Issuu on Google+

SETTIMANALE DI INFORMAZIONE FONDATO NEL 1983

Poste Italiane spa - Spedizione in a.p. - D.L. 353/2003 (conv.in l.27/02/2004 n.46) art. 1, comma 1 - DCB Pc

GIOVEDÌ 3 SETTEMBRE 2009 - ANNO 26 N. 27 - EURO 0,20

Economia locale - Crisi, cresce il numero di dipendenti in “Cassa”

Allarme occupazione A rischio 2mila posti 853 imprese piacentine in difficoltà, spauracchio licenziamenti Cgil, Cisl e Uil: da settembre a dicembre il periodo più difficile "Sarà un autunno caldo, o no?". Di certo siamo al secondo autunno consecutivo di crisi, e pare altrettanto palese che il tessuto produttivo piacentino pensa ad altro che agli scontri sociali: c'è da riaprire i cancelli delle fabbriche in un settembre che si prospetta più nero di quello passato in cui sono destinati ad aumentare i numeri negativi fin qui inanellati: “2mila e 500 dipendenti, tra operai e impiegati, in cassa integrazione da gennaio” stima Gianni Salerno (Cisl) e 853 aziende che hanno chiesto di poter usufruire degli ammortizzatori sociali nello stesso periodo.

TENDENZE FESTIVAL

Pubblicità inferiore al 45% - Contiene IP www.corrierepadano.it

WEEKEND

DALLA PROVINCIA

Abbonamenti di prosa al via

La Via della Coppa novità di Carpaneto

PAGINA 15

Tormentone Nina Zilli E' uno degli eventi più significativi perché dedicato ad un prodotto tra i più rappresentativi della gastronomia piacentina, la coppa, produzione Dop del nostro territorio, insieme a salame e pancetta. E' la Festa della Coppa: a Carpaneto dal 4 al 7 settembre.

PAGINA 14

SERVIZIO DA PAGINA 8

FIESCHI A PAGINA 7

Il teatro nelle strade

Scuole in difficoltà

Genitori-bancomat per la spesa corrente Il diritto allo studio sembra sempre più stretto tra l'incudine del caro-libri e il martello del rischio di ulteriori spese per le famiglie. Aumentano i costi alle soglie del nuovo anno scolastico.

DOSSENA A PAGINA 3

Sfida tra 26 band... In the name of rock PAGINA 14

Politica & Location

L’asso di Bastione per i big del PD

Nuova “auto blu” provinciale, si accende la polemica

L’area demaniale da 4mila metri quadrati si è aperta alla città con la festa dei democratici. 180mila euro l’affitto annuale chiesto dal Demanio, troppo per gli enti locali. E spunta un project financing.

Che un’auto blu faccia notizia in Italia (leader mondiale del settore con 607.918 macchine di rappresentanza contro le 75mila degli USA) può sembrare strano. Ma le dichiarazioni di Trespidi che in campagna elettorale parlò di abolire l’auto blu e ora compra un’Audi A6 fanno discutere.

PARADISO A PAGINA 4

RIGOLLI A PAGINA 5

SPORT

Piacenza Calcio, è baby boom DOPERNI A PAGINA 17

PAGINA 15

Castelvetro, tutti alla Sagra settembrina Dal 5 al 7 settembre, stand gastronomici in piazza Biazzi, a cura della Pro Loco del paese, "Nuovo Gar”. Per il tradizionale annullo filatelico, è l'"Enrica Futurista" di Bot l'immagine scelta per il bollo unico.

PAGINA 16 Fuori in giro Notti di note Fiorenzuola, presto le barriere antirumore Partiranno a breve i lavori per la realizzazione delle barriere anti-rumore al Molinetto, la lunga fila di collinette che per circa un chilometro, dallo svincolo di Castellarquato, difenderanno dal "chiasso" della tangenziale i cittadini della zona sud di Fiorenzuola.

PAGINA 15

PAGINA 13


Corriere Padano

3 settembre 2009

2

VILLAGGIO GLOBALE

In Italia sono 1.800 i casi confermati di infezione da virus AH1N1

Influenza A, a novembre comincia la vaccinazione Ministero della Salute: "L'andamento della situazione è in linea con quanto atteso. Vaccino per il 40% della popolazione" ROMA - In Italia sono 1.800 i casi confermati di infezione da virus AH1N1, l'influenza A. L'andamento della situazione "è in linea con quanto atteso", fa sapere il ministero della Salute, che in una nota ricorda che la somministrazione di vaccini "prevede l'immunizzazione del 40% della popolazione". La campagna di vaccinazione "inizierà allorquando il vaccino sarà disponibile, una prima parte presumibilmen-

te nella seconda metà di novembre e una seconda nei primi mesi del prossimo anno". Il ministero della Salute ricorda che "a livello europeo e internazionale" i criteri di somministrazione dei vaccini prevedono priorità per soggetti a rischio affetti da patologie croniche gravi, personale sanitario (che deve garantire le prestazioni assistenziali), personale che garantisce gli aspetti di sicurezza del Paese (vigili del

fuoco, polizia, Protezione civile) e personale che garantisce la continuità dei servizi cosiddetti essenziali (acqua, energia, telecomunicazioni, rifiuti). In seconda istanza, ricorda la nota ministeriale, il vaccino sarà offerto alla popolazione dai 2 ai 27 anni, fascia d'età che, dai dati sull'andamento mondiale della malattia da aprile ad oggi, "risulta essere la più colpita dall'infezione" e che "in tali soggetti si trasmette più fa-

cilmente". Il ministero della Salute ricorda che "sono tutt'ora vigenti" le indicazioni sulla sorveglianza e controllo dell'infezione, nonchè sul trattamento dei casi con antivirali, ove appropriato e prescritto dal medico, come specificato nelle circolari pubblicate sul sito del ministero medesimo. Inoltre, prosegue la nota, il dicastero "sta definendo più in dettaglio" con le regioni le modalità operative e logistiche

della campagna vaccinale. Il piano di vaccinazione, si precisa, "prima di essere reso pubblico sarà valutato e approvato dall'Unità di crisi". Restano ferme, "a partire da ottobre", le vaccinazioni

contro la 'classica' influenza di stagione: come previsto da circolare ministeriale, i vaccini saranno somministrati alle persone anziane e alle categorie a rischio per patologie pregresse (Ag Dire)

Sorsi di vino rosso e lei libera la sessualità ROMA - Con uno o due bicchieri di vino rosso l'appetito sessuale di lei aumenta fino a raggiunger picchi "particolari". Secondo uno studio condotto dall'Università di Firenze, infatti, sorseggiare vino rosso favorisce l'aumento del flusso di sangue in "certe" zone del corpo. Per giungere alla conclusione, i ricercatori hanno analizzato un campione di 800 donne sane di età compresa tra i 18 e i 50 anni. Le partecipanti sono

state suddivise in tre gruppi: un primo gruppo che ha assunto uno o due bicchieri di vino rosso al giorno; un secondo gruppo che ha bevuto meno di un bicchiere al giorno di qualsiasi tipo di vino e infine un terzo gruppo che non ha assunto alcolici. Le donne monitorate, durante il periodo della ricerca, sono state invitate a compilare un questionario sulla funzione sessuale. Le partecipanti dovevano rispondere a 19 do-

mande a cui potevano assegnare un punteggio da 0 a 36, dove un numero più alto significava una migliore funzione sessuale. Nel complesso, la media dei voti è stata di 27,3 per il primo gruppo (quelle che bevevano uno o due bicchieri di vino rosso al giorno), 25,9 per il secondo gruppo e 24,4 per il terzo gruppo. Una prova questa, per i ricercatori, che le donne che hanno assunto uno o due bicchieri al giorno di vino rosso hanno avuto un aumento del livello di desiderio sessuale e che questo è stato maggiore che non quello delle donne appartenenti agli altri due gruppi (Dire giovani)


3 settembre 2009

Corriere Padano

3

PRIMO PIANO

Scuola - Gli istituti sono senza soldi mentre le famiglie devono affrontare costi esponenziali per libri e materiale didattico

Diritto allo studio tra incudine e martello Il nostro territorio conterà 143 docenti e 37 Ata in meno rispetto al 2008/09 ANDREA DOSSENA Il diritto allo studio sembra sempre più stretto tra l'incudine del caro-libri e il martello del rischio di ulteriori spese per le famiglie. Alle soglie del nuovo anno scolastico, l'aumento dei costi per l'istruzione nel suo complesso - compresi i prezzi di astucci e zainetti firmati, resi "necessari" dalle seduzioni della moda - è uno dei primi crucci del post-vacanze anche per tanti piacentini. Conti alla mano, Federconsumatori e Adusbef stimano che si possa arrivare anche a 900 euro di spesa per bambino, con punte di aumento tra il 10 e il 16% rispetto al 2008. Si tratta di percentuali su cui pesano soprattutto i prezzi dei materiali didattici, mentre i libri di testo aumentano di circa il 3-5% rispetto al 2008. "Fra impegni futuri del Governo e realtà attuale - è l'analisi di Angela Cordani di Federconsumatori - ogni anno le famiglie si ritrovano a fare i conti con un continuo aumento dei costi per la scuola. Non basta offrire con-

sigli su come difendersi, è indispensabile che ci sia un'inversione di rotta. La cultura e la formazione devono assumere un ruolo fondamentale nel nostro Paese, devono avere un ruolo strategico per garantire, innanzitutto, pari opportunità e per giocare la difficile partita della concorrenza internazionale". Su quanto sta accadendo specificamente a Piacenza, intanto, è in atto un'indagine a cura proprio della Federconsumatori: l'obiettivo è verificare il se e il quanto di eventuali "sforamenti" relativi ai libri di testo nelle scuole medie superiori e i costi aggiuntivi dei testi "consigliati". Anche a Piacenza compravendita di libri usati e mercatini (come quello promosso in città da Gioventù Studentesca, a Barriera Genova) possono essere tra le armi di difesa dal caro-istruzione, ma - come se non bastasse - languono anche le casse di più scuole: sono a zero o quasi i fondi per le spese di funzionamento, che comprendono fotocopie, toner delle stampanti, materiali didattici, stampa del-

le pagelle, soldi per le supplenze brevi. Il rischio è una richiesta di contributi volontari più consistenti a mamme e papà all'atto di iscrizione, per un aggravio di circa 100-150 euro. Per molti genitori ciò può configurarsi di fatto come una sorta di tassa "occulta", perché la legge precisa che si tratta di "una erogazione liberale a favore degli istituti scolastici di ogni ordine e grado e che deve essere finaliz-

Gobbi, storico libraio piacentino: “Testi usati, il successo è nella crisi” Il libro di testo usato ha sempre più successo tra gli studenti, sia per gli effetti della crisi sui boccheggianti conti delle famiglie sia per il cosiddetto "blocco delle adozioni" con il quale le scelte fatte del Collegio Docenti entro maggio 2009 risulteranno vincolanti fino al 2014/2015. Lo conferma Romano Gobbi della Libreria Internazionale Romagnosi, dove fino al 5 settembre - è possibile anche vendere le "sudate carte", nel senso dei propri vecchi strumenti di studio. "Di fronte ad una spesa ministeriale non trascurabile (per le scuole superiori 300/350 euro, per le scuole medie 250/270 euro), la possibilità di recuperare fino al 30/40% dei libri necessari e di risparmiare fino al 40/50% sul conto finale - spiega Gobbi - attira molte persone, specie in questa congiuntura economica". "Ora mi sono abituato, ma fino a qualche tempo fa io stesso continua lo storico libraio - ero sorpreso della richiesta di libri usati anche da famiglie di professionisti senza problemi economici: non escludo che, in questo successo dei libri usati, ci sia anche una sfaccettatura legata alla moda". L'"assalto" di famiglie e studenti per la vendita e l'acquisto dei libri usati è stato intenso - racconta Gobbi - "fin dall'11

luglio, quando abbiamo iniziato il servizio in vista del nuovo anno scolastico. Prevedo che anche dalle nostre parti il periodo dedicato a questo servizio possa allungarsi, un po' come già accade soprattutto nelle regioni del Sud Italia". E il futuro dei punti vendita? "In Francia ipotizzano che le rivendite tradizionali scompariranno entro dieci anni; probabilmente, le librerie del futuro prevede Gobbi - saranno simili a quelle americane: 30% libri e 70%... gadget!".

zata all'innovazione tecnologica e all'edilizia scolastica e all'ampliamento dell'offerta formativa". Con queste premesse, secondo Raffaella Morsiadella Flc-Cgil, è dietro l'angolo il rischio di "creare scuole di serie A e di serie B" sulla base delle diverse possibilità economiche. Fortunatamente, il sistema scolastico piacentino - grazie anche agli sforzi di Provincia e

Comuni - è stato definito a buona ragione "solido e accogliente" dalla stessa Regione Emilia Romagna, ma non è esente da problemi: basta citare ad esempio la contraddizione per cui il nostro territorio conterà 143 docenti e 37 Ata in meno rispetto al 2008/09 nonostante la popolazione scolastica sia aumentata di 600 unità. E poi - come ricorda Stefano Vantadori della Cisl scuola - ogni grado scolastico lamenta qualcosa: mancano ad esempio 11 nuove sezioni per la scuola dell'Infanzia, sarà arduo garantire il tempo pieno a 40 ore per ben 20 classi iniziali della scuola Primaria e nella Secondaria di primo grado scarseggiano le risorse per l'organizzazione didattica del tempo prolungato e per l'attivazione di ulteriori cinque classi. Nella Secondaria di secondo grado, infine, restano insoddisfatte le esigenze relative al rispetto dei parametri alunni/classe previsti dalla normativa, con particolare riguardo all'inserimento degli alunni diversamente abili. Se a ciò si sommano i ben noti problemi

legati a tempi e modi di nomine in ruolo e supplenze, con le non piacevoli conseguenze in termini di continuità didattica, c'è da togliersi il cappello di fronte ai tanti che affronteranno con entusiasmo anche la stagione 2009/10. Augurando a tutti buon anno... scolastico. Nella foto a destra Angela Cordani di Federconsumatori Piacenza


Corriere Padano

3 settembre 2009

4

ATTUALITÀ

L’Area demaniale di 4mila metri quadrati costerebbe 180mila euro l’anno

Il Pd cala l’asso di Bastione La “location” della festa democratica riporta al centro il futuro dell’unica porta restaurata delle antiche mura. L’ipotesi di un progetto pubblico-privato MASSIMO PARADISO Tra i tesori nascosti che la città di Piacenza custodiva gelosamente in tasca da ormai un decennio, si annovera anche il bastione austriaco di porta Borghetto, recentemente calato come un asso dal Partito democratico che ne ha affittato i locali per l'usuale kermesse dell'inizio dell'anno politico. Dapprima si è creata curiosità: i pochi, vuoi per età o per assidua frequentazione, che se ne ricordavano l'interno, descrivevano bastione Borghetto con pochi e vaghi aggettivi (la presenza di una enoteca, prima della chiusura definitiva dei locali avvenuta ormai il secolo scorso, deve aver influito in qualche maniera sulla memoria) e chi, tra i volontari del Pd, che a cavallo di ferragosto uscivano sporchi e sudati dai portoni di piazzetta Borghetto, narravano di eroiche battaglie tra uomo e natura selvaggia che infestava e rendeva inagibile dall'interno l'antica roccaforte. Anche perché dalla fine dei tanto contestati lavori di restauro, che si collocano tra il 2000 ed il 2004, nessuno ave-

va mai più messo piede nella piccola fortezza di via Tramello, salvo pochi addetti ai lavori (si parla di una cosa come 200 tecnici, tra architetti e personale comunale) che a cavallo tra il 2004 ed il 2005 fecero capolino a porta Borghetto per constatarne la ri-

strutturazione. Ma da allora, più nulla: i sanpietrini lasciati a se stessi, gli infissi e i locali lasciati a marcire e arbusti che in pochi anni si sono trasformati in sequoie. Dopo un puro lavoro di duro olio di gomito, il Pd ha quindi

deciso di "fare un regalo alla città", come precisa il segretario cittadino Giorgio Cisini, e riaprire i battenti del fortilizio austriaco per 10 giorni (la durata della festa dei Democratici, per intenderci) dietro un esborso di 3.750 euro (più altrettanti per la cau-

zione) che il partito ha versato alle casse statali per l'affitto. Eh sì, perché il Demanio, il vero titolare del bastione, esige un affitto di 180 mila euro l'anno per permettere ai cittadini di aprire ed usufruire dei locali. Pulizia dei pavimenti non compresa, s'intende. Dopodiché, quindi, è subentrata l'indignazione: chi ha solcato la soglia della fortezza, chi ha bevuto una birra nell'anfiteatro naturale e chi ha addentato uno spiedino sulla terrazza che si affaccia sulla 'buca' di via XXI aprile, è tornato a casa- seppur estasiato dalla disarmante bellezza del luogo- con un grande punto di domanda e non poche perplessità circa il mancato utilizzo del bastione per tutti questi anni. E per gli anni futuri, stando al listino prezzi del Demanio. Il Comune, infatti, sembra il primo ad alzare le braccia in segno di arresa comunicando, seppur in via informale, che qui i soldi per tenerlo aperto, non ce ne sono. Semmai si potrebbe parlare di un ipotetico progetto che veda il pubblico ed il privato a farsi da sostegno per tenere aperto il bastione almeno una sta-

gione l'anno, a patto che "la cosa sia redditizia". Ora che la città ha quindi assaporato la suggestione di bastione Borghetto (e non sembra decisa a lasciarselo scappare per altri 10 anni) il sin-

daco, si prospetta, avrà un'altra piccola gatta da pelare dovendo farsi venire in mente qualche nuova idea per rendere di nuovo accessibile la fortezza entro la prossima estate. Alcune immagini dell’area di Bastione Borghetto. Nella foto al centro lo spazio dell’anfiteatro, in alto il pubblico durante un incontro della Festa Pd

