Page 1

SETTIMANALE DI INFORMAZIONE FONDATO NEL 1983

Poste Italiane spa - Spedizione in a.p. - D.L. 353/2003 (conv.in l.27/02/2004 n.46) art. 1, comma 1 - DCB Pc

GIOVEDÌ 21 MAGGIO 2009 - ANNO 26 N. 16 - EURO 0,20

Fiorenzuola, entro l’estate fine lavori all’ospedale Ha tutto il fascino di un rito, la Fiera di Primavera di Fiorenzuola. Musica, spettacoli, stand gastronomici: dal 22 al 24 maggio.

Manca poco all'ultimazione dei lavori di ampliamento dell'ospedale di Fiorenzuola. Entro un paio di mesi la nuova struttura, al nudo dei reparti, sarà completata e a luglio inizieranno le prove di collaudo. "Il terzo piano è già ammobiliato, mentre il secondo piano deve ancora essere arredato, ma i mobili sono già pronti per essere sistemati, spiega l'ingegnere Franco Camia, direttore del Dipartimento tecnico dell'Ausl, che ci aggiorna sullo stato dei lavori.

SERVIZIO DA PAGINA 10

PAGINA 12

E’ festa di primavera

A Piacenza in 700 in lizza per 16 posti nella pubblica amministrazione

Solidarietà

Pubblico impiego, miraggio per tanti Si guadagna il 47% in più rispetto al privato, per questo i neolaureati sgomitano per entrarci. Ma dopo tre anni di precariato si resta a casa

Pubblicità inferiore al 45% - Contiene IP www.corrierepadano.it

WEEKEND Al via il Festival della Teologia PAGINA 17

Alla scoperta delle fattorie PAGINA 18

All’Arsenale Storie sulla pelle PAGINA 19

Tre big per il debutto di Daniele Ronda PAGINA 18

“In Bene we trust” PAGINA 6

Musica in centro con I cortili in concerto PAGINA 17

Prosegue il dibattito tra i grillini del Meetup piacentino e il sindaco Reggi sulla diretta del Consiglio comunale che ha portato Grillo ad indirizzare un video al primo cittadino. Il video è stato recapitato al sindaco, che apre ai grillini sulla diretta: “Sarei anche favorevole, ma si rischia la politica spettacolo”

Il miraggio del posto fisso ha fatto sperare milioni di italiani, ma adesso in periodo di crisi economica, occupazionale e di “speranza” è stato definitivamente superato da un altro forse più a portata di mano: il sogno di un posto qualunque anche se a tempo determinato, molto qualificato e poco remunerato nel comparto pubblico. Per 15 posti - a tempo indeterminato - in polizia municipale, si sono fatti avanti in 300; per un posto da amministrativo all'Ausl 400 domande. E sono mille alla ricerca di uno dei 30 posti da educatore precario

A PAGINA 4

A PAGINA 3

Replica a Grillo

Reggi: la diretta del Consiglio esalta la politica-spettacolo

Campagna elettorale, dove il superfluo è necessario PAGINA 4

Copra volley, siamo campioni d’Italia! PAGINA 20


Corriere Padano

21 maggio 2009

2

VILLAGGIO GLOBALE

Scienza e salute - Una scoperta dei ricercatori dell'Università di Bologna

'Sansone', il virus herpes 'ogm' che distrugge il cancro Geneticamente modificato, distrugge le cellule tumorali e risparmia quelle sane. Il 60% delle cavie trattate è completamente guarito

Ingegneri e architetti: primi a trovare lavoro

BOLOGNA - Un virus geneticamente modificato che distrugge il cancro dall'interno, potente abbastanza per combattere quello al seno e alle ovaie. Chiamato "Sansone", è il virus herpes anti-tumorale creato nei laboratori dell'Ateneo di Bologna. Il virus, spiegano in una nota dall'Alma Mater, "non è depotenziato ma geneticamente modificato", in modo da "distruggere le cellule tumorali e risparmiare quelle sane". Testato sui topi nei laboratori del Dipartimento di Patologia sperimentale dell'Ateneo di Bologna, nel corso dell'ultimo anno, il virus ha dato risultati di speranza: il 60% dei topolini trattati è completamente guarito dal tumore, mentre nel restante 40% si è inibita in modo significativo la crescita del cancro. "Quando si manipola geneticamente un virus per poterlo usare come arma contro i tumori– spiega la virologa dell'Alma Mater di Bologna, Gabriella Campadelli-Fiume, che ha guidato la ricerca– di

ROMA - Misurando il successo in termini di condizione occupazionale e retribuzioni, sul podio delle lauree ci sono ingegneria, architettura ed economia. A sostenerlo è il rapporto "Università e lavoro: orientarsi con la statistica" con cui l'Istat incorona i dottori vincenti sul mercato del lavoro. Un esempio? A tre anni dalla laurea "lunga" lavora il 91% degli ingegneri, con un reddito medio netto di oltre 1.460 euro al mese. Un risultato che supera del 15-20% i dati occupazionali di altre lauree considerate "deboli", come quelle del gruppo scientifico, letterario e psicologico. E la differenza è sensibile anche in termini di guadagno: da 100 a 300 euro al mese. Si confermano, quindi, alcuni trend già consolidati, utili indicazioni agli studenti dell'ultimo anno delle scuole superiori, che presto saranno alle prese con la scelta del corso di laurea. I dati dell'Istat sono suddivisi tra lauree triennali e lauree lunghe, e offrono quindi un elemento di orientamento in più nel tormentato cantiere dell'università italiana, che negli ultimi anni ha visto la riforma del "3+2" e la conseguente esplosione dell'offerta formativa. L'esperienza degli ultimi anni dimostra che la maggior parte dei ragazzi (e buona parte delle imprese) continua a considerare la laurea lunga come la "vera" laurea, assegnando al titolo triennale un peso secondario. La prova del mercato, però, sembra contraddire questa tendenza. E non solo per le lauree triennali indirizzate alle professioni sanitarie, che fanno storia a sé e hanno livelli occupazionali altissimi ( 96,4% di media, che arriva al 98,4% tra infermieri e ostetriche). Le lauree triennali del gruppo economico, ad esempio, hanno un tasso di occupazione del 76,4% con un reddito di 1.317 euro e quelle del gruppo politico-sociale arrivano al 73,7% con 1.187 euro. (Ag. Dire)

solito lo si indebolisce, per renderlo innocuo verso l'organismo ospite e controllarlo meglio". In questo modo, però, si finisce "spesso col renderlo poco aggressivo anche verso il tumore- continua la scienziata-

e questa è una delle ragioni per cui questo filone di ricerca non è ancora sfociato in terapie anti-tumorali entrate nella pratica clinica". I ricercatori di Bologna hanno scelto invece una strada più complessa. "Ne abbiamo

lasciato inalterata la virulenza- spiega Campadelli- ma abbiamo tolto al virus le 'chiavi' proteiche con cui entra nelle cellule normali", sostituendole con quelle che "gli consentono l'accesso alle sole cellule malate". I ricercatori hanno rimosso questo pezzo del Dna del virus e l'hanno sostituito con un anticorpo, capace di entrare nelle cellule dei tumori al seno e alle ovaie, che producono la proteina Her-2. E' proprio questa molecola, che riveste le cellule cancerose le trasforma in bersaglio del virus modificato, che aggredisce infatti solo le cellule che ne sono ricoperte, risparmiando le altre. Il virus dell'herpes si replica progressivamente fino all'esaurimento delle cellule malate: eliminato il tumore, non trovando più cellule dove insediarsi, è destinato, secondo i ricercatori, ad estinguersi, a differenza della sua variante naturale che invece resta in forma latente nelle cellule sane, in attesa di manifestarsi alla prima occasione (Ag. Dire)

Giovani(ssimi) e sesso: dilagano le infezioni ROMA - Dilagano fra i teenager le Mst, ovvero le malattie sessualmente trasmissibili. E' questo quanto emerge da uno studio pluriennale compiuto dalle S.C.U. di Clinica Ostetrica e Ginecologica e di Igiene e Medicina Preventiva dell'IRCCS Burlo Garofolo di Trieste. Tra i falsi miti degni di nota, diffusi tra giovani in età scolare, c'è l'idea che l'infezione più pericolosa, e in alcuni casi l'unica, sia quella del virus HIV e che questa interessi solo chi fa uso di stupefacenti. C'è poi anche la convinzione che epatite B e C non abbiano nulla a che vedere con i rapporti sessuali o che la pillola protegga dal contagio sessuale. Sui 1.030 pazienti osservati, il 10% ha avuto rapporti prima dei 15 anni e il 55,3% fra i 16/18: una precocità cui non si accompagna quasi mai un'adeguata informazione su contraccezione (il 61% non usa contraccettivi, solo uno striminzito 9% ricorre a "metodi barriera" come condom o diaframma, i soli capace di prevenire i contagi), protezione e prevenzione. Secondo gli esperti, quindi, ignoranza e disinformazione si riverberano nel moltiplicarsi di infezioni. Fra quelle più sottovalutate c'è la Clamidia che di solito non dà sintomi e che perciò può agire indisturbata fin dall'adolescenza causando, in epoca riproduttiva, seri problemi di infertilità. I dati sono significativi: su 701 campioni analizzati al Burlo 26 sono risultati positivi a questo batterio e questo definisce una prevalenza del 3,7%. (Ag. Dire)

“Levoni, lascia stare le famiglie...” Vorrei rassicurare il consigliere comunale Antonio Levoni (Pc libera) il quale, durante la scorsa seduta del consesso di palazzo Mercanti, sollevava dubbi sull'armonia e l'amore che regna a casa del sottoscritto: mia madre, come mio padre, mia sorella e mia zia stanno tutti bene, grazie, nonostante la mia professione, quella del giornalista, mi porti a passare più tempo in aule consiliari che altrove. Invito per tanto Levoni, se politico è, ad entrare nel merito dell'ultimo articolo apparso su queste pagine e che era teso ad affermare quanto la lista in cui si è candidato, Unirsi al centro con Alberto Squeri presidente, non sia, a mio parere, più che altro una strategia di disturbo per rosicchiare voti nel sottobosco centrista. Su queste colonne, come i nostri lettori possono constatare, non lasciamo spazio a gossip e vicende personali che, oltre a non interessarci, ci fanno anche arricciare il naso. Massimo Paradiso


21 maggio 2009

Corriere Padano

3

IN PRIMO PIANO A Piacenza frequenza record nei corsi di preparazione dei sindacati nella speranza di un impiego nella pubblica amministrazione

Settecento in lizza per 16 posti di lavoro All’Usl e in Polizia Municipale. E per 30 posti da educatore ‘precario’, 1000 domande DARIO RIGOLLI Il miraggio del posto fisso negli ultimi quindici anni ha fatto sperare milioni di italiani, ma adesso in periodo di crisi economica, occupazionale e di “speranza” è stato definitivamente superato da un altro più

dei giovani – esordisce - ma di questo mutamento culturale non abbiamo mai avuto riscontri. Come sindacato, con Cisl e Uil organizziamo corsi di preparazione per i concorsi pubblici e il numero di richieste è impressionante. Oggi sono aperte tre selezioni per impieghi a tempo indeterminato: u-

Ma dopo tre anni di contratto nella PA, i precari devono andarsene a portata di mano: il sogno di un posto qualunque anche se a tempo determinato, molto qualificato e poco remunerato nel comparto pubblico. È quanto emerge dal quadro dipinto da Michele De Rose, segretario della Funzione Pubblica Cgil Piacenza, che rappresenta quelli che per anni sono stati i miti dei giovani italiani, un posto pubblico e a tempo indeterminato. "Si dice che si sia diffusa la cultura della flessibilità, che la precarietà vada incontro alle esigenze

na per 15 posti di polizia municipale a cui hanno aderito in più di trecento, una (aperta solo a chi ha già lavorato nel corpo per almeno tre mesi) per Vigili del Fuoco che offre 84 posti su tutto il territorio nazionale ed addirittura una alla quale per un solo posto da amministrativo generico all'Ausl sono state presentate circa 400 domande". Ma ciò che più inquieta il segretario della Cgil è che "a giugno partirà un concorso per 30 posti da educatore professionale (Quindi al-

meno una laurea triennale in scienze dell'educazione) a tempo determinato (da rinnovare di anno in anno) e sono attese più di mille domande che arriveranno non solo dalla nostra provincia, ma anche da quelle limitrofe". Quindi è prevedibile che un migliaio di giovani laureati si ritroveranno a sgomitare per un posto

Addio a Fugazza, il ricordo di Dadati Stefano Fugazza, direttore della Galleria d'Arte Ricci Oddi, si è spento all'età di 54 anni stroncato da una malattia inesorabile che lo aveva colpito nel luglio dello scorso anno. Tutti concordi opertori culturali, artisti e amministratori - nel piangere la perdita di una grande risorsa culturale per la città. Gabriele Dadati, che con lui dirigeva la rivista Ore piccole: "Al dolore per la perdita di una persona cara si unisce un senso di disorientamento: viene a mancare un riferimento intellettuale per tutta la città. Stefano era un uomo di grandissima cultura". Dadati si sofferma anche sulla grande disponibilità e umanità di Fugazza: "Sua caratteristica era una notevole curiosità verso il mondo. Avevamo tanti progetti per il futuro".

Radici affioranti in viale Milano Mi reco spesso alla Asl di piazzale Milano, percorrendo a piedi il viale omonimo. Hanno tagliato degli alberi ma le radici che escono dal marciapiedi sono pericolose per i pedoni. Invito sindaco e assessore competente a fare una passeggiata su entrambi i lati del viale fino ai Pontieri. E dire che è l'ingresso della città, la strada che porta al "salotto buono" di Piacenza! Piero, telefonata in redazione E' vero che si tratta dell'ingresso alla città, ma è anche vero che (purtroppo) si tratta quasi esclusivamente di un ingresso automobilistico. Tra l'altro, forse, bisognerebbe usare il verbo all'imperfetto poiché crollato il ponte nessuno entra più in città da quella parte. Quanto alle radici affioranti, il problema purtroppo è annoso ma è sempre meglio un albero con radici affioranti che un viale senza alberi.

che richiede qualifiche e responsabilità, ma offrirà (incrociando la dita) uno stipendio non certo principesco senza garantire la possibilità di un investimento sul proprio futuro con eventuali figli o mutui. Un contratto di un anno (da settembre a giugno per dire la verità), quando hai trenta primavere alle spalle e magari ti

senti dare del "bamboccione" diventa un gran colpo di fortuna, un vero e proprio miraggio. "La gente ha bisogno di lavorare -considera De Rose- la crisi è vera e sta investendo la nostra provincia, oggi chi è senza lavoro o rischia di perderlo ha perso la speranza". Ma i giovani precari che vogliono dimostrare quanto valgono per es-

sere, in un futuro non troppo lontano, assunti a tempo indeterminato, devono affrontare un ultimo ostacolo: "Si tratta di un meccanismo perverso -evidenzia- per cui un precario non può lavorare per la pubblica amministrazione più di 36 mesi negli ultimi cinque anni, dopodichè deve essere lasciato a casa. È una follia, pensiamo a chi tra questi mille richiedenti arriverà primo, sarà assunto per merito, perché si è distinto tra tutti i richiedenti e dopo tre anni di lavoro sarà automaticamente licenziato per fare posto a qualcuno che non solo ha raggiunto risultati inferiori, ma ha anche maturato meno esperienza." Il segretario della Funzione Pubblica fa anche un confronto tra settore pubblico e privato "Dopo 36 mesi di assunzioni a tempo determinato, un'azienda che decide di rinnovare il contratto ad un dipendente deve assumerlo a tempo indeterminato. Nel pubblico impiego dopo 36 mesi, a prescindere dalla professionalità acquisita, sei automaticamente licenziato".


Corriere Padano

21 maggio 2009

4

ATTUALITÀ POLITICA

“La diretta del Consiglio comunale esalta la politica-spettacolo” Il sindaco Reggi replica a Grillo che lo invita in un video a trasmettere live le sedute su internet. Ma i grillini sono pronti ad andare avanti Il sindaco di Piacenza Roberto Reggi è serafico: "Sarei anche favorevole a rendere pubbliche le sedute del consiglio comunale ma si rischia di esaltare la politica- spettacolo e nient'altro". E' con queste parole che il primo cittadino risponde alle provocazioni del comico genovese Beppe Grillo il quale apostrofava Reggi con il suo usuale "vaffa" attraverso un video messaggio (che tra breve sarà su internet) perché non si permetteva agli iscritti del Meetup piacentino di riprendere le sedute del consesso di palazzo Mer-

AGENDA ELETTORALE

canti. Secondo quanto sostengono i simpatizzanti di Grillo, i quali venerdì scorso hanno consegnato personalmente nelle mani del sindaco il discusso video che inizia con "Svegliati Reggi", pare che l'assemblea consiliare sia off limits per l'occhio delle telecamere targate Meetup e l'unica deroga concessa fu a suo tempo la discussione su piazza Cavalli: "Non è corretto- precisa il presidente del Consiglio comunale e custode del regolamento del consesso Ernesto Carini- c'è un articolo, il 52, che autorizza l'entrata in consiglio alle sole per-

sone accreditate" mentre le altre, pubblico, giornalisti e, perché no, Grillini, "devono stare al di là della cordicella che separa l'assemblea dal pubblico". Carini infatti ribadisce che "chiunque, durante le sedute pubbliche, può partecipare ai consigli comunali" ricordando che palazzo Mercanti "è dotato di un sistema di registrazione proprio, ora guasto, ma che appena ripristinato potrà essere utile a tutti coloro che vogliano seguire le sedute di consiglio anche da saletta Cattivelli". Il "vaffa" a Reggi è quindi "sbaglia-

to- fa sapere il sindaco- perché io conto come uno dei 41 consiglieri comunali" e sottolinea come "a Genova, dove viene reso pubblico il consiglio in tv, ci siano molti più interventi teatrali, poca sostanza e un'esaltazione della politica-spettacolo". Se quindi Grillo, secondo le parole del sindaco, "non si qualifica bene insultando così la gente", i Grillini sembrano pronti, già dal consiglio di lunedì prossimo, a salire a palazzo Mercanti per riprendere live e rendere pubbliche su internet le sedute del consesso. Massimo Paradiso

Provinciali 2009 - Un confronto vero sui programmi ancora non c’è stato

PDL

Formigoni per Trespidi Il governatore della Lombardia Roberto Formigoni sarà giovedì 21 alle 20 al Corner di Trespidi e alle 21 in Sant’Ilario.

Maurizio Lupi all’OcCorner Maurizio Lupi incontrerà Trespidi sabato 23 alle 18.30.

LEGA NORD

Salvini in provincia Il deputato Matteo Salvini sarà a Castell'Arquato martedì 26 maggio e in serata a Castelsangiovanni.

PD

Bersani incontra la città Pierluigi Bersani venerdì 22 maggio alle 16.30 in Piazzetta S. Francesco sarà intervistato da Francesco Timpano.

SINISTRA E LIBERTA’

Gene Gnocchi lo fa nostrano Sabato 23 alle 21 spettacolo in piazza Cavalli per Boiardi

PDCI

Diliberto in Piazza Duomo Sabato 23 maggio alle 15 incontro con Oliviero Diliberto.

