Page 1

SETTIMANALE DI INFORMAZIONE FONDATO NEL 1983

Poste Italiane spa - Spedizione in a.p. - D.L. 353/2003 (conv. in l. 27/02 2004 n. 46) art. 1, comma 1 - DCB Pc

GIOVEDÌ 13 APRILE 2017 - ANNO 35 N. 09 - EURO 0,20

Addio a Lorenzo Spagnoli, REDAZIONE grande urbanista

Poste Italiane spa - Spedizione in a.p. - D.L. 353/2003 (conv. in l. 27/02 2004 n. 46) art. 1, comma 1 - DCB Pc

VIVIPIACENZA

Architetto di fama internazionale, si è spento a settantasette anni

LOMBARDI A PAGINA 5

Continuano i contatti tra le due dirigenze per garantirsi un futuro stabile

Piacenza e “Pro”, no fusione Scorsetti o Burzoni al Piace?

Gragnano, arriva la Domenica in Albis A PAGINA 10

Andar per castelli E’ caccia all’uovo!

Impraticabile l’ipotesi circolata negli anni a più riprese: difficile fondere due società sportive così diverse, agli antipodi in numerose scelte gestionali Dopo la netta vittoria sul campo del Piacenza sul Pro Piacenza, continuano dietro le scrivanie i contatti tra le due dirigenze le quali, pur rimanendo formalmente distanti e divise, sottotraccia lavorano per garantire e garantirsi un futuro stabile e finanziariamente duraturo. Fusione: è l’ipotesi che negli ultimi anni era circolata a più riprese, sollevando le ire di buona parte dei tifosi. Strada tortuosa ed onestamente impraticabile.

Tradizionale kermesse nei giorni di Pasqua e Pasquetta

A PAGINA 6

Borgonovo V.T. (PC) Via Roma, 104 Tel. 0523.862631

Carpaneto P.NO (PC) Via G. Rossi, 33/C Tel . 0523.859222

TRASFORMIAMO IL TUO VECCHIO ORO DIMENTICATO IN UN CASSETTO IN DENARO CONTANTE

RITIRIAMO ANCHE ARGENTO

TAGLIAFERRI A PAGINA 11

VALUTAZIONE PIÙ ALTA DELLA PROVINCIA

Comunali

PAGAMENTO IMMEDIATO

Sindaco, Cacciatore il sesto candidato

VETRINA DELLE OCCASIONI: GIOIELLI E OROLOGI SCONTATI DEL 50% E 70%

A PAGINA 4

Associazioni

Novant’anni di Avis, numeri in crescita

Fiera dell’Angelo, a Borgonovo c’è aria di festa ALBERICI DA PAGINA 8

A PAGINA 3

PEDALMOTO di Nicolini Giuseppe

Pasqua a tavola

VENDITA BICICLETTE DELLE MIGLIORI MARCHE ASSISTENZA E RIPARAZIONI DI TUTTE LE BICI

VENDITA ELETTRODOMESTICI DELLE MIGLIORI MARCHE V.le Marconi, 48 - Borgonovo V. T. (Pc) Tel. e Fax 0523.864878 - pedalmoto@pedalmotodinicolini.191.it

A PAGINA 7

PRIMA DI EFFETTUARE I TUOI ACQUISTI PASSA ANCHE DA NOI!!!

PER MAGGIORI INFORMAZIONI VISITA IL NOSTRO SITO

www.comproroshop.it


Corriere Padano

13 aprile 2017

ATTUALITÀ

2

Smart city, Piacenza si piazza 19esima a livello nazionale Piacenza 19° a livello nazionale e 5° in Emilia Romagna nello Smart City Index elaborato ogni anno dalla società Ernst & Young, presentato nei giorni scorsi all’Urban Hub di via Alberoni in occasione di un laboratorio aperto organizzato con la Regione Emilia Romagna nell’ambito dell’Asse 6 del Por Fesr (Fondo europeo per lo sviluppo regionale). All’illustrazione del rapporto di Ernst & Young per gli amministratori e i dirigenti comunali, con focus anche sui progetti avviati dall’Amministrazione negli anni scorsi, è seguito il dibattito pubblico – introdotto dagli assessori Timpano e Bisotti – con le associazioni di categoria, gli ordini professionali, Provincia, Camera di Commercio,

Ausl e startupper locali. Alla Regione, infine, la presentazione degli ulteriori indicatori elaborati nell’ambito dello sviluppo dell’Agenda Digitale emiliano-romagnola. Ulteriori informazioni e il documento che analizza nel dettaglio la “smartness” di Piacenza sono scaricabili dal sito web comunale, anche in home page. Tra i dati emersi, il 10° posto in classifica per vision e strategia, 31° posto in materia di infrastrutture, 21° posto per la sensoristica, 12° posto per il delivery platform, 19° posto per applicazioni e servizi e 65° posto per smart citizen. Quest’ultimo dato, in particolare, è stato approfondito con riferimento agli ambiti di competenza comunale, come elemento di riflessione per futuri progetti.

Bilancio Banca di Piacenza, utile netto di 13,2 milioni Esercizio 2016 in crescita del 6,59% rispetto all’anno precedente. Dividendo in aumento, pari a 0,90 euro per azione Con la partecipazione di oltre un migliaio di Soci, si è tenuta l’8 aprile scorso a Palazzo Galli l’Assemblea ordinaria della Banca di Piacenza, che ha approvato il bilancio dell’esercizio 2016 e la Relazione del Consiglio di amministrazione. Il bilancio 2016 chiude con un utile netto di 13,2 milioni di euro, in crescita del 6,59% rispetto all’anno precedente. L’Assemblea ha approvato la distribuzione di un dividendo di 0,90 euro per azione, in aumento rispetto a quello corrisposto nel 2016, che verrà automaticamente accreditato con valuta 20 aprile a tutti gli azionisti (fatta eccezione per quelli che non avessero ancora provveduto alla dematerializzazione). Il patrimonio, dopo il riparto dell’utile, ammonta a 301,1 milioni di euro e conferma la solidità del nostro Istituto, ulteriormente evidenziata da un CET1 Ratio del 18,3% e da un Total Capital Ratio del 18,5%, valori notevolmente superiori ai

requisiti minimi regolamentari e che collocano la nostra Banca ai vertici del sistema bancario italiano. Il volume degli impieghi verso la clientela, al netto delle rettifiche di valore, è pari a 1.797,9 milioni di euro con una crescita del 4,02% (1.728,4 nel 2015). Significativo l’incremento re-

gistrato nelle nuove erogazioni di mutui prima casa (+63,30%) e nelle erogazioni di finanziamenti ad aziende e privati (+41,46%), di cui la maggior parte a medio-lungo termine. Il rapporto tra le sofferenze nette e gli impieghi netti a fine esercizio si attesta al 2,75% (3,12% nel 2015), sensibilmente inferiore

alla media del sistema bancario pari al 4,80% (fonte ABI: dato al mese di novembre 2016). Nonostante l’andamento dei tassi, il margine di interesse ha segnato un aumento dello 0,21%, passando da 43,0 a 43,1 milioni di euro. Le commissioni attive sono sostanzialmente rimaste invariate a 39,3 milioni di euro

(+0,11%). In costante progresso il numero dei Soci; a dicembre 2016 la consistenza della compagine sociale faceva registrare un aumento del 5,77% rispetto a fine 2015. L’Assemblea ha, anche, determinato il sovrapprezzo da aggiungere, per l’esercizio in corso, al valore nominale dell’azione, come previsto dall’art. 2528, comma 2 c.c. e dall’art. 7 dello Statuto, in euro 46,10 ed il conseguente prezzo complessivo di un’azione in euro 49,10. Il Consiglio di amministrazione riunitosi dopo l’Assemblea ha fissato allo 0,1% la misura degli interessi di conguaglio che ciascun Socio sottoscrittore di nuove azioni dovrà corrispondere – a fronte del godimento pieno – per il periodo intercorrente dall’inizio dell’esercizio in corso, fino alla data dell’effettivo versamento del controvalore delle stesse. Il numero minimo di azioni sottoscrivibile da parte di nuovi Soci è, come stabilito

dallo Statuto, pari a 50 azioni. L’Assemblea ha inoltre eletto consiglieri i signori dott.ssa Giovanna Covati, dott. Giuseppe Nenna, rag. Giovanni Salsi e cav. lav. avv. Corrado Sforza Fogliani; Presidente del Collegio sindacale il dott. Fabrizio Tei; sindaci effettivi il dott. Mauro Segalini e il rag. Paolo Truffelli; sindaci supplenti la dott.ssa Cristina Fenudi e la dott. ssa Maria Luisa Maini; probiviri effettivi i signori rag. Gianpaolo Stringhini, rag. Luigi Bolledi e rag. Giuseppe Gioia; probiviri supplenti il rag. Pier Andrea Azzoni e il dott. Fausto Sogni. In sede straordinaria l’Assemblea ha approvato alcune modifiche statutarie e regolamentari. Presso l’Ufficio Relazioni Soci della Sede centrale della Banca è a disposizione dei Soci interessati il fascicolo di Bilancio.