Una poltrona per tre: sfilata di big per la segreteria dei democratici

“Non voglio rifare il Pc “Non importa da dove “Serve un confronto. No ma serve la parola sinistra” si viene ma dove si va” alleanze con centrodestra” C'è chi l'ha seguito tutto il giorno in giro per l'Italia, Pierluigi Bersani, a spasso per le feste del Pd. "Oggi è incontenibile" mormorano. E infatti, sotto i riflettori dell'auditorium di bastione Borghetto, l'ex ministro per lo Sviluppo economico del governo Prodi ha dato il meglio di se stesso. Ha iniziato, spalleggiato dai giornalisti Claudio Sabelli Fioretti e Giorgio Lauro (che conducono tutte le mattine su Radio 2 "Un giorno da pecora"), scherzando sulla sua data di nascita, la stessa di Caravaggio ma anche quella del premier Silvio Belusconi, il 29 settembre: "Mia madre poteva tenere ancora un po'" ride Bersani che strappa il primo di numerosi applausi ad una platea oceanica radunata all'interno dell'antica fortezza. Ma, "nell'ipotesi segretario", come è stato risoprannominato Bersani da Sabelli Fioretti, non è venuto alla festa del Pd solo per fare del cabaret, ma per ragionare sul futuro di un partito che si appresta a scegliere il suo nuovo leader. "C'è bisogno di cambiarearringa Bersani- e qui, ragazzi, bisogna cambiare il film ma senza fare il partito di una persona sola, io voglio un partito di tutti e voglio andare al congresso perché abbiamo anche noi qualcosa da dire". E la prima cosa è quella di smentire l'idea che lo stesso Bersani voglia riportare il Pd "al partito delle tessere" una sorta di Pci del ventunesimo secolo, già antiquato prima di nascere. "Io non voglio il Pci- prosegue l'ex ministro- non serve anche se è necessaria la parola sinistra. Io voglio fare l'Avis che il sangue lo raccoglie e poi lo dà fuori, non lo tiene per sè" ritenendo necessaria la presenza di nuove generazioni "che però non siano buttate lì, allo sbaraglio" puntualizza il candidato segretario "ma che crescano con un'idea onesta e corretta del paese e della realtà". In ultima analisi, Bersani ragiona sul presidente del consiglio Silvio Berlusconi: "Ha il fiuto per gli italiani ma lo rivolge al male- è opinione del deputato piacentino- e se Prodi verrà riconrdato per l'euro ed io per le 'lenzuolate', Berlusconi non verrà ricordato per niente perché niente ha fatto".

Il segretario del Pd Dario Franceschini arriva alla festa cittadina del Pd con dieci minuti d'anticipo, strano per un politico del suo calibro, ed è subito in sintonia con il pubblico di bastione Borghetto, radunato domenica nell'anfiteatro naturale della roccaforte per ascoltare il proprio leader. Il democratico che si ricandida alla guida del Pd si smarca da subito dall'idea che siano ormai i vescovi a fare la vera opposizione al premier, come suggerito da Michele Serra (La Repubblica) che moderava il dibattito: "Non è vero- sottolinea Franceschini- la Chiesa sta dando un grande contributo a garantire la libertà di stampa, essenziale- prosegue l'ex Dl- per un paese democratico" definendo il conflitto di interessi di Berlusconi come "un nostro errore" sconfessando quindi le teorie di Fassino e Bersani che proprio nei giorni precedenti respingevano le eventuali responsabilità sulla mancanza di pluralità nel sistema di informazione italiano. Poi sull'immigrazione: "Il governo non sta facendo un contrasto all'immigrazione clandestina ma sta palesemente violando il diritto internazionale, soprattutto quando dei disperati attraversano le pene dell'inferno per arrivare nel nostro paese e, alla fine, vengono raggiunti da avvisi di garanzia". La risposta di Franceschini al torpore della società civile su questi temi è quindi "scuotere l'Italia con proposte serie e credibilità che il Pd può avere solamente se è unito con una posizione univoca all'interno di una pluralità di opinioni. Non facciamo battaglie tra di noi e smettiamola con le liti personalistiche". Un rinnovamento all'interno del partito che però va in contrasto con l'eventuale ricandidatura di Bassolino alla guida della Regione Campania: "Non si ricandidi- è duro il segretario- perché è uno sbaglio e non si andrebbe da nessuna parte" Il 26 ottobre, quindi, "si riparte" per congresso e primarie e si scaldano i motori per le Regionali 2010: "Non mi interessa- conclude Franceschini- da dove vengano i candidati e che passato politico hanno. L'importante è dove vogliono andare e questo è il metodo con cui si scelgono il leader di domani".

"Ne parleremo in segreteria nazionale e forse converremo sul fatto che per un'informazione trasparente serve un confronto trasparente". Il candidato per la segreteria nazionale del Pd Ignazio Marino risponde a distanza a Dario Franceschini sul faccia a faccia tra i candidati proposto dallo stesso senatore. Il leader del partito, lunedì scorso, ha infatti declinato l'offerta di un confronto pubblico tra i tre candidati alla segreteria (Marino, Franceschini e Bersani) dichiarando che "ci sono altre priorità". "Veltroni aveva proposto un confronto pubblico e io ritenevo giusto che tra i candidati ci potesse essere un faccia a faccia in stile americano- rileva Marino- ma a questo punto ne parleremo in segreteria e magari saremo d'accordo sul fatto che per un'informazione trasparente serve un con fronto trasparente". Nonostante i battibecchi tra i contendenti, anche il terzo candidato alla segreteria dei Democratici incassa il tutto esaurito per la kermesse piacentina del Pd, che lo ha ospitato lunedì pomeriggio. Si inizia con un'ipotetica alleanza del Pd con Galan (Pdl) in Veneto per le Regionali del prossimo anno: "Ma neanche per sogno, perché se facciamo così il Pd diventa una corrente del Pdl" dichiara secco Marino il quale, non appena entrato nel capoluogo emiliano, ha ribadito la volontà di tenere la barra del partito sulla sinistra. "Voglio un partito di sinistra- precisa il candidato, sollecitato dai cronisti- e condivido l'approccio di alcuni politici, penso a Fini, su alcuni temi come il testamento biologico, ma non dimentichiamo- prosegue Marino- che lui era il responsabile della sicurezza durante il G8 di Genova dove c'è stata gente che è stata massacrata di botte". Intervistato dal giornalista Massimo Cirri (conduttore di Caterpillar su Radio 2), Marino ha anche tributato un applauso a Romano Prodi che, alcuni giorni fa in un'intervista a Skynews, affermava che la competizione per la segreteria nazionale del partito "deve essere dura per creare un partito più solido": "Di Prodi- arringa Marino davanti ad una platea che annovera anche molti esponenti locali dell'Italia dei valori- vorrei si riproponesse anche l'idea degli Stati uniti d'Europa senza però rispolverarne la sola espressione ma anche i contenuti".

Nella foto Pierluigi Bersani alla festa del Pd

Dario Franceschini è stato intervistato da Michele Serra

Il senatore Ignazio Marino a Bastione Borghetto


3 settembre 2009

Corriere Padano

5

ATTUALITÀ Coli e Caorso - ”Trespidi , ancora in luna di miele con gli elettori, definirà le priorità”

Giunte in “ritiro”: Reggi al giro di boa Trespidi all’esordio

LA SETTIMANA WEB GIOVEDÌ 27 AGOSTO

Influenza A, Piacenza si prepara alla maxi-vaccinazione Un panorama di Coli. Sotto la nuova giunta provinciale

MASSIMO PARADISO Mentre è in atto l'ultimo controesodo della stagione estiva, le giunte di Comune e Provincia sono pronte per preparare le valige e passare il weekend fuori città. Niente vacanze, sia chiaro, ma una sorta di "conclave" annuale per mettere in campo strategie ed idee in modo da trovarsi pronti all'ormai incombente anno consiliare, a spese dei partecipanti, è stato detto. Il sindaco Roberto Reggi dovrà tirare le somme del metà mandato, il presidente della

LUNEDÌ 31 AGOSTO e 8 settembre. L'alta Valtrebbia (“Cambiamo vallata ogni anno per promuovere il territorio”, riferiscono alla segreteria del sindaco) dovrà consentire di ridefinire le priorità di esecutivo

la giunta. All'albergo Poggiolo di Fontana di Coli sindaco e assessori affronteranno invece importanti tematiche di politica urbanistica (che vanno dalla rinnovata partita sulle aree militari, passando per la stazione dei bus di piazzale Marconi e Borgo Faxhall sino alla fase due del travagliato progetto del nuovo palazzo unico degli uffici comunali) ma non solo. All'ordine del giorno, infatti, sembrano esserci anche i pilastri della politica fiscale e tributaria per il 2010, i rapporti con l'Udc per una eventuale alleanza in vista delle Regionali 2010 e la risoluzione di alcuni mal di pancia interni alla coalizione di centrosinistra (che raggiungerà la giunta il primo giorno di conclave),

con evidente riferimento alla questione dell'Italia dei valori, al civico Edo Piazza(sempre più inquieto nei confronti di pratiche care al primo cittadino) e a Bruno Galvani. Via Garibaldi, invece, si trasferirà temporaneamente alla cascina Scottina di Caorso tra venerdì 4 e domenica 6 settembre, una tre giorni di full immersion con il presidente Trespidi per orientare e definire la politica dell'amministrazione provinciale, ancora in piena luna di miele con gli elettori. L'esecutivo di corso Garibaldi sarà raggiunto sabato 5 settembre anche dai consiglieri provinciali di centrodestra per serrare i ranghi e confrontarsi su programmi ed attività dei prossimi dodici mesi.

Nuova “auto blu” provinciale

IN BREVE

“Urbanistica e politica tributaria al centro dei workshop del Comune” Provincia Massimo Trespidi scaldare i motori per l'avvio della giunta a pieno regime. Dalla parte di palazzo Mercanti si ragionerà quindi su politica urbanistica, fiscale e tributaria che saranno al centro della prossima tre giorni di giunta comunale a Coli prevista per il 6, 7

e maggioranza, ormai al giro di boa: un incontro propedeutico tra centrosinistra e sindaco prima del ritiro, è previsto anche per giovedì 3 settembre, in modo da "oliare le frizioncine" come le definisce il vicesindaco Francesco Cacciatore, tra alcuni esponenti di maggioranza e

Il futuro presidente disse: “Ne farò a meno”. Via la Thesis, arriva l’Audi A6 DARIO RIGOLLI Che una misera auto blu faccia notizia in Italia (leader mondiale del settore con 607.918 macchine di rappresentanza contro le 75mila degli USA) può sembrare strano. Ma se a strappare l'assegno è il neo presidente della Provincia Massimo Trespidi, che in campagna elettorale fece della riduzione degli sprechi un cavallo di battaglia - dicendo in diretta Tv ha che "un presidente e degli assessori possono tranquillamente permettersi di andare in giro con la propria auto" - allora la notizia c’è. Eccome. Tre mesi sono bastati a sostituire la “vecchia” Lancia Thesis (acquistata da Boiardi nel 2004), con un'Audi A6 con cambio automatico del costo di 52.878 euro (Iva inclusa). A cavalcare la polemica proprio l'ex presidente Gianluigi Boiardi che accusa il suo successore di non rispettare gli impegni elettorali. Stizzita la reazione del numero uno di via Garibaldi: "Boiardi dovrebbe sapere che l'auto che utilizzava lui aveva il contratto in scadenza. Avendo previsto per il 2010 la riorganizzazione del personale e non potendo licenziare l'autista, ne abbiamo presa una nuova, ma non escludiamo di poterne fare a meno nei prossimi 5 anni". Addio cortesie istituzionali e via alle battute al vetriolo. "Si dice - attacca Boiardi -: una risata vi seppellirà. Il presidente sta già cominciando a spalare". Replica di Trespidi: "Si trova a spalare da sotto la montagna dell'irrilevanza politica (Boiardi, ndc) in cui è stato sommerso e ahimè è una montagna che puzza terri-

I piacentini coinvolti nella campagna di vaccinazione contro l'influenza A/H1N1 potrebbero essere almeno il doppio di quanti 78/80mila - vengono usualmente vaccinati contro la "normale" influenza. E' solo una primissima stima, tuttavia lo spiega la dottoressa Anita Capra, dell'Unità operativa Malattie Infettive del dipartimento di Sanità pubblica dell'Ausl di Piacenza - "si tratterà comunque di grandi numeri, con l'inevitabile conseguenza di un notevole sforzo che sarà richiesto sia agli ospedali che ai medici di famiglia". Dal 4 al 16 settembre un ciclo di incontri formativi per professionisti.

bilmente". Si getta nella bagarre anche il dipietrista Luigi Gazzola, che condanna l'incoerenza della più alta carica provinciale. Insomma, se è comprensibile che Trespidi si difenda dicendo che finché c'è un autista ci dev'essere una macchina, è anche vero che presumibilmente per 607.918 auto blu ci saranno 607.918 au-

tisti di auto blu e se lo consideriamo uno spreco... da qualche parte bisognerà pur cominciare. In alto un modello di Lancia Thesis usata da Boiardi durante il suo mandato in Provincia. Sotto un’Audi A6 come quella acquistata dal presidente Trespidi

Si dà fuoco. Vivo grazie ai Carabinieri Si é dato fuoco sotto casa, al civico 33 di via Tortona, in seguito all'ennesimo litigio con i vicini di casa scoppiato per futili motivi. All'arrivo dei Carabinieri l'uomo, un pensionato classe 1954, era già cosparso di materiale infiammabile (dicloropropano) e dopo aver visto i Militari dell'arma si è dato fuoco con un fiammifero. Solo la prontezza dell'intervento dei Carabinieri gli ha salvato la vita. Il pensionato ha riportato ustioni sul 70% del corpo.

MARTEDÌ 1 SETTEMBRE

La caparra milionaria da giocare al Casinò E' agli arresti domiciliari P.G., 58enne lodigiano, che avrebbe truffato almeno otto persone proponendo loro l'acquisto di una bella palazzina di Gazzola per poi sparire nel nulla una volta ottenuto dalle vittime il maxi acconto. Una storia che ha dell'incredibile soprattutto alla luce della presunta destinazione delle cifre folli "estorte" dall'uomo: i tavoli da gioco dei Casinò.

