già al limite. Impossibile utilizzare il wc di piazza Cavour senza rischiare di essere “spruzzati” dalle tubazioni che perdono acqua in ogni direzione. Difficile entrare nei locali igienici di corso Indipendenza senza svenire per la puzza. Se il Comune ha indubbiamente le sue responsabilità, altrettante ne hanno i cittadini: la sporcizia, i rifiuti e l’immondizia abbandonata nei bagni è segno di una maleducazione più diffusa di quanto si pensi.

alle pagg. 12 e 13

ABBONAMENTI

Gratis i restanti numeri del 2013 ai nuovi abbonati

Affrettatevi

Gianmaria Testa

Casalgrasso

Rapinata tabaccheria

Viale Marconi 51/53 a pag. 21

Racconigi

Anziana derubata in casa a pag. 29

SAVIGLIANO

di fronte alla stazione) Tel. 0172 371849 dal martedì al sabato orario continuato dalle 9,00 alle 20,00

Cavallermaggiore

Pirogassificatore

Venerdì concerto per l’Africa

Contrari sia l’Arpa che l’Asl

a pag. 22

a pag. 4



14 novembre 2013