Campagna elettorale, dove il superfluo è necessario Dal presidente uscente mezzobusto, alla convention in cui Piacenza è sintetizzata con ’Armani, la Chiappini e il destro di Inzaghi’. Idee forti, per ora, non pervenute MASSIMO PARADISO Salvaguardare la tradizione per guardare al futuro. Di chi è questo slogan elettorale? Del presidente della Provincia uscente Gianluigi Boiardi? Del suo sfidante del centrodestra Massimo Trespidi? O degli outsider Loris Magnani (Forza nuova), Pietro Tansini e Alberto Squeri (Unirsi al centro)? In realtà di tutti e di nessuno perché ogni candidato alla presidenza dell'ente di via Garibaldi sembra puntare, con molta retorica e savoir faire, su due irrinunciabili concetti che strappano applausi e fanno vibrare le corde del sentimento: tradizione e futuro, anziani e bambini, arte e innovazione, con tutte le declinazioni che ne seguono. In realtà, però, in questa campagna elettorale che ci accompagnerà sino a giugno, di programmi per salvaguardare passato, presente e futuro non se ne è sentito ancora parlare, come nemmeno una riga d'inchiostro è stata spesa per riportare la dichiarazione di qualche candidato che abbia in mente una credibile strategia di rilancio per l'economia locale (atta a spingere la provincia nel realizzarsi nella sua vocazione di

vera eccellenza competitiva sul mercato) o nella promozione della formazione e nell'investimento nell'istruzione, come anche niente si è sentito a proposito di un progetto alternativo per la valorizzazione delle imprese (come anche dei privati) che utilizzino tecnologie ecosostenibili. La campagna elettorale sembra quindi aver messo da parte il contenuto ed il merito politico della competizione per fare posto, piuttosto, a rappresentanti nazionali di partito che non mancano di fare passerella

anche qui a Piacenza, dispensando gaffe come le storpiature del cognome del candidato (vale chiaramente per quelli che se lo ricordano) o citando valli e paesi che con Piacenza e provincia non hanno mai avuto a che fare. Ad affollare la testa dell'elettore, che nel segreto dell'urna cercherà di non ripensare agli estenuanti dibattiti televisivi a cinque che ormai imperversano a tutte le ore sulle emittenti locali, si aggiungeranno anche le immagini del crollo del ponte sul Po, la vittoria del Copra,

le frane in provincia e la sparatoria in via Cornegliana che non aiuteranno di certo a ricordare come la pensava il candidato X su quell'argomento o qual'era l'opinione di Y sulla tal questione. Anche perché i candidati, sino ad ora, non sembrano essersi impegnati poi così tanto a mettere in campo idee forti. Tra i due maggiori duellanti, infatti, è in voga "il fare": se Trespidi "corre" tra scuola, consiglio e agenda elettorale, il suo rivale Boiardi imita Lilli Gruber dalla web tv del suo sito internet e va a spasso con un camioncino giallo "facendolo nostrano" mentre si lasciano ai margini argomenti cruciali come la viabilità, le comunità montane ed il nucleare. La provocazione (che poi tanto provocazione non era) del candidato di Alleanza Sociale Riccardo Palmerini alla convention trspidiana, che sintetizzava il concetto di Piacenza con “la Chiappini, Armani ed il piede destro di Pippo Inzaghi” da quindi lo spaccato di una competizione elettorale molto più propensa a fare del superfluo il necessario, lasciando la sostanza ed il contenuto ben distante. Gli elettori si augurano un cambiamento di ritmo e di contenuti, per farsi finalmente un’idea.


21 maggio 2009

Corriere Padano

5

ATTUALITÀ POLITICA Fiorenzuola - Il sindaco Compiani traccia un bilancio di mandato Locali storici

“Il Patto di stabilità è una cosa assurda"

Addio al Caffè Roma

Parcheggi, nuovo ospedale, piste ciclabili, ex Macello: tante le opere finite e quelle ancora da realizzare Opere iniziate, finite, in itinere e in programmazione. Il sindaco Giovanni Compiani guarda con soddisfazione al passato e traccia un bilancio positivo del suo terzo anno alla guida dell'Amministrazione comunale di Fiorenzuola. "Dal 2007 è andato avanti nel 2008 e sta procedendo nel

stabilità. È una cosa assurda". Probabilmente questi limiti hanno rallentato i tempi di costruzione, "ma una serie di interventi sono comunque stati portati a termine". La ristrutturazione della parte centrale e di una delle palazzine dell'ex macello in Lar-

’Potremmo investire per la città quasi 6 milioni di euro, ma non possiamo usarne più di 1 milione e 500mila’ 2009 il programma di realizzazione delle opere indicate nel nostro programma di mandato". Opere realizzate nonostante le regole fortemente restrittive del Patto di stabilità. "Noi potremmo investire per la nostra città quasi 6 milioni di euro, ma non possiamo investirne più di 1 milione e 500mila- lamenta il primo cittadinoI soldi che il nostro Comune è riuscito a risparmiare negli anni non possono essere reimpiegati per i cittadini a causa dei vincoli posti dal Patto di

go Gabrielli, la costruzione di 220 loculi nel cimitero urbano e di 2 cappelle nel cimitero di San Protaso, il rifacimento dei tetti della scuola dell'infanzia Rodari e della tribuna del campo sportivo, il rifacimento della rete idrica Madonna Arda e Baselica, l'installazione del sistema di videosorveglianza nel territorio comunale. Queste le opere cominciate nel 2008 e terminate nel 2009. Progetti conclusi che vanno ad aggiungersi alla lunga lista

dei lavori ancora in corso e dei tagli di nastro ufficiali attesi nei prossimi mesi. Procedono i lavori di sistemazione del sottopasso e di realizzazione del parcheggio di Viale Corridoni. 270 i posti auto previsti, che insieme ai 225 del parcheggio del Campo Sportivo e ai 105 del parcheggio del nuovo ospedale metteranno a disposizione dei cittadini nei pressi del complesso ospedaliero 600 posti macchina (a Fiorenzuola sono quasi 1900 i posti auto nei parcheggi di piazze e piazzali). Una scelta, quella di "dotare il centro storico di parcheggi di corona", che mira a facilitare la viabilità (migliorata dopo la resa lampeggiante e a chiamata del semaforo sul ponte e l'installazione degli avvisatori di velocità). "E prima dell'estate-ricorda Compiani- partirà la sperimentazione della rotonda su via Illica". Nei prossimi mesi, inoltre, andrà in appalto la pista ciclabile per Baselica, verranno realizzate le opere di difesa che costituiranno una prima parte del Lungo Arda; a giugno si concluderà il progetto

Laguna della nuova piscina comunale scoperta; entro settembre partiranno i lavori di ristrutturazione dell'ultima palazzina dell'ex Macello, mentre continua il programma di asfaltatura delle 22 strade urbane indicate nel programma di mandato. E tra i tagli di nastro più attesi quello per il nuovo ospedale. Dopo la stagione estiva termineranno i lavori e in occasione della fiera di San Fiorenzo ci sarà l'inaugurazione, "perché l'idea-spiega Compiani-è quella di inaugurare non una struttura vuota, ma funzionante. C'è stato uno sforzo sui contenuti della nuova struttura che ci ha portato a confrontarci con l'Azienda Usl fino ad arrivare alla sottoscrizione di un documento congiunto che contiene funzioni, personale, tempi e risorse". Ma a caratterizzare questo inizio 2009 c'è stata un'altra firma importante, quella dell'accordo di pianificazione del nuovo Psc(Piano Strutturale Comunale), "un elemento fondamentale per lo sviluppo economico, sociale, ambien-

Elezioni Provinciali

Gas · Idraulica · Riscaldamento Climatizzazione · Ventilazione Aspirazione polveri civile & industriale

Fiorenzuola d’Arda (Pc) - Via Matteotti, 8/A Tel. e Fax 0523.982979 E-mail: anguissola.impianti@libero.it

AS

T IC CE RI

A

Mancano meno di tre settimane alle elezioni provinciali del 6 e 7 giugno e ormai la campagna elettorale è entrata nel vivo, con confronti e appuntamenti non solo con i candidati presidenti, ma anche coi vari candidati dei collegi elettorali. Per il collegio di Fiorenzuola, il Pdl e la Lega Nord(entrambi schierati con il candidato presidente di centrodestra Massimo Trespidi) scendono in campo rispettivamente con il giovane consigliere comunale Fabio Gnocchi e l'ex assessore provinciale Andrea Pezzani. Investire in politiche per la salute, risolvere il problema dei pendolari istituendo un tavolo permanente che coinvolga le regioni Lombardia ed Emilia Romagna, le province, Trenitalia e le associazioni dei pendolari, intervenire su strade e infrastrutture. Ha le idee chiare il candidato del Pdl, che attacca il lavoro della Giunta Boiardi e la prolungata assenza del presidente uscente, durante i suoi 5 anni di mandato, da Fiorenzuola. E a lamentarsi dell'Amministrazione Boiardi, dei mancati investimenti e opere promesse, ma non realizzate(come la palestra del polo scolastico superiore Mattei) è anche il leghista Pezzani, che vuole mettere in campo azioni di difesa dell'occupazione sul territorio, politiche mirate per la sicurezza dei cittadini e di contrasto all'immigrazione clandestina, interventi per potenziare il nuovo ospedale e migliorare i collegamenti ferroviari dalla stazione di Fiorenzuola. Il Pd e Rifondazione Comunista(che sostengono il candidato presidente di centrosinistra Gianluigi Boiardi) schierano rispettivamente il vicesindaco Giuseppe Brusamonti e il segretario regionale del Prc Nando Mainardi. Favorire lo sviluppo economico potenziando politiche del lavoro attraverso l'osservatorio provinciale, assicurare più servizi alle famiglie e ai minori, aumentare l'offerta di posti negli asili nido. Brusamonti prospetta questi interventi e la necessità di impegnarsi per risolvere il problema dei pendolari e garantire un nuovo ospedale che "sappia intervenire con prontezza ed affidabilità nella diagnostica di primo intervento per poi affidare la cura a strutture più idonee". E a sottolineare la centralità di politiche attive del lavoro, in questa fase di crisi, è anche il candidato di Rifondazione che mira a rafforzare gli interventi pubblici a favore dei lavoratori, a rilanciare la scuola pubblica investendo sulle infrastrutture scolastiche, aprendo nuove scuole e nuovi asili, in sintonia con quanto già fatto dall'Amministrazione Boiardi. E Mainardi si oppone al ritorno del nucleare in Italia e sostiene l'attuazione integrale dei contenuti delle Ptcp. maia

P

Crisi, sicurezza, pendolari: scendono in campo i candidati nel collegio di Fiorenzuola

Pasticceria dolce e salata Vasto assortimento bomboniere Cioccolateria • Idee regalo • Caffé artigianale

Dolci personalizzati Con le immagini preferite per rendere unici i momenti più speciali Fiorenzuola d’Arda (Pc) • via Trieste, 9 • tel. 0523.982040 • fax 0523.944868

tale per la Fiorenzuola dei prossimi anni". Circa 600mila metri quadrati di nuove aree saranno messi a disposizione per il produttivo e 250mila per il commercio. Numeri che dimostrano, secondo Compiani, "quanto certi timori -di mancata promozione dello sviluppo economico- siano privi di fondamento". I contenitori del latte, il mercato contadino, la valorizzazione dei prodotti tipici, i progetti per l'arredo degli spazi urbani del centro storico (elaborati dagli studenti del Politecnico di Milano)."Il problema dello sviluppo è un aspetto su cui questa Amministrazione ha sempre investito e tende a investire". E tra le prossime date importante. Dal 15 giugno partirà il sistema di raccolta differenziata "porta a porta", che consentirà di aumentare la quota di raccolta differenziata(dal 42 per cento di differenziata del precedente sistema l'Amministrazione spera ora di arrivare al 60 per cento e oltre), avvalendosi della collaborazione dei cittadini. maia

(maia) Ha chiuso il Grande Caffè Roma, uno dei più noti locali pubblici di Fiorenzuola, situato nel centro storico, all'angolo tra via Mischi e Piazza Caduti. In attività dal primo dopoguerra, gestito per 70 anni dalla famiglia Maccagni, il Caffè Roma è diventato famoso per il suo gelato artigianale preparato con cura e capace di richiamare clienti da tutta la Provincia. Ma i visitatori esterni, i suoi drink, le sue ricette e i successi del passato non sono riusciti a evitare la triste chiusura di pochi giorni fa, quando il Bar Roma ha abbassato la saracinesca, segnando la fine di un pezzo storia della nostra città. Una foto “storica” di Piazza Caduti


Corriere Padano

21 maggio 2009

6

ATTUALITÀ

Ponti e Beoni: serve un federalismo vero per le infrastrutture dei trasporti, così non va

“Il crollo del ponte sul Po è un problema locale” Molti esperti non pensano che la mancanza del collegamento tra Piacenza e San Rocco sia una questione nazionale. Intervista agli ingegneri del Politecnico Non è per andare controcorrente. E per essere coerenti con la scienza. E i trasporti e le infrastrutture che li regolano, per il professor Giorgio Beoni, sono una scienza esatta da insegnare a centinaia di studenti universitari di ingegneria del Politecnico di Milano, sede piacentina. Per l'esattezza Beoni insegna Infrastrutture per i trasporti e sostiene che “il ponte sul fiume Po crollato non è né un emergenza nazionale né una “questione” nazionale, ma un problema locale che si scontra con l'Anas, un ente che ha bisogno di molti passaggi per prendere una decisione”. Non tutti sono d'accordo dunque, sul fatto che il crollo del ponte sia una questione nazionale. Certo è che se per qualche strano motivo - vedi alla voce: incidenti o tir rovesciati in A21 – dovesse incepparsi il collegamento dell'Autosole tra la sponda emiliana e quella lombarda, il Bel Paese si ritroverebbe tagliato a metà nel cuore della zona più produttiva che ha. Secondo Beoni non sarà facile risalire alle responsabilità del crollo del ponte né arrivare presto ad una soluzione alternativa per il collegamento tra Piacen-

za e San Rocco, anche se il presidente Anas Ciucci ha garantito una soluzione in 14 mesi. “Quando ci sono sovrapposizioni di competenze come queste diventa difficile il processo decisionale – spiega Beoni -. Bisogna passare, teoricamente, attraverso un processo lungo fatto di molti passaggi, che fanno perdere tempo. La responsabilità nelle infrastrutture dei trasporti, in Italia, si perdono in centinaia di rivoli. Ci vuole un interlocutore definitivo per il rifacimento del ponte, ma se si va a parlare con il ministro dei trasporti – prosegue - rimanda al direttore generale Anas, il quale rimanda ai capi compartimen-

to, e non dimentichiamo che abbiamo due capi compartimento confinati in questa partita: quello di Bologna e quello di Milano. E si raddoppiano ulteriormente i problemi”. Secondo lei sarà facile delineare le responsabilità del crollo? “E' molto complesso definire le responsabilità in un crollo come questo – risponde -. Molto spesso faccio il consulente tecnico per il tribunale e mi rendo conto che quando ci sono questioni che coinvolgono i lavori pubblici, è difficilissimo risalire effettivamente alle responsabilità, oppure si riesce ad arrivare alla fine dicendo che dieci persone possono essere responsabili nei limiti

delle loro competenze”. Ma a pagare poi non è nessuno. Secondo un altro super esperto delle infrastrutture, l'ingegner Marco Ponti, collaboratore de La Voce.info e relatore in diverse edizioni di Chainlog nonché insegnante del Politecnico per 6 anni a Piacenza, “ci vorrebbe una devolution effettiva alle Regioni sulle infrastrutture viabilistiche”. “L'Anas – dice – non si è dimostrata efficiente negli ultimi 10 anni, e difficilmente lo sarà fino a quando non ci sarà un passaggio di competenze vicino ai cittadini”. Nella foto a destra l'ingegner Marco Ponti

“In Bene we trust”, t-shirt solidale Gli amici di Benedetto, “fenomeno del palleggio”, raccolgono fondi alla tabaccheria di via Boselli “In Bene we trust”, ossia lavoriamo per il Bene, inteso come Benedetto, fenomeno del palleggio, colui che può restare ore a palleggiare con un pallone da calcio senza farlo cadere per terra. Meglio se è un po sgonfio. Maglietta bianca e scritta rossa, con il sorrisone pacione del Bene stampato sopra, così si presenta una T-Shirt che sempre più di frequente viene indossata nei campi di calcetto della città o nelle zone dove bazzica Benedetto, su tutte l'Infrangibile – e la coop dell'Infra – e Facsal. L'originale iniziativa è in parte avvolta dal mistero. La maglietta è in vendita alla tabaccheria di via Boselli e non è chiaro se il ricavato serva per fare avere un po' di soldi in tasca a quel ragazzo “speciale” di Bene-

detto, tramite la sua assistente sociale, o se serva per raccogliere fondi proprio per la sua assistente sociale, che può occuparsi di lui la metà del tempo rispetto a prima. Resta il fatto che della maglietta “In Bene

we trust” e della lodevole iniziativa, in città se ne parla parecchio. Sono pochi infatti i piacentini a cui gli ultras della curva nord hanno dedicato un coro. Tra questi c'è lui, “Il Bene”, al secolo Benedetto. Stop. Come i brasiliani, come Kaka, lui è semplicemente Benedetto. Su you tube girano molti suoi video in cui palleggia sia ai ai piedi della curva che in altri angoli della città. Con gli immancabili cori in sottofondo: “Voglio diventare Benedetto”, “Bendetto portaci in Europa”, “Garilli compraci Benedetto” e “Benedetto facci una rovega”. Già, la “rovega”. La rovesciata è la sua primizia, non sono in tanti ad averla vista. Ma chi ha avuto la fortuna di vederla in diretta, ne parla spesso.

Grondana e Nure "salvi" Vittoria per No Tube I progetti di centrali idroelettriche presentate da Val Nure srl saranno respinte dalla Regione. A dare la notizia sono stati Alfredo Briggi e Gianmarco Rancati del comitato No Tube. "Si anticipa che l'esito della procedura non potrà essere favorevole", si legge nella lettera del 5 maggio firmata dalla giunta regionale, quindi "Nure e Grondana non saranno deturpati per qualche kilowatt" commenta Rancati. Dalla presentazione dei progetti, nel 2007 è sorto il comitato No Tube che da allora non ha perso tempo portando alcuni comuni, la Provincia e ora la Regione a riconoscere il danno ambientale che queste centrali avrebbero portato. "Dopo due anni è arrivata questa vittoria commentano i referenti del comitato - e anche se non possiamo che essere soddisfatti avremmo preferito che la regione non bocciasse quel particolare progetto, ma impedisse qualunque intervento in zone di pregio ambientale come queste". "Abbiamo vinto una partita e dobbiamo festeggiare - concludono - Per questo e per parlare delle prossime battaglie ci daremo appuntamento giovedì 21 (ore 21) alla galleria Rosso Tiziano".