Due immagini dell’assemblea della Banca di Piacenza a Palazzo Galli

Pertite, a sorpresa passa la variante “ambientalista”

Esultano gli ambientalisti del Comitato per il parco Pertite: a sorpresa – e di stretta misura con 15 voti favorevoli a 13 – in consiglio comunale passa la variante urbanistica che classifica l’area della Pertite da “verde attrezzato” a “verde pubblico”. Psc e Rue – approvati nel dicembre 2015 – definivano, infatti, la grande area tra via I Maggio e via Emilia Pavese (276mila metri quadrati), tuttora in mano ai militari, come “verde pubblico attrezzato” e quindi in grado, potenzialmente, di consentire la creazione anche di impianti sportivi coperti e scoperti con relativi parcheggi, nel settanta per cento dell’area. Non propriamente quello che intendevano il Comitato e trentamila piacentini che hanno votato per avere un bosco in città. Il cambio di destinazione dell’area – contro il volere della maggioranza - è stato votato dai tre consiglieri Pd Andrea Tagliaferri, Miriam Bisagni e Manuel Rossi (già firmatari della proposta di variante insieme al M5s e a Sinistra per Piacenza), da Sandra Ponzini (gruppo misto), rimasta in maggioranza nonostante la fuoriuscita dal Pd con i bersaniani, dal centrodestra (che ha colto al volo l’occasione per uno sgambetto alla coalizione di governo) e, inspettatamente, da Christian Fiazza (Pd), presidente del consiglio comunale, il sì decisivo.


13 aprile 2017

Corriere Padano

ATTUALITÀ

3

Piacenza capitale della Cultura, si cercano progetti under 35 C’è tempo fino al 30 aprile prossimo, per presentare progetti a supporto della candidatura di Piacenza a capitale della Cultura 2020: l’invito è rivolto ai giovani tra i 18 e i 35 anni, che sul sito web comunale potranno scaricare, già dalla home page, un apposito modulo da compilare e rispedire, entro il termine indicato, all’indirizzo u.cultura@ comune.piacenza.it. Per ulteriori informazioni, si può chiamare lo 0523-492653 (preferibilmente tra le 9 e le 13). “La raccolta di idee, in questa modalità – spiegano, per i rispettivi assessorati, Tiziana Albasi e Giulia Piroli – nasce da una richiesta emersa durante l’ultima riunione promossa dall’Amministrazione comunale con le realtà giovanili del territorio, con

l’intento di dare voce alla più ampia rappresentanza possibile di gruppi, associazioni e singoli che vogliano condividere proposte importanti e incisive per il futuro della città. I progetti presentati verranno poi esaminati per individuare due o tre macro aree tematiche e di intervento, mantenendo come filo conduttore il tema dei Farnese e dei luoghi farnesiani a Piacenza”. “Candidare la città a capitale italiana della cultura 2020 - è l’ncipit della richiesta di candidatura da parte del Comune di Piacenza - richiede l’impegno di tutte le forze politiche, economiche, sociali e culturali presenti sul territorio. Piacenza muovendo dal proprio sistema produttivo è in grado di raccontare evoluzioni, cambiamenti e innovazioni dell’intero sistema Paese.

Avis in crescita, a breve il presidente Laura Bocciarelli lascia la guida dell’associazione dopo due mandati. Novant’anni di attività e numeri ragguardevoli celebrati nell’ambito della tradizionale assemblea annuale dei soci 40 sezioni in provincia di Piacenza, 9.341 soci e 15.253 donazioni: sono i numeri dell’Avis, riferiti al 2016, presentati nell’ambito della tradizionale assemblea annuale con cui l’associazione di volontariato ha festeggiato i 90 anni di attività. “Un traguardo straordinario – hanno spiegato gli organizzatori - per chi, in questi anni, ha saputo coniugare i propri valori fondanti: anonimato, gratuità, volontarietà, impegno sociale, altruismo con l’adeguamento ai numerosi cambiamenti, sia sanitari (il sistema sangue è un settore in costante evoluzione), che sociali”. “Ancora oggi, l’unica ‘fonte’ di sangue e dei suoi derivati è il donatore: una persona che ha fatto una propria intima scelta di concretizzare un vissuto di solidarietà, generosità, gratuità con il gesto della donazione. In questo modo contribuisce a soddisfare le esigenze trasfusionali dei malati, favorendo la salvaguardia di un diritto di salute”. “E’ quindi necessario sensibilizzare un sempre maggior numero di persone al gesto del dono, garantendo anche un ricambio generazionale e nel contempo accrescere il senso di appartenenza ad Avis dei nostri soci, far sentire i donatori avisini come parte integrante di un’associazione che pone come priorità la centralità dell’uomo, delle sue peculiarità, il dare senza chiedere nulla in cambio”. In occasione dell’assemblea, che ha chiuso il mandato della presidente Laura Bocciarelli, è stata consegnata copia del

per sensibilizzare “i giovani ad aprirsi agli altri attraverso relazioni aperte al dono, alla reciprocità, alla fiducia, alla solidarietà”. Laura Bocciarelli, che lascia la carica di presidente dopo due mandati consecutivi, è stata confermata come membro del consiglio provinciale. Ecco gli eletti: Filippo Amedei, Laura Bocciarelli, Matteo Caprioli, Alice Cigala, Daniele Dotti, Leonardo Fascia, Andrea Fogliazza, Maruska Fusini, Maddalena Malchiodi, Susanna Miserotti, Andrea Montanari, Gilberto Pi-

Bilancio Sociale: “Vuole essere uno stimolo per valutare criticamente e concretamente quanto si è fatto e per attivarsi nel continuare a progredire con determinazione, consapevolezza e senso di responsabilità, sostenuti ed animati dai valori di gratuità del dono, anonimato del gesto, attenzione a stili di vita sani e positivi, aggregazione e socializzazione, volontariato, democrazia, fiducia, reciprocità e cittadinanza solidale”. “L’augurio per chi verrà – ha dichiarato la presidente uscente Bocciarelli - quello di sapere comprendere l’importanza di superare i personalismi nell’ottica del raggiungimento di un bene comune, mantenendo vivi i valori di gratuità del dono, anonimato del gesto, attenzione a stili di vita sani e positivi, aggregazione e socializzazione, volontariato, democrazia, fidu-

cia, reciprocità e cittadinanza solidale”. Tornando ai numeri dell’associazione, al 31 dicembre 2016 sono stati registrati 40 sezioni operanti sul territorio, 9.341soci, di cui 9.023 donatori e 318 collaboratori, per un totale di 15.253 donazioni. Tra i donatori di sangue attivi sono in netta prevalenza gli uomini rispetto alle donne: 6510 donatori (72%) contro 2513 donatrici (28%). Per quanto riguarda le fasce d’età maggiormente coinvolte i donatori più attivi sono quelli che vanno dai 46 ai 55 anni. Auspicabile, in questo senso – è emerso in assemblea – l’incremento dell’attività promozionale rivolta alla fascia giovane, attraverso azioni sinergiche di educazione alla salute e promozione del dono del sangue tramite istituzioni, scuola, associazioni. Positivo, ha spiegato la presidente Bocciarelli, l’aumento delle ido-

neità dei nuovi soci in rapporto alle prime donazioni effettive nello stesso anno: 997 le idoneità nel 2016, che hanno portato a 537 donazioni (il 53,86% del totale), un trend in crescita rispetto agli anni precedenti, in cui i dati relativi a questo rapporto si attestavano su percentuali inferiori al 50%. L’associazione, nonostante questi dati positivi, ha comunque avviato una serie di indagini conoscitive sull’abbandono nelle donazioni di sangue per comprendere sempre meglio le ragioni per cui coloro che, dopo la visita d’idoneità, non hanno mai iniziato a donare, e/o chi essendo donatore, ha interrotto la donazione. Tra i traguardi raggiunti – emersi in assemblea - la nomina di Rivergaro come primo comune italiano a “sostegno dei donatori di vita” e le numerose attività realizzate insieme alle scuole

roli, Stefano Rossi, Pierluigi Zanotti e Donatella Zerbini Al nuovo consiglio il compito, nelle prossime settimane, il compito di eleggere il nuovo presidente dell’associazione.

Nella foto, da sinistra, la vice presidente della Provincia Patrizia Calza, la presidente uscente di Avis Laura Bocciarelli, il sottosegretario Paola De Micheli, il direttore del Centro trasfusionale Agostino Rossi, il sindaco di Piacenza Paolo Dosi

televisori - hi - fi elettrodomestici

CLIMATIZZATORI liste nozze - videosorveglianza impianti elettrici - antintrusione telefonia - antenne

SERVIZIO ASSISTENZA Via Emilia Pavese, 10 - Castel San Giovanni (PC) Tel.0523 84501 - Fax 0523 1880118 info@video-center.it - www.video-center.it


Corriere Padano

4

13 aprile 2017

ATTUALITÀ

Comunali, con Cacciatore i candidati salgono a sei

OPINIONI IN RETE

Il movimento Democratici e Progressisti - Articolo 1 decide di presentare un proprio candidato. Trespidi non scioglie la riserva Francesco Cacciatore è il sesto candidato sindaco che correrà per la poltrona di primo cittadino alle comunali di giugno. Il suo nome si aggiunge a quelli di Paolo Rizzi (lista civica sostenuta dal Pd), Patrizia Barbieri (Forza Italia, Lega Nord e Fratelli d’Italia), Andrea Pugni (M5s), Luigi Rabuffi (civica sostenuta dalla sinistra), Emanuele Solari (Forza Nuova). Il movimento di cui Cacciatore fa parte - Democratici e Progressisti. Articolo 1, creato dai fuorusciti Pd di area bersaniana, da esponenti di Sinistra e Libertà e altre monadi della sinistra dispersa - sta allestendo una lista civica ha deciso di non sostenere Paolo Rizzi ma di presentare un proprio candidato. “Voglio lavorare – ha spiegato l’ex vicesindaco - per costruire un nuovo centrosinistra plurale che sappia ascoltare la gente e in grado di riconnettersi con i problemi reali della città. In discontinuità rispetto agli ultimi cinque anni”. Cacciatore ha alle spalle una lunga carriera amministrativa: consigliere comunale per il Pds durante la giunta Vaciago è stato assessore nei due mandati di Reggi dal 2002 al 2012, assessore al Bilancio della Provincia e vicesindaco nella giunta Dosi fino alle dimissioni del 2014. (vr)