Mazzoli alla guida dell’Asp Dopo la recente costituzione della "Asp città di Piacenza", arriva la decisione dell'assemblea di eleggere (all'unanimità) i componenti del Cda: Leonardo Mazzoli (presidente) e Adriana Bertoni (scelti dal Comune di Piacenza); Paola Pizzelli (scelta dalla Provincia). Nella maggioranza non sono mancate le polemiche, con Rifondazione, che lamenta la mancata riconferma di Luigi Rabuffi, ex presidente del Vittorio Emanuele vicino al Prc. "Non si valorizza -commenta Montanarichi ha lavorato bene"

Il 9 settembre la Conferenza Socio Sanitaria Si riunirà mercoledì 9 settembre la Conferenza Territoriale Socio Sanitaria, l'organismo di programmazione composto dai sindaci dei comuni che fanno capo all'Asl e presieduta dal presidente della Provincia. Dopo la consultazione dei vari gruppi attivi nell'ambito dei servizi (sindacati, associazioni di categoria e soggetti impegnati nel mondo del volontariato), la conferenza si riunirà per definire i propri obiettivi in vista della stipula dell'atto di indirizzo e coordinamento provinciale triennale.

Ponte, prime ruspe in sponda lodigiana Ponte sul Po, qualcosa si muove sulla sponda lodigiana. E’ iniziato (almeno) l'arrivo dei mezzi che serviranno per la demolizione del collegamento crollato alla presenza del sindaco di San Rocco al Porto, Giuseppe Ravera, il quale ha anche aggiunto che "l'effettuazione della bonifica bellica superficiale non dovrebbe creare particolari problemi in termini di ritardi, in quanto nel frattempo verranno realizzati gli elementi che verranno montati in seguito". Il sindaco fa riferimento al compito spettante alla ditta Cimolai di Pordenone, tra le più avanzate in Italia nelle costruzioni metalliche e specializzata nella costruzioni di ponti, viadotti, stadi, edifici civili e industriali: sarebbe quindi confermata quindi per il 17 ottobre la data di apertura del viadotto provvisorio. Alla luce però delle ultime dichiarazioni del viceministro Castelli (riportate qui di seguito) occorrerebbero a partire da oggi al massimo 60 giorni (e quindi potrebbe verificarsi un lieve ritardo sulla tabella di marcia) proprio a causa delle bonifiche belliche dell'area interessata dai lavori. Rimane comunque questo nodo relativo alle bonifiche belliche, per cui si attende il via libera dal ministero della Difesa. Rassicurazioni sono arrivate dal viceministro delle Infrastrutture e dei trasporti, Roberto Castelli al deputato piacentino Massimo Polledri (Lega) per informarlo dell'imminente avvio dei lavori. "E' facile che nell'area - ha riferito Polledri - siano presenti alcuni ordigni inesplosi. Dopo le opportune verifiche dei militari si aprirà il cantiere. Si ricorda che l'ultimo tassello dipende dal ministero della Difesa. Senza le garanzie degli unici titolati nessuno può dare il via libera ai lavori".


Corriere Padano

6

3 settembre 2009

CITTÀ UTILE

BORSA DELLA SPESA

Rc Auto e Moto, che salasso! Federconsumatori: “Aumentate del 155%”

Farmacie di turno FARMACIE DI SERVIZIO A PIACENZA DAL 3.9.2009 AL 10.9.2009

Contributi, scadenze e notizie utili (Informazioni a cura del Settore Servizi Sociali e Abitativi Comune di Piacenza)

TURNO DIURNO: dalle 8,30 alle 22 Il 3 settembre 2009 - FARMACIA DI VIA MANFREDI - Via Manfredi, 72/B - DR. PARMIGIANI - P.zza Duomo, 41 Dal 4 al 10 settembre 2009 - BESURICA - Via Malaspina, 2/A - DR. LANERI - C.so V. Emanuele, 64/66 TURNO NOTTURNO: dalle 22 alle 8,30 03.09 DR. FIORANI - P.zza Borgo, 40 04.09 DR. BONORA - Via Genova, 20 05.09 DR. ANTONIO CORVI - Via XX Settembre, 65 06.09 FARMACIA DI VIA MANFREDI - Via Manfredi, 72/B

Interventi in materia di sostegno dei lavoratori colpiti dalla crisi e di altre fascedeboli per l’accesso alle prestazioni sanitarie Il Comune di Piacenza, Settore Servizi Sociali e Abitativi, comunica che la Regione Emilia-Romagna ha approvato la Delibera n. 1036/2009 che contiene una pluralità di provvedimenti a sostegno di lavoratori colpiti dalla crisi e ad altre fasce deboli per agevolare l’accesso alle prestazioni sanitarie, con interventi che riguardano le prestazioni specialistiche ambulatoriali e l’assistenza farmaceutica. Hanno diritto all'esenzione ticket per le prestazioni specialistiche ambulatoriali presso strutture sanitarie pubbliche e private accreditate, ubicate in Emilia-Romagna, i minori accolti a scopo adottivo e in affidamento familiare anche a parenti o accolti in comunità residenziali. Per i minori in affido o in comunità residenziale il tesserino di esenzione avrà scadenza al momento del rientro nella famiglia naturale o al compimento della maggiore età, mentre i minori accolti a scopo adottivo potranno beneficiare del provvedimento nei primi 24 mesi di permanenza presso la famiglia. La Regione prevede inoltre che possano usufruire dell'esenzione ticket per le prestazioni specialistiche ambulatoriali e l'assistenza farmaceutica i lavoratori e i familiari a loro carico che al momento della fruizione della prestazione risultino nelle seguenti condizioni: aver perso il lavoro a partire dal 1 ottobre 2008; in cassa integrazione ordinaria, straordinaria o in deroga, in mobilità, in contratto di solidarietà e che percepiscano una retribuzione, comprensiva dell' integrazione salariale, corrispondente ai massimali di legge. La Regione ha deliberato inoltre l'erogazione gratuita fino alla data del 31/12/2009 dei farmaci in fascia C (normalmente a carico dell'assistito) compresi nei Prontuari Aziendali e in distribuzione diretta, a famiglie in situazione di difficoltà economica in carico o individuate dai Servizi Sociali dei Comuni. A questo proposito, il Comune di Piacenza e l'Azienda USL Distretto Città di Piacenza hanno determinato i criteri di individuazione degli aventi diritto ai benefici previsti dal provvedimento nonchè le modalità di accesso e fruizione delle prestazioni. In particolare: - potranno avere accesso alla misura i nuclei familiari con un valore ISEE per l'anno 2008 inferiore a 5.000 euro;- per l'attestazione di tale condizione, i cittadini residenti nel Comune di Piacenza dovranno rivolgersi agli sportelli Informasociale del Comune di Piacenza, muniti di ISEE valido per l'anno 2008 o di dichiarazione con la quale si attesta di aver già presentato, al Comune di Piacenza, l'ISEE relativo all'anno 2008 ai fini della fruizione di servizi e interventi sociali. L'Azienda USL di Piacenza ha definito peraltro le modalità operative di prescrizione e distribuzione dei farmaci e ne ha informato i medici, dipendenti e convenzionati. Per ulteriori informazioni e chiarimenti è possibile rivolgersi all'URP dell'Azienda USL (tel. 0523303123) o agli sportelli Informasociale del Comune di Piacenza (tel. 0523492731; 0523459090).

07.09 CAMILLO CORVI - Via XX Settembre, 106 08.09 DANTE - Via Nasolini, 56 09.09 DR. BERTUZZI - Via Roma, 141 10.09 DALLAVALLE - Rotonda Viale Dante, 34 11.09 DR. PARMIGIANI - P.zza Duomo, 41 Il numero telefonico 0523-330033 dà indicazioni delle farmacie ti turno nel capoluogo

Avis, i prelievi di settembre Venerdì 4: Monticelli Sabato 5: Bettola Domenica 6: Bettola, Gazzola, Pontedell’Olio, Vigolo Marchese, Monticelli, S.Giuseppe Operaio Sabato 12: Carpaneto, Alseno Domenica 13: Perino, Rivergaro, Pontenure, Rustigazzo Venerdì 18: Cortemaggiore, Monticelli In ospedale si dona (festività escluse): - a Piacenza: dal lunedì al sabato dalle 8 alle 10 - a Fiorenzuola: dal lunedì al sabato dalle 8 alle 10 - A Castel San Giovanni: mercoledì, giovedì, venerdì e sabato dalle ore 8 alle ore 10 Info: Avis Provinciale, c/o Ospedale Civile -Via Taverna 49, Tel. 0523 336620; piacenza.provinciale@avis.it

Mercati settimanali Lunedì: Bettola, Borgonovo Val Tidone, Caorso, Castell’Arquato, Castelvetro, San Nicolò Martedì: Ferriere, Nibbiano, Piacenza Farnesiana, Pontedellolio, Pontenure, Travo, Vernasca Mercoledì: Carpaneto, Marsaglia, Piacenza, Pianello, Vigolzone Giovedì: Agazzano, Castelsangiovanni, Fiorenzuola, Gossolengo, Gropparello, Perino, Piacenza Farnesiana, Podenzano, Villanova Venerdì: Cortemaggiore, Lugagnano, Monticelli, San Giorgio, Rivergaro, Roveleto Sabato: Bobbio, Fiorenzuola, Piacenza, PC Besurica Domenica: Agazzano, Alseno, Borgonovo, Caminata, Carpaneto, Castelsangiovanni, Cortemaggiore, Gragnano, Gropparello, Monticelli, Morfasso, Nibbiano, Pianello, Pontedellolio

L'Italia è terra di conquista, ai danni dei consumatori, per le compagnie petrolifere, le società del gas e di energia elettrica, quelle delle assicurazioni e dei servizi bancari. Da oltre un anno, infatti, ci sono stati in questi settori dell'economia, secondo quanto sostiene la Federconsumatori, dei persistenti rincari a carico degli utenti anche in scia all'abrogazione delle cosiddette "lenzuolate di Bersani". La conseguenza di tutto ciò è che l'assicurazione per la macchina, nell'arco di quindici anni, dal 1994 al 2009, ha fatto registrare in media rincari del 155%; questa, in particolare, è la dimostrazione che in questi anni, nonostante i tentativi di liberalizzare il mercato, i poteri forti hanno avuto la meglio sui consumatori proprio perché a conti fatti il nostro Paese, secondo la Federconsumatori, è un vero e proprio paradiso per chi vuole gestire per beni e servizi il business in regime di oligopolio, monopolio e, spesso, di cartelli tra le società più importanti dei settori principali dell'economia italiana. L'Associazione, non a caso, ha rilevato come in 15 anni la stangata del 155% di rincaro per l'RC auto non abbia eguali in Europa; ad esempio, nello stesso arco di tempo, i rincari per la polizza macchina in Paesi come la Germania, la Francia e la Spagna non hanno mai superato la quota dell'86%. E se si considera l'RC obbligatoria per i motorini e le moto, c'è da mettersi le mani nei capelli; la Federconsumatori, infatti, ha rilevato come nell'arco degli ultimi quindici anni i possessori dei veicoli a due ruote siano stati letteralmente taglieggiati dalla compagnie assicurative con rincari superiori al 400%; si è infatti passati per una RC moto da un minimo di 98 euro annui nel 1994 ai 435 euro in media che, come minimo, occorre pagare ai giorni nostri per sottoscrivere la polizza.

Il souvenir preferito è enogastronomico Al ritorno dalle vacanze estive gli italiani sono soliti rientrare facendo incetta di souvenir del luogo visitato; ebbene, i cittadini del nostro Paese appaiono in merito sempre più propensi a fare regali utili, e per questo, in sei casi su dieci, il souvenir acquistato è rigorosamente enogastronomico. A rilevarlo è la Coldiretti in base ad un sondaggio via Internet condotto dall'Organizzazione degli agricoltori, da cui è emerso come solo il 12% dei turisti italiani abbia deciso di non acquistare nulla come souvenir al rientro dalle vacanze. Nel 58% dei casi, invece, gli italiani tornano a casa acquistando prodotti alimentari caratteristici del territorio: dall'olio d'oliva al vino passando per le conserve, i salumi ed il formaggio. Ma non mancano coloro che come souvenir acquistano prodotti artigianali in legno o in ceramica. La tendenza all'acquisto di souvenir "appetitosi", magari da consumare a casa a pranzo o a cena con parenti ed amici, è strettamente legata al luogo visitato. Ad esempio, in Campania prevalgono gli acquisti di mozzarella di bufala, così come in Veneto i turisti acquistano come souvenir il formaggio Asiago. E ancora in Piemonte il souvenir più gettonato è una bella bottiglia di vino Barolo, il pecorino in Sardegna ed il prosciutto San Daniele nel Friuli. Ma anche i turisti stranieri non si lasciano scappare i prodotti agroalimentari tipici del territorio; i più propensi all'acquisto di souvenir agroalimentari, secondo quanto afferma la Coldiretti, sono i turisti svedesi e quelli americani.


3 settembre 2009

Corriere Padano

7

ECONOMIA Economia locale - Ad oggi 800 imprese in crisi, oltre 2.500 dipendenti in “Cassa”

TENDENZE

Crisi, allarme occupazione “Arriva il periodo più duro” Cgil, Cisl e Uil aspettano l’onda lunga della crisi tra settembre e dicembre Lo spauracchio è il boom dei licenziamenti con la fine della cassa ordinaria

Il “cinguettio” amato dai vip “La Cassa integrazione straordinaria scoppia. Compartecipazione? Ora sono altri i problemi”

“Auspico non si accentuino divisioni sindacali nei rinnovi, poi subito in azienda per il secondo livello”

“Dobbiamo rinnovare i contratti per combattere una crisi reddituale di operai, famiglie e pensionati” voro: sedersi al tavolo delle trattativa per rinnovare i contratti e riprendere a fare così il nostro dovere, invece che prevedere un autunno più o meno caldo". "Ma se scoppia la cassa integrazione straordinaria rischia di aprirsi un periodo molto duro, più di quanto si sia visto fino ad ora" risponde Copelli.

SEBASTIANO FIESCHI "Sarà un autunno caldo, o no?". Di certo siamo al secondo autunno consecutivo di crisi, e pare altrettanto palese che gli uomini e le donne che compongono il tessuto produttivo piacentino pensano ad altro, in questo momento, che agli scontri sociali: c'è da riaprire i cancelli delle fabbriche piacentine in un settembre che si prospetta più nero di quello passato. Per i segretari dei sindacati confederali - Gianni Copelli (Cgil), Gianni Salerno (Cisl) e Massimiliano Borotti (Uil) queste sono ore frenetiche passate al telefono per capire "l'umore" nelle fabbriche: parlare con delegati e imprenditori per sapere se e come riapriranno sembra il modus operandicomune. "I prossimi mesi saranno molto, molto, molto (tre volte, ndc) difficili" sintetizza Salerno. La certezza è che a Piacenza deve ancora abbattersi l'onda lunga della crisi. E la si attende da qui a Natale. Sono destinati ad aumentare i numeri negativi fin qui inanellati dalle imprese locali: “2mila e 500 dipendenti, tra operai e impiegati, in cassa integrazione da gennaio” stima Salerno, e 853 aziende che hanno chiesto di poter usufruire degli ammortizzatori sociali nello stesso periodo.