“Terra madre”, anteprima

L’epopea del riciclo Andrà in scena al Teatro Municipale, martedì 26 maggio alle 21, “Enìade, l’epopea del riciclo” lo spettacolo di teatro-scuola del laboratorio Ri-fiutando, la proposta di educazione ambientale di Enìa pensata e declinata per diffondere tra i più giovani la cultura e la pratica del riciclaggio dei rifiuti. Lo spettacolo è un’opera corale realizzata da 800 studenti di diverse fasce d’età organizzato in collaborazione con il Comune di Piacenza, Manicomics Teatro e la cooperativa Mele Verdi (Info biglietti 0523.549910)

Martedì 26 maggio alle ore 21.00 al Cinema Iris a Piacenza ci sarà la proiezione in anteprima provinciale del film-documentario "Terra madre" di Ermanno Olmi. Un vero e proprio viaggio all'interno delle Comunità contadine di tutto il mondo. Le riprese sono iniziate a Torino nel 2006, durante il Forum Mondiale Terra Madre, da qui Olmi ha cercato la forza interna del movimento, un "modello di comportamento" che potesse diventare il riferimento ispiratore del suo lavoro. Nel febbraio 2008 una troupe è andata alle isole Svalbard per filmare l'inaugurazione della Banca Mondiale dei Semi, poi si è recata a Dehradun (Nord dell'India) per la raccolta del riso in una fattoria dove sono custoditi i semi tramandati di generazione in generazione e ultimo viaggio a Quarto d'Altino, nel Veneto, a filmare un contadino nel puntiglioso lavoro di ogni giorno.

Fiorenzuola

Il Psc arriva in Consiglio per l'adozione A fine mese l'amministrazione comunale convocherà un incontro con i consiglieri comunali per la presentazione del Psc (Piano strutturale comunale), la pianificazione strategica di lungo periodo del territorio comunale, prima di giungere alla seduta in Consiglio, per la sua adozione. Il Psc che l'amministrazione presenterà sarà il risultato dei suggerimenti e delle valutazioni scaturite dagli incontri di presentazione del Documento preliminare alla città, in seguito ad un percorso partecipato con cittadini ed associazioni e ad un percorso di consultazione con i soggetti portatori di interesse. Intenzione dell'amministrazione, elaborare un Piano che offrisse opportunità alla creatività imprenditoriale e che allo stesso tempo fosse a vantaggio della collettività, attraverso sistemi perequativi per il recupero di spazi pubblici. "Abbiamo individuato 9 ambiti di espansione residenziale di cui due a Baselicaduce e 21 ambiti di riqualificazione residenziale, di cui 2 a San Protaso", specifica l'assessore Carla Danani (Urbanistica e riqualificazione urbana), che conferma la zona Barabasca a vocazione produttiva, di cui si prevede l'ampliamento, e l'area Porta Parma ad uso commerciale. Ed ancora: conferma urbanistica del Parco dell'Arda e implementazione delle aree sportive, aree a edilizia sociale distribuite sull'intero territorio, incremento delle infrastrutture per la mobilità lenta. "Il Psc che andremo a presentare è già conforme al Ptcp vigente e a quello in approvazione essendo stato firmato a inizio maggio l'Accordo di pianificazione per la formazione del Psc di Fiorenzuola con la Provincia", conclude l'assessore Danani. Nella foto Carla Danani, assessore all’Urbanistica del Comune di Fiorenzuola

GIORGIO & MARTA STAZIONE DI SERVIZIO FIORENZUOLA (Pc) Via Verani, 9 Tel. 0523.944100 Sono a tua disposizione con: Self-Service 24H · Lavaggio 24H Cambio olio · Accessori auto · Edicola Articoli da viaggio · Articoli da regalo

VIDEO PER MATRIMONI E CERIMONIE VIDEO INDUSTRIALI, TECNICI E PUBBLICITARI MONTAGGI • DUPLICAZIONI MASTERIZZAZIONI SU CD-ROM E DVD FIORENZUOLA D’ARDA - Via Cappuccini, 1/A Tel. 0523.981481 - Cell. 338.9697308 E-mail: digivideo@libero.it


21 maggio 2009

Corriere Padano

7

ATTUALITÀ

Danani: “Creare le condizioni per intensificare le relazioni tra luoghi e persone”

Fiorenzuola - Previsto un dibattito aperto con i cittadini

Come riqualificare il centro storico FRANCESCA GAZZOLA Fiorenzuola è in movimento: con la tangenziale e la restituzione della via Emilia alla città, diventata cerniera tra centro storico e periferia, si sono aperti una serie di ragionamenti sulla riqualificazione dell'area, da ripensare in un'ottica diversa, inserendola in un sistema di relazioni ed interconnessioni degli spazi, che vengono restituiti agli abitanti. A breve l'amministrazione comunale renderà note le linee guida del progetto di riqualificazione del centro storico elaborato da un gruppo di architetti di Parma, vincitori del bando indetto lo scorso anno

che comprende anche la via Emilia. "Riqualificazione significa creare le condizioni, in termini di progettualità e di rifunzionalizzazione di strutture, perché si intensifichino le relazioni tra i luoghi e le persone, precondizioni per rafforzare la coesione sociale", afferma l'assessore all'Urbanistica, Carla Danani, che sottolinea quanto "gli interventi di riqualificazione urbana siano politiche intersettoriali e quindi obiettivi collettivi, merito del lavoro di tutti". Il progetto è allo studio di tecnici e amministrazione: "Stiamo facendo le ultime valutazioni per poi discuterne con la città e giungere alla condivisione degli interventi", prosegue l'as-

sessore Danani. Il progetto si compone di linee guida per la progettazione di interventi in armonia tra loro, perché le diverse iniziative siano pensate tenendo conto del contesto complessivo: verranno indicate linee guida per le pavimentazioni, per gli elementi di sosta e di arredo, per i materiali da utilizzare e per i colori, sia per gli interventi privati che pubblici. Il progetto elaborerà uno studio complessivo degli spazi pubblici, indicandone le funzionalità: dove poter ricavare aree di sosta, dehor, punti di aggregazione, sensi unici e zone a traffico limitato e pedonali, indicando le vocazioni di ciascuna area. Infine verrà presentato uno stu-

Sostegno al commercio: in arrivo 141 mila euro A breve verrà concretizzata l'erogazione dei contributi regionali per la riqualificazione del commercio nei centri storici (Legge 41/97), in seguito al progetto presentato dal Comune di Fiorenzuola nel 2006: 141 mila euro divisi a metà tra Comune (per le azioni di marketing effettuate e la realizzazione del parcheggio di via Kennedy) e commercianti (per investimenti effettuai nei negozi). Fondi che la giunta vorrebbe destinare al progetto di arredo urbano del centro storico, ad oggi allo studio di tecnici e amministratori (vedi sopra). Da marzo ad ottobre, Fiorenzuola ospita anche quest'anno l'iniziativa "Affari in centro" che si tiene ogni secondo sabato del mese, e da novembre

2008 sta sperimentando il mercato contadino, affiancato a quello settimanale, "iniziativa che procede molto bene, dando valore aggiunto al mercato stesso", afferma l'assessore allo Sviluppo economico, Daniele Delbue che aggiunge: "Abbiamo incontrato i commercianti per proporre loro l'iniziativa "Spesa bene", in seguito all'accordo stilato dalla Regione con tutte le categorie economiche, per offrire ai consumatori beni alimentari di qualità ad un prezzo accessibile e promuovere tali produzioni". Confermata, infine, la 2^ edizione della Mostra delle attività produttive per la Fiera di San Fiorenzo, momento di grande promozione per il territorio.

CON.A.P.

S.C.R.L.

dio di dettaglio riguardante due "aree privilegiate" a cui verrà data priorità di intervento. Ma riqualificazione urbana è anche il recupero dell'ex Macello a centro polivalente, ormai riaperto e completamente finanziato: è pronto il progetto per l'ultima palazzina, e sono quasi ultimati i lavori della prima palazzina, vicino all'ex Pretura. Altro importante intervento, la progettazione del piano di edili-

zia sociale in zona Madonna delle Cinque Vie: "Abbiamo partecipato ad un bando regionale con richiesta di un contributo di circa 3 milioni di euro per la realizzazione di un piano di riqualificazione urbana per alloggi a canone sostenibile: 32 appartamenti - prosegue l'assessore Danani - destinati per la metà all'edilizia residenziale pubblica e per la restante parte all'edilizia sociale con affitti al 20% in me-

no del canone concordato". E' qui prevista, inoltre, la realizzazione di un centro polifunzionale da destinare ad iniziative per la socializzazione e il tempo libero rivolte sia a giovani che anziani. Da ultimo il sogno di recuperare l'ex gasometro: "Ci siamo candidati ad un bando nazionale", prosegue Danani che relativamente alla rete ciclabile, aggiunge: "E' completato il percorso che collega il capoluogo a San Protaso e presto inizieremo le procedure di esproprio per la realizzazione del percorso verso Baselicaduce. In città, dal 2001 ad oggi tutti i nuovi quartieri sono stati dotati di pista ciclabile: ora si tratta di collegare gli uni agli altri per la messa in sicurezza di un percorso che, completato, andrà dal quartiere Il Molinetto alle scuole al centro storico".

IMPRESA COSTRUZIONI EDILI

I.C.E. Applicatori specializzati cemento cellulare leggero

Fiorenzuola d’Arda - Via S. Protaso, 284 Tel. 0523.983426 - 983697 - Tel. Cell. 335.5368495

I.C.E. s.n.c.

Fummi Giordano & Fratelli

CONSORZIO AUTOTRASPORTATORI PIACENZA

Via Umbria, 1/3 - Tel. 0523/241890 - Telefax 0523.981212 - Fiorenzuola d’Arda (Pc) Succursale e Officina: Via Giovanni, XXIII - Tel. (02) 9017531 - 9017837 - Arluno (Milano) E-mail: infoconaptrasporti.it - www.conaptrasporti.it

- TRASPORTO PRODOTTI PETROLIFERI E CHIMICI

- AUTOBOTTI KILOLITRICHE

- AUTOBOTTI VOLUMETRICHE INOX E COIBENTATE

Qualità e sicurezza


Corriere Padano

8

21 maggio 2009

ECONOMIA E LAVORO

“La nostra Banca e la crisi” Farmacie di turno FARMACIE DI SERVIZIO A PIACENZA DAL 21.5.2009 AL 28.5.2009

Contributi, scadenze e notizie utili (Informazioni a cura del Settore Servizi Sociali e Abitativi Comune di Piacenza)

Contributo economico per le famiglie coinvolte in processi di crisi occupazionale Il Comune di Piacenza, Settore Servizi Sociali e Abitativi, comunica che a partire dal 4 maggio ha attivato un bando per l'erogazione di contributi alle famiglie coinvolte in processi di crisi occupazionale. I beneficiari dell'intervento sono i lavoratori subordinati e parasubordinati, con residenza anagrafica nel Comune di Piacenza, che hanno perso l'occupazione o sono interessati da procedure di sospensione del rapporto di lavoro dal 01/12/08, per circostanze riconducibili all'attuale congiuntura economica e con un valore I.S.E.E. del nucleo familiare per lanno 2008 non superiore a Euro 25.000,00. La richiesta di contributo, formulata su apposito modello di domanda, deve contenere oltre alla parte anagrafica del richiedente, il valore I.S.E.E. del nucleo familiare per lanno 2008, la situazione economica presunta per l'anno 2009 come da attestazione di CAAF convenzionati con il Comune di Piacenza. Il termine ultimo per la presentazione della domanda è il 16 luglio 2009. Per informazioni rivolgersi a: CAAF convenzionati - Ufficio Relazioni con il Pubblico in Piazza Cavalli 2, tel. 0523/492224 mail urp@comune.piacenza.it - Sportello Informasociale in via Taverna 39, tel. 0523 492731 mail informasociale@comune.piacenza.it oppure - Sportello Informasociale in via XXIV Maggio 26/28, tel. 0523/459090 mail informasociale2@comune.piacenza.it Centro per le famiglie Il Centro per le Famiglie del Comune di Piacenza comunica le seguenti iniziative previste per il mese di maggio: - AVVENTURA NASCITA rivolto a futuri genitori e neogenitori con bambini fino a 12 mesi di vita: - PART..IAMO INFORMATI E PREPARATI: VII ciclo: 21 maggio 4-18 giugno dalle ore 21 alle 23. - E ADESSO MAMME E PAPA: V ciclo: 23-30 maggio, 9 giugno; dalle ore 10.00 alle 12.30 - E ADESSO BIMBI: 26 maggio 2009 dalle ore 17.00 alle 19.00 -POMERIGGI ANIMATI - Spettacoli gratuiti per famiglie: - STORIE DI ZUCCHERO FILATO venerdì 22 maggio ore 17.00 Giardini di via Corvi -CONOSCERSI PER CONDIVIDERE: incontri di informazine e confronto - MUTILAZIONI GENITALI FEMMINILI sabato 23 maggio ore 9.30-12.30 Casa delle Consulte e della Partecipazione via XXIV Maggio 51 Per iscrizione ai corsi, informazioni e appuntamenti: Sportello InformaFamiglie&Bambini Galleria del Sole, 42 Centro Civico Farnesiana lunedì, giovedì e venerdì dalle 9.00 alle 12.00, mercoledì dalle 9.00 alle 12.00 e dalle 13.00 alle 16.30 tel. 0523 492380 mail informafamiglie@comune.piacenza.it Chiusura iscrizioni ai nidi d'infanzia Il Comune di Piacenza, Settore Infanzia Scuola Politiche Giovanili, ricorda che le domande di iscrizione all'asilo nido per bambini nati dal 1 al 31 maggio 2009 potranno essere presentate presso il Servizio Infanzia. Per informazioni: Ufficio infanzia - viale Beverora, 59- tel: 0523-492577 oppure mail: staff.formazione@comune.piacenza.it

TURNO DIURNO: dalle 8,30 alle 22 Il 21 maggio 2009 - DR. RAIMONDI - Via E. Pavese, 86 - DR. GIANNI CORVI - C.so V. Emanuele, 121 Dal 22 al 28 maggio 2009 - FARMACIA DI P.LE VELLEIA - Via Farnesiana, 6 - CAMILLO CORVI - Via XX Settembre, 106 TURNO NOTTURNO: dalle 22 alle 8,30 21.05 DR. LANERI - C.so V. Emanuele, 64/66 22.05 DR. DAVIDE ZACCONI - Via Legnano, 5 23.05 DR. RAIMONDI - Via E. Pavese, 86 24.05 DR. BERTUZZI - Via Roma, 141 25.05 BESURICA - Via Malaspina, 2/A 26.05 DR. BONORA - Via Genova, 20 27.05 DR. AMBROGI - Stradone Farnese, 48 28.05 FARMACIA DI P.LE VELLEIA - Via Farnesiana, 6 29.05 DR. RASTELLI - Via E. Pavese, 23 Il numero telefonico 0523-330033 dà indicazioni delle farmacie ti turno nel capoluogo

Avis, i prelievi di maggio Venerdì 22: Monticelli Sabato 23: Vigolzone, Lugagnano Domenica 24: Farini, Piozzano, Vigolzone, Ziano, Castell'Arquato, Monticelli Venerdì 29: Cortemaggiore Sabato 30: Borgonovo, Cortemaggiore, Alseno Domenica 31: Caorso, Rivergaro, San Giorgio In ospedale si dona (festività escluse): - a Piacenza: dal lunedì al sabato dalle 8 alle 10 - a Fiorenzuola: dal lunedì al sabato dalle 8 alle 10 - A Castel San Giovanni: mercoledì, giovedì, venerdì e sabato dalle ore 8 alle ore 10 Info: Avis Provinciale, c/o Ospedale Civile -Via Taverna 49, Tel. 0523 336620; piacenza.provinciale@avis.it

Mercati settimanali Lunedì: Bettola, Borgonovo Val Tidone, Caorso, Castell’Arquato, Castelvetro, San Nicolò Martedì: Ferriere, Nibbiano, Piacenza Farnesiana, Pontedellolio, Pontenure, Travo, Vernasca Mercoledì: Carpaneto, Marsaglia, Piacenza, Pianello, Vigolzone Giovedì: Agazzano, Castelsangiovanni, Fiorenzuola, Gossolengo, Gropparello, Perino, Piacenza Farnesiana, Podenzano, Villanova Venerdì: Cortemaggiore, Lugagnano, Monticelli, San Giorgio, Rivergaro, Roveleto Sabato: Bobbio, Fiorenzuola, Piacenza, PC Besurica Domenica: Agazzano, Alseno, Borgonovo, Caminata, Carpaneto, Castelsangiovanni, Cortemaggiore, Gragnano, Gropparello, Monticelli, Morfasso, Nibbiano, Pianello, Pontedellolio

Intervento di Corrado Sforza Fogliani: il controllo strategico di un istituto di credito non va perso Quando il depositante è, quasi senza mediazione, il beneficiario del credito per ottenere il quale si è associato allora la banca riscopre la sua funzione originaria: in questo caso l'interesse della proprietà coincide con l'interesse del cliente, cioè del territorio. Può essere così sintetizzato l'articolo "La Banca e la Crisi", di recente pubblicato su "Banca flash" a firma di Corrado Sforza Fogliani. "Per una banca locale indipendente (quindi, che non drena nostre risorse per trasferirle altrove), sottolinea il Presidente della Banca di Piacenza, c'è una ragione in più per concedere finanziamenti a chi li merita, tanto più a un imprenditore che nella propria azienda creda per primo, e non chieda che vi creda invece - come spesso accade - solo l'istituto di credito al quale si rivolge, magari per la prima volta, in conseguenza di questa crisi. L'accennata ragione in più è presto detta, ed è risolutiva: è che una banca locale indipendente cresce se cresce il suo territorio. Sostenerlo, quindi, è nell`interesse della banca stessa". Il concetto di indipendenza è centrale nell'argomentazione di Sforza Fogliani: distingue la Banca di Piacenza da altri istituti di credito. Infatti, Sforza Fogliani aggiunge, "la situazione delle banche nazionali o internazionali (o che comunque, in qualsiasi forma, hanno il cuore da un'altra parte) è diversa: possono giocare - e giocano - su più scacchieri, valutare un territorio meglio dell'altro (in termini di opportunità e di convenienza, o di minor rischio di erogare cattivo credito). La Banca locale indipendente, no. Ha il suo (ben individuato) territorio di insediamento, e su quello solo può contare. Fa dunque, per esso, tutto quello che può fare". Per questo la Banca di Piacenza ("controllata, sottolinea Sforza, dai propri singoli soci, con esclusione di enti e società che ne detengano quote azionarie non dico di maggioranza, ma anche solo di rilievo") ha confermato - anche nei frangenti della crisi - il proprio modo di operare e la propria valenza a favore del territorio. Come dimostra per esempio, la pratica del silenzio-assenso per facilitare la ristrutturazione dei finanziamenti: i finanziamenti Confidi si intendono di per sé concessi in due settimane, salvo esplicito (e motivato) diniego. O come pure ben esemplifica la messa a disposizione di un plafond di 50 milioni di euro a favore del sistema produttivo locale, senza parlare degli interventi a favore dei privati (la concessione di una mensilità aggiuntiva della retribuzione/pensione accreditate, la sospensione o riduzione delle rate dei mutui nonché la stipula di prestiti sull'onore). Ulteriori iniziative che vanno ad integrare i numerosi interventi che la Banca di Piacenza ha già realizzato a sostegno delle imprese del territorio (plafond per l'innovazione, convenzioni con le Associazioni di categoria). In sintesi la Banca di Piacenza mostra di essere attenta al territorio con l'ingente ammontare dei finanziamenti erogati dall'Istituto (tra settembre 2007 e settembre 2008 +12,71% rispetto a un incremento del 6,41% registrato dal sistema bancario intero a livello nazionale) e le risorse - non solo economiche - che la banca destina sistematicamente alla provincia piacentina. Di recente il Consiglio di Amministrazione della Banca di Piacenza ha versato 50 mila euro sul conto corrente aperto presso la stessa banca dalla Fondazione Autonoma Caritas Diocesana di Piacenza-Bobbio e cioè per il fondo straordinario diocesano di solidarietà voluto dal Vescovo in relazione all'attuale situazione economica, specie a vantaggio delle famiglie disagiate.