Fantigrossi: “Mettiamo a norma il Trebbia per salvare la sua valle” Il territorio piacentino ha sete e, come ogni anno, con l’avvicinarsi della stagione estiva, si ripropone la contesa con la regione Liguria per il rilascio di acqua dalla diga del Brugneto. Le riflessioni scritte nell’agosto 2016 dall’avvocato Umberto Fantigrossi, sul suo blog http://piacenzasette.blog.kataweb.it/, sono ancora estremamente attuali. Francesco Cacciatore

Patrizia Barbieri

Barbieri - Trespidi, due facce della stessa medaglia? Lei ha scelto la passeggiata per le vie della città, dalla stazione al centro, lui il cuore di Piacenza del sabato pomeriggio all’ora dell’aperitivo. Patrizia Barbieri e Massimo Trespidi, per certi aspetti possono sembrare l’altra faccia della stessa medaglia, quella di

un centro destra obiettivamente diviso, se non altro sulla scelta del candidato. Dopo tribolazioni non da poco, Forza Italia, Lega Nord e Fratelli d’Italia, sono arrivati ad individuare l’avvocato Barbieri come candidata alla poltrona di primo cittadino. Eppure nella

ANCORA ALFREDO Realizzazione e manutenzione giardini

Programma la tua manutenzione approotta degli sconti ! Impianti di parchi, giardini a terra e arredi “a verde” per interni Tel. e Fax 0523.823715

Massimo Trespidi

Cell. 333.2922142

Impianti di irrigazione, illuminazione e manutenzione giardini mail: manutenzioneverde@alice.it

passeggiata con partenza dai giardini margherita, a sostegno dell’ex sindaco di Castelvetro, c’era il centro destra al gran completo: gli ex colleghi della giunta provinciale, proprio quella guidata da Trespidi, Sergio Bursi, Paolo Passoni, Maurizio Parma, l’ex capo di gabinetto Domenico Bergonzi, la Lega Nord locale e regionale Massimo Polledri, Matteo Rancan, Pietro Pisani, Stefano Cavalli, Forza Italia con Jonathan Papamarenghi, Fabio Callori, Antonio Agogliati, Tommaso Foti di Fratelli d’Italia. Il giorno dopo è toccato a Massimo Trespidi accolto in piazza Cavalli, proprio sotto palazzo Mercanti, da circa 300 persone. Pochi per la verità i volti della politica piacentina, molti quelli delle gente comune e degli studenti del professore del Colombini. L’appuntamento era per il Trespritz, parafrasando il noto cocktail, che Trespidi ha offerto ai presenti. Tutto avrebbe lasciato presagire l’annuncio della corsa per le comunali, in realtà rimandato di qualche settimana. Elena Caminati (Il servizio completo sul sito www.zerocinque23.com)

Puntualmente ogni estate, da oltre vent’anni, si ripropone la contesa sulle acque del Trebbia. Dalla diga del Brugneto defluisce il solito triste rigagnolo verso il versante piacentino, che non riesce a superare Rivalta, con evidenti danni all’ecosistema ed anche al turismo, visto che al di sotto di Bobbio fare un bagno è di fatto impossibile e comunque in ogni punto l’aspetto verdastro delle sponde non è certo invitante. Nel dibattito in corso sembra prevalente la posizione di chi invoca la realizzazione di nuovi invasi. In particolare dal settore agricolo ci si lamenta delle normative europee ed in particolare di quelle sul minimo deflusso vitale, indicando addirittura chi, al contrario, ne invoca l’applicazione con lo spregiativo epiteto di “collaborazionista”. Strano paese il nostro: la legge che ci piace e che rispettiamo spontaneamente è solo quella che corrisponde al nostro tornaconto e a volte chi si lamenta di un furto può subire esso stesso un processo (Pinocchio insegna). Tornado al nostro amato Trebbia, non riesco a comprendere come nessuno prenda in seria considerazioni il dato di fatto da cui occorrerebbe partire. Verso Genova, grazie alla diga che c’è già, viene deviata una buona parte dell’acqua che naturalmente andrebbe a bagnare il territorio di Piacenza con beneficio dell’ambiente, dell’agricoltura e del turismo e questo avviene per effetto di una concessione che prevede quantitativi stabiliti alla metà del secolo scorso, sulla base di una previsione di incremento demografico del capoluogo ligure che non si è realizzata. Inoltre: a) il contesto delle esigenze liguri è oggi totalmente diverso anche per effetto della cessazione di molte attività industriali che richiedevano grandi quantitativi di acqua; b) il Comune di Genova ha ceduto la proprietà della diga, con un atto che il TAR della Liguria ha dichiarato essere nullo; c) la concessione non è mai stata trasferita dalle competenti autorità all’attuale possessore, che è quindi un gestore di fatto che preleva acqua senza titolo ed andrebbe sanzionato (ed invece lucra sugli incentivi per la produzione di energia da fonte rinnovabile (incredibile ma vero); d) secondo la disciplina legale attuale nessun gestore di un pubblico servizio o chi comunque goda in esclusiva di un bene pubblico può essere scelto senza una gara; e) i trasferimenti di acqua da una regione all’altra necessitano di una procedura di intesa formale (e non di semplici accordi politici) non solo tra le due regioni ma con l’intervento e l’approvazione del Ministero dell’Ambiente. Come si vede nulla di tutto è all’ordine del giorno, il che conferma che in questa valle si mostra a tutto tondo che il nostro Paese, come dice da tempo il Prof. Cassese, è ormai uno Stato “a-legale”, nel senso di “senza legge”. Parliamone e comunque, prima di fare una nuova diga, mettiamo a norma quella che c’è già e diamo a Piacenza e ai piacentini tutta l’acqua di cui hanno buon diritto e renderebbe la Valtrebbia più bella e più ricca. (Umberto Fantigrossi)

Via De Gasperi,1 - 29010 Castelvetro P.no (PC)

PER CHI NON SOPPORTA LA PROTESI SUPERIORE COMPLETA

PROPONIAMO UNA TECNICA IUXTA-OSSEI CHE NON PREVEDE FORI NELL’OSSO CON UNA PROTESI FISSA, IMMEDIATA, SENZA PALATO

Dott. Fausto Bazzani Medico Chirurgo - specialista in Odontostomatologia Piazza Molinari, 5 - Fiorenzuola d’Arda (PC) Tel. 0523 241353 - 339 7730630


13 aprile 2017

Corriere Padano

ATTUALITÀ

5

Addio a Spagnoli, grande urbanista Architetto di fama internazionale, si è spento una settimana fa dopo breve malattia. Da sempre impegnato nel miglioramento del vivere urbano, promuoveva la funzione culturale della professione. E’ stato anche nostro compagno di viaggio FRANCESCA LOMBARDI Lorenzo Spagnoli, architetto urbanista di fama internazionale, se n’è andato una settimana fa, lasciando una reale eredità d’affetti, intellettuali oltreché - naturalmente - familiari. Docente di Progettazione architettonica e urbana, e in seguito di “History of Town Planning” presso la Facoltà di architettura del Politecnico di Milano (fino al 2012), ha continuato a svolgere, negli anni, studi incentrati sull’urbanistica globale, alternati a ricerche su aspetti di storia dell’urbanistica lombarda ed emiliana. Spagnoli, di carattere schivo, mai scontroso, ha continuativamente fornito il suo prezioso contributo di consulente a progetti universitari e a idealità rivolte al miglioramento del vivere urbano. Cosmopolita, dunque attento alla realtà piacentina, sua per provenienza, si

è spesso trovato in prima linea nel contrasto a uno sviluppo urbano negli ultimi decenni rivelatosi deludente, quando non devastante. In questo senso il professore si è battuto contro il consumo di suolo e contro la dispersione urbana. Recente un suo richiamo ai colleghi archi-

diversa da quella rappresentata dalla galassia esplosa dei centri commerciali? Si possono discutere i quartieri residenziali edificati nel vuoto? Ebbene, se queste tematiche forti, direi decisive per il futuro non le affrontano gli architetti, allora chi dovrebbe farlo?”. Frammentazione,

In prima linea, sia come studioso che come professionista, contro la dispersione urbana tetti, professionisti che – sosteneva Spagnoli - debbono partecipare concretamente a un’idea di città: “La nostra professione può e deve avere una funzione culturale forte, di indirizzo, di stimolo, di correzione degli errori. Si può sperare in una città

trasporto pubblico in crisi, proliferazione di centri commerciali slegati dal tessuto connettivo della città, polo logistico cresciuto in maniera incoerente, per ‘pezzi’ cumulativi. La città è “esplosa”, diceva Spagnoli, e lui non si è mai stancato di cercare