Contratti nazionali da rinnovare Imprese e rappresentanti dei lavoratori dovranno a breve sedersi ai tavoli di trattativa per il rinnovo dei contratti nazionali di comparti strategici: metalmeccanica, chimica, legno, cemento e trasporti solo per citarne alcuni. Nello stesso tempo in molte realtà locali stanno scadendo le 52 settimane di Cassa integrazione ordinaria usufruite nel 2008 e nel 2009, massimo previsto per legge. Da lì in poi si potrà licenziare: una soluzione che potrebbe rischiare di compromettere la domanda interna. E' vero, da un lato, che sono stati riversati fondi negli am-

mortizzatori sociali in deroga, ma è anche vero - per dirla con Salerno e Copelli - che il "governo sta tenendo una linea attendista, incapace di rilanciare la domanda interna, che copre l'80 per cento delle richieste dei prodotti nazionali". I rinno-

vi contrattuali (anche) per questo potrebbero rivelarsi determinanti. "La crisi più profonda è quella del reddito di lavoratori, famiglie e pensionati" sintetizza Borotti. "A settembre - aggiunge il segretario Uil - dobbiamo tornare a fare il nostro la-

AAA, artigiani cercasi Cna: “A torto considerate professioni minori” La crisi c'è, ormai lo sanno tutti. Eppure in Italia alcuni mestieri restano vacanti. Considerati poco attraenti. Secondo una stima nazionale della Cna le piccole imprese sono a corto di braccia: all'appello macherebbero infatti almeno 30.750 persone. Sono falegnami, parrucchieri ed estetisti, ma anche idraulici e muratori. Sembra un paradosso, anche perché -afferma Giovanni Ambroggi, direttore della sezione piacentina dell'organizzazione - "queste professioni sono erroneamente considerate minori, ma richiedono un elevato grado di competenza. Basti pensare -prosegue- a quanto questi lavori si siano sviluppati nel corso degli ultimi anni, diventando non

solo fonte di occupazione, ma anche di grandi soddisfazioni: un parrucchiere é diventato uno stilista dei capelli e oggi fare il muratore o l'elettricista non é certo cosa semplice." I numeri a livello locale? "L'indagine é stata condotta a livello nazionale e non abbiamo a disposizione dati precisi sulla situazione piacentina -spiega Ambroggi- ma posso tranquillamente affermare che nell'ambito del settore dei servizi alla persona (centri benessere, estetiste, parrucchieri), che conta circa 800 esercizi nel territorio, vi siano 200 posti disponibili." Le prospettive? "Penso che al di là dei numeri- conclude il direttore-questi lavori abbiano un futuro".

Piattaforme separate Getta acqua sul fuoco il segretario della Cisl Salerno, che "auspica una fase in cui non si accentuino le divisioni tra Cgil Cisl e Uil". Nonostante in molti comparti si arriverà alla trattativa del rinnovo con piattaforme separate, in molti credono che queste potranno tornare unitarie con l'aggravarsi della crisi occupazionale. Ma non sarà affatto facile. Ricette? Secondo Salerno ce n'è una sola: "Rinnovare in modo veloce il contratto nazionale, portando a casa unicamente l'adeguamento - risponde -, poi aprire rapidamente i contratti aziendali di secondo livello unendo salario aziendale e produttività: anche in fase di crisi, se si punta tutti al risultato operativo, in azienda salgono i salari".

Tremonti: Compartecipazione degli operai Non chiude la porta a priori alla proposta del ministro dell’Economia Giulio Tremontiil rappresentante della Cgil, da sempre il sindacato più critico all’ipotesi. “Se ne può parlare - chiosa Copelli - ma in questo momento mi sembra un’operazione per far parlare d’altro. I problemi urgenti da affrontare sono altri”

Nella foto al centro operai dell’Innse. In alto i segretari provinciali dei sindacati confederali, da sinistra Gianni Copelli (Cgil), Gianni Salerno (Cisl), Massimiliano Borotti (Uil)

Il social network Twitter permette la condivisione di brevi messaggi Modelle, attrici, sportivi, addirittura regine. La moda dei social network contagia proprio tutti, dopo l'exploit di Facebook, tra gli internauti è in rapidissima espansione "Twitter", tradotto letteralmente con cinguettare. Tra i motivi di tanta curiosità la modalità di comunicazione a miocroblog, che impone agli utenti un tetto massimo di 140 battute per messaggio, praticamente un sms in cui racchiudere stati d'animo, avvenimenti o comunicazioni. Un vero e proprio cinguettio che rispetto ad altri social network ha le sue armi migliori in essenzialità, velocità e semplicità. Una piattaforma notevolmente più leggera di Facebook, che riduce il rischio di essere assorbiti dal proprio alter ego virtuale. Tanto che ad innamorarsi dell'uccellino blu che fa da testimonial a Twitter è stata nientemeno che Rania, l'affascinante regina giordana, che dal suo account personale (@QuuenRania) ha fatto sapere agli oltre 600mila followers (non amici come su FB, ma seguaci), di essere in vacanza in Italia paese che ha dichiarato più volte di amare. Ma sua maestà è in ottima compagnia, anche Barak Obama, Demi Moore ed il marito Ashton Kutcher; sono approdati du Twitter. E se tanti vip preferiscono cinguettare piuttosto che stare su Facebook, un motivo ci deve pur essere: forse perché la rapidità della comunicazione formato sms ben si concilia con la frenesia dei ritmi di vita; forse perché tra il carrozzone del social network più amato dagli italiani (fatto di giochi, test, amici, foto, video e chi più ne ha più ne metta) ed uno molto più spartano, ma anche veloce e sbrigativo la scelta non è certo scontata; o forse semplicemente perchè qualunque cosa, quando diventa troppo di moda finisce per essere disprezzata andando a creare plotoni di "anticonformisti" pronti a passare alla concorrenza. Fondato solo tre anni fa da Jack Dorsey e Biz Stone permette la condivisione in tempo reale di brevi messaggi chiamati tweets che possono essere trasmessi immediatamente a tutti i propri contatti senza (per ora) alcun costo, tramite e-mail, sms, widget o direttamente sulla home page del sito. I numeri di Twitter fanno impallidire addirittura quello che fino a pochi mesi fa era il social network per eccellenza: +76% da febbraio a marzo e +1302% rispetto allo scorso anno; quando Facebook ha fatto registrare solo (si fa per dire) del 228% tra il marzo 2008 e quello 2009. Naturalmente bisogna tenere conto del numero totale di utenti che vede il colosso di Zuckerberg ancora saldamente al comando con oltre 100milioni di utenti contro i meno di 20 di Twitter, ma pare proprio che quest'ultimo stia riuscendo a ritagliarsi una fetta di utenza in un mercato che FB non sembrava intenzionato a cedere. Ma qual è l'identikit dell'internauta che opta per l'uccellino blu? Secondo alcune indagini, avrebbe poco successo tra i giovanissimi e nell'europa mediterranea, mentre sarebbe molto in voga nel mondo anglosassone (Usa, Australia, Regno Unito e Germania) e tra gli adulti.

Tra cinguettii e latrati La comunicazione via messaggino potrà anche essere comoda e veloce, ma agli amanti della parola scritta e di ragionamenti lunghi, complessi e possibilmente esaustivi; proprio non va giù. E proprio qui sta il primato meno lusinghiero, tra quelli stabiliti da Twitter: il primo social network parodia. Si chiama Woofer e già il nome, che significa latrare, è una non troppo velata presa in giro del cinguettio dell'uccellino blu. Anche in questo caso gli utenti dovranno vedersela con restrizioni sul limite di caratteri, ma per la felicità dei blogger più prolissi per postare un messaggio non è necessario rimanere entro le 140 battute, anzi di caratteri ne servono almeno 1400. Il contatore non segna quante battute sono rimaste, ma quante ancora ne servono. Un ironico, ma interessante esperimento di macroblog, per chi non vuole soltanto comunicare un'informazione, ma raccontare una storia. Tra gli innegabili pregi di quest'idea un riorno all'utilizzo di avverbi ed aggettivi, ma soprattutto la sistematica eliminazione di rotfl, lol, asd e altri acronimi salvaspazio molto in voga tra gli internauti più giovani, che hanno voglia di mortificare la propria lingua di origine.


Corriere Padano

3 settembre 2009

8

FESTA DELLA COPPA

La Via della Coppa novità di Carpaneto Degustazioni guidate, concorsi e premi: a spasso tra le new entry dell‘evento Diverse le novità che questa 53esima edizione porta con sè, ne elenchiamo le principali. Il percorso "Via della Coppa" All'interno del castello Scoti da Vigoleno (e sede comunale di Carpaneto) i salumifici avranno a disposizione un ampio spazio per l'allestimento di stand degustazione della coppa. Accanto ad ogni salumificio ci sarà un tavolo dedicato ai principali vini DOC Colli Piacentini, curato da sommeliers esperti per suggerire l'abbinamento più azzeccato. All'ingresso del per-

corso di degustazione, il visitatore potrà acquistare calice e pettorina per degustare e acquistare coppe e vini. Indovina il peso - Concorso aperto a tutti: si deve indovinare il peso di una coppa e a fine manifestazione chi s'è avvicinato di più vince un favoloso cesto di coppe Degustazioni guidate - Ad orari prestabiliti saranno tenute degustazioni guidate prenotabili a pagamento all'ingresso. In un'apposita sala allestita con posti a sedere, sommelier e cuo-

Quattro giornate di festa con stand gastronomici, serate danzanti, mostre. Domenica la fiera delle bancarelle

chi della scuola alberghiera spiegheranno come si abbina la coppa con i nostri vini locali Impara la coppa - La scuola di lavorazione delle carni allestirà uno stand dove saranno presentate le varie fasi di lavorazione della coppa La tavola Piacentina - Nei ristoranti di Carpaneto e dintorni sia a pranzo che a cena saranno proposti menù tipici delle Valli Piacentine con l'immancabile presenza della coppa piacentina Dop ad un prezzo conveniente E' uno degli eventi più significativi di Carpaneto, oltre che dell'intero territorio provinciale, perché dedicato ad un prodotto tra i più rappresentativi della gastronomia piacentina, la coppa, produzione Dop del nostro territorio, insieme a salame e pancetta. E' la Festa della Coppa di Carpaneto, manifestazione tra le più popolari e frequentate dai piacentini, grazie anche alla sua storicità: la kermesse giunge, infatti, quest'anno alla 53^edizione. Organizzata dalla Pro Loco di Carpaneto, la Festa della Coppa si tiene il primo fine settimana di settembre, quest'anno da venerdì 4 a lunedì 7. Accanto agli stand gastronomici, dove sarà la coppa a fare da protagonista, numerose iniziative collaterali si svilupperanno nelle 4 giornate di festa: mercatini serali con bancarelle di ogni genere, animazione per bambini in piazza XX Settembre, serate danzanti con ballo liscio in piazza Scotti, faranno da contorno alla

gastronomia. La vera novità di quest'anno, sarà il percorso "La Via della Coppa": protagonisti i salumifici che proporranno gustosi assaggi, oltre che la possibilità di fare deliziosi acquisti. Spazio anche all'arte con una mostra a cura della Società Operaia di Mutuo Soccorso di Carpaneto: ben 16 artisti, tra pittori e scultori esporranno le loro opere al primo piano del Municipio. La giornata di domenica sarà caratterizzata dalla fiera delle bancarelle, con "mercatone" di circa 200 banchi nelle vie centrali del paese e mercatino dell'usato dei ragazzi. Nel pomeriggio di domenica esibizioni di ballo liscio con campioni italiani di balli standard, liscio unificato, sala Show dance dei pluricampioni italiani F.Tirannia e L.Caramia. Lunedì 7 settembre, oltre al gran finale con fuochi d'artificio, la partecipatissima "Tombolata gigante", con ricchi premi offerti da Pro Loco e Commercianti.


3 settembre 2009

Corriere Padano

9

FESTA DELLA COPPA

I salumifici del Consorzio lungo la "Via della Coppa" Ai visitatori degli stand assaggi dei prodotti. Il presidente Roberto Belli: "Piacenza unica provincia d'Europa ad avere tre produzioni Dop di salumi" Gustose degustazioni attendono i visitatori lungo "La Via della Coppa" all'interno del castello Scotti da Vigoleno, sede del Municipio di Carpaneto. Protagonisti i salumifici del Consorzio Salumi Dop Piacentini, che offriranno ai visitatori assaggi dei loro prodotti, specialmente della coppa piacentina, a cui è dedicata la kermesse. "Ad attendere i visitatori - spiega Roberto Belli, presidente del Consorzio Salumi Doc Piacentini - saranno i salumifici: Giordano di Carpaneto, Gagliardi di San Giorgio, La Rocca di Castellarquato, Monte Penice di Rivergaro, Peveri di Chiaravalle della Colomba e il

salumificio Valnure di Pontedellolio". I partecipanti al percorso "La Via della Coppa", oltre agli assaggi, avranno la possibilità di effettuare deliziosi acquisti da portare sulle proprie tavole e di

assaporare i vini Doc piacentini in abbinamento alla coppa, con momenti di degustazione guidata curati da esperti sommeliers che proporranno i principali vini Doc della zona. "Nella mattinata

di domenica 6 settembre - prosegue Belli - l'Istituto alberghiero Marcora di Piacenza preparerà un originale rinfresco: verranno offerte gustose preparazioni che avranno come ingrediente principale la coppa piacentina, da assaporare all'interno di piatti "innovativi", frutto dell'intuito dei ragazzi, che prepareranno nuovi ed originali abbinamenti, che si discostano un po'dalle solite ricette. L'Istituto Alberghiero di Cortemaggiore mostrerà, invece, in un apposito stand, alcune lavorazioni della coppa: "Tale Istituto - ricorda Belli - è l'unico a livello nazionale ad avere l'indirizzo di specializzazione

Dal 1996 la Coppa piacentina è Dop La coppa piacentina ottiene la certificazione Dop (Denominazione di Origine Protetta) nel 1996, un riconoscimento volto alla protezione e valorizzazione dei prodotti tipici, rilasciata a quei prodotti per i quali tutto il processo produttivo, compreso l'approvvigionamento della materia prima, avviene in un'area geografica delimitata. La coppa piacentina si produce utilizzando i muscoli del collo del suino. I suini destinati alla produzione della Coppa Piacentina, provengono dal territorio delle regioni Emilia Roma-

gna e Lombardia, mentre la zona di lavorazione è limitata alla sola provincia di Piacenza, le cui caratteristiche climatiche e territoriali, sono fondamentali per ottenere l'inconfondibile gusto che l'ha resa famosa nella storia. La lavorazione della coppa si effettua in quattro fasi: la materia prima è messa a contatto con una miscela di sale e spezie accuratamente dosate; dopo una sosta al freddo, utile per far penetrare uniformemente nella carne il sale e gli aromi, il prodotto viene massaggiato e avvolto nel caratteristico

involucro detto "pelle di sugna", di suino naturale; quindi, il prodotto viene legato e posto ad asciugare in appositi locali per un periodo di 10-15 giorni; per finire, si passa alla fase di stagionatura che durerà almeno sei mesi. Al taglio la fetta è compatta ed omogenea, il colore rosso vivo, inframmezzato da parti di grasso bianco rosato. Il profumo è delicato di carne stagionata, con un leggero aroma speziato, di pepe in particolare. Il sapore si caratterizza per la sua spiccata dolcezza.

sulla preparazione e lavorazione dei salumi. Il Consorzio Salumi Dop Piacentini sarà presente, sempre nella giornata di domenica 6 settembre alla manifestazione ciclistica "Gran Fondo Colnago", dove offrirà salumi in assaggio ai partecipanti. Da non dimenticare l'appuntamento con il convegno "Coppa d'Oro" domenica 18 ottobre, organizzato dalla Camera di Commercio: una giornata incentrata sul tema della qualità, dal titolo "Come

comunicare la qualità". Il Consorzio Salumi Piacentini nasce nel 1971 come Consorzio volontario. Lo scorso anno è stato riconosciuto dal Ministero come Consorzio di Tutela per il controllo delle produzioni Dop piacentine. 15 le associate, che corrispondono a tutte le aziende di produzione Dop della nostra provincia, che ricorda Belli, è l'unica in Europa ad avere tre produzioni Dop di salumeria, coppa, salame e pancetta.