21 maggio 2009

Corriere Padano

ECONOMIA E LAVORO Bertani passa il testimone al nuovo presidente Pallastrelli

Coop Val d'Arda, l'edificazione quotidiana Il valore di una prospettiva, la base su cui i soci lavorano per vedere oltre la crisi. Il presidente: "Ci sembra importante sensibilizzare sull'importanza di costruire correttamente

La Cooperativa Costruzioni Edili Val d'Arda nasce nel 1970 e ha quindi da raccontare una sua storia ormai quarantennale. E' cresciuta valorizzando un profondo senso sociale, quello delle origini: insieme per lavorare meglio. Nella nostra provincia molte nuove opere (si pensi, per esempio, in città, al Centro Civico Besurica) portano la sua impronta, essendo stata preferita da Amministrazioni Pubbliche e da importanti committenze private. C'è poi il capitolo, significativo in termini di fatturato, delle manutenzioni: reti, strade, ristrutturazioni. Val D'Arda fa parte del nostro quotidiano. Oggi la cooperativa è a un punto di svolta, perchéé Ivano Bertani la cui presidenza, tra l'altro, va associata alla valorizzazione immobiliare "Baia del Re", ha passato il testimone a Aldo Pallastrelli. "Eravamo dei giovanotti, allora". Così Ivano Bertani ricorda quel '71, quando iniziò la sua avventura nella neo costituita cooperativa guidata dal presidente-fondatore Remo Barbieri. "Ebbi un incarico amministrativo e facevo riferimento al presidente, promotore di quelle che a mio avviso sono state le più grandi iniziative che abbiamo condotto a termine. Ci siamo facilmente fatti conoscere nella nostra zona di origine per essere lavoratori capaci, intenzionati a farsi un nome sinonimo di qualità. Da questa affidabilità riconosciuta è partito uno sviluppo, sia nei volumi di edificazione che nell'ulteriore articolarsi della professionalità delle maestranze. In ogni settore di attività abbiamo oggi degli esperti di livello e questo ci tiene parzialmente al riparo dai rigori della congiuntura in atto. Siamo attivi prevalentemente in provincia, ma in associazione con altri partner, anche in altri territori. Abbiamo prospettive di fronte a noi da gestire al meglio. Anche se oggi nessuno sa, precisa Bertani, come finirà questa crisi". Essendo stato presidente per 13 anni, qual'è l'evento che si presenta con maggior chiarezza alla sua mente "I salti di qualità sono stati certamente più di uno. Nel '89 il Centro Commerciale Cappuccini di Fiorenzuola da noi realizzato è stato il primo centro commerciale della provincia. Un' altra espe-

rienza miliare per Coop Vald'Arda era stata quella che portò, all'inizio degli anni '90, alla realizzazione del cementificio Unicem: il presidente Barbieri e l'attuale presidente Pallastrelli erano in cantiere e si distinsero per un impegno veramente notevole. Poi è venuta la fase, tutt'ora in corso, di impegno per una attività immobiliare di qualità, mi riferisco alle lottizzazioni che hanno portato alla valorizzazione di aree dismesse a Piacenza come l'ex Arbos e l'ex Unicem. Certamente è stato un momento indimenticabile quando abbiamo iniziato, insieme ad altri, l'iniziativa Baia del Re: credo che sia l'operazione immobiliare che a Piacenza ha saputo certamente interpretare meglio le esigenze della committenza pubblica e privata." Interloquisce il Direttore generale Fausto Tedaldi: "L'attività immobiliare per noi è rilevante a fine produttivi, piuttosto che speculativi: è un modo per poterci garantire una continuità di lavoro nel tempo. Il futuro, a mio avviso, sta in interventi come questi, sempre più completi e quindi, per noi stimolanti: stiamo facendo passi avanti con gli impianti fotovoltaici. Per esempio il Centro Civico della Besurica lo stiamo realizzando per il Comune di Piacenza, proprio perchè la progettazione che abbiamo curato direttamente è stata riconosciuta capace di raggiungere un buon equilibrio. Negli ultimi anni abbiamo riflettuto anche sul project financing, sia da un punto di vista tecnico che finanziario. At-

tualmente, con partner, ne abbiamo in corso due: ad Acqui Terme e a Napoli. Il project financing potrebbe essere la soluzione per affrontare la complessa tematica dei bisogni sociali che le comunità devono affrontare: asili, ospedali, case di riposo: tutte strutture di cui anche il nostro territorio ha bisogno. In queste strutture la rilevanza dei problemi di gestione eccede di molto i costi di realizzazione. Vogliamo sviluppare la nostra capacità di sinergie con le cooperative sociali che animano i servizi alla persone. Il comune di Piacenza ci ha scelto per la realizzazione dell'Hospice. Infine, in questi ultimi anni ci siamo attivati nel campo delle manutenzioni edilizie, ormai sono le stesse città a richiedere manutenzione. Ecco l'impegno di sei anni per le reti ENIA di acqua potabile, gas e fogne, mentre per un biennio vale la manutenzione delle strade e degli immobili del comune di Piacenza". "Ci sembra importante, conclude il Presidente Pallastrelli, sensibilizzare sull'importanza per tutta la comunità di una corretta edificazione. Per questo abbiamo aderito volentieri all'invito di Legacoop per un contributo a favore delle popolazioni colpite dal sisma in Abruzzo e per questo, il 29 maggio, Paolo Berizzi, giornalista di Repubblica, noto per i suoi reportage, sarà a Fiorenzuola per raccontare come funziona un cantiere da lui visitato in incognito". Nelle foto da sinistra Aldo Pallastrelli e Ivano Bertani

Un presidente costruito in casa Uomo d'apparato e felice di esserlo. Aldo Pallastrelli, nuovo Presidente di Cooperativa Val d'Arda, ha sviluppato per intero il suo "curriculum" all'interno dell'azienda di edificazione. Partendo proprio dalla posizione di manovale, per poi assumere il ruolo di tecnico di cantiere e, all'inizio degli '90 di responsabile di cantiere. Per divenire, dal '96, vicepresidente. Un motivo ben chiaro per conoscere a perfezione "la macchina" che ora si trova a guidare: l'organizzazione, le tecnologie e le risorse umane che la costituiscono. La crisi non fa troppa paura. Ci sono i valori fondanti da cui ripartire, un know how e un "marchio" riconosciuti, e progetti accuratamente preparati pronti per essere tradotti in opera. Il fatturato tiene grazie anche a tanti prestigiosi contratti di manutenzione (Acer, Enia, Comune di Piacenza, Ausl, Nuovo centro InAcqua)

9


Corriere Padano

10

21 maggio 2009

FIORENZUOLA

Venerdì sera è di scena l’oriente con lo spettacolo di danza del ventre Novità dell’edizione 2009 della Fiera di Primavera è l’esibizione, venerdì 22 maggio alle ore 19.30 in piazza Molinari, di danza del ventre. La danza orientale è tradizionalmente praticata dalle donne, perché esprime interamente la femminilità, la vitalità e la sensualità. La danza del ventre è unica nel suo genere: esistono diversi stili, che cambiano a seconda del Paese d'origine, come la danza col velo. In generale, questa danza è caratterizzata dalla sinuosità e dalla sensualità dei movimenti: è di effetto sia con musiche ritmate che lente. Di solito è praticata da danzatrici professioniste. La pratica della danza orientale è giunta in Europa e in America grazie ai cabaret degli anni trenta e quaranta: è da questo periodo, ma soprattutto dagli anni novanta, che questa danza è diventata famosa in tutto il mondo. La danza del ventre è particolarmente adatta al corpo femminile, perché aumenta la flessibilità e la tonicità del seno, delle spalle, delle braccia, del bacino, ma soprattutto della pancia: gli addominali sono coinvolti profondamente nei movimenti, modellando la linea e giovando agli organi interni. Tonifica le cosce, migliora l'agilità delle ar-

Festa di primavera, rito che si rinnova Dal 22 al 24 maggio tre giorni di appuntamenti per un evento che rinsalda i legami della comunità ANDREA DOSSENA

ticolazioni e sembra ritardare l'osteoporosi. Inoltre, la danzatrice orientale ha il diritto di essere in carne - le danzatrici formose sono le più apprezzate - e può mostrare le proprie forme, come una statua di Maillol. Quello che importa non è la rotondità ma la sensualità, la grazia e la sinuosità dei movimenti.

Ha tutto il fascino di un rito festoso, la Fiera di primavera di Fiorenzuola. Lo sa bene chi ne conosce tradizione e vivacità, ma basta scorrerne il ricco programma per intuire che anche la 31esima edizione dell'evento - dal 22 al 24 maggio - ha le carte in regola per accontentare tutte le fasce d'età. La carta vincente resta il piacevole mix di bancarelle ed eventi, seduzioni e opportunità commerciali offerte da una delle più attese iniziative della stagione. Se, infatti, per fare qualche esempio, il teatrino di burattini sa risvegliare un salutare senso di infantile meraviglia anche in chi accompagna all'ombra del campanile della Collegiata figli o nipoti, auto d'epoca e vetture storiche colpiscono anche chi non fa parte della generazione che le ha viste nascere e magari le fotografa pensando tra sé e sé "Macchine così? Non ne fanno più!".

o dalle delizie degli stand gastronomici, può sfuggire che ogni partecipante alla fiera ne sta dipingendo un pezzetto. Dal sudore degli organizzatori alle aspettative di chi vende, dalle radici di chi è fiorenzuolano da sempre al nuovo di chi è arrivato da lontano, la fiera è la location di un film che ogni anno ha un

Ogni partecipante dipinge il caleidoscopico mondo della fiera Ma la vera bellezza di una fiera, la natura mutevole di un appuntamento che sembra sempre uguale solo a chi è distratto, è soprattutto negli individui che la popolano e nelle storie. Ciascuno per la sua parte, con vite più o meno serenamente ordinarie che si mescolano ad ogni angolo con esistenze magari segretamente difficili: presi dal gioioso caleidoscopio che si ha intorno

remake con migliaia di personaggi. Dalla coppietta ai primi baci alla famiglia che si ritrova, dal bambino che inevitabilmente finirà per far cadere il gelato al gruppo di pensionati che si lancia in un amarcord, ognuno a suo modo è imprescindibile. E se la componente sociale di un rito fonda o rinsalda i legami di una comunità, quella di Fiorenzuola non teme confronti. In

fondo, la Fiera di primavera è uno dei punti di forza di un calendario che trabocca di feste, grazie all’impegno della Pro Loco, diappuntamenti e tradizioni che in certi casi sono sopravvissute ai secoli: dalla Zobia alla fiera del patrono San Fiorenzo, dal pasquale Ponta l'ov all'internazionale Sei Giorni delle Rose, la particolare vocazione della città spicca nettamente. E a rievocare un lungo periodo decisivo per le fortune di Fiorenzuola, centro commerciale di scambi economici e commerciali, saranno il mercato medievale, i falconieri e gli sbandieratori. Ci sarà anche la musica, naturalmente, che spazierà tra il rock dei gruppi emergenti e i ritmi da ballo di Ringo Story, passando per un tributo a Fabrizio De Andrè. Tra aperitivi e zucchero filato, la Fiera di primavera non si farà mancare neanche la Danza del ventre. Sensuale come il profumo di certe sere di maggio.


21 maggio 2009

Corriere Padano

FIORENZUOLA

In posa per la Foto di famiglia Domenica 24 maggio nella sede del Club cinefotografico Fiorenzuola è possibile farsi immortalare nelle classiche pose tanto in voga all'epoca dei nostri nonni Il Club cinefotografico Fiorenzuola organizza, in occasione della Festa di primavera, la "Foto di Famiglia", un'iniziativa volta a rivalutare una tradizione persa col tempo ma tanto in voga all'epoca dei nostri nonni, quando tutte le famiglie custodivano gelosamente una foto di gruppo, con i genitori al centro circondati dai figli. Il Club cinefotografico fiorenzuolano offre l'occasione di raggruppare l'intero nucleo familiare nella sala di posa, per farsi immortalare in uno scenario molto originale. La sala di posa del Club ricalca, infatti, l'atmosfera dei fotografi ritrattisti di inizio Novecento, ed è dotata di tecnologie all'avanguardia che fanno tornare di moda una tradizione che ha perso negli anni di significato. L'originale iniziativa venne proposta per la prima volta nel 1986 e da allora si è ripetuta ogni anno senza interruzione in concomitanza con la Festa di Primavera. Per l'intera giornata di domenica 24 maggio il Club cinefotografico Fiorenzuola attende le famiglie che vorranno farsi scattare la foto ricordo che verrà stampata in formato cartolina, rigorosamente in bianco e nero e potrà essere ritirata gratuitamente circa due settimane più tardi. Come di consueto è stata scelta una vecchia "foto di famiglia" ad emblema della manifestazione, per essere riprodotta su cartelloni e locandine. "La "foto di famiglia" dell'edizione 2009 è stata scattata a San Protaso nel 1925 e ritrae il gruppo familiare di Federico Mutti con la seconda moglie Maria Botti, letteralmente circondati dai 14 figli: Cesira, Faustina, Augusto, Mario,Roberto, Luisa, Carolina, Piero, Rosa, Gentilina, Anna, Ernesto, Giuseppina (Pina) e Clelia. La signora Clelia, all'epoca la bim-

ba in fasce in braccio a mamma Maria, è ora una nonna di quasi 85 anni circondata dall'affetto di figli, nuore e quattro nipoti", spiega Guido Decrema del CCF che aggiunge:"Grazie alla cortesia di Alfonso Aliani, figlio di Clelia, abbiamo potuto utilizzare questa bellissima immagine ad emblema dell'edizione 2009. A conferma della fedeltà alle tradizioni fotografiche della sua famiglia, - prosegue Decrema - anche Alfonso Aliano, con la moglie Tiziana ed i figli Guido ed Emma, si è fatto ritrarre nella sala di posa del Club in diverse edizioni della Foto di famiglia, l'ultima delle quali lo scorso anno in cui, al contrario della disposizione del secolo scorso, sono i figli e non i genitori ad occupare i posti a sedere". Le 23 edizioni che si sono susseguite hanno permesso di accumulare un archivio di circa 3.500 ritratti, parte in un unico esemplare, parte che documenta i mutamenti delle famiglie "anno dopo anno" conseguenti a figli che si sposano, ed a loro volta ricreano una nuova famiglia o a nuovi nati che col passare degli anni raggiungono e superano in statura i genitori. Le foto hanno consegnato, negli anni, oltre al ricordo dei familiari ritratti, anche una valida testimonianza delle condizioni di vita, dei costumi, del nostro passato. Anche la 24ª edizione della manifestazione è stata permessa grazie al patrocinio della Società Arda Case di Fiorenzuola che ha voluto consolidare il proprio impegno in una così importante e longeva manifestazione culturale fiorenzuolana. Il Club cinefotografico di Fiorenzuola attende numerose famiglie domenica 24 maggio presso la propria sede, in piazza Caduti 1, dalle 10 alle 12,30 e dalle 14,30 alle 19.

11


Corriere Padano

12

21 maggio 2009

FIORENZUOLA

Ospedale, entro l’estate finiranno i lavori Servizi e reparti da settembre. Camia: “Il giorno del patrono data ideale per aprirlo” Manca poco all'ultimazione dei lavori di ampliamento dell'ospedale di Fiorenzuola. Entro un paio di mesi la nuova struttura, al nudo dei reparti, sarà completata e a luglio inizieranno le prove di collaudo. "Il terzo piano è già ammobiliato, mentre il secondo piano deve ancora essere arredato, ma i mobili sono già pronti per essere sistemati. Al Primo piano e al piano terra, vanno completati tinteggiatura e montaggio porte", spiega l'ingegnere Franco Camia, direttore del Dipartimento tecnico dell'Ausl che aggiunge: "Stiamo aspettando gli allacci di acqua, gas e luce, che dovrebbero arrivare a breve". La passerella che collega ospedale vecchio e ospedale nuovo è praticamente ultimata: va completata la pavimentazione e sono da collocare i sistemi frangisole. All'esterno si sta lavorando alla sistemazione di pavimentazione, aiuole e aree verdi. A luglio inizieranno le prove di collaudo che interesseranno, ad esempio, il funzionamento dell'impianto di condizionamento. "Da metà settembre si procederà con l'ingresso di servizi e reparti, sulla base di un programma da elaborare insieme alla Direzione sanitaria. Nel giro di un mese o poco più tutti i reparti verranno trasferiti, essendo le attrezzature già predisposte" prosegue l'ingegnere Camia, secondo il quale per l'autunno l'ospedale dovrebbe essere completato ed attivo: "Il 17

ottobre, S.Fiorenzo, patrono di Fiorenzuola rappresenterebbe la data ideale per aprirlo alla città". Il nuovo padiglione ospiterà al piano terra funzioni di accoglienza al pubblico, la farmacia, il Cup (Centro unico di prenotazione), il servizio prelievi. Al primo piano troveranno posto il Day hospital, il servizio trasfusionale, i servizi ambulatoriali mentre al secondo piano i reparti di lungodegenza e medicina generale. Il terzo piano ospiterà gli uffici amministrativi e della direzione sanitaria e il servizio laboratori. Al piano inter-

rato, spogliatoi del personale, magazzini, cucina, mensa, archivi, depositi materiale, servizio mortuario. Nell'area vecchia rimangono radiologia, il pronto soccorso, ortopedia, pediatria, chirurgia e blocco parto ed operatorio. Anche l'ospedale vecchio subirà interventi di ampliamento e risistemazione, quali il nuovo pronto soccorso, l'ampliamento di radiologia, il nuovo blocco di endoscopia, la nuova sala parto e ci sarà una sala operatoria in più. I lavori inizieranno a partire dal 2010. f.g.