Mobilità e logistica sostenibile, confronto di idee e proposte Si terrà giovedì 20 aprile, alle ore 17, presso l’Urban Hub di via Alberoni 2, alla presenza del vicesindaco Francesco Timpano, l’incontro organizzato dall’Amministrazione comunale per tracciare un primo bilancio del percorso partecipato relativo ai servizi e alle attività che il laboratorio aperto sulla mobilità e la logistica sostenibile - che al termine dei lavori di recupero avrà sede nella ex chiesa del Carmine -, potrà fornire ai cittadini e alle imprese. Si è infatti chiuso nei giorni scorsi il sondaggio on line sul sito web comunale, volto a raccogliere idee, proposte e suggerimenti da parte delle persone e delle associazioni interessate, in merito all’uso degli spazi e alle iniziative collaterali da affiancare alla destinazione principale. Il laboratorio aperto sulla mobilità e la logistica sostenibile fornirà servizi a cittadini e imprese, con l’obiettivo di promuovere il ruolo di Piacenza come territorio snodo, mettendo a punto gli strumenti tecnologici e innovativi per la gestione di questa funzione strategica nello sviluppo della città.

e proporre alternative inerenti il suo sviluppo, sempre promuovendo e suscitando dibattito. Autore di numerose pubblicazioni nel campo dell’architettura e dell’urbanistica, ricordiamo Diffusione e sviluppi del Movimento Moderno (Milano 1975), Berlino nella Rivoluzione industriale. Saggio sull’urbanistica contemporanea (Milano-Brescia 1992), Berlino XIX-XX secolo (Bologna 1993), La città degli uomini. Le “Annales” e la storia urbana (Milano 1994), Toronto. La costruzione della “città che funziona” (Milano 1998), Franklin Israel (Torino 1998), Ri-pensare l’urbanistica (Milano 2003), Storia dell’urbanistica moderna (2 vol., Bologna 2008 e 2012), Learning from Amsterdam? (Milano 2012). Ha inoltre curato Berlino capitale (Milano 1993) e Los Angeles (Roma-Bari 1997). Ha firmato, con Claudio Maccagni, per l’Ordine degli Architetti di Piacenza,

un volume sui Piani regolatori della nostra città (1949-57). Da ricordare, naturalmente, la menzionata e fondamentale “Storia dell’urbanistica”, in libreria per i tipi di Zanichelli in due volumi: Storia dell’urbanistica moderna 1 - Dal Rinascimento all’età delle Rivoluzioni (1400-1815) e Storia dell’urbanistica moderna 2. Dall’età della borghesia alla globalizzazione (1815-2010). Protagonista nel suo campo disciplinare, Spagnoli ha inoltre partecipato a programmi di ricerca in Europa, Nordamerica e America Latina. Presidente della Fondazione Fabrizio Bertuzzi, impegnata nella promozione e nella valorizzazione della cultura rurale del Piacentino, è stato anche il principale animatore del Forum per l’urbanistica partecipata, luogo privilegiato di riflessione in materia di progettazione e vivibilità urbana. Di Lorenzo Spagnoli, tuttavia

e infine, oltre al profilo professionale, vogliamo in questa sede ricordare il tratto signorile, l’innata cortesia e la caratteristica sobrietà degli uomini di sicuro valore: il professore mai si sottraeva alla richiesta di pareri, delucidazioni, informazioni connesse alle sue non comuni competenze in campo urbanistico. L’editoriale Corriere Padano lo ricorda con affetto e riconoscenza: collaboratore del mensile “Piacentini” negli anni novanta, Spagnoli ha continuato direttamente (con articoli e interventi) e indirettamente (mai negandosi alla richiesta di interviste) a collaborare con noi (il settimanale “Correre Padano”, il periodico “Edilizia piacentina”, divenuto, oggi, “Abitare”). L’ha sempre fatto da par suo, volando alto, altissimo. Nella foto in alto l’architetto Lorenzo Spagnoli

Azienda Agricola Agrituristica Biologica

“LA RISORGIVA” di Calestani Paolo

Cucina tipica piacentina Chiuso lunedì · martedì · mercoledì È gradita la prenotazione

L’incontro, aperto a tutti i cittadini, è rivolto in particolare alle associazioni culturali e alle realtà locali impegnate sui temi ambientali e della riqualificazione urbana.

www. larisorgiva.com

info@larisorgiva.com

Loc. Oddi, 5 - San Michele di Morfasso (Pc) - Tel. 0523.918338


Corriere Padano

6

13 aprile 2017

VIVIPIACENZA

AGENDA WEEKEND

Fiorenzuola, la tradizione del Pont a l’Ov Ogni anno, nella giornata di Pasqua, il paese di Fiorenzuola d’Arda, diventa teatro di una singolare manifestazione, che ha come protagonista l’uovo. La ponta e il cull è un’originale prova di abilità, durante la quale si utilizza una grande quantità di uova sode. Durante la festa, le strade e le piazze della città sono invase da uomini e donne di tutte le età che si sfidano in

una divertente battaglia. I giocatori si sfidano a due a due, muniti di un uovo sodo le cui estremità vengono chiamate “ponta” (la punta) e “l’cull” (il fondo). Si inizia facendo punta contro punta e, se questa si rompe, si fa fondo contro fondo. Se l’uovo si rompe da entrambe le parti, lo si cede al vincitore che passa a sfidare un altro concorrente.

Pasqua e Pasquetta al castello, è caccia all’uovo! Pasqua con i bambini nei Castelli del Ducato di Parma e Piacenza tra saghe fantasy, caccia al tesoro, micromagia, mostra di giocattoli Tante idee per gite fuori porta di una sola giornata, un weekend o una mini vacanza: i Castelli del Ducato di Parma e Piacenza propongono dal 14 al 17 aprile tante iniziative divertenti per i bambini, percorsi guidati speciali per le famiglie e la possibilità di entrare in ben 25 antichi manieri. Cosa potete fare? Qualche esempio. Per chi ha figli ed ama le saghe fantasy è originalissima la speciale caccia al magico Uovo del Drago Bianco al Castello di Gropparello, mentre c’è aria di micromagia al Castello di Rivalta dove troverete anche la mostra del giocattolo antico ed una Ghost Hunting Night tra uova scomparse e fantasmi antichi. La

caccia al tesorodiventa una vera e propria misteriosa corsa all’uovo alla Rocca di Agazzano tra indizi ed indovinelli. Al Castello di San

Pietro in Cerro bambini e bambine tutti pittori per un giorno, dopo la visita ai segreti del maniero – tra cui l’accesso alla prigione del-

la torre e alle antiche cucine - con un divertente laboratorio creativo dove imparerete a dipingere sogni e desideri sulla tela. Qualche idea anche per gli adulti. Per gli appassionati d’arte ed antiche collezioni l’offerta è ampia: per la prima volta si potranno ammirare i meravigliosi affreschi - solitamente non visibili al pubblico – di Villa Anguissola Scotti Gonzaga prospiciente la Rocca di Agazzano di proprietà dei Principi Gonzaga che ancora la abitano. Al Castello di San Pietro in Cerro (Pc) da non perdere la collezione d’arte moderna e contemporanea del MiM – Museum in Motion e l’installazione dei Guerrieri di Xi’an nella roccaforte.

PIACENZA - Guercino a Piacenza Prosegue (fino al 4 giugno) il grande evento che celebra la figura del pittore secentesco emiliano. PIACENZA - Giancarlo Braghieri. La passione dell’incantesimo Agli Amici dell’Arte di via San Siro, mostra retrospettiva dedicata a Giancarlo Braghieri. Da mercoledì a domenica 16-19. PIACENZA - Visite guidate a Palazzo Gotico Domenica 16 alle ore 15.30, a Palazzo Gotico visite guidate gratuite con prenotazione presso RossoGotico in piazza Cavalli 7. PIACENZA - Gran Prix Piacenza e i 4 cantoni Lunedì 17 alle ore 8.30 e fino alle 12.30 manifestazione ciclistica amatoriale a Le Mose. PIACENZA - Chiedilo al Boss Aperitivo con l’azienda Martedì 18 alle ore 18.30, in Via XXIV Maggio, 51/53, aperitivi del martedì: chiacchiere in libertà con 5 protagonisti del mondo del lavoro a Piacenza. Logistica, Riccardo Biondi - SUSA S.P.A. GRAZZANO VISCONTI - Mercatino Grazzanese Sabato 15 dalle 10:00 alle 18:00 l’intero borgo viene animato da bancarelle di antiquariato, artigianato, modernariato, vintage. GROPPOVISDOMO - I Sentieri dei Vicedomini Lunedì 17 aprile seconda Marcia podistica non competitiva su tre percorsi: di 6, 13, 18 Km a cura della Proloco. PONTE DELL’OLIO - Gara di Enduro Lunedì 17 Campionato provinciale di Enduro in Località ‘La Pattona’ di Castione di Ponte dell’Olio. Regolamento: http://www. fmiemiliaromagna.it BOBBIO - ArTre ... IN MOSTRA Dal 18 al 30 aprile presso il Museo della Città, mostra di Anna Schiavi e Sergio Croci “Ceramisti ArTre”. Inaugurazione alle 17. BOBBIO - Concerto di Pasqua Lions Club Bobbio propone il Concerto di Pasqua: domenica 16 alle ore 21 nell’auditorium comunale di Santa Chiara.

l’Oro di Lorenzo Gioielleria di Tencati Lorenzo

COMPRO ORO

E

ARGENTO

CENTRO COMMERCIALE IL GIGANTE Via Emilia Pavese - San Nicolò (PC) Tel. 0523 769729 - lorenzotencati @ libero.it

VA’ DOVE TI PORTA IL NAVI CON IL FINANZIAMENTO OPEN NAVI, IL NAVIGATORE È INCLUSO NEL PIACERE DI GUIDA!