Corriere Padano

10

3 settembre 2009

FESTA DELLA COPPA

Lo scatto "Dentro la cornice" In Municipio mostra del Circolo Fotografico Immagine Zero "Dentro la cornice" è il tema del concorso fotografico dell'edizione 2009 della Festa della Coppa. I soci del Circolo Fotografico Immagine Zero organizzano, difatti, di anno in anno, un concorso interno con premiazione delle fotografie più belle. La mostra fotografica sarà visitabile per l'intera durata della Festa della Coppa, da venerdì 4 a lunedì 7 settembre, presso la Sala Bot di Palazzo comunale. "Una sessantina le fotografie in gara - spiega Franco Ertiani del Circolo Fotografico Immagine Zero - per una ventina di soci partecipanti". Le immagini saranno caratterizzate dalla presenza di una "linea di confine", una "cornice", appunto che racchiuderà l'oggetto dello scatto: da qui il tema, "Dentro la cornice". Si tratterà di immagini "contornate", ad esempio, dalla cornice di un quadro o ri-

"Moda sotto le stelle”, prima volta in piazza Un'originale iniziativa coinvolgerà i commercianti di Carpaneto per la 53^ edizione della Festa della Coppa. Domenica 6 settembre in piazza XX Settembre alle 21, si terrà la prima edizione di "Moda sotto le stelle", una sfilata di moda organizzata dall'Agenzia di moda "Nuova Futura Immagine" e dai commercianti di Carpaneto. Le modelle sfileranno con gli abiti dei negozi di Carpaneto, Castellarquato, San Giorgio e Cortemaggiore che aderiscono all'iniziativa. Stefania Trenchi, titolare del negozio "Ambarabà…ciccì&coccò" insieme a Monica Risoli e Valentina Gallinari del negozio "Artù" di Carpaneto hanno ideato la serata insieme gli altri commercianti della zona, grazie al supporto della Pro Loco e del comune di Carpaneto. "L'auspicio - afferma Trenchi - è quello di poter riproporre la sfilata anno dopo anno, facendola diventare un appuntamento fisso all'interno della kermesse". Per il negozio "Ambarabà…ciccì&coccò" a sfilare saranno i bambini di Carpaneto.

flesse in uno specchio dai confini ben definiti. Ma la "cornice" potrà anche essere, ad esempio, la linea di confine, tra un bosco e una strada, oppure un soggetto fotografato attraverso le grate di una finestra o di una rete, lasciando spazio alle interpretazioni più svariate. "L'idea ci è venuta in mente guardando vecchie foto scattate dai soci del Circolo dove casualmente veniva rappresentato un elemento che fungeva da "cornice" al soggetto principale della fotografia", prosegue Ertiani, il quale ricorda che le premiazioni avranno luogo lunedì 7 settembre. Saranno una giuria popolare e una giuria di esperti ad "eleggere" i vincitori dei primi tre premi a cui si aggiungerà anche il quarto posto, ovvero la migliore fotografia tra quelle non premiate, per un totale di 8 premiazioni.


3 settembre 2009

Corriere Padano

FESTA DELLA COPPA

Lungo la "Via dei Sapori" i prodotti della Val Chero Ogni anno nel mese di settembre si rinnova l'appuntamento con la "Via dei Sapori", l'originale iniziativa volta alla promozione dei prodotti locali, a km zero. Viale Vittoria accoglierà i produttori di Carpaneto e della Val Chero, che proporranno i prodotti delle loro aziende agricole: dai formaggi ai vini, dai salumi alle carni, ma anche miele e dolciumi artigianali. Scopo della "Via dei Sapori", valorizzare i prodotti della Val Chero, facendoli conoscere anche ai numerosi visitatori provenienti da zone limitrofe, che partecipano, di anno in anno, alla manifestazione, attratti dalla possibilità di acquistare beni alimentari delle nostre vallate, di conoscere direttamente i

produttori e di informarsi sulle produzioni e sui processi di lavorazione. Un'opportunità che consente di conoscere i prodotti che portiamo sulle nostre tavole e che ci dà garanzie di sicurezza e qualità. Le aziende della "Via dei Sapori" offrono, inoltre, la possibilità di assaggiare ciascun prodotto prima di portarlo sulle nostre tavole, con degustazioni lungo l'intero viale, "toccando con mano" l'unicità delle produzioni del nostro territorio, gustose e genuine. La data è ancora in via di definizione, così come l'elenco delle aziende che parteciperanno alla "Via dei Sapori" 2009, che giunge quest'anno alla quinta edizione.

11


Corriere Padano

3 settembre 2009

12

FESTA DELLA COPPA ENDEZ VOU

RR BA

di Sabrina e Monica

CARPANETO P.NO Via G. C. Rossi, 41/A Tel. 0523.852878

S

Gara di pesca per disabili, bici e marcia: sport per tutti Al laghetto Casa Draghi, gestito dalla Società di Pesca Sportiva Fario, gare sociali e campionati provinciali. Il sodalizio cura anche lo stand del pesce La S.P.S. (Società Pesca Sportiva) Fario di Carpaneto organizza in occasione della Festa della Coppa, la tradizionale "Gara di pesca per disabili", manifestazione sportiva organizzata da una decina di anni, che riscuote puntualmente ampio successo tra i partecipanti e il pubblico che giunge ad assistere alla gara. La S.P.S. Fario è composta da garisti impegnati nelle categorie "pesca al colpo" e "settore trota" in campionati sociali, provinciali, regionali e nazionali. La Società Pesca Sportiva Fario, nata nel 1974, gestisce un proprio carpodromo situato all'uscita di Carpaneto sulla provinciale per Castell'Arquato, il laghetto Casa Draghi, dotato di scivolo per accesso ai disabili, adibito ad allenamenti, disputa di gare sociali, campionati provinciali (juniores, ragazzi, pulcini), ed aperto gratuitamente a tutti. Una ventina i partecipanti che si confronteranno sabato 5 settembre, a partire dalle 3 del pomeriggio fino alle 6, nella Gara di pesca per disabili che ospita, di anno in anno, anche numerosi sportivi facenti parte della Nazionale italiana di pesca al colpo per diversamente abili. Le premiazioni avverranno

presso lo stand gastronomico di Fario, in via Vittorio Veneto, all'interno della Festa della Coppa e consisteranno in premi gastronomici di salumi e vini. Allo stand della S.P.S. Fario, si potranno gustare specialità di pesce, come il fritto misto e l'insalata di mare. Ma lo stand proporrà anche spiedini, salamelle, coppa arrosto e primi piatti della cucina tipica piacentina, oltre che un piatto tramandato nei secoli: le penne al ragù di coppa stagionata. 32 i soci di S.P.S. Fario della "sezione" agonistica, che partecipano a gare a livello provinciale, regionale e nazionale. 180 coloro che praticano pesca al laghetto, a livello provinciale. "Tra le iniziative di maggiore successo - ricorda il presidente di S.P.S. Fario, Mariano Gualla - la Gara per i bambini delle scuole elementari che si tiene in concomitanza con la chiusura delle scuole e coinvolge i bambini delle elementari della nostra provincia. E' il quinto anno che proponiamo l'iniziativa che coinvolge di anno in anno un centinaio di bambini che si sfidano in una piccola gara di pesca, con il supporto dei soci S.P.S. Fario, che premiano ciascun partecipante".

Biciclettata per le famiglie e Camminata delle 3 valli Alla festa della Coppa ampio spazio anche alle iniziative sportive. Pro Loco di Carpaneto e Team Bike Perini organizzano la "Biciclettata per le famiglie" sabato 5 settembre a partire dalle 15. Il Gruppo Marciatori di Carpaneto, presieduto da Benvenuto Barabaschi coadiuvato dal segretario Laura Nani, attende numerosi partecipanti alla 17^ Camminata delle 3 Valli - Marcia Internazionale, domenica 6 settembre, con partenza e arrivo presso il Centro Sportivo di Carpaneto, in via S.Lazzaro. Il percorso si svolge nella vallata del Chero, su tre differenti percorsi: di 7, 12 e 21 km con diversi punti di ristoro lungo il cammino. La marcia toccherà le località di Ciriano, Travazzano, Magnano, le zone limitrofe di Carpaneto. La partenza avrà luogo dalle 7,30 alle 8,30 e la durata massima della marcia sarà di 4 ore


3 settembre 2009

Corriere Padano

13

CORRIERE DI FIORENZUOLA

A breve i lavori per una collinetta alta 3 metri che attutirà i rumori del traffico e avrà anche una funzione ecologica

Molinetto, presto le barriere anti-rumore Intervento originariamente non previsto, per cui l'Anas ha disposto una variante e per il quale il Comune è riuscito a ottenere circa 700.000 euro. Gli abitanti: "Aspettavamo l’opera dall'apertura della tangenziale" Gli abitanti del quartiere Molinetto le attendevano da tempo, da quando, con l'apertura della tangenziale, quel viavai rumoroso e continuo era arrivato proprio dietro casa. Ora l'attesa sembra essere finita. Partiranno entro questo mese, infatti, i lavori per la realizzazione delle barriere anti-rumore al Molinetto, la lunga fila di collinette che per circa un chilometro, dallo svincolo di Castellarquato, difenderanno dal "chiasso" della tangenziale i cittadini della zona sud di Fiorenzuola (nel dettaglio, il tratto compreso ad ovest del Torrente Arda e ad est della provinciale di Bardi). Come riferito dall'Amministrazione comunale (a seguito dell'ultimo incontro con Anas) è una ditta del parmense ("I.Co costruzioni srl" di Torrile Parma) ad essersi aggiudicata l'appalto. I lavori, che inizieranno a breve, consegneranno agli abitanti del rione una dolce collinetta alta 3 metri, che se da un lato attutirà i rumori del traffico, dall'altro avrà anche una funzione ecologica, una dimensione estetica e fruitiva. Sopra la barriera per un tratto di circa 577 metri saranno sistemati pannelli fonoisolanti di altezza pari ad un metro (e per un tratto di 36 metri in corrispondenza di un traliccio dell'alta tensione è prevista le realizzazione di una barriera in pannelli di altezza pari a 3 metri). E la barriera si colorerà di verde con la realizzazione ai suoi

Da segnare in agenda - Dal 5 al 7 “FESTA DEL QUARTIERE GERASSA” Organizzata dal Quartiere Gerassa (P.zza Cavour) - Dall’ 8 al 14 “FESTA MULTIETNICA-IL MONDO DIETRO L’ANGOLO” Organizzata dal Comune di Fiorenzuola d’Arda Assessorato alle politiche sociali (P.zza Molinari) - Sabato 12 AFFARI IN CENTRO (Centro Storico) - Domenica 13 “PROIEZIONI DEL DVD PARTONO I BASTIMENTI” Organizzata dal Coro Folk Città di Fiorenzuola (Ridotto Teatro Verdi dalle ore 15.00 alle 16.30) - Venerdì 18 e sabato 19 Spettacolo di prosa “ACCIDIA OGGI” Organizzato dalla Associazione Teatrale “Il Gioco delle Parti” (Ex-Macello - Ore 20.30)

piedi di una siepe e la messa a dimora di alberi ad alto fusto (saranno piantumati 180 alberi di prima grandezza, 180 alberi di seconda grandezza e 540 arbusti, per un totale di 900 piante). Nel lato nord, inoltre, (verso le abitazioni) si estenderà una pista di manutenzione (di circa tre metri), di futura realizzazione ciclo-pedonale. Mentre nel lato sud della barriera troverà posto un filare di specie arbustive da fiore per interrompere la monotonia percettiva della barriera da parte di chi percorre la strada. Intervento originariamente non previsto, per cui l'Anas ha disposto una variante e per il quale il Comune è riuscito ad avere circa 700.000 euro (a base d'asta l'Anas aveva 450.000 euro, a cui si sono aggiunti 260.000 euro a disposizione per esproprio), l'opera è "un altro elemento di completamento del tracciato della tangenziale e di relativo inserimento am-

bientale che consentirà di mitigare l'impatto acustico, come era stato richiesto in alcune riunioni di quartiere - spiega il sindaco Giovanni CompianiQuesta è la penultima opera di inserimento ambientale della tangenziale, le ultime opere da mettere in campo sono quelle concordate con Anas che prevedono la sistemazione a verde degli ingressi della città (Porta Piacenza e Porta Parma), che, oltre ad aspetti viabilistici, consentiranno di migliorare la percezione visiva di chi arriva a Fiorenzuola" "Dopo anni di insistenza si può ora prevedere che agli inizi del prossimo anno l'opera sia terminata-fa sapere l'assessore all'urbanistica Carla Danani, che aggiunge "abbiamo preteso ed ottenuto da Anas un progetto attento sia alla dimensione funzionale dell'opera,che ha un preciso carattere di mitigazione del rumore, sia all'aspetto estetico di valenza

paesaggistica, sia a quello ecologico - una siepe è in grado di fornire rifugio, nutrimento e siti di riproduzione per diverse

specie di invertebrati, uccelli e piccoli mammiferi, che alla possibilità fruitiva: la pista di manutenzione potrà infatti poi diventare un notevole percorso ciclopedonale in collegamento con il Lungoarda". Dunque dopo tanto insistenze, sta per arrivare un'opera attesa dai cittadini e promessa dall'Amministrazione. Una promessa mantenuta, anche "se un po' in ritardo" lamentano alcuni abitanti del Molinetto. "I tempi non sono stati rispettati. Dovevano farle da subito, dall'apertura della tangenziale, così ci saremmo risparmiati tante notti insonni" sentenzia una signora, mentre qualcun altro confessa che ormai non ci

sperava più. Ma al di là di ritardi o meno, quasi tutti i cittadini che abbiamo interpellato si dicono contenti della notizia dell'avvio dei lavori. E non mancano già i primi suggerimenti ("dovrebbero estenderle di più") e qualche voce stonata dal coro. "Non erano certo così necessarie- dice un'abitante della zona - E allora la gente che da 20 anni abita sulla via Emilia cosa dovrebbe dire?" ma.ia Il tracciato della barriera che per circa un chilometro, dallo svincolo di Castellarquato, difenderà dal rumore della tangenziale i cittadini della zona sud di Fiorenzuola


Corriere Padano

3 settembre 2009

14

WEEKEND

Sebastiao Salgado, venti scatti per allertare sul clima

"Antichi organi", pokerissimo di concerti

Il festival Teatro Natura conclude la kermesse con una mostra fotografica di Sebastiao Salgado dal titolo “Clima: le ragione di uno sviluppo sostenibile”. Una ventina di scatti che mettono in risalto come il clima stia cambiando e di come sia necessario correre ai ripari pensando ad uno sviluppo più sostenibile. La mostra è aperta dal 6 settembre al 27 settembre, al Caffè letterario T34 in via Trieste 34 a Piacenza. Per informazioni circa gli orari: PKD 329.8521350

Cinque concerti in altrettante chiese della provincia per "Antichi organi, un patrimonio da salvare". La manifestazione, organizzata da Giuseppina Perotti, ha lo scopo di tutelare i circa 70 organi antichi dei luoghi sacri piacentini. L'edizione 2009 è dedicata a Haendel, nel 250esimo della morte. Il via venerdì 4 settembre in S. Maria Assunta di Caorso: musiche di Haendel e Scarlatti sull'organo Lingiardi con Andrea Chezzi, accompagnato al violino da Igor Cantarelli.