21 maggio 2009

Corriere Padano

FIORENZUOLA

Terre Traverse, in bicicletta tra via Emilia e Po E' nata da poco più di un mese l'associazione "Le Terre Traverse", come prosecuzione del progetto di cooperazione territoriale europea Translands -Terre Traverse, conclusosi ad ottobre 2008 e volto alla promozione e alla valorizzazione turistica delle aree coinvolte. Protagonisti la Provincia di Piacenza insieme ai 7 comuni: Fiorenzuola (capofila dell'iniziativa), Alseno, Besenzone, Cortemaggiore, Villanova, Monticelli d'Ongina, San Pietro in Cerro con i partner europei Polonia, Slovacchia, Ungheria e Bulgaria, per promuovere lo sviluppo di aree accomunabili dal concetto di trasversalità. Terre Traverse perché luoghi che nei secoli sono riusciti a mantenere una propria identità pur essendo in mezzo a due centri forti, nel nostro caso Piacenza e Parma, e con una storia assimilabile né all'uno né all'altro. Aree situate tra un'abbazia e il fiume, per noi tra l'abbazia di Chiaravalle della Colomba e il Po. L'esperienza di Traslands ha aperto la strada per una progettualità di area vasta attraverso un lavoro in sinergia con i comuni coinvolti, che si impegnano a collaborare insieme alla promozione del territorio. Dallo scorso aprile è nata l'associazione Terre Traverse fondata da 13 imprenditori agricoli distribuiti sul territorio dei 7 comuni e precisamente le cascine: Battibue, Colombarone, Colombaie, Cascina Casella del Frascale, I Ronchi, Mascudiera, Quercia Verde, Moronasco, Tenuta Casteldardo, Pizzavacca, Scuola Vecchia, San Matteo, Casa Buca. Giovani imprenditori che hanno

aperto le loro cascine per ospitare un ricco programma di eventi culturali volti a valorizzare il territorio: da aprile a dicembre vengono organizzati mostre, spettacoli, concerti, in collaborazione con i comuni, le Pro loco e le diverse realtà associative del territorio, chiamate a fare rete. Il 30 maggio l'azienda agricola Quercia Verde di Alseno ospiterà l'iniziativa "Erbe spontanee: profumi colori e bontà", realizzato in collaborazione con Slow Food per un'iniziativa di saperi e sapori che coinvolge l'Università di Scienze gastronomiche di Pollenzo. Per raccontare le Terre Traverse, il Comune di Fiorenzuola con la collaborazione degli altri 6 comuni e dell'Uisp - Piacenza Lega cicloturismo, ha realizzato 7 percorsi cicloturistici (tracciati anche in GPS) che connettono tra loro la pianura, dalla via Emilia al Po. Gli itinerari sono scaricabili dal sito del Comune di Fiorenzuola e dell'Uisp e contengono una miriade di informazioni aggiuntive, quali i punti di vendita diretta dei prodotti tipici, locande, agriturismi, caseifici, salumifici, edifici rurali significativi, fontanili e così via. Le associazioni del territorio possono utilizzare le mappe per promuovere un'iniziativa, un ente turistico può proporle per un pacchetto turistico, oppure si possono percorrere singolarmente o insieme agli amici. Sono stati proposti percorsi sui tratti stradali meno trafficati e più favorevoli alla mobilità dolce e comprendono luoghi di culto, monumenti storici, corsi d'acqua ma anche casine e insediamenti agricoli di pregio. Francesca Gazzola

13


Corriere Padano

21 maggio 2009

14

FIORENZUOLA

Mobilitazione per l’Abruzzo

L'Aido in piazza con un banchetto informativo

Nuove iniziative per Fiorenzuola Oltre i Confini. Danesi: "Dal 3 al 10 giugno torneremo in Bosnia". In cantiere un progetto per l'orfanotrofio di Zenica

L'Aido di Fiorenzuola prosegue l'impegno volto alla sensibilizzazione dei fiorenzuolani alla cultura della donazione di organi, tessuti e cellule: sarà difatti presente insieme alle altre associazioni con un banchetto informativo nella giornata di domenica 24 maggio in piazza Molinari, in occasione della Festa di primavera. Attiva da diversi anni, l'Associazione partecipa incessantemente a campagne informative sul territorio per far conoscere i valori e le importanti finalità dell'Aido: "Donare gli organi significa, infatti, sviluppare un alto senso di altruismo e sensibilità verso le persone che soffrono e che solo con il trapianto possono ambire ad una vita qualitativamente migliore", afferma la presidente dell'Aido di Fiorenzuola, Silvana Passera, che anticipa le iniziative che l'Aido organizzerà a breve: domenica 7 giugno, presso il Parco Lucca, verrà organizzata la "Sfilata del bastardino", con una giuria composta esclusivamente da bambini che premieranno tre dei numerosi cagnolini che parteciperanno all'originale iniziativa: verranno premiati il cane più bello, il più intelligente e il più simpatico. Il ricavato della manifestazione verrà devoluto al canile di Fiorenzuola. Sabato 13 giugno, previsto lo screening cardiologico gratuito in piazza Caduti, organizzato dall'associazione il Cuore di Piacenza e il reparto di Cardiologia in collaborazione con l'Aido e con l'Ospedale di Fiorenzuola. Ci si potrà sottoporre a elettrocardiogramma, rilievo di pressione arteriosa, glicemia, colesterolo e visita cardiologica. Domenica 21 giugno, inoltre, come di consueto, l'Aido organizza un pranzo per ringraziare i volontari e gli iscritti dell'importante contributo portato all’associazione e per darsi appuntamento dopo le vacanze per la ripresa dell'attività. Quest'anno ci si recherà a Noli in provincia di Savona per una mangiata di pesce a cui potranno partecipare tutti coloro che lo vorranno previa iscrizione al viaggio presso la sede dell'Aido in Corso Garibaldi 47. 9 i volontari dell'Aido di Fiorenzuola per un direttivo rinnovatisi lo scorso anno ed in carica fino al 2012: Silvana Passera (presidente), Sonia Aletti (vice presidente), Vincenza Guazzi (tesoriere), Mara Piva (segretaria). I consiglieri: Renata Grumi, Lorenzo Anelli, Massimo Cadamagnani, Cinzia Barlone e Silvia Guazzi.

"Fiorenzuola oltre i Confini", l'associazione onlus attiva da anni nel mondo del volontariato, si è mobilitata a favore dell'Abruzzo raccogliendo fondi in piazza Molinari di Fiorenzuola da destinare alla popolazione colpita dal sisma oltre che materiale per l'igiene personale presso i supermercati nei mesi di aprile e maggio. "Consegneremo personalmente il materiale raccolto recandoci in Abruzzo a fine giugno: sappiamo, infatti, che le difficoltà iniziano successivamente l'emergenza immediata, quando i media non parleranno più del terremoto ma i bisogni delle persone rimarranno invariati", spiega il presidente dell'Associazione fiorenzuolana, Luigi Danesi che sta prendendo contatti con le associazioni di volontariato abruzzesi per lavorare insieme. I fondi raccolti in piazza a Fiorenzuola, verranno, invece, destinati ad iniziative a favore dei bambini, che saranno valutate una volta sul campo, per capirne le esigenze più imminenti. Dal 3 al 10 giugno i volontari di "Fiorenzuola oltre i Confini" partiranno per la Bosnia, dove operano dal 1995 nelle città di Zenica e Jajce e nel cantone di Zenica-Lineta-Doboj, dando sostegno alla popolazione: "Porteremo alimenti, vestiario e materiale sanitario nei campi profughi, negli orfanotrofi, nelle organizzazioni per anziani ma anche materiale didattico all'associazione

Sezam, un'associazione di giovani insegnanti che si occupano della realizzazione di percorsi interculturali atti al raggiungimento della convivenza pacifica tra le diverse etnie della zona, partendo dai bam-

bini, diffondendo la cultura della tolleranza", prosegue Danesi. A testimonianza del rapporto instaurato con Zenica, "Fiorenzuola olre i Confini" ha ospitato a fine aprile il Coro dei ragazzi di Zenica, l'Omladinski Hor che si è esibito in diverse località italiane e ha partecipato al Congresso dei pensionati della Fnp-Cisl a Roma inaugurandone i lavori. Quest'anno il Comune di Fiorenzuola entrerà, inoltre, a far parte di un coordinamento regionale di enti ed associazioni che da anni si occupano dei Balcani presentando progetti all'Unione europea. "Fiorenzuola oltre i Confini", che fa parte da anni del coordinamento, intende proporre un progetto per l'orfanotrofio di Zenica: "Stiamo pensando insieme ai dirigenti dell'orfano-

trofio di realizzare un forno semindustriale per dare lavoro ai ragazzi che, compiuto il diciottesimo anno di età, non possono più stare in orfanotrofio, aiutandoli a sistemarsi. L'Associazione - prosegue Danesi - ha anche un secondo progetto in cantiere: "E' nato lo scorso anno a Zenica un centro per anziani e stiamo pensando ad un progetto educativo per gli operatori, che potrebbero venire in Italia per imparare il mestiere. Ma "Fiorenzuola oltre i Confini" opera anche sul territorio comunale e organizza un corso per stranieri che intendono chiedere la cittadinanza da noi, con il patrocinio del Comune e finanziato dallo Svep. Il corso è iniziato a fine gennaio e terminerà alla fine di maggio, presso i locali del Comune. Il 2 giugno verranno consegnati gli attestati alla ventina di iscritti che hanno concluso il percorso di 80 ore, tra corsi di lingua, diritti e doveri, pari opportunità, storia e cultura italiana con uscite informative nei punti storici e culturali del territorio provinciale. Francesca Gazzola

Nelle foto: in alto un gruppo di volontari con i bambini dell’orfanotrofio Dom Porodica; in basso una bambina del campo profughi con uno scatolone di Fiorenzuola Oltre i Confini


21 maggio 2009

Corriere Padano

FIORENZUOLA

Amensty, in difesa di chi non ha voce

Nelly Bocchi (Gruppo 208): "A settembre pronto un filmato che raccoglierà le storie di rifugiati che chiedono asilo in Italia" Amnesty di Fiorenzuola è parte del progetto regionale "Emilia Romagna terra d'asilo" che si compone di una rete di enti ed associazioni che si occupano di rifugiati e richiedenti asilo su tutto il territorio regionale. Il progetto è nato 4 anni fa e l'Amnesty fiorenzuolana, ovvero il Gruppo 208 Fidenza e Fiorenzuola, ne fa parte da due anni. Obiettivo del progetto, sensibilizzare e proporre percorsi di educazione alla tutela dei diritti umani, quali il diritto d'asilo. A questo proposito il Gruppo 208 di Fiorenzuola ha elaborato un percorso volto ad informare le persone sui rifugiati e sulle motivazioni che spingono loro a chiedere asilo politico in un altro paese, raccogliendo le testimonianze di persone fuggite dal loro paese d'origine, per difendere i loro diritti. Tale percorso educativo viene proposto nelle scuole superiori ma è rivolto anche a chiunque voglia documentarsi in merito al diritto d'asilo. (http://digilander.libero.it/amnesty208/percorso1.html) "Stiamo lavorando alla realizzazione di un filmato che sarà pronto a settembre e conterrà le testimonianze di alcuni rifugiati", spiega Nelly Bocchi, alla guida di Amnesty di Fiorenzuola e Fidenza, che aggiunge: "L'intenzione è quella di pubblicare il filmato in rete, sul sito di Gruppo 208 di Fiorenzuola e Fidenza (http://digilander.libero.it/amnesty208/) e di proiettarlo agli incontri e alle iniziative promosse da Amnesty sul territorio". Il filmato che verrà realizzato prossimamente conterrà anche l'intervento di un volontario di Amnesty che "spiegherà le condizioni dei rifugiati in Italia, ricordando il nostro è l'unico Paese dell'Unione europea a non avere una legge ad hoc sul diritto d'asilo. E' necessaria - prosegue Bocchi - una tutela diversa ed occorre incrementare i progetti volti al sostegno dei rifugiati politici, che in Italia sono circa 30 mila, di cui 3 mila in Emilia Romagna, di cui buona parte senza alcuna tutela". Il Gruppo 208 Fidenza e Fiorenzuola si compone di una decina di persone attive da 15 anni nella difesa di chi non ha voce, denunciando le violazioni dei diritti dei più deboli, a fianco dei richiedenti asilo politico, dei condannati a morte, dei prigionieri di coscienza, dei torturati, dei bambini soldato, delle donne che ovunque subiscono violenza. "Purtroppo negli anni non c'è stato ricambio generazionale all'interno dell'associazione: a tal proposito organizziamo diversi incontri nelle scuole proponendo ai ragazzi qualunque percorso educativo che parli di violazione dei diritti umani", conclude Nelly Bocchi.

A Baselicaduce la Festa della Rana Dal 29 maggio al 2 giugno la frazione di Baselicaduce (nel comune di Fiorenzuola) ospita la 23ª edizione della Festa della Rana. Negli stand gastronomici si potranno gustare, oltre alle specialità locali, le rane, protagoniste della festa. Ogni serata sarà caratterizzata da musica dal vivo, dedicata ai giovani il venerdì sera, le migliori orchestre di liscio le altre sere: sabato l’Orchestra Emanuela, domanica Elisa e gli Harmony, lunedì Giliana Gilian, martedì Gianni e la liscio band. Sabato pomeriggio si svolgerà la prima edizione della gara ciclistica Gran Premio della Rana, mentre la domenica si potrà assistere alla sfilata dei trattori ‘epoca. Martedì ci sarà la possibilità di partecipare alla gita all’antica stalla dei Ronchi, metre lunedì verrà presentato il libro sui fontanili scritto da Pierluigi Viaroli. Il ricavato della festa verrà devoluto a una proloco abruzzese distrutta dal terremoto.

15


Corriere Padano

16

21 maggio 2009

FIORENZUOLA

Ex Macello: entro il 2009 via ai lavori per il recupero dell'ultima palazzina Nel dicembre 2008 l'ex Macello è stato restituito alla città ed indirizzato alla promozione di eventi culturali di qualità, che diano spazio alle più diverse discipline artistiche. Il primo intervento ha interessato il corpo centrale con le quattro salette laterali e le due retrostanti. "Sin dalla riapertura, la città ha potuto apprezzare l'elevata qualità del recupero architettonico, dimostrando una particolare vocazione come centro per l'organizzazione di esposizioni di diverso genere: si sono susseguiti, infatti, dalla riapertura ad oggi, appuntamenti che hanno interessato il collezionismo (Concorso Nazionale Presepistico dedicato a Pesatori), la fotografia (Concorso Nazionale per la Zobia), percorsi scientifico-ambientali (Mostra Atmosphera, nell'ambito della Rassegna Uomo e Ambiente)", afferma l'assessore Nicoletta Barbieri (Cultura). Prossimamente verranno organizzati eventi che evidenzieranno le capacità creative dei ragazzi delle scuole, in occasione della giornata del 13 di giugno degli "Affari si fanno in centro".

Sono, inoltre, stati destinati spazi più ampi rispetto a quelli originariamente ipotizzati alle attività di carattere musicale, con "sale prove comunali" con le quali poter dare risposta alle tante esigenze dei giovani gruppi locali, che con difficoltà oggi trovano spazi adeguati dove esprimere la propria passione musicale. Questo progetto ha anche riportato il riconoscimento di uno specifico finanziamento ottenuto dalla Regione Emilia Romagna e sarà ultimato entro l'anno. A breve verrà riaperta la prima delle due palazzine adiacenti al suddetto complesso centrale, nella quale l'amministrazione sta valutando di attivare innovativi servizi di contatto e di incontro con i cittadini. Il recupero dell'ultima palazzina è completamente finanziato e si è già proceduto a redigere il progetto definitivo da sottoporre alla Sopraintendenza. Si prevede l'avvio dei lavori entro l'anno, con l'ultimazione prevista per l'estate 2010. L'amministrazione sta valutando l'opportunità di farne luogo di aggregazione per le fasce adolescenziali.

Estate ricca di appuntamenti culturali Musica e teatro, dal folk al cinema Dopo la recente chiusura dell'articolata stagione teatrale 2008/2009, che ha visto susseguirsi eventi di altissimo livello sia in campo musicale che nella prosa, costantemente affiancata da eventi teatrali amatoriali, espressione della vivacità e intraprendenza dell'associazionismo locale fiorenzuolano, l'assessorato alla Cultura è oggi impegnato nell'organizzazione degli appuntamenti che animeranno la città nei mesi estivi, nonché nella progettazione delle importanti iniziative che decolleranno con l'autunno. Dopo la Festa di Primavera contraddistinta da una grossa promozione della via Francigena, il calendario prosegue con"Arti e Mestieri", l'altra grande manifestazione dedicata ai mestieri del passato. Altre iniziative, organizzate dall'associazionismo locale, animeranno le giornate di giugno: dalla "Festa della Rana" a Baselicaduce, alla "Festa del Bastardino" al Parco Lucca, alla Festa del Quartiere Molinetto; dal Concerto dell'Old Flower Band sotto i Portici del Teatro Verdi, ai "Canti sotto le Stelle" del Coro Folk nel Chiostro dell'ex convento San Giovanni. che ospiterà, inoltre, il 26 giugno il Concerto della Rassegna "Castelli in Musica" promosso dalla Banca di Piacenza. L'offerta culturale proseguirà nei mesi di luglio e agosto con le proposte cinematografiche dell' "Arena Estiva" presso il Parco delle scuole elementari. "Siamo impegnati nella progettazione della Stagione Teatrale 2009/2010 (che vedrà in un unico Cartellone Sezioni di Prosa e Musica), e nella realizzazione di iniziative culturali di alto valore scientifico ed artistico, nell'anno dell'Astronomia e degli Anniversari delle scoperte galileiane e della nascita di Darwin", afferma l'assessore alla Cultura Nicoletta Barbieri che aggiunge: "Stiamo elaborando iniziative con la Scuola di Musica comunale e con il Conservatorio Nicolini di Piacenza e seguendo gli sviluppi del percorso di iniziative di celebrazione dell'Anno Verdiano nel 2013".


21 maggio 2009

Corriere Padano

17

WEEKEND The Beatles Fest a Villa Braghieri

Quattro passi tra i vigneti

Beatles Fest si terrà il 23 maggio a Castel San Giovanni al parco di Villa Braghieri; oltre all'esibizione degli Eggmen, cover band di Treviso che proporrà grandi successi dei ragazzi di Liverpool, saranno presenti altre band emergenti e dj set. Momenti dedicati alla gastronomia, ispirata ovviamente alla cultura inglese: fish & chips, cheese cake e altre specialità. Per informazioni www.prolococastello.com

Domenica 24 maggio il ritrovo è previsto alle ore 10.30 presso la cantina Manara di Vicomarino. Buffet e vini locali daranno l'energia per iniziare la passeggiata verso la cantina Marasi dove verrà servito un sostanzioso assaggio dei piatti tipici della zona. Nell'ultimo ritrovo, la cantina Molinelli a Ziano, ci si concederà qualche peccato di gola con dolci accuratamente abbinati ai vini. Info e prenotazioni: Placentia Incoming di Piacenza Turismi tel. 0523.305254 - placentiaincoming@piacenzaturismi.net oppure infotur@piacenzaturismi.net

Voce, pianoforte e mostra d'arte in Fondazione Mercoledì 27 maggio alle ore 21.00 presso l'Auditorium della Fondazione di Piacenza e Vigevano Via S.Eufemia 12, l'associazione "I colori del mediterraneo" organizza un "Concerto di voce e pianoforte" con soprano Eleonora Alberici e pianista Roberto Sidoli per la Direzione artistica Tampa Lirica. Sarà inoltre possibile visitare l'esposizione "Fiori, Giardini e figure femminili nell'opera lirica", esposizione di opere pittoriche dei soci dell'Associazione culturale. Ingresso libero.