CON IL FINANZIAMENTO OPEN NAVI RATA DA 249 € AL MESE - TAN 5,95% TAEG 7,98 % TUA DA 16.450 € NAVIGATORE INCLUSO NEL PREZZO E DOPO TRE ANNI SEI LIBERO DI RESTITUIRLA* 3.500 € DI SCONTO SU TUTTA LA GAMMA

Ammira il suo nuovo look, scopri gli interni comfort e lasciati guidare dal marchio che ha fatto la storia del fuoristrada. È la nuova ASX: qualità e tecnologia giapponesi, cuore 4x4. Una vera Mitsubishi! Consumi ciclo combinato da 4,6 a 7,4 l/100 km. Emissioni CO2 da 119 a 152 g/km.

TAGLIAFERRIAUTO

seguici su

info 800-369463

mitsubishi-auto.it

Piacenza - V.le dell’Artigianato Tel.0523/593425


13 aprile 2017

Corriere Padano

GUSTA PIACENZA

7

Sulla tavola di Pasqua - Se volete complicarvi la vita suggeriamo un piatto dalla preparazione laboriosa

Bomba di riso, perché no?

Una volta veniva preparata per la Madonna d’agosto nelle case della nobiltà piacentina, poi più frequentemente nelle occasioni importanti. Piatto maestoso, ingredienti semplici

Crostata di fragole e ricotta

La bomba è un timballo di riso condito con un ragù di piccione e funghi, un piatto tipico rinascimentale delle province di Parma e Piacenza che faceva bella mostra sulle tavole dei nobili nelle occasioni importanti. Si usava prepararlo durante le festività, perché è un piatto di non facile realizzazione e che prevede prima la cottura e il disossamento dei piccioni, una prelibatezza che ormai sta scomparendo per la scarsità degli allevamenti di qualità. Se volete cimentarvi nella preparazione della Bomba alla piacentina, rimboccatevi le maniche e preparatevi ad un lavoro certosino!

Ingredienti per la Bomba alla piacentina (timballo di riso, piccioni e funghi) per 6 persone. Per il sugo di piccione: 3 piccioni novelli delle razze “Grosso emiliano” e “Fattore”, 200 gr di fegatini di pollo; 50 gr di porcini secchi; 150 gr di salsiccia; 2 cucchiai di olio extravergine di oliva toscano; 20 gr di burro; 2 cucchiai di fondo di bruno; 1 scalogno tagliato a fettine sottili; sale e pepe. Per i timballi di riso: 300 grammi di riso Carnaroli; 60 gr di burro per il riso; 10 gr di burro per ungere i timballi; 1 scalogno tagliato a tocchetti piccoli; ½ l di brodo di carne; sale.

Come preparare la bomba di riso alla piacentina (timballo di riso con sugo di piccione). Eviscera, lava e fiammeggia i piccioni, che devono essere ben frollati, quindi disossali e tagliali a piccoli pezzi. Soffriggi lo scalogno con olio e burro. Aggiungi i fegatini tagliati a metà e ben lavati, i pezzi

Ingredienti: una confezione di pasta frolla surgelata 500 gr; ricotta 450 gr; fragole 200 gr; zucchero semolato 90 gr; 2 uova; acqua di fior d’arancio; un limone non trattato; zucchero a velo; farina e burro per lo stampo

di piccione, la salsiccia tagliata a pezzetti e rosola brevemente. Unisci i funghi secchi, che avrai precedentemente messo a bagno per mezz’ora, dopo averli strizzati, e il fondo bruno. Lascia ridurre tutto e termina la cottura in 30 minuti aggiungendo sale e pepe e, quando serve, un po’ di acqua dei funghi. A questo punto in una pirofila fai soffriggere leggermente lo scalogno con il burro; unisci il riso, tostalo copri con il brodo caldo, sala e metti a cuocere in

forno a 180 gradi per circa 15 minuti. Ungi quattro timballi o “dariole” con il burro, fodera con il riso lasciando una cavità all’interno, metti al centro di ognuno un cucchiaio di sugo, bocconcini di piccione e funghi, poi chiudilo con altro riso facendo in modo che il sugo resti ben trattenuto nell’interno. Lascia riposare un paio di minuti, poi capovolgi lo stampo, versa i timballi sui piatti fondi e decorali con una generosa bordatura di bocconcini di piccione e funghi molto caldi.

Preparazione: per fare la crostata di fragole e ricotta, lasciate scongelare la pasta. Mescolate in una ciotola le uova con lo zucchero e amalgamatevi la ricotta. Aromatizzate il composto con la scorzetta grattugiata del limone e con qualche goccia di acqua di fior d’arancio. Stendete la pasta sulla spianatoia leggermente infarinata. Foderate con essa uno stampo per crostate (Ø cm 26), prima imburrato e infarinato. Riempite la crostata con la crema di ricotta e infornatela a 180 °C per 35 minuti. Tagliate a fettine le fragole. Sfornate il dolce, lasciatelo raffreddare, guarnitelo con le fragole, spolverizzatelo di zucchero a velo e servitelo.

Nuovo Punto Enel a Borgonovo Ha aperto a Borgonovo un nuovo Punto Enel: si trova in via Roma 121 e gli orari sono 8:30–12:30 e 14:30–18 dal lunedì al venerdì, mentre il sabato sarà accessibile solo di mattina, precisamente dalle 8: 30 alle 12:30. La comodità di trovare, al Punto Enel, un esperto che aiuterà i clienti, in modo semplice e veloce, a sbrigare e risolvere le pratiche per l’energia elettrica e il gas.

Attivazioni, contatori, dubbi su bollette e tanto altro: il Punto Enel sarà un valido aiuto per le esigenze degli utenti.

Pochintesta Arredamenti, arrivano le poltrone relax Un’attività quasi “storica”, quella di Pochintesta Arredamenti a Borgonovo V.T.: da ben tre generazioni la famiglia si dedica all’arre-

damento offrendo prodotti “chiavi in mano”. Soluzioni complete o arredi singoli, dalle cucine alle camere da letto, passando per complementi, così come salotti e divani, con possibilità di realizzazioni su misura e tanto di progettazione interna: un servizio completo che si avvale anche di un accurato post vendita. Due i negozi in Borgonovo: in via Roma 85 e in via Roma 116. In quest’ultimo show room, è possibile trovare un vasto assortimento di poltrone relax con design, rivestimenti e colori personalizzabili. Si tratta di poltrone alzapersona a uno o due motori, massaggianti e non, reclinabili a seconda delle diverse esigenze. Il vantaggio della qualità garantita da un negozio che da decenni opera nel settore, unito all’assistenza durante e dopo la vendita. Per appuntamenti e informazioni: 0523.862166

ANTICA TRATTORIA DI STRÀ CUCINA FAMLIARE

PRANZO TUTTI I GIORNI, CENA AL SABATO E SU PRENOTAZONE

VIA DEL SANTUARIO, 6 - LOC. STRà NIBBIANO (PC) - TEL. 347,0818052


Corriere Padano

8

Pro Loco al lavoro tra concorso fotografico ed eventi estivi

13 aprile 2017

SPECIALE BORGONOVO

Tempo di Fiera dell’Angelo: a Borgonovo c’è aria di festa

Consueta kermesse nei giorni di Pasqua e Pasquetta: espositori agricoli, bancarelle nelle vie centrali, enogastronomia, luna park e molto altro

Reduce da un premio importante – quello di “Borgonovese dell’anno”, ricevuto a dicembre scorso – la Pro Loco di Borgonovo sarà presente sulla Fiera dell’Angelo con il punto informativo allestivo in Via Roma dove verrà presentata la sesta edizione del Concorso Fotografico Impressioni: i temi previsti sono “Il vento” e “Il gioco” (info sul sito www.prolocoborgonovo.it). Per quanto riguarda gli eventi del 2017, il sodalizio borgonovese, attivo da oltre 50 anni sul territorio, è al lavoro per realizzare un calendario primavera / estate ricco di proposte. Tra gli eventi, si segnala quello di domenica 14 maggio, quando si svolgerà la quarta edizione di “Spring Break”, aperitivo musical-fotografico nel fossato della Rocca Municipale. In programma, l’esibizione della band power pop Radio Days, djset by Rickybeat e mostra fotografica a cura del gruppo fotografico Reparto Agitati. Come ogni anno l’appuntamento clou sarà poi la Festa d’la Chisöla in programma l’1-2-3 settembre.

COSTANZA ALBERICI Pasqua e Pasquetta a Borgonovo fanno rima con Fiera dell’Angelo e così anche quest’anno – domenica 16 e lunedì 17 aprile – il vivace centro della Val Tidone organizza la tradizionale due giorni di festa, per la gioia degli abitanti ma anche dei tanti turisti che in occasione della Fiera si riversano a Borgonovo. Si parte domenica 16 alle ore 9 con l’apertura dell’esposizione di macchine ed attrezzature per l’agricoltura, zootecnia, viticoltura ed enologia in Viale Enrico

Fermi. Aprirà contestualmente anche la rassegna enogastronomica di prodotti tipici (dai salumi del territorio alla famosa “chisola”, focaccia con i ciccioli tipica della tradizione contadina piacentina) presso il fossato della Rocca Municipale, così come la mostra mercato di prodotti eco-biologici in Viale Marconi. Miele, carni, formaggi, olio, prodotti per il benessere e molto altro ancora saranno presenti negli stand degli espositori, in degustazione e per l’acquisto. Sempre in Viale Marconi, inol-

tre, espositori di artigianato artistico. Il Parco Giochi comunale ospiterà, come ormai consuetudine, un grande autosalone all’aperto,

Rassegna di prodotti tipici e mostra mercato di prodotti eco-biologici. Tornano anche gli animali da cortile e da compagnia mentre le bancarelle si disporranno lungo Viale Marconi, Via-

Hotel Ristorante Pizzeria Specialità pesce

0523

Pinsa romana Più digeribile della pizza

849612

À NOVIT

Pasta con il 70% di idratazione, lievitata per 72 ore

PATTO DELLA PIZZA 20% DI SCONTO

La festa prosegue lunedì 17 dalle ore 9: al via infatti la mostra “Animali da reddito, da cortile e

PER INFO E PRENOTAZIONI Telefono

AL GIOVEDÌ

le Fermi, Viale Risorgimento, Via Cavallotti. Alle 10 inaugurerà inoltre il luna park in piazza Garibaldi e piazza De Cristoforis.