Internazionale Illica a Castellarquato Dal 4 al 6 di settembre Castell'Arquato ricorda il suo illustre concittadino Luigi Illica con l'omonimo Premio Internazionale. In programma un weekend denso di eventi: serata dedicata al cinema influenzato da Illica e Puccini, mostra cinematografica e un Gala lirico con la premiazione a tre cantanti di fama internazionale, oltre a grandi nomi della regia, della sirezione d'orchestra, della musicologia e delle attività culturali. www.comune.castellarquato.pc.it/

WEEKEND Tendenze Festival In the name of rock Moltheni l’ospite più atteso alla Taverna delle Fate Ventisei gruppi in gara, nuovo cd per gli Haulin’ass ANDREA DOSSENA E' Moltheni l'ospite più prestigioso dell'edizione 2009 di Tendenze Festival, l'ormai tradizionale kermesse musicale che, nella nostra città, offre da metà anni '90 un'importante vetrina alle band emergenti di Piacenza e oltre. La Taverna delle Fate sarà la location dell'appuntamento, che si articolerà da venerdì 4 a domenica 6 settembre: in cartellone 26 gruppi e sei guest star, più due dj set. Va detto che la ritrovata salute e la rigenerata continuità di Tendenze - organizzata dall'associazione Airbag 29100 e da Arci - sono già di per se stesse una buona notizia, visti i momenti di difficoltà vissuti qualche anno fa dalla manifestazione, ma a stuzzicare i fans dei sound alternativi in cerca di nuovi talenti sarà soprattutto - come sempre - la chance di gustarsi un variegato e saporito cocktail di note. Già, perché Tendenze è soprattutto questo: difficile, per un curioso della musica, annoiarsi partendo - venerdì - con il rock'n'roll piratesco dei Black Bones e lo ska per il XXI secolo degli Scala's Big 9, passando sabato - per l'originale metal spaziale dei Morkobot e i bruschi stop & go dell'hardcore firmato dai romani To Kill, per chiudere - domenica - nel segno dell'alternative rock dei redivivi Padma e dell'indie folk di un cantautore come Moltheni, in-

discussa "star" di Tendenze 2009. La rassegna vivrà un momento importante anche grazie agli Haulin'ass che, sabato a mezzanotte, presenteranno in anteprima il nuovo, sudatissimo album "Towards Which Future". Si tratta del primo full-lenght ufficiale della band, ed è un

concept album composto da tre capitoli e dodici brani, con l'obiettivo di "mettere nero su bianco la raggiunta maturità". Registrato e mixato nella primavera 2008 da Carlo Izzo a Tavernago, all'Elfo Studio di Alberto Callegari, il cd è stato masterizzato all'Oasis Mastering Studio di S.Barbara negli USA da Gene Grimaldi. Se questi sono i nomi più noti, Tendenze potrà contare sul buon livello medio di tutti i ven-

tisei gruppi in concorso, selezionati tra una cinquantina di aspiranti. Citando qua e là, potrebbero lasciare il segno il gusto brit pop dei Flowers, l'energia dei parmensi Black Hole Company o il progressive dei David's Lodgers. Attenzione anche ad Alessandro Zanolini, il cui solido songrwriting è il punto di forza di canzoni che puntano sul rock più classico. Per chi vorrà far tardi, come detto, ci saranno gli scatenati dj set che faranno ballare fino alle ore piccole: prima botta di ritmo - venerdì 4 con i Valnurians tra reggae e hip hop, seconda - sabato 5 - al gusto di electro-house e dubstep firmata Techfood con l'aggiunta di Mc Ardimann, resident dj del Magnolia di Milano. Non mancheranno neppure le videoproiezioni, con filmati che ripercorreranno le edizioni passate di una manifestazione che sarebbe stato un peccato lasciar morire. Fondamentale resta naturalmente il band contest, affidato ai competenti giudizi del giornalista Luca Frazzi della rivista Rumore e del mitico Antonio "Tony Face" Bacciocchi. Quest'anno ci sarà un unico vincitore: alla band più convincente, mille euro da spendere in ore di registrazione al Mofo Studio e la possibilità di giovarsi della sinergia con il "Forli for Peace", esibendosi proprio nell'edizione 2010 della rassegna di band forlivesi che è una sorta di "sorella" minore della nostra Tendenze.

Nina Zilli, 50mila... sorrisi La piacentina Fraschetta duetta con Giuliano Palma: successo Il suo duetto con Giuliano Palma, intitolato "50mila", è in rotazione nelle principali radio e tv musicali, e la nostra città può esultare. Nina Zilli, protagonista della canzone dal gradevole sapore retro e del video che la accompagna, è infatti lo pseudonimo con il quale la cantante piacentina Maria Chiara Fraschetta ha azzeccato l'ennesima reinvenzione. Camaleontica artista dalla ricca formazione musicale e non solo (visto che, oltre che nella natia Val Trebbia, ha vissuto anche in Irlanda e negli Stati Uniti), la Fraschetta è nota ai più come front woman di Chiara e gli scuri, formazione piacentina forte di un divertente ed ironico mix tra ska e reggae. Il loro successo più noto è stato il singolo "Tutti al mare", che ha consentito al gruppo di agganciare un discreto airplay radiofonico e, soprattutto, di farsi apprezzare attra-

SCELTI PER VOI

verso coinvolgenti gigs. Ma l'artista piacentina - che di sè, nel suo Myspace, scrive: "Sono nata la notte e penso sia per questo che mi addormento quando gli altri si svegliano" ha molte dimensioni: polistrumentista e arrangiatrice, ha anche studiato canto lirico in Conservatorio, però ha presto capito che la sua strada sarebbe stata un'altra. Ora, nell'inedita veste di Nina Zilli, la Fraschetta sta ottenendo un nuovo successo nazionale con "50 mila", stilosa canzone di lancio di un ep contenente 6 brani più la cover di "You Can't Hurry Love" delle Supremes. Magari, nel vedere la copertina del singolo, i più attenti si accorgeranno che la Nina Zilli sulla quale la Universal sembra intenzionata a puntare è la stessa ragazza che nel 2000 presentava, a fianco del mitico Red Ronnie, l'indimenticato "Roxy Bar". Andrea Dossena

A CURA DI ANDREA DOSSENA

IN CUFFIA

SUL COMODINO

AL CINEMA

L'EVENTO

HOREHOUND DEI DEAD WEATHER

ZIA MAME DI DENNIS PATRICK

S. DARKO DI CHRIS FISHER

DISCO_NNECT FESTIVAL A VENEZIA

Garage rock grezzo e psichedelico quello della band che è il nuovo side project di Jack White. Dopo i Raconteurs, il fuoriclasse dei White Stripes si reinventa batterista nel supergruppo fondato con la leader dei Kills Alison Mosshart, che schiera anche Dean Fertita dei Queens of The Stone Age e Jack Lawrence degli stessi Raconteurs.Trascinato da brani come "Hang you from the Heavens", "Treat me like your mother", il disco ha avuto ottimi risultati sia negli Usa, con la posizione 6 nella chart di Billboard, che nel Regno Unito, dove è salito fino alla posizione numero 14.

Arrivato fino al trono di titolo più venduto in italia ad oltre cinquant'anni dalla prima uscita americana, il romanzo è reso irresistibile dal personaggio di Zia Mame. E a lei, nell'America degli anni Venti, che viene affidato il nipotino di undici anni rimasto orfano: è l'inizio, per il ragazzino e per il lettore, di un travolgente succedersi di avventure, eventi, party, amori e sorprese che porta anche ad attraversare l'America dei tre decenni successivi trascinati da Zia Mame, gran dama giapponese capace di anticipare le mode giostrando tra mille costumi e altrettante novità.

Lo sceneggiatore Nathan Atkins e il regista Chris Fisher sfidano un titolo assurto allo status di cult come "Donnie Darko", riproponendo in buona parte temi e stile della pellicola di Richard Kelly. Nuovi personaggi, però, nel film che ha sbancato il box office anche da noi: si comincia da sette anni dopo la morte di Donnie, quando la sorella Samantha - in viaggio con l'amica Corey - resta con l'auto in panne nel deserto ed inizia ad avere una serie di visioni: una, "ovviamente", annuncia l'imminente fine del mondo. Per chi non può fare a meno della misteriosa famiglia Darko.

Forte Marghera di Venezia Mestre sarà la sede di una delle kermesse musicali più originali dell'estate, che il 4 e 5 settembre promette "esperienze sonore tra identità digitali e corpi off-line". L'obiettivo del festival è la connessione di diversi linguaggi espressivi. Disco_nnect vedrà esibirsi artisti di fama internazionale - da James Murphy & Pat Mahoney (LCD Soundsystem Live Disco set) ai Royksopp - appartenenti al panorama alternativo, ma offrirà anche opere che utilizzano come media pittura, fotografia, video, performance, installazioni e sound art.


3 settembre 2009

Corriere Padano

15

WEEKEND Prendi il largo, convegno pastorale alle Pianazze

Bobbio, si parla di San Colombano

Convegno Pastorale 2009 "Prendi il largo" a Villa Regina Mundi di Pianazze. Venerdì 4 e sabato 5 settembre in discussione il tema tratto dal Vangelo di Luca: ne discuteranno don Roberto Vignolo, biblista, docente alla Facoltà teologica di Milano-Lodi, e mons. Franco Giulio Brambilla, vescovo ausiliare di Milano, preside della Facoltà Teologica Interregionale di Milano. Interverrà monsignor Gianni Ambrosio.

55esimo convegno su San Colombano: il professor Paolo Gulisano, esperto di cultura celtica, parlerà sul tema "Colombano, un Santo per l´Europa". Appuntamento sabato 5 settembre 2009 alle 16 a Bobbio, all'auditorium Santa Chiara del locale Comune in Piazzetta S.Chiara, 1. L'evento è organizzato dagli Amici di San Colombano di Bobbio.

FUORINGIRO CREMONA

Paoli e Baglioni al Festival di Mezza Estate

Il teatro si fa in tre La stagione Tre per Te: grandi nomi sul palco e dietro le quinte. Paolo Rossi ritorna sulle scene Una stagione di prosa in continuità con quelle precedenti, caratterizzata da alta qualità e scelte artistiche che ricercano il sottile equilibrio tra tradizione e innovazione; accompagnerà gli appassionati piacentini tra l'autunno 2009 e la primavera 2010. Teatro Gioco Vita ha dato sfogo a tutta la propria creatività e passione, con un risultato che si preannuncia all'altezza delle aspettative del pubblico piacentino. Nomi di grande richiamo del panorama teatrale nazionale ed internazionale, ma anche

si può che segnalare "Giorni Felici" il primo spettacolo di Bob Wilson (figura di spicco del panorama teatrale mondiale) presentato a Piacenza. Spazio anche per i sonetti di Shakespear con "Love is my sin" che incanteranno il pubblico della Filo sotto l'attenta regia di Peter Brook, altro grande nome del teatro. Per gli amanti del teatro shakespeariano da non perdere anche "La Tempesta" diretta da Andrea Della Rosa ed interpretata da Umberto Orsini. Tra gli attori, c'è sicuramente grande attesa per

Chiusura alla grande per la rassegna di teatro, musica e danza che ha animato l’estate della cittadina lombarda. Sabato 5 settembre il concerto “Gino Paoli Live 2009” dove il cantautore genovese si esibrà in alcuni pezzi del nuovo album “Storie” e in altri arrangiamenti jazz. Arena Giardino, ore 21.30, prezzo del biglietto euro 30.00 poltronissima - euro 23.00 1.a e 2.a tribuna). Domenica 6 settembre sarà Claudio Baglioni in “GRAN CONCERTO - Q.P.G.A. Storia musicale di un amore che non dura tutta la vita ma la cambia per sempre” a calcare il palco dell’Arena. Non è un semplice tour, ma una vera e propria opera moderna, il racconto in musica di un grande amore, cui seguirà un viaggio tra i pezzi storici del repertorio dell'artista. Prezzi a partire da 38 euro, fino a 70 euro per la poltronissima. Info: www.comune.cremona.it

COLORNO (PR)

Tutti matti... per il teatro

Nella foto grande gli Haulin’ass, qui sopra la copertina del loro nuovo album, a lato a sinistra Moltheni

"scommesse" su giovani attori locali come nel caso dei piacentini Marco Cacciola e Mariangela Granelli, che con il loro lavoro stanno avendo un crescente successo nei teatri italiani. Ai tradizionali Tre per Te (come sempre articolato nei tre cartelloni Prosa, Teatro Danza ed Altri percorsi) e Pre/visioni (con laboratori di approfondimento teatrale) ; da quest'anno sarà proposta una sfiziosa novità "A teatro con gusto" grazie alla quale l'esperienza della scena si incontra e si confronta con la cucina e i suoi autori, in un gioco teatrale che diventa gioco di sensazioni ed emozioni. Si comincia il 5/6 novembre con lo spettacolo pirandelliano "Il piacere dell'onestà" portato in scena da Leo Gullotta. Da registrare anche il gradito ritorno al Municipale di Luca De Filippo, con "Filumena Marturano" a chiudere la trilogia dedicata ad Eduardo. Tra i veri e propri eventi 2009/2010, non

Paolo Rossi che reciterà Mistero Buffo del premio Nobel Dario Fo; ed Antonio Albanese, che presenterà i suoi indimenticabili personaggi. Intrigante è anche il progetto su "Aspettando Godot" del celebre drammaturgo Samuel Beckett, il testo sarà messo in scena, dal Teatro Out Off con la regia di Lorenzo Loris e da Diurni e Notturni con Lucia Vasini. Le compagnie proporranno la propria personale lettura dell'opera, da cui scaturirà un confronto tra gli attori che parleranno del loro modo di affrontare l'universo beckettiano. Glauco Mauri e Roberto Sturno si confrontano con il testo di Eric-Emmanuel Schmitt "Il vangelo secondo Pilato". Gli appassionati di vecchia data potranno rinnovare il proprio abbonamento dall'8 al 26 settembre, per tutti gli altri invece la campagna partirà il 29. Info: Teatro Gioco Vita tel. 0523.332613

RASSEGNE TEATRALI

Lultimaprovincia chiude nel segno di Grotowski

Riscoprire la terra e i suoi segreti, a teatro

Lultimaprovincia, il festival proposto dai "Manicomics", arriva a Piacenza con la messa in scena degli ultimi tre eventi. La cornice è tra le più suggestive, il cortile di palazzo Farnese, e gli spettacoli (inizio ore 21) si preannunciano da non perdere. Il weekend teatrale, si apre venerdì 4 settembre con il Workcenter Grotowski che presenterà lo spettacolo "Io sono America", un coinvolgente dialogo che avrà come filo conduttore il poema di Allen Ginsberg "America". Sabato 5, spazio invece per "Psyco", un viaggio attraverso la psiche della donna contemporanea interpretato da Allegra Spernanzoni e Samanta Oldani. A chiudere l'edizione 2009 torneranno i testi di Allen Giunsberg messi in scena dal Workcenter Grotowski, con "I sing the body electric - a concert" un'esplorazione tra musica e parole delle interazioni umane. Il Workcenter di Pontedera, sarà protagonista anche di un laboratorio teatrale per le giovani generazioni, che si terrà dal 4 al 6 settembre (sempre al Farnese) dalle 10 alle 15, la partecipazione al percorso è gratuita. Per info www.manicomics.com

Pontenure ospita l'ultimo appuntamento della kermesse "Teatro Natura", il festival eco-sostenibile giunto alla settima edizione, che dal 19 giugno ha coinvolto grandi e piccini portando all'attenzione degli spettatori temi di straordinaria importanza come il cambiamento climatico, il riciclo e il rapporto tra uomo e ambiente. Proprio l'urbanizzazione ed il conseguente abbandono di un rapporto privilegiato con la natura saranno alla base della serata di sabato 5 settembre presso il parco di villa Raggio a Pontenure. "Quando l'uomo depose la zappa" di e con Filippo Arcelloni spettacolo itinerante sul lento e continuo distacco che ci ha portato a dimenticare la terra ed i suoi segreti. Sabato 5 aprirà i battenti anche la mostra fotografica allestita presso il caffè letterario Trieste 34 di Piacenza (in via Trieste 34 appunto) che proseguirà fino al 27 accompagnando i visitatori in un viaggio per il pianeta condotti dall'obbiettivo del fotografo di fama internazionale Sebastião Salgado. Attraverso i suoi scatti, si potrà assistere alle modifiche paesaggi, uomini e cose, al come cambiano sotto la guida di un'economia insostenibile che ne modifica i fondamenti. Per info www.acpkd.it

Si alza nuovamente il sipario sulle strade e piazze di Colorno che anche quest’anno faranno da palcoscenico agli artisti invitati alla seconda edizione della festa internazionale di circo e teatro di strada, ideata dall’associazione culturale Teatro Necessario: "Tutti matti per Colorno". La 2ª edizione si tiene a Colorno il 5 settembre 2009 dalle ore 18:30 alle ore 24:30. Mentre venerdì 4 settembre, alle ore 22:00 l'anteprima del festival con "Nuova Barberia Carloni" della compagnia Teatro Necessario. La manifestazione, gratuita, si terrà anche in caso di pioggia. Info: tel.328.3926956, www.teatronecessario.it

TRAVERSETOLO (PR)