WEEKEND

Festival Teologia, la preghiera La rassegna teologica piacentina affiancherà grandi nomi della teologia internazionale a filosofi non credenti, esponenti del panorama culturale e artisti, riunendoli intorno al "problema comune" di Dio e del sacro. Sarà dedicato alla preghiera, alle esperienze di Dio, al dialogo degli uomini con Dio e al "mistero" di Dio, la seconda e-

dizione del Festival Teologia che si svolgerà a Piacenza nei luoghi della fede e nei palazzi civici di grande suggestione: dalla cattedrale cittadina al cortile di palazzo Gotico, dal chiostro di San Sisto al collegio Alberoni. Obbiettivo del Festival è quello di aprire spazi di confronto e approfondimento attorno a temi che interessano

l'aspetto spirituale dell'esperienza umana, nei suoi rapporti con la totalità della vita affettiva ed espressiva personale. Ma anche pensare la fede, nel senso di rifiutare la costituzione di una ragione autonoma che vuole affermarsi nel conflitto di facoltà e relegare la fede a fenomeno accidentale e settoriale nel processo di formazione della persona.

AGENDA WEEKEND CAORSO

Caurs ad vanarde d'sira

Piazza del Comune, arrivo a Soarza con punto di ristoro e rientro in piazza del Comune con merenda per tutti i partecipanti. Km 25

Venerdì 22 maggio Mercato serale di oggetti artigianali, artisti di strada e piano bar dalle ore 20

FIORENZUOLA

31ª Festa di primavera CASTEL SAN GIOVANNI MONTICELLI

Dolci fiabe Sabato 23 maggio. Fiaba e laboratorio creativo davanti alla Gelateria Dolceneve alle ore 16, partecipazione libera e gratuita

CASTELVETRO

Pedalando in amicizia Domenica 24 maggio. Ore 15:00 partenza dalla

Da venerdì 22 a domenica 24 maggio Bancarelle, eventi, teatrino di burattini, esposizione di auto d'epoca, mercato medievale, sbandieratori, concerti e dimostrazione di danza del ventre. Lungo le vie del centro storico.

Conferenza di Buttiglieri Mercoledì 27 maggio alle ore 21.Tema "Maschio e femmina, bisogni e linguaggi", cosa pensa veramente il tuo partner Presso il Caffé dei mercanti, Via XX settembre 54/b

Il festival vero e proprio avrà un prologo nel mese di dicembre a Roma, con la presenza di un alto esponente del magistero cattolico, e sarà preceduto da una conferenza stampa a Piacenza. L'iniziativa nasce come sfida: riportare la teologia nel suo posto d'origine, le piazze. Il filo conduttore di quest'anno è proprio la proposizione della teologia come sguardo sull'uomo, quindi, non come materia d'elite. Ponendosi come obiettivo quello di suscitare domande e spunti di riflessione, il festival propone una riflessione sulla preghiera e sul ruolo che essa ricopre nella vita dell'uomo. La rassegna è curata dall'Associazione Teologica di Piacenza e si avvale di molte collaborazioni, tra cui la Diocesi di Piacenza Bobbio, la Fondazione di Piacenza e Vigevano, le Amministrazioni Pubbliche del territorio (Regione Emilia Romagna Provincia e Comune di Piacenza). Si evidenzia in particolare la partnership con Società San Paolo e con ASUS di Roma (Accademia di Scienze Umane e Sociali). "Festival della Teologia" - La Parola le parole, preghiera ed esperienze di Dio 22, 23, 24 maggio Per informazioni e per consultare il programma completo del Festival www.festivalteologia.it

"Cortili in concerto", dal Medioevo ai nostri giorni I cortili dei palazzi, incastonati nel centro storico piacentino, si prestano come teatri ideali per l'ascolto di una produzione musicale che spazia da quella medioevale, rinascimentale, classica, romantica, moderna e contemporanea con la partecipazione di interpreti del panorama musicale italiano e internazionale. "Cortili in concerto" è la rassegna concertistica, voluta e promossa dalla Banca di Piacenza, che anche quest'anno rinnova il suo tradizione appuntamento con il pubblico piacentino con quattro nuovi spettacoli in prima esecuzione assoluta. L'Accademia Musicale Padana, che organizza la manifestazione, propone il 22 maggio alle ore 21.15 la "Festa a Palazzo", musiche e danze cortigiane tra XV e XVI secolo nello splendido giardino di Palazzo Scotti di Montalbo in via Poggiali 39. Il palazzo, che sorge sull'area di un edificio anticamente di proprietà della famiglia Gonfalonieri, si sviluppa lungo le via Poggiali e S.Marco, dove si apre il secondo ingresso al numero civico 18. Seguiranno il 29 maggio presso palazzo Suzani in via Mandelli 4 il concerto "Songs & Singings" da Salisburgo a Manhattan. Dall'intervento commissionato dalla famiglia Suzani si conserva l'articolazione del cortile a doppio loggiato di ordine ionico e gli affreschi di Bartolomeo Rusca. Alla successiva famiglia Faustini, invece, si deve la facciata ottocentesca, lo scalone a rampe parallele, il medaglione e alcune sale gusto neoclassico. Il 5 giugnoal Palazzo Vescovile di P.zza Duomo 33 si terrà il "Concerto Cameristico" in onore di S.E. Gianni Ambrosio, Vescovo di Piacenza-Bobbio. La nuova facciata del palazzo è stata completamente restaurata nel 2005 dalla Diocesi, con il contributo della Conferenza Episcopale Italiana e della Banca di Piacenza. Il 12 giugno in Strada San Marco 37/a, presso il Convento si Santa Eufemia ad uso di edificio scolastico alla fine del XIX secolo, sarà proposto un "Recital del pianista Giuseppe Aneomanti". Paola Pedrini


Corriere Padano

21 maggio 2009

18

WEEKEND

Il cielo in una stanza Piacenza e le immagini del '68 Tre gli eventi collaterali alla mostra di Prospero Cravedi: venerdì 22 maggio ore 21 "Mettiamo dei fiori nei vostri cannoni", tra la provincia e il mondo, parole e musica della generazione del Vietnam. Martedì 26 ore 21 "Revolution n. 2009", riflessioni sull' "album bianco" dei Beatles e il 1968. Mercoledì 27 ore 21 "Passato prossimo", Piacenza e la sperimentazione artistica, ‘65/’75 con E. Gazzola, U. Locatelli, L. Spagnoli e W. Xerra. Urban Center, Via Scalabrini 113.

Cineforum allo Spazio 4

Cocktail Show, ospite Enzo Miccio

Martedì 26 maggio ore 21 sarà proiettato il film "Trick. Una notte diversa a New York" di Jim Fall. Gabriel è un giovane gay aspirante musicista la cui vita sembra essersi bloccata al primo atto. Divide un monolocale con Rich, la cui vivace vita amorosa eterosessuale ha ridotto Gabriel a dormire sullo zerbino. Una sera Gabriel decide di andare in un locale gay per smuovere la serata. Qui incontra Mark, un cubista. Riusciranno a dare un senso al loro incontro? Spazio 4, via Manzoni 21 Piacenza.

Sarà il designer di eventi Enzo Miccio la guest star del Cocktail Show in programma martedì 26 maggio al Mode, lounge&dining, di Largo Erfurt 10. Miccio, vero e proprio guru del buon gusto, è noto al pubblico della tv satellitare per i programmi fashion "Ma come ti vesti?" e "Wedding planners". E' autore, con Angelo Garini, del libro "Il matrimonio che vorrei". Appuntamento a partire dalle 19 nel nuovo locale progettato da TFB Architetti Associati.

WEEKEND "Shakespeare's Situations", cori, dialoghi e giochi di ruolo

Alla scoperta delle fattorie "Fattorie aperte", giunta alla sua undicesima edizione, vi aspetta con le 220 aziende agricole partecipanti, insieme ai parchi ed ai musei che hanno aderito all'iniziativa. I visitatori saranno accolti ancora una volta con una vasta gamma di proposte per favorire la conoscenza del territorio e delle produzioni agroalimentari regionali. Una domenica in campagna, per scoprire le bellezze naturalistiche del nostro territorio, degustare i prodotti tipici, osservare da vicino i modi di coltivare e di produrre, fare escursioni, giri in calesse o in bicicletta. La novità di quest'anno è costituita da alcuni percorsi ciclabili proposti come occasione di movimento all'aria aperta tra bellezze naturali e culturali e raggiungendo così le diverse fattorie. "Fattorie aperte" il 24 maggio dalle 9.30 alle 18.30. Di seguito l'elenco delle Fattorie Aperte a Piacenza e provincia, per tutte le altre informazioni www.fattorieaperte-er.it Azienda Agricola Vitali, Nibbiano Tel. 0523/998947 - Agriturismo Podere Terravera, Borgonovo Tel. 0523/845515 - Azienda Agrituri-

stica Larca, Travo Tel. 0523/955051 - Società Agricola Montebogo, Piozzano Tel. 0523/959147 Azienda La Madre Pietra, Travo Tel. 0523/950516 - Azienda Agricola Rossi Silvana, Travo Tel. 0523/950330 - Azienda La Vallescura, Piozzano Tel. 0523/979422 - Azienda Agricola Bongiorni, Piozzano Tel. 0523/970124 - Azienda Marangoni, Ponte dell'Olio Tel. 0523/877229 Azienda Agricola Le Cascate, Bettola Tel. 0523/913501 - Azienda Agrituristica Ronco delle Rose, Vigolzone Tel. 0523/877267 - Azienda Agrituristica I Ronchi, Vigolzone Tel. 0523/870366 - Azienda Agrituristica La Pattona, Castione Tel. 0523/878843 - Azienda Biologica Agrituristica La Risorgiva, San Michele di Morfasso Tel. 0523/918338 - Il Germoglio, Piacenza Tel. 0523/610248 - Azienda Casa Rosa, Carpaneto Tel. 0523/852795 - Azienda Agricola La Rosa, Vigolo Marchese Cell. 339/8770319 - Azienda Vitivinicola Pusterla, Vigolo Marchese Tel. 0523/896105 - Azienda Agricola La Buca, Castell'Arquato Tel. 0523/803345 - Azienda I Campi, Vernasca Tel. 0523/898215 - Azienda Agricola Piccioni e Pastori, Castell'Arquato Tel. 039/8398228 - Azienda Agricola Morini, S. Giorgio P.no Tel. 0523/530110 - La Quercia Verde, Alseno Cell. 338/4196961

Musica live a Piacenza Weekend al Milestone... Venerdì 22 maggio la cantante Consuelo Amici calca il palcoscenico del Milestone con un quartetto a suo nome, formato da Mario Zara al pianoforte, Michele Mazzoni al basso e Luca Mezzadri alla batteria con la partecipazione di Gianni Azzali in alcuni brani. Il background musicale della Amici è vario ma la musica brasiliana ne occupa una parte non indifferente. Sabato 23 maggio per la prima volta al Milestone "The Bridge Quartet", composto da Marco Zignani al sax tenore, Stefano Scariot alla chitarra, Franz Valcanover al basso e Oberdan Galvani alla batteria. Ospite del quartetto sarà la cantante Silvia Tamborlani. The Bridge Quartet è un nuovo ensemble che presenterà il suo progetto "Tribute to songwriter", ricordando i meravigliosi brani scritti dai grandi del musical a-

mericano che i jazzisti hanno amato e re-interpretato da sempre. Stiamo parlando di Cole Porter, Jerome Kern, Johnny Green, Richard Rodgers e tanti altri.

...e altri locali Venerdì 22 maggio al Morrigan di Campremoldo suoneranno i Dirty Lovers, cover band con il loro rock'n'roll con pezzi dei Rolling Stones, Doors, Clash passando per il folk e il glam targato anni '80 arrivando fino ai contemporanei Blues Explosion. Sabato 23 maggio a La Corte di Borgonovo suoneranno gli Antani Project, band rock con la 'carica' di una vera sezione fiati per uno spettacolo divertente, geniale e imprevedibile. Giovedì 28 maggio al caffé Letterario Baciccia primo concerto all'aperto con The Scalab's big 9 con la presentazione del nuovo attesissimo disco.

Dialoghi da plays shakespeariani è il prossimo appuntamento di Pre/Visioni, la rassegna dedicata ai giovani delle scuole di teatro, ai laboratori e alle azioni teatrali proposta da Teatro Gioco Vita con il contributo della Fondazione di Piacenza e Vigevano. Il progetto di collaborazione tra la Società Filodrammatica Piacentina e il Charioteer Theatre di Scozia diretto da Laura Pasetti, attrice e insegnante del Piccolo Teatro di Milano, nonché fondatrice del teatro scozzese a Forres, nel Morayshire, mira ad avvicinare gli attori al linguaggio e alla struttura del teatro shakespeariano e a mostrare la validità e l'attualità delle situazioni rappresentate attraverso l'estrapolazione del personaggio dal contesto storico e la sua trasformazione in archetipo. Gli attori della Società Filodrammatica Piacentina e quelli del Charioteer esploreranno attraverso l'improvvisazione corale e, successivamente, a coppie alcuni dei dialoghi tratti dalle opere di Shakespeare. Il lavoro si svilupperà partendo dall'approccio e dalla comprensione del testo fino alla messa in scena passando per le tappe fondamentali della ricerca: l'analisi drammaturgica della scena, l'analisi fisica attraverso il movimento, l'improvvisazione corale, la creazione e lo sviluppo dei rapporti, la creazione della storia. Gli attori italiani e scozzesi reciteranno senza alcun supporto scenografico alcuni dei dialoghi in una sorta di gioco di ruoli che li vedrà impegnati sul palco contemporaneamente, ora come coro, ora come protagonisti, nelle rispettive lingue. Le situazioni estrapolate dalla storia verranno sezionate, ribaltate, amplificate, replicate a volte in doppia lingua, come sotto una lente di ingrandimento. Le scene utilizzate saranno prese da alcune delle opere più note di Shakespeare, tra cui "Romeo e Giulietta", "Antonio e Cleopatra", "Misura per misura", "Giulio Cesare", "Riccardo III",

"La dodicesima notte", "Il racconto d'inverno". "Shakespeare's Situations" Sabato 23 maggio ore 21.00 Domenica 24 maggio ore 16.00 Teatro Comunale Filodrammatici

Tre big per il debutto di Daniele Ronda Grande serata al teatro Politeama dove il piacentino Daniele Ronda presenterà, accompagnato da diversi ospiti, il suo lavoro discografico. Attesi Enrico Ruggeri, Davide Van De Sfroos, Andrea Mirò, Luigi Schiavone, i Queen Mania, da x factor Annalisa Baldi, la campionessa del mondo di ciclismo Giorgia Bronzini e altri ancora. Nel disco, l'artista ha in serbo un regalo speciale per Piacenza: si tratta di " 'M l'avan ditt", un pezzo tutto in dialetto per omaggiare le sue origini. Il talento di Ronda come autore ottiene il dovuto riconoscimento quando due dei suoi brani, "Almeno stavolta" e "L'anno zero", sono scelti da Nek come singoli di lancio per il suo "Nek The Best Of... l'Anno Zero", uscito nel 2003. L'anno successivo si mette al lavoro con il suo gruppo di collaboratori e realizza il proprio singolo d'esordio "Come pensi che io", in rotazione radiofonica dal maggio 2004, brano che lo porta sul palco del Festivalbar dello stesso anno. Nel 2005 altri quattro suoi brani vengono scelti da Nek e con "Lascia

che io sia" vince l'edizione 2005 del Festivalbar mentre nel 2008 partecipa come autore al Festival di Sanremo.

Il 2008 e il 2009 sono anni di incontri importanti che lo portano a prendere la definitiva decisione di voler cantare le canzoni che scrive e mettersi in gioco in prima persona. Il ricavato della serata sarà devoluto all'associazione "Il Cuore di Piacenza" per finanziare il Progetto VITA in favore dello sviluppo e della diffusione dei defibrillatori. Venerdì 22 maggio alle ore 21.00 Teatro Politeama.

11ª Festa del volontariato Saranno presenti tutte le Associazioni di Piacenza e Provincia per l'undicesima Festa del volontariato organizzata da Svep, il Centro di Servizio per il Volontariato di Piacenza. Tra gli appuntamenti di sabato 23, "Giovani e volontariato" con l'associazione "La Ricerca" e la presenza di alcuni volontari intervenuti nelle zone terremotate dell'Abruzzo. Nel pomeriggio, proiezioni e video a cura di Svep mentre il ricco programma di domenica 24 include degustazioni solidali e la lettura del Piccolo Principe, oltre ad un momento di approfondimento (alle ore 21) su "Piacenza for Africa: esperienze a confronto", con le testimonianze del gruppo Kamenge di Africa Mission e di Emergency. Sabato 23 e domenica 24 maggio dalle ore 9.00 Pubblico Passeggio Piacenza


21 maggio 2009

Corriere Padano

19

WEEKEND Il mio cinema, un film da raccontare

Teatro A Vapore, spettacolo a Pontenure

Lunedì 25 maggio "A qualcuno piace caldo" di Billy Wilder, presentazione di Cecilia Magnani. Giovedì 28 maggio "Shining" di Stanley Kubrick, presentazione di Claudia Praolini e Gianluca Sgambuzzi dell'Associazione Concorto. Biblioteca Comunale Passerini-Landi, via Carducci 14 tel. 0523.492404.