VENERDÌ E DOMENICA MATTINA

CRESCENDO DI MARE

Via Emilia P.na, 45 - Castelsangiovanni (PC) seguici su facebook “La Gritta”

da compagnia” presso il fossato della Rocca. Continueranno anche le rassegne dei prodotti tipici e bio, e l’artigianato artistico. Alle 11, inaugurazione della Fiera con saluto delle autorità. La Fiera dell’Angelo di Borgonovo è il primo evento di grande portata della bella stagione in Val Tidone, ed in un certo senso dà inizio al calendario di iniziative che coinvolgono il vivace paese e che proseguono fino alla fine dell’estate con l’appuntamento clou della Festa della Chisola.


13 aprile 2017

SPECIALE BORGONOVO

Corriere Padano

9

Scoprire la Rocca d’Olgisio, “arx impavida” del piacentino

Anche la possibilità di dormire all’interno del complesso: cinque camere doppie e colazione nelle cucine del palazzo rinascimentale Ha riaperto al pubblico la Rocca d’Olgisio, la più antica fortezza del piacentino. Particolarmente affascinante - sia per la posizione dominante le valli solcate dai fiumi Tidone e Chiarone, sia per la sua architettura - fu culla di due sante nel VI secolo, in seguito monastero, dimora nobile, rifugio per partigiani e ora monumento nazionale. Dal 1979, il complesso è di proprietà della famiglia Bengalli, che con notevoli sforzi, un continuo impegno e un attento restauro è riuscita a salvare quello che viene oggi definito il più leggendario e bel castello della provincia. Da marzo a ottobre il complesso, che fa parte del circuito Castelli del Ducato di Parma e Piacenza, è visitabile, ma l’esperienza può essere ancora più suggestiva grazie alla possibilità di pernottarvi: accoglienza e viste mozzafiato sulle valli attorno a Rocca d’Olgisio sono a disposizione dei turisti. Il servizio è quello di bed & breakfast e consiste in cinque confortevoli camere doppie, ognuna arredata con mobili d’antiquariato. Tutte le stanze hanno servizi igienici privati; la colazione è servita nelle cucine del palazzo rinascimentale. Rocca d’Olgisio è un luogo ideale per trascorrere una giornata all’insegna della natura. I visitatori possono rilassarsi nei giardini all’interno del castello, oppure possono fare passeggiate sulle colline o nei boschi circostanti. Per i più sportivi, dal castello si snodano sentieri CAI di media difficoltà da cui è possibile ammirare alcune delle grotte naturali che costellano i dintorni. Chi invece preferisce la mountain bike o la moto può scegliere tra i diversi percorsi panoramici nelle valli attorno al castello.

Difesa da ben sei cinte murarie, la fortezza poggia su roccia arenaria e integra armoniosamente strutture medievali e rinascimentali. La zona circostante si distingue per la presenza di grotte naturali, ai tempi utilizzate dall’uomo primitivo come luoghi per l’abitazione e per la sepoltura. Secondo alcune leggende, il castello sarebbe stato fondato nel VI secolo da Giovannato Miles, padre delle Sante Liberata e Faustina. La prima notizia scritta riportante l’esistenza

della fortezza risale però al 1037, quando alcuni documenti della Curia Vescovile ne attestano la cessione ai monaci di San Savino. Orari di apertura per le visite: sabato: 15.00 e 16.00 (inizio dell’ultima visita); domenica e festivi: dalle 9.30 alle 11.30 (inizio dell’ultima visita) e dalle 14.30 alle 17.45 (inizio dell’ultima visita). Info su prezzi ed eventi: www.roccadolgisio. it, tel. 0523 99 80 75, email info@roccadolgisio.it

La prima notizia scritta della Rocca d’Olgisio risale al 1037. Nel 1378 il feudo venne ceduto da Gian Galeazzo Visconti al cavaliere Jacopo Dal Verme. Tale famiglia ne rimase proprietaria fino a metà Ottocento, salvo brevi periodi di interruzione. Nel 1478, la Rocca subì gravi danni a causa di un violento incendio. Il conte Pietro Dal Verme, sfuggito miracolosamente alle fiamme, morì nel 1485 avvelenato da Ludovico il Moro, il quale concesse Rocca d’Olgisio al genero Galeazzo Sanseverino. Agli inizi del 1500, i francesi occuparono le città e le fortezze dello stato di Milano. Solo i Dal Verme rifiutarono di riconoscere la sovranità regale sulla rocca. Per questo furono assediati: nonostante la fortezza potesse resistere anche per dieci anni (grazie al buon sistema difensivo e alle derrate alimentari conservate in caso di assedio), il fortilizio cadde in mano nemica per il tradimento di alcuni ufficiali di guardia. Ripristinata l’autorità imperiale, i Dal Verme conservarono il fortilizio fino all’estinzione della famiglia, avvenuta a metà Ottocento. Durante la seconda guerra mondiale, la Rocca fu sede del comando della II divisione partigiana di Piacenza. Per questo motivo, subì due attacchi da parte dei tedeschi. Entrambi videro come protagonista il leggendario Giovanni Lazzetti, partigiano conosciuto in zona come Ballonaio, il quale riuscì a respingere i nemici solo al loro primo attacco. La seconda volta, i tedeschi scacciarono i partigiani e fecero crollare alcune parti della fortezza.

C’È UN NUOVO PARTNER DELL’ENERGIA VICINO A TE. SIAMO NOI. Via Roma, 121 Borgonovo Val Tidone

Scopri il nuovo Punto Enel Negozio Partner di Enel Energia.

Enel Energia per il mercato libero.

Oltre dieci secoli di storia

ARREDAMENTI POCHINTESTA

Esposizione: Via Roma, 116 - Via Roma, 85 Borgonovo V.T. PC - Tel. e Fax 0523 862166


Corriere Padano

10

13 aprile 2017

SPECIALE GRAGNANO

Gragnano, Domenica in Albis tra tradizione, poesia e sport

“Tortata benefica” e tanti progetti per Avis Una sezione molto attiva, quella dell’Avis di Gragnano Trebbiense: presente alla locale Fiera della Domenica in Albis, domenica 23 aprile, con uno stand espositivo e una “Tortata benefica” presso la sede associativa, ha chiuso un importante 2016 che ha contato 89 soci (83 donatori e 6 non donatori). La “Tortata benefica” sarà un libero scambio di torte, con incasso ad offerta, disponibile presso lo stand dell’associazione accanto alla Chiesa Parrocchiale. Come sempre, Avis Gragnano si occupa di sensibilizzare il vasto pubblico sul tema del dono attraverso varie attività di informazione. Oltre alla consueta collaborazione per gli addobbi natalizi del paese, Avis è presente alle principali feste e manifestazioni locali con il proprio stand informativo; ha riproposto poi - domenica 2 giugno - la giornata “Giocando con Avis” dedicata ai bambini dai 3 ai 10 anni. Scivoli gonfiabili, percorsi di gioco, angolo merenda, gadget e trucca bimbi hanno animato la giornata che ha riunito infatti un folto pubblico di famiglie. Il 2017 sarà altrettanto ricco: tra le iniziative imminenti, il 30 aprile ci saranno le celebrazioni per il 48° anno di fondazione della sezione, mentre a inizio giugno tornerà “Giocando con Avis”.