FUTURISMO! da Boccioni all'Aeropittura Alla Fondazione Magnani Rocca, per la prima volta tutti insieme in Emilia Romagna, capolavori di Boccioni, Balla, Severini, Sironi, Soffici, Russolo, Depero, Prampolini, sculture, ceramiche, libri futuristi (il libro imbullonato di Depero, il libro di latta di D’Albisola), figurini di abiti futuristi, fino alle opere di aeropittura di Dottori, Crali, Fillia, Tato. Una sezione di arte pubblicitaria futurista arricchisce la mostra documentando una formidabile inventiva anche in questo ambito creativo, di inalterato impatto comunicativo. Info: tel. 0521 848327 / 848148 - info@magnanirocca.it www.magnanirocca.it

LANGHIRANO (PR)

De Gregori e Van De Sfroos in concerto al Festival del Prosciutto Ospiti d’eccezione per questa edizione 2009 del Festival del Prosciutto due cantautori italiani di richiamo. Francesco De Gregori salirà sul palco, allestito appositamente presso Piazzale Celso Melli a Langhirano (PR), venerdì 4 settembre, ore 22.00, con lui suoneranno i musicisti che da alcuni anni lo affiancano sia nelle performance live che nelle registrazioni discografiche: Stefano Parenti alla batteria, Alessandro Arianti alle tastiere, Alessandro Valle pedal steel guitar e chitarra, Lucio Bardi e Paolo Giovenchi alle chitarre e naturalmente Guido Guglielminetti, storico capobanda, al basso. Riproporrà al suo numerosissimo pubblico di ogni età, nuovi e vecchi brani, diventati ormai dei veri e propri classici della musica italiana. Per lo spettacolo con Francesco De Gregori sono disponibili posti a sedere numerati. Sabato 5 settembre sarà la volta di Davide Van De Sfroos, ore 22.00, un artista da sempre particolarmente applaudito dai numerosissimi fans della nostra città; nella tappa del 40 Pass Tour 2009 proporrà, come consuetudine, i suoi migliori e più famosi brani. Info: www.festivaldelprosciuttodiparma.com


Corriere Padano

16

AGENDA

3 settembre 2009

WEEKEND

CASTELVETRO

AGAZZINO

Festa dei vecchi ricordi Da sabato 5 a lunedì 7 settembre nella frazione di Borgonovo. Sabato dalle ore 19 stand gastronomici; domenica dalle 8.30 tour delle cascine, raduno di moto d'epoca, alle 12.30 pranzo sull'aia, alle 19 stand gastronomici e serata danzante con orchestra; lunedì dalle 19 stand gastronomici e serata danzante con orchestra.

BOBBIO

Maccheronata sotto le stelle Sabato 5 settembre a partire dalle ore 19 presso il porticato dell'Abbazia di S. Colombano stand gastronomici.

PIEVE DUGLIARA

Madonna della cintura Sabato 5 e domenica 6 settembre nella frazione di Rivergaro. Gastronomia e danze con l’orchestra Marco Riboni il sabato e Alberto Kalle e Matteo Bensi la domenica.

FIORENZUOLA

Festa del quartiere Gerassa Da sabato 5 a lunedì 7 settembre festa in Piazza Cavour stand gastronomici e musica.

Festa multietnica Da martedì 8 a lunedì 14 settembre in Piazza Molinari. Cucina multietnica, musica di tutto il mondo e dibattiti.

PIACENZA

Festa cittadina del PD Presso Porta Borghetto fino al 6 settembre. Giovedì 3 settembre incontro con Rosi Bindi e di seguito musica con Mauro Sbuttoni e Ma.Ma. Blues. Venerdì 4 incontro sul diritto alla salute e a seguire serata Jazz con Mattia Cigalini Trio. Sabato 5 alle ore 21 cabaret con David Riondino. Domenica 6 alle ore 18.30 incontro con Beppino Englaro, alle 21 incontro con Vasco Errani, a seguire piano bar con Mauro Sbuttoni.

CASTEL SAN GIOVANNI

Mostra degli Hobby Fino a domenica 6 settembre presso le scuole Cardinale Casaroli mostra degli hobbisti.

GRAZZANO VISCONTI

Giornata Fantasy Domenica 6 settembre per tutta la giornata animazione per ragazzi nel borgo.

Cultura alla Sagra settembrina Annullo filatelico con l'"Enrica Futurista" di Bot In occasione del centenario del Futurismo, il movimento artistico d'avanguardia di Filippo Tommaso Marinetti, che proprio nel lontano 1909 pubblicò il Manifesto Futurista, Castelvetro organizza l'annullo filatelico. L'iniziativa, promossa dal comune di Castelvetro, avverrà all'interno della Sagra Settembrina, prevista nel fine settimana da sabato 5 a lunedì 7 settembre. Per l'intera giornata di domenica 6 settembre, le Poste Italiane allestiranno quindi un banchetto in piazza Biazzi e vidimeranno un francobollo ad immagine futurista, un pezzo unico da veri collezionisti, che gli appassionati potranno tenere come ricordo. Sarà l'"Enrica Futurista" di Bot l'immagine scelta per il bollo unico. Per tutte le serate di festa e per l'intera giornata di domenica, stand gastronomici in piazza Biazzi, a cura della Pro

Loco del paese, "Nuovo Gar (Gruppo attività ricreative)", al lavoro per preparare piatti della cucina tipica piacentina da offrire ai numerosi ospiti, che si presenteranno agli stand, aperti a partire dalle 18,30. Tutte le sere orchestre di ballo liscio intratterranno il pubblico danzante, mentre piazza Villa ospiterà il Luna Park. Sabato 5 settembre, si balla con "Tiziano Band" per proseguire domenica 6, con

"Gianni e Cristiano". A concludere la kermesse, lunedì 7 settembre, l'orchestra "Brunali e Franchi". Non mancheranno le iniziative culturali promosse dal Comune di Castelvetro, che organizza, presso la Biblioteca, due mostre di pittura degli artisti Angelo Scaravella e Annunciata Cusumanu. Altra novità, la distribuzione del tradizionale "Numero Unico", pubblicazione culturale a cura dell'assessorato alla Cultura di Castelvetro. L'opuscolo, dedicato alle iniziative culturali di Castelvetro, oltre che ad approfondimenti e fotografie del paese, verrà distribuito domenica 6 settembre dalle 10 alle 16, in concomitanza con l'annullo postale a tema futurista. Al centro del "Numero Unico" 2009, la riqualificazione di piazza Biazzi inserita all'interno di un progetto più ampio che coinvolge la viabilità del-

l'intero centro storico e di via Roma. I lavori hanno avuto inizio a febbraio 2008 e ad oggi è stato completato il primo lotto. Tanti i temi affrontati nell'opuscolo, e spiegati dal vicesindaco Giancarlo Bossi. Ampio spazio sarà riservato a Pierina Belli di Castelvetro, proclamata lo scorso anno Serva di Dio e per la quale è in corso il Percorso di Beatificazione. Ci sarà una parte dedicata al Futurismo, tema dell'annullo postale di quest'anno, e una riservata a Giovannino Guareschi, oggetto del francobollo vidimato lo scorso anno, in occasione della Sagra Settembrina 2008. Non mancherà nel "Numero Unico", un riconoscimento al pittore monticellese Angelo Scaravella per la donazione di un'opera al Comune di Castelvetro. L’annullo filatelico dedicato a l'"Enrica Futurista" di Bot


3 settembre 2009

Corriere Padano

17

SPORT Lippi boccia la tessera del tifoso

A TAVOLA MANGIARE BENE

Osteria del Pescatore, cucina di fiume e di terra dal sapore genuino

ROMA - Marcello Lippi boccia la tessera del tifoso: "Mi sa di schedatura" dice il ct della Nazionale, al programma tv web KlausCondicio. "E' una cosa che ghettizza. Diciamo che qualsiasi forma di schedatura non mi piace, tanto meno quella che riguarda i tifosi". Lippi sfronda anche il futuro dalle voci di un suo ritorno in panchina dopo l'esperienza da ct dell'Italia: "Lo dico ufficialmente. Dopo l'esperienza della Nazionale non mi vedrete mai piu' allenare un club”

Abete: "Il tetto agli ingaggi non risolve i bilanci dei club" ROMA - "Il tetto agli ingaggi non è la soluzione risolutiva di tutti i problemi". Così il presidente della Federcalcio, Giancarlo Abete, secondo il quale un eventuale Salary Cap sui contratti dei giocatori potrebbe essere tranquillamente aggirato. Abete ha poi aggiunto: "Il presidente della Lazio Lotito ha dimostrato, chiudendo il bilancio in attivo di 28 milioni di euro, che non serve l'obbligo del tetto ai salari per una gestione patrimoniale sana".

Il locale altro non è che l' "evoluzione" di uno dei tipici "casoni" costruiti sulle palafitte in riva al Po. In passato questi erano i luoghi in cui i pescatori arrivavano in barca per fare merenda, la classica merenda con salume, pesce fritto e

un buon bicchiere di vino. Col tempo, e grazie al continuo afflusso di clienti anche dal cremonese, il "casone" si è ingrandito fino a diventare una trattoria in piena regola. Ristrutturato e ammodernato fino ad arrivare, con l'attuale gestione di Nicoletta Persegani, al locale odierno, climatizzato e confortevole. Fritto di pesce d'acqua dolce e carne alla brace sono le colonne del menù che varia in base ai prodotti di stagione. Si comincia di solito con i salumi: i tre DOP piacentini, coppa, salame e pancetta, ma anche ottimo culatello e crudo. Inoltre, tutte le sere, è possibile gustare la torta fritta con la spalla cotta di San Secondo. Tra i primi si possono sempre scegliere almeno due risotti, con ingredienti di stagione (ai funghi, ai tartufi o alle cipolle caramellate e gorgonzola, solo per citarne alcuni), e numerose varietà di pasta, tutte fatte in casa dalla signora Nicoletta: tortelli alla ricotta ed erbette, o alla zucca in stagione, gnocchi, ravioli di stracotto o senza carne, lasagne, cannelloni, crespelle. Oltre al fritto di pesce d'acqua dolce (ambolina, pesce gatto e anguilla), oggi quasi introvabile, ma di cui Nicoletta porta avanti con orgoglio la tradizione, la proposta si allarga allo storione alle erbe o alla brace, filetti branzino o trota alla brace. Prenotando con anticipo (due giorni), si può passare dal pesce di fiume a quello di mare. Tra le carni, oltre alla ricca offerta di carni alla brace, da non perdere la coppa arrosto con aceto balsamico, la salsiccia con polenta e, in stagione, la selvaggina, fornita direttamente dai cacciatori e cucinata secondo la tradizione della Bassa. Infine i dolci al cucchiaio: panna cotta, tiramisù, semifreddo al torrone o allo yogurt e frutti di bosco. Per chi ama la pasta frolla, crostata alla marmellata o crema pasticcera. Dalla cantina i migliori vini DOC dei Colli Piacentini ed alcuni DOC Oltrepo Pavese. L'Osteria del Pescatore è Certificato Cucina Tradizionale Piacentina.

SPORT

Piacenza baby boom Vittoria sul Lecce, Bianchi con l'Under 21: la riscossa dei giovani biancorossi. Cinque degli undici titolari schierati da Castori erano farina del sacco del vivaio GIOVANNI DOPERNI Risparmiamoci il solito "papocchio". Che è presto, che in fondo sono state giocate appena due partite, che non si può trarre chissà quali indicazioni. Cominciamo invece a ragionare su qualche dato. Sicuramente significativo. Contro il Lecce cinque degli undici titolari schierati da Castori erano farina del sacco del vivaio. Quasi metà Piacenza fatto in casa con una cerniera in difesa che, fatta eccezione per Tonucci, era per trequarti figlia del settore giovanile: Avogadri a destra, Bini in mezzo e Calderoni a sinistra. A centrocampo Bianchi e Nainggolan a scortare quel

dall'ingombrante presenza di Riccio, questo pare davvero per lui il campionato della definitiva consacrazione. Sotto questi auspici è almeno iniziato. E i gradi di capitano ereditati dopo la cessione di Patrascu ne fanno il simbolo del potere giovane che anima questo Piacenza, stavolta davvero coerente con le linee di un programma votato alla difficile quadratura del cerchio tra le esigenze di bilancio e la salvaguardia de patrimonio tecnico consegnato in dote a Castori. Bravo l'allenatore ad amalgamare gli ingredienti e a calibrare sapientemente gli equilibri sfruttando comunque tutto il potenziale dell'attacco. Castori ha proseguito sulla strada del 4-3-3 e delle tre punte autentiche anche quando

interrogativi. Ma anche l'unico centravanti "vero" in organico, capace di catalizzare e finalizzare la manovra offensiva. La risposta sono nel gol segnato contro il Lecce e in quello altrettanto bello inspiegabilmente annullato a Empoli. Tulli c'è, insomma. E c'è pure Mattia Graffiedi che le malelingue volevano in preda alla nostalgia e alla voglia di tornare alla corte di Pioli. Manca giusto che Moscardelli si metta in moto al ritmo della seconda parte della scorsa stagione e che Guzman risolva i cronici problemi muscolari: un reparto di avanti così assortito è secondo solo a quelli delle big Torino e Reggina. A centrocampo, invece, deve essere invece individuato il nuovo play davanti alla difesa chiamato

la prudenza sarebbe stata lecita. Dopo il rovescio in Coppa Italia con il Verona é andato avanti e ha insistito sulle qualità di Graffiedi e sull'esuberanza atletica di Moscardelli. Ma soprattutto il tecnico sta per vincere l'importante scommessa sul recupero di Tulli, giocatore fermo da più di un anno e sul quale gravavano pesanti punti

a sostituire Patrascu. Potrebbe essere Sambugaro o il ruolo potrebbe essere affidato a Bianchi o Nainggolan. Ma in lizza ci sono pure Silvestri e Parfait. Castori avrà due giorni in più per provare: a Padova si gioca martedì proprio per le contemporanee assenze dei nazionali Bianchi e Nainggolan.

Osteria del Pescatore Via Po, 14 Castelvetro Piacentino Tel. 0523.824333 - Fax 0523.825653 Chiuso: lunedì

NEWS La Chisola sposa l'Ortrugo Domenica 6 settembre torna l'appuntamento con Ortrugo e Chisola a Borgonovo Val Tidone. Per il secondo anno consecutivo, degustazioni, musica e sagra paesana si incrociano per un fine settimana dedicato al divertimento e alla scoperta dei prodotti tipici della Val Tidone, in primis la Chisola, focaccia che il comune di Borgonovo ha inserito nei propri prodotti De.Co. (Denominazione Comunale). Per tutta la giornata in Piazza De Cristoforis (dalle 10 alle 18) ci saranno degustazioni guidate dai sommelier AIS e FISAR di Ortrugo, in accompagnamento a prodotti gastronomici tipiche della zona. E nell'ora dell'aperitivo… "Ortrugo Cocktail" aperto a tutti.

A CURA DI GIUSEPPE DE PETRO g.depetro@corrierepadano.it

Patrascu poi rispedito a Padova nel giorno che ha chiuso il mercato. Il Piacenza che ha battuto il Lecce è insomma quello che aveva probabilmente in testa il presidente Garilli quando ha chiuso il portafogli e ha dato ordine di valorizzare le risorse interne. Poi capita che Tommaso Bianchi si risveglia e torna a svolazzare in campo e a segnare una doppietta fotocopiata sui gol mundial di un certo Marco Tardelli diventando il simbolo di una squadra che in "solo" due partite si già scrollata di dosso un bel po' di incognite. Alla faccia del famolo strano per risparmiare. Il progetto, invece, sta in piedi perfettamente. Sono giovani, belli. E sono forti. Tanto che finalmente Casiraghi non ha potuto chiudere gli occhi di fronte al talento esplosivo del Bianchi da Follonica, il ragazzo pescato da Graziano Bini nel feudo toscano dell'Atalanta che prima o poi doveva esplodere e che adesso sembra davvero sulla rampa di lancio. Frenato l'anno scorso dalla pubalgia e

SPORT WEEKEND Calcio serie B PADOVA-PIACENZA DOMENICA 6 SETTEMBRE 2009 ORE 15. Classifica: Torino e Frosinone 6; Sassuolo, Ascoli, Brescia, Padova, Triestina e Reggina 4; Lecce, Cesena, Cittadella,

Ancona, Empoli e Piacenza 3; Vicenza 2; Albinoleffe, Gallipoli, Mantova e Crotone 1; Modena, Salernitana e Grosseto 0. Prossimo turno: Albinoleffe-Ancona; Ascoli-Mantova; Brescia-Torino; Cesena-Cittadella; Empoli-Crotone; Grosseto-Gallipoli; Lecce-Frosinone; Padova-Piacenza; Reggina-Vicenza; Salernitana-Modena; Sassuolo-Triestina.