Venerdì 22 maggio al cinema teatro Omi di Pontenure, i ragazzi delle scuole medie presentano “La ricerca della felicità”, spettacolo che nasce dal percorso di laboratorio teatrale seguito da Agostino Bossi. Gli alunni interpretano a modo loro cosa significa essere felici: modi, stereotipi e verità. Teatro Omi ore 21 ingresso libero

FUORI IN GIRO

NEWS Cena del pesto alla genovese alla trattoria da Cattivelli

Busseto, casting per il film la Principessa Sissi

Slow Food Piacenza in collaborazione con la libreria Fahrenheit 451 organizzano la serata del "Pesto genovese", una cena con dimostrazione pratica di come si prepara il vero pesto genovese. L'appuntamento è per venerdì 22 maggio alle ore 20.00 all'Antica Trattoria da Cattivelli,

Nei giorni 30 e 31 maggio dalle 11 alle 18 presso il teatro Verdi di Busseto (piazza Verdi 10) si terranno le selezioni per le comparse della fiction televisia "La principessa Sissi" (che verrà girata il 17 e 18 giugno a Busseto e Fidenza). Si stanno cercando moltissime figurazioni: uomini e donne dai 18 ai 60 anni e diversi bambini tra i 6 e i 12 anni. Info: Valentina Barato 335.5433005 - mail: valezippo@libero.it

Parma, meraviglie di piatti, poesie e petali

Tomassini racconta “storie sulla pelle”... Prosegue il lavoro di ricerca della Compagnia Infidi Lumi fondata da Stefano Tomassini, figura atipica di attore, regista e uomo di lettere capace di indagare con l'occhio dello scienziato rigoroso testi poco noti e di reinventarli poi con la fantasia del moderno sperimentatore di teatro. Si terrà al Polo di mantenimento pesante (ex Arsenale) la rappresentazione "Strana Dido: storie sulla pelle" tratta da Virgilio, con ideazione drammaturgica e regia dello stesso Tomassini. "Strana Dido", inizialmente previsto al Teatro Comunale Filodrammatici, si terrà invece all'ex Arsenale per valorizzare, dal punto di vista performativo, uno spazio non teatrale della città. "Questo nuovo lavoro a Piacenza spiega il regista Tomassini - è generato dalle immagini di alterità e mestizia che tutta la tradizione epica del poema di Virgilio ha costruito intorno alla razza e al genere di Didone, regina africana. Sullo sfondo, distratto e impotente, l'Occidente di Enea, in grazia agli dèi sovrani. Sono, queste raccontate anche dai margini di alcune traduzioni rinascimentali dell'epopea virgiliana, storie sulla pelle". Stefano Tomassini (1966) ha studiato teatro

e danza, e dal 1988 lavora con la compagnia teatrale Infidi lumi (attualmente in residenza artistica presso il Teatro Gioco Vita - Teatro Stabile d'Innovazione di Piacenza), con la quale ha partecipato a numerosi festival internazionali per il teatro di ricerca; una sua edizione de "Il ventaglio di Goldoni", in cui l'azione scenica si dispiegava in forma itinerante nei locali della ex centrale elettrica piacentina "Emilia", ha ricevuto il Premio 2002 della Associazione Nazionale della Critica Teatrale. La ricerca della compagnia ha attraversato, spesso, opere e temi della crisi, da Tasso e Marlowe a Gertrude Stein, alla dialogìa Schiller/Verdi: lo scrivere, in questo procedere, equivale esattamente alla gènesi scenica. Lo spettacolo sarà a pubblico limitato con prenotazione obbligatoria e per ogni serata si terranno due repliche con inizio alle ore 20.30 e alle ore 22.00. Polo di mantenimento pesante (ex arsenale) ingresso: via XXIV maggio n. 13. Prenotazioni allo 0523.315578. Mercoledì 27, giovedì 28 e venerdì 29 maggio. Paola Pedrini

Effetto notte a Location Piacenza A giugno la VI edizione del concorso per videomakers, protagonista la città Tre giorni per girare, due giorni per montare, un giorno per vincere, è la frase di lancio del concorso per videomaker Location Piacenza, giunto quest'anno alla sesta edizione. Il tema scelto per quest'anno è la notte, tema perfetto visto che una delle novità di quest'anno sarà l'inserimento della serata conclusiva del concorso nell'ambito dei Venerdì Piacentini. La serata si svolgerà, infatti, venerdì 19 giugno non più nella storica location di Palazzo Farnese ma in Piazza Cavalli. Sono circa 40 coloro che hanno inviato il loro soggetto di cortometraggio, tre dei quali piacentini. Tra questi verranno selezionati i dieci che parteciperanno al concorso vero e proprio. Le troupes, composte da tre a cinque elementi, arriveranno a Piacenza il 13 giugno e inizieranno a girare per la città alla ricerca della giusta

location e dei giusti personaggi per le loro storie. I cortometraggi devono essere realizzati all'interno del confine territoriale del Comune di Piacenza a partire dalla mezzanotte di sabato 13 giugno fino alla mezzanotte di martedì 16 giugno. Dalle 8 di mercoledì 17 inizieranno le operazioni di montaggio e post produzione. I video finiti dovranno essere consegnati entro le 12 di venerdì 19 alla Direzione Artistica. La Giuria si riunirà alle 16 per la visione dei 10 film e per decretare i primi tre classificati e le eventuali menzioni speciali. In giuria la regista Marina Spada, l'attore e autore Andrea Dublin, lo scrittore Marco Bosonetto, il direttore di Rai Regione Fabrizio Binacchi e Enrica Prati di Editoriale Libertà (partner della manifestazione). "Ogni anno abbiamo la completa collaborazione degli operatori del settore - dice Roberto Dassoni, organizzatore di Location Piacenza - quest'anno vorremmo anche la collaborazione della gente comune, che voglia mettersi a disposizione delle troupes per trovare nuove location o per prestatre il proprio volto nelle riprese. C'è sempre bisogno di facce nuove, attori o semplici comparse". eb

Giovedì 28 maggio, Giuseppe Marchetti conduce un incontro con Giancarlo Baroni che con l'accompagnamento di Rosanna Varoli presenta la sua ultima raccolta di versi "I merli del giardino di San Paolo e altri uccelli". Letture a due voci per dare vita alle creature alate che popolano il libro dialogando tra loro e con gli uomini, in un moltiplicarsi di voci e prospettive per ammonirci che"la vita sugli alberi non è / quella che immaginiamo". Parma, nel giardino dell'ex Convento di San Paolo (via Melloni), ore 18.00.

Fiera di primavera a Tavazzano di Lodi Sabato 23 e domenica 24 torna a Tavazzano la Fiera di Primavera, dedicata alle arti e ai mestieri, organizzata dal comune e della Pro loco in collaborazione con la provincia. Due giorni tutti dedicati all'artigianato, tra stand espositivi e dimostrazioni delle lavorazioni di un tempo. Contemporaneamente piazza Mercato farà da sfondo allo spettacolo teatrale dei Matt'attori di Caty, all'esibizione delle majorettes, allo spettacolo di danza "Danza col cuore 2009" presentata da Walter Pansetti e a vari momenti di animazione. Info:www.lodionline.it

Fidenza, maggio tutto da vivere Proseguono gli appuntamenti organizzati dal Comune di Fidenza per promuovere il territorio. domenica 24 maggio ore 14.30: "Fidenza porta sulle terre verdiane" con passeggiata paleontologica nel Parco Fluviale Regionale dello Stirone. L'escursione è completata da una serie di iniziative collaterali quali osservazione degli uccelli e incontri didattici sulla vita della fauna del parco. (Info e prenotazioni: Tel. 0524.517371-517374). Mentre giovedì 28 maggio parte l'iniziativa "CAMMINA CAMMINA", da Fidenza a Lucca lungo la Via Francigena (Info: Parma Turismi, tel. 0521.228152)

Acoustic Guitar a Sarzana L’Acoustic Guitar Festival di Sarzana (SP) è ormai un appuntamento consolidato per tutti gli appassionati di chitarre e della melodia che questo poliedrico strumento riesce a produrre. Corsi di formazione (liuteria e la didattica per la chitarra), concerti, esposizioni, import, vintage, editoria e accessori oltre a naturalmente a cd, dvd, vinili, rarità da collezione, mercatini di chitarre nuove e usate. Ovviamente concerti e seminari di Fingerstyle e Fingerpicking, workshop e tanto altro. Info: da mecoledì 20 a domenica 24 maggio. www.armadilloclub.org

Abba show e Notte della Pizzica al Fuori Orario di Gattatico Venerdì 22 maggio al circolo Arci Fuori Orario di Taneto di Gattatico (Reggio Emilia) il «Tributo agli Abba» dei veneti Abba Show, un pirotecnico omaggio alla leggendaria band svedese. Il concerto inizia alle ore 22; ingresso riservato ai soci Arci e consumazione obbligatoria a 10 euro. Sabato 23 maggio una «Notte della pizzica pizzica», prezioso residuo di un rituale collettivo antichissimo che permetteva di «guarire» attraverso la musicoterapia e la danza. Ne è artefice il supergruppo pugliese Officina Zoè. Il concerto inizia alle ore 22, con ingresso riservato ai soci Arci e consumazione obbligatoria a 10 euro, scontata a 8 euro per chi entra tra le 19 e le 21.15. Dalle 19, grigliata di specialità salentine gratuita! Prenotazioni allo 0522-671970.

A CURA DI SARA MARENGHI

via Chiesa di Isola Serafini 2 a Monticelli d'Ongina. Sarà presente alla serata Sergio Rossi autore del libro "Alle radici del Pesto genovese: storie, curiosità e ricette", che proporrà un viaggio nel tempo scandito da aneddoti e curiosità svelando i segreti del Pesto, le sue origini e la sua storia per poi tornare ai nostri giorni, insegnando a prepararlo, col mortaio o sfruttando la moderna tecnologia, e a coltivare il basilico nell'orto o sul balcone. Costo della serata 25.00 vini inclusi. Per prenotazioni telefonare: Sonia: 0523/335725 3396581662 Luisella 3483844513.

Due giorni di festa per la Mostra del pane artistico Due giorni di festa a Piacenza che hanno come tema il pane. Come alimento, prodotto artistico e di comunione. Inizierà sabato 23 maggio la 4ª Mostra del Pane artistico organizzata dalla Parrocchia sacra Famiglia con il patrocinio del Comune di Piacenza. Apertura di stand gastronomici alle ore 11.00, a seguire laboratori di panificazione, spettacoli teatrali e giochi per sfociare poi nella serata con balli e musiche fino notte fonda. La festa da sabato continuerà ininterrottamente anche domenica a partire dalla colazione con brioche appena sfornate dalle 4.30 di mattina. Seguiranno laboratori per bambini, torneo di briscola e premiazione del pane artistico per terminare la serata su note di musica argentina. Dalle ore 11.00 di sabato 23 alle ore 24 di domenica 24 maggio presso Oratorio e Piazzale parrocchiale Via Montebello - Zona Infrangibile. Per informazioni 0523.480105 333.9964492


Corriere Padano

21 maggio 2009

20

WEEKEND

A TAVOLA RICETTE DI CASA

MANGIARE BENE

... E sulla tavola è di scena il verde!

Osteria Moretta, dove il tempo si è fermato

E sì, ormai ci siamo in pieno… la bella stagione ha sapore di verdure fresche, esige menù colorati e condimenti leggeri. Un'unica condizione: tutte le portate chiedono abbinamenti con ortaggi di stagione. I primi piatti offrono un numero indescrivibile di chances, i secondi si concedono nella versione "vegetariana" a base di legumi e, per contorno, si sprecano le foglie d'insalata. … e per dolce? Regaliamoci una sana porzione di frutta fresca: fragole, nespole, albicocche…

Risotto coi cipollotti E' la cipolla raccolta immatura quando ha ancora un sapore delicato e poco pungente. Si usa per cucinare la parte verde più tenera vicina al bulbo; da eliminare le barbine esterne. Ricetta Affettare sottilmente i cipollotti (nella proporzione di un cipollotto per un etto di riso), soffriggerli in una casseruola con un filo d'olio e procedere alla cottura del risotto usando un brodo vegetale caldo. Unire a fine cottura un trito di timo, maggiorana e prezzemolo. Servire all'onda.

Piselli in padella Quando i piselli sono freschi hanno la buccia brillante e un colore uniforme. Si servono come contorno, per la preparazione di sughi e

La festa in piazza Cavalli: a sinistra il sindaco e, a destra, i piacentini: tutti a farsi le foto con la coppa!

SPORT Chi entra all’Osteria della Moretta, sulle prime colline della Val Tidone, si trova d’un tratto immerso nell’atmosfera delle trattorie di campagna di qualche tempo fa, dove i locali sono semplici ma il servizio è attento e il cibo è genuino. Nonostante una parziale ristrutturazione l’arredamento rimane rustico, con le tovaglie di carta e i bicchieri di vetro spesso; il servizio cordiale e alla buona fanno della Moretta la classica osteria in cui si respira aria di familiarità. In un ambiente vivacizzato dall’allegria dei commensali, l’oste Piero accoglie i clienti con calore e simpatia, stuzzicando la golosità degli avventori, ben ricompensati dalle porzioni generose. In cucina regnano invece Alba e Bianca, che propongono un menu di rigorosa tradizione piacentina. Dopo i salumi nostrani, tra cui un’ottima pancetta, e le verdure sott’olio fatte in casa, si prosegue con i primi: tortelli con la coda al sugo di funghi, pisarei e fasò e anolini, serviti in un brodo saporito e leggero. Sono i piatti di tutti i giorni. La domenica, o su prenotazione, si possono gustare anche le lasagne al forno, i cannelloni, le crespelle e il risotto con i funghi. Tra i secondi, di nuovo alcuni classici del territorio: coppa arrosto, anatra arrosto, piccola di cavallo con polenta e bolliti accompagnati dalla tipica salsa di peperoni. In stagione alla Moretta si può trovare anche la selvaggina, in particolare il cinghiale, servito con una polenta fumante. Per finire, dolci casalinghi: crostate di frutta e semifreddo. La cantina propone una limitata selezione di etichette locali, ed un ottimo vino sfuso prodotto in proprio da Piero. Osteria della Moretta Località Moretta, 283 Borgonovo Tel. 0523.862551 Chiuso: lunedì

piatti in umido. Da soli sono un piatto sostanzioso, magari conditi con panna e prosciutto. Ricetta Sgranare i piselli, pulire i carciofi (tagliare il gambo, eliminare le foglie esterne e la barba nel cuore del carciofo) e affettarli; e infine pelare, lavare e tagliare le carote. Cuocere i carciofi con un cucchiaio d'olio, le carote e i piselli separatamente scottati in acqua bollente salata. Scolare e unire ai carciofi, condire con sale e pepe: cuocere qualche minuto per omogeneizzare i sapori. Prima di servire la padellata spolverizzare con prezzemolo fresco tritato fine.

PRANZO DI PRIMAVERA

Le Querce di Rocca, pranzo a tema Immerso sulle colline dell'Appennino piacentino, tra natura, tranquillità e relax, l'Albergo Ristorante "Le Querce di Rocca" si trova a quasi 860 metri di altitudine ed è una tappa obbligata per chi si incammina lungo i sentieri che portano ai laghi Moo e Bino. La proposta gastronomica è tipica piacenti-

Consigli per un'insalata mista La stagione dell'insalata è iniziata. Per prepararne una occorrono verdure fresche di stagione e un condimento a regola d'arte. Per bilanciare i sapori serve scegliere un'insalata di base e completare con altri ingredienti che diano equilibrio al gusto. Le foglie più amare richiameranno sapori dolci, quelle più delicate si assoceranno a gusti più piccanti. Ricordarsi di dare consistenza alla preparazione associando la croccantezza di alcuni elementi alla tenerezza di altri. Per condire mescolare aceto (vinaigrette) o limone (citronette) a sale na, ma in occasione della primavera il menu sarà arricchito con piatti freschi, leggeri e di stagione. Domenica 24 maggio "Le querce di Rocca" propone un pranzo "Primavera"; non possono mancare coppa e salame piacentini accompagnati da una portata fantasia Le Querce, si continua con lasagnette primavera e i tradizionali pisarei e fasò, per proseguire con lombata agli aromi e cinghiale "Le Querce" con funghi trifolati e salse fatte in casa di contorno. Per concludere zabaione gelato e caffé digestivo alla fiamma, il tutto accompagnato da vini dei colli piacentini. Il costo del pranzo è 27 euro. e pepe, aggiungere olio extravergine d'oliva ed emulsionare vigorosamente.

Albergo-Ristorante "Le Querce di Rocca" Frazione Rocca la Parrocchia, 3 - Ferriere Per info e prenotazioni Tel. 0523-922425

A CURA DI GIUSEPPE DE PETRO A CURA DI SARA MARENGHI

g.depetro@corrierepadano.it

Copra: siamo campioni d’Italia GIACOMO SPOTTI E così la favola iniziata nel 2002 si è finalmente conclusa con il lieto fine. Piacenza è campione d'Italia dopo 3 finali scudetto perse di cui 2 consecutive e, nel mezzo, c'è stato spazio anche per una finale di Champions League ceduta al tie break. Parlavamo di lieto fine non perché la vittoria di Trento abbia chiuso un ciclo, ci mancherebbe, il Copra Nordmeccanica si è appena seduto a tavola. Parliamo di lieto fine perché la vittoria in rimonta al PalaGhiaie (da 2-0 a 2-3) ha segnato il sorpasso di quel limite, di quella linea non tanto immaginaria che separa i perdenti dai vincenti. Il Copra si è finalmente scrollato di dosso l'etichetta di eterno secondo. D'accordo, le finali è meglio giocarle che non vederle affatto, chiedete a qualunque sportivo, ma è anche vero che perdere sempre ha ripercussioni negative. Ci sono stati atleti, e qui il pensiero ricorre al ciclista Raymond Poulidor, che dell'arrivare sempre secondi ne hanno fatto la propria fortuna. Poulidor perdeva sempre al Tour de France perché prima c'era Anquetil, e dopo un certo Merckx. In più aveva iella, e come si sa, quando la sconfitta matura per iella, affraterna, calamita affetto. Ma questo è un caso: "dei secondi non si ricorda nessuno" disse il palleggiatore biancorosso Marco Meoni all'indomani della scon-

fitta nella finale di Champions. Aveva ragione e ora questa antipatica etichetta non c'è più. REAZIONI - Belle le parole che il presidente della Fipav piacentina, Vincenzo Gambardella, ha riservato per i neo campioni d'Italia. "Fino a pochi anni fa era solo un sogno, che ora è divenuto realtà grazie a una squadra capace non solo di regalare gloria e lustro alla nostra città, ma anche di far crescere la pallavolo piacentina. Il merito del grande sviluppo che il volley sta avendo a Piacenza - prosegue Gambardella - è anche della società del presidente Guido Molinaroli". Parole belle, che provengono da una persona che ha dedicato tutta la sua vita al volley. Parole alle quali hanno fatto eco quelle del presidente del Coni di Piacenza, Stefano Teragni: "E' uno scudetto che arricchisce il nostro patrimonio territoriale, è un'impresa che non si limita al fatto sportivo, ma che travalica i confini dell'agonismo e che ha permesso di portare il nome di Piacenza in giro per l'Italia. Un'avventura iniziata 10 anni fa, quando Guido Molinaroli decise di fare questa scommessa dando vita al miracolo Copra". Tra i numerosi commenti, importante è stato quello del tecnico della nazionale azzurra di volley, Andrea Anastasi: "E' stata una serie di finale meravigliosa, in cui ogni squadra ha vinto le partite in cui era data per spacciata. Ci voleva una vittoria importante per Piacenza, lo ha davvero meritato".

SPORT WEEKEND Calcio serie B

scoli.

PIACENZA-MANTOVA

Baseball serie A2

SABATO 23 MAGGIO 2009 ORE 16

SALA BAGANZA-REBECCHI CARIPARMA

Classifica: Bari 77; Parma 72; Livorno 65; Brescia ed Empoli 61; Triestina e Sassuolo 59; Grosseto 57; Albinoleffe 55; Vicenza e Piacenza 52; Frosinone e Ascoli 50; Rimini 49; Mantova 48; Cittadella, Pisa e Salernitana 47; Modena e Ancona 45; Avellino 40; Treviso 34. Prossimo turno: Ancona-Grosseto; Brescia-Sassuolo; Empoli-Triestina; Frosinone-Cittadella; Livorno-Albinoleffe; Modena-Avellino; Parma-Vicenza; Piacenza-Mantova; Rimini-Pisa; Salernitana-Bari; Treviso-A-

DOMENICA 24 MAGGIO 2009. GARA 1 ORE 10.30 GARA 2 ORE 15.30. Classifica: Città dei Normanni 916; Rebecchi Cariparma 714; Verona 666; Sala Baganza 571; Collecchio 500; Bollate 428; Milano 384; Codogno 285; Novara 272; Redipuglia 250. Prossimo turno: Bollate-Redipuglia; Città dei Normanni-Milano; Sala Baganza-Rebecchi Cariparma; Codogno-Novara; Verona-Collecchio.