Ricco il programma degli eventi collaterali, come la marcia “Aspettando l’estate”. Ritornano la Fiera franca dei ragazzi e il mercatino “Bric a Brac“ Sport e poesia accompagnano le tradizionali bancarelle dell’edizione 2017 della “Fiera della Domenica in Albis”. Quest’anno l’appuntamento è per domenica 23 aprile. Ad attendere i visitatori alla ricerca della “buona occasione” un serpentone di bancarelle lungo via Pantaleoni e via F.lli Rosselli, mentre in piazza della Pace le luci e colori del Luna Park (già funzionante anche nei giorni che precedono la fiera) faranno ritornare tutti un po’ bambini. Proprio ai più piccoli è dedicato l’appuntamento della “Fiera franca dei ragazzi – la bancarella dei ricordi”: una fiera nella fiera, riservata ai giovani che non abbiano ancora compiuto il diciottesimo anno d’età, in cui potranno liberamente scambiare o cedere oggetti e materiale usato di loro proprietà. Ricco il programma di eventi collaterali: la mattinata si apre con la 26° edizione della marcia “Aspettando l’estate” organizzata dal gruppo marciatori GS Costa, ritrovo ore 7.30 in loc. Costa

rà attribuito alle liriche più belle scritte dagli alunni della scuola media di Gragnano. Ad accompagnare la cerimonia sarà l’esibizione del Coro San Michele

Il sindaco Calza: “Occasione per vivere una giornata diversa rafforzando i legami all’interno della nostra comunità”

cartoleria GIRASOLE di Paola Aramini

Fax - Fotocopie - Articoli per la scuola Indispensabili ufficio - Articoli regalo Giocattoli

SI PRENOTANO LIBRI SCOLASTICI Gragnano Trebbiense (PC) via Roma 107, Tel 0523.787569 (aperto la domenica mattina)

(Casaliggio); nel pomeriggio alle 16 presso il centro culturale si terrà la terza edizione del premio “Dario Sogni – Una Poesia per la pace”. Il riconoscimento in memoria dell’ alpino gragnanese, medaglia al Valor Militare, ver-

Un’antica tradizione La Fiera in Albis rappresenta uno dei momenti più attesi della vita sociale del paese le cui radici si perdono indietro nei secoli. Alcuni fanno infatti risalire l’origine di questa manifestazione a una sorta di ringraziamento che la gente di Gragnano volle riservare alla Madonna in seguito all’intercessione da Lei tributata al paese in occasione della peste del 1630. La domenica in albis (o della Divina Misericordia) è, nell’anno liturgico della Chiesa cattolica, la seconda domenica di Pasqua, cioè la domenica che segue tale solennità. La locuzione latina in albis (vestibus), tradotta letteralmente, significa in bianche (vesti). Ai primi tempi della Chiesa, infatti, il battesimo era amministrato durante la notte di Pasqua, e i battezzandi indossavano una tunica bianca che portavano poi per tutta la settimana successiva, fino alla prima domenica dopo Pasqua, detta perciò “domenica in cui si depongono le vesti bianche” (in albis depositis o deponendis).

Arcangelo. In piazza della Pace, per tutta la giornata, uno stand degli Alpini allieterà i visitatori con la tipica vivacità e cordialità che contraddistinguono le “penne”. Ritorna anche il “Bric a Brac”: il

tradizionale mercatino dell’usato lungo via Roma aperto a venditori d’usato occasionali, hobbi-

sti, artigiani e creativi. Il nome, letteralmente “cianfrusaglie”, evoca il suo carattere prettamente amatoriale nonché l’auspicio di riproporre anche a Gragnano le tipiche e suggestive atmosfere dei più famosi mercati di strada francesi. L’Avis sarà presente con uno stand espositivo e una tortata benefica presso la sede associativa, mentre molti commercianti resteranno aperti per tutto il giorno offrendo una possibilità in più a chi è a caccia del migliore affare, rendendo il paese un vero e proprio bazar a cielo aperto. “Una bella occasione – sottolinea il sindaco Patrizia Calza – per vivere una giornata diversa incontrando tanta gente e rafforzando i legami all’interno della nostra comunità. “ Per informazioni è possibile contattare il Comune di Gragnano Trebbiense allo 0523.788444 o scrivere a info@comune.gragnanotrebbiense.pc.it.


13 aprile 2017

Corriere Padano

SPORT

11

Piacenza e Pro: Scorsetti o Burzoni in biancorosso?

Continuano i contatti tra le due dirigenze: pur rimanendo formalmente distanti e divise, sottotraccia lavorano per un futuro stabile e duraturo GIANCARLO TAGLIAFERRI Dopo la netta vittoria sul campo del Piacenza sul Pro Piacenza nella stracittadina che ha messo di fronte biancorossi e rossoneri, continuano dietro le scrivanie i contatti tra le due dirigenze le quali, pur rimanendo formalmente distanti e divise, sottotraccia lavorano per garantire e garantirsi un futuro stabile e finanziariamente duraturo. FUSIONE OFF-LIMITS E’ l’ipotesi che negli ultimi anni era circolata a più riprese, sollevando le ire di buona parte dei tifosi. Strada tortuosa ed onestamente impraticabile sia a livello operativo, difficile infatti fondere due società sportive così diverse ed agli antipodi in numerose scelte gestionali, sia a livello umano con troppe anime distinte e caratterialmente non compatibili. Dunque nessuna unione tra Piacenza e Pro Piacenza , ma più facilmente un “travaso” di alcuni componenti di Via De Longe in quel di Via Gorra. PIACENZA BLINDATO Dato certo di partenza è rappresentato dal fatto che la famiglia Gatti rimane saldamente al comando del Piacenza Calcio. In questi anni vi è sempre stata la di-

sponibilità a cedere il pacchetto di minoranza con il 49% messo a disposizione di eventuali investimenti preferibilmente piacentini. In questa direzione i contatti passati con Roberto Pighi, Pietro Tacchini, Domenico Scorsetti e per ultimo Alberto Burzoni , tutti sino ad ora terminati con un nulla di fatto ma che hanno testimoniato la volontà dell’attuale proprietà di allargare il più possibile la base azionaria a nuovi ingressi. NUOVI SPONSOR Primo punto interrogativo per il Piacenza del futuro è rappresentato dal ruolo dello sponsor Lpr.

Quasi scontato il rinnovo per la prossima stagione, difficile pensare ad un incremento dell’investimento per la Lega Pro anche se la prospettiva di innalzare la mire in classifica ed il parziale disimpegno di Arici nel volley, potrebbero far auspicare un maggior coinvolgimento dell’attuale main sponsor. Contatti ci sono stati anche con Antonio Cerciello della Nordmeccanica, già compagno di avventura di Stefano Gatti nella CopraNordmeccanica, il quale però ha sempre ribadito il suo scarso interesse per il calcio; tuttavia il possibile abbandono del progetto

CENTRO PER L’IMPIEGO OFFERTE DI LAVORO Richieste di personale pervenute ai Centri per l’Impiego della Provincia. Gli interessati possono inviare curriculum vitae via mail o via fax previo controllo di eventuale aggiornamento sul sito della Provincia, citando il numero di riferimento Provincia di Piacenza (settore welfare, lavoro e formazione professionale) Orari: dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e i pomeriggi di martedì e giovedì dalle 14.30 alle 16.30. In caso di forte afflusso di utenza la distribzione dei numeri di ingresso terminerà 30 minuti prima della chiusura Provincia di Piacenza - Centro per l’impiego - Borgo Faxhall P.le Marconi - tel. 0523-795716 fax: 0523-795738 - e-mail: sil.piacenza@provincia.pc.it Cod. 146/2017 valida fino al 17/04/2017 Azienda richiedente: Trs Ecologia srl Mansione: Analista chimico Qualifica istat: 3112006 tecnico analista chimico Contenuti e contesto del lavoro: Attività di campionamento e di analisi su matrici di rifiuti liquide e solide e adempimenti di rilevazione/registrazione burocratici propri del settore rifiuti Luogo di lavoro: Caorso Formazione: diploma di perito chimico e/o laurea in chimica industriale Caratteristiche candidati: Automunito/a, Indispensabile: età 18/29 anni per l’inserimento in tirocinio e poi in apprendistato o esperienza pluriennale nella mansione per il tempo determinato, sarà considerato preferibile ai fini dell’inserimento l’esperienza specifica maturata in aziende del settore ambientale, trattamento rifiuti speciali. Contratto: Tirocinio con possibilità di inserimento con contratto di apprendistato o tempo determinato con possibilità di trasformazione a tempo indeterminato. Conoscenze: Ottima conoscenza pacchetto Office e buona conoscenza della lingua inglese Orario: Tempo pieno Per candidarsi: Inviare curriculum vitae con riferimento offerta n°146/17 Via mail: curriculum@trsecologia.it Cod. 162/2017 valida fino al 23/04/2017 Azienda richiedente: Over Machining Centers Mansione: Tecnico manutentore meccanico Qualifica istat: 6223200 aggiustatori meccanici

Contenuti e contesto del lavoro: attività di installazione, manutenzione ordinaria e straordinaria di macchine utensili cnc. Luogo di lavoro: Pontenure (sede azienda); disponibilità a trasferte nazionali ed internazionali Formazione: Preferibile diploma ad indirizzo meccanico e/o laurea in ingegneria meccanica Caratteristiche candidati: Automunito, indispensabile esperienza di almeno 5/10 anni nella mansione. Contratto: Tempo indeterminato Conoscenze: Lingua inglese Orario: Tempo pieno Per candidarsi: Inviare curriculum vitae con riferimento offerta n°162/17 Via mail: info@overmc.it Cod. 163/2017 valida fino al 23/04/2017 Azienda richiedente: Over Machining Centers Mansione: Programmatore cnc Qualifica istat: 3131003 tecnico conduttore di processo meccanico Contenuti e contesto del lavoro: Attività di programmazione su macchine utensili a controllo numerico. Luogo di lavoro: Pontenure (sede azienda); disponibilità a trasferte nazionali ed internazionali Formazione: Diploma e/o laurea Caratteristiche candidati: Automunito, indispensabile esperienza nella mansione di almeno 7/10 anni. Contratto: Tempo indeterminato Conoscenze: Lingua inglese Orario: Tempo pieno Per candidarsi: Inviare curriculum vitae con riferimento offerta n°163/17 Via mail: info@overmc.it

triennale a Modena con la LiuJo e la partita del rinnovo per la convenzione del Palabanca (in scadenza a Giugno) potrebbero portare a sviluppi inattesi. SCORSETTI TRA PRO E PIACENZA Avvistato sabato sera al derby dopo quasi un anno di assenza, l’ex Presidente del Pro Piacenza è l’ago della bilancia tra le due società. Uscito nella scorsa stagione dal Pro, in aperta rottura con Burzoni, vanta ancora un diritto di riacquisto del proprio 25% di azioni entro il 30 giugno. E’ possibile quindi un possibile