Corriere Padano

3 settembre 2009

18

SPORT

Un manager nel pallone, Beretta nuovo presidente Lega Calcio

Niente Ducati, Lorenzo resta in Yamaha (con Valentino Rossi)

Bobbio-Penice, rivive la corsa cara a Ferrari

ROMA - Maurizio Beretta e' il nuovo presidente della Lega Calcio. L'ex direttore generale di Confindustria ha ricevuto 36 preferenze, di cui 19 dalla serie A e 17 dalla B, da parte delle 40 societa' presenti con potere di voto presenti in assemblea generale straordinaria. Dall'urna sono uscite anche due schede bianche e altrettante con il nome di Giancarlo Abete.

ROMA - Jorge Lorenzo resterà alla Yamaha anche nel 2010. Il team giapponese ha confermato dunque per il prossimo anno la coppia formata dallo spagnolo e da Valentino Rossi. Lo spagnolo, dunque, non passerà alla Ducati, casa alla quale era ormai vicinissimo. "Sono molto felice. Ringrazio la Yamaha per aver mantenuto le sue promesse" è stato il commento del pilota

Sabato 5 e domenica 6 settembre la rievocazione della classica gara Bobbio-Passo Penice. La competizione prese vita nel 1929, e nella terza ed ultima edizione del periodo pioneristico registrò il successo di Enzo Ferrari su Alfa Romeo 2300 sport. Dopo alcuni decenni di alti e bassi, nel 1994 il "Club Piacentino Autoveicoli d'Epoca" ha dato il via alla rievocazione di una iniziativa che conserva tutto il suo antico fascino.

Copra volley, schierati per la Supercoppa Italiana Durante i mesi estivi la squadra ha acquistato Sequeira e Urnaut (schiacciatori), i due centrali Oivanen e Piano. Riserva di Durante sarà il giovane Mazza GIACOMO SPOTTI Fino a prova contraria i campioni in carica sono sempre la squadra da battere e dunque è con questa etichetta che il Copra Volley si appresta a iniziare la nuova stagione 2009/2010. Il tempo dei festeggiamenti è finito e già da

un mese la truppa di Angelo Lorenzettista lavorando sodo per non farsi trovare impreparata al primo appuntamento della stagione, la finale di Supercoppa Italiana in programma a Frosinone il 20 settembre contro la Lube Macerata. Campioni d'Italia contro i vincitori della Coppa nazionale, esattamente come

nel calcio, e da questo match potrebbe proprio uscire il primo "titulo" della stagione. La società biancorossa ha lavorato molto bene in estate, assicurando al tecnico di Fano una formazione più completa di quella dello scorso anno. Nella passata stagione infatti i biancorossi avevano dimostrato di essere un se-

stetto di assoluto livello ma anche di patire parecchio la famosa "panchina corta". E così durante i mesi estivi Lorenzetti è stato accontentato con l'acquisto dei due schiacciatori Sequeira e Urnaut, i due centrali Oivanen e Piano mentre riserva di Durante sarà il giovane Mazza. Acquisti di assoluto livello (soprattutto Sequeira) che giocherebbero titolari in un qualsiasi sestetto di media classifica. Così è stato messo a posto il tassello che riguardava la composizione della rosa, per quanto riguarda la preparazione invece c'è ancora un po' di tempo per oliare i meccanismi in vista della sfida con la Lube. La scorsa settimana c'è stata la prima uscita stagionale

contro Santa Croce, formazione che milita in A2, e la vittoria è stata più che altro frutto dell'ampia differenza qualitativa dei giocatori. Per il resto il Copra si è mostrato ancora imballato, naturale che sia così, ma si sono viste alcune curiose scelte tattiche da parte di Lorenzetti. Sarebbe meglio dire alcune confermate scelte perché in sostanza si è vista la mossa che caratterizzò il finale della scorsa stagione, cioè Marshall nel ruolo di "finto" opposto. Contro Santa Croce il tecnico ha messo Sequeira da schiacciatore così ha potuto schierare fin dall'inizio il cubano come opposto, ruolo che mal digerisce, tanto che alla fine è un finto opposto perché tuttavia rientra ugualmente nelle trame di gioco. Nello starting six tut-

tavia sarebbe Bravo a dover ricoprire il lavoro svolto da Sequeira nell'amichevole ma questa è già una prima indicazione tattica in vista dell'esordio di Supercoppa mentre il Campionato scatterà il 27 settembre con la trasferta in casa del Prisma Taranto. La Champions League invece partirà il 2 dicembre con la fase a gironi (Copra, Atene, Wegiel e Friedrichshafen) e la squadra piacentina sarà impegnata in casa della tedesca Friedrichshafen.

Da sinistra in senso orario: Zlatanov parla con Lorenzetti; in primo piano Sequeira, Meoni e Marshal durante gli allenamenti al Palazzetto dello Sport


3 settembre 2009

Corriere Padano

19

SPORT

SPECIALE MOTORI

Nuova Volkswagen Polo tre versioni in arrivo Attesa nelle concessionarie a settembre mentre la 3 porte debutta ad ottobre. Al lancio 3 motorizzazioni, da 60 a 105cv La nuova Volkswagen Polo arriva a settembre nelle concessionarie, e un mese dopo anche la versione 3 porte che costerà dai 12.450 Euro nella versione benzina 1.2 da 60cv ai 14.700 della 1.6 diesel da 75cv. E cco il listino completo fornito dalla casa costruttrice per il mercato italiano: Versione 3 porte 1.2 Trendline - Euro 12.450 1.2 Comfortline - Euro 13.400 1.4 Comfortline - Euro 14.050 1.4 Highline - Euro 15.375 1.6 TDI DPF Trendline - Euro 14.700 1.6 TDI DPF Comfortline - Euro 15.325 Versione 5 porte + Euro 525

Con la nuova Polo è stato possibile ridurre il peso della carrozzeria del 7,5%. L'impiego di nuovi motori TDI e TSI e del cambio a doppia frizione a 7 marce (DSG) garantisce valori di consumo e di emissioni ridotti. In questo senso emergono le qualità del nuovo 1.2 TSI. Questo quattro cilindri a iniezione diretta con turbocompressore eroga 105 CV e consuma solo 5,5 litri di carburante per 100 km (129 g/km CO2); il 20% in meno del precedente propulsore. Nel primo anno di commercializzazione, per la nuova Polo saranno disponibili sette motorizzazioni: quattro benzina e tre Diesel, con una gamma di potenze da 60 a 105 CV. Cinque di queste motorizzazioni sono completamente nuove o sono al loro primo impiego nella Polo. Le motorizzazioni previste all’inizio delle vendite sono il 1.2 60 cv, 1.2 70 cv, 1.4 85 cv, 1.6 TDI 75 cv, 1.6 TDI 90 cv e il 1.6 TDI 105 cv. Tutti e tre i motori TDI sono nuovi e, grazie all'iniezione diretta common rail impiegata per la prima volta nella Polo, sono sia efficienti che

Raffaele e Tania

Italo

Tessera del tifoso, questa sconosciuta FILIPPO MANCINI Per la prima del "Piace" poca o quasi nulla conoscenza del nuovo decreto legge varato dal ministro Maroni, che imporrà a partire da questo inverno la tessere del tifoso. Documento molto importante che dà diritto a seguire la propria squadra in trasferta, infatti chiunque ha reati per daspo o per motivi di ordine pubblico legati al calcio non potrà entrarne in possesso, ed avere agevolazioni di vario genere a discrezione delle società. Le impressioni dei tifosi intervistati anche se ancora poco informati, sono

Mio sport MARCE VENERDI’ 4 SETTEMBRE CURUM PAR LA CHISOLA Ventesima edizione. Ritrovo a Borgonovo Val Tidone. Due percorsi a disposizione: 6 e 12 km. Partenza tra le 18 e le 19 per i partecipanti, tempo massimo di due ore e mezza. Organizzazione a cura del Gruppo Podistico Borgonovese. Per informazioni: Alessandro Riboni, cell. 328/9778265.

DOMENICA 6 SETTEMBRE CAMMINATA DELLE TRE VALLI 17esima edizione. Ritrovo per i partecipanti a Carpaneto piacentino. Partenza tra le 7.30 e le 8.30. Ben tre percorsi a disposizione: 7, 12 e 21 km. Tempo massimo di quattro ore. Organizzata dal Gruppo Marciatori Carpaneto. Per informazioni: Benvenuto Barabaschi, tel. 0523/859504.

confortevoli nella guida. Il loro potenziale è dimostrato dalla Polo 1.6 TDI: grazie al "pacchetto BlueMotionTechnology" essa può oggi definirsi l’auto Diesel a cinque posti più economica e con le minori emissioni del mondo. Il suo consumo medio è infatti di 3,6 litri ogni 100 km, con emissioni di 96 g/km di CO2. La Polo con il frontale caratterizzato dal nuovo design Volkswagen è un'auto completa e originale che, con una lunghezza di 3.970 mm (+54 mm rispetto alla Polo precedente) e una larghezza di 1.682 mm (+32 mm), offre spazio per cinque persone e molti bagagli (capacità da 280 a 952 litri). Già l'aumento della larghezza con contemporanea riduzione dell'altezza (-13, vale a dire 1.453 millimetri) ha portato a un nuovo rapporto più dinamico delle proporzioni. Il design stesso è caratterizzato da linee nette e precise senza eccessi stilistici legati al momento. Fonte: www.infomotori.com

Stefano e il nipotino

CICLISMO DOMENICA 6 SETTEMBRE GRANFONDO COLNAGO Quinta edizione della manifestazione ciclistica in ricordo di Ernesto Colnago. Partenza e arrivo presso Piacenza Expo – Località Le Mose – S.Statale 10. Tre percorsi a disposizione: Granfondo (Percorso Km 165), Mediofondo (Percorso Km 120), Piccolafondo (Percorso Km 70). Per informazioni: A.S.D. EVENTI tel. 0523457578. Per ulteriori informazioni: Udace di Piacenza, telefono e fax 0523.331704, mail: info@udacepc.org

contrastanti, c'è chi come Raffaele e Tania, tifosi del "Piace" da qualche anno, che condividono l'idea del governo, che

a loro parere con l'introduzione di questa tessera potrà garantire maggiore sicurezza all'interno e fuori dagli impianti sportivi, che spesso vengono presi di mira da facinorosi. Stessa idea anche da parte di Stefano, storico tifoso del Piacenza, presente allo stadio da molti anni, che la giudica una buona idea, per migliorare il clima che alle volte non è dei migliori. Infine Italo, supporter da diversi anni e anche presente ad alcune trasferte, si dice contrario a questo decreto, lo considera da tifoso un controsenso e solo il frutto dell'impatto che gli scontri e i fatti di violenza tra ultras hanno sull'opinione pubblica italiana.


Corriere Padano

3 settembre 2009

20

CHI CERCA TROVA

ANNUNCI Lavoro cerco Coppia di coniugicerca attività di custode in zona Bobbio (Pc) in cambio di abitazione gratuita. Tel. 348-8640923 Signora polacca con esperienza, referenziata e automunita,offresi come collaboratrice domestica, baby sitter, stirare, badante anche case di cura e ospedali. Tel. 328-2168578 Signora ucraina offresi per cura anziani, buona esperienza. Tel. 327-0931050

Lavoro offro Offresi stage per praticantato in studio legale a studentessa , laureanda o laureata in legge, impegno 2/3 mattine la settimana. Tel. 339-5667411

Abitazioni in vendita Vendesi ampia villetta di testa nella zona di Casalpusterlengo, con ampio giardino e terreno attiguo di proprietà. Tel. 346-2471821

Abitazioni in affitto Appartamento arredato affittasi in Via Campo Sportivo Vecchio Piacenza: ampio ingresso,cucina abitabile, sala,camera letto matrimoniale, ripostiglio, bagno, balconi. Euro 500,00 mensili. Tel.349-6036391 Affittasi appartamento zona S.Lazzaro Piacenza, 120 mq ristrutturato, 4 vani, doppi servizi, cortile con 2 posti auto. No agenzie. Euro 500,00 mensili. Tel. 347-3405220 Privato affitta in località Besurica (Piacenza) , grande bilocale finemente arredato. Privato affitta in centro storico grande monolocale finemente arredato con possibilità garage. Per info telefonare al 328-5464008 A Podenzano affittasi bilocale ristrutturato arredato, no spese condominiali, preferibilmente a referenziati. Euro 400,00 mensili. No agenzie. Tel. 329-7421565 Bilocale arredato affittasi:cantina,box doppio,nessuna spesa condominiale, zona Gragnanino. Unico impegno l'acquisto di alcuni mobili. Tel. 334-1161664 A Rivergaro (vicinanze Riverpark) privato affitta a partire dal mese di novembre villetta a schiera ben arredata nuova con garage, doppi servizi, spazio verde, 3 letto, Euro 1000 mensili, max 18 mesi uso foresteria. Tel. 331-3404475

Case vacanze A Marinella di Sarzana affittasi ampio monolocale da fine agosto a fine settembre, anche settimanalmente ad Euro 250,00. Disponibili 4 posti letto e posti auto. Tel. 339-5667411

Animali Cagnolone taglia grande, bianco e nero,1 anno, pelo corto, molto dolce abbandonato cerca casa urgentemente. Tel. 347-7291643

Varie Affittasi box in Via Rossi Piacenza, Euro 60,00 mensile. Tel. 3496036391 Casamobile con roulotte/FENDT 6 posti letto vendo in campeggio alta Val Nure con piscine,beach-volley, calcio, ristorante/bar bella posizione prezzo interessante. Tel. 338 -3530206. 200 bottigliette liquore mignon più 70 statuette di liquore tutte sigillate vendo Euro 1.000 trattabili.Visibili a Piacenza. Tel. 333-3540903. Stampante Epson d 120 quasi nuova compatibile con windows me xp visto vendo a Euro 45,00. Tel. 320-1792668

Avviso ai lettori Ricordiamo che per il servizio di pubblicazione degli annunci la redazione non riceve alcun compenso sulle transazioni commerciali, non effettua vendite dirette, non è responsabile per la qualità, la provenienza o la veridicità delle inserzioni né dell'esito della transazione oggetto dell'inserzione stessa. Le richieste di inserzioni sono espressamente subordinate al consenso dell'Editore alla pubblicazione ed alla disponibilità di spazi La Direzione pertanto si riserva il diritto di modificare rispettando il messaggio, rifiutare o sospendere una inserzione a proprio insindacabile giudizio, nonché di effettuare dei controlli sull'inserzionista. L'editore non risponde per eventuali ritardi rispetto alla data indicata dall'inserzionista, o perdite causate dalla non pubblicazione dell'inserzione per qualunque motivo e non è responsabile per eventuali errori di stampa. Gli inserzionisti sono responsabili di quanto indicato nella richiesta di inserzione e sono obbligati a risarcire all'editore ogni pregiudizio, di qualsiasi tipo, eventualmente da esso sopportata in relazione all'inserzione commissionata ed al suo contenuto.

COME TRASMETTERE L’ANNUNCIO GRATUITO Compila in stampatello la cedola pubblicata a fianco e spediscila a: CORRIERE PADANO VIA XXIV MAGGIO N.4 29100 PIACENZA Oppure trasmettila via fax al numero: 0523/754369 Inoltre è possibile inviare una e-mail all’indirizzo: annunci@corrierepada no.it


CORPAD 03-09-09