21 maggio 2009

Corriere Padano

21

SPORT

Pioli sì, Pioli no: parola al presidente Fabrizio Garilli è chiamato a sciogliere il primo nodo sul futuro della squadra biancorossa

Pioli sì. Pioli no. E' iniziato il solito tormentone, destinato a protrarsi ancora per qualche giorno. Tempi legati alle mosse del presidente. Adesso tocca a lui sciogliere i nodi. A lui spetta innanzitutto fornire le coperture necessarie a riallineare i conti in un bilancio uscito dai binari per tamponare i tanti, troppi infortuni che hanno costellato la stagione. E a tamponare dovrebbe essere proprio Fa-

causa di un infortunio quasi del tutto simile a quello di Mengoni. L'organico dovrà essere sfoltito. Proprio per Tulli si sta cercando una soluzione alternativa, mentre non saranno rinnovati i prestiti di Siligardi, Grippo ed Eramo. Al Chievo dovrebbero far rientro anche Mengoni e Rickler, mentre Passoni sarà libero di prendere in considerazione altre proposte. In forse Ferraro. Discorso aperto, invece, per Riccio cui presto dovrebbe essere sottoposta l'offerta per il prolungamento. Anche in

Stefano Pioli

Fabrizio Garilli

brizio Garilli e non la Camuzzi dalla quale il Piacenza sembra ormai definitivamente uscito dall'orbita. Pioli, in ogni caso, sembrerebbe malgrado i giudizi al ribasso sul suo operato, ancora in lizza per occupare la panchina. Il programma, che prevede anche la promozione di Attilio Perotti come nuovo responsabile dell'area tecnica, prevede la conferma dell'allenatore e di tutto il suo staff. I tagli imposti dall'annunciato piano di ridimensionamento saranno altrove. A cominciare da una rosa che nell'ultimo campionato è arrivata a contare venticinque giocatori. Esclusi i ragazzi del settore giovanile come Calderoni e Bini che si sono aggiunti lungo il cammino. Troppi. Decisamente troppi per un monte ingaggi che verrà ulteriormente abbassato. L'anno prossimo il Piacenza non potrà concedersi di sette uomini nel reparto avanzato dove c'è chi come Alessandro Tulli, sfortunato finché si vuole, non è sceso in campo neppure per un minuti a

questo caso la trattativa non è ancora compromessa. Ma si tratta adesso di stringere i tempi. Il mercato si farà con Cassano (Napoli, Roma, Parma e Bologna), Anaclerio (convalescente dopo il grave infortunio, ma sempre nel mirino dell'Atalanta), Avogadri (c'è l'Atalanta in pole) e Nainggolan (sul belga si stanno muovendo Roma e Sampdoria). Da discutere, poi, le comproprietà di Guzman (Juventus) e di Moscardelli, soprattutto, con il Rimini. Per l'attaccante di Mons, protagonista di un'entusiasmante seconda parte di campionato, l'obiettivo pare quello di trattenerlo. Operazione non semplice. Previsti i rientri per fine prestito del portiere Serena da Pavia e degli attaccanti Simon e Piccolo da Pescara e Foggia. Soprattutto Piccolo sotto le cure di Galderisi è riuscito a costruirsi in Puglia una vetrina importante. Il primo passo, comunque, sarà quello della conferma o meno del tecnico. Pioli sì. Pioli no. Il tormentone è già iniziato.

GIOVANNI DOPERNI

Piace-Mantova penultimo sforzo

MIO SPORT MARCE SABATO 23 MAGGIO MARCIA DEI SETTE CASTELLI Quinta edizione. Ritrovo per i partecipanti a Gazzola, partenza fissata tra le 17 e le 18. Due percorsi, uno di 6 ed uno di 13 km, tempo massimo di due ore e mezza. Organizzazione a cura della Polisportiva Gazzola e delle Scuole Elementari Gazzola. Per informazioni: Loredana Buscarini, tel. 0523/978309, cell. 347/0645751.

DOMENICA 24 MAGGIO FRANCESCO LAVENEZIANA Il Piace vince una grande partita a Pisa e conquista definitivamente la salvezza. In uno stadio tutto nero-blu, i biancorossi trovano la sesta vittoria in trasferta giocando bene in difesa e ripartendo velocemente in contropiede. Pioli sceglie l'ex barese Volpato al centro dell'attacco biancorosso con Graffiedi a sinistra e Moscardelli a destra per un attacco di peso. Partenza sprint del Piace che trova dopo appena 45 secondi la via della rete con Moscardelli, il bomber ritrovato che insacca indisturbato il primo pallone toccato. Dopo un avvio disastroso, il Pisa inizia a giocare e dopo alcuni interventi prodigiosi di Cassano, trova la rete con un tiro al volo di Genevier. Nella ripresa la maggior determinazione di Riccio e compagni ha la meglio sulla squadra di Giordano, trovando il nuovo vantaggio con il capitano e chiudendo i conti con una rete di Calderoni, imbeccato alla perfezione da Riccio, migliore in campo. Con la salvezza in cassaforte, la squadra biancorossa può tranquillamente pensare a chiudere la stagione nel migliore dei modi contro il Mantova al Garilli e contro il Vicenza al Menti. La squadra mantovana, reduce dal pari contro l'Empoli, cercherà gli ultimi punti salvezza al Garilli, consapevole della possibile appagatezza dei biancorossi e della tradizione favorevole in terra emiliana, visto le 2 vittorie e i 2 pareggi nelle ultime 4 gare giocate. L'ultima vittoria dei biancorossi risale alla stagione 1947/1948 quando nell'allora Serie B Alta Italia i biancorossi superarono i lombardi per 3 a 2. La squadra allenata da Mario Somma, ex della partita, punta forte sul duo d'attacco Locatelli e Godeas, supportati da Tarana, altri ex come pure Sacchetti e Cristante.

MARCIA DI ALBARETO 31esima edizione. Ritrovo per i partecipanti ad Albareto Piacentino, partenza tra le 7.30 e le 8.30. Tre percorsi a disposizione: 6, 12 e 21 km. Tempo massimo di quattro ore. Organizzazione a cura del Comitato Amici di Albareto. Per informazioni: Paolo Badenchini, tel. 0523/860256.


Corriere Padano

21 maggio 2009

22

SPORT

Fiorenzuola su due ruote, arriva la Sei Giorni delle Rose

GABRIELE FARAVELLI Manca ancora un mese e mezzo, ma è tutto pronto ormai per la dodicesima edizione della Sei Giorni delle Rose, che come ogni anno si terrà al velodromo Attilio Pavesi di Fiorenzuola d'Arda, in via Campo Sportivo 1. La manifestazione di quest'anno si aprirà la sera di mercoledì 1° luglio, poi dal 2 al 6 spazio alle gare vere e proprie, con i big del cavallo di ferro pronti a darsi battaglia sul campo. La formula rimarrà invariata anche quest'anno, per consolidare il successo che la corsa ha ottenuto nelle edizioni precedenti. 20 coppie ciclistiche in gara, tra cui ritornerà lo svizzero Franco Marvulli, il campione uscente che l'anno scorso ha conquistato il titolo insieme a Bruno Risi e che in questa edizione gareggerà con il connazionale Alexander Aeschbach. Piacenza sarà rappresentata da Samuele Marzoli e Jacopo

Guarnieri, tra gli altri invece ci saranno nomi leggendari per la Sei Giorni, come la coppia argentina Sebastian Donadio e Dario Angel Colla. Insomma, le premesse per un'altra manifestazione di gran qualità ci sono tutte, dal programma fatto apposta per esaltare le qualità di ogni categoria di contendenti ai nomi che parteciperanno alle gare. Il calendario è fitto e molto vario, come ogni anno si va dalle gare sportive agli eventi collaterali che

densa di emozioni come quella del 2008, quando alla fine la spuntarono appunto gli svizzeri Bruno Risi e Franco Marvulli, con la maglia della CMO Trading, come già avevano fatto nel 2007. ma fino all'ultimo l'equilibrio regnò sovrano. Fu un testa a testa emozionante tra i due svizzeri e la coppia formata dal piacentino Jacopo Guarnieri e dal polacco Rafal Ratajczyk. L'ultima serata vide addirittura quattro coppie a pieni giri, racchiusi nella miseria di soli 21 punti. Ed alla fine la spuntarono appunto Risi e Marvulli, con l'affondo decisivo nella volata americana finale. Da ricordare anche i sopraccitati argentini Donadio e Colla, che stabilirono il record della pista nel giro lanciato con 21''55. Per avere maggiori informazioni su tutto quello che ci sarà alla Sei Giorni si può consultare il sito www.6giornidellerose.net, dove si potrà consultare il programma in ogni dettaglio e vedere gli aggiornamenti delle classifiche in tempo reale.

A luglio parte la 12^ edizione della gara ciciclistica. Non solo sport ma anche spettacoli musica e danza aumenteranno la spettacolarità, come i concerti. Tra gli altri show ci saranno orchestre di liscio ed esibizioni di ballo, con ben due piste all?interno del velodromo. Tornando alla corsa vera e propria, gli appassionati si augurano un’altra edizione

Il velodromo che vide correre Coppi e Bartali Quanti campioni hanno sfilato al velodromo Pacciarelli, ora intitolato al nostro campione olimpico Attilio Pavesi. L'anello in cemento più famoso di Fiorenzuola che tra poche settimane ospiterà la classicissima 6 Giorni delle Rose, nella sua storia può dire di aver visto correre alcuni dei più grandi ciclisti che hanno firmato l'epopea di questo sport, da Gino Bartali a Mario Cipollini. La sua storia affonda le radici nel lontano 17 ottobre 1923, quando nel giorno del patrono San Fiorenzo, la squadra di calcio del Fiorenzuola inaugurò il campo sportivo (allora si chiamava Aldo Milani) con una partita contro la grande Pro Vercelli, formazione che a quel tempo era campione d'Italia in carica e poteva annoverare la bellezza di 7 scudetti nel suo palmarès. Ovviamente la pista ciclabile non era come oggi, ma in terra battuta mentre nel periodo postbellico, dal 1946, il centro sportivo assunse il nome di "Comunale". A sfrecciare lungo quell'anello che circonda il campo da calcio, gli appassionati hanno ammirato alcuni campioni del calibro di Gino Bartali, Fausto Coppi, Costante Girardengo, Vito Ortalli mentre, in epoca più "moderna", Francesco Moser, Gianni Bugno e Mario Cipollini. I primi lavori di ristrutturazione importante arrivarono negli anni '80, ai quali ne seguirono altri nel 1990 e poi 1995, periodo nel quale la squadra del Fiorenzuola ha militato nella serie C del campionato di calcio. Insomma, un velodromo carico di storia, e non potrebbe essere altrimenti visto che è il più vecchio d'Italia; che ha potuto ammirare gesta di campioni del ciclismo anche in un'epoca di prima del motore. (g.s)


21 maggio 2009

Corriere Padano

SPORT

Fiorenzuola Calcio, i giorni decisivi GIACOMO SPOTTI E ora sotto con il Salò. La sconfitta patita domenica nell'ultimo turno di campionato non ha complicato più di tanto i piani al Fiorenzuola, che già sicuro della terza piazza in classifica non poteva, oggettivamente, fare molto di più contro i Crociati Noceto, squadra che cercava i 3 punti per salire direttamente nella Lega Pro 2 (ex C2). I parmensi hanno ottenuto quello che volevano e adesso per il Fiorenzuola c'è una settimana decisiva per le proprie sorti. Il tabellone play off ha infatti accoppiato i piacentini con il Salò (4° in classifica) mentre dall'altra parte ci sono Castellarano contro Castel San Pietro: le vincenti delle due semifinali si giocheranno l'unico posto buono per la salita in Lega Pro 2. Ma per adesso è meglio accantonare i discorsi sull'eventuale finale, prima bisogna preparare la sfida di mercoledì 27 maggio, inizio alle 16, contro il Salò (c'è l'eventualità che la gara si giochi domenica 24, si saprà solo questo

pomeriggio). Se da un lato i piacentini potranno contare sull'apporto del proprio pubblico, aspetto non indifferente visto che si gioca in gara secca con eventuali supplementari e rigori, dall'altra potrebbero anche pagare dazio per quanto riguarda l'approccio mentale. La truppa allenata da Massimo Perazzi arriva dall'Eccellenza e tutto si sarebbero aspettati tranne che giocarsi, dopo solo un anno di serie D, i play off per la Lega Pro. L'indubbia qualità tecnica della rosa unita alla preparazione tattica di mister Perazzi hanno creato quel giusto mix che ha messo il Fiorenzuola in cima alla classifica di serie D per parecchie settimane. Durante la stagione l'effetto matricola è andato spegnendosi e come ha più volte confermato lo stesso tecnico, i piacentini nel girone di ritorno erano spesso attesi con il mitra spianato da parte delle altre squadre. Contro il Salò conosceremo le reali ambizioni dell'undici rossonero. Giacomo Spotti

23

BUONE NUOVE

Un nuovo polo logistico per GiocoSport Mancano solamente i dettagli, ma a grandi linee il progetto è già in corso e in via di definizione: per la prossima stagione scolastica verrà creato un polo logistico a Fiorenzuola per “Gioco Sport”, la manifestazione che da anni è diventata il simbolo della promozione sportiva piacentina dedicata ai più piccoli. Un concetto ribadito dal presidente provinciale del Coni Stefano Teragni: “Ci sarà a breve un incontro con l’assessore allo sport di Fiorenzuola per questo progetto, ma ormai è cosa fatta per l’anno scolastico 2009/2010. Risolverà parecchi problemi perché permetterà di dedicare i comprensori attuali di Piacenza e Castelsangiovanni esclusivamente all'educazione dei 5.800 bambini iscritti (4.300 a Piacenza, allo stadio Beltrametti e 1.500 a Castello al Soressi). Inoltre sarà il punto cardine per la Valdarda, che attualmente dove attualmente ci sono scuole che non possono partecipare per la mancanza di trasporti adeguati”.

VENDITA · RIPARAZIONE · ASSISTENZA ASSISTENZA 24 H 329.3340910 FIORENZUOLA D’ARDA (PC) Via Giovanni XXIII, 3/5 - Tel. e Fax 0523.941875


Corriere Padano

21 maggio 2009

24

CHI CERCA TROVA

ANNUNCI Lavoro cerco Offresi come colf, badante, baby sitter, pulizie, stiro, aiuto cuoca, per part-time pomeridiano. Disponibile tutti i giorni, compresi sabato e domenica. Tel. 349-1119874 Signora con esperienza, ottime referenze, offresi come colf, badante, baby sitter, pulizie, stiro, aiuto cuoca. Disponibile tutti i giorni, compresi sabato e domenica. Tel. 380-9098685 Offresi per sgombero locali di ogni genere : case, cantine, soffitte, magazzini, ecc..Disponibilità immediata. Tel. 347-0306722

Varie Organista per matrimoni. Tel. 320-3341613 Centinaia di libri ottimi per mercatino, ben tenuti e estremamente interessanti, vendo in blocco a prezzo molto mite. Tel. 335-8014984 Cucina Boffi vintage anni '80, con ante in noce massello, piano 420 cm (270 + 150) color panna profilato in massello con alzata ripara muro, colonna 60 cm e altezza 210 cm. Usata pochissimo. Sono disponibili elettrodomestici originali Westinghouse (lavatrice e lavastoviglie), forno Franke completo di spiedo. Prezzo 1.400 Euro trattabili. Telefonare allo 0523-876478 dopo le 19. Lettore Dvd della Inno-Hit, color nero, come nuovo usato pochissimo, vendo a 40 Euro con tutti i suoi accessori. Ancora in garanzia. Per info Tel.338-9341318 o Email Asv.vinci@libero.it Elettrificatore per recinzione animali, nuovo, ancora imballato vendo. Funziona a batteria o con trasformatore. Euro 180.Tel.338-8164090 Porta tagliafuoconuova 210 x 90 vendo Euro 100 per cessata attività. Lucernai velux motorizzati con sensore pioggia nuovi vendo Euro 490 per cessata attività. Porte blindateMaster 210 x 90 nuove vendo Euro 350 per cessata attività. Telefonare al 339-2449051 dalle 17 alle 20.

Abitazioni in affitto A Rivergaro, vicinanze River Park, privato affitta mesi estivi o uso foresteria max 12 mesi villetta nuova finemente arredata composta da soggiorno, cucina, 2 letto, studio, 2 bagni, terrazzo, porticato, garage e giardino. Prezzo da concordare. Tel.3356161438 oppure 02-95441247.

Cicli e motocicli Mountain bike da uomo 26 pollici buono stato, vendo Euro 65 non trattabili. Mountain bike da donna 24 pollici, tiro pieghevole, vendo Euro 40 trattabili. Per info telefonare allo 0523-998057 ore serali. Vespa 50 PK completa di libretto, marciante, da riverniciare, vendo a 200 Euro non trattabili. Tel. 347-0306722 Honda CBR 1000 RR FIREBLADE NEW 05, uniproprietario, immatricolata fine giugno 2005, come nuova, no uso in pista, no cambiamenti di estetica e/o meccanica, km 12.000. Vendo a 7.000 Euro trattabili. Regalo capolino posteriore monosella. Tel. 349-5862965

Camper e roulotte Casamobile c/roulotte Fendt 6 posti letto e bella veranda, nel camping di Farini Dolmo c/piscine, beachvolley, calcio, campogiochi, prezzo interessante. Tel. 0523-457841 Camper Ford Transit, benzina-gpl, con veranda e portabici, km 40.000 originali , revisione 2009, bollato, come nuovo. Vendo 10.000 Euro trattabili. Tel.338-8164090

Avviso ai lettori Ricordiamo che per il servizio di pubblicazione degli annunci la redazione non riceve alcun compenso sulle transazioni commerciali, non effettua vendite dirette, non è responsabile per la qualità, la provenienza o la veridicità delle inserzioni né dell'esito della transazione oggetto dell'inserzione stessa. Le richieste di inserzioni sono espressamente subordinate al consenso dell'Editore alla pubblicazione ed alla disponibilità di spazi La Direzione pertanto si riserva il diritto di modificare rispettando il messaggio, rifiutare o sospendere una inserzione a proprio insindacabile giudizio, nonché di effettuare dei controlli sull'inserzionista. L'editore non risponde per eventuali ritardi rispetto alla data indicata dall'inserzionista, o perdite causate dalla non pubblicazione dell'inserzione per qualunque motivo e non è responsabile per eventuali errori di stampa. Gli inserzionisti sono responsabili di quanto indicato nella richiesta di inserzione e sono obbligati a risarcire all'editore ogni pregiudizio, di qualsiasi tipo, eventualmente da esso sopportata in relazione all'inserzione commissionata ed al suo contenuto.

COME TRASMETTERE L’ANNUNCIO GRATUITO Compila in stampatello la cedola pubblicata a fianco e spediscila a: CORRIERE PADANO VIA XXIV MAGGIO N.4 29100 PIACENZA Oppure trasmettila via fax al numero: 0523/754369 Inoltre è possibile inviare una e-mail all’indirizzo: annunci@corrierepada no.it

CORPAD 21-05-09  

Pubblico impiego, miraggio per tanti Si guadagna il 47% in più rispetto al privato, per questo i neolaureati sgomitano per entrarci. Ma dopo...