ritorno in rossonero dell’ex Presidente, in tandem con Pietro Tacchini, formalmente ancora in quota nel Pro Piacenza ma di fatto non operativo nel corso della stagione. Determinante sarà dunque la scelta dei due uomini forti e storici che potrebbero tornare in sella a pieno titolo o addirittura passare sulla sponda opposta lasciando al solo Burzoni il 100% dei rossoneri. E’ infatti risaputo che contatti Gatti-Tacchini vi erano già stati in passato con il nodomercato a stoppare ogni trattativa di ingresso dell’imprenditore di Ponte dell’Olio. Ora però un possibile coinvolgimento di Sco rsetti con il ruolo di sponsor (meno probabile l’ingresso diretto nel Piacenza come socio) con le sue ditte Alkim ed Euchem potrebbero essere propedeutiche a facilitare l’accordo anche con Tacchini. BURZONI, UNICO AL COMANDO Rimasto di fatto solo nella gestione annuale del Pro Piacenza, per Alberto Burzoni si aprono di fatto tre scenari: continuare da solo al Pro in Lega Pro, ridimensionare la società nei dilettanti o cedere al ticket Scorsetti-Tacchini ed entrare nel Piacenza. E’

innegabile infatti che proseguire l’avventura in rossonero come unico protagonista con tutti gli oneri connessi (si parla di quasi due milioni di euro) e con un seguito di pubblico e media quasi trascurabile sia sempre più impegnativo. Possibile quindi un passo indietro restituendo la società ai precedenti proprietari (nel caso venga esercitato il diritto d’opzione sul 50% da parte di Scorsetti) oppure ripartire dalla D con un impatto economico decisamente più sostenibile per il bacino di utenza. Affascinante l’ipotesi degli ultimi giorni di un possibile ingresso di Burzoni nel Piacenza con un investimento di 500.000 euro, strada non facilmente battibile ma che potrebbe diventare realistica dopo le parole al miele che Burzoni stesso ha avuto per i colori biancorossi con Stefano Gatti che non ha escluso a priori un suo possibile ingresso in società nonostante le divergenze del passato. Il tutto ovviamente in concorrenza con il “Piano Scorsetti” che, nel caso andasse a buon fine, evidentemente esclude a prescindere un accordo con Burzoni. Nelle foto, da sinistra: Domenico Scorsetti, Alberto Burzoni e Stefano Gatti


Corriere Padano

12

CONTRIBUTI PER L’ACQUISTO E/O L’ADATTAMENTO DI VEICOLI A FAVORE DI PERSONE CON DISABILITÀ La Regione Emilia-Romagna prevede contributi per l’acquisto di un autoveicolo con adattamenti alla guida e/o al trasporto destinato alla mobilità di persone con disabilità; per l’anno 2017, le domande possono essere presentate entro mercoledì 3 maggio. Per maggiori informazioni e la consegna delle domande è possibile rivolgersi al Caad - Centro per l’adattamento dell’ambiente domestico in via XXIV maggio, 28 (tel. 0523.492022 mail:informahandicap@comune.piacenza.it) aperto il lunedì e il giovedì dalle 8.45 alle 13 e dalle 15.30 alle 17.30, mentre il mercoledì e il venerdì dalle 8.45 alle 13. CONTRIBUTI PER L’ADATTAMENTO DOMESTICO PER PERSONE CON DISABILITÀ La Regione Emilia-Romagna prevede contributi per favorire l’autonomia nell’ambiente domestico delle persone con disabilità; per l’anno 2017, le domande possono essere presentate entro mercoledì 3 maggio.  Per maggiori informazioni e la consegna delle domande è possibile rivolgersi al Caad - Centro per l’adattamento dell’ambiente domestico in via XXIV maggio, 28 (tel. 0523/492022 mail:informahandicap@comune.piacenza.it) aperto il lunedì e il giovedì dalle 8.45 alle 13 e dalle 15.30 alle 17.30, mentre il mercoledì e il venerdì dalle 8.45 alle 13.

13 aprile 2017

CITTÀ UTILE

PROGETTO “PIACECARE”, ISTITUITO IL REGISTRO COMUNALE DEGLI ASSISTENTI FAMIGLIARI È stato attivato dal Comune di Piacenza un progetto sperimentale per qualificare l’offerta di servizi di cura alla persona e alla famiglia con l’istituzione di un registro di assistenti famigliari. In seguito sarà comunicata la data dalla quale le famiglie piacentine potranno iniziare a contattare lo sportello per individuare la figura professionale più adatta al proprio bisogno.  Per maggiori informazioni, contattare lo  sportello InformaSociale di via Taverna, 39 (0523/492731). ASSEGNI DI MATERNITÀ E DI NUCLEO NUMEROSO, PUBBLICATO L’AVVISO È stato approvato l’Avviso pubblico relativo a due contributi destinati alle neo-mamme e alle famiglie con almeno tre figli minori.  Le domande vanno consegnate presso lo Sportello InformaFamiglie&Bambini del  Centro per le Famiglie Galleria del Sole – Centro Civico Farnesiana (tel. 0523/492380) o del Centro per le Famiglie Quartiere Roma (tel. 0523/385318). PUBBLICATE LE NUOVE GRADUATORIE ERP VALIDE FINO AL 31 LUGLIO Sono state pubblicate le graduatorie per l’assegnazione di alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica (case popolari) e per il cambio alloggio. Entrambi gli elenchi sono validi fino al 31 lu-

glio 2017. Gli elenchi sono  consultabili sul sito del Comune di Piacenza (sezione Albo Pretorio) e presso l’ufficio Abitazioni, in via XXIV Maggio 28, aperto lunedì e giovedì dalle 8.45 alle 13.30, mercoledì dalle 8.45 alle 12 e giovedì anche dalle 15.30 alle 17.30. CONTRIBUTO PER L’ACQUISTO DEI SERVIZI PER LA PRIMA INFANZIA: ANCORA VALIDI I VOUCHER L’Inps comunica che continuerà ad erogare buoni lavoro (voucher) per servizi di babysitting, all’interno del beneficio destinato alle madri lavoratrici. Le domande possono essere presentate fino al 31 dicembre 2018. PUBBLICATO DA INPS IL BANDO “LONG TERM CARE RICOVERI IN STRUTTURE RESIDENZIALI 2017” Sul sito di Inps è disponibile un bando per il riconoscimento di contributi a copertura totale o parziale del costo sostenuto da soggetti ricoverati presso strutture residenziali. DA MAMMA A MAMMA, OGNI GIOVEDÌ SPAZIO APERTO AL CENTRO PER LE FAMIGLIE Ogni giovedì dalle 9 alle 11 al Centro per le Famiglie Galleria del Sole, sarà attivo uno spazio aperto per mamme con bambini da 0 a 12 mesi, un posto dove condividere esperienze, confrontarsi liberamente sulla neo-genitorialità, sulle ansie, le gioie e le preoccupazione che comporta il diventare mamme. Saranno presenti, in modo del tutto volontario, due ostetriche al fine di agevolare la comunicazione e stimolare il dialogo. La partecipazione è libera e gratuita. Per informazioni contattare il  Centro per le Famiglie Galleria del Sole presso il  Centro Civico Farnesiana (tel. 0523/492380). “PERCORSI DEL CUORE”: CAMMINATE IN CITTÀ, OGNI GIOVEDÌ DALLE 16.30 Al via l’iniziativa del Centro sportivo italiano, patrocinata dal Comune di Piacenza. Ogni settimana partenza e arrivo dagli orti di via Degani, per scoprire le bellezze della nostra città e fare movimento.  Per maggiori informazioni, contattare l’ufficio Attività socioricreative di  via Taverna, 39 (0523/492743 - 0523/492724) CHIUSURA SPORTELLI INFORMASOCIALE In occasione delle prossime festività, gli sportelli InformaSociale effettueranno alcune chiusure straordinarie. Sabato 15 aprile sarà chiuso solamente lo sportello di via Taverna, mentre entrambi gli sportelli saranno chiusi lunedì 17 aprile, martedì 25 aprile e lunedì 1 maggio.  CHIUSURA CENTRO PER LE FAMIGLIE In occasione delle prossime festività, il Centro per le famiglie del Quartiere Roma e quello della Galleria del Sole saranno chiusi lunedì 17 aprile, martedì 25 aprile e lunedì 1 maggio. Il Centro per le famiglie della Galleria del Sole sarà chiuso anche lunedì 24 aprile.

Corriere Padano è un settimanale indipendente: pubblica ogni giovedì ed è distribuito gratuitamente direttamente dall’editore nella città di Piacenza e nei comuni limitrofi attraverso espositori posti nei luoghi di aggregazione e passaggio. Direttore responsabile: Giuseppe De Petro.

Editore: Corpad Editore S.R.L. Via Trieste, 39 - PC. Cell. 345.8004819. E-mail: redazione@corrierepadano.it Sito internet: www.corrierepadano.it Pubblicità: Sumarte S.R.L. Largo Erfurt, 7 - Pc Tel. 0523/1749570/1 Stampa: Grafiche Lama Piacenza. Registrazione Tribunale di Lodi n.162 in data 20/07/1983

Associato Unione Stampa Periodica Italiana

Corriere padano 9 13 04 2017  

Piacenza e "Pro", no fusione. Scorsetti o Burzoni al Piace?

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you